IL CAFFÈ NON RICEVE CONTRIBUTI PUBBLICI PER L'EDITORIA. dei CASTELLI. Asl, 900mila euro per servizi non avuti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CAFFÈ NON RICEVE CONTRIBUTI PUBBLICI PER L'EDITORIA. dei CASTELLI. Asl, 900mila euro per servizi non avuti"

Transcript

1 IL CAFFÈ NON RICEVE CONTRIBUTI PUBBLICI PER L'EDITORIA dei CASTELLI n dal 12 al 25 febbraio tel GRATUITO Asl, 900mila euro per servizi non avuti Strano appalto: pagata la ditta che non ha lavorato. Cacciata quella che ha lavorato Boom influenza: caos al pronto soccorso Lunghe code al San Giuseppe di Albano Di Lallo a Palazzo a pag. 32 Soldi a chi non ha fatto i lavori e addio invece a chi il contratto d appalto l aveva rispettato che si è così visto costretto a licenziare. La notizia data sul numero 303 del nostro giornale ha fatto tremare qualche ufficio e creato non poco imbarazzo. E nessuno l ha smentita. Sono anzi arrivate conferme dalla stessa Asl. Sarebbero addirittura 900mila e non 300mila, come detto sul Caffè a dicembre, gli euro pagati dalla Asl RmH ad una ditta per servizi di pulizia non eseguiti presso due ospedali di Albano ed Anzio. Intanto la Asl piange miseria e si annunciano altri 40 licenziamenti in aziende che lavorano con essa e il sindacato minaccia un ondata di scioperi, con conseguenze prevedibili sulla qualità della sanità locale. a pag. 11 LA NEVE IMBIANCA TUTTI I CASTELLI ROMANI AEROPORTO O Leary punta forte sullo scalo di Ciampino Michael O Leary di Ryanair Intervista al patron di Ryanair che presenta 7 nuove rotte TRUFFE a pag. 6 Piloti cassintegrati, 20 società nel mirino Lavoravano all estero, ma prendevano la disoccupazione in Italia a pag. 25 PERSONAGGI L attore Ben Stiller a pranzo a Frascati Va a lui la presidenza del Tribunale di Velletri a pag. 45 Neve, grandine e ghiaccio hanno ricoperto strade, terreni e cime più elevate dei Castelli Romani, facendo registrare numerosi disagi: Protezione Civile subito al lavoro a pag. 30 POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina Blitz dei cittadini alla vecchia discarica di Colle Rosso sulle falde idriche. È allarme Velletri, discarica fuori controllo Insieme a un nostro giornalista, hanno trovato acque pestilenziali e monitoraggio ambientale in tilt a pag. 8 Ecco i Sindaci Paperoni dei Castelli Servadio di Velletri è il più ricco con 40mila euro l anno. Il No Impact Man di Albano Dario e la casa a basso impatto energetico Il 28enne ha ridotto al minimo l inquinamento con pannelli solari e fotovoltaici Gabbarini di Genzano è l unico con lo stipendio dimezzato a pag. 26 a pag. 30 a pag. 20 STRISCE ROSA CASTELLI ROMANI (QUASI) A MISURA DI MAMMA a pag. 44 STORIA LA STORIA DEI CASTELLI NELLE ANTICHE VILLE a pag. 12

2 2 CASTA IMPUNITA n dal 12 al 25 febbraio 2015 La Corte dei Conti ha deciso di processare 11 tra politici, funzionari pubblici e manager per lo spreco di soldi pubblici Lo scandalo dell autostrada Roma-Latina E intanto il Ministro Lupi promette l apertura dei cantieri nel 2016 Clemente Pistilli Per la Roma-Latina cantieri aperti entro il A fornire l ultima rassicurazione sull autostrada di cui si parla da 30 anni e per cui non è ancora stato steso un metro d asfalto è il Ministro delle infrastrutture, Maurizio Lupi, rispondendo a un interrogazione del deputato pontino Federico Fautilli. Ma se per quel collegamento tra la capitale e il capoluogo pontino, oltre alle polemiche, non c è stata neppure l assegnazione di un appalto, quelli che non sarebbero comunque mancati sono gli sprechi. Ben 20 milioni di euro secondo la Corte dei Conti. Tutti soldi impiegati per l affidamento della progettazione del tracciato, fatto senza alcuna gara, a favore del socio privato della società partecipata dalla Regione, l Arcea, poi messa in liquidazione e sostituita dalla 'Autostrade del Lazio'. Undici politici, funzionari pubblici e manager sono così stati ora mandati a giudizio dagli inquirenti contabili e rischiano di dover risarcire l ingente somma alla Regione Lazio. Arcea, partecipata al 51% dalla Regione, venne costituita nel 2003, durante la legislatura di Francesco Storace, e incaricata di realizzare e gestire l autostrada Roma-Latina. L azienda assegnò l incarico per la progettazione preliminare e definitiva dell opera pubblica al Consorzio 2050, uno dei tre soci privati della stessa Arcea. Un incarico da 40 milioni di euro, dato senza alcuna gara, quando era già in corso un istruttoria aperta dall Unione europea, con cui veniva contestata un infrazione all Italia per l incarico diretto dato alla stessa società mista, tanto che poi, nel 2008, Arcea verrà messa da parte dall allora presidente Piero Marrazzo, dando vita appunto alla 'Autostrade del Lazio' e avviando difficili quanto costosi contenziosi. LE DENUNCE DE IL CAFFÈ Già dal 2013 il nostro giornale denunciava le anomalie legate all autostrada Roma-Latina Secondo la Procura contabile, quella progettazione data al socio privato, senza gara, avrebbe fatto perdere alla Regione 20 milioni di euro. Un sospetto irrobustito dall analisi fatta dagli inquirenti tra quella spesa e quella compiuta nel 2010, per un intervento del tutto analogo, dall Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova, che ha appaltato la progettazione della Trento-Rovigo. Per la Procura, inoltre, la Regione non avrebbe dovuto proprio affidare ad Arcea il compito di progettare l opera e la società non avrebbe a sua volta dovuto assegnare quell incarico al Consorzio. Nella scorsa primavera erano stati così fatti partire 23 inviti a dedurre, l equivalente degli avvisi di garanzia nel penale, sospettando che responsabili di danno erariale da 'mancato risparmio' fossero funzionari della Regione, manager di Arcea e politici, tanto della giunta Storace quanto di quella Marrazzo. L indagine, però, sembra ora aver escluso quest ultimi. Lo stesso Piero Marrazzo, Esterino Montino, Bruno Astorre, Anna Salomè Cappotelli, Silvia Costa, Daniele Fichera, Vincenzo Maruccio, Giulia Rodano, Francesco Scalia, Alessandra Tibaldi, Daniela Valentini e Filiberto Zaratti sono quindi usciti di scena. A giudizio e a rischiare di essere condannati a un risarcimento milionario sono rimasti solo Francesco Storace, l ex assessore ai lavori pubblici Giulio Gargano, i funzionari Bernardo Maria Fabrizio, Patrizio Cuccioletta, Raniero Vincenzo De Filippis, Raimondo Luigi Besson e i manager Ruggiero Borgia, Flavio De Luca, Andrea Abodi, Aurelio Saitta e Roberto Serrentino. Il processo agli undici inizierà il prossimo 7 luglio, davanti ai giudici della Corte dei Conti del Lazio. L autostrada, secondo il Ministro Lupi, dovrebbe invece passare ora realmente dalle parole ai fatti. Il 18 febbraio scadranno i termini di presentazione delle offerte dei concorrenti preselezionati per la realizzazione della Roma- Latina e della bretella Cisterna-Valmontone. La prima seduta pubblica è prevista per il 25 febbraio e l aggiudicazione della gara di concessione avverrà presumibilmente entro la prossima estate, mentre le attività del concessionario, previa stipula del contratto, potranno iniziare entro l anno in corso, con l apertura dei primi cantieri agli inizi del Staremo a vedere. L autostrada pensata dai tempi della DC. E Renzi cerca soldi La progettazione data al socio privato senza gara d appalto avrebbe portato alla Regione una perdita di 20 milioni di Dell'Autostrada e delle opere ad essa annesse se ne parla da decenni, dai tempi della Dc più profonda. Il progetto complessivo vale 2,2 miliardi di euro, di cui circa 450 milioni sono rappresentati dal fondo del Ministero già disponibile all'avanzamento lavori presso il Cipe e il restante da iniziativa privata. Mancherebbero all'appello 700 mila euro che il governo Renzi sta cercando in Europa. Proprio il governo Renzi, ha inserito questo progetto nel piano delle opere da avviare e, fino a prova contraria, i cantieri dovrebbero aprire proprio quest'anno. Vengono finanziati dallo Stato gli adeguamenti dell'ultimo tratto della Pontina, la strada provinciale Borgo Piave-Sabotino. Già ai tempi della Dc risulta che si fossero progettate le opere di urbanizzazione accessoria per Latina. I progetti sono poi stati commissionati, studiati e pagati dall'amministrazione Zaccheo. Borgo Piave, quindi, fisicamente dovrebbe essere lo sbocco a nord della città dell'autostrada, e uno svincolo dovrebbe collegare la provinciale per il mare, il tratto per la stazione (via Chiesuola, mai rivisto, ma che si supponeva strategico con la presenza dello Scalo merci), una tangenziale che circola intorno alla città. Unendosi al tratto sud della Pontina, la creazione di questa tangenziale che attraverserebbe il versante nord della città, creerebbe una circonvallazione che di fatto cambierebbe la vita di tutto il capoluogo pontino. Se si facesse anche la Mare-Monti, che di fatto passerebbe come un ago dentro l'anello, allora ci sarebbe un tratto stradale di aggiramento rapido della città e uno che taglia in due il tessuto urbano, con una bretella già pronta che si innesta a viale Le Corbusier. Ivan Eotvos

3 CASTA IMPUNITA Gli accusati rischiano di essere condannati a risarcimenti milionari. Alcuni di loro già implicati in altri scandali n dal 12 al 25 febbraio indagati: chi restituirà 20 milioni di? C è chi è stato già arrestato, chi imputato per scandali famosi come Lady Asl, Cerroni, il Mose di Venezia Dallo scandalo del Mose di Venezia a Cerronopoli, passando per la truffa nota come quella di Lady Asl: molti degli undici politici, funzionari e manager mandati a giudizio per l autostrada Roma-Latina non sono nuovi ad accuse e battaglie nelle aule giudiziarie. Storace, leader de La Destra, ex governatore del Lazio ed ex ministro, attuale vicepresidente del consiglio regionale, è uscito indenne dal cosiddetto Laziogate, processo in cui erano stati ipotizzati colpi bassi in campagna elettorale tanto ai danni di Alessandra Mussolini quanto di Piero Marrazzo, ed è stato completamente assolto anche per la vicenda dei presunti finanziamenti illeciti per la ricerca scientifica. A far rumore è stata invece la condanna incassata dall esponente della destra il 21 ottobre scorso, quando il Tribunale di Roma lo ha condannato appunto a sei mesi di reclusione per vilipendio al Capo dello Stato. L ex assessore ai lavori pubblici, Giulio Gargano, ha patteggiato la pena a 4 anni e 4 mesi di reclusione ed è stato inoltre condannato dalla Corte dei Conti a risarcire 250mila euro per la truffa al servizio sanitario nota come truffa di Lady Asl, un intreccio di mazzette e milioni di euro pubblici pagati per prestazioni sanitarie mai erogate. Gargano è stato anche condannato, sempre dalla Corte dei Conti, a risarcire 600mila euro per la promozione a dirigenti di ben 445 dipendenti regionali. Grane l ex esponente di Alleanza Nazionale le ha poi avute anche per un altra vicenda di corruzione, quella Èincredibile come alcuni di loro continuino a girare intorno a incarichi pubblici nonostante le condanne FRANCESCO STORACE Ex Presidente Regione Lazio ex Ministro della Salute BERNARDO MARIA FABRIZIO Dirigente Regione Lazio relativa agli appalti pubblici dati alla Cogei, un caso spuntato fuori dall inchiesta su vip e tangenti aperta a Potenza dal Pubblico ministero John Henry Woodcock. A rischiare ora un salasso per l autostrada Roma-Latina c è poi il fondano Raniero De Filippis, ex direttore del potente Diparti- GIULIO GARGANO Ex assessore ai Lavori pubblici Regione Lazio RUGGIERO BORGIA Ex amministratore delegato di Arcea mento territorio della Regione, finito in diverse indagini, con qualche condanna alle spalle, e imputato nel processo 'Cerronopoli', in corso davanti al Tribunale di Roma, essendo ritenuto dall Antimafia uno degli uomini che avrebbero spianato la strada al 'Supremo' per fargli ottenere il monopolio nella gestione della monnezza laziale. Ma nulla a confronto delle recenti indagini che hanno coinvolto l altro ex direttore dello stesso Dipartimento, Patrizio Cuccioletta, uno dei protagonisti dell inchiesta sullo scandalo del Mose di Venezia. Nella veste di magistrato delle acque, per chiudere gli occhi davanti al sistema criminale messo in piedi all ombra del Canal Grande, Cuccioletta avrebbe infatti ottenuto ben 1,3 milioni di euro di tangenti, patteggiando poi la pena a due anni di reclusione e 700mila euro di multa. Roberto Serrentino, ex consigliere di Arcea, è invece finito in una storia di concussione come manager dell Enac, l Ente nazionale per l aviazione civile. Il manager, imputato davanti al Tribunale di Rimini, secondo gli inquirenti avrebbe abusato dei suoi poteri nella gestione dell aeroporto della riviera romagnola e indotto il presidente e il vice presidente di Aeradria (la società fallita che curava l'aeroporto) a consegnargli 70mila euro. RAIMONDO BESSON Ex dirigente Regione Lazio, oggi amministratore del. Acqualatina ANDREA ABODI Ex presidente di Arcea FLAVIO DE LUCA Ex consigliere di Arcea RANIERO DE FILIPPIS Ex direttore Dipartimento territorio Regione Lazio Raimondo Besson, ex dirigente regionale e attuale amministratore delegato di Acqualatina, è invece stato arrestato mai poi prosciolto in un inchiesta della Procura di Latina sulla S.p.A. dell acqua, che aveva portato gli inquirenti a ipotizzare la costituzione di un associazione per delinquere, dedita alla truffa, all abuso d ufficio, alla frode in pubbliche forniture e al falso, con una serie di affidamenti in house, come vengono chiamati in gergo quelli a società sorelle. Gli arresti erano però stati annullati ROBERTO SERRENTINO Ex consigliere di Arcea PATRIZIO CUCCIOLETTA Ex direttore Dipartimento territorio Regione Lazio AURELIO SAITTA Ex consigliere di Arcea dal Riesame e l indagine era finita con l archiviazione. Più datati i problemi dell ex consigliere di Arcea, Flavio De Luca, commissario straordinario del gruppo armatoriale Achille Lauro e del quotidiano napoletano 'Il Roma', per diciotto anni alle prese con un inchiesta che lo vedeva accusato di aver svenduto la flotta, ma poi assolto. L autostrada Roma-Latina, infine, sembra invece rappresentare la prima seria grana per l ex consigliere Arcea, Aurelio Saitta, per l ex AD, Ruggiero Borgia, l ex presidente Andrea Abodi, attuale presidente della Lega Serie B, e il dirigente regionale Bernardo Maria Fabrizio. Clemente Pistilli 2 DICEMBRE 2010 Il Caffè lancia l allarme: Attenti a chi prende quei soldi! foto mancante

4 4 AMBIENTE n dal 12 al 25 febbraio 2015 Ondata di inutili progetti per impianti di produzione del gas cosiddetto bio, incentivati dallo Stato e pagati dai cittadini Rifiuti gestiti male, ecco la terra del gas Un far west tra Agro Pontino, Castelli Romani e Litorale a sud di Roma. Regione muta Giulio Pezzato La terra del gas. Questo sta diventando il territorio tra i Castelli Romani, il Litorale Laziale a sud di Roma e il nord Pontino. Difatti, sono almeno 10 gli impianti industriali a cosiddetto bio gas in corso di approvazione presso l Ufficio Rifiuti della Regione Lazio. Avranno, secondo quanto previsto nei progetti, il compito di produrre gas da bruciare per generare energia elettrica o da raffinare per ottenere metano per veicoli. Per di più, con grosse incentivazioni dello Stato. QUANTI SONO E DOVE SONO A Velletri (uno da 33mila tonnellate della Volsca Ambiente e Servizi Spa, municipalizzata del comunale di Albano, Velletri e Lariano, ed uno da 40mila tonnellate della Ecoparco); Ardea (33mila tonnellate, della Biovis); Pomezia (66 mila tonnellate, della Cogea); Aprilia (60mila tonnellate, Kyklos); Latina (50mila tonnellate della Recall Latina); Pontinia (30mila tonnellate della Easy Energia Ambiente ); Gallicano nel Lazio (40mila tonnellate, Comune di Gallicano); a Genazzano (uno da 30mila tonnellate della Marco Polo Engineering ed uno da 25mila tonnellate della Coop Edera, indagata per Mafia Capitale). In tutto, dovreb- Ancora una volta, non si sa da dove dovrebbe arrivare l enorme quantità di rifiuti per alimentare questi impianti bero trattare 407mila tonnellate di rifiuti umidi ogni anno. Una cifra abnorme, se si considera che Roma ne produce in media circa 470mila l anno, con circa 2,8 milioni di abitanti. A tutto questa selva di impianti, si aggiungono più piccoli (fino a circa 10mila tonnellate annue) sui quali l autorizzazione spetta alle Province che purtroppo non pubblicano le informazioni sui progetti in corso d approvazione violando la legge sulla trasparenza. Il bio gas da rifiuti va distinto da quello ottenuto da mais o cereali, sieri di caseificio o deieizioni animali. Questi ultimi, infatti, compensano l anidride carbonica emessa bruciando il gas estratto dai rifiuti, con le coltivazioni dedicate le quali assorbono la CO2. PROGETTI BIO GAS IN CORSO NELL AREA DEL CAFFÈ Altri di taglia piccola non figurano a causa della mancanza di informazioni da parte delle Province MA DOV È IL PORTA A PORTA? Molti di questi impianti, secondo i proponenti, dovrebbero ricevere umido proveniente dalla raccolta differenziata porta a porta (prevalentemente scarti e avanzi alimentari), in realtà purtroppo ancora poco diffusa e radicata. Ma in realtà tra le pieghe dei progetti si nasconde, più o meno esplicitamente, l autorizzazione a ricevere e trattare anche fanghi di depurazione civile ed industriale, ovvero scarti delle fogne; fanghi di discarica, ovvero ciò che resta dei rifiuti urbani prima di essere sotterrati; ceneri e scorie di inceneritori e gassificatori; residui di impianti e processi industriali, eccetera eccetera. Tutta questa poltiglia di umido, mischiata indistintamente, viene tenuta per 3 settimane dentro grossi digestori ovvero, in parole povere, gigantesche camere di cemento armato, in assenza di aria e ad una temperatura di 70gradi. I batteri metanigeni che si producono naturalmente digeriscono i rifiuti e sprigionano un gas molto sporco. Questo gas, a sua volta deve essere filtrato per poi essere bruciato per produrre elettricità o, in alternativa, raffinato per ottenere metano da autotrazione. In ogni caso, immettendo Corsa per spartirsi rifiuti e sussidi pubblici. Intanto il porta a porta, vera soluzione, va a rilento nell aria sostanze nocive per la salute umana, per l ambiente e per le coltivazione agricole. A cominciare dall anidride carbonica, tra i principali responsabili dell'effetto serra. Poi, ai costi ambientali ed igienico-sanitari si aggiungono anche quelli economici per l intera collettività, visto e considerato che l'energia elettrica o il metano prodotto da questi impianti viene strapagata dallo Stato con sussidi pubblici scaricati sulle bollette elettriche di tutti i cittadini, con guadagni extra che sfiorano il 155% in più rispetto al prezzo medio del mercato. Per questo motivo, poco importa la natura del proponente: società pubblica, privata o in forma mista. I facili guadagni provenienti dall incentivazione pubblica fanno gola a tutti, indipendentemente che si tratti di Amministratori pubblici o soggetti privati (che fanno impresa coi soldi pubblici). È così che ognuno cerca di prevalere sugli altri. NUOVO PIANO RIFIUTI REGIONALE FANTASMA Tra l altro, si tratta di operazioni imprenditoriali e industriali, a volte spregiudicate, che avvengono in assenza di un Piano dei Rifiuti regionali. Si tratta del documento che dovrebbe imporre una sorta di strategia d insieme al numero ed alla tipologia di impianti industriali dedicati al trattamento dei rifiuti sul territorio regionale. Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l Assessore delegato ai rifiuti, Michele Mafia Capitale e sistema Cerroni Molti di questi impianti cosiddetti bio gas, come quello Volsca Ambiente e Servizi di Velletri o il Cogea di Pomezia, sono stati progettati da tecnici considerati molto vicini al noto monopolista dei rifiuti Manlio Cerroni, arrestato a gennaio 2014 ed ora sotto processo (traffico illecito di rifiuti, truffa aggravata, associazione a delinquere, sovrafatturazione di oltre 11milioni di euro ai danni di 8 Comuni dei Castelli più Ardea e Pomezia). Per il bio gas a Genazzano della Coop Edera e quello ad Ardea, si sarebbero scomodati anche noti personaggi di Mafia Capitale, come Salvatore Buzzi, arrestato e considerato il braccio destro di Massimo Carminati presunto boss della mafia romana scoperchiata a dicembre. I carabinieri l - hanno intercettato mentre parlava del bio gas ad Ardea con l ing. Baruchello. Lo stesso ing. progettista del bio gas a Pomezia e di uno a Velletri, indagato per un alreo bio gas a Morlupo (VT). MASSIMO CARMINATI Presunto boss di Mafia Capitale, attiva anche su rifiuti e bio gas Civita, promisero pubblicamente in conferenza stampa il 13 dicembre 2013 che entro al massimo primavera del 2014 sarebbe sbarcato al Consiglio Regionale. Così, purtroppo, non è. È per questo che l arrivo di questa vera e propria pioggia di impianti a cosiddetto bio gas sembrerebbe più che altro destinata alla mera speculazione economica e non alla soluzione del problema rifiuti. Ma dovranno essere ancora una volta i cittadini, come avvenuto recentemente ad Albano per il noto inceneritore, a dover convincere gli Amministratori pubblici a seguire la strada giusta, e non quella indicata loro dalla ben note lobby del settore rifiuti. Una importante alternativa davvero "bio" è il compostaggio di comunità (vedi articoletto qui vicino) riconosciuta anche dall'enea. Quando arriverà il nuovo, annunciato Piano rifiuti regionale? Lo abbiamo chiesto a Michele Civita delegato regionale ai rifiuti, durante uno dei tagli di nastri dei nuovi treni che è venuto ad inaugurare, mentre non riesce a trovare tempo di incontrare cittadini e amministratori locali che lo reclamano, lo invitano, lo sollecitano. «Stiamo procedendo a pezzi», ci ha risposto. Stiamo a pezzi, appunto. SOLUZIONI Iniziativa di cittadini e agricoltori tra Velletri, Aprilia e Cisterna Compostaggio di comunità: l alternativa davvero bio FUNZIONA E NON INQUINA Una compostiera di comunità al Nord, dove stanno prednendo piede Un alternativa reale agli impianti bio gas, concreta e conveniente da un punto di vista ambientale ed economico per trattare l umido esiste. È il compostaggio di comunità: grossi contenitori in cui infilare tutto l umido di casa, dell orto e delle aziende agricole che in pochi mesi si trasforma magicamente, grazie ad un processo di biodegradazione biologica, in terriccio, ossia humus ricco di elementi preziosi per la vita umana, per l ambiente e l agricoltura. Senza produrre anidride carbonica né altri pericolosi inquinanti, percolati o rifiuti speciali, come fanno invece i bio gas. Ha solo uno svantaggio, non gode di incentivazioni extra da parte delle Amministrazioni pubbliche, al contrario di quanto avviene per inceneritori e i cosiddetti impianti industriali a bio gas. Si tratta, del resto, niente di più del vecchio progetto Compost-Ti-Amo della Provincia di Roma, guidata allora da Nicola Zingaretti, oggi Presidente della Regione Lazio, lanciato in grande stile qualche anno fa ma poi inspiegabilmente arenatosi. Altro fastidio di questi sistemi, è che non sono calati dall alto, ma coinvolgono la gente dal basso e quindi disturbano molto le manovre della casta politico-affaristica e della lobby del settore. Un esempio concreto di compostaggio di comunità si sta facendo strada al posto di uno dei due progetti di bio gas (quello di Volsca Ambiente e Servizi) previsti sopra le falde idriche a Velletri, al confine con Aprilia. Falde che alimentano gli cquedotti di quest ultima città, di Anzio e di Nettuno. L iniziativa la stanno portando avanti cittadini e aziende agricole della zona.

5 FAMIGLIA & VITA n dal 12 al 25 febbraio Pochi e senza risorse. Parte la marcia per salvare e potenziare questi servizi importanti per genitori, famiglie e società Consultori in crisi, le mamme si mobilitano Stanno incontrando i Sindaci per chiedere azioni concrete Daniele Castri Punto di riferimento per chi vuol diventare genitore o già lo è, per ragazzi e famiglie e per tutta una serie di importanti aspetti della vita sociale, troppo spesso non possono dare le risposte che i cittadini chiedono e che la legge imporrebbe. I consultori familiari, istituiti giusto 40 anni fa, sono meno del necessario e in sofferenza un po' ovunque, con poche risorse economiche, dotazioni all'osso e personale ridotto. Il tutto in violazione della normativa e dei bisogni della gente su temi essenziali quali la vita e i servizio socio-sanitari. E purtroppo tutto ciò accade mentre non si placa l'andazzo di assumere amici a peso d'oro, come accaduto a gennaio scorso quando la Giunta regionale nel giro di poche ore ha tirato fuori dal cilindro 6 bandi (sconosciuti ai più) per reclutare 7 dirigenti a tempo determinato in àmbito socio-sanitario con stipendi annuali che sfiorano i 90mila euro lordi. CHIEDONO SERVIZI DEGNI Una situazione che però non tutti sono disposti a subire passivamente. Ha infatti preso corpo una sorta di tour per conoscere la realtà di questi importanti organismi al servizio della popolazione e sollecitare le istituzioni a non farli morire, ma anzi a dargli la giusta dignità e le necessarie risorse. È la lunga marcia delle mamme dell Associazione La Goccia Magica a difesa dei Consultori territoriali. Partita dei Castelli Romani, si ripromette di estendersi al litorale laziale a sud di Roma, e dell area pontina. Dopo il primo incontro di gennaio col primo-cittadino di Lanuvio, Luigi Galieti, all inizio di febbraio una nutrita delegazione di donne, con tanto di bambini al seguito, si è presentata anche dai sindaci di Genzano, Flavio Gabbarini, di Nemi, Alberto Bertucci e di Castel Gandolfo, Milvia Monachesi. La richiesta che avanzano è una sola: riportare i Consultori territoriali al centro delle attenzioni degli amministratori pubblici, locali e regionali, e della dirigenza sanitaria, visto e considerato il grave stato L INIZIO DEL TOUR 19 gennaio, le mamme della Goccia Magica davanti la sede del Comune di Lanuvio per l incontro col sindaco Galieti Intanto in àmbito socio-sanitario la Regione continua ad arruolare dirigenti esterni a peso d oro... di carenza e insufficienza di spazi, personale e strumenti in cui versano ormai da tempo. TRA LATINA E PROVINCIA, CASTELLI E LITORALE NE MANCANO ALMENO 16 Al momento, i Consultori territoriali di competenza della ASL RM-H, comprendente gran parte della Provincia di Roma, sono 17, contro i 26 imposti dalla legge, ovvero una ogni 20mila abitanti, sparsi un po ovunque tra: Nettuno, Ardea, Pomezia, Castel Gandolfo, Nemi, Lanuvio, Ciampino, Marino, Monte Porzio, Monte Compatri, Colonna, Rocca Priora, Marino, Frascati, Grottaferrata, Ciampino e Rocca di Papa. Quelli di competenza della Asl di Latina, invece, che comprende Latina-città più tutta la provincia, sono 18, mentre per legge dovrebbero essere 25. Sono sparsi tra: Latina città, Aprilia, Cisterna, Sabaudia, Terracina, Sezze, Minturno, Pontinia, Sperlonga, Fondi, Gaeta, Formia, etc. etc. IN VISITA DAI SINDACI Mamme alla riscossa. Giovedì 29 gennaio, nel Comune di Genzano, incontrano il primo cittadino Gabbarini MENO PERSONALE DEL PREVISTO Nel corso degli incontri coi sindaci, le donne della Goccia Magica hanno anche richiesto che i dipendenti in servizio nei consultori territoriali rispetti i limiti di legge, visto che in numerose strutture, come quelle di Lanuvio, Aprilia e Cisterna, si sono verificate recentemente carenze di personale che producono un inevitabile abbassamento della qualità del servizio sanitario pubblico, con forte discapito per i pazienti piccoli e grandi. Ad Aprilia, quarta città del Lazio pienadi giovani cooppie e con un significativo tasso di nascite, pare che manchi addirittura un'ostetrica al Consultorio. PRESTO UN ASSEMBLEA PUBBLICA I primi-cittadini di Lanuvio, Genzano, Nemi e Castel Gandolfo hanno preso l impegno di organizzare, al più presto, un incontro pubblico per un faccia a faccia aperto tra associazioni, sindaci, dirigenti delle Asl e rappresentanti della Commissione Sanità della Regione Lazio, per una soluzione del problema. PROSSIMI APPUNTAMENTI! In ogni caso, nelle prossime settimane l Associazione ha in programma altri incontri coi sindaci di Ariccia, Pomezia, Ardea e Albano, per poi proseguire con tutti gli altri dell'area pontina. Prosegue, intanto, la raccolta firme a sostegno delle iniziative a difesa dei Consultori territoriali. Goccia Magica: contatti La Goccia Magica è un associazione di volontariato composta da mamme che hanno avuto esperienza diretta di allattamento al seno. Offre informazioni e sostegno alle mamme per imparare ad individuare e soddisfare i bisogni del proprio bambino. Contatti: - Michela Cericco, il martedì, 10-12, presso lo studio pediatrico L isola che non c è, via Don Bosco n. 29, Genzano. Le socie volontarie hanno seguito un programma di formazione dell ASL RMH con ostetriche professioniste. L Associazione offre gratuitamente le sue consulenze ed opera in rete con ostetriche e medici pediatri. COME I TERREMOTATI Tra i casi limite, quello di Ardea: un consultorio era nel container POCHI SOLDI, SERVIZI RIDOTTI Ma, certo, la carenza cronica di fondi a disposizione delle Asl provoca lacune sull organico, sempre carente, sulle strutture, non di rado vecchie e fatiscenti, sugli strumenti che il personale medico e para-medico ha a disposizione, rendendo il servizio spesso non sufficiente a garantire un livello assistenziale minimo, soprattutto in periodo di forte crisi economica. Sono sempre di più, negli ultimi anni, le mamme ed i papà che hanno bisogno di rivolgersi ai Consultori per dare le necessarie cure a se stessi ed ai propri bambini. In varie realtà le strutture funzionano anche grazie all'amore e al lavoro di ex dipendenti in pensione, come ad esempio a Cisterna. COS È UN CONSULTORIO? I Consultori territoriali sono strutture socioassistenziali, polifunzionali, istituite dalla legge della Regione Lazio n. 15 del 1976 che hanno lo scopo di fornire informazioni, assistenza, sostegno ed educazione sanitaria e psicologica per la mamma ed il bambino nel periodo durante la gravidanza e dopo la nascita, con particolare attenzione alle condizioni sociali, ambientali ed economiche. Ma che, più in generale, si occupano anche di problemi inerenti la sessualità, la maternità e paternità, la procreazione e, soprattutto, del corretto sviluppo psichico-fisico dei bambini. Per comprenderne l'importanza e la funzione al servizio della vita, basti pensare al delicato compito di sostenere le donne incinte in difficoltà e i loro compagni cui va data accoglienza, amore, aiuto a 360 gradi per scongiurare l'aborto favorendone la dignità e le potenzialità personali, di coppia e familiari. Un compito enorme e meraviglioso, specialmente in tempi di precarietà esistenziale, prima ancora che materiale, come quelli attuali, nei quali le statistiche ci dicono che nel giro di 3 generazioni gli italiani si "estingueranno" a causa della denatalità.

6 6 AEROPORTO DI CIAMPINO n dal 12 al 25 febbraio 2015 Intervista al patron della Ryanair che presenta 7 nuove rotte aeree. Ma intanto il Comitato contro i voli al Pastine non molla O Leary punta forte sullo scalo di Ciampino Sarebbe bello aumentare i voli su Ciampino, ma ora possiamo focalizzarci solo su Fiumicino Marco Montini L aeroporto di Ciampino è sempre più feudo della Ryanair. Recentemente i vertici della compagnia aerea irlandese hanno presentato la nuova programmazione estiva 2015 e festeggiato i trent anni di attività: dal Pastine, dunque, ecco sette nuove rotte per Atene, Colonia, Copenaghen, Crotone, Fez, Lisbona e Pafos e 5 nuove rotte da Fiumicino per Brindisi, Bari, Comiso, Marsiglia e Siviglia, che permetteranno di trasportare oltre sette milioni di clienti all'anno da/per la Capitale e sosterranno settemila posti di lavoro, va dicendo orgogliosa la celebre lowcost. Concetto ribadito ai nostri microfoni anche dal vulcanico amministratore delegato della Ryanair, Michael O Leary, che non ha mancato di dire la sua sulla condizione fisica dell aeroporto di Ciampino, da anni sovraccaricato da un traffico aereo che, anziché diminuire come logica e comitati cittadini vorrebbero, lo colloca tra i primi dieci scali nazionali con oltre cinque milioni di passeggeri nel solo Dottor O Leary, sarete senz altro a conoscenza delle proteste cittadine contro l inquinamento acustico e ambientale, causato dall eccessivo numero di voli sull aeroporto di Ciampino. Mi piacerebbe conoscere la sua opinione sulla questione. Noi non operiamo nelle fasce orarie di disturbo, dalle 6.30 di mattina alle 11 di notte. Sarebbe bello avere più opportunità MICHAEL O LEARY Amministratore delegato di Ryanair per mettere più voli su Ciampino ma purtroppo potremmo focalizzarci solo sull aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino, proprio per il limite degli slot. Il problema principale del rumore al Pastine è dovuto soprattutto ai voli notturni, quelli militari, visto e considerato che i nostri aeromobili sono molto silenziosi e negli standard dell inquinamento acustico. Dica la verità, amministratore delegato: comprerebbe mai una casa nel Comune di Ciampino? Sicuramente sì, non Solo sul Pastine la Ryanair ha ben 46 rotte, 300 voli andata e ritorno a settimana, 4,7 milioni di clienti l anno avrei alcun tipo di difficoltà a vivere nella cittadina dei Castelli Romani, piuttosto che stare nella piovosa Irlanda. E non avrebbe potuto rispondere altrimenti il provocatorio O Leary, visto che al Pastine la Ryanair coltiva già 46 rotte, trecento voli andata e ritorno a settimana, 4.7 milioni di clienti all'anno e oltre posti di lavoro 'in loco'. Numeri importanti che, tuttavia, non possono e non devono distogliere l attenzione mediatica sull esigenza prioritaria di contenimento dell inquinamento acustico dell aeroporto e del suo auspicato ritorno sotto le sessanta movimentazioni quotidiane: limite ampiamente superato da un traffico che conta circa 180 tra decolli e atterraggi. Lo sanno bene comunità e amministrazioni comunali di Marino e Ciampino, che hanno deciso di mettere in campo un tavolo permanente per riportare nella legalità le attività dell aeroporto: L aver accolto la nostra proposta di incontri mensili e l impegno ad affrontare con serietà il problema dell aeroporto di Ciampino - ha spiegato il Comitato CRIAAC - costituisce la necessaria premessa per un percorso comune. Percorso che, dopo il positivo coinvolgimento dell Europa nel 2014 a seguito di un nostro esposto, continueremo a livello europeo con altre iniziative, a partire già da questi mesi, ha promesso il portavoce del comitato, Roberto Barcaroli. AdR, Enac e Governo sono avvertite.

7 il Caffè n dal 12 al 25 febbraio pag. 7

8 8 ALLARME ACQUE n dal 12 al 25 febbraio 2015 Reportage del Caffè coi cittadini presso la discarica di Colle Rosso, sulla Cisternense: acque pestilenziali e monitoraggio in tilt Velletri, fuori controllo la discarica sulle falde Lì sotto le riserve idriche che irrigano i campi e servono anche Aprilia, Anzio e Nettuno Daniele Castri PERCHÉ L ACQUA NON È PIÙ CHIARA? Dall antica sorgente perenne di Gavignano esce acqua scura e maleodorante Acquitrini scuri e maleodoranti, un'antica sorgente perenne di profondità (quella detta di Gavignano ) che dà non più acqua cristallina ma un liquido di colore scuro e con puzza pestilenziale. La rete di captazione del gas sprigionato dai rifiuti putrescenti, danneggiata e che appare fuori uso. La centralina di controllo della qualità dell aria distrutta. Stracolmi di liquidi dall odore nauseabondo i pozzi-spia, che dovrebbero servire a verificare cosa succede là sotto e che la falda acquifera su cui hanno scaricato montagne d'immondizia per anni non sia contaminata. E ancora: rifiuti edili sparsi ovunque e rete di recinzione bucata, con persone ed animali liberi di entrare ed uscire a proprio piacimento. Questo c'è sopra le falde di Carano. Come sia messa la pancia del terreno lì sotto, non si sa. È lo spettacolo che ci siamo trovati davanti nell'ex discarica comunale di Lazzaria-Colle Rosso, a Velletri, a due passi dal carcere e dalla via Cisternense. Un reportage che il Caffè ha realizzato al seguito di una nutrita delegazione di cittadini, preoccupati per la riserva idrica su cui insiste il vecchio cimitero dei rifiuti. Le possibili ricadute riguardano un'area ampia, visto che quelle falde là sotto danno da bere non solo a campi e a porzioni di popolazione tra Velletri e Cisterna, ma servono anche gli acquedotti pubblici di Aprilia, Anzio e Nettuno. Proprio qui accanto, molto presto dovrebbe sorgere il mega impianto per bio gas da rifiuti della municipalizzata Volsca Ambiente e Servizi spa, di proprietà dei Comuni di Albano, Velletri e Lariano. Chiusa nel 1999, la discarica comunale di Colle Rosso è divenuta oggetto di una recente querela-denuncia penale, inviata dal locale comitato No Biogas - No Discarica alle Procure della Repubblica di Roma e Velletri e alla Procura Antimafia, per lo stato di totale abbandono e pericolo per residenti e coltivazioni in cui si trova. «Qui manca tutta una serie di presidi di sicurezza che, secondo la legge n. 36/2003, dovrebbero funzionare minimo 30 anni e mai davvero attivati in questo sito!», sostiene il Presidente del Comitato Gianluca De Felice, allibito di fronte allo spettacolo riscontrato con gli altri cittadini. «Secondo Regione e Comune è tutto in regola. Ma i rischi ci sono e non interviene nessuno. Tranne i vigili urbani, per prendere le nostre generalità. Ma vi pare normale?». Gli agenti della Polizia Locale hanno anche scattato foto al sito. Si attende il loro verbale. Cosa ci sarà scritto? ECO-BOMBA: CHI CONTROLLA? Dall alto in senso orario: uno tra i vari pozzi spia colmi di melma pestilenziale; captazione del gas prodotto dai rifuti putridi si disperde nell aria CENTRALINA DI MONITORAGGIO ROTTA Centralina di controllo divelta e ormai inservibile ISPEZIONE DEI CITTADINI Con il Caffè hanno verificato le condizioni in cui versa la vecchia discarica di Colle Rosso sulle falde idriche. A destra in basso l intervento dei Vigili COSA C È LÌ SOTTO? Altro pozzo spia colmo di liquido puzzolente e scuro

9 il Caffè n dal 12 al 25 febbraio pag. 9

10 il Caffè n dal 12 al 25 febbraio pag. 10

11 SANITÀ n dal 12 al 25 febbraio Altri 30 lavoratori a rischio: chiedono dove siano finiti quei euro per le pulizie negli ospedali di Anzio e Albano Asl RmH: esuberi, strani appalti e scioperi Soldi pagati per lavori non fatti? Intanto si licenzia chi ha lavorato. Come mai? Daniele Castri «Altri 30 dipendenti del settore pulizia e sanificazione degli ospedali Asl Rm-H di Velletri, Ariccia, Anzio-Nettuno, Albano, Genzano, Frascati e Marino, sono entrati in mobilità e tra poche settimane rischiano il licenziamento», sostiene Francesca Gentili, responsabile d area del settore sanità della CGIL Filcams. E con questi si arriva a 40. «Qualcuno li chiama esuberi, ma se la vicenda non troverà una soluzione positiva avverte la sindacalista - partirà presto una raffica di scioperi». Secondo i lavoratori, a rischio, oltre al loro posto di lavoro, sarebbe la qualità del servizio sanitario di tutte queste strutture pubbliche. LA PAURA FA 40! La vicenda dei 30 nuovi esuberi si aggiunge a quella delle dieci ormai ex lavoratrici che fino a settembre scorso si occupavano della pulizia delle cucine degli ospedali San Giuseppe di Albano e Riuniti di Anzio-Nettuno. Coinvolte, loro malgrado, nel termine appalto disposto dalla dirigenza Asl Rm-H a decorrere dal 1 ottobre scorso. In particolare, il provvedimento riguarda 4 dipendenti di Albano della Snam, e 6 della Team Service che si occupavano invece di pulire e igienizzare la cucina dell ospedale di Anzio. IL DIRETTORE GENERALE NON RISPONDE Se non si risolve la situazione, partirà presto una raffica di scioperi PAGATA 2 VOLTE LA PULIZIA CUCINE Dietro i dieci licenziamenti che le ex dipendenti definiscono ingiusti, ci sarebbe, il condizionale è d obbligo, una gestione quanto meno curiosa degli appalti relativi alla pulizia delle cucine dei 2 ospedali di competenza Asl Rm-H, e non la mancanza di fondi pubblici o scarsa professionalità delle aziende o delle lavoratrici. Secondo le donne licenziate, lo stesso servizio di pulizia da loro reso nei due ospedali, sarebbe stato affidato contestualmente, da marzo 2012 a settembre 2014 inclusi, anche ad una terza società, la Vivenda. Che però non avrebbe mai realmente eseguito le attività di pulizia. Ma avrebbe comunque ricevuto i soldi pubblici. La cosa è stata confermata al Caffè anche da fonti della stessa Asl. APPALTO DOPPIONE In parole povere, secondo le dieci ormai ex lavoratrici della Snam e della Team Service, per quasi 2 anni e mezzo le pulizie delle cucine dei 2 ospedali sarebbero state eseguite esclusivamente da loro. Mentre la Vivenda si sarebbe occupata esclusivamente del confezionamento e assemblaggio dei pasti per gli ospedali di Albano e Anzio, servizio oggetto di un altro appalto. È così, sempre secondo le lavoratrici, che la Asl Rm-H avrebbe pagato due volte lo stesso lavoro (pulizia cucine) con una spesa extra a carico dei contribuenti pari - secondo fonti confidenziali che il Caffè ha avuto modo di sentire - a non meno di 900mila euro. Il triplo di quanto trapelato a dicembre e rivelato dal Caffè.«La Asl Rm-H secondo la Gentili della GCIL ci ha detto che vuole farsi ridare indietro le somme pagate ingiustamente, ma intanto i lavoratori e le lavoratrici restano a spasso». MA LA ASL RM-H CHE FARÀ? Sta di fatto che la dirigenza ASL RM-H avrebbe deciso di affidare formalmente alla Vivenda le attività di pulizia delle cucine. Ma a pagare il prezzo di questa operazione di gestione decisamente singolare degli appalti pubblici sono, per il momento, le ormai ex LA PROTESTA DELLE LICENZIATE A dicembre, sotto la sede della Asl Rm-H ad Albano dieci dipendenti delle due aziende, che restano senza lavoro. Su Come mai da un lato si paga - secondo quanto affermano sindacato e lavoratori - e siconfemra una ditta che non avrebbe lavorato, mentre dall altro si licenziano le addette delle ditte che hanno lavorato? Leggi pag. 42 del Caffè dei Castelli n. 303 su SI TROVERÀ UNA SOLUZIONE? Le trattative per il riassorbimento dei 40 ex lavoratori del comparto pulizia e sanificazione della Asl Rm-H sono ancora in corso. Si susseguono, in queste settimane, gli incontri tra i sindacati, i dirigenti della Regione Lazio e della Asl Rm-H. Ma, per il momento, non vi è una soluzione positiva della vicenda. Restano le domande su certi appalti. Sulle vicende dei licenziamenti dei lavoratori occupati presso le strutture della Asl RmH, sull'appalto per le pulizie pagati due volte e sui problemi descritti in questa pagina, il Caffè ha chiesto lumi al Direttore Generale della Asl Rm- H, Fabrizio D Alba. Da fine novembre, quando abbiamo scritto il primo articolo che racconta la vicenda dell'appalto Vivenda (il Caffè dei Castelli e il Caffè di Anzio e Nettuno n. 303), il giornale gli ha sottoposto alcune domande. Attendiamo risposta. FABRIZIO D ALBA Direttore generale della Asl Rm-H

12 12 VILLE STORICHE n dal 12 al 25 febbraio 2015 Frascati è il Comune con più ville storiche, testimonianza delle famiglie nobiliari e dei grandi Papi che le hanno costruite La storia dei Castelli nelle antiche ville Marco Montini I Castelli Romani detengono un patrimonio storico-monumentale che non ha nulla da invidiare alla vicina Capitale. Di questa immensa ricchezza culturale ne fanno parte pure le meravigliose ville secolari, nascoste nel verde. Villa Adda nel degrado Villa Adda nel degrado e nell incuria. Ciò che rimane della bellissima villa Venosa-Boncompagni, edificata nel 1857 dalla famiglia Boncompagni, è un pezzo di storia secolare di Albano, uno spazio lussureggiante con i suoi cedri e pini centenari, un parco comunale che non sta vivendo un periodo splendido. L area - dedicata oggi all ex sindaco Armando Carliseppe - da tempo giace nella trascuratezza. Lungo il percorso verde sono rintracciabili erba incolta, sterpaglie, bottiglie, sedie abbandonate e muri perimetrali imbrattati. Inoltre in questi giorni una ampia fetta del giardino della villa comunale è stata interdetta al passaggio pedonale per il pericolo caduta rami. Insomma, una realtà strutturale sbiadita. Quei portali abbandonati A pochi chilometri l uno dall altro giacciono malconci due portali storici, in attesa del completo restauro. Chi se la passa peggio è il portale della Marcandreola nel Comune di Ciampino, seicentesco ingresso del Casale dei Francesi. La storica struttura, sotto le grinfie del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, avrebbe dovuto rivivere grazie agli interventi di valorizzazione, iniziati - almeno sulla carta - nel Sarebbero dovuti passare appena 120 giorni per ammirare il portale restaurato, ma attualmente il secolare ingresso risulta abbandonato: qualche puntellatura, qualche ponteggio qua e là, danno l idea che un cantiere ci sia ma a che punto sia il restauro non è dato sapere. Simil sorte in via Spinabella a Marino, dove si erige il portale Barberini, struttura manierista in peperino, situata all'incrocio con l'appia Nuova. Da ormai 4 anni in restauro, è coperto da un telone scuro, paradossalmente divenuto gigantesco spazio espositivo su cui affiggere pubblicità commerciali Tour nelle Ville Tuscolane Frascati è chiamata la città delle ville per la presenza delle famose ville tuscolane, realizzate dalla nobiltà papale fin dal Le ville tuscolane nacquero come tenute di campagna, coperte da terreni coltivati e boschi, per poi trasformarsi in veri e propri edifici signorili. Il modello architettonico richiama quello della villa romana d'epoca imperiale come momento di aggregazione. Allo stato attuale le ville tuscolane sono in buone condizioni strutturali, sebbene numerose siano state vittime dei bombardamenti durante il secondo conflitto mondiale. Dal punto di vista logistico le ville ricadono nel territorio di Frascati e una parte nei territori di Monte Porzio Catone e Grottaferrata. Ecco un piccolo vademecum di quelle ricadenti sul territorio frascatano. Villa Tuscolana - detta anche Rufinella è la più alta villa sulla collina sopra Frascati. Venne costruita dal Monsignor Alessandro Rufini, vescovo di Melfi, nel Nel 1773 la villa divenne proprietà della Camera apostolica. Attualmente la Villa è un Grand Hotel e centro congressi. Villa Lancellotti costruita nel 1582 dal Cardinale Bonanni, fu ristrutturata nel 1730 dal Principe Piccolomini che le diede il nome della propria famiglia chiamandola Villa Piccolomini. Nel 1866 la villa venne acquistata e ristrutturata dal Principe Filippo Massimo Lancellotti. All'interno ci sono stanze decorate con scene allegoriche della vita di campagna, all esterno una parte del giardino è diventato il parco dell'ombrellino. Villa Sora - La villa originaria è stata di proprietà della famiglia Moroni, poi ai Boncompagni fino al 1896, quando viene ceduta dal duca Rodolfo a Tommaso Saulini che pochi anni dopo la rivende ai Salesiani. Attualmente è insediamento un istituto scolastico. Villa Aldobrandini Nasce su un'altura che domina sovrana la cittadina, essendo stata la casa di famiglie nobiliari e del Papato. Fu costruita su ordine del Cardinale Pietro Aldobrandini su di un edificio preesistente del Di notevole pregio il Teatro delle Acque di Carlo Maderno e Orazio Olivieri. All'interno della villa ci sono affreschi di artisti barocchi e manieristi come i fratelli Zuccari, ed il Domenichino. Villa Torlonia - Posta alle pendici del Tuscolo, la villa era sorta come piccolo podere in cui il letterato Annibal Caro si costruì la sua abitazione chiamata caravilla. Nel bombardamento del 43 lo scheletro della villa subì seri danneggiamenti tanto che fu completamente demolita e venne ricostruito un edificio residenziale. Villa Falconieri - Costruita da mons. Rufini. È la più antica tra le ville tuscolane. Nel 1628 Orazio Falconieri acquistò la villa e commissionò il restauro a Francesco Borromini. La costruzione, poi, fu danneggiata dai bombardamenti del 43, ma un lavoro di restauro imponente l'ha riportata agli antichi splendori. Villa Falconieri dal 2000 è sede dell'istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'istruzione (Invalsi), ora Servizio nazionale di valutazione del sistema educativo di istruzione.

13 n dal 12 al 25 febbraio Il successo del Venduto in tutto il mondo, è stato progettato e viene prodotto dalla Darmec Technologies Srl di Borgo Montello (Latina) che facilita e velocizza il carico, lo scarico e il trasporto dei contenitori di frutta e ortaggi LA NUOVA ERA DELLA RACCOLTA Il Transporter è l innovativo semovente della Darmec Technologies srl che ha rivoluzionato il metodo di carico, scarico e trasporto dei contenitori per la raccolta di frutta e ortaggi (bins di plastica e/o cassoni di legno). Un mezzo adatto alla maggior parte degli impianti ortofrutticoli, che lavora in massima sicurezza e permette di ridurre anche del 50% i costi di raccolta, aumentare la produttività ed eliminare tutti gli inconvenienti dei metodi tradizionali di movimentazione dei bins. Grazie ad un innovativo sistema meccanico, che sfrutta un piano di appoggio ribaltabile, il mezzo permette ad un solo operatore di caricare i bins, anche durante la marcia del veicolo, di trasportarli nella zona di scarico e di depositare l intero carico con estrema praticità e in massima sicurezza. COSTI DIMEZZATI: riduzione anche del 50% dei costi di raccolta imputabili alla manodopera. Un solo semovente ed un solo operatore sono in grado di svolgere il lavoro che nei metodi di raccolta tradizionali viene affidato a più trattori (e ai rispettivi autisti). Riduzione anche delle spese accessorie, con notevole risparmio in termini di usura dei mezzi e consumo di carburante. MAGGIORE PRODUTTIVITÀ: l utilizzo del Transporter migliora notevolmente la produttività e l efficienza della forza lavoro. Un modello di Transporter può raccogliere comodamente 3 bins (mod. 320S e 325S ), 4 bins (mod. 428 e is4 ), 5 bins (mod. 540, 550 e is5 ) o 6 bins (mod. 650 ) per volta assicurando una Movimentazione cassoni che si aggira intorno ai 1000 quintali per giornata di lavoro Permette la riduzione dei costi di raccolta del 50%, aumenta la produttività ed il livello di sicurezza dei lavoratori MASSIMA SICUREZZA: il vantaggio di utilizzare un solo mezzo (invece di più trattori) che lavora lontano dal personale di raccolta contribuisce ad aumentare il livello di sicurezza e benessere del personale durante le fasi di lavoro, sia in termini di minore inquinamento (da rumori e fumi di scarico), grazie anche all utilizzo di motori di ultima generazione a bassa emissione atmosferica. Il Transporter è una macchina estremamente VERSATILE che può adattarsi alla stragrande maggioranza degli impianti ortofrutticoli (a filari, a spalliera, a pergoletta e a campo aperto), grazie alla ridotta altezza da terra e a dimensioni che consentono di lavorare con praticità e minimo ingombro. ÈSTABILE anche a pieno carico e in pendio, grazie alla trasmissione idrostatica e alla distribuzione orizzontale del carico sul pianale che agevola e velocizza il trasporto sui lunghi tratti. È MANEGGEVOLE, grazie alle 4 ruote motrici e sterzanti, corredate di pneumatici con tecnologia radiale, che consentono al mezzo di galleggiare sui terreni soffici, viscidi e disconnessi tipici del periodo autunnale di raccolta. È FACILE DA GUIDARE e pilotare da una sola persona. Per rendere ancora più agevole la movimentazione del mezzo, il Transporter è dotato di posto di guida reversibile, che in pochi secondi permette al conducente, senza scendere dal veicolo, di invertire di 180 i comandi e procedere frontalmente nel senso di marcia da cui proviene. Inoltre, i modelli S sono equipaggiati nella parte anteriore di una pratica video camera che rende più comode la retromarcia e le manovre di carico. Darmec Technologies S.r.l. Via Campovivo 454 int. 2 Borgo Montello Latina Tel 0773/ Finanziamenti 65% a fondo perduto L'Inail mette a disposizione euro per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. I finanziamenti vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell investimento, per un massimo di euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. Nella sezione Incentivi per la sicurezza > Bando Isi 2014 sono disponibili gli avvisi pubblici regionali per la documentazione di dettaglio e i fac-simili della modulistica. I soggetti interessati potranno insierire le domande di partecipazione dal 3 marzo 2015 e fino alle ore del 7 maggio 2015, nella sezione Servizi online. Per accedere all'applicativo è necessario essere registrati al portale Inail. INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

14 NOTIZIE DALLA REGIONE n dal 12 al 25 febbraio 2015 LA CASTA La Finanza arresta altre 28 persone nel giro camorristico legato all ex dirigente regionale Federica Gagliardi Droga: chiusa inchiesta sulla Dama Bianca in carcere e uno ai domiciliari nel giro di droga che vede tra i protagoni- 27arresti sti Federica Gagliardi, ex capo della segerteria del Segretario generale della Regione Lazio, assunta durante l'amministrazione di Renata Polverini. Si è conclusa così, con una intensa operazione dei militari della Guardia di Finanza di Napoli e dei poliziotti della questura di Frosinone, l'inchiesta sulla cosiddetta Dama Bianca, la Gagliardi appunto, beccata con 24 kg di coca nel marzo 2013 all'aeroporto di Fiumicino. Nella retata sono stati sequestrati La Polverini la mise a capo dello staff del segretario generale, uomo dell Ugl, il sindacato della Polverini FEDERICA GAGLIARDI, DA MODELLA AD ALTO DIRIGENTE PUBBLICO A sin. i 24 kg di coca che le trovò la GdF. Nel riquadro, con Berlusconi al G8 di Toronto dove si guadagnò il nome di Dama Bianca beni mobili e immobili, quote societarie e disponibilità finanziarie per circa 4 milioni. La Gagliardi, ex modella napoletana, già impiegata tra il 2006 e 2007 al Comune di Roma, deve il soprannome all'episodio che la fece salire agli onori delle cronache quando apparve accanto all'allora premier Silvio Berlusconi nella delegazione italiana al G di Toronto in Canada, tutta vestita di bianco. Lo stesso colore della polverina che le è costato l'arresto nel marzo dell'anno scorso e l accusa di aver prestato servizio come corriere ai narcotrafficanti camorristi. La vicenda ha avuto un seguito che ha portato a 28 arresti in tutta Italia eseguiti il 28 gennaio scorso. L'ex dirigente della Regione Lazio finì in manette nell'àmbito di un'operazione della squadra mobile della questura di Frosinone e della Guardia di Finanza, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Gli investigatori ritengono la Gagliardi attiva collaboratrice di un organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di droga che aveva la base operativa in provincia di Napoli e ramificazioni sia in Italia sia all estero. In Regione Lazio, capo della signora Gagliardi, era il napoletano Salvatore Ronghi, ex dirigente dell'ugl, il sindacato guidato dalla Polverini prima di diventare presidente del Lazio. In quest ultima veste, la Polverini assunse il fidatissimo Ronghi nel delicato ed importante ruolo di Segretario Generale dell'ente, con un contratto da 189 mila euro lordi l'anno. Dopo di lui, l'ex presidente della Regione propose ed assunse, dal 1 ottobre 2011 fino alla sua caduta, pure la compagna del Ronghi, Gabriella Peluso, anch'essa partenopea e dipendente Ugl. Per lei un contratto da 22mila euro l'anno, 10 mila in più del suo predecessore, come dirigente della Struttura Verifica dell'attuazione delle Politiche regionali e del programma di governo. ASSUNZIONI D ORO Cercano 7 funzionari a scadenza con stipendi fino a 88mila euro l anno Altri consulenti esterni strapagati NICOLA ZINGARETTI Presidente della Regione Lazio, con la sua Giunta a caccia di dirigenti esterni Ancora contraddizioni in Regione Lazio sul fronte dei costi per il personale. Se, infatti, il contenimento delle spese di rappresentanza procede a gonfie vele, lo stesso non può dirsi per le consulenze esterne: addirittura sette nel giro di un paio di giorni, tra il 19 e il 21 gennaio. Sei bandi di concorso per la ricerca di professionalità esterne all amministrazione regionale sono stati pubblicati sul Bur (Bollettino ufficiale, ndr) numero 6 del 20 gennaio 2015, e uno, pubblicato sul Bollettino ufficiale numero 7 del 22 gennaio. Con quest ultimo atto di organizzazione - il numero G l esecutivo avvia la ricerca per l affidamento dell incarico di dirigente dell Ufficio Operativo Controlli dell Area Pianificazione Strategica, Verifica e Controlli Attività Sanitaria della Direzione regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria. Il contratto previsto è un triennale, mentre il trattamento economico omnicomprensivo annuo lordo comprende uno stipendio tabellare di ,80 euro e una retribuzione di posizione di 3mila. 230mila euro in tre anni, dunque. A questo vanno sommate le altre sei retribuzioni delle altrettante consulenze esterne, di cui sopra: 5 di queste consulenze prevedono contratti triennali con stipendio complessivo annuo oscillante tra i 78mila e gli 88mila euro; del sesto incarico, quello relativo al ruolo di dirigente dell Area Livelli Massimi di Finanziamento delle Attività Sanitarie e Mobilità Sanitaria della Direzione regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria, non è dato sapere, non essendo allegato l avviso informativo. Facendo due rapidi calcoli, queste 7 nuove dirigenze esterne costeranno ai cittadini quasi due milioni di euro in tre anni. Ottima programmazione economica, invece, sulle spese di rappresentanza della Regione Lazio. Il presidente Zingaretti nei giorni scorsi ha emanato una specifica direttiva che fornisce indicazioni ad hoc, per garantire il contenimento delle uscite: «Quello che vogliamo - spiega il governatore del Lazio - è ridurre la spesa e soprattutto proseguire il percorso virtuoso basato sulla trasparenza che stiamo portando avanti, spiegando in questo modo ai cittadini come e chi spende i soldi pubblici». Da adesso in poi tutte le uscite economiche di settore dovranno essere rigorosamente giustificate sottolineando, caso per caso, l'interesse istituzionale, il rapporto tra l'attività della Regione Lazio e la spesa, la qualificazione del soggetto destinatario e l'occasione della spesa stessa, motivando adeguatamente i provvedimenti presi. Marco Montini LAVORO Sul territorio pontino Nuova legge su artigianato per 60mila imprese «Procedure semplificate, un fondo ad hoc per lo sviluppo e la valorizzazione del settore, attenzione per talenti e mestieri nonché per le nuove tecnologie. Sono questi i punti forti del nuovo testo unico sull artigianato del Lazio approvato dal Consiglio regionale, una legge finalizzata a sostenere e rilanciare il patrimonio professionale ed economico che tale settore rappresenta anche per la provincia di Latina». Il consigliere regionale Enrico Forte commenta così il via libera da parte dell aula della Pisana alla legge sull artigianato che introduce una serie di importanti novità. Gli ultimi studi realizzati da Infocamere e aggiornati al terzo trimestre 2014 rilanciano l immagine di un settore in grande difficoltà. Se alla fine del 2013 le imprese iscritte all albo sul territorio erano , nel corso del 2014 tale cifra si è ridotta: nel primo trimestre dell anno erano , nel secondo e nel terzo Il nuovo testo unico quindi inserisce una serie di strumenti per rilanciare l artigianato. Nasce la figura del maestro artigiano e con questa le botteghe scuola per la trasmissione degli antichi mestieri; particolare attenzione è stata dedicata all innovazione, alle nuove tecnologie. Sul fronte del sostegno concreto la legge prevede l istituzione del Fondo per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione dell artigianato laziale. LOTTA AL CANCRO Casi limite registrati a Sezze, Frascati e Pomezia malati l anno per l amianto nel Lazio Nel Lazio i dati relativi ai malati per colpa dell'amianto sono davvero allarmanti malati l'anno è una cifra da ricordare, soprattutto in occasione della giornata mondiale della lotta al cancro, tenutasi 4 febbraio Più di mille persone affette da mesotelioma causato dalla fibra di amianto che invade anche la regione Lazio, dove c'è ancora un milione di tonnellate d'amianto da smaltire. Questi dati del Registro Regionale dei Mesoteliomi Maligni del Lazio, istituito presso il Dipartimento di Epidemiologia del Sistema Sanitario Regionale del Lazio sono stati presentati durante il convegno Per una Regione libera dall amianto svoltosi presso la sede della Pisana. La ricerca ha registrato un tasso di incidenza particolarmente elevato nei Comuni di Sezze (TI 5,6), Frascati (TI 4,2), Pomezia (TI 5,2), Campagnano di Roma (TI 6,6), Rignano Flaminio (TI 5,9), Capena, Colleferro (TI 5,5), Gaeta (TI 5,1), Civitavecchia (TI 4,7): tutti territori dove la presenza di aree industriali ricche di eternit è ancora elevata. Durante l'incontro è stata anche presentata una proposta di legge, specifica per affrontare in maniera concreta i problemi legati all esposizione all amianto, che presto sbarcherà in consiglio regionale. Laura Alteri

15 n dal 12 al 25 febbraio 2015 NOTIZIE DALLA REGIONE FONDI SOSPETTI Denuncia dell on. Santori in Procura Protezione Civile, un dossier che fa tremare Da Latina, Anzio, Nettuno, Aprilia, Pomezia e Roma PASQUA A MEDJUGORJE Quasi 7 milioni di euro di contributi assegnati alla chetichella, tra sperperi e strani rimborsi, in assenza di controlli. E ancora: associazioni in stile "clan" familiare foraggiate e favorite a discapito di altre escluse ingiustificatamente dai finanziamenti, privilegi, irregolarità contabili e poca trasparenza, violazioni delle norme sul volo e sugli appalti, addirittura reati penali in capo all'attuale Presidente della Giunta Regionale. È il succo del pesante j'accuse lanciato dal Consigliere Regionale Fabrizio Santori riguardo la Protezione Civile del Lazio. «Sembrerebbe probabile - afferma Santori - l'esistenza di una vera e propria cabina di regia occulta che coordinava con il Direttore dell Area Volontariato - Enti Locali Sala operativa la spartizione dei finanziamenti alle Associazioni di Protezione Civile o la fornitura dei mezzi». FABRIZIO SANTORI Consigliere regionale del Lazio Cabina di regia occulta per spartire soldi e mezzi DENUNCIA GRAVISSIMA Un dossier gravissimo, fitto di segnalazioni e circostanze, comunque tutte da verificare. Non un semplice esposto, ma una denuncia in sede penale e davanti alla magistratura contabile che l'esponente de La Destra ha preparato per la Procura della Repubblica di Roma e per la Procura della Corte dei Conti. Alla Giustizia penale Santori chiede di "procedere nei confronti del Presidente della Regione Lazio, on. Nicola Zingaretti e di tutti coloro che risulteranno eventualmente colpevoli di tutti i reati che riterrà sussistere nella concreta fattispecie, per il reato ex art. 328 codice penale (rifiuto o omissione d'atti d'ufficio, ndr)" e "la punizione degli eventuali responsabili". E a riparazione del presunto magna-magna chiede al Procuratore della Corte dei Conti di "accertare le modalità con cui sono stati trasferiti i contributi di cui sopra, come vengono gestiti i controlli sulle rendicontazioni, come vengono utilizzati gli automezzi e le apparecchiature e richiedere i motivi per cui non sia mai stato svolto un censimento dei mezzi" e quindi che "in caso di accertamento della responsabilità per colpa grave e/o dolo, il Presidente della Regione Lazio pro-tempore, i Dirigenti responsabili e il Direttore dell Agenzia della Protezione Civile, dovremmo rifondere il danno cagionato al Bilancio dell'ente pubblico". 6,8 MILIONI IN 3 ANNI SENZA CONTROLLI Complessivamente, vengono contestate somme per 6 milioni 773mila euro e rotti nel triennio (dunque anche sotto l'amministrazione Polverini), per forniture di mezzi, attrezzature e potenziamenti. Risorse assegnate non solo senza bando, ma "senza alcun criterio oggettivo e in assenza di qualunque criterio di trasparenza e senza alcun obbligo di rendicontazione puntuale in capo alle associazioni". D'altro canto, "Molte associazioni di Protezione Civile, pur ricomprese nelle determinazioni di affidamento dei fondi, a distanza di anni non hanno mai ricevuto le somme impegnate. Alle stesse non è mai stata fornita alcuna spiegazione né tantomeno a distanza di anni, è mai stato versato quanto previsto - affonda Santori - e lamentano un sistema che ostacolerebbe l iscrizione delle stesse nell elenco regionale per il regolare accreditamento". Inoltre, non convincerebbe l'ultima concessione di contributi per 448mila euro dello scorso dicembre a favore di varie associazioni, "senza alcun bando", come invece prevede la legge regionale n. 2 del Si tratta della Determinazione n. G18451 del 19/12/2014, la prima proposta direttamente dalla neonata Agenzia regionale di Protezione Civile, creata l'anno passato proprio per razionalizzare, ordinare e rendere trasparente il settore. In realtà, secondo il denunciante, un nuovo carrozzone dedito all'erogazione di finanziamenti a pioggia senza trasparenza. Pellegrinaggio a Medjugorje, dal 3 all 8 aprile (5 aprile Pasqua). Visite guidate a: Croce Blu, Collina dell Apparizione, Monte della Croce, Chiesa di San Giacomo e Cristo Risorto, con la partecipazione alle testimonianze delle Veggenti Vicka e Mirjana e di Suor Kornelia. L organizzatore, che si appoggia all aiuto logistico di un agenzia di viaggi specializzata, propone un viaggio in Pullman Gran Turismo e nave (partenza da Ancona). La quota di partecipazione è di 370,00 euro. I punti di partenza sono previsti a Latina, Anzio, Nettuno, Aprilia, Pomezia e VEICOLI PAGATI ALLA CIECA A questi presunti favoritismi e disparità di trattamento, si aggiungerebbe che «non esiste ad oggi alcun controllo esercitato dalla Regione Lazio in merito all'utilizzo in via esclusiva dei mezzi ed automezzi concessi alla Associazioni per i soli usi e fini delle stesse», che in alcuni casi li userebbero addirittura per aziende private. E sempre in tema di veicoli, «non esiste alcun controllo - denuncia il Consigliere - nemmeno formale in merito al chilometraggio» e quindi sui rendiconti per i carburanti. L'indagine che ha portato alla denuncia si rifà a varie segnalazioni di associazioni e persone del settore, stufe di essere trattate da cenerentole a vantaggio di altre realtà "concorrenti" e più gradite a chi comandava. E chi parlava - secondo la ricostruzione di Santori - veniva messo alle corde. Vi sarebbe stato infatti «un tentativo di ostacolare o escludere alcune Associazioni di Protezione Civile che maggiormente lamentavano l assenza di sostegno da parte della Regione Lazio e che denunciavano da tempo un sistema non trasparente per la ripartizione delle risorse». Visite guidate nei luoghi culto e testimonianze delle veggenti Vicka e Mirjana Roma. Altre date: dal 22 al 27 maggio. Per maggiori informazioni contattare il 339/ (Pierluigi). ALLA FACCIA DELLA SICUREZZA Il tutto, con presunti danni e conseguenze sull'operatività ed efficienza della macchina degli interventi. Ad esempio, diverse associazioni che si erano impegnate ad essere operative 24 ore su 24 in tutto il territorio del Lazio, non sarebbero in realtà mai state attivate né coinvolte dalla Sala operativa regionale. In qualche caso sarebbero state invece chiamate ad intervenire associazioni lontane dal luogo del nubifragio non dotate di idropompe, anziché chiamare quelle più vicine e dotate di pompe per tirare via l'acqua. Nel servizio AIB (anticendio boschi) «sulla base di una ricerca fatta da un ispettore Enac e da un avvocato, sarebbe emerso del materiale comprovante gravi violazioni delle regole dell'aria e dell'appalto». Un appalto AIB «sarebbe stato redatto su misura» per una certa società «e firmato dal Dott. Fegatelli nel 2009». Fegatelli, per la cronaca è l'ex dirigente arrestato a gennaio 2014 nell'àmbito della scandalo rifiuti "Cerronopoli". Brutte ombre su un settore che raccoglie moltissime persone piene di spirito di servizio e forte dedizione per la tutela della collettività e dell'ambiente. «La Protezione civile è piena di gente per bene, che sono i volontari. Il marcio, se c'è, sta nella complicità tra Regione e alcuni componenti minoritari dell'associazionismo», dice Santori.

16 16 CAFFÈ DEGLI ARTISTI n dal 12 al 25 febbraio 2015 Kutso dei Castelli e Amara di Aprilia tra le nuove proposte, Avarello direttore d orchestra Artisti di casa nostra a Sanremo L altra Pausini Voci di casa nostra sul palco del Festival di Sanremo, dal 10 al 14 febbraio su Rai Uno. Sul palco dell'ariston, per il 65 Festival della Canzone Italiana, nella categoria Nuove Proposte saliranno Erika Mineo, in arte Amara, che canterà Credo. Un sogno inseguito per sei edizioni senza mai raggiungere l'obiettivo e che si è avverato in questo 2015, a 30 anni suonati, grazie alla tenacia sua e del suo produttore, altro apriliano doc, Carlo Avarello. Erika, originaria di Prato ma ormai in pianta stabile ad Aprilia dove gioca nella squadra locale di pallavolo, per quattro volte ha vinto il concorso Area Sanremo (2008, 2009, 2010 e 2011), rimanendo comunque fuori dalle luci dell'ariston. Ora il Festival le ha finalmente aperto le porte. Come direttore d'orchestra avrà un altro big di casa nostra: Angelo Avarello, celebre negli anni ottanta per essere la voce dei Teppisti dei Sogni (il loro tormentone era Piccolo fiore dove vai, un milione e mezzo di copie vendute). Un'altra band che promette scintille nella stessa categoria di Amara arriva dai Castelli: sono i Kutso LA BAND RIVELAZIONE: I KUTSO Sotto: Amara con Carlo Conti (Matteo Gabbianelli di Marino al microfono, Donatello Giorgi di Frascati alla chitarra, Luca Amendola al basso, Simone Bravi alla batteria) che canteranno Elisa. Mistero su come il presentatore Carlo Conti annuncerà il nome della band: andrebbe Quarto festival per il pontino Casalino come autore Non c è tre senza quattro. E, se questo è l andazzo, così sarà all infinito. Il cantautore di Latina Roberto Casalino anche quest anno sarà al Festival di Sanremo in qualità di autore. Suo è il brano di Moreno, in gara tra i big, dal titolo Oggi ti parlo così, scritta ed arrangiata insieme a M. Donadoni M. Dagani M. Zangirolami A. Erba. Una conferma del talento di questo apprezzato autore musicale, che nel 2013 ha vinto il festival della canzone italiana come autore del brano di Marco Mengoni L essenziale. Nell edizione dello scorso anno aveva scritto addirittura tre brani in gara: per Giusy Ferreri ha composto "L'amore possiede il bene" e "Ti porto via con me", mentre per Francesco Renga "A un isolato da te". Nell edizione 2012 partecipò con il brano cantato da Nina Zilli Per sempre. Casalino ha scritto alcune delle canzoni più belle (e più scaricate) del panorama musicale italiano degli ultimi anni. Suoi sono i successi di Emma, Virginio, Francesca Michielin, Giusy Ferreri, Fedez, Dear Jack, Annalisa. Contemporaneamente alla sua carriera di autore, è anche un apprezzato cantautore. Nel 2014 ha pubblicato il suo secondo album E questo è quanto. Per seguire Roberto basta andare sul suo sito o sulla pagina facebook del suo fan club. pronunciato non con la "u" chiusa, ma all'inglese come fosse una "a". Una provocazione che finora, invece di chiudergli in faccia le porte, gliele ha aperte. I Kutso hanno esperienza da vendere sul palco di mezza Italia. Il loro è un genere particolarissimo, hard rock sinfonico con i cori tipo i Queen e i Darkness, voce stile Ivan Graziani del cantante e fondatore del gruppo, Matteo Gabbianelli, autore anche del nome della band, nato sui banchi di scuola a 16 anni, quando scriveva parolacce mascherandole, come culo, ma scritto "coolaw". Parallelo al Festival ci sarà la kermesse Sanremo Doc, sempre a Sanremo. Anche lì ci saranno nomi di casa nostra: i Kalanera (Gianluca Marino a voce e tastiere, Fabio Rossi alla chitarra, Sandro Guida al basso e Luca Borelli alla batteria, più tre new entry vocalist Giulia Buccolini, Paolo Cerrato ed Emanuele Ferri) canteranno Odio le bionde. I ragazzi, di Aprilia e Nettuno, hanno due cd all attivo ed un terzo in arrivo per la primavera ESIBIZIONE SU CANALE 5 Veronica Creo è di Latina Veronica Creo, l'artista pontina ormai conosciuta in tutta la penisola e oltre come sosia di Laura Pausini, dopo aver cantato al fianco della stessa Laura in occasione dell Anniversary Party (il raduno annuale del suo fanclub ufficiale), torna sul piccolo schermo. È stata, infatti, parte del cast di Avanti un altro su Canale 5 in qualità di sosia della Laura nazionale in una puntata, durante la quale ha cantato dal vivo. Il programma condotto prima da Paolo Bonolis ed ora da Gerry Scotti, va in onda ogni giorno su rete Mediaset alle Dopo la partecipazione al programma Veronica porterà la sua voce in Belgio per uno spettacolo dedicato interamente ai più grandi cantautori italiani, per poi tornare in Italia e riprendere i lavori per il tour estivo, che anche quest anno la vedrà protagonista di numerosi concerti insieme alla sua live band e non solo. Già confermate sono le tappe di Faenza, Bergamo, Salerno e Roma. Per essere sempre aggiornati sui suoi eventi date uno sguardo al sito nella sezione calendario. Maria Pia Mambro racconta Sabaudia La virtù più grande di un popolo sta proprio nella sua capacità di non disperdere la propria memoria storica, le radici in cui affonda il suo passato così utili alla comprensione del presente e alla costruzione del futuro prossimo. Il lavoro di Maria Pia Mambro, storica insegnante di scuola elementare nei borghi e nel centro di Sabaudia, si muove proprio in questa direzione: La mia vita - scrive Maria Pia Mambro - è iniziata in un angolo di paradiso terrestre: Sabaudia. Questo paese affascinante, che mi proiettava in un futuro senza limiti, con il tempo mi sorprese perché nascondeva un vuoto il suo passato un passato che non si conosceva. Mi voltavo indietro e mi chiedevo: Qual è il passato della mia città?. La solita risposta della gente: È giovane la nostra città, è nata da poco e non ha ancora le sue radici. Perché anche una terra così giovane, che appariva ai più come una terra senza passato, nata grazie alla bonificazione fascista, si è riscoperta terra assai più antica: Sentivo - prosegue - forte il cercare intorno a me un primo passato, qualora ci fosse stato. Iniziare a gettare le basi per un primo passato della città un passato prossimo. Come una viaggiatrice curiosa e al contempo discreta inizia il suo percorso di raccolta della memoria: Giovane insegnante invitavo a scuola i nonni che erano vissuti nella palude e li intervistavo, come nonno Polidori, che dalla cava di San Felice trasportava materiale per la costruzione delle case e strade. Personaggi quali la signora Fiorentini, moglie del geometra addetto alla costruzione della città, Padre Agostino Montironi, i primi negozianti, insegnanti e professionisti. Così sono nati tutti i suoi libri, fino ad arrivare alla presentazione del suo ultimo Ti racconto Sabaudia. Un reportage sulle prime radici e usanze, costumi e tradizioni di gente venuta qui da svariate parti d Italia, un lascito alle nuove generazioni: Sono felice perché lascio dentro di me a mia figlia, ai giovani sabaudiani, le radici che li aiuteranno a crescere. La copertina è del pittore Massimo Pompeo. Il 27 febbraio prossimo, alle ore 18, il libro sarà presentato presso la libreria Feltrinelli di Latina. Gianfranco Mingione L attore di Latina Caserio protagonista nel docufilm sulle elezioni del 2013 La prima volta di Emanuel Silvio Berlusconi sorridente in una teca di vetro, come un santo imbalsamato. Questo l incubo di Nicolò (Emanuel Caserio), un ventenne che si trova alla vigilia della sua prima volta al voto. Sa di avere una grande responsabilità e non vuole sbagliare. A raccontare la sua esperienza, la sua ossessione e tutte le sue emozioni è È la mia prima volta!, il docufilm di Claudio Serughetti, che vede come protagonista il giovane attore di Latina Emanuel Caserio. Un viaggio per provare a orientarsi tra tutte le difficoltà dei giovani che si confrontano per la loro prima volta di fronte all urna e nel quale Serughetti mescola, con ironia, fiction e realtà. Le scene di comizi e spot fanno, infatti, riferimento alla campagna elettorale per le politiche del 2013 e le interviste fatte da Nicolò sono a Don Gallo, Giorgia Meloni, Vittorio Sgarbi, Beppe Grillo e ad altri cittadini comuni. Nel cast ci sono anche Eleonora Mancini, Cinzia Mascoli e Gianni Pellegrino. EMANUEL CASERIO SARÀ IN SQUADRA ANTOMAFIA 7 A partire dalla prossima stagione. Interpreterà Santino, un giovane poliziotto Emanuel Caserio, attore diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia e vincitore del primo come miglior interprete al Roma Fiction Fest 2013, in questi mesi è protagonista assieme a Bianca Balti e altri due attori della campagna pubblicitaria mondiale Oviesse. Ora è protagonista nelle sale nel 2015 con "È la mia prima volta!" e nel prossimo film di Maria Sole Tognazzi dal titolo "Io&Lei" in uscita sempre nel 2015 al cinema. Dalla prossima stagione interpreterà Santino, il giovane poliziotto della squadra della Duomo in Squadra Antimafia 7.

17 il Caffè n dal 12 al 25 febbraio pag. 17

18 18 SALUTE n dal 12 al 25 febbraio 2015 La Scrambler Therapy è particolarmente indicata per il dolore neuropatico, anche se resistente a farmaci potenti come gli oppiacei TRATTAMENTO ALL AVANGUARDIA PER IL DOLORE CRONICO Il dolore cronico affligge in Italia circa il 25% della popolazione adulta ed è spesso sottostimato. Abbiamo intervistato il dott. Russo, responsabile dell Hospice San Marco a Latina. Perché occuparsi di dolore? Anche se tutti lo temiamo, il dolore è un sistema di allarme indispensabile per la nostra sopravvivenza: ci permette di evitare lesioni, scoprire una malattia, evitare movimenti pericolosi... Però se il sistema di allarme viene eccessivamente stimolato si danneggia ed entra in uno stato di ipersensibilità. Come una sentinella che si sente continuamente minacciata: finisce per sparare ogni volta che vede muoversi qualcosa. Il dolore può svincolarsi dagli stimoli che l - hanno prodotto e possiamo provare dolore anche per il semplice contatto con i vestiti, oppure subire fitte che non sono giustificate da alcuna lesione. Questo tipo di dolore non è più il sintomo di qualche malattia : Il fuoco di S. Antonio Alcuni casi di herpes zoster, comunemente detto "Fuoco di Sant'Antonio", una volta scomparsa l'eruzione cutanea, possono sfociare in nevralgia post erpetica. Invece di guarire ci si ritrova con un dolore lancinante, a crisi improvvise, con sensazioni di scossa elettrica ed alterazioni della sensibilità. Questa nevralgia può durare anche anni e rendere la vita impossibile. I farmaci utilizzati purtroppo riescono a risolvere solo una minoranza di casi e sono tutti piuttosto "pesanti": oppiacei, anticonvulsivanti, antidepressivi... Ora la scrambler therapy offre una nuova possibilità: la nevralgia post erpetica è una delle patologie che rispondono meglio a questa metodica. DOTT. DOMENICO RUSSO è esso stesso la malattia e bisogna curarla come tale. Il dolore cronico comporta alterazioni importanti nel carattere, nella capacità di lavorare e di interagire con gli altri. Molti malati finiscono per non essere più creduti nemmeno da medici e familiari e questo non fa che aggravare la loro situazione. Ci sono nuove armi per combattere il dolore? Abbiamo molti farmaci e molte tecniche per combatterlo anche se molta strada resta da fare. Una delle ultime frecce messe a disposizione La semplice applicazione di elettrodi sulla pelle è indolore, non invasiva e totalmente priva di effetti indesiderati Ernie del disco, protrusioni discali, failed back surgery syndrome Le ernie e le protrusioni dei dischi vertebrali sono patologie piuttosto frequenti, a livello cervicale e lombare. Causano spesso dolore di tipo neuropatico, non raramente irradiato agli arti. In qualche caso è indicata la chirurgia, ma sono frequenti le recidive oppure una sindrome chiamata FBSS (Failed Back Surgery Syndrome), che si manifesta quando la chirurgia fallisce nel risolvere il mal di schiena. La Scrambler Therapy può essere molto efficace sul dolore cronico da ernia discale e da FBSS. La durata del beneficio può variare da caso a caso. La neuropatia diabetica Il diabete mal compensato, può provocare lesioni ai nervi fino a far sparire completamente le fibre nervose incaricate della trasmissione. La neuropatia si presenta con manifestazioni variabili da una persona all'altra. Sopratutto la notte insorgono sensazioni di formicolio, pizzicore, insensibilità, o al contrario dolori, tipicamente brucianti. La Scrambler Therapy è stata usata con successo su questo tipo di problematiche, permettendo di ridurre in maniera considerevole il ricorso a farmaci antidolorifici evitando importanti effetti collaterali. del nostro arco è la Scrambler Therapy, un apparecchiatura ideata in Italia: produce stimolazioni elettriche a bassa intensità, con forme d onda e modulazioni specifiche, dirette proprio ai nervi che conducono il dolore per annullarlo rapidamente. Un ciclo completo prevede normalmente dieci sedute ma l effetto è verificabile già alla prima applicazione. La stimolazione avviene attraverso la semplice applicazione di elettrodi sulla pelle è indolore, non invasiva e totalmente priva di effetti indesiderati. Il dolore post chirurgico Dopo un intervento chirurgico, anche ben riuscito, talvolta rimangono dolori importanti dapprima nell area della ferita, poi anche molto più estesi. Gli interventi che possono causarla sono i più diversi, tra i più frequenti a causarlo sono quelli alla mammella, al torace e all ernia inguinale. Spesso al dolore si aggiungono strane sensazioni come formicolii, intorpidimento, scosse elettriche e l impossibilità a sfiorare la pelle senza avvertire dolore.numerosi casi di dolore neuropatico post chirurgico sono stati affrontati con successo con la Scrambler Therapy. Su che tipo di dolore può essere impiegata? Sul dolore cronico come lo abbiamo descritto prima. E particolarmente indicata per il dolore neuropatico, anche se resistente a farmaci potenti come gli oppiacei o gli anticonvulsivanti. I risultati del nostro centro sono stati presentati all ultimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative: in una scala che va da 0 a 10, l intesità media del dolore neuropatico viene ridotta da 7,8 a 1,7 ed il 95% dei pazienti che concludono il ciclo ottengono almeno il dimezzamento del dolore iniziale. Abbiamo trattato neuropatie post erpetiche, lombosciatalgie, cervicalgie e brachialgie, neuropatie diabetiche, nevralgie trigeminali, nevralgie post traumatiche e post chirurgiche, dolore artrosico cronico ecc. Anche il dolore oncologico può essere trattato con la Scrambler Therapy. Dove ci si può rivolgere per la Scrambler Therapy? Non sono ancora molti i centri in cui sottoporsi alla Scrambler Therapy, il dott. Russo è istruttore accreditato della metodica e ha insegnato ad applicarla a molti dei centri in Italia ed anche all estero. Nei Castelli Romani, presso il centro Albamendica ad Albano Laziale, è possibile sottoporsi ad una visita algologica ed effettuare una prova di efficacia. Se la prova ha successo ci si può sottoporre alle dieci sedute, in caso contrario si evita di spendere tempo e denaro. Resta naturalmente la possibilità di altri trattamenti farmacologici o meno. Il centro Albamedica è ad Albano Laziale, in Via G. Verdi 10 Tel Maggiori informazioni su: anche su Facebook: Scrambler Therapy - Domenico Russo

19 n dal 12 al 25 febbraio 2015 SALUTE 19 Tecnologia al servizio del movimento: al centro specializzato in ortopedia Sirio Medical l esame è gratuito Sirio Medical Ortopedia da anni propone sul mercato una tipologia di analisi posturale altamente innovativa, frutto dell utilizzo professionale delle più avanzate tecnologie nell ambito della baropodometria. La tecnologia a sensori capacitivi utilizzata dal nostro sistema Zebris è in grado di analizzare ed acquisire dati sulla tipologia di carico del piede e sulla conseguente postura su sequenze dinamiche fino a 500 passi, permettendo uno studio accurato del piede e della postura a qualsiasi età e con qualsiasi problematica. Il sistema consente infatti di effettuare analisi anche su soggetti protesizzati, per controllare l equilibrio di carico tra la parte sana e la struttura protesica, migliorando la funzionalità deambulatoria generale. La tecnologia Zebris permette di realizzare analisi approfondite anche sugli atleti, valutandone lo stato della muscolatura e della postura anche nel gesto atletico; il sistema di acquisizione dati a sensori capacitivi permette infatti di analizzare e valutare l atleta, sia dal punto di vista posturale che muscolare, nel momento di massimo sforzo come può essere una corsa: il sistema acquisisce i dati e evidenzi i punti di maggior pressione ( quindi più soggetti ad affaticamento), permettendo di modellare un plantare BAROPODOMETRIA DINAMICA ZEBRIS sportivo che aumenti le performance atletiche migliorando le spinte plantari e l utilizzo della muscolatura coinvolta. Da sempre la nostra maggiore attenzione è però dedicata ai bambini, curando nei minimi dettagli l analisi posturale e la realizzazione del plantare per creare un prodotto che sia un aiuto concreto per migliorare la postura e prevenire alterazioni muscolo-scheletriche a carico della colonna: per tutti i nostri piccoli clienti studiamo da sempre soluzioni altamente personalizzate, confrontandoci con i genitori e con i Medici per fornire tutto il supporto necessario che continui nel tempo, seguendo il piccolo paziente in tutto il percorso. Offriamo controlli mensili dei plantari realizzati, controllo posturale ogni sei mesi, valutazioni tecniche e tutta la nostra professionalità. I plantari che realizziamo, attraverso i dati acquisiti tramite il sistema Zebris, vengono modellati con una fresa a controllo numerico che permette di realizzare modelli altamente personalizzati e dall elevato confort; lo studio e l innovazione continua di Sirio Medical ci ha permesso di brevettare l unico plantare ultrasottile che garantisce le stesse correzioni di un plantare di spessore tradizionale: l abbiamo chiamato Easyslim, easy perché facile da utilizzare, adatto a qualsiasi tipo di calzatura ma con la qualità elevata che solo un prodotto realizzato su misura garantisce. Venite a trovarci, provate la qualità e l innovazione dei nostri prodotti: l esame baropodometrico con sistema Zebris-Treadmill è GRATUITO! La Sirio Medical si trova in Via Variante di Cancelliera ad Ariccia, zona industriale. Facilmente raggiungibile dai Castelli Romani, dotata di ampio parcheggio riservato, a pochi passi dalla stazione FS di Cancelliera. Il nostro staff vi aspetta dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, il sabato dalle ore 9:00 alle 13:00. Per qualsiasi informazione e appuntamento potete contattarci ai seguenti numeri: 06/ / fax: 06/ INFORMAZIONE PUBBLICITARIA STRUTTURE Nuovo personale per rafforzare la rete ospedaliera e affrontare al meglio le emergenze nel pronto soccorso 100 nuovi infermieri negli ospedali del Lazio La Regione ha messo a disposizione ulteriori 100 infermieri necessari per migliorare l efficienza dei Pronto Soccorso. Si tratta di un ulteriore passo in avanti per rafforzare la rete dell emergenza. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in merito alla nota inviata ai Direttori generali di tutte le Aziende sanitarie in applicazione dell accordo sottoscritto con le sigle sindacali il 23 gennaio scorso per l assunzione a tempo determinato di personale infermieristico nei Pronto Soccorso. Tutti i giorni gli uffici della Regione monitorano in tre fasce orarie la situazione degli accessi ai Pronto Soccorso, intervenendo per sbloccare le situazioni più critiche. La prossima tappa spiega Zingaretti - sarà costituita dall entrata in servizio degli steward per incrementare l umanizzazione e il sistema dell accoglienza nei punti dell emergenza. Inoltre, abbiamo attivato 400 posti letto in più grazie all accordo con l ospedalità privata ed in base all intesa con i medici di medicina generale da due mesi a Roma sono operativi nei week end e nei giorni festivi 15 ambulatori che hanno drenato dai Pronto Soccorso circa accessi. Tutto ciò conferma che quando c è confronto costruttivo e reciproco ascolto con le parti sociali e le rappresentanze dei lavoratori i risultati sono positivi e migliorano le condizioni di vita dei cittadini. ODONTOIATRIA Non hai bisogno di andare all estero, qualità e convenienza senza incisioni, scollamento e suture IMPLANTOLOGIA ELETTROSALDATA Per i portatori di dentiera o paziente candidati tali, denti fissi su impianti in soli 4 giorni! Questa metodologia viene quasi sempre abbinata alla tecnica transmucosa, che prevede l'inserzione degli impianti senza incisioni, scollamenti e suture. Ha quindi il vantaggio della minima invasività e praticamente dell'assenza di una sintomatologia postoperatoria di rilievo. L'unione degli impianti tra loro con l'elettrosaldatura costituisce una sorta di ingessatura. Gli impianti risultano bloccati nella posizione in cui sono stati collocati dal chirurgo, e questo è requisito fondamentale per ottenere la osteointegrazione, cioè la stretta adesione tra impianto e tessuto osseo. Inoltre gli impianti così trattati, essendo sicuramente immobili, possono essere caricati subito con una Un bel sorriso migliora i rapporti; masticare bene migliora la salute protesi fissa provvisoria. Questo vuol dire che il paziente che si sottopone a questo tipo di ricostruzione al mattino, la sera potrà cenare con i suoi nuovi denti fissi. Ed infine essendo una tecnica minimamente invasiva, come sopra già accennato, riduce notevolmente i costi chirurgici e protesici, rendendola una opzione economicamente accessibile a tutti i pazienti. Studio Odontoiatrico Dott. PATRIZIO SERAFINI GROTTAFERRATA Via Maria Gabriella dell'unità, 2 (zona Squarciarelli) Tel COME FUNZIONA? L'implantologia elettrosaldata è una tecnica implantologica dove gli impianti endossei in titanio, dopo essere stati inseriti, vengono subito solidarizzati, cioè collegati rigidamente e solidamente tra loro, mediante la saldatura di un filo o una barretta sempre di titanio. Il procedimento viene attuato per mezzo di una sofisticata apparecchiatura elettronica chiamata sincristallizzatrice. Questa saldatrice unisce i componenti in titanio direttamente nella bocca del paziente, senza sviluppare calore o qualsiasi altro tipo di disagio. Orario di apertura: lun/mer 15:30 19:30, mar/gio 9:00 13:00 ROMA Via Tarquinio Collatino, 191 (zona Don Bosco) - Tel Orario di apertura: lun/mer 9:00 13:00, mar/gio 15:30 19:30, ven 9:00 13:00 / 14:00 18:00 INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

20 I COLLABORATORI: Daniele Castri, Marco Montini, Luciano Sciurba, Laura Alteri, Simone Piloni, Maristella Bettelli, Luca Priori, Michela Emili, Emanuele Chiti, Francesca Ragno, Andrea Scaraglino, Daniela Capodieci FRASCATI In due provano ad occupare un appartamento in via Fausto Cecconi, ma gli inquilini avvertono subito il 113 Sventata l ennesima occupazione abusiva Ancora un ennesimo tentativo di occupare un alloggio di proprietà comunale si è verificato lo scorso 3 febbraio nell immobile di Fausto Cecconi. Erano circa le 19 quando gli inquilini dello stabile hanno avvertito fortissimi rumori provenienti dal pianerottolo del secondo piano dove ci sono due appartamenti di circa 120 mq. chiusi da tempo. Allarmati hanno chiamato il 113 e la polizia prontamente intervenuta ha messo fine al tentativo di occupazione. I due individui, dall accento romano, che con un piede di porco stavano cercando di scardinare la porta per prendere possesso dell appartamento, hanno dovuto quindi desistere e si sono dileguati. Un tentativo andato a male, insomma, dopo quelli andati a segno negli immobili, sempre comunali di Via Principe Amedeo, occupato qualche mese fa e successivamente fatto sgombrare dalla Polizia Locale. L alternativa a questi episodi di illegalità sarebbe che il Comune di Frascati assegnasse le decine di case vuote alle famiglie bisognose, anziché lasciarli ammuffire commenta un cittadino. Va giù duro Mirko Fiasco, consigliere di Fi: «L amministrazione Spalletta continua a latitare su tutto e anche la tematica degli immobili comunali non viene affrontata. Non si decide nulla, tutto rimane in alto mare». Intanto, la lista d attesa, nonostante la disponibilità di appartamenti pubblici, è arrivata ad oltre 100 persone con grandi difficoltà abitative, che anelano ad avere una casa popolare. La questione fa tornare d attualità il tema delle dismissioni di parte dell ingente patrimonio immobiliare del Comune di Frascati, costituito da circa 400 appartamenti che creano più problemi che vantaggi a causa dei costi di mantenimento, mentre gli introiti derivanti dagli affitti rimangono relativamente bassi. Per questo il Comune aveva messo a punto un piano di alienazione di 193 appartamenti (tra i quali questi di via Fausto Cecconi, di via Felice Ferri e via Principe Amedeo) che, a causa della crisi economica e degli alti costi di acquisto, non è andato a buon fine. «Come potevamo acquistare l appartamento per 450 mila euro, oltre L alternativa agli episodi di illegalità sarebbe che il Comune assegnasse le decine di case vuote a famiglie bisognose alle spese di ristrutturazione che avremmo dovuto sostenere, dato che sugli immobili non sono stati mai effettuati seri interventi di manutenzione?», si sfoga un inquilino. L iter avviato nel 2008 e proseguito con la delibera di Consiglio comunale del 27 dicembre 2011 doveva segnare un fondamentale traguardo per la valorizzazione del patrimonio residenziale, comunale, eliminando le situazioni di degrado e realizzando con il 50% del ricavato nuovi alloggi, non ha dato frutti positivi e i conduttori degli immobili non hanno così potuto veder riconosciuto le loro aspettative di diventare proprietari della casa in cui risiedono. Questa al momento è la situazione. Maristella Bettelli FRASCATI Prorogato il progetto in via Consalvi riservato ai residenti Sosta gratuita per le periferie FRASCATI Durante le riprese di Zoolander 2 Ben Stiller pranza a Frascati La Giunta Comunale di Frascati ha deciso di prorogare fino al 30 aprile 2015 il periodo di sperimentazione che consente ai residenti delle zone periferiche di sostare gratuitamente un veicolo per nucleo familiare nel parcheggio di via Consalvi. «La nuova Delibera, che estende il periodo di sperimentazione, è stata approvata - dichiara l Assessore ai Lavori Pubblici Milca Cappello -. Tale decisione è stata presa visto l elevato numero di richieste pervenute dai residenti delle periferie, che hanno apprezzato molto l iniziativa». In un periodo relativamente breve sono infatti arrivate ben 172 famiglie di Frascati che hanno aderito all iniziativa, che dà la possibilità a chi non possiede permessi di Tipo A o B di parcheggiare un veicolo per nucleo familiare nel parcheggio di Via Consalvi. A questi si devono aggiungere i 3 possessori del contrassegno disabili che hanno richiesto il permesso della sosta gratuita sempre nel parcheggio di Via Consalvi. Per ottenere tali permessi i richiedenti dovranno presentare domanda scritta, corredata da copia del libretto del veicolo e copia di un documento d identità al Frascati Point, in piazza G. Marconi 5. Gli orari sono: dal lunedì al venerdì la mattina dalle 9 alle 13; il pomeriggio dalle 15 alle 16,30. Le richieste si potranno presentare a partire da giovedì 27 novembre. A tal fine dovranno presentare richiesta scritta, con le modalità sopra indicate, sempre al Frascati Point. Si ricorda infine che è tuttora disponibile la tessera elettronica che permette ai cittadini, privi di permesso di tipo A o B, di parcheggiare per un monte ore pari a 50 euro ad un costo agevolato di soli 30 euro. L attore Ben Stiller insieme allo chef Paolo Cacciani Ben Stiller è stato avvistato a Frascati. Secondo le indiscrezioni, pare che l'attore statunitense sia impegnato nelle riprese di Zoolander 2 ed avrebbe deciso di fare una gita fuori porta per pranzo, recandosi in un ristorante dei Castelli Romani. Su di giri la popolazione di Frascati che si augura di vederlo di nuovo. Solo tre mesi fa l'attore era stato avvistato a San Felice Circeo, insieme ad un regista ed alcuni attori. In quell'occasione aveva gradito particolarmente spigola e bufala.

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Partenze Da Laurentina [Metro B]

Partenze Da Laurentina [Metro B] Orario in vigore dal 27 Apr 2015 al 08 Jun 2015 pag. 1/28 Laurentina Metro B, Roma Partenze Da Laurentina [Metro B] DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Albano Laziale p.zza Mazzini 14:40 NS 14:50 a 16:40

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Roma, l Italia dei Diritti; fare chiarezza sul servizio di vigilanza alle Aziende Sanitarie Regionali

Roma, l Italia dei Diritti; fare chiarezza sul servizio di vigilanza alle Aziende Sanitarie Regionali http://www.eccolanotiziaquotidiana.it/roma-l%e2%80%99italia-dei-diritti-vuole-chiarezza-sul-servizio-divigilanza-alle-aziende-sanitarie-della-regione-lazio/ ROMA 17 gennaio 2011 Roma, l Italia dei Diritti;

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive Bollo 14,62 AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE STRUTTURE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (COM 4A - D.A. 8/5/2001) Ai sensi della L.r.

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli