La Customer Satisfaction nel settore assicurativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Customer Satisfaction nel settore assicurativo"

Transcript

1 La Customer Satisfaction nel settore assicurativo 4 aprile 2014 AULA MAGNA Via Università 12, PARMA Giuseppe Giudici, Uniparmassicurazioni e ITAS Mutua 1

2 Le Fonti: Indagine ANIA Eurisko sulla Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, edizione 2013; Indagine ANIA Eurisko sulla Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, edizione 2010; Osservatorio sulla Customer Satisfaction e propensioni d acquisto degli utilizzatori di polizze RC Auto, di Databank; Confronto sul mercato RCA in Europa 2014, ANIA; Articoli tratti da Indagine Customer da Doxametrics per CFMT; Osservatorio Busacca & Associati con Doxa; ACSI, American Customer Satisfaction Index; EPSI, European Performance Satisfaction Index; ICSI, Italian Customer Satisfaction Index; Intermedia Channel, Indagine di Customer Satisfaction 2011/2012 di Assiteca; ads, agenzia di stampa settimanale; Customer Satisfaction 2012, ITAS Mutua; Bilancio di Sostenibilità 2012, ITAS Mutua. 2

3 1. La Customer Satisfaction con riferimento agli assicuratori/compagnie 2. La Customer Satisfaction con riferimento ai prodotti assicurativi e al settore/polizza Auto 3. La Customer Satisfaction con riferimento al servizio assicurativo e all agente generale 4. La Customer Satisfaction assicurativa all estero 5. La Customer Satisfaction come strumento strategico aziendale 3

4 1. La Customer Satisfaction con riferimento agli assicuratori/compagnie 4

5 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato dei servizi finanziari, bancari e assicurativi, indagine Doxametrics 2012 per CFMT L indice di Soddisfazione nei confronti del settore bancario è calato al 57,5% nel 2012 rispetto al 63,2% del 2010; di contro, nell attuale e perdurante contesto di crisi economica, nel settore assicurativo tale indice è cresciuto dal 57,6% del 2010 al 58,6% nel Il settore assicurativo svolge una funzione etica di supporto e protezione dell intero sistema economico nazionale: Protezione della famiglia, Protezione della persona, Protezione del patrimonio, Protezione del risparmio, Protezione del Sistema(welfare). In UK(l industria assicurativa britannica è la terza al mondo, per raccolta e la prima in Europa, ma è anche un perno dell economia del Paese, con circa mille imprese assicuratrici che danno lavoro a persone e un gettito fiscale di oltre 10 miliardi di sterline) c è piena coscienza e consapevolezza dell importanza fondamentale del ruolo dell industria assicurativa 5

6 XX Convegno R.I.B.(Reinsurance International Brokers): Finanza ed economia reale Il ruolo dell assicuratore nei rischi catastrofali: Anno 2013 Imprese Abitazioni Esposizione(mld ) Quota fabbricato 60% 90% Quota contenuto 35% 10% Quota danni indiretti 5% - Il settore assicurativo è molto esposto ai rischi catastrofali con riferimento alle Imprese, oltre i 350 mld nel 2013; mentre sui rischi catastrofali relativi alle Abitazioni si stima un esposizione oltre i 60 mld nel

7 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Il ruolo dell assicuratore : il 17% dell attivo Danni e il 54% dell attivo Vita viene investito in titoli di Stato. Ma rimane sempre troppo elevata la tassazione sui premi assicurativi; riduzione della deducibilità sulle polizze Vita. Lo scenario e la fiducia : nell attuale scenario di generale crisi, il clima di sfiducia si è alimentato nei confronti delle istituzioni pubbliche per cui, la credibilità dello Stato italiano scende dal 36% del 2010 al 29% del 2013; scende anche la credibilità delle Poste Italiane dal 52% del 2010 al 47% del 2013, pur rimanendo considerata dagli italiani la società più solida ed affidabile; stabile al secondo poste la fiducia nelle Compagnie di assicurazione intorno al 40%. Insieme alla Stato, pagano l attuale clima di sfiducia le imprese bancarie e le società di intermediazione finanziaria con un calo della fiducia dal 33 al 31% le prime e dal 17 al 15% le seconde tra il 2010 e il

8 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Lo studio è stato condotto da ANIA-GFK Eurisko, come nel 2007 e 2010, anche nel 2013 su 3000 capifamiglia assicurati tra i 18 e 74 anni, pari a quasi 19 milioni di nuclei familiari, ossia il 90% delle famiglie italiane. 1. Soddisfazione complessiva nei confronti del proprio assicuratore: in base ad una scala di valutazione da 3 a 8, i clienti che assegnano una valutazione oltre la sufficienza sono il 90% del campione intervistato e coloro che assegnano un voto molto positivo (7 e 8) sono il 70% contro il 67% del 2010, il 62% del 2007 e il 56% del Possiamo quindi affermare che tutto il complesso di norme giuridiche previste dal Codice delle Assicurazioni Private insieme ai Regolamenti IVASS dal 2004 ad oggi a Tutela del Consumatore ed insieme ai Decreti Bersani e Decreti Monti hanno spinto e stimolato i soggetti del mercato assicurativo(compagnie e Intermediari) a migliorare l offerta sia in termini di prodotto sia soprattutto in termini di servizio ai consumatori-clienti. 8

9 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione complessiva nei confronti del proprio assicuratore Insodisfatti o indifferenti Molto appagati 9

10 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, Alta Soddisfazione complessiva nei confronti del proprio assicuratore 70 10

11 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Alta Soddisfazione nei confronti della propria Compagnia assicuratrice Non alta l attenzione della Compagnia dinanzi alle esigenze dei clienti, nel percepito degli stessi 11

12 2. La Customer Satisfaction con riferimento ai prodotti assicurativi e al settore/polizza Auto 12

13 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti dei prodotti In sintesi, aumenta la soddisfazione complessiva verso i prodotti assicurativi: la soddisfazione per la rispondenza del prodotto alle esigenze di protezione aumenta del 3% rispetto al 2010; la soddisfazione per il rapporto costi/benefici aumenta di 1 punto %, dal 54 del 2010 al 55%; la soddisfazione sul prodotto Auto è aumentata dal 60 al 62% del 2013, nonostante il mercato sia in contrazione; in crescita la soddisfazione sulle polizze Casa di 2 punti % e sulle polizze Infortuni di 6 punti % rispetto al Sensibile la crescita della customer satisfaction nei confronti dei prodotti Life, +7%(dato confortante in un paese che invecchia nell incertezza del futuro), mentre preoccupante la stabilità nei confronti delle polizze malattia (indice di piena soddisfazione al 58% come nel 2010) in una Nazione la cui Sanità Pubblica è in crisi ed in cui la preoccupazione per le conseguenze delle malattie a lunga degenza e degenerative è sempre più sentita. 13

14 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Piena Soddisfazione nei confronti dei prodotti 14

15 la Customer Satisfaction sul prodotto Auto, indagine Databank 2013 Nell analisi sul prodotto Auto del marzo 2013 di Databank, emerge: la soddisfazione complessiva degli assicurati in merito al prodotto Auto, in base al CSI(Customer Satisfaction Index) è stabile; aumenta di due punti il divario tra Compagnia tradizionali che offrono il prodotto Auto e Compagnie Dirette, (nella scala di valutazione del CSI, le Compagnie Dirette salgono al 94,6 contro il 92% delle tradizionali. La Customer Retention Index nel settore Auto non avviene più per bruschi movimenti ma in modo razionale e graduale: l indice di fidelizzazione scende dal 96 del 2010 al 93,3 del

16 la Customer Satisfaction sul prodotto Auto, indagine Databank 2013 Alla scadenza della sua polizza RCA rinnoverà con l attuale Compagnia? 16

17 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko La Soddisfazione nel settore Auto 17

18 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko e confronto sul mercato RCA in Europa, Boston Consulting- ANIA 2014 La Soddisfazione nel settore Auto Il fattore prezzo rimane la causa motivazionale di maggior peso sia in termini di Customer Satisfaction della polizza Auto sia in termini % di turn over/switching nell area Auto. Il prezzo medio delle polizze RCA dal 2011 al 2013 in Italia è sceso di circa l 8%, ma partiva da una base tariffaria elevata e ad oggi si trova ancora tra i più alti in Europa: tra il 2008 e il 2012 il costo medio di una polizza RCA italiana è stato di 491, contro i 278 dell UE e di 526 per gli autoveicoli e 279 per i motocicli contro i 291 e 150 dell UE. Le normative sulla Tutela del Consumatore unite ai Decreti Bersani e Monti per sviluppare la concorrenza, unite ancora ad un riequilibrio fisiologico nell ultimo biennio del mercato RCA italiano, hanno contribuito a ridurre le tariffe RCA in Italia, ma a livello europeo lo scostamento rimane elevato. Per ridurre ulteriormente il peso delle tariffe RCA, non sono sufficienti gli interventi normativi del Governo e dell Organo di Vigilanza a tutela del Consumatore e della Concorrenza, ma occorre intervenire tecnicamente sul Costo Medio dei Sinistri RCA: l indennizzo per danno mortale da sinistro RCA in Italia è troppo elevato e generoso rispetto al resto d Europa; a ciò si aggiungano il peso della componente «frodi»(in Italia e GB la più alta %) e della componente «fiscalità»(le tasse in Italia pesano mediamente sul premio per 94 per autoveicolo contro i 42 nel resto d Europa). 18

19 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko e confronto sul mercato RCA in Europa, Boston Consulting- ANIA 2014 La Soddisfazione nel settore Auto Il fattore prezzo : per ridurre ulteriormente il peso delle tariffe RCA, non sono sufficienti gli interventi normativi del Governo e dell Organo di Vigilanza a tutela del Consumatore e della Concorrenza, ma occorre intervenire tecnicamente sul Costo Medio dei Sinistri RCA: l indennizzo per danno mortale da sinistro RCA in Italia è troppo elevato e generoso rispetto al resto d Europa; a ciò si aggiungano il peso della componente «frodi»(in Italia e GB la più alta %) e della componente «fiscalità»(le tasse in Italia pesano mediamente sul premio per 94 per autoveicolo contro i 42 nel resto d Europa). Lo studio di Boston Consulting evidenzia che il costo dei canali distributivi nel processo del costo finale della polizza RCA sembra marginale, tant è che le tariffe RCA più elevate in Europa sono registrate in Belgio e Olanda, paesi quest ultimi focalizzati sulla vendita diretta e sui broker. Al pari della tariffa RCA italiana, risulta il mercato Auto del Regno Unito che è considerato il mercato concorrenziale più maturo assicurativamente parlando. La Germania che ha il modello distributivo più simile all Italia, registra la tariffa RCA più bassa. La Francia che è il mercato più diversificato dal punto di vista della multicanalità registra un costo medio della polizza RCA di poco inferiore all Italia. Secondo tale Studio, incidendo soprattutto sulla leva tecnica del costo medio del sinistro, si potrebbe raggiungere un risparmio medio sino al 30% sulla tariffa RCA in Italia con le positive conseguenze 19 sulla Customer Satisfaction.

20 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Dove e da chi viene acquistata la polizza Auto In forte increm ento(+3 % rispetto al 2010) 20

21 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Lo switching/turn over nel settore delle polizze Auto/non Auto 80 Titolo del grafico hanno spostato polizza RE di propria iniziativa; 5 hanno spostato la polizza RE; 6 hanno spostato la polizza Auto di propria iniziativa; 18 Titolo asse hanno spostato la polizza di Auto; hanno cambiato Compagnia/canale negli ultimi 2 anni;

22 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Come si sta muovendo il cliente nel mercato dell offerta assicurativa Secondo i dati di facile.it, vengono richiesti 500/600 mila preventivi al mese; mentre a livello di aggregatori si parla di 800mila preventivi/contatti al mese. 22

23 3. La Customer Satisfaction con riferimento al servizio assicurativo e all agente generale 23

24 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del servizio assicurativo La percezione di servizi innovativi, nonostante la tecnologia è carente e in diminuzione La percezione di un servizio adeguato e attento alle esigenze dell assicurato è diminuita 24

25 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko La percentuale delle soluzioni e nuove polizze proposte è a 1/3 e lievemente in crescita Il servizio in termini di chiarezza e puntualità è cresciuto 3. Soddisfazione nel dettaglio del servizio/informazione al cliente(la trasparenza e chiarezza nel fornire informazione) Nonostante le norme sulla tutela del consumatore solo 1 cliente su due si dichiara soddisfatto delle spiegazioni La soddisfazione sul servizio dell informazione in termini sia di qualità sia di modalità è cresciuta: grazie anche alle norme sulla Tutela del Consumatore 25

26 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del proprio Agente generale Migliora il giudizio complessivo sull Agente e sul servizio da quest ultimo offerto, è cresciuta la soddisfazione con riferimento all ambiente agenziale, alla cortesia, alla professionalità e competenza; migliora, se pur lievemente la soddisfazione del cliente nel valutare la disponibilità dell agente a consigliarlo e supportarlo nelle scelte di protezione e investimento. Cresce, se pur lievemente anche la tempestività e l efficienza dell agente nel fornire il servizio al cliente.

27 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del proprio Agente generale

28 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del proprio Agente generale Ma : persiste una bassa percentuale di italiani che viene contattata dal proprio agente almeno 2 o più volte all anno, 3 clienti su 10; persiste, altresì, una bassa percentuale di italiani che hanno fatto un check up previdenziale con il proprio intermediario(nello specifico il proprio agente generale), 2 clienti su 10, e tra le donne 1 su 10. Poco più di 3 clienti su 10, dichiara di aver ricevuto dal proprio intermediario nuove soluzioni o proposte di nuove polizze: praticamente assente la % degli intervistati che affermano di infastidirsi qualora vengano contattati per nuove proposte dal proprio agente/intermediario. È così che si «combatte» la disintermediazione?

29 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del proprio Agente generale Pertanto: alla domanda, «cosa farebbe se dovesse acquistare oggi una polizza», 1 cliente su 4 ha risposto che si rivolgerebbe al proprio agente senza confrontare altre offerte; però, 7 clienti su 10 hanno dichiarato che confronterebbero polizze di Compagnie diverse. Alla domanda: «rimarrebbe cliente di questa Compagnia anche senza il suo Agente?», il 44% ha risposto che rimarrebbe fedele alla Compagnia(contro il 48% del 2010); il 31% ha risposto che seguirebbe il proprio Agente(rispetto al 34% del 2010); assai cresciuta è la percentuale degli incerti, dal 18% del 2010 al 25% del 2013, ossia 1 su 4.

30 Evoluzione della Customer Satisfaction nel mercato assicurativo, indagine ANIA- Eurisko Soddisfazione nei confronti del proprio Agente generale Ne consegue che il canale agenziale dovrà necessariamente: Intensificare la frequenza dei contatti con la propria clientela, Servirsi dei nuovi strumenti tecnologici di contatto (digital), Sfruttare i nuovi spazi di contatto (Social Network), Offrire un adeguata, approfondita, aggiornata ed empatica consulenza, Proporre, proporre ed ancora proporre. Saper interagire con gli altri canali distributivi e sfruttarne carenze ed opportunità.

31 4. La Customer Satisfaction assicurativa all estero 31

32 La Customer Satisfaction assicurativa in Svizzera Il portale di comparazione bonus.ch ha condotto un indagine di soddisfazione nel 2013 sul tema dell assicurazione auto presso 1800 assicurati sul territorio svizzero: 1. nel complesso la media degli intervistati ha assegnato un punteggio medio-alto, ossia tra 4,7 e 5,5 a tutte le Compagnie operanti nel Ramo Auto in Svizzera, su una scala di valori da 1 a 6; ciò testimonia un grado di soddisfazione generale buono da parte degli svizzeri nei confronti del servizio e della polizza Auto. 2. Gli Svizzeri sono soddisfatti del proprio assicuratore Auto assegnando un punteggio medio di 5,1 in aumento dello 0,1 rispetto al precedente sondaggio del La Customer Satisfaction Svizzera sul settore assicurativo Auto è nettamente superiore al settore Health(assicurazione salute/malattia), il cui punteggio medio è 4,7(abbastanza buono). 4. Gli assicurati svizzeri sono fedeli alla propria Compagnia: soltanto l 8% degli intervistati ha dichiarato di aver cambiato Compagnia per la polizza Auto; di questi il 40% l ha fatto per motivi legati alla tariffa/premio; mentre un altro 30% l ha fatto in concomitanza con l acquisto della nuova autovettura. 5. Il 41% degli assicurati svizzeri Auto è restato fedele alla propria Compagnia per fattori legati al servizio e non tanto per la convenienza del premio. 6. Nella classifica delle Compagnie Svizzere Auto con il più alto grado di soddisfazione abbiamo al primo posto(come nel 2012) La Mobiliare, al secondo posto smile.direct, al terzo ex aequo Helvetia, Vaudoise e Zurich Connect: interessante rilevare che nei primi tre posti di 5 Compagnie, ben due operano tramite Internet. 32

33 La Customer Satisfaction assicurativa nel Regno Unito Non altrettanto gratificante il clima di soddisfazione verso il settore assicurativo in Gran Bretagna: secondo un sondaggio del 2013, condotto da Simply Business(il più importante Broker britannico nell area delle PMI), la media dei clienti intervistati giudica gli assicuratori e i Broker britannici «arcaici» e obsoleti. 1. Solo 1 intervistato su 10 ha dichiarato di aver ricevuto informazioni chiare e coincise da parte del proprio assicuratore, 2. solo il 26% hanno valutato la documentazione ricevuta, facilmente comprensibile. 3. Il 74% degli intervistati giudica la navigazione sui siti Internet difficile e complessa; 4. il 40% ritiene che l acquisto della polizza tramite il canale on line richieda troppo tempo e quindi perda di convenienza rispetto ai canali traditional. 5. Il 31% si è lamentato per aver percepito on line dettagli nascosti nelle Condizioni Contrattuali di polizza. 6. Il 22% lamenta nei documenti scritti un linguaggio astruso e pieno di gergo; 7. il 21% trova tale documentazione troppo lunga ed incomprensibile. 8. Circa 1/3 degli intervistati, allorché ha esposto un reclamo alla propria Compagnia, ha ricevuto un servizio insoddisfacente e vissuto un esperienza negativa. Le cose non vanno troppo bene in UK! 33

34 La Customer Satisfaction assicurativa negli Stati Uniti d America La società di consulenza J.D. Power ha pubblicato nel settembre 2013 i risultati della più recente indagine sulla customer satisfaction degli acquirenti di polizze Auto negli USA. L indagine è stata condotta su base trimestrale, intervistando acquirenti di polizze Auto, valutando soprattutto il fattore prezzo ed il servizio fornito dal canale distributivo e ha dato i seguenti riscontri, in sintesi: 1. nel complesso diminuisce la Customer Satisfaction nel Ramo Auto negli USA, a causa soprattutto delle tensioni sulle tariffe e alla carenza dei siti web degli assicuratori; 2. l indice di soddisfazione in relazione al prezzo delle polizze Auto(dato chiave per la valutazione della Customer Satisfaction dei nuovi clienti) si è attestato a 808/1000, in calo rispetto all analogo dato 821 della precedente indagine, del primo semestre Il 97% degli acquirenti intervistati ha rinnovato il contratto di polizza Auto presso la stessa Compagnia; 4. oltre il 20% dei new buyers ha acquistato la propria polizza on line. 5. Il risparmio medio annuo per gli switchers ossia coloro che hanno cambiato Compagnia per rinnovare la polizza Auto si è aggirato intorno ai 387$, circa 280, in linea con la precedente indagine. 34

35 5. La Customer Satisfaction come strumento strategico aziendale 35

36 L indagine di Customer Satisfaction di Assiteca L indagine di Assiteca ha un duplice obiettivo: 1. controllare che il servizio offerto si mantenga sempre su standard elevati; 2. verificare la nascita di nuove esigenze sia assicurative sia di servizio. Assiteca utilizza lo strumento dell indagine di Customer Satisfaction per monitorare il grado di soddisfazione da parte dei propri clienti nei confronti della qualità del servizio offerto e per individuare nuove o nascoste esigenze assicurative. La Customer Satisfaction diventa così uno strumento strategico per Assiteca attraverso il quale misurare la qualità e il valore del servizio offerto in base al giudizio della clientela e quindi migliorare ed innovare tale servizio. Ed ancora, la C.S. funge da strumento strategico per permettere ad Assiteca di individuare altre e/o nuove esigenze assicurative e quindi calibrare meglio le coperture dei rischi assicurativi. 36

37 L indagine di Customer Satisfaction di Assiteca L indagine di Assiteca nel 2012 è stata condotta su 1700 clienti, che in base ad una scala di valutazione da 1(insufficienza) a 5(eccellenza) ha espresso complessivamente un giudizio di soddisfazione generale nei confronti di Assiteca: 37

38 L indagine di Customer Satisfaction di ITAS L indagine di ITAS ha diversi obiettivi: 1. individuare il grado di fiducia della clientela nei confronti dell assicuratore ITAS di riferimento(l agente di fiducia sul territorio), 2. individuare il livello di professionalità del proprio Agente, la disponibilità di quest ultimo nel spiegare con chiarezza il contratto di polizza, 3. capire se il cliente prediliga altri strumenti e forme di contatto da parte di ITAS, aldilà del rapporto personalizzato con il proprio agente intermediario, 4. interrogare la propria clientela sull immagine della Mutua, 5. comprendere i motivi di annullamento delle polizze, 6. individuare i plus di ITAS rispetto alla concorrenza in base alle scelte dei propri soci-assicurati lo strumento di indagine di Customer Satisfaction viene utilizzato da ITAS come mezzo di studio sui comportamenti e scelte e sulle riflessioni dei propri soci assicurati per correggere e/o innovare le scelte aziendali e quindi gli obiettivi strategici, secondo una logica opportunistica per cui è l esigenza, la preferenza, la scelta del socio-cliente-assicurato che crea la futura strategia della Mutua assicuratrice. 38

39 L indagine di Customer Satisfaction di ITAS L indagine di ITAS viene condotta nel 2012 su 1330 soci-assicurati, di cui il 65% di sesso maschile e quasi il 60% degli intervistati collocati nella Regione Trentino Alto Adige. Su una scala di valutazione da 1(per nulla d accordo) a 5(molto d accordo), gran parte dei soci assicurati intervistati assegna un voto positivo(oltre il 4) alla cortesia, gentilezza, correttezza, affidabilità, competenza e professionalità del proprio agente di riferimento sul territorio. Meno soddisfazione(poco oltre il voto 3) viene espressa dai soci assicurati nei confronti dell agente capace di contattare periodicamente la clientela al fine di aggiornare le polizze e la posizione assicurativa. Ottima l immagine della Compagnia/Mutua nella percezione dei soci intervistati, mentre il motivo principale di annullamento delle polizze per trasferirsi alla concorrenza rimane legato al fattore prezzo. Confortante tra i plus di ITAS è l elemento consulenziale fornito dagli agenti della Mutua trentina nella fase iniziale di contatto al cliente per comprendere le sue necessità ed esigenze assicurative. 39

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

INDAGINE SUI SITI COMPARATIVI NEL MERCATO ASSICURATIVO ITALIANO

INDAGINE SUI SITI COMPARATIVI NEL MERCATO ASSICURATIVO ITALIANO INDAGINE SUI SITI COMPARATIVI NEL MERCATO ASSICURATIVO ITALIANO Novembre 2014 1 Indice 1. Executive summary 2. I siti comparativi in Italia 2.1 Quanti e quali sono 2.2 Bacino di utenza 2.3 Quali e quante

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari

4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari 4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari Marco Liera Il semestre del silenzio-assenso sul TFR (ossia la prima metà del 2007) doveva rappresentare un occasione non solo

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

AREA PROFESSIONALE FINANZIARI, CREDITIZI, ASSICURATIVI. pag. 1

AREA PROFESSIONALE FINANZIARI, CREDITIZI, ASSICURATIVI. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE PROMOZIONE ED

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 5 giugno 2013; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTO l articolo 101

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Tratto dal corso Ifoa UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Recentemente, si sono sviluppati numerosi modelli finalizzati a valutare e a controllare il livello di soddisfazione

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L Agenzia delle Entrate La sua funzione strategica, a servizio dei cittadini e

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita CAPITOLO 3 Lavoro e conciliazione dei tempi di vita L importanza di una buona occupazione Un attività adeguatamente remunerata, ragionevolmente sicura e corrispondente alle competenze acquisite nel percorso

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO RECANTE MODIFICHE AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL ISVAP E LA GESTIONE DEI RECLAMI

Dettagli

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE?

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? NOTA ISRIL ON LINE N 8-2013 LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? Presidente prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma gbianchi.isril@tiscali.it www.isril.it LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

Lo standard europeo per i negozi online professionali. Soluzioni per la fiducia nell e-commerce

Lo standard europeo per i negozi online professionali. Soluzioni per la fiducia nell e-commerce Lo standard europeo per i negozi online professionali Soluzioni per la fiducia nell e-commerce Ecco cosa ti offriamo con il nostro pacchetto all-inclusive! Invia subito la tua adesione! +39 02 94754586

Dettagli