Città di Tortona Provincia di Alessandria STATUTO DELL'ACCADEMIA COMUNALE DI MUSICA "LORENZO PEROSI"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Città di Tortona Provincia di Alessandria STATUTO DELL'ACCADEMIA COMUNALE DI MUSICA "LORENZO PEROSI""

Transcript

1 Città di Tortona Provincia di Alessandria STATUTO DELL'ACCADEMIA COMUNALE DI MUSICA "LORENZO PEROSI" Allegato alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 07/02/1997

2 Sommario ART. 1 - SCOPI DELL'ACCADEMIA MUSICALE ''L. PEROSI''... 3 ART. 2 - ATTIVITA' DIDATTICA... 3 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE DELL'ACCADEMIA ''L. PEROSI''... 3 ART. 4 - FUNZIONI DEL COMITATO DI GESTIONE... 4 ART. 5 - FUNZIONI DEL SEGRETARIO... 4 ART. 6 - FUNZIONI DEL DIRETTORE... 5 ART. 7 - FUNZIONI DEL COLLEGIO DEI DOCENTI... 5 ART. 8 - ATTIVITA' DEL DIRETTORE E DEI DOCENTI... 5 ART. 9 - PARTECIPAZIONE AI CORSI... 6 ART DISPOSIZIONI CONCLUSIVE... 7 Comune di Tortona Pagina 2 di 7

3 ART. 1 - SCOPI DELL'ACCADEMIA MUSICALE ''L. PEROSI'' La Scuola di Musica "Lorenzo Perosi", istituita con deliberazione consiliare in data 25/5/1907, in seguito denominata: Accademia Musicale "Lorenzo Perosi", si prefigge i seguenti scopi: iniziare i giovani all'arte della musica fornendo loro una preparazione di grado elevato sia culturalmente sia professionalmente; valorizzare gli artisti tortonesi; curare la raccolta, la conservazione, la pubblicazione e la diffusione del patrimonio musicale, con particolare attenzione all'opera di artisti locali ed alla musica popolare del tortonese con gli aspetti coreografici relativi; promuovere e sostenere ogni iniziativa, non solo locale, di offerta al pubblico di manifestazioni musicali di livello culturalmente elevato. ART. 2 - ATTIVITA' DIDATTICA 1) L'Accademia cura l'istruzione musicale fornendo corsi di insegnamento ordinari e liberi nelle varie specializzazioni musicali, secondo i piani di studio predisposti in modo coordinato dai docenti. Dovrà promuovere con scadenze regolari saggi, concerti, corsi di formazione professionale, coordinando l'opera di Enti e Associazioni, collaborando con tutte le realtà musicali del territorio e tenendo conto dell'autonomia e specificità delle associazioni cittadine. 2) L'Accademia potrà inoltre istituire: Corsi liberi, Corsi di perfezionamento, Seminari di studio, anche di breve durata, di avvicinamento a particolari forme di musica, di attività musicali di gruppo, di guida all'ascolto. 3) All'Accademia potranno accedere anche gli alunni che intendano frequentare solo le materie complementari, ma in caso di scarsa disponibilità di posti la precedenza verrà sempre data agli alunni iscritti ai corsi delle materie principali. 4) L'istituzione dei corsi verrà confermata annualmente, su proposta del Direttore e del Comitato di Gestione, dalla Giunta Comunale, tenendo conto delle richieste della popolazione scolastica e dell'impegno dell'accademia nella continuità didattica. 5) I corsi liberi potranno essere istituiti, purché di provato interesse per la collettività, anche durante l'anno scolastico, su proposta del Direttore e del Comitato di Gestione. ART. 3 - ORGANIZZAZIONE DELL'ACCADEMIA ''L. PEROSI'' 1) L'Accademia di Musica è così strutturata: Comitato di Gestione Direttore Artistico Collegio dei Docenti Segretario 2) Il Comitato di Gestione è formato dal Presidente e da sei membri, scelti fra i cittadini che abbiano particolare preparazione in campo artistico musicale. Comune di Tortona Pagina 3 di 7

4 3) Il Comitato di Gestione dura in carica quattro anni. 4) Il Sindaco provvederà alla sostituzione dei componenti del Comitato di Gestione se decaduti dall'incarico d'ufficio o per assenza ingiustificata per tre sedute consecutive. 5) Il Presidente del Comitato di Gestione è il Sindaco o un suo delegato. 6) Il Direttore dell'accademia è nominato, previo espletamento di pubblico concorso, dalla Giunta Comunale, su proposta del Comitato di Gestione, rimane in carica fino alla nomina del successore. 7) Il Direttore dell'accademia verrà scelto fra i candidati che, muniti di titolo di studio in materia musicale, avranno inoltrato specifica domanda, secondo valutazioni che terranno conto sia delle attività didattiche, artistiche e professionali, sia delle capacità organizzative emergenti da un programma di massima presentato al Comitato di Gestione e ispirato al perseguimento degli scopi dell'accademia. 8) Il Collegio dei Docenti è composto da tutti i docenti dei corsi. Le sue deliberazioni hanno funzioni propositive e consultive. E' presieduto da un docente di volta in volta designato dai componenti il Collegio, all'atto della sua riunione. 9) Il Segretario dell'accademia è a tutti gli effetti un impiegato dell'amministrazione Comunale. ART. 4 - FUNZIONI DEL COMITATO DI GESTIONE 1) Il Comitato di Gestione è convocato dal Presidente. La convocazione può essere richiesta dalla metà più uno dei componenti in carica. 2) Il Comitato di Gestione delibera tutti i provvedimenti e le iniziative che riguardano l'attività programmatica e gestionale dell'accademia, propone alla Giunta Comunale la nomina del Direttore, delibera in genere su ogni argomento che non sia di esclusiva competenza di altro organo dell'accademia. 3) Il Comitato di Gestione, previa presentazione di relazione motivata e dettagliata, ha facoltà di proporre all'amministrazione Comunale la revoca degli incarichi conferiti al Direttore e ai Docenti. 4) Il Comitato di Gestione fornisce all'amministrazione Comunale pareri sulle proposte relative alle quote di iscrizione e frequenza. 5) Il Presidente del Comitato di Gestione rappresenta l'accademia e firma la corrispondenza, gli attestati di frequenza ed i diplomi degli alunni. ART. 5 - FUNZIONI DEL SEGRETARIO 1) Il Segretario dell'accademia partecipa alle sedute del Comitato di Gestione, senza diritto di voto, come verbalizzante, quando non esonerato dal Comitato di Gestione stesso. 2) Il Segretario, se richiesto, redigerà i verbali delle adunanze del Collegio dei Docenti. 3) Il Segretario è responsabile del servizio segreteria. Al Segretario compete: tenere aggiornato il libro inventario dei mobili, degli strumenti, degli oggetti d'arte e, in genere, di tutto l'arredamento; Comune di Tortona Pagina 4 di 7

5 verificare il rispetto temporale dei programmi predisposti dai Docenti e non, informandone quotidianamente il Direttore; compilare ed aggiornare le schede di valutazione degli alunni, sulla scorta dei prospetti periodici fatti pervenire dai docenti, i certificati e quant'altro di ordinaria amministrazione; provvedere al disbrigo della corrispondenza e curarne il protocollo; conservare l'archivio della Scuola; distribuire agli insegnanti il materiale didattico a disposizione della Scuola controllandone l'uso e la restituzione; ART. 6 - FUNZIONI DEL DIRETTORE 1) Il Direttore è responsabile dell'andamento didattico, artistico e disciplinare nell'ambito delle direttive emanate dal Comitato di Gestione per il perseguimento delle finalità dell'accademia. Sovrintende, in generale, al buon funzionamento dell'accademia. 2) Egli coordina il regolare svolgimento dei corsi. 3) Organizza la parte tecnica dell'attività artistica e promozionale dell'accademia, con particolare riferimento ai Saggi degli allievi, ai concerti e alle attività musicali di ogni genere. 4) Esamina le domande di ammissione e relaziona al Comitato di Gestione per l'assegnazione degli alunni alle singole classi, firma, con il Presidente, i certificati scolastici e le schede degli alunni, predispone i programmi dei Saggi, dei concerti e di ogni attività artistica dell'accademia. 5) Sottoscrive i registri dei Docenti ed i verbali della Commissione d'esame, da conservarsi a cura del Segretario. 6) Partecipa su invito al Comitato di Gestione. Presenta al Presidente, di norma all'inizio ed alla fine di ogni anno scolastico, dettagliate relazioni di proposta e bilancio dell'attività dell'istituto. 7) I permessi di assenza del Direttore sono concessi dal Presidente. ART. 7 - FUNZIONI DEL COLLEGIO DEI DOCENTI Il Collegio dei Docenti si riunisce prima dell'inizio dei corsi, prima degli esami e periodicamente (almeno ogni trenta giorni) per la verifica dell'andamento didattico. Può essere altresì convocato da una percentuale pari ad almeno un terzo dei Docenti. ART. 8 - ATTIVITA' DEL DIRETTORE E DEI DOCENTI 1) L'eventuale spostamento delle lezioni per comprovati motivi personali, non dovrà creare disagio agli alunni. 2) I Docenti svolgeranno la loro attività secondo programmi e metodologie da loro sviluppati e predisposte, nel rispetto di un orario concordato e coordinato con quello dei Docenti delle altre materie. 3) Tutti i rapporti di collaborazione con il Direttore ed i Docenti avranno natura professionale autonoma e saranno regolati da apposite convenzioni Comune di Tortona Pagina 5 di 7

6 4) I Docenti dell'accademia si impegnano a prestare il proprio apporto professionale per la preparazione di Saggi e concerti programmati dalla Scuola. Nel periodo della loro collaborazione, dette prestazioni, rese con intento meramente liberale, non dovranno interferire con i programmi predisposti dai Docenti. 5) Sulla scorta delle graduatorie dei potenziali Docenti stilate dalla Giunta Comunale verranno formulate le proposte di collaborazione, salva sempre la facoltà del Comitato di Gestione di proporre la nomina di Docenti di Chiara fama. 6) Le graduatorie verranno stilate a seguito di specifica domanda degli interessati ed avranno validità biennale. 7) L'entità complessiva dei compensi verrà stabilita all'inizio di ogni anno dalla Giunta Comunale. 8) Per il Direttore il compenso verrà stabilito all'inizio di ogni anno scolastico dalla Giunta Comunale. 9) Il trattamento economico del Segretario è quello della VI qualifica funzionale di Istruttore. ART. 9 - PARTECIPAZIONE AI CORSI 1) Per l'accesso ai corsi non sono previsti limiti di età. 2) Le domande di iscrizione degli alunni ai corsi ordinari dovranno essere presentate, a cura propria o dei genitori nei casi di minore età, entro il periodo indicato annualmente dalla Giunta Comunale a mezzo appositi manifesti. 3) Le domande di iscrizione degli alunni ai corsi liberi dovranno essere presentate conformemente a quanto stabilito nei singoli casi. 4) All'atto dell'iscrizione gli alunni dovranno versare le relative tasse di iscrizione e successivamente le rette di frequenza. In caso di mora nei pagamenti si applicheranno le penalità previste dalle normative vigenti. L'alunno moroso potrà essere allontanato dalla Scuola, fermo restando l'obbligo di pagare il residuo. 5) L'alunno potrà essere iscritto a più corsi principali, previo consenso del Direttore con l'onere di pagare le relative tasse. 6) L'iscrizione degli alunni dei corsi ordinari ai corsi liberi è consentita gratuitamente. 7) Gli alunni sono sottoposti al potere disciplinare dei Docenti e del Direttore. 8) L'alunno dovrà presentarsi puntualmente a tutte le lezioni previste dall'orario fissato. 9) In caso di ritardo ingiustificato, superiore ai dieci minuti, l'alunno potrà non essere ammesso alle lezioni. 10) L'alunno deve produrre giustificazione scritta dal genitore o da chi ne fa le veci, in caso di minore età, per le sue assenze. 11) Dopo una settimana di assenza per malattia deve essere presentato il certificato medico. 12) L'alunno è tenuto a prestare gratuitamente la sua opera artistica nel corso dei saggi o dei concerti pubblici organizzati dalla scuola in collaborazione con l'amministrazione Comunale. 13) Gli alunni potranno partecipare a concorsi o concerti solo previa autorizzazione del Direttore. 14) I provvedimenti disciplinari nei confronti degli alunni sono: a) ammonizione; b) sospensione dalle lezioni fino a sei giorni; Comune di Tortona Pagina 6 di 7

7 c) espulsione dall'accademia. 15) Ogni professore alla fine di ciascun quadrimestre redige una relazione (con conseguenti giudizi di idoneità o non idoneità) sulla condotta dei propri allievi. 16) Sulla base di tali prospetti il Segretario dell'accademia predispone la scheda di valutazione di ogni alunno, il quale dovrà restituirla, in caso di minore età, firmata da un genitore o da chi ne fa le veci, entro cinque giorni dalla consegna. 17) Gli allievi iscritti dovranno sostenere gli esami al termine dei seguenti corsi: A) Corso libero: dopo il biennio in prova (esame chiamato attitudinale), dopo il triennio superiore (esame chiamato di indirizzo o scelta), al termine di ogni anno successivo del corso libero, su indicazione dell'insegnante e per evidenti e comprovate capacità musicali dell'allievo, si potranno sostenere esami di passaggio ai vari corsi della Scuola. B) Corso ordinario: verranno sostenuti esami al termine di ogni corso. Al termine dell'anno scolastico si effettueranno, inoltre, pre-esami per tutti gli allievi che dovranno sostenere esami di compimento presso i Conservatori di Stato e Scuole Musicali pareggiate. 18) La loro candidatura è subordinata al parere favorevole della commissione a seguito del pre-esame interno sostenuto a conclusione dell'attività didattica. ART DISPOSIZIONI CONCLUSIVE 1) Tutti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento. 2) Le previsioni di entrata e di spesa finanziaria sono inserite nel bilancio del Comune. 3) La gestione conseguente, sia dal punto di vista amministrativo sia da quello strettamente contabile, è svolta dagli Organi e dagli Uffici Comunali, in particolare: i titoli di spesa e di riscossione vengono ammessi dai suddetti Organi ed Uffici nell'ambito della gestione del bilancio comunale ed eseguite dal Tesoriere Comunale. 4) Per quanto non espressamente indicato nel presente Regolamento valgono le vigenti disposizioni di legge. Comune di Tortona Pagina 7 di 7

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE "ADRIANO BANCHIERI" DI MOLINELLA. * Approvato con deliberazione di C.C. n.

STATUTO DELLA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE ADRIANO BANCHIERI DI MOLINELLA. * Approvato con deliberazione di C.C. n. STATUTO DELLA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE "ADRIANO BANCHIERI" DI MOLINELLA. * Approvato con deliberazione di C.C. n. 65 del 30/09/2015 STATUTO TITOLO I NORME GENERALI ARTICOLO 1 - Oggetto e finalità dello

Dettagli

aggiornato con le modifiche delle deliberazioni C.C. 138/1982, 575/1985, 202/1995, 34/2013

aggiornato con le modifiche delle deliberazioni C.C. 138/1982, 575/1985, 202/1995, 34/2013 S c u o l a M u s i c a l e C o m u n a l e r e g o l a m e n t o aggiornato con le modifiche delle deliberazioni C.C. 138/1982, 575/1985, 202/1995, 34/2013 Art. 1: SCOPI DELLA SCUOLA. La Scuola Musicale

Dettagli

ASSOCIAZIONE TEATRALE PISTOIESE OGGETTO E FINALITA

ASSOCIAZIONE TEATRALE PISTOIESE OGGETTO E FINALITA ASSOCIAZIONE TEATRALE PISTOIESE SCUOLA DI MUSICA E DANZA TEODULO MABELLINI REGOLAMENTO D ORGANIZZAZIONE OGGETTO E FINALITA Art. 1 oggetto Il Comune di Pistoia e l Associazione Teatrale Pistoiese favoriscono

Dettagli

Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA

Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA COMUNE DI POGGIBONSI Regolamento d organizzazione SCUOLA PUBBLICA DI MUSICA di POGGIBONSI (delibera G.C. n. 64 del 29.05.2007) INDICE Art. 1 - Finalità principali Art. 2 - Indirizzi e attività Art. 3 -

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PRODUZIONE VEGETALE (DI.PRO.V.)

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PRODUZIONE VEGETALE (DI.PRO.V.) REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PRODUZIONE VEGETALE (DI.PRO.V.) Art. 1 1. Il presente Regolamento concerne attribuzioni, gestione e funzionamento del Dipartimento di Produzione Vegetale dell Università

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO Art. 1 - Natura e fondatori La Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto (di seguito indicata come Fondazione) è un istituzione di alta cultura,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI

REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI 38 REGOLAMENTO DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO GAETANO DONIZETTI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 139/27010 P.G. NELLA SEDUTA DEL 21/09/1998 Premessa Il Civico Istituto Musicale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO)

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) Articolo 1 (Finalità) Il presente regolamento definisce gli organi

Dettagli

Associazione Culturale La Barchetta REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE

Associazione Culturale La Barchetta REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE Associazione Culturale La Barchetta REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE 1 Sommario 1. Scopo e finalità...3 2. Tesseramento e ammissione...3 2.2 Ammissione...3 2.3 Versamento delle quote sociali...3 2.4 Rinnovo...4

Dettagli

Allegato A. Regolamento dei corsi di Master. Art. 1 - Definizioni. Art. 2 - Principi generali e finalità. Art. 3 - Caratteristiche dei Corsi

Allegato A. Regolamento dei corsi di Master. Art. 1 - Definizioni. Art. 2 - Principi generali e finalità. Art. 3 - Caratteristiche dei Corsi Allegato A Regolamento dei corsi di Master Art. 1 - Definizioni Art. 2 - Principi generali e finalità Art. 3 - Caratteristiche dei Corsi Art. 4 - Istituzione e attivazione Art. 5 - Corsi interistituzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA Art. 1 - Finalità, durata, e modalità di assegnazione 1. La

Dettagli

Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia

Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia Art.1 (natura giuridica) 1.Il Conservatorio di Musica S. Cecilia è un Istituto di studi musicali ai sensi dell art. 2 della legge 21 dicembre 1999, n.

Dettagli

I-NORMECOMUNI Art. 1 Art. 2 Divieto di svolgimento di attività didattiche Art. 3 Divieto di cumulo delle borse Art. 4 Pubblico dipendente

I-NORMECOMUNI Art. 1 Art. 2 Divieto di svolgimento di attività didattiche Art. 3 Divieto di cumulo delle borse Art. 4 Pubblico dipendente REGOLAMENTO PER L'ATTRIBUZIONE E LA CONFERMA DELLE BORSE DI STUDIO PER LA FREQUENZA DI SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE NON MEDICHE, ATTIVITA' DI RICERCA POST-DOTTORATO, CORSI DI PERFEZIONAMENTO ALL'ESTERO.

Dettagli

Scuola di Alta Formazione Master. Regolamento dei Corsi

Scuola di Alta Formazione Master. Regolamento dei Corsi Scuola di Alta Formazione Master Regolamento dei Corsi Sommario Introduzione... 3 Art. 1 - Definizioni... 3 Art. 2 - Principi generali e finalità... 3 Art. 3 - Caratteristiche dei Corsi... 4 Art. 4 - Istituzione

Dettagli

REGOLAMENTO CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE

REGOLAMENTO CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE Istituto Comprensivo "Fracassetti - Capodarco" Via Visconti d Oleggio, 83 / 63900 Fermo tel: 0734/621273 - fax: 0734/601112 sito web : www.iscfracassetticapodarco.gov.it e-mail: iscfracassetticapodarco@gmail.com

Dettagli

STATUTO Art. 1 - Costituzione e denominazione. Art. 2 - Sede legale. Art. 3 - Oggetto. Art. 4 - Entrate. Art. 5 - Patrimonio.

STATUTO Art. 1 - Costituzione e denominazione. Art. 2 - Sede legale. Art. 3 - Oggetto. Art. 4 - Entrate. Art. 5 - Patrimonio. STATUTO Art. 1 - Costituzione e denominazione. A norma degli articoli 4 e ss. del Codice Civile è costituita la Fondazione denominata Fondazione Studi Oreste Bertucci Art. 2 - Sede legale. La Fondazione

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO DEL CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO (approvato nella seduta del CdA del 22 marzo 2011 - modificato con delibera n. 5 del S.A. del 08/05/2012) Art. 1 Definizione 1

Dettagli

Il CONSIGLIO COMUNALE

Il CONSIGLIO COMUNALE Il CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 88 del 12.04.1988 è stata istituita in Pioltello una Scuola Civica di Musica successivamente intitolata Civico Istituto Musicale

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE Art. 1 Istituzione 1. L Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (d ora in poi ISIA) di Firenze e stato istituito in forma sperimentale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE CULTURALE D ARTE TROSSI UBERTI

STATUTO DELLA FONDAZIONE CULTURALE D ARTE TROSSI UBERTI STATUTO DELLA FONDAZIONE CULTURALE D ARTE TROSSI UBERTI (Approvato quale All. n. 3 parte integrante della delibera della Giunta Comunale n. 250 del 28 Giugno 2012) Art.1) Denominazione e sede È costituita

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale di Sant Antioco n. 12 del 14/03/2013

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI FORMAZIONE DI BASE approvato dal Consiglio Accademico con Delibere n. 2/10 e successive modifiche ed integrazioni INTRODUZIONE GENERALE L articolazione della Formazione

Dettagli

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE approvato dal Senato Accademico nella seduta del 10.05.2013 n. 300/5609

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE F.I.S.M. - VICENZA

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE F.I.S.M. - VICENZA F.I.S.M. - VICENZA FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE C.Fiscale 80025120249 P.Iva 01922310246 Viale Verona, 108 36100 Vicenza tel. 0444/291.360 fax 0444/291.448 e-mail segreteria@fismvicenza.it STATUTO

Dettagli

CITTA DI ARESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA CIVICA MUSICALE

CITTA DI ARESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA CIVICA MUSICALE CITTA DI ARESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA CIVICA MUSICALE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 61 del 30.07.2001 1 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI.

STATUTO. Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI. STATUTO Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI. 2) Il Comitato non ha fini di lucro. 3) La sede è in Torino, Corso

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI Approvato in data con deliberazione consiliare n. 1. E istituita la Consulta Anziani. Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione culturale e professionale degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative lend

Dettagli

Statuto SOCIETÀ ITALIANA DI DIRITTO ED ECONOMIA

Statuto SOCIETÀ ITALIANA DI DIRITTO ED ECONOMIA Statuto SOCIETÀ ITALIANA DI DIRITTO ED ECONOMIA Art. 1 Denominazione - Oggetto e scopi E costituita la associazione denominata Società Italiana di Diritto ed Economia - SIDE (Italian Society of Law and

Dettagli

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c;

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; U.S.R. Decreto n. 1226 IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA RITENUTO il Decreto del M.I.U.R. 22 ottobre 2004, n. 270, ed in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA. SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI

REGOLAMENTO DELLA. SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO Massimo Baldini DELLA LUISS GUIDO CARLI (con le ultime modifiche approvate dal Comitato Esecutivo della LUISS Guido Carli nella seduta del 23 luglio 2014)

Dettagli

1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO

1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DELL ORCHESTRA - SCUOLA MEDIA STATALE COSTANTINO NIGRA - TORINO Art. 1 Costituzione, denominazione, sede, durata 1.1 È costituita in data 15 giugno 2002 l Associazione

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CULTURALI. (Approvato con Deliberazione di C.C. n. del ) 1 INDICE

Dettagli

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica Regolamento della Scuola APD ARCHIVIO DI STATO DI NAPOLI Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica La Scuola dell'archivio di Stato di Napoli fondata nel 1811 con lo scopo di curare la preparazione

Dettagli

DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA

DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA DISPOSIZIONI RELATIVE A PASSERELLE, TRASFERIMENTI ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA PREMESSA Il regolamento d istituto in materia di passerelle, trasferimenti, esame integrativi e di idoneità è punto di

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE

PROVINCIA DI CROTONE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI IDONEITA PER DIRETTORE TECNICO DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (approvato con delibera consiliare N nella seduta del, ) La Provincia di

Dettagli

Regolamento per l'attribuzione di attività didattica aggiuntiva ai docenti

Regolamento per l'attribuzione di attività didattica aggiuntiva ai docenti Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica Accademia di Belle Arti Mario Sironi - Sassari Regolamento per l'attribuzione di attività didattica

Dettagli

Non è possibile il passaggio durante l anno scolastico, eccetto quanto previsto dal successivo art. 11 (Frequenza come uditori).

Non è possibile il passaggio durante l anno scolastico, eccetto quanto previsto dal successivo art. 11 (Frequenza come uditori). Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato F. Corridoni Via Sant Anna, 9 CORRIDONIA (MC) Sedi coordinate: Macerata-Civitanova Marche www.ipsiacorridoni.gov.it Codice Fiscale 80004920437

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD)

STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD) STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD) ALLEGATO A DELL ATTO N. 83436/22560 REP. Art. 1 - Costituzione E legalmente costituita, nel rispetto del codice

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO

REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO Emanato con D.D. n.20 del 16 gennaio 2004; entrato in vigore il 17 gennaio 2004; modificato con D.D.P. 149 del 26/02/2010 modificato con D.R. n. 80 del

Dettagli

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE 1 ITALIAN UNIVERSITY LINE...1 CAPO I...3 Disposizioni generali...3 Art. 1 - Istituzione...3 Art. 2 - Natura giuridica e fonti normative...3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DEL CIPA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DEL CIPA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DEL CIPA La Scuola di Specializzazione è diretta alla formazione di psicoterapeuti di indirizzo junghiano mediante l organizzazione di corsi post-universitari

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION Art. 1 Costituzione 1. E costituita dall Università degli Studi Roma Tre una Fondazione di diritto privato denominata Fondazione Università

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE CAPITOLO 1 - GENERALITA Il presente regolamento è redatto in base all art. 42

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4.

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4. REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4.2015) Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina le procedure

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO ART. 1 Istituzione e disciplina della Scuola dottorale in Scienze Umane e dei Corsi di dottorato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2014/2015 emanato con decreto del direttore n. 1 del 7/11/2014 corsi

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento 2 CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2013/2014 emanato con decreto del direttore n. 131 del 16/10/2013

Dettagli

FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I

FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI di B A R I REGOLAMENTO DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO per l Attività Formativa Professionale Continua degli Iscritti all Ordine Consigliatura

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) Denominazione E costituita, ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE Indice Titolo I Principi generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Titolo II Servizi Art. 2 Servizi Titolo III Servizio Didattico Art. 3 Discipline insegnamento Art. 4 Personale

Dettagli

BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2

BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2 Manuale delle associazioni sportive BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2 STATUTO COMITATO PER L ORGANIZZAZIONE DI... Art. 1 Costituzione È costituito un Comitato denominato... Il Comitato ha

Dettagli

STATUTO della Fondazione Toscana Spettacolo onlus

STATUTO della Fondazione Toscana Spettacolo onlus STATUTO della Fondazione Toscana Spettacolo onlus Approvato dal Consiglio della Fondazione con deliberazione n. 29 del 4 maggio 2015 e dalla Giunta Regionale della Toscana con deliberazione n. 424 del

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA Comune di Villasor Provincia di Cagliari Regolamento comunale per lo Sport Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011 INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Dettagli

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE STATUTO ANDISU ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (A.N.DI.S.U.). Di essa possono far parte tutti gli organismi

Dettagli

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Facoltà di Economia Sede di Latina Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello REGOLAMENTO Anno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ART. 1 Finalità della Scuola 1. E' istituita, presso il Dipartimento di

Dettagli

Accademia di Belle Arti L Aquila STATUTO INDICE TITOLO I Principi Generali e Direttivi Art. 1 - Finalità e funzioni Art. 2 Autonomia Didattica e di

Accademia di Belle Arti L Aquila STATUTO INDICE TITOLO I Principi Generali e Direttivi Art. 1 - Finalità e funzioni Art. 2 Autonomia Didattica e di Accademia di Belle Arti L Aquila STATUTO INDICE TITOLO I Principi Generali e Direttivi Art. 1 - Finalità e funzioni Art. 2 Autonomia Didattica e di ricerca Art. 3 Pari opportunità Art. 4 Ricerca, istruzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI 1 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI SCUOLA PARITARIA ARTICOLO 1) - Ente gestore 1.1 Denominazione Istituti Scolastici Paritari Scuola Domani S.r.l. è l ente gestore dell Istituto Tecnico Commerciale

Dettagli

1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto. una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di

1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto. una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di STATUTO COSTITUZIONE E SCOPI 1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di solidarietà e con durata illimitata,

Dettagli

STATUTO ASSOCIATIVO ************** Associazione culturale RIGOLETTO RECORDS

STATUTO ASSOCIATIVO ************** Associazione culturale RIGOLETTO RECORDS STATUTO ASSOCIATIVO ************** Associazione culturale RIGOLETTO RECORDS ASSOCIAZIONE PER LO STUDIO E LA DIFFUSIONE DELLA MUSICA E DELLA CANZONE D AUTORE Art. 1 E costituita l associazione RIGOLETTO

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E LA CONCESSIONE DI ASSEGNI DI STUDIO NEL SETTORE DELL'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ED ARTISTICA, SCUOLA MEDIA INFERIORE,

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA Approvato in data con deliberazione consiliare n. Premesso che la Legge 5 Febbraio 1992 n.

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Alfonso M. de Liguori

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Alfonso M. de Liguori ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Alfonso M. de Liguori Con sezioni di: ISTITUTO TECNICO settore ECONOMICO e TECNOLOGICO LICEO SCIENTIFICO LICEO LINGUISTICO - LICEO CLASSICO Via S. Antonio Abate,

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ISTITUZIONI MUSICALI AFAM LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Generalità) Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi

Dettagli

Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University

Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE E FUNZIONI Art. 1 Ambito di applicazione 1.

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI.

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. CONSORZIO PER LA SCUOLA MOSAICISTI DEL FRIULI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Approvato con decreto del Presidente n. 12 del 10 dicembre 2013; adeguato ai sensi dell art. 18 della

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

Statuto Aggiornato 07 maggio 2011

Statuto Aggiornato 07 maggio 2011 CENTRO NAZIONALE PER IL VOLONTARIATO Studi ricerche e collegamento fra le Associazioni Statuto Aggiornato 07 maggio 2011 Art. 1 - COSTITUZIONE E' costituita l'associazione denominata "Centro Nazionale

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone

Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone Comune di Fiuggi Provincia di Frosinone NUOVO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI ASSEGNI DI STUDIO COMUNALI PER MERITO Per gli studenti delle scuole superiori Regolamento per l assegnazione degli Assegni

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN GIROLAMO Cannaregio 3022/A 30121 VENEZIA - TEL 041 717336 FAX 041 721789 CODICE FISCALE 94071400272 - COD. MIN. VEIC84200T E-mail: VEIC84200T@istruzione.it - pec: VEIC84200T@pec.istruzione.it

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE AMICI DEL ROCK Art. 1. Costituzione e denominazione È costituita l Associazione culturale musicale senza scopo di lucro denominata: Amici del rock. L Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA Art. 1 (Principi, finalità ed ambito di applicazione) 1. L Amministrazione comunale riconosce il valore

Dettagli

STATUTO. dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura

STATUTO. dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura STATUTO dell Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli e scuola Brenzoni, di pittura e scultura Testo modificato rispetto a quello vigente (che era stato approvato dal Consiglio Comunale di Verona

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO l art. 27 del Titolo XII, relativo al diritto allo studio, del Regolamento Didattico Generale

IL DIRETTORE. VISTO l art. 27 del Titolo XII, relativo al diritto allo studio, del Regolamento Didattico Generale Roma, 23 settembre 2013 Prot. n. 2912/13/A IL DIRETTORE VISTA la Legge n. 508 del 19 dicembre 1999, di riforma delle Accademie di Belle Arti, dell'accademia Nazionale di Danza, Accademia Nazionali di Arti

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE LATERANENSE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE LATERANENSE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE LATERANENSE ARTICOLO 1 Denominazione È costituita una associazione tra allievi ed ex allievi, docenti, personale addetto e sostenitori della Pontificia Università

Dettagli

STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini. TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata)

STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini. TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata) STATUTO dell Associazione Gruppo Immagini TITOLO I (Denominazione, Sede, Oggetto e Durata) Art.1 E costituita un associazione senza scopo di lucro, denominata Gruppo Musicale Immagini. Art.2 L associazione

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei)

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) Regolamento delle attivit e per il funzionamento del Consiglio dell Ordine dei

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI FORMAZIONE DI BASE approvato dal Consiglio Accademico con Delibere n. 2/10 e successive modifiche ed integrazioni INTRODUZIONE GENERALE L articolazione della Formazione

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca - Alta Formazione Artistica e Musicale Accademia di Belle Arti Mario Sironi - Sassari

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca - Alta Formazione Artistica e Musicale Accademia di Belle Arti Mario Sironi - Sassari Statuto Approvato con Decreto AFAM n. 273 del 6 settembre 2004. TITOLO I - Principi generali Art. 1 - Definizioni e riferimenti 1. In attuazione dell art. 33 della Costituzione, vista la legge 21 dicembre

Dettagli

COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO

COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO ARTICOLO 1 È costituita l Associazione Nazionale denominata LEGA DEL FILO D ORO - organizzazione non lucrativa di utilità sociale avente sede in Osimo (Ancona) in via Linguetta

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO UNIVERSITARIO DI STUDI SUPERIORI IUSS FERRARA 1391. Art. 1. Costituzione

STATUTO DELL ISTITUTO UNIVERSITARIO DI STUDI SUPERIORI IUSS FERRARA 1391. Art. 1. Costituzione SENATO ACCADEMICO 20/04/206 CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE 27/04/2016 DECRETO RETTORALE Rep. n. 873/2016 Prot. n. 45381 del 01/06/2016 UFFICIO COMPETENTE Ufficio Dottorato di Ricerca Pubblicato all Albo informatico

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 1 INDICE art. 1 Finalità del Servizio pag. 3 art. 2 Area di utenza

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA Costituzione e denominazione dell Associazione art. 1 E costituita una Associazione scientifico-culturale

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA.

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. DENOMINATO ALOA Associazione Ludica Ordine Architetti Costituzione

Dettagli

Parte Straordinaria Allegato e

Parte Straordinaria Allegato e Parte Straordinaria Allegato e STATUTO "IFOM Fondazione Istituto Firc di Oncologia Molecolare" in breve "IFOM" Art. 1 COSTITUZIONE Su iniziativa della "Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro", che

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

REGOLAMENTO Accademia Dimensione Musica

REGOLAMENTO Accademia Dimensione Musica REGOLAMENTO Accademia Dimensione Musica I Principi generali art.1 oggetto e finalità del regolamento II Finalità art.2 finalità dell associazione III Struttura organizzativa art.3 struttura organizzativa

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI FORMAZIONE. Premessa

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI FORMAZIONE. Premessa REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI FORMAZIONE Premessa Il Regolamento per l istituzione ed il funzionamento dei corsi master universitari, emanato con D.R. n. 868 del 27.6.2005, è modificato

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI N. 144 DEL 27.12.2012 COPIA DELLA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Scuola Civica di Musica del 'Sarrabus': Selezione per soli titoli per la formazione di

Dettagli