Scuolabus: niente gara, per il servizio c è la proroga. Palazzo Matteotti: arrivano le prime dimissioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuolabus: niente gara, per il servizio c è la proroga. Palazzo Matteotti: arrivano le prime dimissioni"

Transcript

1 settimanale GrAtuIto del Venerdì Anno IX n. 31 Venerdì 28 settembre 2012 Palazzo Matteotti: arrivano le prime dimissioni La crisi è vera l azzeramento della Giunta diventa indispensabile > a pag. 4 Scuolabus: niente gara, per il servizio c è la proroga di Sara De Bonis Da Non c è due senza tre! Con la determina dirigenziale 112 del 5 settembre scorso l area VIII Cultura, Politiche Giovanili, Pari Opportunità è stato prorogato fino al 30 giugno 2013 il Servizio di Trasporto Scolastico, per un totale complessivo tra mezzi e assistenti a terra di 1milione e 109mila 223euro, destinati alla Autolinee Sap srl. Le proroghe in materia partono dall affidamento temporaneo del maggio del 1999, da lì la prima è stata redatta e resa efficace fino al dicembre del 2010, con la determina dirigenziale 125 del 9 settembre è stato prorogato fino al 30 giugno 2011, con un ulteriore impegno di spesa di 47mila 223 euro, così arriviamo alla succitata determina, che assicura ai piccoli guidoniani, il tragitto scolastico per tutto l anno venturo. La questione è un tantino strana e qualche domanda la suscita. La determina incriminata fa riferimento ad una delibera di giunta del 1 aprile 2011 in cui si proroga, appunto, sia il servizio... > a pag. 5 terza pagina Valle dell Aniene: una giornata tra storia, mito e paesaggio > a pag. 13 Fonte Nuova Esposto alla Procura della Repubblica per l Amministrazione Di Buò, il Comune è immobile, interviene la Provincia di Roma Marcellina Disagi alla popolazione da giovedì a sabato scorso per un guasto alla pompa di servizio Nicotera: ad ottobre incotrerò i vertici Acea Cronaca Un 61enne di Tivoli in manette, spacciava eroina nel parco vicino alla scuola. Un blitz della polizia lo ha sorpreso in flagrante Tivoli I dipendenti del Centro di Terapia Fisica di Tivoli protestano per la mancata retribuzione degli stipendi che mancano da giugno Tivoli: rimpasto di Giunta, non c è due senza tre di Rita Lorrai Ci risiamo: il sindaco Sandro Gallotti, lo scorso 21 settembre, ha ufficializzato la decisione di ritirare tutte le deleghe degli otto Assessori, compreso il Vice sindaco per trarre un bilancio di quanto fatto fino ad ora ma soprattutto di quanto bisognerà ancora fare per completare il programma dell'amministrazione. La verifica politica e amministrativa definita necessaria in questa fase è però figlia di altri analoghi precedenti mai definitivamente... > a pag. 6

2 2 Tivoli Venerdì 28 settembre 2012 CRONACA Spacciava eroina nel parco vicino la scuola. Manette per un 61enne tratto in stato di fermo un pusher trovato dalla polizia mentre smerciava dosi alla 'villetta' di largo massimo Era diventato il punto di riferimento dei tossicodipendenti della zona. A finire nella rete degli agenti del commissariato di Tivoli un italiano di 61 anni al termine di un'attività d'indagine protrattasi per alcuni giorni. L uomo era stato visto spesso sostare nella zona denominata La villetta, ossia un piccolo giardino nei pressi di Largo Massimo, a Tivoli, luogo di incontro di tossicodipendenti che effettivamente, nel corso di alcuni servizi di osservazione, erano stati spesso visti contattare il 61enne. Le indagini effettuate hanno permesso di venire a capo della tecnica utilizzata, una serie cioè di accorgimenti finalizzati ad eludere i controlli antidroga. I luoghi convenuti per lo spaccio e l occultamento dello stupefacente sono stati individuati in una zona prospicente un Istituto Professionale. L uomo giungeva nei pressi della Villetta con i mezzi pubblici, proprio per evitare il più possibile i controlli, si inoltrava poi tra gli arbusti di un canneto, non lontano da una scuola, dove nascondeva le dosi di eroina, che poi smerciava sul posto ai suoi clienti secondo gli accordi presi in precedenza presso il piccolo giardino.nella giornata di mercoledì è scattato il blitz ed i poliziotti lo hanno sorpreso con varie dosi dello stupefacente, oltre ad una somma di denaro ritenuta dagli investigatori probabile provento dell attività di spaccio. Per lui sono pertanto scattate le manette. Oltre che di detenzione al fine di spaccio di eroina, aggravato dall aver commesso il fatto in corrispondenza di un edificio scolastico, dovrà rispondere anche di violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale della P.S., da cui era già colpito. Guidonia Tentata truffa all'oreficeria di Scilla tre malviventi in 'trasferta' dal salernitano alla città dell'aria. La titolare dell'esercizio commerciale avverte le forze dell'ordine in tempo Si sono presentati nell'esercizio commerciale in diverse occasioni mostrandosi interessati all aquisto di alcuni monili in oro esposti nella gioielleria Scilla di largo Falcone a Guidonia centro. In una occasione hanno anche lasciato un acconto di 50 euro, che poi sono tornati a riprendersi. Mercoledì 20 hanno tentato il colpo: sono entrati nel negozio uno alla volta, fingendo di non conoscersi. Mentre una coppia chiedeva di vedere i gioielli, il complice ha tentato di distrarre il titolare per impossessarsi in maniera fraudolenta dei piccoli tesori. La titolare dell'esercizio ha però intuito i loro intenti e, prima di aprir loro la porta della gioielleria, ha avvisato i Carabinieri della Tenenza di Guidonia. Gli uomini dell Arma hanno così denunciato due uomini italiani, di 39 e 22 anni originari della provincia di Salerno, ed una donna ucraina, per tentata truffa in concorso. Per evitare che potessero provarci ancora, hanno chiesto ed ottenuto per loro la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Guidonia Montecelio per la durata di due anni. Bivio Guidonia Ladri di rame mettono fuori suo l'itis Volta Anche le scuole nel mirino dei ladri di rame che durante il week end hanno saccheggiato l impianto elettrico dell Itis Volta del Bivio. Solo sette giorni prima c era stato un primo assalto con un giorno di vacanza forzata, stavolta i danni sono maggiori. I ladri hanno rotto un pezzo di recinzione per entrare dentro l Itis dove da pochi mesi è stata inaugurata una nuova ala con un progetto d avanguardia, su cui la Provincia ha investito tre milioni di euro. La squadra di tecnici di Palazzo Valentini, intervenuta immediatamente, da mercoledì mattina sta lavorando per assicurare tutte le riparazioni necessarie. Dalla scuola sono partite intanto una serie di diffide: all ufficio tecnico della Provincia perché provveda a installare un impianto di telesorveglianza perimetrale, al sindaco e ai vigili urbani di Guidonia perché la zona sia regolarmente controllata e non abbandonata a se stessa come è ora, all Enel perché provveda a spostare gli armadietti dei contatori che attualmente sono lungo la strada e quindi di facile accesso. Guidonia Giovane donna denuncia per stalking l'ex marito Aveva già denunciato due volte quell uomo, 25 anni più grande di lei, padre dei suoi due figli, che non aveva mai accettato la fine della loro storia, una giovane di 27 anni che aveva deciso di mettere la parola fine a quel rapporto fatto di urla, minacce e, in alcuni casi, percosse. Martedì l ex convivente si è presentato all uscita della scuola frequentata dal loro bambino di 6 anni, con tanto di coltello a serramanico utilizzato per minacciare ancora una volta la donna che lui dice di amare. La giovane è riuscita ad allontanarsi e a chiamare il 112. Una pattuglia dei Carabinieri della Tenenza di Guidonia ha fermato il 50enne che, alla vista dei militari, ha tentato di sbarazzarsi del coltello, poi ritrovato e sequestrato. Gli uomini dell Arma hanno ricostruito gli ultimi mesi che hanno visto il fermato minacciare, seguire, molestare l ex convivente ingenerando nella donna un perdurante stato d ansia e lo hanno tratto in arresto in flagranza del reato di stalking. Per quest ultimo, di origini calabresi, si sono aperte le porte del carcere di Roma Rebibbia, dove rimarrà a disposizione dell autorità giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere del reato di atti persecutori. Villanova Incendio in un'azienda di frantumazione della pietra Fuoco prima dell alba di sabato contro un azienda di frantumazione della pietra nella zona della cave, tra Villalba e Villanova. Ignoti hanno appiccato un incendio ai macchinari della Agr. I carabinieri della compagnia di Tivoli, dopo aver fatto tutti i rilievi del caso sul posto, hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili del gesto, al momento inspiegabile. L allarme è stato lanciato dopo le 4 da una guardia giurata che ha subito allertato i vigili del fuoco. Le fiamme hanno aggredito due gruppi elettrogeni e la centralina elettrica da cui si aziona tutto l impianto. Ingenti i danni, che potrebbero superare i duecentomila euro. Trovati sul posto pezzi di bottiglie e di stracci probabilmente intrisi di carburante, che potrebbero essere serviti agli attentatori per dare origine al fuoco.

3 GuidONiA MONtECEliO Riceviamo e Pubblichiamo Acqua nel mezzo di trasporto dell'umido: la replica di Eco Consul surl Con la presente, intendiamo vivamente contestare l'articolo apparso sul Vostro quotidiano nell'edizione del , nel quale si induce a sospetto che un nostro operatore potesse appesantire il carico dei rifiuti presenti in un bilico riversandovi all'interno dell'acqua. La circostanza ipotizzata è assolutamente infondata poiché l'addetto in questione si stava occupando solo di pulire le sponde del mezzo prima della sua partenza per il sito di destinazione dei rifiuti, in quanto sporcatesi durante le operazioni di carico. Per chiarezza evidenziamo che, da quando la nostra società gestisce il trasporto agli impianti di recupero dei rifiuti provenienti dalla raccolta diffe- renziata del Comune di Guidonia, l'ente ha provveduto ad ottimizzare il servizio ed a risparmiare circa euro 40,00 per tonnellata prodotta. Per tutte le motivazioni esposte, nel ritenere che le informazioni divulgate da questo giornale siano stati il frutto di una "svista", siamo a domandare l'immediata pubblicazione della presente smentita. (Eco Consul s.u.r.l.) A voi lettori lasciamo ogni considerazione in merito. Venerdì 28 settembre I lavoratori dell Edera in piazza per chiedere gli arretrati della ditta Assemblea pubblica per la ditta che da mesi è in attesa del pagamento di 1 milione 800 mila euro Guidonia In piazza Matteotti, lo scorso lunedì 24 settembre, i lavoratori della società Edera, operativa nel settore della nettezza urbana nel comune di Guidonia Montecelio, per manifestare contro il mancato pagamento del corrispettivo di 1milione e 800 mila euro che l Aimeri, capofila dell associazione temporanea di imprese titolare dell appalto sui rifiuti, non rigira da almeno un anno.tra bandiere e striscioni si è svolta lunedì mattina, l assemblea sindacale dei quaranta operatori che hanno scelto la piazza del Comune per palesare pubblicamente lo stato di criticità in cui versa la ditta e la possibilità di indire a breve una giornata di sciopero collettivo.come spiega Sandro Proietti, coordinatore del sindacato Fiadel, promotore dell iniziativa: Siamo qui per sollecitare l amministrazione ad un intervento concreto, poiché si tratta di un servizio fondamentale per la cittadinanza che rischia di ripercuotersi anche sulla città.il Sin- daco, però, non ci ha ricevuti, prosegue il capo sindacalista, A rischio sono gli stipendi dei lavoratori, già dalla prossima mensilità. Per non parlare del rischio disponibilità del gasolio, che fa funzionare tutti i nostri mezzi e macchinari. Le spese per ora sono state coperte dalla ditta Edera, in attesa dei pagamenti da parte di Aimeri, come ci spiegano gli operatori, ma dopo un anno la situazione è diventata insostenibile.chiediamo al primo cittadino di rispondere in solido come previsto dall attuale legislazione per l aggiudicazione dei servizi pubblici locali.

4 4 Venerdì 28 settembre 2012 GuidONiA MONtECEliO La maggioranza sfiducia la Giunta I consiglieri di maggioranza chiedono a gran voce l azzeramento di Sara De Bonis Guidonia Mercoledì scorso si è tenuta una riunione di maggioranza che, voci di corridoio, raccontano piena di attacchi diretti, accuse e prese di posizioni irremovibili, nonostante tutti i consiglieri di maggioranza ascoltati abbiano rilasciato dichiarazioni concilianti e ben disposte ad accogliere come veritiera l ultima promessa di Rubeis: azzeramento della giunta dopo il voto della salvaguardia di bilancio. Come se si fossero dimenticati che la stessa promessa fu fatta prima del voto di alcuni provvedimenti urbanistici e prima dell approvazione del bilancio. Per quanto se ne dica, che nelle fila della maggioranza ci sia maretta è innegabile. Ben tre sono i presidenti dimissionari di importanti commissioni consiliari. Il primo a rimetterle è stato Gianni Tuzi, di seguito Michele Bianco e poi l avvocato Michele Venturiello, che pur non avendole ancora depositate in palazzo si dice disposto a farlo. Come da protocollo, abbiamo contattato il capogruppo Marco Bertucci che chiosa, tanto per aprire le danze, con un sono questioni interne alla maggioranza e non credo opportuno aggiungere altro. L ormai ex presidente della commissione lavori pubblici Bianco commenta ho rimesso le mie dimissioni per un motivo strettamente politico e non personale. In questi ultimi tempi, esclusi i piani del Plus, in consiglio comunale non si è prodotto nulla e non è giusto fare commissioni che rimangono totalmente improduttive. Le mie dimissioni sono la prova tangibile che non mi interessano le poltrone ma il bene della città. Dal canto suo, l assessore al ramo, Pietropaoli, spiega sin dalla prima commissione ho specificato che non avrei preso parte a tutte le riunioni. Ogni volta ho avuto premura di controllare l ordine del giorno e mi sono raccomandato a tutti i componenti di richiedere la mia presenza laddove ve ne fosse stata la necessità. Il lavoro d indirizzo della commissione è stato svolto nella maniera più opportuna e il piano triennale dei lavori pubblici ne è la prova, giacchè costituisce l agenda dell assessorato ed è stato condiviso da tutta la maggioranza in consiglio comunale. L ex presidente della Commissione Servizi Sociali Tuzi, pare si metta a disposizione del Sindaco per ricoprire nuove aree e commenta: Non ho aspettato la riunione di maggioranza per dimettermi, ma già qualche giorno fa ho palesato la mia scelta presso la commissione che rappresento. Dopo tre anni e mezzo di lavoro, non ci sono più gli stimoli per andare avanti ritengo sia opportuno dare discontinuità e spazio anche ad altri consiglieri. Credo di aver svolto un ottimo lavoro e la collaborazione con l ex assessore Cipriani, come con l attuale Berlettano, sono state sempre produttive. Il presidente del consiglio Sassano, commenta le dimissioni le leggo come un sostegno da parte dei presidenti delle commissioni e un segno di responsabilità per permettere al Sindaco Rubeis, in questa fase delicata, di poter prendere decisioni con maggiore libertà e riprendere con speditezza l azione amministrativa. Per quanto riguarda le altre questioni, ritengo che le ragioni politiche che ci hanno animato siano state recepite dal capo dell amministrazione che farà discendere azioni e dichiarazioni consequenziali. Certo che però il recente atto del sindaco di conferma di Andrea Mulas (fedelissimo dell assessore Di Palma, scaricato dal gruppo di Sassano) sino alla fine del mandato, sembra essere l ennesimo schiaffo in faccia al presidente. Nel giardino sfiorito del sindaco Rubeis non potevano mancare le sempre verdi dichiarazioni della coppia vincente, sperano loro, Tortora e Valeri: Il Sindaco Rubeis commenta il primo - ha dichiarato in sede di maggioranza che l assessorato richiesto da mesi, è la prima cosa di cui si occuperà dopo l azzeramento della giunta. Mi auguro vivamente che i presidenti che ieri (mercoledì ndr) hanno rimesso le proprie dimissioni dalle commissioni, servizi sociali, lavori pubblici e pubblica istruzione e cultura, ritornino sulle proprie idee e continuino il loro percorso lavorativo. Il secondo assente alla riunione conclude non è un assenza politica, ma strettamente personale. Bene, sembra che siano tutti proiettati verso l azzeramento, in tempi brevi e con la reale necessità di dare questo oramai notissimo nuovo passo all amministrazione targata Rubeis. Ma a non crederci troppo, guardando dall altra parte della barricata è Domenico De Vincenzi (Pd) che commenta: La crisi non si è conclusa, e al di là di come andrà nel consiglio comunale di sabato l azzeramento il Sindaco Rubeis non lo farà. Dello stesso parere il consigliere Michele Pagano (Udc), che aggiunge: La solfa è sempre la stessa, questa è una maggioranza che era nata come centro destra ed è diventata totalmente di destra, con tante lacune. La città di Guidonia non merita il teatrino che i personaggi politici della maggioranza stanno portando avanti ormai da mesi. Dietro tutte le inutili vicende e diatribe a cui abbiamo assistito si cela solo un sindaco architetto che non riesce più a portare avanti le sue progettualità. È un governo che non ha mai brillato, il momento di crisi in cui verte il paese impone una m a g g i o r e serietà. Noi c o n t i - nuiamo a fare opposizione, tenendo il numero legale in consiglio per le q u e s t i o n i che fanno il bene della città. Rubeis, prenderà l assestamento di bilancio come ulteriore scampolo di tempo per allungare il proprio traballante operato. Vada come vada, le diatribe non sono risolte, che sia sabato il giorno della verità? Saranno tutti presenti e sull attenti? Aspettiamo, ma intanto la città langue.

5 GuidONiA MONtECEliO Scuolabus: niente gara per il servizio c è la proroga di Sara De Bonis Guidonia Non c è due senza tre! Con la determina dirigenziale 112 del 5 settembre scorso l area VIII Cultura, Politiche Giovanili, Pari Opportunità è stato prorogato fino al 30 giugno 2013 il Servizio di Trasporto Scolastico, per un totale complessivo tra mezzi e assistenti a terra di 1milione e 109mila 223euro, destinati alla Autolinee Sap srl. Le proroghe in materia partono dall affidamento temporaneo del maggio del 1999, da lì la prima è stata redatta e resa efficace fino al dicembre del 2010, con la determina dirigenziale 125 del 9 settembre è stato prorogato fino al 30 giugno 2011, con un ulteriore impegno di spesa di 47mila 223 euro, così arriviamo alla succitata determina, che assicura ai piccoli guidoniani, il tragitto scolastico per tutto l anno venturo. La questione è un tantino strana e qualche domanda la suscita. La determina incriminata fa riferimento ad una delibera di giunta del 1 aprile 2011 in cui si proroga, appunto, sia il servizio scuolabus sia quello del trasporto pubblico locale. Ben tre proroghe per lo scuolabus. Ci chiediamo: non sarebbe stato più opportuno bandire una gara per l affidamento dello scuolabus, considerata l onerosità e la specificità del servizio? Anche perché per il compimento di tale proroga il servizio scuolabus è stato accorpato al trasporto pubblico locale. Prassi di dubbia legittimità perché si accorpa un servizio non prorogabile con un altro che invece è soggetto a proroga. Eludendo la norma per l'affidamento dei servizi. Ovviamente, non dimentichiamo che per lo scuolabus, una gara era stata predisposta, sì nel maggio del 2009 dal commissario straordinario De Meo, poi annullata dal delegato del Sindaco Rubeis il 15 luglio del 2009, per incaricare un esperto in materia per un indagine tecnica atta a verificare la più corretta tra le possibili soluzioni gestionali, per un percorso ottimale. Consulenza che palazzo Matteotti pagò alla professionista 5 mila euro, che si limitò a ridurre il numero di fermate e grazie alla quale il dirigente poté dichiarare in maniera elastica e benevola, nei confronti della ditta appaltatrice, che il servizio fosse quindi sperimentale, anche se lo stesso esisteva già da tanti tanti anni. Ma queste sono vecchie pratiche, lungaggini, bandi che potrebbero anche portare al rinnovamento, prorogare è rassicurante, si mantengono le care e vecchie pratiche e se non è così chissà perché non si vuol cambiare. Venerdì 28 settembre Amici a 4 zampe: petizione popolare per l'apertura di un parco I cittadini di Guidonia centro chiedono al sindaco un'area dove portare i cani come già avviene a Villalba e Colleverde Una petizione popolare per l'apertura di un parco per la sgambatura dei cani nella Circoscrizione di Guidonia centro. Questa la richiesta di alcuni cittadini al sindaco Rubeis a cui chiedono di "intraprendere ogni utile iniziativa per l'apertura di un'adeguata area per i cani come già stato fatto per la circoscrizione di Villalba nel parco Di Nella e a Collverde per l'area di via Monte Gran Paradiso". Richiedenti che fanno presente come "la popolazione residente nell'area di Guidonia centro è superiore a 8mila persone e, quindi, 2mila famiglie, se si considera che statisticamente c'è un cane ogni 4 famiglia possiamo pensare che ci siano oltre 500 cani nella zona" "Non avere la possibilità di avere un'area di grandezza adeguata allo scopo, recintata, fornita di una fontanella e di zone d'ombra significa non avere una sensibilità nei confronti di questa popolazione che al momento si arrangia come può e si indirizza dove trova prati 'privati', con indignazione dei proprietari a rischio anche di sanzioni". Cittadini che sono disposti a "impegnarsi e organizzarsi per la conservazione ottimale dello stesso".

6 6 Venerdì 28 settembre 2012 tivoli Tivoli: un consiglio comunale atipico maggioranza quasi assente nella seduta di mercoledì i 'lavori gestiti' dall'opposizione. Il Pd approva una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco sandro Gallotti di Rita Lorrai Che il Consiglio comunale che si è svolto lo scorso mercoledì non sarebbe stato un bello spettacolo, visti i precedenti e visto anche il recente azzeramento della Giunta voluto dal Sindaco, era facile immaginarselo; che si arrivasse addirittura ad uno stravolgimento delle regole, un pò meno. La minoranza si è nuovamente assunta l onere di far procedere i lavori, dopo che si era palesata, per l ennesima volta, la quasi totale assenza della maggioranza di centrodestra. E fin qui niente di male. Ad un certo punto però si dovrebbe anche arrivare alla consapevolezza che il Consiglio comunale è rappresentato anche dall opposizione, la quale, in certi momenti, è andata un pò a briglia sciolta: punti all ordine del giorno inseriti e votati in corso d opera e il Bilancio consuntivo del 2011 respinto con solo 9 voti contrari e 2 astensioni (Russo e Napoleoni) quando il regolamento all art. 34 prevede per queste materie la maggioranza qualificata di almeno 16 consiglieri. Su questo tema, qualche responsabilità è da attribuire, anche al Segretario generale Alessandra Macrì la quale, ad onor del vero, ad un certo punto ha provato anche a dire che qualcuno che evidentemente legge i regolamenti le aveva fatto notare l irregolarità della votazione sul rendiconto, ma ormai era troppo tardi: tutta la minoranza è uscita ponendo fine allo svolgimento dell assise. In tutto ciò il gruppo consiliare del Pd ha sbandierato come un successo l approvazione di una mozione di sfiducia nei confronti di Gallotti, nella quale preso atto della comunicazione del Sindaco sull azzeramento della giunta e delle sue dichiarazioni in cui definisce questa una scelta da ultima spiaggia della maggioranza; visto lo stato di paralisi amministrativa dell attività del consiglio comunale e della giunta che perdura da molti mesi con grave danno della comunità cittadina gli si chiede di prendere atto del fallimento dell amministrazione attuale e presentare tempestivamente le proprie dimissioni per consentire agli elettori la scelta di un nuovo sindaco e di un nuovo consiglio comunale (a firma di Vincenzi, Baisi, Fontana, Luciani, Semproni, Conti). Ma, a parte il ritorno di immagine che i partiti che in Consiglio siedono all opposizione pensano di ricavare da questa sorta, come qualcuno l ha definita, di "blitzkrieg", quale problema è stato veramente risolto o, al limite, quale buon esempio è stato dato? Rimpasto di Giunta: non c'è due senza tre Gallotti azzera la giunta aprendo di fatto una crisi amministrativa. riunione in comune per ristabilire gli equilibri della maggioranza Tivoli Ci risiamo: il sindaco Sandro Gallotti, lo scorso 21 settembre, ha ufficializzato la decisione di ritirare tutte le deleghe degli otto Assessori, compreso il Vice sindaco per trarre un bilancio di quanto fatto fino ad ora ma soprattutto di quanto bisognerà ancora fare per completare il programma dell'amministrazione. La verifica politica e amministrativa definita necessaria in questa fase è però figlia di altri analoghi precedenti mai definitivamente risolutivi dei problemi di questa maggioranza. Terminata la formazione della sua squadra di governo nell agosto del 2010, con l ingresso in Giunta di Giorgio Strafonda (allora all Urbanistica) e Alessandra Fidanza (Polizia Locale), già nel giugno del 2011, con le dimissioni dei due Assessori in quota UdC (la stessa Fidanza e Marino Capobianchi) ci si rese conto che, all interno della compagine che sostiene il Sindaco i rapporti tra i partiti non erano tutti rose e fiori. Le problematiche sottolineate allora dalla formazione di Ezio Fiorenzi (e cioè, principalmente, mancata condivisione delle scelte e criticità nella gestione delle partecipate), risolte dal Sindaco con la firma di un accordo che portò ad un azzeramento con successiva rinomina di tutta la squadra nelle stesse identiche posizioni riemersero, ottenuta da Gallotti l approvazione del Bilancio, pochi mesi dopo. Col rimpasto dello scorso ottobre l unica ad essere sostituita fu Federica Mondani, molto vicina all ex Ministro Mara Carfagna, rimpiazzata dall ingresso di Alessia Valeri agli Affari Legali. In questo caso inoltre variò notevolmente, a differenza della volta precedente, l assegnazione delle deleghe (compreso il ruolo di Vice Sindaco che dal ridimensionato Franco Poggi passò nelle mani di Strafonda), ma non si affrontò minimamente il problema partecipate. Problema che ora sembra essere di nuovo sul piatto della trattativa politica. (R.L.) GALLOTTI - "O si trova subito l'accordo o tutti a casa. Faccio un appello alla coscienza degli amministratori tutti affinché prevalgano gli interessi dei cittadini e quelli per il bene comune, attraverso i quali vogliamo arrivare a realizzare e portare avanti il programma amministrativo". FONTANA E LUCIANI - La farsa deve terminare, il sindaco di Tivoli per il bene della città deve rassegnare al più presto le dimissioni. Impegnati solo a litigare per la spartizione di poltrone e di potere, Gallotti e le forze politiche di centrodestra hanno completamente abbandonato il governo della città". POSSIBILI SCENARI - Terza giunta dell'amministrazione Gallotti che il sindaco sta cercando di ridisegnate in queste ore nel tentativo di sistemare gli ultimi tasselli e trovare i giusti equilibri tra Pdl e Alleanza per Tivoli. Intanto i consiglieri del Pdl hanno ribadito la loro fiducia al sindaco condividendo quanto da lui detto in consiglio comunale. Sul toto assessore le ultime indiscrezioni parlano di quattro assessorati al Pdl (ne aveva 5) con l'aggiunta o di un vice sindaco e della presidenza del consiglio (affidata a Giorgio Tommasi). Tre i possibili assessorati per Alleanza per Tivoli (ne aveva due) con vice sindaco o presidenza del consiglio (Di Biagio). Sembra invece restare saldo l'assessorato di Amore per Tivoli a Vincenzo Tropiano.

7 tivoli Tivoli Forma: Idv, Amore per Tivoli e Pd chiedono le dimissioni di Ferraro da ordine del giorno a 'mozione di sfiducia'. Le dichiarazioni dell'amministratore unico non convincono l'opposizione Il Consiglio comunale non ritiene che il Dott. Bruno Ferraro stia svolgendo al meglio il proprio ruolo di amministratore della società partecipata Tivoli Forma S.r.l. e impegna, pertanto, il Sindaco a revocarlo dall incarico. Questo è quanto avrebbe deciso lo scorso mercoledì l Assemblea pubblica di Palazzo San Bernardino, incolpando la società partecipata Tivoli Forma S.r.l. di essere solita assegnare forniture di beni e servizi senza ricorrere al doveroso e legittimo istituto della gara ad Venerdì 28 settembre evidenza pubblica o quantomeno ad un confronto di offerte attraverso la selezione di aziende con metodo comparativo, e di aver, in questi ultimi mesi, proceduto ad assunzioni di personale senza procedura ad evidenza pubblica. Usiamo il condizionale in quanto, nello svolgersi di quel Consiglio, l Italia dei Valori tiburtina appoggiata da Io Progetto Tivoli e Partito Democratico ha, in sostanza, tramutato il punto all ordine del giorno della seduta dal titolo Tivoli Forma S.r.l. Assetti societari e prospettive future in una Sfiducia all Amministratore unico della Tivoli Forma srl, mentre la buona regola democratica vorrebbe che i nuovi argomenti all o.d.g. vengano discussi nell assise successiva, per dar modo a tutti i consiglieri (quindi anche quelli assenti) di prendere visione degli atti per tempo ed avere poi la possibilità di partecipare al dibattito ed esprimersi. Ma in merito alle dichiarazioni rese la scorsa settimana dal Dott. Ferraro e dal direttore generale del Rosmini Dott. Aldo Armenti, il partito di Di Pietro non si è fermato qui. Per bocca di Riccardo Reali, suo segretario cittadino, ha dichiarato essere sua intenzione, dopo aver incontrato Ferraro, di presentare un esposto per mettere al corrente la Corte dei conti su quelle che consideriamo delle presunte irregolarità nella gestione del denaro pubblico, al fine di attivare la competente Procura Regionale per i necessari accertamenti sui fatti fino ad un eventuale citazione in giudizio dei presunti responsabili, allo scopo eventuale di chiamarli al risarcimento del presunto danno erariale. (R.L.) Ferraro: "La mia porta è sempre aperta" L'amministratore unico di Tivoli Forma ribadisce quanto comunicato in precedenza L'amministratore unico di tivoli Forma: "sarebbe opportuno documentarsi e avere notizie certe prima di lanciare accuse infondate" Tivoli "Ho letto con profondo stupore le notizie di stampa concernenti un'interrogazione dei consiglieri Idv. Chi ha avuto modo di conoscermi nella mia precedente veste di Presidente del Tribunale sa o dovrebbe sapere che la mia porta è costantemente aperta e che prima di assumere determinate posizioni sarebbe opportuno, forse anche più intelligente, documentarsi alla fonte". E' quanto ha dichiarato l'amministratore unico della società Tivoli Forma Bruno Ferraro replicando alla polemica sollevata dall'idv che ha puntato il dito contro il metodo di assunzioni della società municipalizzata. A sostenere la tesi dell'ex presidente del Tribunale di Tivoli Ferraro anche la delucidazione fornita dal direttore generale della società Aldo Armenti: "L'operazione che ha portato ad assumere a tempo indeterminato tre persone, condotta previa informativa alla Rsu, risponde all'esigenza di regolarizzare la posizione della società rispetto agli obblighi previsti dalla legge in materia di collocamento obbligatorio, come peraltro previsto anche dall'articolo 3 del vigente Regolamento aziendale per il reclutamento del personale. L'occasione è propizia - ha proseguito Armenti - per rammentare anche che, analogamente, nel rispetto di quanto previsto dal citato articolo per i casi in cui ricorrano oggettive esigenze di necessità ed urgenza, si è proceduto all'assunzione a tempo determinato, di due unità di personale amministrativo, da adibire rispettivamente all'ufficio del personale e alla complessa opera di predisposizione dell'orario delle lezioni, in rispondenza alla esigenze indifferibile di sostituire personale a tempo indeterminato destinato alla mansione di formatore: il tutto nel rispetto delle norme e con vantaggi economici per Tivoli Forma". Una spiegazione circostanziata e per niente evasiva a quanti negli ultimi giorni hanno tentato di sollevare una polemica tirando in ballo presunte assunzioni "avvenute con procedure poco chiare".

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli