Francesco Lamandini Sindaco di Spilamberto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Francesco Lamandini Sindaco di Spilamberto"

Transcript

1

2 2

3 Il Comune di Spilamberto, in collaborazione con il CEDA (Centro Educazione Ambientale) ed Hera Modena, intende offrire con questa pubblicazione una serie di informazioni relative al risparmio energetico. Sul nostro territorio abbiamo abitazioni che in molti casi risalgono agli anni 60 e 70, realizzate quindi con tecnologie energetiche non adeguate. Vogliamo dunque aiutare gli spilambertesi a conoscere tutti gli strumenti a disposizione per poter attuare a pieno politiche ecologiche efficaci nelle loro case. La pubblicazione che state leggendo è suddivisa in due parti. Nella prima parte troverete le informazioni per entrare a far parte di un gruppo di famiglie che, attuando buone pratiche di risparmio energetico, potrà ottenere riduzioni sulle bollette di luce e gas con un rimborso di quanto risparmiato. Nella seconda parte troverete informazioni relative agli interventi possibili sulla struttura della vostra abitazione, finalizzati al risparmio energetico e alla produzione di energia fotovoltaica, con specifiche sugli incentivi e sui risparmi fiscali previsti dalla vigente normativa. Questa pubblicazione è coerente e va nella direzione di applicare, anche a livello locale, il pacchetto europeo clima-energia, conosciuto anche come strategia che prevede entro il 2020: Il taglio delle emissioni di gas serra del 20%; La riduzione del consumo di energia del 20%; Il 20% del consumo energetico totale europeo generato da fonti rinnovabili. E fondamentale, infine, ricordare che l energia consumata nell edilizia residenziale, per riscaldare gli ambienti e per l acqua calda sanitaria, rappresenta circa il 30% dei consumi energetici nazionali e circa il 25% delle emissioni totali nazionali di anidride carbonica: una delle cause principali dell effetto serra e del conseguente innalzamento della temperatura del globo terrestre. Consideriamo quindi utile sensibilizzare la cittadinanza sull importanza di agire per intraprendere interventi di risparmio energetico. Gli interventi proposti sono finalizzati a: Consumare meno energia e ridurre subito le spese di riscaldamento e condizionamento; Migliorare le condizioni di vita all interno dell appartamento alzando il suo livello di comfort ed il benessere di chi soggiorna e vi abita; Partecipare allo sforzo nazionale ed europeo per ridurre sensibilmente i consumi di combustibile da fonti fossili; Proteggere l ambiente in cui viviamo e contribuire alla riduzione dell inquinamento del nostro paese e dell intero pianeta; Investire in modo intelligente e produttivo i nostri risparmi. Francesco Lamandini Sindaco di Spilamberto 3

4 4

5 CEDA Centro di Educazione e Documentazione Ambientale Comune di Spilamberto Comune di San Cesario sul Panaro Comune di Castelfranco Emilia Il risparmio energetico è la più importante energia alternativa disponibile MENO SPRECHI + GUADAGNI Impariamo a risparmiare energia Sei invitato a far parte di un gruppo di famiglie campione per la sperimentazione di comportamenti a minor impatto ambientale. Grazie alle informazioni che ti saranno messe a disposizione e all aiuto di un tutor che ti sosterrà con indicazioni e consigli utili, potrai risparmiare sulla bolletta di energia elettrica e gas. Aiuta l ambiente e riduci i consumi! Di cosa si tratta? Il C.E.D.A. Centro di Educazione e Documentazione Ambientale promosso dai comuni di Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panaro e Spilamberto, in collaborazione con HERA, offre ad un campione limitato di famiglie un interessante opportunità per ridurre i consumi energetici quotidiani e al contempo guadagnare ben più di quanto risparmiato, tramite strategie semplici, gratuite e non impegnative. Consideriamo questa opportunità un ulteriore passo per diffondere tra tutti i cittadini buone pratiche finalizzate al risparmio delle risorse energetiche. Perché dovresti partecipare? Imparerai a risparmiare sulla bolletta di energia e di gas e allo stesso tempo aiuterai l ambiente, imparando tecniche utili a garantire un risparmio energetico al tuo nucleo famigliare anche nel futuro; Potrai far parte di una vasta comunità di persone interessate agli aspetti concreti del cambiamento climatico, al suo impatto a livello locale e alle soluzioni concrete; Ti verrà riconosciuto da HERA lo sconto pari a quanto sei riuscito a risparmiare; Partecipare non comporta impegni particolari. Cosa ci guadagni? Aderendo a questo progetto, grazie all importante collaborazione con Hera Modena, avrai la possibilità di: Avere il supporto di personale specializzato che ti aiuterà a conoscere e condividere con le altre famiglie azioni e strategie che comporteranno una riduzione immediata, e anche futura, delle tue spese energetiche; 5

6 RADDOPPIARE IL TUO GUADAGNO! Oltre a quanto risparmi, che già rappresenta un guadagno, alla fine del progetto ti verrà riconosciuto uno sconto pari a quanto sei riuscito a risparmiare* rispetto all anno precedente adottando le metodologie che ti verranno consigliate. Cosa devi fare? Le famiglie interessate dovranno fare richiesta di adesione compilando il modulo allegato. Fra le adesioni pervenute verranno selezionate** 70 famiglie nei tre Comuni che dovranno partecipare ad un incontro formativo iniziale. L impegno successivo sarà quello di partecipare a momenti di verifica quadrimestrali e mettere a disposizione alcuni dati energetici, relativi all anno precedente e all anno di durata del progetto, per consentire di valutare i risparmi e determinare i guadagni. Durata del progetto Il progetto avrà inizio a gennaio 2012 con il momento di formazione. Le rilevazioni dei consumi andranno da gennaio a dicembre del Per partecipare Per iscriversi al progetto è necessario: Risiedere nei Comuni di San Cesario sul Panaro o Spilamberto o Castelfranco Emilia e vivere nella stessa abitazione dal 1 gennaio 2011; Avere il riscaldamento autonomo oppure disporre di un dispositivo che consenta di rilevare i propri consumi; Non aver fatto e non fare nell abitazione interventi finalizzati al risparmio energetico o alla produzione di energia nell anno 2011 e 2012***; Compilare la scheda di adesione allegata e inviarla ai recapiti indicati nella stessa. Se vuoi saperne di più: CEDA - tel CONTIAMO SU DI TE!!! * I criteri per il calcolo del risparmio saranno comunicati al gruppo partecipante durante il 1 incontro. **CRITERI DI SELEZIONE DELLE FAMIGLIE Nel caso in cui pervengano piú di n.70 richieste si procederà a formare un campione in modo da garantire la massima rappresentatività relativamente alle variabili rilevate nella scheda di adesione. *** MANCATO RICONOSCIMENTO DEI BENEFICI ECONOMICI Nel caso in cui, nell arco del anno 2012, vengano eseguiti interventi finalizzati al risparmio energetico o alla produzione di energia. 6

7 MENO SPRECHI + GUADAGNI Impariamo a risparmiare energia RICHIESTA DI ADESIONE Con la presente manifesto l interesse a partecipare al progetto regionale ed a ricevere informazioni e aggiornamenti sullo stesso. Nome e Cognome (capofamiglia) Data di nascita del capofamiglia: via N CAP Comune di Tel Cell mail N persone componenti del nucleo familiare (barrare con X l opzione) o più Tipologia di alloggio (barrare con X): Abitazione a schiera di unica proprietà App.to in condomino (max 6 appti) App.to in condomino (sopra 6 appti) Casa rurale di campagna Porzione di casa rurale Villetta bifamiliare o plurifamiliare Villetta monofamiliare altro Accetto di partecipare alla sessione formativa e di verifiche quadrimestrali previste (*) Vivo nella stessa abitazione antecedentemente il 01/01/2011(*) Tipologia di riscaldamento Autonomo Con possibilità di rilevazione autonoma consumi Dichiaro di non aver fatto nell abitazione interventi di risparmio energetico o di produzione di energia nell anno Dichiaro di essere consapevole che nel caso vengano fatti interventi di risparmio energetico o di produzione di energia nell anno 2012 decadranno i benefici economici (*). Dichiaro di accettare quanto riportato negli allegati alla presente scheda. Acconsento di ricevere via mail, dall Amministrazione Comunale, comunicazioni inerenti l Ambiente anche successivamente il presente progetto. Il trattamento dei dati avverrà nel rispetto del DLgs. N 196/2003 art. 13. I dati saranno usati esclusivamente per le finalità del progetto. I responsabili del trattamento dei dati sono i Comuni di San Cesario sul Panaro, di Spilamberto e di Castelfranco Emilia che gestiscono il servizio in forma associata. La scheda potrà essere recapitata, entro e non oltre lunedì 12 dicembre, con le seguenti modalità: Tramite all indirizzo: Tramite fax al numero: Oppure potrà essere consegnata nei seguenti punti di raccolta: Castelfranco Emilia: Ufficio Segreteria del Sindaco presso il Municipio San Cesario sul Panaro: C.E.D.A. in Villa Boschetti Spilamberto: Ufficio Relazioni con il Pubblico - URP presso il Municipio (*) CAMPI OBBLIGATORI, PENA L ESCLUSIONE DAL PROGETTO 7

8 8

9 ECONOMIA VERDE: IL FUTURO È OGGI! Oggi è possibile costruire un territorio competitivo e sostenibile, con le energie rinnovabili e l efficienza energetica degli edifici. Si possono raggiungere entro il 2020, i seguenti tre tipi di obiettivi: + 20% di efficienza energetica, ovvero -20% di consumi inutili; + 20% di energia da fonti rinnovabili; - 20% di emissioni di CO 2. Come impieghiamo l energia che consumiamo Negli edifici residenziali almeno il 68 % dei consumi energetici è dovuto al riscaldamento degli ambienti, l 11% alla produzione dell acqua calda sanitaria, il 5% per usi cucina, e circa il 16% per usi elettrici, illuminazione, elettrodomestici, condizionamento. Riqualificare la casa La riqualificazione energetica di un edificio rappresenta un investimento volto a ridurre i costi di gestione legati al consumo energetico, a migliorare la qualità ed il confort ed aumentare il valore dell immobile. I benefici sono anche ambientali e sono legati soprattutto alla riduzione delle emissioni di CO2 che generano i consumi di energia. Un edificio degli anni 80, che consuma 180 kwh/mq all anno, può, attraverso interventi di riqualificazione energetica ridurre fino al 50-60% i propri consumi energetici. I principali interventi da realizzare in un edificio ai fini della riqualificazione energetica sono i seguenti: Il miglioramento delle prestazioni dell involucro edilizio, con l incremento dell isolamento termico, la sostituzione dei serramenti, l installazione di sistemi di schermatura solare; La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale obsoleti, con impianti dotati di caldaie ad alta efficienza energetica o con impianti con pompe di calore ad alta efficienza più efficienti dal punto di vista energetico e con minore impatto sull ambiente in termini di emissioni prodotte; L installazione di fonti energetiche rinnovabili, impianti fotovoltaici e solari termici, per la produzione di energia elettrica e termica; La corretta gestione della ventilazione naturale e del raffrescamento passivo al fine di limitare la diffusione di impianti di condizionamento estivo, responsabili dell incremento dei consumi elettrici; L introduzione di sistemi di contabilizzazione individuale dell energia per la sensibilizzazione alla riduzione dei consumi. Lo sapevate che La Regione Emilia-Romagna ha definito nuovi standard di prestazione energetica per ridurre i consumi energetici delle case prevedendo l utilizzo obbligatorio di fonti rinnovabili per produrre calore e l energia elettrica: Per gli edifici nuovi; Per gli interventi di ristrutturazione; Per agli impianti di riscaldamento. L Attestato di Certificazione Energetica degli edifici è diventato obbligatorio: Nel caso di nuove costruzioni: deve essere redatto a cura del costruttore e consegnato al proprietario; Nel caso di compravendita, deve essere redatto a cura del venditore e consegnato all acquirente; Nel caso di locazione, deve essere redatto a cura del locatore (ovvero il proprietario) e consegnato al locatario, cioè colui che prende in affitto l alloggio; Nel caso di ristrutturazione integrale dell immobile, va allegato nella pratica edilizia; Per l ottenimento di incentivi statali, regionali o locali, se è previsto che sia redatto il certificato ai fini dell accesso ai contributi. L Attestato di Certificazione Energetica ha una validità di 10 anni dalla data di rilascio e perde di validità, nel caso in cui, per incuria, non si proceda alle operazioni di controllo dell efficienza energetica degli impianti, per tale ragione i Libretti di impianto o di centrale devono sempre essere allegati. A Spilamberto l Asilo Intercomunale Le Margherite di via Paderni, ha conseguito l attestazione CASACLIMA di edificio in classe energetica B e una menzione speciale come esempio di costruzione ideata secondo criteri di sostenibilità ambientale ed economica, per il Premio Sostenibilità 2009 del Progetto Triennale di Edilizia di Qualità, promosso da BIOECOLAB e PROMO. 9

10 La casa come un elettrodomestico Nell Attestato di Certificazione Energetica sono riportate tutte le informazioni relative alla prestazione energetica dell edificio o dell unità immobiliare, le Classi energetiche sono espresse con delle lettere: Classe A+, A sono le migliori e si riferisce a edifici con bassi consumi energetici; Classe G, è la peggiore e si riferisce a edifici con alti consumi. La CASA PASSIVA: < 15 kwh/mq annuo = < 1,5 litri gasolio/mq annuo Un edificio in Classe A consuma circa il 50% in meno rispetto ad un edificio in Classe C e circa l 80% in meno di un edificio in Classe G. L incidenza del costo dei consumi energetici durante un arco di vita di 20 anni incide approssimativamente per circa il 5% rispetto al costo dell immobile se l edificio è in Classe A, e per il % se l edificio è in classe G. Classe energetica A: Classe energetica B: Classe energetica C: < 30 kwh/mq annuo = < 3 litri gasolio/mq annuo tra kwh/mq annuo = 3,1-5 litri gasolio/mq annuo tra kwh/mq annuo = 5,1-7 litri gasolio/mq annuo Classe energetica D: tra kwh/mq annuo = 7,1-9 litri gasolio/mq annuo Classe energetica E: Classe energetica F: Classe energetica G: tra kwh/mq annuo = 9,1-12 litri gasolio/mq annuo tra kwh/mq annuo = 12,1-16 litri gasolio/mq annuo > 160 kwh/mq annuo = > 16 litri gasolio/mq annuo Piccoli suggerimenti per una casa efficiente Consumare meno senza diminuire il comfort dell abitazione è possibile. Con adeguati investimenti si può risparmiare sulle bollette e si possono avere anche dei guadagni. Diverse sono le iniziative volte a diffondere il risparmio e l efficienza energetica negli edifici, tra le quali le tariffe incentivanti per i pannelli fotovoltaici, le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica e la certificazione energetica degli edifici. Ad una spesa per l energia delle famiglie che si è fatta molto alta contribuiscono soprattutto: le dispersioni termiche dovute al cattivo isolamento delle pareti e delle finestre e i vecchi impianti di riscaldamento poco efficienti presenti nelle nostre abitazioni. Le possibilità tecnologiche e normative oggi disponibili sono diverse, mostreremo, di seguito, alcuni tipici interventi efficaci e rapidi per le abitazioni. Si può risparmiare fino al 20-30% l anno sulla bolletta: Utilizzando lampadine elettroniche o a Led; Utilizzando elettrodomestici ad alta efficienza preferibilmente di classe A A+; Spegnendo i led dei televisori e dei computer; Per le famiglia già dotate di contatore elettronico, accendendo i grandi elettrodomestici dopo le ore 18, perché la tariffa dell energia elettrica è ridotta; Inserendo dei diffusori idrici nei lavandini; Raccogliendo l acqua piovana, può essere raccolta e incanalata dalla grondaia verso il proprio giardino o in cisterne di raccolta per consentire un utilizzo successivo; Riducendo lo sciacquone del water, è sufficiente porre nella cassetta una bottiglia di plastica da un litro piena d acqua, priva di etichetta ed ermeticamente chiusa con il tappo, oppure far installare un sistema con doppio pulsante di scarico o regolare il galleggiante compatibilmente ad una capacità minore di acqua; In caso di impianto centralizzato applicando dei contabilizzatori di calore ai termosifoni si adotta la temperatura che si vuole e quando si vuole e si paga quanto si consuma; Non superando i 21, ogni grado in più significa un aumento del consumo del 7%; Eliminando le dispersioni di calore mediante guarnizioni supplementari agli infissi, doppi vetri, doppi serramenti, isolamento dei cassonetti e, quando diventa buio, abbassando le tapparelle si può ridurre del 50% della dispersione di calore; Non coprendo i termosifoni e se sono posti su una parete che dà verso l esterno, frapporre tra questi e il muro un pannello termoisolante; Coibentando il sottotetto; Riducendo la temperatura notturna a

11 COME RIQUALIFICARE LA CASA PER RIDURRE I CONSUMI Installazione di rivestimento a cappotto esterno Il 40% delle risorse energetiche europee vengono attualmente assorbite dalle abitazioni, l isolamento termico sull esterno dei fabbricati può contribuire in maniera sostanziale al risparmio dell energia. Il sistemi di isolamento a cappotto è in grado di ridurre i consumi energetici degli edifici, sino al del 70%. I sistemi di isolamento termico a cappotto sono idonei sia per edifici nuovi che per edifici esistenti. Nella tabella seguente sono indicati i coefficienti di Trasmittanza termica delle strutture previste dalla normativa: VALORI LIMITE DELLA TRASMITTANZA TERMICA UTILE U DELLE STRUTTURE COMPONENTI L INVOLUCRO EDILIZIO ESPRESSA IN (W/M2K) - in vigore dal 14 marzo 2010 Zona climatica Strutture opache Strutture opache orizzontali o inclinate Chiusure apribili di Spilamberto verticali (pareti) Coperture Pavimenti (*) e assimilabili (**) E 0,27 0,24 0,30 1,8 (*) Pavimenti verso locali non riscaldati o verso l esterno. (**) Conformemente a quanto previsto all articolo 4, comma 4, lettera c), del decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 che fissa il valore massimo della trasmittanza (U) delle chiusure apribili e assimilabili, quali porte, finestre e vetrine anche se non apribili, comprensive degli infissi. Componenti Il sistema a cappotto è costituito: Da un materiale isolante incollato e/o fissato meccanicamente attraverso tasselli, profili o altro alla parete; Da uno o più strati di intonaco applicato in opera, di cui il primo, è applicato direttamente sui pannelli isolanti senza intercapedine ventilata o strato divisorio, contiene una rete di armatura di rinforzo; Da una rifinitura finale che comprende la tinteggiatura o l applicazione di un rivestimento in materiali diversi (metallo, legno, ceramica, cotto, ecc). 1) Profilo di partenza 2) Pannello di polistirolo 3 3) Paraspigolo in alluminio 4) Collante in pasta o polvere prima posatura 5) Rete in fibra di vetro 6) Collante in pasta o polvere seconda posatura 7) Intonaco plastico I pannelli isolanti sono gli elementi che devono garantire la coibentazione, esiste sul mercato una vasta gamma di pannelli e materiali di origine naturale o sintetica. Ulteriori requisiti che i pannelli possono soddisfare, oltre alla protezione termica, sono quelli relativi alla resistenza meccanica, indeformabilità dimensionale, protezione acustica. Alcune tipologie di pannelli isolanti tra i più usati: polistirene espanso sinterizzato poliuretano espanso estruso fibre di legno mineralizzato fibra di cellulosa sughero lana di roccia 11

12 ESEMPIO DI RIENTRO DALL INVESTIMENTO Abbiamo fatto una valutazione economica dell investimento necessario per realizzare un rivestimento esterno a cappotto di un edificio bifamigliare a due piani composto da due appartamenti. I dati di riferimento sono i seguenti: - Spesa annua di circa 1.600, pari circa a m3 di metano per il riscaldamento + cucina + acqua calda sanitaria per ogni appartamento; - Costo dell investimento di , per coibentare con un pannello di polistirene, una superficie esterna di 360 mq; importo pari al 55% della spesa sostenuta, da recuperato in 10 anni come detrazione ai fini IRPEF; pari al 45% di , investimento da recuperare; - Aumento del costo del gas del 3% ogni anno; - Il metano utilizzato per il riscaldamento è pari all 80% del totale della spesa annua; - Abbattimento del 40% del consumo di gas con la realizzazione del rivestimento a cappotto. Nella tabella sono riportati i dati di rientro dall investimento. SPESA INVESTIMENTO ANNI DI RIENTRO RISPARMIO RISPARMIO SOSTENUTA DA RECUPERARE RIENTRO ANNUO COMPLESSIVO anno 960,00 960,00 5 anno 1.080, ,97 10 anno 1.252, ,52 13 anno 1.368, ,02 15 anno 1.451, ,63 Recentemente a Spilamberto si è svolta una iniziativa sul progetto VESTO CASA. VESTO CASA è un gruppo d acquisto, promosso dall Agenzia per l Energia di Modena, per realizzare interventi di riqualificazione energetica degli edifici residenziali. L obiettivo è offrire, a tutti i cittadini interessati a realizzare interventi di riqualificazione energetica degli edifici, soluzioni chiavi in mano a condizioni economiche vantaggiose e garantite (www.vestocasa.it - Ha inoltre il compito istituzionale di fornire, ai cittadini che le richiedano, informazioni sugli incentivi alle energie rinnovabili e al risparmio energetico. Detrazione fiscale La detrazione d imposta è pari al 55% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di , da suddividersi in dieci quote annuali di pari importo. Chi effettua interventi di: rifacimento di muri, tetti, pavimenti, finestre e infissi anche di una singola unità immobiliare, rispettando determinati livelli di isolamento termico, può avvalersi di una detrazione di imposta pari al 55% della spesa sostenuta fino a un massimo di , da suddividersi in dieci quote annuali di pari importo. Le spese devono essere sostenute entro il 31/12/2011. Per informazioni e dettagli su come avere le detrazioni e su quali documenti è necessario predisporre visitare i siti oppure 12 COSA RICHIEDE IL COMUNE Per la realizzazione dei lavori di un rivestimento esterno a cappotto, bisogna presentare al Comune una Comunicazione di interventi di manutenzione straordinaria firmata da un tecnico abilitato e i lavori possono iniziare il giorno dopo. Se l intervento ricade nel Centro Storico, bisogna presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.), firmata da un tecnico abilitato e raccolti gli eventuali pareri da parte di altri enti, i lavori possono iniziare il giorno dopo.

13 Impianto di riscaldamento L esempio tipico é la sostituzione della caldaia con una di ultima generazione a condensazione. La caldaia ad alta efficienza ha un rendimento superiore ad una determinata soglia, ed è contraddistinta nella generalità dei casi, da una marcatura che si traduce in una attribuzione di 3 e 4 stelle. Con la sostituzione della caldaia si ottengono diversi benefici: Il recupero di una parte del calore che si disperderebbe insieme al vapore; L aumento dell efficienza della caldaia superiore al 100%; Il risparmio fino al 20% del gas. Se sostituiamo le valvole dei radiatori con quelle di tipo termostatico possiamo risparmiare un altro 10% sui consumi. CALDAIA TRADIZIONALE Il vapore acqueo contenuto nei fumi si trova ad una temperatura di oltre 100 C e il calore che deriverebbe dalla condensazione del vapore non viene utilizzato. Rendimento = 90% 100% P.C.I. 111% DI ENERGIA TEORICA DATA DAL COMBUSTIBILE (RAPPORTATA AL P.C.I.) 10% DI CALORE DISPERSO ATTRAVERSOI FUMI E IL MANTELLO 11% DI CALORE LATENTE NON RECUPERATO Economicamente, l intervento produce questo risultato: Per un abitazione di 100 m2 con una spesa di gas sui annui, la sostituzione della caldaia, incluse le opere di cambio della canna fumaria e di adeguamento dell impianto, dell installazione delle valvole termostatiche, della progettazione dell intervento e la relativa certificazione energetica, è valutato in circa (IVA inclusa); Con la detrazione del 55% si recuperano 2.200, mentre i restanti si ammortizzano grazie ai minori consumi in circa 4 anni, senza dimenticare, le minori emissioni di CO2 che i ridotti consumi determinerebbero; L IVA agevolata si applica solo sul costo della caldaia e sull acquisto di beni significativi, mentre per la manodopera si applica invece l aliquota ordinaria del 20%. Detrazione fiscale Si può usufruire della detrazione di imposta pari al 55% della spesa sostenuta, fino a un massimo di euro, da suddividersi in dieci quote annuali di pari importo. Le spese devono essere sostenute entro il 31/12/2011. Per i condomini, si può usufruire della detrazione anche nel caso di trasformazione degli impianti individuali autonomi in impianto centralizzato con contabilizzazione del calore o qualora si vogliano applicare i contabilizzatori di calore all impianto centralizzato condominiale. Non si può usufruire della detrazione in caso di passaggio da impianto centralizzato ad impianti individuali autonomi. Per informazioni e dettagli su come avere le detrazioni e su quali documenti è necessario predisporre visitare i siti oppure Cosa deve fare il cittadino CALDAIA A CONDENSAZIONE Il vapore acqueo si condensa in appositi scambiatori di calore, liberando energia termica (calore latente) che viene recuperata. Rendimento = 106% 100% P.C.I. 111% DI ENERGIA TEORICA DATA DAL COMBUSTIBILE (RAPPORTATA AL P.C.I.) Si può rivolgere ad un installatore qualificato e procedere liberamente senza autorizzazioni. Se si devono installare canne fumarie esterne, con la conseguente modifica dei prospetti dell abitazione, occorre presentare una Comunicazione di interventi di manutenzione straordinaria firmata da un tecnico abilitato e i lavori possono iniziare il giorno dopo. Il cittadino deve richiedere all installatore la certificazione di conformità dell impianto in base alla D.M. 37/2008. Una copia del certificato firmato va consegnata all Ufficio Edilizia del Comune. 1% DI CALORE DISPERSO ATTRAVERSOI FUMI E IL MANTELLO 4% DI CALORE LATENTE NON RECUPERATO 7% DI CALORE LATENTE RECUPERATO 11% DI CALORE LATENTE TEORICAMENTE RECUPERABILE 13

14 Sostituzione infissi La scelta dei serramenti è fondamentale, ma non è semplice. Per ridurre le dispersioni si deve intervenire sulla struttura dell infisso e sul telaio ma soprattutto sul tipo di vetro da montare. La capacità isolante prevista oggi per legge è attestata da precisi valori di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K. Valori bassi di trasmittanza implicano, un elevato potere isolante dei serramenti. Consigli utili La dispersione può essere ridotta con l uso di vetri multipli, doppi o tripli, anche se il vantaggio del triplo vetro è quello relativo all isolamento acustico. I doppi vetri, in genere, possono anche essere applicati sui telai preesistenti con piccoli adattamenti. Detrazione fiscale Gli importi che possono essere portati in detrazione sono nel limite di , cioè il 55% di ,90. Per informazioni e dettagli su come avere le detrazioni e su quali documenti è necessario predisporre visitare i siti oppure Per la sostituzione degli infissi non è richiesto l Attestato di Certificazione Energetica. Il risparmio economico che si ottiene con serramenti isolanti è tale da consentire il recupero totale dell investimento sostenuto nel giro di pochi anni. COSA RICHIEDE IL COMUNE Si può rivolgere ad un installatore o rivenditore qualificato e procedere liberamente senza autorizzazioni. Per interventi che richiedono modifiche esterne delle abitazioni, bisogna presentare al Comune una Comunicazione di interventi di manutenzione straordinaria firmata da un tecnico abilitato e i lavori possono iniziare il giorno dopo. Se l intervento ricade nel Centro Storico, bisogna presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.), firmata da un tecnico abilitato e raccolti gli eventuali pareri da parte di altri enti, i lavori possono iniziare il giorno dopo. Pannelli solari termici I pannelli solari utilizzano l energia solare per trasformarla in energia utile e calore per le attività dell uomo, con un indubbio vantaggio economico nell abbattimento della spesa in bolletta. I pannelli solari si dividono in due diverse categorie di prodotti a seconda dell utilizzo e possiamo distinguerli in: 14 Pannelli solari termici, finalizzati al riscaldamento dell acqua sanitaria; Pannelli solari a concentrazione, concentrano i raggi solari in un punto tramite un sistema di specchi parabolici, il calore così generato surriscalda un liquido termovettore o un serbatoio fino a C. Il calore può essere riutilizzato per generare forza vapore e quindi elettricità.

15 I vantaggi dei pannelli solari termici I pannelli solari termici permettono di riscaldare l acqua sanitaria per l uso quotidiano senza utilizzare gas o elettricità. Entro certi limiti sono pertanto un efficace sostituto dello scaldabagno elettrico o della caldaia a gas per generare acqua calda per lavare piatti, fare la doccia, il bagno ecc. Come funziona un pannello solare termico Un pannello solare termico (o collettore solare) è composto da un radiatore in grado di assorbire il calore dei raggi solari e trasferirlo al serbatoio di acqua. La circolazione dell acqua dal serbatoio al rubinetto domestico è realizzata mediante circolazione naturale o forzata, in quest ultimo caso il pannello solare integra una pompa idraulica con alimentazione elettrica. Quanti pannelli solari sono necessari per riscaldare l acqua Il numero dei pannelli solari termici è determinato dalle esigenze dell utenza e dal clima del luogo. Un pannello termico della dimensione di un metro quadro riesce a soddisfare in media litri d acqua calda al giorno alla temperatura media di 40. Il consumo medio di acqua calda per persone è di circa litri al giorno, pertanto un metro quadro di pannello dovrebbe soddisfare le esigenze d acqua calda di 1-2 persone. I pannelli solari e la caldaia I pannelli solari termici non sono un sostituto della caldaia, ma un sistema complementare per ridurre il consumo di gas necessario per il riscaldamento dell acqua sanitaria. Anche in presenza di pannelli solari termici quindi è opportuno far installare una caldaia a gas o uno scaldabagno elettrico. In molti casi è possibile collegare in serie il pannello solare e la caldaia, in modo da far lavorare di meno quest ultima e risparmiare sul consumo di gas. Quest ultima soluzione garantisce la produzione d acqua calda in qualsiasi momento e di fronteggiare qualsiasi situazione d emergenza. DETRAZIONE FISCALE Lo Stato incentiva l acquisto dei pannelli solari con la detrazione Irpef del 55% della spesa sostenuta. Per informazioni e dettagli su come avere le detrazioni e su quali documenti è necessario predisporre visitare i siti oppure COSA RICHIEDE IL COMUNE Bisogna presentare al Comune una Comunicazione di interventi edilizi firmata dal proprietario dell immobile e l intervento può essere realizzato il giorno dopo. Se vengono installati pannelli solari con il serbatoio incorporato, si deve allegare anche una asseverazione di un professionista abilitato e i relativi elaborati che attesti che l intervento è privo di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici. Se l intervento ricade nel centro storico, bisogna presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.), firmata da un tecnico abilitato e raccolti gli eventuali pareri da parte di altri enti, i lavori possono iniziare il giorno dopo. 15

16 Pannelli solari fotovoltaici Installare sul proprio tetto 8 metri quadri di pannelli fotovoltaici consente di abbattere per almeno 25 anni la propria spesa per l energia elettrica e di ottenere in alcuni casi un reddito mensile netto in funzione dell energia elettrica prodotta dai pannelli. Il costo dell installazione oscilla intorno ai euro, in altre parole pari a una normale automobile utilitaria. Chiedendo diversi preventivi a più aziende installatrici il costo può anche essere inferiore rispetto a quanto indicato. Il rapporto prezzo/rendimento dei pannelli solari è in trend discendente da anni. Le celle fotovoltaiche collegate tra loro formano un modulo (cd modulo fotovoltaico o modulo FV). I moduli sono collocati in serie nei pannelli da installare sui tetti delle abitazioni o in qualsiasi spazio esposto alla luce solare (terrazze, terreni, ecc.). Lo sapevate che Negli ultimi tre anni a Spilamberto sono stati istallati sui tetti di abitazioni private e di edifici industriali una quantità di pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia pari 560 kw. L obiettivo è quello di raddoppiare il dato precedente, promuovendo il più possibile gli interventi di riqualificazione edilizia per il risparmio energetico, anche attraverso il coinvolgimento di associazioni di categoria, piccole imprese, artigiani e di tutta la popolazione. Come funziona un impianto fotovoltaico Il silicio che li compone trasforma in energia elettrica la luce solare. I pannelli solari devono essere rivolti preferibilmente verso sud, con una tolleranza di deviazione verso est o verso ovest di 30, ed essere inclinati di circa rispetto al piano orizzontale. L energia elettrica prodotta dai pannelli in eccesso, rispetto ai consumi, viene venduta alla società elettrica come credito da applicare sulla bolletta elettrica. L energia elettrica in uscita dal pannello viene trasformarla in corrente alternata tramite il sistema di inverter. L energia così modificata è introdotta nella rete elettrica per alimentare il consumo di elettricità locale (sistemi isolati in case o imprese) o per essere computata a credito da uno speciale contatore del gestore della rete elettrica. 16 CONVENIENZA ECONOMICA DI UN IMPIANTO L installazione di un impianto fotovoltaico ha avuto un grosso sviluppo grazie al cosiddetto Conto Energia. Per ogni kw di energia autoprodotto il Gestore dei Servizi Energetici eroga un contributo. Le risorse per pagare questa energia vengono prese dalla componente A3 delle bollette che ognuno di noi paga. Il senso di questo meccanismo è appunto quello di sostenere l energia pulita, ancora più costosa di quella fossile, fino al momento in cui raggiungerà la parità e potrà così essere competitiva rispetto alle altre produzioni di energia. Sono previsti premi e incentivazioni più favorevoli per alcune tipologie di impianti (integrati con caratteristiche innovative, tecnologicamente innovativi, aventi profilo di scambio prevedibile, abbinati a un uso efficiente dell energia) e dislocazioni (realizzati in zone industriali, commerciali, cave o discariche esaurite, siti contaminati).

17 E possibile ottenere una maggiorazione della tariffa incentivante anche qualora si rimuova una copertura di amianto per sostituirla con un impianto fotovoltaico realizzato su edificio. Come per qualsiasi altro impianto domestico anche il costo di un impianto fotovoltaico si divide in: Costi iniziali di investimento, realizzazione impianto, acquisto moduli e dispositivi; Costi di esercizio, la manutenzione annuale. Nella tabella sono riportati gli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. TABELLA 1- TARIFFE CONTO ENERGIA Novembre Dicembre 1 sem sem Impianti Altri impianti Impianti Altri impianti Impianti Altri impianti Impianti Altri impianti sugli edifici fotovoltaici sugli edifici fotovoltaici sugli edifici fotovoltaici sugli edifici fotovoltaici [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] [ /kwh] 1 P 3 0,320 0,281 0,298 0,261 0,274 0,240 0,252 0,221 3 < P 20 0,288 0,256 0,268 0,238 0,247 0,219 0,227 0, < P 200 0,272 0,240 0,253 0,224 0,233 0,206 0,214 0, < P ,265 0,210 0,246 0,189 0,224 0,172 0,202 0, < P ,233 0,201 0,212 0,181 0,182 0,156 0,164 0,140 P > ,221 0,191 0,199 0,172 0,171 0,148 0,154 0,133 Facciamo un esempio Ipotizziamo l installazione, in un abitazione di una famiglia tipo, di 8 mq. di pannelli fotovoltaici con potenza impegnata di 3 kw dimensionato sui propri consumi. Oggi lo si installa a circa e alla nostra latitudine il valore dell irradiamento solare è di kwh. I pannelli di nuova generazione arrivano a produrre olre a kwh annui, che moltiplicati per la tariffa corrispondente del Conto Energia (vedi schema), attualmente pari a 0,320 kwh, generano un ritorno di 800 corrisposti direttamente dal GSE sul proprio conto corrente, per un periodo di 20 anni. La perdita di rendimento dell impianto è stimata in circa l 1% annuo e dipende dalla latitudine, dall esposizione e dall inclinazione. Nell arco dei 20 anni si ricevono dal Gestore Servizi Energetici ,55, l impianto è spesso garantito per 25 anni e può arrivare fino ai 30. All importo del Conto Energia bisogna, per rendere completo il piano di rientro, aggiungere il risparmio che si ottiene non pagando più la bolletta. Mediamente il rientro dall investimento avviene in 15 anni. In pratica si azzera quasi la bolletta dell energia elettrica. Agenzia delle Entrate - Risoluzione del 20/05/2008 n L Agenzia delle Entrate chiarisce che la detrazione del 55% non è applicabile ai costi sostenuti per l acquisto di pannelli per la realizzazione di un impianto fotovoltaico finalizzato alla produzione di energia elettrica, ma solo alle altre spese di riqualificazione energetica. Questo in considerazione del fatto che l impianto fotovoltaico ha lo scopo di produrre energia elettrica e non di ridurre il consumo per il riscaldamento invernale. È comunque prevista una specifica tariffa incentivante, di importo decrescente e di durata tali da garantire una equa remunerazione dei costi di investimento e di esercizio. COSA RICHIEDE IL COMUNE Bisogna presentare al Comune una Comunicazione di interventi edilizi firmata dal proprietario dell immobile e l intervento può essere realizzato il giorno dopo. Se l intervento ricade nel Centro Storico, bisogna presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.), firmata da un tecnico abilitato e raccolti gli eventuali pareri da parte di altri enti, i lavori possono iniziare il giorno dopo. 17

18 18

19 19

20 stampato su carta riciclata revive dalla Tipografia Azzi - Pavullo

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica negli edifici GUIDA PRATICA PER I CONSUMATORI. Test noi consumatori

Risparmio ed efficienza energetica negli edifici GUIDA PRATICA PER I CONSUMATORI. Test noi consumatori Test noi consumatori Test noi consumatori - Periodico settimanale di informazione e studi su consumi,servizi, ambiente - anno XXIII n. 6 del 4 febbraio 2011 - sped. in abb. post. DL 353/2003 ( conv. in

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI

L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI LA GUIDA DEL CONSUMATORE L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI Testi: Pieraldo Isolani Hanno collaborato i componenti del Gruppo di Lavoro Internazionale Riccardo Comini - ADICONSUM Italia Dario

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza.

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Tema Isolamento termico ad alta efficienza energetica Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Le informazioni, le immagini,

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M COMUNE DI PICCOLI GESTI PER UN MONDO MIGLIORE La Città di Udine aderisce, con altri 14 enti pubblici europei, al progetto Cyber Display. Lo scopo è aumentare e migliorare la conoscenza nell uso delle risorse

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Sempre collegato al tuo comfort con evohome

Sempre collegato al tuo comfort con evohome Sempre collegato al tuo comfort con evohome Pag 2 Comfort e controllo Comfort più controllo: proprio quello che puoi aspettarti da evohome Pag. 3 evohome Il sistema intelligente per il riscaldamento a

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia"

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia" coordinato con il D.Lgs. 311/2006, con il D.M. 26/6/09, con la L. 99/2009

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

La CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE: GUIDA alla COSTRUZIONE. e alla GESTIONE

La CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE: GUIDA alla COSTRUZIONE. e alla GESTIONE La CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE: GUIDA alla COSTRUZIONE e alla GESTIONE Presentazione... 5 L importanza di una casa che fa risparmiare energia... 6 Come si costruisce una casa a basso consumo di energia...

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

FAQ (domande più frequenti)

FAQ (domande più frequenti) FAQ (domande più frequenti) N.B. Le FAQ sotto riportate derivano dalle risposte effettivamente fornite da ENEA ai vari richiedenti nell'arco degli ultimi anni. Sono basate sull'esperienza del nostro Gruppo

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

Costruire con la canapa in ITALIA

Costruire con la canapa in ITALIA Costruire con la canapa in ITALIA OLVER ZACCANTI anab architetturanaturale officinadelbuoncostruire@yahoo.it Costruire con la canapa in Italia pannelli in fibra di canapa per isolamenti Pareti divisorie

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO COMUNALE

IL PIANO ENERGETICO COMUNALE UNIVERSITA MEDITERRANEA DEGLI STUDI DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN PIANIFICAZIONE TERRITORIALE URBANISTICA ED AMBIENTALE CORSO DI FONDAMENTI DI PIANIFICAZIONE SETTORIALE

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli