LINATE FLASH City Airport

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINATE FLASH City Airport"

Transcript

1 LINATE FLASH City Airport 69 COMMENTI E FATTI DI VITA AEROPORTUALE Direzione e Redazione: Cappellanìa Aeroporto 'E. Forlanini' Milano-Linate Tel. 02 / Fax 02/ Internet-Sito: http: // www. uli. it / aerocappellalinate uli. it. Direttore Responsabile: Don Giovanni Tremolada Autorizzazione Trib. di Milano n. 220 del 4 Aprile 1992 Spedizione in abb. post. - Art. 2 - Comma 20/c Legge 662/96 - Filiale di Varese Stampa: 'Grafica P. Luigi Monti', srl - Saronno (VA) n Agosto di Sacerdozio del Cappellano I Coscritti del Cappellano Grazie! Don Giovanni I Seani O. K. Team I Familiari e i parenti Gli Aeroportuali di Linate I Fedeli alla S. Messa Omaggi vari di amici Gli amici di O.K. Team Al Ristorante Servizi a pag

2 'Rosarium Virginis Mariae' Giovanni Paolo II La bellissima statua in bronzo dorato della Madonna di Loreto, opera dello scultore Enrico Manfrini, che si trova nella Cappella di Malpensa, dono munifico di Mons. Pasquale Macchi, ex Segretario particolare di Papa Paolo VI, al Cappellano Don Arturo Rossini e di questi alla Cappella. Continuiamo nella presentazione della Lettera Apostolica di Giovanni Paolo II, intitolata 'Rosarium Virginis Mariae', pubblicata il 26 ottore 2002, con la quale ha indetto l'anno del Rosario, con d ecorrenza dall'ottobre 2002 all'ottobre Dopo aver presentato nel n. 67 di Linate Flash l'introduzione e la Conclusione della Lettera Apostolica, e nel n. 68 il 1 capitolo, ora presentiamo il 2 dei 3 capitoli che la compongono, dal titolo :'Mistero di Cristo-Mistero della Madre. Il Rosario 'compendio del Vangelo' Per poter contemplare il volto di Cristo, occorre una rivelazione del Padre e per poter accogliere questa rivelazione sono necessarie l'esperienza del silenzio e della preghiera. Il Rosario non è solo una preghiera evangelica, ma è propriamente una preghiera cristologica, in quanto l'ave Maria e lo stesso susseguirsi dei Misteri hanno come termine fisso Gesù (18). Una opportuna integrazione ' I Misteri del Rosario riproducono alcuni fatti della vita di Cristo, ma fin'ora mancavano i fatti della vita pubblica di Gesù, compresi tra il Battesimo e la Passione, nei quali Cristo si mostra come luce degli uomini. Aggiungendo pertanto ai Misteri della gioia, del dolore e della gloria, i Misteri della luce, il Rosario diventa in modo più pieno il 'compendio del Vangelo' (19). I Misteri della gioia I Misteri gaudiosi sono caratterizzati dalla gioia che irradia dall'evento della Incarnazione, ma già gli ultimi due misteri lasciano intravvedere e anticipano i segni del dramma della croce. L'Incarnazione è il mistero della gioia e del dolore, incentrato nella persona di Cristo, Verbo fatto carne, unico Salvatore degli uomini. La Madonna ci insegna così il segreto della gioia cristiana, che si trova nel Figlio Gesù (20). I Misteri della luce Tutto il Mistero di Cristo è luce. Egli è la 'luce del mondo', che si rivela però in modo particolare negli anni della sua vita pubblica. Volendo indicare alla Comunità cristiana cinque episodi significativi di questa f ase della vita di Cristo, il Papa li ha individuati: 1) nel Battesimo al Giordano 2) nel fatto delle Nozze di Cana 3) nell'annuncio del Regno di Dio, con l'invito alla conversione 4) nella Trasfigurazione 5) nella istituzione della SS. Eucarestia. Nei cinque Misteri della luce, la presenza di Maria rimane sullo sfondo, ma è pur sempre una presenza che ha accompagnato tutta la vita di Gesù e che oggi dice alla Chiesa: 'Fate quello che vi dirà' (21). I Misteri del dolore I Misteri del dolore mostrano che qui è il culmnie della rivelazione dell'amore e il Rosario invita a fissarvi lo sguardo e a riviverli. Nel mistero di Cristo sofferente si rivela anche il senso dell'uomo. I Misteri del dolore ci pongono con Maria accanto alla croce e ci aiutano a penetrare nell'abisso dell'amore di Dio per l'uomo (22). I Misteri della gloria Cristo non solo è morto, ma è risorto! Contemplando il Risorto, il cristiano riscopre le ragioni della propria fede e rivive la gioia di Maria, che viene proclamata Regina degli Angeli e dei Santi. In particolare la scena della Pentecoste diventa 'icona' della Chiesa e dell'esistenza nuova dei cristiani. I Misteri gloriosi alimentano poi la speranza verso i beni futuri e ne stimolano la testimonianza (23). Dai Misteri al 'Mistero': la via di Maria I 20 Misteri del Rosario non fanno altro che condurre al 'Mistero' del Verbo incarnato, perchè 'tutto nella vita di Gesù è segno del suo Mistero'. San Paolo afferma che 'in Cristo sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della scienza'. Il Rosario aiuta a penetrare in questo Mistero quasi indicando la 'via di Maria', perchè tutti i Misteri di Cristo sono anche i Misteri della Madre (24). Mistero di Cristo, mistero dell'uomo Il Papa ha detto che 'la semplice preghiera del Rosario batte il ritmo della vita umana', cioè, il mistero dell'uomo si illumina veramenrte soltanto nel Mistero del Verbo. Contemplando i Misteri di Cristo si imparano le verità che riguardano l'uomo: la vita, la famiglia, il dolore, il destino futuro, ecc. E' naturale allora affidare al Rosario tutte le intenzioni, le problematiche e le sofferenze dell'uomo per consegnarli ai Cuori misericordiosi di Cristo e della Madre Sua. Il Papa si augura che la sua esperienza diventi l'esperienza di ciascun credente, che cioè il 'Rosario batta il ritmo della vita umana per armonizzarla con il ritmo della vita divina' (25). 2

3 'Ecclesia: de Eucharistia' Giovanni Paolo II Il 17 aprile 2003, Giovedì Santo, durante la Messa in Coena Domini, Giovanni Paolo II ha firmato la sua 14a Lettera Enciclica, sul tema dell'eucaristia. La Lettera è rivolta principalmente ai sacerdoti, ma anche a tutta la Chiesa, perchè l'e. costituisce il 'cuore' della Chiesa e il 'mistero della fede' per eccellenza. Essa è composta da una introduzione, da sei capitoletti e da una conclusione. Noi la presenteremo in tre puntate, incominciando dall'introduzione e dai primi due capitoli. Introduzione (n. 1-10) Nell'Introduzione il Papa indica il tema della Lettera Enciclica: 'l'eucaristia nel suo rapporto con la Chiesa', perchè 'la Chiesa vive dell'eucaristia' (1). Ciò spiega la 'premurosa attenzione della Chiesa' nei confronti del Sacramento lungo i secoli, con i vari Documenti del Magistero (9). Ricorda il momento dell'istituzione: durante il Triduo sacro, o Triduo pasquale, che decorre dalla sera del Giovedì Santo alla mattina della Domenica di Pasqua' (2). Chiama l'eucaristia: 'mistero della fede' per eccellenza e nello stesso tempo 'mistero di luce', perchè rivela il 'Volto eucaristico' di Cristo (5-6-7). Scopo della Lettera è di 'ridestare lo stupore della Chiesa' nei confronti del grande Sacramento (6) e nello stesso tempo 'mettere in guardia da alcuni abusi' circa la sua dottrina e pratica (10). Riferendosi alla sua esperienza eucaristica nei 25 anni di Pontificato, con uno slancio mistico, il Papa parla del 'valore universale, anzi cosmico' dell'eucaristia, perchè in qualsiasi posto viene celebrata una Messa, viene sempre celebrata 'sull'altare del mondo' (8). Capitolo primo: Mistero della fede (n ) Nel primo capitolo dell'enciclica vengono ricordate e riaffermate le principali verità di fede riguardanti l'eucaristia. L'Eucaristia non è solo l'evocazione dell'istituzione del Sacrificio eucaristico in una circostanza drammatica, ma è la ri-presentazione sacramentale. L'E. è il sacrificio della Croce che si perpetua nei secoli e ogni fedele può parteciparvi come se fosse stato presente. L'E. non è un semplice dono, ma è il dono per eccellenza di Cristo (11). Il Sacrificio di Cristo e il Sacrificio eucaristico sono un unico Sacrificio. La Messa rende presente il Sacrificio della Croce, non vi si aggiunge, non lo moltiplica, ma semplicemente lo rende attuale nel tempo (12). L'E. è sacrificio in senso proprio e non solo in senso generico, come se si trattasse del semplice offrirsi di Cristo quale cibo spirituale ai fedeli. A questo Sacrificio Cristo unisce il sacrificio spirituale della Chiesa, chiamata ad offrire anche sè stessa (13). La Pasqua di Cristo comprende la sua Passione e Morte, ma anche la sua Resurrezione. Per questo i fedeli dicono: 'annunciamo la tua morte o Signore e proclamiamo la tua resurrezione' (14). La presenza di Cristo nell'e. è detta presenza 'reale', ossia sostanziale, nel senso che Cristo è presente tutto intero, come Uomo e come Dio. Con la consacrazione avviene la 'transustanziazione', ossia la conversione di tutta la sostanza del pane e del vino nella sostanza del Corpo e del Sangue di Cristo. Veramente è il 'mistero della fede' perchè può essere accolto solo nella fede (15). L'efficacia salvifica del Sacrificio si realizza in pienezza quando ci comunichiamo ricevendo il Corpo e il Sangue di Cristo. L'E. è un vero banchetto in cui Cristo si offre come nutrimento ed è 'vero' cibo e 'vera' bevanda (16). Attraverso la comunione al suo corpo e al suo sangue, Cristo ci comunica anche il suo Spirito, invocato al momento della consacrazione (17). L'E. ha anche una dimensione escatologica, ossia rivolta verso l'eternità gloriosa. Essa è anticipazione del paradiso. Chi si nutre di Gesù eucaristico possiede già sulla terra la vita eterna ed ha la garanzia della resurrezione corporea (18). L'E. esprime e rinsalda la comunione con la Chiesa celeste, con la Vergine Maria, con gli Angeli, con i Santi; veramente è uno squarcio di cielo che si apre sulla terra (19). L'E. mentre apre alla vita futura, invita anche a vivere e a operare nel presente per trasformare la nostra vita e quella del mondo (20). Capitolo secondo: l'eucaristia edifica la Chiesa (n ) Nel secondo capitolo viene mostrato come l'e. fonda la Chiesa e la Chiesa si edifica sull'e., derivandone i suoi effetti salvifici. L'E. è al centro del processo di crescita della Chiesa ed esercita un influsso sulle sue stesse origini. La Chiesa si edifica mediante la comunione sacramentale con il Figlio di Dio immolato (21). L'incorporazione battesimale con Cristo si rinnova e si consolida nella comunione sacramentale, dove noi 'riceviamo Cristo', ma anche 'Cristo riceve noi' cioè aumenta la sua unione, la sua amicizia con noi. Dall'E. la Chiesa trae anche la necessaria forza spirituale per compiere la sua missione (22). L'E. consolida l'unità del Corpo di Cristo. La nostra unione con Cristo fa si che in Lui siamo anche associati all'unità del suo Corpo che è la Chiesa (23). L'E. costruendo la Chiesa, crea anche comunità fra gli uomini e ai germi di disgregazione presenti nel mondo, oppone la forza generatrice di unità del Corpo di Cristo (24). Il culto reso all'e. fuori dalla Messa è di un valore inestimabile nella vita della Chiesa. Tale culto è strettamente congiunto con la celebrazione del Sacrificio eucaristico. Il Papa invita quindi i Pastori a incoraggiare, anche con la testimonianza personale, il culto eucaristico, particolarmente le esposizioni del Santissimo Sacramento, nonchè la sosta adorante davanti a Cristo presente sotto le specie eucaristiche (25). 3

4 Lavoro, bene primario per l'uomo Tettamanzi card. Dionigi Alla vigilia del 1 Maggio, festa dei lavoratori, si è tenuta una Veglia di preghiera, presieduta dall'arcivescovo Card. Dionigi Tettamanzi, nel palazzetto dello sport di Cologno Monzese, partecipata da alcune migliaia di lavoratori. Dopo la proclamazione del brano di Vangelo di Giovanni 21, 1-14, riguardante la Pesca miracolosa sul lago di Tiberiade, l'arcivescovo ha ripercorso l'episodio soffermandosi su alcuni particolari e mettendo in risalto la centralità del lavoro, bene fondamentale per la persona e per la società, la fatica del lavoro, la necessità di cambiamento e di formazione, il lavoro come strada per l'incontro dell'uomo con Cristo risorto e vivo, il lavoro come fattore di solidarietà universale. La riflessione dell'arcivescovo è sfociata in una appassionata preghiera finale, che riportiamo qui sotto. E' nota ormai la sensibilità e l'interessamento fattivo del Cardinale di Milano verso i problemi del mondo del lavoro e in particolare verso i lavoratori in difficoltà, come ha dimostrato ultimamente, devolvendo una notevole somma di danaro per i cassintegrati di Arese. Andiamo da Gesù per pregarlo Carissimi, la nostra meditazione sulla pagina di vangelo ci ha aiutato a cogliere il significato e il valore del lavoro dell uomo nella luce di Cristo risorto. Ora è giunto il momento di fare come Pietro, il quale appena udì che sulla riva c era il Signore «si gettò in mare» per correre da lui (v. 7). Noi, infatti, sappiamo che lo stesso Signore risorto è qui in mezzo a noi. Finora lo abbiamo ascoltato. Adesso Servire andiamo Cristo da lui e gli rivolgiamo la nostra parola, che si fa preghiera: Ti ringraziamo, Signore, perché con la tua parola e il tuo esempio ci hai svelato il significato più vero del nostro lavoro. Aiutaci a riconoscerlo come nostra vocazione, a viverlo come espressione della nostra dignità, a svolgerlo con gioia come collaborazione all opera creatrice del Padre e partecipazione alla tua azione di salvezza. Tu che ci hai redento anche con la fatica delle tue mani, aiutaci ad accettare serenamente la fatica necessaria per vivere, rendi meno gravoso il nostro lavoro, sorreggi la nostra azione per combattere ed eliminare ogni Servire ingiustizia la Chiesa e che ogni è oppressione in Milano che deturpano la dignità di chi lavora. Tu che ti fai presente tra noi per donare speranza, rinnova i nostri cuori e le nostre menti, ispira in tutti nuova creatività e desiderio di nuova intrapresa, ricordati di coloro che non hanno lavoro o che vedono minacciato il loro posto di lavoro, perché ritrovino fiducia nella solidarietà dei fratelli e, con l opera responsabile di tutti, sia loro preparato un futuro migliore. Tu che tutti ricerchi e da tutti vuoi farti incontrare, fa che ogni nostro impegno e ogni nostro atto siano vissuti con spirito cristiano, risultino come sacrificio di lode e di gloria a te e ci aiutino a seguire te sulla via della santità. Tu che ci inviti a mangiare con te gustando ciò che tu ci hai preparato e portando allo stesso banchetto il frutto del nostro lavoro, accresci in noi il senso della fraternità e della giustizia, apri i nostri cuori e le nostre mani alla solidarietà e Servire fa che usiamo la società a comune vantaggio i beni che possediamo e quelli che noi stessi produciamo con la nostra attività. E così anche il nostro lavoro concorra a realizzare quei cieli nuovi e quella terra nuova che tu per tutti prepari e a tutti vuoi donare. Amen. + Dionigi Card. Tettamanzi Arcivescovo di Milano 4

5 Gratias agamus Deo et vobis! Il Cappellano 45 ANNI FA LA PRIMA S. MESSA La Prima di S. Messe I familiari alla Prima S. Messa Mons. Colombo tiene l'omelìa I Coscritti della Classe 1934 Pubblichiamo la seconda parte dell'omelìa del Cappellano tenuta in occasione della S. Messa giubilare del 45 di Sacerdozio, nella Cappella dell'aeroporto di Linate, affollata all'inverosimile, il 22 giugno L'omelìa era composta da due parti: la prima dedicata all'eucaristia, essendo la festa del Corpus Domini e la seconda dedicata al Sacerdozio. Nella prima parte, il Cappellano, partendo dall'ultima Enciclica di Giovanni Paolo II 'Ecclesia de Eucharistia', ha richiamato l'attenzione sui tre aspetti del Sacramento: la S. Messa, la S. Comunione e la Presenza reale di Gesù nel Tabernacolo. La seconda parte invece, che riportiamo, riguardava il Sacerdozio. '... Ma oggi per noi non è solo una festa eucaristica, ma anche una festa sacerdotale, in quanto intendiamo ricordare il mio 45 di Sacerdozio. Ma la festa non è per me, bensì è la festa del Sacerdozio e di Cristo Sacerdote. Eucaristia e Sacerdozio sono due aspetti di un unica realtà, due facce del medesimo mistero. Non ci può essere Eucaristia senza Sacerdozio, né avrebbe senso il Sacerdozio senza l Eucaristia. Non per nulla il Signore li ha istituiti nello stesso giorno, il Giovedì Santo, anzi nello stesso momento, perché dopo aver istituito l Eucaristia con le parole che abbiamo ricordato, ha aggiunto: Fate questo in memoria di Me. Con queste parole Gesù dava agli apostoli e ai loro successori, la facoltà, il potere di rendere presente e di perpetuare il Suo Sacrificio di salvezza. In 45 anni di sacerdozio ho celebrato circa Messe, senza contare le assoluzioni impartite, i sacramenti del Battesimo e della Cresima amministrati, i Matrimoni benedetti. Quanti privilegi, quante grazie! Ma ciò che più mi stupisce e mi confonde è il fatto che il Signore abbia scelto me fin dall eternità. Avrebbe potuto scegliere tanti altri fra voi, fra i miei Coscritti, molto più dotati e più buoni di me e invece ha proprio scelto me, perché diventassi suo Ministro plenipotenziario, (con portafoglio), perché se benedico, Lui benedice, se assolvo, Lui perdona, se lo invoco, Lui ascolta, se lo chiamo, Lui si rende presente. Sono Ministro di Dio! Altro che Ministro del Re, della Repubblica o di altre istituzioni umane e terrene, io sono Ministro di Dio! Quando qualcuno mi passa a fianco con indifferenza o con disprezzo, io gioisco in cuor mio e dico tra me: Se tu sapessi chi sono io! Sono Ministro di Dio e lo sarò per tutta l eternità. Il Signore ha avuto fiducia in me e mi ha messo fra le mani tesori inestimabili, pur sapendo che li metteva in mani fragili, deboli, povere. Quante volte mi sono detto: se il Signore avesse scelto degli angeli piuttosto che degli uomini, sarebbe stato meglio, avrebbe evitato tanti guai alla sua Chiesa, tante critiche, tanti scandali, tante umiliazioni, invece ha scelto volutamente degli uomini fragili, limitati, per far meglio risaltare la sua superiorità e la sua onnipotenza. Per questo sento il bisogno di ringraziare il Signore per quanto mi ha dato e di chiedere scusa a Lui e a voi, per tutte le inadempienze e le incorrispondenze di 45 anni. Il Sacerdozio non è però un onore, un privilegio, un premio riservato ad una sola persona, ma è dato per il servizio della Comunità. San Paolo nella Lettera agli Ebrei dice che il sacerdote è scelto fra il popolo ed è a servizio del popolo, nelle cose che riguardano Dio. Ecco allora che in questa occasione sento il bisogno di rinnovare le mie promesse sacerdotali, davanti a Dio e a voi che rappresentate il Popolo di Dio, la Chiesa, e di esprimere la volontà di rimanere al Suo e al vostro servizio fino alla fine, fino a quando a Lui piacerà. Il luogo del ministero di un sacerdote non ha importanza, se a Linate o altrove, ciò che conta è che sia sempre e ovunque all altezza della sua missione. Per questo, mentre vi ringrazio ancora per il vostro affetto, per la vostra benevolenza e per la vostra partecipazione, vi chiedo fraternamente di ricordarmi nelle vostre preghiere. Conclusione. L ultimo pensiero desidero rivolgerlo alla Madonna, che sento e proclamo Madre del mio Sacerdozio. Gesù prima di morire sulla croce, rivolto alla Madonna e indicando l apostolo Giovanni ha detto: Donna, ecco tuo figlio e a Giovanni ha detto: Giovanni, ecco Tua Madre Da quel momento - conclude il Vangelo - la prese con sé nella sua casa. Considerando le parole di Gesù rivolte a me personalmente, perché mi ha chiamato per nome: Giovanni, ecco tua Madre, professo tutta la mia devozione alla Madonna, con la certezza che mi assisterà in questi ultimi anni e che la rivedrò un giorno in Paradiso, insieme con voi e con tutte le anime beate'. 5

6 17 Giugno 2003 è iniziata la discesa La vita dell'uomo può essere paragonata ad un viaggio in aereo, con un decollo, una trasvolata e un atterraggio. Per il Cappellano, il decollo è avvenuto il 17 giugno 1934, la trasvolata è durata 69 anni compiuti e, ora, il 17 giugno 2003, con l'inizio del 70 anno, è incominciata l'operazione di atterraggio. Non è ancora la fine del viaggio e il momento dello sbarco, ma è iniziata la discesa verso lo scalo definitivo. Par di sentire la hostess di volo che avverte i passeggeri: è iniziata la discesa! Si prega di allacciare le cinture, di raddrizzare lo schienale della poltrona, di chiudere il tavolino, di riordinare gli effetti personali, ecc. Del resto me lo aveva ricordato anche il Salmista: 'Settanta, sono gli anni per l'uomo, ottanta per i più robusti, ma quasi tutti sono fatica e dolore. Insegnaci, Signore, a contare i nostri giorni e acquisteremo la sapienza del cuore' (Sal. 90). Dal 17 giugno 2003 ho incominciato a contare i miei giorni e mi sono accorto di diventare davvero più sapiente, (non ve ne siete accorti anche voi?) perchè ho imparato ad abbassare le montagne e a colmare le valli, cioè a dare valore alle cose che meritamo e a sorvolare su quelle che non meritano. Il viaggio fin qui è stato veramente entusiasmante, anche se troppo breve. Come è bello il mondo e come è bella la vita, nonostante i loro limiti e la loro caducità! Il Signore è davvero grande! Quando avverrà l'atterraggio e lo sbarco definitivo? Non lo so, nè mi interessa saperlo. So con certezza che sarà come tornare a casa, dove troverò gente che mi vuole bene e che mi aspetta. Non troverò più le persone di questo mondo, ma troverò il Signore, la Madonna, i miei Santi Protettori, i miei genitori, i mie parenti, le persone che ho conosciuto durante il volo... e che mi aspettano, per fare gran festa, tutta per me, una festa che durerà un'eternità. 6 RIFLESSIONI PER UN COMPLEANNO Gli amici di O. K. Team che hanno partecipato alla S. Messa di compleanno del Cappellano, il 17 giugno Una rappresentante del Gruppo di O. K. Team presenta al Cappellano la pergamena per il 45 di Sacerdozio Il Cappellano con il leader di O. K. Team, Sig. Maurizio Balsamo, mentre distribuisce le Corone del S. Rosario come ricordo dell''anno del S. Rosario' e delle celebrazioni giubilari del Cappellano. In occasione delle feste sono state distribuite agli aeroportuali 400 Corone, con i colori dei 5 Continenti, raccolte in un apposito borsellino felpato, che è stato gradito da tutti. UN GRANDE GRAZIE AL SIGNORE E A TUTTI Terminate le feste giubilari del giugno scorso, che si sono svolte in tre momenti, nel giro di una settimana: il 17 giugno il compleanno, il 22 il 45 di sacerdozio e il 24 l'onomastico di San Giovanni, sento il bisogno e il dovere di rendere grazie: * al Signore anzitutto e alla Madonna, che mi hanno concesso di celebrare queste ricorrenze con intimo gaudio e con la partecipazione di tanti amici * al Santo Padre, Giovanni Paolo II, per l'apostolica Benedizione che mi ha inviato su pergamena. * ai miei familiari e parenti, che mi sono stati vicini con l'affetto e con la preghiera * ai miei Coscritti della Classe 1934 di Cesano Maderno, che hanno voluto spontaneamente organizzare la festa del mio Giubileo. Sono venuti appositamente da Cesano in 53 per partecipare alla S. Messa giubilare e per consumare un gran pranzo in un noto ristorante della zona. Ai miei Coscritti sono debitore della stima e dell'affetto che hanno sempre avuto per me, considerando un vero onore avere nella Classe un amico Sacerdote. * alla Comunità di Linate e ai Seani in particolare, i quali non solo hanno partecipato alla S. Messa di San Giovanni, ma mi hanno consegnato una grande pergamena con un centinaio di firme, accompagnata da una notevole somma, che ho destinato a due Adozioni nel Cameroun a loro nome. * agli amici del Gruppo di O. K Team, che da quattro anni frequentano abitualmente la Cappella e il Cappellano di Linate, onorandolo della loro sincera e cordiale amicizia. Alla S. Messa di com

7 22 Giugno 2003 Giubileo sacerdotale Un gruppo di Seani alla S. Messa di San Giovanni il 24 giugno UN GRANDE UN GRANDE GRAZIE GRAZIE AL SIGNORE AL SIGNORE E A TUTTIE A TUTTI SONO UN GENERALE SENZA ESERCITO pleanno erano presenti al completo, come fanno anche in altre occasioni dell'anno. * Ai frequentatori abituali della S. Messa domenicale provenienti dai paesi del circondario dell'aeroporto e anche da lontano, ma con una fedeltà e una puntualità encomiabili. * Al Pontificio Consiglio Vaticano per le Migrazioni e il Turismo, nella persona di Mons. Anthony Chirayath, per la gradita visita augurale del 20 giugno. * Al Presidente della Associazione I.A.C.A.C (l'associazione internazionale e interconfessionale delle Cappellanìe aeroportuali), per il ricordo nella Lettera circolare mensile dei Cappellani. * al Segretario e ai rappresentanti dei Familiari delle Vittime dell'8 ottobre 2001, assidui frequentatori della S. Messa dell'ultima domenica del mese. Nell'occasione hanno sottoscritto una Adozione di un bambino nel Cameroun. * alle Religiose di Clausura e ad altre Suore che, insieme agli auguri, hanno assicurato preghiere. * a tutti coloro che hanno telefonato o hanno mandato e telegrammi * agli amici clochards che non hanno voluto mancare alla S. Messa giubilare. * A tutti coloro che insieme agli auguri hanno inviato anche dei doni, immeritati ma graditi. * Il Signore benedica e rimeriti tutti e ciascuno. Al termine delle feste giubilari il Cappellano ha celebrato una S. Messa di ringraziamento per tutte le persone che nell'occasione del Compleanno, del Giubileo Sacerdotale e dell'onomastico gli sono state vicine. CHE COSA E' I Coscritti del Cappellano della Classe 1934 di Cesano Maderno, al termine della S. Messa giubilare nella Cappella La Cappella stipata all'inverosimile Al Ristorante 'Silos' di Settala I familiari e i parenti del Cappellano Questa è la Comunità che non c'è, ma che vorrei avere. Mi riferisco alla Comunità aeroportuale di Linate, la Comunità fantasma, fatta di migliaia di persone, ma tutte sole. 'Comunità', la parola mi è sempre piaciuta, perchè mi riempiva non solo la bocca ma anche il cuore, anche se forse esisteva solo nella mia immaginazione e nei miei sogni. Eppure il Vescovo mi aveva mandato a Linate, non solo per celebrare la S. Messa e perdonare i peccati, cose essenziali, ma soprattutto per impiantare la Chiesa, o almeno una succursale di Chiesa, non quella fatta di mura, la Cappella, ma quella con la 'C' maiuscola, la Comunità appunto. Mi ha mandato per dire a tutti che credere in Gesù Cristo morto e risorto è la cosa più bella e più importante che esista. Mi ha mandato per aggregare attorno a questo annuncio coloro che ci stanno, che ci credono e per creare una struttura portante che fosse visibile e parlante anche quando venisse a mancare il Cappellano. Purtroppo, in 19 anni di ministero a Linate sono rimasto solo una 'voce che grida nel deserto' come San Giovanni Battista, sono stato come un generale senza esercito. Per questo ho vinto poche battaglie, perchè un generale da solo, senza l' esercito, non può vincere le battaglie e tanto meno le guerre. Eppure la cosa è possibile. I pilastri di una Comunità esistono anche a Linate: Gesù Cristo, il Sacerdote e i Cristiani. Basterebbe fonderli e la Comunità sarebbe fatta. Come mai non ci siamo riusciti? Potrebbe darsi che la Pentecoste a Linate sia in leggero ritardo, o che il Cappellano sia un inetto, oppure potrebbe dipendere da noi, dalla paura di rischiare qualcosa per Lui. Ma tutto è ancora possbile, perchè Lui ha il potere di creare dal nulla. 7

8 Nascere e morire oggi LA SCIAGURA DI PESCHIERA BORR.O del 1 giugno 2003 Il capannone della tragedia I funerali dei due piloti a Linate La S. Messa sul luogo del disatro NASCITE I coniugi BARBARA PALERMO (British Airwais) e FABIO CULTRERA (Dogana) annunciano con gioia la nascita di SIMONE. I coniugi MARTA e GIORGIO PICCIRIELLO (amici della Cappella), annunciano con gioia la nascita di FILIPPO. I coniugi STIGLIANI LUCIA e D'ANELLO TOMMASO (Finanza), con SIMONA, annunciano la nascita di ILARIA. I nonni BENEDETTA e ALBERTO CEPPI (Artisti della Cappella), annunciano con gioia la nascita della nipotina EMMA. I coniugi DE MARC LARA e RIGAMONTI MARCO (SEA Coordinamento), con GIULIA, CHIARA e SOFIA, annunciano con gioia la nascita di SARA. MATRIMONI Il 12 aprile 2003 si sono uniti in matrimonio la Sig.na BARBARA COLOMBO (SEA- Direzione), con il Sig. GIACOMO ZANARDI (cresimato a Linate). La cerimonia si è svolta nella chiesa di San Giovanni Bono in Milano. Il 28 giugno 2003 si sono uniti in matrimonio la Sig.na CRISOFULLI ELEONORA (Giochi PREZIOSI) con il Sig. CIERVO GIUSEPPE. La cerimonia si è svolta nella chiesa di San Pancrazio a Bovisio Masciago (MI). Domenica 25 aprile, nella Cappella dell'aeroporto, hanno ricordato il 60 di Matrimonio, i coniugi CARLA e PIETRO CAIRO, circondati dai familiari. I Signori Cairo, nella tragedia di Linate, hanno perso un figlio, RENATO, che lavorava presso la 'Jet Service Italia' all'a.t.a., l'aeroporto privato di Linate. PARTECIPAZIONE A LUTTI La Comunità di Linate partecipa al lutto: della Fam. ARIOLI-NOVARINI, nel quinquennio della morte di GIGLIOLA. Nel giorno anniversario della morte, il 27 maggio scorso, le ex colleghe e gli ex colleghi dell'ufficio si sono riuniti nella Cappella, presente anche il marito di Gigliola, per partecipare ad una S. Messa di suffragio, dando così un esempio di solidarietà e di fede. di ANTONIETTA SIRIGNANO e di RUSSO BARTOLOMEO (Team Service), per la morte della mamma e suocera RAFFAELA (anni 76). dei Signori DINA e MAURO FACCHINI per la morte del Sig. WALTER (77 anni). Ha lavorato in SEA, al Reparto Merci per 28 anni, mentre il figlio Mauro lavorava alle Poste di Linate. Negli ultimi anni Walter è stato costretto in carrozzina. Riposa nel Cimitero di Governolo (MN), suo paese nativo. della Sig.ra MARIA ROSA BOCCARDI (Gerente del Bar del CRAL) e dei familiari, per la morte della mamma PASQUA (anni 75). del Sig. BRAY VINCENZO (Meteorologo - SAV Linate) per la morte del padre VITO, (ex Maresciallo dell'aeronautica - anni 82). La partecipazione dei cittadini I familiari di Cavalleri Antonio I familiari di Lai Alex Le Autorità cittadine di P. B. I familiari di Cassinari Natalino I familiari di Treglia Giuseppe 8

9 LUTTI Giuseppe Stefania Natalino Antonio Alex Il 18 aprile 2003 è morto, per tumore, il Sig. TREGLIA GIUSEPPE, di anni 52, lasciando la moglie Rosa Maria e due figli Claudia e Roberto. Il Sig. Giuseppe, per i familiari Pino, ha lavorato nell'enav di Linate per 35 anni ed era alla soglia della pensione. Ha lasciato in tutti gli ex colleghi un buon ricordo. I funerali sono avvenuti il 22 aprile nella chiesa di San Giovanni Crisostomo in Milano e la salma è stata tumulata presso il Cimitero di Lambrate. Nella ricorrenza mensile della scomparsa, domenica 18 maggio, è stata celebrata una S. Messa nella Cappella dell'aeroporto, partecipata da numerosi familiari ed ex colleghi. Il 5 maggio 2003, alle ore 15.30, in V.le Carcano 19 a Milano, è avvenuto un fatto tragico: uno squilibrato, a seguito di un ratptus, ha ucciso una signora che abitava nello stesso palazzo, la Sig.ra STEFANIA VINASSA DE REGNY IN GUARALDI, di anni 64. Ha lasciato il marito, Dr. Giuseppe Guaraldi e tre figlie, Ilaria, Olivia e Alessia, I signori Guaraldi avevano operato a Linate negli anni '60, lei come hostess di terra e lui come addetto di una piccola Compagnia aerea. Il Dr. Guaraldi è stato poi anche direttore per tre anni dell'ufficio dell'enit dell'aeroporto di Linate, negli anni '90. Entrambi hanno lasciato in coloro che li hanno conosciuti un ottimo ricordo, di persone affabili, cortesi, disponibili. Il Cappellano ha sempre conservato con loro un rapporto di amicizia e ogni anno, nella ricorrenza di S. Stefano venivano a Linate per festeggiare l'onomastico della Sig. Stefania. I funerali sono avvenuti nella Basilica di S. Maria delle Grazie il 9 maggio, concelebrati da P. Benedetto Tempellini, domenicano, amico di famiglia e dal Cappellano di Linate. I funerali hanno rivelato quanto Stefania e la sua famiglia fossero circondati da stima e da affetto da parte di tutti. La salma ora riposa nel piccolo cimitero di Cavi di Lavagna, suo paese di origine, dove riposano anche i suoi genitori. I familiari hanno sottoscritto, a nome di Stefania, una Adozione di una bambina handicappata nel Cameroun. Venerdì, 30 maggio 2003, è mancato, dopo alcuni mesi di malattia, CASSINARI NATALINO di anni 49. Ha lasciato la moglie, Sig.ra Grazia e 4 figli, Alessio, Genny, Sonia e Fabiana. Natalino era conosciuto ed apprezzato da tutti i colleghi di lavoro del Piazzale, dove aveva trascorso 27 anni, prima di essere destinato alla SEA Parking dove era operatore dall'ottobre Un collega di lavoro, rivolgendogli l'estremo saluto gli aveva detto: 'Caro Natalino, in Paradiso tieni un posto anche per noi, perchè un giorno faremo insieme i posteggiatori di anime'. I funerali sono stati celebrati sabato 31 maggio a Vizzolo Predabissi. Venerdì 6 e domenica 29 giugno sono state celebrate due S. Messe anche a Linate, presenti i familiari e alcuni ex colleghi. Domenica 1 giugno 2003, festa dell'ascensione del Signore, alle ore 15.25, un piccolo aereo-taxi della 'EuroJet Italia', partito dall'a.t.a., l'aeroporto privato di Linate, diretto a Genova, con due piloti a bordo, ANTONIO CAVALLERI, di anni 38 e ALEX LAI, di anni 34, per una fatalità, dopo aver fatto di tutto per evitare danni maggiori a terzi, si è schiantato contro un capannone industriale di Peschiera Borromeo, della Ditta di materiale idraulico 'Effegi', uccidendo i due piloti. Cavalleri lascia la moglie, Sig.ra Alessandra, con una bambina di 2 anni adottata e Lai lascia la mamma Sig.ra Paola e il papà. Appresa la notizia dalla TV, il Cappellano si è precipitato sul luogo del disastro, dove ha assistito al pietoso e laborioso recupero delle due salme, che ha benedetto, prima di essere trasportate all'istituto di Medicina Legale. Sabato 7 giugno, nell'hangar dell'ata, si sono svolti i funerali religiosi, concelebrati dal Cappellano e dallo zio di Antonio, Don Angelo Cavalleri, partecipati dai familiari e da molti ex colleghi ed amici. Di grande conforto per tutti i presenti sono stati i due messagi di cordoglio e di preghiera inviati dal Santo Padre Giovanni Paolo II e dal Card. Dionigi Tettamanzi, PARTECIPAZIONE Arcivescovo di Milano. A LUTTI La salma di Antonio è stata tumulata nel cimitero di Gorla Minore (VA), mentre quella di Alex nel cimitero di Bruzzano. Domenica 8 giugno, solennità di Pentecoste, il Comune e le Parrocchie di Peschiera Borromeo, con squisita sensibilità, hanno organizzato una S. Messa sul luogo del disastro, alla quale hanno partecipato Autorità provinciali e comunali, insieme alle Forze dell'ordine che avevano esemplarmente operato nel giorno della sciagura e lungo la settimana. Un'altra S. Messa è stata celebrata nella Cappella di Linate, domenica 29 giugno, quando i nomi delle due Vittime sono stati inseriti nel 'Sacrario' della Cappella, insieme a quelli delle 118 Vittime della sciagura dell'8 ottobre

10 S A C R A R I O UNA GIORNATA ROMANA STORICA 10 Il 14 maggio 2003 rimarrà una giornata storica per i Familiari delle Vittime della sciagura di Linate dell'8 ottobre 2001, una giornata tutta romana, con due eventi memorabili: l'udienza con il Santo Padre Giovanni Paolo II in mattinata, e, nel pomeriggio, la dedicazione di una piccola piazza presso l'aeroporto di Fiumicino alla memoria delle Vittime. I Familiari sono arrivati a Roma in 300, compresi quelli delle Vittime scandinave, con ogni mezzo, facilitati anche nel trasporto aereo e nel soggiorno a Roma. Era attesissima l'udienza con il Santo Padre in Piazza San Pietro. Il Papa, dopo aver ascoltato l'indirizzo del Presidente del Comitato, ha assicurato la sua preghiera per le Vittime ed ha incoraggiato e benedetto tutti i Familiari, molti dei quali si aspettavano di poter salutare personalmente il Papa, cosa che invece è stata riservata, per ovvie ragioni, soltanto al Presidente Paolo Pettinaroli, il quale ha omaggiato al Papa un'opera realizzata dall'artista Mario Antonetti con un frammento marmoreo del monumento alle Vittime allestito nel 'Bosco dei faggi', presso il Parco Forlanini di Linate. Nel pomeriggio si è svolta invece, presso la Cappella dell'aeroporto di Fiumicino una cerimonia religiosa ecumenica, presieduta dal Vescovo di Santa Sabina e Rufina, Diocesi nella quale è situato l'aeroporto di Fiumicino e da un Vescovo luterano. Di seguito, alla presenza di Autorità politiche, civili, militari e religiose è stata intitolata alle Vittime la piazzetta 'Largo Linate- 8 ottobre 2001'. In contemporanea, alle ore 16, in tutti gli aeroporti italiani è stato osservato un minuto di silenzio. La memoria perenne nella Cappella di Linate Mentre nella Comunità civile si moltiplicano le iniziative per conservare la memoria delle Vittime di Linate, la Cappella e il Cappellano dell'aeroporto assicurano che il loro ricordo e la preghiera non si sono mai interrotte e si intensificano ogni ultima domenica del mese, quando i Familiari si riuniscono per la S. Messa di suffragio, nella quale vengono ricordate nominalmente le Vittime dei Familiari presenti. Ogni giorno poi decine di visitatori della Cappella sostano davanti al 'Sacrario' recitando l'apposita preghiera per i Vivi e per i Defunti. Il Sacrario è una vera opera d'arte, realizzata dagli artisti milanesi Benedetta e Alberto Ceppi, ammirata da tutti per il fascino e il senso di mistero che riesce ad esprimere attraverso le sue forme, le luci e i colori. Gesù-risorto posto al centro dell'opera allarga il cuore e invita tutti alla speranza, come le parole del Libro della Sapienza che contornano l'opera. La Cappella di Linate edita anche un Notiziario trimestrale 'Linate Flash' che, in ogni numero, dedica alcune pagine alla tragedia. Chi desiderasse ricevere il Notiziario, può segnalare il proprio indirizzo al Cappellano (Tel ) e lo riceverà a casa.

11 SEGRETERIA DI STATO Città del Vaticano 28 Giugno 2003 Il 7 luglio scorso, il Cappellano di Linate ha ricevuto dall'assessore della Segreterìa di Stato del Vaticano, Mons. Gabriele Caccia, la lettera che pubblichiamo: 'Rev.o Signore: nel corso dell'udienza Generale di mercoledì 14 maggio scorso, i componenti del 'Comitato 8 ottobre per non dimenticare' hanno fatto pervenire al Sommo Pontefice un messaggio di fervida gratitudine e di venerazione, unendo in dono un frammento di granito del monumento 'Dolore infinito', eretto nel Bosco dei Faggi a ricordo della tragedia aerea di Linate, ed un cuscino con i nomi delle 118 vittime di quel Il Presidente del Comitato con il Papa terribile incidente, ed hanno chiesto un segno di vicinanza spirituale. Sua Santità, Che ha accolto ed apprezzato i pensieri di fede e di affetto che hanno ispirato l'atto di omaggio, La incarica di voler esprimere agli offerenti la Sua viva riconoscenza, invitandoli a credere ed essere certi che, con la morte 'la vita non è tolta, ma trasformata' (Prefazio della Liturgia dei defunti) e a perseverare nell'amore al Signore, che colma di speranza l'umana esistenza e dà senso profondo al dolore. Mentre Egli affida alla misericordia infinita di Dio le anime dei compianti parenti ed amici, invoca su di loro la luce e la pace di Cristo risorto e rinnova di cuore a tutti la Sua Benedizione, pegno di serenità e di conforto, estendendola alle persone care, con particolare pensiero all'artista Sig. Mario Antonetti e alla piccola Sofia Mussida. Grato per la cortese collaborazione, profitto della circostanza per confermarmi con sensi di distinto ossequio. della Signorìa Vostra Rev.a dev. mo nel Signore Mons. Gabriele Caccia - Assessore Tutti in aeroporto chiedono come sta PASQUALE PADOVANO, l'ustionato sopravvissuto alla tragedia dell'8 ottobre Purtroppo la risposta non è molto confortante, nel senso che da lunedì 23 giugno, Pasquale è dovuto ritornare all'ospedale di Niguarda, ancora sotto osservazione e per cure intensive. L'inconveniente maggiore stava nel fatto che l'organismo si era molto indebolito anche a causa del gran caldo e faceva fatica a reagire alle cure. E poi le ferite tardavano a rimarginarsi, forse per un virus sconosciuto che circolava nel sangue. I medici di Niguarda hanno fatto di tutto per seguire L'incontro della fam. Padovano con il Papa Pasquale, come del resto la moglie e la figlia, che stanno dando una prova di vero eroismo e un esempio di dedizione encomiabili. Per fortuna a Pasquale non sono mancati il coraggio, la grinta e la fede per venirne fuori e a fine luglio è potuto ritornare a casa in buona forma. Ora continuerà a casa le cure, ma in un clima più sereno e disteso. Nella Cappella di Linate non sono mai cessate le preghiere e ora si intensificheranno per strappare al Signore, per mezzo della Madonna di Loreto, Patrona degli aeroportuali, la grazia della guarigione completa per Pasquale. PROCESSO RINVIATO, PROCESSO AFFOSSATO? COME STA PASQUALE PADOVANO? Familiari delle Vittime a Linate per la S. Messa Sembrava che il Processo dovesse procedere con rapidità, essendo già stato f issato il calendario delle Udienze e invece ecco il blackout, l 'interruzione del 30 giugno scorso, che ha fatto saltare tutto e aggiornare il Processo al 1 ottobre. Secondo la nuova legge del patteggiamento allargato infatti, che è entrata in vigore proprio il 30 giugno, quattro imputati hanno chiesto di beneficiare della nuova norma. Tutti ora si chiedono come finirà questo Processo! Secondo l'opinione di coloro che lo hanno seguito da vicino e hanno potuto osservare il gioco delle correnti trasversali, il Processo finirà in una bolla di sapone. In un primo tempo forse ci saranno delle condanne, ma poi verranno assolti tutti! La colpa della tragedia sarà dei 118 morti che si trovavano sull'aereo l'8 ottobre 2001! Questa purtroppo, dicono, è la giustizia umana, o meglio quella italiana! C'è stato anche troppo rumore di soldi attorno a questo Processo e forse anche alcuni Familiari si sono lasciati ingolosire dal loro luccichìo. Non si sono accorti ad es. che dietro le offerte milionarie della SEA, dell'enac e dell'enav, i tre maggiori imputati al Processo, forse c'era il tentativo di imbonire e di far dimenticare. Poi sono intervenute le Assicurazioni a fare il resto, per cui la quasi totalità dei familiari ha patteggiato e incassato! E adesso? Il proverbio dice: chi è morto giace e chi è vivo si da pace. Speriamo che non sia vero per i Familiari delle Vittime di Linate, per non offendere la memoria dei loro Cari! 11

12 I Santi Patroni di Linate Gli Amici d Il 25 luglio 2003, festa di San Cristoforo, patrono degli automobilisti, dei noleggiatori e degli addetti ai parcheggi, il Cappellano ha portato la benedizione ad una rappresentanza di addetti della SEA ai Parkins, intendendo estenderla a tutti gli operatori interessati, con l'auspicio di una maggior considerazione da parte dei Dirigenti SEA. UN NUOVO PATRONO PER LA COMUNITA' DI LINATE S. Giuseppe Lavoratore Madonna di Loreto Don GIACOMO ALBERIONE Il 27 aprile 2003 Giovanni Paolo II ha beatificato un grande prete piemontese, che si potrebbe chiamare il precursore dei moderni Mass Media: Don Giacomo Alberione. In tempi non sospetti si occupò di tutto: stampa, radio, cinema, televisione. Non si occupò di Internet perchè era troppo lontano come età, ma l'avrebbe fatto con grande disinvoltura. 1 In un recente sondaggio tra utenti di Internet, è stato scelto, in forma ufficiosa, come Protettore di Internet. La sua vera grandezza sta però nella sua santità, cioè nel suo grande amore a Dio e agli uomini, ai quali desiderava portare con tutti i mezzi possibili del suo tempo il messaggio evangelico. Il modello a cui si è ispirato è stato San Paolo, l'apostolo delle genti, il cui nome e spirito ha infuso nelle sue Fondazioni: Paolini, Paoline, Pie Discepole, ecc. Chi non ha mai visitato una Libreria delle Paoline? Chi non ha mai visto un film della San Paolo? Chi non conosce Telenova? Chi non ha mai letto la Rivista settimanale 'Famiglia Cristiana', o il Mensile 'Jesus'? Don Alberione è stato stimato e amato dai Pontefici, da Giovanni XXIII a Paolo VI, che l'ha visitato negli ultimi giorni della sua vita terrena, a Giovanni Paolo II, che ha favorito la sua beatificazione. E' morto a Roma il 26 novembre 1971, all'età di 87 anni. Noi lo salutiamo come nuovo patrono della Comunità di Linate e a lui affidiamo in particolare i nostri piccoli e poveri mezzi di comunicazione della Comunità: Linate Flash (Trimestrale diffuso in 3000 copie) e il Sito Internet della Cappella (www. uli.it/ aerocappellalinate, visitato da circa 300 persone ogni mese), perchè servano veramente come mezzi di evangelizzazione. I S.S. PATRONI NEL TRIMESTRE AGOSTO-OTTOBRE 10 agosto - SAN LORENZO - Diacono e Martire - E' morto nel 258 bruciato sopra una graticola insieme al suo Vescovo Sisto II. Patrono dei Cuochi e del Personale delle Mense. 15 agosto - MADONNA ASSUNTA - Festa dei Clochards che si riuniranno per la terza volta nell'anno, dopo Natale e Pasqua, per onorare la Madonna con la S. Messa e il pranzo di ferragosto. Il Trimestrale:Linate Flash 21 Settembre - SAN MATTEO - Apostolo ed Evangelista - Era un esattore delle tasse. E' il Patrono della Finanza, dei Banchieri, dei Doganieri, dei Contabili. 29 Settembre - SAN MICHELE Arcangelo, Patrono della Polizia - SAN GABRIELE Arcangelo, Patrono delle Poste e Telecomunicazioni, dei Telefonisti - SAN RAFFAELE, Patrono dei Medici, Farmacisti, Ospedalieri. 1 Ottobre - S. TERESINA - (1897) - Patrona delle Missioni e di coloro che sottoscrivono le Adozioni a distanza. 4 Ottobre - S. FRANCESCO - Patrono d'italia, degli Architetti, dei Geometri e dei Progettisti (per il restauro di San Damiano), degli Idraulici (per il Canto delle Creature) - ( ) 12

13 Linate for Europe Il Cappellano Gli organizzatori e i partecipanti al Convegno Europeo dei Cappellani a Lione 5 Convegno Europeo dei Cappellani Cattolici e dei Collaboratori laici Maggio 2005 WROCLAW (Polonia) 'LA PAROLA *** CHE *** VOLA' 36 Annual Conference International Association of Civil Aviation Chaplains September 2003 MELBOURNE 1 Dal 12 al 16 Maggio 2003 si è tenuto a Lione, in Francia, presso la Casa di Accoglienza della Diocesi 'Maison Saint-Joseph', il 4 Convegno Europeo dei Cappellani Cattolici dell'aviazione Civile e dei Membri delle Cappellanìe, organizzato dal Pontificio Consiglio Vaticano per i Migranti e gli Itineranti, dal Segretariato Europeo delle Cappellanìe Cattoliche e dalla Cappellanìa dell'aeroporto di Lione. Sono stati giorni di riflessione, di preghiera, di fraternità e di intensa spiritualità, vissuti all'ombra di grandi figure di Santi come Sant'Ireneo, Vescovo e Martire di Lione (177), San Giovanni Battista Maria Vianney, Parroco di Ars (1859) e della Madonna, onorata nel celebre Santuario de la Fourviere. Al Convegno hanno partecipato 23 Cappellani degli Scali europei. Il tema del Convegno recitava: 'Unità nella diversità. Sfide per la Pastorale dell'aviazione Civile', cioè come Il Dr. Meyer con la moglie perseguire l' obiettivo dell'annuncio evangelico negli aeroporti, pur nella diversità delle situazioni, delle persone, dei luoghi, dei mezzi, ecc. Hanno guidato le riflessioni eccellenti Vescovi, esimi Professori e noti Esperti nella pastorale aeroportuale. Il Santo Padre Giovanni Paolo II ha inviato ai Cappellani, tramite il Segretario di Stato Card. Angelo Sodano, un messaggio di incoraggiamento e la Benedizione Apostolica. Al termine del Convegno è stato rieletto all'unanimità come Segretario delle Cappellanìe Europee, Don Slawomir Kawecki, di Varsavia, il quale, fra l'altro, avrà l'impegno di preparare il 5 Convegno Europeo che si terrà in Polonia, a Wroclaw (Breslavia), nel maggio La chicca del Convegno di Lione sta ll nel nuovo Sito Internet preparato da Don Kawecki e dal suo collaboratore Mr.Bradislaw (www.airportchaplaincies-europe.org), che d'ora in avanti permetterà ai Cappellani di dialogare più facilmente tra di loro. A tutti gli organizzatori del Convegno di Lione, sacerdoti e laici, vada il grazie più cordiale dei partecipanti e mio personale, in particolare a Sua Ecc. Mons. Agostino Marchetto, a Mons. Antonio Chirayath, a Don Slawomir Kawecki, a Don Jean Battesti, per l'impegno profuso e per la squisita ospitalità. Lyon, France. From May 12 to May 16 at the Casa di Accoglienza of the Diocese Maison Saint Joseph the 4th European meeting Ecc. Hamao of the Civil con Mons. Aviation Chirayath Catholic Chaplains and of the members of the Chaplaincies took place. It was organized by the Vatican Papal Counsel for Migrants and Itinerants and by the European Secretary of the Catholic Chaplaincies included the Lyon ones. Those were days of meditation, prayers, fraternity and deep spirituality lived at the shadow of great Saints like S. Ireneo, Bishop and marthyr from Lyon (177), S. Giovanni Battista Maria Vianney, Parish in Ars (1859) and the Virgin Mary honoured in the well-known Sanctuary de la Fourviere. 23 Chaplains from the European airports partecipated to the meeting. For Italy there were the Chaplains of Rome Fiumicino, Venice, Malpensa and Linate. The theme of the meeting was Unity in the Diversity Challenges for the Civil Aviation Pastoral. This had the meaning of reaching the goal as announced by the gospel in the airports considering the different situations, different people, different places and means. Excellent bishops, distinguished professors and wellknown experts in the airport led our reflections. John Paul II sent the chaplains, by the State Cardinal Angelo Sodano, an encouraging message and his Apostolic blessing. At the end the the meeting Don Slawomir Kawecki, from Warsaw, was reelected as Secretary of the European Chaplaincies. He has also the commitment of preparing the 5th European meeting which will take place in Wroclaw - Braslavia - Poland in May The best thing of the meeting was the Internet website prepared by Don Kawecki and his collaborator Mr. Bradislaw: From now on this website will allow chaplains an easier communication. I personally want to thank all the organizers of the Lyon Meeting; priests, participants, laymen and in particular ICappellani Mons. Agostino Cattolici Marchetto, a Roma nel Mons Antonio Chirayath, Don Slawomir Kawecki, Don Jean Battesti for their great commitment and their exquisite hospitality. (By Dr.a Norma Maria Baroni Festari) 13

14 Vita della Cappella Il Cronista I Sigg. Magenes con i familiari (in piedi) I Sigg. Ceppi nello studio di Meda 14 ADOZIONI A DISTANZA PARZIALI (*) E DI GRUPPI CAV-EAV-METEO Amm.vi (2) CAV Torre di Controllo CID Operatori C.R.A.V. (Sala T.D.P.) Controllori di Volo (Sala Radar) Duty Free Shop Fabrizi Luciano (*) Familiari Vittime Linate 2001 Finesso Roselvy (*) Guardia di Finanza Marchetti - Recrosio (*) O.K. Copy Italia (1) O.K. Copy Italia (2) O.K. Team Petrelli Jole (*) Polli Renata (*) Raffaghello - Andena (*) Sacco Alessandro-Marilena (*) S.E.A. Club S.E.A. Uff. Cont. Clienti S.E.A. - OCIV - Segreterìa S.E.A. Uff. Fornitori S.E.A. Lost and Found S.E.A. Segreteria Piazzale S.E.A. Serv. Imp. Elettrici S.E.A. Termomeccanici Seani per il 45 del Capp.no (2) SOGIL Operatori (*) Soldà Casari Luisa (*) Vigili aeroportuali I FEDELI PIU FEDELI DELLA CAPPELLA Non sembra vero che a 500 metri di distanza dall'aeroporto di Linate ci sia un angolo di natura agreste incontaminata, come cinquant'anni fa, ed è la Cascina Pessina, ora abitata da due sole famiglie, da quella dei signori Lucia e Mario Magenes e dalla famiglia del nipote. Dalla strada principale che da Novegro conduce all'aeroporto, c'è un sentiero sterrato che conduce alla Cascina. Si vedono ancora galline e galli ruspanti, oche, anatre, mucche, orti ben coltivati e tanto, tanto verde, a perdita d'occhio. C'è perfino uno scomparto dove si coltivano le rondini e si studiano i loro comportamenti, controllati da una dottoressa dell'università di biologia di Milano. L'unica lamentela del Sig. Mario Magenes è per le troppe norme burocratiche in campo agricolo che scoraggiano anche chi è veramente innamorato della terra e dei suoi prodotti. Gli aerei in decollo da Linate rombano sopra la casa in modo assordante, ma loro non si accorgono, tanto sono abituati. Il motivo però per cui scriviamo su Linate Flash di questi signori è un altro: perchè è la coppia più longeva e più assidua tra i frequentatori della Cappella di Linate. La frequentano da più di cinquant'anni, da quando c'era ancora la cappellina dell'aeronautica. Hanno conosciuto diversi Cappellani, da don Alfonso, a Don Domenico, a Don Brusco, a Don Maccalli, a Don Tremolada, che esercita da 19 anni, da quando è stata eretta giuridicamente la Cappellanìa aeroportuale. Ogni domenica, nevichi, piova, o tiri vento, i Sigg. Magenes fanno la loro passeggiata fino a Linate per partecipare alla S. Messa. Nel prossimo mese di settembre ricorrerà anche il loro 50 di Matrimonio e naturalmente non potranno non celebrarlo nella Cappella di Linate, con gli 1 auguri di tutta 2la Comunità. QUASI PRONTI I 'MISTERI LUMINOSI' I Sigg. Ceppi, autori delle opere d'arte moderna della Cappella, stanno ultimando, nel loro laboratorio di Meda, i cinque 'Misteri luminosi' del S. Rosario, che saranno collocati sulle pareti laterali della Cappella ai primi di ottobre, quando si concluderà l'anno del S. Rosario voluto dal Papa Giovanni Paolo II. Sullo stile degli altri 15 Misteri, gaudiosi, dolorosi e gloriosi, i cinque luminosi presentano dei grani grossi appiattiti in bronzo, dei tondi in vetro con l'incisione delle rispettive scene evangeliche e cinque ellissi con pietre preziose colorate. Una cura particolare è stata riservata alle luci, che si differenziano da quelle degli altri 15 Misteri per la loro vivacità e singolarità. NOVITA' EDITORIALI PER DICEMBRE Per le Feste patronali di dicembre, in onore della Madonna Immacolata e della Madonna di Loreto, saranno approntate tre novità di stampa: * un elegante fascicolo di presentazione della Cappella e della Comunità del Volo di Linate, che servirà come biglietto da visita per i visitatori della Cappella e per tutti gli aeroportuali. 1 2 * Il Calendario della Comunità 2004, con 100 foto di vita aeroportuale. Poichè il Calendario dell'anno scorso è andato a ruba, prevediamo quest'anno una tiratura maggiore e di metterlo in distribuzione dietro offerta. * Il 3 volume della 'Parola che vola', con le prediche tenute dal Cappellano nella Cappella di Linate nell'anno (Anno liturgico B). Anche il 3 volume, come gli altri due, sarà accompagnato da un contenitore con 8 audiocassette, che riproducono dal vivo le singole prediche.

15 L'artistico Tabernacolo della Cappella IL CULTO EUCARISTICO NELLA CAPPELLA Il Santo Padre Giovanni Paolo II, nell'ultima Lettera Enciclica 'La Chiesa vive di Eucaristia', al cap. 2, n. 25 dice: 'Spetta ai Pastori incoraggiare il culto eucaristico, particolarmente le esposizioni del Santissimo Sacramento, nonchè la sosta adorante davanti a Cristo presente sotto le specie eucaristiche'. E aggiunge: 'E' bello intrattenersi con Lui e, chinati sul suo petto come il discepolo prediletto, essere toccati dall'amore infinito del suo cuore'... Se il cristianesimo deve distinguersi, nel nostro tempo, soprattutto per 'l'arte della preghiera', come non sentire un rinnovato bisogno di trattenersi a lungo, in spirituale coversazione, in adorazione silenziosa, in atteggiamento di amore, davanti a Cristo presente nel Santissimo Sacramento?... L'Eucaristia è un dono inestimabile: non solo il celebrarla, ma anche il sostare davanti ad essa fuori della Messa consente di attingere alla sorgente stessa della grazia... Una comunità cristiana non può non sviluppare anche questo aspetto del culto eucaristico, nel quale si prolungano e si moltiplicano i frutti della comunione al corpo e al sangue del Signore'. Sottoscrivo in modo convinto le parole del Papa, che da tempo abbiamo cercato di mettere in pratica nella nostra Cappella, soprattutto nei 'Giovedì eucaristici' dei Tempi forti dell'anno liturgico: Avvento, Quaresima e Tempo pasquale, quando veniva esposto in modo solenne Gesù eucaristico sull'altare per la adorazione silenziosa. Ora i 'giovedì eucaristici' sono terminati, ma continua la possibilità di adorare il Signore nella Cappella tutti i giorni, ed è consolante vedere tanti aeroportuali, lavoratori e soprattutto passeggeri, approfittare di questa grande occcasione. 1 MAGGIO Premetto ALTERNATIVO A LINATE Il Primo Maggio 2003, festa di San Giuseppe lavoratore e festa dei Lavoratori, a Linate è stato celebrato in modo alternativo. Mentre sulle piazze d' Italia, ad Assisi, a Roma, a Milano, si è fatto un gran chiasso, con discorsi, concerti e manifestazioni varie, cui hanno fatto eco i giornali e i telegiornali, a Linate si è lavorato regolarmente per rendere un servizio alla Comunità. Non solo, ma in Cappella, al chiasso si è opposto il silenzio, la riflessione e la preghiera. Due ore di adorazione, la recita del Santo Rosario e la celebrazione della S. Messa, in onore del Santo Patrono e per impetrare favori per i cinquemila lavoratori della Comunità. L'esempio era venuto dall'arcivescovo Dionigi, il quale la sera precedente, aveva riunito i lavoratori della Diocesi nel Palazzetto dello Sport di Cologno Monzese, per una Veglia di Preghiera, durante la quale ha manifestato ancora una volta la sua sensibilità e il suo vivo interessamento verso i problemi reali del mondo del lavoro. Il tema di fondo delle manifestazioni di piazza del 1 Maggio è stato quello della pace, frammisto a temi di politica e di vigilia di elezioni. Anche il tema della preghiera svoltasi in Cappella è stato quello della pace, ma non urlata, bensì implorata, nella convinzione che la pace è dono di Dio, che concede a chi la domanda con insistenza e con fiducia. Rendendo onore a San Giuseppe, Sposo di Maria e Maestro del lavoro del Figlio di Dio, si è voluto rendere omaggio anche alla Madonna, nel primo giorno del mese di maggio, a lei dedicato per tradizione. E' stato ricordato l'invito del Papa ad onorare la Madonna con la recita del Santo Rosario, soprattutto quest'anno che è stato proclamato l'anno del Rosario. La consegna del Papa continua ad essere rispettata, almeno a Linate. ADOZIONI A DISTANZA DI SINGOLI E DI FAMIGLIE Abate Carla e Giorgio Ala e Enrico Antonietta, Felice e Alessia Allione Sig.ra Amina Arienti Valeria e Fam. Aroldi Sig. Giovanni Azzetti Fam. e Borchia Matilde (2) Baldan Stefano e Stefania Balsamo Moreno Bastini M. Teresa e Salvatore Bermani F. - Radice C. Borrelli Antonella Botti Fausta e Spotti Emilio Brescianini Angelo Carcasci Matteo Carugati Lazzari Renata Casetta Rosella e Vincenzo Cedrati Daniela, Marco e Aurora Clerici Chiara e Francesco Conforto Galli Dr. Cristina Cristiani Carlo Decio Bartolomeo De Belli-Carra Elena Di Tizio Lucia e Ferdinando Divicari Silvia e Daniela Fabrello Antonio Felisi Nuccia e Franco Fella Lina Florio Francesco Fruner Nadia e Silvano Galbiati Martino Gallizioli Maria e Lina Gardella Ermanno-Gardella Pina Gibertoni Massimiliano Guaraldi Stefania Leoni Rosy Macchi Don Nando e Gisella Maggiore Anna e Pietro Maino Erminio, Stefania e Silvia Mandato Angelina e Donato Muggiani Renata Notaro Rocco e Fusari laura Omenetto Elvira e Emilio Paggiaro Daniele Patruno Tania e Gian Luca Pelucchi Eliana e Alessandro Recchia Francesco Rochira Luciana Rocchitelli Vincenzo Rossi Valeria, Andrea e Leonardo Sacco Angelo - Sacco Elena (2) Santangelo Gabriella e Pietro Soldati Renato-Lehnus Laura(2) Tassi Sig.na Giovanna Tassi Marinella - Fantuz Claudio Toso Romeo Tremolada Don Giovanni Tremolada Laura e Silvia Villa Giuliana e Fam. Vincenzi Maria e Lorenzo Volpato Bruno 15

16 Tra SEA e dintorni Il Cronista L'Idropark, il mare dei Milanesi Una hostess in attenta lettura di L. F. 16 FESTA DELLA MADONNA ASSUNTA CON I CHOCHARDS 15 AGOSTO 2003 FERRAGOSTO programma: ore 11 S. MESSA SOLENNE ore 12 PRANZO DI FERRAGOSTO presso il Ristorante Onama NUOVA STRUTTURA PER I CONTROLLORI Il 17 luglio 2003 è stata inaugurata con la benedizione del Cappellano la nuova struttura attigua alla torre di controllo di Linate. Il manufatto comprende alcune salette di ritrovo e di ristoro, insieme ai servizi igienici, per gli operatori della Torre. Alla inaugurazione erano presenti il Dirigente dell'enav di Linate, Dr. mario Tambelli e alcuni controllori. Nei prossimi mesi verrà restaurata anche la torre. A DUE PASSI DA LINATE L'IDROPARK Gli abitanti dei paesi attorno all'aeroporto di Linate, come Novegro, Segrate, Peschiera Borromeo, Pioltello, ecc., spesso si lamentano, e giustamente, per l'inquinamento acustico degli aerei, ma in compenso godono di un ambiente naturale unico, non solo per Milano, ma per tutta la Lombardia: il Parco Forlanini, nel quale è inserito il 'Bosco dei faggi' in memoria delle Vittime di Linate, l'idropark Fila e, come se non bastassero, il Luna Park. Sul lato Nord, esterno all'idropark vi è anche una famosissima e frequentatissima 'Casa del gelato', con tutte le specialità. Spesso, alla domenica, dopo il pranzo, con qualche clochard, andiamo a fare una camminata e a prendere una boccata d'aria pura nell'uno o nell'altro Parco e spesso mi capita di incontrare anche degli aeroportuali che passano il loro pomeriggio domenicale con la famiglia riposando o facendo il bagno. L'Idropark ora è attrezzatissimo per tutte le categorie di persone e per tutti gli sports, oltre che per serate musicali e danzanti. La Provincia di Milano che cura l'ambiente e l'organizzazione ha investito migliaia di euro e di energie perchè l'idropark diventi una vera oasi di tranquillità e di sano divertimento per i Milanesi e non solo. Nelle sere d'estate, per tutto il perimetro dell'idropark fino a Peschiera Borromeo, è impossibile trovare un posto per una macchina Le attività, iniziate ai primi di giugno, proseguiranno ininterrottamente fino alla fine di settembre. AMICI DI LINATE FLASH: GRAZIE! Esterni (quarto elenco, al ) Tot. 140 Arienti Maria Luisa, Arienti Valeria, Baj Gina, Bertoletti Agnese, Camisasca Marisa, Carugati Lazzari Renata, TColombelli Adele, Colombo Don Domenico, Corà Laura e Giuseppe, Corno Mariella, Covini Paolo, D'Andrea Domenico, Delli Carri Maria e Michele, Ferrandi Cristina e Alberto, Marzullo Alessandra e Filippo, Mastromauro Riccardo, Mazzola Paola Venturini, Paggiaro Claudio, Ponti Daniele, Riva Annalisa, Rizzieri Don Giorgio, Ronchi Rita, Sponza Vera e Franco, Susanetto Mons. Loris, Traetta Angela De Vivo, Tremolada Gianna e Emilio, Treno Ennio. Interni (quarto elenco, al ) Tot. 39 Bosatra Angelo, ENAV Personale, Ferrari Giovanni, Fruner Nadia e Silvano, Maggiore Anna e Pietro, Marchini Giuseppe, Mauro Rosaria, Nava Luciano, Petrelli Jole, Vigili aeroportuali. Pensionati (quarto elenco, al ) Tot. 107 Begotti Gino, Bermani Franca, Bernacchi Ernestino, Biffi Mario, Bianchi Giovanna, Caporello Domenico, casari Soldà Luisa, Ciocca Giovanna, Circassi Silvio, Coleottero Alessandro, Coppolino Adriano, Della Beffa Romolo, Florio Francesco, Foddis Antonio, Folchini Luigi, Fondrini Antonio, Ghianda Liborio, Ienaro Roberto, Izzo Andrea, Lo Duca Lorenzo, Passaretti Tommaso, Piscedda Bruno, Squintani Mario, Taddei Carlo, Tessadro Enrico. Amici di Linate Flash: (al ) n. 286

17 Il Comparto delle Poste di Linate L'aerostazione dell'a.t.a. di Linate Franco Meroni con il Cappellano POSTE IN FESTA A PESCHIERA B. L'A.T.A. CHIUDE PER LAVORI CLOCHARDS: UNA PROPOSTA Domenica 8 giugno 2003, le Poste Italiane con sede a Peschiera Borromeo, hanno celebrato, con la partecipazione dei pochi operatori rimasti a Linate, l'annuale manifestazione aziendale 'Un giorno in famiglia'. Il programma prevedeva una corsa podistica competitiva e una non competitiva, un torneo di pallavolo femminile, concorsi per bambini, una caccia al tesoro, uno spettacolo e tanta musica da rallegrare giovani e meno giovani. Colpiva soprattutto il clima familiare che ha caratterizzato la manifestazionme, che ha visto i bambini sempre in primo piano, circondati da tante attenzioni e affetto. Al momento delle premiazioni sono intervenute le autorità delle Poste, che hanno reso ancora più solenne la manifestazione. Complimenti vivissimi agli organizzatori e al Dirigente Carlo Fiorilla, con un arrivederci alla 3a edizione della festa, nel giugno L'A.T.A. (Ali Trasporti Aerei), l'aeroporto privato di Linate, attiguo al Forlanini (sulla destra guardando l'aeroporto), rimarrà chiuso al traffico aereo dal 3 al 31 agosto 2003 per il rifacimento della pavimentazione del piazzale, delle vie di rullaggio, della segnaletica e della rete fognaria. All'A.T.A. stazionano in genere gli aerei privati di personalità, di uomini d'affari e anche gli aerotaxi delle varie Società. Normalmente si effettuano circa 100 voli al giorno, che nel mese di agosto diventeranno una trentina, per via delle ferie, e saranno smistati sugli aeroporti di Malpensa, di Orio al Serio e di Brescia. Purtroppo l'a.t.a. in questi ultimi tempi non gode di grande protezione in quanto proprio all'a.t.a. sono successe alcune disgrazie. Si spera che anche i nuovi lavori contribuiscano a dare maggiore sicurezza e serenità al piccolo aeroporto, insieme alla benedizione del Signore. PROSEGUONO AL CENTRO ESTIVO DELLA S.E.A. LE ATTIVITA' PARASCOLASTICHE E RICREATIVE Lunedì, 9 giugno 2003 è iniziato a Linate il Centro Estivo della SEA per i figli dei dipendenti aeroportuali, in età dai 6 ai 12 anni. La struttura è ubicata in una zona meravigliosa dell'aeroporto, piena di sole, di verde e di acqua, in quanto si trova a ridosso dell'idroscalo. I bambini sono assistiti da cinque giovani educatori (nella foto:antonio, Donatella, Susy, Rosanna e Tania ) che li accolgono al mattino e non li abbandonano fino a sera, quando gli stessi genitori, terminato il lavoro, passano a riprenderli. Le giornate al Centro Estivo trascorrono tra giochi, canti, danze, esercitazioni parascolastiche, piscina, pranzo e merenda. I bambini hanno la possibilità di trascorrere anche una vacanza al mare (Alassio) o in montagna (Aprica), sempre per conto della SEA, la quale richiede alla famiglia solo una modesta quota di partecipazione. Giovedì 3 luglio 2003, è stata inaugurata a Milano, in Via Brambilla 8 (zona Palmanova), la 'Casa della carità', una istituzione singolare per la Diocesi di Milano, che richiama la caratteristica genetica dei Milanesi, da cui è nato il proverbio: 'Milan, cun el coeur in man'. La realizzazione è stata possibile grazie a un lascito testamentario miliardario dei Sigg. Abriani di Milano, al Card. Carlo Maria Martini, il quale l'ha destinato a quest'opera. Il Comune di Milano è venuto incontro donando alla Caritas diocesana lo stabile di un asilo dismesso, da trasformare in luogo di accoglienza e di assistenza per i Clochards, o senza fissa dimora. La 'Casa della carità', gestita dalla Caritas, ha una capienza di 100 posti letto, un buon numero, ma sempre insufficiente per le necessità dei 4000 Clochards della città. Speriamo comunque di potere utilizzare la Casa anche per i clochards dell'aeroporto, i quali trascorrono la notte sulle dure panchine dell'aerostazione. Siamo grati agli operatori della Caritas diocesana, perchè da qualche tempo, vengono in aeroporto per assistere i clochards nelle loro necessità più impegnative, come preparare i documenti per la pensione, rifare la Carta di identità, procurare gli abiti, ecc. E per i pasti quotidiani come fanno i Clochards? Purtroppo vivono di espedienti e aspettano che l'uno o l'altro offra loro qualche cosa per riempire lo stomaco. A questo proposito vorrei fare una proposta a tutti i Ristoratori dell'aeroporto: perchè non creare una piccola catena di solidarietà per offrire a turno il pranzo o la cena a questi amici? Il Cappellano fa la sua parte e soprattutto alla domenica li riunisce per il pranzo e per la paghetta, ma sarebbe bello che la comunità come tale provvedesse a queste necesità. Chi fosse disposto telefoni al

18 Linate chiama Cameroun Il Missionario CARI GENITORI ADOTTIVI DI LINATE Lunedì 30 giugno 2003, sono passati da Linate P. Sergio Janeselli (primo a sinistra) e il Dr. Alvaro Merli (in centro), rispettivamente fondatore e amministratore del Foyer di Ebolowa, in vacanza in Italia, per uno scambio di vedute con il Cappellano sulle Adozioni a distanza Cari Genitori adottivi di Linate: Sono stato in Italia per due mesi, giugno e luglio, per vari impegni e per un pò di vacanza e sono rientrato in Cameroun il 24 luglio, da dove vi mando questa lettera con alcune notizie dei 'vostri' bambini. 18 ADOZIONI A DISTANZA OBIETTIVO Aiutare un bambino povero e handicappato, mantenendolo nel suo ambiente. CONSISTENZA Nel fatto che una persona singola, una famiglia, un Gruppo aeroportuale, si fà carico delle necessità di un bambino/a in grave stato di bisogno, versando una quota fissa annuale per il suo mantenimento, le cure mediche e la sua istruzione. DURATA L'ideale sarebbe portare il bambino/a adottato, fino al compimento degli studi (14 anni). CONTRIBUTO La somma annuale stabilita dal 'Foyer Handicappees'- PO Ebolowa (Cameroun), è di E 258/00 (Adozione intera), o di E 129/00 (Adozione parziale), da versare alla Cappella in una sola volta, o anche a rate, entro il 31 luglio di ogni anno. Dai primi di giugno tutti i bambini del Foyer di Ebolowa, poveri e per di più handicappati, dopo aver sostenuto gli esami di fine anno scolastico, sono ritornati nei loro villaggi e nelle loro famiglie per le vacanze. Rientreranno al Foyer ai primi di settembre. Nel mese di maggio ci sono state due grandi feste ad Ebolowa: le prime Comunioni di sei bambini sordomuti e la festa nazionale del Cameroun, alla quale hanno partecipato anche i nostri bambini, elogiati dal Governatore per il loro comportamento. Purtroppo c'è stato anche un fatto doloroso. Il bambino Assene Julien, attraversando la strada nel suo villaggio, è stato investito da una macchina ed ha riportato una grossa ferita alla testa e una doppia frattura alla gamba destra. Ora sta un pò meglio e si spera di rivederlo al Foyer in settembre. Gli esiti degli esami scolastici dei bambini sono stati tutti buoni e il merito va ai sei insegnanti e al direttore del Foyer, che li hanno seguiti con impegno tutto l'anno e che ringrazio anche a nome vostro. Grazie al contributo degli Amici di Linate le cose al Foyer nel 2003 sono molto migliorate quanto al vitto, all'alloggio, al vestito, alla scuola, al gioco. Pertanto sento il bisogno di ringraziare tutti, a nome dei bambini e dei loro genitori, per il contributo determinante che date per la loro crescita e per la loro educazione. Con questo vi saluto cordialmente e vi benedico. Vostro P. Sergio Janeselli NOTE DEL CAPPELLANO Miei cari: Vorrei anzitutto complimentarmi e ringraziarvi perchè quest'anno sono state raggiunte le 100 Adozioni! Vorrei ringraziare in particolare i Responsabili dei vari Gruppi aeroportuali che hanno sottoscritto un'adozione, per la pazienza e l'impegno che hanno dimostrato nel raccogliere le quote, nell'informare i colleghi e nel sensibilizzare il Gruppo. Vorrei ringraziare anche quei Genitori adottivi che per ragioni maggiori hanno dovuto abbandonare con rincrescimento l'adozione. Vorrei assicurarli che il bene che hanno fatto resta a loro merito e che un giorno lo ritroveranno. Desidero poi salutare e ringraziare i nuovi Genitori adottivi che sono entrati a far parte della grande famiglia di Linate. Con la benedizione del Signore e della Madonna di Loreto. Vostro Don Giovanni 18

19 Dove volano i Gabbiani' Il Pensionato NOSTALGIA DI LINATE COMUNICAZIONI CONFIDENZIALI Miei Cari: nel numero precedente di L. F. vi dicevo di due problemi che interessavano gli aeroporti di Linate e Malpensa: il calo dei passeggeri e il giro di vite nella SEA. Quanto al primo problema le cose non sono molto migliorate, almeno per Linate, dove i passeggeri sono attestati sui al giorno, contro i di fine Pare proprio che vogliano sacrificare un pò Linate per far decollare Malpensa, che invece fa fatica a prendere il volo per la sua scomodità. Non hanno ancora capito che non è la struttura da valorizzare ma il servizio e la comodità della gente. Riguardo al secondo problema ci sono invece delle novità, in quanto il 19 giugno 2003 è stato siglato un accordo tra SEA, SEA-Handling e Sindacati, accordo bocciato però dal Referendum aziendale del 15 e 16 luglio. I no all'accordo sono stati il 65,51% e i si il 38,49%. La bocciatura pesante dell'accordo ha messo in risalto due cose inerenti al Sindacato: la perdita di credibilità da parte dei lavoratori e l'errore (per non dire altro!) di aver firmato un accordo, senza prima aver sentito i lavoratori. Il nuovo accordo spaziava dalla organizzazione del lavoro, alla formazione permanente dei lavoratori, all'orario di lavoro, ai turni di riposo, alla pausa giornaliera, al servizio mensa, alle ferie, al premio di presenza, al lavoro domenicale, ecc. Ora tutto viene rimesso nuovamente in gioco e bisognerà aspettare il mese di settembre o di ottobre per vedere gli sviluppi. Per il resto, le cose a Linate trascorrono normalmente, cioè con il solito caos, tipico di un aeroporto. In questi ultimi due anni c'è stato un vorticoso cambio di personale in tutti gli Enti aeroportuali. Se ciò può essere normale in un ambiente come il nostro, tuttavia rende più difficile la conoscenza e la convivenza fra gli aeroportuali. Saluti e auguri. Siamo nel pieno delle vacanze. Penso che anche voi siate al mare o in montagna (o a casa!) ad accudire i nipotini! Chi si accontenta, gode! Nell'augurarvi buone e serene vacanze, vi assicuro sempre la mia stima, il mio affetto e la mia preghiera. Vi benedico di cuore. Vostro Don Giovanni PER FINIRE IN ALLEGRIA Una donna delle pulizie della 'Team Service' va al Pronto Soccorso a causa di un dolore alla gamba sinistra. - Non si preoccupi - la tranquillizza il dottore - è l'età... - Strano - risponde la donna - anche la gamba destra ha la stessa età, eppure non mi fa male! Tra Seani - La sai l'ultima? I politici e i dirigenti vogliono trasferire tutti i voli da Linate a Malpensa, lasciando a Linate solo la navetta Milano-Roma. - Non mi meraviglio. Farebbero il loro dovere. Quando c'è qualche cosa che funziona devono fare di tutto per rovinarlo. Diversamente, come sopravviverebbero? Un Seano, scontento del servizio della Mensa aziendale, chiama il Direttore: - Direttore! E' un'ora che sto cercando di tagliare questa bistecca! - Oh, faccia pure con calma: la Mensa chiude alle ore 21! Un passeggero chiede ad una hostess dell'ufficio informazioni, in quanto tempo si può raggiungere il Duomo e lei risponde: - In cinque minuti! La collega dell'ufficio osserva: -Perchè hai detto a quel signore che per andare al Duomo ci vogliono solo cinque minuti? Lo sai che ci vuole molto di più! - Poveretto - risponde lei - mi è sembrato così stanco...!' 19

20 CAPPELLA SANTUARIO MADONNA DI LORETO Celebrazioni e Servizi 1 agosto - venerdì PERDONO D'ASSISI Da mezzogiorno di oggi, alla mezzanotte di domani, è possibile lucrare l'indulgenza plenaria della Porziuncola, una volta sola, applicabile ai vivi o ai defunti, visitando la Cappella e recitando il Padre Nostro e il Credo. È richiesta la Confessione e la Comunione negli otto giorni e una Preghiera secondo le intenzioni del Papa. Ore S. Messa Primo venerdì del mese in onore del Sacro Cuore di Gesù 6 agosto - mercoledì TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE 10 agosto - domenica 19a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa 15 agosto - venerdì ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA Ore 11 S. Messa solenne, con la partecipazione degli amici Clochards 22 agosto - venerdì BEATA MARIA VERGINE REGINA Ore S. Messa 31 agosto - domenica 22a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa - Memoria dei Defunti aeroportuali 7 settembre - domenica 23a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa 8 settembre - lunedì NATIVITA' DI MARIA - Festa patronale del Duomo - Inizio dell'anno pastorale Ore 13 S. Messa 12 settembre- venerdì NOME DELLA BEATA VERGINE MARIA Ore S. Messa 14 settembre- domenica ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE Ore 11 S. Messa 15 settembre - lunedì BEATA VERGINE ADDOLORATA - Ore 13 S. Messa 21 settembre- domenica 25a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa 29 settembre - lunedì S. MICHELE, Patrono della Polizia - S. GABRIELE, Patrono delle Poste e Telecom.ni - San RAFFAELE, Patrono dei Farmacisti - Ore 13 S. Messa 5 ottobre - domenica 27a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa 7 ottobre - martedì BEATA MARIA VERGINE DEL ROSARIO Ore 13 S. Messa 19 ottobre - domenica DEDICAZIONE DELLA CHIESA CATTEDRALE - Festa del Duomo di Milano Ore 11 S. Messa - Giornata Missionaria Mondiale 26 ottobre - domenica 30a DELL'ANNO Ore 11 S. Messa - Memoria dei Defunti aeroportuali S.S. Messe Prefestiva ore Domenica e festivi ore 11 Lunedì, Martedì e Mercoledì ore 13 Giovedì, Venerdì ore Confessioni Prima e dopo le S.S. Messe o nelle ore di ufficio del Cappellano Catechesi In preparazione alla Cresima o al Matrimonio: da concordare con il Cappellano Adorazione Cappellano Giovedì ore 14-16, in Avvento, Quaresima e Tempo pasquale Presente in aeroporto: tutti i giorni Presente in ufficio: attorno agli orari delle Sante Messe Per comunicazioni urgenti: Segreterìa telefonica Fax Internet: - uli. it. 20

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete. PARROCCHIE DI S. BARTOLOMEO CAPREZZO S. BRIZIO COSSOGNO E S. PIETRO - TROBASO Parroco: Micotti don Adriano Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.it

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni 74. «Il tempo nel cristianesimo ha un importanza fondamentale. Nel tempo viene creato il mondo, al suo interno si svolge la storia della salvezza,

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE Traduzione dell articolo pubblicato il mese di Marzo 2011 dalla rivista Cattolica francese L APPEL DU CIEL APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II Nel 2005, in occasione

Dettagli

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA CON MARIA IN ATTESA DELLA PENTECOSTE Canto; NOME DOLCISSIMO GUIDA: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Ti salutiamo o Maria, piena di grazia, il Signore

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO. 13 dicembre 2015. Terza domenica di Avvento

RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO. 13 dicembre 2015. Terza domenica di Avvento RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO 13 dicembre 2015 Terza domenica di Avvento Premesse Di seguito si suggerisce uno schema di celebrazione per l inizio dell anno giubilare. Il presente testo può essere utilizzati

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

EUCARISTIA, DONO DI AMORE

EUCARISTIA, DONO DI AMORE EUCARISTIA, DONO DI AMORE Voce guida La nostra processione, quest'anno, sarà accompagnata dalla lettera enciclica di Benedetto XVI, sul tema dell'amore di Dio come fondamento e sviluppo della nostra vita

Dettagli

Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE. Lectio e meditatio

Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE. Lectio e meditatio Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE Lectio e meditatio Lc 22,19-27 Il Signore Gesù poi prese il pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

Liturgie matrimoniali

Liturgie matrimoniali Liturgie matrimoniali Le Chiese battiste (e i suoi pastori!) hanno sempre rivendicato libertà nelle forme di liturgia da utilizzare non solo nel culto domenicale, ma anche nei culti speciali. La diversità

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani Segni e simboli nei sacramenti "In quanto essere corporale e spirituale insieme, l'uomo esprime e percepisce le realtà spirituali attraverso segni e simboli materiali" (CCC, n. 1146). Gesù, con i segni

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Lo Spirito riempì tutta la casa

Lo Spirito riempì tutta la casa Veglia di preghiera per il Sinodo della famiglia Pentecoste 2015 Lo Spirito riempì tutta la casa Introduzione 1L. Dal Magistero del nostro Arcivescovo La famiglia è la via maestra e la prima, insostituibile

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

MESE DI MAGGIO SACRE QUARANTORE - PEREGRINATIO MARIÆ

MESE DI MAGGIO SACRE QUARANTORE - PEREGRINATIO MARIÆ PONTIFICIA BASILICA COLLEGIATA Santa Maria dell Elemosina DParrocchia Matrice - Santuario Mariano Biancavilla MESE DI MAGGIO SACRE QUARANTORE - PEREGRINATIO MARIÆ dall'1 al 31 maggio 2014 ore 08:00 19:00

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI

RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI RIFLESSIONI PER LA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI I) Il Corpo di Cristo Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 26, 26-28) Mentre mangiavano, Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e, mentre lo dava

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Edizioni Trappiste LA PRIMA CONFESSIONE SERIE PR in due versioni Immagine semplice con interno bianco: dimensioni

Dettagli

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale) Dalla Comune e Provincia di Milano - Diocesi di Milano - Zona Pastorale Prima - Prefettura Nord - Decanato di Niguarda via Giuseppe La Farina 1-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

In cammino con Cristo

In cammino con Cristo Bollettino della Parrocchia di SAN MARTINO Vs. Borgio-Verezzi (SV) (www.parrocchiasanmartinoborgioverezzi.org) In cammino con Cristo DICEMBRE-GENNAIO GIUBILEO STRAORDINARIO GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA

Dettagli

... uscendo per le strade!

... uscendo per le strade! And a r e...... uscendo per le strade! percorsi giovani _ 2015/2016 Azione Cattolica diocesi di Bergamo Carissimo/a giovane, n e l l An n o Sa n t o della Misericordia, t i p r o p o n ia m o a l c u n

Dettagli

RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI. TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17

RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI. TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17 RAMATE MONTEBUGLIO GATTUGNO CORPUS DOMINI TUTTI MANGIARONO A SAZIETA E FURONO PORTATI VIA I PEZZI LORO AVANZATI. Luca 9, 17 Anno 2010 Parrocchia dei SS. Lorenzo ed Anna Ramate di Casale Corte Cerro (VB)

Dettagli

Giovanni Paolo II. Il Santo di Wadowice

Giovanni Paolo II. Il Santo di Wadowice Giovanni Paolo II Il Santo di Wadowice Edmund Wojtyła con i genitori Emilia e Karol Foto dalla collezione del Museo Casa Natale di Santo Padre Giovanni Paolo II a Wadowice Le mani di mia madre mi insegnavano

Dettagli

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015 DATA Domenica II di Pasqua in albis Divina Misericordia INTENZIONE Sabato 11 18.30 Def. Marcuzzi Pietro / def. Fam. Jogna Prat Angelo/ def. Pupulin Anna e Bertoia

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle.

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle. DIOCESI DI VIGEVANO 2 Introduzione Guida: Fratelli e sorelle. Questa veglia ci mette in sintonia con tutta la Chiesa nel condividere l ascolto della Parola e la preghiera, ed ancor più ci aiuta a riscoprire

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Diocesi di Teramo-Atri

Diocesi di Teramo-Atri Diocesi di Teramo-Atri CALENDARIO PASTORALE anno 2015-2016 Settembre 2015 1 Ma 10.ma Giornata per la custodia del creato 2 Me 3 G Teramo, Sala Convegni Palazzo Vescovile ore 19: Sessione Straordinaria

Dettagli

!!!! Preghiere per l UNITA DEI CRISTIANI! con il Santo Rosario.! Padre Raffaele Amendolagine OCD!

!!!! Preghiere per l UNITA DEI CRISTIANI! con il Santo Rosario.! Padre Raffaele Amendolagine OCD! Preghiere per l UNITA DEI CRISTIANI con il Santo Rosario. Padre Raffaele Amendolagine OCD Dopo la lettura del Vangelo con la descrizione del mistero che si contempla si aggiungono le invocazioni differenti

Dettagli

Il "messaggio" di Fatima

Il messaggio di Fatima Il "messaggio" di Fatima Ci siamo mai chiesti quale sia il messaggio delle apparizioni e delle rivelazioni di Fatima? L'annunzio della guerra, la conversione della Russia con la caduta del comunismo nel

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

S U S S I D I O P E R L A D O R A Z I O N E LETTERA. sull ADORAZIONE EUCARISTICA del Santo Padre GIOVANNI PAOLO II

S U S S I D I O P E R L A D O R A Z I O N E LETTERA. sull ADORAZIONE EUCARISTICA del Santo Padre GIOVANNI PAOLO II S U S S I D I O P E R L A D O R A Z I O N E LETTERA sull ADORAZIONE EUCARISTICA del Santo Padre GIOVANNI PAOLO II Esorto i cristiani a fare regolarmente visita a Cristo presente nel Santissimo Sacramento

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. RELIGIONE CATTOLICA Classi 1 che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l'uomo Identità personale relazione con l'altro: la famiglia, gli amici, la scuola, il mondo. Racconto biblico della

Dettagli

PROCESSIONE EUCARISTICA nella solennità del Corpus Domini

PROCESSIONE EUCARISTICA nella solennità del Corpus Domini PROCESSIONE EUCARISTICA nella solennità del Corpus Domini G. Ci mettiamo in cammino per le strade della nostra città per confermare la nostra fede nella presenza eucaristica di Cristo, che abbiamo celebrato

Dettagli

Alcuni esempi di lettere

Alcuni esempi di lettere Alcuni esempi di lettere (si riporta soltanto l inizio e la fine della lettera) 1. Ad una sorella Gent.ma Signorina Anna Bianchi Via Arno, 7 50100 Firenze Anna carissima, ho ricevuto con molto ritardo

Dettagli

HOSPITALITÉ CUORE IMMACOLATO DI MARIA Stage al Salus Infirmorum

HOSPITALITÉ CUORE IMMACOLATO DI MARIA Stage al Salus Infirmorum HOSPITALITÉ CUORE IMMACOLATO DI MARIA Stage al Salus Infirmorum Lourdes 2010 INDICE 1. PROLOGO... 1 2. ATTO COSTITUTIVO... 2 3. AMBITI DI SERVIZIO... 3 4. REGOLE DELLA CASA... 4 5. COME CI SI ISCRIVE...

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli