Gruppo Aziendale UILCOM-UIL Rai Rai Way Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo Aziendale UILCOM-UIL Rai Rai Way Milano"

Transcript

1 Gruppo Aziendale UILCOM-UIL Rai Rai Way Milano Info Rai TV n. 169 del 19 luglio 2012 Sommario: 1. RAI: le decisioni del CDA del 19/7/ Rai: intesa in cda su dg Gubitosi 3. Tarantola (presidente Rai): ''Eccellenza del prodotto nel rigore dei conti'' 4. Rai, un posto per Lei 5. Olimpiadi 2012 in tv: la programmazione Rai e Sky 6. Audiweb, debutta l'auditel dei video online 7. Regione Siciliana, antologia dello spreco 8. Digitale terrestre Rimini: la Rai accende il canale 24 da Montescudo 9. Prestiti 2012: prosegue il calo delle richieste 10. Ogni licenziato dieci assunti In 5 mesi un lavoro per 60mila 11. Internet: Regione Lombardia stanzia 1,1 mln per banda ultra larga 12. Benzina, Gasolio, Gpl, Metano, Ibrido: quale la soluzione al caro carburante? 13. Lanciato il satellite SES Le bici gialle arrivano anche davanti alla Rai di corso Sempione RAI: le decisioni del CDA del 19/7/2012 Fonte: Ufficio Stampa Rai le_decisioni_del_cda.html Il Consiglio di Amministrazione della Rai, nella prosecuzione della riunione avviata ieri, ha approvato il conferimento di deleghe al Presidente Anna Maria Tarantola. Il Consiglio ha votato per parti separate le deleghe concernenti i limiti di spesa (6 voti favorevoli e 2 astenuti) e quelle riguardanti le nomine dei dirigenti di primo e secondo livello dei settori non editoriali (5 voti favorevoli e 3 astenuti). Il Presidente Tarantola non ha preso parte alla votazione. Rai: intesa in cda su dg Gubitosi Fonte: Ansa Gubitosi_ html Prima riunione a ranghi completi del nuovo consiglio. Rinviato a domani il dibattito sulle deleghe Il consiglio di amministrazione Rai, a quanto si apprende, ha raggiunto l'intesa sul contratto del dg Luigi Gubitosi. Avviato e poi rinviato a domani alle 11 il dibattito sulle deleghe che il cda conferirà al presidente (contratti fino a 10 milioni di euro e nomine dei dirigenti di primo e secondo livello dell'area corporate). A quanto si apprende, la prima riunione del consiglio di amministrazione a ranghi completi (oggi si è insediato ed era presente il neo direttore generale Luigi Gubitosi) ha iniziato i propri lavori occupandosi delle deleghe che il cda conferirà direttamente al presidente. Si tratta, come 1

2 è noto, della procura di impegno di spesa fino a 10 milioni di euro per i contratti e delle nomine dei Dirigenti di 1 e 2 livello dell'area corporate. Il dibattito, ampio e articolato vista la complessità delle questioni sul tavolo, si è protratto fino alle 17 e proseguirà domani mattina alle ore 11. Durante la riunione odierna, sempre a quanto si apprende, il Consiglio ha raggiunto l'intesa per quanto riguarda la contrattualizzazione del direttore generale. PER DG 400 MILA EURO PARTE FISSA E 250 MILA INDENNITA' - Ammonterebbe a 400 mila euro la parte fissa del contratto del direttore generale Luigi Gubitosi e a 250 mila euro l'indennità di funzione. Lo avrebbe comunicato, secondo quanto si apprende da fonti del cda, il presidente Anna Maria Tarantola, all'inizio del consiglio, spiegando di aver raggiunto un'intesa con il direttore generale. Il contratto resterà a tempo indeterminato e l'ammontare complessivo sarà di 650 mila euro. L'ipotesi iniziale, comunicata ieri dal presidente, era di una parte fissa di 500 mila euro e di un'indennità di 150 mila. Oggi, sempre secondo quanto si apprende, non ci sarebbe stato dibattito sul tema. Ad occupare buona parte della seduta fiume il dibattito sulle deleghe al presidente e l'argomento sarà messo ai voti domani mattina. Nel corso della riunione i consiglieri eletti dal Pdl sarebbero intervenuti per precisare quali fossero le nomine editoriali, sollevando anche dubbi di carattere procedurale, e Gubitosi avrebbe risposto punto su punto precisando la sua posizione. Secondo quanto si apprende, l'intesa che dovrebbe essere votata prevede che al cda spettino le nomine di reti, testate, genere, teche e consociate, al presidente quelle relative a personale, legale, finanza, risorse tv. In entrambi i casi il potere di proposta resta in capo al direttore generale. Il presidente potrà firmare autonomamente, sempre su proposta del dg, i contratti fino a 10 milioni di euro. Il limite precedente era di 2,5 milioni. Tarantola (presidente Rai): ''Eccellenza del prodotto nel rigore dei conti'' Fonte: Digital Sat Inserito da: Simone Rossi (Satred) Fonte: Adnkronos La nuova Rai punta all'eccellenza del prodotto radiotelevisivo nel rigore dei conti imposto dalla congiuntura economica. Lo ha sottolinea il nuovo presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, nel suo discorso di insediamento pronunciato oggi nella prima riunione del Consiglio di Amministrazione da lei presieduta. Tarantola ha spiegato che il suo progetto «si basa su alcuni pilastri di natura economico-gestionale e culturale, tutti ugualmente rilevanti: una buona governance che si fondi su una chiara distinzione di ruoli e di responsabilità, senza sovrapposizioni, aree grigie, interferenze; una situazione economico-finanziaria-patrimoniale in equilibrio e sostenibile nel tempo, che consenta di conseguire anche un nuovo e profittevole posizionamento sul mercato; una gestione aziendale basata sull'autonomia e sul merito, che sappia valorizzare, stimolare e premiare le professionalità e i talenti, attenta ai giovani e alle donne; una linea editoriale rispettosa del pluralismo, dell'eticità, della responsabilità, sempre attenta alla finalità pubblica; una linea editoriale che ridia forza e ulteriore significato alla dignità e alla presenza della donna; una forte condivisione di obiettivi da parte di tutti noi: del Consiglio, della direzione, dei dirigenti, dei giornalisti, dei colleghi tutti. Fare squadra, una squadra coesa e determinata». Dopo aver ringraziato il premier Mario Monti e la commissione di Vigilanza per la fiducia accordatale, Tarantola ha sottolineato: «Abbiamo davanti a noi uno scenario impegnativo e un progetto complesso. Se saremo uniti potremo raggiungere significativi risultati. Nell'immediato il nostro compito è quello di individuare con chiarezza e tempestività le azioni da intraprendere, di risolvere in modo strutturale e duraturo i problemi economico/finanziari dell'azienda mettendo ordine nei conti, dal lato dei costi e dei ricavi perchè senza risorse la RAI non ha futuro. Il Paese ha bisogno di crescere, di guardare avanti, di avere prospettive. La RAI può contribuire in modo significativo a realizzare l'obiettivo di una crescita sociale e culturale di ampio respiro e di lunga durata. Ha in sè capacità e risorse per farlo». «Questo Cda -ha detto il neopresidente- nasce dopo un iter complesso, ha un compito impegnativo e sfidante; la sua composizione, eterogenea per storie personali, professionalità, esperienze, può essere vista come un handicap ma è invece un punto di forza, può essere di aiuto alla realizzazione di un programma di riequilibrio economico e di rilancio della RAI quale 2

3 servizio pubblico. A me è stata affidata la Presidenza; sono consapevole che si tratta di un incarico di grande responsabilità. La RAI è un'azienda strategica per il Paese, per le importanti funzioni di pubblico interesse che è chiamata a svolgere. Intendo esercitare il mio mandato con equilibrio e indipendenza di giudizio». «L'azienda RAI -ha sottolineato Tarantola- è ricca di uomini e donne di valore, di grande professionalità, competenza e passione sulla cui collaborazione sono certa di poter contare. Senza di loro non potrei, non potremmo, raggiungere gli obiettivi che ci prefiggiamo. Da parte mia porterò il bagaglio di oltre 40 anni di lavoro in una Istituzione che mi ha insegnato molto: il rispetto della cosa pubblica, il rigore nel perseguimento dei fini istituzionali, l'attitudine a valutare il merito e la qualità del lavoro, un metodo orientato al risultato e all'efficienza, a lavorare in squadra». «Nell'affrontare questo compito -ha aggiunto- ho ben presente la speciale natura dell'azienda RAI che le viene dall'essere anche Servizio pubblico (art. 4 dello Statuto - art. 4 Testo Unico della Radiotelevisione 31/7/2005 n. 177). È questa una condizione che richiede una particolare cura alla qualità complessiva (art. 3 L. 3/5/2004 n. 112) del prodotto, cui improntare tutta la gestione, la programmazione, l'identità stessa dell'azienda. Come tutte le aziende anche la RAI deve avere una progetto e una missione. Auspico che la RAI diventi un'azienda competitiva orientata all'eccellenza nell'informazione, [autorevole e indipendente,] nell'intrattenimento, [capace di coniugare divertimento, rispetto e correttezza], nella capacità di elevare il livello culturale del Paese» Il neo-presidente della Rai ha poi rinvolto un invito al 'gioco di squadra' a tutto il Cda: «Vorrei - ha sottolineato- che questa 'visione' fosse da voi condivisa. Può sembrare una utopia ma non è così, è un progetto perseguibile con l'impegno di tutti perchè l'obiettivo finale è quello di essere un'azienda al servizio dei cittadini che offre un prodotto di eccellenza senza sprechi, nel rispetto del vincolo di bilancio, contenendo costi e rischi, con un forte orientamento all'innovazione. Il futuro della RAI passa anche per il rilancio tecnologico dell'azienda». «La radiotelevisione -ha proseguito- è uno dei canali, insieme alla famiglia e alla scuola, attraverso cui si determina il livello del capitale umano (il patrimonio di abilità, conoscenze e capacità degli individui) e del capitale sociale (l'insieme di regole e prassi che governano la società civile nei suoi processi decisionali, partecipativi e cooperativi) di un Paese, contribuendo così alla stessa crescita economica di cui noi, in Italia, abbiamo tanto bisogno». «Essere il più grande produttore di cultura di un Paese -ha detto ancora tarantola- è una grande responsabilità; è anche un'opportunità che non va sprecata e che richiede di avere chiara l'idea di cultura che la RAI deve trasmettere. Non una cultura elitaria, o accademica e specialistica e neppure una cultura casuale e superficiale ma una cultura inclusiva, attenta ai valori civili, agli ideali. Una cultura laicamente aperta e rispettosa delle tradizioni, dei costumi, dei diritti religiosi e spirituali, delle proprietà intellettuali, capace di percepire, sentire e vivere la realtà nei suoi aspetti più creativi» Rai, un posto per Lei Fonte: Lettera 43 L'ex direttore costa 560 mila euro all anno. di Renato Stanco In Rai, il Lei non va più di moda. Con l arrivo a passo di carica del nuovo presidente del consiglio di amministrazione, Anna Maria Tarantola, e del suo braccio armato, il manager Luigi Gubitosi, nominato dal consiglio d'amministrazione come direttore generale al posto di Lorenza Lei, la tivù pubblica prova a voltar pagina. CAMBIO DI PASSO. Un cambio di passo non facile, vista la fase congiunturale dell economia e la forte contrazione del mercato pubblicitario, ma necessario per evitare il tracollo della Rai. Ma per capire esattamente che cosa intende fare la coppia Tarantola-Gubitosi, occorre andare oltre i proclami ufficiali, declamati a viale Mazzini, in ossequio alla liturgia dell insediamento. Perché i piani, quelli veri, per rilanciare l emittente pubblica non verranno più scritti a Palazzo Grazioli, sotto la dettatura degli uomini del Cavaliere, ma a Palazzo Chigi e a via XX Settembre, sede del governo e del ministero dell Economia. CANONE: EVASIONE AL 40%. Una volta a regime, infatti, la nuova governance della Rai è decisa ad affrontare la questione dell evasione canone, che ormai ha raggiunto livelli insostenibili. 3

4 Secondo le ultime stime siamo attorno al 30-40%, pari a 500 milioni di euro, e la tendenza non accenna a diminuire per quanto riguarda i privati. A questi dati, poi, vanno aggiunti i 900 milioni relativi agli abbonamenti speciali. Stando alle ultime analisi elaborate dalla direzione della Rai, che si occupa di recuperare i contributi non versati dai privati, nel Sud del Paese ci sono intere province che non pagano la tassa sul possesso del televisore. In Toscana l evasione del canone è stimata intorno al 18%, in Liguria e Alto Adige al 19%. Ma in Campania il 45% non paga, in Sicilia il 41% e in Calabria il 39%. Da qui, l idea di legare il pagamento del canone Rai alle bollette dell energia elettrica o, eventualmente, ad altri sistemi fiscali. E, nel caso delle aziende, con l inserimento della ricevuta nella denuncia dei redditi. Il ministero dell'economia: introdurre un tetto per i compensi delle star In termini pratici, i nuovi introiti contribuirebbero a bilanciare il calo di share di questi ultimi tempi e i minori investimenti in pubblicità sui canali Rai. Non tutti, però, sono d accordo. Fra coloro che si oppongono a questa iniziativa c è Beppe Grillo, facendo leva sulla vecchia idea secondo la quale il canone è la tassa più odiata dagli italiani. Per Grillo «pagare il servizietto pubblico ai partiti diventerà così un obbligo che nessuno potrà più eludere». Al di là di queste logiche, la questione del canone è fondamentale per la sopravvivenza della Rai, come ha spiegato il nuovo presidente del consiglio di amministrazione nel suo discorso d insediamento. NON SOLO TAGLI. «Il nostro compito è quello di individuare con chiarezza e tempestività le azioni da intraprendere», sostiene Anna Maria Tarantola, «di risolvere in modo strutturale e duraturo i problemi economico/finanziari dell azienda mettendo ordine nei conti dal lato dei costi e dei ricavi, perché senza risorse la Rai non ha futuro». E per trovare questo equilibrio non si può agire solo sui tagli. Al ministero dell Economia, per esempio, c è chi sta pensando di introdurre un tetto per i compensi degli artisti, in modo da calmierare il mercato. Più di un contratto, infatti, è fuori da ogni logica. Un problema, quest ultimo, con il quale dovrà fare i conti il nuovo direttore generale, soprattutto quando si troverà a trattare con in manager delle star. Lei in cerca di una sistemazione esterna alla Rai Gente come Lucio Presta e Peppe Caschetto era abituata sinora a dettare le condizioni, non ad accettare quelle imposte dalla Rai. La coppia Taratantola-Gubitosi è fortemente intenzionata a invertire questa tendenza. Per farlo, però, il ticket voluto dal premier Mario Monti dovrà piegare alla propria logica i dirigenti interni della Rai, come il direttore dell intrattenimento Giancarlo Leone, dal quale dipende il cast di Sanremo, e il direttore di Rai Uno, Mauro Mazza e il responsabile della Fiction Fabrizio Del Noce. Questi ultimi, avendo letto in anticipo l arrivo della tramontana Monti, hanno chiuso a tempo di record tutti i contratti con le star presenti nel loro «portafoglio». Difficilmente questi accordi potranno essere rivisti. PEDINA COSTOSA. Infine, c è la questione Lei. Il direttore generale uscente non vorrebbe una sistemazione esterna alla Rai, come ha ribadito in occasione del faccia a faccia con il premier, ma difficilmente verrà trovato a breve un posto adeguato. Spostare una pedina rischia di mettere in moto un domino troppo rischioso, soprattutto dal punto di vista politico. E cosi la Rai rischia di ritrovarsi con un ex direttore generale da 560 mila euro all anno senza funzioni. Uno spreco che né la Rai né Palazzo Chigi possono permettersi troppo a lungo. A meno che l azionista di maggioranza, ovvero il Tesoro, non sposti la Lei a una delle tante autorità delegate a controllare l attività di specifici settori. Sarebbe un bel modo per salvare la faccia a tutti. Martedì, 17 Luglio

5 Olimpiadi 2012 in tv: la programmazione Rai e Sky Fonte: TV Excite La Rai e Sky affilano le armi per la maratona televisiva più lunga e appassionante del 2012: quella relativa alle Olimpiadi di Londra, che si terrà dal 27 luglio al 12 agosto. Sky è la rete ufficiale per la programmazione dei Giochi, diciamolo subito. Offrirà ben duemila ore di trasmissioni in diretta, la possibilità di vedere tutte le batterie, le gare di qualificazioni di boxe, volley, basket e calcio e le semifinali degli sport a squadra in esclusiva. I canali coinvolti saranno ben tredici (dodici in alta definizione e uno in 3D), i giornalisti avranno al loro fianco una squadra di commentatori tecnici di primo livello fra cui Andrea Rossi, Massimiliano Rosolino, Mario Cipollini, Maurizio Fondriest, Fiona May, Patrizio Oliva ed Ettore Messina. Calendario completo Olimpiadi 2012: calendario-programma-completo-date-e-orari-n html Persino i canali dedicati ai più piccoli avranno un palinsesto con contenuti riguardanti le Olimpiadi, come cartoni animati e trasmissioni per bambini studiate e realizzate per l'occasione. Come ha spiegato Giovanni Bruno nel corso della conferenza stampa, "il primo canale sarà per i pigri, il meglio delle gare, le repliche di quello che è successo la sera prima. Il secondo (202) sarà in un primo tempo dedicato al nuoto, trasmetteremo ogni singola batteria, tutti i podi. Il terzo (203) sarà, invece, dedicato alla scherma". Il quarto canale punterà i riflettori sugli sport di squadra e il quinto "sarà misto e spesso occupato dagli sport da combattimento". La Rai, invece, si è aggiudicata "soltanto" duecento ore di trasmissioni per tutto il periodo, ovvero dodici al giorno su Raidue. Gli eventi in diretta verranno preceduti da dieci notiziari di riepilogo e ogni giornata si concluderà con "Buonanotte Londra", l'approfondimento condotto da Jacopo Volpi. La cerimonia di apertura (in programma il 27 luglio dalle ore 20.30) e quella di chiusura, invece, andranno in onda su Raiuno. Assicurata anche la copertura radio con diretta su Radio1 e su Radio2. Audiweb, debutta l'auditel dei video online Fonte: Blogosfere di Ernesto Siciliano I dati dell'audience dei video online sono per la prima volta da oggi disponibile sul sito Audiweb. Riguardano gli editori che hanno aderito al servizio, tra cui La Repubblica TV, Rai, Sky e Corriere della Sera L'auditel dei video online è da oggi disponibile per la prima volta sul sito Audiweb. La rilevazione riguarda i dati di audience dei primi editori che hanno aderito al servizio: Gruppo Editoriale L'Espresso (La Repubblica TV), Il Sole 24 ore (De Agostini by Day e Sky), Rai, RCS (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport e Lei Web). Ecco in sintesi i risultati mensili di maggio Audiweb ha rilevato un'audience di 6,3 milioni di utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video online su uno dei siti degli editori iscritti al nuovo sistema di rilevazione, con un totale di 49,8 milioni di video fruiti nel mese e una media di 30 minuti e 56 secondi di tempo speso per persona nella fruizione di contenuti video online. Registrandosi gratuitamente al sito Audiweb (http://www.audiweb.it/), si può scaricare la sintesi dei dati. L'audience dei video online è misurata col sistema Audiweb Objects Video, che offre report puntuali e obiettivi sulla quantità dei video visualizzati (stream views), sul tempo speso in media e tutte le informazioni socio-demografiche sugli utenti utili per una migliore comprensione delle dinamiche di fruizione del mezzo e per la sua pianificazione. Audiweb Objects prevede l'introduzione di uno speciale 'tag' (codice) nei contenuti. In futuro, Audiweb Objects consentirà di misurare le audience di applicazioni flash e social e di siti sviluppati in HTML5 che non possono essere misurati attraverso la metrica delle "pagine viste". 5

6 Regione Siciliana, antologia dello spreco Fonte: Il Giornale Tutti i record negativi della Regione sull orlo del baratro: ai consiglieri uno stipendio da senatore con rimborsi doppi Gabriele Villa Sono messi male, d accordo. Così si sono persino inventa-ti lo sprechino postumo, l ul-timo prima che la «loro»sicilia ven-ga messa in liquidazione, un con-tributo- benefit per il passaggio a miglior vita: 5mila euro per le spe-se funerarie che i loro parenti do-vranno affrontare per seppellirli. Certo, nel caso degli amministra-tori della Sicilia, il termine «passa-re a miglior vita», corna e bicorna intese, si porta appresso un qual-cosa di vagamente offensivo. Sarà mai possibile per loro passare a mi-glior vita dopo la migliore delle vi-te, tra agi, ozi e lussi che hanno por-tato la Trinacria alla bancarotta? Difficile dirlo, più facile ricordare gli sprechi. Almeno alcuni dei trop-pi che hanno portato a un debito di 5 miliardi e 305 milioni, più altri 344 milioni rimborsati dallo Stato. I CAMMINATORI In aprile sono stati assegnati altri 300mila euro al-l Aran, l agenzia per la rappresen-tanza sindacale. Il governatore ha così potuto assumere: 157 nuovi autisti, 55 sorveglianti di musei (in una Regione dove se ne contano già 1.600) e 30 camminatori che poi sarebbero i «commessi di pia-no». Che devono trasferire da un ufficio all altro i documenti.e pen-sare che l Ars conta oltre 16mila di-pendenti oltre a dirigenti. AMBULANZE AFFOLLATE Ma non per l assistenza. Perché se è vero che in Sicilia ci sono 256 ambulan-ze del 118, per guidare questi mez-zi sono stati assunti, negli ultimi due anni, autisti. Il doppio dei dipendenti del 118 in tutte le al-tre Regioni. IN CERCA DI GEOMETRIA La Siicilia conta geometri e inge-gneri assunti 23-anni fa per il disbri-go di pratiche di sanatoria che non sono mai state esaminate. UN MILIONE PER 28 ANNI Sono 31 gli enti inutili da tagliare ma che, al contrario, continuano a vi-vere, floridi. Un esempio illumi-nante? Il Maac, il consorzio che da 28 anni cerca di costruire il merca-to agro-alimentare di Catania. Fi-no a oggi è costato 28 milioni di eu-ro ( quattro impiegati e cinque con-siglieri di amministrazione). PALAZZI E CUSTODI Capolavoro dell arte dello spreco è la Sicilia Pa-trimonio Immobiliare, guidata da un presidente che guadagna euro l anno, costituita nel 2006 per vendere palazzi dismessi della Regione ma che, fino a oggi, non ha effettuato alcuna transazio-ne. Così come la Beni Culturali: dipendenti per gestire i siti archeologici. Il solo Palazzo Mirto a Palermo conta 23 custodi. QUANTO COSTA FORMARE La formazione professionale costa al-la Regione 240 milioni l anno. Pec-cato che siano in rosso 21 delle 34 società partecipate. Da pagare ci sono i dipendenti: , che con quelli delle controllate, delle sedi distaccate e dei contratti a tempo determinato arrivano a TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE Le persone che lavorano per la presidenza della Regione sono e i dirigenti nei vari uffici sono 192. Un esercito ir-robustito di quasi un terzo, l anno scorso, con la stabilizzazione di precari. PIÙ FORESTALI CHE FORESTE Con 5 milioni di abitanti e due pic-cole catene montuose ( Madonie e Nebrodi-Peloritani), nonché qual-che puntarella ( gli Iblei, gli Erei e il comprensorio del Sosio) la Sicilia vanta però un esercito di oltre 30mila forestali, mentre la Lom-bardia, con una popolazione dop-pia e l arco alpino alle spalle ne ha appena 3mila. Un esempio? A Go-drano, paesino di mille abitanti in provincia di Palermo, i forestali so-no 190, più di quelli impiegati in tutto il Molise, dove però i cittadini sono 160mila e gli ettari a bosco so-no 80 volte di più. TROPPO CREDITO AL CREDITO Fallimentare il credito alle piccole e medie imprese di cui si occupa-no l Irfis e la Cape, azienda con 5 di-pe-ndenti e altrettanti amministra-tori. Ben 14 milioni investiti che, fi-nora, non hanno sortito nulla. LA CARICA DEI 25 MILA A Palermo sono 25mila gli stipendia-ti dal Comune, 10mila in più di quelli di Milano, città che però ha il doppio di abitanti. In Lombardia i dipendenti nel nuovo Pirellone sono poco più di 3mila.MA LA BUSTA PAGA? Ma quanto guadagnano, i 90 deputati del Par-lamento siciliano? L indennità-base ammonta a 5.101,68 euro net-ti, record italiano. Ma in Sicilia, al-l indennità vanno aggiunti i euro di diaria. Poi altri euro alla voce «spese sostenute per l esercizio del mandato», preben-de a collaboratori o portaborse. LOMBARDO LAVORA PER TRE Il presidente di giunta, Lombardo, considerate le indennità da gover-natore e da componente dell as-semblea, guadagna euro mensili, primato italiano. Lui com-menta: «Se dovessero rapportare il mio stipendio al lavoro che fac-cio, dovrebbero triplicarlo». IL RIMBORSO DEL RIMBORSO I deputati del 6

7 Parlamento siciliano si beccano altri 841 euro al mese (10.095,84 all anno)come rimbor-so forfettario per le «spese di tra-sporto». Basterebbe questo, inve-ce c -è anche il rimborso del rimbor-so delle spese sostenute per arriva-re in ufficio: euro all anno (1.107 al mese)se l onorevole sici-liano deve percorrere fino a 100 km per raggiungere la sede paler-mitana dell assemblea, che diven-tano all anno (1.331 al me-se) se i chilometri sono più di 100. E se invece abita proprio a Paler-mo s intasca comunque eu-ro all anno, 554 al mese. Queste ci-fre sommate a quelle precedenti portano a euro netti al me-se lo stipendio dei deputati del-l Ars. Cui per i presidenti di com-missione, vanno aggiunti 2.984,55 euro lordi. UNA TELEFONATA ALLUNGA IL DEBITO Sprechino da 345 euro mensili (4.150 all anno)anche per rifondere le spese telefoniche dei deputati Ars che però di recente erano stati pure omaggiati da Tim di 670 schede telefoniche che han-no subito allegramente distribui-to a parenti, amici, amanti. ORCHE A SECCO E mentre si aufragava in una mare di debiti le uniche a stare a galla, coccolate e ben pagate sono state due orche marine islandesi, comprate per duecento milioni di lire nel 1984 dalla Regione e destinate a un par-co ac-quatico da realizzare e mai re-alizzato sulla costa di Sciacca. Co-sì le orche sono rimaste in Islanda, mantenute con un assegno «fami-liare» di sei milioni di lire al mese. Pare abbiano chiesto un giusto adeguamento al costo della vita. Digitale terrestre Rimini: la Rai accende il canale 24 da Montescudo Fonte: TV Digital Divide 19 lug di quezal (Matteo Bayre) Prime risposte della Rai ai problemi di ricezione del digitale terrestre nel riminese, denunciati recentemente anche dal consigliere Damiano Zoffoli (Pd) in un interrogazione rivolta alla Giunta Regionale dell Emilia-Romagna. Da ieri, grazie alla collaborazione con lo Studio BZ che va avanti da una quindicina di giorni, l emittente pubblica ha acceso in via sperimentale il canale 24 UHF da Montescudo che ha permesso di migliorare la quantità di segnale da Rimini a Cattolica. Le prove proseguiranno anche nei prossimi giorni. Il problema della tv digitale, che affligge gran parte della Romagna dai tempi del passaggio al digitale terrestre a fine 2010, riguarda infatti il segnale interferente che proviene da Udine. Lo Studio BZ ha dato disponibilità alla Rai anche per l impianto sul Monte Pincio che potrebbe risolvere le difficoltà di ricezione nella zona nord del riminese e nei comuni dell Alta Valmarecchia. Lo scorso 10 luglio in Regione si era tenuto un vertice convocato dal Corecom tra i rappresentanti delle Province emiliano-romagnole, e i tecnici e responsabili della Rai e di Raiway proprio per discutere delle possibili soluzioni ai problemi del digitale nel riminese. Problemi esplosi in modo particolare durante gli Europei di calcio. La speranza, anche da parte degli albergatori che hanno ricevuto parecchie lamentele, è arrivare ad una soluzione almeno per le Olimpiadi. Fonte: newsrimini.it Prestiti 2012: prosegue il calo delle richieste Fonte: Supermoney Iride Tommarelli Ancora in calo la domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane. Secondo Crif le domande sono diminuite dell 8% rispetto al primo semestre del Prestiti in calo Nonostante la lieve ripresa registrata nei mesi di giugno e luglio, la richiesta di prestiti da parte delle famiglie italiane continua ad essere bassa. A rivelarlo l EURISC, il barometro di Crif, secondo cui nel primo semestre del 2012 la domanda di prestiti ha registrato un calo dell 8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il calo aumenta se si estende il confronto agli anni precedenti, fino a raggiungere un -23% nel confronto tra le richieste di prestiti dei primi 7

8 sei mesi del 2012 con quelle registrate nel primo semestre del 2008, prima dello scoppio della crisi economica. Quanto alle durate e agli importi richiesti, dai dati Crif emerge che nella prima metà del 2012 la classe di durata dei prestiti finalizzati maggiormente richiesta è quella fino a 1 anno (32%), mentre per i prestiti personali la durata oltre i 5 anni è quella predominante (quasi il 42%). Relativamente agli importi, invece, il 69% di coloro che richiedono un prestito finalizzato si concentra sotto i euro, mentre l importo medio nel primo semestre dell anno si è assestato a euro, in calo rispetto ai euro dei primi 6 mesi del Situazione analoga per i prestiti personali, dove a prevalere sono le classi di importo più basso, mentre l importo medio è sceso a euro, contro i euro del primo semestre Dal resoconto fornito da Crif emerge, dunque, uno scenario di grande incertezza per le famiglie italiane, costrette a tagliare i costi e a rinviare le spese più ingenti. Come nota Enrico Lodi, direttore generale Credit bureau services di Crif, i consumi di beni durevoli, per l'acquisto dei quali si ricorre frequentemente ad un finanziamento, stanno facendo segnare una netta contrazione, motivo per cui le classi di importo preferite per i prestiti restano quelle più contenute. Ogni licenziato dieci assunti In 5 mesi un lavoro per 60mila Fonte: Il Giornale Serena Coppetti - Gio, 19/07/ :33 Il dato è di quelli che spiazza. Eccolo: nei primi cinque mesi di quest'anno a Milano per ogni licenziato uscito dal mercato del lavoro, ci sono stati 10 nuovi avviamenti a tempo indeterminato. Quasi 60mila nuovi contratti (di cui il 70 per cento a tempo pieno) contro 6mila persone che nello stesso periodo si sono iscritte alle liste di mobilità. A fare il quadro è la Cgil che frena i facili entusiasmi. «Ingressi e uscite sono avvenuti negli stessi settori specie nel manufatturiero, nelle costruzioni e trasporti - fa notare Onorio Rosati, segretario della Camera del lavoro - Proprio quelli in cui si concentra la crisi e questo dimostrerebbe che c'è una sorta di?svecchiamento? del mercato. Con la triste conseguenza che alcune persone, specie quelle che hanno superato una certa età, non sarebbero quindi più appetibili». L'analisi fatta dalla Cgil arriva proprio nel giorno in cui è entrata in vigore la nuova legge sul mercato del lavoro. Obiettivo: verificare come potrebbe rispondere la piazza milanese. «La nuova legge indica come forme prevalenti di contratti da applicare quello a tempo indeterminato e, per i giovani, l'avviamento - spiega Rosati -. Due tipologie che qui in città sono in costante calo». Addirittura l'apprendistato riguarda solo l'1,5 per cento dei casi. «Se la legge vuole promuovere queste forme di contratti bisognerà trovare il sistema di incentivarle, perché il trend va esattamente nella direzione opposta. La realtà da cui partiamo è questa». Una realtà che vede un mercato ancora in crisi, dove nonostante i 60mila nuovi ingressi c'è uno zoccolo duro di iscritti alle liste di mobilità di oltre 24 mila persone ai quali si sono andati a aggiungere tra gennaio e maggio anche gli ultimi 6mila licenziati. Un quadro comunque incompleto perché non tutti coloro che perdono il posto si iscrivono alle liste. Tant'è vero che se posizioniamo le nuove assunzioni su una curva che prende in considerazione gli ultimi due anni, l'andamento dimostra che oggi siamo tornati ai livelli del 2010, quando la situazione non era proprio rosea. «Pesanti segni di incertezza», li definisce la Cgil che, riporta anche il dato del ricorso alla cassa integrazione rimasto praticamente inalterato. Se le imprese non avessero potuto fare ricorso a questo strumento secondo la Camera del Lavoro si sarebbero persi quest'anno altri 2mila posti di lavoro. Ecco perché secondo loro è indispensabile che le strategie della Lombardia affrontino il problema dell'ingresso dei giovani ma anche di quelli che giovani non lo sono più e chi si trovano a perdere il posto. Magari ragionando sulla proposta avanzata da Alberto Meomartini, presidente di Assolombarda di trasformare gli ultimi anni di lavoro da un contratto full time a part time per agevolare i giovani. 8

9 Internet: Regione Lombardia stanzia 1,1 mln per banda ultra larga Fonte: Adnkronos mln-per-banda-ultra-larga_ html Milano, 18 lug. (Adnkronos) - Regione Lombardia stanzia 1,1 milioni di euro per la realizzazione della banda ultralarga, la connessione a internet superveloce pari a oltre 20 megabit. Con la convenzione siglata oggi fra la stessa Regione e i Comuni di Monza e Concorezzo, la Camera di Commercio di Monza e Brianza e il Distretto Green e High Tech, e' partito ufficialmente l'iter per l'avvio della sperimentazione della banda ultra larga (Bul), e dei servizi ad essa collegati, in un'area fortemente industrializzata della Brianza. Gli step che permetteranno a oltre 561 aziende di sfruttare la Bul sono stati presentati oggi a Palazzo Lombardia, in una conferenza stampa, dal presidente Roberto Formigoni e dall'assessore all'ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, che hanno sottoscritto l'intesa. "Dopo aver garantito a tutti i cittadini la connessione alla banda larga -ha spiegato Formigoni- oggi facciamo un altro importante passo avanti per facilitare anche il lavoro e il benessere". "Lo sviluppo della rete in fibra ottica -ha sottolineato il governatore- potra' da un lato supportare le imprese a migliorare la propria produttivita' e, dall'altro, consentire all'intero territorio di rimanere fortemente attrattivo. Non si puo' infatti dimenticare che sempre piu' imprese decidono di investire nella nostra regione, oltre i 2/3 del totale nazionale. Numeri importanti, ma non ci accontentiamo e vogliamo fare ancora di piu' e meglio, abilitando nuovi servizi che incideranno fortemente sulla produttivita', l'efficienza e la competitivita' delle aziende coinvolte". Benzina, Gasolio, Gpl, Metano, Ibrido: quale la soluzione al caro carburante? Fonte: Tribuna Economica Il caro benzina spinge sempre di più gli automobilisti a valutare l acquisto di vetture alimentate con carburanti alternativi, soprattutto Gpl e Metano e recentemente è disponibile sul mercato anche l Ibrido, a doppia motorizzazione, ma questa nicchia merita una considerazione a parte. Naturalmente per l utente non sempre è semplice scegliere, soprattutto in relazione ai costi vettura, alla manutenzione e all utilizzo del mezzo e da un po di tempo sono le stesse case a complicare la vita dei potenziali clienti. Non passa settimana infatti senza che le marche automobilistiche presentino nuove versioni, della loro produzione, alimentate a Gpl o a Metano, fattore che si aggiunge, al momento dell acquisto, ad altri elementi di scelta, come modello, allestimento, optional e naturalmente alimentazione classica, a benzina o a gasolio. Questa corsa alla convenienza, ovviamente scaturisce dagli elevati costi alla pompa raggiunti negli ultimi mesi, vicini ai due euro al litro, costi che oggi fortunatamente sono tendenzialmente al ribasso, sia per la diminuzione del costo del petrolio, ma soprattutto per le promozioni in atto da parte dei produttori (vedi Carta Carburante Fiat), e da operazioni come quella dell Eni, che nei fine settimana vende il carburante sottocosto. Un giro virtuoso che sta innescando altre promozioni di altri gestori petroliferi e un maggior numero di bonus in offerta presso i concessionari. Una naturale conseguenza dopo che l Unione Petrolifera, per i primi tre mesi del 2012 aveva certificato un calo del 9,8% e del 9,1% dei consumi, rispettivamente di benzina e gasolio, rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. Da qui, chi non può fare a meno dell auto, e sono tanti, in questa epoca di crisi economica, si ingegna per risparmiare sul pieno. Tornando ai carburanti alternativi è facile optare per l economicità di Gpl e Metano, che mediamente costano la metà, rispettivamente alla pompa 0,758 il litro e 0,972 il kg, ma ci sono altri elementi che vanno messi in conto, come ad esempio il prezzo sicuramente più alto della vettura, un consumo leggermente superiore e una maggiore manutenzione. Altro dato importante da tenere in conto è la reperibilità dei distributori che erogano i gas, circa 3000 stazioni per il Gpl e 900 per il Metano (nessuno in Sardegna), presenti prevalentemente fuori dalle città, nelle grandi arterie, più al centro-nord che al sud, in numero sensibilmente inferiore rispetto ai punti che trattano benzina e gasolio. Naturalmente i criteri che determinano l orientamento all acquisto dell automobilista sono molti e tutti rispettabili, ma dati alla mano quando queste vetture sono offerte con un ribasso maggiore, la convenienza cresce e giustifica il sopportare qualche limitazione in più tra quelle accennate. Per i mangia chilometri che passano le loro giornate in autostrada forse è ancora consigliabile una turbodiesel che ha più 9

10 autonomia, per i cittadini il fattore ecologico del gas non è secondario e talvolta consente anche di circolare in zone e giornate limitate. Riguardo alle auto ibride, quelle più vere, le cosiddette full hybrid ad oggi si sono sviluppate all insegna di un controsenso, in quanto gli innegabili vantaggi, che la doppia motorizzazione termico/elettrica offre in termini di consumi ed emissioni, emergono soprattutto in città, mentre per questioni di complessità meccanica, costi e ingombri, è stata adottata prevalentemente su modelli di dimensioni medio-grandi, il cui utilizzo principale non è certo quella di affrontare quotidianamente il traffico urbano, dove il fattore ambiente è più in sofferenza e dove veramente c è l esigenza di una svolta ecologica. L aspettativa è che la questione ibrida, con l impegno dei costruttori, riesca quanto prima a rientrare in una dimensione più coerente con la sua missione. Stefano Piermaria Lanciato il satellite SES-5 Fonte: Millecanali SES-5 fornirà nuova capacità satellitare in diverse bande di frequenza in Europa, Africa e Medio Oriente. 18 Luglio 2012 SES S.A. ha annunciato che il satellite SES-5 è stato lanciato nello spazio a bordo di un vettore spaziale ILS Proton Breeze. Al termine della missione di 9 ore e 12 minuti, la parte superiore Breeze M del vettore spaziale Proton ha lanciato con successo il satellite SES-5 direttamente in orbita geostazionaria. Il satellite SES-5 è stato progettato e costruito per SES da Space Systems/Loral (SS/L), leader nella produzione di satelliti commerciali. Il vettore spaziale, che sarà posizionato nello slot orbitale a 5 Est, dispone di 36 transponder attivi in banda Ku e fino a 24 transponder attivi in banda C. SES-5 dispone di due beam in banda Ku, uno al servizio dei clienti nei Paesi nordici e baltici e l¹altro coprirà la regione sub-sahariana africana, e di due beam in banda C di cui uno avrà copertura globale e uno copertura emisferica in Europa, Africa e Medio Oriente. Il satellite offre capacità di uplink in banda Ka, consentendo operazioni flessibili tra Europa e Africa. SES-5 è progettato per fornire prestazioni elevate e una completa copertura per il Direct-to- Home (DTH), la banda larga, i servizi di comunicazione marittima, il GSM backhaul e le applicazioni VSAT in Europa, Africa e Medio Oriente. SES-5, inoltre, è dotato di payload in banda L dedicato all'european Geostationary Navigation Overlay Service (EGNOS). Il Payload di EGNOS, sviluppato per la Commissione europea (CE), contribuirà a verificare, migliorare e controllare l'affidabilità e la precisione del posizionamento dei segnali di navigazione in Europa. Il prossimo lancio SES è programmato per settembre 2012, quando un booster Ariane 5 sarà in orbita con il vettore spaziale die ASTRA 2F, creato da Astrium, dalla base di lancio a Kourou, nella Guiana Francese. Le bici gialle arrivano anche davanti alla Rai di corso Sempione Fonte: Greencity Sono state aperte ieri a Milano tre nuove stazioni del bike sharing, di cui una proprio davanti alla sede milanese della Rai, in corso Sempione. Le tre nuove fermate sono, dunque, Sempione-Rai, Borsieri-Confalonieri e Coni Zugna-Solari. Si tratta di stazioni di tipologia monofacciale, dotate ciascuna di 36 stalli. Le nuove bici ospitate dalle tre postazioni sono circa 75: un numero che porta il totale delle due ruote gialle in circolazione a quasi Continua così, in modo capillare in tutta la città, la diffusione del bike sharing: con le nuove stazioni salgono infatti a 140 i punti dove i milanesi possono prelevare le bici gialle in città. Il servizio, come sempre, è attivo tutti i giorni dalle 7 del mattino e, grazie all'orario notturno in vigore fino al 5 agosto, fino alle 2 di notte, da domenica a giovedì. Tutta la notte il venerdì e il sabato. 10

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Data: 26 Ottobre 2012 Snag

Data: 26 Ottobre 2012 Snag Data: 26 Ottobre 2012 Snag EDITORIA: GIORNALAI,NIENTE ACCORDO SU ABBONAMENTO IN EDICOLA SNAG, SINAGI, UILTUCS E USIAGI ABBANDONANO TAVOLO CON FIEG (ANSA) - ROMA, 26 OTT - Niente accordo tra i sindacati

Dettagli

E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI)

E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI) GLI ITALIANI, LA MOBILITA E L AUTO A EMISSIONI ZERO (O QUASI) Le aree metropolitane Per la prima volta, la ricerca si concentra anche sulle grandi aree metropolitane, oltre che sull intera popolazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BORGHESI, MESSINA, MURA, FAVIA, DI GIUSEPPE, ZAZZERA, CIMADORO, PIFFARI, DI STANISLAO, PALADINI,

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 La riduzione delle copie vendute nel quinquennio è stata di 400 milioni, oltre un milione di copie al giorno. Lievemente meno accentuato il calo degli abbonamenti, passati da circa 380mila

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

Emilio di Camillo Marzo 2011 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Marzo 2011 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 21. Dopo un 29 condizionato dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi, il 21 ci ha fatto riavvicinare, almeno nel caso Italiano,

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Allegato 10 RELAZIONE TECNICA DI ACCOMPAGNAMENTO ALL ASSESTAMENTO DEL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 E PLURIENNALE PER GLI ESERCIZI FINANZIARI 2012-2014. Con l Assestamento del Bilancio

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

[PROGETTO BANDA LARGA]

[PROGETTO BANDA LARGA] 2010 Comune di Ardesio [PROGETTO BANDA LARGA] I principi, le motivazioni e gli obiettivi di un progetto per la riduzione del divario digitale di Ardesio. Relazione di fine lavori, febbraio 2010. WI-FI

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 2. Dopo un 29 in progresso rispetto alla caduta della domanda del 28, condizionato però dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

Che cos è la Televisione Digitale Terrestre?

Che cos è la Televisione Digitale Terrestre? Che cos è la Televisione Digitale Terrestre? Il digitale terrestre, la cui sigla è DTT, è il nuovo sistema che sarà utilizzato per diffondere il segnale televisivo e che adotta la tecnica digitale, simile

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat?

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat? Che cos è TivùSat? TivùSat è la piattaforma digitale satellitare gratuita italiana realizzata da Tivù s.r.l. (Rai 48,25%, Mediaset 48,25% e Telecom Italia Media 3,5%). TivùSat nasce come piattaforma complementare

Dettagli

Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%)

Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%) Il Cda ha approvato i conti relativi ai primi nove mesi dell anno Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%) Milano, 14 Novembre 2011 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori SpA, riunito

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Indice 1. Le compravendite 2. Le locazioni 3. I mutui 4. Le ristrutturazioni

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Massimo Minnucci. Amministratore Delegato Ktesios LA CESSIONE DEL QUINTO: PROSPETTIVE, PROPOSTE E SOLUZIONI

Massimo Minnucci. Amministratore Delegato Ktesios LA CESSIONE DEL QUINTO: PROSPETTIVE, PROPOSTE E SOLUZIONI Massimo Minnucci Amministratore Delegato Ktesios LA CESSIONE DEL QUINTO: PROSPETTIVE, PROPOSTE E SOLUZIONI Convegno ABI CONSUMER CREDIT 2005 Roma, 21 marzo LA COLLOCAZIONE DEL PRODOTTO Vorrei cominciare

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. 11ª COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA N 130 15/04/2015 UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA COMPRAVENDITE Prezzi delle abitazioni: IV trimestre 2014 Istat Un annualità per acquistare casa Tecnocasa

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI I dati della Banca d Italia sul mercato del credito mostrano un diverso andamento per quanto riguarda i mutui

Dettagli

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013 Il Sole 24 Ore Uff.Stampa Fismic La Stampa Adnkronos Asca MF-Dow Jones Il Sole 24 Ore Il Messaggero Corriere della Sera Prima Pagina Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato 150 idee per il libero mercato Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato di Andrea Giuricin Il futuro dello stabilimento di Termini Imerese è al centro del dialogo tra sindacati, Fiat e governo.

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a.

Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a. Roma, 25.02.1015 Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a. Ingegnere può tracciarci un quadro generale dell attività di BUSITALIA e della sua evoluzione nel corso degli ultimi

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO

STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO Il presente studio fa parte delle pubblicazioni effettuate ogni anno, sin dal 1994, a cura della FRT - Federazione Radio Televisioni e SLC-CGIL,

Dettagli

venerdì 13 dicembre 2013

venerdì 13 dicembre 2013 Ufficio Stampa CISL Bergamo Rassegna Stampa venerdì 13 dicembre 2013 venerdì 13 dicembre 2013 TERMOMETRO DELLA CRISI Salgono a 287 le istanze di fallimento depositate alla Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

La Strategia Energetica Nazionale

La Strategia Energetica Nazionale La Strategia Energetica Nazionale La nuova Strategia Energetica Nazionale, diffusa a fini di consultazione pubblica, individua quattro obiettivi principali per il sistema energetico italiano: 1) Ridurre

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2009 UFFICIO STAMPA UFFICIO STAMPA A TTIVIT A' 2009 I progetti operativi, di cui questa relazione dovrebbe rendere conto, non esauriscono

Dettagli

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NARDUCCI Modifica agli articoli 1, 2, 3 e 4 della legge 5 giugno 1997, n. 147, concernente la

Dettagli

AUDIZIONI SVOLTE DALLA COMMISSIONE CHELI CON I MAGGIORI RAPPRESENTANTI DEL SETTORE DELL INFORMAZIONE E DELL EDITORIA

AUDIZIONI SVOLTE DALLA COMMISSIONE CHELI CON I MAGGIORI RAPPRESENTANTI DEL SETTORE DELL INFORMAZIONE E DELL EDITORIA AUDIZIONI SVOLTE DALLA COMMISSIONE CHELI CON I MAGGIORI RAPPRESENTANTI DEL SETTORE DELL INFORMAZIONE E DELL EDITORIA Le audizioni delle associazioni radiotelevisive. Le audizioni sono state introdotte

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI. presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997. (Relatore: RUGGERI) SUL DISEGNO DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI. presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997. (Relatore: RUGGERI) SUL DISEGNO DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 4179-A CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE DELLA X COMMISSIONE PERMANENTE (ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO) presentata alla Presidenza il 16 ottobre 1997 (Relatore:

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE

INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE CS/56/09 INFORMAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE EUTELSAT COMMUNICATIONS REGISTRA UNA CRESCITA RECORD DELL 11,6% DEL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE 2009-2010 Fatturato in forte crescita in tutte le applicazioni:

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA Roma, 20 Novembre 2015 I giovani presi in carico sono 537.671. A più di 228 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 35.100 gli iscritti a dieci settimane dal lancio I GIOVANI

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 19 NOVEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 19 NOVEMBRE 2008 Camera dei Deputati 1 Indagine conoscitiva 19 COMMISSIONE IX TRASPORTI, POSTE E TELECOMUNICAZIONI RESOCONTO STENOGRAFICO INDAGINE CONOSCITIVA 19. SEDUTA DI MERCOLEDÌ 19 NOVEMBRE 2008 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

FRT Federazione Radio Televisioni SLC CGIL - FIStel CISL - UILCOM UIL

FRT Federazione Radio Televisioni SLC CGIL - FIStel CISL - UILCOM UIL STUdIO economico del SeTTORe TeLevISIvO privato ITaLIanO FRT Federazione Radio Televisioni SLC CGIL - FIStel CISL - UILCOM UIL Osservatorio nazionale delle imprese radiotelevisive private Giugno 2013 STUDIO

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO M A G G I O 2002 DODICI Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA Alla sua elaborazione hanno partecipato: Paolo Andreozzi

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BORGHESI, ANIELLO FORMISANO, MESSINA, CAMBURSANO, BARBATO, CIMADORO, MONAI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BORGHESI, ANIELLO FORMISANO, MESSINA, CAMBURSANO, BARBATO, CIMADORO, MONAI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4288 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BORGHESI, ANIELLO FORMISANO, MESSINA, CAMBURSANO, BARBATO, CIMADORO, MONAI Abrogazione dei

Dettagli

RESOCONTO SOMMARIO 338.

RESOCONTO SOMMARIO 338. COMUNE DI MESSINA - CONSIGLIO COMUNALE RESOCONTO SOMMARIO 338. SEDUTA DI MERCOLEDI 21 NOVEMBRE 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIUSEPPE PREVITI Pag. Proposta di deliberazione: Calabrò Felice 3 Capurro Giuseppe

Dettagli

Emanuela Mora Sharitaly, Roma 1 Dicembre 2014 Non è tutto sharing quello che luccica

Emanuela Mora Sharitaly, Roma 1 Dicembre 2014 Non è tutto sharing quello che luccica Emanuela Mora Sharitaly, Roma 1 Dicembre 2014 Non è tutto sharing quello che luccica Quando parliamo di sharing economy, l accento sulla parola condivisione porta spesso a enfatizzare un giudizio genericamente

Dettagli

Delibera n. 481/06/CONS

Delibera n. 481/06/CONS Delibera n. 481/06/CONS Approvazione delle linee-guida sul contenuto degli ulteriori obblighi del servizio pubblico generale radiotelevisivo ai sensi dell articolo 17, comma 4, della legge 3 maggio 2004,

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook GIUGNO 2012 Nielsen Economic and Media Outlook NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK BROCHURE Maggio 2012 GIUGNO 2012 Scenario macro economico Tendenze nel mondo media Andamento dell advertising in Italia

Dettagli

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ 10 Novembre 2015 Verona Dott.ssa Margherita Marin Dott. Giuseppe Guido Stefenello DI COSA PARLIAMO: 1. COS È IL CONTRATTO DI RETE: PRINCIPALI CARATTERISTICHE

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove APRILE e GENNAIO/APRILE Nel mese sono state immatricolate oltre 116 mila autovetture nuove, ancora in flessione del 10,8% rispetto allo stesso mese del.

Dettagli

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese DANIELE CAPEZZONE, Presidente della X Commissione, Attività produttive, commercio e turismo, delegato al coordinamento delle attività del Comitato VAST. Ringraziamo Gilles Maquet per questo intervento.

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Gruppo Editoriale L Espresso Società per azioni

Gruppo Editoriale L Espresso Società per azioni Società per azioni Relazione Trimestrale Consolidata al 31 marzo 2005 SpA Sede legale Via Cristoforo Colombo 149 00147 Roma Cap. Soc. Euro 64.970.443,20 i.v. - R.E.A. Roma n. 192573 - P.IVA 00906801006

Dettagli

Sempre meno auto private

Sempre meno auto private Sempre meno auto private La struttura del vede ancora un rilevante calo del segmento dei privati: le immatricolazioni in maggio sono scese del 10,7% a 81.121 unità, con una quota che perde altri due punti

Dettagli

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino FONDAZIONE BRUNO KESSLER IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE Garanzia Giovani in Trentino Rapporto di monitoraggio 2015 1 Aprile 2014 - Giugno 2015 FBK-IRVAPP in collaborazione

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione

La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione La missione Diventare il provider italiano di infrastrutture e di servizi di rete per i broadcaster e per gli operatori di telecomunicazioni Lavoriamo

Dettagli

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi.

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi. COMUNICATO STAMPA COVIP: la crisi dei mercati finanziari ha sottoposto i fondi pensione a una prova severa, ma il sistema della previdenza complementare ha tenuto. A marzo 2009 sono 4,9 milioni gli iscritti

Dettagli

Il futuro delle circoscrizioni e della partecipazione dei cittadini al processo decisionale: la parola ai cittadini!

Il futuro delle circoscrizioni e della partecipazione dei cittadini al processo decisionale: la parola ai cittadini! COMUNE DI PISA Il futuro delle circoscrizioni e della partecipazione dei cittadini al processo decisionale: la parola ai cittadini! A seguito dell approvazione della legge finanziaria del 2008 nel Comune

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014

Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014 Workshop PRESENTAZIONE PREZZI DEGLI IMMOBILI di Milano e Provincia 4 febbraio 2014 2 MUTUI RESIDENZIALI Sommario 2013 Domanda Offerta Erogazioni Contratti stipulati Compravendite assistite da mutuo Tipologia

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Linee generali dell'attività di Coopfond

Linee generali dell'attività di Coopfond INCONTRO CON I PARTECIPANTI AL MASTER DI 2 LIVELLO SULL'IMPRESA COOPERATIVA Linee generali dell'attività di Coopfond Aldo Soldi Direttore Generale Roma, 30 ottobre 2013 0 AGENDA 1 Cos è Coopfond 2 La rendicontazione

Dettagli

Osservatorio Sport & Turismo

Osservatorio Sport & Turismo Osservatorio Sport & Turismo Il 18 Febbraio scorso si è tenuto a Palazzo Vecchio, all'interno del salone del 200, Firenze Sport Forum, organizzato dall'assessorato allo Sport del Comune di Firenze nell'ambito

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 Sommario 1. Chi siamo Istituzione e obiettivi Quadro comunitario (focus DDA) 2. Come

Dettagli

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO?

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? Giovanni Palazzi Presidente e Ad di StageUp Giornata degli Studi e delle Ricerche Parma, 28 marzo 2009 Chi è StageUp Descrizione StageUp opera nel mercato del leisure

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL II TRIMESTRE 2012

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL II TRIMESTRE 2012 IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA NEL II TRIMESTRE 2012 MERCATO DELLE EROGAZIONI Le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 6.875,45 milioni di euro nel secondo trimestre

Dettagli

Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5%

Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5% Fonte primaonline.it 11 febbraio 2015 18:29 Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5% E l anno della svolta:

Dettagli

www.faib.it faib@confesercenti.it

www.faib.it faib@confesercenti.it FAIB Informa 20 Anno XX Circolare della FAIB Confesercenti Tel. 06-47251 Fax 06-4740750 Roma, 11 Settembre 2015 www.faib.it faib@confesercenti.it Ddl concorrenza, passa in commissione alla Camera la riorganizzazione

Dettagli

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma Appena concluso l Esame di Stato 2015, i loro curricula sono già nella banca dati AlmaDiploma, lo strumento on line di valorizzazione dei

Dettagli

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT Automotive con approfondimenti e confronti ISTAT Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine marzo 2013 Dati rilevati nel mese di febbraio 2013 Pubblicazione mensile A cura della

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ROMANE E IL MERCATO IMMOBILIARE: INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ROMANE E IL MERCATO IMMOBILIARE: INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE N 143 15/11/2015 L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ROMANE E IL MERCATO IMMOBILIARE: INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE SONDAGGIO CONGIUNTURALE SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI IN ITALIA III TRIMESTRE 2015

Dettagli

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza Cambia ancora la legge di Stabilità. A un passo dal traguardo, durante l esame in aula alla Camera, il

Dettagli

Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro

Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro Milano, 25 Marzo 2009 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori

Dettagli