ZANICA. il Comune informa. in questo numero. bilancio Bilancio di previsione lavori pubblici Piano delle opere pubbliche 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ZANICA. il Comune informa. in questo numero. bilancio Bilancio di previsione 2007. lavori pubblici Piano delle opere pubbliche 2007"

Transcript

1 NUMERO 34 PERIODICO ECONOMICO, CULTURALE E DI VITA LOCALE ZANICA il Comune informa in questo numero bilancio Bilancio di previsione 2007 lavori pubblici Piano delle opere pubbliche 2007 ambiente Novità dal Parco del Morla biblioteca I servizi e le attività della biblioteca sport Amarcord in mostra

2 s o m m a r i o In copertina Immagini della villa comunale nei primi anni dopo la costruzione (1906) e come è attualmente. editoriale Nuova veste al Notiziario Comunale 3 bilancio Bilancio di previsione lavori pubblici Piano delle opere pubbliche dal municipio Area il Centro. La vicenda riapproda in consiglio 8 ambiente Novità dal Parco del Morla 10 urbanistica Nasce l agenda 21 locale 11 sport Amarcord in mostra 12 biblioteca I servizi e le attività della biblioteca 13 cultura Bubu settete! 14 bacheca Settimana interculturale 15 Direttore responsabile: Tiziano Piazza Proprietario: Comune di Zanica tel Registrazione: Questo periodico è registrato presso il Tribunale di Bergamo N. 24 del 29/05/1998 Editore: Quadraeditori srl - Seriate Progetto grafico e impaginazione: GF Studio - Seriate Stampa: Algigraf - Seriate Vuoi essere informato sulle attività e le iniziative amministrative, sociali e culturali di Zanica attraverso la newsletter del Comune? Comunicalo scrivendo a: NUOVI ORARI DI RICEVIMENTO DEGLI ASSESSORI COMUNALI A partire dal 01/01/2007 entrano in vigore i nuovi orari di ricevimento della Giunta Comunale, qui di seguito riportati. Giovanni Aceti, Sindaco e Assessore alle Politiche sociali Martedì dalle 9,00 alle 11,00 e dalle 18,00 alle 19,00 Giovedì dalle 9,00 alle 11,00 Sempre su appuntamento Graziano Vitali, Vicesindaco, Assessore al Bilancio e ai Lavori Pubblici dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00 Bruno Brolis, Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Martedì dalle 18,00 alle 19,00 Giovedì dalle 9,00 alle 10,00 Sempre su appuntamento Alvaro Facoetti, Assessore allo Sport e al Tempo Libero Sempre su appuntamento, tutta la settimana Luca Gibellini, Assessore all Urbanistica e all Ambiente Martedì dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 17,00 alle 19,00 Giovedì dalle 9,00 alle 12,00 Sempre su appuntamento

3 e d i t o r i a l e Nuova veste al Notiziario Comunale A cura del Sindaco Giovanni Mario Aceti C on questo numero il Notiziario Comunale introduce alcune piccole novità nella veste grafica e nell impaginazione; novità che cercano di rendere più accattivante questo strumento di informazione e di collegamento tra l Amministrazione Comunale e i cittadini di Zanica, uno strumento che per la prima volta si avvale anche di piccoli spazi pubblicitari, per incidere il meno possibile sulle casse comunali. Ci rendiamo conto che rimane tuttavia difficile far cogliere la complessità e la varietà degli interventi e dei servizi offerti dagli uffici comunali e altrettanto arduo è l obiettivo di far cogliere i meccanismi dell azione politico-amministrativa del Comune attraverso poche pagine scritte. Ciò nonostante, crediamo comunque doveroso mantenere aperto questo canale che vogliamo affiancare ad altri strumenti di informazione, come ad esempio una Guida ai Servizi Locali di prossima diffusione, il tabellone luminoso per gli avvisi più sintetici, il nuovo sito internet in via di ristrutturazione e aggiornamento. Questo numero del Notiziario Comunale vuole quindi rappresentare una tappa di un percorso Questo numero del Notiziario Comunale vuole quindi rappresentare una tappa di un percorso volto a migliorare sempre di più la comunicazione con i cittadini... volto a migliorare sempre di più la comunicazione con i cittadini, nella convinzione che l informazione sia un presupposto fondamentale per la partecipazione attiva alla vita di una comunità. In questa prospettiva, con i prossimi numeri del Notiziario, vorremmo riservare alcuni spazi, per dare voce a gruppi e singoli cittadini. 3

4 b i l a n c i o Bilancio di previsione 2007 A cura dell Assessore Graziano Vitali 4 Il bilancio del Comune di Zanica per l anno in corso è stato elaborato nel rispetto della legge 27 dicembre 2006 (Finanziaria 2007) che conferma una particolare attenzione alle spese correnti e di investimento, ponendo l obiettivo di migliorare la differenza tra entrate e spese rispetto agli anni precedenti. Resta sempre vincolata la spesa del personale, il cui costo non può superare quello dell anno E positivo il passaggio da un controllo della spesa in valore assoluto rispetto ad anni precedenti ad un controllo che tiene conto delle entrate proprie del Comune. Nonostante questo quadro di riferimento severo, finalizzato al contenimento del debito pubblico, il Comune di Zanica ha assunto una precisa e impegnativa posizione in tema di politica fiscale e di offerta dei servizi che, sinteticamente, si esprime nei seguenti punti: 1. Nessun aumento di imposte e tasse nel triennio a venire (ICI, addizionale irpef, pubblicità e pubbliche affissioni, occupazione suolo pubblico, cimitero, etc ); 2. Abolizione della tassa riguardante le lampade votive del cimitero; 3. Proseguire nella lotta all evasione (Ici, rifiuti, etc ) nello spirito che l equità fiscale è il presupposto per non aumentare le tasse e nel contempo non tagliare i servizi; 4. Ricerca di ogni forma di economia sulle spese correnti senza compromettere il livello e la qualità dei servizi fondamentali come la scuola, i servizi sociali, la cultura, lo sport, etc ; 5. Realizzare il massimo di opere pubbliche nel rispetto del patto di stabilità e programmandole in funzione della priorità e del beneficio atteso dalla comunità (vedi programma triennale opere pubbliche); 6. Finanziare le spese di investimento, per quanto possibile, senza il ricorso all assunzione di mutui, ma ricercando tutte le fonti di finanziamento interne (oneri di urbanizzazione, contributi da privati derivanti da accordi convenzionali, avanzo di amministrazione, etc ). In conclusione il bilancio così elaborato dalla Amministrazione comunale riesce a coniugare rigore nel controllo della spesa con l equilibrio nella distribuzione delle risorse necessarie a finanziare tutti i servizi in cui si esprime l offerta pubblica, ma rappresenta anche una sfida impegnativa perché parte dall assunto, forte sul piano politico-amministrativo, di non gravare ulteriormente sulle risorse della comunità.

5 Entrate correnti Valori in Euro Diritti di segreteria ,00 Addizionale consumo energia elettrica ,00 Compartecipazione IRPEF ,00 Addizionale IRPEF ,00 Trasferimenti statali ,00 Contributi correnti provinciali ,00 Contributi correnti da comuni 5.000,00 Canoni concessione reti ,00 Fitti attivi ,00 Interessi attivi 4.000,00 Introiti diversi ,00 Compenso servizio gestione tesoreria - ICI ,00 ICI anni pregressi ,00 Imposta pubblicità ,00 Tassa smaltimento rifiuti 2.000,00 Diritti pubbliche affissioni 4.000,00 Proventi illuminazione votiva? 500,00 Proventi concessioni cimiteriali ,00 COSAP ,00 Contributi libri testo e borse studio ,00 Proventi mensa scolastica ,00 Proventi accoglienza scolastica 1.900,00 Proventi trasporto scolastico ,00 Rimborso servizi convenzionati ,00 Sanzioni violazioni codice strada ,00 Proventi da utilizzo beni 9.000,00 Proventi da impianti sportivi ,00 Diritti segreteria pratiche edili 8.700,00 Trasferimenti per assistenza sociale ,00 Servizio assistenza domiciliare 8.100,00 Trasferimento da Comuni - handicap 2.500,00 Rimborso case di riposo ,00 Proventi servizio CRE ,00 Proventi servizio trasporto sociale 2.500,00 Ludoteca 8.300,00 Contributi comunali Parco sovracomunale del Morla ,00 ALTRE ENTRATE , ,00 Spese correnti Valori in Euro Organi istituzionali, partecipazione e decentramento ,00 Segreteria generale, personale, organizzazione ,00 Servizio finanziario ,00 Servizio tributi ,00 Gestione beni demaniali e patrimoniali ,00 Ufficio tecnico ,00 Servizi demografici ,00 Altri servizi generali ,00 Polizia municipale ,00 Scuola materna ,00 Scuola elementare ,00 Scuola media ,00 Assistenza scolastica ,00 Biblioteca ,00 Servizio interventi diversi settore culturale ,00 Impianti sportivi ,00 Manifestazioni diverse nel settore sportivo e ricreativo 6.000,00 Servizio viabilità, circolazione stradale e servizi annessi ,00 Illuminazione pubblica ,00 Urbanistica ,00 Edilizia residenziale pubblica ,00 Protezione civile 5.900,00 Servizio idrico integrato 5.500,00 Smaltimento rifiuti ,00 Tutela ambientale ,00 Asili nido,infanzia e minori ,00 Servizi di prevenzione e riabilitazione ,00 Assistenza e beneficenza ,00 Servizio necroscopico e cimiteriale , ,00 Rimborso mutui (quota capitale) ,00 Manutenzione ordinaria , ,00 TRASPORTI E LOGISTICA P.zza XI Febbraio, Zanica (Bg) Tel Fax

6 Spese di investimento Valori in Euro Abbattimento barriere architettoniche ,00 Ristrutturazione edificio nord sede municipale ,00 Condizionamento sede municipale ,00 Acquisto arredi e attrezzature nuovo ufficio polizia 3.000,00 Attrezzature sistemi informatici 5.000,00 Arredamenti sede municipale ,00 Opere di culto ,00 Compartecipazione ristrutturazione cinema ,00 Rimborsi permessi di costruire ,00 Segnalatori di velocità ,00 Acquisto automezzo ,00 Ristrutturazione vecchia palestra scuola elementare-mensa ,00 Separazione palestra ,00 Attrezzatura nuova mensa scolastica ,00 Rifacimento fondo campo tennis ,00 Manutenzione campo in erba ,00 Allargamento via Fiume /Fermi ,00 Passaggio pedonale scuola elementare e piazzale mercato 9.000,00 Manutenzione straordinaria piastre elettriche Casa Anziani , ,00 Mezzi finanziari Valori in Euro Mutui ,00 Trasferimenti da soggetti pubblici ,00 Risorse rilascio concessioni edilizie , ,00 Palazzina nord edifico municipale recentemente restaurato 6

7 Piano delle opere pubbliche 2007 lavori pubbli ci A cura dell Assessore Graziano Vitali P unta a migliorare le strutture comunali il Piano delle Opere Pubbliche Forte di un investimento di euro, il POP 2007 prevede l allargamento di via Fermi e via Fiume, la ristrutturazione della vecchia palestra delle scuole elementari, la sostituzione di parte dell arredamento del Municipio e il nuovo sistema di condizionamento dello stesso Municipio. Programma triennale opere pubbliche 2007/2009 Valori in Euro Anno Opera Mutui Contributi Alienazione Oneri di Totale 2007 da privati urbaniz.ne 1 Allargamento strada via Fiume, via Fermi , ,00 2 Ristrutturazione vecchia palestra scuola elementare Felice Moretti , , ,00 3 Condizionamento Municipio , ,00 4 Arredamento sede municipale , ,00 Totale ,00 0,00 0, , ,00 Anno Opera Mutui Contributi Alienazione Oneri di Totale 2008 da privati urbaniz.ne 5 Realizzazione di nuova rotatoria via Arzuffi, via Padergnone , ,00 6 Pista ciclabile via Arzuffi, via Padergnone , , , ,00 7 Realizzazione opere di urbanizzazione area Battaina , ,00 8 Sistemazione area verde urbanizzazione area Battaina , ,00 Totale ,00 0, , , ,0 Anno Opera Mutui Contributi Alienazione Oneri di Totale 2009 da privati urbaniz.ne 9 Passaggio pedonale via Fermi via Roma , ,00 10 Pavimentazione via Garibaldi Caleppio Magenta , , ,00 11 Ristrutturazione edificio sud villa comunale , , ,00 12 Pista ciclabile Zanica-Urgnano , , ,00 13 Sistemazione verde pubblico area Zanica Nord e altre , ,00 14 Manutenzione straordinaria casa anziani , , ,00 15 Realizzazione ricovero attrezzi e spogliatoi impianti sportivi , , ,00 16 Realizzazione parcheggio via Serio , , ,00 Totale ,00 0, , , ,00 7

8 dal munici pio Area Il Centro la vicenda riapproda in consiglio (comunicazione del Sindaco nella seduta del 29 marzo 2007) Il Centro di via Comun Nuovo: l Amministrazione Comunale chiede il rispetto dei patti Nella seduta del 29 marzo 2007, ho informato il Consiglio Comunale circa la decisione dell Amministrazione Comunale di promuovere un azione legale nei confronti della BANCA DI CREDITO COOPERATIVO e della Società EDEN REAL ESTATE S.p.A., rispettivamente vecchio e nuovo proprietario de Il Centro di via Comun Nuovo. Il ricorso è stato determinato dall inadempienza degli obblighi contrattuali connessi alle varianti al P.R.G. relative a quell area. E questo un atto dovuto, semplicemente perché un contratto va rispettato (una volta bastava la sola parola data!), ma ancor più perché c è di mezzo l interesse pubblico. Dopo lunghe attese e tante contraddizioni non è più possibile fare affidamento sui vaghi impegni morali della Banca nei confronti del Comune, quando poi la stessa si dichiara libera da ogni obbligazione, sia pur scritta e sottoscritta. C è chi accusa l Amministrazione Comunale di aver favorito gli interessi della Banca attribuendo al comparto di via Comun Nuovo una nuova destinazione d uso ed una maggior capacità edificatoria. E certamente, all atto di alienazione del suo patrimonio, l Istituto di Credito ha tratto vantaggi economici dalle nuove potenzialità dell area, mentre il Comune è ancora in attesa della esecuzione, da parte del lottizzante, delle opere di urbanizzazione secondaria previste nella convenzione del Le diverse operazioni urbanistiche non sono state dettate tuttavia da un occhio di riguardo nei confronti della Banca ma, come avvenuto per altre trattative, dalla volontà dell Amministrazione di sostenere un iniziativa privata, garantendosi contropartite in termini di utilità pubblica. Rendendo l intervento più conveniente per gli operatori, si voleva favorire il decollo de Il Centro, per dotare il nostro paese di nuove strutture viarie e di attrezzature di uso collettivo. Abbiamo assistito invece, proprio in questi giorni, all allontanamento da Il Centro delle nostre società sportive e di tanti ragazzi che praticavano gli allenamenti di calcio. La mancata realizzazione di programmi e di opere non può essere attribuita all Amministrazione Comunale, ma alla responsabilità di chi oggi non riconosce gli obblighi a suo tempo contratti con la comunità di Zanica. Sono obblighi che non possono essere ricondotti a semplici impegni morali, sono obblighi condivisi che hanno forza di legge, perché regolati da una convenzione. Il Sindaco, Giovanni Aceti 8 La comunicazione riguarda le azioni intraprese dall Amministrazione Comunale nei confronti della Banca di Credito Cooperativo e della Società Eden Real Estate, rispettivamente venditore e acquirente dell area Il Centro di Via Comun Nuovo. Riteniamo doveroso informare la cittadinanza sugli ultimi sviluppi che sembrano disattendere le aspettative per tanto tempo alimentate. Per prima cosa, però, per inquadrare le ultime vicende, è necessario ricostruire alcuni fatti amministrativi che ci riportano agli anni 80: Inserimento nel P.R.G. di un vasto appezzamento di terreno agricolo di Via Comun Nuovo, di proprietà della Cooperativa IL CENTRO, riconducibile all allora Cassa Rurale ed Artigiana di Zanica, come area destinata a spazi pubblici attrezzati a parco, per il gioco e lo sport ; Approvazione del Piano di Lottizzazione conforme alla nuova previsione di P.R.G. con impianti, attrezzature sportive e di servizio, per un volume di mc; Trascrizione nei Registri Immobiliari di Bergamo della convenzione, parte integrante del P.L., che prevede fra le altre cose l obbligo da parte del lottizzante a realizzare: il tratto di strada di P.R.G., di collegamento tra la via Stezzano e la via Comun Nuovo; il percorso pedonale lungo la sponda destra del torrente Morla, da via Castellana al nuovo centro sportivo; l impianto di illuminazione pubblica per una lunghezza di circa 200 metri, lungo la strada provinciale; l allargamento della strada provinciale, in corrispondenza dell accesso a Il Centro. In secondo luogo la convenzione del 1990 prevede, nel rispetto della destinazione di uso collettivo attribuita all area, l utilizzo gratuito degli impianti da parte delle scolaresche e dei disabili, oltre alle agevolazioni tariffarie per tutti i cittadini di Zanica. Negli anni successivi al 1990, la Cooperativa IL CENTRO procede alla trasformazione dell area realizzando, solo in parte, gli impianti sportivi previsti e omettendo le opere di urbanizzazione di interesse generale sopra citate, ad eccezione del contributo per il percorso pedonale realizzato quattro anni fa. Arriviamo al 2000, quando la BANCA DELLA BERGAMA- SCA (nuova denominazione della Cassa Rurale, che successivamente prenderà quella di Banca di Credito Cooperativo) propone la modifica del Piano di lottizzazione, con l aumento della volumetria da a mc. Con delibere consigliari, si approvano la variante al

9 P.R.G. ed un nuovo P.L., con una nuova convenzione che sostanzialmente ripropone gli stessi obblighi per il lottizzante, circa le opere di urbanizzazione e circa l uso collettivo degli impianti. Vengono inoltre definiti i tempi di realizzazione delle diverse strutture. Nonostante l accoglimento da parte della B.C.C. delle modifiche alla convenzione proposte dal Consiglio Comunale, questa non viene mai sottoscritta come atto pubblico dalla stessa banca. L Istituto di Credito è infatti nel frattempo impegnato nella vendita dell intero complesso a terzi: LA NUOVA ERA S.P.A. Nel 2003, questo nuovo soggetto, LA NUOVA ERA S.P.A., che agisce in nome e per conto della BANCA CREDITO COOPERATIVO per sua espressa delega scritta, fa richiesta di nuova variante al P.R.G., per cambio di destinazione d uso, presentando un atto di impegno unilaterale che riprende gli obblighi contenuti nelle precedenti convenzioni. Per ridare impulso all operazione e salvaguardare la ricaduta pubblica dell intervento, il Consiglio Comunale adotta la variante al P.R.G.. Attualmente l area risulta destinata a strutture sportive, ricettive e socio sanitarie, mentre una parte è destinata all edificazione residenziale e commerciale, con un aumento della volumetria da a mc., oltre a mq. per la piscina. E arriviamo agli ultimi fatti. Rimanendo tutto lettera morta, l Amministrazione Comunale, per rompere gli indugi, impedire ulteriori ripensamenti e definire consensualmente l accordo negoziale, riafferma per iscritto, attraverso lettera del suo Legale Rappresentante del luglio 2006, di aver accettato le proposte contenute nella convenzione del 2000 e le successive modifiche contenute nell atto unilaterale del 2003 citato. A questo punto tutto diventa a dir poco grottesco. La BANCA CREDITO COOPERATIVO risponde di non comprendere le ragioni della nostra comunicazione, avendo nel frattempo venduto la proprietà alla Società Eden Real Estate. Negli incontri da noi sollecitati i due soggetti coinvolti giocano a scarica barile. Di fronte ad una nostra sollecitazione scritta dell ottobre 2006, a dare esecuzione agli impegni negoziali assunti, la Banca si dichiara esente da ogni obbligo nei confronti del Comune di Zanica, dimenticandosi anche di quei non ben definiti impegni morali espressi da un suo rappresentante in un incontro precedente. Uguale disconoscimento di obblighi anche da parte del nuovo acquirente. Ai fatti riportati, vorrei aggiungere poche riflessioni personali. Il filo conduttore che lega i diversi atti amministrativi che riguardano la storia de IL CENTRO è stato, e lo è tuttora, la volontà politica di sostenere un intervento che, se comportava da un lato il consumo del nostro territorio agricolo, dall altro poteva fornire nuove opportunità ai cittadini di Zanica, in termini di offerta di strutture e servizi, per l aggregazione, lo sport, la salute, l assistenza. Mantenendo fermo questo obiettivo, l Amministrazione Comunale è sempre stata sol- lecita nel mettere in atto procedure e approntare strumenti volti a superare ostacoli, non certamente determinati dall azione dell Amministrazione Pubblica. Non altrettanto pronta, anzi assente, è stata la risposta di chi beneficiava delle nuove previsioni di P.R.G. accompagnate naturalmente da ben definiti obblighi, sempre pattuiti e condivisi. Eppure, l Amministrazione Comunale ha continuato a mantenere vivo l interesse per quell area, nella convinzione che fosse necessario uno sforzo di mediazione, per non disperdere ciò che si era costruito negli anni, ai fini di una ricaduta dell operazione in termini di utilità pubblica. Ma quando il processo di mediazione si inceppa, per la negazione degli impegni assunti nei confronti Riteniamo doveroso informare la cittadinanza sugli ultimi sviluppi che sembrano disattendere le aspettative per tanto tempo alimentate. dell Amministrazione Comunale, vale a dire della comunità di Zanica, allora è obbligo dell Amministrazione ricercare altre vie per difendere l interesse pubblico. Il danno prodotto da questa lunga situazione di stallo è difficilmente quantificabile, perché determinato non solo da ciò che, previsto dagli obblighi di convenzione, non è stato realizzato, ma anche da ciò che si sarebbe potuto fare. Le aspettative riposte in quell area hanno certamente condizionato nel tempo i programmi dell Amministrazione Comunale, la quale, dando per acquisita la possibilità di dotare Zanica attraverso IL CENTRO di strutture e impianti come la piscina, ha rivolto energie e risorse verso altre opere pubbliche e rimandato interventi, quali quelli viari, perché previsti negli obblighi di convenzione. Da qui la determinazione dell Amministrazione Comunale di procedere per vie legali nei confronti della BANCA DI CREDITO COOPE- RATIVO e della Società EDEN REAL ESTATE. 9

10 Novità dal Parco del Morla a m b i e n t e A cura dell Assessore Luca Gibellini 10 Da qualche settimana è attivo, all indirizzo il sito internet del Parco del Morla. Grazie a questo nuovo ed efficace strumento di comunicazione sarà possibile documentarsi, curiosare e scaricare materiali inerenti il Parco agricolo che - lo ricordiamo - si estende sui territori di Zanica, Comun Nuovo e Levate per quasi ettari, e che Durante i mesi estivi prenderà il via il Progetto Archimede : un attività educativa di sensibilizzazione al lavoro, organizzata in collaborazione con la cooperativa Il Cantiere e con l Istituto Comprensivo. territorio. Grazie a questo strumento sarà quindi possibile divulgare i principi fondamentali che hanno portato alla nascita di questo parco agricolo: - tutela e sostegno degli agricoltori e delle loro attività; - miglioramento delle opportunità di fruizione; - conoscenza delle valenze naturalistiche, sociali e culturali, legate alla tradizione agricola. Per quanto riguarda il sostegno all agricoltura, nei prossimi mesi saranno promosse delle forme di convenzionamento con cui sostenere anche economicamente quelle attività che conservano e migliorano il paesaggio agricolo; ad esse si aggiungeranno, inoltre, alcuni suggerimenti tecnici (una sorta di linee guida ), come punto di riferimento volontario per tutti coloro che vorranno effettuare interventi in ambito agricolo. vedrà a breve anche l adesione del Comune di Stezzano. Sul sito internet sono infatti presenti, suddivisi nelle diverse sezioni che lo compongono, la descrizione del territorio del Parco, tutti gli atti amministrativi (delibere, convenzioni, piani di intervento) e divulgativi realizzati dal Comitato di Gestione del Parco; sono inoltre presenti una galleria fotografica, una rassegna stampa ed una sezione novità, tenuti costantemente aggiornati, oltre ad un nutrito elenco di collegamenti ad altri parchi, istituzioni e alcune significative realtà agricole presenti nel Per quanto riguarda la fruizione e la rete dei percorsi campestri, durante i mesi estivi prenderà il via il Progetto Archimede : un attività educativa di sensibilizzazione al lavoro, organizzata in collaborazione con la cooperativa Il Cantiere e con l Istituto Comprensivo, che si affiancherà ad esperienze scolastiche costruite durante l anno e rivolte ai ragazzi delle scuole medie. In concreto, i ragazzi che parteciperanno al progetto si dedicheranno alla rete della viabilità minore e campestre del territorio del parco agricolo, studiandone le caratteristiche ed intervenendo direttamente sulle connessioni tra i vari percorsi. Infine, per quanto riguarda la conoscenza delle valenze naturalistiche, è stata avviata una collaborazione con un associazione naturalistica di volontariato, la Capannelle ONLUS : a gennaio, sono iniziate le attività di censimento ornitologico su tutto il territorio del parco agricolo, che si concluderanno a dicembre e verranno poi riassunte in una pubblicazione. Inoltre, nel periodo primaverile (in particolare, ad aprile) le classi di Zanica, Comun Nuovo e Levate si recheranno in visita alla stazione ornitologica di Capannelle, per assistere alle attività di ricerca ed inanellamento a scopo scientifico che vi sono condotte dall associazione ornitologica.

11 urbanisti ca NASCE L AGENDA 21 LOCALE Insieme ad altri 19 Comuni del sud-ovest della provincia di Bergamo, il Comune di Zanica ha costituito l Associazione dei Comuni per l Agenda 21. Ma cos è l Agenda 21, e soprattutto a cosa serve? Il concetto di Agenda 21 nasce nel 1994, durante il vertice di Rio de Janeiro: le nazioni presenti, consapevoli della necessità di intervenire in modo congiunto e coordinato per governare al meglio il rapporto tra l ambiente e le attività umane, individuarono una serie di «obiettivi programmatici» e soprattutto di «metodi di lavoro», riassunti nello strumento dell Agenda 21. L Agenda, inizialmente sottoscritta dai governi nazionali, trova la sua naturale prosecuzione nell Agenda 21 locale: infatti, ogni livello della società, dallo Stato nazionale al singolo cittadino, passando per gli Enti locali, deve «fare la propria parte»; si è quindi deciso di provare a declinare, nelle varie realtà locali, gli obiettivi e le metodologie di Agenda 21. L Agenda 21 non è però soltanto un elenco di attività o iniziative da realizzare, quanto piuttosto una modalità innovativa di approccio ai problemi, che poggia su quattro concetti fondamentali: - sostenibilità; - sovraterritorialità; - pianificazione delle attività; - partecipazione. In questi primi mesi di attività, la nostra Agenda 21 locale ha già avviato o realizzato diverse importanti iniziative: - il sito internet dell associazione dove sono presenti le informazioni in merito all Agenda 21 ed ai suoi progetti; - l allestimento del Point 21, la sede fisica dell associazione che sarà aperta al pubblico e a tutti i cittadini che vorranno acquisire informazioni e consulenze; - predisposizione di una bozza di nuovo regolamento edilizio che integri i criteri della sostenibilità, della bioarchitettura e dell efficienza energetica; - definizione delle metodologie partecipative per il coinvolgimento dei cittadini e dei vari portatori di interesse nel processo di costruzione del nuovo Piano di Governo del Territorio; - definizione di un bando-tipo per la realizzazione di opere pubbliche o ad uso pubblico corrispondenti ai criteri della sostenibilità ambientale; - attivazione di un processo di formazione, rivolto ai dipendenti pubblici, per l attivazione della metodologia degli Acquisti Verdi (così come stabilito dal D.M. n. 203 dell 8 maggio 2003). METANO L Amministrazione Comunale di Zanica ha deciso di puntare sul metano. All inizio dell anno, infatti, è stato acquistato un nuovo furgone alimentato a metano, destinato al servizio manutenzioni comunali. La scelta è dovuta a fattori sia di natura ecologica che economica. Dal punto di vista ecologico, i veicoli alimentati a metano sono molto meno inquinanti di quelli a benzina: non sono soggetti a limitazioni in occasione delle giornate di blocco del traffico. I veicoli a metano emettono, infatti, il 25% in meno di CO2, hanno bassissime emissioni di NOx, mentre PM10, benzene ed ossidi di zolfo sono praticamente assenti. A favore di questa scelta depone poi anche l aspetto economico: con il prezzo del petrolio in continua ascesa, oggi per ogni chilometro percorso a metano si risparmia dal 50% al 70% rispetto alla benzina. Un risparmio economico non indifferente, che nel caso di lunghe percorrenze può raggiungere anche qualche migliaio di euro l anno, e che permette quindi di ammortizzare nel giro di breve tempo anche il costo della trasformazione di automezzi più vecchi, inizialmente nati a benzina. Tecnici e impiantisti ricordano, inoltre, che con l alimentazione a metano si riducono i costi di manutenzione ed aumenta la vita del veicolo. Tutti questi elementi fanno della scelta di passare al metano la migliore soluzione ad oggi possibile, sia per quanto riguarda il rispetto dell ambiente (e quindi della nostra stessa salute), sia per quanto riguarda il contenimento dei costi; tutto questo in attesa di soluzioni tecnologiche molto promettenti, quali ad esempio l idrogeno, ma purtroppo ancora di là da venire. La nostra intenzione, comunque, non è di fermarci qui, ma di proseguire sulla strada intrapresa, acquistando anche in futuro automezzi alimentati a metano e convertendo, laddove tecnicamente possibile, il parco auto esistente. E importante, infine, sottolineare come questa decisione possa e voglia essere anche un suggerimento per i cittadini; crediamo infatti che gli Enti pubblici debbano assolvere ad una funzione sociale ed educativa, dando «il buon esempio» e suggerendo ai cittadini tutte quelle «buone prassi» che migliorano l ambiente, la nostra salute, il territorio e in definitiva la qualità della vita. L invito a tutti è quindi di prendere in considerazione l opportunità di passare al metano per l alimentazione dei propri veicoli (nuovi o convertiti), anche approfittando degli incentivi statali e regionali messi a disposizione. 11

12 s p o r t Amarcord in mostra A cura dell Assessore Alvaro Facoetti L o scorso anno, nell ambito della Festa dello Sport, si è voluto dare visibilità alle giovani promesse sportive. Quest anno, invece, vogliamo caratterizzare la manifestazione dando importanza alle nostre radici sportive, attraverso una mostra fotografica. Un ringraziamento anticipato va a coloro che, con il proprio materiale, hanno potuto permettere tale mostra, che vuole avere caratteristiche di multisportività. Sfogliando il materiale fotografico riemergono tanti ricordi che sembravano sepolti nella nostra mente. Parecchi amici non sono più tra noi, ma ci hanno lasciato in eredità valori sportivi che dobbiamo essere capaci di trasmettere ai nostri figli e nipoti, se non vogliamo che fatti come la morte del dirigente Ermanno Licersi, morto durante la partita di 3 a categoria calabrese tra Sanmartinese e Cancellese, e la tragica scomparsa dell agente di polizia Filippo Raciti si possono ancora ripetere. Il vecchio e sano campanilismo dei nostri padri e nonni non andava mai oltre gli sfottò, e una bella bevuta riappacificava tutti. L appuntamento per tutti gli sportivi è per sabato 26 maggio, giorno di apertura della mostra e della settimana della Festa dello Sport. CALENDARIZZAZIONE FESTA DELLO SPORT 12 DATA ASSOCIAZIONE ORARIO ATTIVITÀ Tennis club 14.00/18.00 torneo Sabato 26/5 Judo sankaku 16.30/19.00 esami di cintura Vecchie glorie 18.45/20.00 partita di calcio Ginnastica artistica 20.30/21.30 esibizione Tennis club 14.00/18/00 torneo Domenica 27/5 U.S.O. calcio 18.00/20.00 triangolare allievi Angel danza 21.00/23.00 esibizione U.S.O calcio 18.00/20.00 triangolare classe 93 Lunedì 28/5 Judo sankaku 18.30/19.30 esibizione Pallavolo 18.30/23.00 torneo beach volley A.I.C.S /22.30 torneo calcio 5 U.S.O calcio 18.00/20.00 triangolare classe 95 Martedì 29/5 Pallavolo 18.30/23.00 torneo beach volley A.I.C.S /20.00 aerobica esibizione P.H.B. arcieri 20.00/22.00 dimostrazione + esibizione U.S.O. calcio 18.00/20.00 triangolare classe 96 Mercoledì 30/5 Pallavolo 18.30/23.00 torneo beach volley A.I.C.S /22.30 torneo calcio 5 U.S.O. calcio 18.00/20.00 triangolare classe Giovedì 31/5 judo sankaku 18.30/19.30 esibizione pallavolo 18.30/23.00 torneo beach volley Associazione non vedenti 19.00/20.30 (palestra) esibizione Associazione genitori 14.00/21.00 festa fine anno Venerdì 1/6 Pallavolo 18.30/23.00 torneo beach volley P.H.B. arcieri 20.30/22.30 dimostrazione + esibizione Udace ciclismo 09.00/12.00 corsa ciclistica Sabato 2/6 Udace + associazione genitori 14.00/17.00 biciclettata U.S.O. calcio 18.00/21.00 selez vs Brescia Domenica 3/6 Gruppo podistico/orator 09.00/12.00 camminata due punti Pallavolo 14.00/18.00 mini volley

13 I servizi e le attività della biblioteca b i b l i o t e c a A cura della biblioteca I n questa pagina vi aggiorniamo sui servizi e le attività della Biblioteca di Zanica: LA CONNESSIONE INTERNET: è possibile navigare in rete previa iscrizione in biblioteca. Per i minorenni l'iscrizione deve essere autorizzata dai genitori. La navigazione è gratuita e garantita su banda larga. Ogni utente può connettersi fino a un'ora al giorno per un massimo di tre ore a settimana. E' possibile prenotare la postazione telefonando in biblioteca. Per chi fosse interessato, i bibliotecari hanno selezionato una serie di siti sui più svariati argomenti tra cui il mondo dei libri, attualità e informazione, tempo libero, opac per le ricerche bibliografiche. IL PRESTITO DVD: in biblioteca sono disponibili circa 600 titoli tra film e opere varie su DVD, sia per bambini che per adulti, prestabili gratuitamente per una settimana. La lista dei DVD posseduti dalla biblioteca di Zanica si può visionare sul sito del Sistema Bibliotecario di Dalmine alla voce Catalogo DVD. L'indirizzo del sito è: I DVD non posseduti dalla biblioteca di Zanica, ma presenti in altre Biblioteche del Sistema, possono essere richiesti tramite il servizio di interprestito bibliotecario. GLI AUDIOLIBRI: sempre di più si stanno diffondendo gli audiolibri, cioè registrazioni audio di libri letti ad alta voce, di solito da un attore professionista o da un motore di sintesi vocale e disponibili su vari supporti tra cui musicassette e soprattutto cd (a volte mp3). E' un modo alternativo per gustarsi un buon libro. Alcuni esempi di audiolibri a Zanica: - Un filo di fumo di Andrea Camilleri letto da Fiorello - Marcovaldo di Italo Calvino letto da Marco Paolini - Il vangelo di Marco, voce recitante Ugo De Vita. Musiche di Mariangela Ciurleo - Lectura Dantis di Carmelo Bene IL LIBRO PARLATO: questo servizio è rivolto a tutte quelle persone che per vari motivi non possono leggere un testo scritto. E' realizzato in collaborazione con la Nastroteca Fratelli Milani di Brescia, che mette a disposizione un ampio catalogo di libri, anche recenti, registrati su audiocassetta. Il servizio è gratuito. Fitta è la collaborazione tra la biblioteca e le scuole elementari: ogni anno viene attivato un percorso di lettura finalizzato alla conoscenza degli autori di libri per ragazzi. Durante l'anno, in biblioteca, lettori professionisti leggono ai ragazzi del secondo ciclo delle elementari i libri di un determinato autore, libri che la biblioteca mette Fitta è la collaborazione tra la biblioteca e le scuole elementari: ogni anno viene attivato un percorso di lettura finalizzato alla conoscenza degli autori di libri per ragazzi. a disposizione dei ragazzi per il prestito. Il percorso si conclude nel mese di maggio con un incontro con l'autore, durante il quale i ragazzi hanno modo di porgli delle domande o semplicemente esprimere le loro impressioni sui libri che hanno letto. L'anno scorso è stato realizzato un percorso su Roberto Piumini, quest'anno sarà la volta di Stefano Bordiglioni. Per i bambini del primo ciclo, nel mese di maggio si svolgeranno degli incontri di lettura di libri della famosa illustratrice-scrittrice Nicoletta Costa, che incontrerà i bambini di Zanica nel mese di novembre. In biblioteca si possono richiedere le bibliografie su vari argomenti sia di libri per ragazzi che per adulti. COSTRUZIONI MECCANICHE Via P. Borsellino, 46/ ZANICA (BG) Telefono Fax e.mail: 13

14 c u l t u r a Bubu settete! A cura dell Assessore Bruno Brolis servizi educativi UN LUOGO PENSATO PER I BAMBINI DA 0 A 3 ANNI Lo spazio-famiglia Bubu...settete si configura come un luogo progettato a misura di bambino, uno spazio attrezzato con la presenza di educatrici qualificate. In un ambiente protetto, sicuro, morbido e colorato, i bambini possono giocare, disegnare, costruire, manipolare, imparare. Lo spazio-famiglia accoglie bambini e genitori insieme, avendo come obiettivo principale il sostegno della relazione genitore-figlio; nel perseguire ciò, il progetto educativo si propone di porre attenzione sia ai bisogni del bambino che a quelli dell adulto di riferimento, secondo un impostazione di lavoro che tiene insieme sia gli aspetti educativi che quelli sociali. La frequenza allo spazio-famiglia offre occasioni di crescita sia sul piano relazionale sia su quello cognitivo, in un contesto che garantisce, attraverso la presenza della mamma o di un altro adulto significativo, la continuità con l esperienza familiare, ma che al contempo, consente di sperimentare forme di autonomia e di distanza reciproca. gruppi in piazza UNO SPAZIO PER I GENITORI Per i genitori lo spazio-gioco è anche un occasione per attivare nuove relazioni che favoriscano la costruzione di rapporti significativi tra gli adulti. Bubu settete è aperto il lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 9.30 alle 11.30; e il martedì pomeriggio, dalle alle 18.30, presso l ex palestra delle scuole elementari di via Padergnone 17, a Zanica. Per informazioni, telefonare all Ufficio Servizi Sociali/Istruzione: 035/

15 b a c h e c a Settimana interculturale Fare educazione interculturale significa costruire percorsi personali e didattici, che rendano la scuola veramente aperta a tutti, una scuola che sappia farsi luogo privilegiato dello scambio e del confronto, della scoperta, della somiglianza e dell alterità, della crescita e dello sviluppo del pensiero critico; che sia disponibile a rivisitare pregiudizi, luoghi comuni e nozioni di base quali razza, culture, integrazione, diversità, migrante, confine, nord e sud. Un percorso che sviluppi negli alunni il senso di ricchezza che la cultura della pace, della solidarietà, del rispetto e dell accoglienza portano con sé. Possiamo dire che la settimana interculturale, svoltasi dal 5 al 9 marzo, è stata per i bambini e per le insegnanti un occasione importante per consolidare e rendere operativi alcuni percorsi che hanno reso esperienza delle acquisizioni pedagogiche, quali l attenzione agli aspetti cognitivi e relazioni dell apprendimento; la centralità dell apprendente; la considerazione dei punti di vista differenti, delle competenze comunicative e dell ascolto. Infatti, attraverso le attività laboratoriali proposte dall associazione Terrestorie, i bambini e le insegnanti hanno sperimentato a diversi livelli il mondo delle facce, delle feste in Perù, come pure la realtà dell Africa e del Ruanda, e infine il mondo delle molteplici appartenenze.la scuola si è trasformata in un villaggio che è entrato in contatto con tanti paesi diversi, attraverso il gemellaggio che ha consentito di esplorare le varie culture e renderle visibili con degli elaborati presentati nella mostra finale, che è stata visitata da molte persone. Le insegnanti della scuola elementare di Zanica Visite guidate al museo della parrocchiale Ogni quarta domenica del mese (tranne agosto), dalle alle 17.30, è possibile esplorare il patrimonio artistico della chiesa parrocchiale di Zanica, accompagnati da esperte guide locali. Un gruppo di concittadini, appassionati e curiosi della storia e della tradizione locale, che si riconosce nel gruppo ZanicArteStoria, partendo da accurate documentazioni e da curiose note storiche, ha predisposto un percorso che invita a riscoprire le opere conservate nel Museo della Parrocchiale. L'iniziativa, che potrebbe diventare una modalità per conservare e trasmettere la memoria storica del territorio, vede coinvolti tutti quanti vogliono mettere a disposizione conoscenze, documenti e ricordi di tradizioni e usi del passato. Il gruppo, ringraziando coloro che desiderano collaborare direttamente o con materiali (nel pieno rispetto del patrimonio privato), rinnova l'invito per le visite al "Tesoro della Parrocchiale". Per informazioni: Maura Vezzali Sarga tel Servizio di trasporto in ospedale L Associazione Anziani e Pensionati, in accordo con l amministrazione comunale, ha recentemente avviato un servizio di trasporto presso la Clinica Gavazzeni di Bergamo, per i soci del gruppo che necessitano di prelievi generici (sangue e urine). Il servizio viene svolto tutti i lunedì, dalle 7.30, con partenza dalla sede dell associazione, in Piazza della Repubblica, a fianco della farmacia. Per evidenti ragioni organizzative, è obbligatorio prenotare il servizio presso la segreteria dell associazione, nei pomeriggi di mercoledì e venerdì della settimana precedente. Il costo del servizio è fissato in 2 euro, contributo poi finalizzato a sostenere iniziative umanitarie. Il Presidente Adriano Bugini 15

16 numeri utili ORARI DI RICEVIMENTO Ufficio Lavori Pubblici, Urbanistica e Edilizia privata e Ecologia Lunedì Mercoledì Venerdì Ufficio Tributi Lunedì - Martedì - Giovedì - Venerdì Mercoledì Ufficio Assistente Sociale Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Ufficio Anagrafe Lunedì - Mercoledì - Venerdì Martedì - Giovedì Ufficio Polizia Locale Lunedì - Mercoledì - Venerdì Biblioteca Comunale Martedì - Mercoledì Giovedì - Venerdì Sabato Ufficio Segreteria e Protocollo Lunedì - Giovedì - Venerdì Martedì - Mercoledì Ufficio Istruzione Da Lunedì a Venerdì Ufficio Sport Da Lunedì a Venerdì Ufficio Ragioneria Lunedì - Mercoledì Martedì Venerdì RACCOLTA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI Piazzola ecologica: Martedì - Giovedì - Sabato periodo estivo (apr.-sett.): periodo invernale (ott.-mar.): Raccolta a domicilio: ORGANICO: tutti i martedì anche il giovedì nelle date13/20/27 luglio - 3/10/17 agosto FRAZIONE SECCA: tutti i VENERDÌ mattino PLASTICA: 1 e 3 MARTEDÌ di ogni mese CARTA: 2 e 4 MARTEDÌ di ogni mese VETRO: 2 e 4 VENERDÌ di ogni mese CIMITERO DI ZANICA Orari d apertura Lunedì Chiuso Periodo invernale Periodo estivo SERVIZI PUBBLICI MUNICIPIO Via Roma n.35 Sindaco Segretario Generale Centralino Ufficio personale Ufficio anagrafe /812/813 Ufficio ragioneria /801/802 Ufficio tributi /851 Ufficio assistente sociale /809 Ufficio tecnico lavori pubblici /881/882 Urbanistica ed edilizia privata /871/872 Ufficio segreteria /823 Ufficio sport Ufficio Istruzione Ufficio protocollo Ufficio polizia locale /861/862 Biblioteca Custode Fax municipio indirizzo internet comune Servizio Territoriale Handicap c/o Centro Socio Culturale Scuola Media/Segreteria Istituto Comprensivo Via Serio Tel Fax Spazio Giovani Il lunatico c/o scuola Media Scuola Elementare Via Padergnone n Scuola dell Infanzia Via Roma n ASL Via Serio 1/a Centralino Tel Fax Guardia Medica Tel Poste e Telecomunicazioni Via Libertà n Farmacia Via Roma n Parrocchia P.zza Papa Giovanni XXIII n Oratorio Via Roma Impianti Sportivi Comunali Carabinieri Zanica Associazione Volontari Zanica Soccorso E.N.E.L. Bergamo SIME-COMM. SRL (ex Gasmeter) Via Roma n Grassobbio (in Municipio a Zanica è a disposizione una cassetta per le comunicazioni) Acquedotto gestito dalla B.A.S. di Bergamo Numero Verde Numero Utenze Pronto Intervento Ufficio Distribuzione Servizio informativo CIMITERO CAPANNELLE Orari d apertura Periodo invernale Giov.-Sab.-Dom Periodo estivo Mart.-Giov.-Sab.-Dom

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Comune di Bonate Sotto Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr.11 del 2.3.2009 Pubblicato all Albo dal 19.3.2009 al 3.4.2009 Reg.nr.102

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli