BANDO CREATIVITÀ: EVENTI E LUOGHI PER L INNOVAZIONE NELLA MODA E NEL DESIGN FAQ AGGIORNATE AL 18 DICEMBRE 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO CREATIVITÀ: EVENTI E LUOGHI PER L INNOVAZIONE NELLA MODA E NEL DESIGN FAQ AGGIORNATE AL 18 DICEMBRE 2014"

Transcript

1 INDICE 1. UN SOGGETTO BENEFICIARIO PUÒ PRESENTARE UN PROGETTO IN QUALITÀ DI CAPOFILA E PARTECIPARE A PIÙ PROGETTI IN QUALITÀ DI PARTNER? NEL CASO DELL UNIVERSITÀ, SI PUÒ INTENDERE COME CAPOFILA IL SINGOLO DIPARTIMENTO UNIVERSITARIO? POSSONO PRESENTARE DOMANDA ANCHE LE GRANDI IMPRESE? COSA SI INTENDE PER SPESE DI PERSONALE? È POSSIBILE INDICARE LE SPESE COMPRENSIVE DI IVA PER I CASI IN CUI L IVA NON È RECUPERABILE? COME DEVE ESSERE INTESA LA PARTECIPAZIONE DI UN ENTE LOCALE, DI UNA CAMERA DI COMMERCIO E DI SUE PARTECIPATE O DI UNA SOCIETÀ REGIONALE? COSA SI INTENDE PER DOCUMENTI ATTESTANTI LA STIMA DEI COSTI? PER I PROGETTI A VALERE SU ENTRAMBE LE LINEE, LA PERCENTUALE MINIMA DEL 60% DI SPESE IN INFRASTRUTTURAZIONE FISICA O DIGITALE È RICHIESTA A LIVELLO DI PROGETTO OPPURE DI OGNI SINGOLO PARTNER? QUALI SPESE DI CONSULENZA RIENTRANO ALLA VOCE M) DELLA LINEA 1, OLTRE A QUELLE RELATIVE AL PROJECT MANAGEMENT, ESCLUDENDO QUELLE COMPRESE DALLA LETTERA A-L.? E POSSIBILE INSERIRE COME COSTO LA PROPRIETÀ DEGLI SPAZI CHE VERRANNO UTILIZZATI PER IL PROGETTO, ANCHE SE QUESTI DI PROPRIETÀ DELL ENTE PROPONENTE? PUÒ UN SOGGETTO PARTECIPARE AL PARTENARIATO E QUINDI AL PROGETTO SENZA BUDGET OVVERO SENZA ESPORRE COSTI E CONSEGUENTEMENTE SENZA ACCEDERE AL FINANZIAMENTO? IN ALTERNATIVA QUAL È IL MINIMO PER ENTRARE NEL PARTNERNARIATO? IN CASO DI PROGETTI PRESENTATI A VALERE SU ENTRAMBE LE LINEE DI INTERVENTO IL MASSIMALE DEL 40% FA RIFERIMENTO SOLO ALLE VOCI COMPRESE DA A) AD L) DELLA LINEA 1? COME SI CALCOLANO LE SPESE PER IL PERSONALE? A COSA CI SI RIFERISCE CON IL TERMINE "INVESTIMENTO MINIMO": IL BUDGET DEL PROGETTO O IL CONTRIBUTO? SE ALL INTERNO DELLA PARTNERSHIP È PRESENTE UNA SOCIETÀ DI COMUNICAZIONE, LA REALIZZAZIONE DEGLI STRUMENTI COMUNICATIVI PER IL PROGETTO RIENTRA TRA LE SPESE AMMISSIBILI? SE ALL INTERNO DELLA PARTNERSHIP È PRESENTE UN SOGGETTO POSSESSORE DI UNA LOCATION OVE SVOLGERE L EVENTO, L AFFITTO RELATIVO ALL INIZIATIVA PUÒ RISULTARE TRA LE SPESE AMMISSIBILI? QUALORA FOSSE POSSIBILE È NECESSARIA LA FATTURA DEL PARTNER?...6

2 17. POSSONO ESSERE ALLEGATI A DISCREZIONE DEL BENEFICIARIO I PREVENTIVI O I DOCUMENTI ATTESTANTI LA STIMA DEI COSTI? ANCHE IL COSTO DEL PERSONALE E DEGLI AFFITTI VA DOCUMENTATO? ALL ART. 10 NELLA PARTE SULL ALLEGATO 1 VIENE RICHIESTA L AUTODICHIARAZIONE DI NON SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ ECONOMICA : NON TROVIAMO DOVE I PARTNER POSSANO FARE QUESTA DICHIARAZIONE...7

3 1. UN SOGGETTO BENEFICIARIO PUÒ PRESENTARE UN PROGETTO IN QUALITÀ DI CAPOFILA E PARTECIPARE A PIÙ PROGETTI IN QUALITÀ DI PARTNER? Un soggetto può presentare un solo progetto come capofila mentre è libero di aderire a differenti progetti in qualità di partner a prescindere dalla linea di intervento. Resta comunque valido il limite del de minimis, in caso di svolgimento di attività economica, che va dichiarato sia per il ruolo di partner sia per il ruolo di capofila e che in sede di aggiudicazione dei contributi sarà verificato con riferimento al soggetto unico 2. NEL CASO DELL UNIVERSITÀ, SI PUÒ INTENDERE COME CAPOFILA IL SINGOLO DIPARTIMENTO UNIVERSITARIO? Nel caso delle Università è considerato ammissibile come capofila il singolo. Resta comunque valido il limite del de minimis, in caso di svolgimento di attività economica, che va dichiarato sia per il ruolo di partner sia per il ruolo di capofila e che in sede di aggiudicazione dei contributi sarà verificato con riferimento al soggetto unico 3. POSSONO PRESENTARE DOMANDA ANCHE LE GRANDI IMPRESE? Il bando non prevede limitazioni sulla dimensione d'impresa. 4. COSA SI INTENDE PER SPESE DI PERSONALE? Sono ammissibili le spese relative a personale assunto con contratto a tempo indeterminato e contratto subordinato a tempo determinato, compreso il contratto di inserimento e di apprendistato, laddove sussistano i requisiti di legge. Sono ammissibili i costi riferiti al personale dipendente dell azienda anche per altre categorie contrattuali previste dalla legge, differenti dal lavoro subordinato (es. contratto a progetto), solo se il personale è dedicato al progetto. 5. È POSSIBILE INDICARE LE SPESE COMPRENSIVE DI IVA PER I CASI IN CUI L IVA NON È RECUPERABILE? No, le spese sono da considerarsi sempre al netto dell'iva. 6. COME DEVE ESSERE INTESA LA PARTECIPAZIONE DI UN ENTE LOCALE, DI UNA CAMERA DI COMMERCIO E DI SUE PARTECIPATE O DI UNA SOCIETÀ REGIONALE? Tali soggetti sono a tutti gli effetti membri della partnership e devono sottoscrivere il relativo accordo. Tuttavia non sono beneficiari di contributo ma il loro apporto deve essere specificato nel modulo di domanda e nell'accordo di partnership e sarà valutato ai sensi del criterio valutativo 2 di cui al punto 11 del bando. 7. COSA SI INTENDE PER DOCUMENTI ATTESTANTI LA STIMA DEI COSTI? Si intende autocertificazioni contenenti tutte le informazioni utili e le caratteristiche del servizio acquisito per consentire al Nucleo di Valutazione di verificare

4 l'investimento proposto(es. acquisto diretto presso aziende come Facebook e Google Adwords o nel caso in cui il richiedente, per sua natura o per natura della spesa, non riesca a produrre preventivi) 8. PER I PROGETTI A VALERE SU ENTRAMBE LE LINEE, LA PERCENTUALE MINIMA DEL 60% DI SPESE IN INFRASTRUTTURAZIONE FISICA O DIGITALE È RICHIESTA A LIVELLO DI PROGETTO OPPURE DI OGNI SINGOLO PARTNER? La percentuale minima del 60% di spese in infrastrutturazione fisica o digitale è richiesta a livello di progetto pertanto è possibile che un solo partner investa per il il 60% del progetto in infrastrutture fisiche e digitali. 9. QUALI SPESE DI CONSULENZA RIENTRANO ALLA VOCE M) DELLA LINEA 1, OLTRE A QUELLE RELATIVE AL PROJECT MANAGEMENT, ESCLUDENDO QUELLE COMPRESE DALLA LETTERA A-L.? Le voci di spesa dalla lettera a) alla lettera i) riguardano l'acquisizione di servizi che devono essere ricondotti univocamente e insindacabilmente, per denominazione e contenuti, al servizio previsto dalla specifica voce di spesa. Se i servizi dalla lettera a) alla lettera i) vengono realizzati da personale dipendente dei partner vanno ricondotti alla voce di spesa personale di cui alla lettera m). Le voci di spesa dalla lettera j) alla lettera k) prevedono il mero acquisto di prodotti. Le altre consulenze di cui alla lettera m) sono quelle non ricomprese dalle specifiche voci di spesa ma indispensabili alla realizzazione del progetto tenendo conto delle esclusioni previste dall'art E POSSIBILE INSERIRE COME COSTO LA PROPRIETÀ DEGLI SPAZI CHE VERRANNO UTILIZZATI PER IL PROGETTO, ANCHE SE QUESTI DI PROPRIETÀ DELL ENTE PROPONENTE? Non è possibile: è infatti vietata l'autofatturazione o la fatturazione tra partner ai sensi dell'art. 5 del bando. Non è possibile essere partner e fornitore al contempo. 11. PUÒ UN SOGGETTO PARTECIPARE AL PARTENARIATO E QUINDI AL PROGETTO SENZA BUDGET OVVERO SENZA ESPORRE COSTI E CONSEGUENTEMENTE SENZA ACCEDERE AL FINANZIAMENTO? IN ALTERNATIVA QUAL È IL MINIMO PER ENTRARE NEL PARTNERNARIATO? Non sono previsti partner senza budget. Il numero minimo dei membri della partnership è pari a 3 di cui almeno 2 appartenenti a 2 categorie diverse tra quelle di cui all' art.2. Il bando prevede la possibilità di conteggiare nella partnership Enti locali, Camere di Commercio e le loro partecipate nonché gli enti del sistema regionale di cui alla l.r. 27 dicembre 2006, n. 30 e successive modifiche: tali partner non possono beneficiare di contributo.

5 12. IN CASO DI PROGETTI PRESENTATI A VALERE SU ENTRAMBE LE LINEE DI INTERVENTO IL MASSIMALE DEL 40% FA RIFERIMENTO SOLO ALLE VOCI COMPRESE DA A) AD L) DELLA LINEA 1? In caso di progetti presentati su entrambe le linee di intervento, tutte le voci di spesa relative alla linea 1 non devono superare il 40% dell'investimento complessivo. Il bando specifica che in questo caso non si applica il limite del 30% e 50% previsti per le spese di personale e per l'affitto spazi in caso di progetti presentati sulla sola linea COME SI CALCOLANO LE SPESE PER IL PERSONALE? Sono ammissibili i costi riferiti al personale dipendente dell azienda anche per altre categorie contrattuali previste dalla legge, differenti dal lavoro subordinato, solo se il personale è dedicato al progetto. Il costo rendicontabile del personale deve essere calcolato considerando la retribuzione lorda del CCNL cui appartiene. La retribuzione contabile deve essere rapportata alle ore d impegno nel progetto, e deve essere calcolata su base mensile (corrispondente alla busta paga): Metodo di calcolo del costo eleggibile=[(rml+dif+os) / hlav] * huomo RML= retribuzione mensile lorda, comprensiva della parte degli oneri previdenziali e ritenute fiscali a carico del lavoratore; DIF= retribuzione differita (rateo TFR, 13ma, 14ma); OS= oneri sociali e fiscali a carico del Beneficiario non compresi in busta paga (ovvero non a carico del dipendente); hlav= ore effettivamente lavorate nel mese di riferimento; huomo= ore di impegno dedicate effettivamente al progetto nel mese di riferimento. Esempio di calcolo : Supponiamo che un dipendente abbia uno stipendio così composto: - Retribuzione Lorda: 1.200,00 - Retribuzione differita: Oneri a carico del datore di lavoro: 300,00 - Totale ore mensili: 140 h/uomo - Totale ore dedicate al progetto: 15 h/uomo [( )/140]*15=214,29 Ai fini della dimostrazione della ragionevolezza degli importi rendicontati in tale voce di spesa, il Beneficiario deve supportare la rendicontazione con tutta la documentazione idonea a ricostruire il calcolo utilizzato per definire l importo rendicontato:

6 - documenti che consentono l'identificazione del rapporto di lavoro (contratto di lavoro), dei costi reali per unità lavorativa (buste paga, prove di pagamento, prova del calcolo per la determinazione del valore della paga oraria), dell'orario di lavoro ordinario (timbratura del cartellino) e del tempo speso nelle attività del progetto (annotazione delle mansioni, schede specifiche del progetto). - unitamente ad una dichiarazione - firmata dal Dirigente responsabile attestante la retribuzione lorda su base annua del/dei dipendente/i che lavorano sul progetto. Inoltre, se il personale è impegnato sul progetto solo parzialmente, è necessario fornire anche un attestazione che indichi, per ogni dipendente, la parte di stipendio destinata al progetto e il metodo di calcolo (es. calcolo pro-quota o calcolo attraverso la rilevazione del tempo dedicato). All attestazione può essere allegata una tabella (foglio presenze) sulla quale verranno mensilmente rilevate le ore giornaliere dedicate al progetto e la descrizione dettagliata delle attività svolte. Il calcolo esclude ogni spesa generale amministrativa. 14. A COSA CI SI RIFERISCE CON IL TERMINE "INVESTIMENTO MINIMO": IL BUDGET DEL PROGETTO O IL CONTRIBUTO? L'investimento minimo è il budget di progetto, a fronte del quale il contributo è pari al 50% fino ai massimali previsti dalle singole linee. 15. SE ALL INTERNO DELLA PARTNERSHIP È PRESENTE UNA SOCIETÀ DI COMUNICAZIONE, LA REALIZZAZIONE DEGLI STRUMENTI COMUNICATIVI PER IL PROGETTO RIENTRA TRA LE SPESE AMMISSIBILI? Se la società di marketing è membro della partnership il suo investimento non può essere ricompreso tra le spese ammissibili: è infatti vietata l'autofatturazione o la fatturazione tra partner ai sensi dell'art. 5 del bando. Non è possibile essere partner e fornitore al contempo. 16. SE ALL INTERNO DELLA PARTNERSHIP È PRESENTE UN SOGGETTO POSSESSORE DI UNA LOCATION OVE SVOLGERE L EVENTO, L AFFITTO RELATIVO ALL INIZIATIVA PUÒ RISULTARE TRA LE SPESE AMMISSIBILI? QUALORA FOSSE POSSIBILE È NECESSARIA LA FATTURA DEL PARTNER? No, è vietata l'autofatturazione o la fatturazione tra partner ai sensi dell'art. 5 del bando. 17. POSSONO ESSERE ALLEGATI A DISCREZIONE DEL BENEFICIARIO I PREVENTIVI O I DOCUMENTI ATTESTANTI LA STIMA DEI COSTI? ANCHE IL COSTO DEL PERSONALE E DEGLI AFFITTI VA DOCUMENTATO?

7 I preventivi devono essere obbligatoriamente allegati al modulo di domanda: nel caso in cui non sia possibile procurarli è possibile allegare documenti che attestino la stima dei costi. Tali documenti sono autocertificazioni contenenti tutte le informazioni utili e le caratteristiche del servizio acquisito per consentire al Nucleo di Valutazione di verificare l'investimento proposto. 18. ALL ART. 10 NELLA PARTE SULL ALLEGATO 1 VIENE RICHIESTA L AUTODICHIARAZIONE DI NON SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ ECONOMICA : NON TROVIAMO DOVE I PARTNER POSSANO FARE QUESTA DICHIARAZIONE Non è richiesta la compilazione di un modulo: basta flaggare la casella dedicata. Trattandosi di dichiarazioni rese ai sensi del DPR 445/2000, in caso di falsa dichiarazione emerge la rilevanza penale. Nel caso di controlli dovranno essere prodotti i documenti statutari o di altro tipo da cui sia rilevabile la mission dell'ente.

BANDO CREATIVITÀ: EVENTI E LUOGHI PER L INNOVAZIONE NELLA MODA E NEL DESIGN FAQ AGGIORNATE AL 22 DICEMBRE 2015

BANDO CREATIVITÀ: EVENTI E LUOGHI PER L INNOVAZIONE NELLA MODA E NEL DESIGN FAQ AGGIORNATE AL 22 DICEMBRE 2015 INDICE 1. A PARTIRE DA QUALE DATA SI DEVONO POSSEDERE I REQUISITI DI AMMISSIBILITA RELATIVI A SOGGETTI E ATTIVITA?...3 2. QUAL È L ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DELLE FATTURE CHE COMPROVANO LE SPESE AMMISSIBILI?...3

Dettagli

BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1

BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1 BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1 INDICE 1. POSSO PRESENTARE LA DOMANDA SOLTANTO CON FIRMA DIGITALE?... 3 2. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?... 3 3. POSSONO PARTECIPARE AL BANDO ANCHE AGGREGAZIONI

Dettagli

INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE.

INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE. INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE. FAQ INDICE 1. POSSO PRESENTARE LA PROPOSTA PROGETTUALE SOLTANTO TRAMITE

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE. Bando IMPRESA DIGITALE

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE. Bando IMPRESA DIGITALE LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE Bando IMPRESA DIGITALE Ultimo aggiornamento 04/02/2013 1 1. BENEFICIARI, PROGETTI E TEMPI DI REALIZZAZIONE... 3 1.1 Variazioni dei progetti... 3 1.2 Realizzazione dei

Dettagli

1. POSSO PRESENTARE LA DOMANDA SOLTANTO TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA?... 4 2. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?...

1. POSSO PRESENTARE LA DOMANDA SOLTANTO TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA?... 4 2. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?... FAQ 1 INDICE 1. POSSO PRESENTARE LA DOMANDA SOLTANTO TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA?... 4 2. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?... 4 3. COME SI CONSIDERA LA REGOLARITÀ DEL PAGAMENTO DEL DIRITTO

Dettagli

BANDO IMPRESA DIGITALE FAQ

BANDO IMPRESA DIGITALE FAQ BANDO IMPRESA DIGITALE FAQ Aggiornate al 24-09-2012 1 INDICE 1. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?... 3 2. LA PARTECIPAZIONE AL BANDO E APERTA ANCHE A AGGREGAZIONI DI IMPRESE (ATI, RETI, )?... 3

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO ANNO 2012

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO ANNO 2012 ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO ANNO 2012 ASSE 3 - PROGETTI DI SISTEMA A SUPPORTO DELLE MPMI E IMPRENDITORIALITÀ BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

Costi di personale e. Controlli di primo livello e certificazione delle spese Programma Sud Est Europa. Seminario

Costi di personale e. Controlli di primo livello e certificazione delle spese Programma Sud Est Europa. Seminario Costi di personale e Regole di flessibilità 10% e 20% nel Manuale di rendicontazione nazionale Seminario Controlli di primo livello e certificazione delle spese Programma Sud Est Europa Bologna 21 Settembre

Dettagli

MODULISTICA BANDO 2012

MODULISTICA BANDO 2012 MODULISTICA BANDO 2012 Allegato 1 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL COFINANZIAMENTO REGIONALE comprensiva delle dichiarazioni dei partner della rete che dovranno produrre una lettera su carta intestata e firmata

Dettagli

BANDO MODA E DIGITALE: NUOVE SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER IL TERZIARIO E LA FILIERA DELLA MODA

BANDO MODA E DIGITALE: NUOVE SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER IL TERZIARIO E LA FILIERA DELLA MODA BANDO MODA E DIGITALE: NUOVE SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER IL TERZIARIO E LA FILIERA DELLA MODA 1 Sommario 1. Finalità... 3 2. Ambito di intervento... 3 3. Soggetti beneficiari... 3 4. Dotazione Finanziaria...

Dettagli

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL Unione Europea GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL BANDO PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI UNITÁ DI RICERCA 1^ scadenza e 2^ scadenza: DGR n. 1988/2011 e successive modificazioni

Dettagli

Misura 3.14 Erogazioni in acconto e Rendicontazione dello stato di avanzamento e finale

Misura 3.14 Erogazioni in acconto e Rendicontazione dello stato di avanzamento e finale Messina, 27 Aprile 2006 Misura 3.14 Erogazioni in acconto e Rendicontazione dello stato di avanzamento e finale Alessandro Sblandi Banca Nuova SpA Prima quota in acconto Per contributi in conto capitale

Dettagli

La gestione finanziaria dei progetti

La gestione finanziaria dei progetti Progettazione sociale ed europea per le Associazioni Culturali La gestione finanziaria dei progetti Torino 18 Marzo 2014 1 Pianificazione economico finanziaria Uno dei momenti della pianificazione è la

Dettagli

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE PARAGRAFO 1 Disposizioni generali La sovvenzione si basa sul principio del cofinanziamento, in quanto completa il contributo finanziario del beneficiario. L importo

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALLE ORE 9,00 DEL 4 MAGGIO 2015 ALLE ORE 12,00 DEL 15 GENNAIO 2016. residente a prov. via/piazza n.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALLE ORE 9,00 DEL 4 MAGGIO 2015 ALLE ORE 12,00 DEL 15 GENNAIO 2016. residente a prov. via/piazza n. BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE - ANNO 2015 Approvato con delibera di Giunta n. 47 del 13/04/2015 MODELLO DI DOMANDA da inviare esclusivamente tramite PEC a: promozione.incentivi@ra.legalmail.camcom.it

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO "DAI DISTRETTI PRODUTTIVI AI DISTRETTI TECNOLOGICI -2" Distretto 9.2 - Elettronica e Meccanica di Precisione MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

Dettagli

Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002.

Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002. Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002. 1 Ammissibilità delle spese: categorie e requisiti Le spese sostenute sono ammissibili

Dettagli

Accordo di Programma Quadro in materia di Politiche Giovanili

Accordo di Programma Quadro in materia di Politiche Giovanili Allegato 9 Accordo di Programma Quadro in materia di Politiche Giovanili Nuova Generazione di Idee. Le politiche e le Linee di intervento di Regione Lombardia per i Giovani SPESE AMMISSIBILI E MASSIMALI

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Frequently Asked Questions in relazione agli Avvisi Pubblici

Dettagli

Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002.

Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002. Allegato A Modalità di rendicontazione delle spese sostenute a valere sugli interventi finanziati ai sensi della L.R. 12/2002. Ammissibilità delle spese: categorie e requisiti Le spese sostenute sono ammissibili

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI COSTI SOSTENUTI PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente)

DICHIARAZIONE DEI COSTI SOSTENUTI PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente) Modello Richiesta incentivi Legge 68/99 Istanza 2 Riservato agli uffici Provinciali Protocollo n. del: fasc. 12.07/000009 Direzione Servizi ai cittadini e imprese Settore lavoro e Cultura Spett.le PROVINCIA

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97; - L. n. 68 /1999

Dettagli

1. Ulteriori requisiti di partecipazione del partner italiano:

1. Ulteriori requisiti di partecipazione del partner italiano: NORME INTEGRATIVE PER LA PARTECIPAZIONE ITALIANA AL BANDO PER LA RACCOLTA DI PROGETTI CONGIUNTI DI RICERCA PER L ANNO 2012 E PER LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI - LEGGE 154/2002 1. Ulteriori requisiti

Dettagli

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1 Bando per l accesso agli Innovation Voucher DOMANDE FREQUENTI Modalità di presentazione delle domande 1. La marca da bollo ogni 4

Dettagli

Allegato 1 Documenti Cumulativi

Allegato 1 Documenti Cumulativi Allegato 1 Documenti Cumulativi Il\La sottoscritto\a nato\a in qualità di legale rappresentante dell impresa avente sede legale in Via Cap Provincia consapevole delle responsabilità penali, derivanti dal

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

FAQ. BANDO POR PUGLIA MIS. 3.13

FAQ. BANDO POR PUGLIA MIS. 3.13 FAQ. BANDO POR PUGLIA MIS. 3.13 SCADENZA DEL BANDO D. Qual è il termine di presentazione delle domande? R. Il termine di presentazione delle domande, attraverso trasmissione raccomandata A/R, è stato prorogato

Dettagli

Domanda 1 Poiché non specificato, se l'invio della domanda è per raccomandata, valgono ora e data sul timbro?

Domanda 1 Poiché non specificato, se l'invio della domanda è per raccomandata, valgono ora e data sul timbro? TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE INIZIATIVE Poiché non specificato, se l'invio della domanda è per raccomandata, valgono ora e data sul timbro? Non fanno fede il timbro della data e dell ora della spedizione.

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente)

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER ASSUNZIONE DI LAVORATORI CON DISABILITÁ CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (L. 68/99, art. 13 lettere a) o b) vigente) Modello Richiesta incentivi Legge 68/99 Istanza 1 Riservato agli uffici Provinciali Protocollo n. del: fasc. 12.07/000009 Direzione Servizi ai cittadini e imprese Settore lavoro e Cultura Apporre marca

Dettagli

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica

Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica Contributi alle imprese della provincia di Siena per l analisi dei costi sostenuti per l acquisto di energia elettrica 1. PREMESSA Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo

Dettagli

ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA

ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA Allegato 3 Offerta Economica Pagina 1 di 11 ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA La busta C Gara per l affidamento in convenzione di servizi per l ottimizzazione di beni e servizi

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO 1. FINALITA La Camera di Commercio di Catanzaro - per il tramite della sua Azienda Speciale

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione

Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione RUOLI NELLA RETE Quali sono i ruoli che un ente può interpretare nell ambito del progetto? Un ente può essere partner oppure

Dettagli

Rendicontazione della spesa: personale interno

Rendicontazione della spesa: personale interno Rendicontazione della spesa: personale interno Carmen Candido Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Direzione Centrale Cultura Sport Relazioni Internazionali e Comunitarie Struttura Controlli I livello

Dettagli

RENDICONTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ (Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000, 445)

RENDICONTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ (Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000, 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ (Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000, 445) Pag 1 di 5 Alla Provincia di Firenze Direzione Agricoltura,Sviluppo economico e Programmazione, Cooperazione internazionale

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA

MANUALE DI RENDICONTAZIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA MANUALE DI RENDICONTAZIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA Approvato nel C.D.A. del 26 aprile 2010 Viale Bruno Buozzi, 59-00197 Roma T. +39 06 95216933 - F. +39 06 99705521 - C.F. 97516290588 - info@fonditalia.org

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA MANUALE DI GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE E ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE

REGIONE LOMBARDIA MANUALE DI GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE E ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE FORMAZIONE E LAVORO MANUALE DI GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE E ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE DOTE LAVORO INSERIMENTO E REINSERIMENTO LAVORATIVO

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

FORMULARIO DI PROGETTO

FORMULARIO DI PROGETTO ALLEGATO B AVVISO PUBBLICO PER L IDEAZIONE, PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DENOMINATO RIAPRE IL PECCI, RIPARTE IL CONTEMPORANEO IN TOSCANA FORMULARIO DI PROGETTO SEZIONE 1 - DATI GENERALI 1.1

Dettagli

SCHEDA TECNICA B.3 DESCRIZIONE DEI SERVIZI CHE SI INTENDONO REALIZZARE

SCHEDA TECNICA B.3 DESCRIZIONE DEI SERVIZI CHE SI INTENDONO REALIZZARE ALLEGATO N.2 ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE Scheda tecnica prog. 2015 SCHEDA TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE AL FINANZIAMENTO PREVISTO DAL DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA,

Dettagli

MISURA INCENTIVI ALLE IMPRESE PER IL RICORSO A GIOVANI PROFESSIONISTI

MISURA INCENTIVI ALLE IMPRESE PER IL RICORSO A GIOVANI PROFESSIONISTI MISURA INCENTIVI ALLE IMPRESE PER IL RICORSO A GIOVANI PROFESSIONISTI L AVVISO PUBBLICO INTENDE FAVORIRE IL RICORSO A GIOVANI PROFESSIONISTI DA PARTE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE CAMPANE CHE NECESSITANO

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO. progetto

SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO. progetto ALLEGATO C1 SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO Modello Macrovoce P Nome e Cognome Mansione Previsione di ore a progetto Costo orario Costo annuo a progetto Modello Macrovoce L1, L2 Indirizzo Struttura

Dettagli

Allegato 1 Kick-off meeting progetti LIFE+ 2008 Domande e risposte NB: le citazioni "art. " si riferiscono alle Disposizioni Comuni (DC)

Allegato 1 Kick-off meeting progetti LIFE+ 2008 Domande e risposte NB: le citazioni art.  si riferiscono alle Disposizioni Comuni (DC) Allegato 1 Kick-off meeting progetti LIFE+ 2008 Domande e risposte NB: le citazioni "art. " si riferiscono alle Disposizioni Comuni (DC) Domanda 1) I costi di spedizione per scambio di materiale tra i

Dettagli

Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo. Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi.

Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo. Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi. Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi Annualità 2012 FAC SIMILE DOMANDA DI AMMISSIONE AL FINANZIAMENTO ED AUTODICHIARAZIONI

Dettagli

02 FACT SHEET Italia Focus: spese di Staff cost

02 FACT SHEET Italia Focus: spese di Staff cost Focus: spese di Staff cost Premessa La Fact Sheet è concepita come uno strumento di supporto alle attività di rendicontazione dei Beneficiari italiani in linea con le previsioni normative nazionali, fermo

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

ALLEGATO C (Schema di rendicontazione) Ente proponente. Titolo dell evento: Relazione tecnico-consuntiva

ALLEGATO C (Schema di rendicontazione) Ente proponente. Titolo dell evento: Relazione tecnico-consuntiva Ente proponente Titolo dell evento: Relazione tecnico-consuntiva Sviluppare i seguenti punti: 1. Illustrare a consuntivo la realizzazione dell evento 2. Indicare se ci sono stati scostamenti fra quanto

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

Una carrellata veloce per ricapitolare

Una carrellata veloce per ricapitolare Una carrellata veloce per ricapitolare Un budget deve: Comprendere tutte le entrate e le spese necessarie per la realizzazione del progetto. Formare un quadro coerente tra costi e attività previste. Essere

Dettagli

F.A.Q. P.O.FESR Campania 2007 2013

F.A.Q. P.O.FESR Campania 2007 2013 F.A.Q. Avviso per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane - misura Internazionalizzazione P.O.FESR Campania 2007 2013 Obiettivo Operativo

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DELL INTERVENTO - art. 11, comma 6, lett. e.2) a

RELAZIONE DESCRITTIVA DELL INTERVENTO - art. 11, comma 6, lett. e.2) a ALLEGATO C.2) SOGGETTI PRIVATI RELAZIONE DESCRITTIVA DELL INTERVENTO - art. 11, comma 6, lett. e.2) a Richiedente (nome e cognome) Indirizzo (via e numero civico) Codice fiscale in qualità di titolare

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento di servizi Agenzia regionale per gli investimenti e lo sviluppo Sviluppo Lazio S.p.A.

Procedura aperta per l affidamento di servizi Agenzia regionale per gli investimenti e lo sviluppo Sviluppo Lazio S.p.A. Procedura aperta per l affidamento di servizi Agenzia regionale per gli investimenti e lo sviluppo Sviluppo Lazio S.p.A. Servizio di consulenza specialistica, assistenza tecnica, formazione per la realizzazione

Dettagli

Annotare n. protocollo della comunicazione di avvenuta concessione contributo della Provincia: Rif. Prot. n. del

Annotare n. protocollo della comunicazione di avvenuta concessione contributo della Provincia: Rif. Prot. n. del RICHIESTA LIQUIDAZIONE CONTRIBUTO SCHEMA ESEMPLIFICATIVO IN AUTOCERTIFICAZIONE DI RELAZIONE E RENDICONTO DA RIPORTARE SU CARTA INTESTATA DEL SOGGETTO RICHIEDENTE Annotare n. protocollo della comunicazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

ALLEGATO B. Città di. Città di. Comune. Comune di. Comune di. Comune di Cantù. Giussano. Mariano. Carugo. Figino S. Lentate S.S. Comense.

ALLEGATO B. Città di. Città di. Comune. Comune di. Comune di. Comune di Cantù. Giussano. Mariano. Carugo. Figino S. Lentate S.S. Comense. Distretto dell Attrattività Brianza Shopping Experience Bando pubblico a favore delle imprese dei settori commercio e turismo del territorio distrettuale Città di Comune Città di Città di Meda Cantù Cabiate

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI Largo C. Felice, 72 09124 Cagliari tel. 070/605121 - sito web: http//www.ca.camcom.it INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09)

RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09) RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09) Il/la sottoscritto/a nato/a a prov. il tel. residente a Nova Milanese in via C.F. CHIEDE che gli/le venga

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: Allegato alla Delib.G.R. n. 49/32 del 7.12.2011 L.R. 14. 5 2009 n.1, art.17. Criteri e modalità di concessione e rendicontazione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali ai sensi

Dettagli

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N.215 21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Incontro per la Rendicontazione dei progetti

Incontro per la Rendicontazione dei progetti Incontro per la Rendicontazione dei progetti Gestione amministrativa del progetto: regole generali Ricezione di comunicazione ufficiale dell ente finanziatore dell approvazione del progetto Firma dell

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013 AREA RISORSE E SISTEMI Settore Personale e Sviluppo Organizzativo Unità Organizzativa Sitpendi e altri Compensi Unità Organizzativa Personale Tecnico ed Amministrativo e Dirigenti A tutto il Personale

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DEI COSTI

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DEI COSTI Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DEI COSTI L'attività di supporto alla creazione di imprese

Dettagli

RICHIESTE DI CHIARIMENTO E RELATIVE RISPOSTE DOMANDA N. 1

RICHIESTE DI CHIARIMENTO E RELATIVE RISPOSTE DOMANDA N. 1 RICHIESTE DI CHIARIMENTO E RELATIVE RISPOSTE DOMANDA N. 1 La proposta di pianificazione media richiesta dal bando (Promozione Fondo per l Innovazione e l imprenditorialità del settore dei servizi alle

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

Rendicontare personale, servizi esterni, costi generali secondo il manuale nazionale Regole di flessibilità 10% e 20%

Rendicontare personale, servizi esterni, costi generali secondo il manuale nazionale Regole di flessibilità 10% e 20% Rendicontare personale, servizi esterni, costi generali secondo il manuale nazionale Regole di flessibilità 10% e 20% Seminario informativo Controlli di primo livello e certificazione delle spese Programma

Dettagli

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 ALLEGATO 10 CIRCOLANTE - Pag. 1 di 16 ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 DGR Basilicata n. 353 del 04.04.2013 DGR Basilicata n. 965

Dettagli

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Provincia di Pisa Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Riapertura del bando per la concessione di contributi per l innovazione del parco caldaie nella direzione del risparmio energetico

Dettagli

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014 Prot. n. 10187 Treviso, 30.01.2014 Avviso relativo all inserimento lavorativo di persone con disabilità di cui all art. 1 della legge 68/99, iscritte negli elenchi di cui all art 8 della medesima legge,

Dettagli

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5.

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5. Provincia di Bergamo 3.6.d ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Descrizione dell azione L iniziativa finanzia interventi finalizzati a migliorare l accessibilità dei lavoratori disabili nei luoghi

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

PACCHETTI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA D.G.R. n. 39/3 del 10.11.2010.

PACCHETTI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA D.G.R. n. 39/3 del 10.11.2010. UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE PACCHETTI INTEGRATI DI

Dettagli

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 AVVISO 411/C Allegato A) INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 1. Obiettivi e principi dell intervento In un più ampio contesto di contrasto alla crisi e al fenomeno

Dettagli

Dipartimento della Gioventù -Struttura di missione-

Dipartimento della Gioventù -Struttura di missione- Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù -Struttura di missione- Allegato 1 Bando per la presentazione di progetti volti a promuovere la cultura d impresa tra i giovani ai sensi

Dettagli

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VIBO VALENTIA Piazza San Leoluca 89900 VIBO VALENTIA Il/la sottoscritto/a (cognome e nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con

Dettagli

Obiettivo Operativo 2.4 del POR Campania FESR 2007 2013

Obiettivo Operativo 2.4 del POR Campania FESR 2007 2013 Lettera dei Costi relativa all Accordo di Finanziamento ( Accordo di Finanziamento ) stipulato tra la Regione Campania ( Regione ) e SVILUPPO CAMPANIA SpA 1. Premessa La presente Lettera dei Costi indica

Dettagli

DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1

DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1 Allegato 2) ZONA SOCIALE N. 6 DOMANDA DI PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge regionale 24 luglio 2007, n. 25 e regolamento regionale del 25 gennaio 2011, n. 1 AL SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: DOMANDA DI PRESTITO

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

COMUNE DI RABBI Servizio Asilo Nido RICHIESTA INSERIMENTO NELLE GRADUATORIE PER L ACCESSO ALL ASILO NIDO COMUNALE. Anno educativo 2015/2016

COMUNE DI RABBI Servizio Asilo Nido RICHIESTA INSERIMENTO NELLE GRADUATORIE PER L ACCESSO ALL ASILO NIDO COMUNALE. Anno educativo 2015/2016 COMUNE DI RABBI Servizio Asilo Nido RICHIESTA INSERIMENTO NELLE GRADUATORIE PER L ACCESSO ALL ASILO NIDO COMUNALE Anno educativo 2015/2016 Data di presentazione Domanda n. Ora di presentazione Residente

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO SVILUPPO SRL - unip AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, PROVA SCRITTA E ORALE PER PSICOLOGI

PROVINCIA DI LIVORNO SVILUPPO SRL - unip AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, PROVA SCRITTA E ORALE PER PSICOLOGI PROVINCIA DI LIVORNO SVILUPPO SRL - unip AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, PROVA SCRITTA E ORALE PER PSICOLOGI PER IL CONFERIMENTO DI n. 1 (uno) INCARICO PROFESSIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo)

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo) MODULO C ADESIONE GIORNALISTA DIPENDENTE Compilare il modulo in stampatello ed in ogni sua parte Corso Vittorio Emanuele II, 349 00186 Roma Tel. 066893545 Fax 066865919 www.fondogiornalisti.it mail: segrefnsi2@tin.it

Dettagli

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO D Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/10 marca da bollo Indicare il motivo di esenzione : 1 organismi di volontariato iscritti al Registro regionale di cui alla L.R.

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BANDO N. 4 ANNO 2015 ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BUDGET COMPLESSIVO : Euro 110.000 messi a disposizione dalla Fondazione Cariplo per il tramite della Fondazione

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario GUIDA per la gestione dei Voucher formativi 2012 Sommario Premessa... 2 1. Soggetto Responsabile del Piano: obblighi

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA ALLEGATO 6 Richiesta saldo prog. 2015 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA RICHIESTA DI EROGAZIONE DELLA

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI D'EMERGENZA PER MICROIMPRESE (PEM) (L.R. 77/2012, art. 31-bis)

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI D'EMERGENZA PER MICROIMPRESE (PEM) (L.R. 77/2012, art. 31-bis) LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI D'EMERGENZA PER MICROIMPRESE (PEM) (L.R. 77/2012, art. 31-bis) 1. DURATA Data di inizio attività progettuali Sono ammissibili le sole

Dettagli

AVVISO PUBBLICO FAQ. Come si compila la scheda finanziaria e come si calcola la percentuale del contributo regionale?

AVVISO PUBBLICO FAQ. Come si compila la scheda finanziaria e come si calcola la percentuale del contributo regionale? AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DI PROGETTI DA ATTUARE NELLE SCUOLE DEL LAZIO. PRESENTAZIONE ON DEMAND DELLE PROPOSTE PROGETTUALI FAQ Come si compila la scheda finanziaria

Dettagli

Bando formazione autotrasporto merci: prorogato il termine di presentazione delle domande al 15.10.2014

Bando formazione autotrasporto merci: prorogato il termine di presentazione delle domande al 15.10.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Bando formazione autotrasporto merci: prorogato il termine di presentazione delle domande al 15.10.2014 (Decreto ministeriale 19.06.2014 e 07.07.2014) Premessa Con il decreto

Dettagli

SPESE AMMISSIBILI DOCUMENTAZIONE DI SPESA

SPESE AMMISSIBILI DOCUMENTAZIONE DI SPESA SPESE AMMISSIBILI DOCUMENTAZIONE DI SPESA Sono ammissibili a contributo le spese sostenute a decorrere dalla data di adesione ufficiale al Patto dei Sindaci e riferibili alle seguenti attività: - preparazione

Dettagli

F.A.Q. (Frequently Asked Questions) L.R. 34/2004 Asse 1 Misura Ri.3

F.A.Q. (Frequently Asked Questions) L.R. 34/2004 Asse 1 Misura Ri.3 F.A.Q. (Frequently Asked Questions) L.R. 34/2004 Asse 1 Misura Ri.3 A) REQUISITI DI LEGITTIMITA 1. Dov'è reperibile il Settore attività economica (Ufficio Italiano Cambi) dell'impresa richiesto in domanda?

Dettagli