Gennaio Notiziario di informazione ai cittadini a cura dell Amministrazione Comunale di Belmonte Calabro (CS)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gennaio 2014. Notiziario di informazione ai cittadini a cura dell Amministrazione Comunale di Belmonte Calabro (CS)"

Transcript

1 Gennaio 2014 Notiziario di informazione ai cittadini a cura dell Amministrazione Comunale di Belmonte Calabro (CS)

2 Lettera del Sindaco Caro concittadino, nel rinnovare il ringraziamento della fiducia accordata, sento il dovere nei confronti di tutti i cittadini, di poterti informare sull operato amministrativo di questi due anni di gestione e su norme fiscali imposte dal Governo. Non nascondo l amarezza per le ristrettezze economiche imposte dai provvedimenti governativi che mettono a dura prova, gli amministratori dei comuni ed i cittadini tutti, in un periodo, forse, il più critico dal post dopo-guerra. Infatti l aumento della disoccupazione, la diminuzione del (PIL) prodotto interno lordo, la prespressione fiscale, la crescente necessità di garantire la ricchezza ambientale e l adeguamento alle norme della Comunità Europea, pesano sulle economie delle famiglie meno abbienti. Mi assumo responsabilità di commento nei confronti dei rappresentanti il Governo, di tutti gli schieramenti ideologici, per la mancanza di segnali di esempio e di pragmatica operosità nel risolvere problemi che attanagliano la nostra Italia. L opinione pubblica si aspetta: 1) La riduzione sensibile dei costi della politica ed il dimezzamento dei finanziamenti pubblici ai partiti con rendicontazione delle sole spese di informazione (il referendum che ha vinto continua essere disatteso); 2) Il dimezzamento del numero dei parlamentari e dei relativi stipendi; 3) La riduzione del costo del denaro (vedi elevato tasso interessi sui prestiti e anatocismo bancario); 4) Lotta all evasione fiscale e tassazione dei capitali portati all estero; 5) Eliminazione di Enti Superflui (Province Comunità Montane Enti Parchi Consorzi di bonifiche); 6) Seria riduzione di costi di operazioni militari (vedi decisioni sugli F-35 ecc.); 7) Seria programmazione per utilizzare i fondi della Comunità Europea (oggi si registra circa il 60% di quanto versiamo, in tutta Italia). 8) Rivedere l IMU (da eliminare per le prime abitazioni ed in base al reddito), rivedere sugli immobili realmente utilizzati, sulle seconde e/o più unità immobiliari di possidenti ad elevato reddito con verifiche scrupolose. 9) Evitare tassazioni di compenso all IMU ma ricorrere a risparmi tanto predicati e mai attuati. Pagina 2 Centro storico Lato Sud

3 Lettera del Sindaco Tuttavia bisogna avere il coraggio di agire, dire e fare, in prima persona, per correggere negligenze e migliorare la qualità di vita della società che siamo noi. Voglio formulare questo breve messaggio di informazione ed augurio per un futuro migliore, dicendo che sto dedicando quanto più possibile, con gli Amministratori tutti, tempo e modeste esperienze acquisite con onestà, per migliorare e promuovere sviluppo del nostro paese, di più non posso e non sono capace (tutti possiamo essere utili). Ringrazio le associazioni impegnate alla promozione del territorio comunale, alla Pro-loco, all Associazione del Volontariato Comunale, alle Forze dell Ordine ed al Parroco (impegnati alla serenità sociale), agli assessori e consiglieri tutti che hanno collaborato con operativa fermezza ed impegno (doti essenziali per svolgere compiti di etica amministrativa), ai dipendenti che dimostrano diligenza e solerzia, ai cittadini che concepiscono il Comune come una grande famiglia con le esigenze e priorità dei singoli componenti, senza trasgredire le leggi ed il vivere civile ma con grande senso di solidarietà. Mi scuso per eventuali sicuri contrattempi ma senza dimenticare gli impegni di programma nella priorità degli interventi e secondo possibilità dell Ente. Vi lascio al sommario delle azioni compiute ed alle informative di carattere generale, fiducioso che possiate considerare le difficoltà legate al difficile momento politico nazionale, esaminare errori, comprendere le necessità dei più bisognevoli e suggerire proposte di crescita democratica. Cordialità dall Amministrazione Comunale e dal Vostro umile Sindaco Ciccio BRUNO Pagina 3 Marina Lato Sud

4 Informazioni generali su Provvedimenti GOVERNATIVI che hanno ripercussioni dirette sui Comuni. 1) Il tributo relativo allo smaltimento rifiuti solidi urbani (spazzatura) ha subito un enorme cambiamento per essere diventato tassa TARES che prevede una percentuale del 0,30 euro/mq di tassazione governativa su tutte le superfici, anche se non sono assoggettate al servizio. 2) Le riduzioni dei trasferimenti Statali e la copertura totale dei costi dei servizi comportano ed obbligano i comuni a grandi sacrifici per gestire i servizi necessari ed indispensabili. 3) Gli standard delle piante organiche penalizzano fortemente i comuni con demografia decentrata in contrade per l elevato costo dei servizi. 4) I finanziamenti sono subordinati alla capacità del comune a disporre di quota parte percentuale (sono finiti i finanziamenti a totale carico di altri Enti). 5) Da far presente che tutte le procedure e i provvedimenti amministrativi, ivi comprese le riscossioni, restano assoggettate ai delegati di settore, al segretario comunale quale responsabile e super visore degli atti ed all On.le Procura della Corte dei Conti. 6) Tutti i ruoli relativi ai servizi idrico e RSU (rifiuti solidi urbani) sono stati comunicati fino all anno 2012, mentre la TARES è stata comunicata la rata di acconto ) I tributi non versati dai cittadini sono stati accertati e regolarmente notificati fino all anno ) L ammontare dei tributi non riscossi si aggira a circa ,00 euro (un milione trecentomila euro). 9) Le somme liquidate dal comune a soggetti creditori sono circa ,00 (settecentomila euro). 10)Il comune continua a registrare una situazione di cassa con prestito di circa ,00 (quattrocentonovantamila euro). Pagina 4 Marina Lato Nord

5 Conclusioni e deduzioni A) Comprendo le difficoltà di pochi a versare i tributi dovuti ma non l atteggiamento negligente di tanti che causano il ricorso a prestito pubblico o contestano per ritardare e sperare in sentenze di favore, pur restando assoggettati alle procedure coattive. B) Posso personalmente affermare che continuo a lavorare per non sperperare e risparmiare per rinsaldare lo stato economico del comune pur ricevendo critiche (anche legittime) ma Regastili sono misure indispensabili e dovute per la correttezza amministrativa. C) L altra misura necessaria può essere attuata solo dai cittadini con il versamento dei tributi non pagati, collaborando a non causare disservizi o sprechi che comportano spese (nell interesse sociale di tutti, solo così possiamo crescere e star meglio, solo così possiamo dare coraggio a futuri e corretti amministratori). Considerazioni Personali sulle necessità e responsabilità del Governo 1) Il Governo deve promuovere linee di programmi che diano esempio di risparmi, di produzione e di garanzie sociali per combattere la disoccupazione, migliorare la credibilità nazionale, assicurare stabilità e sviluppo economico. 2) Rivedere il sistema pensionistico al fine di favorire il pensionamento nelle varie categorie con l occupazione dei giovani. 3) Rivedere tutti gli stipendi e trattamenti di fine rapporto dei Dirigenti dello Stato ed Aziende a Partecipazione con stipendi definiti d oro superiori a centinaia di migliaia di euro, ma soprattutto quanti non hanno versato in rapporto alla retribuzione. 4) Rivedere tutti i provvedimenti che hanno ripercussioni dirette sui comuni e sui cittadini, in particolare quelli attesi dall opinione pubblica. 5) Urgente varo della Legge Elettorale con linee di indirizzo ai partiti per eliminare ogni presupposto di malaffare attraverso pessime scelte di candidature e garantire democrazia di scelta dei cittadini (anche nelle primarie ). 6) Revisione urgente del costo del denaro (anatocismo bancario) per l enorme percentuale imposta dalle banche sui prestiti che sono i più alti di tutti i paesi della Comunità Europea con controlli dello Stato, affinché non sia sempre lo Stato a sopperire alle negligenze bancarie per non dire altro. Pagina 5

6 Due anni di lavoro amministrativo Lavori completati o in fase di esecuzione: 1) Ripristino impianto di illuminazione (distrutto da Vandali) scalinata del Monumento a M. BIANCHI; 2) Realizzazione della strada interpoderale S. Barbara Campodimare; 3) Acquisto e recupero dei mulini situati lungo il decorso del Torrente Veri; 4) Realizzazione Rete Fognaria in località Piane e Petrone; 5) Realizzazione Rete Idrica Palombelli Spineto; 6) Realizzazione Rete Idrica Fontane Vecchie Oliveto Cafardo ; 7) Completamento locali seminterrati della struttura adibita a Mercato coperto; 8) Rifacimento Stazioni di Sollevamento rete fognaria Marina; 9) Realizzazione illuminazione Annunziata Soprana; 10) Rifacimento rete idrica c/o dal Serbatoio Annunziata Soprana con annessa rete di scarico; 11) Lavori di completamento dell area mercantile in località Marina; 12) Lavori di sistemazione del cimitero comunale; 13) Interventi di sostituzione di apparecchi illuminanti a basso consumo energetico in diverse aree del territorio comunale; 14) Lavori di ristrutturazione della Sede Comunale; 15) Chiesa Marina (appaltata da precedente Amm.ne); 16) Recupero dei mulini; 17) Lavori di dissesto idrogeologico (da prec.te Amm.ne); 18) Lavori di consolidamento via G. Ianni. Pagina 6

7 Lavori appaltati o in fase di appalto: 1) Intervento di valorizzazione e ripristino antico tracciato naturalistico la Via dei Mulini con area attrezzata di ,00 (Vedi articolo pag. 8); 2) Lavori di completamento opere di urbanizzazione nel territorio comunale di Belmonte Calabro di ,00; 3) Lavori di completamento della canalizzazione del vallone Cervella e relativa viabilità di ,00; 4) Lavori di ristrutturazione del campo di calcetto con struttura ricettiva annessa in località Cervella di ,00; 5) Lavori di Bonifica discarica sita in località S. Caterina di Belmonte Calabro di ,00; 6) Lavori di Bonifica discarica sita in località Manche di Belmonte Calabro di ,00; 7) Lavori di realizzazione isola ecologica ed interventi vari di ,00; 8) Intervento di salvaguardia della biodiversità orticola e cerealicola inerente il Pomodoro di Belmonte in via di estinzione ed il frumento duro Senatore Cappelli selezione locale in via di estinzione di ,00; 9) Lavori di adeguamento edificio scolastico istituto comprensivo in località Serra di ,00 (finanziamento gestito dal Dirigente Scolastico con il supporto dell Ufficio Tecnico Comunale); 10) Redazione di studi di microzonazione sismica nel rispetto delle norme emanate dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile di ,00. Pagina 7

8 Richiesta di finanziamento 1) Lavori di adeguamento sismico e strutturale centro di tutela ambientale con riqualificazione area castello e completamento ostello della gioventù nel comune di Belmonte Calabro di ,00; 2) Ristrutturazione e messa a norma dell impianto sportivo polivalente di calcetto, tennis, pallavolo e pallacanestro sito in località Cervella del comune di Belmonte Calabro di ,00; 3) Piano degli interventi per la riduzione del rischio erosione costiera sul litorale compreso tra S. Lucido e Belmonte Calabro dell importo complessivo per il comune di Belmonte Calabro di ,00; 4) Approvazione progetto di Primo imboschimento di superfici agricole di cui all Asse II Misura 221 del programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria di ,00; 5) Lavori di adeguamento sismico degli edifici scolastici adibiti alla scuole Primaria e dell Infanzia ubicate in località Ruccoli del comune di Belmonte Calabro di ,00; 6) Progettazione di isola ecologica per ingombranti e differenziata di ,00; 7) Richiesta di finanziamento per adeguamento edificio sede di Protezione Civile; 8) Progettazione (riproposta) per acquedotto Sipale Vecchie - Spineto ; 9) Richiesta relativa a finanziamenti sul consolidamento sismico; 10) Progettazione per piantumazione di abbellimento margini stradali; 11) Richiesta di finanziamento per viabilità Vadi-Greci per Monte Cocuzzo - bivio Mendicino - Cosenza (comuni associati: Belmonte C. - Lago - Mendicino). S. Barbara Pagina 8

9 Richiesta di finanziamento comprensoriale 1) Redazione studio di fattibilità sugli interventi straordinari nel settore fognario e depurativo tra i comuni di Amantea, Belmonte Calabro, Longobardi, Fiumefreddo Bruzio, Falconara Albanese, S.Lucido, S. Pietro in Amantea, Aiello Calabro, Cleto, Serra d Aiello, Nocera Terinese; 2) Partenariato di Progetto PAC del distretto socio assistenziale di Amantea per servizi in favore di persone non autosufficienti; 3) Partenariato di Progetto PAC del distretto socio assistenziale di Amantea per servizi di Cura per l Infanzia; 4) Approvazione del Piano fondi per la Pesca denominato GAC (Gruppo di Azione Costiera) che coinvolge i comuni del litorale da Amantea (capofila) a Fuscaldo di importo ,00 con sede operativa a Belmonte Calabro. Pagina 9 Vadi

10 Un obiettivo perseguito da anni che diventa realtà Essere decisi nelle scelte ma pazienti nel tempo rappresenta un binomio imprescindibile per un amministratore che intenda raggiungere un preciso risultato. Solo dopo essere arrivati alla meta si comprende il vero valore di quello che si è ottenuto ed il beneficio che ciò può apportare ad una piccola comunità come la nostra. Stiamo parlando di un intervento che per anni è stato oggetto di dibattito politico, di incontri, di iniziative e manifestazioni per farne apprezzare le incantevoli bellezze ambientali e altro ancora, purtroppo senza mai arrivare a qualcosa di definitivo. Finalmente, oggi siamo giunti alla meta e cioè quella di dare concreta attuazione a ciò che può rappresentare per Belmonte una occasione di sviluppo turistico e di attrattiva per i tanti amanti della natura e delle tradizioni popolari e non solo, ma anche opportunità di lavoro per i nostri giovani, intelligenti, capaci ed intraprendenti. Stiamo parlando del progetto dal titolo Intervento di valorizzazione e ripristino antico tracciato naturalistico la Via dei Mulini con area attrezzata, finanziato dalla Regione Calabria per un importo di ,00 all interno dei Progetti Integrati per lo Sviluppo Locale (PISL) del POR Calabria Pagina 10

11 Il progetto prevede due moduli collegati tra loro. Il primo modulo comprende un area di oltre mq situata in località Grada dei Monaci che verrà attrezzata a parco gioco per i bambini e ragazzi, all interno della quale sono previste: una pista per velodromo e pattinaggio a rotelle; una pista per skateboard munita di diverse rampe; un campo di bocce regolamentare per campionati nazionali; un campo per il tennis, pallavolo e pallacanestro regolamentare; una struttura ricettiva bar-cucina-pizzeria con annessi servizi igienici; n. 10 box in legno distribuiti all interno dell area per manifestazioni fieristiche; una struttura con annesso forno a legna per la preparazione del pane casareccio da mostrare e far gustare ai visitatori. Comunque, la parte caratterizzante di tutta l area è rappresentata dalla presenza di un mulino che sarà portato al suo antico splendore attraverso il ripristino di tutta l attrezzatura per la molitura delle granaglie e il recupero del canale per il convogliamento delle acque utilizzate al fine di mettere in funzione il meccanismo di molitura. Il secondo modulo riguarda un tracciato naturalistico di antica memoria che segue il fiume Veri, lungo il quale sono ubicati cinque mulini che saranno anch essi ripristinati fino ad arrivare in località Polibio. Inoltre sono previste delle aree di sosta attrezzate con servizi igienici per la sosta dei visitatori durante le escursioni. Questo percorso è già oggetto, per la sua naturale bellezza, di visite guidate che vengono organizzate dal WWF_Ceam e dall associazione Living Nature. Tutti coloro che hanno avuto la possibilità di percorrere questo sentiero sono rimasti estasiati per la particolarità del tracciato e per la vegetazione autoctona presente. Certamente l amministrazione comunale intende andare oltre il progetto approvato, ovvero di far diventare tutta l area, che va dalla foce del Veri fino alle falde del M. Cocuzzo, il <Parco del Veri> attraverso il riconoscimento da parte della Regione Calabria e l inserimento tra le aree protette e di alto pregio ambientale. Nulla è impossibile, perciò saremo decisi nel perseguire gli obiettivi da raggiungere, pazienti nel saper attendere ma, nel contempo, ambiziosi nel preservare alle giovani generazioni un territorio ricco di storia della tradizione contadina, un ambiente ricco di una vegetazione autoctona variegata con luoghi incantevoli da vivere. Giuseppe Bruno Pagina 11

12 Pratiche Amministrative 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) 11) 12) 13) 14) 15) 16) 17) 18) 19) 20) 21) 22) Accatastamento Edifici Comunali, Strade, Patrimonio del Comune (in corso di definizione); Convenzione aree ANAS; Convenzione con RFI per sottopassi e procedure di eventuale acquisto reliquati RFI (ferrovie); Autorizzazioni Provinciali definitive agli scarichi; Analisi periodica delle acque; Censimento aree colpite da incendi; Procedure Piani di Sviluppo con progettazione; Continuazione procedure di sondaggi per bonifica discariche (Manche e S. Caterina); Procedure accorpamento edif. Scolastico Marina; Procedure per l utilizzo in rete sorgiva Fontane Vecchie ; Pratica di programma per servizio Civile; Progettazione Utilizzo Lavoratori percettori di Ammortizzatori Sociali; Procedure e Convenzione per l utilizzo Palatenda in loc.tà Marina; Procedure di Mappatura reti idriche sul territorio; Mappatura delle reti fognarie del territorio comunale; Procedure per interventi strutturali di miglioramento sismico sul territorio per (edifici privati); Procedure di revisione zonale del territorio per il piano strutturale comprensoriale (urbanistica); Procedure per il nullaosta Idraulico per il depuratore Spineto, procedure alternative; Procedure per l assegnazione definitiva degli alloggi popolari; Procedure per il risparmio Energetico (POR FESR 2007/2013); Procedure per interventi urgenti in zone demaniali; Pratiche per richiesta interventi di consolidamento sul territorio comunale e legittime richieste di privati; Pagina 12 Spineto

13 Pratiche Amministrative 23) Procedure e provvedimenti in ordine a sicurezza di strade provinciali; 24) Procedure in ordine all appropriazione mezzi (camion lava cassonetti) della società Appennino Paolano SPA in liquidazione Commissariale; 25) Iniziative per regolamentazione passi e/o accessi dalle strade provinciali, in corso; 26) Procedure di rateizzazione situazioni di pagamenti; 27) Procedure di anticipazione di cassa L. 35/2013 per debiti ad imprese ed Enti; 28) Procedure per la riscossione tributi pregressi e/o insoluti; 29) Pratiche di sanzioni e contenziosi pregressi e correnti da Enti sovra comunali e soggetti di riscossioni; 30) Procedure e regolamenti per contenziosi con privati cittadini; 31) Procedure di solleciti in ordine al settore urbanistico, opere di urbanizzazione, zone di lottizzazione, servizi, recupero crediti; 32) Procedure ed interventi per lo spreco acqua potabile e recupero crediti del settore; 33) Iniziative inerenti il monitoraggio elettronico del consumo idrico con annessa numerazione civica; 34) Procedure di funzioni associate tra comuni (Catasto Servizi Sociali Protezione Civile); 35) Procedure per piano di sicurezza e medico competente; 36) Procedure di acquisizione del monumento a M. BIANCHI dal Demanio Statale al Comune. Pagina 13 Annunziata

14 Lavori manutentivi ed iniziative con enti sovracomunali 1) Lavori di ripristino e di interruzioni casuali e fortuite di reti idriche, fognarie e di pubblica illuminazione, in tutte le località e frazioni; 2) Regimentazione acque meteoriche, pulizia di cunette e tombini (Palombelli, Sellina, Annunziata alta, S. Pietro di S. Barbara, Pineta, Parte, Oliveto campo sportivo, Bude Ratti Migliuri, Pezzalonga, Marina, lungo accesso sollevamento fognario 2, ecc.); 3) Interventi e richieste ad Enti (regimentazione acque lungo strada Prov.le Annunziata, Calella, via C. Alvaro, quattro pali, Parrera, alveo del Veri in più punti, ecc.); 4) Rimozione frane (Bude, Campanari, Vadi Parte, Salice); 5) Pulizia e ristrutturazione serbatoi comunali (operai comunali, soggetti riferiti ad ammortizzatori sociali, volontariato com.le); 6) Lavori di miglioramento Teatro all aperto ed annessa area edificio scolastico; 7) Potatura piante di viali a parchi con recisione piante sporgenti sui margini stradali; 8) Smaltimento di circa 40 tonnellate ingombranti in loc.tà Veri; 9) Lavori di miglioramento campo sportivo (operai com.li e volontari della Calcio Belmonte ); 10) Rifacimento stazione di sollevamento fognario (Veri) ed adeguamento delle altre; 11) Riadeguamento impiantistica e cloratori dei depuratori di Vadi e S. Barbara; 12) Manutenzione pozzetti e reti fognarie (in particolare lungo Colle Bastia); 13) Rifacimento collegamento fognario edificio scolastico comprensivo; 14) Rifacimento nuovo impianto caldaia edificio scolastico Marina e allaccio metano; 15) Allaccio metano edificio scolastico comprensivo località Serra; 16) Canalone regimentazione acque in loc.tà Campanari; 17) Richiesta utilizzazione soggetti disoccupati percettori di ammortizzatori sociali (anno 2012 realizzato) e (anno 2013 richiesto); 18) Progettazione per piantumazione di abbellimento margini stradali; 19) Progettazione rimodulata per reti fognarie zone carenti (Campodimare Pezzalonga Sellina Canale Cava Campo Piane S. Barbara); 20) Richiesta interventi di tutela e ripascimento della Costa (salvaguardia dell arenile). Pagina 14 Calella

15 Elettrificazione ed iniziative 1) Revisione situazione debitoria delle varie società di rapporti contrattuali ; 2) Revisione del piano di illuminazione pubblica con estensione di punti luce con zone sprovviste; 3) Planimetrie e mappe operative della pubblica illuminazione sul territorio. 4) Ricerca di mercato per nuove contrattualità a risparmio energetico; 5) Predisposizioni per fotovoltaico edifici comunali in corso. Petrone Parco Mezzi 1) 2) 3) 4) 5) Riadeguamento e manutenzione compattatore in dotazione; Acquisto di n. 3 auto usate per il servizio di vigilanza, per i servizi manutentivi e per il servizio idrico; Acquisto nuovo Compattatore per la Raccolta dei rifiuti solidi urbani; Acquisto di mini escavatore per manutenzione del patrimonio comunale; Acquisizione (gratuita) di n 2 camion lava cassonetti in compartecipazione con i comuni di S. Pietro in Amantea ed Amantea; 6) Lavori di manutenzione scuola bus in dotazione, motoscala, pala meccanica e camion. Pagina 15 Palombelli

16 Riparazioni reti idriche comunali L Amministrazione è impegnata quotidianamente in azioni mirate alla verifica e alla riparazione di perdite idriche al fine di contenere i costi relativi alla fornitura di acqua potabile da parte della Sorical (oltre ,00 annui). A tal riguardo si sta lavorando: 1) alla captazione della sorgente in località Sipale vecchie; 2) al recupero e sistemazione della sorgente Fontane vecchie; 3) alla individuazione di eventuali allacci abusivi. Piane Inoltre sono state effettuate le seguenti riparazioni: Riparazione rete idrica Campo Palombelli; 2) S. Barbara Bassa; 3) Salice Spineto; 4) S.Barbara soprana; 5) lungomare nord; 6) Vadi Parte; 7) Sellina Campo; 8) Serra via C. Alvaro; 9) Annunziata; 10) Spineto ( vicino case Veltri P.); 11) S. Barbara alta; 12) Cava Campo; 13) Calella; 14) Serbatoio Cava; 15) Vadi Cozzo pascali; 16) Serra (doppio guasto); 17) Spineto (case Metallo); 18) S. Barbara ( case OSSO); 19) Regastili; 20) Lungomare ( 2 guasto); 21) Oliveto; 22) Centro storico; 23) Cuoco Regastili; 24) Serra Annunziata; 25) Bude; 26) Sellina Campo (2 guasto); 27) Bude Piane. Tutti questi interventi hanno contribuito ad una consistente riduzione del consumo di acqua potabile su tutto il territorio comunale di oltre mc. nel solo anno Questo continuo sforzo permetterà di risparmiare per l anno 2013 oltre ,00. Pagina 16 Via Corrado Alvaro

17 Redazione di Regolamenti e Nomine relative Commissioni 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) 11) 12) 13) 14) 15) 16) 17) 18) 19) 20) 21) 22) 23) 24) 25) Regolamento di Polizia Urbana; Regolamento Comunale per l esecuzione dei Lavori in Economia; Regolamento Comunale per Raccolta e Smaltimento Ingombranti; Regolamento Comunale Per il Volontariato; Regolamento Comunale per l assegnazione Borse di Studio Legato Pietro VELTRI ; Regolamento Comunale dei Servizi Funerari, Cimiteriali e di Polizia Mortuaria; Regolamento Comunale per La Toponomastica e La Numerazione Civica; Regolamento Comunale per la Disciplina della responsabilità Civile e Richieste di Risarcimento danni verso Terzi; Regolamento Comunale per Raccolta dati, Materiale, Attrezzi per il Museo di Storia e Tradizioni; Regolamento Comunale per l Erogazione di Interventi Assistenziali Economici a Soggetti Singoli o/a famiglie in stato di Bisogno; Regolamento Comunale per l Acquisizione di Beni e Servizi in Economia; Regolamento Comunale del Servizio Idrico Integrato con Annesso Servizio Fognatura; Regolamento Comunale del Centro di Aggregazione Sociale Anziani; Regolamento Comunale per le Concessioni di Finanziamenti e Benefici Economici ad Enti e Soggetti Privati; Regolamento Comunale sui Controlli Interni; Regolamento Comunale per il Servizio Navetta Sul Territorio Comunale ; Regolamento Comunale per la Consulta Giovanile; Regolamento Comunale per il Servizio di Trasporto Scolastico; Regolamento Comunale per l Applicazione dell Imposta sulla Pubblicità; Regolamento Comunale per la Disciplina dell Imposta Municipale Propria; Regolamento Comunale per la formazione di Banda Musicale Città di Belmonte calabro ; Regolamento Comunale per la Istituzione e l Applicazione del Canone per l Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche; Regolamento Comunale per la Disciplina delle Entrate Comunali ; Regolamento Comunale di Contabilità; Regolamento Comunale sull Ordinamento degli Uffici e dei Servizi. Pagina 17 Cava

18 Cultura e Settore Scuola 1) Revisione Regolamento Legato Pietro VELTRI per l assegnazione borse di studio a studenti universitari; 2) Compimento procedure per il miglior frutto dei depositi Legato Pietro Veltri ; 3) Svolgimento borse di studio degli anni e (in corso ); 4) Sostegno manifestazioni culturali, teatrali e premi letterari; 5) Finanziamento Progetto Scoperte nell orto di formazione sulla coltivazione; 6) Servizio trasporto per gite formative presso scuole, Enti e ditte di settori; 7) Pitturazione interna degli edifici bisognevoli con manutenzione esterna; 8) Spese di gestione di competenza comunale; 9) Trasporto Scuola-Bus e relativi consumi con annesso servizio mensa. Campo di mare Alcuni Adempimenti Amministrativi 1) Redazione dei Bilanci annuali triennali con piani opere pubbliche; 2) Conti consuntivi annuali con equilibri ed assestamenti di Bilancio; 3) Riscontri alla Procura della Corte dei Conti; 4) Piani di sviluppo, rateizzazione e recupero crediti; 5) Adempimenti dovuti e procedure atte ad evitare dissesti e garantire lo stato di salute economica dell Ente; 6) Piano e corso relativo alla Legge sulla Privacy; 7) Revisione pianta Organica e successivi ruoli, in corso di attivazione. Salice Pagina 18

19 Consigli per il cittadino 1) Partecipare con maggiore interesse alla vita amministrativa del paese. 2) Contribuire a mantenere pulite le strade comunali lungo i confini di proprietà. 3) Contribuire con cura allo smaltimento rifiuti solidi urbani secondo norme, senza riempire i cassonetti di qualsiasi materiale (vietato smaltire nei cassonetti sia gli inerti che gli ingombranti). 4) Osservare norme di civile convivenza ed i regolamenti comunali redatti. 5) Attivare ogni sforzo per assicurare il pagamento dei tributi dovuti (vi sono mancate entrate che non consentono il normale stato di salute economica del comune. Se tutti paghiamo i servizi e stiamo attenti a non maggiorare costi, tutti risparmieremo e pagheremo di meno). 6) Stare attenti alle comunicazioni di tributi accertati, non solo per i pagamenti ma anche per controllare eventuali discordanze. Dopo le notifiche, specialmente da parte dell Equitalia non si può intervenire. 7) Comprendere le necessità dei più bisognevoli e tollerare l eventuale imprudenza del vicino. 8) Dare esempio di diligenza richiamando con garbo le negligenze altrui. 9) Non pretendere l impossibile che può arrecare fastidio e/o danno agli altri. 10) Fare buon uso dell acqua potabile, assicurandone ogni pagamento (il comune acquista circa metri cubi d acqua all anno e si potrebbe consumare di meno). 11) Avere sempre cura delle strutture comunali e non pretendere vantaggi privati a spese del pubblico. 12) Produrre idee e suggerire proposte di sviluppo, dopo debita informazione, sulla possibilità reale del comune e sul Programma Amministrativo, evitando critiche maldestre che ingenerano dubbi e/o diffamazioni e dissapori, ma soprattutto minano l immagine del paese (spesso le critiche infondate provengono da persone senza titolo). 13) L invito ai giovani di partecipare a riunioni culturali e amministrative per consapevolezze necessarie a future gestioni (il sottoscritto è disponibile ad informazioni, tutti i martedì di ogni fine mese alle ore 15,00). 14) Segnalare sprechi evidenti e reali causa di disservizio, su qualsiasi settore. 15) Collaboriamo Tutti per il meglio, così saremo il sano orgoglio del paese e di chi lo amministra. Pagina 19

20 il Sindaco ringrazia gli amministratori, anche di minoranza che hanno dimostrato costruttività nel rispetto dei ruoli, i dipendenti, le forze dell ordine, le associazioni che hanno operato e che lavoreranno per migliorare le condizioni del paese, ma soprattutto i cittadini che collaborano col loro lavoro comprendendo le esigenze pubbliche e manifestando un alto senso di solidarietà. CON ASSIDUA CORDIALITÀ CICCIO BRUNO Notiziario di informazione ai cittadini a cura dell Amministrazione Comunale di Belmonte Calabro. Comune di Belmonte Calabro - Via Michele Bianchi n Belmonte Calabro (CS) Contatti: Centralino: Fax: Posta elettronica:

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13 IL CASO DI MISANO GERA D ADDA CHE COS E IL BILANCIO COMUNALE Strumento di pianificazione e gestione economica e finanziaria dei Comuni. In esso vengono dettagliate tutte le entrate e le spese dell'ente

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

COMUNE DI PUOS D'ALPAGO

COMUNE DI PUOS D'ALPAGO servizio tributi - totale: 51.514,00 1010401 127 stipendi e assegni fissi al personale 21.181,00 1010401 128 oneri previdenziali e assistenziali 5.743,00 1010403 131 spese riscossione tributi 1.580,00

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012 PARTE ENTRATA E 00160 000 2012 IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' 7.603,02 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 53.301,95 E 00191 000 2009 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010 PARTE ENTRATA E 00190 000 2010 IMPOSTA COMUNALE IMMOBILI 1.336.000,00 E 00191 000 2007 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 37.420,44 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI

Dettagli

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 61.562,42 61.562,42 61.562,42 di cui: VINCOLATO 61.562,42 NON VINCOLATO 61.562,42

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 473.546,34 473.546,34 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 90.000,00 90.000,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 383.546,34

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011

LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011 LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011 Il sociale continuare l'associazione con gli altri Comuni del Distretto di Codroipo; sostenere l'operato

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 152.989,91 148.585,09 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 152.989,91 148.585,09 Entrate

Dettagli

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE In base all art. 19 del TUEL approvato con D. Lgs. 267 del 18 agosto 2000 spettano alla provincia le funzioni amministrative di interesse provinciale

Dettagli

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 30/04/2015 Pag. 1 D E S C R I Z I O N E Insussistenze Maggiori da ENTRATE EXTRATRIBUTARIE 3.02.3063 FITTI REALI DI FABBRICATI 387,34 387,34 TOTALE CATEGORIA 02 387,34 387,34

Dettagli

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Linee generali Il bilancio di previsione 2012 si caratterizza proprio per un forte elemento «previsionale», legato ai recenti interventi legislativi

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE SPESE - Anno 2015 Analitico

BILANCIO DI PREVISIONE SPESE - Anno 2015 Analitico COMUNE DI GORIANO SICOLI Prov. () BILANCIO DI PREVISIONE SPESE - Anno 2015 Analitico Pagina 2 DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE Titolo I - SPESE CORRENTI Funzione 01 - FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

Allegato 3 - Raccordo vecchi-nuovi progetti per missione e programma di bilancio

Allegato 3 - Raccordo vecchi-nuovi progetti per missione e programma di bilancio Etichette di riga nuovo progetto vecchio progetto ESPROVV FPV Totale Missione-programma 101 1172 Spese per il personale del programma Organi istituzionali 1172 121.330,02 121.330,02 1372 Spese per il personale

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento

PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento INVESTIMENTO OGGETTO ANNO 2013 RISORSA ENTRATA CAPITOLO ENTRATA DESCRIZIONE IMPORTO FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

Allegato 12. Sistema di Monitoraggio Ambientale

Allegato 12. Sistema di Monitoraggio Ambientale Integrazione PAC e VAS Punta Olmi Allegato 12 Sistema di Monitoraggio Ambientale Arch. G. Giovarruscio Ing. Maddalena Mestroni Dott. Paolo Parmegiani Dott. Geol. Gianpiero Pinzani Dott. Arch. Gianluca

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2014 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI

Dettagli

Comune di Frassinello Monferrato

Comune di Frassinello Monferrato Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 36.600,00 36.600,00 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 36.600,00 36.600,00 Entrate Tributarie

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 999 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLIDORI, VIGNALI Disposizioni per la razionalizzazione della gestione delle acque e istituzione

Dettagli

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE COMUNE DI VIGO RENDENA PROVINCIA DI TRENTO N. 153 REP. ATTI PRIVATI OGGETTO: CONVENZIONE TRA I COMUNI DI VIGO RENDENA E DI DARE PER LA GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA COMUNE DI POMEZIA (Provincia di ROMA) SEZIONE TUTELA DELL AMBIENTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 94

Dettagli

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso

Comune di Busano. VARIAZIONI Ultimo esercizio. esercizio in corso Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO PREVISIONI Avanzo di Amministrazione di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati Entrate Tributarie TITOLO 101 CATEGORIA

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO, - STRUMENTO di GESTIONE - STRUMENTO di PROGRAMMAZIONE delle RISORSE di una ORGANIZZAZIONE Bilancio preventivo 1) Strumento per determinare bisogni

Dettagli

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013 Pag. 1 1 ENTRATE TRIBUTARIE 1.01 IMPOSTE 1.01.0010 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 10 2012 377 DC 51 31/10/2012 DIVERSI 92.818,77 RISCOSSIONI SALDO IMU PER RIDETERMINAZIONE PREVISIONI MEF 10 2013 413 LS

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

PROGRAMMA N. 1 17.200,00

PROGRAMMA N. 1 17.200,00 PROGRAMMA N. 1 1.01.01.03 10 Indennità Sindaco, assessori, gettoni di presenza consiglieri 22.000,00 1.01.01.03 40 Spese per elezioni amministrative 1.01.01.03 50 Compensi e rimborsi al revisore dei conti

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 29/03/2012 INDICE Art. 1 Oggetto del

Dettagli

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE COMUNE DI PIETRACAMELA Versate teramano del Gran Sasso d Italia PROGRAMMA DI FABBRICAZIONE NORME TECNICHE Pietracamela lì 25.5.1971 Il Progettista Dott. Ing. Mario Dragone Comune di Pietracamela Piano

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE ART. 1 Il Servizio della distribuzione dell acqua potabile, nelle zone di Aquileia ove tale servizio è in funzione, è assunto in privativa dall Amministrazione

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 999999 10 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0.00.0000 999999 20 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA SERVIZIO PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI SU STRUTTURE Il Responsabile (Arch.

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Antonio Marrazzo Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano Attività dei diversi settori PROGETTI - N 101 - EDILIZIA SCOLASTICA tot 21.000.402,38 24% STRADE tot 12.155.500 23% ALLOGGI COMUNALI

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO (Art. 71, comma 2, del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) AI CITTADINI DEL COMUNE DI ROGHUDI La lista dei candidati al Consiglio comunale e la collegata candidatura alla carica di

Dettagli

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio.

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio. 1 LE RISORSE ECONOMICO FINANZIARIE Obiettivi Riduzione indebitamento Ente. Mantenimento parametri Patto Stabilità. Miglioramento tempi di pagamento alle imprese e attivazione procedure di cui al D.L. 35/2013.

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

MANUTENZIONE EDIFICI ISTRUZIONE

MANUTENZIONE EDIFICI ISTRUZIONE Centro di responsabilità n. 01.601 Manutenzioni Responsabile: arch. Massimiliano Filipozzi Programma RPP n.1 Area Organizzativa: Gestione Territorio Servizio Organizzativo di Riferimento Manutenzione Reti

Dettagli

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: 65.000,00 39.448,06 - Fondi Vincolati 8.418,25 - Finanziamento Investimenti - Fondo

Dettagli

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AFFARI GENERALI Protocollo - Notifiche Centralino telefonico - Vice Segreteria Generale Deliberazioni e Determine - URP Informazione Albo Online Presidenza del

Dettagli

N. DATA OGGETTO NUMERO

N. DATA OGGETTO NUMERO 520 01.07.2013 Liquidazione spese sostenute dall economo nel II Trimestre 2013. 57 521 01.07.2013 Consuntivo servizio economato II Trimestre 2013. 58 522 01.07.2013 Impegno spesa per il servizio economato

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione C.C. n. del INDICE Art.1 Oggetto del Regolamento Art.2 Forma

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

Città di Castelvetrano Selinunte

Città di Castelvetrano Selinunte Regione Siciliana Città di Castelvetrano Selinunte Staff del Sindaco Ufficio Comunicazione Istituzionale Piazza Umberto I 91022 Castelvetrano (Tp) Tel. 0924/909250 Telefax: 0924/905688 Libro Bianco parte

Dettagli

Elenco per priorità generale

Elenco per priorità generale Comune di Isola Delle Femmine Elenco per priorità generale Triennio di riferimento 2009-2011 Reti distribuzione energia elettrica e gas Interventi volti all'autoproduzione energetica per i seguenti edifici

Dettagli

Ex Fondo investimenti minori. Avanzo di amministrazione 200.000 131.111 68.889 30.000 30.000 40.000 40.000 20.000 19.500 500 1036

Ex Fondo investimenti minori. Avanzo di amministrazione 200.000 131.111 68.889 30.000 30.000 40.000 40.000 20.000 19.500 500 1036 Cod. Int. Prog. Cap. Oggetto Importo iniziale (Cap. 1133 le concessioni Fondo 2010201 1 10 3015 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI SPAZI DEL COMPLESSO DENOMINATO "CASA GRANDI" SITO IN TUENNO (P.ED. 355 C.C.

Dettagli

2. Esercizi di contabilità finanziaria

2. Esercizi di contabilità finanziaria 2. Esercizi di contabilità finanziaria di Carmela Barbera e Silvia Rota La lettura del bilancio preventivo 1. Il caso del Comune di Avalonia Viene fornito un estratto semplificato del bilancio di previsione

Dettagli

Certificati. untivo. Novembre 2015

Certificati. untivo. Novembre 2015 Certificati di conto consu untivo 2013 Dati relativi ai comuni italiani con più di 200.000 abitanti Novembre 2015 I dati presenti nella pubblicazione sono tratti dal sito del Ministero dell'interno Dipartimento

Dettagli

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie)

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) A. REPARTO RICOVERO CANI B. REPARTO ISOLAMENTO (PER CANI AMMALATI O SOSPETTI O DI NUOVA INTRODUZIONE) C. AREA

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione BILANCIO CONSUNIVO PER L'ANNO 2013 GESIONE DELLA ENRAA Conto esoreria Riscossioni Accertamenti otale otale al 31/12 Accert. al 31/12 Maggiori o minori Entrate Avanzo di Amministrazione 152.989,91-152.989,91

Dettagli

Rendiconto Incassi per Codice Siope Anno 2012. Comune di Romagnano Sesia. % Scostamento. Totali Banca d'italia. Totali Ente.

Rendiconto Incassi per Codice Siope Anno 2012. Comune di Romagnano Sesia. % Scostamento. Totali Banca d'italia. Totali Ente. Rendiconto Incassi per Codice Siope Anno 2012 Comune di Romagnano Sesia Totali Ente Totali Banca d'italia Differenza % Scostamento TITOLO 1 : Entrate Tributarie 3.044.320,98 3.044.328,16-7,18 1101 ICI

Dettagli

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE OSASCO UNIONE DI COMUNI SIGLA PROV. TO CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 Pag. 3 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE o UNIONE DI COMUNI DI OSASCO SIGLA

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ECONOMICA E FINANZIARIA

RELAZIONE TECNICO ECONOMICA E FINANZIARIA Comune di Livorno DIPARTIMENTO 4^- POLITICHE DEL TERRITORIO Ufficio Piani di Recupero e attuazione strumenti Urbanistici PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PUBBLICA ABITARE SOCIALE E RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI

INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI (Istituita con Legge 27.12.2013, n. 147) INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI per IMU-TARI-TASI a cura del Servizio Tributi 1 PRESUPPOSTI IMPOSITIVI: IMU: è un imposta di natura patrimoniale, dovuta dal possessore

Dettagli

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 0,00 682.808,90 92.602,01 0,00 775.410,91 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE FINANZIAMENTO

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N - 014 REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE E DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI RESPONSABILE ING. LEO GALLI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione

Dettagli

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione La lista civica Libertà e Partecipazione, con il programma di seguito riportato, propone un cambiamento del concetto di politica adottato in passato,

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

COMUNE DI MONTALBANO JONICO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1

COMUNE DI MONTALBANO JONICO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013 PRESENTAZIONE PRESENTA IL SINDACO ROBERTO MELONI Il bilancio di previsione annuale, è il più importante strumento di pianificazione annuale dell attività dell Ente, che attua la programmazione definita

Dettagli

Comune di Quadrelle BILANCIO DI PREVISIONE

Comune di Quadrelle BILANCIO DI PREVISIONE BILANCIO DI PREVISIONE Bilancio di previsione - Parte I Entrata Risorsa Accertamenti Previsioni per l'esercizio al quale si riferisce il presente bilancio Annotazioni Codice Denominazione ultimo esercizio

Dettagli

Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/2014 2014 CENTRO DI RESPONSABILITA':

Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/2014 2014 CENTRO DI RESPONSABILITA': Comune di Tarcento - Spesa - Assegnazione risorse alla data del 14/10/ CENTRO DI RESPONSABILITA': Titolo: 4 SPESE PER PARTITE DI GIRO 4 00 00 01 RITENUTE PREVID.LI E ASSIST. P 5300/ 0 VERSAMENTO DELLE

Dettagli

PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014

PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014 101 0 0 - DIREZIONE GABINETTO DEL SINDACO PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014 OGGETTO: NOMINA DELL ASSESSORE EMANUELE PIAZZA E RIDEFINIZIONE DELLE DELEGHE ASSESSORILI 09/12/2014 Il

Dettagli

COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI LAVORI, DELLE FORNITURE E DEI SERVIZI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario

Dettagli

INCONTRO CON I CITTADINI. Comune Unico, una scelta per essere protagonisti del cambiamento

INCONTRO CON I CITTADINI. Comune Unico, una scelta per essere protagonisti del cambiamento INCONTRO CON I CITTADINI Comune Unico, una scelta per essere protagonisti del cambiamento Comune di Campegine, 1 luglio 2015 Di cosa parliamo stasera? Cosa cambierebbe per i cittadini e per le amministrazioni

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 31 del 15/06/2006 RELAZIONE AL CONTO DEL BILANCIO ESERCIZIO FINANZIARIO 2005 L applicazione del D.Lgs. n. 267/2000, ha profondamente innovato la gestione

Dettagli

Ex lanca Livrini, sottoscritta la convenzione tra Comune e Legambiente [1]

Ex lanca Livrini, sottoscritta la convenzione tra Comune e Legambiente [1] Ex lanca Livrini, sottoscritta la convenzione tra Comune e Legambiente [1] Venerdì 15 novembre, tra il Comune di Cremona rappresentato dall assessore alle Politiche Ambientali Carlo Loffi, e l Associazione

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE

LINEE PROGRAMMATICHE LINEE PROGRAMMATICHE SVILUPPO E LAVORO VALORIZZAZIONE AMBIENTE E TURISMO LAVORI PUBBLICI ED URBANISTICA SERVIZI SOCIALI E SANITARI ISTRUZIONE CULTURA E TEMPO LIBERO SERVIZI VARI SVILUPPO E LAVORO Agricoltura,

Dettagli

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0,00 33.001,17 0,00-33.001,17 0,00 0.00.0000

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

COMUNE DI ARQUATA SCRIVIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SPONSORIZZAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE

COMUNE DI ARQUATA SCRIVIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SPONSORIZZAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE Regione Piemonte Provincia di Alessandria COMUNE DI ARQUATA SCRIVIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SPONSORIZZAZIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE Approvato con deliberazione del Consiglio n. 61 in data 30/11/2009

Dettagli

COMUNE DI RAMACCA (Provincia di Catania)

COMUNE DI RAMACCA (Provincia di Catania) COMUNE DI RAMACCA (Provincia di Catania) Allegato alla delibera della Giunta Municipale n. 41 del 20.05.2015 OGGETTO: Relazione illustrativa dei dati consuntivi dell esercizio finanziario 2014 Atteso che

Dettagli

Nel corso della presente riunione di giunta è stata riesaminata ed approvata l allegata Politica Ambientale.

Nel corso della presente riunione di giunta è stata riesaminata ed approvata l allegata Politica Ambientale. VERBALE DI RIESAME DELLA DIREZIONE Politica ambientale Nel corso della presente riunione di giunta è stata riesaminata ed approvata l allegata Politica Ambientale. Il documento approvato nell anno 2008

Dettagli

COMUNE DI VILLAFALLETTO

COMUNE DI VILLAFALLETTO COMUNE DI VILLAFALLETTO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 Testo coordinato del regolamento approvato

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia La ricostruzione di San Giuliano di Puglia Cronologia avvenimenti 11.32 GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2002: un terremoto di 5,4 gradi della scala Richter fa tremare il Molise. La zona più colpita è San Giuliano di

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

N. 43 del 29.09.2009. Aperto il dibattito si hanno i seguenti interventi:

N. 43 del 29.09.2009. Aperto il dibattito si hanno i seguenti interventi: OGGETTO: PRESENTAZIONE ED APPROVAZIONE LINEE PROGRAMMATICHE RELATIVE ALLE AZIONI ED AI PROGETTI DA REALIZZARE DURANTE IL MANDATO POLITICO AMMINISTRATIVO. ART. 11 DELLO STATUTO COMUNALE Introduce l argomento

Dettagli

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE 1.1 TIPOLOGIE DELLE DENUNCE 1.1.1 Organi giurisdizionali 7 1.1.2 Organi amministrativi 385 1.1.3 Organi di controllo 3 1.1.4 Organi di informazione 121 1.1.5

Dettagli

Scheda 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2015/2017 DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Sala Consilina QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

Scheda 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2015/2017 DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Sala Consilina QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI Page 1 of 1 Scheda 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2015/2017 DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Sala Consilina QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Arco temporale di validità del

Dettagli

Piano nazionale di edilizia abitativa

Piano nazionale di edilizia abitativa ALLEGATO Piano nazionale di edilizia abitativa Art. 1 (Linee d intervento) 1. Il piano è articolato in sei linee di intervento, di seguito indicate: a) costituzione di un sistema integrato nazionale e

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NOTE TECNICHE RELATIVE ALL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Tea acque srl assume ogni responsabilità per le attività e conduzione degli impianti oggetto del servizio. CONDUZIONE: intesa

Dettagli

PREVISIONI DEL CENTRO DI COSTO 30 GESTIONE DEL TERRITORIO. Esercizio 2014

PREVISIONI DEL CENTRO DI COSTO 30 GESTIONE DEL TERRITORIO. Esercizio 2014 PREVISIONI DEL CENTRO DI COSTO 0 GESTIONE DEL TERRITORIO Esercizio 0 PREVISIONI PER CENTRO DI COSTO ENTRATE - Entrate extratributarie / Risorsa 0 0 000 00 Capitolo Codice 99/0 00 PROVENTI SERVIZIO LAMPADE

Dettagli

PROGRAMMA OPERE PUBBLICHE TRIENNALE 2015/2017 ed ELENCO ANNUALE 2015. Approvato con delibera di consiglio comunale n.

PROGRAMMA OPERE PUBBLICHE TRIENNALE 2015/2017 ed ELENCO ANNUALE 2015. Approvato con delibera di consiglio comunale n. COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Vighenzi n.1 C.A.P. 25050 - Codice Fiscale 00632150173 TEL. 030 6817726 - FAX. 030 6817737 e.mail: tecnico@rodengosaiano.net Area Tecnica - Settore Lavori

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

FC10U QUESTIONARIO UNICO

FC10U QUESTIONARIO UNICO FC10U QUESTIONARIO UNICO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO PER I COMUNI, LE UNIONI DI COMUNI E LE COMUNITÀ MONTANE MODULO 1 DATI STRUTTURALI Quadro A - Elementi specifici dell'ente locale

Dettagli

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 PARTE I - ENTRATA 22/06/2011 9:15 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 314.100,35 34.790,99

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 10 maggio 2005, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge

Dettagli