Comune di Tuenno. numero 1 - febbraio 2010 Periodico semestrale del Comune di Tuenno. Aut. del Trib. di Trento n del 15/01/2007. voci da...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Tuenno. numero 1 - febbraio 2010 Periodico semestrale del Comune di Tuenno. Aut. del Trib. di Trento n. 1310 del 15/01/2007. voci da..."

Transcript

1 Comune di Tuenno numero 1 - febbraio 2010 Periodico semestrale del Comune di Tuenno. Aut. del Trib. di Trento n del 15/01/2007 voci da...

2 pag. pag. pag. pag. pag. 3 AL TERMINE DEL MANDATO Pietro Leonardi 4 DALL ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI Livio de Aliprandini, Rodolfo Grandi 5 DALL AZIENDA ELETTRICA Lorenzo Pinamonti, Chiara Leonardi 7 DALL ASSESSORATO ALLE FORESTE Giuseppe de Concini, Marco Odorizzi 8 UNA MOZIONE PER L ACQUA pag. 10 DALL ASSESSORATO ALLA CULTURA Maria Teresa Grandi, Maria Teresa Giurato pag. 11 TRIBUTI COMUNALI pag. 13 PULIZIA DEI CAMINI pag. 13 ONORANZE FUNEBRI pag. 14 DONNE A TUENNO Maria Teresa Giurato, Maria Teresa Grandi pag. 15 DALLA PRO LOCO pag. 16 CIRCOLO TENNIS pag. 16 CORO PARROCCHIALE pag. 17 IL 2009 DELL AVIS... pag E DELLA SAT Matteo Pizzini pag. 19 I CADUTI DI TUENNO pag. 19 GRUPPO ALPINI pag. 20 ASSOCIAZIONE CONTROCORRENTE: OPERAZIONE MATO GROSSO Sergio Deromedis, Francesca Martini pag. 21 PRESEPI A TUENNO Maria Teresa Giurato, Maria Teresa Grandi pag. 22 ASSOCIAZIONE ORATORIO PARROCCHIALE pag. 23 DON EUGENIO LEONARDI ( ), MISSIONARI EN AFRICA VOCI DA TUENNO Periodico semestrale del Comune di Tuenno Direttore Responsabile: Alberto Mosca Hanno collaborato a questo numero: Luigi Dalmonego Livio de Aliprandini Gianni de Concini Maria Teresa Giuriato Maria Teresa Grandi Rodolfo Grandi Giovanni Leonardi Pietro Leonardi Renzo Zanolini Andrea Depaoli Marco Odorizzi Giuseppe De Concini Il personale degli Uffici Comunali Le Associazioni del Comune Realizzazione: Agenzia Nitida Immagine Cles In copertina: veduta di Tuenno (foto Fedrizzi - Tuenno) pag CANDELINE PER LA BANDA COMUNALE pag CANDELINE PER IL CONSORZIO F.A.T. pag. 28 SCI CLUB TUENNO pag. 28 ASSOCIAZIONE BOCCIOFILA pag. 29 DAL CIRCOLO ANZIANI pag. 30 LA STAGIONE SPORTIVA 2008/09 IL RICORDO D UN CARO AMICO pag. 31 GRUPPO TEATRALE pag. 31 FOSSILI EN VAL GELADA pag. 33 QUIZ CULTURALIZ pag. 34 DOI CIACOLE COL POMAR pag. 34 NòT DE NàDAL! pag. 34 AI POMPIERI DEI NòSI PAESI sommario Chiunque avesse proposte volte ad arricchire il prossimo numero del bollettino comunale, può farle pervenire presso gli uffici comunali.

3 dal Sindaco Al termine del mandato Cari concittadini, sono ormai giunto al termine del mio mandato di sindaco e vi voglio ringraziare per avermi concesso l onore e l onere di essere il vostro rappresentante e di amministrare il nostro paese. Dopo cinque anni di impegno è giunto per me il momento di fare un bilancio del mio agire, di valutare quanto è stato fatto e quanto rimane ancora da fare. Non parlerò delle opere realizzate, né di quelle che prenderanno il via in questi mesi, perché di questo parleranno gli assessori competenti e ne siete già stati informati nei bollettini comunali precedenti. Non tutto quanto era stato progettato e auspicato nel nostro programma si è concretizzato, non per nostro scarso impegno o volontà, ma spesso perché la complessità delle opere e la ricerca del come finanziarle ne hanno rallentato o impedito la realizzazione, richiedendo tempi lunghi che vanno ben oltre il mandato che sta per concludersi. Consapevole del fatto che problemi e decisioni rimangono ancora da risolvere e da prendere, sono comunque onestamente convinto che, in questi cinque anni trascorsi insieme, abbiamo lavorato per far crescere e migliorare il nostro paese. Nello corso del mio incarico ho incontrato cittadini dinamici e generosi, sia nel proprio lavoro che nella vita comunitaria, portatori di proposte ma anche di critiche, che ho ascoltato, facendone tesoro per svolgere al meglio il mio lavoro di sindaco. Come avevo promesso al momento del mio insediamento, sono stato presente in Comune tutti i giorni e disponibile in ogni momento; purtroppo non sempre ho potuto dare una risposta positiva alle richieste che mi venivano poste, perché chi amministra il bene pubblico deve rispettare innanzitutto le leggi vigenti e l interesse collettivo. Davanti a noi abbiamo un futuro non certo facile: la crisi economica sta facendo sentire i suoi effetti negativi sia sulle nostre aziende che sulle nostre famiglie. Questo ci impone una riflessione ancora più attenta sulle risposte da dare ai bisogni della comunità ed alla ricerca continua di opportunità per i nostri giovani, ed in momenti come questi è indispensabile l impegno di tutti, in uno sforzo collettivo, superando le sterili polemiche. Colgo l occasione per ringraziare pubblicamente gli assessori ed i consiglieri che mi hanno sostenuto ed incoraggiato, e che hanno lavorato con tenacia e responsabilità, entusiasmo ed efficienza, concretizzando le scelte fatte collettivamente, dando il meglio di sé: Giuriato M. Teresa e Grandi M. Teresa - Assessori alla cultura - che hanno stimolato e vivacizzato la vita culturale del nostro paese con attività di alto spessore, sempre apprezzate non solo dagli abitanti di Tuenno ma anche da quelli dei paesi limitrofi e lontani. Odorizzi Marco e De Concini Giuseppe Assessori all agricoltura e al turismo hanno cercato di dare risposta alle esigenze di frutticoltori ed allevatori e di favorire lo sviluppo turistico sia in Val di Tovel che in montagna. Pinamonti Lorenzo e Leonardi Chiara Assessori allo sport, alle politiche giovanili e all energia - che hanno seguito le attività dei gruppi sportivi, cercato soluzioni per il centro sportivo, studiato e risolto i problemi della nostra Azienda Elettrica e cooperato alle politiche giovanili. Grandi Rodolfo e De Aliprandini Livio Assessori ai lavori pubblici che hanno seguito passo passo sia le progettazioni che i cantieri delle numerose opere realizzate in questi cinque anni. Menapace Ermanno Capogruppo in Consiglio Comunale che ha stimolato il lavoro di noi tutti, seguendo la stesura del PRG e cercando soluzioni per la nuova zona artigianale. Inoltre voglio ringraziare i dipendenti comunali che con il loro lavoro hanno contribuito con professionalità a risolvere i tanti problemi che quotidianamente dobbiamo affrontare. In questi cinque anni purtroppo non c è stato il dialogo e la collaborazione all interno del consiglio comunale. La contrapposizione tra maggioranza e minoranza del consiglio non ha creato il clima adatto per lavorare insieme in modo costruttivo, al fine di far crescere sempre più la nostra comunità, nel rispetto delle diverse opinioni. La vita democratica in un piccolo paese come il nostro dovrebbe essere di stimolo all agire di chi ha avuto il mandato di amministrare il paese. Da noi non si possono e non si devono riproporre le contrapposizioni che avvengono in sede nazionale. Sicuramente, se con le prossime elezioni il giudizio degli elettori su come abbiamo amministrato non sarà positivo, il nostro atteggiamento sarà ugualmente propositivo ed improntato alla soluzione dei problemi, aperto a collaborare con chi dovrà amministrare il paese di Tuenno. Concludo questo mio breve scritto porgendo a tutti voi i miei più cari saluti e ricordandovi che l amministrazione comunale è sempre a disposizione dei cittadini. Il sindaco Pietro Leonardi 3

4 dalla Giunta Comunale Dall assessorato ai lavori pubblici SCUOLA MEDIA ED ELEMENTARE I lavori di ristrutturazione e ampliamento dell edificio adibito a scuola elementare e media, compresa la mensa sono praticamente conclusi, eccetto qualche piccola rifinitura. Il costo complessivo dell opera è di ,00 euro; con il 90% di contributo provinciale della spesa ammessa. Il progetto è stato redatto dall arch. Gianluigi Zanotelli. CASERMA VIGILI DEL FUOCO I lavori sono finiti; i vigili del fuoco sono nella nuova caserma dal 14 giugno 2009 ed è stata inaugurata il 6 settembre. Cogliamo l occasione per ringraziare i nostri vigili del fuoco volontari e il loro comandante per l impegno costante per la comunità di Tuenno. Auguriamo loro buon lavoro, potendo contare nella nuova caserma di nuovi spazi ampi e adeguati per svolgere il loro servizio. Il progetto è stato redatto dall arch. Patrizia Mazzoleni. Il costo complessivo dell opera è di ,00 euro con l 80% di contributo provinciale della spesa ammessa. COLLETTORE VIA PASOTTI Nel 2006, a seguito dell evento calamitoso dell anno 2002, è stato realizzato il collettore delle acque bianche in via Pasotti per la regimazione delle acque (rete fognaria bianca). Costo: ,00 Euro. RAMO ACQUEDOTTO FOSINE Nel 2007 è stato realizzato il nuovo ramo dell acquedotto a servizio delle località Fosine. costo: ,00 Euro RISTRUTTURAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE LOCA- LITà LAGO DI TOVEL Nel 2007 l impianto di depurazione a servizio della fognatura in località Lago di Tovel è stato ristrutturato e sono state costruite due nuove vasche con pompe annesse. Queste per il momento funzionano grazie ad un generatore in attesa dell arrivo della linea elettrica. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Ter System s.r.l. di Cavedago. Costo: ,00 Euro. ROTATORIA BAZINO Nel 2008 è stata realizzata la rotatoria del Bazino in via Quattro Ville (costo: ,00 Euro). Il progetto è stato redatto dall ufficio tecnico comunale e questa opera indispensabile per la messa in sicurezza dell incrocio di 5 strade. I lavori della rotatoria hanno completato l opera iniziata nel 2006 con l allargamento della parte finale di via Quattro Ville fino al confine comunale verso Tassullo (costo: ,00 Euro). In tutti e due i lavori la ditta che si è aggiudicata l appalto per ribasso d asta è stata la Giardini Valentini di Rallo. ACQUEDOTTO COMUNALE Nel 2009 sono stati appaltati i lavori per il rifacimento del 1 lotto dell acquedotto della zona alta del paese. La ditta che si è aggiudicata i lavori è la Menapace s.r.l. di Tuenno che inizierà i lavori a marzo. Le vie interessate sono via Stradone Vecchio più la parte nord di via Maistrelli fino al caseificio. L importo complessivo è di ,00 euro. In questa parte di acquedotto le rotture e le perdite erano frequenti e la sostituzione della condotta era improcrastinabile. Nel 2010 sarà appaltato il 2 lotto dell acquedotto anche questo a servizio della zona alta del paese. Questo lotto interesserà la zona prospiciente al caseificio sulla strada provinciale delle Quattro Ville partendo dal mobilificio Menapace e scendendo verso le Savene per circa 200 m per poi tornare sulla strada comunale di via Quattro Ville adiacente il gommista Dallavalle Luigi e chiudere l anello all incrocio su via Maistrelli già interessata dal 1 lotto. Per il 2 lotto abbiamo una spesa complessiva di ,00 euro. Su tutti e due i lotti il costo è in parte coperto dal contributo provinciale. Il progetto è stato redatto dall ing. Paolo Odorizzi. PISTA CICLABILE I lavori sono quasi finiti, ma mancano alcuni lavori tra cui il guardrail lungo la strada provinciale e alcune piccole rifiniture. A primavera, prima possibile, sarà fatto il collaudo. ALLARGAMENTO VIA STRADONE VECCHIO Nel 2009 sono iniziati i lavori di allargamento di via Stradone Vecchio il progetto è del geom. Corradini di Tassullo: La ditta che si è aggiudicata i lavori per ribasso d asta è l Arnoldi di Denno. La ditta ha iniziato i lavori a dicembre poi interrotti per l inverno, appena la stagione lo permetterà saranno ripresi i lavori. Costo: ,00 Euro. POSIZIONAMENTO SEGNALETICA STRADALE Nel 2009 è stata posizionata la nuova segnaletica turistica, artigianale e commerciale. Costo: ,00 euro. 4

5 dalla Giunta Comunale ASFALTATURA STRADE Nel 2006 è stato eseguito un intervento di sistemazione del parcheggio posto all incrocio della s.p. 14 del Lago di Tovel. Costo: euro. Per asfaltature delle strade urbane sono stati spesi: nel 2007: ,00 euro nel 2008: ,00 euro nel 2009: ,00 euro Per il 2010 sono a bilancio ,00 euro. Le strade programmate sono via Peller, via Coltura e via Degasperi. ALLARGAMENTO VIA VANUCLA Nel 2010 sono a bilancio ,00 euro. Il progetto per l allargamento e la sistemazione di via Vanucla è del geom. Moratti Davide. È previsto anche il rifacimento delle acque bianche, nere e sottoservizi. La strada sarà allargata di 1,5 m per quasi tutta la sua lunghezza di 1 m nella parte finale. TERRAZZA PANORAMICA Nell anno 2010 sono a bilancio i fondi per la costruzione di una terrazza panoramica a sud est della nuova Famiglia Cooperativa e adiacente alla fontana facente parte del piano attuativo p.a. 4C già approvato dal Consiglio Comunale. Costo: ,00 euro. Livio de Aliprandini Rodolfo Grandi Dall azienda elettrica Si sta per concludere il nostro mandato amministrativo ed è quindi ora di fare un bilancio di quello che è stato fatto. AZIENDA ELETTRICA COMUNALE Con l inizio della nostra legislatura ci siamo posti come obiettivi il mantenere, migliorare e se possibile ampliare i servizi fin qui prestati dal nostro Ente alla comunità di Tuenno, unitamente al risparmio di risorse sempre più scarse. Il servizio di distribuzione di energia elettrica richiedeva urgenti scelte, vuoi per la normativa che disciplina il settore sempre più complessa, vuoi per la scarsissima redditività che il settore riserva per le aziende di piccole dimensioni. La scelta di partecipare alla Società A.I.R. Azienda Intercomunale Rotaliana rifletteva urgenze di carattere gestionale ed economico di investimento. Mi soffermo brevemente su questi aspetti. GESTIONALE Attualmente la gestione commerciale con i clienti è gestita dalla Società Trenta Spa. La presenza di uno sportello nel nostro Comune (che si aggiunge alla disponibilità telefonica) ci permette di avere un dialogo diretto con informazioni sulla normativa e sui possibili piani finanziari, con possibilità anche di accedere al mercato libero dell energia. Sono garantiti dalla carta dei servizi i tempo per la stipula e modifica dei contratti, per l esecuzione degli allacciamenti. Il servizio è steso anche al mercato del gas metano. La parte tecnica esecutiva, installazione di contatori, modifiche tecniche, allacciamenti alle reti, rimane in capo ad A.I.R. Spa. È in corso la sostituzione da parte di A.I.R. dei contatori numerici con quelli digitali. Con questa tecnologia è possibile il controllo remoto dell allacciamento e quindi avere informazioni in qualunque momento della lettura, suddividere il consumo per fasce orarie con l applicazione di tariffe biorarie (giorno e notte con tariffe agevolate), effettuare aumenti o diminuzioni di potenza a disposizione, rilevare anomalie. Le Società Trenta Spa e A.I.R. Spa devono rispondere e rispettare gli standard di qualità richiesti dalla Autorità per l Energia elettrica ed il Gas. ECONOMICO Il processo di liberalizzazione del mercato della distribuzione di energia elettrica è risultato particolarmente dirompente in particolare per le aziende di piccole dimensioni, compromettendone la redditività. Il settore della distribuzione di energia elettrica richiede notevoli investimenti per l aggiornamento delle reti e delle cabine, al fine di rispettare gli standard di qualità richiesti. Il servizio di distribuzione dell energia, da noi gestito in passato in economia, non ci permetteva di assumerci queste spese ed inoltre le perdite dovevano essere compensate con gli utili ricavati dalla produzione di energia elettrica. Per l esercizio 2009 la nostra partecipazione in A.I.R. ci consente un ritorno dell utile seppur meno di ,00. Questo dividendo nasce in gran parte dalla redditività delle partecipazioni che A.I.R. ha in altre Società, in particolare in Dolomiti Energia e Primiero Energia. Attualmente la migliore redditività è riservata alla produzione di energia elettrica. Anche il nostro Comune risulta impegnato nella produzione di energia elettrica, direttamente 5

6 dalla Giunta Comunale con la comproprietà con il Comune di Cles delle Centrali di S. Emerenziana. Nel 2009 queste hanno avuto un ottima resa sia in termini di Kwh prodotti (oltre 8 milioni - 3 miglior risultato negli ultimi 15 ani) sia per la valorizzazione economica dell energia prodotta, con ricavi di oltre ,00 al netto di IVA. Gli investimenti per il rinnovo della Centrale S. Emerenziana 2 ci hanno permesso di incrementare la produzione. Questa maggiore produzione viene valorizzata con certificati verdi premianti dell energia prodotta da fonti rinnovabili. La vendita dei certificati verdi riferiti al triennio ci garantisce introiti di circa ,00. Anche la piccola produzione di energia con il pannelli solari collocati presso la nuova caserma dei Vigili del Fuoco ha una modesta redditività. È nostra intenzione continuare ad investire in questo settore. Il Comune di Tuenno è partecipe di Primiero Energia Spa fin dalla sua fondazione: Primiero Energia gestisce alcune importanti centrali idroelettriche nel Primiero-Vanoi con ottimi risultati. La nostra piccola partecipazione (del costo iniziale di 8.000,00) ci ha permesso di avere nel 2009 oltre ,00 di utili distribuiti. INVESTIMENTI La Società partecipata A.I.R. nel corso del 2009, primo anno di gestione, ha effettuato i seguenti investimenti: Realizzazione nuova cabina ricevitrice MT/MT con un investimento di circa ,00 ; Interramento linee elettriche BT aeree Estensione potenziamento rete BT Allacciamenti nuove utenze in BT Conversione allacciamenti BT 230/400V Installazione nuovi contatori elettronici. Investimenti totali per euro Crediamo che le scelte fatte dalla nostra Amministrazione di non rinunciare all importante settore energetico e di continuare ad investire nello stesso, direttamente o indirettamente, si dimostrino cruciali per lo sviluppo della nostra comunità. Altro tassello molto importante che ci eravamo posti e che siamo riusciti a ottenere era l elettrificazione della Val di Tovel. Secondo l amministrazione fornire di questo importante ed indispensabile servizio gli immobili esistenti a Tovel rappresenta il primo passo verso un possibile sviluppo turistico ecocompatibile della valle. Oltre a questo si aggiunge la possibilità di togliere tutti i generatori di corrente, inquinanti e rumorosi, funzionanti fino a questo momento. L iter burocratico è a buon punto, si prevede di poter avviare il bando di gara prima della fine della legislatura per poter appaltarla il prima possibile. Il progetto prevede un cavidotto totalmente interrato che parta dalla cabina elettrica presente vicino alla falegnameria Pizzoli e arriverà fino al centro visitatori del Parco lì ci sarà una piccola cabina come un altra sarà costruita al campo di tamburello. Il progetto completo prevede anche la possibilità di dotarsi di una piccola centralina di 20KW ma dovendo assumere numerose autorizzazioni e avendo un iter burocratico più lungo e non ancora concluso, verrà messo in cantiere successivamente. Un opera attesa da diversi anni sta per essere vicina alla soluzione. SPORT In ambito sportivo è stato portato a termine i lavori per l ampliamento della zona sportiva con la costruzione di un campetto in erba sintetica già appaltato prima del nostro insediamento. Completandolo successivamente con l illuminazione di quest ultimo e fornendo di un nuovo fondo in materiale sintetico ed innovativo i due campi da tennis esistenti. Si è messo mano alla palestra comunale creando due nuovi locali sopra il corpo spogliatoio così da poter utilizzarla in due gruppi contemporaneamente e potendo così dare risposta alle continue esigenze di spazi. Fra poco tempo verrà appaltata la realizzazione di un campetto nella zona adiacente alla palestra. Per il futuro si sta pensando alla ristrutturazione del campo da calcio in erba fornendolo di un manto in erba sintetica e a una nuova dislocazione del campo di tamburello. POLITICHE GIOVANILI SEMPRE PIù FUORI DAL COMUNE! Negli ultimi anni il tema politiche giovanili è stato oggetto di rinnovato interesse da parte della politica nazionale e provinciale con un unica ed importante differenza rispetto al passato: non più e non solo il mondo giovanile e le sue problematiche bensì il mondo giovanile e le sue potenzialità, il suo entusiasmo e il suo idealismo. Per inaugurare e promuovere questa nuova stagione nel pensare (o meglio ripensare) il mondo dei giovani abbiamo visto a livello nazionale la creazione per la prima volta del Ministero per le politiche giovanili, a livello provinciale di un Assessorato deputato alle politiche giovanili, a livello sovracomunale i tavoli di lavoro nell ambito del Piano giovani di zona, sostenuti finanziariamente per metà della spesa dalla PAT e per metà dai Comuni appartenenti a ciascun piano. Nel 2006 anche il comune di Tuenno ha costituito con altri sette comuni della valle di Non (Cles, Tassullo, Nanno, Livo, Bresimo, Cis e Rumo) il tavolo di lavoro Fuori dal... Comune. Il tavolo di lavoro, a dire il vero, non è come si potrebbe pensare un altro ente (distinto dal comune o dalla comunità di valle) che decide ed approva l attività dell anno destinata ai ragazzi dei nostri otto paesi di un età compresa tra i 14 e i 29 anni. Il tavolo è molto di 6

7 dalla Giunta nome Comunale rubrica più: è l occasione per i vari amministratori dei Comuni, per gli esponenti delle associazioni di volontariato, per i giovani stessi di incontrarsi e scontrarsi su come ognuno percepisce i bisogni delle nuove generazioni. C è chi ha proposto progetti destinati a fare aumentare il senso di aggregazione tra i ragazzi provenienti dai diversi paesi, chi ha voluto indagare l abuso di alcol e droghe, chi ha offerto degli strumenti critici della lettura del quotidiani, chi ha voluto sostenere iniziative già attive-le bande, le compagnie teatrali, le varie band, chi ha voluto far riflettere sul nostro passato storico e su quelle immani tragedie che si sono compiute e che tutt ora purtroppo si compiono. Luogo quindi di discussione e di crescita ma soprattutto fabbrica di idee. In questi anni sono stati molti i progetti passati dal tavolo di lavoro che hanno trovato una loro concreta attuazione: dai vari viaggi verso città simbolo per il loro significato storico culturale, al torneo per la pace, alle diverse rappresentazioni artistiche (teatrali, musicali). Ma il più importante dei progetti realizzati in questi anni, nonostante non sia mai stato scritto, nonostante non abbia ricevuto alcun finanziamento, nonostante sia stato tante volte messo in dubbio è stato quello di avere visto, anno dopo anno, aumentare la partecipazione dei diretti interessati fino ad oggi, dove all ultimo incontro, sono stati i ragazzi stessi ad esporre i loro progetti. Grazie a questi ragazzi, che mettono a disposizione il loro tempo ed il loro impegno, oggi il tavolo di lavoro è diventato la vera espressione di come i giovani vedono i giovani. Le proposte per il 2010 non temono il confronto con il passato. Si va da progetti che intendono diffondere la cultura del risparmio energetico, la conoscenza delle nuove frontiere informatiche, la storia della nostra autonomia, la scoperta di antichi mestieri e tradizioni. Insomma, un piano di zona che ha raggiunto le migliori aspettative, che si sta via via emancipando dai suoi ideatori e sostenitori originari per diventare strumento di crescita per i ragazzi in mano ai ragazzi. Un piano che sarà sempre più cartina tornasole delle potenzialità, dell entusiasmo e dell idealismo dei nostri giovani. Lorenzo Pinamonti Chiara Leonardi Dall assesorato alle foreste Non è facile stendere un bilancio di cinque anni di attività di un assessorato perché si corre il rischio di cadere in un elenco poco armonico di opere, iniziative, incontri, perdendo alle volte il filo conduttore e il disegno sottostante. Inoltre la parte maggiore dei compiti affidati a un gruppo di lavoro si fonda soprattutto in contatti, in approfondimenti, in riunioni spesso poco visibili ma non meno importanti per l avvicinamento agli obiettivi fissati a inizio mandato. Ciononostante è giusto provare a comporre un commento finale del lavoro svolto, cercando di essere il più obiettivi possibile nei confronti dei cittadini. In questo pensiamo di essere aiutati dal fatto di aver sempre cercato di essere trasparenti, sia attraverso la scansione semestrale dei bollettini, sia soprattutto grazie ai frequenti e numerosissimi contatti personali che sono sempre necessari perché l attività amministrativa non perda il contatto con la base e non si incammini su binari che conducono a obiettivi lontani dalle reali esigenze dei cittadini. Fatte queste necessarie premesse cerchiamo di ragionare sulle attività intraprese o portate a termine, cercando soprattutto di cogliere il filo logico che lega le varie scelte. Pensiamo che questo filo logico sia soprattutto da individuare nei due concetti di sviluppo economico e di rispetto ambientale che sono i principi fondamentali, i criteri direttivi che hanno guidato ogni scelta effettuata nell ambito di nostra pertinenza. Non dobbiamo dimenticare infatti che i tre settori oggetto del nostro assessorato ( agricoltura turismo foreste) sono tutti comparti economici che interessano il territorio comunale, bene fondamentale che noi abbiamo ricevuto in uso e che abbiamo l obbligo di trasmettere integro e se possibile migliorato alle generazioni che verranno. La prima grande sfida che noi abbiamo cercato di cogliere e della quale abbiamo già ampiamente comunicato è stata la proposta di un riordino fondiario comprendente una superficie di circa 35 ettari coltivati. Tutti conosciamo le vicende legate a questa iniziativa e soprattutto ne conosciamo l esito. Sappiamo che abbiamo quasi sfiorato la maggioranza prescritta dalla legge per poter avviare l opera ma sappiamo anche che la legge dei numeri è giustamente inesorabile e che un intrapresa di queste proporzioni necessitava di una piena collaborazione pubblico-privato che non c è stata totalmente. Ci limitiamo soltanto a due drastiche constatazioni: i contributi che sarebbero arrivati dalla Provincia di Trento sia a livello collettivo sia a livello di singola azienda; il cambiamento di 7

8 dalla Giunta Comunale mentalità gestionale che ne sarebbe derivato, con evidenti benefici per tutti, in primis i giovani agricoltori. Il secondo grande intervento ha riguardato la salvaguardia dei beni comunali con destinazione agroforestale. Ci limitiamo a ricordare gli interventi più consistenti: la sistemazione definitiva del sito di Malga Tuena con relativo agritur; la vendita della Stangia; il completamento delle opere necessarie per Malga Pradedont (corrente elettrica e acqua potabile già progettata e ammessa a contributo); la progettazione, nell ottica della ristrutturazione, del Bait del Rocol, Bait dela Dena, Ord dei Peci. In questo comparto può essere fatta rientrare anche l opera di sistemazione definitiva della Strada del Mont, in parte asfaltata, in parte cementata. La terza grande iniziativa che verrà appaltata in primavera è l elettrificazione di Tovel, opera attesa da decenni, condizione necessaria anche se non sufficiente per un turismo di qualità in valle e per un minimale benessere dei visitatori e dei cittadini. Non è pensabile infatti che gli operatori turistici che esercitano la loro attività a Tovel possano pensare di investire per migliorare le loro strutture in mancanza di corrente elettrica; ora la corrente arriverà, ci auguriamo tutti che gli albergatori pensino a rendere i loro immobili più moderni e al passo con le esigenze dei turisti di oggi. Inoltre sicuramente si otterrà il risultato di eliminare i numerosi generatori di corrente a gasolio, autentica fonte di inquinamento e di fastidio. La Provincia di Trento ha capito l importanza di ottenere questi risultati ed ha ammesso a finanziamento il nostro progetto con una copertura dell 85% del costo totale. La spesa prevista è di circa Euro ,00. Giuseppe de Concini e Marco Odorizzi Una mozione per l acqua Il Consiglio Comunale di Tuenno in data ha approvato la seguente mozione sulla gestione delle risorse idriche: IL CONSIGLIO COMUNALE Avuta lettura della mozione presentata dal Sindaco in data 16 dicembre 2009 prot che così recita: L anno scorso abbiamo proposto alla popolazione di Tuenno la settimana culturale che aveva come tema: L acqua tra maledizione e salvezza nella quale si è parlato anche delle responsabilità degli amministratori per salvaguardare, per il bene di tutti, questo patrimonio. La partecipazione della popolazione è stata molto numerosa perché il tema affrontato è considerato da tutti di fondamentale importanza. Condividendo il sentire comune, alla luce delle recenti decisioni governative, 1) il Consiglio Comunale di Tuenno fa propri i seguenti principi: - l acqua è un bene comune, un diritto umano universale non assoggettabile a meccanismi di mercato. - La disponibilità e l accesso individuale e collettivo all acqua potabile sono garantiti in quanto diritti inalienabili e inviolabili della persona umana e si estrinsecano nell impegno a garantirli ai cittadini. - La proprietà e la gestione del servizio idrico devono essere pubbliche e improntate a criteri di equità, solidarietà (anche in rapporto alle generazioni future) e rispetto degli equilibri ecologici; - Il consumo umano delle risorse idriche deve avere la priorità rispetto ad altri usi. - Il servizi idrico è un servizio pubblico essenziale, di interesse generale e, come tale, non soggetto alla disciplina della concorrenza. 2) il Consiglio comunale chiede alla Giunta provinciale di prendere in considerazione, se necessario, la possibilità di impugnare dinanzi alla Corte costituzionale l art. 15 del Decreto legge 25 settembre 2009, n. 135 Disposizioni urgenti per l attuazione di obblighi comunitari e per l esecuzione di sentenze della Corte di giustizia della Comunità europea con ricorso a difesa dell autonomia provinciale. 3) il Consiglio Comunale delibera di inviare copia della presente deliberazione a tutti i Comuni della Valle di Non. 8

9 dal Consiglio Comunale Coerentemente con le iniziative già realizzate riguardo il problema dell'acqua, si è promosso l'utilizzo dell'acqua pubblica in tutte le iniziative comunali in sostituzione dell'acqua minerale e delle bevande gasate. Il seguente volantino viene distribuito ad ogni proposta culturale. Salute! Prost! Cheers! Sã trãiesti! L ACQUA è L ORO BLU DEL XXI secolo Il diritto dell acqua è un diritto inalienabile Al Forum mondiale sull acqua che ha riunito ad Istanbul 155 Paesi, l accesso all acqua potabile da cui dipende la vita di oltre 1 miliardo di persone non è stato riconosciuto come diritto. Al massimo, ha stabilito la maggioranza di 95 Paesi, si può definire bisogno fondamentale, che può essere regolato dal mercato, cioè a pagamento. L acqua deve contribuire al rafforzamento della solidarietà fra i popoli, le comunità, i paesi, i generi, le generazioni. L acqua è destinata a rivestire un importanza sempre più rilevante tra gli Stati, con il rischio di dare origine a violenti conflitti. In alcune regioni del mondo la scarsità d acqua potrebbe diventare quello che la crisi del petrolio è stata negli anni Settanta: una fonte importante di instabilità economica e politica. Nel mondo, 1 miliardo e 400 milioni di persone non hanno accesso all acqua potabile. Il rischio è grande: nell anno 2025, quando la popolazione supererà gli 8 miliardi di esseri umani, il numero di persone senza accesso all acqua potabile aumenterà a più di 3 miliardi. È ALLA LUCE DI TUTTO CIò CHE ABBIAMO PENSATO DI OFFRIRVI UN BUON BICCHIERE D ACQUA CON L AUSPICIO CHE CIò POSSA COSTITUIRE UNO SPUNTO DI RIFLESSIONE E UN INVITO ALL APPROFONDIMENTO DI QUESTO IMPORTANTE TEMA Assessorato alla Cultura del Comune di Tuenno 9

10 dalla Giunta Comunale Dall assessorato alla cultura Cari concittadini, stanno per scadere i termini del mandato elettorale che voi nel maggio del 2005 ci avete dato. È quindi ora di tracciare un bilancio di quanto è stato fatto in ambito culturale per la nostra Comunità nel corso della presente legislatura. Quale Assessorato alla Cultura di questo Comune avevamo preso l impegno di promuovere attività di approfondimento e di apprendimento, di realizzare iniziative rivolte a tutti i cittadini, bambini, giovani, adulti, valorizzando il patrimonio storico, sociale e culturale del nostro territorio. Coinvolgendo tutte le associazioni di volontariato del Comune, abbiamo ascoltato le proposte che le singole persone ci hanno sottoposto, e individuato forme di collaborazione e patrocini specifici. Abbiamo cercato di portare a termine tutti questi obiettivi con entusiasmo, buona volontà, impegno e dedizione, consapevoli che la Cultura può fare e dare molto. La popolazione ha partecipato numerosa ed attiva alle iniziative proposte, chiara evidenza di come le stesse siano state apprezzate. Tutto ciò ci ha spronato e ulteriormente incoraggiato nel proseguimento della nostra opera. Desideriamo quindi rinnovare il nostro Grazie! a tutti quelli che ci hanno appoggiato, aiutato e incoraggiato, dentro e fuori le istituzioni. Abbiamo bisogno di continui stimoli e partecipazione per poter far bene in ambito culturale, soprattutto per consentirci di approfondire tematiche molto spesso disattese, ma non per questo meno importanti per la formazione socioculturale di una comunità. Ecco qui di seguito le iniziative da noi promosse, già concluse, in itinere, o in fase di organizzazione nei prossimi mesi. - È partita a gennaio la stagione teatrale 2010 con uno spettacolo per i più piccoli; proseguirà poi nei mesi di febbraio e marzo con quattro spettacoli di assoluta qualità. Sempre in questa direzione vanno programmate iniziative specifiche di sostegno per quelle attività teatrali marcatamente orientate all ambito educativo dove, in maniera più evidente che in altre situazioni, si percepisce l efficacia del loro contributo a favorire nei giovani la crescita e la maturazione della personalità. - Sempre nel mese di gennaio 2010, in occasione della giornata della memoria, è stato proiettato il film Il bambino dal pigiama a righe e programmata un altra serata dal titolo Suoni e parole per ricordare con la presenza di Maria Luisa Crosina, esperta di cultura e religione ebraica. A completamento delle due serate sopra descritte, durante il mese di marzo 2010, verrà per presentare il suo ultimo libro Berlino-Auschwitz- Berlino e per portarci la sua testimonianza sulla Shoah, il reduce Nedo Fiano. - Il 28 febbraio ci sarà il gemellaggio tra il gruppo teatro ragazzi di Tuenno e il gruppo teatro ragazzi dell associazione culturale Abibò di Mezzolombardo, i quali presenteranno al pubblico presente i propri spettacoli. - A partire da febbraio 2010 in collaborazione con l Assessorato alla Cultura del Comune di Tassullo e la Minela partirà un seminario di cinque incontri con tema Le medicine non convenzionali. Per tale seminario si sono avute troppe iscrizioni rispetto al numero massimo previsto e quindi tra qualche mese ne verrà organizza- 10

11 dalla Giunta Comunale ta una seconda edizione. - Nei giorni 20 e 27 febbraio 2010 verrà organizzato, in collaborazione con il circolo scacchi Castling, il tradizionale Trofeo di Scacchi ormai giunto alla 4^ edizione. - Il 25 febbraio 2010 presso il Teatro Parrocchiale di Tuenno si terrà un incontro-dibattito moderato dal nostro concittadino Luigi Sandri, sul tema Immigrazione: caos o opportunità? - Il 4 marzo, all interno dell iniziativa Le serate letterarie in collaborazione con la cooperativa Gruppo Sensibilizzazione Handicap, la signora Gloria Valenti presenterà il libro Svegliati Simone. - Nei mesi di febbraio e marzo 2010 si terrà un corso di difesa antiaggressione rivolto alle ragazze dai anni. Il tema della sicurezza anche personale è di estrema attualità e particolarmente sentito dalle donne. - Tra fine marzo ed inizio aprile 2010, si proporrà un corso su come coltivare l orto secondo principi naturali. Chiudiamo la nostra relazione sull attività svolta tenendo ben presente che la cultura è l identità di un popolo, come l insieme dei suoi costumi, delle religioni, delle credenze, degli atteggiamenti, dei valori, degli ideali, delle abitudini. La cultura e l identità non sono statici ma in continua, necessaria evoluzione. Il nostro impegno riguardo alla cultura cerca fortemente di tenere presente questa evoluzione, questa linea di continuità tra le radici e il futuro della nostra comunità. Maria Teresa Grandi Maria Teresa Giuriato Tributi comunali Al fine dell Imposta comunale sugli Immobili non è cambiato nulla rispetto all anno precedente. Le aliquote previste sono: - cinque per mille aliquota ordinaria; - sette per mille per gli alloggi non occupati in modo continuativo. La detrazione spettante per le abitazioni principali ammonta ad Euro 130,00.- Anche per il 2010 l abitazione principale e le unità immobiliari assimilate all abitazione principale in base al Regolamento comunale, ad eccezione delle categorie catastali A1 A8 e A9 (abitazioni di tipo signorile, abitazioni in ville, castelli) sono ESENTI DALL IMPOSTA. Il Regolamento per l applicazione dell Imposta comunale sugli Immobili, del Comune di Tuenno prevede i seguenti casi di immobili assimilati all abitazione principale che risultano PERTANTO ESENTI DALL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI: 1. UN UNICA unità immobiliare destinata a pertinenza (ad esempio box, cantine, i posti auto, soffitte, deposito), classificata nella categoria catastale C/2 C/6 C/7 destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole a servizio dell abitazione principale; 2. Le abitazioni concesse in uso gratuito dal possessore ai parenti in linea retta entro il I grado, se nelle stesse il famigliare ha stabilito la propria residenza e vi dimora abitualmente; 3. Le abitazioni possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente a condizione che la stessa sia tenuta a disposizione; 4. UN UNICA unità immobiliare adibita a pertinenza (box, cantine, i posti auto, soffitte, deposito), delle abitazioni di cui al punto 2 e 3. Quindi se l abitazione principale è asservita da più pertinenze (box, cantine, i posti auto, soffitte, deposito) separa- 11

12 dal Consiglio Comunale tamente accatastate, UNA SOLA BENEFICIA DELL ESEN- ZIONE, le altre sono soggette all Imposta comunale sugli Immobili. NB: Non sono esenti le abitazioni a disposizione degli italiani residenti all estero; queste sono soggette all imposta nella misura del cinque per mille e beneficiano della detrazione per l abitazione principale. TARIFFA DI IGIENE AMBIENTALE ANNO 2010: Per l anno 2010 sono state approvate le nuove tariffe. UTENZE DOMESTICHE N. componenti Quota fissa 2010 Euro 1 40, , , , ,949 6 e più 139,235 UTENZE DOMESTICHE N. componenti Descrizione 1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Quota fissa 2010 Euro 0,379 2 Cinematografi e teatri 0,284 3 Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi 0,483 0,720 5 Stabilimenti balneari 0,360 6 Esposizioni, autosaloni 0,322 7 Alberghi con ristorante 1,137 8 Alberghi senza ristorante 0,900 9 Case di cura e riposo 0, Ospedali 1, Uffici, agenzie, studi professionali 1, Banche ed istituti di credito 0, Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta, e altri beni durevoli 14 Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze 15 Negozi particolari quali filateria, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato 0,938 1,052 0, Banchi di mercato beni durevoli 1, Attività artigianale tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista 18 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista 1,033 0, Carrozzeria, autofficina, elettrauto 1,033 Per il 2010 il costo al litro del rifiuto secco e umido è il seguente: Anche per il 2010 vale il principio del litraggio minimo: cioè in base al numero di componenti viene previsto una quantità di CONFERIMENTO MINIMA che dovrà essere pagata anche se non si conferisce alcun rifiuto. Nella seguente tabella è indicato l importo dovuto, per le UTENZE DOMESTICHE, in base alla composizione del nucleo, senza aver conferito alcun rifiuto al servizio porta a porta: N. Comp. Quantità minima annuale (litri) n. bidoni da 25 litri (bidone piccolo) Costo annuale conferimento Costo annuale totale compreso quota fissa e IVA = , , = , , = , , = , , = , ,75 6 e più 20 Attività industriali con capannoni di produzione 21 Attività artigianali di produzione beni specifici 22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub Componemte secca Componente umida Anno 2010 /litro Costo bidone 25 lt. 0, ,19 0, ,59 0, , Mense, birrerie, amburgherie 4, Bar, caffè, pasticceria 3, Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari 1, Plurilicenze alimentari e/o miste 1, Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio 6, Ipermercati di generi misti 1, Banchi di mercato genere alimentari 3, Discotrche, night-club 0, = , ,23 Lo stesso importo viene pagato da coloro che conferiscono il quantitativo di rifiuto secco, indicato in tabella. Per chi conferisce più rifiuto, con svuotamenti ulteriori rispetto a quelli riportati in tabella, il COSTO per il RIFIUTO SECCO aumenta di. 1,19 per ogni bidone da 25 litri conferito, (bidone piccolo). Il COSTO del RIFIUTO UMIDO invece incide a. 0,59 per ogni bidone da 25 litri conferito, (bidone piccolo). 12

13 dal Consiglio Comunale Pulizia dei camini Il servizio di spazzatura camini è obbligatorio su tutto il territorio comunale, ed è disciplinato dalle norme previste dall art. 14 della L.R n. 24 e s.m. e dal regolamento comunale pulizia camini. Il servizio di pulizia verrà svolto dalle ditte, sotto elencate, alle quali è stato rilasciato il permesso speciale di spazzacamino. Di seguito si comunicano il recapito e le tariffe dei soggetti autorizzati. DITTA PICHLER MARTIN ERWIN - MALOSCO TEL CELL T A R I F F E Pulizia camino diametro fino cm 20 22,00 Pulizia camino diametro da cm 21 a cm 50 28,00 Pulizia camino diametro oltre cm 50 30,00 Pulizia focolare uso privato 30,00 Controllo camino 20,00 Asporto fuliggine 5,00 DITTA BERTAGNOLLI LEONHARD - RONZONE TEL FAX T A R I F F E Pulizia camino diametro fino cm 20 20,00 Pulizia camino diametro da cm 21 a cm 50 25,00 Pulizia camino diametro oltre cm 50 30,00 Pulizia focolare uso privato 25,00 Controllo camino /// Asporto fuliggine 5,00 Onoranze Funebri L attività di onoranze funebri sul territorio comunale di Tuenno è disciplinata con le modalità previste dal regolamento di polizia mortuaria approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 27 dell 11 ottobre Possono effettuare il servizio di pompe funebri sul territorio comunale di Tuenno le seguenti ditte: LA TRENTINA S.R.L. con sede a Cles, in Viale Degasperi n. 92 PEDRINOLLA SERENA con sede in Denno, in Via Borgonuovo n. 2 POMPE FUNEBRI GENETTI S.R.L. con sede a Cles, in Via Trento n. 51/a/b Per i servizi di pompe funebri i cittadini devono rivolgersi ad una delle ditte sopra citate. 13

14 nome voci dalla rubrica Comunità voci da... Il coro lago rosso compie 25 anni È stato festeggiato il 28 marzo del 2009, presso la palestra comunale di Tuenno, il traguardo del primo quarto di secolo del nostro sodalizio. Un traguardo molto importante costruito nel tempo dalla passione di molte persone che hanno dedicato costanza e impegno instancabili. Quella che voglio esporre in queste righe non è l attività annuale del coro Lago Rosso, bensì la storia di un associazione del Comune di Tuenno che fonda le proprie radici nel lontano È infatti in quell anno che si ha la nascita del coro della S.A.T. di Tuenno chiamato successivamente Coro Lago Rosso, che ha svolto la propria attività fino alla fine degli anni 50 cioè fino a quando l allora maestro non fu costretto a trasferirsi a Trento per questioni di lavoro. Dopo questa pausa forzata, nel 1983, ad opera e per volere di alcuni appassionati di canto popolare e di montagna, Dallago Gilberto, Menapace Mario, Odorizzi Costantino, Leonardi Livio per citarne alcuni, il Coro Lago Rosso è stato rifondato sulle tracce e con lo scopo del vecchio coro; diffondere il canto popolare e di montagna in tutte le sue forme (art.2 dello statuto). Il cammino, alla guida dei vari maestri che si sono susseguiti, è stato impegnativo ma sempre improntato alla ricerca di nuovi traguardi. Nei primi anni di vita il coro ha partecipato a concerti e rassegne in Trentino ed in Alto Adige poi, piano, piano, sono arrivate anche le trasferte nelle varie Regioni d Italia ed all estero. In questo modo il coro è cresciuto notevolmente affermandosi nel panorama canoro trentino come un coro Internazionale. Si è affermato dapprima in Germania poi in Repubblica Ceka, in Austria, in Svizzera, in Belgio, in Francia, in Romania, in Argentina ed in Brasile, costruendosi nel tempo un bagaglio culturale non indifferente; voglio ricordare gli scambi culturali con la Corale della Scuola Pedagogica di Litomysl e della Corale dell Università di Brnò (Cecoslovacchia), con il coro di Usini (Sardegna), con il Coro Angeli di Cluj (Romania) e con il coro MGV Sängherbund di Heidelberg. Molto profonde dal lato umano le trasferte fra gli emigranti del Belgio e Francia ma soprattutto quelle in Argentina e Brasile, dove il coro, nella sua permanenza ha avuto modo di far rivivere agli emigranti, attraverso il canto, quello che gli avi avevano loro raccontato dell Italia ma soprattutto del Trentino, dal quale erano stati costretti ad emigrare in cerca di lavoro. La festa della ricorrenza del 25 è stata accuratamente preparata dalla Direzione del Coro che, per l occasione, ha voluto predisporre una pubblicazione, stampata grazie all aiuto dell Assessore Provinciale alla Cultura, Franco Panizza. Nel libro è stata riassunta la storia della coralità nel paese di Tuenno dal 1946 ad oggi e ripercorsa dalla rifondazione, attraverso immagini e commenti, la storia del coro con le più belle uscite. La festa presso la palestra comunale è stato il culmine dei festeggiamenti; alla presenza di circa 400 persone e di molte autorità locali e provinciali, il Coro Lago Rosso ha raccolto il plauso ed il riconoscimento per l attività svolta nei suoi primi 25 anni di storia. Nel corso della serata, ben nove coristi sono stati insigniti del distintivo dei 25 anni di permanenza nel coro: Menapace Mario, Deromedi Tullio, De Concini Gianni, Valentini Ciro, Maistrelli Bruno, Concini Claudio, Concini Franco, Tretter Flavio e Wegher Urbano. Voglio con l occasione ringraziare da parte mia ma anche di tutti i componenti del coro, quanti hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, in primis l Amministrazione Comunale, non solo per l aiuto economico ma anche per la disponibilità dimostrata e la Cassa Rurale di Tuenno-Val di Non. Un ringraziamento particolare e pubblico il coro lo rivolge all Associazione Fanti di Tuenno che a mezzo del Presidente Leonardi Dario (già corista del Lago Rosso negli anni 50), ha più volte contribuito tangibilmente a sostenere economicamente il coro. Il ringraziamento mio, non meno importante degli altri, è sicuramente quello che voglio rivolgere a tutti i coristi che negli anni si sono susseguiti nel coro ma soprattutto a quelli che attualmente sono in forza nella compagine sociale; sono loro, che alla guida del maestro Gabriele Aliprandi e con il sostegno della comunità di Tuenno fanno sì che il Coro Lago Rosso si affermi ora ed anche in futuro e possa così puntare sempre più in alto, fino al raggiungimento dei prossimi traguardi. Il Presidente Claudio Concini 14

15 voci dalla Comunità nome rubrica Associazione hobbisti trentini L anno trascorso ha visto un ulteriore crescita dell Associazione. I nostri 64 Soci hanno partecipato e contribuito alla riuscita di numerose manifestazioni in Trentino e fuori regione: Ciaspolada di Fondo, Festa della donna di Trento, Charta di regola di Cavareno, Festa della Patata di Ronzone, I Portoni di Tuenno, Festa di Fine Estate di Mezzolombardo e fino ai Mercatini di Natale di Cles, e a quelli di Trissino in provincia di Vicenza. Oltre 40 uscite con una media di 12 partecipanti a uscita. Mostre e dimostrazioni manuali non sono mancate. Grazie al nostro sito web (www.hobbistitrentini.com) siamo stati contattati da organizzazioni di quasi tutto il nord Italia: dalla Toscana alla Liguria, dalla Lombardia al Veneto. Molte persone ci telefonano o scrivono per poter far parte dell Associazione. Tutti possono far parte dell Associazione, anche se non hobbisti, importante è la condizione, come detta l art. 1 del regolamento:... Che tutti gli oggetti realizzati siano frutto del proprio ingegno e realizzati dalla persona che desidera iscriversi. Questo ovviamente se si intende partecipare ai mercatini. Altro discorso se ci si iscrive solo per partecipare alle nostre gite. Ogni anno effettuiamo due uscite in visita alle fiere di settore (hobby e manualità), una in primavera e un altra in autunno. Abbiamo visitato in ottobre Abilmente Natale di Vicenza, con successo di partecipazione e soddisfazione dei partecipanti. A fine febbraio visiteremo Fantasy e Hobby a Ferrara. Per l anno appena cominciato prevediamo di riproporre le uscite dello scorso anno cercando di selezionare le offerte migliori. A gennaio abbiamo esposto alla 37^ Ciaspolada di Fondo, poi avremo due appuntamenti a marzo per la Festa della Donna : Trento e Mezzolombardo, ad aprile saremo a Pergine per la Festa San Marco in fiore, maggio ci vedrà a Caldonazzo per la Festa dei meli in fiore e poi a seguire le altre manifestazioni estive. Approfittiamo dell occasione per ringraziare quanti hanno contribuito alla crescita dell Associazione e tutti coloro vorranno contribuire e collaborare con noi. Il Segretario Fernando de Paoli 15

16 nome rubrica voci dalla Comunità Gruppo sportivo pescatori tuenno famosi. Incontro che ci piacerebbe riproporre in futuro. Abbiamo stampato un libretto con la breve storia della pesca a Tuenno (tratta da documenti d archivio). Ancora qualche copia disponibile per chi la volesse. E dovrebbe essere finalmente giunto il momento di mettere mano all alveo del torrente per una rinaturalizzazione dello stesso. Le vecchie gabbionate, ormai distrutte dalle piene e superate, verranno sostituite da dei massi ciclopici ancorati fra di loro. Verranno quindi create delle zone dove si spera che l acqua possa rimanere per tutto l anno e permetter alle trotelle di sopravvivere anche nei momenti di magra. Il progetto a firma del nostro socio il dott. Forestale Matteo Pizzini. Dovrebbe iniziare quest anno. Stiamo, inoltre, cercando un locale o magazzino dove poter depositare la nostra attrezzatura e materiali, stangia e russia ormai non sono più agibili. Speriamo di poter risolvere anche questo problema. Il 2009 è passato ed è tempo di bilanci. Il G.S.P.T. ormai da molti anni è parte integrante del territorio Comunale gestendo la pesca nel torrente Tresenica e Lago di Tovel quale Diritto Esclusivo del Comune di Tuenno. Come ogni anno effettueremo dei ripopolamenti nel torrente, anche perché la carenza di acqua è cronica e non permette una crescita naturale delle trote, ed effettueremo le solite manifestazioni agonistiche e no: Gare di pesca, Festa sociale, portoni. A maggio avremo la prima gara nel laghetto Lavacel, seguirà il trofeo Cassa Rurale Tuenno con il 3 memorial Federico Tolotti a giugno. Luglio ci vedrà impegnati nella festa sociale e nella sagra paesana dei portoni. Si approfitta per ringraziare tutti coloro; soci e no, che collaborano per la riuscita delle nostre manifestazioni. Un saluto particolare all Amministrazione Comunale, alla Pro Loco di Tuenno e alla Cooperativa il Lavoro per la collaborazione. La Direzione Ogni tanto usciamo dal consueto e organizziamo qualcosa in più. Qualche anno fa organizzammo un incontro sul Salmerino con interventi di studiosi 16 16

17 voci dalla nome Comunità rubrica Associazione Croce Bianca L'associazione Croce Bianca di Tuenno muove i primi passi una quindicina d'anni fa, allorché un ristretto numero di persone, colse l'esigenza di dare vita ad un nuovo servizio di volontariato esclusivamente nell'ottica di portare un aiuto concreto a persone sofferenti; inizialmente la sede operativa venne predisposta in angusti locali messi a disposizione da una signora di Tuenno. Con queste parole iniziava il breve articolo comparso sul periodico del comune lo scorso anno. Siamo nel 2010 e si può davvero fare una valutazione dell operato di questa associazione che riesce a continuare nella sua preziosa attività pur con i cambiamenti che la società in genere e anche la tecnologia hanno introdotto in ogni ambito. Si ricorda, in proposito, la difficoltà per tutte le organizzazioni di volontariato a trovare il cosiddetto ricambio con le nuove generazioni. Possiamo affermare con un certo orgoglio che alla Croce Bianca non si è presentato questo problema mostrandosi così in linea con i dati riguardanti le ONLUS del Trentino Alto-Adige. Si può considerare un importante novità il trasferimento della sede in un ambiente più consono e più attrezzato rispetto al precedente; ciò è stato possibile grazie alla disponibilità di un privato cittadino a cui va il nostro ringraziamento. Contiamo sull interessamento dei politici per reperire una sede istituzionale per l associazione; ciò sarebbe per i volontari un segno tangibile del sostegno ad un istituzione che non ha scopi di lucro, ma che rivolge il suo servizio a persone deboli e/o sofferenti. I servizi svolti a turno dai circa 60 volontari sono essenzialmente i seguenti: trasporto pazienti come "taxi sanitario" per visite o ricoveri programmati, servizio di copertura con l'ospedale di Cles (anche in emergenza), servizio trasporto pazienti dializzati e assistenza a manifestazioni sportive e non. Anche nel corso del 2010 sarà organizzato un corso di formazione per nuovi volontari; nel 2009 sono diventati operativi quindici volontari formatisi proprio all interno della Croce Bianca. Il direttivo dell associazione lavora per il raggiungimento di un ambizioso obiettivo: contribuire ad elevare il livello dell educazione sanitaria della popolazione. Per realizzare questa ultima finalità intende organizzare per tutta la popolazione incontri di formazione sanitaria che saranno adeguatamente pubblicizzati. In proposito contiamo sulla sensibilità dell amministrazione comunale in modo che solleciti gli abitanti a partecipare alle suddette riunioni in quanto il benessere dei cittadini dovrebbe essere tra le prime finalità degli amministratori di una comunità. Cari lettori, per uno spiacevole inconveniente tecnico per il quale ci scusiamo, l ultimo numero di Voci da Tuenno è uscito privo di alcuni articoli. Ve li proponiamo in questo foglio, che potrete allegare alla copia del notiziario. Da parte nostra, con un fervido augurio di Buona Pasqua! 17 17

18 voci dalla Comunità Donne a Tuenno L ALTRA META DEL CIELO. La donna nel terzo millennio : questo è il titolo della 7 settimana di studio proposta dal Comune di Tuenno, che si è svolta dal 9 al 14 novembre Argomento quanto mai attuale e di vasto richiamo, quello scelto per questo appuntamento, diventato ormai consueto per la comunità tuennese e per tutte le zone limitrofe. Anche quest anno la partecipazione è stata molto buona ed il pubblico ha accolto con entusiasmo e vivo interesse gli spunti di riflessione offerti nelle varie serate, che hanno destato particolare attenzione soprattutto nella platea femminile. Ai sette incontri svoltisi nel corso della settimana sono stati assegnati particolari titoli, al fine di sviluppare tematiche diverse che dessero una panoramica più completa possibile e soprattutto al fine di soddisfare gli interessi e le curiosità di un pubblico variegato. Si è aperto dunque con Donna e politica che ha visto la presenza di ospiti illustri, quali la senatrice Roberta Pinotti e l assessora all Istruzione e allo sport della Provincia Autonoma di Trento Marta Dalmaso, i cui interventi sono stati brillantemente accompagnati dalla moderatrice presente, la consigliera provinciale Caterina Dominici. È seguita poi la serata dedicata a Donna e coraggio, con l insegnante e scrittrice Licia Campi Pezzi e Suor Giovanna Galli. La serata del mercoledì, intitolata Donna e religione, è stata animata da figure molto diverse del panorama religioso, le quali hanno saputo fornire una visione variopinta della donna e del suo ruolo pluralista nel panorama religioso: Michela Procaccia, ebrea, sovrintendente delle Antichità del Piemonte e della Valle d Aosta; Annachiara Valle, cattolica, giornalista, redattrice della rivista Jesus di Milano; Shahrzad Houshmand, teologa iraniana, musulmana sciita, docente a Roma; Maria Bonafede, pastora, moderatrice della Tavola valdese a Roma. Il ruolo di moderatore in tale occasione è stato affidato al giornalista e vaticanista Luigi Sandri. Il bibliotecario Mauro Valentini ha introdotto invece la serata dedicata a Donna e arte, con la presentazione di alcune donne pittrici, realizzata dallo storico dell arte Roberto Pancheri; è intervenuta inoltre la fotografa, reporter e documentarista Monika Bulaj. Prima della conclusione all insegna dell allegria e del divertimento con lo spettacolo teatrale Le casalinghe... le casalingue con e di Loredana Cont, la settimana culturale è stata arricchita dagli interventi di Maria Rosaria d Agostino, presidente provinciale Donna Impresa, Confartigianato e dell imprenditrice Lucia Pedot, accompagnate nella loro esposizione dalla giornalista di RAI 3 Sandra Bortolin. Ogni incontro e ogni testimonianza ha dato la possibilità alle numerose donne presenti in sala di riconoscervi aspetti comuni della propria quotidianità, che sono apparsi non poi così diversi da quelli delle relatrici: esse, pur rivestendo ruoli di prestigio, di responsabilità spesso prevalentemente ricoperti da personaggi maschili, si sono rivelate nella loro umanità e vicinanza, fornendo molti spunti di arricchimento e di crescita personali. All altra metà del cielo invece, quella maschile, è stato presentato il panorama femminile, in un ottica che puntava all approfondimento della conoscenza e alla crescita di apprezzamento nei confronti di questo mondo, sotto una luce diversa, più ampia del solito, certamente più variegata, che ne ha reso un immagine innegabilmente più forte, paritaria rispetto a quella maschile, frutto di anni di sviluppo, di impegno, di progresso e di crescita, che testimoniano il fatto che molto è stato fatto nel corso degli anni, ma che, tuttavia, ancora molto rimane da fare. Maria Teresa Giuriato Maria Teresa Grandi 18

19 voci dalla Comunità Dalla Pro Loco La Pro loco di Tuenno è stata attiva anche nel 2009 per programmare manifestazioni ed eventi a beneficio della popolazione e dei turisti che visitano il paese nei mesi estivi. Sono state riproposte le iniziative entrate ormai nella tradizione, tra cui i Portoni, la Festa della mela in Tovel: è proseguita la collaborazione con il gruppo giovani che organizza i Colomei e con gli hobbisti, per quanto riguarda la giornata dello scambio tra collezionisti e la mostra, curate da Fernando Depaoli. Al consolidato numero di proposte di intrattenimento si sono aggiunti alcuni appuntamenti pensati per i concittadini più giovani, come il carnevale dei bambini e l incontro con Babbo Natale. Particolarmente significativa è stata la festività religiosa del Corpus Domini: la Pro loco ha recuperato un importante momento di folklore, testimone della spiritualità profonda della gente dei paesi come Tuenno, che allestiva alcuni altari dislocati lungo il percorso della processione e abbelliva le vie con fiori e altre decorazioni. Nel corso dell anno la Pro loco di Tuenno si è resa disponibile a supportare alcuni eventi tra i quali l inaugurazione del nuovo punto vendita della Coop a Tuenno e la festa organizzata in occasione del torneo di tamburello in piazza, curando il settore dei fornelli. In novembre una delegazione della Pro loco si è recata a Roma per presenziare al convegno nazionale delle Pro loco d Italia, in occasione del quale, un membro del consiglio direttivo, la signora Giovanna Slanzi, è stata fregiata del titolo di diavolessa : è bene precisare che il termine diavolessa non ha nulla a che vedere con l energico temperamento della signora che ha ricevuto il premio, ma riguarda l abilità e l assidua presenza ai fornelli durante ogni occasione. Per il 2010 la Pro loco si propone di presentare il proprio repertorio di manifestazioni più classiche e di arricchirlo con nuove iniziative. Si rende noto che la Pro loco di Tuenno è stata scelta per entrare nel progetto Abbraccia l Italia, promosso dall Unione nazionale Pro loco italiane: il paese di Tuenno avrà uno spazio su una guida turistica, che illustra le caratteristiche di una o al massimo due località per ogni regione. Per concludere, una breve riflessione sul significato di Pro loco: questa espressione latina, tradotta letteralmente, significa per il luogo, ossia a vantaggio, a beneficio del paese. Non è solo l associazione Pro loco che può contribuire al benessere del paese in termini di vitalità sociale e di bellezza ambientale: ogni cittadino, con la propria partecipazione agli eventi organizzati, con piccoli gesti, quali la pulizia del tratto di strada antistante la propria casa o la disposizione di qualche fiore, può fare molto. Un paese ordinato e piacevole alla vista è un beneficio ai fini dell attrattiva turistica: ma lo è prima ancora per tutti coloro che in esso abitano. La Direzione 19

20 voci dalla Comunità Circolo tennis Coro parrocchiale Il tennis a Tuenno vuol dire salire in cattedra. Infatti anno dopo anno continua a sfornare piccoli giovani talentuosi della racchetta. I metodi e la professionalità nel lavoro del maestro Valentini portano alla ribalta ogni anno il circolo di Tuenno. Anche quest anno i giovani tennisti del circolo noneso si sono messi prepotentemente in luce imponendosi come la migliore realtà di valle dell intera provincia. Al torneo di fine stagione ben sette atleti del circolo di Tuenno erano inseriti nei vari tabelloni del master; che per chi non mastica tennis rappresenta il torneo più importante dell intera annata, al quale, possono partecipare esclusivamente i migliori giocatori della provincia e non. Va detto che ogni anno una folta rappresentanza dei giovani del circolo riesce ad essere inserita in questo torneo. Quest anno con Fedrizzi Bice siamo riusciti a vincerlo nella categoria under 10 femminile; dove seppur con difficoltà la nostra piccola atleta riusciva a sbaragliare tutte le concorrenti. Non meno di nota un altra giovane promessa del tennis di Tuenno promossa nel 2010 di due categorie, Maistrelli Giulia che finiva terza nel tabellone della propria categoria under 12 femminile, ma che si imponeva, seppur perdendo in finale nel 14 femminile, al primo posto nella classifica finale di tutti i tornei disputati under 14. Ben tre erano le presenze nel tabellone femminile under 14, Bernardini Anna, Maistrelli Giulia, Cortelletti Eleonora. Due presenze nel 10 femminile, Fedrizzi Bice e Demarco Anna. Due presenze nel tabellone under 14 maschile, Fedrizzi Cesare e Demarco Andrea. Viene da dire che nonostante tutti questi risultati che anno dopo anno ci vedono primeggiare, non possiamo svolgere un programma adeguato di allenamento per mancanza di strutture coperte o nel caso nostro troppo affollate, vedi la struttura di Cles nella quale un solo campo deve soddisfare l esigenza di due circoli. Noi stiamo aspettando da molti anni una sistemazione dell area sportiva definitiva con una possibile struttura coperta sui campi già esistenti dove, poter programmare il lavoro con tranquillità senza, dover purtroppo vedere i nostri atleti più promettenti trasferirsi in città per gli allenamenti durante l inverno, per continuare un serio programma di lavoro. Contiamo sulla sensibilità dei nostri amministratori per poter dare a tutti coloro che vogliono raggiungere risultati maggiori, la possibilità di farlo. Conclusa la stagione 2009 siamo già sui nastri di partenza per la prossima che, prevediamo ricca di soddisfazioni come le precedenti. Il coro parrocchiale di Tuenno sta svolgendo il suo servizio di animazione delle celebrazioni liturgiche con costanza ed impegno. Ogni giovedì sera si è ritrovato presso la sede all oratorio per preparare al meglio alcuni canti natalizi nuovi e per ripassare quelli già conosciuti. L attività proseguirà ora fino ai primi di giugno con i ritmi scanditi dal calendario liturgico. L assiduità e la bravura dei coristi compensano il loro esiguo numero. Rinnoviamo l invito a quanti ne abbiano le capacità a rendersi disponibili a dare nuova forza alle voci. Anche con il canto corale possiamo essere lievito per far crescere la nostra comunità, ciascuno con le sue capacità e competenze. Il canto è anche cultura personale; in più il canto religioso ci aiuta a pregare. Così l impegno dei coristi nell imparare nuovi canti nasce dalla necessità di portare nell assemblea preghiere nuove, ahce se sempre ben radicate nelle Sacre Scritture. L importanza del coro nelle celebrazioni più importanti, ma ancor più nelle funzioni minori, non deve essere compromessa dalla mancanza di disponibilità di chi è in grado, con un po di buona volontà, di dare un aiuto. Non possiamo privare la comunità di un dono tanto prezioso. 20

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32

COMUNE DI AVELLINO. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32 COMUNE DI AVELLINO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32 ANNO 2014 DELIBERAZIONE N. 274 OGGETTO: Approvazione tariffe TARI e piano economico

Dettagli

COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI

COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare PROVINCIA DI LUCCA AREA ECONOMICA UFFICIO TRIBUTI Regolamento per l applicazione della Tassa sui Rifiuti (TARI) Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli