24/12/ /01/05 Partecipanti 3+1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "24/12/2004 07/01/05 Partecipanti 3+1"

Transcript

1 24/12/ /01/05 Partecipanti 3+1 Coordinatore Michele Tomaselli cell ITINERARIO SCHEMATICO DATA STATO ITINERARIO MEZZO TEMPI (h) 24/12/04 ITALIA TRIESTE ROMA FIUMICINO 1.00 MILANO LINATE ROMA FIUMICINO Km. 25/12/04 ITALIA TANZANIA ROMA FIUMICINO ADDIS ABEBA (ETIOPIA) ADDIS ABEBA (ETIOPIA) NAIROBI (KENYA) AREOPORTO DI KILIMANJARO (TANZANIA) AREOPORTO DI KILIMANJARO - ARUSHA( New hotel Safari) min /12/04 TANZANIA ARUSHA( New hotel Safari) MACHAME GATE (1800 m) 1.00 MACHAME GATE (1800 m) MACHAME CAMP (3000 m.) TREK /12/04 TANZANIA MACHAME CAMP (3000 m.) SHIRA CAMP(3800 m.) TREK /12/04 TANZANIA SHIRA CAMP(3800 m.) LAWA TOWER (4600 m) TREK 5.00 BARRANCO CAMP ( 3950m.) 29/12/04 TANZANIA BARRANCO CAMP ( 3950m.) BARAFU CAMP (4600 m.) TREK /12/04 TANZANIA BARAFU CAMP (4600 m.) STELLA POINT (5760 m.) TREK /12/04 TANZANIA STELLA POINT (5760 m.) BARAFU CAMP (4600 m.) TREK 4.00 MWEKA CAMP ( 3000 m.) MWEKA CAMP ( 2800 m.) KYDIA GATE (1800 m.) TREK 2.00 KYDIA GATE (1800 m.) ARUSHA ( New hotel Safari) 01/01/05 TANZANIA ARUSHA ( New hotel Safari) TARANGIRE PARK TARANGIRE PARK TARANGIRE PARK - DOFFA CAMP 02/01/05 TANZANIA DOFFA CAMP NGORONGORO GATE NGORONGORO PARK AND CRATER AND CONSERVATION AREA NGORONGORO CONSERVATION AREA SIMBA CAMPING 03/01/05 TANZANIA SIMBA CAMPING - NGORONGORO CONSERVATION AREA SERENGETI PARK SERENGETI PARK LOBO CAMP 04/01/05 TANZANIA LOBO CAMPING - SERENGETI PARK SERENGETI PARK IKOMA CAMP SAFARI SAFARI AND SAFARI AND SAFARI min. 25 min. 30 min /01/05 TANZANIA IKOMA CAMP - SERENGETI PARK -NGORONGORO CONSERVATION AREA GOLA DI OLDVAI - KARATU MTU WA MBU ( Camp Vision Lodge) 06/01/05 TANZANIA MTU WA MBU ( Camp Vision Lodge)- MANYARA PARK MANYARA PARK AND SAFARI E VISITA AL MUSEO DI OLDVAI SAFARI min. 5 1

2 MANYARA PARK - ARUSHA( New hotel Safari) - 07/01/05 TANZANIA ARUSHA( New hotel Safari) AREOPORTO DI KILIMANJARO; AREOPORTO DI KILIMANJARO ADDIS ABEBA ; ADDIS ABEBA ROMA ROMA TRIESTE ROMA - MILANO LINATE 45 min MAPPA ITINERARIO MAPPA DISLIVELLI CONSIDERAZIONI GENERALI Viaggio molto intenso suddiviso nella salita al Kilimanjaro lungo la via della Machame Route e nella visita dei principali parchi della Tanzania quali il Tarangire, il Ngorongoro, il Serengeti ed il Lake Manyara; Per quanto riguarda Il Trekking, si sviluppa lungo la via della Machame Route, una via alquanto interessante, suggestiva e molto frequentata, specie in questi ultimi anni, suddivisa, volendo, in cinque giorni di salita ed un solo giorno per la discesa lungo la Mweka way. Il percorso si sviluppa dapprima lungo il lato ovest del vulcano e poi in direzione sud est con un tracciato ricco di saliscendi ed una varietà di paesaggi e di contrasti spettacolari che permettono di ammirare da più versanti il Kilimanjaro; Nei periodi di alta stagione la via risulterà molto frequentata tanto da sembrare quasi il teatro di una processione religiosa, in particolar modo risulterà difficoltoso sorpassare le lunghe colonne di persone che ci precedono. 2

3 Ovviamente la durata delle tappe potrà essere allungata in base al singolo allenamento delle persone del gruppo: è bene però consigliare la partecipazione solo a persone preparate ed allenate. Normalmente il trekking dura 6 giorni con un percorso di oltre 120 km con più di 9000 m. di dislivello: Consiglierei vivamente per coloro che non hanno molta confidenza con l alta quota di prorogare di un giorno la permanenza al Barafu Camp, in modo di permettere più facilmente l acclimatamento, e di procedere con estrema calma e rilassatezza. La salita non presenta difficoltà tecniche, a parte la possibilità di riscontrare malessere dovuto al mal di montagna, ed al rischio di trovare brutto tempo: in merito a questo aspetto voglio sottolineare che, nel nostro specifico caso, abbiamo trovato tempo splendido per i primi tre giorni, variabile nel quarto giorno e, nel quinto e sesto giorno, una eccezionale nevicata sopra i 4000 m, con una precipitazione media nevosa di oltre cinquanta cm. L intensa precipitazione ha condizionato in maniera rilevante la nostra ascesa, permettendoci di raggiungere al massimo Stella Point e impedendoci di proseguire per l Uhr Peaks (5895 m) a causa di vento fortissimo, visibilità molto ridotta ed una continua bufera di neve. Per quanto concerne la visita ai parchi consiglio di concordare preventivamente con l agenzia di Don Ndimalemadji di pernottare il meno possibile all interno dei parchi in quanto costosi ed anche pericolosi per l incursione degli animali. Possibile piuttosto optare per alcuni pernottamenti in campeggi esterni ai parchi. Consiglio inoltre vivamente di noleggiare la bombola del gas dallo stesso Don Ndimalemadji ad un prezzo consigliato di 30 $ e di chiedere di utilizzare la pentola per cucinare lasciata in giacenza dal nostro gruppo. Sarebbe opportuno noleggiare un tavolino con relative sedie per la settimana di soggiorno nei parchi. CAMBIO E MONETA Nella Tanzania la valuta locale è lo scellino tanzaniano; si cambia dovunque ad Arusha con il dollaro o l euro. Difficoltoso risulta invece il cambio nelle zone fuori delle città All arrivo ad Arusha avevo cambiato il dollaro rispetto allo scellino a 1000 scellini tanzaniani mentre l euro rispetto allo scellino a 1300 scellini tanzaniani Da nessuna parte abbiamo pagato commissioni sul cambio e, proprio al di fuori dell albergo New Safari ad Arusha, abbiamo trovato due uffici di cambio. Consiglio di fare attenzione con le vecchie banconote statunitensi difficilmente accettate dagli albergatori e dai negozianti. Tipo di banconote in scellini tanzaniani presenti , mentre in monete TE DI CREDITO A parte i grandi alberghi di lusso, qualche ristorante e qualche negozio, sarà molto difficile effettuare pagamenti con le carte di credito. E se si vorrà pagare con carta di credito il creditore, non avendo a disposizione strumenti elettronici tipo VISAPAY, effettuerà una copia carbone della nostra carta di credito; LINGUA Le lingue ufficiali sono lo Swahili e l inglese. L inglese è parlato dappertutto TA TOPOGRAFICA E GUIDE L intera zona dell Kilimanjaro è coperta da innumerevoli rappresentazioni topografiche, alquanto però poco dettagliate e imprecise, Per farsi un idea voglio indicare l ammontare per l acquisto di una mappa dell area del Kilimanjaro: 10$. Usata nel corso del viaggio la guida della Lonely planet TANZANIA DOCUMENTI Per l ingresso è necessario il passaporto con una validità dalla data di rilascio di almeno 6 mesi, più un visto d entrata della durata massima di tre mesi che si può prendere direttamente all ingresso pagando per ogni persona del gruppo una tassa di 50$. Non è necessario allegare foto Non è richiesto invece nessun pagamento per il visto d uscita Due ore in più rispetto all Italia. FUSO ORARIO 3

4 CASSA COMUNE CASSA TRASPORTI E GRATUITÀ L agenzia, in questo viaggio, ha indicato un ammontare di spesa di circa 550 $ per la cassa comune mentre circa 885 $ per la cassa trasporti procapite. Ne sono stati spesi, per quanto concerne la cassa comune, 550 $ a testa includendo anche nella quota un ammontare di 145 $ che è stato integrato nella cassa trasporti. La quota della cassa comune comprendeva tutti i pernotti, le prime colazioni e le cene quando sono state consumate, la quota del visto d ingresso di 50 $, le mance ai portatori, al cuoco ed alla guida (180 $), le mance all autista del safari, ( 30 $) il rifornimento e la preparazione dei viveri durante l ascensione al Kilimanjaro, il pagamento per l entrata nei parchi TARANGIRE- NGORONGRO- SERENGETI MANYARA LAKE, acquisti vari di vettovaglie, il noleggio del bombolone del gas, esclusi gli extra. Per quanto riguarda la cassa trasporti pianificata da A.M. in circa 681 cadauno e totale di 2724 per tre persone, a cui va aggiunta l eventuale quota del partecipante coordinatore di 681 ; abbiamo cambiato utilizzando un cambio estremamente vantaggioso fra euro e dollaro di 1.30, l equivalente di dollari 3540 a cui è stato aggiunto l importo di 145 $ proveniente dalla Cassa Comune e di 190 $ messi a disposizione da Avventure quale quota integrativa. Questo importo ci ha permesso di pagare: il pacchetto offerto dalla Parks Adventure Ltd Arusha da pagare rigorosamente in anticipo insieme a parte della Cassa Comune (comprensivo di taxi all arrivo ed alla partenza in aeroporto, trasporto da Arusha a Machame Gate e Mweka Gate - Arusha per il trekking del Kilimanjaro, utilizzo di 12 portatori per sei giorni, 1 guida ed un aiuto guida, un cuoco, ingresso al parco del Kilimanjaro). Per quanto riguarda la gratuità concessa al coordinatore sarebbe prevista dovunque ad eccezione dei campeggi all interno dei parchi. Essendo il gruppo estremamente ridotto ho richiesto la gratuità solo al Doffa Camp, all Ikoma Camp ed all ingresso del museo di Olduvai. FORNITORE LOCALE Il fornitore previsto da Avventure nel mondo è PARKS ADVENTURE LTD ARUSHA Don Ndimalemadji Tel: e mail: sempre professionale e disponibile: ha praticamente pensato a tutto sia nell organizzazione del trekking sul Kilimanjaro che nel safari all interno dei parchi. I prezzi sono concordati preventivamente con Avventure, ed il saldo della tariffa deve avvenire rigorosamente in anticipo. Il nostro gruppo, costituito da solo quattro persone, ha dovuto sborsare la bellezza di 5065 $ per il pacchetto trekking e safari qui di seguito riportato PACCHETTO OFFERTO dalla PARKS ADVENTURE LTD ARUSHA PACCHETTO VALORE 1 Transport 140 $*6gg 840 $ 2 Park fees Tarangire/ Manyara (25$*4 pers*2 entrate) 200 $ Ngorongoro/Serengeti (30$*4 pers*4 entrate) 480 $ Crater Service fee 25$ 25$ 3 Accomadation New Safari hotel Arusha (20$ 4pers*3notti) 240 $ 4 Shuttle bus Areoporto Kilimangaro go and return 100 $ 5 Kili trekking Mt- trekking (685$*4) 2740 $ Food (60$*4) 240 $ Transfers (100$*2 ) 200 $ TOTALE 5065 $ 4

5 Purtroppo, proprio per il ridotto numero dei partecipanti, non abbiamo potuto rispettare il programma così come previsto da Avventure, dovendo rinunciare alla visita del lago Natron: difatti durante la programmazione del safari con don Ndimalemadji scoprivamo che nelle condizioni stabilite fra Avventure e la PARKS ADVENTURE LTD ARUSHA risultava esserci una clausola secondo la quale, qualora i mezzi impiegati nel safari fossero inferiori alle due unità, veniva esclusa automaticamente dal safari la visita al Natron lake in quanto possibile luogo di scorribande di assalitori. MANCE: È abituale dopo un trekking lasciare una mancia ai portatori ed alle guide. La maggior parte di essi riceve una paga minima dalle agenzie e quindi questo tipo di entrata rappresenta il principale fattore dei loro guadagni. Per la via Machame la guida Lonely planet indica di lasciare come mancia circa il 10 % della somma totale che è stata spesa per il trekking ed in particolare prescrive di lasciare 50 $ alla prima guida e 15 $ 20 $ ai portatori per i gruppi numerosi. Nel nostro caso, essendo un gruppo costituito da poche persone, abbiamo pensato di lasciare la cifra ritenuta giusta offrendo: alla guida 25 $, all aiuto guida 20$, al cuoco 15 $ e ad ognuno dei 12 portatori 10$, spendendo complessivamente 180 $. La soluzione non ha però trovato il gradimento della nostra guida. CLIMA ED ABBIGLIAMENTO Nei 14 giorni passati in TANZANIA possiamo dire di aver avuto un tempo incredibilmente bello al momento della partenza dal Machame Gate e nei successivi tre giorni, con cielo limpido e tanto caldo, mentre per quanto riguarda il quinto giorno ed il sesto giorno di trekking abbiamo trovato sempre brutto tempo con un intensa precipitazione nevosa, sopra i 4000 m, che ha condizionato in maniera rilevante la nostra ascensione all Uhr Peaks. I mesi migliori per effettuare un trekking sono sicuramente i mesi di agosto e gennaio fuori dalla stagione delle piogge. Di giorno si può dire complessivamente che non fa mai freddo, mentre nella notte le temperature scendono abbondantemente anche sotto lo zero. Si tenga presente che in cima al Kilimanjaro le minime possono raggiungere i 20 sotto zero. Discorso a parte invece nei parchi dove le temperature sono sempre alte, considerando che comunque l altezza sul livello medio del mare dei luoghi da visitare è sempre oltre i 1400 m. Consiglio vivamente di portare dall Italia pile in windstopper o similari, magliette traspiranti, giacca e copri pantalone in goretex, piumino d oca, guanti, berretto,asciugamani, sacco a pelo, pigiama, coltellino, accendino, pila frontale, un paio di pedule impermeabili, ricambio a sufficienza, ghette, tenda, materassino, binocolo, Inoltre: vettovaglie personali, occhiali da sole, bastoncini telescopici, ombrello, uno zaino da 60 litri, potabilizzatore d acqua, medicinali, integratori, crema solare, VIVERI DA PORTARE DALL ITALIA In questo viaggio si usa portare i viveri dall Italia, allo scopo di contenere al massimo i costi. I viveri saranno consumati quasi esclusivamente durante la seconda settimana quando il gruppo si appresterà alla visita dei parchi. Consiglio di portare dall Italia: 1 kg di spaghetti, 1 trancio di speck o mortadella a testa, grana in scaglie, 4 buste di risotti liofilizzati, sughi pronti per condire la pasta, biscotti, bustine di the, latte condensato, detersivo, spugnetta, sacchi per l immondizia, frutta secca, minestrine liofilizzate, olio d oliva per il condimento, sale, peperoncino, qualche scatoletta di tonno. Inoltre gavetta e posate. In loco si potrà acquistare pane, e soprattutto acqua ad un prezzo di 1 $ per una bottiglia da 1.50 lt. Calcolare un litro e mezza di acqua a testa al giorno durante i safari Per quanto riguarda il rifornimento di cibo e di acqua durante l ascensione al Kilimanjaro saremo serviti dallo staff dei portatori e dal cuoco come fossimo ospiti di un prestigioso ristorante. Attenzione: l acqua fornitaci per il trek risulta essere bollita, conviene dal mio punto di vista aggiungere qualche integratore per farle cambiare sapore. CONFERMA VOLI Nessuna preoccupazione per il coordinatore sulla conferma dei voli: ci pensa l agenzia PARKS ADVENTURE LTD ARUSHA. Necessario rilasciare all agenzia biglietto aereo e copia del passaporto, anche se per ogni evenienza la sede della compagnia aerea con cui abbiamo viaggiato Etiophian Airlines è proprio situata fuori dal New hotel Safari ad Arusha. Questa compagnia aerea permette di viaggiare con 40 kg di bagaglio oltre a quello a mano. 5

6 PERNOTTAMENTI E PASTI In questo viaggio vengono usate prevalentemente sistemazioni in tenda sia nell ascensione al Kilimanjaro che nei parchi. Per dormire negli appositi spazi all interno dei parchi si spende una quota media di 20 $ cadauno. Mentre i campeggi esterni risultano essere sempre molto più a buon mercato, con prezzi oscillanti dai 5 $ ai 10 $. Da tener presente che i campeggi all interno dei parchi accettano solo denaro in dollari e non in valuta tanzaniana. Ad Arusha abbiamo dormito in un eccellente hotel, in camere doppie incluse di bagno molto pulite ad un prezzo di 20 $ comprendente anche la colazione; mentre a Mto Wa Mbu abbiamo dormito in un discreto lodge albergo con prezzi molto contenuti 5 $ cadauno con elettricità ed acqua calda e camere a due letti. Per quanto riguarda i ristoranti, non ne abbiamo frequentati molti, al fine di contenere i costi, voglio però consigliare in particolar modo il Khan s barbecue vicino al grand bazar di Arusha che permette, con una spesa media attorno ai 7 $, di fare una mangiata di pollo alla griglia che difficilmente si dimentica. Le porzioni poi sono sempre molto abbondanti Data Hotel Città N Telefono fax E mail Prezzo giorn. ($) Giudizio 25/12/04 31/12/04 06/01/05 New hotel Safari HOTEL 05/01/05 Camp Vision Lodger Arusha /62 Mtu Wa Mbu Arusha ri..co.tz co.tz 20 ECCELLENTE: Molto pulito colazione compresa nel prezzo DISCRETO: Sistemazione ad un prezzo molto conveniente. Camere doppie o anche singole con zanzariere, non include la colazione 01/01/05 Doffa Camp Vicino a Karatu (fuori dai parchi) CAMPEGGI 5 Discreta. questo campeggio risulta veramente poco frequentato, dispone però di spazi illuminati per mangiare e di servizi 02/01/05 Simba Camp Ngorongoro park 20 Buono: A parte il prezzo è situato in una bellissima posizione panoramica sopra il cratere del Ngorongoro 03/01/05 Lobo Camp Serengeti park 20 Sufficiente: veramente posto da paura, è un continuo viavai di animali ed ululati 04/01/05 Ikoma camp poco fuori dal Serengeti park IL GRUPPO 10 Insufficiente: Non dispone di nessun dispositivo per campeggiare, ed inoltre abbiamo incontrato proprio negli spazi numerosi topi Gruppo eterogeneo costituto da 3 persone di età compresa fra i 29 anni dell Emer Bavelloni, i 38 anni del Mario Conti, per concludere in bellezza con i 43 anni di Maria Beatrice Pisetta, unica donna del gruppo. Ognuno risultava essere in buono stato di allenamento ed in particolare dotato di spirito d avventura e di gruppo. Voglio però sottolineare il dossier relativo a Mario Conti: persona alquanto particolare che ha ravvivato lo spirito di gruppo del viaggio ed ha tenuto sempre in alto la bandiera della sua provincia di residenza, Bergamo. Costui, fra l altro, è riuscito a smarrire l intero stock dei biglietti aerei a Milano Linate, Non soddisfatto di ciò, riusciva, attraverso qualche combinazione con la dea sfortuna, a smarrire parte del bagaglio all andata ed addirittura a non ritrovare l intera valigia al ritorno; inoltre, durante la lunga notte nel Simba Camp, un facocero entrava nella sua tenda e riusciva a rubargli le scarpe, costringendo il povero Mario a girare per tutto il safari con l unico paia di scarpe che gli era rimasto: un paio di stivali da pesca ed i suoi boxer color giallo canarino. ARTIGIANATO ED AQUISTI DI SOUVENIR Tutti i souvenir hanno prezzi generalmente alti, in particolare gli oggetti di artigianato locale in legno molto particolari dal punto di vista estetico. I prezzi sono molto variabili e dipendono ovviamente dal tipo di materiale utilizzato 6

7 (mogano, tek, legno normale) e dal luogo di acquisto. Oltre a contrattare il prezzo consiglio, per diretta esperienza, di fare acquisti direttamente ad Arusha, in particolar modo nella libreria di fronte al New Hotel Safari con prezzi immensamente più bassi rispetto ai negozi situati sulla strada fra Arusha ed il Ngorongoro park. Conveniente anche il duty free dell aeroporto di Kilimanjaro. Altro prodotto tipico sono le stoffe.(tipo masai): il posto migliore per comprarle è la fabbrica di produzione nella periferia di Arusha con prezzi veramente convenienti. DIARIO CRONOLOGICO 24/12/04 TRIESTE ROMA FIUMICINO La partenza con il gruppo per il tanto atteso viaggio era confermata da Roma Fiumicino per il giorno 25 dicembre ore 4.15, intanto la mia persona nel primo pomeriggio partiva da Trieste (aeroporto del Friuli Venezia Giulia) con la compagnia aerea Air One. 25/12/04 ROMA FIUMICINO ADDIS ABEBA (ETIOPIA) NAIROBI (KENYA) AEROPORTO INTERNAZIONALE DI KILIMANJARO (TANZANIA) - ARUSHA A Roma, dopo i primi scambi d impressioni con il gruppo, iniziavamo a conoscerci. Il gruppo si presentava davvero bene ad iniziare dall Emer, una vera forza della natura, alla trentina Beatrice, unica donna del gruppo, che fra le altre cose compiva gli anni proprio in quel giorno, trascorrendo un divertente compleanno in giro per gli aeroporti, al grandissimo Mario che ne ha combinate di cotte e di crude, e dulcis in fundo a me coordinatore, residente in Friuli. Ma come in tutti i viaggi semiseri qualcosa non doveva andare per il verso giusto e, a poche ore di distanza dall imbarco, il Mario si accorgeva di aver smarrito l intero stock dei biglietti aerei. Nonostante il grosso inconveniente, dopo la doverosa denuncia di smarrimento alla polizia aeroportuale, riuscivamo a farci duplicare i biglietti aerei smarriti senza fra l altro dover sborsare un soldo, trovando allo sportello un funzionario dell Etiophian Airlines davvero gentile e premuroso. In circa sei ore di volo raggiungevamo Addis Abeba in Etiopia e, dopo un attesa di circa due ore, partivamo sempre con la stessa compagnia aerea verso Arusha in Tanzania. In tre ore raggiungevamo nel pomeriggio dapprima Nairobi in Kenya e poi sempre con lo stesso aereo l aeroporto internazionale di Kilimanjaro. Qui incontravamo Goffredo autista di Don Ndimalemadji, che, in circa quarantacinque minuti, ci accompagnava con un veicolo ad Arusha, all hotel New Safari situato a 15 minuti dal centro. Nell ufficio poco distante dall albergo mi accordavo con Don Ndimalemadji sugli aspetti economici, sulla durata del trek ed il giorno della partenza, e soprattutto provvedevo a saldare i 5065 $ richiesti per il servizio del trek e safari. Nel successivo pomeriggio visita alla città di Arusha e cena al ristorante del New hotel Safari, che non ho trovato particolarmente consigliabile. Intanto il Mario per allietare la serata si accorgeva di aver smarrito il sacco a pelo necessario all indomani per la partenza del trek sul Kilimanjaro, cosicché richiesi in prestito per tutta la durata del trek un sacco a pelo a Mr Don, il quale molto gentilmente ce lo forniva. Successivamente depositavamo in una stanza dell albergo i bagagli superflui quali i viveri portati dall Italia ed il vestiario per il safari, con l intenzione di riprenderli al nostro ritorno dal trek. 26/12/04 ARUSHA MACHAME MACHAME GATE (1800 m.) MACHAME CAMP (3000 m.) DISLIVELLO 1200 m tempo ore 5.00 Partenza dall hotel alle ore 9.00 dopo un abbondante colazione a base di melone, mango e banane. In seguito, lungo la strada per Machame, ci fermavamo a cambiare alcuni dollari ed a prendere qualche bottiglia d acqua sempre sotto le mastodontiche moli del Kilimanjaro e del Merù. Giungevamo al Machame gate verso le e, dopo la conoscenza della nostra guida e di alcuni portatori, ci apprestavamo a sbrigare le formalità dovute alla registrazione. Più tardi, verso le 11.30, dopo che ogni portatore ebbe verificato il peso degli zaini attraverso una bilancia (ogni portatore non può portare un peso maggiore di 20 kg) ci accingevamo a ritirare il nostro packet lunch dal nostro cuoco e a partire per il tanto atteso trek, accorgendoci della magia e della bellezza della foresta pluviale, che immortalammo in decine di fotografie. Verso le 13.30, dopo aver incontrato una lunga processione di persone incolonnate davanti ai nostri occhi, a circa metà strada ci fermavamo per consumare il nostro pasto immergendoci completamente nei suoni variopinti che la natura ci concedeva. Con il trascorrere del tempo la vegetazione diventava meno fitta per essere sostituita da tronchi di eriche arboree. In cinque ore di cammino in assoluta calma raggiungemmo il Machame Camp. Sotto un cielo incredibilmente limpido montammo le tende e ammirammo, in un panorama di assoluta nitidezza, il Kilimanjaro. Poco più tardi i portatori ci preparavano una merenda a base di pop corn, biscotti e tè all interno della tenda adibita a sala da pranzo e, poco prima delle 18.00, dopo aver compilato il registro delle presenze del campo, ci accingemmo a deliziare il nostro palato con l ottima cena preparata a base di zuppa, riso carne, caffè, frutta, mentre di fronte a noi si ripeteva lo splendido spettacolo del tramonto sul Kilimanjaro. Infine dopo la cena tutti a nanna accompagnati fra l altro dal soave suono del Mario. 7

8 27/12/04 MACHAME CAMP (3000 m.) SHIRA CAMP (3800 m) DISLIVELLO 800 m. tempo ore 5.00 Sveglia alle 7.00 fra molta umidità e, dopo un abbondante colazione a base di porridge, omelette, wurstel, pane tostato tè e caffè partivamo verso le 8.30 per la trasferta fino al Shira Camp. La salita si presentava più ripida del giorno precedente ma sempre contornata da splendide visione sul Kibo e da una ricca vegetazione di piante grasse, licheni, arbusti, seneci e lobelie. Verso le giungevamo allo Shira Camp dove ci apprestavamo a montare le nostre tende con l aiuto dei portatori, ed a consumare il nostro packet lunch. Il campo è situato su un vasto pianoro molto panoramico. Nel pomeriggio venivamo invitati a deliziare il nostro palato con la solita merenda a base di pop corn, mentre verso le consumavamo la nostra cena in compagnia della guida Alex e dell aiuto guida Ali. 28/12/04 SHIRA CAMP (3800 m) LAWA TOWER (4600 m) - BARRANCO CAMP (3950 M) DISLIVELLO 850 m in salita 650 m. in discesa ore 5.00 Sveglia alle ore 7.00 e, dopo un abbondante colazione, verso le ore 8.00, smontate le tende, ci incamminavamo per la lunga trasferta fino al Barranco Camp. Il percorso si snoda dapprima lungo un sentiero dolce e poco scosceso povero di vegetazione e poi permette di raggiungere lungo un sentiero abbastanza scosceso la Lawa Tower attraverso un paesaggio impervio e quasi lunare. Arrivati alla Lawa Tower ci apprestavamo a consumare il nostro packet lunch e ad ammirare più da vicino le nevi perenni dei ghiacciai del Kilimanjaro: infatti proprio da questo luogo parte la via normale che conduce all Arrow way. Successivamente attraverso una vorticosa discesa venivamo scaraventati nei vasti pianori dove è situato il Barranco Camp, contornato fra le altre cose da un incredibile vegetazione ricca di seneci e lobelie, ruscelli e cascate.dopo circa cinque ore di cammino giungevamo al campo dove trovavamo come per incanto le nostre tende già montate di fronte ad una visione veramente nitida del Kilimanjaro. Cena consumata verso le in compagnia del simpatico Alex 29/12/04 BARRANCO CAMP (3900 M) BARAFU CAMP (4600 M) dislivello 1000 m. in salita 250 in discesa tempo ore 6.00 Sveglia alle ore 6.30 con temperature molto rigide, La tappa odierna molto lunga iniziava con una ripidissima salita in corrispondenza di una parete rocciosa sopra il Barafu Camp dove, ogni tanto, per guadagnare quota è stato necessario fare uso delle mani. In seguito, guadagnata la sommità rocciosa soprastante in mezzo ad un bellissimo punto panoramico a quota 4200 m., il sentiero deviava verso est in leggera discesa, tagliando tutta la parete meridionale fino alla valle di Katanga. Ora attraverso una ripidissima salita abbiamo raggiunto l altro lato della montagna e proprio in questa zona ci siamo fermati per consumare il nostro pranzo al sacco sotto una fitta di nebbia e qualche goccia di pioggia. Nel primissimo pomeriggio riprendevamo il cammino in mezzo a grandi pietraie e ghiaioni e dopo un interminabile salita giungevamo in circa sei ore nei pressi del Barafu Campa a quota 4600 m dove montavamo le tende. Nonostante tutto l alta quota si faceva sentire e più di qualcuno nel gruppo iniziava a riscontrare malessere dovuto al mal di montagna, ragione per cui dopo un discreto pranzo ed un leggera merenda ci coricavamo nelle nostre brande per riposare in attesa dell ultimo delicato giorno di salita al Kilimanjaro. Alle eravamo di nuovo in piedi preoccupati per l improvvisa bufera di neve che aveva colpito il Barafu Camp e schiacciato letteralmente le nostre tende: in tale situazione dovevamo decidere il nostro programma di ascensione per le successive ore. 30/12/04 BARAFU CAMP (4600 M) STELLA POINT (5760 M) - BARAFU CAMP (4600 M) - MWEKA CAMP ( 3000 m.) Dislivello 1200 m. in salita 2800 m. in discesa tempo 10 ore Le precipitazioni nevose non tendevano a diminuire, in poche ore nel nostro campo si erano depositati più di trenta cm di neve. A questo punto, dopo un lungo tira e molla, decidevamo con le guide verso l una di notte di partire, con la consapevolezza che molto difficilmente avremmo potuto arrivare al bordo del cratere. Il freddo si faceva sentire ed armati della nostra pila frontale insieme solamente alle nostre due guide procedevamo a passo abbastanza sostenuto sprofondando spesso e volentieri nella neve, ostacolati inoltre da una visibilità molto ridotta. La pendenza e la quota si facevano sentire e la continua bufera di neve non ci aiutava di certo. Molto spesso s incontravano colonne di persone che rinunciando all ascensione ritornavano al Barafu Camp. In poche ore erano caduti più di cinquanta cm di neve e quasi 70 cm nella parte alta, situazione aggravata dalla formazione di tratti ghiacciati sulla via dell andata. Ciò nonostante due persone del nostro gruppo raggiungevano Stella Point (5760 m), gli altri due invece si fermavano poco più sotto, in quanto era veramente inutile continuare l ascesa, essendo la visibilità talmente ridotta da non permettere di decifrare il luogo in cui ci si trovava. Impossibile sarebbe stato proseguire per Uhru Peaks. Verso le 7.30 del mattino ci ritrovavamo, dopo una divertente discesa, al Barafu Camp, con tutti i componenti della piccola spedizione rifocillati da un ottima calda colazione, ritrovando, fra le altre cose, due delle nostre tende completamente sommerse da una valanga di neve. Verso le 9.30 ripartivamo a camminare apprestandoci a raggiungere nel primo pomeriggio il Mweka Camp attraverso una discesa prima dolce e poi vorticosa caratterizzata dalla presenza di numerosi scalini. Verso le giungevamo al campo situato al limite sella foresta pluviale sotto un intensa pioggia. Prima di cena firmavamo i registri e consumavamo l ultima cena con la consapevolezza che parte del viaggio era già trascorsa. 8

9 31/12/04 MWEKA CAMP ( 3000 m.) MWEKA GATE (1800 m.) ARUSHA Sveglia alle ore 6.00 e dopo la solita abbondante colazione e le foto di rito ci apprestavamo a partire per affrontare una piacevole breve camminata nella foresta pluviale di circa due ore. Verso le 9.00 raggiungevamo il Mweka gate, consegnando 180 $ di mance alle nostre guide ed ai portatori; non trovando però un grande consenso da parte della nostra guida Alex, che riteneva tale somma molto bassa (ma, d altronde, eravamo solo in quattro). Poi ritirammo i diplomi di vetta. In seguito con il nostro pulmino raggiungevamo prima Moshi e poi Arusha pernottando al New Safari Hotel. Nel primo pomeriggio venivamo a conoscenza della gravissima tragedia naturale del 26 dicembre, lo Tsunami che aveva colpito ben 44 Stati nel mondo, inclusa anche la Tanzania con più di centoquarantamila morti nel mondo. Più tardi raggiungevamo Don Ndimalemadji nel suo ufficio stabilendo il programma per i safari dei giorni successivi, noleggiando poi una bombola del gas per cucinare ( 30 $) e chiedendo in prestito una tenda singola per Mario, in quanto a causa della sua mania di muoversi continuamente durante la notte era diventato amichevolmente ostacolo per il nostro riposo. Dal colloquio poi con Mr. Ndimalemadji scoprivamo che nelle condizioni stabilite fra Avventure e la PARKS ADVENTURE LTD ARUSHA risultava esserci una clausola con la quale qualora i mezzi impiegati nel safari fossero inferiori alle due unità veniva esclusa automaticamente dal safari la visita al Natron lake in quanto possibile luogo di scorribande di assalitori; La serata veniva trascorsa dapprima gustando un ottimo pollo alla griglia al Khan s barbecue e poi in compagnia di qualche bottiglia di spumante portata dall Italia per aspettare l inizio del nuovo anno. 01/01/05 ARUSHA TARANGIRE PARK KARATU DOFFA CAMP Dopo aver consumato un abbondante colazione a base di frutta esotica e sistemato i bagagli con cura all interno del nostro van 4x4 partivamo alle ore 9.00, con il necessario rifornimento di acqua per il safari ( 1$ alla bottiglia), verso il Tarangire parks in compagnia del nostro simpatico autista Dixon. Dopo circa due ore di strada e 130 km, raggiungevamo il gate del Tarangire park ed, effettuate le normali operazioni di acquisto dei biglietti ( 25 $ il biglietto) tramite Nixon, iniziavamo il safari. La visita ci permetteva di ammirare in tutto il loro splendore elefanti, facoceri, scimmie, giraffe e pavoni e soprattutto ci permetteva di scattare decine di fotografie. Verso le mentre consumavamo il nostro pranzo all interno dell area picnic il solito Mario veniva travolto da una scimmia che gli rubava dalle mani un intera confezione di pane. Verso le concludevamo la visita al Tarangire park e ci spostavamo in direzione Ngorongoro passando dapprima per Karatu per pernottare in seguito al Doffa Camp in completo isolamento da altri turisti in mezzo invece ad una moltitudine di formiche. La sera improvvisatici cuochi cucinavamo un ottima pasta al ragù. 02/01/05 DOFFA CAMP NGRONGORO PARKS SIMBA CAMP Sveglia alle ore 7.00 e, dopo la colazione e le solite operazioni di smontaggio tenda, procedevamo alla visita del famosissimo cratere del Ngorongoro e della Ngorongoro Conservation area che copre una superficie di 8300 kmq. Espletate le formalità d ingresso al parco ( 30 $ il biglietto valido 24 ore) salivamo a bordo del nostro fuoristrada per percorrere la poderosa strada di terra battuta contornata da un bellissima foresta pluviale fino a raggiungere il bordo del cratere. In seguito, costeggiandolo, entravamo nella Ngorongoro Conservation area, ammirando in particolar modo le tribu Masai e le loro abitazioni. Successivamente attraverso una strada molto scoscesa scendevamo all interno del cono vulcanico e visitavamo questo splendido parco, ammirando molto da vicino sciacalli, leoni, rinoceronti bianchi e neri, ghepardi, antilopi, dik dik, zebre, ippopotami. Nel primo pomeriggio trasferimento nel bellissimo campeggio di Simba sulle pendici del bordo del cratere del Ngorongoro, con punti panoramici da mozzafiato. A cena consumavamo degli ottimi ravioli portati dall Italia e dell ottimo speck dell alto Adige. Durante la notte, mentre tutti noi stavamo dormendo, un facocero penetrava nella tenda del Mario riuscendo a rubargli le scarpe e costringendo così il povero Mario a girare per tutto il safari con l unico paia di scarpe che gli era rimasto: un paio di stivali da pesca. 03/01/05 SIMBA CAMP NGORONGORO CONSERVATION AREA SERENGETI PARKS LOBO CAMP Sveglia alle ore 7.00 e dopo aver effettuato le normali operazioni di campeggio, in auto attraverso la Ngorongoro Conservation area raggiungevamo l immenso parco del Serengeti. Il Serengeti con i suoi kmq è il parco tanzaniano più grande e più famoso e confina con la Masai Mara Game Reserve, in Kenia. E sulle sue sconfinate pianure vivono decine di migliaia di ungolati e più di un milione di gnu, prede di leoni e iene. Espletate le formalità d ingresso ( 30 $ il biglietto valido 24 ore) in corrispondenza di un punto panoramico a circa 30 km dal gate del parco ci apprestavamo a trascorrere un indimenticabile safari in compagnia di leone, zebre, ippopotami, coccodrilli, pronti ad essere immortalati in dozzine di foto. Nel tardo pomeriggio raggiungevamo dopo oltre 100 km di safari il Lobo Camp in completo isolamento dalla razza umana, in compagnia dei soli animali. La notte è stata trascorsa infatti in mezzo ad una sorta di orchestra costituita dal forte vento, dalla pioggia, dai ruggiti dei leoni, dai barriti degli elefanti e dai soavi rumori delle mandrie di bufali proprio a due passi dalle nostre tende. 9

10 04/01/05LOBO CAMP SERENGETI PARK IKOMA CAMP La giornata veniva dedicata sempre alla visita del Serengeti park in un indimenticabile safari in compagnia di leoni, leonesse ed i lori piccoli, zebre, giraffe, elefanti, gnu, secretary, cicogne, struzzi, facoceri, rinoceronti, antilopi, coccodrilli, ghepardi ed in particolar modo di un animale molto raro, il leopardo visto con il binocolo su un albero. Nel primo pomeriggio ci trasferivamo all Ikoma camp al di fuori del parco in una struttura per campeggianti più economica e precaria rispetto alle precedenti. La sera in compagnia del simpatico volpone Dixon vero conoscitore del parco trascorrevamo una piacevole serata intorno ad un bellissimo fuoco acceso per l occasione, a dire il vero con lo scopo pratico di tenere a dovuta distanza i ratti confinanti. Intanto Mario con il suo soave suono teneva a dovuta distanza almeno questa volta i facoceri. 05/01/05 IKOMA CAMP SERENGETI PARK NGORONGORO CONSERVATION AREA GOLA DI OLDUVAI KARATU MTO WA MBU Giornata di trasferimento: dopo un abbondante colazione e le solite operazioni di smontaggio tende, verso le 7.00 partivamo per raggiungere il museo di Olduvai attraversando parte del Serengeti e del Ngorongoro. Verso le raggiungevamo e visitavamo il piccolo museo di Olduvai, interessante sito paleontologico relativo ai ritrovamenti fossili ed alle orme di ominidi scoperti nella gola di Olduvai da parte di Mary Leakey. È possibile in alcuni mesi dell anno visitare anche la gola di Olduvai per vedere i siti di scavo, occorre però essere accompagnati da una guida. (Prezzo 3 $ tour leader free). Nel primo pomeriggio, dopo un abbondante pranzo al sacco ed una sosta quasi forzata in un negozio di artigianato locale, raggiungevamo Mto Wa Mbu pernottando in un discreto lodge con camere doppie su consiglio di Dixon. ( prezzi 5 $a persona) 06/01/05 MTO WA MBU LAKE MANYARA - ARUSHA Dopo un abbondante colazione fai da te, verso le ore 8.00 partivamo per raggiungere in pochi minuti il parco del Lake Manyara, ed espletate le formalità ingresso ( 25 $ l ingresso) ci apprestavamo a visitarlo. Il parco spesso sottovalutato, per le sue ristrette dimensioni, offre invece una cornice straordinaria ed un ambiente tranquillo. Le principali attrattive del parco sono gli uccelli ed i leoni che si arrampicano sugli alberi ed infine gli ippopotami. Nel primo pomeriggio dopo aver effettuato qualche acquisto tipico raggiungevamo Arusha e pernottavamo sempre al New hotel Safari. Insieme ai nostri calorosi saluti lasciavamo al buon Dixon 30 $. La sera consumavamo la nostra cena al Khan barbecue in un clima di festa ma anche di tristezza per l imminente partenza. 07/01/05 ARUSHA - KILIMANJARO AREOPORT ADDIS ABEBA ROMA MILANO/TRIESTE La mattina verso le 6.00, utilizzando un furgoncino messo a disposizione da Don Ndimalemadji, raggiungevamo l aeroporto internazionale di Kilimanjaro a quarantacinque minuti di distanza da Arusha. Dopo circa due ore di volo con la compagnia aerea Etiophian airlines raggiungevamo dapprima Addis Abeba in Etiopia e poi, verso le 16.00, con un altro volo Roma. Infine con due combinazioni diverse di volo raggiungevamo in serata Milano e Trieste. Qualche giorno dopo Beatrice mi telefonava casa e mi informava che al buon Mario erano state smarrite le valigie a Milano Linate. Buon viaggio Michele Tomaselli Via Leonardo da Vinci 19 TEL

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO I BIGLIETTI SCUOLA I biglietti scuola, nella modalità biglietto singolo, hanno un costo di 10 per ogni studente e sono riservati ai gruppi scolastici

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione,

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione, ANNA E VITTORIO, PELLEGRINI IRRIDUCIBILI Ha colto nel segno Simone quando ci ha definiti pellegrini "irriducibili"... Siamo partiti da Milano con la speranza di riuscire a percorrere tutte le 16 tappe,

Dettagli

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort l hotel hi-tech R obotica Se siete persone indipendenti e cercate un ambiente alternativo davvero easy, potete organizzare un giro intercontinentale a New York. Non solo per la città pulsante di vita e

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Ladakh il fascino del piccolo Tibet

Ladakh il fascino del piccolo Tibet Ladakh il fascino del piccolo Tibet Il Ladakh è la regione più remota e meno popolata di tuta l india, un deserto di alta quota adagiato tra Karakorum e Himalaya. Ha in comune con il Tibet aspet morfologici,

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta Spread C è anche quello dei prezzi LA NOSTRA INCHIESTA Le grandi catene internazionali, da Zara a McDonald s, praticano prezzi diversi in Europa. I consumatori italiani tra i più penalizzati. Le grandi

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Singapore Paese #1. Best in Travel 2015 estratto gratuito

Singapore Paese #1. Best in Travel 2015 estratto gratuito Singapore Paese #1 Best in Travel 2015 estratto gratuito GETTY IMAGES Top 10 Paesi Feste ed eventi In febbraio carri allegorici riccamente decorati, draghi che sputano fuoco e giochi pirotecnici caratterizzano

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

REGOLAMENTO. SOGGETTO DELEGATO: Gruppo FMA S.r.l. Via Segantini, 75 20143 Milano P.I. e C.F. 07821030157.

REGOLAMENTO. SOGGETTO DELEGATO: Gruppo FMA S.r.l. Via Segantini, 75 20143 Milano P.I. e C.F. 07821030157. REGOLAMENTO del concorso a premi promosso dalla Società PEPSICO BEVERAGES ITALIA S.r.l. con sede legale in Via Tiziano 32, - 20145 Milano p.iva 03352740967, in associazione alle seguenti Società: - ASPIAG

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Scopriamo insieme il

Scopriamo insieme il Scopriamo insieme il SettemariClub Sol Falcó Durante la visita tecnica della struttura, porta con te questo Mini Book inspection, potrà esserti utile. In molti casi, le notizie contenute nel Mini Book

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli