Il Fotovoltaico. e il Conto Energia. Indice:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Fotovoltaico. e il Conto Energia. Indice:"

Transcript

1 Il Fotovoltaico e il Conto Energia O P U S C O L O I N F O R M A T I V O Indice: L impianto Fotovoltaico I vantaggi del Fotovoltaico La composizione dei moduli Fotovoltaici Il dimensionamento dell impianto I criteri di installazione Gli incentivi in Conto Energia Le modalità di accesso agli incentivi I costi di un impianto Fotovoltaico Esempi di calcolo: producibilità, incentivi e vantaggi economici di un impianto Fotovoltaico da 3 kwp (in silicio cristallino e silicio amorfo) Le forme di connessione Alcune nostre realizzazioni

2 O P U S C O L O P A G I N A 2 Introduzione: L utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di energia, aiuta a ridurre la dipendenza economica dai Paesi produttori di petrolio. L energia è un bene sempre più importante per le società moderne: per questo, il mercato mondiale delle fonti di energia rinnovabile ha conosciuto, negli ultimi anni, notevoli sviluppi. Molti Paesi, tra i quali Germania, Giappone e USA hanno già da tempo cominciato ad investire in tal senso. Più di recente, anche l Italia ha deciso di intraprendere questa strada sottoscrivendo il protocollo di Kyoto, che impegna i Paesi aderenti ad un uso più razionale dell energia e alla contemporanea diminuzione dell utilizzo delle energie ottenute da fonti fossili quali petrolio, carbone, metano, ecc. Spesso un risparmio in termini di energia, a fronte di un piccolo investimento, si trasforma in un reale vantaggio economico che permette di recuperare velocemente la spesa iniziale. Anche l ambiente trarrebbe enormi vantaggi dalla riduzione del consumo di fonti fossili: infatti, la combustione del petrolio per la produzione delle varie forme di energia è una delle principali cause di inquinamento. Per questo è utile essere informati sulle possibilità di risparmio e di produzione di energie rinnovabili che la tecnologia mette a nostra disposizione. In particolare, le applicazioni della tecnologia fotovoltaica sono potenzialmente illimitate perchè l energia solare è una fonte di energia pulita, gratuita, disponibile a tutti e praticamente inesauribile. Questo opuscolo vuole fornire informazioni di base a chi tenta un primo approccio alle energie rinnovabili, in particolare alle opportunità venutesi a creare per il fotovoltaico con i nuovi finanziamenti in Conto Energia.

3 P A G I N A 3 E possibile realizzare impianti ad uso domestico, per l industria e per il commercio. L energia Fotovoltaica è un tipo di energia rinnovabile che converte l energia solare in energia elettrica, senza l uso di combustibili. L IMPIANTO FOTOVOLTAICO E un impianto elettrico costituito da un insieme di apparecchiature che consentono di trasformare, in modo semplice e diretto, la luce solare in energia elettrica. I sistemi fotovoltaici, poiché non hanno parti in movimento, sono estremamente affidabili e silenziosi e necessitano di pochissima manutenzione. I componenti fondamentali di un impianto fotovoltaico sono: i moduli fotovoltaici che captano la radiazione solare durante il giorno e la trasformano in energia elettrica; l' inverter che trasforma l'energia elettrica da corrente continua a corrente alternata rendendola utilizzabile per il funzionamento delle apparecchiature elettriche quali lampade, computer ed elettrodomestici in genere; i contatori che servono a controllare e misurare la quantità di energia elettrica prodotta e scambiata con la rete; la struttura di supporto, che è una struttura appositamente predisposta in base al luogo di installazione dell impianto, realizzata in acciaio zincato e/o alluminio, alla quale fissare i moduli; i quadri elettrici, gli interruttori e i cavi di collegamento. Altri componenti possono essere di volta in volta previsti a seconda della tipologia di impianto. I VANTAGGI DEL FOTOVOLTAICO Gli impianti per la produzione di energia elettrica mediante tecnologia fotovoltaica presentano diversi vantaggi, tra cui: 1. Risparmio dei combustibili di origine fossile e conseguente riduzione di inquinamento; 2. Costi di manutenzione molto bassi; 3. Adattabilità del sistema alle esigenze dell utente (grazie alla loro modularità, possono generare potenze che vanno da alcuni milliwatt a diversi megawatt). I L F O T O V O L T A I C O E I L C O N T O E N E R G I A

4 O P U S C O L O Il materiale più usato nei moduli fotovoltaici per convertire la radiazione solare in elettricità è il silicio. I pannelli fotovoltaici possono essere realizzati in silicio mono e policristallino oppure in silicio amorfo. Il silicio cristallino ha un alto rendimento ma un costo più elevato rispetto al silicio a- morfo che, invece, è più economico ma, avendo un efficienza minore, a parità di potenza dell impianto, occupa superfici maggiori. LA COMPOSIZIONE DEI PANNELLI FOTOVOLTAICI L impianto fotovoltaico può essere dimensionato in base alla esigenze di ogni utente. Il cliente che voglia realizzare l impianto al fine di ottenere un ricavo dalla vendita dell energia, può dimensionarlo in base alle proprie possibilità di investimento e alle aspettative di guadagno. Nel caso del cliente che voglia realizzare l impianto per ridurre o azzerare i consumi della bolletta, invece, la dimensione dell impianto fotovolta ico va calcolata sulla base dell energia consumata in un determinato periodo. Tale valore si ricava dalla lettura delle bollette relative allo stesso periodo: dalle bollette si risale ai kwh necessari all utenza (il chilowattora è l unità di misura dell energia utilizzata) per poi stimare la dimensione dell impianto, calcolata in kwp (il chilowatt di picco è l unità di misura della potenza di un impianto). Fino a 20 kwp si parla di piccoli impianti, oltre 20 kwp si parla di medi e grandi impianti. I primi sono installati generalmente su immobili di privati, di attività commerciali e di piccole a- ziende che vogliono ridurre o azzerare i costi L impianto FV sfrutta il c.d. effetto fotoelettrico, che è la capacità di alcuni semiconduttori, quali il silicio, di produrre elettricità durante l esposizione alla radiazione solare. IL DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO P A G I N A 4 della bolletta. I secondi, invece, vengono realizzati da imprese interessate alla produzione di energia sia per l autoconsumo che per la vendita. Possiamo comunque dire che un impianto medio per uso domestico si aggira attorno ai 2,5 kwp. Lo spazio occupato dall impianto è strettamente connesso al dimensionamento dell impianto stesso, comunque, indicativamente, possiamo considerare circa 8 metri quadrati a kwp, quindi per un impianto medio, la superficie di tetto occupata sarà attorno ai metri quadrati. I dati di progetto necessari per determinare la potenza dell impianto fotovoltaico e la superficie che sarà occupata dallo stesso sono i seguenti: 1. la località nella quale è installato l impianto; 2. il consumo annuo di energia elettrica (kwh); 3. l i n c l i n a z i o n e e l orientamento della superficie captante. I CRITERI DI INSTALLAZIONE I moduli fotovoltaici possono essere collocati sui tetti (sia piani che a falda), sulle facciate degli edifici o a terra. Preferibilmente, un impianto fotovoltaico deve essere installato con le superfici dei pannelli esposte a sud. Sono possibili anche installazioni con esposizione differente (verso sud-est o sud-ovest) ma, si deve considerare che una volta in esercizio, l'impianto avrà una leggera perdita di produttività rispetto agli impianti esposti a sud. In Italia, l'inclinazione dei pannelli di circa 30 gradi rispetto al piano orizzontale è quella che permette di avere la massima produzione annua di energia. Importante è anche valutare l eventuale presenza di ostacoli che possano creare fenomeni di ombreggiamento.

5 O P U S C O L O P A G I N A 5 GLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Il Governo italiano promuove la diffusione della tecnologia fotovoltaica attraverso il c.d. Conto Energia, che è un particolare incentivo per l installazione di impianti fotovoltaici di piccole, medie e grandi dimensioni (idonei sia per le piccole utenze sia per le grandi a- ziende) connessi alla rete. La legge di riferimento attualmente in vigore è il Decreto Ministeriale del 19 febbraio Il Soggetto Attuatore è il Gestore Servizi Elettrici (GSE), che eroga le tariffe incentivanti, stabilendo le modalità e le condizioni per l'erogazione. Si tratta di un meccanismo di incentivi, erogati per ogni kwh prodotto, che remunera l elettricità prodotta dagli impianti per 20 anni. Ad ogni KWh prodotto con impianti fotovoltaici è riconosciuta una tariffa incentivante differenziata in base alla potenza dell'impianto e all integrazione architettonica dello stesso. Tra le varie soluzioni possibili per installare un impianto fotovoltaico, infatti, la scelta dell'integrazione architettonica nell'edificio deputato ad accogliere l'impianto, permette di ottenere un aumento dell'incentivo statale, oltre ad un migliore effetto estetico. Pertanto, possiamo avere le seguenti tipologie di impianto: 1. Impianto non integrato (es. impianto al suolo); 2. Impianto parzialmente integrato (es. impianti sul tetto sovrapposti alla superficie della copertura); 3. Impianto integrato (es. pensiline con copertura costituita da moduli fotovoltaici). La tabella sottostante sintetizza il valore dell incentivazione riconosciuta in base alla potenza (espressa in kwp) e alla tipologia (non integrato, parzialmente integrato, integrato) di impianto: Tipo Impianto Potenza (kw) Non integrato Parzialmente Integrato integrato 1 P 3 0,40 0,44 0,49 3<P 20 0,38 0,42 0,46 P>20 0,36 0,40 0,44 Le tariffe di cui al precedente schema valgono per tutti gliimpianti che entreranno in funzione entro il Il decreto Conto Energia definisce, altresì, le tariffe che verranno applicate agli impianti che entreranno in funzione fino al 2010 compreso: per ogni anno successivo al 2008 verranno applicate le tariffe di cui all art. 6 del Decreto ridotte del 2% per ciascuno degli anni di calendario successivi al Un ulteriore classificazione delle tipologie di impianti fotovoltaici è la seguente: 1. impianti autonomi funzionanti in isola (stand-alone che non possono beneficiare degli incentivi in Conto Energia); 2. impianti collegati in parallelo alla rete e- lettrica pubblica (grid connected); L'incentivo statale in conto energia può essere richiesto solo per quest ultimo tipo di impianti: in questo caso, l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico viene convertita dall'inverter e consumata o immessa nella rete. Il Conto Energia offre un doppio vantaggio economico perché permette di risparmiare sui costi dei consumi elettrici e, contemporaneamente, permette di avere una rendita garantita per 20 anni grazie all incentivo riconosciuto a partire dalla data di entrata in esercizio dell'impianto. Il proprietario di un impianto fotovoltaico al quale sia stato concesso l'incentivo in conto energia ha la possibilità di recuperare il capitale investito per la realizzazione dell' impianto durante gli anni di funzionamento dello stesso. I tempi di ritorno dell investimento sono di circa 8 anni, dopo di che si hanno ben 12 anni di risparmio in bolletta e di incentivo. Complessiva mente la ren d ita f inanz ia r ia sull investimento è superiore al 7-8% l anno.

6 O P U S C O L O P A G I N A 6 LE MODALITA DI ACCESSO AGLI INCENTIVI Possono beneficiare dell incentivo le persone fisiche e giuridiche, i condomini e gli enti pubblici. Chi inten de realizzare un impianto fotovoltaico e accedere alle ta riffe incentivanti, deve richiedere al gestore di rete locale la connessione alla rete e presentare al Gestore dei Servizi Elettrici il progetto dell'impianto realizzato. A impianto ultimato, occorre trasmettere la comunicazione di fin e lavori e la rela tiva documentazione. Entro s essanta giorni il Gestore Servizi Elettrici comunica la tariffa ricon osciuta secon do le modalità di cui alla precedente tabella. E possibile ottenere una maggiorazione del 5% sulle tariffe incentivanti per le seguenti applicazioni speciali: 1. impianti realizzati su scuole e strutture sanitarie pubbliche; 2. Impianti i cui soggetti responsabili sono enti locali con meno di abitanti; 3. Impianti integrati realizzati in sostituzione di coperture in eternit o comunque contenti amianto; 4. Impianti non integrati aventi potenza nominale > 3 kwp quando il soggetto responsabile acquisisce per l impianto Fotovoltaico il titolo di autoproduttore, ossia quando la produzione energetica viene consumata per almeno il 70% dall utenza. I COSTI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO La maggior parte del costo di un impianto fotovoltaico è dovuto all investimento in materiali. Tuttavia, tale costo varia al variare di numerosi fattori quali il sito di installazione, le attrezzature da utilizzare durante il montaggio ecc.. Pertanto, una corretta preventivazione può essere fatta solo dopo un sopralluogo tecnico che valuti adeguatamente tutte le caratteristiche del luogo su cui sorgerà l impianto. In linea di massima, il costo medio di un impianto chiavi in mano da 1 kwp realizzato con moduli in silicio cristallino è pari a circa Euro -IVA inclusa-; il medesimo impianto relizzato con moduli in silicio amorfo, invece, costa circa 5.500,00 Euro -IVA inclusa-. Per questo tipo di investimenti, i principali istituti di credito mettono a disposizione forme di finanziamento appositamente studiate.

7 O P U S C O L O P A G I N A 7 IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 3 kwp MODULI CON SILICIO CRISTALLINO (MINOR SUPERFICIE NECESSARIA MA INVESTIMENTO INIZIALE MAGGIORE) POTENZA IMPIANTO: 3kWp SUPERFICIE NECESSARIA: CIRCA 24 m² per TETTO INCLINATO 55 m² per SUPERFICIE PIANA COSTO MEDIO INDICATIVO IMPIANTO INSTALLATO: ,00 (IVA Inclusa) PRODUCIBILITA DELL IMPIANTO INSTALLATO CON INCLINAZIONE ED ORIENTAMENTO OTTIMALE TARIFFA INCENTI- VANTE PER kwh PRODOTTO RICAVO ANNUO DALL INCENTIVO RISPARMIO ANNUO IN BOLLETTA COSTO ANNUO DI MANUTENZIONE NON INTEGRATO PARZIALMENTE INTEGRATO 4100 kwh/anno COMPLETAMEN- TE INTEGRATO 0,40 0,44 0, , , ,00 740,00 150,00 NOTE PRODUCIBILITA PER OGNI kwp INSTAL- LATO: 1370 kwh/ anno COSTANTE PER 20 ANNI NON SI È CONSIDERA- TO ALCUN AUMENTO DEL PREZZO DELL ENERGIA CHE COMPORTEREBBE UN INCREMENTO ANNUO DEL RISPARMIO, PER IL MANCATO PRELIEVO DALLA RETE. TOTALE ANNUO VANTAGGI ECONOMICI 2.230, , ,00 TEMPO DI RIENTRO DELL INVESTIMENTO 8 anni 7 anni 6 anni RICAVO IN 20 ANNI , , ,00 CALCOLO ESEGUITO CONSIDERANDO IL DEPERIMENTO DEI MODULI CHE SI STIMA VICINO ALL 1% ANNUO Tutti i valori di produzione sopra elencati sono il risultato di calcoli effettuati sulla base di dati forniti dal Joint Research Centre della Commissione Europea, di valutazioni tecniche e di ipotesi climatiche medie. Esse hanno la sola funzione di prevedere un ricavo. Risultati differenti in più o in meno potrebbero dipendere dalle ef- fettive condizioni climatiche verificatesi nel periodo di riferimento. SOLARVOLT per le suddette ragioni non può garantire analoghi risultati.

8 O P U S C O L O P A G I N A 8 IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 3 kwp MODULI CON SILICIO AMORFO (MAGGIOR SUPERFICIE NECESSARIA MA INVESTIMENTO INIZIALE MINORE) POTENZA IMPIANTO: 3kWp SUPERFICIE OCCUPATA: CIRCA 48 m² per TETTO INCLINATO 110 m² per SUPERFICIE PIANA COSTO MEDIO INDICATIVO IMPIANTO INSTALLATO: ,00 (IVA Compresa) PRODUCIBILITA DELL IMPIANTO INSTALLATO CON ORIENTAMENTO ED INCLINAZIONE OTTIMALE TARIFFA INCENTI- VANTE PER kwh PRODOTTO RICAVO ANNUO DALL INCENTIVO RISPARMIO ANNUO IN BOLLETTA NON INTEGRATO PARZIALMENTE INTEGRATO 4100 kwh/anno COMPLETAMEN- TE INTEGRATO 0,40 0,44 0, , , ,00 740,00 NOTE PRODUCIBILITA PER OGNI kwp INSTAL- LATO: 1370 kwh/anno COSTANTE PER 20 ANNI NON SI È CONSIDERA- TO ALCUN AUMENTO DEL PREZZO DELL ENERGIA CHE COM- PORTEREBBE UN INCRE- MENTO ANNUO DEL RISPARMIO, PER IL MANCATO PRELIEVO DALLA RETE. COSTO ANNUO DI MANUTENZIONE 150,00 TOTALE ANNUO VANTAGGI ECONOMICI 2.230, , ,00 TEMPO DI RIENTRO DELL INVESTIMENTO 7 anni 6 anni 6 anni RICAVO IN 20 ANNI , , ,00 CALCOLO ESEGUITO CONSIDERANDO IL DE- PERIMENTO DEI MODU- LI CHE SI STIMA VICI- NO ALL 1% ANNUO Tutti i valori di produzione sopra elencati sono il risultato di calcoli effettuati sulla base di dati forniti dal Joint Research Centre della Commissione Europea, di valutazioni tecniche e di ipotesi climatiche medie. Esse hanno la sola funzione di prevedere un ricavo. Risultati differenti in più o in meno potrebbero dipendere dalle ef- fettive condizioni climatiche verificatesi nel periodo di riferimento. SOLARVOLT per le suddette ragioni non può garantire analoghi risultati.

9 O P U S C O L O P A G I N A 9 LE FORME DI CONNESSIONE: SCAMBIO SUL POSTO E CESSIONE IN RETE La scelta tra le due forme di connessione è possibile solo per impianti di potenza fino a 20 kwp. Impianti di potenza superiore dovranno necessariamente essere connessi con la modalità cessione in rete. E importante specificare che per impianti connessi in rete non è necessario dotarsi di un impianto con potenza tale da coprire l intero fabbisogno dell utenza, perché la potenza massima utilizzabile rimane comunque quella fornita dalla rete pubblica. Scambio sul posto Con questa modalità di connessione l utente consuma la quantità di energia di cui ha bisogno indipendentemente dalla produzione dell impianto fotovoltaico. Un apposito contatore misura l energia immessa in rete e il distributore conguaglia i prelievi e le immissioni. Sono possibili due situazioni: a) In caso di consumi annuali pari o inferiori alla produzione dell impianto fotovoltaico, la voce complessiva della bolletta relativa all energia sarà azzerata. La produzione eccedente annua non consumata, invece, verrà portata in credito energia. b) In caso di consumi annuali superiori si effettu erà una compensazione con l eventuale credito energia riveniente da periodi precedenti. Il meccanismo di compensazione ha un limite: infatti, le eccedenze di produzione possono essere compensate nell arco di soli tre anni, poi si perdono. Pertanto, è opportuno che un impianto sia dimensionato per produrre quanto si consuma. Per effettuare le dovute misurazioni di consumo e produzione, si deve sostituire il contatore esistente con uno bidirezionale, che misura l energia elettrica sia in entrata che in uscita. In entrata, il contatore conteggia il prelievo di energia elettrica dalla rete, al netto dei consumi alimentati dall impianto fotovoltaico. In uscita, invece, il contatore conteggia la produzione dell impianto fotovoltaico che non viene consumata e quindi immessa in rete. Serve poi un secondo contatore per misurare la quantità totale di energia elettrica prodotta dall impianto, perché è su questa quantità che viene calcolato l incentivo erogato dal GSE (kwh prodotti x Tariffa incentivante). In sintesi, il beneficio economico di un impianto con potenza inferiore ai 20kWp connesso alla rete con il servizio di "Scambio sul posto" è costituito da due elementi: 1. l'incentivo statale erogato per venti anni dal GSE, calcolato sull intera produzione fotovoltaica; 2. il risparmio sulla bolletta per la quota di energia prodotta e auto consumata per tutta la vita utile dell impianto. Cessione in rete Questa modalità di connessione permette il consumo dell energia elettrica prodotta dall impianto fotovoltaico solamente mentre questa viene prodotta e non viene effettuata nessuna forma di compensazione; l energia prodotta e consumata direttamente riduce o azzera il prelievo di energia dalla rete, con conseguente risparmio. L energia eventualmente prodotta in eccesso al consumo viene venduta al gestore di rete. La totalità dell energia prodotta concorre al calcolo della somma degli incentivi, come nel caso dello scambio sul posto. Anche la cessione in rete prevede l installazione di contatori aggiuntivi e il medesimo schema di collegamento dello scambio sul posto. Le componenti di ricavo per un impianto connesso secondo la modalità Cessione in rete sono: 1. gli incentivi, calcolati sull intera produzione fotovoltaica; 2. il risparmio sulla bolletta per la quota di energia prodotta e autoconsumata; 3. i ricavi derivati dalla vendita dell energia elettrica prodotta e non consumata. I L F O T O V O L T A I C O E I L C O N T O E N E R G I A

10 O P U S C O L O P A G I N A 1 0 Foto di un nostro impianto realizzato su abitazione privata. Foto di un nostro impianto realizzato su opificio.

11 P A G I N A 1 1 Chi siamo: SolarVolt nasce dalla scelta di utilizzare la pluriennale esperienza in campo impiantistico elettrico ed elettronico per investire in nuove prospettive inevitabilmente in crescita nel nostro territorio, come la realizzazione di Impianti Fotovoltaici. SolarVolt propone ai propri clienti servizi e soluzioni nel settore del risparmio energetico per diffondere la cultura dell utilizzo razionale dell energia, nel rispetto dell ambiente. L obiettivo è quello di fornire servizi e tecnologie per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che riducano i costi di bilancio di realtà aziendali e domestiche, attraverso la progettazione, la realizzazione e la manutenzione di Impianti Fotovoltaici. Per fare ciò SolarVolt, oltre che ad utilizzare le proprie competenze, si avvale di partners nazionali ed internazionali di provata esperienza e qualità, che con i loro prodotti e servizi aggiungono valore ad ogni investimento. I singoli interventi sono di volta in volta individuati considerando le differenti esigenze dei clienti. SOLARVOLT SRL è in grado di fornire tutto il supporto necessario per: la valutazione di fattibilità dell impianto; la richiesta delle autorizzazioni necessarie per l installazione dello stesso; la presentazione della domanda al GSE Spa per l ottenimento degli incentivi; la progettazione, la realizzazione, la manutenzione dell'impianto e l assistenza post-vendita garantendo la massima professionalità e consulenza specializzata.

12 Puoi contattarci per ogni ulteriore informazione e per conoscere gli strumenti di finanziamento offerti dai principali istituti di credito! Sede Legale: Via della Resistenza, 9 Sede Operativa: Corso Italia, Santeramo in Colle (BA) Tel/Fax: 080/ Web:

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di CELLE LIGURE (SV) REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE MAGAZZINO PALAZZETTO TRIBUNA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE Impianto: Impianto

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine 2 Introduzione

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO INDUSTRIA. Le fonti di energia rinnovabili nella casa

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO INDUSTRIA. Le fonti di energia rinnovabili nella casa REGIONE SICILIANA ASSESSORATO INDUSTRIA Le fonti di energia rinnovabili nella casa Q uesto opuscolo è stato realizzato nell ambito del programma SICENEA, finanziato dall Assessorato Industria della Regione

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istituto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 0 PREMESSA... 2 1 IDENTIFICAZIONE DELLA TIPOLOGIA D IMPIANTO... 3 2 COMPONENTI

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA 22 3 sommario L energia...................................................... 3 Energia dal sole................................................. 4 Quanta energia?..................................................

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV)

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) Individuazione del sito di installazione Il sito individuato per la realizzazione dell Impianto Fotovoltaico si trova nel Comune

Dettagli

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015) CRITERI GENERALI PER LA DEFINIZIONE DI REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento Documento per la consultazione (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico DM 5 luglio 2012 5 Conto Energia Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento

REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento INDICE PREMESSA 4 1 INTERVENTI SU IMPIANTI INCENTIVATI IN CONTO ENERGIA 6 1.1 SPOSTAMENTO DELL IMPIANTO 7 1.2

Dettagli

I CIRCUITI ELETTRICI

I CIRCUITI ELETTRICI I CIRCUITI ELETTRICI Ogni dispositivo elettronico funziona grazie a dei circuiti elettrici. Le grandezze che descrivono un circuito elettrico sono: l intensità di corrente elettrica (i), cioè la carica

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO I PROGETTO ELIOS

ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO I PROGETTO ELIOS Istituto d Istruzione Superiore Statale Enrico Mattei Via Martiri di Cefalonia 46-20097 San Donato Milanese Tel. 0255691411 - Fax 025276676 itisando@tin.it www.itismattei.it ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GESTIONE DELL ENERGIA GLI IMPIANTI A FONTE RINNOVABILE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GESTIONE DELL ENERGIA GLI IMPIANTI A FONTE RINNOVABILE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GESTIONE DELL ENERGIA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO 1 PREMESSA... 4 2 LE RINNOVABILI ELETTRICHE... 4 2.1 Impianti connessi alla rete... 4 2.2 Impianti

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO INDICE DEI CONTENUTI 00. PREMESSA...3 01. L AMBIENTE...4 02. SALVAGUARDARE L AMBIENTE...5 03. L ENERGIA...6 04. FONTI DELL ENERGIA ELETTRICA...7 05. FOTO VOLTAICO...8

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA)

REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) REGOLE APPLICATIVE PER L ISCRIZIONE AI REGISTRI E PER L ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI DM 5 LUGLIO 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA) 7 agosto 2012 Indice Premessa... 5 1 Inquadramento generale e quadro normativo

Dettagli

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com

Rifasamento industriale e penali in bolletta. www.icar.com- sales@icar.com Rifasamento industriale e penali in bolletta www.icar.com- sales@icar.com Le penali per basso cosfi Le Aziende Distributrici applicano le penali per basso cosfi perché : devono predisporre impianti di

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh.

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh. Guida del principiante sull Energia e la Potenza L'articolo presentato da N Packer, Staffordshire University, UK, febbraio 2011. Energia L'energia è la capacità di fare lavoro. Come spesso accade, le unità

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER 15 giugno 2015 Il Decreto di incentivazione delle FER non fotovoltaiche in via di emanazione dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante Abstract L energia elettrica derivante da fonti rinnovabili è esente da accisa

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3988 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Sviluppo dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima Presentata

Dettagli