ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013"

Transcript

1 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014

2 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 Il 2013, anno di grandi difficoltà nel quale non sono stati attuati interventi significativi di rilancio del settore automotive, si è chiuso con autovetture nuove iscritte, un valore così basso che non si raggiungeva dagli anni 70, riportando una flessione del 6,5% sul 2012, che a sua volta aveva fatto registrare un decremento del 20,5%. E nel 2013 l ha occupato l ultimo posto nella graduatoria dei principali mercati europei: Regno Unito +10,8%, Spagna +3,3%, Germania -4,2% e Francia -5,7%. Analizzando le prime iscrizioni a livello territoriale, c è da fare una premessa per l assegnazione di pratiche di iscrizione nei vari Uffici Provinciali, particolarmente per le società di leasing e di noleggio auto. Il D.L. n. 174 del ha modificato la disciplina del gettito IPT, ora attribuito alla Provincia di residenza del soggetto passivo d imposta e non più a quella di residenza dell intestatario del PRA, vale a dire che si deve fare riferimento alla Provincia in cui ha la residenza il soggetto nell interesse del quale viene richiesta la formalità. Pertanto nel caso di leasing rileva le sede del locatario e nel caso delle altre società di noleggio incassa il gettito la Provincia in cui l impresa ha la sede legale e non vengono più prese in considerazione le eventuali sedi secondarie. Fatto questo preambolo, si evidenzia che nel 2013 si sono rilevate notevoli differenze tra gli Uffici Provinciali, dovute al confronto non omogeneo con l anno precedente: si passa da Firenze e Roma con le variazioni positive più consistenti, rispettivamente del 50,6% e 30,2%, ad Aosta e Trento che, viceversa, hanno subìto i cali più pesanti, rispettivamente dell 87,1% e 80,5%. In seguito alla modifica normativa sulla riscossione IPT, nel 2013 si è verificato un capovolgimento totale delle iscrizioni nelle Province considerate: basti pensare che nel 2012 Bolzano aveva immatricolato auto per circa sette volte l anno precedente e Trento tre e mezzo; viceversa a Firenze ed a Roma erano state iscritte meno della metà delle auto del 2011.

3 Tabella n. 1 Prime iscrizioni auto per Provincia anno Ufficio Provinciale Var % Ufficio Provinciale Var % FI ,55% VR ,83% RM ,23% UD ,16% MT ,11% PO ,48% TO ,70% PE ,59% RE ,22% PV ,61% SS ,96% IM ,79% LE ,46% CA ,95% FG ,04% FO ,12% MN ,49% TE ,14% MO ,14% NA ,15% PC ,00% CZ ,43% GE ,09% GO ,55% BN ,70% BS ,60% BO ,15% VT ,73% RA ,46% VV ,77% BA ,53% CS ,99% CR ,64% NO ,22% LU ,98% RI ,29% EN ,04% AV ,76% CO ,10% ME ,78% PR ,12% AL ,90% LC ,17% LT ,96% MC ,30% OT ,01% PI ,77% SV ,05% BL ,97% TA ,12% VE ,98% AG ,22% MB ,00% VC ,47% FE ,23% GR ,13% PG ,31% SI ,21% PS ,52% PZ ,24% CH ,53% VS ,58% OG ,58% IS ,71% FM ,63% SR ,90% RO ,78% CT ,15% MS ,80% RN ,16% TV ,80% AQ ,21% PN ,85% BT ,38% TS ,86% FR ,41% AR ,11% BI ,43% AN ,11% AP ,50% LO ,19% CL ,03% BR ,29% BZ ,60% RC ,42% MI ,38% SP ,50% NU ,44% VI ,57% KR ,78% CB ,05% PA ,12% VA ,19% OR ,23% PD ,52% RG ,13% VB ,61% TP ,57% BG ,87% CI ,64% SA ,17% TR ,87% PT ,32% SO ,07% AT ,37% CN ,32% LI ,56% TN ,45% CE ,62% AO ,13% Somma: ,52%

4 Da una visione dell per macroarea, si evidenzia la crescita registrata per il Centro, +15,7%, trainato appunto da Firenze e Roma, che incide sul totale per circa il 26,5%, seguito da una lieve contrazione dell Meridionale, -4,7%, ma con un peso sul totale di solo il 10,6%, fino ad arrivare alla pesante flessione dell Nord Orientale, -20,1%, che raggiunge un incidenza del 24,5% sul totale nazionale. Tabella n. 2 Prime iscrizioni auto per macro area anno Macro Area Var % Nord-occidentale ,85% Nord-orientale ,10% Centro ,65% Meridionale ,71% Insulare ,91% TOTALE ,52% Var % ,85% -20,10% 15,65% -4,71% -10,91% 20,00% 15,00% 10,00% 5,00% 0,00% -5,00% -10,00% -15,00% -20,00% -25,00% Nordoccidentale Nordorientale Centro Meridionale Insulare Le auto con alimentazione a benzina hanno subito il calo più pesante fra le altre alimentazioni, -11,8%, contro la crescita esplosiva del metano che ha più che raddoppiato le iscrizioni del nuovo, passando da prime iscrizioni del 2012 alle del Anche per le auto elettriche si è rilevato un discreto aumento pari a circa il 55%, arrivando ad 821 auto registrate. Di contro è diminuita la quota delle auto a benzina sul totale, dal 33,9% del 2012 al 32% del 2013 principalmente per l incremento delle alimentazioni a metano; l incidenza delle alimentazioni a gasolio si stabilizza al 54%.

5 Tabella n. 3 Prime iscrizioni auto per alimentazione anno ALIMENTAZIONE Var% BENZINA ,77% BENZINA E GAS LIQUIDO ,00% BENZINA E METANO ,29% ELETTRICITA ,91% GAS LIQUIDO - 1 GASOLIO ,21% METANO ,47% Somma: ,52% Nella distinzione per macro-aree spiccano i forti aumenti per le iscrizioni di auto a metano registrati nell Insulare, Meridionale ed al Centro, evidentemente incentivati dalla installazione di ulteriori impianti di distribuzione e dalle offerte di molte Case automobilistiche, che hanno proposto la vendita di auto con alimentazioni alternative allo stesso costo delle alimentazioni standard. Buon incremento anche per le auto elettriche nell Meridionale, anche se si tratta ancora di numeri piuttosto esigui, 64 iscrizioni nell Meridionale e 33 nelle Isole. Tabella n. 4 Prime iscrizioni auto per alimentazione e macro area anno MACRO AREA ALIMENTAZIONE Var% BENZINA ,66% BENZINA E GAS LIQUIDO ,40% BENZINA E METANO ,41% ELETTRICITA ,98% GASOLIO ,91% METANO ,77% BENZINA ,00% BENZINA E GAS LIQUIDO ,72% BENZINA E METANO ,23% ELETTRICITA ,99% GASOLIO ,50% METANO ,86% BENZINA ,18% BENZINA E GAS LIQUIDO ,70% BENZINA E METANO ,15% ELETTRICITA ,19% GASOLIO ,15% METANO ,30% BENZINA ,13% BENZINA E GAS LIQUIDO ,70% BENZINA E METANO ,91% ELETTRICITA ,56% GASOLIO ,10% METANO ,39% BENZINA ,60% BENZINA E GAS LIQUIDO ,83% BENZINA E METANO ,91% ELETTRICITA ,85% GASOLIO ,31% METANO ,74% Nord Occidentale Nord Orientale Centro Meridionale Insulare

6 Analizzando la suddivisione per cilindrata, si evidenzia la forte crescita delle iscrizioni di auto con cilindrata compresa fra 351 e 1000 cc, con una variazione del 43,4%, probabilmente dovuta in buona parte alla vendita delle 500L, dato che ne sono state immatricolate circa , sette volte tanto le registrazioni del Viceversa si rileva una contrazione per le auto che hanno le cilindrate più diffuse, da 1200 a 1400 cc (-20,2%), presumibilmente per la flessione registrata nelle alimentazioni a benzina che sono maggiormente concentrate in questa classe di cilindrata. Tabella n. 5 Prime iscrizioni auto per cilindrata anno CILINDRATA Var% DA 351 A 1000 CC ,39% DA 1001 A 1200 CC ,20% DA 1201 A 1400 CC ,17% DA 1401 A 1600 CC ,94% DA 1601 A 1800 CC ,92% DA 1801 A 2000 CC ,64% DA 2001 A 2500 CC ,15% OLTRE 2500 CC ,39% NON DEFINITO ,91% Somma: ,52% Var% DA 351 A 1000 CC 43,39% -7,20% -20,17% 5,94% 26,92% DA 1001 A 1200 CC DA 1201 A 1400 CC DA 1401 A 1600 CC DA 1601 A 1800 CC DA 1801 A 2000 CC DA 2001 A 2500 CC 0,00% -10,15% -10,00% -19,64% -21,39% -20,00% -30,00% OLTRE 2500 CC 50,00% 40,00% 30,00% 20,00% 10,00% Nella ripartizione per macro area si riflette all incirca la stessa tendenza analizzata a livello nazionale, tranne che per l Nord Orientale, in cui, escludendo la fascia di cilindrata da 351 a 1000 cc, vi sono flessioni per tutti gli altri intervalli e per il Centro, dove, invece,

7 eliminando la fascia che va da 1000 a 1400 cc, si registrano solo incrementi, probabilmente anche per la ripresa del noleggio che spesso riguarda cilindrate medio alte. Tabella n. 6 Prime iscrizioni auto per cilindrata e macro area anno MACRO AREA FASCIA CILINDRATA Var% DA 351 A 1000 CC ,51% DA 1001 A 1200 CC ,86% ITALIA NORD OCCIDENTALE ITALIA NORD ORIENTALE CENTRO ITALIA MERIDIONALE ITALIA INSULARE DA 1201 A 1400 CC ,98% DA 1401 A 1600 CC ,06% DA 1601 A 1800 CC ,59% DA 1801 A 2000 CC ,34% DA 2001 A 2500 CC ,93% OLTRE 2500 CC ,22% NON DEFINITO ,98% DA 351 A 1000 CC ,61% DA 1001 A 1200 CC ,31% DA 1201 A 1400 CC ,19% DA 1401 A 1600 CC ,97% DA 1601 A 1800 CC ,38% DA 1801 A 2000 CC ,36% DA 2001 A 2500 CC ,32% OLTRE 2500 CC ,47% NON DEFINITO ,99% DA 351 A 1000 CC ,63% DA 1001 A 1200 CC ,63% DA 1201 A 1400 CC ,97% DA 1401 A 1600 CC ,69% DA 1601 A 1800 CC ,60% DA 1801 A 2000 CC ,55% DA 2001 A 2500 CC ,73% OLTRE 2500 CC ,14% NON DEFINITO ,19% DA 351 A 1000 CC ,35% DA 1001 A 1200 CC ,31% DA 1201 A 1400 CC ,15% DA 1401 A 1600 CC ,88% DA 1601 A 1800 CC ,19% DA 1801 A 2000 CC ,22% DA 2001 A 2500 CC ,85% OLTRE 2500 CC ,16% NON DEFINITO ,56% DA 351 A 1000 CC ,71% DA 1001 A 1200 CC ,54% DA 1201 A 1400 CC ,59% DA 1401 A 1600 CC ,06% DA 1601 A 1800 CC ,00% DA 1801 A 2000 CC ,70% DA 2001 A 2500 CC ,93% OLTRE 2500 CC ,11% NON DEFINITO ,85%

8 Relativamente al mercato dell usato delle autovetture, si è rilevata una sostanziale parità con il 2012 per quanto riguarda i trasferimenti al netto delle minivolture (+0,4%) ed una lieve flessione dell 1,3% per i passaggi comprensivi di minivolture, a causa del leggero calo registrato da quest ultima tipologia di formalità (trasferimento temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), pari allo 0,4%. Nella suddivisione per macro area per l usato netto, a fronte della lieve crescita a livello nazionale, si è registrato un calo pari al 3% nell Nord Occidentale ed una leggera flessione dello 0,8% nell Meridionale. Viceversa, vi sono stati incrementi nelle restanti aree, in particolare un +4,3% nell Nord Orientale. Tabella n. 7 Trasferimenti di proprietà netti auto per macro area anno Macro Area Var% Nord-occidentale ,06% Nord-orientale ,34% Centro ,48% Meridionale ,75% Insulare ,13% TOTALE ,40% Macro Area ,06% 4,34% 1,48% -0,75% 3,13% 5,00% 4,00% 3,00% 2,00% 1,00% 0,00% -1,00% -2,00% -3,00% -4,00% Nordoccidentale Nordorientale Centro Meridionale Insulare Analizzando il rapporto fra passaggi di proprietà effettivi (al netto delle minivolture) e prime iscrizioni a livello provinciale, si osserva che l usato è più sviluppato nel sud : rispetto ad una media nazionale di quasi due macchine vendute usate per ogni auto nuova, ad Isernia, Enna, Foggia e Barletta Trani per ogni auto iscritta ne sono state vendute usate

9 più di 6. Tendenza totalmente opposta per Bolzano, Firenze e Torino con indici inferiori all unità. Tabella n. 8 - Rapporto passaggi netti su prime iscrizioni auto per Provincia anno 2013 Ufficio Provinciale Usato netto/prime 2013 Ufficio Provinciale Usato netto/prime 2013 IS 6,88 MC 2,21 EN 6,71 PE 2,21 FG 6,59 AL 2,15 BT 6,50 UD 2,15 OG 5,65 TS 2,15 VS 5,56 PG 2,15 PZ 5,28 VI 2,04 TA 5,22 GE 2,04 CL 5,21 AR 2,03 NU 5,18 VC 2,03 BR 5,06 RO 2,00 AG 4,94 BS 1,97 TP 4,90 RN 1,95 NA 4,85 NO 1,94 KR 4,81 BG 1,94 OR 4,74 PN 1,92 CT 4,69 MN 1,92 CB 4,66 VE 1,92 SA 4,66 VB 1,92 AV 4,39 SP 1,89 BN 4,31 BL 1,88 CE 4,31 TV 1,87 FR 4,29 PV 1,84 SR 4,23 VA 1,84 RG 4,23 CR 1,82 CS 4,08 SI 1,82 CI 3,96 FO 1,79 VV 3,94 LC 1,78 OT 3,92 MO 1,78 RI 3,90 PS 1,77 RC 3,87 VR 1,75 MT 3,83 PC 1,75 VT 3,61 AN 1,75 LT 3,59 LO 1,73 ME 3,44 MB 1,69 LE 3,37 PD 1,68 BA 3,37 LI 1,67 PA 3,24 RA 1,66 AQ 3,18 PR 1,64 CA 3,01 FE 1,63 CZ 3,00 CO 1,58 TR 3,00 TN 1,58 SO 2,91 PT 1,57 SS 2,84 MS 1,50 GR 2,75 RE 1,44 CH 2,72 MI 1,44 AT 2,70 LU 1,42 IM 2,70 BO 1,39 GO 2,64 PI 1,33 SV 2,49 PO 1,32 FM 2,38 RM 1,29 CN 2,32 AO 1,27 AP 2,29 TO 0,84 BI 2,26 FI 0,72 TE 2,23 BZ 0,36 TOTALE 1,91

10 Vista l alta propensione verso l usato di molte città del Sud e delle Isole, di conseguenza, è alto il rapporto usato/prime iscrizioni nell Meridionale ed Insulare, pari rispettivamente a 4,11 e 3,95, vale a dire che per ogni auto nuova se ne vendono circa quattro usate. Tabella n. 9 - Rapporto passaggi netti su prime iscrizioni auto per macro-area anno 2013 Macro Area 2013 Nord-occidentale 1,54 Nord-orientale 1,46 Centro 1,52 Meridionale 4,11 Insulare 3,95 TOTALE 1,91 D altronde le zone citate sono quelle più povere economicamente, dove, pertanto, si tende a spendere meno anche per l acquisto di un autovettura. La disparità sulla distribuzione del reddito in emerge chiaramente dallo studio dell ISTAT Noi Edizione 2014, in cui, relativamente alle condizioni economiche delle famiglie, è risultato il forte svantaggio dell meridionale ed insulare, con una percentuale di famiglie povere più che doppia rispetto alla media nazionale pari al 12,7%. Nel Mezzogiorno le famiglie in povertà relativa (parametro che esprime la difficoltà nella fruizione di beni e servizi in rapporto al livello economico medio di vita dell'ambiente o della nazione, individuato attraverso il valore medio del reddito per abitante) sono il 26,2% di quelle residenti, contro il 7,1% del Centro e il 6,2% del Nord e quelle in povertà assoluta (l'incapacità di acquisire beni e servizi necessari a raggiungere uno standard di vita minimo accettabile nel contesto di appartenenza) ne rappresentano il 9,8% contro rispettivamente il 5,1% e il 5,5%. Le situazioni più gravi si sono riscontrate nelle famiglie residenti in Sicilia, Puglia, Calabria e Campania; all opposto incidenze di povertà relativa più contenute sono state rilevate nella Provincia autonoma di Trento, in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia. Leggera flessione per le radiazioni nel 2013: si è rilevato un decremento dello 0,8%, più accentuato nell insulare (-4,2%) dove evidentemente, a causa della crisi, si tende di più a mantenere le auto nonostante l anzianità e la minore sicurezza. L unico incremento è stato registrato nell Nord orientale, pari a +1,2%.

11 Tabella n. 10 Radiazioni auto per macro area anno Macro Area Var% Nord-occidentale ,20% Nord-orientale ,24% Centro ,21% Meridionale ,58% Insulare ,19% TOTALE ,78% Var% ,20% 1,24% -0,21% -1,58% -4,19% 2,00% 1,00% 0,00% -1,00% -2,00% -3,00% -4,00% -5,00% Nordoccidentale Nordorientale Centro Meridionale Insulare Tramite il rapporto tra radiazioni e prime iscrizioni si determina il tasso di sostituzione, ovvero quante macchine sono state radiate rispetto a quelle immatricolate. Nel 2013 tale rapporto è stato leggermente superiore all unità, 1,09, vale a dire che ogni 100 auto iscritte nuove ne sono state radiate 109 (le radiazioni, pari a , hanno superato in valore assoluto le prime iscrizioni, ). Analizzando tale rapporto per Provincia, si evidenzia come nelle Province del Sud ci sia la tendenza a rottamare piuttosto che ad acquistare il nuovo: infatti a Barletta-Trani, Foggia, Enna ed Isernia per ogni auto immatricolata ne sono state radiate circa 3. Situazione diametralmente opposta a Bolzano, Torino, Firenze e Roma in cui per ogni auto eliminata ve ne sono state iscritte rispettivamente 4,3, 1,9, 1,7 ed 1,4.

12 Tabella n Rapporto radiazioni su prime iscrizioni per Provincia anno 2013 Ufficio Provinciale Radiazioni/ prime 2013 Ufficio Provinciale Radiazioni/ prime 2013 BT 3,49 AT 1,32 FG 3,16 CZ 1,31 EN 3,15 VE 1,31 IS 3,03 PA 1,29 BR 2,88 RN 1,28 NU 2,49 OT 1,27 CL 2,43 BL 1,27 TA 2,43 PG 1,25 PZ 2,39 TS 1,24 AG 2,34 SV 1,24 SA 2,29 BS 1,23 NA 2,27 CR 1,21 AV 2,23 BG 1,21 CE 2,17 LO 1,20 LE 2,14 PE 1,20 TP 2,11 PS 1,19 BN 2,10 FO 1,19 OR 2,07 MN 1,19 FR 2,06 BI 1,18 CB 2,05 VC 1,18 SR 1,89 VR 1,18 MT 1,84 RA 1,17 VT 1,84 AN 1,15 BA 1,83 PD 1,15 GO 1,81 AL 1,15 RI 1,81 FE 1,13 RG 1,78 LC 1,13 LT 1,72 NO 1,13 KR 1,70 GE 1,12 SO 1,67 CO 1,11 CT 1,64 AR 1,11 AQ 1,62 VA 1,11 TR 1,59 PC 1,08 OG 1,57 MI 1,07 ME 1,53 MS 1,06 UD 1,53 CI 1,05 PN 1,52 MO 1,04 CS 1,52 PV 1,04 CH 1,49 MB 1,03 AO 1,49 SI 1,02 VI 1,48 VB 1,00 RC 1,47 PT 0,99 FM 1,46 PR 0,96 VV 1,45 SP 0,95 TV 1,44 RE 0,95 GR 1,43 LI 0,93 RO 1,43 TN 0,91 MC 1,42 BO 0,90 IM 1,41 LU 0,83 SS 1,38 PO 0,80 CA 1,37 PI 0,74 TE 1,37 RM 0,70 AP 1,37 FI 0,57 CN 1,34 TO 0,52 VS 1,32 BZ 0,23 TOTALE 1,09

13 Rispetto ad una media nazionale di 1,09 le aree del Centro e del Nord sono quelle che hanno fatto rilevare un tasso inferiore alla media; viceversa nel Sud e nelle Isole il rapporto è decisamente superiore all unità. Tabella n Rapporto radiazioni su prime iscrizioni per macro-area anno 2013 Macro Area 2013 Nord-occidentale 0,97 Nord-orientale 0,98 Centro 0,87 Meridionale 2,02 insulare 1,63 TOTALE 1,09

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE AUTO IL COSTO MEDIO, LA FREQUENZA SINISTRI E IL RAPPORTO SINISTRI A PREMI La misura complessiva della sinistrosità del ramo r.c. auto deve essere analizzata

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %)

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %) Roma, 6 novembre 2015 MERCATO AUTOVEICOLI ACI: RALLENTA AD OTTOBRE IL MERCATO DELLE AUTO USATE MENTRE PER I MOTOCICLI SI REGISTRA UN CALO DEL 9% Rallenta, ma non si ferma, nel mese di ottobre il trend

Dettagli

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero.

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici -ANIA Università LUISS Guido Carli Roma, 24 ottobre 2011

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Marzo 2010 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 I prestiti personali Le prestazioni in caso di infortunio

Dettagli

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011)

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) NB: Si richiede di rispondere alle domande presenti nelle diverse sezioni del questionario facendo riferimento all impresa

Dettagli

Numero di graduatorie 2013

Numero di graduatorie 2013 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL ACCORDO DEL 22 MAGGIO 2013) 132

Dettagli

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45 Tariffa R.C.A. Valida dal Salvo modifiche che verranno comunicate almeno 60 giorni prima della loro applicazione Tutti gli importi sono in Euro e non comprendono le imposte RCA (12,50%) e il contributo

Dettagli

Osservatorio Mercato Immobiliare

Osservatorio Mercato Immobiliare agenzia del Territorio direzione centrale Osservatorio Mercato Immobiliare direttore Gianni Guerrieri IL MERCATO IMMOBILIARE NEL PRIMO SEMESTRE 2007 a cura dell ufficio studi dc_omi@agenziaterritorio.it

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO ATTIVITA PRELIMINARI GRUPPO DI LAVORO Dott. Pietro COMBA Istituto Superiore di Sanità Cap. Pietro DELLA PORTA Carabinieri

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Presentazione Il Rapporto nazionale sugli alunni con cittadinanza non italiana, realizzato anche quest anno dalla Direzione Generale per lo Studente insieme alla Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla

Dettagli

Assemblea dei Delegati di Coopersalute

Assemblea dei Delegati di Coopersalute Assemblea dei Delegati di Coopersalute Firenze, 21 giugno 2010 Villa Vittoria Firenze Fiera TOTALE ISCRITTI febbraio 2010 54.568 ISCRITTI ISCRITTI in percentuale suddivisi per regione di residenza febbraio

Dettagli

Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo

Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo Il servizio Visure PRA per gli Autodemolitori si arricchisce di una nuova funzione, visure tramite SMS, che accelera la verifica

Dettagli

L Azienda. Investimenti in tecnologia ed innovazione. - Nuovo sito produttivo a Legnago di bruciatori residenziali, commerciali ed industriali;

L Azienda. Investimenti in tecnologia ed innovazione. - Nuovo sito produttivo a Legnago di bruciatori residenziali, commerciali ed industriali; Aprile 2013 L Azienda Fondata nel 1922, Riello è oggi leader mondiale nella produzione di bruciatori e protagonista europeo nel mercato dei prodotti e dei servizi per il riscaldamento e la climatizzazione.

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO GARDESANO. Attività Formativa 1999-2008

ENTE BILATERALE TURISMO GARDESANO. Attività Formativa 1999-2008 Attività Formativa 0 CORSI ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO NUMERO NUMERO 00 01 02 03 04 05 06 07 0 CORSI PARTECIPANTI IGIENE ALIMENTARE X X 2 37 RESPONSABILE SICUREZZA LAVORO X X 2 AREA

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata Che cos è la PEC - Perché è nata la PEC - La certificazione della PEC - Le differenza tra PEC, email normale, posta tradizionale e fax - Il Quadro Normativo; la differenza

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO NEL 2010 E vietata la riproduzione anche parziale senza l autorizzazione di OSSIF 1 INDICE PREMESSA... 3 Capitolo 1... 4 Impianti e caratteristiche...

Dettagli

A COSA POSSONO SERVIRE QUESTE ANALISI

A COSA POSSONO SERVIRE QUESTE ANALISI CAPITOLO 6 - SINTESI OBIETTIVO Questo Capitolo presenta i risultati delle analisi degli investimenti delle mafie in aziende. Obiettivo dell analisi è individuare i motivi per cui le mafie investono in

Dettagli

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX Roma, 22 giugno 2000 CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX CIRCOLARE MIN.FINANZE N.125/D DEL 20.6.2000. Nel contesto delle trattative sull ultima vertenza dell autotrasporto,

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI. 25 agosto 2010

ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI. 25 agosto 2010 ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI 25 agosto 2010 Indice 1. Risultati 13 regioni 2. Dati di sondaggio 2 Indice 1. Risultati 13 regioni 2. Dati di sondaggio 3 Affluenza. Trend 1979-2010 elezioni

Dettagli

TABELLE PREMI. Settore IV. Autocarri e Motocarri

TABELLE PREMI. Settore IV. Autocarri e Motocarri TARIFFE PER LE ASSICURAZIONI DI RESPONSABILITA CIVILE VEICOLI A MOTORE E NATANTI TABELLE PREMI (ESCLUSI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE ED IMPOSTE) Settore IV Autocarri e Motocarri EDIZIONE 01.12.2013 (EFFETTO

Dettagli

Grande Banca Popolare. Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30

Grande Banca Popolare. Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30 Grande Banca Popolare Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30 Contenuti Il Progetto Grande Banca Popolare Impatti economici dell operazione 2 Il nuovo assetto

Dettagli

Roma, Uff.IX Prot.n. 22107. Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale. A tutti i Ministeri - Gabinetto

Roma, Uff.IX Prot.n. 22107. Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale. A tutti i Ministeri - Gabinetto Roma, Uff.IX Prot.n. 22107 Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale A tutti i Ministeri - Gabinetto Agli Uffici centrali di bilancio presso i ministeri Alle Ragionerie provinciali

Dettagli

SPECIFICHE INFORMATICHE RICHIESTE:

SPECIFICHE INFORMATICHE RICHIESTE: La nuova piattaforma RICESTAT prevede per l invio dei dati, dal vostro programma gestionale, l'interscambio di un file xml Di seguito troverete la varie specifiche informatiche richieste ai fini dell'accettazione

Dettagli

Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore

Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore - Escluse Imposte - Compresi Contributi per: - Servizio Sanitario Nazionale (10,5%) - Fondo Vittime della Strada (4%)

Dettagli

ABRUZZO. ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE -

ABRUZZO. ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE - ABRUZZO ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE - PISTONI RODOLFO - RIPARATORE RODOLFO PISTONI P.le S.Paolo n 20 -

Dettagli

SINTESI CONVENZIONE I DETTAGLI DELLA CONVENZIONE

SINTESI CONVENZIONE I DETTAGLI DELLA CONVENZIONE SINTESI CONVENZIONE Intesa Sanpaolo e Confcommercio Imprese per l Italia hanno rinnovato l Accordo, fissando condizioni di assoluto rilievo su POS e ANTICIPO TRANSATO POS, per le imprese associate. Novità

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE 1 CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 9012 / 11 / SM NON CONSERVARE NELLA AUTOVETTURA 2 NOTA INFORMATIVA (ai sensi dell art. 185 del decreto legislativo 209/05 (Codice delle assicurazioni private) INFORMAZIONI

Dettagli

F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA

F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA Servizio offerto a: Consumatori Clientela al dettaglio Imprese Per una migliore comprensione delle diverse fasce

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA 15 DICEMBRE 2010

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA 15 DICEMBRE 2010 FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA Servizio offerto a: Consumatori Clientela al dettaglio Imprese Per una migliore comprensione delle diverse fasce

Dettagli

Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia

Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia CONTRATTO DI ASSICURAZIONE CORPI VEICOLI TERRESTRI Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia Fascicolo informativo Modello: AZ FIGC00 ALL0 ARD000 ARD000 01052013 0028 Il presente Fascicolo Informativo,

Dettagli

Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404

Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404 NO RISK NO COST Applicabile a tutte le Smart Fortwo 451 immatricolate dal 14/05/2007 al 30/06/2007 Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404 Inclusione veicolo Per quanto

Dettagli

L ASSICURAZIONE AUTO 6

L ASSICURAZIONE AUTO 6 6 Nel 2011 per il ramo r.c. auto si è registrato un aumento del volume premi pari al 5,2% che ha fatto seguito a quello del 2010 (+4,4%). La crescita della raccolta premi, pur in presenza di un moderato

Dettagli

Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette. Valide dal 01/06/2010

Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette. Valide dal 01/06/2010 Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette Valide dal 01/06/2010 Indice Norme assuntive pag. 3 Tariffe Incendio e Furto pag. 4 Incendio Autovetture pag. 6 Furto Autovetture pag. 6

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Programma Assicurativo Incendio, Furto e Kasko per Vetture e Veicoli Commerciali di Nuova Immatricolazione e Usati (Mercedes Benz e smart) CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE edizione MBFSI 07-2009 NON CONSERVARE

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Fascicolo informativo Flex Protection Modello AZ0 FIGC0 ALL0 ARD000 ARD000 14072015 0033

Fascicolo informativo Flex Protection Modello AZ0 FIGC0 ALL0 ARD000 ARD000 14072015 0033 Contratto di assicurazione corpi veicoli terrestri per autovetture ad uso privato e veicoli commerciali fino a 35 q.li Accordo GENERAL MOTORS FINANCIAL ITALIA SpA Fascicolo informativo Flex Protection

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città

LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Federica Parmagnani L indagine

Dettagli

Statistica sociale. Facoltà di Scienze Politiche. (prof.ssa C. Davino) La sintesi degli indicatori sociali. Corso di. Seminario su: gherghi@unina.

Statistica sociale. Facoltà di Scienze Politiche. (prof.ssa C. Davino) La sintesi degli indicatori sociali. Corso di. Seminario su: gherghi@unina. Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze Politiche Corso di Statistica sociale (prof.ssa C. Davino) Seminario su: La sintesi degli indicatori sociali marco gherghi Dipartimento di matematica

Dettagli

Gamma. prodotti. hot&cold. snack&food. Maggio 2015. can&bottle

Gamma. prodotti. hot&cold. snack&food. Maggio 2015. can&bottle hot&cold Gamma snack&food can&bottle prodotti Maggio 2015 Necta è il marchio di riferimento di N&W, Gruppo leader del mercato Vending a livello mondiale, con una posizione predominante nel panorama europeo.

Dettagli

OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine dei Consulenti del Lavoro

OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine dei Consulenti del Lavoro Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 24 /E Roma, 03/03/2011 OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine

Dettagli

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006 Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company Indicod-Ecr Milano, 15 Novembre 26 Temi di riflessione Evoluzione consumatore 1.Quali sono le caratteristiche del nuovo consumatore? 2 I consumatori

Dettagli

Roma, maggio 2009. DPNI Nuovo assetto organizzativo Esercizio NI

Roma, maggio 2009. DPNI Nuovo assetto organizzativo Esercizio NI Roma, maggio 2009 DPNI Nuovo assetto organizzativo Esercizio NI Soluzione organizzativa Il nuovo assetto organizzativo di Esercizio DPNI è la conseguenza dei due seguenti principali interventi: 1. Nuova

Dettagli

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 N. 1 COGNOME NOME 2 RC 3 PM 4 RP 5 NU GD FINALITA' DEL BENEFICIO CONCESSO IMPORTO TOTALE ANNUO RIFERIMENTI LEGISLATIVI 6 AV 7 PD 8 KN 9 AL 10 AR 11 TG 12 LD 13 GL 14 DD 15 DL 16 BM 17 BM 18 BE 19 AM 20

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

4 VALORE ASSICURATO E MASSIMO ASSICURABILE

4 VALORE ASSICURATO E MASSIMO ASSICURABILE POLIZZA ASSICURATIVA AUTOVETTURE, AUTOCARRI < 35 q.li e > 35 q.li CON ANTIFURTO SATELLITARE (valida per convenzioni UniSat e TruckSat) La polizza assicurativa Leasing Autovetture, Autocarri < 35 q.li e

Dettagli

COSTI (iva esclusa): 100

COSTI (iva esclusa): 100 TWZ COSTI (iva esclusa): 100 IMPOSTE: 147,83 MESSA SU STRADA (chiavi in mano): 268,83 URBAN URB 45 TWIZY URBAN 45 4 / 5 0 URB 80 TWIZY URBAN 7 / 9 0 CHIAVI 5.554,69 6.990,00 6.224,11 7.800,00 COLOR COL

Dettagli

Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013

Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013 Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013 Ruolo e compiti dei NAS nella sorveglianza del settore Cap. Dario Praturlon Comando Carabinieri per la Tutela della

Dettagli

JORNADAS TÉCNICAS Planes de Transporte a los Centros de Trabajo. Experiencias y Buenas Prácticas Madrid, 19 mayo de 2009

JORNADAS TÉCNICAS Planes de Transporte a los Centros de Trabajo. Experiencias y Buenas Prácticas Madrid, 19 mayo de 2009 JORNADAS TÉCNICAS Planes de Transporte a los Centros de Trabajo. Experiencias y Buenas Prácticas Madrid, 19 mayo de 2009 Borja Beltran Emanuela Cafarelli segreteria@euromobility.org Chi è Euromobility?

Dettagli

Lavoro in movimento AGENZIA PER IL LAVORO

Lavoro in movimento AGENZIA PER IL LAVORO Lavoro in movimento AGENZIA PER IL LAVORO Metis S.p.A. è un Agenzia per il Lavoro specializzata nella ricerca, selezione, formazione e gestione delle risorse umane. Metis ha una presenza capillare sul

Dettagli

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it BASILICATA Donato Di Taranto Secondo grado d.ditaranto@tin.it Adele Vitelli Elementari Istituto Comprensivo "Padre Pio da Pietrelcina"

Dettagli

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006 Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company Indicod-Ecr Milano, 15 Novembre 26 Agenda Evoluzione consumatore 1.Quali sono le caratteristiche del nuovo consumatore? 2 I consumatori cercano

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove APRILE e GENNAIO/APRILE Nel mese sono state immatricolate oltre 116 mila autovetture nuove, ancora in flessione del 10,8% rispetto allo stesso mese del.

Dettagli

Dal Patto dei Sindaci alle Smart Cities: il ruolo dei governi locali nella lotta ai cambiamenti climatici

Dal Patto dei Sindaci alle Smart Cities: il ruolo dei governi locali nella lotta ai cambiamenti climatici Dal Patto dei Sindaci alle Smart Cities: il ruolo dei governi locali nella lotta ai cambiamenti climatici Antonio Lumicisi (Ministero dell Ambiente) Virginia Bombelli (Piattaforma Europea Smart Cities)

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici CIRCOLARE TELEGRAFICA URGENTE N.32 - AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA DI : AGRIGENTO, ANCONA, BARI, BOLOGNA, CALTANISSETTA, CATANIA, CATANZARO, COMO,COSENZA, ENNA, FIRENZE, FROSINONE, GENOVA, LIVORNO, LUCCA,

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014/2015

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014/2015 GRUPPO TELECOM ITALIA Progetto Network Scuola Impresa /2015 Formazione/Informazione Licei Scientifici, Classici e Istituti Tecnico Commerciali Introduzione Quando? A partire da Dicembre 2014 Per Chi? Per

Dettagli

MODELLI STATISTICI PER LA PREVISIONE DEL CONSUMO GIORNALIERO DI GAS

MODELLI STATISTICI PER LA PREVISIONE DEL CONSUMO GIORNALIERO DI GAS UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE TESI DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE STATISTICHE MODELLI STATISTICI PER LA PREVISIONE DEL CONSUMO GIORNALIERO DI GAS RELATORE Prof. BRUNO

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014 GRUPPO TELECOM ITALIA Progetto Network Scuola Impresa Formazione/Informazione Licei Scientifici, Classici e Istituti Tecnico Commerciali a cura di Fabrizio Picciau Indice del documento Introduzione Obiettivi

Dettagli

Immatricolazioni e collaudi di veicoli alimentati a GPL e Metano 1998 2008

Immatricolazioni e collaudi di veicoli alimentati a GPL e Metano 1998 2008 La qualificazione delle officine di installazione impianti GPL e Metano Alessandro Tramontano Direttore Consorzio Ecogas Immatricolazioni e collaudi di veicoli alimentati a GPL e Metano 1998 2008 300000

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

LA CUSTOMER SATISFACTION IN UNICREDIT

LA CUSTOMER SATISFACTION IN UNICREDIT LA CUSTOMER SATISFACTION IN UNICREDIT Consumatori e politiche di offerta in un settore privato Customer Satisfaction Venezia, 10 febbraio 2009 Contenuti del documento - Approccio metodologico ed organizzativo

Dettagli

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria.

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria. Lombardia 7 Veneto Piemonte 6 3 Emilia Romagna Liguria 4 Toscana 3 7 Umbria Friuli V. Giulia Marche 3 Abruzzo Lazio 4 7 Molise 64 I.T.S. 3 Sardegna 3 Basilicata Calabria 4 Sicilia 5 Gli ITS in Abruzzo

Dettagli

Tabella 1 IDTitolare Titolare 30 METANFRIULI SRL (UDINE - UD) 31 COLLINO & C.SPA (ACQUI TERME - AL) 103 THÜGA PADANA SRL (CREMONA - CR) 130 THÜGA LAGHI SRL (VERBANIA - VB) 155 THÜGA OROBICA SRL (MANTOVA

Dettagli

Modello di Rendicontazione

Modello di Rendicontazione Versione 20140317 Convenzione CDP ABI 20 novembre 2013 Plafond CASA Modello di Rendicontazione e Protocollo di trasmissione telematica dei flussi informativi Introduzione CDP ed ABI hanno definito, d intesa,

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 Nel IV trimestre del 2010 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 15.041,15 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 15143 CVT TOP

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 15143 CVT TOP CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 15143 CVT TOP Informativa sul trattamento dei dati per fini assicurativi (ex art. 13 del D. Lgs. 196/2003 - Codice Privacy) La informiamo che la nostra Società, Titolare

Dettagli

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia CENTRO LAZIO ROMA 2 NORD ROMA NOMENTANO Piazza Bologna, 3 Roma RM CENTRO LAZIO ROMA 5 OVEST ROMA BRAVETTA Via Degli Arcelli, Snc Roma RM CENTRO

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE. "Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE. Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE "Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto alla diffusione i del ldoping" 1962 On. Angelo R. Jervolino alle dipendenze Ministero Sanità 40 sottufficiali

Dettagli

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori I numeri degli Istituti Tecnici Superiori Al 4 aprile 04 64 ITS 40 percorsi attivati circa 5000 corsisti 73 corsi sono già conclusi 300 già diplomati 4,5% femmine Su 4 diplomati di n. 68 corsi censiti

Dettagli

Analisi del Mercato Italiano

Analisi del Mercato Italiano Analisi del Mercato Italiano 2012 Mercato italiano delle autovetture Andamento storico del Mercato Italiano 3.000.000 2.500.000 2.000.000 1.500.000 1.000.000 500.000 1.194.424 1.397.039 1.530.488 1.808.476

Dettagli

PRESENTAZIONE GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA. Incontro sindacale - Milano 9 dicembre 2010

PRESENTAZIONE GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA. Incontro sindacale - Milano 9 dicembre 2010 PRESENTAZIONE GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Incontro sindacale - Milano 9 dicembre 2010 1 AGENDA Il Gruppo Crédit Agricole in Italia e nel mondo Il Gruppo Cariparma FriulAdria 2 IL GRUPPO CREDIT AGRICOLE:

Dettagli

Seminario Varese, 14 maggio 2010

Seminario Varese, 14 maggio 2010 Seminario Varese, 14 maggio 2010 MOBILITY MANAGEMENT: Una soluzione per la mobilità sostenibile dell area varesina Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility L indagine prende in considerazione

Dettagli

Servizi di trasporto espresso

Servizi di trasporto espresso Servizi di trasporto espresso company profile 1992 1999 2000 2004 2005 2006 2007 oggi nasce su iniziativa di Massimo Caruso, con il preciso intento di fornire un servizio di trasporto innovativo per gli

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: INFANZIA

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: INFANZIA BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: INFANZIA AQ004 Biblioteca Facoltà di Lettere e Filosofia L'Aquila, tel: 0862/432101 432103 (ILL-DD), fax: 0862/432104 Posseduto: 1982-1996; Lacune: 1984-1985;1992-1993;

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 9 agosto 2001 Approvazione della graduatoria dei progetti pilota. IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Visto l'art. 32, comma 1 della

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Rassegna tributaria

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Rassegna tributaria BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Rassegna tributaria AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà di Economia - Università di Ancona Ancona, tel: (071)2207037, fax:

Dettagli

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011 UNRAE Conferenza Stampa Milano, 15 dicembre 2011 Mercato italiano delle autovetture 2011/2010 1.961.472 1.750.000 2010 2011 * - 10,8% Elaborazioni Centro Studi UNRAE * stime Mercato europeo delle autovetture

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Percorso. Durc, contratti a termine, apprendistato, semplificazioni. Percorso formativo

Percorso. Durc, contratti a termine, apprendistato, semplificazioni. Percorso formativo Percorso formativo ottobre / novembre 2013 Percorso LAVORO 2013 Novità e Approfondimenti Durc, contratti a termine, apprendistato, semplificazioni amministrative il nuovo modo di fare formazione Relatori

Dettagli

Università Federico II Napoli Dipartimento di Economia La diffusione della Larga Banda e la domanda di servizi ICT

Università Federico II Napoli Dipartimento di Economia La diffusione della Larga Banda e la domanda di servizi ICT La diffusione della Larga Banda e la domanda di servizi ICT Alfredo Del Monte Università di Napoli Federico II Seminario Fondazione Bordoni 8 luglio 2010 Introduzione Studi empirici mostrano come l Italia

Dettagli

SERVIZIO ASSISTENZA. Indice. Garanzia. Riparazioni presso Centri Assistenza Lowara (CAL) Interventi tecnici in loco. Contratti di manutenzione

SERVIZIO ASSISTENZA. Indice. Garanzia. Riparazioni presso Centri Assistenza Lowara (CAL) Interventi tecnici in loco. Contratti di manutenzione SERVIZIO ASSISTENZA Validità: 01/01/2012 31/12/2012 Indice Garanzia Riparazioni presso Centri Assistenza Lowara (CAL) Interventi tecnici in loco Contratti di manutenzione Contatti Garanzia Condizioni di

Dettagli

EN/IT COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION. Brussels, 20 May 2005 8687/05 ADD 1 COPEN 84 EJN 28 EUROJUST 28

EN/IT COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION. Brussels, 20 May 2005 8687/05 ADD 1 COPEN 84 EJN 28 EUROJUST 28 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 20 May 2005 8687/05 ADD 1 COPEN 84 EJN 28 EUROJUST 28 ADDENDUM to COVER NOTE From : Ms. Augusta IANNINI, Il Capo del Dipartimento per gli Affari di Giustizia date

Dettagli

L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI

L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI Homo faber fortunae suae 25ª Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell Aftermarket Automobilistico L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI Osservatorio Permanente sul Mercato 2013 Sesta edizione

Dettagli

Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261. Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano

Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261. Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano Piazza SS. Apostoli 73-00187 Roma (Sede legale) P.IVA 08010981002 Tel. +39 06 6758261 Piazza Sant'Ambrogio 8-20123 Milano info@cafinv.eu / www.cafinv.eu Servizi Offerti CAF è un servicer indipendente,

Dettagli

EVENTUALI STAMPE PRODOTTE DURANTE L AGGIORNAMENTO

EVENTUALI STAMPE PRODOTTE DURANTE L AGGIORNAMENTO Centralino Tel.0422-7053 (r.a.) Assistenza Contabilità Tel.0422-705471 (r.a.) Commerciali Tel.0422-705472 (r.a.) Fax Redditi 0422-841377 E-mail contabtv@dataservices.it Internet www.dataservices.it Roncade,

Dettagli

Risultati prima campagna di misura 1 semestre 2013. 1di57

Risultati prima campagna di misura 1 semestre 2013. 1di57 Risultati prima campagna di misura 1 semestre 2013 1di57 2di57 3di57 4di57 5di57 6di57 Città N_Pixel previsti Pixel H3G N_test H3G Pixel TIM N_test TIM Pixel Vodafone N_test Vodafone Ancona 19 19 1 918

Dettagli

Calendario Pesca al Colpo 2014

Calendario Pesca al Colpo 2014 Calendario Pesca al Colpo 2014 CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE DI PESCA AL COLPO campo di riserva Po di Volano Medelana 2 e 3 novembre 18-mag 2014 Cavo Lama MO conc. 250 G.d.G. Org 18-mag 2014 Ostellato

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ANNO Il mercato delle autovetture ha totalizzato nel oltre 1,403 milioni di unità, in flessione del 19,8% rispetto all anno precedente. Rispetto al 2007,

Dettagli

Chrysler/Jeep CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. Mod. 01.2005 CJ NON CONSERVARE NELLA AUTOVETTURA

Chrysler/Jeep CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. Mod. 01.2005 CJ NON CONSERVARE NELLA AUTOVETTURA Allegato n. 1 Chrysler/Jeep CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 01.2005 CJ NON CONSERVARE NELLA AUTOVETTURA MMI Assicurazioni S.p.A. via E. Galbani, 68-00156 - Roma Italy; tel. 06 682801 - fax 06 82004163

Dettagli

LICEI LINGUISTICI EUROPEI

LICEI LINGUISTICI EUROPEI LICEI LINGUISTICI EUROPEI Lic. Ling. Canina (Linguistico Moderno) - Casale Monferrato (AL) Lic. Ling. S. Chiara (Linguistico Moderno) - Tortona (AL) Lic. Ling. Foscolo (Linguistoco Moderno, Giuridico Economico)

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Ricerche pedagogiche

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Ricerche pedagogiche BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Ricerche pedagogiche AQ004 Biblioteca Facoltà di Lettere e Filosofia L'Aquila, tel: 0862/432101 432103 (ILL-DD), fax: 0862/432104 1995; Lacune: 1971;1974-1975;1985;

Dettagli