Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto"

Transcript

1 Job Camere Job Camere s.r.l. Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto Capitolato tecnico Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 1 di 11

2 Indice 1 Introduzione al documento Scopo del documento Termini e definizioni Job Camere Srl: profilo della società Oggetto del Servizio, requisiti e specifiche Oggetto del Servizio Quantità dei buoni pasto Ordinativo di fornitura Buoni pasto Restituzione Buoni pasto Rete di Esercizi Convenzionati Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 2 di 11

3 1 Introduzione al documento 1.1 Scopo del documento Il presente documento definisce le specifiche per la fornitura di un servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto. La lingua utilizzata per tutte le comunicazioni relative alla gara e per la fornitura dei servizi richiesti è la lingua italiana. 1.2 Termini e definizioni Termine Buono pasto Descrizione Il documento di legittimazione in forma cartacea, del valore nominale di cui al capitolo 3.1 del presente Capitolato che attribuisce al possessore, ai sensi dell art del Codice Civile, il diritto di ottenere dagli Esercizi Convenzionati la somministrazione di alimenti e bevande nei tempi e secondo le modalità legislative e/o contrattuali che regolano il servizio sostitutivo di mensa aziendale degli stessi. Contraente/Appaltatore Contratto Il Buono pasto viene definito a valore se dà il diritto al possessore di consumare pasti fino al raggiungimento del valore nominale del Buono pasto stesso. L impresa/raggruppamento temporaneo di imprese/consorzio aggiudicataria del Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto. Lo schema di contratto riportato in allegato B del Disciplinare di gara. Dipendenti e assimilati: Lavoratori dipendenti e parasubordinati (Contratto a Progetto, i CO.CO.CO, gli stagisti, i somministrati) con sede di lavoro sul territorio nazionale. Esercizio/i Esercizio/i Convenzionato/i Job Camere Srl/Stazione Appaltante Gli esercizi di somministrazione di cui alla legge 25 agosto 1991, n. 287 e s.m.i. ed alle eventuali leggi regionali in materia di commercio, che svolgono le attività di somministrazione di alimenti e bevande, nonché le attività di cessione di prodotti di gastronomia pronti per il consumo; le mense aziendali ed interaziendali, le rosticcerie e gastronomie artigianali, i cui titolari siano iscritti all albo di cui all articolo 5, primo comma, della legge 8 agosto 1985, n. 443 e s.m.i., nonché gli esercizi di vendita di cui al D.Lgs 31 marzo 1998, n. 114 e s.m.i., ed alle eventuali leggi regionali in materia di commercio, legittimati a vendere i prodotti appartenenti al settore merceologico alimentare. Gli Esercizi appositamente convenzionati con l Appaltatore e presso i quali l Appaltatore garantisce la spendibilità dei Buoni pasto. Job Camere Srl Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 3 di 11

4 Termine R.U.P. Sconto Sede/i di consegna Valore aggiudicato Valore nominale Descrizione Responsabile Unico del Procedimento. Lo sconto massimo sul valore nominale del Buono pasto, espresso in percentuale, che l Appaltatore riconoscerà a Job Camere Srl per ciascun Buono pasto speso. Sede di Job Camere Srl dove è richiesta la consegna dei Buoni pasto. Il valore del Buono pasto offerto dall Appaltatore, al netto dello sconto sul Valore nominale. Il valore della prestazione indicata sul Buono pasto. Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 4 di 11

5 2 Job Camere Srl: profilo della società Job Camere s.r.l. è l Agenzia per il Lavoro delle Camere di Commercio regolarmente autorizzata dal Ministero competente all attività di somministrazione di lavoro. Job Camere s.r.l. è stata istituita dal Sistema Camerale per mettere a disposizione delle CCIAA italiane le risorse umane necessarie allo svolgimento delle funzioni a loro assegnate, ove tali funzioni non possano essere svolte dal personale interno, numericamente inferiore alle esigenze. La società è partecipata esclusivamente dalle Camere di Commercio, dalle loro Unioni e dalle Società del sistema camerale partecipate interamente dalle Camere di Commercio e dalle loro Unioni. Il controllo esercitato dalle Camere di Commercio sulla società consente la massima semplicità e flessibilità nei rapporti, la certezza di una gestione corretta e oculata della società, in particolare per quanto riguarda i rapporti di lavoro con il personale somministrato, e la massima trasparenza sulle tariffe praticate. Inoltre, per la sua natura e per il mercato a cui si rivolge in maniera esclusiva, Job Camere si configura come la società a più alto livello di specializzazione del settore relativamente ai fabbisogni di personale delle CCIAA ed è in grado di fornire tempestivamente risorse professionali formate e addestrate a cura di personale interno con competenza ed esperienza dell ambiente, delle procedure e delle applicazioni in uso presso le Camere di Commercio. La fornitura di personale avviene tramite una mirata ricerca e selezione delle risorse, svolgendo quindi un attività di consulenza di direzione finalizzata alla risoluzione di una specifica esigenza dell organizzazione committente, erogata attraverso l individuazione di candidature idonee a ricoprire una o più posizioni lavorative in seno all organizzazione medesima, su specifico incarico della stessa. Poiché le Camere di Commercio sono presenti in ogni provincia italiana, Job Camere. può operare potenzialmente su tutto il territorio nazionale. Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 5 di 11

6 3 Oggetto del Servizio, requisiti e specifiche I paragrafi successivi del presente Capitolato tecnico descrivono l'oggetto del servizio richiesto. 3.1 Oggetto del Servizio II presente Capitolato disciplina il servizio sostitutivo di mensa mediante Buoni pasto, da erogarsi in favore di Job Camere Srl. Il Buono pasto definito a valore - attribuisce all utilizzatore il diritto di consumare pasti fino al raggiungimento del valore nominale del Buono pasto stesso restando a carico del medesimo il pagamento dell eventuale differenza tra il prezzo del pasto e il valore del Buono pasto. Il Buono pasto non potrà in nessun caso attribuire all utilizzatore il diritto di ricevere somme di denaro, beni e/o prestazioni diverse da quelle descritte, e non potrà in nessun caso essere utilizzato né da persone diverse dai dipendenti di Job Camere Srl e/o dai lavoratori fiscalmente assimilati ai dipendenti di Job Camere Srl (quali a titolo esemplificativo i lavoratori con Contratto a Progetto, i CO.CO.CO, gli stagisti, i somministrati) né in tempi diversi rispetto a quelli in cui può essere esercitato il diritto alle prestazioni di mensa aziendale. Job Camere Srl è manlevata da qualsiasi pretesa possa l Esercizio Convenzionato avanzare nei suoi confronti sino al limite del controvalore del Buon pasto. In nessun caso l utilizzo del Buono pasto può dar luogo al rilascio di fattura da parte dell Esercizio Convenzionato nei confronti di Job Camere Srl, dei suoi dipendenti e dei lavoratori fiscalmente assimilati ai dipendenti di Job Camere Srl. L'erogazione del servizio dovrà avvenire mediante una rete di Esercizi Convenzionati con l Appaltatore, dietro presentazione di Buoni pasto cartacei. L Appaltatore si obbliga ad assicurare l'erogazione del servizio ad Job Camere Srl mediante Buoni pasto, nella quantità dalla stessa richiesta e fino al raggiungimento dell importo massimo di aggiudicazione. Il Valore nominale dei Buoni pasto è pari a: Euro 7,00 I.V.A. esclusa Euro 8,50 I.V.A. esclusa. Il Valore nominale dei Buoni pasto rappresenta l'importo massimo spendibile presso gli Esercizi Convenzionati. Nel servizio sostitutivo di mensa, di cui al presente Capitolato, sono comprese tutte le attività connesse allo svolgimento del servizio medesimo, così come regolamentate dal presente documento. Le caratteristiche della rete di Esercizi Convenzionati sono quelle riportate al capitolo 4 del presente Capitolato. 3.2 Quantità dei buoni pasto Si stimano le seguenti quantità di Buoni pasto nominativi da Euro 7,00 e da Euro 8,50 che dovranno essere consegnate annualmente presso le sedi di seguito indicate: Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 6 di 11

7 Buoni pasto da Euro 7,00: ALESSANDRIA Via Volchieri, Alessandria 390 AGNADELLO Via Treviglio, Agnadello (CR) 590 AREZZO Via Spallanzani, Arezzo 170 AVELLINO Piazza Duomo, Avellino 620 BARI Corso Cavour, Bari 6990 BENEVENTO Piazza IV Novembre, Benevento 80 BERGAMO Largo Belotti, Bergamo 540 BOLOGNA Piazza Costituzione, Bologna 360 CAGLIARI Largo Carlo Felice, Cagliari 2760 CASERTA Via Roma, Caserta 2060 CREMONA Piazza Stradivari, Cremona 100 ENNA Piazza Garibaldi, Enna 190 FERMO CCIAA Via O. Respighi, Fermo 120 FERMO AZIENDA SPECIALE Corso Cefalonia, Fermo 100 FIRENZE Piazza dei Giudici, Firenze 660 GENOVA Via Garibaldi, Genova 450 IMPERIA Via Schiva, Imperia 1350 LATINA Viale Umberto I, Latina 1450 LECCE Via Gallipoli, Lecce 400 MASSA CARRARA Via VII Luglio, Massa Carrara 290 MARCIANO DELLA CHIANA (AR) Località Badicorte Arezzo 200 MATERA Via Lucana, Matera 230 MESSINA Piazza Cavallotti, Messina 880 MILANO Via dei Piatti Milano 400 MODENA Via Ganaceto, Modena 2080 MONZA Piazza Cambiaghi, Monza 340 NOVARA Via degli Avogrado, Novara 180 ORISTANO Via Carducci, Oristano 610 PADOVA Corso Stati Uniti Padova * PADOVA Piazza Insurrezione, 1/A Padova 1760 PAVIA Via Mentana, Pavia 660 PISA Piazza Vittorio II, Pisa 90 POTENZA Corso XVIII Agosto, Potenza 380 RAGUSA Piazza della Libertà Ragusa 200 ROMA CCIAA Via Capitan Bavastro, Roma 1090 ROMA SI CAMERA Via Boncompagni, Roma 1410 ROMA ICO Via Nomentana Roma 400 ROMA RETECAMERE Via Valadier, Roma 190 ROMA TAGLIACARNE Via Appia Pignatelli, Roma 430 ROMA UNIONCAMERE Piazza Sallustio, Roma 3110 SALERNO Via S. Allende, 19/ Salerno 2120 SASSARI Via Roma, Sassari 510 SIENA Piazza Matteotti, Siena 290 SIRACUSA Via Duca degli Abruzzi, Siracusa 320 TARANTO Viale Virgilio, Taranto 380 TORINO Via Carlo Alberto, Torino 5340 TREVIGLIO Via Dalmazia, Treviglio BG) 370 TREVISO Piazza Borsa, 3/B Treviso 1430 VIBO VALENTIA Piazza San LeoLuca, Complesso Valentianum Vibo Valentia 320 VICENZA Via Montale, Vicenza 110 VICIOMAGGIO Via Provinciale di Pescaiola, 83 - Civitella Arezzo 110 TOTALE: *di cui 200 non nominativi dovranno essere recapitati presso la sede di Job Camere Srl di Padova (35127) Corso Stati Uniti, 14. Buoni pasto da Euro 8,50: ROMA INFOCAMERE Via G. B. Morgagni, 30/H Roma TOTALE: Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 7 di 11

8 L elenco di cui sopra potrà essere incrementato in base all acquisizione di altri clienti nel territorio nazionale. I valori sopra indicati sono stati stimati sulla base dell utilizzo di Buoni pasto negli anni precedenti e delle future necessità, ed hanno pertanto valore indicativo senza che ciò comporti alcun impegno minimo di utilizzo da parte di Job Camere Srl. 3.3 Ordinativo di fornitura Buoni pasto L Appaltatore si impegna a consegnare un numero di Buoni pasto sulla base di uno specifico ordine inoltrato da Job Camere Srl. Ogni Buono pasto dovrà recare a stampa: la ragione sociale ed il codice fiscale della Società di emissione, l intestazione di Job Camere Srl, il numero progressivo del Buono pasto, il valore nominale del Buono pasto, il periodo di validità del Buono pasto (che dovrà essere fissata in un periodo minimo non inferiore ai dodici mesi) la dicitura: il Buono pasto non è cumulabile, né cedibile, né commerciabile, né convertibile in denaro; può essere utilizzato solo se datato e sottoscritto dall utilizzatore. Dovranno inoltre essere previsti degli appositi spazi in bianco per: la firma e la data di utilizzo, l apposizione del timbro dell Esercizio Convenzionato. I Buoni pasto dovranno inoltre essere: (per i Buoni pasto nominativi) fascicolati in blocchetti personalizzati la cui copertina dovrà riportare il nominativo dell utilizzatore, (per i Buoni pasto nominativi) raggruppati per ciascun nominativo, consegnati, nella quantità richiesta, presso la sede indicata nell ordine inoltrato da Job Camere Srl. L ordine per la richiesta di Buoni pasto nominativi potrà essere inoltrato da Job Camere Srl tramite o tramite portale web dell appaltatore; l ordine dovrà necessariamente contenere i seguenti dati: l elenco dei nominativi dei dipendenti utilizzatori dei buoni pasto; la quantità di buoni pasto per ciascun dipendente; la sede di consegna dei buoni pasto, e quanto altro ritenuto necessario al perfezionamento dell ordine. L ordine per la richiesta dei Buoni pasto non nominativi sarà inoltrato da Job Camere Srl separatamente, a mezzo o tramite portale web dell appaltatore, indicando il quantitativo dei buoni pasto da consegnare. Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 8 di 11

9 3.3.2 La consegna dei buoni pasto dovrà avvenire entro e non oltre 7 giorni solari dall invio dell ordine da parte Job Camere Srl L Appaltatore dovrà provvedere, a propria cura e spese: a) entro 7 giorni solari dalla specifica richiesta, alla sostituzione dei buoni pasto che risultassero deteriorati e quindi non più utilizzabili, b) entro 4 giorni solari dalla specifica richiesta, alla sostituzione dei buoni pasto che presentano errori di stampa. In caso di ritardo nell esecuzione delle prestazioni indicate nel presente paragrafo rispetto ai termini ivi previsti, sarà facoltà di Job Camere Srl applicare le penali previste contrattualmente. 3.4 Restituzione Buoni pasto Il Contraente dovrà provvedere, a propria cura e spese, al ritiro dei buoni pasto non utilizzati dalla Stazione Appaltante entro e non oltre tre mesi dalla data di scadenza degli stessi. Il Contraente dovrà, altresì, provvedere, a propria cura e spese, al ritiro dei buoni pasto rimasti inutilizzati al termine del rapporto contrattuale. In ogni caso il Contraente dovrà emettere nota di accredito. Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 9 di 11

10 4 Rete di Esercizi Convenzionati 4.1 Ai sensi dell art. 285 comma 8 del D.P.R. 207/2010, l Appaltatore è tenuto a garantire e dimostrare, ai sensi del successivo punto 4.2, entro 30 (trenta) giorni dalla data dell aggiudicazione, la presenza di Esercizi Convenzionati come meglio specificato nel seguito: almeno 5 esercizi nel raggio di metri da ciascuna delle sedi Job Camere e unità produttive, di seguito indicate: o Roma - Via Nomentana, 201 ; o Padova C.so Stati Uniti, 14; o Milano - Via Dei Piatti, 11; o Torino Via Carlo Alberto, 16; o Napoli Corso Meridionale 58 e Centro Direzionale Isola C2; o Cagliari Corso Largo Felice, 72; almeno 10 esercizi, per le località capoluogo di provincia diverse da quelle indicate al punto precedente; 5 esercizi nel raggio di 5 chilometri per tutte le restanti località diverse da quelle indicate nei punti che precedono e specificate nella seguente tabella: Agnadello (CR) Alba Adriatica (TE) Marciano della Chiana (AR) Mercato San Severino (SA) Mosciano (TE) Nocera Superiore (SA) Sanremo (IM) Sala Consilina (SA) Sassuolo (MO) Treviglio (BG) Vallo della Lucania (SA) Viciomaggio (AR) Si specifica che gli indirizzi delle sedi comunali sono quelli ufficiali presenti in calce ai siti internet istituzionali dei rispettivi comuni. 4.2 Entro 30 (trenta) giorni dall aggiudicazione, l Appaltatore dovrà trasmettere ad Job Camere Srl apposito prospetto, in formato PDF, riportante per ciascuna delle località sopra indicate l esatto numero degli Esercizi Convenzionati, nonché riportante: Ragione Sociale dell Esercizio Convenzionato; Numero di Partita IVA dell Esercizio Convenzionato; tipologia dell Esercizio Convenzionato; Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 10 di 11

11 Comune ed indirizzo dell Esercizio Convenzionato; Data scadenza della Convenzione tra l Appaltatore e l Esercizio Convenzionato. Nel prospetto gli Esercizi Convenzionati dovranno essere suddivisi per regione e capoluogo di provincia. 4.3 E facoltà di Job Camere Srl richiedere copia delle Convenzioni in essere. L Appaltatore dovrà consegnare tale documentazione entro 15 giorni solari dalla richiesta, pena l applicazione delle penali contrattualmente previste. Le Convenzioni dovranno contenere, almeno, le informazioni di cui all art. 285, comma 9 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. 4.4 L Appaltatore è tenuto a mantenere tutti i rapporti con gli Esercizi Convenzionati, sollevando Job Camere Srl da ogni responsabilità ed onere. 4.5 L Appaltatore, pena l applicazione delle penali contrattualmente previste, è tenuto a: a) comunicare ad Job Camere Srl, nel termine di 30 (trenta) giorni dall evento, le eventuali variazioni nell elenco degli esercizi convenzionati, impegnandosi a mantenere invariato il numero minimo degli stessi secondo quanto indicato al paragrafo 4.1; b) sostituire, entro 20 giorni dalla specifica richiesta di Job Camere Srl, gli Esercizi Convenzionati che fossero reputati non idonei con altri adeguati. 4.6 L Appaltatore, pena la risoluzione del contratto, si impegna a mantenere, per tutta la durata del contratto, il numero minimo degli Esercizi Convenzionati indicato al precedente paragrafo Job Camere Srl si riserva la possibilità di incrementare/modificare il numero di località presso le quali l Appaltatore dovrà garantire la presenza di Esercizi Convenzionati in ragione della distribuzione del proprio personale sul territorio italiano, dandone comunicazione con un preavviso di 30 (trenta) giorni. Capitolato tecnico: Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto pag. 11 di 11

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche PRATO Valori medi 21-25 della media 1999-23 e 2-24. (Italia = 1) Umano e le politiche per migliorare il (Siemens-Ambrosetti, 23) Lucca, Siena, PratoArezzo, Livorno Massa Carrara, Pistoia Pisa Grosseto

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata,

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata, ALESSANDRIA Competenza territoriale per le province di Alessandria, Asti Via A. Gramsci, 2 15121 Alessandria Tel. 0131/316265 e-mail: alessandria.r.dipartimento@inail.it-posta certificata: alessandriaricerca@postacert.inail.it

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 011 - Consorzi e Gruppi di imprese (art. 31, d.lgs. 276/2003)

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

Ufficio Città Totali Distretto

Ufficio Città Totali Distretto Ufficio Città Totali Distretto Procura della Repubblica Termini Imerese 296 Palermo Procura della Repubblica Sciacca 254 Palermo Ufficio di Sorveglianza Trapani 108 Palermo P.G. della Rep. presso Corte

Dettagli

INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128

INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128 INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128 Oggetto: Versamenti volontari del settore agricolo - anno 2007. Sommario: 1) Lavoratori agricoli dipendenti 2) Coltivatori diretti, mezzadri e coloni e imprenditori

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI : PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI. ABITAZIONE PRINCIPALE DA 33 A 133 MEDI EURO L ANNO. SECONDE CASE SCONTI IN 59 CITTA PER I REDDITI MEDIO

Dettagli

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 28 febbraio 2014 prot. n. 1479 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011 Tabella riportante per ciascun ambito le date aggiornate per l intervento sostitutivo della Regione di cui all'articolo 3 del, in caso di mancato avvio della gara da parte dei Comuni, in seguito a DL n.69/2013

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000)

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) Lettera circolare n 195/2000 Allegato 1/1 SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) 1. DATI GENERALI DELLA SCUOLA DATI ANAGRAFICI

Dettagli

Elenco dei numeri dei conti correnti "Poste italiane Proventi di Filiale..." da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio

Elenco dei numeri dei conti correnti Poste italiane Proventi di Filiale... da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio AGRIGENTO 306928 POSTE ITALIANE SPA FILIALE AGRIGENTO - PROVENTI DI FILIALE IT75P0760116600000000306928 ALBA 15674286 POSTE ITALIANE SPA FILIALE ALBA PROVENTI FILIALE IT89P0760110200000015674286 ALESSANDRIA

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura.

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura. Riparazioni in garanzia: Per poter usufruire dell'assistenza tecnica in garanzia, il cliente deve contattare la sede Toshiba Italy Srl tramite il numero a pagamento messo a disposizione. 199... Gestione

Dettagli

PAGINE GIALLE. Roma, marzo 2006

PAGINE GIALLE. Roma, marzo 2006 PAGINE GIALLE Roma, marzo 2006 0 Per il 2006 è in corso il rinnovo dell accordo con SEAT. A tal riguardo Poste Italiane provvederà ad assicurare l intera distribuzione e raccolta dei set. Tale processo

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Complesso Monumentale La Venaria Reale CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Complesso Monumentale La Venaria Reale CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Complesso Monumentale La Venaria Reale CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Servizio sostitutivo di mensa mediante erogazione di buoni pasto elettronici al personale dipendente del Consorzio di Valorizzazione

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE ----------- IL DIRETTORE GENERALE Decreto n.5 VISTO il Contratto collettivo nazionale del Comparto scuola, sottoscritto il 26/05/99, ed in particolare l art.34, che ha delineato il profilo di Direttore

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo

Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (4a Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 5 del 20 gennaio

Dettagli

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari. Direzione Centrale Accertamento RISOLUZIONE N. 64/E Roma, 18 maggio 2005 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO Con la scadenza della prima rata della Tasi prevista per il prossimo 16 giugno, i Comuni incasseranno

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Codice Iban Descrizione Conto Sede o Ufficio di Riferimento

Codice Iban Descrizione Conto Sede o Ufficio di Riferimento 000013255112 IT-48-J-07601-10400-000013255112 INPDAP CONTRIBUTI VARI ALESSANDRIA 000012080636 IT-47-Q-07601-02600-000012080636 INPDAP CONTRIBUTI VARI ANCONA 000011499654 IT-90-Y-07601-03600-000011499654

Dettagli

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Tel. 0392807521 0392807511 Gli under 30 italiani e la qualità della vita per provincia A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Nel capoluogo ligure gli under 30 hanno più opportunità a livello lavorativo e più

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA

Dettagli

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva Novembre 2012 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

Europaconcorsi For architects only (/) Italian Liberty Free! 1 di 6 26/04/14 01.15. AdWords per i video

Europaconcorsi For architects only (/) Italian Liberty Free! 1 di 6 26/04/14 01.15. AdWords per i video Lingua: Italiano (/locales/set/it) English (/locales/set/en) Aggiungi un Progetto (/projects/new) Registrati (/signup) Accedi (/login) Europaconcorsi For architects only (/) Bandi (/competitions) Autori

Dettagli

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009 L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE Luglio 2009 Una analisi per i comuni capoluogo di provincia PUBBLICAZIONI Monografia A cura di Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Tipo comunicazione Codice comunicazione 01 - Prospetto informativo 1001514C00394126 Data invio 13/02/2014

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE La struttura imprenditoriale Report 2 / 2012 1862-2012 150 anni per lo sviluppo Camera di Commercio Forlì-Cesena UFFICIO STATISTICA E STUDI OSSERVATORIO

Dettagli

FEDERALISMO MUNICIPALE

FEDERALISMO MUNICIPALE FEDERALISMO MUNICIPALE DECRETO LEGISLATIVO 292 (STIME E PROIEZIONI SULLA BASE DEL TESTO DEPOSITATO IN COMMISSIONE BICAMERALE PER IL FEDERALISMO) Proiezione degli effetti sui singoli Comuni Capoluoghi di

Dettagli

DALLA TARSU ALLA TARES: DI MALE IN PEGGIO

DALLA TARSU ALLA TARES: DI MALE IN PEGGIO DALLA TARSU ALLA TARES: DI MALE IN PEGGIO Sintesi dell indagine della UIL Servizio Politiche Territoriali - Osservatorio sulla fiscalità locale sulla TARSU e TARES NEL LA TASSA/TARIFFA SUI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva1 1. Premessa Roma, febbraio 2007 Gli asili nido comunali rientrano

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI CAPITOLATO D ONERI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI CAPITOLATO D ONERI CAPITOLATO D ONERI FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ELETTRONICI (badge) AL PERSONALE DIPENDENTE DELLO I.A.C.P. DELLA PROVINCIA DI CASERTA CIG: 5598090A00-1 - ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

tour febbraio-aprile terza edizione

tour febbraio-aprile terza edizione tour 2014 febbraio-aprile terza edizione 60 città 141 ordini e collegi provinciali patrocinanti edizione 2013 93.280 12% 12% 17% 29% 30% ALCUNI NUMERI contatti autorevole comitato scientifico enti e aziende

Dettagli

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale MODULO LOCALE Quotidiani e periodici con diffusione locale ABRUZZO Chieti Centro (il) - ed. Chieti Lanciano-Vasto L Aquila Centro (il) - ed. l'aquila Avezzano Sulmona Pescara Centro (il) Pescara Centro

Dettagli

COD. CIG 3175983813. Pag. 1/7

COD. CIG 3175983813. Pag. 1/7 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA, A MEZZO DI BUONI PASTO ELETTRONICI, TRAMITE CARD, A FAVORE DEI DIPENDENTI DI AREA SPA DAL 01/01/2012 AL 31/12/2013 COD.

Dettagli

Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi

Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi Fonte 15-12-2011 ore 12:31 - sb GIOCHI: 2011 RECORD, RACCOLTA A 76 MLD Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi Ancora

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO

LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO Federica Bonafaccia Antonio Griesi Sergio Vento in collaborazione con LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO la componente patrimoniale della nuova

Dettagli

La Crisi della Ristorazione

La Crisi della Ristorazione La Crisi della Ristorazione Ufficio studi 1 L IMPATTO DELLA CRISI SULLA RISTORAZIONE IN ITALIA I sumi delle famiglie nella ristorazione La spesa delle famiglie in servizi di ristorazione è stata nel 2011

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

Chi siamo. Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali.

Chi siamo. Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali. IO SONO POPOLARE Chi siamo Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali. Da 150 anni partecipiamo alle storie di famiglie e imprese dei nostri territori.

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 19 DEL 18.06.2014

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 19 DEL 18.06.2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE TERRE VERDIANE N. 19 DEL 18.06.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE E L UTILIZZO DEI BUONI PASTO. Il giorno 18 giugno 2014 alle ore 18.00, presso

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Immigrati: 335mila imprese nel 2014, in testa cinesi e marocchini, più spazio a bengalesi e indiani Cresciute di 23mila unità in un anno Roma, 7 aprile 2015 L Italia delle

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

Bollettino Statistico

Bollettino Statistico I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Statistico IPER: L'andamento dei prezzi effettivi per la garanzia r.c.auto nel terzo trimestre 2014 Anno II - n. 1, 20 febbraio

Dettagli

Capitolo 10. Elezioni

Capitolo 10. Elezioni Capitolo 10 Elezioni 10. Elezioni A partire dal referendum istituzionale e dall elezione per l Assemblea costituente del 2 giugno 1946, l Istat, in collaborazione con il Ministero dell interno, ha curato

Dettagli

- 2002 - PROVINCIA MONITOR BIELLA

- 2002 - PROVINCIA MONITOR BIELLA Rilevazione Dicembre - 2002 - PROVINCIA MONITOR BIELLA INDICE Metodologia Immagine dell'ente La notorietà dei settori di competenza della Le aree di intervento nei settori di attività sviluppati dalla

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

Indagine sulle tariffe applicate

Indagine sulle tariffe applicate Indagine sulle tariffe applicate 1 Indagine realizzata a cura dell Osservatorio prezzi&tariffe di Cittadinanzattiva 2 Indice Premessa... 5 Nota metodologica... 7 I risultati dell indagine... 8 Dati territoriali...

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

Le tesi di laurea dovranno infatti essere incentrate su studi che, a seconda della disciplina, riguardino il paese e il territorio di Oppeano.

Le tesi di laurea dovranno infatti essere incentrate su studi che, a seconda della disciplina, riguardino il paese e il territorio di Oppeano. Pagina 1 di 5 Aggiungi un Progetto (/projects/new) Registrati (/signup) Accedi (/login) Europaconcorsi Beta (/) Bandi (/competitions) Autori (/authors) Progetti (/projects) Risultati (/results) Jobs (/jobs)

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.0_.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.14 Feb 07 2011 Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione Sondaggio ANDI Delibera

Dettagli

AudiOutdoor non solo audience. Dentro Media Consultants 17 giugno 2011

AudiOutdoor non solo audience. Dentro Media Consultants 17 giugno 2011 AudiOutdoor non solo audience Dentro Media Consultants 17 giugno 2011 Concessionarie in AudiOutdoor Servizi AudiOutdoor Controllo e certificazione campagne Disponibilità Impianti Inpedoc - Documentazione

Dettagli

OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE

OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE Parma, 16 aprile 2013 STILI E CONSUMI ALIMENTARI SEGMENTAZIONE DELL OFFERTA OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI PERCORSI FORMATIVI STILI E CONSUMI

Dettagli

Ingegneria discipline varie

Ingegneria discipline varie Ingegneria discipline varie I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-8 - INGEGNERIA

Dettagli

Lettere Lingue Mediazione linguistica

Lettere Lingue Mediazione linguistica Lettere Lingue Mediazione linguistica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-10

Dettagli

PAOLA 577 UDINE 700 PARMA 999 URBINO 173 PATTI 427 VALLO DELLA LUCANIA 520 PAVIA 533 VARESE 670 PERUGIA 1684 VASTO 301 PESARO 648 VELLETRI 826

PAOLA 577 UDINE 700 PARMA 999 URBINO 173 PATTI 427 VALLO DELLA LUCANIA 520 PAVIA 533 VARESE 670 PERUGIA 1684 VASTO 301 PESARO 648 VELLETRI 826 NUMERO DI AVVOCATI RACCOLTI PERSONALMENTE DALL'AUTORE DI QUESTE RIGHE DA CIASCUN CONSIGLIO DELL'ORDINE DEL NOSTRO PAESE, SECONDO UN CRITERIO ALFABETICO ALLA DATA DEL 31 DICEMBRE 2006 DOC. N. 1 ACQUI TERME

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Calcolo del fabbisogno energetico

Calcolo del fabbisogno energetico Calcolo del fabbisogno energetico Il fabbisogno energetico mensile Fasi di calcolo del fabbisogno energetico mensile Fattori climatici e gradi-giorno Gli scambi termici Scambi termici per trasmissione

Dettagli

SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Servizio Ragioneria e Personale

SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Servizio Ragioneria e Personale Comune di Marzano Appio (Prov. Caserta) e-mail ragioneria.marzano@libero.it - Tel. 0823/929216 Fax 0823/929220 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Servizio Ragioneria e Personale DETERMINAZIONE N.24 DEL 18/06/2013

Dettagli

CIRCOLARE N. 7. Direzione dell Agenzia

CIRCOLARE N. 7. Direzione dell Agenzia PROT. n 63125 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: CIRCOLARE N. 7 Direzione dell Agenzia DATA DECORRENZA: 1 ottobre 2004 Roma, 12 agosto 2004 Attribuzione di nuovi codici ufficio ai fini del pagamento

Dettagli

Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni

Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE MARCHE ANCONA Strada Cameranense 335/c Ancona Centralino: 071/4190330-260-261 Fax: 071/4190327

Dettagli