CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE FEDERANZIANI SUL CANCRO DEL COLON RETTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE FEDERANZIANI SUL CANCRO DEL COLON RETTO"

Transcript

1 CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE FEDERANZIANI SUL CANCRO DEL COLON RETTO A CURA DEL Centro studi SIC Sanità in Cifre Anno 2013

2 Nota metodologica Metodologia: Questionario strutturato, somministrato a diverse tipologie di soggetti coinvolti nella patologia denominata Cancro del Colon-Retto metastatico Obiettivo: Individuare le cause, qualora ce ne siano, che impediscono la diffusione omogenea di terapie innovative (farmaci biotecnologici) su tutto il territorio nazionale; Target: Persone affette da metastasi derivanti da cancro colorettale; - 62 Medici specialisti oncologi; - 53 Farmacisti ospedalieri; Universo di riferimento: Stratificato per aree geografiche differenti e distinte tra Nord, Centro e Sud per tutte le categorie sopra indicate;

3 QUESTIONARIO Compilatore: Specialista Oncologo

4 Strutture sanitarie reclutate La maggior parte di oncologi rispondenti a questa intervista proviene da strutture sanitarie pubbliche, prevalentemente situate nel Centro Italia Appartenenza struttura 38,25% 42,63% 19,12% Nord Centro Sud Natura giuridica struttura 0% 20% 40% 60% 80% 100% Privato Pubblico

5 Incidenza del Cancro Colo-Rettale metastatico Prevalenza del CRC metastatico: 35% compresa tra 20 e 30 casi/mese; 65% maggiore di 30 casi/mese; Incidenza del CRC metastatico: 75% compresa tra 10 e 20 nuovi casi/mese. 80% 75% 70% 65% 60% 50% 40% 30% 20% 21% 35% Prevalenza Incidenza 10% 0% 0% 0% 3% 1% < di 10 tra 10 e 20 tra 20 e 30 > di 30

6 1. Nell ultimo anno le attività nella struttura in cui opera hanno subito particolari stress organizzativi legati a: 100% 90% 89% 80% 70% 67% 72% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Riduzione dei posti letto Carenza di personale Riduzione del budget 0% Non ci sono state variazioni La maggioranza degli oncologi afferma di aver rilevato stress organizzativi legati alla riduzione dei budget aziendali.

7 2. Al fine di garantire un approccio integrato e multidisciplinare nei confronti del paziente, la struttura in cui opera: Non ha un modello di lavoro in equipe 4% Lavora in equipe, ma non sono previsti momenti strutturati di confronto e discussione dei casi 25% Ha pianificato riunioni interne per allinearsi sulla comunicazione da fornire al paziente e/o familiare 85% Ha definito modalità organizzative strutturate, prevedendo riunioni di equipe per la discussione comune del caso clinico (diagnosi, terapia, interventi socio-sanitari in generale, continuità assistenziale) 73% Ha codificato regole e procedure per le modalità di comunicazione tra i membri dell'equipe curante con altri professionisti interessati all'assistenza del malato 3% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% La maggioranza degli oncologi ha pianificato incontri per una corretta comunicazione da fornire al paziente (85%) o per discutere del caso clinico (73%)

8 3. Nella struttura in cui opera, al paziente vengono offerte terapie personalizzate tramite profilazione genica del tumore al colon-retto? 36,7% 63,3% Si No La maggioranza delle strutture sanitarie in cui lavorano gli oncologi intervistati offre terapie personalizzate.

9 4. Nella struttura in cui opera, i test genetici relativi al KRAS vengono effettuati internamente? % 37,9% 62,1% Si No 0% 20% 40% 60% 80% 100% A rispondere negativamente sono soprattutto strutture private del Centro Sud, in cui i test genetici relativi al KRAS vengono effettuati in strutture esterne all unanimità pubbliche (100%)

10 4. Nella struttura in cui opera, i test genetici relativi al KRAS vengono effettuati internamente? Il 38% degli oncologi dichiara di effettuare i test genetici internamente alla struttura in cui opera, mentre il 62% li effettua in strutture esterne 4.1 Se Si, il tempo che intercorre dalla richiesta di esecuzione del test KRAS all ottenimento dei risultati è: 4.2b Se No, il tempo che intercorre dalla richiesta di esecuzione del test KRAS all ottenimento dei risultati è: 70,0% 60,0% 65,7% 60,0% 50,0% 52,3% 50,0% 40,0% 30,0% 27,1% 40,0% 30,0% 34,5% 20,0% 10,0% 0,0% 0,0% Compreso in 7 giorni Tra 8 e 15 giorni 6,3% Tra 16 e 20 Tra 21 e 30 giorni giorni 0,1% Oltre 30 giorni La maggior parte degli oncologi sostiene che, effettuato da struttura interna all ospedale, il tempo medio di refertazione del test KRAS sia compreso tra 8-15 giorni 20,0% 10,0% 0,0% 0,6% Compreso in 7 giorni Tra 8 e 15 giorni 9,2% Tra 16 e 20 Tra 21 e 30 giorni giorni 3,4% Oltre 30 giorni Anche se cambiano di poco, le percentuali mostrano come sia poco probabile avere i risultati del test in 7 giorni

11 5. Ritiene che i tempi di attesa per la refertazione del test KRAS possano rappresentare un reale problema per l inizio di una terapia personalizzata? 25,1% 7,8% 67,1% poco molto per nulla Nonostante i tempi lunghi di refertazione del KRAS, il 67% degli oncologi intervistati ritiene che non sia un problema di primaria importanza.

12 6. Nel caso in cui ritenga inadeguato il tempo per ottenere i risultati analitici delle mutazioni del KRAS, le cause che a suo avviso incidono prevalentemente su questo aspetto sono: Non sono interne all'azienda ospedaliera (o presidio ospedaliero) in quanto essa non esegue il test, ma indirizza i pazienti nelle strutture che erogano questo tipo di servizio 2,2% No, non si sono riscontrati problemi 0,2% Problemi di organizzazione interna 76,7% Limitazioni nelle risorse economiche 0,6% I tempi di analisi dei tessuti da parte di centri esterni alla struttura 0,1% 0,0% 10,0% 20,0% 30,0% 40,0% 50,0% 60,0% 70,0% 80,0% 90,0% La maggioranza di oncologi dichiara inadeguata l organizzazione della struttura ospedaliera per l ottenimento del KRAS in tempi consoni; Il 20% non risponde.

13 7. Nella struttura in cui opera, il test KRAS fa parte del PDTA (Percorsi Diagnostico-Terapeutici ed Assistenziali) 7,8% 0,5% 2,1% Si No Non ancora Non so 89,6% La maggior parte degli oncologi asserisce che, nella struttura in cui lavora, il test KRAS non fa parte del PDTA.

14 8. Gli eventuali problemi legati alla tempistica di refertazione del test KRAS hanno mai influenzato la scelta terapeutica? 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 82,5% 16,3% 2,2% Sempre Qualche volta Mai La scelta terapeutica non sempre viene influenzata dai problemi legati al tempo di refertazione del KRAS.

15 9. L intero reparto di oncologia, nella struttura in cui opera, lavora con approccio multidisciplinare strutturato? % 76,3% 23,7% Si No Il 76% degli oncologi lavora in maniera multidisciplinare 0% 20% 40% 60% 80% 100% 9.1 Se Si, il paziente viene coinvolto nella scelta terapeutica? 29,3% 65,7% Si No Nella maggior parte dei casi il paziente viene coinvolto. Il 5% si astiene dal rispondere

16 10. Quanto viene informato il paziente sulle procedure diagnostiche (test KRAS) e sul proprio percorso terapeutico? 70,0% 60,0% 62,4% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 24,7% 12,8% 0,1% Molto Abbastanza Poco Per nulla Il paziente viene informato poco sul proprio percorso diagnostico terapeutico (62,4%)

17 11. Ha mai avvertito pressioni sulla scelta prescrittiva da lei effettuata, dovute alle limitate risorse economiche della struttura in cui opera? % 18,2% 81,5% Si No 0% 20% 40% 60% 80% 100% La scarsità di risorse economiche sembra non influenzare la scelta prescrittiva. Gli oncologi, che hanno risposto positivamente, non hanno specificato il motivo della pressione.

18 12. Ha mai avvertito pressioni sulla scelta prescrittiva da lei effettuata, dovute alle linee guida regionali/locali? % 17,2% 75,6% No, non si sono riscontrati problemi Si, specificare 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% 12.1 E d accordo con le eventuali limitazioni prescrittive? % 5,5% 94,2% Si No 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100%

19 13. Ha sempre ricevuto dalla farmacia il farmaco richiesto? 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 31,2% Si 68,3% No Nel 68% dei casi lo specialista oncologo non riceve il farmaco richiesto Se No, perché? 90,0% Nel 12% dei casi alcuni farmaci vengono esclusi dal PTO perché troppo esosi. 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 82,3% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 5,2% Problemi logistici Contenimento costi & Budget limitato 12,5% Scelta limitata di farmaci biologici da parte del PTO (Prontuario Terapeutico Ospedaliero)

20 14. Sono sempre disponibili in farmacia tutti i farmaci biologici? 17. Ritiene che il contenimento dei costi e le misure di risparmio sanitario influenzeranno la sua attività e la scelta prescrittiva nel prossimo futuro? 22,3% 31,2% 68,3% Si No 76,8% Si No La maggior parte degli oncologi asserisce di cambiare comportamento prescrittivo in base alle politiche economiche della struttura.

21 Compilatore: Paziente QUESTIONARIO

22 Anagrafica dei pazienti intervistati Piramide d'età +90 0,78% [80-90) [70-80) 67,25% 18,71% 20,21% 50,26% FEMMINE MASCHI [60-70) 14,04% 28,26% Come risulta dal grafico, la maggior parte dei rispondenti sono donne (386) di queste, poco più della metà, di età compresa tra i anni

23 Anagrafica ZONA GEOGRAFICA % MASCHI % FEMMINE % TOT Nord Est 8,08% 15,08% 23,16% Nord Ovest 6,82% 14,18% 21,01% Centro 7,36% 14,90% 22,26% Sud 5,92% 11,49% 17,41% Isole 2,51% 13,64% 16,16% TOT 30,70% 69,30% 100,00% La maggior parte degli intervistati sono donne, perlopiù residenti al Nord.

24 1. Tu o un tuo parente avete avuto una diagnosi di tumore? Diagnosi Tumore % MASCHI % FEMMINE % Si 12,03% 15,08% 27,11% No 18,67% 54,22% 72,89% TOT 30,70% 69,30% 100,00% Diagnosi Tumore % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 3,95% 4,85% 4,49% 6,10% 7,72% 27,11% No 19,21% 16,16% 17,77% 11,31% 8,44% 72,89% TOT 23,16% 21,01% 22,26% 17,41% 16,16% 100,00% Il 27% del nostro campione ha avuto diagnosi di tumore in famiglia.

25 2. E stato diagnosticato nella tua città o sei stato costretto ad andare altrove? Luogo diagnosi % MASCHI % FEMMINE % TOT Nella mia città 37,09% 47,02% 84,11% Altrove 7,28% 8,61% 15,89% TOT 44,37% 55,63% 100,00% Luogo diagnosi % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Nella mia città 25,17% 24,50% 15,89% 13,91% 4,64% 84,11% Altrove 1,32% 3,31% 3,97% 3,31% 3,97% 15,89% TOT 26,49% 27,81% 19,87% 17,22% 8,61% 100,00% L 84% dei rispondenti ha avuto diagnosi di tumore nella propria città, dove generalmente viene eseguita la terapia prescritta.

26 3. Sei stato coinvolto dal tuo medico nella scelta della terapia? Sei stato coinvolto dal medico? % MASCHI % FEMMINE % Si 21,19% 25,83% 47,02% No 9,93% 6,62% 16,56% No, ma mi sarebbe piaciuto 13,25% 23,18% 36,42% TOT 44,37% 55,63% 100,00% Sei stato coinvolto dal medico? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 15,23% 13,25% 6,62% 3,97% 7,95% 47,02% No 3,97% 5,30% 2,65% 3,31% 1,32% 16,56% No, ma mi sarebbe piaciuto 10,60% 7,28% 8,61% 4,64% 5,30% 36,42% TOT 29,80% 25,83% 17,88% 11,92% 14,57% 100,00%

27 3.1 Se Si, pensi di essere stato informato circa tutte le opzioni terapeutiche disponibili per il tumore di cui soffri? Se si, su tutte le opzioni possibili? % MASCHI % FEMMINE % TOT Penso di si 15,49% 16,90% 32,39% Penso di no 21,13% 26,76% 47,89% Non so 8,45% 11,27% 19,72% TOT 45,07% 54,93% 100,00% Se si, su tutte le opzioni possibili? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Penso di si 5,63% 8,45% 2,82% 7,04% 8,45% 32,39% Penso di no 9,86% 8,45% 11,27% 14,08% 4,23% 47,89% Non so 5,63% 4,23% 2,82% 0,00% 7,04% 19,72% TOT 21,13% 21,13% 16,90% 21,13% 19,72% 100,00% Di tutti coloro che si sono sentiti coinvolti nelle scelte terapeutiche, circa la metà non è soddisfatta delle informazioni ricevute dal medico, in prevalenza al Sud.

28 4. Hai mai sentito parlare delle terapie personalizzate? Hai mai sentito parlare di terapie personalizzate? % MASCHI % FEMMINE % Si 6,82% 13,64% 20,47% No 10,23% 22,80% 33,03% Non so 13,64% 32,85% 46,50% TOT 30,70% 69,30% 100,00% Hai mai sentito parlare di terapie personalizzate? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 4,13% 5,39% 4,67% 3,41% 2,87% 20,47% No 7,36% 6,82% 9,52% 4,85% 4,49% 33,03% Non so 11,67% 8,80% 8,08% 9,16% 8,80% 46,50% TOT 23,16% 21,01% 22,26% 17,41% 16,16% 100,00%

29 4.1 Se Si, in che cosa consistono? Se si, in che cosa consistono? % MASCHI % FEMMINE % Una terapia che mette al centro il paziente come persona 3,95% 10,41% 14,36% Una terapia scelta in base al profilo genetico del paziente 3,41% 11,67% 15,08% Una terapia che possa offrire un'efficacia particolarmente elevata in alcuni pazienti con specifiche caratteristiche 6,10% 5,21% 11,31% Tutte le precedenti 8,08% 18,13% 26,21% Nessuna delle precedenti 0,54% 17,59% 18,13% Non so 8,62% 6,28% 14,90% TOT 13,46% 27,29% 100%

30 4.1 Se Si, in che cosa consistono? Se si, in che cosa consistono? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Una terapia che mette al centro il paziente come persona 3,77% 3,77% 3,23% 2,15% 1,44% 14,36% Una terapia scelta in base al profilo genetico del paziente 3,41% 3,23% 4,13% 2,87% 1,44% 15,08% Una terapia che possa offrire un'efficacia particolarmente elevata in alcuni pazienti con specifiche caratteristiche 4,13% 1,62% 1,80% 1,97% 1,80% 11,31% Tutte le precedenti 5,03% 3,95% 6,28% 5,21% 5,75% 26,21% Nessuna delle precedenti 1,97% 5,75% 4,85% 3,77% 1,80% 18,13% Non so 4,85% 2,69% 1,97% 1,44% 3,95% 14,90% TOT 23,16% 21,01% 22,26% 17,41% 16,18% 100,00%

31 5. Sai che in caso di tumore si possono fare dei test per scegliere quale farmaco funziona meglio sul paziente? Risposte % MASCHI % FEMMINE % Si 3,25% 1,83% 5,08% No 47,29% 22,75% 70,04% Non so 5,80% 19,08% 24,88% TOT 56,34% 43,66% 100,00% Risposte % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 1,71% 0,57% 1,81% 0,91% 0,08% 5,08% No 3,54% 13,60% 10,20% 19,07% 23,63% 70,04% Non so 0,18% 3,15 2,28% 7,15% 12,12% 24,88% TOT 5,43% 17,32% 14,29% 27,13% 35,83% 100,00% Il 70% circa degli intervistati non è a conoscenza dell esistenza di farmaci biologici innovativi

32 6. Il tuo medico ti ha suggerito e/o eseguito qualche test per identificare quale trattamento fosse più adatto alla tua malattia? Il tuo medico ti ha suggerito qualche test? % MASCHI % FEMMINE % Si 8,62% 19,03% 27,65% No 10,59% 36,45% 47,04% Non ricordo 4,49% 4,31% 8,80% Non so 7,00% 9,52% 16,52% TOT 30,70% 69,30% 100,00% Il tuo medico ti ha suggerito qualche test? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 5,57% 5,39% 7,36% 5,03% 4,31% 27,65% No 12,03% 9,87% 10,59% 8,44% 6,10% 47,04% Non ricordo 1,62% 1,44% 2,15% 2,33% 1,26% 8,80% Non so 3,95% 4,31% 2,15% 1,62% 4,49% 16,52% TOT 23,16% 21,01% 22,26% 17,41% 16,16% 100,00% Nella maggior parte dei casi il medico non ha suggerito alcun test, soprattutto al Centro-Nord

33 7. Sapevi che il tessuto biologico ricavato dalla tua biopsia è di tua esclusiva proprietà e che puoi richiederlo in ogni momento per poter effettuare ulteriori test? Sapevi che il tessuto della biopsia è di tua proprietà? % MASCHI % FEMMINE % Si 1,80% 2,44% 4,24% No 25,62% 49,50% 75,12% Non so 6,28% 14,36% 20,65% TOT 33,70% 66,30% 100,00% Sapevi che il tessuto della biopsia è di tua proprietà? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 1,35% 0,92% 1,08% 0,67% 0,22% 4,24% No 15,44% 13,64% 12,57% 10,59% 22,87% 75,11% Non so 0,18% 1,44% 2,51% 3,95% 12,57% 20,65% TOT 16,97% 16,00% 16,16% 15,21% 35,66% 100,00%

34 8. Sei stato informato che la tua malattia potrebbe essere trattata in maniera diversa da Regione a Regione? Sai che la malattia può essere trattata in maniera diversa da regione a regione? % MASCHI % FEMMINE % Si 10,23% 15,08% 25,31% No 18,49% 46,14% 64,63% Non so 1,97% 8,08% 10,05% TOT 30,70% 69,30% 100,00% Sai che la malattia può essere trattata in maniera diversa da regione a regione? % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Si 5,39% 5,75% 5,21% 4,67% 4,31% 25,31% No 15,62% 13,64% 14,36% 11,13% 9,87% 64,63% Non so 1,44% 2,15% 1,97% 2,33% 2,15% 10,05% TOT 22,44% 21,54% 21,54% 18,13% 16,34% 100,00% Al Centro-Nord sembrano esserne ben consapevoli.

35 9. Se venissi a sapere che per il tuo tumore sono disponibili terapie diverse e potenzialmente più efficaci in altre regioni, che cosa sceglieresti? Se venissi a sapere che ci sono terapie più efficaci % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Mi sposterei in una regione che mi dia accesso alla terapia più appropriata 72,87% 73,28% 66,13% 37,11% 53,85% 62,12% Accetterei la terapia prescrivibile nella mia regione 3,88% 7,76% 2,42% 4,12% 2,20% 4,13% Chiederei al mio medico di prescrivere la terapia approvata a livello nazionale anche se limitata nella mia regione 21,71% 18,10% 29,84% 41,24% 40,66% 29,26% Altro (specificare) 0,00% 0,86% 0,00% 1,03% 0,00% 0,36% Non so 1,55% 0,00% 1,61% 16,49% 3,30% 4,13% TOT 100% 100% 100% 100% 100% 100% La maggior parte di persone sceglierebbe di essere curata in altre regioni, oppure chiederebbe al proprio medico di ricevere la terapia ufficiale.

36 10. Quali fonti sono state di maggiore utilità nel fornirti informazioni chiare sul tumore di cui soffri e sulle opzioni terapeutiche? Fonti informative utili: % Nord Est % Nord Ovest % Centro % Sud % Isole % Tot Famiglia, Amici 23,34% 24,72% 19,77% 17,54% 17,28% 13,02% Il mio medico (oncologo, MMG ) 17,75% 17,52% 19,74% 19,24% 16,46% 26,19% Il mio infermiere 10,96% 9,48% 14,52% 8,05% 12,05% 11,15% Associazione pazienti/gruppi di supporto 8,22% 6,90% 7,26% 11,49% 14,46% 9,17% Siti Internet 20,55% 24,14% 21,77% 11,49% 22,89% 20,50% Articoli di giornali o riviste 17,81% 13,79% 15,32% 19,54% 14,46% 16,19% Altro (specificare) 1,37% 2,59% 0,81% 1,15% 1,20% 1,44% Nessuno 0,00% 0,86% 0,00% 0,00% 1,20% 0,36% Non so 0,00% 0,00% 0,81% 11,49% 0,00% 1,98% TOT 100% 100% 100% 100% 100% 100% Il medico specialista oncologo, il medico di medicina generale, e i siti internet rappresentano il supporto informativo più importante.

37 Compilatore: Farmacista QUESTIONARIO

38 Struttura di appartenenza 24,7% 75,3% Pubblico Privato Il numero maggiore di farmacisti rispondenti a questa opera in strutture ospedaliere pubbliche Le strutture in cui operano, sono prevalentemente localizzate nel Centro Italia (41,5%) % 33,1% 41,5% 25,4% Nord Centro Sud 0,0% 20,0% 40,0% 60,0% 80,0% 100,0% 120,0%

39 1. Nella farmacia in cui lavora, chi si occupa dell approvvigionamento dei farmaci? dom.1 TOT Nord Centro Sud Qualsiasi farmacista 20.2% 2,2% 5,4% 12,6% Il farmacista responsabile 63.8% 28,7% 22,6% 12,5% Il DA/DS/DG 5.6% 2,6% 2,1% 0,9% L'uff. acquisti ospedaliero su richiesta del farmacista responsabile 10.4% 1,8% 3,4% 5,2% Si evidenzia una più ampia autonomia del farmacista operante in strutture del Nord e Centro Italia. I farmacisti operanti al sud hanno meno autonomia e subiscono un maggior controllo da parte delle direzioni delle strutture di appartenenza.

40 2. I farmaci biologici seguono lo stesso iter di acquisizione degli altri medicinali? TOT Nord Centro Sud No, i biologici sono farmaci più complessi e vengono acquistati in maniera diversa 65,8% 33,3% 22,8% 9,7% No, i farmaci biologici vengono più tutelati dalla legge, per quello seguono un iter speciale 16,2% 4,2% 4,2% 7,8% Si, il processo di acquisizione è pressochè il medesimo 5,4% 1,2% 1,6% 2,6% Non so 12,6% 3,8% 0,7% 8,1% la differenza che si riscontra a livello territoriale è significativa. Nelle regioni del Nord il processo di acquisizione di tali farmaci è meno burocratizzato in modo specifico.

41 3. Qual è il numero medio dei pazienti CRC metastatici che vengono trattati con farmaci biologici ogni mese? 0,3% % 25,4% 58,6% 15,7% < di 10 tra 10 e 20 tra 20 e 30 > di 30 0,0% 20,0% 40,0% 60,0% 80,0% 100,0% 120,0%

42 4. Riscontra difficoltà ad acquisire farmaci biologici rispetto ad altri farmaci? TOT Nord Centro Sud No, nessuna difficoltà 74,0% 24,5% 22,8% 26,7% Si, i farmaci biologici costano molto e gli amministratori sono cauti nel loro acquisto 22,7% 5,1% 4,3% 13,3% Altro 3,3% 0,4% 0,9% 2,0% Le difficoltà d acquisto dei farmaci biologici deriva dal loro elevato costo. Questo discriminante è particolarmente evidente al Sud.

43 5. L acquisto dei farmaci biologici ad alto costo è influenzato da qualche figura esterna alla farmacia (Economato; Provveditore; DG; DS; DA; ecc..)? TOT Nord Centro Sud Si 74,8% 35,2% 15,2% 24,4% No 25,2% 8,0% 5,8% 11,4% Si registra una forte influenza di fattori esterni nell acquisto di farmaci innovativi, soprattutto al Nord Italia. Tuttavia, alla domanda di specificare l identità di queste variabili (5.1) nessuna scheda risulta compilata.

44 6. Riesce sempre a fornire il farmaco richiesto dal medico? 46,3% 16,3% 37,4% Si No Non sempre Più della metà dei farmacisti intervistati non riesce a fornire con regolarità il farmaco (biologico) richiesto dal medico specialista oncologo.

45 6.1 Se No o Non Sempre, perché? (62,6%) dom. 5.1 TOT Nord Centro Sud Problemi logistici 18,1% 5,1% 5,6% 7,4% Problemi di budget/contenimento costi 32,7% 21,7% 3,6% 7,4% A causa del PTO 4,2% 0,7% 1,3% 2,2% Per politica interna della farmacia 7,6% 4,8% 1,2% 1,6% Il problema principale è da ricondurre al ridotto budget e al contenimento dei costi, con particolare rilevanza nelle strutture del Nord Italia.

46 7. Nella farmacia in cui lavora, sono sempre disponibili tutti i farmaci biologici volti alla cura del cancro colorettale? TOT Nord Centro Sud Si 63,3% 20,9% 20,0% 22,4% No, la farmacia si rifornisce sempre dalla stessa casa farmaceutica 0,7% 0,3% 0,1% 0,3% No, i depositi convenzionati trattano solo determinati medicinali, ma non tutti 3,3% 1,6% 1,1% 0,6% Non so 27,7% 9,7% 12,6% 5,4% In più della metà delle farmacie (63,3%) sono disponibili tutti i farmaci biologici.

47 10. Il contenimento dei costi e le misure di risparmio sanitario influenzeranno l attività e la scelta prescrittiva dei farmaci all interno della struttura in cui opera? 2,4% 15,5% 82,1% Si No Non so La maggior parte dei farmacisti intervistati ritiene che il contenimento dei costi influenzerà inevitabilmente l attività prescrittiva dei medici specialisti oncologi e non solo.

48 Conclusioni Il budget economico insufficiente delle strutture influenza sia il farmacista ospedaliero che il medico oncologo; i pazienti riferiscono lo scarso coinvolgimento nella decisione e gestione del programma terapeutico, derivante da inadeguato rapporto di informazione medico-paziente; Durante l analisi dei risultati dei questionari si sono evidenziate assenze di risposta, soprattutto quando potevano essere interessate nella responsabilità le direzioni delle strutture ospedaliere.

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

Caratteristiche dell indagine

Caratteristiche dell indagine L indagine condotta dall Associazione Vivere senza dolore Negli ultimi mesi si è parlato spesso di dolore in vari contesti, dove è stato possibile ascoltare la voce di esperti, medici, politici, aziende

Dettagli

Innovazione Digitale in Sanità

Innovazione Digitale in Sanità OSSERVATORIO POLITECNICO Innovazione Digitale in Sanità SURVEY 15 in collaborazione con FIMMG Aprile 15 Il profilo degli intervistati 2 Il profilo dei Medici di Medicina Generale AREA GEOGRAFICA Nord Ovest

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Rocco Micciolo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di

Dettagli

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani

RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE. Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani RISCHIO CLINICO ED RC PROFESSIONALE Indagine presso i Chirurghi Ospedalieri italiani Metodologia Tipologia d'indagine: Indagine ad hoc su questionario semi-strutturato Modalità di rilevazione: interviste

Dettagli

Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto. Beba Molinari 31 marzo 2012

Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto. Beba Molinari 31 marzo 2012 Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto Beba Molinari 31 marzo 2012 Obiettivo della ricerca Obiettivo: approfondire il fenomeno della

Dettagli

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo.

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo. Keeping Care Complete Psychiatrist Survey Focus sull Italia Background Obiettivo dell indagine Keeping Care Complete è comprendere - in relazione alle malattie mentali gravi - quale ruolo e quale influenza

Dettagli

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite Federazione Cure Palliative Onlus Cure Palliative - Definizione Le Cure Palliative sono la cura

Dettagli

CHI HA PAURA DEL FARMACO GENERICO? Una ricerca per e con la popolazione di Bergamo e provincia

CHI HA PAURA DEL FARMACO GENERICO? Una ricerca per e con la popolazione di Bergamo e provincia CHI HA PAURA DEL FARMACO GENERICO? Una ricerca per e con la popolazione di Bergamo e provincia Paola Mosconi Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Bergamo, 17 novembre 2007

Dettagli

F E D E R C O N S U M A T O R I

F E D E R C O N S U M A T O R I * INDAGINE SULLA CONOSCENZA DEI FARMACI EQUIVALENTI/GENERICI Sintesi ricerca F E D E R C O N S U M A T O R I FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI Roma, 21 giugno 2012 Presentazione a cura di Roberto

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti

Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti Gentile Signora, gentile Signore, La nostra Azienda sta conducendo un indagine tra i pazienti ricoverati per valutare la qualità dei

Dettagli

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO

La ricerca il rapporto degli Italiani con il risparmio investimento 1.000 interviste campione nazionale rappresentativo 4 focus group ISPO La ricerca La presente indagine, svoltasi nel mese di giugno 2006, aveva l obiettivo di indagare il rapporto degli Italiani con il risparmio e con le attività di investimento. Sono state raccolte 1.000

Dettagli

LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI

LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI GfK Group e gli orientamenti degli italiani e dei giovani LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI Roma, Isabella Cecchini Direttore

Dettagli

Indicatori di qualità nei carcinomi genitali femminili: ovaio e utero Serata di presentazione progetto Zonta Club Locarno 13.04.2010 Registro Tumori Canton Ticino Istituto Cantonale di Patologia Via in

Dettagli

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Assessorato alle Politiche della Salute Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Il presente allegato, parte

Dettagli

Medici a laboratori clinici: quale rapporto e livello di comunicazione?

Medici a laboratori clinici: quale rapporto e livello di comunicazione? RILEVAZIONI Medici a laboratori clinici: quale rapporto e livello di comunicazione? I risultati da un indagine condotta in Puglia su un campione di medici di base Francesca Di Serio * I dati raccolti negli

Dettagli

Dott. Claudio Verusio. S C di Oncologia Medica A.O Busto Arsizio - Presidio di Saronno

Dott. Claudio Verusio. S C di Oncologia Medica A.O Busto Arsizio - Presidio di Saronno Dott. Claudio Verusio S C di Oncologia Medica A.O Busto Arsizio - Presidio di Saronno Sponsor: Ministry of Health and Lombardia Region HUCARE project Humanization of CAncer care in Italy: implementation

Dettagli

Precision Medicine e governance di sistema: Il contributo del Registro Tumori

Precision Medicine e governance di sistema: Il contributo del Registro Tumori PRECISION MEDICINE PER UNA ONCOLOGIA SOSTENIBILE: DALLA DIAGNOSTICA ALLA TERAPIA Precision Medicine e governance di sistema: Il contributo del Registro Tumori Dr. Mario Fusco Registro Tumori Regione Campania

Dettagli

Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra

Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra 1 Caro collega, La invitiamo a rispondere alle domande del presente questionario sulla gestione dei Disturbi

Dettagli

Infermieri e missione umanitaria. L impatto professionale e psicologico del rientro

Infermieri e missione umanitaria. L impatto professionale e psicologico del rientro Infermieri e missione umanitaria. L impatto professionale e psicologico del rientro Dr.ssa Tamara Campanelli Inf.re Sara Petrocelli Coordinatore Inf.co Pronto Soccorso Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord

Dettagli

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati Indagine effettuata per conto de l Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sintesi dei risultati

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

- POP 94/ 99- REGIONE SICILIA Questionari

- POP 94/ 99- REGIONE SICILIA Questionari - POP 94/ 99- REGIONE SICILIA Questionari INDICE QUESTIONARIO PER I CITTADINI... pag. 2 QUESTIONARIO PER GLI IMPRENDITORI... pag. 3 QUESTIONARIO PER GLI OPINION LEADER... pag. 4 QUESTIONARIO PER I PUBBLICI

Dettagli

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite Federazione Cure Palliative Onlus Cure Palliative - Definizione Le Cure Palliative sono la cura

Dettagli

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale REPORT EX ANTE 2015 Servizio civile nazionale Genere Età Titolo di studio Eventuali studi in corso IL CAMPIONE Genere VA Maschi 17 Femmine 45 TOTALE 62 Età degli intervistati 22 21 20 20 21 20 19 19-22anni

Dettagli

Comitato Scientifico: Gianni Amunni Oscar Bertetto Antonio Frassoldati Roberto Labianca Riccardo Masetti Paolo Pronzato

Comitato Scientifico: Gianni Amunni Oscar Bertetto Antonio Frassoldati Roberto Labianca Riccardo Masetti Paolo Pronzato Coordinamento Scientifico Pierfranco Conte Valentina Guarneri Comitato Scientifico: Gianni Amunni Oscar Bertetto Antonio Frassoldati Roberto Labianca Riccardo Masetti Paolo Pronzato A cura di OVER SRL

Dettagli

Il valore della pulizia

Il valore della pulizia Il valore della pulizia Indagine tra la popolazione italiana Milano, marzo 01 (Rif. 170v311) Metodologia della ricerca ISPO ha realizzato un indagine ad hoc durante la quale è stato intervistato un campione

Dettagli

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita:

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita: VI Congresso Nazionale AICM: Le Reti Assistenziali e il Case Management per favorire la continuità di cura. Percorso della paziente affetta da cancro della mammella :esperienza lombarda M. Gjeloshi Riccione,25-26

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Dr. Francesco Rastrelli. 19 gennaio 2015. Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti

Dr. Francesco Rastrelli. 19 gennaio 2015. Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti Dr. Francesco Rastrelli 19 gennaio 2015 Reti per promuovere gli screening: il ruolo dei Farmacisti Riassetto organizzativo Farmacisti territoriali Medici specialisti MEDICINA GENERALE Infermieri Medici

Dettagli

AREA ONCOLOGICA. Rango Maschi Femmine

AREA ONCOLOGICA. Rango Maschi Femmine AREA ONCOLOGICA 1. EPIDEMIOLOGIA Il tumore è considerato la patologia del secolo, seconda causa di decesso dopo le patologie cardiocircolatorie (AIRTUM 2012). Ogni anno vengono in media diagnosticati 7

Dettagli

1) Quanto giudichi adeguata l'organizzazione complessiva della scuola? (1 minimo, 10 massimo)

1) Quanto giudichi adeguata l'organizzazione complessiva della scuola? (1 minimo, 10 massimo) SEDE: L Aquila SCUOLA: Igiene e Medicina Preventiva COMPILAZIONI NUMERO: 2 1) Quanto giudichi adeguata l'organizzazione complessiva della scuola? (1 minimo, 10 massimo) 4.5 (3-6) 2) Ritieni che la tua

Dettagli

The retail customer journey. Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader

The retail customer journey. Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader The retail customer journey Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader Chi abbiamo intervistato GENERAZIONE GENERE +480 interviste telefoniche

Dettagli

ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO

ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO CURE PALLIATIVE Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO Aderente alla Federazione Cure Palliative Onlus

Dettagli

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS.

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS. REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE Roma, 27/03/2007 2006 117RS Presentazione 02 PRESENTAZIONE DELLA RICERCA Autore: Format Srl - ricerche di mercato

Dettagli

Donazione organi: il ruolo strategico che potrebbe essere rivestito dal personale infermieristico

Donazione organi: il ruolo strategico che potrebbe essere rivestito dal personale infermieristico POLITICA SANITARIA Donazione organi: il ruolo strategico che potrebbe essere rivestito dal personale infermieristico Le risultanze di uno studio condotto presso la Casa Sollievo della Sofferenza di San

Dettagli

in collaborazione con

in collaborazione con Chi si difende da chi? E perché? I dati della prima ricerca nazionale sulla Medicina Difensiva Roma, 23 novembre 2010 Senato della Repubblica, Sala Capitolare in collaborazione con Chi si difende da chi?

Dettagli

Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica. Sovrintendente Sanitario IEO - CCM

Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica. Sovrintendente Sanitario IEO - CCM Innovazione tecnologica e farmacologica in chirurgia oncologica Milano, 20 novembre 2015 Dott. Massimo Castoldi Sovrintendente Sanitario IEO - CCM Medicina di precisione La transizione verso l'era della

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Questionario conoscitivo ALSO

Questionario conoscitivo ALSO Questionario conoscitivo ALSO Nello scorso mese di giugno è stata costituita a Gravedona un organizzazione di volontariato denominata : ASSOCIAZIONE LARIANA SOSTEGNO ONCOLOGICO (ALSO) camminiamo insieme.

Dettagli

Health Information Journey. Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere

Health Information Journey. Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere Health Information Journey Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere LE FONTI Health Information Journey Ricerca condotta annualmente su un campione di

Dettagli

Una ricerca sulla Menopausa Precoce

Una ricerca sulla Menopausa Precoce Una ricerca sulla Menopausa Precoce PREMESSA Le D.sse Ann Bises (psicoterapeuta) e Giovanna Testa (ginecologa specialista in endocrinologia ginecologica) del sito www.menopausaprecoce.it e l Associazione

Dettagli

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso Maria Angela Becchi Taranto

Dettagli

FARMACISTI, DONNE E FARMACI EQUIVALENTI

FARMACISTI, DONNE E FARMACI EQUIVALENTI FARMACISTI, DONNE E FARMACI EQUIVALENTI L atteggiamento delle donne verso il generico visto attraverso gli occhi del farmacista Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa Milano, 16 ottobre

Dettagli

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE Esperienza e vissuto dei medici italiani Sintesi dei principali risultati Ottobre 2014 Eures Ricerche Economiche e Sociali IPASVI METODOLOGIA Indagine

Dettagli

Che cos è la fibrosi cistica

Che cos è la fibrosi cistica La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

PREVENZIONE/GESTIONE DEGLI ARROSSAMENTI E BRUCIORI CUTANEI NEL PAZIENTE INCONTINENTE

PREVENZIONE/GESTIONE DEGLI ARROSSAMENTI E BRUCIORI CUTANEI NEL PAZIENTE INCONTINENTE PREVENZIONE/GESTIONE DEGLI ARROSSAMENTI E BRUCIORI CUTANEI NEL PAZIENTE INCONTINENTE Agenda Obiettivi e metodologia Sezione Medici di Medicina Generale Sezione pazienti Obiettivi della ricerca Approfondire

Dettagli

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo?

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Francesco Cognetti Istituto Regina Elena Camera dei Deputati 2 Dicembre 2010 Perché una rete oncologica? Integrare tutte le

Dettagli

Questionario per indagine nazionale conoscitiva data di avvio: marzo 2015

Questionario per indagine nazionale conoscitiva data di avvio: marzo 2015 IL DOVERE E IL DIRITTO DI DARE VOCE E CURA AL DOLORE DELLA PERSONA NON IN GRADO DI RIFERIRLO Questionario per indagine nazionale conoscitiva data di avvio: marzo 2015 Il dolore è il più soggettivo tra

Dettagli

I bisogni del paziente oncologico

I bisogni del paziente oncologico I bisogni del paziente oncologico F Manzin, G Fabbroni, P Silli, MG Todisco, V de Pangher Manzini Unità Operativa di Oncologia Ospedali di Gorizia e di Monfalcone ASS n. 2 Isontina Lavoro condotto con

Dettagli

PROGRAMMA AVIS E CITTADINANZA SOLIDALE Risultati di ricerca sui soci donatori. Programma Avis e cittadinanza solidale

PROGRAMMA AVIS E CITTADINANZA SOLIDALE Risultati di ricerca sui soci donatori. Programma Avis e cittadinanza solidale PROGRAMMA AVIS E CITTADINANZA SOLIDALE Risultati di ricerca sui soci donatori FASE 1 L indagine è stata condotta con un campionamento ragionato per la scelta delle Avis, tra quelle aderenti al Programma.

Dettagli

Donne e welfare. Novembre 2010

Donne e welfare. Novembre 2010 Donne e welfare Novembre 2010 1 Metodologia Universo di riferimento Donne residenti residenti in Italia Numerosità campionaria 800 donne disaggregate per età(giovani adulte anziane), condizione professionale

Dettagli

Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA

Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA Indagine conoscitiva DONNE E OMEOPATIA Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa Milano, 29 ottobre 2013 A cura di Metodologia e campione di ricerca Campione: Sono state intervistate 1.000

Dettagli

ALUNNI GENITORI. F.S. Autovalutazione e autoanalisi d Istituto prof.ssa Irene Vizzarri

ALUNNI GENITORI. F.S. Autovalutazione e autoanalisi d Istituto prof.ssa Irene Vizzarri ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISTRETTO SCOLASTICO N.1 6643 CASOLI (CHIETI) Via San Nicola, 34 82/8118 Fax 82345 Cod.Fiscale 812146 Cod.Mecc. CHIC86P www.istitutocomprensivocasoli.it

Dettagli

Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS. Coordinamento scientifico nazionale: Bruna Zani

Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS. Coordinamento scientifico nazionale: Bruna Zani Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS Responsabile scientifico per il progetto Bruna Zani Responsabile scientifico per il progetto Pina Lalli Coordinamento scientifico nazionale:

Dettagli

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani. Settembre 2011

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani. Settembre 2011 La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. La percezione degli italiani Settembre 2011 Universo di riferimento Popolazione italiana non residente in Campania Numerosità campionaria

Dettagli

LINEA DIRETTA CON ANFFAS

LINEA DIRETTA CON ANFFAS LINEA DIRETTA CON ANFFAS SONDAGGIO TELEFONICO Com è nata l idea del Sondaggio? Il sondaggio nasce dall esigenza, fortemente avvertita nel corso degli ultimi anni, da Anffas Nazionale di trovare un modo

Dettagli

Il questionario sul benessere lavorativo ed organizzativo e la valorizzazione del benessere di chi lavora

Il questionario sul benessere lavorativo ed organizzativo e la valorizzazione del benessere di chi lavora Il questionario sul benessere lavorativo ed organizzativo e la valorizzazione del benessere di chi lavora Sottoposto a tutti i dipendenti della Stazione Zoologica nell aprile 2013 I punti fondamentali

Dettagli

Questionario per giovani adulti con disabilità

Questionario per giovani adulti con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini e dei

Dettagli

Cellule staminali: cosa ne sanno gli italiani?

Cellule staminali: cosa ne sanno gli italiani? Cellule staminali: cosa ne sanno gli italiani? Prof. Renato Mannheimer Dott.ssa Claudia Brunelli Roma, 14 novembre 2013 Sala Conferenze Stampa, Palazzo Montecitorio Obiettivi e metodologia dell indagine

Dettagli

11/12/2014. Associazione Senonetwork Italia Onlus. Associazione Senonetwork Italia Onlus. Associazione Senonetwork Italia Onlus

11/12/2014. Associazione Senonetwork Italia Onlus. Associazione Senonetwork Italia Onlus. Associazione Senonetwork Italia Onlus Associazione Senonetwork Italia Onlus Q1: Nel nostro Centro si trattano ogni anno: QUESTIONARIO INFORMATIVO SUL LAVORO NEI CENTRI DI SENOLOGIA IN ITALIA - ANNO 214 Powered by Associazione Senonetwork Italia

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELL INDAGINE CONOSCITIVA LA DEPRESSIONE POST PARTUM IN LOMBARDIA

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELL INDAGINE CONOSCITIVA LA DEPRESSIONE POST PARTUM IN LOMBARDIA PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELL INDAGINE CONOSCITIVA LA DEPRESSIONE POST PARTUM IN LOMBARDIA Progetto di ricerca indipendente in ambito materno-infantile, proposto dall'azienda Ospedaliera Fatebenefratelli

Dettagli

Non siamo nati per soffrire

Non siamo nati per soffrire Non siamo nati per soffrire Dolore cronico e percorsi assistenziali ABSTRACT con il sostegno di Non siamo nati per soffrire. Dolore cronico e percorsi assistenziali ABSTRACT Non siamo nati per soffrire.

Dettagli

Arsenàl.IT. Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale

Arsenàl.IT. Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale Risultati del questionario di valutazione del servizio di scarico online del referto nelle aziende riusanti Arsenàl.IT Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale Informazioni preliminari

Dettagli

DOLORE CRONICO E PERCORSI ASSISTENZIALI QUESTIONARIO RIVOLTO AI PAZIENTI CON PATOLOGIA CRONICA

DOLORE CRONICO E PERCORSI ASSISTENZIALI QUESTIONARIO RIVOLTO AI PAZIENTI CON PATOLOGIA CRONICA DOLORE CRONICO E PERCORSI ASSISTENZIALI QUESTIONARIO RIVOLTO AI PAZIENTI CON PATOLOGIA CRONICA Gentilissimo/a, Cittadinanzattiva, e in particolare il Tribunale per i diritti del malato e il Coordinamento

Dettagli

(La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori)

(La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori) R e g i o n e L a z i o (La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori) Titolo del programma: Consolidamento e qualificazione dei programmi di screening organizzati Identificativo

Dettagli

Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie. Roma, 25 Novembre 2014. Tiziana Sabetta

Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie. Roma, 25 Novembre 2014. Tiziana Sabetta Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie Roma, 25 Novembre 2014 Tiziana Sabetta Nulla rende più fragile e vulnerabile una famiglia dell esordio di una malattia

Dettagli

L assistenza libero professionale in sanità e settore sociosanitario: per gli infermieri una opportunità da costruire

L assistenza libero professionale in sanità e settore sociosanitario: per gli infermieri una opportunità da costruire L assistenza libero professionale in sanità e settore sociosanitario: per gli infermieri una opportunità da costruire Carla Collicelli Fondazione CENSIS SOMMARIO 1. Un nuovo «amore» tra professione infermieristica

Dettagli

IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E LA NEFROPATIA DIABETICA: studio sui comportamenti prescrittivi diagnosticoterapeutici di un gruppo di medici genovesi

IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E LA NEFROPATIA DIABETICA: studio sui comportamenti prescrittivi diagnosticoterapeutici di un gruppo di medici genovesi Università degli Studi di Genova Facoltà di Medicina e Chirurgia IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E LA NEFROPATIA DIABETICA: studio sui comportamenti prescrittivi diagnosticoterapeutici di un gruppo di medici

Dettagli

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Relazione conclusiva AZIENDA SANITARIA LOCALE NO - NOVARA in collaborazione con SEZIONE PR OVINCIALE DI NOVARA ONLUS L ASL NO, in quanto parte del SSN, ha tra i propri compiti

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORU08

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORU08 Ufficio stage "formazienda" Incubatore di imprese innovative (Centro ISO - Industrial Spin-Off); Sportello informativo Start-up I.F.eG. (Imprenditorialità Femminile e Giovanile) Rilevazione annuale presso

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA All INTERNO DELL AZIENDE

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA All INTERNO DELL AZIENDE LA GESTIONE DELLA SICUREZZA All INTERNO DELL AZIENDE Nobody s Unpredictable Metodologia Tipologia d'indagine: indagine ad hoc su questionario semi-strutturato Modalità di rilevazione: interviste telefoniche

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007 Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale Conferenza stampa per la presentazione della Campagna di prevenzione a favore

Dettagli

Dr.ssa Annalisa Silvestro

Dr.ssa Annalisa Silvestro 81,9(56,7$ '(*/,678',',520$ 7259(5*$7$ &2562',/$85($0$*,675$/(,16&,(1=(,1)(50,(5,67,&+(('267(75,&+( 35(6,'(17(352)$8*86723$1$ ³,QGDJLQHVXOODPRWLYD]LRQHGHJOLLQIHUPLHULDOOD SHUPDQHQ]DLQDUHDPHGLFRJHULDWULFD

Dettagli

AREA ONCOLOGICA. Rango Maschi Femmine

AREA ONCOLOGICA. Rango Maschi Femmine AREA ONCOLOGICA 1. EPIDEMIOLOGIA Il tumore è considerato la patologia del secolo, seconda causa di decesso dopo le patologie cardiocircolatorie (AIRTUM 2012). Ogni anno vengono in media diagnosticati 7

Dettagli

LA RESEZIONE DELLE METASTASI EPATICHE NEL TUMORE METASTATICO DEL COLON RETTO

LA RESEZIONE DELLE METASTASI EPATICHE NEL TUMORE METASTATICO DEL COLON RETTO LA RESEZIONE DELLE METASTASI EPATICHE NEL TUMORE METASTATICO DEL COLON RETTO Cetuximab può ridurre la massa tumorale per permettere la resezione delle metastasi, anche, in pazienti inizialmente non resecabili,

Dettagli

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Approccio multidisciplinare e medicina personalizzata Roberto Labianca Direttore Cancer Center AO Papa Giovanni XXIII Direttore DIPO Bergamo

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

Opinioni e atteggiamenti dei cittadini

Opinioni e atteggiamenti dei cittadini Il mercato del gas in Italia: Opinioni e atteggiamenti dei cittadini (Da Osservatorio Energia 3 monitor maggio 2011) Milano, 5 luglio 2011 (Rif. 1126v211) Indice 2 Obiettivi e metodologia Pag. 3 Dati di

Dettagli

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO In tutto il mondo il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. L Organizzazione Mondiale della

Dettagli

Analisi dell'assistenza fornita dal Centro di Rovereto e proposta di un piano educativo

Analisi dell'assistenza fornita dal Centro di Rovereto e proposta di un piano educativo UN PROGETTO EDUCATIVO PER IL CENTRO DI ROVERETO Cos è l educazione terapeutica? Perché è importante? L educazione terapeutica può contribuire a migliorare la qualità delle cure quotidiane eseguite dal

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integritàdelle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integritàdelle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integritàdelle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Allegato A Indagini sul personale dipendente Gentilecollega, La

Dettagli

Grazie dell attenzione

Grazie dell attenzione Grazie dell attenzione http://www.registri-tumori.it/pdf/aiom2012/i_numeri_del_cancro_2012.pdf In Italia circa 2.250mila persone (4% del totale della popolazione) vivono avendo avuto una precedente

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

Test genetici a scopo medico

Test genetici a scopo medico Test genetici a scopo medico Test genetici a scopo medico Tutti abbiamo ereditato dai nostri genitori una combinazione unica di geni. Questa costituzione originale e l influenza di vari fattori ambientali

Dettagli

Come approcciare le predisposizioni ereditarie in oncologia: la consulenza oncogenetica

Come approcciare le predisposizioni ereditarie in oncologia: la consulenza oncogenetica Come approcciare le predisposizioni ereditarie in oncologia: la consulenza oncogenetica Daniela Turchetti Cattedra e Unità Operativa di Genetica Medica Università di Bologna/Policlinico S.Orsola-Malpighi

Dettagli

Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia

Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: IL PUNTO DI VISTA DELLE COPPIE IN PMA Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia SINTESI DEI RISULTATI Roma, 18 maggio 2016 A otto anni di distanza dalla

Dettagli

Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Ricerca preliminare

Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Ricerca preliminare Il rapporto tra il Parlamento Europeo e comunità professionali italiane: Il progetto EP4PC Ricerca preliminare 1 Aprile 2010 Background Simulation Intelligence è stata incaricata dal Committente di realizzare

Dettagli

Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive

Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive Medico di medicina generale, Bisceglie (BA) Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive Il recente documento della regione Puglia relativo ai percorsi

Dettagli

15/02/2013. Désirée Merlini -Il trapianto di organi tra passato e futuro- Monza 10.11.2012

15/02/2013. Désirée Merlini -Il trapianto di organi tra passato e futuro- Monza 10.11.2012 Soggetto attivo nell opera di sensibilizzazione alla DONAZIONE Désirée Merlini -Il trapianto di organi tra passato e Il privilegiato rapporto tra MMG e assistito rende facilmente comprensibile perché sia

Dettagli

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE SULLA QUALITÁ DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA Questo questionario è rivolto a tutte le insegnanti della scuola e vuole essere un occasione di riflessione sulle variabili di

Dettagli

Nell ambito del progetto ECM Sinergie è in grado di offrire un intervento di formazione per medici di medicina generale e specialisti:

Nell ambito del progetto ECM Sinergie è in grado di offrire un intervento di formazione per medici di medicina generale e specialisti: Nell ambito del progetto ECM Sinergie è in grado di offrire un intervento di formazione per medici di medicina generale e specialisti: L attuale esperienza Cosa hanno detto dei corsi precedenti ECM crediti

Dettagli

I medici e i canali digitali. Sondaggio del Centro Studi Merqurio

I medici e i canali digitali. Sondaggio del Centro Studi Merqurio I medici e i canali digitali Sondaggio del Centro Studi Merqurio Gennaio 2015 I medici e i canali digitali Executive Summary [ ] Indagine sull uso dei canali digitali di informazione e aggiornamento medico-scientifici

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA Protocollo d intesa tra FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI di MEDICINA GENERALE e EUROPA DONNA ITALIA Il giorno

Dettagli

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire.

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire. UNA PROPOSTA FORMATIVA: il parere del geriatra Evelina Bianchi * LA FORMAZIONE Ho consultato la Treccani, enciclopedia della lingua italiana, alla voce formazione: deriva dal latino formatio, -onis e indica

Dettagli