Document Server La nuova archiviazione documentale Halley

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Document Server La nuova archiviazione documentale Halley"

Transcript

1 Anno VI n. 3/10 POSTE ITALIANE s.p.a. spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L , n. 46) - Art.1, comma 1 DCB MACERATA - Diffusione gratuita - Contiene I.P. TRIMESTRALE DI INFORMATICA PER IL COMUNE settembreduemiladieci Document Server La nuova archiviazione documentale Halley Il nostro costante impegno per fornire il software più utile e innovativo ai nostri Clienti ci permette di presentare un nuovo prodotto denominato Document Server. Che cos è? Come dice il nome, il Document Server è una piattaforma che fornisce la gestione completa della conservazione di tutti gli archivi digitali che circolano all interno di una struttura (Ente pubblico). È realizzato su un architettura robusta e snella, che sfrutta al meglio le migliori tecnologie attualmente presenti sul mercato e con un rapporto prezzo prestazioni davvero eccezionale. Il Document Server Halley si distingue dagli altri prodotti per la sua facilità di utilizzo. I test fatti dimostrano che l apprendimento è immediato grazie all interfaccia semplice ed intuitiva: un sicuro risparmio economico sulla formazione ed un sicuro vantaggio funzionale per l impatto sul personale. Un potente motore di ricerca permette di trovare i documenti archiviati tramite una qualsiasi parola contenuta nel testo. Per esempio: ricercando Mario Rossi sarà possibile trovare e consultare i certificati, i mandati, le pratiche edilizie, le fatture, le delibere, le determine e qualsiasi Segue a pag. 2 sommario RUBRICA ASSISTENZA Help Desk: primo livello di assistenza p. 03 Consulenza Normativa fornita da Help Desk p. 04 AREA RAGIONERIA Nuovo Controllo di Gestione p. 05 Nuova Gestione del collegamento con le tesorerie p. 07 AREA DEMOGRAFICI Aggiornamenti Anagrafe p. 09 Aggiornamenti Elettorale p. 09 Stato Civile: nuove integrazioni p. 09 AREA PERSONALE Approfondimenti: CCNL (Area II) p. 12 Aggiornamenti Gestione Personale p. 13 AREA TRIBUTI Approfondimenti: Federalismo Fiscale p. 16 Servizi Cimiteriali su sito e-gov p. 17 ICI: Ravvedimento operoso p. 19 ICI: nuove funzioni p. 19 Servizi Scolastici: Registro presenze p. 20 AREA SERVIZI SOCIALI Servizi Sociali: Nuove funzioni p. 22 AREA UFFICIO TECNICO La SCIA scaccia la DIA p. 23 Approfondimenti: L autorizzazione paesaggistica semplificata p. 24 INTERVISTA AL COMUNE DI... Comune di Ghedi p. 25 RUBRICA HALLEY SISTEMI Nuovi Clienti 2010 p. 26 RUBRICA HALLEY EDITRICE Operatività e Praticità dei volumi p. 27

2 02 editoriale Continua da pag. 1 altro documento che contiene Mario Rossi. Inoltre la ricerca dei documenti può essere fatta tramite diversi criteri, quali tipo di documento, ufficio, responsabile, data, ecc. Il Document Server Halley offre il massimo livello di protezione per i documenti archiviati, garantendo con sicurezza sia l integrità che il salvataggio degli stessi, direttamente su CD o DVD. Il sistema permette inoltre di gestire i profili di accesso per utenti e per gruppi, grazie alla possibilità di generare una struttura gerarchica rispondente all organizzazione dell Ente. È ovvio che se l Ente gestisce la Dotazione Organica questa è perfettamente integrata. Il grande vantaggio offerto dal Document Server Halley è la perfetta e totale integrazione con tutte le procedure Halley. Questo permette di archiviare i documenti senza nessun aggravio di lavoro per gli operatori dell Ente. L archiviazione automatica è stata inserita nei punti chiave delle procedure, per esempio: - al momento di memorizzare un protocollo il documento viene subito scansionato e archiviato; - nel momento in cui si perfezio- na un mandato o un certificato, questi verranno archiviati automaticamente. Con la nuova versione dell ambiente Halley, che conterrà la Scrivania virtuale (maggiori dettagli saranno forniti in prossimità dell uscita) saranno integrati anche i file di produttività individuale prodotti con Word, Excel, ecc. per facilitare il compito agli operatori che potranno archiviare semplicemente anche questi documenti. Il Document Server Halley permette inoltre l archiviazione dei documenti prodotti tramite applicativi di terze parti, grazie all ausilio di web_services appositamente realizzati. Anche il Document Server è integrato nell ambiente Halley e può quindi essere utilizzato via web dalle sedi distaccate, da operatori a scavalco ecc. Volendo riassumere, i vantaggi più importanti del Document Server sono: Garantire che ogni documento sia archiviato definitivamente senza possibilità di perdita anche in caso di crash del sistema. Permettere di archiviare qualsiasi tipo di documento tramite una semplice interfaccia utente. Archiviare automaticamente i documenti prodotti tramite le procedure Halley. Permettere l archiviazione di documenti prodotti da altri software. Permettere di cercare uno o più documenti in base al contenuto del documento stesso. Svincolare l utente da aggiornamenti del sistema operativo e del database garantendo di poter rileggere un documento per sempre. Permettere l accesso immediato a qualsiasi documento anche via web. Mentre stiamo scrivendo alcuni Document Server sono già in fase di test presso alcune Amministrazioni. Sauro Magnatti

3 rubrica assistenza 03 HELP DESK: primo livello di assistenza A partire dal presente notiziario Halley Informatica fornirà alla clientela una nuova rubrica: dedicata all Assistenza. La rubrica conterrà una descrizione puntuale sul Servizio offerto e su tutte le eventuali novità. L Help Desk rappresenta il primo livello di assistenza telefonica fornita al cliente. È formato da 15 tecnici che annualmente gestiscono circa telefonate, con un tempo medio di durata delle chiamate di 3,5 minuti. Compiti - gestire le telefonate con professionalità e cortesia; - individuare la soluzione al problema posto dal cliente. Obiettivi - rispondere immediatamente alle telefonate; - segnalare velocemente ed efficacemente i quesiti eventualmente non risolti ad un tecnico Assistenza (software o hardware) specializzato in materia; - registrare correttamente le telefonate per monitorare il servizio offerto. Professionalità - gestire il Cliente guidandolo ad una corretta ed univoca esposizione del problema; - rilevare correttamente il problema per una immediata ed efficace soluzione. FIG. 1 Novità Il cliente ha ora a disposizione una nuova modalità per la ricezione delle soluzioni ai problemi: la sezione del sito e-procedure, accessibile direttamente dall interno della procedura o cliccando il bottone News-P. Dopo aver digitato il numero della soluzione trovata dal tecnico Help Desk, il cliente potrà visualizzare il testo, salvarlo o stamparlo (vedi fig. 1). Francesca Dott.ssa Miliani Resp. Assistenza

4 04 rubrica assistenza Novità Assistenza La consulenza normativa fornita dall Help Desk CONSULENZA NORMATIVA 2011 Assistenza Normativa Accesso illimitato al sito Produzione Editoriale 2011 Halley Editrice (spedizione dei volumi ai clienti) A partire da gennaio 2011, il settore Help Desk fornirà un nuovo servizio, all interno del pacchetto Consulenza Normativa. Il servizio assistenza, infatti, sarà integrato con il servizio di consulenza professionale dell Halley Editrice. Novità La grande novità consiste nel fatto che il cliente potrà porre quesiti in numero illimitato direttamente ai tecnici Help Desk, che hanno già a disposizione un database di soluzioni normative. Per avere la risposta al proprio quesito, basterà chiamare il servizio assistenza e, se già disponibile, la risposta sarà immediatamente messa a disposizione del cliente. Qualora il tecnico Help Desk non avesse la risposta al quesito posto, verrà aperta una segnalazione ai tecnici assistenza di secondo livello e ai consulenti specializzati in giurisprudenza, normativa e aggiornamenti di legge. Il database dei quesiti, i consulenti, l esperienza dell Halley Editrice, l Help Desk e l Assistenza di secondo livello offriranno un assistenza normativa ancor più professionale, rapida e competitiva. Francesca D.ssa Miliani Resp. Assistenza Per comunicazioni alla redazione del Notiziario Halley scrivete a oppure inviate il materiale in busta chiusa a: Halley Informatica via Circonvallazione, Matelica (MC) all attenzione della Redazione del Notiziario Halley. Per la pubblicità sul Notiziario Halley cartaceo e/o on line (www.halley.it), contattate lo , oppure inviate una mail di richiesta a: all attenzione della Redazione del Notiziario Halley. GRAZIE, dr.ssa Daniela Barbini - Area Marketing HALLEY NOTIZIARIO Periodico trimestrale di informazione software e hardware Reg. Trib. di Camerino n. 2 del Redazione: - Direttore responsabile: Sauro Magnatti Editore: HALLEY INFORMATICA s.r.l. - Via Circonvallazione, 131 (62024) Matelica (MC) Stampa: Settembre Tipo-Litografia Grafostil - Via C. Cameli, 8 - (62024) Matelica (MC) - tel

5 area ragioneria 05 Novità Finanziaria Nuovo controllo di gestione In cantiere il nuovo controllo di gestione basato sulla gestione degli obiettivi annuali (già presenti): una novità attesa da molti che andrà ad integrare la serie di controlli già previsti nella Finanziaria. Atteso da molto tempo, il controllo di gestione sta prendendo forma nei cantieri della Halley Informatica. Il punto centrale di tutto il sistema sono gli obiettivi annuali (così come previsto nel DLgs. 267/2000, artt.196, 197): agli obiettivi annuali sono collegati i budget di spesa e di incasso per la determinazione dei movimenti finanziari; sono collegati gli indicatori di attività e di risultato; sono collegati i costi e i ricavi, sono collegati i dati del personale utilizzato per il raggiungimento dell obiettivo e sono collegate le fasi dell obiettivo (indicatori temporali). Per ogni valore associato all obiettivo, è necessario prevedere il valore iniziale e misurare lo scostamento alla fine dell anno, quando i valori reali saranno presenti. (vedi Figg ) Per quanto riguarda gli indicatori, l idea è quella di fornire una base dati per ciò che riguarda gli indicatori di attività e di risultato. Sicuramente saranno presenti gli indicatori previsti nel DPR 194/1996 (in porto anche il collegamento con gli indicatori del conto di bilancio, per poterli ottenere in automatico se si è gestito il controllo di gestione) e una serie di altri indicatori di attività e di risultato tra i più usati dagli Enti. Questi indicatori non saranno modificabili, ma l utente ne potrà inserire di nuovi, quelli che ritiene più adatti a misurare i propri obiettivi. Vi sarà la fase in cui gli indicatori saranno associati all obiettivo: sarà necessario inserire le previsioni anche per gli indicatori e le rilevazioni periodiche: tramite questi due valori si potrà misurare lo scostamento (Esempio: dovendo misurare quanti pasti fornisce la mensa del Comune, sarà necessario definire ad inizio anno il numero di pasti che si intende fornire: in questo modo sarà possibile controllare, a fine FIG. 1 FIG. 2 anno, lo scostamento tra quanto previsto e quanto realizzato). Per gli indicatori di risultato è prevista la suddivisione in indicatori di efficacia, di efficienza e i proventi (così come previsto dal DPR 194/1996). Inoltre è stato introdotto il concetto dei PUNTI EQUIVALENTI.

6 06 area ragioneria Questo dato ci aiuterà ad operare un raffronto tra gli indicatori di tutti gli obiettivi. Il valore dei punti equivalenti è necessario per misurare un indicatore rispetto ad un altro. Esempio: 1 km di asfaltatura della strada quanto vale rispetto ai pasti distribuiti dalla mensa? Questa domanda ci aiuta a capire che la valutazione del lavoro svolto dai vari responsabili deve essere in qualche modo rapportata se si vuole realmente capire chi ha fatto e chi non ha fatto e quanto si è fatto!! Esempio: - 1 Km di asfalto vale 100 P.E. (punti equivalenti) - 1 pasto vale 30 P.E. sono stati realizzati 20 Km di asfalto à pari a 2000 P.E. sono stati distribuiti 500 pasti à pari a P.E. In questo senso, i punti equivalenti ci consentono di dare un valore confrontabile ad ogni indicatore: moltiplicando i punti equivalenti per il totale dell indicatore si ottiene il valore di confronto. In questo caso distribuire i 500 pasti alla mensa è stato più produttivo che fare 20 Km di asfalto. I punti equivalenti vanno definitivi da ogni singolo Ente e devono essere utilizzati per fornire delle valutazioni a chi poi deve prendere decisioni. Per quel che riguarda i dati finanziari, gli obiettivi si rifanno ai budget (come già previsto in questo momento) e sempre attraverso i budget, vengono determinati anche i costi e i ricavi. A tal proposito, per la determinazione dei costi e dei ricavi, sono state scelte 2 strade: - attraverso la tipologia di spesa/ incasso - attraverso la partita doppia Le due soluzioni sono state studiate per andare incontro alle FIG. 3 esigenze di tutti gli Enti. Chi non gestisce la partita doppia, può comunque costruire un piano dei conti attraverso la tipologia di spesa/incasso. Altri fattori che incidono sul risultato finale dell obiettivo sono la spesa del personale dettagliata per singolo dipendente e gli indicatori temporali (sapere quando quell azione verrà fatta e quando è stata realmente eseguita). Infine, riassumendo tutte informazioni citate fino ad ora, viene creato il referto per il controllo di gestione. Domenico Carducci Resp. Marketing Area Ragioneria Relazione Previsionale e Programmatica Inclusa nella Contabilità Finanziaria Spett. le Comune, a partire da quest anno, il software per la creazione della Relazione Previsionale e Programmatica , precedentemente distribuito da Halley Editrice, sarà inserito nella procedura Contabilità Finanziaria. Esso sarà integrato nella procedura attraverso un aggiornamento del software e SENZA COSTI AGGIUNTIVI. Ma non finisce qui Saranno progressivamente introdotti con aggiornamenti della Contabilità Finanziaria anche i seguenti software (non necessariamente secondo l ordine proposto): Relazione Tecnica al Bilancio di Previsione 2011 Relazione al Rendiconto 2010 Piano Triennale delle Opere Pubbliche Piano Dettagliato degli Obiettivi

7 area ragioneria 07 Novità Finanziaria Nuova gestione del collegamento con le tesorerie Con la nuova versione sono state apportate una serie di migliorie al collegamento FINANZIARIA TESORERIA. Le migliorie introdotte migliorano la trasparenza per l ufficio ragioneria dei dati inviati al tesoriere. FIG. 1 Al fine di mettere a disposizione una funzionalità con una lettura più immediata delle codifiche inerenti la propria tesoreria e per una maggiore assistibilità del prodotto, sono stati introdotti ulteriori elementi nella finestra relativa ai dati della quietanza (fig.1). In particolare per i codici tipo imputazione, tipo spese, tipo pagamento e tipo bollo sono stati introdotti dei tasti di ricerca da cui selezionare il codice interessato. Per facilitarne l uso vengono visualizzati solo i codici gestiti dalla propria tesoreria (molto spesso FIG. 2 capitava si perdessero le istruzioni iniziali e non si ricordassero le codifiche possibili, che tra l altro non prevedevano una parte descrittiva, ma erano solo numeriche, quindi non identificabili). Inoltre sono stati introdotti una serie di controlli: - se viene indicato il codice pagamento bonifico, ma non l IBAN, viene segnalato. - Se viene indicato il codice pagamento conto corrente postale, ma non il conto corrente, viene segnalato. Per rendere più visibile il codice tesoreria è stato aggiunto il campo Tes nel logo iniziale accanto all operatore (fig. 2). La stessa informazione è stata aggiunta anche nel trasferimento dei dati della distinta/mandato informatico (fig.3). Nella medesima funzione sono stati introdotti gli FIG. 3 stessi controlli di cui sopra per i codici pagamento Bonifico e conto corrente postale. Ulteriori migliorie riguardano: - la messaggistica nell acquisizione dei dati della tesoreria per facilitarne l uso - l acquisizione di un file unico che contenga sia i provvisori (regolarizzazioni/carte contabili) che le date di pagamento/riscossione del tesoriere - l introduzione della possibilità di acquisire solo i movimenti di entrata o solo quelli di spesa o entrambi - controllo e validazione dei file XML per la trasmissione della distinta/mandato informatico al tesoriere (là dove la tesoreria lo consente). Domenico Carducci - Resp. Marketing Area Ragioneria

8 08 area ragioneria C.A. Ufficio Finanziario MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI ORDINI AI FORNITORI Con CD-Rom (modulistica, normativa e prassi) Edizione settembre 2010 Eugenio De Carlo Il testo riguarda gli appalti di forniture di beni e di servizi, soffermandosi sulla fase contrattuale di acquisto mediante la scelta del contraente e quella di gestione della spesa, dall atto di impegno alla liquidazione delle fatture, sino ai risultati contabili, finanziari e patrimoniali che si realizzano mediante gli ordini di forniture e l acquisto di beni e servizi. Dopo un breve intrattenimento sugli aspetti generali dei contratti pubblici l attenzione è rivolta specificamente ai contratti di forniture e di servizi negli Enti locali. Brevi cenni sono, inoltre, forniti in relazione alle novità di recente introduzione del Regolamento di esecuzione del Codice dei contratti, varato il 18 giugno 2010, con particolare riferimento agli aspetti relativi all acquisito di beni e servizi ed alle procedure in economia. Particolare attenzione è dedicata alla normativa prevista dal Nuovo Testo Unico degli Enti Locali D.Lgs. n. 267/2000 in ordine alla gestione delle fasi della spesa, dall assunzione dell atto di spesa sino alla liquidazione della fattura del fornitore, in ordine agli ordini ed ai magazzini ed al loro collegamento con la contabilità finanziaria e patrimoniale dell Ente. Sono stati riportati vari schemi e modelli nonché molteplici leggi, pareri, risoluzioni, sentenze dei vari Organi giurisdizionali ed amministrativi che si sono pronunciati su questioni riguardanti il tema in oggetto. L opera ha una visione integrata della contrattualistica pubblica con la contabilità degli Enti locali ai fini delle procedure di acquisizione di beni e servizi, approfondisce le fasi contrattuali finalizzate alla stipulazione aggiornate alla c.d. direttiva ricorsi e analizza le modalità di acquisizioni particolari (CONSIP, acquisti verdi, acquisti in economia). Il volume esamina le fattispecie contrattuali controverse di acquisizione di servizi (servizi legali, affidamenti a laboratori e cooperative sociali e gli affidamenti ad associazioni di volontariato), le fasi di gestione della spesa e degli adempimenti preliminari e successivi ad esse connessi, le norme sui pagamenti della P.A. (Codifica SIOPE, verifiche Equitalia, termini di pagamento, accelerazione dei pagamenti delle P.A.), la gestione degli ordini e dei magazzini in collegamento con la procedura informatica Halley e la rappresentazione economica, finanziaria e patrimoniale dell attività contrattuale. N.B.: All interno del testo sono presenti richiami alle procedure della Halley Informatica Ordini e magazzino e Contabilità finanziaria. 55,00 Iva inclusa + 5,00 SPESE DI SPEDIZIONE (modalità di pagamento: contrassegno fino a 400,00) CEDOLA D ORDINE NOME E COGNOME DEL FUNZIONARIO A CUI VERRÀ SPEDITA LA MERCE INTESTAZIONE DEL COMUNE VIA N. TIMBRO ENTE CITTÀ ( ) CAP P. IVA C.F. TEL FAX COMPILARE ED INVIARE VIA FAX AL NUMERO: Cordiali Saluti, Gruppo Halley (Halley Editrice) tel Informativa privacy Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibità, sia ai sensi dell art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente per telefono allo fax o inviando un messaggio all indirizzo Autorizzo al trattamento dei dati personali.

9 Aggiornamenti ANAGRAFE area demografici 09 Fino alla versione Nuovo programma per la compilazione delle comunicazioni per l identità dei minori È stato introdotto l utilizzo di un nuovo programma, simile a Word, per la creazione dei certificati del gruppo Identità minore (testi 680, 681, 683, 684) a sostituzione di quello precedente. Il nuovo programma è compatibile con Word (scrive e legge i files RTF) ma è free, quindi non necessita di licenze per ciascuna postazione di lavoro. Il programma utilizzato è lo stesso che viene usato, già da anni, per la gestione del protocollo e delle comunicazioni interne. Questo cambiamento segue il percorso già iniziato ormai da diverse versioni che ci permetterà di completare il rinnovamento grafico della procedura. Precisiamo che la logica applicativa, ovvero le parti di programma dedicate alla lettura, alla scrittura dei dati e a tutti i controlli di congruità, non subirà modifiche lasciando quindi intatta l affidabilità delle funzioni e delle operazioni. Infatti Aggiornamenti ELETTORALE Migliorie su albo presidenti di seggio Sono state aggiunte diverse migliorie, per poter trarre maggiori vantaggi dall utilizzo della procedura: la gestione storica delle variazioni intervenute nelle ultime revisioni; durante le revisioni, la possibilità di escludere dalle la Halley, da sempre, utilizza parti di codice separato per la visualizzazione e stampa dei dati (GUI) e questo permette di cambiare tecnologia ogni volta che essa porta dei vantaggi per i nostri Clienti. Certificato storico per cittadini non più residenti A volte capita che un cittadino abbia bisogno di un certificato storico e che questo cittadino non sia più residente. Per dare la possibilità di soddisfare anche questa richiesta è stato aggiunto, tra i certificati storici, il certificato Storico emigrati. estrazioni uno o più Presidenti di seggio; l aggiunta della rinuncia alla nomina. Migliorie su albo scrutatori Anche nella gestione dell Albo Scrutatori sono state aggiunte le seguenti migliorie: la proposta automatica della cancellazione di Nuovi Report (fig.1) È stato aggiunto un nuovo Report che estrae L età media dei residenti. Inoltre, con la nuova gestione dei Report, attiva ormai da diverso tempo, la Halley, su richiesta dei Clienti, realizza report specifici che risolvono una determinata esigenza. Questi Report sono disponibili per i clienti che possono importarli automaticamente nella procedura scaricandoli direttamente dal nostro sito e usarli immediatamente. È possibile consultare l elenco dei Report disponibili nella lettera di aggiornamento. FIG. 1 un cittadino che è stato nominato ma non si è presentato ai seggi; l aggiunta della stampa per sezione di voto elettorale per gli scrutatori cancellati, cancellandi e iscritti all Albo; la gestione voti palesi su votanti in modo da poterli stampare nel verbale.

10 10 area demografici Novità Stato Civile Nuove integrazioni funzionali, nuova veste grafica Protocollazione automatica delle comunicazioni Come anticipato nello scorso numero di giugno, la nuova versione di Stato Civile contiene importanti novità riguardanti le integrazioni tra le procedure, che miglioreranno sostanziosamente il lavoro e l organizzazione dell ufficio. La nuova funzionalità infatti risolve l esigenza di poter mandare dei documenti direttamente a casa dei cittadini o presso altri Enti utilizzando la Posta Elettronica Certificata. I vantaggi sono evidenti: risparmio di tempo per la stampa, risparmio di tempo e soldi per l imbustamento, risparmio economico per l acquisto dei francobolli ecc. Questo ora sarebbe già possibile, si potrebbe stampare la comunicazione direttamente come file PDF, allegare il file ad una comunicazione interna che, tramite il protocollo, invierebbe al destinatario la mail con, in allegato, proprio il file della comunicazione proveniente dalla procedura. In Halley però abbiamo voluto fare di più: è stato aggiunto un nuovo comando che crea direttamente il file PDF, appone la firma digitale, protocolla il file ed infine lo invia direttamente al destinatario tramite la PEC senza aggiungere altre operazioni manuali. Ovviamente per poter funzionare è necessario che chi predispone la comunicazione sia abilitato ad inserire i protocolli in uscita, profilo già previsto dalla procedura Protocollo. L aumento di efficienza dato da questa nuova versione è davvero notevole (vedi Fig.1). Questa nuova versione è già in sperimentazione presso alcuni comuni marchigiani ed un gruppo di Comuni del Veneto coordinati da Camposampiero. Non abbiamo ancora stimato il vantaggio economico relativo ai soli francobolli risparmiati ma è sufficiente che ciascun Ente moltiplichi 0,60 per il numero di comunicazioni che ogni anno spedisce almeno agli altri Enti pubblici per avere una cifra di tutto rispetto da destinare ad altro. Rifacimento dell interfaccia grafica dei sintetici. Continua il rinnovamento dell interfaccia grafica della procedura: con la prossima versione in uscita sono state rifatte tutte le maschere video relative ai sintetici degli atti. Ricordiamo che l affidabilità della procedura non viene assolutamente messa in discussione in quanto la parte di codice di programma deputata all elaborazione ed alla gestione dei dati è separata da quella relativa alla visualizzazione dei dati a video, FIG. 1 che è quella che viene cambiata (GUI) (vedi Fig.2). Archiviazione degli atti, dei certificati e delle comunicazioni La procedura di Stato Civile Halley acquisisce un ulteriore funzionalità automatica che permette di archiviare tutti i documenti che vengono prodotti all interno dell Ente collegando direttamente il Document Server. In questo numero del notiziario viene spiegato più dettagliatamente le funzionalità del Document Server Halley. Atti di Stato Civile, certificati, comunicazioni ecc saranno quindi memorizzati nel Document Server e rimarranno a disposizione negli anni per la futura consultazione. È stata curata particolarmente la gestione della riservatezza dei documenti, così essi saranno classificati come riservati, visibili per l ufficio o pubblici a secondo della loro tipologia. Si potranno quindi ricercare, sempre per chi ha le abilitazioni, tutti i documenti

11 area demografici 11 di una determinata persona (Atti, certificati, comunicazioni ecc). La ricerca può avvenire anche all interno dell atto, permettendo quindi di cercare ad esempio tutti i nati nella chiesa di Santa Maria. Le comunicazioni archiviate nel Document Server potranno essere richiamate e spedite automaticamente tramite ad altri destinatari senza dover ritornare nella procedura a ristampare l atto. Nei prossimi Convegni Nazionali sarà possibile visionare queste novità, quindi vi consigliamo fin d ora di venirci a trovare. Sauro Magnatti Resp. Marketing Area Demografici FIG. 2 Per la RIQUALIFICAZIONE URBANA Il GRIMM della NITOR è un mezzo altamente tecnologico, immatricolato come VEICOLO SPECIALE che attraverso la sua INGEGNERIZZAZIONE dell acqua, permette un lavaggio di ripristino e conservazione di qualsiasi superficie, senza l uso indiscriminato dei prodotti chimici. trattamenti antiscivolo rimozione chewing-gum lavaggio e decontaminazione monumenti / fontane ripristino pavimenti antiscivolo lavaggio e disinfestazione strade / piazze lavaggio e decontaminazione arredi urbani eliminazione graffiti e scritte vandaliche rimozione guano piccioni Nitor snc Vocabolo Petrara Matelica (MC) Tel Fax NOVITÀ! Pulizia e Sicurezza

12 12 area personale Approfondimenti Contratto Collettivo Nazionale Di Lavoro Del Personale Dirigente Del Comparto Regioni E Autonomie Locali (Area II) In data 3 agosto 2010 è stato definitivamente sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale dirigente del comparto Regioni e Autonomie Locali (Area II) Quadriennio normativo e biennio economico FIG. 1 Nuovo trattamento economico Lo stipendio tabellare della qualifica unica dirigenziale è incrementato dei seguenti importi mensili lordi, per tredici mensilità, con decorrenza dalle date sottoindicate: dal 1 aprile 2008 di euro 15,74 rideterminato dal 1 luglio 2008 in euro 26,24 rideterminato dal 1 gennaio 2009 in euro 103,30 Sono confermati: a) Il maturato economico annuo di cui all art.35, comma 1 lett. b) del CCNL del 10/04/1196 b) La retribuzione individuale di anzianità, ove acquisita Gli incrementi di cui al comma 1 comprendono ed assorbono gli importi erogati a titolo di indennità di vacanza contrattuale. Il valore economico della retribuzione di tutte le posizioni dirigenziali è incrementato, con decorrenza 01/01/2009, di un importo annuo lordo, comprensivo del rateo di tredicesima mensilità, di euro 611,00. Applicazione, durata e decorrenza del contratto Come previsto dagli artt.1 e 2 il nuovo contratto: si applica a tutto il personale con qualifica dirigenziale e con rapporto di lavoro a tempo indeterminato dipendente dagli Enti del Comparto Regioni Autonomie Locali, comprese le IPAB, di cui all Area dirigenziale II, prevista dall art. 2, comma 1, seconda linea, del contratto collettivo nazionale quadro del 1 febbraio 2008, per la definizione delle autonome aree di contrattazione della dirigenza per il quadriennio concerne il periodo 1 gennaio dicembre 2009 per la parte normativa ed è valido 1 gennaio dicembre 2009 per la parte economica gli effetti giuridici decorrono dal giorno successivo alla data di stipulazione, salvo diverse prescrizioni e decorrenze previste espressamente dal contratto. La stipulazione si intende avvenuta al momento della sottoscrizione del contratto da parte dei soggetti negoziali a seguito del perfezionamento delle procedure di cui agli artt.47 e 48 del D.Lgs. n.165 del 2001 gli istituti a contenuto economico con carattere vincolato ed automatico sono applicati dagli Enti destinatari entro 30 giorni dalla data della stipulazione di cui al comma 2 resta altresì fermo quanto previsto dall art.48, comma 3, del D.Lgs.n.165 del 2001 per quanto non previsto in questo contratto collettivo, restano in vigore le disposizioni dei precedenti CCNL. Procedura Gestione del Personale Halley Apposite funzioni consentono di calcolare, per tutti i dirigenti, compresi quelli cessati, l importo dell arretrato di stipendio e di retribuzione di posizione, dovuti per l applicazione tardiva del nuovo contratto, indicando semplicemente la data inizio e la data fine del periodo a cui gli arretrati si riferiscono. In Figura 1 è riportato un esempio di calcolo, nel caso in cui non sia stata erogata l indennità di vacanza contrattuale biennio Il conteggio terrà in considerazione gli eventuali periodi e tipologie di astensione eventualmente usufruite dal dipendente nell arco temporale indicato dall operatore. - Successivamente gli importi conteggiati potranno essere trasferiti direttamente nel cedolino. Conclusioni Anche un evento importante come l applicazione di un nuovo contratto retributivo e un lavoro delicato e scrupoloso come il conteggio degli arretrati stipendiali con la procedura GESTIONE DEL PERSONALE HALLEY si risolvono con dei semplici clic!! Mosciatti Giancarlo Resp. Area Personale

Gestione del Personale

Gestione del Personale Gestione funzionale e completa del Personale sia dal punto di vista giuridico che da quello finanziario. La procedura consente di elaborare, per ciascun mese, due mensilità ordinarie e 98 mensilità straordinarie

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA

COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA COMUNE DI CASTELLETTO SOPRA TICINO Provincia di NOVARA AREA FINANZIARIA SERVIZI SOCIALI Piazza F.lli Cervi 28053 CASTELLETTO SOPRA TICINO cod. fiscale e p. IVA 00212680037 Telefono ufficio Ragioneria -

Dettagli

Scheda del defunto Agenda cimiteriale Contratto di concessione Avviso di scadenza del contratto di concessione

Scheda del defunto Agenda cimiteriale Contratto di concessione Avviso di scadenza del contratto di concessione Servizi Cimiteriali Censimento strutture Applicativo grafico Definizione blocchi tomba «complessi» Eliminazione e aggiunta di singole tombe su schema grafico già definito Importazione mappe e disegni tecnici

Dettagli

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione Istruzioni dettagliate per facilitare la comunicazione delle basi dati all Agid. Di seguito vengono indicati, gli adempimenti necessari per compilare il file excel richiesto dall'agenzia per l'italia Digitale.

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 Attività e Obiettivi Gestionali Anno 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE Responsabile Machetti Duccio

Dettagli

Nel rimandare al nostro sito per uno speciale completo

Nel rimandare al nostro sito per uno speciale completo I PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Quando possono essere richiesti secondo alcuni recenti orientamenti di ARAN e Funzione Pubblica Nel rimandare al nostro sito per uno speciale completo (riservato agli

Dettagli

OGGETTO: Istruzioni sulla trattazione delle richieste di consulenza giuridica

OGGETTO: Istruzioni sulla trattazione delle richieste di consulenza giuridica CIRCOLARE n. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 5 AGOSTO 2011 OGGETTO: Istruzioni sulla trattazione delle richieste di consulenza giuridica Indice 1. Premessa... 2. Informazione e assistenza ai contribuenti.

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI 1. Servizi di visualizzazione HELP ICI Lo stato di aggiornamento della Banca Dati comunale relativamente alle varie tipologie di dati è la seguente: Dichiarazioni Presentate fino all'anno: 2007 (*) Comunicazioni

Dettagli

LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011

LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011 Circolare informativa n. 15 del 13 Aprile 2011 LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011 Il decreto legislativo n. 23 del 14 marzo 2011, recante disposizioni in materia

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

MODELLO 730/2011 NOVITÀ

MODELLO 730/2011 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 11/2011 del 24 marzo 2011 MODELLO 730/2011 NOVITÀ In questa Circolare 1. Quadri del Modello 730/2011 2. Contribuenti che possono utilizzare il Modello 730/2011

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.)

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) INORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), previsto dal D.Lgs. n. 112/98, in attuazione della legge

Dettagli

Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del servizio di manutenzione degli orologi marcatempo Solari e relativo software di gestione.

Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del servizio di manutenzione degli orologi marcatempo Solari e relativo software di gestione. COMUNE DI FUCECCHIO Prot. n. 31278 del 14/12/2012 Spett.le Ditta Dataaccess Consulting Srl Via Don Milani 18 51031 - Agliana (PT) PEC dataccess@pec.it Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del

Dettagli

OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A.

OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A. COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA SERVIZIO FINANZIARIO Indirizzo: Via P. Leopoldo, 24 Telefono: 0573/621285 51028, San Marcello P.se FAX: 0573/621273 Pistoia E- Mail Tributi@comunesanmarcello.it

Dettagli

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7 NOVITA APRILE 2008 SOMMARIO 1. DETRAZIONI 3 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.1.1 PREMESSA... 3 1.1.2 DECORRENZA... 3 1.1.3 CALCOLO DETRAZIONI... 3 1.1.4 ACCONTO TFR... 5 1.1.5 INDENNITA

Dettagli

Studio Associato Bassi-Avanzini

Studio Associato Bassi-Avanzini BA Studio Associato Bassi-Avanzini Dottori Commercialisti - Revisori contabili Circolare n. 5 del 30/09/2014 Ai gentili clienti Loro sedi Fattura alla pubblica amministrazione Gentili clienti, con la presente

Dettagli

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE ALLEGATO 1 PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI E DELLA PERFORMANCE - PAROP SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

PAGHE Rel. 5.0.3.2. Attenzione!!:

PAGHE Rel. 5.0.3.2. Attenzione!!: Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.3.2 Data rilascio: Aprile 2015 Sintesi Argomenti Rel. Paghe 5032 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le

Dettagli

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi Suite Pro Gestione completa delle attività dello studio commercialista Struttura modulare Integrazione tra i moduli software, che condividono un anagrafica realmente unica Impostazione grafica e funzionale

Dettagli

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 19.7.2004 e Modificato con Deliberazione C.C. n. 10 del 29/03/2007 Modificato

Dettagli

Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale. A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale

Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale. A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale Art. 1 devoluzione ai comuni della fiscalità immobiliare In attuazione

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento generale delle entrate comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 8 del 25.01.1999 Modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale

Dettagli

Venerdì 9 ottobre. Domenica 11 ottobre

Venerdì 9 ottobre. Domenica 11 ottobre Personale Entro oggi effettuare il versamento all Inpdap delle quote dovute per il mese precedente per l ammortamento delle sovvenzioni in conto concessione del quinto delle retribuzioni, cumulativamente

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI?

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? È un nuovo regime di tassazione agevolata sugli affitti introdotto dall art.3 del decreto legislativo n. 23/2011. Consiste nell applicare al canone annuo di locazione

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA SETTORE 2 GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE

COMUNE DI RAGUSA SETTORE 2 GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE COMUNE DI RAGUSA SETTORE 2 GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE LINEE GUIDA PER LA DISCIPLINA DELLA STIPULA DEI CONTRATTI DI DIRITTO PRIVATO QUINQUENNALI PART-TIME CON I LAVORATORI UTILIZZATI IN ATTIVITA

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale. Allegato 1 Indirizzi applicativi per la conservazione e lo scarto della documentazione ADSU

Manuale di Gestione Documentale. Allegato 1 Indirizzi applicativi per la conservazione e lo scarto della documentazione ADSU Azienda per il Diritto agli Studi Universitari di Chieti e Pescara Manuale di Gestione Documentale Allegato 1 Indirizzi applicativi per la conservazione e lo scarto della documentazione ADSU 26/06/2014

Dettagli

Articolo 3. Modalità di svolgimento del servizio di assistenza e manutenzione

Articolo 3. Modalità di svolgimento del servizio di assistenza e manutenzione COMUNE DI FUCECCHIO Prot. n. 2063 del 21/01/2013 Spett.le Ditta Insielmercato SpA Località Patriciano, 99 Area Scienze Park 34149 Trieste PEC insielmercato@legalmail.it Oggetto: Proposta contrattuale per

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: si vedrà come il presente modulo si colloca all interno del processo di formazione e, in particolare, all interno dell intero processo di gestione

Dettagli

IN QUESTO NUMERO. INPS: Conguaglio previdenziale di fine anno 2014 - circolare n 25 del 4 febbraio 2015.

IN QUESTO NUMERO. INPS: Conguaglio previdenziale di fine anno 2014 - circolare n 25 del 4 febbraio 2015. N. 2 9 febbraio 2015 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO INPS: Gestione separata, aliquote contributive, massimale e minimale di reddito per l anno 2015 - circolare n. 27/2015.

Dettagli

SOMMARIO. Premessa...3

SOMMARIO. Premessa...3 CIRCOLARE N. 47/E Roma, 20 dicembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Questioni interpretative in merito all applicazione dell articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (c.d. cedolare

Dettagli

Gestione cartellino mensile

Gestione cartellino mensile Indispensabile strumento di controllo dell attività dei dipendenti delle PA. Gestione e monitoraggio delle ore lavorative di tutto il personale. Verifica in tempo reale della presenza di un dipendente.

Dettagli

Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460

Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460 Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460 1. RIFORMA DELLA DISCIPLINA TRIBUTARIA DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E ISTITUZIONE DELLE ONLUS modifica la disciplina degli enti non commerciali in materia di imposte sul

Dettagli

PIRANHA rel. 3.0.12. - Implementazioni: PIRANHA Siscom software per la gestione di imposte e tasse

PIRANHA rel. 3.0.12. - Implementazioni: PIRANHA Siscom software per la gestione di imposte e tasse PIRANHA rel. 3.0.12 versione (attuale) aggiornata al 03.07.2015 Importazione della nuova fornitura dei versamenti IMU da SIATEL. Potenziamento statistiche su F24 IMU e TASI. Attivazione della gestione

Dettagli

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI 1 Decreto legislativo 14.3.2011, n. 23 Art. 3 Cedolare secca sugli affitti in vigore dal 7 aprile 2011 2 . Regime ordinario Base imponibile Irpef E rappresentata dal canone

Dettagli

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con Delibera di G.C. n. 164 del 30.12.2004 1 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA ART. 2 FINALITA ART. 3 IL SERVIZIO

Dettagli

UNPLI Toscana - Commento alla Legge 7 dicembre 2000, n. 383 pagina 1 "Disciplina delle associazioni di promozione sociale"

UNPLI Toscana - Commento alla Legge 7 dicembre 2000, n. 383 pagina 1 Disciplina delle associazioni di promozione sociale UNPLI Toscana - Commento alla Legge 7 dicembre 2000, n. 383 pagina 1 Alcune Precisazioni sulla legge 383 : 1) La Legge 383/2000 non è una legge che si applica automaticamente, ma per usufruire dei vantaggi

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 COMUNE DI TRIUGGIO Provincia di Monza e Brianza I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 Gentile Contribuente, le aliquote per il calcolo del saldo IMU sono cambiate rispetto alle aliquote che

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA CARTA

DESCRIZIONE DELLA CARTA PRESENTAZIONE Il Comune di Pisa, da sempre protagonista attivo del processo di riforma e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione, offre oggi ai propri cittadini un nuovo strumento per

Dettagli

GESTIONE DEL PERSONALE

GESTIONE DEL PERSONALE GESTIONE DEL PERSONALE E un applicativo che consente agli Uffici degli Enti Pubblici, preposti alla Gestione del Personale, di automatizzare numerose fasi della loro gestione. Il prodotto è conforme al

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI Circolare informativa per la clientela Settembre Nr. 2 DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI In questa Circolare 1. Codice dell amministrazione digitale 2. Modifiche

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Manuale operativo Eway.CAF. (Release 2.0a - 13/03/2012)

Manuale operativo Eway.CAF. (Release 2.0a - 13/03/2012) Manuale operativo Eway.CAF (Release 2.0a - 13/03/2012) Sommario 1 Accesso al sito... 5 2 Inserimento nuova pratica... 8 2.1 Prestazioni Sociali... 8 2.2 Nucleo Familiare... 9 2.2.1 Anagrafica... 10 2.2.2

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/3 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

Vi invitiamo a consultare le informazioni presenti nei banner delle procedure, nei quali potete trovare:

Vi invitiamo a consultare le informazioni presenti nei banner delle procedure, nei quali potete trovare: Demografici OGGETTO: aggiornamento della procedura Demografici dalla versione 07.03.01 alla versione 07.04.00 Vi invitiamo a consultare le informazioni presenti nei banner delle procedure, nei quali potete

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Giugno 2012 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL SERVIZIO PROTOCOLLO

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE INDICE 1) REGISTRAZIONE AL PORTALE REGISTRAZIONE AL PORTALE DELLE PERSONE GIURIDICHE REGISTRAZIONE E ACCESSO AL PORTALE DEGLI INTERMEDIARI REGISTRAZIONE AL PORTALE

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE

NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE NOVITA IN MATERIA DI FINANZA LOCALE Coordinata e diretta dal dr. Michele Tassara Consulente e Revisore di Enti locali Newsletter n 38 Varese, 22 maggio 2014 In questo numero: PATTO DI STABILITÀ INTERNO

Dettagli

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

1.a. Aspetti gestionali

1.a. Aspetti gestionali 1.a. Aspetti gestionali Per le Associazioni sportive l attività istituzionale è quella svolta in conformità alle finalità statutarie e rivolta agli associati. Il decreto legislativo del 4 dicembre 1997,

Dettagli

Informativa sui servizi offerti da Euro.Act srl

Informativa sui servizi offerti da Euro.Act srl Informativa sui servizi offerti da Euro.Act srl In questo periodo Euro.Act srl sta rivedendo la tipologia di servizi offerti, digitalizzando sempre più la loro fornitura, e con fruibilità su diverse piattaforme

Dettagli

ATTIVITÀ FORMATIVE PER I DIPENDENTI DEGLI ENTI LOCALI

ATTIVITÀ FORMATIVE PER I DIPENDENTI DEGLI ENTI LOCALI ATTIVITÀ FORMATIVE PER I DIPENDENTI DEGLI ENTI LOCALI Introduzione per la realizzazione dei processi di trasformazione degli apparati pubblici occorre una efficace politica di sviluppo delle risorse umane,,

Dettagli

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO Sono stati approvati i modelli di dichiarazione dei redditi Mod. 730/2011 inerenti l assistenza fiscale

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

Milano Roma. News fiscali e societarie

Milano Roma. News fiscali e societarie Milano Roma News fiscali e societarie Luglio 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI La Manovra correttiva 2011 Il Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98, la c.d. Manovra correttiva, da convertire in legge

Dettagli

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta Lawt è lieta di offrirvi, nell ambito del progetto di collaborazione con Federalberghi VCO - finalizzato ad offrire ai propri associati nuovi servizi di consulenza fiscale tematici - un tema di approfondimento

Dettagli

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009

COMUNE DI ZOCCA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009 COMUNE DI ZOCCA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 in data 29 dicembre 2009 OGGETTO: ACCORDO TRA IL COMUNE DI ZOCCA E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Copia CITTÀ DI ALTAMURA Provincia di Bari 1 SETTORE: AA. GG. E PERSONALE SERVIZIO PERSONALE N. 135 del registro delle determinazioni del 20/02/2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Oggetto: INFORMATIZZAZIONE

Dettagli

CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO

CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO CONVENZIONE SERVIZIO BENE COMUNE PACCHETTO INTEGRATO Il Comune di Mede, con sede in Mede, P.za Della Repubblica, n 37, P.IVA 00453550188, di seguito indicato come Cliente, legalmente rappresentato dal

Dettagli

MODELLO 730/2014: alcune novità

MODELLO 730/2014: alcune novità MODELLO 730/2014: alcune novità a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli 1.1 Il modello 730/2014 Con Provvedimento del 15 gennaio 2014 l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo

Dettagli

Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010

Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010 Allegato A) alla delibera del CdA n. 35 del 30.12.2010 ACCORDO TRA L UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI E L AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA (ASP) GIORGIO GASPARINI PER LA GESTIONE DI FUNZIONI

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio Versione 2.0 del 04/07/2013 1 Indice Indice... 2 1 Gestione Stipendi... 5 1.1 Stipendi... 5 1.1.1 Aggiornamento

Dettagli

Contratto di locazione

Contratto di locazione Contratto di locazione Registrazione Imposte di registro Cedolare secca Tutto quello che c è da sapere Ed_1-Rev_0 del 20 marzo 2014 PREMESSA In generale la locazione costituisce il contratto con il quale

Dettagli

La qualificazione di un back-office GESTIONE DEL PERSONALE

La qualificazione di un back-office GESTIONE DEL PERSONALE La qualificazione di un back-office GESTIONE DEL PERSONALE Qualificazione dei prodotti di back-office Ambito Prodotti di back-office Percorsi di qualificazione 1 Cliente Redatto da Verificato da Approvato

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE SETTORE: SETTORE POLITICHE ECONOMICHE FINANZIARIE E TRIBUTARIE REG. GEN.LE N. 13300DEL 21/02/2014 REG. SERVIZIO N. 180DEL 17/02/2014

Dettagli

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20 Scadenze fiscali Principali adempimenti di carattere fiscale e previdenziale per i Professionisti e le Società in genere in scadenza nel periodo compreso dal 1 gennaio al 31 febbraio 2013. a cura dello

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

TONKE STUDIO MANAGER. E semplice e funziona.

TONKE STUDIO MANAGER. E semplice e funziona. E semplice e funziona. Le caratteristiche principali! Gestione clienti e fornitori Gestione Fatture attive, passive, costi diretti e costi indiretti Canoni ricorrenti (domini, hosting, etc) Gestione commesse

Dettagli

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 2.1. COME INVIARE UNA AZIENDA IN GAP... 5 2.2. ATTIVITÀ CHE VERRANNO

Dettagli

Locazione e affitto di beni immobili INDICE

Locazione e affitto di beni immobili INDICE Circolare per la Clientela - 29.1.2014, n. 4 Locazione e affitto di beni immobili -Nuovo modello di registrazione- Pagamento dei tributi con il modello "F24 ELIDE" INDICE 1 Premessa 2 Nuovo modello di

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

CESEDA studio associato. Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE

CESEDA studio associato. Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE CESEDA studio associato Circolare numero 2 del 17 gennaio 2014 IN BREVE Compensazione del credito IVA dal 16 gennaio 2014 Nuovi limiti alle compensazioni d imposta (imposte sui redditi, IRAP, ritenute

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N -006 GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE RESPONSABILE DOTT. GIULIO PINCHETTI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione formale avverrà in sede di P.E.G.,

Dettagli

OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione

OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione Roma, 12/02/2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Tolmezzo. Latisana. Lignano Sabbiadoro

Tolmezzo. Latisana. Lignano Sabbiadoro AL TUO SERVIZIO Tolmezzo UDINE Latisana Lignano Sabbiadoro SERVIZI IMPRESE UDINE S.r.L. Società del Gruppo SEAC - Capogruppo SEAC S.p.A. Trento Registro Imprese di Udine - Cod. Fisc. e Partita IVA 02517590309

Dettagli

Tributi diversi, un unico gestionale:

Tributi diversi, un unico gestionale: La Tares e il modello unico dei tributi Halley Tributi diversi, un unico gestionale: Tarsu, Tia e Tares Situazione completa del contribuente Passaggio da Tarsu a Tares ed eventuale gestione transitoria

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO PRINCIPI GENERALI SULL AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ 1. L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ In quanto ente pubblico istituzionale l INPS è regolato dai principi della L. 70/1975 che ha

Dettagli

SCADENZE GENNAIO 2016

SCADENZE GENNAIO 2016 SCADENZE GENNAIO 2016 VENERDì 1 GENNAIO TASSO INTERESSE LEGALE - Dal 1.01.2016 la misura del saggio degli interessi legali passa dallo 0,5% allo 0,2% in ragione d anno (decreto MEF 11.12.2015, G.U. 15.12.2015,

Dettagli

Smart. Pubblicità e Affissioni Area Tributi. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO

Smart. Pubblicità e Affissioni Area Tributi. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica L applicativo rispetta il decreto legislativo n.507 del 15/11/1993 e successive modificazioni, e il decreto legislativo n.446 del 15/12/1997 e successive modificazioni,

Dettagli

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA La legge di riforma del lavoro (la n. 92 del 28 giugno 2012 - riforma Fornero) ha introdotto a partire dal 1.1.2013 il nuovo sussidio di disoccupazione

Dettagli

alla Pubblica Amministrazione Locale Settore Polizia Mortuaria

alla Pubblica Amministrazione Locale Settore Polizia Mortuaria CEDEPP S.r.l. Via Maria Luigia, 4 43038 SALA BAGANZA (PR) Tel. 0521-336000 www.cedepp.it alla Pubblica Amministrazione Locale Settore Polizia Mortuaria Il software qui presentato è stato interamente progettato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI (Testo approvato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 5 settembre 2012) ART. 1 TIPOLOGIA DEI CONTRIBUTI 1. Sono dovuti alla Cassa in forza di quanto disposto dall art.

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista DAMIA ADRIANI 1/10 OGGETTO VISTO DI CONFORMITÀ O SOTTOSCRIZIONE DELL ORGA DI CONTROLLO SULLA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE PER LA COMPENSAZIONE DI CREDITI IVA PER IMPORTI SUPERIORI A 15.000,00 EURO ANNUI RIFERIMENTI

Dettagli

Procedimenti Amministrativi

Procedimenti Amministrativi Procedimenti Amministrativi Denominazione del procedimento Organismo interno di Valutazione Sistema di valutazione e valutazione della performance Piano della Performance Relazione sulla Performance Documento

Dettagli

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Il prossimo 30 novembre scade il termine ultimo per il versamento della seconda (o unica) rata di acconto, delle imposte dei redditi

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare Basic Standard Suite WEB organizzare collaborazione Memorizzare Comunicare CONDIVISIONE QuALSIASI Contatto fidelizzare Dovunque Gestione ricerca Attività File è la soluzione software di nuova concezione

Dettagli

EMOLUMENTI GUIDA PER EFFETTUARE LA TRASMISSIONE MENSILE UNIEMENS INTEGRATO INDIVIDUALE ALL INPS DEL 14/02/2013

EMOLUMENTI GUIDA PER EFFETTUARE LA TRASMISSIONE MENSILE UNIEMENS INTEGRATO INDIVIDUALE ALL INPS DEL 14/02/2013 EMOLUMENTI GUIDA PER EFFETTUARE LA TRASMISSIONE MENSILE UNIEMENS INTEGRATO INDIVIDUALE ALL INPS DEL 14/02/2013 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna

Dettagli