Calabria 4 e 5 novembre 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Calabria 4 e 5 novembre 2009"

Transcript

1 SEMINARIO FORMATIVO: IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT Calabria 4 e 5 novembre 2009 Dr.ssa Monica Giusto Consulente Ambientale

2 SOMMARIO Definizione GPP Obiettivi GPP Normativa europea Normativa italiana PAN Esempi italiani di attuazione GPP Istruzioni operative

3 Green Public Procurement - GPP Definizione: Sistema di acquisti di prodotti e servizi ambientalmente preferibili per ambientalmente preferibili si intendono: beni e servizi che, rispetto ad altri utilizzati allo stesso scopo, riducono l uso delle risorse naturali, il consumo energetico, la produzione di rifiuti, le emissioni inquinanti, i pericoli e i rischi per l ambiente e la salute dell uomo, ottimizzando quindi le prestazioni offerte.

4 Green Public Procurement - GPP Obiettivi di sostenibilità Riduzione dei Flussi di energia e materia Sostituzione delle fonti energetiche non rinnovabili con fonti energetiche rinnovabili Riduzione dell uso di sostanze chimiche e pericolose Aumento recupero, riciclo, riuso dei rifiuti Riduzione scarti, emissioni, reflui

5 Green Public Procurement - GPP Prevede l integrazione degli aspetti ambientali nei processi di acquisto delle Pubbliche Amministrazioni purché la loro introduzione non alteri in alcun modo i principi di fondo che regolano gli appalti pubblici di fornitura (trasparenza, pari opportunità) È uno strumento che modifica le pratiche d acquisto della Pubblica Amministrazione in favore di beni e servizi che hanno un minore, ovvero un ridotto, effetto sulla salute umana e sull ambiente.

6 Obiettivi del GPP Migliorare le prestazioni ambientali degli Enti pubblici in fase acquisto Indurre comportamenti ambientalmente preferibili nei consumatori Indicare all industria il percorso per la produzione di beni ambientalmente preferibili utilizzando le leggi di mercato.

7 Contesto di riferimento europeo Evoluzione della normativa che consente e regola l inserimento di criteri ambientali nelle procedure d acquisto a livello comunitario: VI Programma d Azione per l Ambiente dell Unione Europea ( ): prevede che gli Stati Membri stanzino incentivi economici per i prodotti ecologici e incoraggino una domanda verde attraverso una migliore informazione ai consumatori lo sviluppo di una politica verde per gli approvvigionamenti pubblici raggiungimento obiettivi sviluppo sostenibile l incremento una progettazione più ecologica dei prodotti. Il percorso progressivo di eco-efficienza prevede la riduzione del prelievo di risorse del 25% entro il 2010, del 75% entro il 2030 e del 90% entro il 2050.

8 Contesto di riferimento europeo Libro verde sulla politica integrata relativa ai prodotti (febbraio 2001) Comunicazione interpretativa del 4/07/2001: Diritto comunitario degli appalti pubblici e possibilità di integrare considerazioni di carattere ambientale negli appalti pubblici Giurisprudenza: sentenza del 17 settembre 2002 della Corte di Giustizia di Lussemburgo Nuova Direttiva Europea sugli Appalti pubblici (Direttive 17 e 18 del 31/03/ acquisti pubblici e coordinamento delle procedure di acquisto e aggiudicazione) Manuale della Commissione Europea sul Green Public Procurement (18/8/2004).

9 Normativa italiana Strategia d Azione Ambientale per lo Sviluppo Sostenibile in Italia (delibera CIPE del 2 agosto 2002) D.M. 8 maggio 2003 n. 203 e circolari ministeriali Decreto legislativo 152/06 artt. 180, 181, 196 Codice De Lise (D.l.vo12/04/2006 n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE) artt. 2, 40, 42, 44, 68, 69, 83 Legge 27 dicembre 2006 n. 296 (finanziaria 2007) Legge n. 244 del 24 dicembre 2007 (finanziaria 2008).

10 Piano d Azione Nazionale per il GPP Decreto interministeriale n aprile 2008 (Ministero dell Ambiente, Ministero dell Economia, Ministero dello Sviluppo Economico) Obiettivo strategico di dare la più ampia diffusione alle pratiche di GPP presso gli Enti pubblici. Con questo Piano, condiviso con i Ministeri interessati, la Consip ed altri soggetti strategici, il nostro paese intende aumentare il volume di acquisti verdi fornendo un importante contributo nella direzione dello sviluppo sostenibile e dell innovazione, attenta all ambiente, del nostro sistema produttivo.

11 Piano d Azione Nazionale per il GPP Obiettivi del PAN facilitare, fornendo un quadro di riferimento organico, l operato delle PA che vogliono intraprendere questa politica dare indicazioni al tessuto produttivo ed imprenditoriale sulle tendenze della domanda e della normativa di derivazione comunitaria, stimolando gradualmente l innovazione ambientale a tutela della competitività diffondere cultura tramite azioni di divulgazione e formazione che dovranno essere organizzate su tali temi, per tutto il personale che a vario titolo opera presso le Amministrazioni, al fine di facilitare la scelta di prodotti meno dannosi per l ambiente e per la salute umana, aiutare ad un corretto e responsabile uso e smaltimento ed incidere anche sui consumi privati.

12 Piano d Azione Nazionale per il GPP Definizione e Ambito di applicazione Obiettivi ambientali dematerializzazione = riduzione e ottimizzazione Obiettivi quantitativi: entro il 2009 il 30% delle Regioni, delle Province, delle Città metropolitane, dei Comuni con oltre abitanti adottino procedure di acquisto conformi ai criteri ambientali minimi Criteri minimi ambientali dichiarazioni ambientali etichette, certificazioni e Strategia di attuazione GPP: analisi fabbisogni dell Ente, valutazione di come razionalizzare i fabbisogni, stabilire azioni per conformarsi agli obiettivi e principi del PAN, assegnazione funzioni e formazione adeguata, definizione del sistema di monitoraggio.

13 Piano d Azione Nazionale per il GPP Criteri ambientali minimi del PAN Si può definire un bando come verde solo se questo utilizza almeno i criteri ecologici minimi individuati dal Piano d Azione Nazionale per ciascuno dei settori strategici di intervento. prestazioni e/o requisiti funzionali contenuti in etichette, certificazioni e dichiarazioni ambientali.

14 Piano d Azione Nazionale per il GPP Macrocategorie merceologiche ARREDI EDILIZIA GESTIONE DEI RIFIUTI SERVIZI URBANI E AL TERRITORIO SERVIZI ENERGETICI ELETTRONICA PRODOTTI TESSILI E CALZATURE CANCELLERIA RISTORAZIONE SERVIZI DI GESTIONE DEGLI EDIFICI TRASPORTI

15 Piano d Azione Nazionale per il GPP Gestione PAN GPP Comitato di Gestione (DM 185 del 18/10/2007) composto dai rappresentanti dei tre Ministeri di riferimento, dell APAT, della CONSIP, dell'enea e da esperti di alcune ARPA svolge l attività di coordinamento e alcuni compiti puramente tecnici Tavolo di lavoro permanente, organismo ampio con funzioni prevalentemente consultive, composto da rappresentanti delle Regioni, delle ARPA, del gruppo di lavoro GPP del Coord. Agenda 21, dalle Associazioni dei produttori, dai sindacati, dalle associazioni dei consumatori e degli ambientalisti.

16 Piano d Azione Nazionale per il GPP A che punto è il PAN Con il Dm n.111/09 (approvato 12/10/09) adottati i criteri ambientali minimi per: carta in risme (cat. Merc. cancelleria ) ammendanti (cat. Merc. servizi urbani e al territorio ) Sono in corso di adozione i criteri ambientali minimi per: computer portatili, computer da scrivania, stampanti, fotocopiatrici e apparecchi multifunzione (cat. Merc. attrezzature elettriche ed elettroniche d ufficio ) Attivi i gruppi di lavoro per la definizione delle proposte di criteri ambientali minimi, relativi a: servizi energetici (illuminazione, riscaldamento e raffrescamento degli edifici, illuminazione pubblica e segnaletica luminosa) edilizia (materiali da costruzione) arredi ristorazione prodotti tessili

17 Esempi italiani del GPP Comune di Ferrara Manuale Comunale per gli acquisti verdi : è una raccolta e combinazione di esperienze e competenze locali che oltre a voler essere di aiuto ai tecnici degli acquisti, ha rappresentato il primo documento del genere a livello nazionale (2002).

18 Esempi italiani del GPP Comune di Ferrara Programma di "Approvvigionamenti Verdi" introduzione di prodotti biologici nelle mense delle scuole d infanzia (anno 1994), nel 2003 gli alimenti biologici erano il 90% acquisto e utilizzo di carta riciclata nella maggior percentuale possibile raccomandando ai dipendenti l impiego fronte retro dei fogli di carta (anno 1999), nel % carta ecologica, 40% riciclata acquisto di autoveicoli elettrici, ibridi o alimentati con altro carburante alternativo, in particolare metano (anno 1999). Nel 2005 progetto pilota gestione mobilità aziendale: sono state acquistate 21 auto ibride (benzina/ elettriche) e circa 200 biciclette per lo spostamento casa-lavoro dei dipendenti.

19 Esempi italiani del GPP Comune di Ferrara Nel 2009 due riconoscimenti In aprile: menzione speciale della Commissione aggiudicatrice del premio Consip per l impegno svolto dal comune fin dal 1994 In ottobre: Premio Compraverde 2009 per la Migliore politica di Green public procurement (Gpp) realizzata

20 Esempi italiani del GPP Comune di Reggio Emilia Progetto "REGGIO ACQUISTA VERDE (2004) Scopo:introdurre criteri volti alla riduzione degli impatti ambientali nelle politiche di acquisto di beni e servizi, incrementando a livello locale l utilizzo di prodotti più ecocompatibili e la loro promozione sul mercato. Sperimentazione GPP su: pulizia e ristorazione arredi tessile

21 Esempi italiani del GPP Comune di Reggio Emilia In Comune come a casa tua raccolta di consigli utili per adottare comportamenti sostenibili in ufficio perché dal progetto "Reggio Acquista Verde", sono emersi alcuni aspetti non collegati direttamente all acquisto di prodotti a basso impatto, ma al corretto utilizzo da parte degli utenti. Linee Guida locali di GPP.

22 Esempi italiani del GPP Comune di Reggio Emilia Il progetto non si è concluso nel 2006 ma prosegue altri acquisti verdi effettuati: Carta Noleggio fotocopiatori Auto ibrida Arredi scolastici Nel 2009 attivato monitoraggio degli acquisti

23 Esempi italiani del GPP Provincia di Bergamo: il manuale ( ) Istruzioni operative Inserire sempre nell oggetto che si tratta di un bando verde Inserire criteri ambientali nelle specifiche tecniche Selezionare i candidati sulla base delle capacità dimostrabili anche con certificazioni tecniche Modalità di aggiudicazione suggerita: offerta economicamente più vantaggiosa Modalità di esecuzione: piuttosto che attribuire un punteggio inserire clausole contrattuali riferite alla protezione dell ambiente.

24 Esempi italiani del GPP Provincia di Bergamo Individuati i settori dove applicare il GPP Attivato uno specifico confronto con i rappresentanti dei settori individuati settore gestione viabilità, bilancio ed economato, affari generali Reperiti e analizzati i bandi abitualmente pubblicati dai settori Fornite indicazioni dei possibili interventi per redigere bandi verdi (es. inserimento di specifiche tecniche di prodotti a minor impatto ambientale) Pubblicati bandi verdi e effettuati acquisti tramite convenzioni Consip verdi

25 Esempi italiani del GPP Provincia di Bergamo Settore gestione viabilità: servizio manutenzione Settore bilancio: servizio bilancio ed economato Settore affari generali: servizi informativi Con ognuno dei referenti dei vari servizi sono stati analizzati più bandi Viabilità: bando manutenzione straordinaria Economato: bando acquisto carta Servizi informativi: bando acquisto hardware.

26 Esempi italiani del GPP Provincia di Bergamo All interno Pubblicazione guida Le buone pratiche verdi distribuito a tutti i dipendenti dell Ente Costituzione di un gruppo interno tra i settori Ambiente, Economato e Servizi informativi All esterno Organizzazione seminari di accompagnamento e confronto fra gli Enti locali del territorio (marzo 2006 e dicembre 2007) Bando finanziamento per iniziative di prevenzione della produzione dei rifiuti, incentivazione delle raccolte selettive di rifiuti e implementazione GPP (ottobre 2006). Istituzione di un gruppo di lavoro di Agenda 21 con lo scopo di accompagnare anche i Comuni di piccole dimensioni verso un percorso di GPP e di ricercare nuove strade per la riduzione della produzione di rifiuti.

27 Esempi italiani del GPP Provincia di Cremona Progetto GPPnet assegna alla Provincia di Cremona il ruolo di attivatore di una politica avanzata di sostenibilità ambientale e coinvolge direttamente tredici Comuni del territorio provinciale

28 Esempi italiani del GPP Provincia di Cremona Progetto GPPnet Scopo principale del progetto è la diffusione di acquisti pubblici verdi (GPP) mediante la costituzione di una rete di amministrazioni pubbliche che sperimentano il GPP creare competenze necessarie per modificare i bandi di gara in modo da incrementare gli acquisti di prodotti e servizi ad impatto ambientale ridotto.

29 Esempi italiani del GPP Provincia di Cremona Progetto GPPnet strumenti: Due Check-list di indagine e di dettaglio Costruzione della gerarchia degli impatti ambientali delle diverse attività per individuare il campo di applicazione del GPP Valutazione dei bandi emanati ultimi 2 anni Manuale GPP e GPP-Infonet

30 Esempi italiani del GPP Provincia di Cremona Manuale GPP consente di: individuare immediatamente le istruzioni operative necessarie ad includere i criteri ecologici (ovvero i requisiti GPP) nelle procedure d acquisto dei prodotti/servizi; mettere gli acquisti verdi in relazione agli obiettivi di politica ambientale, così da rendere immediata l integrazione del GPP con gli altri strumenti di politica ambientale adottati (es. Agenda 21 Locale, EMAS); condurre un autovalutazione della propria situazione in materia di GPP.

31 Esempi italiani del GPP Provincia di Cremona GPPinfoNET The Green Public Procurement Information Network La Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell ambito del programma Life ( ) con lo scopo di creare reti regionali per il GPP.

32 Implementare il GPP PROCESSO DI ACQUISTO VARIABILI FATTORI CHIAVE PER IL GPP ' 0 2! " #$ $% #$ " $% & #$( $% 3 #$4 $% 7 * " #$ % 9 3) #$ $% ; #$3) $% & () * +, * $:$! : ) ) # %. /. ) 6) 8 ) *) "! "

33 GPP: istruzioni operative Inserire sempre nell oggetto che si tratta di un bando verde Si suggerisce di segnalare non tanto le caratteristiche che il prodotto/servizio deve avere quanto le prestazioni e l effetto auspicato che dovrebbe produrre. Le caratteristiche ambientali possono riguardare: per gli appalti di lavori sia la fase di progettazione sia quella di esecuzione; per gli appalti di servizi le modalità di esecuzione; per gli appalti di forniture il bene stesso oggetto della fornitura. L indicazione chiara dei criteri ecologici nel titolo dell oggetto oltre a rendere più immediata la richiesta fa intuire che le prestazioni ambientali hanno una valenza rilevante nell esecuzione del contratto.

34 GPP: istruzioni operative Inserire criteri ambientali nelle specifiche tecniche I criteri ambientali per ogni specifica tecnica possono riguardare: Materiali da utilizzare L ente può imporre l utilizzo di determinati materiali nella fase di produzione o può specificare che i materiali o le sostanze chimiche non devono essere dannose per l'ambiente. Può anche essere richiesta una percentuale minima di materiale riciclato o riutilizzato. Procedimento di produzione E ammesso considerare i criteri ambientali relativi al procedimento di produzione. Infatti, un prodotto può differire da altri apparentemente identici perché per produrlo è stato impiegato un procedimento a basso impatto ambientale. Criteri connessi ai marchi ecologici Si può far riferimento a marchi ecologici, o specificare che essi vengono ritenuti conformi alle prescrizioni tecniche del capitolato. Non è possibile però che il marchio ecologico sia l unico riferimento nella definizione delle specifiche tecniche perché non è consentito richiedere, ai partecipanti, la registrazione obbligatoria a sistemi di ecoetichettatura.

35 GPP: istruzioni operative Selezionare i candidati sulla base delle capacità tecniche dimostrabili anche con certificazioni Capacità tecnica Richiedere la disponibilità di strumenti, attrezzature, apparecchiature tecniche per garantire la protezione ambientale o per affrontare in modo adeguato gli aspetti ambientali dell appalto; Richiedere tecnici o organi tecnici disponibili per affrontare le questioni ambientali relative all appalto. Richiedere documentazione che attesti i contratti eseguiti. Adesione ad un sistema di gestione ambientale (EMAS o ISO 14000) purché questo abbia delle ricadute sulla qualità della fornitura o sulla capacità tecnica di un impresa di realizzare un appalto con criteri ecologici.

36 GPP: istruzioni operative Modalità di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa La considerazione, oltre al prezzo, dei criteri ambientali fa si che si considerino tutti i costi sostenuti nel corso dell intera esistenza di un prodotto, che incidono inevitabilmente sul costo complessivo (di gestione e non solo di acquisto), ovvero: costi di gestione acqua, energia, altre risorse utilizzate costi di manutenzione, di riciclaggio e smaltimento del prodotto. I criteri ambientali possono essere contemplati in sede di aggiudicazione purché: 1. siano collegati all oggetto dell appalto; 2. non limitino la libertà di scelta dell ente aggiudicatario; 3. siano espressamente citati nell'avviso di gara e nei documenti relativi al bando di gara; 4. siano conformi ai principi fondamentali del diritto comunitario.

37 GPP: istruzioni operative Modalità di esecuzione: piuttosto che attribuire un punteggio inserire clausole contrattuali riferite alla protezione dell ambiente richiesta di consegnare il prodotto in quantità appropriata (trasporto più efficiente) richiesta che le merci siano consegnate al di fuori degli orari di punta del traffico richiesta che il fornitore consegni i prodotti in contenitori riutilizzabili; richiesta che il fornitore ritiri in funzione del riciclo o riutilizzo qualsiasi imballaggio che accompagni il prodotto richiesta che il fornitore ritiri in funzione del riciclo o riutilizzo i prodotti usati o dei rifiuti generati durante o dopo il consumo del prodotto; richiesta che il trasporto e la consegna dei prodotti chimici avvenga in forma concentrata e solo successivamente vengano diluiti sul luogo di impiego; richiesta, per appalti di lavori di notevoli dimensioni, che il trasporto delle merci avvenga su ferrovia o attraverso un servizio di vie navigabili.

38 GPP: link utili

39 Buone pratiche - link utili - Mi fa male...l'ufficio buone pratiche verdi - Il nostro ufficio è sostenibile? - Guida all ufficio ecologico

40 GPP: contatti

Contributo del Dr. Giuseppe Torelli

Contributo del Dr. Giuseppe Torelli Riferimenti normativi in essere sugli acquisti Verdi pubblici. Contributo del Dr. Giuseppe Torelli D.Lgs 22/97: il 40% del totale dei consumi di carta riciclata D.M. 27.03.98: il 50% di veicoli a carburanti

Dettagli

GPP (Green Public Procurement)

GPP (Green Public Procurement) GPP (Green Public Procurement) INDICE DEFINIZIONE OBIETTIVI CRONOLOGIA EUROPA CRONOLOGIA ITALIA NORMATIVA EUROPEA NORMATIVA NAZIONALE CRITERI AMBIENTALI MINIMI CARTA ARREDI PER UFFICIO, ARREDO URBANO,

Dettagli

Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Verde

Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Verde Linee guida per l ottenimento del Marchio La Sardegna Compra Giugno 203 . Cos è il Marchio Il Marchio La Sardegna Compra, concesso dal Servizio SAVI (Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti e Sistemi

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena

Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena Acquisti verdi tra consapevolezza dei consumi, sostegno alle produzioni e corretta informazione Ravenna 30/9/2011 Il Piano di Azione sul GPP della Provincia di Modena Dott. Zacchi Giovanna Ufficio Sviluppo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI

CORSO DI FORMAZIONE GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI CORSO DI FORMAZIONE GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI Pontedera 2007 INIZIAMO CON UN CONCETTO CARDINE: IL CICLO DI VITA DEL PRODOTTO INPUT Materiali Energia Acqua PRODUZIONE / ESTRAZIONE MATERIE PRIME REALIZZAZIONE

Dettagli

I Progetti di Responsabilità Sociale d Impresa della Provincia di Modena

I Progetti di Responsabilità Sociale d Impresa della Provincia di Modena Milano, 24 settembre 2008 I Progetti di Responsabilità Sociale d Impresa della Provincia di Modena Anna Bernardi, U.O. Industria, Artigianato e Servizi Elisa Rossi, U.O. Sviluppo Sostenibile e Agenda 21

Dettagli

CONCORSO PER PARTECIPARE GRATUITAMENTE AL FORUM

CONCORSO PER PARTECIPARE GRATUITAMENTE AL FORUM CONCORSO PER PARTECIPARE GRATUITAMENTE AL FORUM Il presente concorso offre a 30 imprese l opportunità di partecipare gratuitamente al Forum CompraVerde BuyGreen di Milano ed è rivolto a tutte le micro,

Dettagli

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future Roma - 25 novembre 2014 ing. Gianluca Cocco Direttore Servizio Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti

Dettagli

Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna. Bologna, 30 Aprile 2015. Ortensina Guidi Intercent-ER

Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna. Bologna, 30 Aprile 2015. Ortensina Guidi Intercent-ER Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna Bologna, 30 Aprile 2015 Ortensina Guidi Intercent-ER 1 Intercent-ER: ruolo e obiettivi L Agenzia Intercent-ER è la centrale di committenza delle Pubbliche

Dettagli

Politica regionale di promozione della sostenibilità ambientale

Politica regionale di promozione della sostenibilità ambientale Politica regionale di promozione della sostenibilità ambientale attraverso gli acquisti pubblici Luisa Mulas Servizio Sostenibilità Ambientale, Assessorato della Difesa dell Ambiente, Regione Sardegna

Dettagli

La politica della Regione Sardegna per la sostenibilità ambientale e il Piano Regionale per gli Acquisti Pubblici Ecologici.

La politica della Regione Sardegna per la sostenibilità ambientale e il Piano Regionale per gli Acquisti Pubblici Ecologici. La politica della Regione Sardegna per la sostenibilità ambientale e il Piano Regionale per gli Acquisti Pubblici Ecologici. Franca Leuzzi Direttore Servizio Sostenibilità ambientale, valutazione impatti

Dettagli

Il Piano d Azione Nazionale per il GPP

Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Aalborg Commitments e Turismo Sostenibile: idee progetti iniziative delle destinazioni turistiche italiane Venerdì 6 giugno 2008 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Direzione Salvaguardia Ambientale

Dettagli

CARTA DEGLI IMPEGNI PER LA PROMOZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT TRA GLI ENTI LOCALI LOMBARDI CHE HANNO ADERITO AL PROGETTO A scuola di GPP

CARTA DEGLI IMPEGNI PER LA PROMOZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT TRA GLI ENTI LOCALI LOMBARDI CHE HANNO ADERITO AL PROGETTO A scuola di GPP CARTA DEGLI IMPEGNI PER LA PROMOZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT TRA GLI ENTI LOCALI LOMBARDI CHE HANNO ADERITO AL PROGETTO A scuola di GPP PREMESSO CHE: L art. 6 della versione consolidata del Trattato

Dettagli

CRITERI AMBIENTALI MINIMI PER L ACQUISTO DI CARTA IN RISME

CRITERI AMBIENTALI MINIMI PER L ACQUISTO DI CARTA IN RISME Direzione Salvaguardia Ambientale CRITERI AMBIENTALI MINIMI PER L ACQUISTO DI CARTA IN RISME Indice 1 PREMESSA... 2 2 OGGETTO DEL DOCUMENTO... 2 3 INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE RELATIVE ALL APPALTO...

Dettagli

Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare 1 ACQUISTI VERDI TRA PRODUZIONE E CONSUMO

Riccardo Rifici - Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare 1 ACQUISTI VERDI TRA PRODUZIONE E CONSUMO 1 ACQUISTI VERDI TRA PRODUZIONE E CONSUMO SOSTENIBILI Le potenzialità del GPP 2 favorisce la diffusione di modelli di consumo e di acquisto sostenibili favorisce la razionalizzazione della spesa pubblica,

Dettagli

Piano per gli Acquisti Pubblici Ecologici in Regione Sardegna PAPERS 2009-2013

Piano per gli Acquisti Pubblici Ecologici in Regione Sardegna PAPERS 2009-2013 Piano per gli Acquisti Pubblici Ecologici in Regione Sardegna PAPERS 2009-2013 Allegato alla deliberazione della Giunta regionale n. 37/16 del 30.7.2009 INDICE INTRODUZIONE...3 1. Il GPP: definizione e

Dettagli

GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI: TEORIE E BUONE PRATICHE A CONFRONTO

GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI: TEORIE E BUONE PRATICHE A CONFRONTO GLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI: TEORIE E BUONE PRATICHE A CONFRONTO Esempi di bandi per acquisti verdi pubblici con criteri energetici: il caso del Comune di Ferrara WORKSHOP Gli acquisti verdi delle pubbliche

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DEL PREMIO La Sardegna verso la green economy

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DEL PREMIO La Sardegna verso la green economy ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE Direzione Generale dell Ambiente Servizio della Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti e Sistemi Informativi (SAVI) AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DEL

Dettagli

Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente. Roberta Burzigotti. Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde

Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente. Roberta Burzigotti. Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde Provincia di Perugia Assessorato all Ambiente Roberta Dirigente di Staff Certificazione Ambientale Provincia verde PROGETTO GREEN PUBLIC PROCUREMENT E CONSUMO RESPONSABILE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA WORKSHOP

Dettagli

La certificazione Remade in Italy di prodotti derivanti da riciclo e riuso. Progetto Lowaste Ferrara, 23 maggio 2013

La certificazione Remade in Italy di prodotti derivanti da riciclo e riuso. Progetto Lowaste Ferrara, 23 maggio 2013 La certificazione Remade in Italy di prodotti derivanti da riciclo e riuso Progetto Lowaste Ferrara, 23 maggio 2013 Struttura del Seminario Certificazioni ambientali: tipologie e caratteristiche Il Progetto

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 ECO-INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ AMBIENTALE... 3 L APPROCCIO PRO-ATTIVO DELL

Dettagli

L USO STRATEGICO DEGLI APPALTI

L USO STRATEGICO DEGLI APPALTI L USO STRATEGICO DEGLI APPALTI PUBBLICI PER UN ECONOMIA SOSTENIBILE 1 LE INDICAZIONI EUROPEE PER UNA ECONOMIA SOSTENIBILE Il piano d'azione "Produzione e consumo sostenibili" e "Politica industriale sostenibile

Dettagli

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ACQUISTI VERDI L Agenzia nello svolgimento delle proprie attività istituzionali concorre

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

L esperienza di ARPAT nella strategia degli acquisti pubblici sostenibili

L esperienza di ARPAT nella strategia degli acquisti pubblici sostenibili Acquisti verdi nella scuola secondaria superiore per una strategia eco sostenibile Firenze, 8 marzo 2011 L esperienza di ARPAT nella strategia degli acquisti pubblici sostenibili Simone Ricotta ARPAT La

Dettagli

PIANO D AZIONE PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT DELLA PROVINCIA DI CAGLIARI. approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n

PIANO D AZIONE PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT DELLA PROVINCIA DI CAGLIARI. approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n PIANO D AZIONE PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT DELLA PROVINCIA DI CAGLIARI approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n del Provincia di Cagliari Provincia de Casteddu Assessorato alle Politiche

Dettagli

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future MILANO EXPO - 11 LUGLIO 2015 ing. Gianluca Cocco Direttore Servizio Sostenibilità Ambientale e Sistemi Informativi

Dettagli

Acquisti verdi e Contabilità ambientale

Acquisti verdi e Contabilità ambientale e progettare insieme il nostro futuro Un progetto comune per migliorare il nostro ambiente Agenda 21 Locale Acquisti verdi e Contabilità ambientale Sabato 27 maggio 2006 Lodi Simona Malattia Assessore

Dettagli

GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT

GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT GREEN PUBLIC PROCUREMENT Il Green Public Procurement (GPP) o Acquisti Verdi è una modalità di acquisto, da parte delle pubbliche amministrazioni locali e nazionali,

Dettagli

ANALISI DEGLI ACQUISTI E RICOGNIZIONE DELLO STATO DELL ARTE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT (GPP) NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

ANALISI DEGLI ACQUISTI E RICOGNIZIONE DELLO STATO DELL ARTE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT (GPP) NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Servizio Appalti e Contenzioso U.O. APPALTI, CONTRATTI E PROVVEDITORATO ANALISI DEGLI ACQUISTI E RICOGNIZIONE DELLO STATO DELL ARTE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT (GPP) NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA La

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NEL TERRITORIO COMUNALE

LINEE GUIDA PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NEL TERRITORIO COMUNALE l\ COMUNE DI PISA LINEE GUIDA PER IL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NEL TERRITORIO COMUNALE A cura di: Indice Pagine Premessa 3 1. Perché puntare sul GPP 5 2. Il quadro politico 7 3. Il quadro normativo 10 4.

Dettagli

IL PROGETTO ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI della Provincia di Torino. Valeria Veglia - Provincia di Torino

IL PROGETTO ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI della Provincia di Torino. Valeria Veglia - Provincia di Torino IL PROGETTO ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI della Provincia di Torino Valeria Veglia - Provincia di Torino IV Forum Interregionale sul compostaggio 5 marzo 2008 1 PERCHE IL GPP IN GENERALE PERCHE Il settore

Dettagli

Il Green Public Procurement in Puglia: l esempio dei comuni di Terlizzi e di Mola di Bari

Il Green Public Procurement in Puglia: l esempio dei comuni di Terlizzi e di Mola di Bari Il Green Public Procurement in Puglia: l esempio dei comuni di Terlizzi e di Mola di Bari Antonella Lomoro alomoro@eco-logicasrl.it, Patrizia Milano, Massimo Guido, Claudia Attanasio ECO-logica S.r.l.

Dettagli

La rete delle stazioni Sperimentali e dei laboratori accreditati: il ruolo e la credibilità

La rete delle stazioni Sperimentali e dei laboratori accreditati: il ruolo e la credibilità La certezza della verde qualità: la verifica dei criteri ambientali negli acquisti verdi La rete delle stazioni Sperimentali e dei laboratori accreditati: il ruolo e la credibilità Claudio Bozzi www.sperimentalecarta.it

Dettagli

La normativa sugli appalti pubblici e i criteri ambientali Bologna, 30 Aprile 2015. Lorenza Bitelli Ervet S.p.a.

La normativa sugli appalti pubblici e i criteri ambientali Bologna, 30 Aprile 2015. Lorenza Bitelli Ervet S.p.a. La normativa sugli appalti pubblici e i criteri ambientali Bologna, 30 Aprile 2015 Lorenza Bitelli Ervet S.p.a. 1 L'integrazione dei criteri ambientali negli appalti pubblici nei documenti «storici» A

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

EU: Politica Integrata di Prodotto (IPP) IPP

EU: Politica Integrata di Prodotto (IPP) IPP EU: Politica Integrata di Prodotto (IPP) Etichettatura energetica Etichettatura vetture GPP Ecolabel IPP EMAS LCA, ECODESIGN Dichiarazioni di prodotto (es. EPD) Normativa (es. Reach, Rifiuti) Relazione

Dettagli

Una ricerca sui processi di acquisti sostenibili negli Enti Locali dell Emilia-Romagna EMILIA-ROMAGNA VALORIZZAZIONE ECONOMICA TERRITORIO

Una ricerca sui processi di acquisti sostenibili negli Enti Locali dell Emilia-Romagna EMILIA-ROMAGNA VALORIZZAZIONE ECONOMICA TERRITORIO Una ricerca sui processi di acquisti sostenibili negli Enti Locali dell Emilia-Romagna EMILIA-ROMAGNA VALORIZZAZIONE ECONOMICA TERRITORIO Il presente lavoro è stato realizzato nell ambito delle attività

Dettagli

Indagine GPP 2010 STATO D ATTUAZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NELLE REGIONI, NELLE PROVINCE E NEI COMUNI ITALIANI

Indagine GPP 2010 STATO D ATTUAZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NELLE REGIONI, NELLE PROVINCE E NEI COMUNI ITALIANI Indagine GPP 2010 STATO D ATTUAZIONE DEL GREEN PUBLIC PROCUREMENT NELLE REGIONI, NELLE PROVINCE E NEI COMUNI ITALIANI Ecosistemi ha svolto un indagine in riferimento all attuazione del Green Public Procurement

Dettagli

CAT Centrale di Acquisto Territoriale Regione Autonoma della Sardegna. Sassari, 14 Novembre 2012

CAT Centrale di Acquisto Territoriale Regione Autonoma della Sardegna. Sassari, 14 Novembre 2012 CAT Centrale di Acquisto Territoriale Regione Autonoma della Sardegna Sassari, 14 Novembre 2012 Introduzione CAT - Quadro normativo di riferimento Legge Regionale2 29.05.2007 Art. 9Razionalizzazione degli

Dettagli

Gli acquisti verdi nella

Gli acquisti verdi nella Green Public Procurement Gli acquisti verdi nella pubblica amministrazione italiana 1 Il Green Public Procurement (GPP) è uno degli strumenti principali che la Pubblica Amministrazione (PA) ha a disposizione

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA)

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE Generale Elementi di analisi matematica e geometria analitica Elementi di fisica Elementi

Dettagli

Torino, 11 marzo 2015. Andrea Camarlinghi, Veronica Bazzano Corintea soc. coop.

Torino, 11 marzo 2015. Andrea Camarlinghi, Veronica Bazzano Corintea soc. coop. Il coinvolgimento delle organizzazioni (amministrazioni e imprese) nelle politiche di prevenzione: la promozione del Green Public Procurement e la creazione di una rete di imprese amiche della riduzione

Dettagli

La Centrale Regionale Acquisti per la razionalizzazione degli acquisti e il GPP

La Centrale Regionale Acquisti per la razionalizzazione degli acquisti e il GPP La per la razionalizzazione degli acquisti e il GPP Relatore: Direttore, Dott. Andrea Martino Milano, 7 ottobre 2008 L approccio di Regione Lombardia al procurement Centrale regionale acquisti 1 CENTRALE

Dettagli

IMPRESE E SVILUPPO SOSTENIBILE:QUALE RUOLO PER LE AUTONOMIE LOCALI?

IMPRESE E SVILUPPO SOSTENIBILE:QUALE RUOLO PER LE AUTONOMIE LOCALI? COMUNE DI REGGIO EMILIA Assessorato Ambiente e Città Sostenibile Assessorato gli Affari Istituzionali Assessorato Decentramento e Partecipazione IMPRESE E SVILUPPO SOSTENIBILE:QUALE RUOLO PER LE AUTONOMIE

Dettagli

Forum Internazionale degli Acquisti Verdi Milano, Palazzo delle Stelline 30/31 ottobre 2013 VII edizione

Forum Internazionale degli Acquisti Verdi Milano, Palazzo delle Stelline 30/31 ottobre 2013 VII edizione Forum Internazionale degli Acquisti Verdi Milano, Palazzo delle Stelline 30/31 ottobre 2013 VII edizione SEMINARI E APPROFONDIMENTI A CURA DEL GDL ACQUISTI VERDI con il contributo di: Alcuni dati 25.000.000

Dettagli

2 incontro Gruppo di lavoro GP ENTI PUBBLICI E IMPRESE. 29 ottobre 2003. Partecipanti. Nome Cognome In rappresentanza di E mail Telefono

2 incontro Gruppo di lavoro GP ENTI PUBBLICI E IMPRESE. 29 ottobre 2003. Partecipanti. Nome Cognome In rappresentanza di E mail Telefono 2 incontro Gruppo di lavoro GP ENTI PUBBLICI E IMPRESE 29 ottobre 2003 Partecipanti Nome Cognome In rappresentanza di E mail Telefono Enzo Fazi Provincia Pesaro Urbino e.fazi@provincia.ps.it 0721.359332

Dettagli

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione PROCEDURE E OPPORTUNITA' DEL COMPRARE VERDE SALA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE - PIAZZA ITALIA 11, PERUGIA 24 FEBBRAIO 2009 Public Procurement boosts Energy Efficiency Gli Acquisti Verdi promuovono l Efficienza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

INTERCENT-ER Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici

INTERCENT-ER Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici INTERCENT-ER Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici STRUMENTI TELEMATICI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI DI BENI E SERVIZI Cremona 11 maggio 2007 1 L AGENZIA INTERCENT-ER

Dettagli

APPALTI PUBBLICI E CRITERI ECOLOGICI

APPALTI PUBBLICI E CRITERI ECOLOGICI Provincia di Cremona Settore Ambiente GPPnet Green Public Procurement Network La rete degli acquisti pubblici verdi APPALTI PUBBLICI E CRITERI ECOLOGICI GPPnet Green Public Procurement Network La rete

Dettagli

L impegno di Consip per lo Sviluppo Sostenibile e l efficienza energetica

L impegno di Consip per lo Sviluppo Sostenibile e l efficienza energetica L impegno di Consip per lo Sviluppo Sostenibile e l efficienza energetica Roma 09/05/2011 Il D.LGS 163/2006 Art. 2: Principi 1. L affidamento e l esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture,

Dettagli

I RISULTATI DELLA RETE PROVINCIALE PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI

I RISULTATI DELLA RETE PROVINCIALE PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI I RISULTATI DELLA RETE PROVINCIALE PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI Valeria Veglia - Provincia di Torino Produrre e consumare sostenibile L Ecolabel europeo e gli Appalti Verdi in Piemonte

Dettagli

COMPRARE SENZA SPENDERE L AMBIENTE

COMPRARE SENZA SPENDERE L AMBIENTE PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI TRA Provincia di Torino, Arpa Piemonte, Comuni di Cesana To.se, Chieri, Collegno, Grugliasco, Poirino, Torino, Comunità Montana Bassa

Dettagli

GLI ENTI PUBBLICI COME ESEMPIO

GLI ENTI PUBBLICI COME ESEMPIO GLI ENTI PUBBLICI COME ESEMPIO GUIDA AI COMPORTAMENTI VIRTUOSI, A BASSO IMPATTO AMBIENTALE ALCUNE ESPERIENZE E BUONE PRATICHE A cura di Luca Baglivo, Valeria Ratti (CREDA Onlus) PREMESSA... 3 GREEN PUBLIC

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro

Dettagli

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (OVVERO PIANO NAZIONALE D AZIONE SUL

Dettagli

SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015

SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015 SERVIZIO PULIZIA LOCALI CRITERI AMBIENTALI ED ENERGETICI V01 MAGGIO 2015 PREMESSA Guida alla lettura del documento: I criteri ambientali di seguito suggeriti sono estratti dal DM 24 maggio 2012 (G.U. n.

Dettagli

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes Comune di Ferrara Progetto PRO-EE Work Package 3 Joint Procurement Schemes Sintesi delle principali tipologie di joint procurement e delle possibili forme di finanziamento Cremona, 10 ottobre 2008 Forum

Dettagli

AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI

AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI Il modello lombardo per l ottimizzazione degli acquisti nella Pubblica Amministrazione Milano, gennaio 2014 I N D I C E C O N T E S T O D I R I F E R I M E N T O C E

Dettagli

GREEN PUBLIC PROCUREMENT E POLITICHE INTEGRATE DI PRODOTTO

GREEN PUBLIC PROCUREMENT E POLITICHE INTEGRATE DI PRODOTTO GREEN PUBLIC PROCUREMENT E POLITICHE INTEGRATE DI PRODOTTO 15 aprile 2004 - Environment Park Torino POLITICHE INTEGRATE DI PRODOTTO un approccio per ridurre l'impatto ambientale dei prodotti nell'arco

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI. PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici. Monitoraggio 2010 1

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DEGLI ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI. PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici. Monitoraggio 2010 1 PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici Monitoraggio 2010 1 La Commissione Europea richiede agli enti pubblici di raggiungere entro la fine del 2010 la quota del 50% di appalti verdi 2. Per misurare

Dettagli

alcune indicazioni su acquisti sostenibili per gli enti pubblici

alcune indicazioni su acquisti sostenibili per gli enti pubblici alcune indicazioni su acquisti sostenibili per gli enti pubblici Anna Ulian 3 dicembre 2003 cosa sono gli aquisti verdi Green Public Procurement si intende l introduzione di criteri ambientali (minimi

Dettagli

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2 GREEN IT Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008 GREEN IT rel 1.2 1 INDICE Visione di insieme I diversi aspetti del GREEN IT Cosa dicono gli IT Manager 7 buoni motivi per

Dettagli

COMUNE DI FERRARA GPP TRA DIFFICOLTA E BENEFICI OTTENUTI

COMUNE DI FERRARA GPP TRA DIFFICOLTA E BENEFICI OTTENUTI Acquisti verdi Acquisti tra consapevolezza verdi tra consapevolezza dei consumi, dei sostegno consumi, alle sostegno produzioni alle produzioni e corretta informazione E corretta informazione - RAVENNA

Dettagli

IL PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici UNO STRUMENTO AL SERVIZIO DEL TERRITORIO METROPOLITANO. VALERIA VEGLIA Città metropolitana di Torino

IL PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici UNO STRUMENTO AL SERVIZIO DEL TERRITORIO METROPOLITANO. VALERIA VEGLIA Città metropolitana di Torino IL PROGETTO A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici UNO STRUMENTO AL SERVIZIO DEL TERRITORIO METROPOLITANO VALERIA VEGLIA Città metropolitana di Torino Approvvigionamenti pubblici PERCHE IL GPP IL CONTESTO

Dettagli

Progetto A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici

Progetto A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici Progetto A.P.E. Acquisti Pubblici Ecologici Progetto inserito nel Programma Provinciale Interventi A mbientali, cofinanziato dalla Regione Piemonte - Assessorato all Ambiente Progetto A.P.E. Acquisti Pubblici

Dettagli

Consip Public. Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese

Consip Public. Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese Consip Public Il Mercato Elettronico della PA: un obbligo per le Amministrazioni, un opportunità per le Imprese il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Nel 2000 il Ministero dell

Dettagli

espressione pareri / relazioni tecniche vigilanza processi primari analisi e monitoraggio Quale ruolo nel contesto degli strumenti volontari?

espressione pareri / relazioni tecniche vigilanza processi primari analisi e monitoraggio Quale ruolo nel contesto degli strumenti volontari? Agenzia per l Ambientel espressione pareri / relazioni tecniche processi primari vigilanza analisi e monitoraggio Quale ruolo nel contesto degli strumenti volontari? Cosa dice la L.R. 44/95 s.m.i.?.? L'ARPA.in

Dettagli

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano RISORSAMBIENTE Green Globe Banking Conference Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano La Banca delle Comunità Locali Costituita nel 1893, quale banca locale, la Cassa Rurale di Treviglio

Dettagli

Gli acquisti verdi a Reggio Emilia

Gli acquisti verdi a Reggio Emilia COMUNE DI REGGIO EMILIA Assessorato Ambiente e Città Sostenibile Assessorato gli Affari Istituzionali Assessorato Decentramento e Partecipazione Gli acquisti verdi a Reggio Emilia Cremona 9 ottobre 2008

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2013 PREMESSA

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2013 PREMESSA Allegato Relazione sull applicazione delle misure di cui alla Legge Finanziaria 2008, art. 2, commi 569-574 Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti e dal Ministro dell Economia

Dettagli

Report Ambientale 2010

Report Ambientale 2010 Report Ambientale 2010 Abbiamo molte più cose in comune con un albero che con un transistor. Fulco Pratesi Report ambientale 2 BILANCIO REPORT AMBIENTALE SOCIALE 2010 2010 ACADEMY COLLABORAZIONE CON IL

Dettagli

Quadro normativo per il Green Public Procurement: cose da fare e da non fare

Quadro normativo per il Green Public Procurement: cose da fare e da non fare Quadro normativo per il Green Public Procurement: cose da fare e da non fare Aure Adell ICLEI - Local Governments for Sustainability Bologna, 29 Novembre 2006 Quadro normativo Nuove Direttive: Direttiva

Dettagli

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi Pubblicato il: 2 luglio 2012 Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l'unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.qtimes.it Registrazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I s t i t u t o C o m p r e n s i v o A l t o V e r b a n o

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I s t i t u t o C o m p r e n s i v o A l t o V e r b a n o REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI E FORNITURE DI BENI E SERVIZI - Art. 330 DPR 207/2010 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 - NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 3 OBBLIGHI E FACOLTA

Dettagli

L Ecosportello GPP della Provincia del Medio Campidano Attività e risultati. 30/05/2014 Villacidro

L Ecosportello GPP della Provincia del Medio Campidano Attività e risultati. 30/05/2014 Villacidro L Ecosportello GPP della Provincia del Medio Campidano Attività e risultati 30/05/2014 Villacidro L apertura dell Ecosportello discende dall attuazione del Programma Operativo FESR 2007-2013 relativamente

Dettagli

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI Forum Internazionale degli Acquisti Verdi terza edizione - Fiera di Cremona, 8-10 ottobre 2009 www.forumcompraverde.it IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI

Dettagli

LA SPESA PUBBLICA E IL RUOLO DELLA CONSIP

LA SPESA PUBBLICA E IL RUOLO DELLA CONSIP LA SPESA PUBBLICA E IL RUOLO DELLA CONSIP Milano, 16 dicembre 2005 Rosario Calandruccio www.acquistinretepa.it La Consip e il Programma Consip è una S.p.A. totalmente partecipata e controllata dal Ministero

Dettagli

Guida agli acquisti sociali negli appalti pubblici. Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma

Guida agli acquisti sociali negli appalti pubblici. Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma Guida agli acquisti sociali negli appalti pubblici Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma La presente Guida rientra tra le iniziative dell Osservatorio sul settore non profit.

Dettagli

Slides sulle opportunità per le imprese tratte dal documento presentato del dott. Angelo Paris, Direttore del Settore Pianificazione, Acquisti e

Slides sulle opportunità per le imprese tratte dal documento presentato del dott. Angelo Paris, Direttore del Settore Pianificazione, Acquisti e Slides sulle opportunità per le imprese tratte dal documento presentato del dott. Angelo Paris, Direttore del Settore Pianificazione, Acquisti e Progetti di Expo 2015 S.p.A. alla riunione del Comitato

Dettagli

ACQUISTI VERDI. Inquadramento normativo e sintesi di alcune esperienze avviate a livello europeo

ACQUISTI VERDI. Inquadramento normativo e sintesi di alcune esperienze avviate a livello europeo SEZIONE DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA ACQUISTI VERDI Inquadramento normativo e sintesi di alcune esperienze avviate a livello europeo Marzo 2006 Premessa Il Green Public Procurement (GPP) - "acquisti

Dettagli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli DIRITTO COMUNITARIO Principi trattato - Direttive PRINCIPI GENERALI IL QUADRO

Dettagli

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi

Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi Esercizio delle funzioni di sorveglianza e controllo in materia di acquisto di beni e servizi (art. 26, comma 4, L. n. 488/99 Legge Finanziaria 2000 e successive modificazioni e integrazioni) RELAZIONE

Dettagli

Stato dell arte e considerazioni propositive sul GPP

Stato dell arte e considerazioni propositive sul GPP Stato dell arte e considerazioni propositive sul GPP PORDENONE 23.11.2006 Riccardo Rifici Ministero dell ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale Salvaguardia Ambientale Divisione

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 13 DEL 18.02.2015

DETERMINAZIONE N. 13 DEL 18.02.2015 Direzione Generale Servizio Affari Generali e Legali DETERMINAZIONE N. 13 DEL 18.02.2015 Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantasei utenze intestate all EFS. - Importo complessivo

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo, Baveno 23 Luglio 2013

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo, Baveno 23 Luglio 2013 Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo, Baveno 23 Luglio 2013 il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Nel 2000 il Ministero

Dettagli

Le prescrizioni ambientali sono in parte comuni a tutte le attività, in parte specifiche per i singoli prodotti che interessano le varie attività.

Le prescrizioni ambientali sono in parte comuni a tutte le attività, in parte specifiche per i singoli prodotti che interessano le varie attività. BANDO TIPO E CAPITOLATO TIPO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA RICETTIVITA NELLE STRUTTURE DEL PARCO XXX A BASSO IMPATTO AMBIENTALE. NOTA TECNICA Il Capitolato Tipo Speciale d Appalto

Dettagli

Comprare verde: la Carta. Una breve guida agli acquisti dei prodotti cartacei

Comprare verde: la Carta. Una breve guida agli acquisti dei prodotti cartacei Comprare verde: la Carta Una breve guida agli acquisti dei prodotti cartacei Febbraio 2005 Indice Comprare verde: la Carta Una breve guida agli acquisti dei prodotti cartacei 1. Gli acquisti verdi e la

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

La certificazione di sistema (ISO 14001 ed EMAS): quali garanzie sulle prestazioni ambientali dell azienda in gara per un appalto?

La certificazione di sistema (ISO 14001 ed EMAS): quali garanzie sulle prestazioni ambientali dell azienda in gara per un appalto? La certificazione di sistema (ISO 14001 ed EMAS): quali garanzie sulle prestazioni ambientali dell azienda in gara per un appalto? Fabio Iraldo e Francesco Testa Scuola Superiore Sant Anna di Pisa e CESISP

Dettagli

GESTIONE AMBIENTALE DEL TERRITORIO:

GESTIONE AMBIENTALE DEL TERRITORIO: Gli Enti Locali e le Associazioni Imprenditoriali possono avere un ruolo determinante, promovendo filiere di ecosostenibilità. Breve panoramica degli strumenti a disposizione delle istituzioni. GESTIONE

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento dell Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato Alle Amministrazioni centrali e periferiche

Dettagli

ACQUISTI VERDI? SI GRAZIE.MA QUANTO MI COSTANO?

ACQUISTI VERDI? SI GRAZIE.MA QUANTO MI COSTANO? GREEN PUBLIC PROCUREMENT ACQUISTI VERDI ACQUISTI VERDI? SI GRAZIE.MA QUANTO MI COSTANO? Bologna 21 gennaio 2009 VALERIA NARDO VALERIA NARDO 1 ANNO 1994 1995 1999 1999 2000 2001/2003 2004 2005 2006 2007

Dettagli

Approvvigionamento di beni e servizi

Approvvigionamento di beni e servizi Approvvigionamento di beni e servizi Sistemi e procedure di affidamento A cura dell Ufficio Risorse (ultimo aggiornato del 01/10/2012) Procedure di affidamento ordinarie soprasoglia e sottosoglia La soglia

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

e sol uzi on i acquisti pubblici verdi: ostacoli, strumenti e soluzioni LIBRO APERTO A cura del Gruppo di Lavoro Acquisti Verdi

e sol uzi on i acquisti pubblici verdi: ostacoli, strumenti e soluzioni LIBRO APERTO A cura del Gruppo di Lavoro Acquisti Verdi acquisti pubblici verdi: ostacoli, strumenti e soluzioni e sol uzi on i LIBRO APERTO A cura del Gruppo di Lavoro Acquisti Verdi Capitolo 1. Che cosa è il GPP 1.1 Cosa si intende per Green Public Procurement?

Dettagli