LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA"

Transcript

1 LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA

2 Certificazioni con carattere di urgenza INAIL INPS MORTE (constatazione di decesso) Altri certificati (morso di animale, certificato di vaccinazione antitetanica)

3 Infortuni sul lavoro e malattie professionali sono oggetto dell`assicurazione sociale gestita dall` INAIL (art. 38 della Costituzione), che garantisce all`infortunato, le prestazioni sanitarie necessarie per la sua guarigione fisica, le terapie riabilitative per favorirne la riqualificazione e il reinserimento nel modo del lavoro e nella vita sociale di relazione e le prestazioni economiche per il sostentamento suo e del suo nucleo familiare, durante il tempo in cui non può lavorare e quindi percepire la normale retribuzione.

4 I lavoratori tutelati Sono tutelati dall'inail tutti coloro che, addetti ad attività rischiose, svolgono un lavoro comunque retribuito alle dipendenze di un datore di lavoro, compresi i sovrintendenti ai lavori, i soci di società e cooperative, i medici esposti a RX, gli apprendisti, i dipendenti che lavorano a computer e registratori di cassa ed ai sensi degli artt. 4 e 5 del D.lgs. 38/2000 anche i soggetti appartenenti all'area dirigenziale e gli sportivi professionisti.

5 Sono altresì tutelati gli artigiani ed i lavoratori autonomi dell'agricoltura nonché, ai sensi dell'art.6 del suindicato decreto, i lavoratori che svolgono attività di collaborazione coordinata e continuativa (parasubordinati). Con legge e disciplina a se stante, sono tutelate anche le casalinghe e i casalinghi.

6 Alcuni esempi particolari: Insegnanti, alunni, istruttori, inservienti e addetti Che attendono ad esercitazioni tecnico-pratiche di lavoro, ai corsi di qualificazione ed addestramento professionale o ad altre esercitazioni di lavoro comprese quelle di ginnastica.

7 Alcuni esempi particolari: Ricoverati In case di cura, istituti, ospizi ed ospedali che per servizio interno svolgono un attività rischiosa, nonché i loro istruttori o sovrintendenti alle stesse attività.

8 Alcuni esempi particolari: Giovani inoccupati Che sono impegnati nei piani di inserimento professionale o che fruiscono di borse di lavoro.

9 Alcuni esempi particolari:. etc,etc In caso di dubbio consultare il sito INAIL > Home >Pubblicazioni e riviste >PUBBLICAZIONI> Tutti i titoli>guide >Guida all'assicurazione >I lavoratori assicurati

10 INFORTUNIO SUL LAVORO L art. 2 del T.U. DPR 1124/1965. definisce l infortunio sul lavoro come l evento avvenuto per causa violenta, in occasione del lavoro che abbia comportato : La morte Un inabilità permanente Una inabilità temporanea assoluta superiore a 3 giorni

11 IL CERTIFICATO INAIL PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO Il primo certificato medico di infortunio è un atto necessario che consente all INAIL di avviare l istruttoria per l erogazione delle prestazioni nei confronti dell assicurato. E previsto dall articolo 53 del D.P.R.1124/65 e deve essere rilasciato all interessato, cioè al lavoratore infortunato che lo trasmette immediatamente al proprio datore di lavoro.

12 IL CERTIFICATO MEDICO DI INFORTUNIO Il datore di lavoro, a sua volta, inoltra all INAIL il certificato e la denuncia entro due giorni o entro 24 ore se si tratta di infortunio mortale o di infortunio per il quale si prevede il pericolo di morte. La modulistica prevista dall INAIL è in triplice copia: la copia per l infortunato e la copia per l INAIL sono complete di diagnosi, la copia per il datore di lavoro è priva di ogni riferimento alla diagnosi

13 IL CERTIFICATO MEDICO DI INFORTUNIO Il certificato continuativo documenta il protrarsi dell inabilità temporanea assoluta. Attenzione alle date! Il certificato definitivo attesta la possibilità dell assistito di riprendere le proprie mansioni lavorative.

14 Nel certificato devono essere riportati i dati elencati dall art. 53 del D.P.R. 1124/65 generalità del lavoratore; giorno e ora e luogo in cui è avvenuto l infortunio; le cause e le circostanze dell infortunio, anche in riferimento a eventuali carenze di misure di igiene e di prevenzione; Attenzione alla descrizione della dinamica dell infortunio, in particolare se l infortunio è conseguente all uso di macchinari e/o utensili. la natura e la precisa sede anatomica della lesione, il rapporto con le cause denunciate, le eventuali alterazioni preesistenti.

15 Certificato INAIL Va specificato se trattasi di primo certificato, di continuativo o di conclusivo, barrando le apposite caselle. ( è previsto anche riapertura caso) Sono importanti le notizie su postumi di altre lesioni o su altre patologie in atto, in quanto possono influire sul decorso dell infortunio o sulla valutazione degli esiti permanenti. L esame obiettivo deve contenere gli elementi di riscontro clinico e strumentale che hanno portato alla diagnosi.

16 Certificato INAIL La prognosi deve essere riferita al concetto di inabilità assoluta al lavoro secondo l art. 68 del T.U. "l inabilità assoluta al lavoro impedisce totalmente e di fatto di attendere al lavoro". Vengono richiesti poi ulteriori giudizi: sulla presenza di un reale e quindi imminente pericolo di vita, sulla previsione di eventuali postumi permanenti

17 Consigli per la compilazione Nella parte relativa alla prognosi si ricordi che il conto dei giorni comprende sia il giorno dell evento che il giorno antecedente il rientro al lavoro. (da: giorno dell evento, a: ultimo giorno di assenza dal lavoro). Quando il medico esprime una prognosi riservata risulta necessario che venga comunque indicato un periodo di tempo ( per es. 30 o 60 gg o altro) al fine del riconoscimento del periodo da indennizzare.

18 Consigli per la compilazione La data di rientro al lavoro va inserita solo nel certificato definitivo. Copia degli accertamenti sanitari eseguiti va inviata solo all INAIL. Il medico se lo ritiene utile potrà inviare ulteriore certificazione allegandola al modello base.

19 INFORTUNI con prognosi giorni 0 = ZERO Di solito derivano da un evento traumatico in senso ampio oppure da un possibile contatto con agenti biologici (punture d ago, con altro strumento potenzialmente infetto,...): eventi a rischio biologico. Certificare l avvenuto infortunio inviandone copia all INAIL e al datore di lavoro. Quest ultimo provvederà comunque alla registrazione del caso, ma non sul registro degli infortuni.

20 INFORTUNI con prognosi giorni 0 = ZERO Programmare accertamenti sanitari post esposizione che potrebbero a distanza di tempo evidenziare l insorgenza di una patologia infettiva. Qualora dall infortunio nasca una patologia infettiva essa andrà certificata, denunciata e refertata secondo le normali prassi di infortunio e del DM

21 Infortunio in itinere Articolo 12 del decreto legislativo 38/ L'assicurazione opera anche nel caso di utilizzo di un mezzo di trasporto privato, a condizione che sia necessitato l'uso (es: inesistenza di mezzi pubblici che colleghino l'abitazione del lavoratore al luogo di lavoro; incongruenza degli orari dei servizi pubblici con quelli lavorativi; distanza minima del percorso tale da poter essere percorsa a piedi).

22 IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE: il lavoratore trasmette il certificato al datore di lavoro entro 15 giorni; il datore di lavoro lo inoltra all INAIL con la relativa denuncia entro cinque giorni

23 IMPORTANTI OBBLIGHI COLLATERALI L OBBLIGO DI DENUNCIA : ex art 361 c.p. In caso di malattia professionale esiste, oltre all obbligo della denuncia all INAIL, anche l obbligo di DENUNCIA diretta alla ASL da parte del medico. L obbligo di denuncia scatta anche quando, in caso di infortunio, il primo certificato abbia prognosi superiore a 30 giorni o, cumulando i successivi certificati, si superino i 40 giorni di prognosi. OBBLIGO DI REFERTO Art. 365 C.P.: qualora esista la possibilità di trovarsi in presenza di reato perseguibile d ufficio.

24 IMPORTANTI OBBLIGHI COLLATERALI La denuncia presentata all INAIL non esime il medico dall obbligo di denuncia diretta alla ASL e/o di referto. L obbligo di referto può invece considerarsi assolto in seguito alla denuncia allo SPISLL (Servizio Prevenzione, Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro)

25 LA DENUNCIA-SEGNALAZIONE DA EFFETTUARE IN BASE ALL ARTICOLO 139 DEL D.P.R. 1124/65 ha valore conoscitivo-epidemiologico con precise finalità preventive. Ai sensi dell articolo 10 Dlgs 38/00 le malattie da denunciare sono contenute in un elenco, periodicamente aggiornato e revisionato da parte di una Commissione scientifica, l ultimo aggiornamento dell elenco delle malattie da denunciare è contenuto nel Decreto Ministero del lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali dell 11 dicembre 2009 pubblicato nel supplemento ordinario n 66 alla G.U. dell

26 IN CONCLUSIONE: NON esiste un reato di "eccesso di referto" o "di denuncia": in caso di dubbio, perciò, sarebbe meglio inoltrare una carta in più piuttosto che una in meno.

27 IN CONCLUSIONE: Infortuni sul lavoro (dati aggiornati al ) Infortuni sul lavoro denunciati nel 2011: (-6,6% rispetto ai del 2010) Malattie professionali Malattie professionali denunciate nel 2011: (+9,9% rispetto alle del 2010)

28 Certificati di morte Certificato di constatazione di decesso Denuncia delle cause di morte Accertamento del medico necroscopo

29 Codice penale : reati di manomissione del cadavere (artt ). Codice civile : dichiarazione di morte presunta (art.58 e seg.) Regolamento di polizia mortuaria (DPR 10 settembre 1990, n. 285) e successiva Circolare interpretativa del Ministero della Sanità del Legge 29 dicembre 1993, n. 578 (Norme per l accertamento e la certificazione della morte ).

30 Decreto del Ministero della Sanità del 22 agosto 1994, n. 582 : Regolamento recante le modalità di accertamento e la certificazione della morte nei casi di arresto cardiaco o di lesioni encefaliche. D.P.R. n. 41 del 25/01/1991 Accordo collettivo nazionale di lavoro per i medici addetti al servizio di Guardia Medica. Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici di Medicina Generale 20/01/ 2005 Delibera Giunta Regionale dell Umbria n.2274 del 2006 e successivo Nuovo Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria

31 Constatazione di decesso. «serve unicamente ad informare l Ufficiale di Stato Civile dell avvenuto decesso di una persona nel territorio comunale di competenza; pertanto non dovrà farsi alcun riferimento alla causa di morte.» (dott. Luca Cimino) L orario della constatazione rappresenta il punto di partenza per l intervento del medico necroscopo

32 Constatazione di decesso «il legislatore ha ritenuto scontato un intervento medico al domicilio del presunto morto, (dott. Luca Cimino)

33 Constatazione di decesso È la conclusione di un iter diagnostico-terapeutico che è l essenza dell attività assistenziale. E appannaggio esclusivo dei medici soprattutto di coloro che svolgono attività nell ambito di turni di continuità assistenziale e di emergenza territoriale.

34

35

36

37 In caso di Morte improvvisa-inaspettata Con il termine convenzionale di morte improvvisa si intendono quei decessi verificatesi in modo subitaneo ed imprevisto al di fuori di una causa ben conosciuta, tale da far sorgere «sospetti» che giustifichino approfondite indagini diagnostiche.

38 Per le cause della morte si rimanda al medico necroscopo.

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE INAIL Direzione regionale Lombardia REGIONE LOMBARDIA Direzione Generale Sanità OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE A cura di Inail Direzione Regionale Lombardia e Regione

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL Prot. n. 16568 del 21032014 Ai Medici 118 Oggetto: Invio modulistica INAIL Direttore Centrale Operativa 118 Via Roma 56 53100 SIENA tel. 0577 536853 fax 0577 536118 e-mail: si118@usl7.toscana.it Il medico

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL

IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL L INAIL tutela il lavoratore contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni o malattie causati dall attività lavorativa, ed esonera il datore

Dettagli

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Il documento che segue è diretto a orientare il medico nell assolvimento degli obblighi di legge ai quali deve

Dettagli

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE CORSO 2010/2013 SEDE DI REGGIO EMILIA Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali Dr. Gianni Gilioli Medico Competente

Dettagli

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino La tutela assicurativa Inail dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino 1 I.N.A.I.L. ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO persegue una pluralità

Dettagli

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015:

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: PROCEDURE, RETRIBUZIONE E PAGAMENTO dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, gennaio 2015 L infortunio sul lavoro INAIL 2015 è un incidente che avviene in occasione dell

Dettagli

GESTIONE DEGLI INFORTUNI

GESTIONE DEGLI INFORTUNI GESTIONE DEGLI INFORTUNI - MODALITA OPERATIVE - Introduzione Nota per Medici Specializzandi - Recapiti utili Cosa fare in caso di infortunio con prognosi da 0 a 3 giorni o Eventuali riscontri di malattie

Dettagli

OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE Dipartimento di Sanità Pubblica Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Direttore Dott. Loris Fabbri OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE A cura di: Dott. Simone

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi L obbligo della denuncia infortunio e malattia professionale Il registro infortuni LA TUTELA ASSICURATIVA SUI LUOGHI DI LAVORO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001 STUDIO CONSICUR dott. Luca

Dettagli

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 INCA PIEMONTE - 2010 1 L ASSICURAZIONE INAIL LA CAUSA VIOLENTA - L OCCASIONE DI LAVORO L INFORTUNIO IN ITINERE GLI OBBLIGHI DEL LAVORATORE

Dettagli

LE DENUNCE SANITARIE

LE DENUNCE SANITARIE LE DENUNCE SANITARIE DENUNCIA SANITARIA E l atto con cui il medico informa una pubblica Autorità di fatti o notizie appresi nell esercizio della professione, di cui è obbligato a riferire per disposizione

Dettagli

Le certificazioni nell ambito delle malattie professionali e il ruolo dell Inail

Le certificazioni nell ambito delle malattie professionali e il ruolo dell Inail Le certificazioni nell ambito delle malattie professionali e il ruolo dell Inail Jesi, 24 novembre 2012 Dott. Cristiano Cortucci Dirigente medico legale Inail sede di Jesi La malattia professionale (e

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato...

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato... Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO n PRIMO n CONTINUATIVO n DEFINITIVO n RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Domiciliato in (Comune) CAP Nazionalità Codice

Dettagli

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) Cos è l INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) E l Istituto che in Italia gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. In Italia

Dettagli

CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO

CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO LA CERTIFICAZIONE: costruire consapevolezza di ruolo insieme al giovane professionista che lavora sul territorio e in ospedale CERTIFICAZIONI DEL MEDICO OSPEDALIERO E DI PRONTO SOCCORSO Dott. Matteo d

Dettagli

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Graziano Frigeri Medico Competente, Presidente Assoprev Il Sistema Assicurativo L'INAIL è l'ente assicuratore di diritto pubblico competente per l'assicurazione

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Lezione n.2 LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali E' l'assicurazione sociale

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Logo INAIL INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Detiene le banche dati sugli infortuni sul lavoro e le malattie lavoro correlate Assicura i lavoratori contro gli

Dettagli

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ennio Savino Dirigente Medico INAIL Il medico di Medicina Generale rappresenta spesso il primo riferimento per il paziente vittima

Dettagli

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE

MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI INAIL NON SOLO ASSICURAZIONE MA UN SISTEMA INTEGRATO PER LA TUTELA DEI LAVORATORI E PER LA COMPETITIVITA DELLE IMPRESE MILANO BONCOMPAGNI Il mutato quadro normativo intervenuto in tempi

Dettagli

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni F M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE Le Prestazioni R e g o l a m e n t o operante dal 01 gennaio 2014 INDICE: AVENTI DIRITTO Pag. 4 INTEGRAZIONE DELLE PRESTAZIONI E MISURA DELLE INDENNITA

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DENOMINAZIONE NUMERO (identifica il modulo) DESCRIZIONE Certificazione Medica di Malattia Professionale Mod. 5 SS Certificato medico (primo, continuativo, definitivo, riammissione

Dettagli

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed Emergenza Sanitaria

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed Emergenza Sanitaria GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed COMUNICAZIONE DI MALATTIA Per informazioni telefoniche rivolgersi ai numeri: Telefono: 06-4402037

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE Mod. 5 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991);

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991); Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 45 Roma, 27 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e

Dettagli

INDICE PREFAZIONE... 15 CAPITOLO I - LINEAMENTI GENERALI DELL ASSICURAZIONE... 17. Pag.

INDICE PREFAZIONE... 15 CAPITOLO I - LINEAMENTI GENERALI DELL ASSICURAZIONE... 17. Pag. INDICE PREFAZIONE... 15 CAPITOLO I - LINEAMENTI GENERALI DELL ASSICURAZIONE... 17 1.1. L INAIL - CENNI STORICI E NORMATIVI... 17 1.2. IL RAPPORTO ASSICURATIVO... 18 1.3. IL REQUISITO OGGETTIVO... 19 1.4.

Dettagli

IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE.

IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE. IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE. Dr Mario Spinelli Direttore S.C. Medicina Legale ASL n. 15 Cuneo NORMATIVA T.U delle Leggi Sanitarie n. 1265 del 27 luglio 1934 ( Tit. VI) D.

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L.

CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L. CERTIFICAZIONE I.N.A.I.L. IL CERTIFICATO CONTINUATIVO DI INABILITA TEMPORANEA IL CERTIFICATO DI MALATTIA PROFESSIONALE Autore : Dr. Alessandro Ferrara -Dirigente Medico II livello I.N.A.I.L Catania INTRODUZIONE

Dettagli

CONVEGNO Università di Pavia

CONVEGNO Università di Pavia DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA CONVEGNO Università di Pavia 29 gennaio 2008 1 L Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali 2 L assicurazione contro gli infortuni - trova il

Dettagli

Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di Decesso

Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di Decesso Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di Decesso 1. Modulo di denuncia - copertura caso Morte (MD-M)(allegato alla presente); 2. Modulo di relazione medica - copertura caso

Dettagli

Gentile Signore/a, Il direttore

Gentile Signore/a, Il direttore Istituto Nazionale Previdenza Sociale Città Data Al sig./ra Indirizzo Gentile Signore/a, le scriviamo con riferimento al certificato di malattia da Lei presentato ai nostri Uffici, relativo ad un periodo

Dettagli

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL INAIL Direzione Regionale Lombardia Le prestazioni INAIL 1 LE PRESTAZIONI ASSICURATIVE A FRONTE DEL PAGAMENTO DEL PREMIO ASSICURATIVO QUANDO SI VERIFICA UN EVENTO INDENNIZZABILE L INAIL EROGA DUE TIPI

Dettagli

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014 TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014 La normativa vigente D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. -Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi

Dettagli

Ruolo e compiti dell INAIL

Ruolo e compiti dell INAIL Ruolo e compiti dell INAIL Nuovo Polo Salute e Sicurezza NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. 1124/65 TESTO UNICO delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626 1 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale continuativa Rendita di passaggio Rendita ai superstiti

Dettagli

CIRCOLARE N.106/14-15

CIRCOLARE N.106/14-15 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO TIVOLI 1-TIVOLI CENTRO VIA DEL COLLEGIO 2-00019 TIVOLI (RM) TEL 0774-312194-314549

Dettagli

Modena, 21 aprile 2010 Modena, Codice di Deontologia Medica 2006

Modena, 21 aprile 2010 Modena, Codice di Deontologia Medica 2006 Le certificazioni Modena, 21 aprile 2010 Codice di Deontologia Medica 2006 integrato il 23 febbraio 2007 Art. 24 - Certificazione - Il medico è tenuto t a rilasciare i al cittadino certificazioni relative

Dettagli

Compiti del medico competente:

Compiti del medico competente: Fulvio d Orsi Compiti del medico competente: la sorveglianza sanitaria responsabilità del datore di lavoro e del dirigente in caso di idoneità parziale o di inidoneità alla mansione PREVENZIONE DEI RISCHI

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

Modulo di Notifica Richiesta

Modulo di Notifica Richiesta Modulo di tifica Richiesta Riferimento tifica Richiesta: (Riservato all Ufficio) Dettagli della persona assicurata: me e cognome: Tipo di richiesta indennizzo: Data: Indirizzo: Numero di telefono: Email:

Dettagli

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 INAIL Aree di intervento Oggetto dell Assicurazione (infortunio sul lavoro, infortunio

Dettagli

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Nozione Si considera infortunio, ai fini della tutela assicurativa obbligatoria, ogni evento avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro,

Dettagli

comma 2 : in alternativa possono chiedere al datore di lavoro di usufruire di 2 ore di permesso giornaliero retribuito fino al compimento del 3 anno

comma 2 : in alternativa possono chiedere al datore di lavoro di usufruire di 2 ore di permesso giornaliero retribuito fino al compimento del 3 anno GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DELLO STATO DI HANDICAP (LEGGE 104/92) La legge sull handicap prevede interventi volti concretamente a prevenire e rimuovere le condizioni invalidanti che impediscono lo sviluppo

Dettagli

RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO Fonti normative Accertamento assenza tossicodipendenza in lavoratori addetti a mansioni comportanti rischi per la sicurezza, la incolumità e la salute dei

Dettagli

L assicurazione contro gli infortuni in Italia

L assicurazione contro gli infortuni in Italia INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI L assicurazione contro gli infortuni in Italia L obbligo dell assicurazione contro gli infortuni sul lavoro nasce con la legge 80/1898 come forma di tutela per i rischi

Dettagli

Legge n. 833 del 23 dicembre 1978: Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale.

Legge n. 833 del 23 dicembre 1978: Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI Documento: Circolare n. 12 del 14 febbraio 2008. Oggetto: Accordo per la disciplina dei rapporti normativi ed economici per la redazione

Dettagli

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara Edizione Special e 2 Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara PRESENTAZIONE Del dott. Bruno Di Lascio Presidente dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della

Dettagli

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

4. La tutela assicurativa INAIL

4. La tutela assicurativa INAIL 4. La tutela assicurativa INAIL L infortunio sul lavoro Che cos è l infortunio sul lavoro: l evento lesivo che produce danno al lavoratore la cui causa, sia violenta, cioè acuta, di forza efficiente e

Dettagli

MODALITA DI ATTUAZIONE ALL INTERNO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO N. 81 DEL 9 APRILE 2008 E S.M.

MODALITA DI ATTUAZIONE ALL INTERNO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO N. 81 DEL 9 APRILE 2008 E S.M. Provincia di Napoli MODALITA DI ATTUAZIONE ALL INTERNO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO N. 81 DEL 9 APRILE 2008 E S.M.I. IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA

Dettagli

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro L INAIL Ente pubblico non economico a carattere nazionale Con personalità giuridica e gestione

Dettagli

Legge n. 833 del 23 dicembre 1978: Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale.

Legge n. 833 del 23 dicembre 1978: Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI Documento: Circolare n. 39 del 18 settembre 2007. Oggetto: Accordo INAIL e rappresentanze sindacali di categoria: disciplina dei rapporti

Dettagli

PROCEDURA. Attività di Medicina Necroscopica e di Polizia Mortuaria

PROCEDURA. Attività di Medicina Necroscopica e di Polizia Mortuaria Pag. 1/13 Polizia Mortuaria Data di applicazione 11/03/2014 Redazione Verifica Data Funzione Nome Data Funzione Nome 19/02/2014 Dirigente. Medico Dott. Michele Ciardiello Dr. M. Ciardiello Dirigente Medico

Dettagli

2. L invalidità Importi e Tabelle

2. L invalidità Importi e Tabelle 2. L invalidità Importi e Tabelle Il sistema della sicurezza sociale Nel nostro Paese, per accedere alla rete di servizi, provvidenze, agevolazioni previste a favore dei cittadini che presentano minorazioni

Dettagli

Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di: Inabilità temporanea totale

Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di: Inabilità temporanea totale Documentazione da presentare per la denuncia del sinistro in caso di: Inabilità temporanea totale 1. Modulo di denuncia; 2. Relazione medica redatta dal medico curante; 3. Copia di ns. spettanza per la

Dettagli

Premesso che: - in tale ambito l INAIL ha predisposto una specifica modulistica per le certificazioni redatte dai medici esterni (cfr. all.

Premesso che: - in tale ambito l INAIL ha predisposto una specifica modulistica per le certificazioni redatte dai medici esterni (cfr. all. ACCORDO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI NORMATIVI ED ECONOMICI PER LA REDAZIONE DELLE CERTIFICAZIONI RESE A FAVORE DEGLI INFORTUNATI SUL LAVORO E TECNOPATIOCI PRESSO LE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE. Premesso

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO Silvana Amico INAIL Treviso GESTIONE PER CONTO INSEGNANTI E ALUNNI Relazione 21 marzo 2007 INTRODUZIONE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dettagli

ALLEGATO 3A CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO

ALLEGATO 3A CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO ALLEGATO 3A CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO LAVORATORE.sesso M F LUOGO E DATA DI NASCITA... Codice fiscale Domicilio (Comune e Prov.). Via Tel.. Medico curante Dott... Via Tel. Datore di lavoro Attività

Dettagli

Modulo di Notifica Richiesta

Modulo di Notifica Richiesta Modulo di Notifica Richiesta Riferimento Notifica Richiesta: (Riservato all Ufficio) Dettagli della persona assicurata: Nome e cognome: Tipo di richiesta indennizzo: Data: Indirizzo: Numero di telefono:

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n. 91 IL MINISTRO Direzione Generale per i Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRAPIANTO DI ORGANI ALL ESTERO AI SENSI DELL ARTICOLO 20 DELLA LEGGE 1 APRILE 1999, n.

Dettagli

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Prevenzione e promozione della sicurezza Tutela della maternità e della paternità 1 LA TUTELA DELLA MATERNITA

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014 Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 37 Al Ai Roma, 1 settembre 2014 Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE

POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE POLIZZA N. 81301025 Copertura rischi economici dei Medici di Medicina Generale Il Medico di Famiglia, quando si assenta per malattia ed infortunio dal servizio per più

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E

INFORTUNIO SUL LAVORO E I CONCETTI DI INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE Centro per la Cultura della Prevenzione nei luoghi di lavoro e vita Convegno di studio e approfondimento: «Quando lo studente è un lavoratore.

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO

LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO LA CERTIFICAZIONE MEDICA LA CERTIFICAZIONE RAPPRESENTA PER IL MEDICO UN DOVERE GIURIDICO- AMMINISTRATIVO CHE DISCENDE DAL CARATTERE PUBBLICISTICO DELLA

Dettagli

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI 04/2013 Certificazione di malattia e visite mediche di controllo INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI COME OTTENERE IL CERTIFICATO DI MALATTIA Per ottenere il certificato

Dettagli

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica

Riepilogo Copertura Infortuni. Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Riepilogo Copertura Infortuni Bocconi Sport Team Società Sportiva Dilettantistica Indice INFORTUNI... 2 Oggetto della copertura... 3 Capitali assicurati... 3 Principali garanzie... 4 Principali esclusioni...

Dettagli

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA Il presente modulo deve essere inviato a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GREGORIO RONCA ISO 9001/UNI EN ISO 9001 Ed. 2000 cert. N IT 03/ 0419 Sede centrale Solofra

Dettagli

Vista la Legge regionale 14 gennaio 2009, n. 1 e s.m.i. (Testo unico in materia di artigianato);

Vista la Legge regionale 14 gennaio 2009, n. 1 e s.m.i. (Testo unico in materia di artigianato); REGIONE PIEMONTE BU31 06/08/2015 Codice A19020 D.D. 29 luglio 2015, n. 493 L.R. 1/2009 e s.m.i. art. 34 bis. Istanza di accertamento e attestazione del periodo lavorativo ai fini dell'ammissione all'esame

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Comune di Budrio Settore Affari Generali Servizio Comunicazione e Certificazione GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Abbiamo predisposto questa guida nell intento di facilitare i contatti

Dettagli

Certificazioni obbligatorie. certificazioni di malattia INPS

Certificazioni obbligatorie. certificazioni di malattia INPS Certificazioni obbligatorie del medico di CA e certificazioni di malattia INPS Dott. Carlo Curatola LE CERTIFICAZIONI La consapevolezza del ruolo del MCA e del sostituto del MMG è fondamentale ai fini

Dettagli

Infortuni e Malattie Professionali: la Modulistica Sanitaria Inail

Infortuni e Malattie Professionali: la Modulistica Sanitaria Inail Infortuni e Malattie Professionali: Edizione 2010 Questa pubblicazione è stata realizzata dalla Sovrintendenza Medica Generale a cura di: Luciano BINDI Antonella MICCIO Silvia NALDINI Dario ORSINI La presente

Dettagli

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria

Dettagli

Art. 4 (Registro Assistenza)

Art. 4 (Registro Assistenza) - REGOLAMENTO - INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E PERSONE CON DISABILITA NON AUTOSUFFICIENTI RESIDENTI IN TERRITORIO CHE SI AVVALGONO DELL ASSISTENZA PRIVATA. Art. 1 (Finalità) Il presente Regolamento,

Dettagli

DATI DELL ISCRITTO. (Barrare le caselle che interessano) cognome e nome. N. telefono... Codice fiscale Relazione di parentela con l iscritto..

DATI DELL ISCRITTO. (Barrare le caselle che interessano) cognome e nome. N. telefono... Codice fiscale Relazione di parentela con l iscritto.. Mod. Richiesta Assegno temporaneo integrativo 2010 ALL'INPDAP D.C. Credito e Welfare - Settore ex Enam, Previdenza Largo Josemaria Escriva de Balaguer, 11 00142 Roma (RM) All INPDAP - ex ENAM Settore Viale

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Ufficio Centrale di monitoraggio e coordinamento in materia di protezione dei dati personali e accesso alle banche

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete MEDISETTE (accordi regionali 2009) Medici Associati LODI ASL 306 DOTT. ARAGIUSTO GIUSEPPE Specialista in Malattie dell Apparato Respiratorio Medico

Dettagli

FAQ Domande e Risposte

FAQ Domande e Risposte CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI DIMISSIONE DA RICOVERO (DM 18/04/2012) FAQ Domande e Risposte Codice Documento: ******* Revisione del Documento: 01 Data revisione: 10-04-2014 Pagina 1 di 9 Cronologia

Dettagli

GESTIONE SANITARIA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI E DELL INFORTUNISTICA SUL LAVORO E ADEMPIMENTI OBBLIGATORI DI SICUREZZA SUL LAVORO

GESTIONE SANITARIA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI E DELL INFORTUNISTICA SUL LAVORO E ADEMPIMENTI OBBLIGATORI DI SICUREZZA SUL LAVORO Conforme per progettazione ed erogazione di eventi formativi in ambito socio-sanitario Organizzatore: J&B S.r.l. U. Indirizzo: VIA PIEMONTE 12 Città: 87036 RENDE Telefono: 0984/837852 Fax: 0984/830987

Dettagli

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale CALCOLO DELL INFORTUNIO di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale RIFERIMENTI NORMATIVI DPR 30 giugno 1965, n.1124 (c.d. Testo Unico / T.U.) L infortunio è l evento

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Area Risorse Umane e Organizzazione - Servizio Organizzazione e Innovazione Palazzo del Maino- Via Mentana, 4-27100 Pavia Tel. O3821984967-4977 -4974-4972 PAVIA 22 - -

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA

SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA Definizione e obiettivi Negli anni '80, nel corso di una riunione della Comunità Economica Europea, la sorveglianza sanitaria è stata definita come "la valutazione

Dettagli

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Questo documento vuole essere un ausilio a tutti i lavoratori si trovassero nella necessità di denunciare un infortunio, una malattia professionale, un danno

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n. 1 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: TUTELA DAI

Dettagli

Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA DI MEDICINA LEGALE

Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA DI MEDICINA LEGALE Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 Comuni di: Adria Ariano nel Polesine Corbola Loreo Papozze Pettorazza Grimani Porto Tolle Porto Viro Rosolina Taglio di Po OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA

Dettagli

INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA

INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA PER GL ENT D PATRNAT 1 NABLTA TEMPRANEA ASSLUTA ASPETT D RLEVANZA AMMNSTRATVA: STRUTTRA E DCUMENTAZNE Relatore: Dott.ssa liva Caterina SANSNE DREZNE CENTRALE PRESTAZN NABLTA TEMPRANEA ASSLUTA 2 NABLTA

Dettagli