COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO"

Transcript

1 SPECIALE CLASSIFICA COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO Quanto ha inciso la crisi finanziaria sui conti delle compagnie e sull andamento del settore assicurativo nel nostro Paese? Le classifiche delle prime 25 compagnie che operano in Italia a cura di SCS Consulting Nel 2008 i risultati economici delle compagnie italiane sono stati fortemente condizionati dalla crisi finanziaria che ha colpito l intera economia mondiale a partire dalla seconda metà dell anno. Il risultato tecnico del settore Danni è stato ancora positivo (0,4 miliardi di euro), mentre quello del Vita fortemente negativo (quasi 3 miliardi di euro). Nel complesso, il risultato d esercizio è stato negativo per quasi 2 miliardi di euro con un ROE pari al -4,7%. I premi complessivi nel 2008 sono stati leggermente al di sotto dei 95 miliardi di euro, di cui 38,5 miliardi raccolti nei rami Danni e 56,5 miliardi nei rami Vita. Dopo la flessione registrata nel 2007 (-8,4%), i premi complessivi hanno registrato anche nel 2008 un ulteriore contrazione di simile entità (-8,1%). Tale risultato è stato influenzato soprattutto dal settore Vita i cui premi sono diminuiti del 10,9% (erano diminuiti del 12,9% nel 2007). I premi nei rami Danni sono diminuiti del 3,5% rispetto al Alla luce di questi andamenti, la quota dei premi Vita sul totale è diminuita rispetto all anno precedente, passando dal 61,3% al 59,4%. I premi complessivi, al netto della quota dei premi ceduti in riassicurazione, hanno raggiunto 89,2 milardi di euro, con una diminuzione del 7,9% rispetto all anno precedente. Di questi, 34,3 miliardi di euro derivano dai rami Danni e 54,9 miliardi nei rami Vita. Nonostante una situazione di generale contrazione della raccolta (16 tra le prime 25 compagnie del mercato hanno visto ridursi la propria raccolta rispetto al 2007), vi sono compagnie che sembrano non aver risentito di tali andamenti: Allianz (Italia) nel 2008 ha aumentato la propria raccolta del 28,4% e Genertel Life addirittura del 148,4%. Durante il 2008, le compagnie hanno sostenuto oneri relativi a sinistri e variazioni delle riserve per un ammontare netto pari a 68,9 miliardi di euro (-23,1% rispetto al 2007), di cui 25,7 miliardi nei rami Danni e 43,2 miliardi nei rami Vita. Il 2008 segna una riduzione per quanto riguarda le spese di gestione, che comprendono gli oneri per l acquisizione dei contratti, per la riscossione dei premi, per l organizzazione e il funzionamento della rete distributiva e le spese di amministrazione relative alla gestione tecnica: l ammontare è stato pari a 12,6 miliardi di euro (-6,1% rispetto al 2007). Tuttavia, tale contrazione non può essere considerata indice di un aumento di efficienza, in quanto il rapporto tra le spese di gestione complessive e i premi contabilizzati (expense ratio) è aumentato, passando dal 13,8% nel 2007 al 14,1% nel In particolare, le spese di gestione dei rami Danni sono state pari a 8,5 miliardi di euro, con un incidenza sui premi del 24,7% (24,6% nel 2007); nei rami Vita, al contrario, si sono registrate spese di gestione pari a 4,1 miliardi di euro, con un incidenza sui 22 ASSICURA - DICEMBRE 2009

2 CLASSIFICA LE PRIME 25 COMPAGNIE SPECIALE FIGURA 1 PESO DEI CANALI DISTRIBUITIVI NEI RAMI VITA (PREMI LORDI CONTABILIZZATI, MLN, %, ) Fonte: Rielaborazioni SCS su dati Ania 2008 (*) Comprende anche gli sportelli postali premi del 7,5% (7,7% nel 2007). Il risultato del conto tecnico è stato negativo per 2,5 miliardi di euro, con un incidenza del -2,9% sui premi, rispetto al +4,6% del Nei rami Danni il risultato è stato positivo per 375 milioni di euro (2,8 miliardi nel 2007); l incidenza di tale risultato sui premi è pertanto fortemente diminuita passando dall 8,0% nel 2007 all 1,1% nel Nei rami Vita il risultato del conto tecnico è stato negativo per 2,9 miliardi di euro (era positivo e pari a 1,7 miliardi di euro nel 2007), con un incidenza sui premi in calo dal +2,7% del 2007 al -5,3% del Nel 2008, per la prima volta, il risultato netto degli investimenti per l intero settore assicurativo è stato negativo e pari a 9,8 miliardi di euro, in controtendenza rispetto al risultato positivo del 2007 pari a 12,7 miliardi di euro. Le ragioni di tale crollo sono indubbiamente da ricercare tra gli effetti della crisi finanziaria internazionale, che hanno determinato un calo repentino del valore dei portafogli azionari. Più nel dettaglio, il brusco calo dei tassi di interesse ha inciso, da un lato, negativamente sui proventi derivanti dai titoli a reddito fisso; dall altro, sull aumento del rischio di default, che, coinvolgendo anche emittenti primari, ha comportato un calo del valore dei corporate bond detenuti nei portafogli delle imprese. I proventi da investimento, pari a 26,1 miliardi di euro, sono rimasti sostanzialmente stabili rispetto al Gli oneri da investimento sono, invece, cresciuti da 13,3 miliardi di euro del 2007 a 35,9 miliardi del 2008, con un aumento del +170%. I proventi straordinari, al lordo degli oneri, sono stati pari a 1,4 miliardi di euro (2,3 nel 2007) e i relativi oneri sono stati pari a 627 milioni di euro (823 nel 2007). Saldo in rosso per quanto riguarda il risultato complessivo d esercizio: il risultato dell attività ordinaria, Danni e Vita, è stato pari a -4,1 miliardi di euro (contro un valore positivo pari a 5,4 miliardi di euro nel 2007), mentre quello dell attività straordinaria è stato positivo e pari a 750 milioni di euro, ossia circa la metà rispetto al Complessivamente, quindi, il risultato ante imposte delle compagnie italiane è stato pari a -3,4 miliardi di euro. Tenendo conto dell effetto positivo della tassazione pari a -1,4 miliardi di euro, il risultato complessivo del settore assicurativo mostra una perdita pari a circa -2,0 miliardi di euro. Nel comparto Vita, a causa del crack Lehman Brothers si è decisamente innalzata la diffidenza da parte dei risparmiatori verso i prodotti assicurativi per il risparmio e si è, più in generale, ridotta la loro propensione al rischio. Inoltre, le difficoltà da parte delle Banche nel reperire liquidità, ha fatto sì che queste indirizzassero la loro attività di commercializzazione verso pro- FIGURA 2 PESO DEI CANALI DISTRIBUITIVI NEI RAMI DANNI (PREMI LORDI CONTABILIZZATI, MLN, %, ) Fonte: Rielaborazioni SCS su dati Ania 2008 (*) Comprende anche gli sportelli postali 100% LA PRIMA AZIENDA ITALIANA DEL SETTORE CERTIFICATA ISO ISO OHSAS18001 DICEMBRE ASSICURA 23

3 SPECIALE CLASSIFICA RAMI VITA TABELLA 1 CLASSIFICA GENERALE DELLE PRIME 25 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE PER RACCOLTA PREMI VITA 2008 Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. Il campione delle 25 compagnie rappresenta l 82,9% del mercato Vita. *Il posizionamento di Genertel Life è dovuto al fatto che la compagnia, nata per ridenominazione di La Venezia Assicurazioni, continua a raccogliere Premi Vita attraverso i canali tradizionali (promotori finanziari e canale bancario) mentre la raccolta attraverso canali diretti (internet e telefono) risulta ancora marginale Tabella 2 - Classifica delle prime 25 compagnie del mercato Vita per efficienza operativa Tabelle 3 e 4 - Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Vita per indicatori patrimoniali 24 ASSICURA - DICEMBRE 2009

4 CLASSIFICA LE PRIME 25 COMPAGNIE SPECIALE Tabelle 5, 6 e 7 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Vita per indicatori dimensionali CLASSIFICA RAMI DANNI TABELLA 8 CLASSIFICA GENERALE DELLE PRIME 25 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE PER RACCOLTA PREMI DANNI 2008 Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. Il campione delle 25 compagnie rappresenta l 85,7% del mercato Danni. 100% LA PRIMA AZIENDA ITALIANA DEL SETTORE CERTIFICATA ISO ISO OHSAS18001 DICEMBRE ASSICURA 25

5 SPECIALE Tabelle 9, 10, 11 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Danni per efficienza operativa Tabella 12 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Danni per efficienza operativa Tabelle 13, 14 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Danni per indicatori dimensionali 26 ASSICURA - DICEMBRE 2009

6 CLASSIFICA LE PRIME 25 COMPAGNIE SPECIALE CLASSIFICA RAMI AUTO Tabella 15 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato Danni per indicatori dimensionali Tabella 16 Classifica per raccolta rami Auto delle prime 25 compagnie del mercato Danni dotti propri. Tutti questi fattori hanno portato ad una flessione della raccolta per questo comparto, specie per i prodotti a rilevante contenuto finanziario, pari a -13,8% della raccolta complessiva e -17,7% della nuova produzione. Tale trend negativo non ha riguardato UGF Assicurazioni, che ha chiuso il 2008 con un aumento della raccolta a due cifre (+40,2%) e Axa MPS Vita (+26,4%). Per quanto riguarda i rami Danni, si è avuta una rilevante riduzione del premio medio per le polizze RCA, dovuta sia al perdurare degli effetti delle innovazioni normative sulla classe di merito sia al frequente ricorso a sconti e promozioni ai clienti. Oltre alla riduzione del premio medio, la crisi economica ha portato ad una riduzione del numero di vetture immatricolate, con conseguente riduzione del numero di polizze stipulate. Tutto ciò si è tradotto in una flessione del comparto Auto pari al -3,2%. Al contrario, il comparto non-auto ha mostrato una buona vitalità, che si è tradotta in una crescita del +2,8%. In controtendenza rispetto al mercato, AIG Europe fa registrare un tasso di crescita nella raccolta nei rami Danni pari al +31,9%, così come Zurich (+12,6%) e Milano Assicurazioni (+9,9%). Nel corso del 2008 si è assistito ad una contrazione nella raccolta per tutti i canali di distribuzione dei prodotti Vita, ad eccezione del canale promotori finanziari, che mostra un incremento dei premi raccolti pari al +3,3%, cui si contrappone una variazione media dell ultimo quinquennio negativa e pari al -5,0%. Gli sportelli bancari restano il canale dominante, in quanto raccolgono ancora più della metà del business Vita, ma sono anche il canale che ha registrato nel 2008 la riduzione più marcata (-19,2%), cui fa seguito quella del 13,3% nel 2007 e quella dell 8,0% nel 2006: nel quinquennio questo canale ha subito una riduzione media annua pari al -5,0%. Andamento opposto per il canale agenti che, con un aumento dell incidenza percentuale sul totale della raccolta Vita, passata dal 18,6% nel 2004 al 23,6% nel 2008, costituisce il canale con il più marcato tasso di crescita nel settore. Con il 2008 la vendita diretta registra un andamento negativo per il terzo anno consecutivo: la riduzione della raccolta premi passa dal -11,2% del 2006 al -0,8% del Le polizze intermediate dai broker, che mediamente negli ultimi cinque anni hanno rappresentato l 1% del totale, hanno fatto registrare nel 2008 una contrazione del -8,0%. Anche per l anno 2008, gli agenti si confermano essere la principale rete di raccolta premi nel settore Danni, pur facendo registrare un calo del -1,2% per il primo anno nell ultimo quinquennio. Considerando gli ultimi cinque anni, gli agenti rimangono comunque in lieve espansione (crescita media annua pari a +1,5%). A seguito delle contenute contrazioni degli anni 2006 e 2007 i broker risultano in ripresa nel 2008 (+3,0%); permane stabile la loro quota di mercato (circa il 7,6% dei premi raccolti) che li rende il principale canale alternativo agli agenti. 100% LA PRIMA AZIENDA ITALIANA DEL SETTORE CERTIFICATA ISO ISO OHSAS18001 DICEMBRE ASSICURA 27

7 SPECIALE Tabella 17 Classifica per raccolta rami non Auto delle prime 25 compagnie del mercato Danni Tabella 22 Classifica delle prime 25 compagnie del mercato complessivo per efficienza operativa Tabelle 19, 20 e 21 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato complessivo per indicatori di redditività (a pagina successiva) Tabella 18 a pag successiva Classifica generale per raccolta premi ASSICURA - DICEMBRE 2009

8 CLASSIFICA LE PRIME 25 COMPAGNIE SPECIALE TABELLA 18 CLASSIFICA GENERALE DELLE PRIME 25 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE PER RACCOLTA PREMI 2008 Il campione delle 25 compagnie rappresenta il 75,1% del mercato complessivo. Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. Dopo anni di forte espansione, per il secondo anno consecutivo la vendita diretta registra una contrazione della raccolta premi (-2,8%); oltre al calo osservato nelle agenzie in economia, su tale risultato incide la contrazione del canale internet e telefonico che ha registrato nel 2008 una diminuzione dell 1,1%. Negli ultimi cinque anni, comunque, il canale diretto ha registrato mediamente una variazione positiva di quasi il 3,0%, con una quota di mercato che è rimasta superiore al 6,0%. Anche nel 2008 è in forte crescita la raccolta premi attraverso il canale banche; la quota di mercato di questo canale raddoppia rispetto al 2004, passando dall 1,0% al 2,1%. Rimane invariata e di fatto trascurabile l incidenza dei promotori finanziari pari allo 0,1% anche per il Nel 2008 la raccolta premi nei rami Vita si è ridotta dell 11,2% rispetto all anno precedente, valore analogo a quello registrato nel 2007 (-11,4%). La dinamica dei premi osservata nel 2008 è il risultato del forte calo delle polizze linked (-36,1%) e della crescita delle polizze di ramo I (+15,7%). La riduzione dei premi e il risultato negativo degli investimenti hanno contribuito a determinare un risultato tecnico complessivo negativo. Generali, anche per il 2008, guida la classifica delle compagnie per quanto riguarda la raccolta premi Vita (Tabella 1), sempre seguita da Poste Vita. Entrambe, pur mantenendosi al vertice, fanno registrare una riduzione della raccolta. L ultimo gradino del podio è occupato da Alleanza, che recupera ben tre posizioni rispetto all anno passato scalzando così CreditRas Vita. Quest ultima scivola al quinto posto dietro a Ina Assitalia che si conferma al quarto posto così come nel Nel 2008 sono tre le nuove entrate nella Top 25, tra cui spicca Sud Polo Vita che dalla sessantottesima posizione balza fino alla diciannovesima con un aumento della raccolta pari a circa 15 volte. Genertel Life si colloca al vertice delle compagnie più efficienti (Tabella 2), grazie ad un valore di expense ratio (rapporto tra spese di gestione e premi netti) pari a 1,28% (contro l 8,17% registrato nel 2007), valore molto più contenuto rispetto al primo posto dell anno 2007 assegnato ad Aviva Vita con 2,99% (quest anno terza con un indice pari al 2,42%). Segue BNL Vita che in un solo anno dimezza le proprie spese di gestione (1,46% contro 3,15%). La compagnia che più delle altre ha messo a frutto i propri investimenti, così come misurato dal rapporto tra proventi dei patrimoni netti ed investimenti (Tabella 3), è Generali, che nonostante abbia perso un punto e mezzo percentuale rispetto al 2007, si conferma al vertice di questa classifica. Segue Genertel Life, a distanza di più di un punto percentuale. L analisi del dato patrimoniale rappresentato dal rapporto tra riserve tecniche nette e premi netti (Tabella 4) mostra al vertice della classifica Eurizon Vita che, con un valore pari a 14,35, scalza dal primo posto Sud Polo Vita, passata da un rapporto pari al 68,37 nel 2007 al 4,16 nell ultimo anno, frutto in parte dell ottima performance nella raccolta premi 2008 (15 volte superiore alla raccolta 2007). Sale al secondo posto Intesa Vita, con un +3,31 rispetto al 2007 (7,48 del 2007 vs 10,79 del 2008). In fondo al podio si colloca Cnp Unicredit Vita, che con 8,52 supera Aurora, a sua volta in flessione rispetto al La raccolta premi nel settore Danni è stata pari nel 2008 a 37,5 miliardi di euro, sostanzialmente stabile rispetto al 2007 (-0,5%). L incidenza dei rami Danni sul totale dei premi è passata dal 38% al 41% per effetto della contrazione del settore Vita. In presenza di una stabilità dell expense ratio, l aumento del rapporto tra oneri per sinistri e premi di competenza ha determinato un peggioramento del combined ratio d esercizio; il risultato tecnico è rimasto comunque positivo, ma la sua incidenza sui premi si è for- 100% LA PRIMA AZIENDA ITALIANA DEL SETTORE CERTIFICATA ISO ISO OHSAS18001 DICEMBRE ASSICURA 29

9 SPECIALE Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e professore aggregato Università degli Studi di Bergamo temente ridotta passando dal +6,9% del 2007 al +0,7% del Questa condizione di sostanziale stabilità della raccolta si riflette nelle prime posizioni della classifica delle compagnie (Tabella 8), dove tra le prime dieci posizioni i player rimangono i medesimi dell anno passato, ad eccezione dell ingresso nella Top ten di Zurich (undicesima nel 2007). Per quanto riguarda il podio, si osservano variazioni per tutti e tre i gradini: infatti, Allianz scalza Generali dal podio, sottraendo a sua volta il secondo gradino a Fondiaria-Sai, che si La classifica è stata realizzata da SCS Consulting, società di Consulenza Direzionale operante sull intero territorio nazionale per clienti del settore privato e pubblico attraverso team specialistici di professionisti formati nelle migliori università e nelle più importanti multinazionali della consulenza. Nel settore Assicurativo, oltre agli interventi di natura strategica, la società è impegnata in progettualità relative a: indagini di Mistery Client, efficientamenti operativi e organizzativi, adeguamento al sistema di vigilanza Solvency II, definizione di nuovi modelli operativi e di business, Direct Insurance, Business Continuity e attività di People Management. colloca al terzo posto. Il maggior balzo in avanti è stato compiuto da Sace, che in un solo anno guadagna ben dieci posizioni facendo il suo ingresso nella Top 25. Per quanto riguarda il rapporto sinistri su premi (loss ratio) si aggiudica il primo posto Sace (Tabella 9) con un valore assai interessante (21,94%) e decisamente inferiore al secondo classificato, Axa Assicurazioni, che registra un loss ratio pari a 61,84%. Al terzo posto si colloca Aviva Italia con un indice pari a 64,76%. Sace ed Axa Assicurazioni si confermano, rispettivamente, al primo e secondo posto anche nella classifica riguardante l expense ratio (Tabella 10) a distanza di poco più di 3 punti percentuali (16,61% vs 19,80%). Sostanzialmente allineata ad Axa Assicurazioni troviamo al terzo posto Milano Assicurazioni (19,87%). Andamenti opposti per quanto riguarda il rapporto tra il saldo della gestione assicurativa e i premi netti (Tabella 12): per metà del campione si registrano valori positivi, mentre per le compagnie restanti il risultato è negativo. Salgono sul podio Sace, Axa Assicurazioni ed Aviva Italia. La prima classificata, Sace, ha messo a segno un LA METODOLOGIA UTILIZZATA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CLASSIFICA L analisi è stata condotta da SCS Consulting selezionando le prime 25 compagnie operanti in Italia per premi lordi contabilizzati, rispettivamente nei comparti Vita, Danni e mercato complessivo (Vita e Danni). Per le 25 compagnie selezionate in ciascuno dei tre comparti sono state elaborate le classifiche sulla base di una serie di indicatori di efficienza operativa, patrimoniali, dimensionali e di redditività. Le fonti utilizzate sono i bilanci annuali civilistici di ogni singola compagnia. Guida alle grandezze analizzate Premi lordi contabilizzati: raccolta complessiva realizzata direttamente e indirettamente, in Italia e all estero. Utile netto: utile o perdita dell esercizio. Patrimonio netto: capitale sociale più riserve e risultato d esercizio ante distribuzione, al netto delle azioni proprie. Riserve tecniche: rappresentano gli stanziamenti al fine di onorare gli impegni verso gli assicurati. Comprende le riserve premi, sinistri, matematiche e somme da pagare, nonché le riserve tecniche costituite nel caso in cui il rischio dell investimento sia sopportato dagli assicurati e le riserve derivanti dalla gestione dei fondi pensione, al netto delle quote di competenza dei riassicuratori. Investimenti: insieme degli investimenti in azioni e quote, obbligazioni e titoli a reddito fisso, finanziamenti e liquidità, ed investimenti a beneficio degli assicurati che ne sopportano il rischio, derivanti dalla gestione dei fondi pensione. Risultato ordinario: risultato generato dall attività tipica della compagnia, comprendente il risultato tecnico e le altre componenti ordinarie tra cui i proventi patrimoniali netti. Proventi dei patrimoni netti: differenza tra i proventi e gli oneri patrimoniali derivanti dalla gestione degli investimenti, escluse le poste di natura straordinaria. Premi netti: differenza tra i premi totali incassati e quelli ceduti in riassicurazione. ROE: rapporto percentuale tra il risultato dell esercizio e la media del patrimonio netto di inizio e fine anno. Combined ratio: rapporto percentuale tra la somma di sinistri di competenza e spese di gestione ed i premi di competenza. Loss ratio: rapporto percentuale tra sinistri pagati e premi netti. Expense ratio: rapporto tra le spese di gestione e i premi netti. Saldo gestione assicurativa: saldo dei conti tecnici Vita e Danni, al netto della riassicurazione. *Il posizionamento di Genertel Life è dovuto al fatto che la compagnia, nata per ridenominazione di La Venezia Assicurazioni, continua a raccogliere Premi Vita attraverso i canali tradizionali (promotori finanziari e canale bancario) mentre la raccolta attraverso canali diretti (internet e telefono) risulta ancora marginale Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. Il campione delle 25 compagnie rappresenta l 82,9% del mercato Vita. 30 ASSICURA - DICEMBRE 2009

10 CLASSIFICA LE PRIME 25 COMPAGNIE SPECIALE Tabelle 23, 24 e 25 Classifiche delle prime 25 compagnie del mercato complessivo per indicatori patrimoniali risultato invidiabile pari al 119,4%. Suddividendo la raccolta premi Danni nelle sue due componenti Auto e non- Auto, si nota come, per il campione di compagnie considerate, la raccolta Auto sia passata dal 57,5% del 2007 al 55,4% del 2008, con una contrazione superiore a due punti percentuali. La classifica delle Compagnie per raccolta premi Auto (Tabella 16) è di fatto immutata rispetto all anno passato; infatti, nelle prime tre posizioni troviamo le stesse compagnie presenti nel 2007, ovvero Allianz, Fondiaria- Sai e Milano Assicurazioni. La compagnia con la massima incidenza dei rami Auto sul totale Danni è Sara Assicurazioni, che raccoglie più dell 80% di premi Danni nei rami Corpi veicoli terresti ed RC Auto. Sace è l unica compagnia tra le Top 25 per raccolta premi Danni a non operare nei rami Auto. Anche per la raccolta premi non-auto non variano le compagnie al vertice della classifica (Tabella 17); infatti, si confermano sul podio anche per il 2008 Generali, Allianz e Fondiaria- Sai. Escludendo Sace (che opera solo nei rami non-auto), Generali mostra la percentuale massima del rapporto tra premi non-auto e premi Danni, in crescita rispetto al 2007 di circa un punto percentuale. Variazioni per due dei tre gradini del podio nella classifica generale per raccolta premi (Tabella 18): il 2008, infatti, conferma Generali in testa nonostante la flessione di un punto percentuale nella raccolta. Al secondo posto troviamo Allianz che si guadagna questo piazzamento con un notevole balzo in avanti pari al 28,4% (nel 2007 si era classificata quarta), scavalcando Poste Vita, medaglia di bronzo Ottimo risultato per Genertel Life che, grazie ad aumento della raccolta a 3 cifre (+148,4%), guadagna ben 17 posizioni (29 nel 2007 vs 12 nel 2008). Generali si aggiudica per il secondo anno consecutivo il primo posto tra le compagnie più profittevoli (Tabella 19), nonostante una riduzione percentuale dell utile netto pari a circa -40%. Al secondo posto si colloca Allianz che guadagna una posizione rispetto al Alleanza Assicurazioni sale sul gradino più basso del podio recuperando due posizioni rispetto al Il risultato ordinario dell attività assicurativa (Tabella 20), al di là della conferma al vertice di Generali, mostra sorprese per i restanti gradini del podio. Infatti al secondo posto troviamo Creditras Vita che in un solo anno guadagna ben undici posizioni, seguita da Poste Vita che rispetto al 2007 risale la classifica di otto posizioni. Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e professore aggregato Università degli Studi di Bergamo Fabio Bertozzi, Consulente SCS Consulting 100% LA PRIMA AZIENDA ITALIANA DEL SETTORE CERTIFICATA ISO ISO OHSAS18001 DICEMBRE ASSICURA 31

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA SPECIALE CLASSIFICA LA RISCOSSA DEL VITA Positivi il risultato complessivo d esercizio e la raccolta premi, ma sussistono diversità di performance tra rami danni e vita con un necessario ribilanciamento

Dettagli

La crisi frena la crescita

La crisi frena la crescita LE PRIME 100 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE La crisi frena la crescita a cura di Fabio Bertozzi, Project Leader SCS Consulting Alfredo De Massis, Professore Università degli Studi di Bergamo e Manager

Dettagli

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ SPECIALE CLASSIFICHE Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ L ANALISI DELLE PERFORMANCE E L EVOLUZIONE DEL SETTORE, SECONDO QUANTO EMERGE DALLE CLASSIFICHE DELLE PRIME 20 COMPAGNIE

Dettagli

Raccolta in crescita, utile in picchiata

Raccolta in crescita, utile in picchiata Raccolta in crescita, utile in picchiata a cura di Fabio Bertozzi, Senior Consultant SCS Consulting Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e Professore Aggregato Università degli Studi di Bergamo Agevolate

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013 Fact - pack mercato Vita marzo 2013 OBIETTIVI Fornire una visione sintetica dei numeri chiave del mercato vita in Italia attraverso analisi e rappresentazioni grafiche Dare un quadro riassuntivo e indicazioni,

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 1. Infortuni; 2. Malattia; 8. Incendio ed elementi naturali; 13. Responsabilità civile generale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 Agenda 1 Risultati 2005 2005 consolidati del del Gruppo Gruppo Unipol Unipol 2 Risultati 2005 di Unipol Assicurazioni 2 Gruppo Unipol: principali eventi del 2005 Progetto

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati, da Borsa

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa Roma, 24 ottobre 2012 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino L andamento di borsa 30/06/2011-30/06/2012 Problematico l andamento

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide FORUM BANCASSICURAZIONE 2015 Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sulla raccolta premi in Italia Il mercato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 Le assicurazioni dirette in Italia Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 2011 Trieste, 14 febbraio 2013 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Le assicurazioni dirette in Italia ConTe.it

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di Borsa Italiana e di quelli di

Dettagli

Life Protection. Un mercato di nicchia con prospettive mass market. Newsletter Protezione Numero 0 Anno 2013. Milano, Aprile 2014

Life Protection. Un mercato di nicchia con prospettive mass market. Newsletter Protezione Numero 0 Anno 2013. Milano, Aprile 2014 www.iama.it - Milano Via Victor Hugo, Telefono 7 r.a. Fax 86 6 8 9 Copyright di IAMA Consulting Srl, Milano () Tutti i diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento sono riservati per tutti i

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012 Stato di salute delle assicurazioni dirette Italia Anno 2012 Elaborazioni da dati Ania A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Premessa Come le precedenti edizioni, abbiamo utilizzato pochi indicatori

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002 PRESENTAZIONE Dati al 30 settembre 2002 1 2 PRESENTAZIONE DEL GRUPPO LA STRATEGIA DISTRIBUTIVA I RISULTATI LE SOCIETA DEL GRUPPO GLI OBIETTIVI IL GRUPPO UNIPOL AL 30/09/2002 UNIPOL ASSICURAZIONI (Compagnia

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 10. Responsabilità civile autoveicoli terrestri; 12. Responsabilità civile veicoli marittimi,

Dettagli

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare?

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare? www.iama.it - 2123 Milano Via Victor Hugo, 2 Telefono 2 72 25 31 r.a. Fax 2 86 46 38 9 Copyright di IAMA Consulting Srl, Milano (213) Tutti i diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento sono

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

Relazione sull'attività svolta nell'anno 2007

Relazione sull'attività svolta nell'anno 2007 Relazione sull'attività svolta nell'anno 2007 (Legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni) Relazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Allianz, Axa, Le Generali a confronto Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Elaborazioni dai bilanci consolidati dei 3 big assicurativi europei A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino 2012

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Luigi Di Falco Responsabile Servizio Vita e Welfare Le assicurazioni vita In un contesto di ricchezza delle famiglie italiane stabile, cresce la quota in assicurazioni vita

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli

Valutazione delle imprese assicurative

Valutazione delle imprese assicurative Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Finanza e Statistica Valutazione delle imprese assicurative V Parte:

Dettagli

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Il Gruppo Cattolica: la struttura societaria 60% ABC Assicura 51% DANNI VITA ALTRO BCC Assicurazioni 51% 100% 60% TUA Assicurazioni 99,99% Duomo Uni One

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Roberto Manzato Vita e Danni non Auto Milano, 16 luglio 2012

Dettagli

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 317566 4 3 ottobre 2003 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

Grafico n. 1 - Imprese nazionali e Rappresentanze di imprese extra SEE Raccolta premi - Portafoglio diretto italiano (Importi in milioni di euro)

Grafico n. 1 - Imprese nazionali e Rappresentanze di imprese extra SEE Raccolta premi - Portafoglio diretto italiano (Importi in milioni di euro) COMUNICATO STAMPA DEL 13 AGOSTO 2015 Nel primo trimestre 2015 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra S.E.E. risulta

Dettagli

Comunicato stampa. La Mobiliare è in rotta di crescita

Comunicato stampa. La Mobiliare è in rotta di crescita Mobiliare Svizzera Holding SA Bundesgasse 35 Casella postale 3001 Berna Telefono 031 389 61 11 Telefax 031 389 68 52 lamobiliare@mobi.ch www.mobi.ch Comunicato stampa La Mobiliare è in rotta di crescita

Dettagli

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa.

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa. Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane 12 edizione 60 anni Artigiancassa Abstract SOMMARIO Descrizione sintetica dei risultati del Rapporto 3 Finanziamenti

Dettagli

Informazione per i media

Informazione per i media Mobiliare Svizzera Holding SA Bundesgasse 35 Casella postale 3001 Berna Telefono 031 389 61 11 Telefax 031 389 68 52 lamobiliare@mobi.ch www.mobi.ch Informazione per i media Risultato semestrale 2014 della

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

Patrimoni e rendimenti delle Gestioni Separate: utilizzo tattico e decisioni strategiche per gli stakeholder

Patrimoni e rendimenti delle Gestioni Separate: utilizzo tattico e decisioni strategiche per gli stakeholder Patrimoni e rendimenti delle Gestioni Separate: utilizzo tattico e decisioni strategiche per gli stakeholder Roberto Casanova Milano, 24 maggio 2012 Solvency II: i passi da compiere per definire e gestire

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione Novembre 2013 Premessa La statistica associativa Indici Aziendali (ventottesima edizione) fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2014-2015 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

Relazione consolidata terzo trimestre 2005

Relazione consolidata terzo trimestre 2005 Relazione consolidata terzo trimestre 2005 2 Riunione di consiglio del 14 novembre 2005 3 4 Indice Stato patrimoniale Consolidato 7 Conto economico Consolidato 11 Prospetto delle variazioni del Patrimonio

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli Dicembre 2015 La statistica associativa Indici Aziendali fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento alle seguenti aree: forza lavoro

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 2 febbraio 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000039 1 Alle imprese di assicurazione che esercitano i rami R.C. auto e Corpi di Veicoli Terrestri con sede legale

Dettagli

SINTESI RAPPORTO ANNUALE INPS 2012

SINTESI RAPPORTO ANNUALE INPS 2012 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 16 luglio 2013 SINTESI RAPPORTO ANNUALE INPS 2012 Il nuovo Inps L Inps presenta quest anno la quinta edizione del Rapporto annuale, la prima dopo l incorporazione

Dettagli

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7 GRUPPO UNIPOL Presentazione Aprile 2005 IL GRUPPO UNIPOL AL 31/12/2004 Eur/mln 2002 2003 2004 Comparto Assicurativo Premi Diretti 6.006 +23% 7.463 +24% 9.583 +28% dei quali Vita 3.717 +34% 4.650 +25 %

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c.

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 7 dicembre 2011 Prot. n. All.ti n. 4 36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Comunicato stampa. Esercizio 2009 di AXA Winterthur: risultato positivo in un contesto difficile

Comunicato stampa. Esercizio 2009 di AXA Winterthur: risultato positivo in un contesto difficile Comunicato stampa Media Relations communication@axa-winterthur.ch Winterthur, 18 febbraio 2010 Esercizio 2009 di AXA Winterthur: risultato positivo in un contesto difficile Nel 2009 AXA Winterthur ha conseguito

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

Relazione sull attività svolta nell anno 2011

Relazione sull attività svolta nell anno 2011 Relazione sull attività svolta nell anno 2011 Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo (Legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni)

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

ARAG Assicurazioni S.p.A.

ARAG Assicurazioni S.p.A. Allegato II Società ARAG Assicurazioni S.p.A. Capitale sociale sottoscritto E. 5.000.000 Versato E. 5.000.000 Sede in Tribunale Verona Verona BILANCIO DI ESERCIZIO Conto economico Esercizio 2001 (Valore

Dettagli

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 18 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Relazione sull'attività svolta nell'anno 2008

Relazione sull'attività svolta nell'anno 2008 Relazione sull'attività svolta nell'anno 2008 (Legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni) Relazione sull'attività svolta nell'anno 2008 PRESIDENTE E DIRETTORE GENERALE Dott.

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

1. VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO POLIZZE AL

1. VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO POLIZZE AL Oggetto: Appendice al Report Risk del 30.06. - valutazione del portafoglio polizze e rendicontazione del rendimento complessivo del portafoglio investimenti maturato nel primo semestre del 1. VALUTAZIONE

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Nel 212 la ricchezza netta delle famiglie, pari alla somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie, si è attestata

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Presentazione istituzionale

Presentazione istituzionale Presentazione istituzionale Risultati al 31 marzo 2014 Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa danni Agenda Area assicurativa vita Area bancaria Gestione immobiliare e società diversificate

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Ritorno agli utili di bilancio

Ritorno agli utili di bilancio Compagnie Ritorno agli utili di bilancio Significativi miglioramenti dei risultati al 30 settembre per le società quotate. Positiva la gestione tipica, buon equilibrio per quella finanziaria. Segnali positivi

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli