CICLO PERSONALE. Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. Allegato al Regolamento Procedure di Controllo Interno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CICLO PERSONALE. Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. Allegato al Regolamento Procedure di Controllo Interno"

Transcript

1 Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II CICLO PERSONALE Allegato al Regolamento Procedure di Controllo Interno a cura dell U.O.C. Gestione Affari Generali 1

2 STRUMENTI DI LAVORO ATTIVITA CONTROLLO MANUALE ATTIVITA SUPPORTATA DA SISTEMA CONTROLLO SUPPORTATO DA SISTEMA ATTIVITA AUTOMATICA ERP ERP ERP 1 ATTIVITA SUPPORTATA EXTRA-SISTEMA CONTROLLO SUPPORTATO EXTRA-SISTEMA ATTIVITA CON REF. IN NOTA INTEGRATIVA INPUT/OUTPUT CARTACEO INPUT/OUTPUT ELETTRONICO EXL EXL EVENTO INIZIALE SNODO LINK PAGINA LINK SI NO 2

3 RICOGNIZIONE DEI SISTEMI INFORMATIVI Simbolo e Acronimo Nome del sistema (o applicativo) Descrizione OLIAMM SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE OLIAMM OLIAMM è la soluzione di Engineering per la gestione amministrativa delle Aziende Sanitarie, pensata per supportare modelli organizzativi di livello aziendale e sovraziendale, quali aree vaste e sistemi informativi regionali. Architettura OLIAMM è un sistema client server, che può essere installato anche su sistemi three tier (Terminal Server, ecc.). Funzionalità OLIAMM si compone di diverse funzioni integrate all interno del processo amministrativo: Bilanci Piano dei conti La struttura del codice del Piano dei conti è libera e definibile dall Ente, solitamente gerarchica, con la possibilità di riclassificazioni di bilancio definibili in forma parametrica. Bilanci e Sistema Autorizzativo 3

4 RICOGNIZIONE DEI SISTEMI INFORMATIVI Simbolo e Acronimo Nome del sistema (o applicativo) Descrizione IRISWIN IRISWIN SISTEMA DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IRISWIN è il sistema informativo ideale per la gestione del personale nella Aziende Sanitarie ed Ospedaliere e nella Pubblica Amministrazione. IRISWIN gestisce L Area Presenze e Assenze e va ad integrarsi con l Area Giuridica ed Economica. Architettura Il sistema è basato su un architettura a tre livelli (client, application server e database server) indipendente dalla piattaforma client. La soluzione è interamente in ambiente web per la pubblicazione del cartellino presenze on-line. Funzionalità Il sistema si compone di diversi moduli nativamente integrati quali: -Gestione anagrafica del dipendente; -Gestione assenze e rilevazione Presenze; -Gestione Economica 4

5 RICOGNIZIONE DEI SISTEMI INFORMATIVI Simbolo e Acronimo Nome del sistema (o applicativo) Descrizione PERSWEB PERSWEB SISTEMA DI GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLE RISORSE UMANE PERSWEB è la soluzione per la gestione amministrativa del personale, dotata di automatismi di calcolo che permettono di gestire in automatico tutti gli aspetti contrattuali, previdenziali e fiscali che regolano il rapporto di lavoro. Architettura Paghe è realizzato in tecnologia Data Base Oracle con interfaccia web-server. 5

6 SISTEMA INFORMATIVO Simbolo e Acronimo Nome del sistema (o applicativo) Descrizione ERP ERP Il sistema ERP (Enterprise resource planning) è un sistema informativo integrato con un unica base di dati, che ha come obiettivo quello di coordinare e gestire tutte le attività aziendali, rendendo l informazione disponibile a tutti i livelli dell organizzazione. Caratteristiche Il sistema ERP consente di rendere l informazione disponibile a qualsiasi livello aziendale. L informazione è resa omogenea verso qualsiasi destinatario. 6

7 SISTEMA INFORMATIVO Simbolo e Acronimo Nome del sistema (o applicativo) Descrizione WF WORK FLOW FLUSSO DI LAVORO Il Work Flow è uno strumento del sistema informativo ERP che permette di gestire le informazioni secondo delle regole definite. Le fasi da attivare sono pertanto le seguenti: Identificare gli utenti, i ruoli e il modo di accedere all informazione; dividere gli utenti in gruppi e assegnare le responsabilità. OBIETTIVI formalizzare e regolamentare l accesso alle informazioni; creare un flusso di documenti che segua i processi; dirigere i processi aziendali. 7

8 MAPPATURA DI CICLO PERSONALE 8

9 VISIONE DEL CICLO PERSONALE GESTIONE PRESENZE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI GESTIONE DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA 9

10 DIPENDENTE RESPONSABILE UNITA OPERATIVA COMPLESSA UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE ASSUNZIONE PERSONALE INSERIMENTO PIANIFICAZIONE TURNI IRISWIN SCARICO TIMBRATURE PRESENZE AQUISIZIONE DATI PRESENZE MONITORAGGIO PRESENZE/ ASSENZE GIORNALIERO A MARCA TEMPO IRISWIN IRISWIN CAMBIO/ MODIFICA ASSEGNAZIONE TURNO PERSONALE RILEVAZIONE PRESENZE MEDIANTE BADGE 10

11 UOC GESTIONE RISORSE UMANE RESPONSABILE UNITA OPERATIVA COMPLESSA DIPENDENTE GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE MALATTIA COMUNICAZIONE DI ASSENZA PER MALATTIA WF INVIO CERTIFICATO MEDICO ONLINE DA PARTE DEL MEDICO CURANTE PREDISPOSIZIONE E INVIO MODULO DI ASSENZA PER MALATTIA REGISTRAZIONE SU APPOSITA PROCEDURA INFORMATICA W.F. CERTIFICATO MEDICO MODULO DI ASSENZA PER MALATTIA CONTROLLO E ARCHIVIAZIONE CERTIFICATO MEDICO A IRISWIN 11

12 UOC GESTIONE RISORSE UMANE RESPONSABILE UNITA OPERATIVA COMPLESSA DIPENDENTE GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE FERIE/ PERMESSI /ALTRO PREDISPOSIZIONE RICHIESTA ASSENZA PER FERIE/ PERMESSI/ ALTRO NO VERIFICA LA RICHIESTA DI ASSENZA PER FERIE/ PERMESSI/ALTRO OK? SI FIRMA E INVIO MODULO DI RICHIESTA PER FERIE/ PERMESSI/ALTRO REGISTRAZIONE ASSENZA FERIE/PERMESSI/ALTRO WF IRISWIN CONTROLLO E ARCHIVIAZIONE MODULO A IRISWIN 12

13 UOC GESTIONE RISORSE UMANE DIPENDENTE RESPONSABILE UNITA OPERATIVA COMPLESSA GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE NECESSITA STRAORDINARIO VERIFICA NECESSITA STRAORDINARIO RICHIESTA DISPONIBILITA AD EFFETTUARE STRAORDINARIO FIRMA E INVIO MODULO DI AUTORIZZAZIONE DELLO STRAORDINARIO WF NO OK? SI ACCETTAZIONE STRAORDINARIO WF REGISTRAZIONE STRAORDINARIO E ARCHIVIAZIONE MODULO A IRISWIN 13

14 RESPONSABILE STRUTTURA COMPLESSA UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE A STAMPA ANOMALIE DELLE RILEVAZIONI PRESENZE MENSILI ANOMALIE RILEVAZIONI PRESENZE MENSILI IRISWIN VERIFICA ANOMALIE NO OK? W.F. SI IRISWIN REGISTRAZIONE DATI RILEVAZIONE PRESENZE E STAMPA ELENCO PRESENZE PER SINGOLO DIPENDENTE ELENCO PRESENZE PER SINGOLO DIPENDENTE W.F. B VERIFICA ANOMALIE E COMUNICA CHIARIMENTI 14

15 UNITA OPRATIVA COMPLESSA UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE B VERIFICA CORRISPONDENZA DATI TRA ELENCO PRESENZE PER UOC E DATI A SISTEMA OK? SI CONVALIDA DATI RILEVAZIONE PRESENZE E STAMPA ELENCO PRESENZE ELENCO PRESENZE PER SINGOLO DIPENDENTE IRISWIN IRISWIN NO RICHIESTA CHIARIMENTI IRISWIN VERIFICA A CAMPIONE CORRISPONDENZA DATI TRA ELENCO PRESENZE E DATI A SISTEMA GESTIONE PAGHE E STIPENDI NO OK? SI MIGRAZIONE DATI DELLE PRESENZE NEL SISTEMA PAGHE PERSWEB VERIFICA ANOMALIE E COMUNICA CHIARIMENTI 15

16 GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE 1. In caso di nuova assunzione o in caso di cambiamento del turno di lavoro del dipendente, il Responsabile di Unità Operativa Complessa comunica la pianificazione dei turni all UOC Gestione Risorse Umane, che provvede ad inserire i dati nel sistema informativo di rilevazione presenze IRISWIN. Quotidianamente, i dati relativi alle presenze dei dipendenti vengono acquisiti dal sistema informativo IRISWIN mediante una procedura automatica di scarico dai sistemi marcatempo. Nel giorno dell assunzione, l UOC Gestione Risorse Umane consegna a tutto il personale aziendale il badge di rilevazione presenze, nel quale è registrato il numero di matricola, e provvede a registrare mediante sistema informatico il badge (anche più di uno) consegnato al dipendente. 2. Il dipendente provvede a giustificare ogni evento di maggior presenza o assenza, nel seguente modo: in caso di malattia, il dipendente comunica telefonicamente l assenza; l Unità Operativa Complessa di afferenza notifica l assenza all UOC Gestione Risorse Umane che, ricevuto il certificato medico entro 3 giorni come da disposizione del CCNL, provvede alla registrazione sulla procedura IRISWIN, visualizzandone la richiesta mediante il Work Flow. in caso di permesso/ferie/altro, del dipendente, il Responsabile dell UOC di afferenza invia il modulo di richiesta, debitamente approvato e registrato in IRISWIN, all UOC Gestione Risorse Umane che attraverso il Work Flow ne visualizza l avvenuta registrazione; 16

17 GESTIONE PRESENZE SOTTO GESTIONE PRESENZE in caso di prestazione di lavoro straordinario, il Responsabile dell Unità Operativa Complessa, ottenuta la disponibilità del dipendente, firma ed autorizza l apposito modulo (compilato dal dipendente/caposala in IRISWIN). Successivamente all autorizzazione il modulo e la richiesta viene archiviato. 3. Mensilmente, l UOC di afferenza effettua una stampa delle anomalie, relative alla rilevazione presenze/assenze, dei dipendenti segnalate dal sistema informativo IRISWIN. In caso di assenze ingiustificate, l UOC Gestione Risorse Umane richiede chiarimenti al Responsabile dell UOC di afferenza, a cui è assegnato il dipendente, al fine di giustificare o meno l anomalia. Successivamente, il Responsabile della citata Struttura provvede alla risoluzione delle anomalie (attraverso WF) giustificando l assenza o la maggior presenza all interno del sistema informativo IRISWIN. 4. l UOC Gestione Risorse Umane, effettua una verifica di corrispondenza dati tra l elenco presenze dei dipendenti e i dati che risultano nel sistema IRISWIN. In caso di riscontro negativo, l UOC Gestione Risorse Umane richiede chiarimenti alle Strutture. In caso di esito positivo, l UOC Gestione Risorse Umane stampa l elenco delle presenze ed effettua un ulteriore verifica di accuratezza a campione dei dati presenti nell elenco. Successivamente provvede alla migrazione dei dati relativi alle presenze dal sistema IRISWIN al sistema PERSWEB per effettuare il pagamento degli stipendi. 17

18 UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI GESTIONE PRESENZE MIGRAZIONE DATI IRISWIN ACQUISIZIONE DATI NEL SISTEMA GESTIONE PAGHE E STIPENDI VERIFICA CORRETTEZZA DATI IMPORTATI PERSWEB PERSWEB OK? SI A NO CORREZIONE INCONGRUENZE PERSWEB 18

19 PROVVEDITORATO UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI A ELABORAZIONE DATI DEFINIZIONE QUANTITATIVO MENSILE BUONI PASTO IRISWIN STAMPA E INVIO ORDINE MENSILE BUONI PASTO OLIAMM ORDINE MENSILE BUONI PASTO ORDINE MENSILE BUONI PASTO OLIAMM INSERIMENTO ORDINE MENSILE BUONI PASTO GESTIONE CONTABILE FATTURE PASSIVE 19

20 RESPONSABILE UFFICIO RISORSE UMANE UFFICIO RISORSE UMANE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI A ELABORAZIONE DATI INSERIMENTO COMPETENZE ACCESSORIE RICHIESTA AUTORIZZAZIONE DETERMINA DI COMPETENZE ACCESSORIE B PERSWEB PERSWEB DETERMINA DI COMPETENZE ACCESSORIE FIRMA DETERMINA DI COMPETENZE ACCESSORIE 20

21 UOC GESTIONE RISORSE ECONOMICO- FINANZIARIE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI C B ELABORAZIONE CEDOLINI VERIFICA ANOMALIE DATI CEDOLINI PERSWEB PERSWEB OK? SI CONTROLLO SEQUENZIALE CON MESE PRECEDENTE OK? SI STAMPE CEDOLINI NO PERSWEB NO CORREZIONE INCONGRUENZE CORREZIONE INCONGRUENZE PERSWEB PERSWEB 21

22 UOC GESTIONE RISORSE ECONOMICO - FINANZIARIE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI C PREDISPOSIZIONE ELENCO RIEPILOGATIVO DATI PERSONALE PREDISPOSIZIONE E INVIO COSTO PERSONALE PER TIPO E RUOLO DIPENDENTE PREDISPOSIZIONE E INVIO ELENCO DATI CONTRIBUTI CARICO ENTE E CARICO DIPENDENTE PREDISPOSIZIONE E INVIO IMPUTAZIONE VALORE LORDO COSTO PERSONALE PER SINGOLA VOCE DI COMPETENZA D EXL EXL ELENCO RIEPILOGATIVO DATI PERSONALE COSTO PERSONALE PER TIPO E RUOLO DIPENDENTE ELENCO DATI CONTRIBUTI CARICO ENTE E CARICO DIPENDENTE VALORE LORDO COSTO PERSONALE PER SINGOLA VOCE DI COMPETENZA 22

23 BANCA UOC GESTIONE RISORSE ECONOMICO - FINANZIARIE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI D OLIAMM SCRITTURE IN PRIMA NOTA DEL COSTO PERSONALE PER SINGOLA VOCE DI COMPETENZA OLIAMM SCRITTURE IN PRIMA NOTA TRATTENUTE CARICO DIPENDENTE DATI PERSONALE PER ASSEGNI CIRCOLARI DATI PERSONALE PER RITIRO CONTANTI GESTIONE BILANCIO OLIAMM SCRITTURE IN PRIMA NOTA TRATTENUTE CARICO ENTE DATI PERSONALE PER ACCREDITAMENTI PREDISPOSIZIONE E INVIO MANDATO DI PAGAMENTO PERSWEB PREDISPOSIZIONE ED INVIO ELABORAZIONE NETTI PERSWEB PREDISPOSIZIONE DOCUMENTI ALLEGATI AL MANDATO ELABORAZIONE NETTI ELABORAZIONE NETTI MANDATO DI PAGAMENTO 23

24 DIPENDENTE UOC GESTIONE ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI UOC GESTIONE RISORSE ECONOMICO - FINANZIARIE UOC GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI MENSILMENTE COMUNICAZIONE N TICKET PER BUONI PASTO MENSILMENTE TRASMISSIONE BUSTA PAGA ONLINE CONSEGNA BUONI PASTO BUSTA PAGA BUONI PASTO FIRMA RITIRO TICKET 24

25 GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI 1. L UOC Gestione Risorse Umane verifica, dopo aver effettuato la migrazione dei dati relativi alle presenza del personale dal sistema IRISWIN al sistema PERSWEB, la correttezza degli stesse e, in caso di riscontro negativo, effettua una correzione delle incongruenze tramite sistema(persweb), in caso di esito positivo, provvede all elaborazione dei dati. 2. L UOC Gestione risorse economico finanziarie provvede tramite sistema (PERSWEB) all inserimento dei dati relativi alle competenze accessorie (assegni familiari, piccoli prestiti ecc.). In seguito, l UOC Gestione Risorse Umane predispone la determina di liquidazione delle competenze accessorie e la invia al Responsabile dell Ufficio, il quale provvede ad autorizzarla per l elaborazione dei cedolini. 3. L UOC Gestione risorse economico finanziarie effettua una verifica delle anomalie tramite il sistema informativo(persweb). In seguito, esegue una verifica mediante procedura automatica nel sistema informatico che permette un confronto tra le voci di costo del personale del mese di riferimento rispetto a quelle del mese precedente al fine di individuare eventuali differenze. In caso di esito positivo, procede ad stampare i singoli cedolini. 25

26 GESTIONE PAGHE E STIPENDI SOTTO GESTIONE PAGHE E STIPENDI 4. Mensilmente, l UOC Gestione Acquisizione di beni e servizi effettua la consegna dei buoni pasto al dipendente beneficiario. Successivamente, il Responsabile del Distretto/Presidio distribuisce tutto al dipendente e, dopo la firma di quest ultimo, provvede ad archiviare tutta la documentazione. 26

27 DIPENDENTE DI COMPARTO E DIRIGENTE SENZA INCARICO VALUTATORI: DIRETTORE DAI(per comparto e dirigenti senza incarico del DAI), DIRETTORI UOC (per comparto e dirigenti senza incarico dei servizi centrali) UOC GESTIONE RISORSE UMANE SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI PERSONALE DI COMPARTO E DIRIGENTI SENZA INCARICO DEFINIZIONE FONDO PER L ATTRIBUZIONE DELLE FORME DI INCENTIVAZIONE PREDISPOSIZIONE DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE E TRASMISSIONE AL VALUTATORE E ALL OIV(PER CONOSCENZA) A RACCOLTA SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE E AFFISSIONE NEI LUOGHI DI LAVORO COMPILAZIONE E INVIO SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE INVIO SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE A D SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE COMPILATA SI, ACCETTA VALUTAZIONE FIRMA PER PRESA VISIONE SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE NO NON ACCETTA VALUTAZIONE C 27

28 PERSONALE CON INCARICO (DIRIGENTE e NON) VALUTATORI: DIRETTORE AMMINISTRATIVO (per staff direzione generale e per Direttori UOC servizi centrali), DIRETTORI UOC SERVIZI CENTRALI (Per Responsabili UOS e Responsabili PO), DIRETTORE SANITARIO (Per Responsabili UOC della D.S.), Direttori UOC della DS (Per Resp. UOS, Resp. PO) DIRETTORE DAI (per Resp.li UOC del DAI, Resp.li UOSD del DAI), DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE AMMINISTRATIVO (Direttori DAI) UOC GESTIONE RISORSE UMANE SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI PERSONALE CON INCARICO (DIRIGENTE e NON ) PREDISPOSIZIONE DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIRIGENTE SU PROPOSTA DELL OIV ALL ORGANO DI INDIRIZZO E TRASMISSIONE AL VALUTATORE PREDISPOSIZIONE DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE INCARICATO NON DIRIGENTE E TRASMISSIONE AL VALUTATORE E TRASMISSIONE ALL OIV A RACCOLTA SCHEDE DI VALUTAZIONE E AFFISSIONE NEI LUOGHI DI LAVORO COMPILAZIONE E INVIO SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE. E SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE COMPILATA FIRMA PER PRESA VISIONE SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE SI, ACCETTA VALUTAZIONE NO, NON ACCETTA VALUTAZIONE B C 28

29 COMMISSIONE DI CONCILIAZIONE VALUTATORE VALUTATO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI C SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE FIRMA NOTA PER PRESA VISIONE CONFERMA ESITO NEGATIVO A NOTA DI DISACCORDO/ RICHIESTA ATTIVAZIONE COMMISSIONE CONCILIAZIONE COMMISSIONE DI CONCILIAZIONE RICHIESTA ATTIVAZIONE COMMISSIONE DI CONCILIAZIONE TRASMISSIONE NOTA SCRITTA AL VALUTATO NOTA DI DISACCORDO NO RICHIESTA SOSPENSIONE VALUTAZIONE/NOTA DI DISACCORDO PROPOSTA DI MODIFICA/ INTEGRAZIONE DELLA VALUTAZIONE VERIFICA NOTA DEL VALUTATO REVISIONE SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE E GIUDIZIO COMPARTO E DIRIGENTE SENZA INCARICO? SI SI D NO NO E A RICHIESTA ATTIVAZIONE COMMISSIONE DI CONCILIAZIONE RICHIESTA ATTIVAZIONE COMMISSIONE DI CONCILIAZIONE ALLA DIREZIONE AZIENDALE CONFERMA GIUDIZIO VALUTATORE PROPOSTA DI MODIFICA/INTEGRAZION E DELLA VALUTAZIONE VERIFICA PRESUPPOSTI RICHIESTA DEL VALUTATO 29

30 VALUTATORI: DIRETTORE AMMINISTRATIVO (per staff direzione generale e per Direttori UOC servizi centrali), DIRETTORI UOC SERVIZI CENTRALI (Per Responsabili UOS e Responsabili PO) DIRETTORE SANITARIO (Per Responsabili UOC della D.S.) Direttori UOC della DS (Per Resp. UOS e Resp. PO) DIRETTORE DAI (per Resp.li UOC del DAI, resp.li UOSD del DAI, DIRETTORE SANITARIO E AMMINISTRATIVO (Direttori DAI) VALUTATO PERSONALE CON INCARICO (DIRIGENTE E NON) SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI PERSONALE CON INCARICO (DIRIGENTE E NON) B COMPILAZIONE RELAZIONE VALUTATIVA COMPLESSIVA INVIO RELAZIONE VALUTATIVA COMPLESSIVA RELAZIONE VALUTATIVA COMPLESSIVA NO RELAZIONE VALUTATIVA COMPLESSIVA A VERIFICA SCHEDA DI VALUTAZIONE INDIVIDUALE OK? SI INVIO RELAZIONE VALUTATIVA COMPLESSIVA 30

31 VALUTARTORI UOC GESTIONE RISORSE UMANE ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI A VERIFICA REGOLARITA DEL DI VALUTAZIONE; OK? SI NO DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA INVIO RICHIESTA DI CONVOCAZIONE E/O DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA REDAZIONE, FIRMA ED INVIO RELAZIONE CON LA GRADUATORIA DELLE VALUTAZIONI INDIVIDUALI DEL PERSONALE DIRIGENTE E/O INCARICATO E DI COMPARTO (ai sensi dell art. 19 del D.L.vo 150/09) RELAZIONE CON LA GRADUATORIA DELLE VALUTAZIONI INDIVIDUALI DEL PERSONALE DIRIGENTE E/O INCARICATO, DI COMPARTO E PERSONALE DIRIGENTE SENZA INCARICO RIPARTIZIONE FONDI DISPONIBILI AI SINGOLI DIPENDENTI PER EFFETTO DELLA VALUTAZIONE F DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA RICHIESTA DI CONVOCAZIONE E/O DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA 31

32 DIRETTORE GENERALE RESPONSABILE UOC GESTIONE RISORSE UMANE UOC GESTIONE RISORSE UMANE SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI F PREDISPOSIZIONE DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI G DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI FIRMA ED INVIO DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI FIRMA ED INVIO DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI 32

33 UOC GEESTIONE RISORSE ECONOMICHE E FINANZIARIE E PO CONTROLLO DI GESTIONE SEGRETERIA GENERALE/PROTOCOLLO E COORDINAMENTO DELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI ORGANI ISTITUZIONALI/ALBO PRETORIO UOC GESTIONE RISORSE UMANE SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI G INVIO DELIBERA ATTRIBUZIONE INCENTIVI DELIBERA DI ATTRIBUZIONE INCENTIVI FIRMATA INSERIMENTO DEI DATI INCENTIVI E PREMI PER SINGOLO DIPENDENTE (SEMESTRALI O ANNUALI) GESTIONE PAGHE E STIPENDI PERS WEB DELIBERA FIRMATA PUBBLICAZIONE NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE INVIO DELIBERA PUBBLICATA DELIBERA DI ATTRIBUZIONE INCENTIVI FIRMATA 33

34 SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI 1. L UOC Gestione Risorse Umane predispone ed invia la scheda di valutazione del personale da trasmettere a tutti i valutatori. Per i criteri di valutazione del Personale Dirigente l Organismo Indipendente di Valutazione, ai sensi dell art. 14, comma 4 lettera e), del D.L.vo 150/09, propone la valutazione alla Direzione Strategica. Il Dirigente responsabile effettua la valutazione attraverso la compilazione di apposita scheda. Se trattasi di personale dirigente e/o incaricato, la valutazione viene effettuata anche attraverso la stesura da parte dello stesso di una relazione complessiva sull attività svolta nell anno di riferimento (Articolo 4 del Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale, allegato all Atto Aziendale, approvato con Deliberazione n. 198 del ). 2. La relazione del dirigente o incaricato valutato viene inviata al valutatore. 3. I soggetti valutati (dirigenti, incaricati e personale di comparto) se condividono l esito della valutazione, controfirmano la scheda di valutazione individuale che viene inviata dal valutatore all Organismo Indipendente di Valutazione, per la verifica della regolarità del processo di valutazione. 4. L Organismo Indipendente di Valutazione garantisce, ai sensi dell art. 14, comma 4 - lettera d) del D.L.vo 150/09, la correttezza dei processi di misurazione e valutazione, monitora il funzionamento complessivo del sistema della valutazione ed elabora una relazione annuale sullo stato dello stesso (art. 14, comma 4 - lettera a) del D.L.vo 150/09), e tutto quanto previsto dal citato articolo 14. Successivamente, sulla base dei livelli di performance attribuiti ai valutati, compila una graduatoria delle valutazioni individuali del personale dirigente e/o incaricato e di comparto. 34

35 SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI 5. Il Valutato, qualora non condivida in tutto o in parte la valutazione effettuata dal Valutatore, alternativamente, può: - Richiedere al Valutatore, una sospensione della valutazione e compilare una nota di disaccordo, individuando gli elementi che possono contribuire alla revisione della valutazione. Il Valutatore può procedere alla revisione del giudizio precedentemente formulato o confermare la valutazione precedentemente espressa. - Richiedere, ai sensi della Delibera CIVIT n. 124/2010, avente ad oggetto: Sistema di misurazione e valutazione della performance: procedure di conciliazione (articolo 7, comma 3, D.L.vo n. 150/2009), l attivazione della Commissione di conciliazione per l applicazione del sistema di valutazione della performance che, quale organo sussidiario, interviene obbligatoriamente soltanto su esplicita richiesta del Valutato, qualora sorgano divergenze sul giudizio di valutazione. Tale richiesta deve essere supportata da idonea documentazione. La Commissione di conciliazione può: - elaborare una proposta di modifica e/o integrazione alla valutazione, ricorrendone i presupposti; - predisporre una eventuale nota informativa con la quale formula un parere in ordine alle criticità organizzative che hanno generato il disaccordo; - confermare la valutazione del valutato da parte del valutatore. 35

36 SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI SOTTO SISTEMA INCENTIVAZIONE E PREMI Il Valutatore può: - accogliere le modifiche proposte dalla Commissione di valutazione; -confermare la propria valutazione motivando la decisione con nota scritta e consegnarla al Valutato per la firma di presa visione. Tale valutazione viene trasmessa in via conclusiva all OIV. L esito del giudizio del valutatore conclude il processo di valutazione..6. Constatata l accettazione della distribuzione degli incentivi, l UOC Gestione Risorse Umane predispone una deliberazione di attribuzione degli incentivi. Successivamente trasmette la proposta di deliberazione al Direttore Generale per la firma. Infine l UOC Gestione Risorse Umane provvede all inserimento incentivi e premi per singolo dipendente a sistema (PERSWEB) per l effettuazione dei pagamenti da parte dell UOC Gestione Risorse Economico-Finanziarie. 36

37 DIRETTORE GENERALE/ DIRETTORE SANITARIO UOC PREVENZIONE E PROTEZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO MEDICO COMPETENTE LAVORATORE GESTIONE DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA GESTIONE PERSONALE SOTTO GESTIONE DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA EX D.LGS 81/08 E SMI VISITA PREVENTIVA/ PERIODICA A COMUNICAZIONE ESITO ISTITUZIONE CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO VALUTAZIONE DELLA CONDIZIONE DEL PAZIENTE VISITA MEDICA E PROTOCOLLO SANITARIO BISOGNO COMPLESSO? SI ESAMI INTEGRATIVI IDONEITA ALLA MANSIONE NO VALUTAZIONE DEI RISCHI SOPRALLUOGO CON IL MEDICO COMPETENTE NEI LUOGHI DI LAVORO ESAME DOCUMENTAZIONE TRASMIISSIONE PROVVEDIMENTI DEL CASO AL DIRIGENTE PREPOSTO A 37

38 DIRETTORE SANITARIO DIRETTORE GENERTALE ESPERTO QUALIFICATO MEDICO AUTORIZZATO LAVORATORE GESTIONE DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA GESTIONE PERSONALE SOTTO GESTIONE DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA DELLA RADIOPROTEZIONE VISITA PREVENTIVA/ PERIODICA A COMUNICAZIONE ESITO ISTITUZIONE DOCUMENTO SANITARIO PERSONALE VALUTAZIONE DELLA CONDIZIONE DEL PAZIENTE VISITA MEDICA E PROTOCOLLO SANITARIO BISOGNO COMPLESSO? SI ESAMI INTEGRATIVI IDONEITA ALLA MANSIONE? NO VALUTAZIONE DEI RISCHI E CLASSIFICAZIONE DEI LAVORATORI SOPRALLUOGO CON IL MEDICO COMPETENTE NEI LUOGHI DI LAVORO ESAME DOCUMENTAZIONE DIREZIONE SANITARIA FORNITURA DOSIMETRO PERSONALE TRASMIISSIONE PROVVEDIMENTI DEL CASO AL DATORE DI LAVORO E AL DIRIGENTE PREPOSTO A 38

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Livello di. Indice. 1. Premessa ... 6. Pag. 1 a 8

Livello di. Indice. 1. Premessa ... 6. Pag. 1 a 8 Livello di benessere organizzativo, grado di condivisione del sistema di valutazionee e valutazione del superiore gerarchico g Sintesii dei risultati dell indagine 2013 svolta sul s personale ASI ai sensi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

PIANI PROGRAMMA 2008

PIANI PROGRAMMA 2008 PIANI PROGRAMMA 2008 ASSEMBLEA LEGISLATIVA E.R. 2 DIREZIONE GENERALE... 9 PIANIFICAZIONE, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DEI RISULTATI...11 Scheda S698 Bilancio annuale di previsione, variazioni di bilancio

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di Arienzo - Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei servizi Pagina 1 INDICE Art. 1-Oggetto del regolamento Art.

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

Provincia di Venezia

Provincia di Venezia Provincia di Venezia POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Determinazione N. 1145 / 2014 Responsabile del procedimento: GRANDESSO NICOLETTA Oggetto: DEFINIZIONE DEL CRONO PROGRAMMA PER IL 2014/2016 RELATIVO AI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli