Da azienda locale a operatore multiutility Pag. 1. L Azienda oggi: le aree di business Pag. 3. Servizi al cittadino: GAS Pag. 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da azienda locale a operatore multiutility Pag. 1. L Azienda oggi: le aree di business Pag. 3. Servizi al cittadino: GAS Pag. 4"

Transcript

1 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA STAMPA GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Da azienda locale a oatore multiutility Pag. 1 L Azienda oggi: le aree di business Pag. 3 Servizi al cittadino: GAS Pag. 4 Servizi al cittadino: ACQUA Pag. 7 Servizi al cittadino: ENERGIA ELETTRICA Pag. 11 Servizi al cittadino: GESTIONE RETI IN FIBRA OTTICA Pag. 12 Principali dati di bilancio Pag. 14 L assetto societario e le partecipazioni Pag. 17 La società in sintesi Pag. 18 Genova, settembre 2004

2 1 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Da azienda locale a oatore multiutility L Azienda Mediterranea Gas e Acqua (AMGA) S.p.A. di Genova è una società che da oltre 60 anni oa nel settore dei servizi pubblici. Da Azienda Municipalizzata a S.p.A. Nata nel 1937 come Azienda Municipalizzata Gas e Acqua di Genova distribuire acqua e gas di città, diviene nel 1996, con la trasformazione in società azioni (gennaio) Azienda Mediterranea Gas e Acqua S.p.A. Ad ottobre delle stesso anno l Azienda si quota alla Borsa di Milano. Lo sviluppo dell azienda nel corso degli anni si è attuato assumendo costantemente come principale riferimento i bisogni del cliente, sia questo il singolo cittadino-utente, o le amministrazioni comunali cui offrire la gestione dei servizi. Tale focalizzazione ha comportato una spinta verso servizi più integrati, più tempestivi, più flessibili, più sonalizzati. Una tradizione di primati A ulteriore conferma di ciò AMGA S.p.A. è l unica realtà nel panorama italiano che può vantare questi importanti primati: Prima Azienda ex municipalizzata a divenire S.p.A. e a quotarsi in Borsa. Prima Società del settore ad avere ottenuto la certificazione di qualità Ambiente e Sicurezza la totalità dei suoi servizi. Prima realtà a gestire in una grande città il ciclo integrale delle acque. Prima utility ad entrare nel segmento STAR della Borsa Italiana di Milano. Il passaggio da azienda municipalizzata a società quotata in borsa sancisce ufficialmente l avvenuto sviluppo di AMGA da azienda fornitrice dei tradizionali servizi a rete in ambito locale a Gruppo che, attraverso acquisizioni, partecipazioni, jointventure, ha ampliato sviluppandola e diversificandola l offerta dei servizi sia sul mercato nazionale che estero. Segmento STAR In particolare, con effetto dal 24 settembre 2001 al titolo AMGA S.p.A. è stata riconosciuta dalla Borsa Italiana S.p.A., con provvedimento n del , la qualifica di STAR, e quindi da tale data le azioni sono trattate nel relativo segmento del mercato telematico.

3 2 Gli obiettivi Alla luce di questa trasformazione AMGA si è posta quali obiettivi nel prossimo futuro: Il rafforzamento della propria posizione sul mercato dei servizi a rete locali, sia attraverso l espansione territoriale sia attraverso la diversificazione dei servizi offerti. Un accrescimento della qualità e della competitività dei servizi attraverso importanti investimenti in tecnologie innovative, in ricerca e sviluppo e nella formazione delle risorse umane. Una costante attenzione e salvaguardia nei confronti delle risorse naturali. Le strategie In questo senso AMGA si sta muovendo lungo due direttrici: integrazione (up-stream e down-stream) delle filiere energetiche gas ed energia elettrica; penetrazione su territori target, attraverso la partecipazione a gare d ambito il settore servizi idrici e/o l acquisizione di quote di società territoriali oanti nei settori idrico ed energetico.

4 3 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. L Azienda oggi: le aree di business Le aree di business tradizionali Le nuove aree di business Prima fra le grandi aziende pubbliche locali a trasformarsi in S.p.A. e a quotarsi al sistema telematico della Borsa Italiana S.p.A., il Gruppo A.M.G.A. oa oggi su tutto il territorio nazionale, direttamente o attraverso società partecipate e controllate, nell ambito dei servizi idrici ed energetici e fornendo a enti pubblici e imprese del settore i propri servizi specialistici in campo ingegneristico e della tutela ambientale. La fiducia e la credibilità acquisite consentono oggi alla società di proporsi come soggetto multiutility, differenziando la propria offerta ed estendendola anche a settori diversi da quelli storicamente gestiti, quali l energia elettrica e le telecomunicazioni. Attualmente l attività di AMGA S.p.A. è focalizzata nei seguenti settori: Servizi al cittadino (settore gas, idrico, energetico) Servizi a grandi clienti (settore energetico) Gestione reti in fibra ottica AMGA S.P.A. Valore della produzione 2002 Gestione reti in fibra ottica 4,10% Servizi Tecnologici 3,70% Gestione Calore 7,70% Energia Elettrica 5,40% Servizi Idrici 17,10% Gas 62% Servizi e Consulenza tecnologica e ambientale Servizi di formazione specialistica

5 4 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Servizi al cittadino: GAS AMGA, grazie alla pluriennale esienza e al consolidato know how maturati nella gestione di reti complesse, ha puntato fortemente sul settore GAS poter rafforzare la propria offerta ed estendere le attività anche al di fuori della sua normale area di influenza. Le tappe dello sviluppo A.LA.GAZ Mestni Plinovodi d.o.o. Liberizzazione dei servizi municipalizzati in Italia Negli ultimi anni AMGA, infatti, conformemente al suo piano di sviluppo e trasformazione, si è mossa oando molteplici acquisizioni e accordi a livello nazionale ed estero. A livello internazionale, prima tappa di questo processo di trasformazione è stata, nel 1997, la joint-venture con AEM Milano e Lengaz società di San Pietroburgo la fornitura di gas -, che ha visto la nascita di una nuova società mista italorussa denominata A.LA. GAZ (AMGA 15%, Lengaz 50% e AEM 35%) la ricostruzione della rete di distribuzione del gas di San Pietroburgo. E ancora, nel 1999 AMGA e AEM in partnership paritetica acquisiscono il 97% del capitale sociale di Mestni Plinovodi d.o.o. - società slovena con sede a Capodistria oante nel settore delle costruzione di reti e gestione del servizio di distribuzione del gas metano - la costruzione delle infrastrutture e la gestione del servizio di distribuzione del gas metano in Slovenia. Ma è soprattutto il territorio nazionale quello su cui AMGA vuole giocare un ruolo da leader, posizionandosi come polo di aggregazione oatori locali, al fine di costituire un gruppo nazionale che sia in grado di cogliere le numerose opportunità generate dalla liberalizzazione dei servizi ex municipalizzati e da un mercato rinnovato e in pieno fermento. Lo sviluppo futuro del mercato, secondo AMGA, vedrà sempre più premiare le aziende in grado di garantire qualità e innovazione dei propri servizi e una gestione oculata delle risorse naturali. Coerentemente con questa visione strategica del mercato, a partire dal 1999 AMGA si è adoata nell acquisizione di differenti realtà locali. ACOS Novi S.p.A. Aquamet Sud S.p.A. In prima battuta si è aggiudicata la gara l acquisizione del 25% del capitale sociale di ACOS Novi S.p.A., azienda del comune di Novi Ligure (AL) e Arquata Scrivia (AL), attiva nella distribuzione di servizi idrici e gas in tutta l area del Basso Piemonte, con un bacino pari a utenti gas e abitanti i servizi idrici. In seguito ha acquisito il 60% del capitale sociale di Aquamet Sud S.p.A., azienda romana oante nel settore della distribuzione di gas metano e della gestione del ciclo del trattamento delle acque nel centro-sud Italia - Lazio, Campania, Calabria, Basilicata con un bacino di circa utenti in forza di 16 concessioni attive.

6 5 L acquisizione di Aquamet Sud costituisce la premessa un significativo posizionamento di AMGA non soltanto sul mercato energetico ma anche sul mercato idrico nel Meridione. Nel corso degli ultimi anni AMGA ha poi acquisito quote in altre società oanti nel settore, fra le quali: GEA S.p.A. (Grosseto) e ASTEA S.p.A. (Osimo e Recanati). Il territorio genovese AMGA, ciò che concerne invece il suo tradizionale ambito oativo, fornisce gas ad oltre utenti nella città di Genova (il grado di penetrazione è di circa il 90%, uno tra i più alti in Italia) e provincia, attraverso una rete di Km di infrastrutture in grado di erogare mediamente di mc di metano in un anno. Dispone inoltre di una stazione di rifornimento di metano autotrazione con 8 box auto, 2 mezzi pesanti e con una capacità di rifornimento di 30 auto ogni ora. Sempre a Genova, gestisce direttamente oltre 650 impianti di riscaldamento (il 65% sono telecontrollati) e una rete di teleriscaldamento, alimentata da una centrale da 30 MW - con possibilità di integrazione di caldaie ausiliarie -, in grado di servire fino a unità abitative. Plurigas S.p.A. Nei primi mesi del 2001 AMGA (30%) in partnership con AEM di Milano (40%) e ASM di Brescia (30%) ha costituito Plurigas S.p.A., società finalizzata attività di trading di gas naturale. Plurigas S.p.A. oa sui mercati nazionali ed internazionali approvvigionarsi di gas a prezzi competitivi in modo da offrire ai propri clienti condizioni sempre più vantaggiose in termini di prezzi e di qualità. Amga Commerciale S.p.A. A partire da dicembre 2001, in seguito alle disposizioni del D.Lgs. 164/2000 sulla liberalizzazione del gas naturale, Amga ha deciso lo scorporo del ramo d azienda relativo alla vendita del gas alla controllata Amga Commerciale S.p.A. (95% Amga S.p.A., 5% Consorzio Amga Energia). Nell ottica di una presenza sempre più significativa in nuovi territori al di fuori della Liguria, AMGA, nel corso del giugno 2002, è entrata in 4 nuove società commerciali - Vea Energia Ambiente S.r.l. (40%), Gea Commerciale S.p.A. (30%), Adriatica Energia e Servizi S.r.l. (15%), ACOS Energia S.p.A. (25%) - attive nella vendita di energia elettrica e gas in Toscana, Piemonte e Marche. Vea Energia Ambiente S.r.l. Vea Energia Ambiente S.r.l., con sede a Pietrasanta (Lucca), è attiva principalmente sul territorio nord della Toscana, con un bacino potenziale di utenza costituito da circa abitanti.

7 6 GEA Commerciale S.p.A. Adriatica Energia e Servizi S.r.l. ACOS Energia S.p.A. Atena S.p.A. GEA Commerciale S.p.A., con sede a Grosseto, oa nel trading di gas ed energia elettrica, con un bacino di utenza costituito da circa abitanti, corrispondente ad oltre utenze. Adriatica Energia e Servizi S.r.l., con sede in Osimo (AN), é una società attiva nel trading di gas e di energia elettrica, con un bacino di utenza costituito da circa abitanti, pari ad oltre utenze. ACOS Energia S.p.A., con sede a Novi Ligure (AL), è una società di trading di gas e di energia elettrica oante in numerosi Comuni del Basso Piemonte, con bacino di utenza complessivo di circa abitanti, corrispondente ad oltre utenze. Nel gennaio 2003 AMGA, inoltre acquisisce il 35% del capitale sociale di Atena S.p.A. e del 12% di Atena Patrimonio S.p.A. di Vercelli, società multiutility controllate al 99% dal Comune di Vercelli, oanti nella gestione del servizio idrico integrato, nella distribuzione e vendita di energia (gas ed energia elettrica) e nella gestione dei servizi di igiene ambientale nel comune piemontese, e in altri comuni della zona con un bacino di oltre abitanti serviti. Più in particolare l oazione consente ad AMGA di rafforzare ulteriormente la propria posizione sul territorio del Piemonte dove attualmente, attraverso società partecipate, conta complessivamente abitanti serviti nel settore idrico e abitanti serviti nel settore dell energia. ASA S.p.A. Nel corso di maggio 2004, AMGA si aggiudica la gara riguardante la scelta del partner industriale di ASA - Azienda Servizi Ambientali - di Livorno, attraverso l acquisto del 40% del capitale sociale dell azienda. ASA di Livorno è una società multiutility che gestisce il servizio idrico integrato, l acquisto e la distribuzione di gas metano con un bacino di oltre abitanti il gas e i servizi idrici. Le utenze Per quel che riguarda il settore gas, il Gruppo AMGA conta oggi circa utenze servite ( un totale di oltre abitanti), dei quali nell area genovese.

8 7 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Servizi al cittadino: ACQUA Nel settore idrico AMGA ha via via saputo cogliere e sviluppare importanti opportunità che oggi la qualificano quale punto di riferimento a livello europeo, soprattutto a seguito della generale riorganizzazione dell intero settore, secondo quanto stabilito dalla legge Galli. A livello regionale, AMGA, oltre a Genova, ha saputo consolidare in maniera significativa la propria presenza anche in altre zone, attraverso diversi accordi sia con le amministrazioni comunali che con altri oatori. 1996: costituzione AIGA S.p.A. Già nel 1996 AMGA ha siglato con il Comune di Ventimiglia un accordo la gestione del ciclo integrale delle acque attraverso la costituzione di una nuova società, A.I.G.A. S.p.A., di cui AMGA tutt ora detiene il 49% e la gestione oativa e il comune di Ventimiglia il restante 51%, con un ruolo di suvisione. Tale oazione rappresenta il primo accordo in Italia tra amministrazione locale e partner industriale privato specializzato in questo settore. AM.TER S.r.l. 1998: Idrotigullio S.p.A. La legge Galli Gara ATO Arezzo A questo accordo si va ad aggiungere quello stipulato con il Comune di Cogoleto, con cui AMGA, attraverso la partecipazione al 49% del capitale sociale di AM.TER S.r.l, gestisce i servizi idrici integrati della città e di alcuni comuni limitrofi. Per ciò che riguarda la Riviera Ligure di Levante AMGA, nel 1998, si è aggiudicata la gara la scelta del socio privato di maggioranza (79%) di Idrotigullio, società del comune di Chiavari la gestione del ciclo integrato delle acque con un bacino di circa utenti. La gara prevedeva la concessione del servizio i successivi 50 anni. In previsione della riforma del sistema idrico nazionale sancita dalla legge Galli - che prevede la gestione del patrimonio idrico nazionale in diversi Ambiti Territoriali Ottimali (A.T.O.) - AMGA si è saputa preventivamente organizzare e strutturare in modo tale da avvantaggiarsi nei confronti dei concorrenti e sfruttare a pieno le nuove opportunità. Ciò ha consentito ad AMGA nel 1999, attraverso la partecipazione al consorzio costituito da Suez Lyonnaise des Eaux (51%), AMGA (35%), IRIDE (società costituita dalle rappresentanze locali degli artigiani C.N.A. e Confartigianato, 10%), Monte dei Paschi di Siena (2%) e Banca Popolare dell Etruria e del Lazio (2%) - denominato Intesa Aretina S.p.A di aggiudicarsi la prima gara in Italia la gestione del ciclo integrato in un intero Ambito Territoriale Ottimale. La durata dell affidamento del servizio è di 25 anni.

9 8 In particolare Intesa Aretina S.p.A. è socio al 49% di Nuove Acque S.p.A., società a capitale misto pubblico-privato che gestisce il ciclo integrato delle acque nell ambito territoriale 4 Alto Valdarno, comprendente Arezzo e altri 36 comuni, con un bacino di oltre abitanti. Specifici patti societari prevedono un rapporto paritetico fra Suez Lyonnaise des Eaux e AMGA quanto concerne la gestione oativa di Nuove Acque S.p.A., mentre gli altri soci contribuiscono con un apporto specialistico. Gli investimenti previsti Nuove Acque S.p.A. ammontano a circa 400 miliardi di lire. Il fatturato previsto è di 90 miliardi annui. Nel 2000 AMGA ha poi acquisito il 36,9% di Mondo Acqua, società la gestione dei servizi idrici nel Comune di Mondovì. In una logica di un generale riassetto organizzativo dell azienda stessa, il Gruppo AMGA si è successivamente mosso verso la creazione un soggetto autonomo che funga da polo di aggregazione altri gestori oanti nell Ambito Territoriale Ottimale e possa candidarsi quale gestore qualificato l assegnazione di altre ATO. 1999: costituzione di Genova Acque S.p.A. Nel corso del 1999 AMGA costituisce così Genova Acque S.p.A. - di cui detiene inizialmente il 99,9% del capitale sociale mentre il rimanente appartiene a Idrotigullio S.p.A. quale società specializzata nella distribuzione di acqua potabile e nella raccolta e smaltimento delle acque reflue. Dal 2000 Genova Acque S.p.A. è gestore di alcuni impianti di potabilizzazione e depurazione in Sardegna nelle aree del Sulcis Iglesiente (CA), di Capidano (CA) e di Trexenta-Marmilla-Mandrolisai (OR). La gestione degli impianti - con un bacino complessivo di abitanti serviti - ha comportato l assunzione in loco di oltre 70 addetti specializzati. Gestione acquedotti genovesi A marzo 2000 AMGA e Vivendi S.A. hanno concluso un accordo sulla base del quale Genova Acque ha acquisito le partecipazioni detenute da Vivendi stessa nell Acquedotto De Ferrari Galliera e nell Acquedotto Nicolay. Grazie a questa intesa i francesi hanno conferito le quote che detenevano nei due acquedotti privati genovesi a Genova Acque, mentre AMGA ha riservato a Vivendi, in seguito ad un aumento di capitale, una quota pari al 20% di Genova Acque. Attualmente la quota di Amga in Genova Acque è del 79,9%.

10 9 A Genova Acque fanno così capo oggi oltre il 27% del capitale del De Ferrari Galliera e una quota suiore al 33,7% del Nicolay. Per le due società l oazione si inquadra in una logica di collaborazione lo sviluppo dei servizi idrici nella Provincia di Genova, in funzione della prossima scelta del gestore unico del ciclo dell acqua nell Ambito Territoriale Ottimale. Attualmente AMGA sul territorio genovese serve quotidianamente circa abitanti l acqua potabile ( utenze), distribuendo in media di mc. all anno e gestisce oltre Km di reti fognarie, 7 impianti di depurazione e un impianto di trattamento dei fanghi, servendo circa abitanti. ATO Calabria AGAM S.p.A. Sempre dal 2000 Genova Acque con SMECO - società specializzata nella gestione di impianti di depurazione - è gestore di circa 250 impianti di depurazione in 2 ATO della regione Calabria. A partire da settembre 2001, la cordata composta da AMGA S.p.A. (30%) e AEM S.p.A. (70%) di Milano ha siglato un accordo con il Comune di Monza l acquisto del 24,99% del capitale sociale di AGAM S.p.A., la utility oante nei servizi di distribuzione del gas (ca utenti), acqua e fognature (ca utenti) e produzione e distribuzione di calore teleriscaldamento (ca. 80 utenti). Il ruolo di AMGA e AEM sarà rivolto soprattutto alla gestione tecnico-commerciale dei servizi offerti dall utility di Monza. In particolare ad AMGA spetterà la gestione del settore idrico. ASPEA S.p.A. A dicembre del 2001, il Consorzio di aziende composto da Amga, quale capofila (51%), AGSM S.p.A. (35%) e Amia S.p.A. (14%) di Verona, si è aggiudicato la gara la scelta del partner industriale, attraverso l acquisizione del 35% del capitale sociale di Aspea S.p.A., società multiutility oante nel territorio comunale di Osimo (Ancona), che gestisce i servizi del ciclo integrato dell acqua, produzione e distribuzione di energia elettrica, distribuzione e vendita gas, smaltimento rifiuti, teleriscaldamento, pubblica illuminazione e parcheggi. Successivamente, nell ottobre 2003 ASPEA ha poi completato un processo di fusioni con AST Recanati dando vita alla multiutility ASTEA. Comune di Asti Nel marzo 2002, il Consorzio composto da AMGA (10%), SMAT Torino (10%), ASTA (50%), AMIAT (75%), ATM (7,5) e Satti Torino (7,5%), si è aggiudicato la gara riguardante la scelta del partner industriale, attraverso l acquisizione del 45% del capitale sociale di ASP - Azienda Servizi Pubblici - di Asti, società multiutility che gestisce il servizio idrico integrato, l igiene urbana e i trasporti pubblici, oante nel Comune di Asti, con un bacino di oltre abitanti. AMGA insieme a SMAT Torino si occuanno della gestione del servizio idrico integrato.

11 10 Affidamento ATO genovese A partire da giugno 2003, AMGA è stata indicata in modo unanime dall Assemblea dei Comuni quale nuovo gestore transitorio del ciclo integrato dei servizi idrici dell ATO della Provincia di Genova, comprendente complessivamente 67 Comuni e oltre abitanti serviti. Per AMGA l affidamento della gestione transitoria equivale al riconoscimento del ruolo svolto dall azienda sul territorio genovese dove la società era già affidataria dei servizi idrici del Comune di Genova - la cui popolazione rappresenta circa l 80% della popolazione dell intero ambito - e di altri 18 Comuni appartenenti all ATO. ASMT Tortona Le utenze Nel giugno 2004 AMGA si è aggiudicata la gara la scelta del partner industriale - attraverso l acquisto del 44,75% del capitale sociale - di ASMT Servizi Industriali di Tortona, società multiutility che gestisce il servizio idrico integrato, la distribuzione e la vendita di gas metano, con un bacino di oltre abitanti i servizi idrici e il gas. Per quel che riguarda il settore acqua, il Gruppo AMGA conta oggi oltre abitanti serviti, dei quali nell ATO Genovese.

12 11 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Servizi al cittadino: ENERGIA ELETTRICA Il settore energetico rappresenta l azienda genovese un area di importante sviluppo il futuro, fondamentale l ampliamento dei servizi offerti ed il conseguente rafforzamento della posizione di azienda multiutility. Le centrali del Brugneto e della Val Noci Acquisizione CAE Ad oggi AMGA S.p.A. oa attraverso due centrali idroelettriche poste a valle dei due bacini idrici del Brugneto e del Val Noci, con una potenza complessiva di 11 megawatt e una produzione di 40 milioni di Kwh all anno. Nel corso del 1999 AMGA ha acquisito la centrale di co-generazione del Consorzio Ansaldo Energia (CAE), appartenente ad IRI/Finmeccanica, dotata di una potenza di 30 megawatt e una produzione di 180 kwh. Con questa oazione AMGA raggiunge unitamente alle altre due centrali idroelettriche - una potenza complessiva di 41 megawatt e una produzione complessiva di oltre 220 milioni di Kwh. all anno. Consorzio Amga Energia Acquisizione Interpower A partire da gennaio 2002, Amga ha trasferito le attività della gestione calore e della produzione di energia idroelettrica, al Consorzio Amga Energia (99,84% Amga, 0,16% Idrotigullio S.p.A.). Nel corso del 2003 inoltre AMGA, nella cordata formata da Energia Italiana - Electrabel - ACEA Roma, si è aggiudicata la gara Interpower, la 3 Genco posta in vendita da Enel, a cui AMGA ha partecipato con una quota del 11% in Energia Italiana. Il buon esito di quest oazione è di particolare rilievo in quanto consente ad AMGA di aumentare considerevolmente il volume di energia elettrica disponibile con cui rafforzare la propria presenza sul mercato nazionale. Le utenze Per quel che riguarda il settore energia elettrica, AMGA conta oggi circa 400 grandi clienti.

13 12 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Servizi al cittadino: GESTIONE RETI IN FIBRA OTTICA Saster Net S.p.A. Cablatura in fibra ottica della città di Genova Grazie allo sfruttamento delle proprie infrastrutture di rete presenti nel sottosuolo e allo specifico know how tecnologico poterle gestire, AMGA ha costituito nel giugno 2000 Saster Net S.p.A., controllata da AMGA all 85%, partecipata da ASTER Azienda Servizi Territoriali del Comune di Genova 15%, specializzata nella progettazione, installazione e manutenzione di reti in fibra ottica da locare a soggetti terzi. Il ruolo strategico di Saster Net è quello di integratore delle attività nella realizzazione di reti di TLC utilizzando le reti tecnologiche già esistenti nel sottosuolo e garantendone la funzionalità nel tempo. In particolare Saster Net ha già realizzato 250 km. di rete - pari al 75% della rete complessiva da realizzare nel Comune di Genova - che corrispondono ad oltre km. di fibre ottiche, a disposizione degli oatori di telecomunicazione. A novembre 2001 ha lanciato il portale cittadino che intende fornire ai genovesi servizi e informazioni di pubblica utilità, attraverso internet secondo una logica più moderna e aggiornata nel rapporto con l utente cittadino, ispirata alla trasparenza, efficienza e rapidità. In particolare il portale è diviso in due sezioni principali: i servizi, che comprende tutte le funzioni di sportello on-line - sportello del gas, pagamento dei servizi comunali, autocertificazioni, lo stato dei cantieri cittadini, biblioteche, musei - e le informazioni, dove sono presenti tutte le notizie - il focus on, la finestra sulla città, le news - relative alla città di Genova. Servizi e consulenza tecnologica e ambientale A completare lo spettro dei servizi offerti da AMGA, vi sono i servizi di consulenza nell ambito ingegneristico e, più in particolare, nella gestione del patrimonio ambientale, competenze oramai indispensabili tutti gli oatori impegnati nel campo dell energia, del ciclo delle acque e dei servizi di telecomunicazione. Saster e Saster Pipe Tramite le due divisioni Saster e SasterPipe oa su servizi integrati chiavi in mano il rinnovo delle reti interrate, con tecnologie NO-DIG.

14 13 Gestione del territorio Mapping e telecontrollo AMGA gestisce l osservatorio Corpi Idrici della Liguria con 23 cabine di monitoraggio e relativo centro di telecontrollo ed elaborazione cartografica, progetta e realizza sistemi innovativi di monitoraggio idroambientale, conduce analisi chimiche e microbiologiche su acque potabili, reflue, suficiali e marine e realizza studi, ricerche ambientali e simentazione di nuovi trattamenti di potabilizzazione. L Azienda è in grado di mettere a punto sistemi di simulazione nei bacini idrologici e nelle reti di drenaggio urbane la pianificazione degli interventi più efficaci e di applicare una vasta scelta di soluzioni tecniche avanzate nelle reti di distribuzione gas e acqua, con particolare riguardo alle più aggiornate tecnologie del polietilene. Per quel che concerne il settore del mapping e del telecontrollo, AMGA realizza un sistema di mappatura elettronica informativo e di semplice aggiornamento mentre è oativo il telecontrollo di Km di reti gas e di 450 km di reti acqua, di 7 stazioni di prelevamento metano da SNAM e 9 stazioni di riduzione pressione metano di secondo salto. Servizi di formazione specialistica L indiscussa competenza ed esienza di AMGA nella gestione delle reti gas e del ciclo integrale delle acque, hanno fatto sì che l azienda genovese diventasse punto di riferimento anche quel che riguarda la diffusione della cultura specialistica nella gestione di reti avanzate gas e idriche. S.T.A.G.E. Attraverso il suo centro formazione S.T.A.G.E (Sviluppo Tecnologie Acqua Gas Europa), AMGA ogni anno organizza numerose iniziative di formazione fra cui seminari, workshop e attività sistematiche di formazione e aggiornamento. In particolare i corsi sono volti alla formazione di quadri e tecnici; all addestramento tecnico-oativo tecnici specializzati; all aggiornamento installatori di impianti a gas. Obiettivo di questa iniziativa, oltre alla formazione vera e propria, si propone di divenire importante momento di scambio e divulgazione delle esienze più significative emerse nel campo della gestione delle reti tecnologiche.

15 14 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. Principali dati di bilancio I dati economici: Bilancio 2003 Sotto l apetto economico ecco i principali risultati di Bilancio 2003 del Gruppo AMGA: valore della produzione a 387 milioni di Euro (+13,5% rispetto al 2002), EBITDA a 73 milioni di Euro (+22,7% rispetto al 2002), EBIT a 44,9 milioni di Euro (+25,7% rispetto al 2002), utile lordo a 54,6 milioni di Euro (+71% rispetto al 2002), utile netto 37,5 milioni di Euro (+83% rispetto al 2002); dividendo di 0,020 Euro azione (+17% rispetto a 0,017 Euro del 2002). Questi in sintesi i principali dati riferiti al Bilancio Consolidato 2003 di AMGA S.p.A. - Azienda Mediterranea Gas e Acqua - approvati dall Assemblea degli Azionisti della società genovese. I risultati conseguiti dal Gruppo AMGA nell'esercizio 2003 registrano, rispetto all'esercizio precedente, un significativo aumento degli utili e dei margini oativi. AMGA S.p.A. Per ciò che riguarda la Capogruppo AMGA S.p.A. - azienda quotata al segmento STAR della Borsa Italiana S.p.A. - il valore della produzione è stato pari a 70,9 milioni di Euro contro i 70,5 milioni di Euro del 2002 con un utile netto di 13,9 milioni di Euro in forte crescita (+360%) rispetto ai 3 milioni di Euro del A livello di bilancio consolidato, l incremento dei principali aggregati economici è da imputarsi all incremento della redditività della filiera del gas, ai maggiori volumi venduti e alla maggiore produzione e commercializzazione di energia elettrica. Posizione finanziaria Dividendo La posizione finanziaria netta è pari a -61,7 milioni di Euro mostrando un notevole miglioramento rispetto ai -87,6 milioni di Euro al 31 dicembre L Assemblea ha stabilito inoltre la distribuzione di un dividendo di 0,020 Euro azione ordinaria.

16 15 Azionisti sopra il 2% del capitale sociale Di seguito l elenco delle quote del capitale sociale AMGA possedute dagli azionisti sopra il 2% del capitale stesso al 31/12/2003: Nome Azionista N. Azioni Quote capitale sociale Comune di Genova ,707% SPIM ,403% (Azienda del Comune di Genova) S. Lucia ,03% ACEA % Edison ,810% Master Found ,178% Schroeder ,03% Le utenze Per quel che riguarda il numero di abitanti serviti nelle diverse aree di business - acqua, gas ed energia elettrica - questi ammontano complessivamente a: servizi idrici: abitanti serviti gas: abitanti serviti energia elettrica: 400 grandi clienti

17 16 Tabella riassuntiva dei principali dati economici e patrimoniali di Bilancio 2003 del Gruppo AMGA S.p.A. (dati in Euro) Conto economico Esercizio 2003 Esercizio 2002 Totale valore della produzione Totale costi della produzione ( ) ( ) Differenza fra valore e costi della produzione Totale proventi e oneri finanziari ( ) ( ) Totale rettifiche di valore di attività finanziarie ( ) ( ) Totale partite straordinarie Risultato prima delle imposte Utile d esercizio Stato Patrimoniale Immobilizzazione immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni Crediti Disponibilità liquide Patrimonio netto Fondi rischi e oneri Trattamento di fine rapporto Debiti

18 17 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. L assetto societario e le partecipazioni La situazione delle partecipazioni della Società, al 31/12/2003, può essere così sintetizzata: Holding Aree di business Acqua Gas Energia TLC Tecnologia Ambiente Servizi Società controllate o partecipate Genova Acque S.p.A. (79,9%) IdroTigullio S.p.A. (79%) A.I.G.A. S.p.A. (49%) AM.TER S.r.l. (49%) Intesa Aretina S.p.A. (35%) Mondo Acque S.p.A. (36,9%) AGAM S.p.A.*** (7,4%) ASTEA S.p.A. (15%) Acquedotto De Ferrari Galliera (27,62%) Acquedotto Nicolay (33,7%) Tirana Acque (32%) ASP Asti (4,5%) Atena Vercelli** (35%) ASA Livorno*** (40%) Aquamet S.p.A. (60%) Mestni Plinovodi d.o.o. (39,8%) ACOS. Novi S.p.A.**** (25%) A.LA.GAZ S.p.A. (15%) Plurigas S.p.A. (30%) GEA S.p.A. (29,4%) Amga Commerciale S.p.A. (95%) Vea Energia Ambiente S.r.l.* (40%) GEA Commerciale S.p.A.* (30%) Adriatica Energia e Servizi S.r.l.* (15%) ACOS Energia S.p.A.* (25%) ASMT Tortona**** (44,75%) C.A.E. Consorzio Amga Energia (99,8%) C.S.I. Consorzio Servizi Integrati (50%) Interpower (11% Energia Italiana) SasterNet S.p.A. (85%) Sastercom S.p.A. (95%) Hydrocontrol (17%) AcqueInforma (34%) Sogea (2,8%) SIL Società Italiana Lining (50%) CIRS S.c.r.l. (51%) Integra Clienti S.r.l. (30%) * Le Società sono attive nella commercializzazione di gas ed energia elettrica ** La società è attiva anche nella distribuzione e vendita di gas ed energia elettrica e nella gestione dei servizi di igiene urbana *** La società è attiva anche nella distribuzione gas **** La società è attiva anche nei servizi idrici

19 18 GRUPPO AMGA-AZIENDA MEDITERRANEA GAS E ACQUA S.P.A. La società in sintesi Denominazione Gruppo AMGA S.p.A. Azienda Mediterranea Gas e Acqua Attività Servizi idrici integrati, distribuzione gas, calore, energia, telecomunicazioni Sede Legale Sito internet Via SS. Giacomo e Filippo, Genova Portale dei servizi al cittadino Valore della produzione al 31/12/2003 Utile netto al 31/12/2003 Capitale Sociale 387 milioni di Euro 37,5 milioni di Euro Euro pari a n azioni ordinarie Utenze Servizio Idrico Gas Presidente Giovanni Domenichini Vice Presidente Luigi Luzzati Amministratore Delegato e Direttore Generale Roberto Bazzano

20 19 Membri del Consiglio Nicola Costa Giuliano Gallanti Bruno Giglio Fabrizio Palenzona Collegio dei Sindaci Giuseppe Lalla - Presidente Ermanno Martinetto Pietro Perfumo Società di revisione Arthur Andersen S.p.A. Assetto azionario Comune di Genova 26% SPIM (controllata Comune di Genova) 25% Flottante 49%

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato Massimo Levrino CFO Gruppo IREN Torino, 28 ottobre 2011 0 Diffusione territoriale delle local utilities A S P S.P.A. Pordenone AMPS Parma

Dettagli

impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea

impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea il gruppo astea Il Gruppo Astea è una multiutility a prevalente capitale pubblico locale, che opera nell

Dettagli

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag.

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag. Cartella stampa Sommario Enìa pag. 2 La struttura pag. 5 Azionariato pag. 7 Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7 La storia pag. 8 Scheda di sintesi pag. 11 Contact: Ufficio Stampa Enìa SpA Selina

Dettagli

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato S E R V I Z I D I Q U A L I T À Iren è una delle più importanti e dinamiche multiutility del panorama italiano e opera nei settori dell energia elettrica, dell energia termica per teleriscaldamento, del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

La società: le origini e l evoluzione Pag. 1. Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3. Le attività Pag.

La società: le origini e l evoluzione Pag. 1. Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3. Le attività Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società: le origini e l evoluzione Pag. 1 Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3 Le attività Pag. 4 I dati economico-commerciali

Dettagli

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali.

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Bologna, 10 giugno 2008 Relazione introduttiva di Renato Matteucci Dip. Reti-Terziario Cgil nazionale Premessa Fin dall

Dettagli

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA STRUTTURA AZIONARIA RISORSE UMANE VALORE AGGIUNTO ENERGIA ELETTRICA STRUTTURA SOCIETARIA RISULTATI FINANZIARI IGIENE URBANA E CICLO IDRICO GAS E COGENERAZIONE Chi siamo Il

Dettagli

Sfide e opportunità nel settore dei rifiuti

Sfide e opportunità nel settore dei rifiuti Sfide e opportunità nel settore dei rifiuti Luglio 203 Arthur D. Little S.p.A. www.adlittle.com Corso Monforte, 54 2022 Milan Italy Phone +39 02 6737 6 Fax +39 02 6737 625 Via Sardegna, 40 0087 Rome Italy

Dettagli

Conference Call, 21 Marzo 2005. Risultati 2004 e Q4 04

Conference Call, 21 Marzo 2005. Risultati 2004 e Q4 04 Conference Call, 21 Marzo 2005 e Q4 04 Presidente Renzo Capra Il flottante a seguito della fusione con BAS è circa il 18% Azionariato A seguito della programmata fusione con BAS Bergamo, il Comune di Brescia

Dettagli

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese ing. Giuseppe Zanca, Direttore Sviluppo del Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì 4 marzo - Milano Servizi

Dettagli

Milano 30.10.2008. Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria

Milano 30.10.2008. Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria Milano 30.10.2008 Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria Agenda Razionali del progetto di fusione Struttura ed elementi principali dell operazione Posizionamento e vantaggi competitivi

Dettagli

Company profile. IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4

Company profile. IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Company profile Sommario IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2 Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Il modello organizzativo pag. 5 Le aree di business pag. 6 Generazione e

Dettagli

Company profile. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4. La responsabilità sociale d impresa pag. 16

Company profile. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4. La responsabilità sociale d impresa pag. 16 Company profile Sommario IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2 Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Il modello organizzativo pag. 5 Le aree di business pag. 7 Generazione energia

Dettagli

COMUNICATO DELL EMITTENTE AI SENSI DELL ARTICOLO 103, TERZO COMMA, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DELL ARTICOLO 39 DEL REGOLAMENTO CONSOB 11971/1999

COMUNICATO DELL EMITTENTE AI SENSI DELL ARTICOLO 103, TERZO COMMA, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DELL ARTICOLO 39 DEL REGOLAMENTO CONSOB 11971/1999 COMUNICATO DELL EMITTENTE AI SENSI DELL ARTICOLO 103, TERZO COMMA, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DELL ARTICOLO 39 DEL REGOLAMENTO CONSOB 11971/1999 Il consiglio di amministrazione di Società Azionaria

Dettagli

Hera Amga: approvato il progetto di fusione

Hera Amga: approvato il progetto di fusione comunicato stampa Bologna, Udine 23 gennaio 2014 Hera Amga: approvato il progetto di fusione I Consigli di Amministrazione di Hera e di Amga riuniti oggi pomeriggio hanno approvato e sottoscritto l accordo

Dettagli

2013 DATI DI SINTESI

2013 DATI DI SINTESI 213 DATI DI SINTESI BILANCIO ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 1 LETTERA AGLI AZIONISTI Signori Azionisti, c è un Italia che ha deciso di non arrendersi agli effetti della crisi, di fare leva su

Dettagli

Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia

Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia pagina 1 di 5 Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia Normativa Europea: L inizio del processo di privatizzazione dell energia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO IRIDE ED F2I COSTITUISCONO UN POLO INDUSTRIALE DELL ACQUA. OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA TOTALITARIA SU AZIONI MEDITERRANEA DELLE ACQUE S.P.A. Iride Acqua e Gas S.p.A.

Dettagli

L AUTORITA PER I SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA. Premesso:

L AUTORITA PER I SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA. Premesso: L AUTORITA PER I SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE DI ROMA Premesso: a) che la delibera consiliare n. 114/96, istitutiva dell Autorità per i servizi pubblici locali del Comune di Roma, ha previsto che

Dettagli

Soluzioni sostenibili per tutti.

Soluzioni sostenibili per tutti. Soluzioni sostenibili per tutti. Nata nel 23 con il nome Trentino Servizi Integrati (TSI), concentra la propria attività nell engineering, nella gestione calore e nella sostenibilità energetica. In particolare

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità

Bilancio di Sostenibilità Bilancio di Sostenibilità 2009 INDICE Lettera agli stakeholder... Premessa... Nota metodologica... IDENTITÀ AZIENDALE Il Gruppo IRIDE.... Settori di attività del Gruppo IRIDE... Scenario di riferimento...

Dettagli

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009 Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del RISULTATI OPERATIVI IN FORTE CRESCITA: - RICAVI: 1.625 MILIONI (1.740 NEI 9 MESI, -7%) - MARGINE OPERATIVO

Dettagli

Gruppo Iren: la storia

Gruppo Iren: la storia Iren Mercato Gruppo Iren: la storia > 1905 > 1907 > 1922 > 1962 > 1971 Nasce l azienda Municipale di Parma Nasce l azienda Municipale di Torino Nasce l azienda Municipale di Genova Nasce l azienda Municipale

Dettagli

DATI DI SINTESI BILANCIO ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA

DATI DI SINTESI BILANCIO ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 2014 DATI DI SINTESI BILANCIO ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA LETTERA AGLI AZIONISTI Signori Azionisti, il 2014 è stato un anno di cambiamenti per la Vostra società. Il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

Il Gruppo: valore per il territorio

Il Gruppo: valore per il territorio Il Gruppo AEB-Gelsia rappresenta una tra le prime multiutility in Lombardia per fatturato e clienti serviti e si colloca tra i primi 20 operatori a livello nazionale. Il Gruppo ha voluto ribadire il proprio

Dettagli

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2014 L anno si chiude con tutti i principali valori in crescita, migliorando la performance positiva dei trimestri precedenti.

Dettagli

BILANCIO 2012 IREN EMILIA S.p.A.

BILANCIO 2012 IREN EMILIA S.p.A. BILANCIO 2012 IREN EMILIA S.p.A. Sede legale in Reggio Emilia, Via Nubi di Magellano, 30 Capitale Sociale Euro 196.832.103 Registro delle Imprese di Reggio Emilia e C.F. 01791490343 Società del Gruppo

Dettagli

Multi-utility, utility, multiservizi e la nuova regolamentazione dei mercati dell energia

Multi-utility, utility, multiservizi e la nuova regolamentazione dei mercati dell energia The Adam Smith Society Regulatory Lectures 2003 Multi-utility, utility, multiservizi e la nuova regolamentazione dei mercati dell energia Piergiorgio Berra, Direttore Area elettricità dell Milano, 5 maggio

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER

Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER Indice: Il Gruppo Iren e i settori di attività Bilancio di Sostenibilità 2012 Gli Stakeholder Gli impegni futuri 2 GLI STAKEHOLDER Iren è la

Dettagli

Presentazione PROGETTO EDMA. Novembre 2013

Presentazione PROGETTO EDMA. Novembre 2013 Presentazione PROGETTO EDMA Novembre 2013 1 Agenda 1 Le ragioni del progetto 2 Descrizione dell operazione 3 Struttura organizzativa EDMA e sue partecipate 4 EDMA in cifre 2 Le ragioni del progetto Sul

Dettagli

Evoluzione del business del gas

Evoluzione del business del gas The Adam Smith Society: REGULATORY LECTURES 2002 AMPS SpA Evoluzione del business del gas Ing. Giovanni ALIBONI Direttore Generale Milano, 18 marzo 2002 0 Confronto fra Multiutility AMPS è una Multiutility

Dettagli

Un Core Business Sostenibile. Milano, Marzo 2012

Un Core Business Sostenibile. Milano, Marzo 2012 Un Core Business Sostenibile Un Core Business Sostenibile Un core business orientato alla salvaguardia dell ambiente. BIANCAMANO, primo operatore privato nel settore dei Servizi di Igiene Urbana, svolge

Dettagli

Energia A2A: una forza che genera vantaggi.

Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Una solida realtà, un Gruppo che cresce. Diga di San Giacomo (SO) A2A: i numeri per un ruolo da leader. A2A, forte degli oltre 100 anni di attività di AEM Milano

Dettagli

M&A VALUE P/E. R/i LBO PERFORMANCE OTATE IN BORSA LE LOCAL UTILITIES ITALIANE QU ANALISI DEI RISULTATI 2003 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0%

M&A VALUE P/E. R/i LBO PERFORMANCE OTATE IN BORSA LE LOCAL UTILITIES ITALIANE QU ANALISI DEI RISULTATI 2003 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% COLLANA STUDI DI SETTORE M&A VALUE LE LOCAL UTILITIES ITALIANE QU 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% OTATE IN BORSA P/E ANALISI DEI RISULTATI 2003 R/i LBO PERFORMANCE COLLANA STUDI DI SETTORE L editoria libraria

Dettagli

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Il comma 611

Dettagli

La società Pag. 1. Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3. La produzione di energia elettrica in Italia Pag.

La società Pag. 1. Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3. La produzione di energia elettrica in Italia Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società Pag. 1 Commercializzazione di energia elettrica e gas in Italia Pag. 3 La produzione di energia elettrica in Italia Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 7 Genova,

Dettagli

BILANCIO 2013 IREN EMILIA S.p.A.

BILANCIO 2013 IREN EMILIA S.p.A. BILANCIO 2013 IREN EMILIA S.p.A. Sede legale in Reggio Emilia, Via Nubi di Magellano, 30 Capitale Sociale Euro 196.832.103 Registro delle Imprese di Reggio Emilia e C.F. 01791490343 Società del Gruppo

Dettagli

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA Il quadro di contesto e la normativa di settore in materia di Trasporto Pubblico.

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

EnErgia particolare.

EnErgia particolare. Energia particolare. LA STRUTTURA DEL GRUPPO. Gruppo UNOGAS aree di attività: Area vendita gas Area vendita energia Area servizi energetici e impiantistica Area importazione e trading ABBIAMO FATTO MOLTA

Dettagli

Ricordo subito a tutti che i lavori della giornata si svolgono in due sessioni:

Ricordo subito a tutti che i lavori della giornata si svolgono in due sessioni: QUALE FUTURO PER I SERVIZI PUBBLICI LOCALI? RELAZIONE INTRODUTTIVA Ass. alle partecipate del Comune di Rovigo Angelo Milan In primo luogo, é con piacere che porto il saluto dell amministrazione comunale

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006 RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006 Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Sommario > Cariche sociali............................................................ 1 > Missione del Gruppo AEM

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2013.

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2013. COMUNICATO STAMPA Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2013. 1 Margine Operativo Lordo (Ebitda) in crescita a 646,0 milioni di euro (+2,6%) Risultato Operativo

Dettagli

La banca d affari leader nella finanza pubblica e di progetto dedicata allo sviluppo sostenibile Pag. 1

La banca d affari leader nella finanza pubblica e di progetto dedicata allo sviluppo sostenibile Pag. 1 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La banca d affari leader nella finanza pubblica e di progetto dedicata allo sviluppo sostenibile Pag. 1 I risultati economico - finanziari del 2003 Pag 4 Scheda

Dettagli

1. Overview pag. 3. 2. La Storia in breve pag. 4. 3. Le Società controllate del Gruppo pag. 5. 4. La Responsabilità Sociale d Impresa pag.

1. Overview pag. 3. 2. La Storia in breve pag. 4. 3. Le Società controllate del Gruppo pag. 5. 4. La Responsabilità Sociale d Impresa pag. CARTELLA STAMPA Indice 1. Overview pag. 3 2. La Storia in breve pag. 4 3. Le Società controllate del Gruppo pag. 5 4. La Responsabilità Sociale d Impresa pag. 6 5. I risultati finanziari pag. 6 6. Pietro

Dettagli

Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it

Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it Gruppo AE: aggiorn. novembre 2011 Profilo del Gruppo AE Azionisti: I due Comuni di Bolzano e Merano Capogruppo: Azienda Energetica S.p.A.

Dettagli

COMUNE ACQUI TERME (AL)

COMUNE ACQUI TERME (AL) COMUNE ACQUI TERME (AL) INTEGRAZIONE SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO CITTADINO CON ANNESSO POLO TECNOLOGICO PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA, A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA O PERTINENZA

Dettagli

Caso n. COMP/M.2179 - COMPART / FALCK (II) REGOLAMENTO (CEE) n. 4064/89 SULLE CONCENTRAZIONI

Caso n. COMP/M.2179 - COMPART / FALCK (II) REGOLAMENTO (CEE) n. 4064/89 SULLE CONCENTRAZIONI IT Caso n. COMP/M.2179 - COMPART / FALCK (II) Il testo in lingua italiana è il solo disponibile e facente fede. REGOLAMENTO (CEE) n. 4064/89 SULLE CONCENTRAZIONI Articolo 6, paragrafo 1, lettera b) NON

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Verbale di deliberazione del CONSIGLIO COMUNALE Registro delibere di Consiglio Comunale COPIA N. 72 OGGETTO: Societa' partecipate

Dettagli

AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti

AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti Impianti AEM Torino VALLE ORCO 273 MW TORINO AREA 12 MW VAL di

Dettagli

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica Ing. Francesco Faccioli Mesiano, 03 dicembre 2014 Gruppo Dolomiti Energia: attività Energia elettrica gestione impianti di produzione manutenzione e telecontrollo

Dettagli

Identità aziendale I NOSTRI SETTORI DI ATTIVITÀ STRATEGIE E POLITICHE COERENTI CON L IMPEGNO DI SOSTENIBILITÀ

Identità aziendale I NOSTRI SETTORI DI ATTIVITÀ STRATEGIE E POLITICHE COERENTI CON L IMPEGNO DI SOSTENIBILITÀ Identità aziendale L architettura del Gruppo Iren prevede una Holding industriale, Iren S.p.A. (quotata) e cinque Società di primo livello, interamente controllate dalla Capogruppo: Iren Energia, Iren

Dettagli

Relazioni e Bilanci. al 31 dicembre 2006

Relazioni e Bilanci. al 31 dicembre 2006 Relazioni e Bilanci al 31 dicembre 2006 Sommario 5 anni in breve............................................................... 1 Avviso di Convocazione di Assemblea Ordinaria e Straordinaria....................

Dettagli

Alessandro Marangoni Chief Executive Officer Althesys

Alessandro Marangoni Chief Executive Officer Althesys Le local italiane e il settore idrico. Gli investimenti e le performance delle imprese Alessandro Marangoni Chief Executive Officer Althesys Audizione nella 2 Conferenza Nazionale sulla Regolazione dei

Dettagli

Relazione di rendicontazione Anno 2006

Relazione di rendicontazione Anno 2006 Autorità dell AmbitoTerritoriale Ottimale della Provincia di Genova Relazione di rendicontazione Anno 2006 Provincia di Genova Direzione Ambiente Energia Segreteria Tecnica ATO 1 2 INTRODUZIONE... 3 RICAVI

Dettagli

ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE. Ferrara, 6 maggio 2010

ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE. Ferrara, 6 maggio 2010 ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE Ferrara, 6 maggio 2010 AGENDA 1. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA a. STORIA E MISSION b. AZIONISTI c.

Dettagli

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS è una realtà aziendale italiana, con sistema di qualità certificato ISO 9001:2008, che opera nell impiantistica meccanica e termoelettrica industriale, realizza costruzioni

Dettagli

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI Dott. Marco Merler, Presidente Trenta S.p.A. Trento, Lunedì 4 giugno 2007 Sala Conferenze, Facoltà di Economia INDICE Il Gruppo Trentino Servizi Struttura

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2014 (1).

COMUNICATO STAMPA. Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2014 (1). COMUNICATO STAMPA Gruppo IREN: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2014 (1). 1 L andamento climatico e la nuova regolazione del settore gas impattano sulla dinamica delle performance

Dettagli

La Sostenibilità in Acea

La Sostenibilità in Acea La Sostenibilità in Acea Seminario organizzato da Rotary Club Castelli Romani e Università di Roma Tor Vergata Etica ed Economia Quale tutela per i cittadini e i risparmiatori? Monte Porzio Catone, 29

Dettagli

AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE

AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE Nasce un importante operatore energetico, primo tra le local utilities italiane e con dimensioni di rilevanza europea. L incorporazione di ASM in AEM s inquadra

Dettagli

Capitolo 3 I SERVIZI IDRICI. 3.1 Le società

Capitolo 3 I SERVIZI IDRICI. 3.1 Le società Capitolo 3 I SERVIZI IDRICI 3.1 Le società Il quadro regolamentare di riferimento del settore idrico è la Legge n. 36-1994 (c.d. Legge Galli). Gli obiettivi generali sono il miglioramento della qualità,

Dettagli

LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA.

LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA. LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA. IL NUOVO GRUPPO A SEGUITO DELLA FUSIONE SARA LEADER

Dettagli

Leader in Italia nell intermediazione immobiliare Pag. 1. Il Gruppo e le principali aree di business Pag. 2

Leader in Italia nell intermediazione immobiliare Pag. 1. Il Gruppo e le principali aree di business Pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Leader in Italia nell intermediazione immobiliare Pag. 1 Il Gruppo e le principali aree di business Pag. 2 La strategia e il nuovo assetto organizzativo Pag. 4 I

Dettagli

Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni. Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno

Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni. Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno Livorno,20 marzo 2009 Sintesi patrimoniale finanziaria ed

Dettagli

8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO

8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO Capitolo 8 Modello gestionale e Piano economico finanziario Luglio 2005 8. MODELLO GESTIONALE E PIANO ECONOMICO FINAN- ZIARIO 8.1 MODELLO GESTIONALE Si riporta di seguito il modello organizzativo gestionale

Dettagli

Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti

Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti Il recepimento della Direttiva Concessioni (2014/23/UE): l in house providing e il rinnovo dei rapporti esistenti Roma, 9 marzo 2015 Camera dei Deputati I numeri delle partecipate I risultati dello studio

Dettagli

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it Dynameeting Dynameeting opera nel mercato della vendita di energia elettrica e gas

Dettagli

e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000

e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000 e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000 Esercizio chiuso con una posizione finanziaria netta positiva di 1,2 miliardi di Euro Ricavi consolidati per l anno 2000 di 42,4

Dettagli

51^ Assemblea dei Soci. Sintesi della relazione ai Soci del Presidente Paolo Romano

51^ Assemblea dei Soci. Sintesi della relazione ai Soci del Presidente Paolo Romano 51^ Assemblea dei Soci Sintesi della relazione ai Soci del Presidente Paolo Romano Reggia di Venaria Reale 2 luglio 2012 ORGANISMI DI CONFSERVIZI PIEMONTE VALLE D AOSTA Presidente: Paolo Romano (coordinatore

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Overview Pag. 3. La storia Pag. 5. Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7. La strategia di business del Gruppo Pag.

CARTELLA STAMPA. Overview Pag. 3. La storia Pag. 5. Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7. La strategia di business del Gruppo Pag. CARTELLA STAMPA CARTELLA STAMPA ALERION CLEAN POWER Overview Pag. 3 La storia Pag. 5 Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7 La strategia di business del Gruppo Pag. 8 I risultati economico-finanziari

Dettagli

VII - LE SOCIETÀ QUOTATE IN BORSA

VII - LE SOCIETÀ QUOTATE IN BORSA VII - LE SOCIETÀ QUOTATE IN BORSA A fine 2008 le utilities partecipate dai comuni e quotate presso la Borsa Italiana erano 13, così come nel 2003. Nel periodo, è avvenuta la prima quotazione di 4 società

Dettagli

4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO

4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO A.T.O. n. 3 Marche Centro - Macerata Piano d Ambito provvisorio 4. IL MODELLO GESTIONALE ED ORGANIZZATIVO 4.1 Gli obiettivi del modello gestionale La definizione del Modello gestionale ha un duplice obiettivo:

Dettagli

TREVI: SEMESTRE IN FORTE CRESCITA

TREVI: SEMESTRE IN FORTE CRESCITA TREVI: SEMESTRE IN FORTE CRESCITA Ricavi totali a 218 milioni di euro (+30,4%) Ebitda a 23,2 milioni (+28,6%), Ebit a 11,9 milioni (+63,2%) Risultato ante imposte a 10,3 milioni (+151,7%) Migliora la posizione

Dettagli

Il leader nell efficienza energetica e ambientale

Il leader nell efficienza energetica e ambientale Il leader nell efficienza energetica e ambientale GDF SUEZ offre soluzioni energetiche innovative a privati, comunità e imprese, avvalendosi di: un portafoglio di approvvigionamento diversificato un parco

Dettagli

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DEL GAS METANO DIMENSIONI Il mercato italiano ha raggiunto, terzo in Europa, nel 2001 70 miliardi di metri cubi di consumo.

Dettagli

Gruppo AIM Vicenza S.p.A. Piano Industriale 2014-2018

Gruppo AIM Vicenza S.p.A. Piano Industriale 2014-2018 Gruppo AIM Vicenza S.p.A. Piano Industriale 2014-2018 1. Posizionamento Competitivo 2. Performance Storiche 3. Strategia Futura 4. Piano Industriale 2014-2018 Piano Industriale 2014-2018 2 1. Posizionamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009 IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL Estratto dall'osservatorio Congiunturale sull'industria delle costruzioni - Novembre NEI PRIMI 8 MESI DEL Le L analisi dei bandi di gara

Dettagli

VI - ACQUISIZIONI E FUSIONI NEL PERIODO 2003-2008

VI - ACQUISIZIONI E FUSIONI NEL PERIODO 2003-2008 VI - ACQUISIZIONI E FUSIONI NEL PERIODO 2003-2008 VI.1 - Cronistoria delle acquisizioni La Tabella VI.1 riporta le acquisizioni e le fusioni che hanno interessato le società selezionate nel periodo 2003-2008;

Dettagli

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di amministrazione dell Ufficio d ambito di Lecco n. 52/15 avente ad oggetto Affidamento

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA BOLOGNA 2-10-2007 Ing. Roberto Barilli, Direttore Generale Hera S.p.A. 1 Hera rappresenta in Italia una delle principali Multiutility

Dettagli

Revisione del piano provinciale della distribuzione di energia elettrica

Revisione del piano provinciale della distribuzione di energia elettrica Revisione del piano provinciale della distribuzione di energia elettrica Provincia Autonoma di Trento Assessorato all energia e alle riforme istituzionali Progetto speciale per l energia e i servizi pubblici

Dettagli

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 In considerazione dei positivi risultati economico finanziari il CdA propone

Dettagli

La banca d affari per la finanza pubblica e di progetto, per la gestione di attivi e l amministrazione di fondi Pag. 1

La banca d affari per la finanza pubblica e di progetto, per la gestione di attivi e l amministrazione di fondi Pag. 1 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La banca d affari la finanza pubblica e di progetto, la gestione di attivi e l amministrazione di fondi Pag. 1 Dati economico - finanziari Pag 4 Scheda di sintesi

Dettagli

GRUPPO AIMAG 2013-2015

GRUPPO AIMAG 2013-2015 GRUPPO AIMAG PIANO INDUSTRIALE 2013-2015 Scenario Il sisma ha provocato danni alle infrastrutture, (impianti di compostaggio e torri piezometriche soprattutto), per il ripristino delle quali sono disponibili

Dettagli

Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia

Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia Il programma a breve-medio termine dell Autorità per l energia Alberto Biancardi Genova, 18 gennaio 2013 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 Gli obiettivi dell Autorità Fornire corretti incentivi

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

STRATEGIE DI CRESCITA DELLE PUBLIC UTILITIES. Francesca Lecci

STRATEGIE DI CRESCITA DELLE PUBLIC UTILITIES. Francesca Lecci STRATEGIE DI CRESCITA DELLE PUBLIC UTILITIES Francesca Lecci Agenda Le dimensioni del comparto delle public utilities: fabbisogno di crescita Le strategie di crescita Le alleanze strategiche Definizione

Dettagli

IL PRESIDENTE sottopone per l approvazione quanto segue: *** Normativa:

IL PRESIDENTE sottopone per l approvazione quanto segue: *** Normativa: IL PRESIDENTE sottopone per l approvazione quanto segue: Normativa: *** - Titolo V del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (Testo Unico Enti Locali), relativo alla gestione dei servi pubblici locali, e sue successive

Dettagli

design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO

design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO SOCIETA' VENDITA GAS METANO - ENERGIA ELETTRICA SO.MET SOCIETA' DISTRIBUTRICE GAS METANO SERVIZI GESTIONE CALORE GRUPPO SOMET v. G. Testore,

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE Prof. Massimo Beccarello Autorità per l energia elettrica e il gas Direzione Strategie, Studi e Documentazione 22 dicembre 2004 Questa presentazione non è un documento

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli