' III

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "11111111111 111111111111111' 111111111111 1III"

Transcript

1 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 31'110/2014 U-5s/6249/2014 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI IN'GEGNEHl ' III /''''''(1''} l,\{lfij,ae'r'1 '-.;'H/h/rl Crco n. 445/XVIII Sesso A Presdent degl Ordn degl Ingegner d'itala A Presdent delle Federazon e Consulte degl Ingegner d'itala OGGETIO: Formazone contnua ngegner S fa seguto alla crcolare n. 441/XVIII Sesso del 24 ottobre U.S. e s nvano document che saranno presentat nel corso della gornata nformatva sulla Formazone programmata a Roma, presso l'hotel Mnerva, l prossmo 7 novembre, nel dettaglo: - modello per l'autocertfcazone de 15 CFP per attvtà d aggornamento nformale legato all'attvtà professonale dmostrable completo d guda per la complazone; - nuove lnee d ndrzzo (n 3) che andranno ad ntegrare quelle gà emanate. Con l'occasone, cordal salut. \'1.'1 l\" \ ",, mhrr. I !lOtl'lI. hai) Il' 1. +:1'1 01, 1l()';'("O I... ' II - I H Il,Il'. 1. '('gn' l 't!l l1 " ',l' l l \\' \l \\,t.1 Inllt!t'WH'n', t

2 AUTOCERTIFICAZIONE DELL'AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA' PROFESSIONALE DI CUI ALL'ALLEGATO IW' DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.i e AIl.A del "Regolamento per l'aggornamento della competenza professonale" degl ngegner) Il sottoscrtto... C.F.... scrtto all'ordne degl Ingegner della Provnca d... al n..., scrtto al settore Cvle - Ambentale D Dell'ndustra D Dell'nformazone I a sens e per gl effett dell'art. 76 D.P.R. 445/2000, consapevole della responsabltà e delle conseguenze cvl e penal prevste n caso d dcharazon mendac e/o formazone od uso d att fals, nonché n caso d esbzone d att contenent dat non pù corrspondent a vertà, j DICHIARA che nello svolgmento della propra attvtà professonale d D Lbero professonsta Dpendente pubblco I D Dpendente prvato ha effettuato, nel corso dell'anno 2014, le seguent attvtà professonal: o Progettazone: l o... o... o... o Drezone de lavor: o... o o Collaborazone alla progettazone: Collaborazone alla Drezone lavor: Modello Autocertfcazone 15 CFP Adottato l V2 Pagna 1

3 o Attvtà d consulenza per clent pubblc o prvat: o o Attvtà d consulenza n att gudzar: Altre attvtà: e che n relazone alle stesse ha effettuato attvtà d aggornamento nformale legato all'attvtà professonale, d cu sopra, con le seguent modaltà: D D D ATTIVITA' Approfondment tecnc (lbr, rvste, artcol tecnc su web, software tecnc, hardware tecnco):..." ".,...,...., Aggornament normatv:..." ". t ",,,." ",,,,,...,, e',,,,.,'".,. I I I......,... Partecpazone ad event o manfestazon ferstche o sml relatva al propro ambto professonale (SAlE, MADE Expo, ecc.);...,, 1..., D [ J......t., '" t......, Partecpazone, n Itala o al' estero, a cors, semnar, convegn, ecc., o altr event d provato valore scentfco n modaltà frontale o a dstanza. Sono escluse le attvtà d cu alla sezone "Apprendmento non formale" del!' Allegato A del Regolamento gà consderate per l'acquszone d CFP a sens dell'art. 4 del Regolamento:..."......,.....,... ".,...,.., e.e.' lo,,...., 'O,., e,...,,... 'O 'O.,,,., *. *.,,.* " Partecpazone a cors o attvtà formatve fornte dal' ente o azenda datore d lavoro, Pagna 2

4 erogat n assenza d cooperazone o convenzone d scrtt che svolgono attvtà d lavoro dpendente: D Attvtà d tutoraggo n stage formatv per perod superor a 3 mes: D Attvtà d rcerca tecnco scentfca: D Altro: Tal attvtà d aggornamento nformale legato all'attvtà professonale, coerentemente con crter d cu alla "Guda alla complazone", auto valutate dal dcharante, corrspondono ad un numero d C.F.P. maggore o uguale a 15. Conformemente a quanto prevsto nella sezone "Apprendmento nformale" del!' Allegato A del Regolamento d cu al Bollettno Uffcale del Mnstero della Gustza numero 13 del 15/07/2013, CHIEDE LA REGISTRAZIONE NELL'ANAGRAFE NAZIONALE DI N.15 C.F.P. PER L'ANNO 2014 PER ATTIVITÀ DI AGGIORNAMENTO INFORMALE LEGATO ALL'ATTIVITÀ PROFESSIONALE In fede. Fto. Pagna 3

5 j l! N.B.: Per la complazone della presente autocertfcazone, s rmanda alla "Guda alla complazone" allegata. Il presente modello è valdo esclusvamente per l'anno E' allegato alla presente "AUTOCERTIFICAZIONE DELL'AGGIORNAMENTO INFORMALE" un modello d rlevazone statstca fnalzzato ad adeguare la proposta formatva a var profl professonal. La compllazone della stessa è FACOLTATIVA. l j I Pagna 4

6 GUIDA ALLA COMPILAZIONE AUTOCERTIFICAZIONE DELL'AGGIORNAMENTO INFORMALE -ATTIVITA' PROFESSIONALE DI CUI ALL'ALLEGATO ''1\' DEL REGOLAMENTO - 1. Nel campo relatvo a settor, va segnalato l settore o dvers settor d scrzone. I I I f I! ì 2. S precsa che 15 C.F.P. vengono assegnat per l'aggornamento nformale svolto dal dcharante nell'ambto della propra attvtà lavoratva. 3. S precsa che per attvtà lavoratva, s ntende ogn forma d attvtà lavoratva, sa essa svolta n forma d lbera professone o d dpendenza nelle vare forme. 4. le sngole attvtà professonal effettuate nell'anno oggetto d autocertfcazone vanno descrtte con gl opportun rferment. 5. le sngole attvtà d aggornamento destrutturate e dversfcate effettuate nell'anno oggetto d autocertfcazone, vanno descrtte con gl opportun rferment. 6. All'attvtà d aggornamento destrutturata e dversfcata, deve corrspondere un'autovalutazone quantfcata n un numero d C.F.P. maggore o uguale a Crter orentatv per la quantfcazone de C.F.P. relatv all'attvtà d aggornamento nformale destrutturata e dversfcata autovalutata ed autocertfcata svolta:! l! l! l I l j I I l TABELLA 1 1) Approfondment tecnc n. 1 lbro tecnco n. 1 rvste tecnca n. 1 artcolo tecnco su web apprendmento uso d n. 1 software tecnco aggornamento all'uso d n. 1 software tecnco apprendmento uso d n. 1 hardware tecnco aggornamento all'uso d n. 1 hardware tecnco (l tutto connesso a li'attvtà professonale svolta) 2) Aggornament normatv Studo d una legge nazonale, regonale, crcolare d ent, lnea 5 CFP 0,50 CFP 0,25 CFP 3 CFP 2 CFP 3 CFP 2 CFP 3 CFP / Documento Pagna 5

7 3) Partecpazone ad event o manfestazon ferstche o sml relatva al propro ambto professonale (SAlE, MADE Expo, ecc.); 4) Partecpazone, n Itala o all'estero, a cors, semnar, convegn, ecc., o altr event d provato valore scentfco n modaltà frontale o a dstanza. Sono escluse le attvtà d cu alla sezone "Apprendmento non formale" dell'allegato A del Regolamento gà consderate per l'acquszone d CFP a sens dell'art. 4 del Regolamento (*); 5) Partecpazone a cors o attvtà formatve fornte dall'ente o azenda datore d lavoro, erogat n assenza d cooperazone o convenzone d scrtt che svolgono attvtà d lavoro dpendente; 6) Attvtà d tutoraggo n stage formatv per perod superor a 3 mes: 7) Attvtà d rcerca tecnco scentfca 8) Altre attvtà guda, norme UNI, D.P.R., D.M., Crcolar Mnsteral, ecc. (l tutto a carattere tecnco, connesso all'attvtà professonale svolta) Evento Evento 3 CFP / Evento 0,50 CFP / ora con un massmo d n. 3 CFP ad evento Evento 1 CFP / ora con un massmo d n. 10 CFP / anno d autocertfcazone 4 CFP 4 CFP (*) : sono da ntenders escluse le attvtà che hanno gà generato CFP nell'anno oggetto d autodcharazone. I C.F.P. per le attvtà ndcate vanno dedott dalla Tabella 1 sopra rportata; per altre attvtà non n Tabella l, la autovalutazone va effettuata per smltudne con le altre attvtà. La autovalutazone delle attvtà d aggornamento nformale destrutturata e dversfcata autocertfcate deve portare ad un numero d CFP maggore o uguale a 15. Pagna 6

8 MODELLO DI RILEVAZIONE STATISTICA AUTOCERTIFICAZIONE DELL'AGGIORNAMENTO INFORMALE -ATTIVITA' PROFESSIONALE DI CUI ALL'ALLEGATO "A" DEL REGOLAMENTO - Descrzone attvtà professonale: D Lbero professonsta: Partta Iva S O IndvduaD AssocazorO Socetà d professorot No I::J Settore lavoratvo: dall'anno all'anno Settore lavoratvo: dall'anno all'anno Settore lavoratvo: dall'anno all'anno D D Dpendente pubblco Docente SO NoO Area Tecnca S O NoO Settore lavoratvo: Settore Settore lavoratvo: lavoratvo: dall'anno dall'anno all'anno all'anno dall'anno all'anno Dpendente prvato Settore O IndustralO ServzO Commerco AIO Breve descrz o n e attvtà I avorat va Settore lavoratvo: dail'an n o all'anno Settore lavoratvo: d a Il' a n no all'anno Settore lavoratvo: dall'anno all'anno Ente Incarco Ente Incarco Ente Incarco Azenda Incarco Azenda Incarco Azenda Incarco Ambto terrtorale d eserczo della professone: Cttà: Pagna 7

9 Provnca: Regone: Stato: Altre notze utl all'ndvduazone del proflo professonale fnalzzato all'offerta formatva: Proposte (tem e forme) d attvtà formatve rtenute utl: Pagna 8

10 LINEE DI INDIRIZZO 3 1) Detrazone d CFP nell'anno d prma scrzone In caso d prma scrzone durante l'anno solare verrà applcata la seguente regola: a) scrzon da 1 Gennao al30 Gugno: alla fne dell'anno saranno detratt 30 CFP b) scrzon dal 1 luglo al 31 Dcembre: alla fne del prmo anno verranno detratt 15 CFP 2) Modaltà d calcolo de CFP cumulabl per anno Il conteggo totale de CFP maturat da ogn sngolo professonsta vene effettuato una sola volta per anno solare alla data del 1 Gennao. Durante l'anno solare l'anagrafe nazonale de credt regstra tutte le partecpazon ad event formatv autorzzat al rlasco d CFP senza effettuare l conteggo totale de CFP maturat sno a quella data. la sogla de 120 CFP è ntesa come valore massmo al 31 dcembre e qund l controllo del superamento d tale sogla vene fatto solo al 31 dcembre d ogn anno, successvamente alla detrazone de 30 CFP. In tale caso l'algortmo d calcolo è l seguente: CFP nzo nuovo anno = CFP nzo anno precedente + CFP accumulat - 15/30(*) CFP + CFP per esoner concess nell'anno. Esempo: CFP al 1/1/2015 = CFP al 1/1/ CFP accumulat nel /30(*) CFP + CFP per esoner concess nell'anno (*) = 15 CFP per gl scrtt d cu al punto b) del precedente punto 1; 30 CFP per gl scrtt d cu al punto a) del precedente punto 1. la data d assegnazone de CFP concde con la data d fne evento per gl event Frontal e con quella dell'esame fnale per gl event erogat n modaltà FAO. 3) Aggornamento perodco CFP per professonst che al 1 Gennao hanno meno d 30 CFP Per tutt professonst che alla data del 1 gennao rsultano avere un numero d CFP nferor a 30, s procederà, su rchesta dell'nteressato, ad un aggornamento de CFP maturat e regstrat nell'anagrafe nazonale de credt con cadenza trmestrale (1 Aprle, 1 luglo, 1 Ottobre) fno all'eventuale superamento della sogla d 30 CFP. 4) APPRENDIMENTO INFORMALE: Certfcazone competenze Per l'anno 2015, sarà possble l rlasco d CFP a seguto d certfcazone delle competenze rlascata dagl Ordn terrtoral. le certfcazon delle competenze saranno perodcamente verfcate ed autorzzate da parte dell'agenza Nazonale delle Competenze sttuta dal CNI. 5) APPRENDIMENTO INFORMALE: Pubblcazon qualfcate nell'ambto dell'ngegnera. Saranno rconoscut 2,5 CFP per artcol d lunghezza par ad almeno 2500 caratter (spaz esclus) pubblcat su una delle rvste comprese tra quelle rconoscute dal' ANVUR per l'area d rcerca Area 8 - Ingegnera

11 cvle e archtettura, e Area 9 - Ingegnera ndustrale e dell'nformazone. La data da consderare è quella della pubblcazone della relatva rvsta. Per l rconoscmento de CFP occorre complare la relatva modulstca ed nvarla telematcamente all'anagrafe nazonale de credt. L'elenco delle rvste sarà perodcamente aggornato annualmente. Saranno rconoscut 5 CFP per la pubblcazone d manual, lbr, monografe, rcerche e stud per qual sano state assolte le formaltà prevste sa dal' ex art. 1 D.Lgs.Lgt. n. 660 del 1945, (n base al quale ogn stampatore ha l'obblgo d consegnare - prma d porl n commerco o n dffusone e senza che alcuna copa sa rmessa al commttente o ad altra persona - quattro esemplar d ogn stampato o pubblcazone alla prefettura della provnca nella quale ha sede l'uffco grafco ed un esemplare alla locale procura della repubblca) sa da quelle prevste dall'ex art. 5 legge n. 374 del 1939, (secondo cu ogn esemplare delle pubblcazon e degl stampat soggett all'obblgo della consegna deve portare, sul frontespzo o sull'ultma pagna del testo, l'esatta e ben vsble ndcazone del nome e del domclo legale dello stampatore e dell'edtore, nonché dell'anno d effettva pubblcazone). Per l rconoscmento de CFP occorre complare la relatva modulstca ed nvarla telematcamente all'anagrafe nazonale de credt. 6) APPRENDIMENTO INFORMALE: Brevett nell'ambto dell'ngegnera Saranno rconoscut 10 CFP per ogn brevetto dotato d attestato d concessone emesso dall'uffco Italano Brevett e March (UIBM) o da equvalente struttura per brevett nternazonal. La data da consderare è quella dell'emssone dell'attestato d concessone. Per l rconoscmento de CFP occorre complare la relatva modulstca ed nvarla telematca mente all'anagrafe nazonale de credt. 7) APPRENDIMENTO INFORMALE: Partecpazone qualfcata ad organsm, grupp d lavoro, commsson tecnche nell'ambto dell'ngegnera. Per l'anno 2014, da drtto all'ottenmento d 5 CFP la partecpazone qualfcata ad organsm, grupp d lavoro, commsson tecnche sttute esclusvamente da seguent organsm: Mnster, Regon, Provnce, Comun, LINI (Ente Italano d Normazone), Consglo superore lavor pubblc, CEI (Comtato Elettrotecnco Italano) ed equvalent talan ed ester. AI fne del rconoscmento è necessaro che l'ncarco sa stato rcoperto per almeno 4 mes nel corso dell'anno solare, e che l'attvtà connessa sa stata effettvamente svolta. Per l rconoscmento de CFP occorre complare la relatva modulstca ed nvarla telematcamente all'anagrafe nazonale de credt. 8) APPRENDIMENTO INFORMALE: Partecpazone a commsson d esam d stato per l'eserczo della professone d ngegnere Sono rconoscut 3 CFP per sngola sessone d esame d stato. A fn dell'assegnazone come anno d rfermento s consdera quello della sessone d esame. I CFP sono assegnat sa a membr effettv che aggregat. Per supplent, la condzone per aver drtto a CFP è d aver partecpato a lavor nella sessone d'esame. l j j l 9) APPRENDIMENTO INFORMALE: Partecpazone a ntervent d carattere socale Sono rconoscut CFP per la partecpazone ad ntervent d carattere socale/umantaro n occasone d calamtà naturale ndvduat d volta n volta dal CNI, con specfco prowedmento. Nell'ndvduare sngol

12 ntervent sarà cura del CNI, autonomamente o d concerto con l'ordne terrtorale, specfcare le modaltà d rconoscmento ed l numero d CFP assegnabl. 10) APPRENDIMENTO FORMALE: FREQUENZA DI MASTER 0110 E 110 LIVELLO E DOTTORATO DI RICERCA Per Master / Dottorat d rcerca d durata dversa da quella annuale, l'attrbuzone de CFP sarà determnata come segue: 2,5 CFP per mese. 11) APPRENDIMENTO FORMALE: FREQUENZA DI CORSI UNIVERSITARI CON ESAME FINALE Per frequenza a cors d qualunque tpologa organzzat da una sngola Unverstà saranno rconoscut CFP nella msura seguente, a condzone che l corso preveda un esame fnale; l'attrbuzone de CFP è condzonata al superamento dell'esame fnale. 1 CFP =lcfu con massmo 10 CFP per esame; Il numero d CFP d cu sopra, non può superare l numero d 15 per anno. 12) CREDITI ASSEGNABILI AD UN EVENTO DENOMINATO "SEMINARIO" Nella tpologa d evento formatvo denomnata IIsemnaro" le ore computabl per l'attrbuzone de CFP dovranno essere mnor o ugual a 6 ore / gorno. Il computo delle ore e de relatv CFP deve essere al netto d salut nzal, pause ed eventual test fnal. 13) CASSA INTEGRAZIONE: ESONERO I dpendent d azende prvate che s trovano n Mobltà/Cassa ntegrazone per un perodo non nferore a 6 mes nel corso d un anno solare possono rchedere d essere parzalmente esonerat dall'obblgo formatvo a condzone che nel perodo suddetto non svolgano alcuna attvtà professonale connessa con l'obblgo della formazone contnua. L'esonero concesso è par a 2,5 CFP / mese. 14) ATnVITA' FORMA'rlVA DURANTE IL PERIODO DI ESONERO Il professonsta che partecpa ad attvtà formatve svoltes durante l propro perodo d esonero, non potrà acqusre CFP prevst dall'evento. La sua partecpazone all'evento formatvo sarà comunque regstrata nell'anagrafe nazonale de credt. 15) ESONERO E AGGIORNAMENTO INFORMALE CONSEGUENTE ALL'ATTIVITÀ LAVORATIVA- PROFESSIONALE (15 CFP) È possble usufrure de 15 CFP per l'aggornamento nformale conseguente all'attvtà lavoratva professonale solo se tale attvtà è stata svolta per almeno 6 mes nel corso dell'anno al netto d eventual esoner.

13 16) EVENTI DI TIPO NON FORMALE CON SPONSORIZZAZIONI E PUBBLICITÀ: DEFINIZIONE soggett formator Nel presente punto l termne "soggetto formatore" verrà utlzzato per ndcare gl Ordn terrtoral ed soggett autorzzat dal CNI ad organzzare event formatv non formal. Il "soggetto formatore" è qund un soggetto attvo e qualfcato nel campo della formazone contnua n ngegnera, rconoscuto come tale a sens del Regolamento d cu al Bollettno Uffcale del Mnstero della Gustza n. 13 del 15/07 /2013. PRINCIPI GENERALI I "soggett formator" devono garantre che gl event formatv da loro organzzat non sano fnalzzat ad nteress commercal nel settore dell'ngegnera. AI fne d evtare condzonament occult tutte le forme d collaborazone e d sponsorzzazone devono essere mprontante a seguent prncp: 1) Evdenza: tutt partecpant ad un evento devono essere charamente nformat della presenza d sponsor o della collaborazone con soggett terz; 2) Trasparenza: tutt rapport d collaborazone e sponsorzzazone devono essere regolamentat; 3) Regolamentazone: per tutt gl event devono essere regolamentate le modaltà delle forme d pubblctà e sponsorzzazone. SOGGETTI FORMATORI DEVONO ESSERE PER LORO NATURA LIBERI DA CONDIZIONAMENTI COMMERCIALI Il soggetto formatore ha l compto d tutelare la formazone professonale da nfluenze commercal nel settore dell'ngegnera. Le sponsorzzazon, le pubblctà ed l confltto d'nteresse devono essere oggetto d regolamentazone. NATURA DELLO SPONSOR Per sponsor commercale s ntende qualsas soggetto prvato che fornsce fnanzament, rsorse o servz ad un soggetto formatore, n cambo d attvtà promozonal e/o spaz pubblctar per l nome e/o prodott del soggetto sponsorzzante. Non esstono vncol sulla natura e tpologa dello sponsor. Le mprese operant nel settore ngegnerstco possono essere sponsor commercale d soggett formator a condzone che l supporto fnanzaro o d rsorse non sa n alcun modo condzonante su contenut formatv, sull'organzzazone e gestone dell'attvtà formatva e che sa dcharato e documentato l rapporto d sponsorzzazone medante un contratto. REGOLAMENTAZIONE FORME PUBBLICITÀ La pubblctà e le attvtà promozonal d qualsas genere non devono nterferre con l'attvtà d formazone e aggornamento professonale. E' vetata la pubblctà d qualsas tpo d bene (prodotto o servzo) drettamente nelle aule n cu vene effettvamente svolta l'attvtà d formazone e aggornamento professonale con modaltà frontale e ne

14 materal cartace ed elettronc utlzzat per la ddattca sa con modaltà frontale che a dstanza (esempo nelle slde proettate, nelle dspense,... ). E' consentto che attvtà pubblctare d qualsas tpo d bene (prodotto o servzo) possano essere manfestate n sed adacent a quelle dedcate esplctamente all'attvtà d formazone e aggornamento professonale (ad esempo nell'area sponsor, regstrazone, espostva ecc... ) E' consentto che attvtà pubblctare d qualsas tpo possano essere svolte prma e dopo l'evento formatvo, e devono consentre la lbera partecpazone de dscent senza alcun vncolo per l rlasco de CFP prevst dall'evento Nel materale ddattco sa n forma cartacea che elettronca è possble nserre forme d pubblctà solo nelle pagne nzal e fnal. In partcolare per l materale nformatco e audo-vsvo nessuna pubblctà può essere nserta (sotto forma d "fnestre", vdeate, spot promozonal, etc.) durante lo svolgmento del programma educatvo. In entramb cas attvtà d pubblctà possono essere nsert solo all'nzo o alla fne. Nell'ambto d un evento formatvo è possble per un relatore utlzzare prodott dello sponsor per effettuare un esempo pratco, purché tale dmostrazone sa lmtata e contenuta rspetto alla durata dell'evento formatvo. E' vetata la vendta d materale da parte delle sponsor durante event formatv La dmostrazone pratca d software e strument d calcolo/msura durante event formatv che sano prodott/vendut/pubblczzat dallo sponsor non potrà essere oggetto d rconoscmento d credt e potrà essere svolta esclusvamente all'nzo o alla fne dell'evento formatvo e n nessun caso potrà essere prevsto l'obblgo d partecpazone a tale attvtà per Il rlasco de credt. E' consentta l'apposzone dellogo dello sponsor su: - programma e locandna dell'evento accompagnato dal rngrazamento - cartellonstca e segnaletca congressuale - lettera d'accompagnamento al programma - laccett porta badge penne, blocch notes e cartelle - att congressual - cavalern con rngrazamento su tavol durante servz d caterng (coffee break, lunch, colazon d lavoro, welcome dnner, cena relator e moderator, etc.). E' vetata l'apposzone dellogo dello sponsor nell'eventuale attestato d partecpazone con l'ndcazone de CFP per l relatvo evento. Nell'apposzone dellogo dello sponsor deve essere charamente ndcato che l soggetto svolge l ruolo d sponsor e deve essere charamente dstnto da quello dell'organzzatore. RAPPORTO TRA SPONSOR ESOGGETTI FORMATORI I soggett formator sono gl unc soggett responsabl dell'uso corretto della sponsorzzazone.

15 E' rchesta la trasparenza delle font d fnanzamento e de rapport con soggett sponsor medante la formalzzazone per scrtto d convenzon e contratt d sponsorzzazone che ndchno n modo esplcto le obblgazon d entramb contraent. Tal contratt devono essere res dsponbl al CNI per eventual controll Il soggetto formatore deve garantre la rservatezza degl elench e ndrzz sa de partecpant che degl nvtat e n nessun caso possono essere trasmess allo sponsor o utlzzat, comunque, a fn commercal. In nessun caso lo sponsor può raccoglere le scrzon all'evento. Analogamente nessun questonaro o materale raccolto durante l'evento può essere consegnato loro. Non s ncorre nella fattspece della sponsorzzazone quando la controparte del soggetto formatore (soggetto prvato o pubblco) non cheda alcuna pubblctà a fronte della propra prestazone (n denaro, ben o servz) e non abba contrbuto all'erogazone dell'attvtà formatva. In tal cas non è dunque rchesta la stpula d un contratto d sponsorzzazone. EVIDENZA ETRASPARENZA La presenza d sponsor deve essere charamente ndcata nel programma dell'evento e nel materale d comuncazone e promozone dello stesso. CONFLITTO DI INTERESSI Per confltto d nteress s ntende la condzone n cu un soggetto svolge contemporaneamente due ruol dfferent con possbltà d nterferenza dell'uno sull'altro. Tutte le nformazon, ndcazon, lnee guda ecc., che fanno parte d un programma formatvo devono essere basate sull'evdenza scentfca comunemente accettata e devono essere presentate n modo vertero. AI fne d nformare dscent su possbl confltt d'nteresse nel caso n cu un relatore o moderatore o formatore abba n essere un qualunque rapporto d dpendenza, collaborazone o consulenza con una azenda che dstrbusca e commercalzz prodott drettamente collegat al settore oggetto dell'evento formatvo occorre dcharare tale rapporto all'nzo dell'ntervento, qualora non esplctato con charezza nel programma dell'evento. INDICAZIONE ORGANIZZATORE EVENTO A sens d quanto prevsto dall'art.4 del Regolamento l programma cartaceo e l materale d promozone d qualunque tpo deve rportare n modo charo ed nequvocable che l'organzzatore dell'evento è l soggetto formatore. In caso d evento svolto con la collaborazone d altr soggett, che non sano sponsor (Ent pubblc, ammnstrazon,,,) è possble ndcare nel materale d cu sopra che l'evento è organzzato n collaborazone con ess. In tal caso deve però essere charamente dstnto l ruolo d Organzzatore da quello d collaboratore.

16 DIVIETO DI ACCREDITAMENTO CORSI ORGANIZZATI DA SOGGETTI NON AI SENSI DEL REGOLAMENTO DI CUI AL BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 13 DEL 15/07/2013. Sulla base d quanto prevsto dall'art. 4 del regolamento è fatto dveto per soggett formator d accredtare event organzzat da altr soggett. Nel caso d event che rlascano credt formatv l'organzzatore deve essere esclusvamente l soggetto formatore stesso che qund rappresenta l'unco responsable ne confront del CNI.

In caso di prima iscrizione durante l anno solare verrà applicata la seguente regola:

In caso di prima iscrizione durante l anno solare verrà applicata la seguente regola: LINEE DI INDIRIZZO 3 1) Detrazione di CFP nell'anno di prima iscrizione In caso di prima iscrizione durante l anno solare verrà applicata la seguente regola: a) iscrizioni da 1 Gennaio al 30 Giugno: alla

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI 1 CFGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI 1 CFGNERI CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 19/11/2014 U-nd/6638/2014 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI 1 CFGNERI 1111111111111111111111111111111111111111111111111 presso il MÙllslcro della Ciu.Hizia FB/U/2014 Circo n.450/xviii

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO -

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale"

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

Invio fascicolo di Bilancio

Invio fascicolo di Bilancio HELP DESK Nota Salvatempo 0052 TUTTOBILANCIO Invo fasccolo d Blanco Quando serve D seguto sono elencat passagg da segure per predsporre, frmare e scarcare una pratca d Blanco (Modello B) per la presentazone

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consglo Regonale della Campana Prot.n. 14872/A Al Sgnor Presdente della Gunta Regonale della Campana Va S. Luca, 81 NAPOLI A Presdent delle Commsson Conslar Permanent V e VI A Consgler Regonal Al Settore

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF.

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF. -- ["-_lci.',,"*i;* j L.---i1"1î_:_ - i ti{}il 4 Ír ;ì.,-l,'..* Dl PÉLTMNTO []E[.[-.,\. PUBtsl-lC.r\ SCtiF-g /,'f.a NREZT$NN CF,NTfuq,E NH,T,'T\{Mfffu\ZONE h ]ÈN,.A P{JL7,A }Hì".,LH FR(}}-iT'Ti:;ÍT.JJ

Dettagli

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.49 del 24/O1 2014 O ( G E T T O Concessone n comodato duso gratuto per la durata d un anno alla Socetà Cooperatv a Socale

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

(Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale" degli ingegneri)

(Art.5 c.1 e All.A del Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale degli ingegneri) SCHEMA ESEMPLIFICATIVO ISTANZA (da NON inviare in forma cartacea) AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM .~. -------------.--.---;-- ::o.' CURRCULUM VTAE ET STUDORUM DAT ANAGRAFC... Guseppe Antono Muscogur Nato a TorreSanta Susanna (BR) l 28.06.1964 Resdente n Torre Santa Susanna (BR) CAP 72028 Va Arcprete'

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO l AZENA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109~581 GROSSETO ~ Tel. 0564/485111 485551 C. Fsc. P. va 315940536 ELBERAZONE o 1 1 5 - ~ 2O M~R. 2012 N...EL... OGGETTO: "Nota dell'assessore al rtto alla Salute

Dettagli

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana @ @ COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) D etermnazone del Respons able dell' are a frnanzara Atto N. 09 del 05 03 20ls OGGETTO: Determnazone delf mporto della cassa vncolata alla data del 3lll2l20l4

Dettagli

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani r " CTTA D SALEM Lbero Consorzo Comunale d Trapan 4 SETTORE "Ambente Protezone Cvle Servz Cmteral Edlza popolare Uffco Art.5 Patrmono" AVVSO CENSMENTO AMANTO (scadenza 20 maggo 2015) S avvsa la Cttadnanza

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Azlendll... USl9 Grosseto AZENDA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551 - C. Fsc. P. va 00315940536 DELBERAZONE DEL DRETTORE GENERALE DOT. DANELE TEST 290 ~ DEL 2 9

Dettagli

E p.c. I moduli compilati vanno inviati tramite email all indirizzo info@scuolaedilebresciana.it oppure tramite fax al n 0302091737.

E p.c. I moduli compilati vanno inviati tramite email all indirizzo info@scuolaedilebresciana.it oppure tramite fax al n 0302091737. Bresca, 16/09/2015 Prot. 3240/15 Crcolare Telematca 39 E p.c. A TUTT GEOMETR SCRTT ALL ALBO LORO SED A TUTT GEOMETR PRATCANT SCRTT AL REGSTRO LORO SED Oggetto Cors rmozone e smaltmento amanto c/o Ente

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE UNVERSTÀ VTA-SALUTE SAN RAFFAELE DECRETO RETTORALE N. 4809 Vsta Vsto Vsta Vste la Legge 2 agosto 1999, n. 264 L RETTORE l Decreto del Mnstero dell'struzone, dell'unverstà e della Rcerca del 22 ottobre

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA Art. l Denomnazone e sede E' costtuta, l Assocazone culturale denomnata TUTTI PER ROMA, con sede n Roma, n vale Aventno 67, che, a secondo delle necesstà, potrà avere una o pù sed operatve n altr luogh.

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE UNIVERSIÀ DEGLI SUDI DI FERRARA Corso d laurea magstrale n SCIENZE INFERMIERISICHE E OSERICHE Classe LM/SN1 Scenze nfermerstche e ostetrche (DM 270/04) ANNO ACCADEMICO 2014-2015 IL SUDDEO DOCUMENO ORÀ

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 240 DEL 29 LUGLIO 2014 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 VOLUME 2 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE Socetà cooperatva per azon Sede socale: Vcenza, Va Btg. Framarn n. 18 scrtta al n. 1515 dell Albo delle Banche e de Grupp Bancar, codce AB 5728.1 Capogruppo del "Gruppo Banca Popolare d Vcenza Captale

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE Italano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI LEONE FRANCESCO Indrzzo 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro Telefono 0981-30254 Cellulare: 333-2011030 Fax

Dettagli

PROGETTO SCUOLA POPOLARE

PROGETTO SCUOLA POPOLARE SPIN TIME LABS & ICBIE Europa Onlus PROGETTO SCUOLA POPOLARE 1 P a g e 1. Introduzone 2. Obettv e fnaltà 3. I tutor del progetto 4. Modulo I. Sostegno scolastco. 5. Modulo II.- Corso d lngua talana 6.

Dettagli

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 31'110/2014 U-5s/6249/2014 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI IN'GEGNEH 11111111111 111111111111111' 111111111111 1III /''''''(1''},\{fIJ,ae'r'1 d~fi,j '-.;'H/h/r Crc n. 445/XVIII

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl EV Condzonamento srl EV Condzonamento srl catalogo generale 2007 Magazzno, uffco commercale e ammnstratvo: Va Lucreza Romana, 65/m 00043 Campno (RM) Italy Tel +39 6 79320072 (6 lnee r.a.) Fax +39 6 79320078

Dettagli

stabilisce le seguenti

stabilisce le seguenti s ~ SENZA INCANTO IL 9 aprle 2014 ORE 15,00 { 4 1 9ep~901\C 114 LI PMP ERGE 2367/2012. TRIBUNALE DI MILANO Sezone Terza Cvle - Esecuzon Immoblar. G.E. Dott.ssa Mennun PRIMO AWISO DI VENDITA E CON INCANTO

Dettagli

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E COMUNE DI MOLA Provìnca d Napol 2 ~ (S ILjmCIG E 0,Y/ 'J.V /"O,(V' S '' " e-ma!: su * > > ' > l " ', / M ' ; n (ì ', > I I Noa lì 25 febbrao 2016 (O\H'\ D NOI A l'j \l l Nl A Drgent Alle P.O.

Dettagli

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona Comune d CASTEL COLONNA Comune d MONTERADO Comune d RPE (TRECASTELL) Provnca d Ancona AWSO Con Legge della Regone Marche del 22 luglo 2013, n. 18, a decorrere dal 01 gennao 2014, e sttuto nella Provnca

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Metodologia di controllo. ERBORISTERIE (II edizione) Codice attività: 52.33.1. Indice

Metodologia di controllo. ERBORISTERIE (II edizione) Codice attività: 52.33.1. Indice Metodologa d controllo ERBORISTERIE (II edzone) Codce attvtà: 52.33.1 Indce 1. PREMESSA...2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...2 1.2 Cenn normatv - consuetudn commercal...3 2. ATTIVITÀ

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI TESSUTI PER L ARREDAMENTO, DI TAPPETI E DI BIANCHERIA DA TAVOLA E DA CASA

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI TESSUTI PER L ARREDAMENTO, DI TAPPETI E DI BIANCHERIA DA TAVOLA E DA CASA Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI TESSUTI PER L ARREDAMENTO, DI TAPPETI E DI BIANCHERIA DA TAVOLA E DA CASA Codce attvtà: 52.41.2 52.41.3 Indce 1. PREMES SA... 2 1.1 Caratterstche economco

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2011 predsposta dalla Gunta Esecutva del 04/02/2011 delberato dal Consglo d Isttuto del 11/02/2011 Per la formulazone del Programma Annuale 2011s tene conto del Decreto Intermnsterale

Dettagli

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA)

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA) XXX.XX Ordnanza sulla contrassegnazone delle automobl nuove con l etchetta ambentale (Ordnanza sull etchetta ambentale, OEA) del xx.xx. 2009 Il Consglo federale svzzero, vst gl artcol 8 capoverso e 6 capoverso

Dettagli

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~---

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~--- +ASL REGONEY ROMA 6 LAZO ~ U.O.c. Formazone-Comuncazone Unta' Operatva Formazone Te!. 0693273839-390 l Fax 0693273919 f Q ~ () () _ 1_ 00 t L Protocollo no )J,J. ~..v del rj...1...a ~ 4 P ------------~---

Dettagli

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE Assoc az one A N G E LI CENTROANTI VI OLENZA, ANTI STALKI NG EANTI STUPRO Pr oget t o:rete ANGELI BandoPer c or s nret e2013 A N G E LI Cent r oant v ol enz a, Ant s t al k ngeant s t upr o Gu da al l

Dettagli

Metodologia di controllo. COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI DI PROFUMERIA (II edizione) Codice attività: 52.33.2 Indice

Metodologia di controllo. COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI DI PROFUMERIA (II edizione) Codice attività: 52.33.2 Indice Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI DI PROFUMERIA (II edzone) Codce attvtà: 52.33.2 Indce 1. PREMESSA...2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...2 1.2 Consuetudn commercal

Dettagli

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/ ) do.d PRO 4r( tcoco) P cccman data \ R nta r Wr ìnce nle (,mun:cazon ezcne (1 ntencu ov stv 1 jtrred:al antro )ìrezonap ol3 3 C 3 APOL] c pata,a na e monc vaqcorn I( r -r le gjf ( [) F I(T.(.F IfgIlIUl!flllulII,

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

Curriculum Vitae Eu. con contratto atempo

Curriculum Vitae Eu. con contratto atempo Currculum Vtae Europass Currculum Vtae Eu con contratto atempo Vnctore d concorso ordnaro, cattedra d Educazone Tecnca nella meda, entrato n ruolo nell'a.s. 1984/1985. nsegnamento nelle attvtà d sostegno

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO. Codice attività: 52.47.3.

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO. Codice attività: 52.47.3. Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO Codce attvtà: 52.47.3 Indce 1. PREMESSA... 2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO DI PARTI DI RICAMBIO E ACCESSORI DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E CICLOMOTORI. Codici attività: 50.30.0 50.40.2.

Metodologia di controllo COMMERCIO DI PARTI DI RICAMBIO E ACCESSORI DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E CICLOMOTORI. Codici attività: 50.30.0 50.40.2. Metodologa d controllo COMMERCIO DI PARTI DI RICAMBIO E ACCESSORI DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E CICLOMOTORI Codc attvtà: 50.30.0 50.40.2 Indce 1. PREMESSA... 2 1.1 Caratterstche del settore... 2 2. ATTIVITÀ

Dettagli

Il Salotto del Mix. Dir. Sup. Domenico Vulpiani Direttore Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Milano, 16 ottobre 2008

Il Salotto del Mix. Dir. Sup. Domenico Vulpiani Direttore Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Milano, 16 ottobre 2008 Il Salotto del Mx Dr. Sup. Domenco Vulpan Drettore Servzo Polza Postale e delle Comuncazon Mlano, 16 ottobre 2008 Maggore rchesta d scurezza... l g da t n e t u t l g a d r o t a oper s l g da e n l on

Dettagli

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa A cura d: Barbara D Vetta Oggetto: Il regme dell IVA per cassa Con l decreto del Mnstero dell Economa e delle fnanze del 26 marzo 2009 (n Gazzetta Uffcale n. 96 del 27 aprle 2009), prevsto dall artcolo

Dettagli

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Statstca Applcata Vol. 17, n. 3, 2005 377 SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Gan Pero Cervellera Poste Italane, Dvsone Rete Terrtorale, Drezone Operazon, Svluppo Process Ducco

Dettagli

Attività professionali NUOVA VERSIONE DELLE METODOLOGIE

Attività professionali NUOVA VERSIONE DELLE METODOLOGIE Fnanza & Fsco Attvtà professonal NUOVA VERSIONE DELLE METODOLOGIE DI CONTROLLO (AGGIORNAMENTI): -Stud legal -Stud notarl Metodologa d controllo STUDI LEGALI (III EDIZIONE) Codce attvtà: 74.11.1 Indce 1.

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di'

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di' Repertoro N. 26064 Notao Raccolta N. 13000 Salvatore FEDERCO VERBALE D ASSEMBLEA STRAOPRDNARA REPUBBLCA TALANA L'anno duemla undc l gorno ventcnque del mese d luglo alle ore dcotto e ventcnque. n Gula

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI. Codice attività: 52.48.4. Indice

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI. Codice attività: 52.48.4. Indice Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI Codce attvtà: 52.48.4 Indce 1. PREMESSA...2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...2 1.2 Cenn normatv - consuetudn commercal...3

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico Opportuntà per le PMI d rsparmo economco ed energetco : dalla forntura alle buone pratche n azenda Effcenza energetca nelle PMI esemp d problem tpc e possbl soluzon www.europrogett.eu Effcenza energetca

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER presso A111stero dea Gustza CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER 17/12/2014 U-rsp/7378/2014 U-GF/ 14 111111111111111111111111111111 1111111111111111111111 Crc. n. 463/XV Sess. A

Dettagli

CONFORMITA DEL PROGETTO

CONFORMITA DEL PROGETTO AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 1 d 6 INDICE 1. PREMESSA...2 2. CALCOLI IDRAULICI...3 3. CONFORMITA DEL PROGETTO...6 R_Idr_Industre_1 Str.doc AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 2 d 6

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE E FORMAZIONE C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE E FORMAZIONE C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E ome IFORMAZIOI PERSOALI Galassso Mara Pa Indrzzo 87036 Rende (CS). Va G. Verd n 174 Telefono 0984-401028 E-mal azonaltà Luogo d nascta Data d nascta marapagalasso@lbero.t

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

CITFÀ DIPOMFEI 9 F EB 2015. Servizio Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. in data. Settore Affari Generali e Finanziari. Settore.

CITFÀ DIPOMFEI 9 F EB 2015. Servizio Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. in data. Settore Affari Generali e Finanziari. Settore. CITFÀ DIPOMFEI F ROVIN.\ Dl NAPOI.l Patrmono de11 Unant - Cttì d arte Settore Affar General e Fnanzar Servzo Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Settore I Proposta d Captolo n. determnazone del Drgente

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare Manuale delle Segnalazon Statstche e d Vglanza per gl Intermedar del Mercato Moblare Crcolare n. 148 del 2 luglo 1991 14 aggornamento del 16 dcembre 2009 VIGILANZA CREDITIZIA E FINANZIARIA Manuale delle

Dettagli

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana ARPAT Agenza regonaie per a proezone ambentae deia Toscana Decreto del Drettore Ammnstratvo N. del ) M 13 Proponente: Dott. ssa Danela Masn Settore Provvedtorato Pubblctà/Pubblcazone: Atto soggetto a pubblcazone

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013)

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013) p_vr.p_vr.registro UFFICIALE.I.0045688.30-04-2014.h.13:15 Allegato alla determnazone organzzatva n. del PROVINCIA DI VERONA Settore drezone generale Servzo gestone nformatzzata de fluss documental e trattamento

Dettagli

COMUNE DI SAN FELICE A rancello PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI SAN FELICE A rancello PROVINCIA DI CASERTA ~ COMUNE D SAN FELCE A rancello PROVNCA D CASERTA DETERl\1NAZONE UOUD~4ZONE ""' (art.184 d.lgs. 267/00 - art.54 reg. contabltà) N._91_ DEL _27_ / _07_ /2015_ REG. GEN. N.' 251- del ~/8' tu~.. 2tl15 SETTORE

Dettagli

CITTA Dl CIAM PINO PROVINCIA Dl ROMA

CITTA Dl CIAM PINO PROVINCIA Dl ROMA , D, ).., CTTA Dl CAM PNO PROVNCA Dl ROMA ( ( L DELBERAZONE ORGNALE DEL CONSGLO COMUNALE zttto v. 28 [Oggetto: Approvazone Alquote Tas Del 09.04.2014 1 L anno duernlaquattordc, l gorno nove del mese d

Dettagli

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008 REGONE SCLA REGONE LAZO REGONE PEMONTE CONVEGNO NAZONALE SCUREZZA NE CONTRATT PUBBLC Problematiche e prospettive applicative Gestione della sicurezza nei lavori pubblici Palermo - 28 ottobre 2008 Palazzo

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli