La precarietà energetica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La precarietà energetica"

Transcript

1 La precarietà energetica ß Una guida pratica per fornire consigli su come alleviare il disagio economico e sociale delle bollette e su come mantenere salubri gli ambienti domestici

2 ENERGY AMBASSADOR Indice IL PROGETTO ENERGY AMBASSODOR E L INIZIATVA EUROPEA...3 LA PRECARIETÀ ENERGETICA...4 INDICAZIONI DI RISPARMIO ENERGETICO IN CASA...5 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO...5 LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA...8 IN BAGNO...9 GLI INFISSI...10 L ILLUMINAZIONE...11 IN CUCINA...13 GLI ELETTRODOMESTICI...14 IL FRIGORIFERO...14 LAVATRICE...14 FORNI E PIANI COTTURA...15 LAVASTOVIGLIE...16 CONDIZIONAMENTO ESTIVO...16 STAND-BY E ASSORBIMENTI NASCOSTI...16 LE BOLLETTE ENERGETICHE...17 AUTODIAGNOSI ENERGETICA

3 Il progetto Energy Ambassodor e l iniziatva europea L iniziativa nasce in Francia circa 10 anni fa, con l intento di fornire un valido aiuto alle famiglie in condizione di fuel poverty, termine che potremmo tradurre con precarietà energetica. In termini pratici, si tratta della difficoltà a sostenere le spese per le bollette energetiche: gli inglesi attribuiscono questa definizione a tutte le famiglie che spendono oltre il 10% dei loro guadagni per le forniture energetiche (elettricità e gas). Per raggiungere con maggiore capillarità ed efficacia le famiglie in condizioni di precarietà energetica, il progetto ha scelto come attori chiave gli energy ambassador ovvero assistenti sociali, operatori socio sanitari e operatori del Social Housing, che sono già in contatto con l utenza, detenendo informazioni e soprattutto un rapporto di fiducia. Il progetto, pertanto, si propone di formare e informare gli operatori sociali ai temi del risparmio energetico (e al miglioramento delle condizione di confort) che si può ottenere all interno della propria abitazione attraverso il miglioramento delle abitudini e tramite semplici accorgimenti. Gli Energy Ambassdor riceveranno la formazione necessaria tramite incontri con gli esperti messi a disposizione dal progetto e potranno partecipare attivamente alla redazione del materiale informativo da divulgare presso le utenze (non si richiere di contattare appositamente le utenze, ma solo di divulgare le informazioni durante gli incontri già previsti con l utenza, ovvero nello svolgimento delle normali attività lavorative). Le attività previste 1) produzione di un pacchetto formativo, articolato in 5/6 incontri, sui temi del contesto energetico a livello locale, l uso domestico e la precarietà energetica; come conseguire il risparmio energetico attraverso il miglioramento dei comportamenti, condensazione e ventilazione, apparecchiature elettriche, i sistemi di riscaldamento, la lettura della bolletta, esempi di buone pratiche a livello locale e approfondimenti sui possibili canali di finanziamento per la ristrutturazione energetica dell immobile o per singoli impianti, ecc. 2) formalizzazione di un comitato di progetto che veda la presenza di tutti gli attori coinvolti (altri ACER, Agenzie per l Energia, ecc.). 3) sperimentazione articolata su: Assistenza a utenti in difficoltà (sportello telefonico e , visite presso le abitazioni, su richiesta, fornitura di diagnosi dei problemi e proposta di soluzioni, proposte di intervento a basso costo). Informazione di tipo generale destinate all'utenza; Ciclo di riunioni per caseggiato; Formazione e informazione indirizzata agli attori sociali del territorio (incontri con i responsabili degli uffici; ecc. 3

4 Produzione di materiale informativo per gli operatori del privato sociale (manuale dell'operatore, diapositive per le presentazioni; manuali sull'uso efficiente dell'energia. La precarietà energetica Il termine deriva dalla traduzione non letterale del concetto europeo di fuel poverty. Al concetto consegue però una situazione che si è venuta ad aggravare sull intero panorama europeo. Le principali cause sono legate da un lato all aumento del costo dei combustibili e di conseguenza delle bollette energetiche, dall altro alla diminuzione del potere d acquisto delle famiglie. La crisi economica ha significato inoltre la perdita di numerosi posti di lavoro e di conseguenza ha esposto un numero maggiore di famiglie al rischio di precarietà energetica. In Italia man cano studi sul fenomeno e manca addirittuara la definizione precisa. Alcune stime non ufficiali evidenziano un potenziale rischio per 5 milioni di famiglie. Ovviamente la mancanza di analisi del fenomeno determina anche la mancanza di soluzioni e strategie atte a diminuirne il disagio e gli effetti. In Inghilterra, ad esempio, si definiscono in condizione di fuel poverty i nuclei famigliari con un rapporto tra la spesa energetica e il reddito superiore a 1/10. Sempre in Inghilterra, dove sono circa 5 milioni le famiglie in tale situazione, sono state intraprese azioni e interventi alleviativi da parte del Ministero della Salute, poiché ci si è resi conto che esista un rapporto proporzionale tra la precarietà energetica (che comporta la mancanza di condizioni salubri all interno dell alloggio) e la salute della popolazione. Alcuni programmi inglesi prevedono interventi mirati alla popolazione anziana, con campagne informative presso le strutture ospedaliere. Anche in Spagna il tema è indagato in maniera approfondita e si è calcola che almeno il 9% della popolazione non è in grado di mantenere una temperatura adeguata all interno dell alloggio. Un articolo del principale quotidiano spanolo ha evidenziato come la Spagna e il Portogallo siano i paesi europei con la maggiore mortalità invernale a causa della precarietà energetica, nonostantela temperatura media invernale sia di 6,5 contro i 3,5 della Finlandia. Il progetto Energy Ambassador vuole pertanto essere da un lato una modalità di confronto tra le iniziative intraprese in Europa sul tema della precarietà energetica dall altro fornire un piccolo contributo per alleviare questo tipo di disagio. Le misure che si possono intraprendere hanno due sole possibili strade: da un lato tentare di massimizzare il reddito in forma di aiuto delle famiglie meno abbienti, dall altro terntare di diminuire la spesa energetica, attraverso modalità di risparmio energetico tra le mura domestiche. Nei capitoli successivi, infatti, si presenteranno alcune indicazioni di risparmio energetico in casa. 4

5 Indicazioni di risparmio energetico in casa Impianto di riscaldamento Edifici diversi richiedono diverse quantità di energia per essere riscaldati: la struttura dell edificio, il suo orientamento rispetto ai punti cardinali, i materiali edili che lo costituiscono, nonché il tipo di isolamento eventualmente adottato sono tutti fattori che contribuiscono a determinare il fabbisogno di energia termica dell edificio. È l impianto di riscaldamento a fornire la quantità di calore necessaria a garantire il comfort degli utenti. Un impianto di ricaldamento è costituito da diversi elementi: un generatore di calore (la caldaia, la pompa di calore, il termocamino, ecc), un sistema di distribuzione che trasporta il calore fino agli elementi di emissione (i termosifoni, l impianto radiante, ecc) e un sistema di regolazione che permette di controllare e di programmare le reazioni dell impianto alle variazioni ambientali. Quattro ambiti su cui poter intervenire per abbassare i consumi energetici e migliorare eventualmente il comfort. Gli esperti descrivono il rendimento dell impianto (ovvero l efficienza con cui l impianto traferisce all utente il calore contenuto nel combustibile) come la combinazione dei rendimenti distinti dei quattro sistemi. Il generatore di calore. Il generatore di calore va manutenuto regolarmente secondo le indicazioni riportate sul manuale d uso dell apparecchio. La manutenzione deve essere effettuata da un impresa abilitata e serve a garantirne il buon funzionamento e la sicurezza. Il rendimento di combustione di una caldaia, verificabile attraverso il cosiddetto controllo dei fumi dipende dalla tipologia di caldaia, dalla sua età e dal suo stato di manutenzione. Dai parametri raccolti con l analisi dei fumi il manutentore può verificare la qualità della combustione, e capire di conseguenza se il bruciatore è regolato correttamente. La legge detta i termini minimi di controllo e mantenzione in funzione della taglia di potenza del generatore dell impianto. Nel caso di caldaie e impianti di oltre 15 anni, si consiglia la sostituzione con nuovi apparecchi ad alta efficienza, ad esempio le caldaie a condensazione. Le caldaie a condensazione, del tutto simili alle normali caldaie, sono munite di un dispositivo di recupero del calore latente del vapore acqueo contenuto nei fumi e posseggono di conseguenza un rendimento maggiore di almeno il 15% rispetto a quelle tradizionali. 5

6 Il sistema di trasmissione. Va verificato lo stato di isolamento delle condutture dell impianto di riscaldamento e se necessario, si potrà provvedere al loro isolamento con guaine appropriate (la cantina può essere una zona di passaggio delle tubature con notevoli dispersioni termiche). La pompa di circolazione dell impianto di riscaldamento mette in circolo l acqua calda generata dalla caldaia attraverso l impianto di trasmissione. In alcuni casi la pompa funziona giorno e notte, estate e inverno: inutile! Nella maggior parte dei casi è sufficiente regolarla a metà della potenza per distribuire comunque l acqua. Le pompe hanno gradi di efficienza diversi. Essendo dispositivi che lavorano per molte ore, può valere la pena valutarne la sostituzione, a fronte del risparmio ottenibile. Gli elementi scaldanti. I radiatori non vanno coperti, né ostruiti con mobili o tende pesanti: l effetto sarà di impedire la trasmissione del calore agli spazi. Sfiatare regolarmente i radiatori attraverso l apposita valvola fino a far zampillare l acqua (a volte è possibile sentire uno sciacquio al loro interno, chiaro sintomo di aria nell impianto). L aria che si accumula all interno dei termosifoni, specie subito dopo l avvio dell impianto in autunno, impedisce la circolazione dell acqua calda, compromettendo l efficacia del riscaldamento e disperdendo energia. I moderni radiatori riescono a lavorare a temperature più basse rispetto a quelli tradizionali. In alternativa, potendo intervenire radicalmente con un intervento di ristrutturazione, può essere interessante valutare l adozione di un impianto a bassa temperatura (impianti radianti a pavimento o parete). Il riscaldamento a bassa temperatura consente un notevole risparmio energetico a fronte di un elevato comfort termico; il risparmio energetico è legato all utilizzo di acqua tiepida (circa 35 C), mentre il comfort è legato alla distribuzione diffusa del calore e una distribuzione più omogenea dell aria riscaldata. La temperatura dei vari ambienti della casa varia a seconda del tipo di ambiente, del momento della giornata e del numero di persone impegnate in quello spazio. Di conseguenza è giusto differenziare gli ambienti a seconda della loro destinazione. La stanza da letto, ad esempio, può rimanere a una temperatura inferiore rispetto a quella del resto della casa. La cucina, invece, per l uso dei fornelli e per il fatto che può essere spesso un luogo di ritrovo, è un luogo spesso già caldo di per sé: qui può non essere indispensabile tenere il radiatore aperto. Nelle anticamere e nelle zone di passaggio bastano C. 6

7 Ogni grado in meno equivale ad un risparmio del 6% di energia. Attenzione però ad isolare le camere più fredde 1. Nel caso di termosifoni disposti sotto le finestre, a contatto con pareti esterne, poò essere opportuno inserire un pannello di materiale isolante per minimizzare le dispersioni attraverso il muro. Il sistema di regolazione. L adozione di un cronotermostato permette di programmare e razionalizzare le risposte dell impianto secondo diversi parametri. La regolazione della temperatura può essere differenziata a seconda degli ambienti, dell ora della giornata e della temperatura (sia interna che esterna). I moderni cronotermostati sono vere e proprie centraline senza fili. Verificate le impostazioni e l efficacia del cronotermostato e se il programma di funzionamento è consono ai vostri orari. C è ancora 1 Non lasciar raffreddare troppo le stanze. Il calore proveniente da locali limitrofi riscaldati non dovrebbe penetrare nelle stanze riscaldate poco o per niente. Il vapore acqueo presente nell aria riscaldata potrebbe infatti depositarsi sulla superficie fredda dei muri perimetrali del locale non riscaldato, dando luogo alla formazione di condensa. Per questo motivo bisognerebbe sempre evitare di lasciar raffreddare troppo le stanze. Utilizzare un igrometro: l igrometro è lo strumento più semplice ed economico per tenere sempre sotto controllo l umidità dentro casa e verificare così se si arieggia in maniera corretta. L umidità relativa nelle stanze dovrebbe mantenersi preferibilmente tra il 45 e il 55%. Con l'arrivo dell'inverno inizia anche la stagione delle muffe in casa. Le colonie di micofiti compaiono in molti alloggi quando la temperatura esterna comincia a scendere e in casa viene acceso il riscaldamento. La muffa si forma generalmente sul lato interno delle pareti perimetrali degli edifici, proliferando dietro armadi, credenze e carte da parati, dove lascia riconoscibili macchie nere. Oltre a provocare il degrado delle superfici murarie, ha effetti negativi anche sul clima interno delle abitazioni e quindi sul benessere di chi vi abita. La formazione di colonie fungine può essere dovuta a diversi fattori: insufficiente isolamento termico delle pareti, presenza di ponti termici, errate abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa. A volte l'origine del problema è visibile a occhio nudo, come accade per elementi in calcestruzzo quali i pilastri non coibentati o i balconi che giungono senza interruzione all'esterno dell'edificio. Questi, infatti, sono tipici esempi di ponti termici, che alimentano la formazione di muffe. Se invece la causa non è così evidente, si possono analizzare i punti critici dell'edificio con l'ausilio della termografia (immagini a infrarossi) eventualmente abbinata a un blower door test (controllo dell'impermeabilità all'aria dell'edificio). Questo sistema permette di localizzare gli elementi strutturali che presentano maggiori dispersioni di energia. 7

8 qualcuno in casa alla mattina quando si spengono i termosifoni? Potete anticipare lo spegnimento dei termosifoni tenendo conto della loro inerzia termica. Abbassate la temperatura degli ambienti prima di andare a letto e anticipate l accensione prima del risveglio per trovare un ambiente confortevole. Valvole termostatiche a bassa inerzia termica. Le valvole termostatiche vanno installate 2 su ogni elemento scaldante, a sostituzione delle vecchie manopole. A differenza delle valvole manuali, dove la regolazione permetteva di impostare un certo flusso di acqua, sulle valvole termostatiche la regolazione permette di impostare la temperatura che si vuole raggiungere in quell ambiente.grazie a un sensore di temperatura incorporato, sarà la valvola a modulare automaticamente l afflusso di acqua calda fino al raggiungimento della temperatura impostata. La produzione di acqua calda sanitaria In media, ogni persona consuma più di 200 litri d acqua al giorno; una parte di questa, dai 30 ai 70 litri, ci serve calda. La produzione di acqua calda sanitaria è affidata in genere a dispositivi scaldaacqua a gas o elettrici. Si possono ridurre i consumi intervenendo sulla temperatura dell acqua, sulla modalità e programmazione dell accensione delle apparecchiature e sui volumi di acqua consumata. Verificate sulla caldaia la temperatura impostata per la produzione dell acqua calda. In genere l acqua calda al rubinetto esce ad una temperatura talmente elevata da dover essere miscelata per non scottarsi. In questo caso si potrà regolare il termostato della caldaia ad un valore di temperatura più basso. Lo stesso discorso vale per il boiler elettrico (lo scaldabagno). Attenzione: il boiler può essere responsabile di un elevato assorbimento di corrente! Verificate che il valore di temperatura dell acqua impostato non sia troppo elevato (e quindi energeticamente oneroso) e regolatelo eventualmente a non più di 50 C; in secondo luogo, programmate gli orari di accensione e spegnimento in funzione delle vostre abitudini, dotandovi eventualmente di una presa temporizzata. 2 Quando e come installare le valvole termostatiche? La finanziaria 2009 conferma quanto introdotto dalla omologa legge del 2008: per godere della corposa detrazione fiscale a favore dell installazione di caldaie ad alta efficienza e caldaie a condensazione sarà necessario provvedere contestualmente alla installazione di valvole termostatiche sugli elementi scaldanti. 8

9 In ogni caso ricordatevi di spegnere il boiler durante i periodi di assenza e durante le ferie. A proposito dei rischi di proliferazione della Legionella 3, vedi nota a piè di pagina. L adozione di riduttori di flusso sui rubinetti permette di risparmiare acqua ed energia. Si tratta di filtri areati che miscelano aria all acqua, diminuendone significativamente il flusso (da circa 12 a 6 litri al minuto). Con un piccolo stratagemma, insomma, ogni volta che apriremo il rubinetto adopereremo un volume minore di acqua, sia fredda che calda. I riduttori di flusso sono dispositivi economici e facili da montare! Approfondimento. Il decreto 311/2006 ha introdotto per i nuovi edifici l obbligo di produrre almeno il 50% dell acqua calda sanitaria da fonte rinnovabile. Il decreto è stato recepito dall Atto di indirizzo della Regionale Emilia Romagna. Perché non sfruttare il sole, allora, per scaldare l acqua?! I pannelli solari termici sono dispositivi efficaci, affidabili e facilmente integrabili agli impianti idraulici esistenti. Si può partire dai più semplici impianti a circolazione naturale, per arrivare a sistemi combinati all impianto di riscaldamento. In Bagno Risparmiare acqua ci porta a risparmiare energia. Si può rinunciare ad un bagno una tantum per una doccia: in questo caso basteranno 30 litri invece dei 150 necessari a riempire una vasca. Certo, una doccia in piedi è meno rilassante ma che soddisfazione scoprire una bolletta alleggerita! Ridurre il getto dello sciacquone del water (il consumo standard è di circa 10 litri d'acqua) dato il suo frequente utilizzo permette un consistente risparmio d'acqua. In commercio si trovano dei sistemi con doppio pulsante di scarico 3 La legionella pneumophila è un batterio aerobio in grado di infettare l uomo manifestandosi in forma di polmonite o in forma di febbrile. La legionella prolifera negli ambienti umidi; di conseguenza le condutture e gli accumuli di acqua possono ospitare il batterio. Sono a rischio soprattutto i grossi impianti, gli accumuli con scarso ricambio, le condutture terminali inutilizzate, gli impianti poco manutenuti, le piscine, le vasche idromassaggio, le torri di raffreddamento dell aria condizionata. Per saperne di più, puoi leggere le Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi assunte dalla Conferenza permanente statoregioni: 9

10 corrispondenti a due livelli di scarico, oppure pulsanti start-stop con cui è possibile regolare il volume di acqua di volta in volta. In alternativa si può ridurre il livello di acqua contenuto nel serbatoio agendo sulla vite del galleggiante all interno dello sciacquone. Quando si lascia scorrere l acqua in attesa che diventi calda, raccoglietela per lo sciacquone, o per annaffiare piante e fiori. Chiudere il rubinetto mentre vi lavate i denti, ci si insapona o ci si lava le mani. L utilizzo di riduttori di flusso nei rubinetti e nelle docce permette di ottenere un notevole risparmio nel consumo d'acqua (quasi il 50%) senza che vi sia nessuna apprezzabile differenza rispetto ai rubinetti standard. Il risparmio nell uso dell acqua calda contribuirà ugualmente al risparmio energetico. E possibile raccogliere e utilizzare l'acqua piovana mediante sistemi di canalizzazione e raccolta verso vasche da collocare in giardino o in cisterne di raccolta anche sotterranee. L uso dell acqua piovana si addice a tutte le funzioni in cui non è necessario disporre di acqua potabile. Tenere chiuse le stanze ad alto tasso di umidità. Molti commettono l errore di arieggiare le stanze particolarmente umide, come ad esempio il bagno subito dopo la doccia, spalancando la porta che le collega agli altri ambienti della casa. Questa soluzione va evitata, perché l umidità si diffonde in tutta l abitazione e in certi casi può determinare la formazione di muffe. Dopo la doccia è meglio ventilare abbondantemente il bagno aprendo la finestra, affinché l umidità in eccesso fuoriesca. Altri ambienti domestici ad alto tasso di umidità sono la cucina e la camera da letto; anche per questi valgono le medesime regole: meglio arieggiare con l esterno. Gli Infissi Eliminare spifferi dalle finestre e dalle casse dell avvolgibile. Isolare termicamente i cassonetti degli avvolgibili sulle finestre con materiale isolante per chiudere una via di fuga del calore durante l inverno (nel scegliere lo spessore del materiale isolante dovrà si tenere conto del volume occupato dall avvolglibile completamente arrotolato). Chiudere persiane o abbassare gli avvolgibili alla sera per limitare la dispersone di calore. Questo accorgimento porta a ridurre le perdita del calore fino al 30%. 10

11 Applicare pellicole ANTISOLARI adesive trasparenti da applicare sui vetri per filtrare la radiazione solare incidente. Le pellicole solari sono in grado di abbattere l'80% dei raggi infrarossi (calore) e di eliminare fino al 92% del riflesso/abbagliamento riducendo i costi di condizionamento fino al 50% (in proporzione alla quota di superficie vetrata). Sfatiamo un mito sul cambio di aria alle stanze: è sufficiente tenere le finestre aperte per pochi minuti per ottenere un ricambio d aria completo. Contrariamente a quanto si crede normalmente bastano pochi minuti per arieggiare: basterà aprirle 2-3 volte al giorno per pochi minuti alla volta., Se si ha in programma di lasciare finestre aperte a lungo è conveniente spegnere il riscaldamento. Sfruttare gli apporti gratuiti del sole: l effetto serra in casa. Fatevi riscaldare le stanza a sud dal sole invernale: sarà una piacevolissima sensazione. L illuminazione Immagine tratta da Illuminiazione naturale. È possibile potenziare l illuminazione in casa con l ausilio di condotti di luce naturale, tubi riflettenti che veicolano la luce naturale all interno della casa, col vantaggio di dover aprire passaggi molto più piccoli di una finestra. /solatube.htm Illuminazione artificiale. Le lampade fluorescenti compatte non sono più una novità; non tutti sanno, invece, che esiste una gamma di prodotti ad alta efficienza in grado di soddisfare le esigenze più 11

12 disparate in termini di tonalità luminosa. Anche i tempi di accensione sono notevolmente migliorati rispetto ai primi prodotti. Approfondimento. Le lampade fluorescenti sono apparecchiature che vanno conferite in discarica al termine del loro utilizzo (rifiuti RAEE) ettroniche la tabella è tratta dalla LumenKarte della Osram. Si stanno affacciando sul mercato i primi corpi lluminanti a led. Si tratta di dispositivi elettronici a bassissimo consumo! Sono caratterizzati da un tipo di luce molto concentrato (i led hanno trovato subito applicazione nella segnaletica e nel settore automobilistico), di conseguenza non sono sempre in grado di produrre un effetto di diffusione interessante. Le lampade a led hanno consumi bassisimi (esistono lampade da 1,5 w!), e promettono quindi un migliormento di efficienza osram: philips: 12

13 p?main=it_it_consumer_lighting&parent= &id=it_it_hom e_lighting&lang=it Ricordatevi di spegnere la luce quando non serve. Durante il giorno cercate di sfruttare la luce naturale se è sufficiente a illunare la vostra attività. Nella scelta degli apparecchi di illuminazione si deve considerare non solo l aspetto estetico, ma anche il loro rendimento luminoso È utile sapere che la gradevole luce indiretta ottenuta quando un apparecchio viene rivolto verso il soffitto o una parete chiara, ha un basso rendimento luminoso! I lampadari con molte lampadine hanno l inconveniente di consumare molto! Negli ambienti dove la luce artificiale resta accesa per tempi prolungati, scegliete di adoperare lampade fluorescenti compatte: alta efficienza luminosa, lunga durata, bassi consumi. Spolverate regolarmente i corpi illuminanti! I rilevatori di movimento per le luci esterne andrebbero regolati per la durata di pochi secondi: se un gatto corre sul terreno la luce esterna non deve restare accesa 5 minuti. Altrimenti usare lampade ad alta efficienza. In Cucina Per portare l acqua a bollore in pentola o durante la cottura dei cibi ricetta permetendo! Coprite sempre la pentola un coperchio di diametro appropriato. Preriscaldare il forno solo per il tempo strettamente necessario Attenzione al forno elettrico, è un elettrodomestico estremamente energivoro che va usato con attenzione! Spegnere la piastra e il forno elettrico un po' prima della fine cottura, al fine di sfruttare il calore residuo. Scegliere il frigo e il congelatore di dimensioni adeguate all'effettivo fabbisogno familiare; Scegliete un frigo o congelatore di classe superiore: il maggiore investimento iniziale sarà presto ammortizzato grazie alle minori spese elttriche. Inserire nel frigo e nel congelatore soltanto cibi già freddi. Non lavare le stoviglie sotto l'acqua corrente. 13

14 Gli elettrodomestici Intorno alle resistenze elettriche a contatto con l acqua (lavatrice, lavastoviglie, caldaia a vapore del ferro da stiro) può svilupparsi una coltre di calcare che penalizza gli scambi di calore tra metallo e acqua. Attenzione: le resistenze soffocate dalle incrostazioni di calcare aumentano i consumi elettrici. Ricordatevi di sottoporre ad un vaglio attento ogni elettrodomestico che usa corrente elettrica per produrre calore. La corrente elettrica, la più nobile forma di energia, è stata prodotta ad una caro prezzo in termini di energia primaria. Il frigorifero Cambi di stagione: in inverno si può moderare la richiesta di freddo abbassando il termostato. Evitare temperature troppo basse. Il termostato va regolato su una posizione intermedia (5-6 C). Temperature più basse sono inutili per la conservazione dei cibi, mentre aumentano i consumi anche del15%. Un frigorifero non deve stare vicino ai fornelli o al riscaldamento e non deve neanche essere impostato al massimo. Lasciare uno spazio di almeno 10 centimetri tra la parete e il retro dell elettrodomestico per l aerazione. Posizionare i cibi secondo le rispettive esigenze di conservazione. Generalmente la zona più fredda è quella sopra i cassetti della verdura. non introdurre cibi caldi. Prelevare velocemente i cibi dal frigorifero e dal congelatore E utile scongelare regolarmente il freezer: infatti più spesso è lo strato di ghiaccio all interno del vano del congelatore, maggiore è il consumo di corrente. Spegnete il frigo durante le vacanze. Prima di partire in vacanza ritagliatevi il tempo necessario a scogelare, svuotare e lavare il frigo: anche gli elettrodomestici hanno diritto a una vacanza periodica Lavatrice Uso e manutenzione Programmi a bassa temperatura Pieno carico Giusta quantità di detersivo Prelavaggio solo per la biancheria molto sporca 14

15 asciugare il bucato preferibilmente all'aria, evitando l'impiego dell asciugatrice. I saponi da lavatrice sviluppati in questi ultimi anni hanno reso sempre più efficace il lavaggio alle basse temperature, sia in termini di capacità pulente che disinfettante. Il potere lavante dei nuovi saponi, spesso integrati con agenti disinfettanti, è già potenziato alle basse temperature. Con un doppio vantaggio: meno calcare e meno energia. Sovente gli elettrodomestici assorbono energia elettrica anche da spenti: la lavatrice non fa esclusione. Molto spesso accanto alla presa c è un comodo interruttore (usatelo per scollegare la lavatrice dalla rete elettrica!) Pulire regolarmente il filtro della pompa di scarico Pulire i filtri di afflusso dell acqua dalle impurità e dal calcare Usare un prodotto decalcificante Acquisto Esistono Lavatrici predisposte con un ingresso per l acqua riscaldata: sono compatibili per le situazioni in cui è possibile prelevare acqua calda da un accumulo solare o da teleriscaldamento al momento dell acquisto fate attenzione all etichetta energetica, privilegiate i prodotti di classe superiore. Forni e piani cottura Uso e manutenzione Durante la cottura con forno elettrico aprire la porta del forno solo se è indispensabile Spegnere il forno qualche minuto prima che la cottura sia completa, in modo da sfruttare il calore residuo Per i forni a microonde usare recipienti trasparenti alle onde (vetro, porcellana, ceramica) Acquisto I forni elettrici ventilati sono da preferire rispetto a quelli normali perché mettono in movimento subito aria calda, determinando una temperatura uniforme all interno I forni a microonde consumano meno (anche la metà) rispetto ai forni elettrici tradizionali, perché cuociono più rapidamente e dall interno gli alimenti, senza bisogno di preriscaldamento I forni a microonde presentano talune caratteristiche (mancata doratura dei cibi, cottura poco uniforme, ecc.) che non permettono di utilizzarli in ogni circostanza I fornelli elettrici riscaldano a lungo anche dopo lo spegnimento per via dell inerzia del basamento metallico: 15

16 Lavastoviglie tenetene conto quando cucinate e spegnete prima che la pasta sia pronta: il calore residuo è più che sufficiente. Oppure: mettere sul fornello caldo una pentola con dell acqua così da avere acqua tiepida per le stoviglie sporche. Esistono sul mercato interessanti piani cottura con tecnologia ad induzione Uso e manutenzione pulire il filtro dopo il lavaggio lavare a pieno carico si puo eliminare l asciugatura a fine lavaggio: risparmio di circa il 45% di energia alcune lavastoviglie possono essere alimentate con acqua calda utilizzare le quantita di detersivo consigliate Acquisto Come per le lavatrici, verificare sull etichetta energetica il consumo di energia elettrica (espresso in kwh/ciclo) e d acqua (espresso in litri) Alcuni modelli possono utilizzare anche acqua calda prodotta con il gas o con i pannelli solari Acquistare la lavastoviglie con la capienza adatta alle vostre esigenze Alcune lavastoviglie moderne hanno inoltre la possibilità di fare il ciclo di lavaggio solo nel cestello superiore Condizionamento estivo Non abbassare eccessivamente la temperatura Impostare una temperatura non inferiore ai 5-6 gradi rispetto a quella esterna Non ostruire il flusso d aria in uscita ed in entrata dell apparecchio Pulire periodicamente i filtri dell aria Evitare che i compressori esterni siano direttamente esposti ai raggi del sole ed installarli lontano dalle fonti di calore Tenere chiuse le finestre (meglio ancora se queste hanno i doppi vetri) per non sprecare energia Stand-by e assorbimenti nascosti Si sa che un apparecchio in stand-by assorbe una minima, seppur non trascurabile quantità di energia elettrica: il led ne è il 16

17 testimone. Non tutti sanno però che molte apparecchiature possono assorbire energia da spente, anche senza che ci sia un led a ricordarcelo: certi caricacellulari, i computer, lavatrici e ogni dispositivo provvisto di un trasformatore. È semplice diagnosticare questi assorbimenti invisibili con un misuratore di consumi elettrici. In ogni caso è buona prassi ricorrere a prese e ciabatte con interrutore per scollegare le utenze dalla rete elettrica. Le Bollette energetiche Come facciamo a sapere quanto abbiamo consumato? Il costo della bolletta rispecchia esattamente i nostri consumi? Siamo in grado di distinguere i costi presunti da quelli reali? È possibile pagare solo quello che consumiamo? Come facciamo a sapere se il nostro miglioramento e la maggiore attenzione ai consumi si riflette realmente sulla bolletta? Cosa succede alle nostre bollette quando aumenta aumenta il prezzo del petrolio? Guida pratica alla lettura della bolletta e consigli su autolettura, ecc. La lettura della bolletta del gas In Italia le delibere dell Autorità per l Energia Elettrica e Gas forniscono i dettagli che ogni fornitore deve indicare in fattura. La TARIFFA del gas è divisa in due quote distinte e viene articolata per scaglioni di consumo: vendita della materia prima: è la quota che si riferisce al costo del gas in quanto tale, l'eventuale riduzione del costo all'aumentare dei consumi (non sempre applicato) è conseguenza di uno sconto esclusivamente di natura commerciale (cioè, come in tutti i settori chi compra più merce può usufruire di maggiore sconto). tariffa di trasporto: è la quota che si riferisce al costo ed al relativo ammortamento (cioè il costo suddiviso per gli anni di utilizzo) delle tubazioni che portano il gas sino al punto di consumo. In questo caso la suddivisione per scaglioni di consumo è dovuta al fatto che il costo è fisso e si rimborsa con maggiore velocità tanto maggiore è il consumo, quindi questa componente scende al crescere del consumo. La quota fissa: è una componente che si riferisce principalmente ai costi di noleggio del contatore e di lettura dello stesso, che sono indipendenti dai consumi. Cioè sono costi che il distributore deve sostenere sia che si consumi gas sia che che il consumo sia nullo. In realtà la quota fissa a sua volta si articola in due componenti e per scaglioni: la parte fissa e la parte variabile con i consumi. Si può 17

18 pensare che le quote variabili facciano riferimento al fatto che i contatori sono diversi, più grandi e quindi più costosi quanto maggiori sono i consumi. L'articolazione per scaglioni invece tiene conto del fatto che essendo un costo fisso al crescere dei consumi l'incidenza del costo a mc si riduce. Le IMPOSTE Le imposte sono sostanzialmente due (oltre all'iva): L'imposta erariale: detta anche "accise", è una imposta che viene applicata in maniera generalizzata sui combustibili, ad esemp io sulla benzina, ed anche sul gas. Solo gli utilizzi "defiscalizzati" (ad esempio quelli industriali ed artigianali) non pagano l'imposta erariale. L'addizionale regionale: è una imposta che è lasciata alla discrezionalità degli enti locali ed in particolare delle regioni. L'IVA: questa si aggiunge alle imposte precedenti e si applica su tutte le quote della bolletta, comprese le due imposte precedentemente illustrate. L'IVA ha due valori di base: al 10% per gli usi cucina e acqua calda e il 20% per l'uso promiscuo (cioè quello comprendente anche il riscaldamento) Autodiagnosi energetica Di seguito proponiamo alcune semplici domande e le relative risposte. Questo questionario è distribuibile a tutte le famiglie poichè non richiede conoscenze specifiche ma fornisce soltanto alcuni suggerimenti. Analisi energetica fai da te: presentiamo un semplice questionario per la redazione di una mini diagnosi energetica del proprio alloggio e per valutare la nostra attitudine al risparmio energetico. Riteniamo utile fornire questo questionario per aumentare la consapevolezza al tema del risparmio energetico. Oltre alle domande sono presentate anche le risposte. Isolamento e ventilazione si no 1 Per cambiare l aria nelle stanze lascio la finestra aperta o accostata per più di un ora Chiudo la porta delle stanze riscaldate In casa c è una rampa di scale aperta (il calore dalle stanze può salire lungo le scale)

19 4 Il tetto di casa è ben isolato Le finestre sono a vetro singolo Quando fuori fa freddo trovo spesso della condensa sui telai delle finestre Ci sono spifferi dalle finestre e/o dalle porte esterne Ho isolato i cassonetti degli avvolgibili sulle finestre Le tende in casa cadono fin davanti ai radiatori o ai convettori di casa Le pareti e i pavimenti di casa hanno un buon isolamento termico D estate le stanze esposte al sole si surriscaldano e diventano invivibili. Riscaldamento La mia caldaia ha più di 15 anni L ultima volta che il tecnico ha controllato la caldaia risale a più di due anni fa I radiatori sono provvisti di valvole termostatiche Per una migliore regolazione climatica ho fatto installare uno o più crono-termostati Il termostato è impostato a più di 20 C Di notte il riscaldamento resta acceso L impianto termico riscalda anche ingresso, mansarda e ripostiglio Verifico regolarmente che non si sia accumulata aria nei termosifoni Ho installato dei pannelli isolanti dietro i termosifoni di casa Uso una stufa elettrica per scaldare le stanze sprovviste di termosifone

20 22 Lascio il riscaldamento acceso anche se parto per il fine settimana Il caminetto o la stufa a legna mi permettono di scaldare una parte della casa. Acqua calda Produco acqua calda sanitaria con una caldaia rapida o uno scaldabagno elettrico L acqua calda sanitaria è sempre molto calda, scotta! In genere preferisco farmi un bagno piuttosto che una doccia Ho installato un terminale doccia a basso flusso e filtri rompigetto areati nei rubinetti In casa ci sono rubinetti con miscelatore calda-fredda Se apro il rubinetto devo aspettare almeno tre minuti prima che arrivi l acqua calda. Un impianto solare termico sul tetto contribuisce a produrre l acqua calda sanitaria. Cucina e consumi elettrici Lascio il carica-cellulare e gli altri caricatori sempre attaccati alla prese di corrente. Spengo le apparecchiature elettroniche col telecomando lasciandole in stand-by. In freezer c è uno strato di ghiaccio spesso non meno di mezzo centimetro Durante la cottura sono abituato a coprire le pentole Uso lampadine ad alta efficienza (le lampadine fluorescenti compatte). Uso ciabatte con interruttore per scollegare le utenze elettroniche dalla rete elettrica Lascio il computer acceso anche quando faccio pause lunghe Preferisco usare la luce delle plafoniere alogene

RISPARMIARE ENERGIA ELETTRODOMESTICI. I consumi degli elettrodomestici pesano per circa l 80% sulla bolletta

RISPARMIARE ENERGIA ELETTRODOMESTICI. I consumi degli elettrodomestici pesano per circa l 80% sulla bolletta RISPARMIARE ENERGIA ELETTRODOMESTICI I consumi degli elettrodomestici pesano per circa l 80% sulla bolletta dell energia elettrica di casa. Per risparmiare energia è importante, come prima cosa, imparare

Dettagli

Risparmiare energia in casa

Risparmiare energia in casa Risparmiare energia in casa La produzione e il consumo dell energia ricavata da fonti fossili (petrolio, gas naturale, carbone), che soddisfano attualmente quasi il 90% dei fabbisogni mondiali, sono tra

Dettagli

Complimenti per esservi iscritti a Famiglie SalvaEnergia!

Complimenti per esservi iscritti a Famiglie SalvaEnergia! Complimenti per esservi iscritti a Famiglie SalvaEnergia! Ad oggi dovreste aver già effettuato la prima lettura dei contatori (è fondamentale quella del 1 dicembre) e completato la vostra auto diagnosi

Dettagli

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare...

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Alcuni consigli pratici su come ridurre i consumi energetici in casa risparmiando sulla bolletta ma soprattutto rispettando il nostro ambiente. www.gesiservizi.it

Dettagli

leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06

leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06 leaflet risparmio in casa OK.ind1 1 21/02/2011 15.11.06 leaflet risparmio in casa OK.ind2 2 21/02/2011 15.11.06 IL RISPARMIO ENERGETICO IN CASA piccoli gesti, grandi vantaggi Il risparmio energetico è

Dettagli

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15 +35 +30 +25 +20 +15 +10 +5 0-5 -10 CLIMA INTERNO -15 come calcolare il consumo mensile annotare su un quaderno le cifre NERE indicate nel contatore e sottrarre quelle segnate il mese precedente = 0,75

Dettagli

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali Se devi effettuare degli interventi di ristrutturazione dell edificio e se la caldaia

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA Ing. Giacomo Iannandrea Perché risparmiare energia? L 80% di tutta l energia mondiale proviene da fonti fossili (petrolio, gas, carbone) soggette ad esaurimento, mentre

Dettagli

Quando accendi il riscaldamento. Quando avvii lavastoviglie e lavatrice.

Quando accendi il riscaldamento. Quando avvii lavastoviglie e lavatrice. CLICK! E la prima cosa che si fa rientrando a casa: si accende la luce. La luce accesa anima la casa e la rende viva. Che magnifica idea la lampadina! È la prima e la più diffusa delle applicazioni elettriche

Dettagli

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23

come risparmiare... portello dell Energia Come risparmiare Sportello dell Ener sportello dell energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 portello dell Energia SEDE Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 E Palazzo Grossi - Piazza Morlacchi, 23 (Perugia) CONTATTI SPORTELLO: CONTATTI SPORTELLO: Mail: info.energia@comune.perugi Mail: info.energia@comune.perugia.it

Dettagli

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI CON PARAMETRI CASA CLIMA A BASSOCONSUMO E N E R G E T I C O RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI Vantaggi immediati per un futuro migliore Strada Comunale Gelati, 5 29025

Dettagli

COME RISPARMIAME ENERGIA. Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore?

COME RISPARMIAME ENERGIA. Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore? COME RISPARMIAME ENERGIA Alcuni consigli sull uso del climatizzatore: Con il gran caldo la domanda più ricorrente è: Come è possibile risparmiare con il condizionatore? La maggior parte delle persone,

Dettagli

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Piccoli accorgimenti da adottare a casa ed in ufficio Risparmio energetico Il risparmio energetico è l insieme dei comportamenti, processi e interventi

Dettagli

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2

trasporti il kit del risparmio trasporti dell effetto serra. Si calcola che negli ultimi 10 anni, le emissioni di CO 2 trasporti il kit del risparmio trasporti L automobile è, per il singolo come per la famiglia, la seconda voce di spesa dopo l abitazione, sia per l acquisto che per i consumi energetici. Rappresenta generalmente

Dettagli

L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico. Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile.

L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico. Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile. L energia: un bene importante a portata di mano. Risparmio Energetico Insieme a te per salvaguardare l ambiente, un bene prezioso ma fragile. L ambiente è di tutti. Tuteliamolo! Il risparmio energetico

Dettagli

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA Il futuro è nelle vostre mani Cosa si intende per efficienza energetica? La definizione efficienza energetica indica una serie di azioni di programmazione, pianificazione

Dettagli

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Tutto quello che c è da sapere sull utilizzo di una cucina a basso consumo energetico: - Come risparmiare denaro - Sapere se

Dettagli

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi 2014 Bollette del gas metano ABIECO Edilizia Sostenibile ABIECO Edilizia Sostenibile Mauro Alcesi via C. Colombo 5 26900 Lodi (LO) Bollette del gas metano 2 Cliente Cognome *** Nome *** Via *** CAP 26839

Dettagli

AUTODIAGNOSI ENERGETICA

AUTODIAGNOSI ENERGETICA AUTODIAG ENERGETICA Puoi fare una prima verifica delle prestazioni energetiche della tua impresa attraverso un autodiagnosi. Ecco una check list per identificare abitudini e comportamenti non corretti

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

Bollette dell energia elettrica Analisi e valutazione dei consumi

Bollette dell energia elettrica Analisi e valutazione dei consumi 2014 Bollette dell energia elettrica ABIECO Edilizia Sostenibile Mauro Alcesi via C. Colombo 5 26900 Lodi (LO) Bollette dell energia elettrica 2 Cliente Cognome *** Nome *** Via *** CAP 26839 Città Provincia

Dettagli

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 6 La caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 47 Consigli generali Lo sapete che In media una famiglia italiana spende ogni anno circa 500 per il riscaldamento, che rappresenta

Dettagli

CALDAIE. modello caldaia rendimento consumi annui extra costo (***) a potenza nominale (*) nella fascia E (Milano)(**)

CALDAIE. modello caldaia rendimento consumi annui extra costo (***) a potenza nominale (*) nella fascia E (Milano)(**) Materiale a cura di Anna Bruneri, Ad Hoc Srl In collaborazione con: INFORMAZIONI: agenda21@comune.cinisello-balsamo.mi.it 02.61.23.437 CALDAIE Quanto consumano i diversi modelli? modello caldaia rendimento

Dettagli

Consigli utili e pratici per risparmiare sulle tue bollette di luce e riscaldamento

Consigli utili e pratici per risparmiare sulle tue bollette di luce e riscaldamento Consigli utili e pratici per risparmiare sulle tue bollette di luce e riscaldamento Il risparmio energetico non è affare solo di esperti in materia, appartiene a tutti! Non basta installare le migliori

Dettagli

Comportamenti Sostenibili

Comportamenti Sostenibili Comportamenti Sostenibili Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES COMPORTAMENTI SOSTENIBILI L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche

Dettagli

Uso corretto*dell energia

Uso corretto*dell energia Uso corretto*dell energia Consigli per la vita quotidiana Anzitutto qualche pensiero Risparmiare energia o farne un uso corretto? La Città di Brunico ha optato per la seconda possibilità volendo sottolineare

Dettagli

Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2

Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2 Le regole per ridurre i consumi di energia e l emissione di CO2 Quanto male stiamo facendo al nostro bellissimo pianeta azzurro? Dagli ettari di foreste decapitate, alle stragi di tonni, all ennesima petroliera

Dettagli

Vademecum per il cittadino

Vademecum per il cittadino Vademecum per il cittadino Consigli pratici per risparmiare energia nell'illuminazione: non tenete lampade accese inutilmente sostituite le vecchie lampadine con lampade a basso consumo e stesso attacco

Dettagli

Guida per risparmiare con il teleriscaldamento. Utenze domestiche

Guida per risparmiare con il teleriscaldamento. Utenze domestiche Guida per risparmiare con il teleriscaldamento Utenze domestiche Che cos è il teleriscaldamento Il teleriscaldamento è un moderno sistema per fornire il riscaldamento, l acqua calda e, in certi casi, il

Dettagli

CHI SIAMO. per aiutarvi a consumare meno ed a consumare meglio.

CHI SIAMO. per aiutarvi a consumare meno ed a consumare meglio. L ENERGIA A 360 CHI SIAMO Prima di introdurre i temi trattati dalla presente brochure desideriamo presentare la nostra Azienda e la nostra attività. Il Gruppo SOMET è una realtà presente sul territorio

Dettagli

www.viviconstile.org Andrea Poggio,vicedirettore Legambiente onlus Spoleto, 28 e 29 maggio 2012 lunedì 28 maggio 12

www.viviconstile.org Andrea Poggio,vicedirettore Legambiente onlus Spoleto, 28 e 29 maggio 2012 lunedì 28 maggio 12 www.viviconstile.org Andrea Poggio,vicedirettore Legambiente onlus Spoleto, 28 e 29 maggio 2012 1 Obiettivi e programma Come è possibile contribuire individualmente alla sostenibilità? Cos è sostenibilità?

Dettagli

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento

Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Guida al corretto utilizzo del riscaldamento contabilizzato Conteggio individuale delle spese di riscaldamento Introduzione alla contabilizzazione del calore Il riscaldamento è una fra le più rilevanti

Dettagli

Risparmio energetico per il futuro. Tutela dell ambiente e del bilancio familiare

Risparmio energetico per il futuro. Tutela dell ambiente e del bilancio familiare Risparmio energetico per il futuro Tutela dell ambiente e del bilancio familiare SEL SPA www.sel.bz.it Direttore responsabile: Dott. Maximilian Rainer Risparmio energetico in casa Negli ultimi anni parecchio

Dettagli

Risparmio energetico negli edifici rurali

Risparmio energetico negli edifici rurali RECUPERO DELLE BORGATE E DEL PATRIMONIO EDILIZIO DELLE TERRE ALTE Risparmio energetico negli edifici rurali Torino, 8 Ottobre 2012 Paola ing.strata un occasione per ripensare alle fonti energetiche utilizzabili

Dettagli

La Produzione e distribuzione dell energia

La Produzione e distribuzione dell energia ISTITUTO COMPRENSIVO ILARIA ALPI - PLESSO B.Croce - TORINO APPUNTI DI TECNOLOGIA La Produzione e distribuzione dell energia A.S. 2015-2016 LUMINOSA TERMICA LE FORME DELL ENERGIA MECCANICA ELETTRICA CHIMICA

Dettagli

Esempio di etichetta energetica

Esempio di etichetta energetica Presentazione La continua crescita della domanda di energia, la limitatezza di combustibili fossili, quali petrolio, carbone e metano, impongono la costante ricerca ed utilizzo di nuove fonti energetiche.

Dettagli

Consigli sul risparmio

Consigli sul risparmio Consigli sul risparmio nergetico 090120_Envipark_Manuale_01.indd 1 29/01/2009 16.52.22 Introduzione L utilizzo di fonti energetiche fossili (come il carbone, il petrolio, il gas) per mantenere il nostro

Dettagli

Risparmio energetico. Utilizzo delle buone pratiche. Tu cosa puoi fare. La corrente elettrica

Risparmio energetico. Utilizzo delle buone pratiche. Tu cosa puoi fare. La corrente elettrica Risparmio energetico Utilizzo delle buone pratiche Nel migliorare il rendimento nell'utilizzo delle risorse naturali (e non solo l'energia) avranno sicuramente un ruolo fondamentale la ricerca e l innovazione

Dettagli

Liceo Scientifico statale F.Vercelli. Classe 1b PROGETTO ENERG/IO

Liceo Scientifico statale F.Vercelli. Classe 1b PROGETTO ENERG/IO Liceo Scientifico statale F.Vercelli Classe 1b PROGETTO ENERG/IO Un incrocio con tante strade domino Un puzzle in tanti pezzi, non ne devono mancare ENERG/IO è come... Una famiglia allargata Una pianta

Dettagli

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO AZIONI DI RISPARMIO TERMICO La maggior parte degli edifici esistenti sono caratterizzati da elevati consumi termici, sia a causa delle dispersioni di calore per trasmissione attraverso le pareti, i tetti,

Dettagli

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO

LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO LE VALVOLE TERMOSTATICHE PERCHE FANNO RISPARMIARE E COME UTILIZZARLE AL MEGLIO In questa breve guida non ci si soffermerà sul funzionamento delle valvole e non si entrerà in dettagli tecnici e costruttivi.

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

Smart Up. CORSO DI FORMAZIONE L AQUILA 23 Novembre 2015

Smart Up. CORSO DI FORMAZIONE L AQUILA 23 Novembre 2015 Smart Up Vulnerable Consumer Empowerment in a Smart Meter World CORSO DI FORMAZIONE L AQUILA 23 Novembre 2015 Università dell Aquila 23 Novembre 2015 Seminario Tirocinio Indiretto «La povertà energetica:

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

FEBBRAIO 2007 - APRILE 2007. Risparmiare. Risparmiare. e un gioco. e un gioco. da ragazzi! da ragazzi! Approfondimenti scientifici

FEBBRAIO 2007 - APRILE 2007. Risparmiare. Risparmiare. e un gioco. e un gioco. da ragazzi! da ragazzi! Approfondimenti scientifici FEBBRAIO 2007 - APRILE 2007 Risparmiare Risparmiare e un gioco e un gioco da ragazzi! da ragazzi! Approfondimenti scientifici 1- Quando ci si lava i denti, le mani o si fa la doccia, aprire il rubinetto

Dettagli

12 Risparmio energetico

12 Risparmio energetico 12 Risparmio energetico Introduzione Il risparmio energetico (energy saving) è diventato una pratica necessaria, dal momento che la richiesta di energia nel nostro paese e nel mondo sta aumentando in modo

Dettagli

due LA SICUREZZA DEGLI APPARECCHI DOMESTICI CASA sicura GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO

due LA SICUREZZA DEGLI APPARECCHI DOMESTICI CASA sicura GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO due GUIDA ALLA SICUREZZA NELL AMBIENTE DOMESTICO CASA sicura LA SICUREZZA DEGLI APPARECCHI DOMESTICI Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale Armonizzazione Mercati e Tutela Consumatori www.casasicura.info

Dettagli

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 Indice Efficienza Energetica negli Edifici o Infissi esterni o Progettazione bioclimatica o Consigli per incrementare l efficienza energetica Note sui diritti d autore Il presente

Dettagli

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi:

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi: Per richiedere informazioni sulle caratteristiche tecniche dei prodotti, sulle normative impiantistiche e sul Servizio Tecnico post-vendita, contatta i seguenti indirizzi: E-mail: consulenza@immergas.com

Dettagli

La prima risorsa energetica rinnovabile è il risparmio energetico

La prima risorsa energetica rinnovabile è il risparmio energetico Campagne di comunicazione per il Piano di recupero ambientale Pal 2008 2010 La prima risorsa energetica rinnovabile è il risparmio energetico a casa Una famiglia italiana spende, nella media, annualmente

Dettagli

La sicurezza in casa

La sicurezza in casa La sicurezza in casa Impianto a gas Il gas metano è ormai familiare in molte delle nostre case: lo usiamo per cucinare, per scaldare l acqua, per il riscaldamento e, con le più recenti tecnologie, anche

Dettagli

IMPARIAMO A RISPARMIARE ENERGIA

IMPARIAMO A RISPARMIARE ENERGIA Global Service Tecnologico Provincia di Latina IMPARIAMO A RISPARMIARE ENERGIA Associazione temporanea di imprese tra CPL CONCORDIA e DELTA Group Energy Service Latina, 9 Novembre 2010 Riepilogo delle

Dettagli

PICCOLI GESTI PER RISPARMIARE ALLA GRANDE

PICCOLI GESTI PER RISPARMIARE ALLA GRANDE I nostri contatti www.giornatedelsole.it www.cittadinanzattiva.it www.legambiente.com www.mdc.it www.consumatori.it PICCOLI GESTI PER RISPARMIARE ALLA GRANDE www.enel.it www.enelsi.it Come ottimizzare

Dettagli

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE?

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? La pompa di calore è costituita da un circuito chiuso, percorso da uno speciale

Dettagli

Riduci i costi dell ENERGiA A casa tua

Riduci i costi dell ENERGiA A casa tua Riduci i costi dell ENERGiA A casa tua consumi Le AMB da sempre sostengono in maniera attiva il risparmio energetico, e vogliono, con i consigli di questo vademecum, aiutare i propri clienti ad abbassare

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

L IMPIANTO SOLARE TERMICO: CARATTERISTICHE, CLASSIFICAZIONI, DIMENSIONAMENTO, PANNELLI RADIANTI, COSTI, RISPARMI, AUTORIZZAZIONI, PROCEDURE

L IMPIANTO SOLARE TERMICO: CARATTERISTICHE, CLASSIFICAZIONI, DIMENSIONAMENTO, PANNELLI RADIANTI, COSTI, RISPARMI, AUTORIZZAZIONI, PROCEDURE L IMPIANTO SOLARE TERMICO: CARATTERISTICHE, CLASSIFICAZIONI, DIMENSIONAMENTO, PANNELLI RADIANTI, COSTI, RISPARMI, AUTORIZZAZIONI, PROCEDURE Un impianto solare termico utilizza l energia contenuta nella

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI Premessa Da una recente ricerca risulta che circa 3 su 4 delle abitazioni italiane sono state costruite prima del 1976, anno in cui per la

Dettagli

GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE

GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE Ideazione: Cofely Italia Spa X-NOVO DESIGN Illustrazioni a cura di: Marco Scuto Progetto editoriale: Competence SRL Cofely è impegnata

Dettagli

Detective TERMO. Rapporto di diagnosi energetica. E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa. Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F

Detective TERMO. Rapporto di diagnosi energetica. E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa. Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F Detective TERMO 2 Incontro 28.01.2015 Rapporto di diagnosi energetica Consulenti energetici Albedo Bettini Pamela Bianchi

Dettagli

UNA FONTE DI ENERGIA? IL RISPARMIO ENERGETICO! &RQVLJOLXWLOLSHULOULVSDUPLRHQHUJHWLFR

UNA FONTE DI ENERGIA? IL RISPARMIO ENERGETICO! &RQVLJOLXWLOLSHULOULVSDUPLRHQHUJHWLFR UNA FONTE DI ENERGIA? IL RISPARMIO ENERGETICO! &RQVLJOLXWLOLSHULOULVSDUPLRHQHUJHWLFR L ENERGIA Il termine energia fa parte del nostro linguaggio quotidiano: siamo infatti abituati a sentir parlare di fabbisogno

Dettagli

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi IL CONFORT Il confort all interno degli edifici è dato dalla somma di diversi fattori: l isolamento termo-acustico, la luminosità, la temperatura

Dettagli

Casa efficiente e sicura? Fate il vostro check-up

Casa efficiente e sicura? Fate il vostro check-up Casa efficiente e sicura? Fate il vostro check-up Opuscolo realizzato a cura di: Casa dell Energia AEM Piazza Po, 3-20144 Milano Tel 0277203838 - Fax 0277203894 e-mail: casaenergia@aem.it - web: casaenergia.aem.it

Dettagli

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008 Seminario A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente Iseo, 4 marzo 2008 Dobbiamo modificare i nostri stili di vita! Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione, una rivoluzione 2 per l ambiente,

Dettagli

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro L energia si trova dappertutto intorno a noi PRIMARIE MESSE A DISPOSIZIONE DALLA NATURA SECONDARIE

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CRITERI EDILIZI 1. Involucro Componenti dell involucro dotati di caratteristiche atte alla limitazione degli apporti solari estivi

Dettagli

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia

Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia ECONOMIE DI SOPRAVVIVENZA Il risparmio energetico 10 interventi per risparmiare energia Casale Monferrato, 19 02 2015. ing. Paola Capra COSA FA L EUROPA? Consumo finale di energia per abitante (2009) La

Dettagli

CALDAIE E RISCALDAMENTO: Gli incentivi possibili. 06/05/2008 1

CALDAIE E RISCALDAMENTO: Gli incentivi possibili. 06/05/2008 1 CALDAIE E RISCALDAMENTO: Gli incentivi possibili. 06/05/2008 1 Caldaia a condensazione 06/05/2008 2 Lo scambio termico è tale da raffreddare i fumi ben oltre il loro punto di rugiada (t = 55 C in eccesso

Dettagli

GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE

GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE GLI ECO-CONSIGLI DI COFELY GUIDA AL RISPARMIO ENERGETICO E AMBIENTALE Cofely Italia, società del Gruppo GDF SUEZ gli Eco-consigli, una guida semplice e pratica per consumare meno e distribuire meglio l

Dettagli

Suggerimenti e consigli per il risparmio energetico Parte II

Suggerimenti e consigli per il risparmio energetico Parte II Suggerimenti e consigli per il risparmio energetico Parte II Suggerimento 4 le luci Nel marzo 2009, l'unione Europea ha deciso di abolire gradualmente le lampadine tradizionali all'interno di case, industrie

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 TIEL TIM a.s. 2011/2012 PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini ISOLAMENTO TERMICO

Dettagli

Comune di Verdellino. Patto dei Sindaci. Un impegno per l energia sostenibile

Comune di Verdellino. Patto dei Sindaci. Un impegno per l energia sostenibile Comune di Verdellino Patto dei Sindaci Un impegno per l energia sostenibile 03 Il Patto dei Sindaci è un'iniziativa, sottoscritta dalle città europee, rivolta ai comuni che si impegnano a superare gli

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli

Lavori intelligenti per il risparmio energetico

Lavori intelligenti per il risparmio energetico Città di San Donà di Piave Assessorato all Ambiente SPORTELLO ENERGIA Lavori intelligenti per il risparmio energetico SOLARE TERMICO Un impianto a collettori solari (anche detto a pannelli solari termici

Dettagli

I bolognesi investono sul risparmio energetico

I bolognesi investono sul risparmio energetico I bolognesi investono sul risparmio energetico Nel 70% delle imprese del settore è aumentato il fatturato per gli interventi mirati al minor consumo di energia Molto richiesti le caldaie a condensazione

Dettagli

!"#$%&# ' Protocollo di Kyoto: l impegno dell Italia 6,5% risp 1990 entro 2012. Risparmio energetico: prima fonte di energia

!#$%&# ' Protocollo di Kyoto: l impegno dell Italia 6,5% risp 1990 entro 2012. Risparmio energetico: prima fonte di energia 1. 2. 3. !"#$%&# ' Protocollo di Kyoto: l impegno dell Italia 6,5% risp 1990 entro 2012 Risparmio energetico: prima fonte di energia Obiettivo: il benessere sostenibile, migliorare il confort riducendo

Dettagli

Perchè è importante ridurre i consumi di energia?

Perchè è importante ridurre i consumi di energia? ecoguida Perchè è importante ridurre i consumi di energia? Consumi energetici Ogni luogo in cui l uomo svolge la sua attività giornaliera, necessita di energia. Tutte le cose che ci circondano hanno bisogno

Dettagli

LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO

LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO LE 10 REGOLE D'ORO DEL RISPARMIO ENERGETICO DOMESTICO Come risparmiare energia in casa con piccoli gesti quotidiani DEI PICCOLI COMUNI DELL'OGLIO PO Premessa L allarmismo sulla salute del pianeta e sull

Dettagli

Ridurre bolletta ed emissioni

Ridurre bolletta ed emissioni Ridurre bolletta ed emissioni dell elettricità Ilaria Pozzi, Davide Carbognani, Gianluca ruggieri Dass - Universita dell insubria La mia bolletta Famiglia di tre persone Appartamento di circa 70 mq Frigorifero,

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

il futuro è nelle tue mani

il futuro è nelle tue mani il futuro è nelle tue mani G u i d a a l l e f f i c i e n z a e n e r g e t i c a soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso

Dettagli

EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI

EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI EXPERIENCE OUR INNOVATION Infinity & Aurora Lo stile di vita ecosostenibile è quello capace di preservare

Dettagli

Serate di Ecologia Domestica

Serate di Ecologia Domestica Effetto Serra I Comuni di Tavagnacco, Martignacco, Reana del Rojale, Tricesimo e Pagnacco PRESENTANO Serate di Ecologia Domestica Tu risparmi, guadagna l ambiente! Alcuni gas intrappolano le radiazioni

Dettagli

AUDIT ENERGETICO DOMESTICO questionario di raccolta dati dei dispositivi elettrici (con approfondimenti rivolti agli studenti delle scuole superiori)

AUDIT ENERGETICO DOMESTICO questionario di raccolta dati dei dispositivi elettrici (con approfondimenti rivolti agli studenti delle scuole superiori) AUDIT ENERGETICO DOMESTICO questionario di raccolta dati dei dispositivi elettrici (con approfondimenti rivolti agli studenti delle scuole superiori) Il seguente questionario ha lo scopo di raccogliere

Dettagli

Il risparmio energetico e le energie alternative. Oppeano, 19 ottobre 2007

Il risparmio energetico e le energie alternative. Oppeano, 19 ottobre 2007 Il risparmio energetico e le energie alternative Oppeano, 19 ottobre 2007 1 L Italia: un paese energivoro 500 450 Consumo di energia elettrica Energia elettrica (in TWh) importata in Italia dall estero

Dettagli

Centro tutela consumatori

Centro tutela consumatori Workshop Centro tutela consumatori Christine Romen Consulenza edile Via Brennero 3 39100 Bolzano www.centroconsumatori.it Consulenza tecnica edile Consulenza sul risparmio energetico Informazione sul risparmi

Dettagli

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto siamo quello che mangiamo STAGIONALE E LOCALE: LA DIETA GIUSTA La tua salute dipende in gran parte dalla tua alimentazione. Mangia un po di tutto con moderazione,

Dettagli

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola minergie Impianto di ventilazione: la casa respira da sola I moderni edifici provvisti di sistemi di aerazione garantiscono un clima abitativo o lavorativo confortevole, sano e aria sempre fresca nei locali;

Dettagli

Energy Efficiency In Low-Income Housing in the Mediterranean - ELIH-Med Project. Audit sui comportamenti energetici

Energy Efficiency In Low-Income Housing in the Mediterranean - ELIH-Med Project. Audit sui comportamenti energetici Unità Immobiliare: ENERGIA Elettrodomestici 1 Il vostro frigorifero o congelatore è in luoghi aerati lontani da fonti di calore? 2 Limitate il numero e la durata delle aperture degli sportelli del frigorifero?

Dettagli

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua L acqua è una risorsa essenziale. Ci sostiene, ci unisce, ci aiuta a crescere. Senza l acqua, le nostre società non potrebbero sopravvivere. Dipendiamo

Dettagli

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Il costo annuale dell energia per il Comune di Genova rappresenta oggi una delle voci più rilevanti del bilancio di parte corrente. La

Dettagli

Indagine sugli usi dell'energia nel settore residenziale in Italia per ENEA

Indagine sugli usi dell'energia nel settore residenziale in Italia per ENEA Indagine sugli usi dell'energia nel settore residenziale in Italia per ENEA L'ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie l'energia e lo sviluppo sostenibile, in accordo con il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono

Dettagli

www.prontoenel.it QUANDO USI L ENERGIA, ACCENDI IL CERVELLO.

www.prontoenel.it QUANDO USI L ENERGIA, ACCENDI IL CERVELLO. www.prontoenel.it QUANDO USI L ENERGIA, ACCENDI IL CERVELLO. Una guida per conoscere le nostre risorse INDICE Gli elettrodomestici: amici dell energia, amici della bolletta pag. 4 Il frigorifero e il congelatore

Dettagli

Easy Compact Clima 4 in 1

Easy Compact Clima 4 in 1 Easy Compact Clima 4 in 1 Innovativo sistema compatto per la ventilazione meccanica a doppio flusso, il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria, con pompa di calore. In

Dettagli

REGIONE. Piccolo manuale di risparmiologia applicata. PIEMONTE. Con il contributo di

REGIONE. Piccolo manuale di risparmiologia applicata. PIEMONTE. Con il contributo di Con il contributo di Piccolo manuale di risparmiologia applicata. REGIONE PIEMONTE stampato su carta ecologica Si ringrazia l ENEA per aver messo a disposizione parte delle fonti Testi: Luigi Ferrando

Dettagli