Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011"

Transcript

1 Le assicurazioni dirette in Italia Analisi di alcune cifre chiave Trieste, 14 febbraio 2013 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino

2 Le assicurazioni dirette in Italia ConTe.it ASSICURAZIONE AUTO E MOTO Compagnie Danni che si avvalgono del solo canale diretto 2

3 Quote di mercato delle assicurazioni dirette I 5 principali players ,5% 10,9% 2,4% Genertel 25,2% Genialloyd Linear Zuritel 21,3% Direct Line 15,7% Altri 97,6% di quota di mercato delle assicurazioni dirette ,2% 7,5% 6,5% Genertel 22,1% Genialloyd Linear Zuritel 21,5% Direct Line 12,2% Altri 93,5% di quota di mercato delle assicurazioni dirette Nel calcolo delle quote di mercato esclusa ConTe.it 3

4 Aspetti gestionali chiave La raccolta diretta La redditività La solvibilità Evoluzione prevedibile della gestione 2012 Il personale 4

5 Settore assicurativo italiano La distribuzione Danni - Quota di mercato % ,4% 0,9% 0,1% 4,8% di cui internet e vendita telefonica 1,1% 86,8% Agenti Broker Sportelli bancari e postali Promotori finanziari Vendita diretta ,6 3,4 0,1 7,0 di cui internet e vendita telefonica 4,1% 81,8 Agenti Broker Sportelli bancari e postali Promotori finanziari Vendita diretta 5

6 La raccolta diretta nel decennio Cifre in milioni di euro CAGR +11,2% 363,3 CAGR +17,7% 352,7 CAGR +11,6% 200,9 125,8 69,2 66, Genertel Genialloyd Linear CAGR +13,9% CAGR +34,1% CAGR +2,0% CAGR +1,3% 123,0 496, , , Zuritel Direct Line Settore Danni Settore Auto 6

7 Le quote di mercato Quote di mercato Danni 1,4% 1,0% 1,0% 0,4% 0,2% 0,2% 0,6% 0,3% 0,1% 0,1% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line Quote di mercato Rca 2,1% 1,6% 1,5% 0,7% 0,4% 0,4% 0,9% 0,5% 0,2% 0,1% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line

8 Investimenti delle assicurazioni dirette sui media Cifre in milioni di euro 53,6 Variazione anno su anno CAGR +30,9% 6,2 34,0-36,6% -38,2% 21,0-14,3% 18, ago-12 Investimenti media 8

9 Confronto internazionale L assetto della distribuzione nel segmento Danni Il peso dei canali distributivi Italia Francia Regno Unito Altri 0,0% 0,0% 3,0% 2,0% 9,8% 6,0% Bancassicurazione 1,7% 3,1% 9,0% 10,0% 9,9% 7,9% Brokers 7,5% 7,9% 18,0% 18,0% 54,3% 56,9% Agenti 84,2% 83,0% 35,0% 35,0% 3,8% 5,3% Vendita diretta 6,6% 6,0% 35,0% 35,0% 22,2% 23,9% Fonte Insurance Europe 9

10 Confronto internazionale nel 2010 L assetto della distribuzione nel segmento Danni 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% AT BE BG DE ES FR HR IE IT LU MT NL PL PT RO SI SK TR UK Vendita diretta Bancassicurazione Agenti Altri Broker Fonte Insurance Europe 10

11 La composizione della raccolta diretta totale 10,2% 9,1% 8,0% 5,6% 6,2% 89,8% 90,9% 92,0% 94,4% 93,8% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line 2010 Auto 2010 Non Auto 11,3% 9,3% 7,5% 5,5% 5,0% 88,7% 90,7% 92,5% 94,5% 95,0% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line 2011 Auto 2011 Non Auto 11

12 La composizione della raccolta diretta Auto 11,5% 18,8% 12,0% 17,5% 15,0% 88,5% 81,2% 88,0% 82,5% 85,0% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line 2010 Rca 2010 Cvt 10,2% 17,0% 10,7% 16,3% 22,7% 89,8% 83,0% 89,3% 83,7% 77,3% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line 2011 Rca 2011 Cvt 12

13 Aspetti gestionali chiave La raccolta diretta La redditività La solvibilità Evoluzione prevedibile della gestione 2012 Il personale 13

14 Giudizio complessivo sulla redditività delle assicurazioni dirette Positivo 14

15 Evoluzione del risultato d esercizio (utile/perdita) Cifre in milioni di euro Genertel 1,1 1,6 6,1 15,7 17,1 17,3 Genialloyd -5,7 0,6 3,5 12,0 17,3 35,0 Linear 2,8 5,2 10,3 10,6 11,1 12,2 Zuritel -4,5 0,9 0,4-0,7-2,9-3,4 Direct Line -21,1-28,3-44,9-23,6-24,9-20,6 Aggregato -27, , ,7 40, Utile medio annuo Genertel 13,3 5,2 30,0 28,9 14,9 13,7 Sempre in utile Genialloyd Linear Zuritel 31,2 11,5 5,7 25,3 4,2-6,3 41,5 14,2-23,1 29,8 5,6-20,7 6,1 2,9-13,1 17,9 8,2-6,1 In utile 10 anni su 11 Sempre in utile In utile 3 anni su 11 Direct Line -3,2-2,6 7,2 6,7 11,8-13,0 In utile 3 anni su 11 Aggregato 58,5 25,8 69,8 50,3 22,6 20,6 In utile 8 anni su 11 15

16 Sottostima/Sovrastima della riserva sinistri degli anni precedenti Riserva sinistri degli anni precedenti/premi di competenza Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line Settore Danni 8,8% 9,0% 4,2% 5,9% 6,0% 3,4% 6,7% 3,6% 1,1% 0,1% -1,7% -0,9% Media annua Media annua

17 L andamento dei principali indicatori tecnici 95,4% 92,4% 93,3% 82,1% 75,0% 78,9% 115,9% 110,2% 101,4% 86,3% 84,9% 81,4% 72,9% 96,3% 13,3% 17,4% 14,4% 23,9% 31,0% 20,0% 23,4% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line Aggregato Settore Danni Media Loss ratio Media Expense ratio Media Combined ratio 118,1% 79,2% 93,8% 71,6% 88,2% 78,3% 94,7% 92,5% 103,9% 99,7% 97,9% 77,9% 79,9% 73,5% 14,6% 16,6% 16,4% 25,6% 26,0% 19,8% 24,4% Genertel Genialloyd Linear Zuritel Direct Line Aggregato Settore Danni Media Loss ratio Media Expense ratio Media Combined ratio 17

18 Catena del valore Conto economico riclassificato aggregato Utile investimenti 52,0 32,8 Premi contabilizzati 1210,1 69,3 1536,0 Ris tecn al lordo riass 44,1 Cifre in milioni di euro Saldo tecnico LD 17,3 11,3 aggregato I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della media annua relativa al periodo ; ; quelli a destra a quelli del Saldo riass passiva -2,4 3,3 Saldo riass attiva 0,0 0,0 Var ris pereq -0,1-0,2 Ris tecn al netto riass 66,8 Conto non tecnico -4,6 47,2-14,5 Gestione ordinaria 62,2 3,5 32,7 Gestione straordinaria 2,6 Risultato ante imposte 65,7-23,6 Imposte 35,3-12,7 Risultato d esercizio 42,1 22,6 18

19 Catena del valore Conto economico riclassificato aggregato Cifre in % aggregato Utile investimenti 4,3 2,2 Premi contabilizzati 100,0 100,0 Saldo tecnico LD 1,4 0,7 I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della media annua relativa al periodo ; ; quelli a destra a quelli del Ris tecn al lordo riass 5,7 2,9 Saldo riass passiva -0,2 0,2 Saldo riass attiva 0,0 0,0 Var ris pereq 0,0 0,0 Ris tecn al netto riass 5,5 Conto non tecnico -0,4 3,1-1,0 Gestione ordinaria 5,1 0,3 2,1 Gestione straordinaria 0,2 Risultato ante imposte 5,4-1,9 Imposte 2,3-0,8 Tasso di dispersione dei premi Risultato d esercizio 3,5 1,5 19

20 ROE e leva finanziario assicurativa * ROE medio annuo Aggregato Settore Danni 16,8% Leva fin assva media annua Aggregato Settore Danni 6,2v 3,3v -2,5% Aggregato ROE medio annuo ,8% 8,1% Nella simulazione è stata considerata la stessa leva finanziario assicurativa del settore Danni. ROE effettivo ROE simulato * Multiplo del rapporto Riserve Tecniche/ Mezzi Propri v = volte 20

21 Aspetti gestionali chiave La raccolta diretta La redditività La solvibilità Evoluzione prevedibile della gestione 2012 Il personale 21

22 La solvibilità delle assicurazioni dirette Confronto con il mercato Migliore la redditività dell insieme delle nostre assicurazioni dirette Solvibilità Maggior credito e affidabilità dell impresa con strutturata capacità di produrre di ricchezza, come nel caso delle nostre assicurazioni dirette. Questo anche se nel loro caso le condizioni di solvibilità sono stati inferiori a quelle evidenziate dal mercato 22

23 La solvibilità statica I/RT 112,1% 112,7% 99,9% 98,5% Aggregato Settore Danni Aggregato Settore Danni Media Media Media Aggregato Media Aggregato Media Settore Danni Media Settore Danni I = Investimenti RT = Riserve Tecniche 23

24 La solvibilità dinamica PN/LID 56,2% 56,0% 26,0% 28,0% Aggregato Settore Danni Aggregato Settore Danni Media Media Media Aggregato Media Aggregato Media Settore Danni Media Settore Danni PN = Patrimonio netto LID = Lavoro Italiano Diretto (Premi diretti) 24

25 Aspetti gestionali chiave La raccolta diretta La redditività La solvibilità Evoluzione prevedibile della gestione 2012 Il personale 25

26 Evoluzione prevedibile della gestione Crescita raccolta Conferma trend positivo della redditività Rafforzamento patrimoniale 26

27 Aspetti gestionali chiave La raccolta diretta La redditività La solvibilità Evoluzione prevedibile della gestione 2012 Il personale 27

28 Il personale nel 2011 Più giovane del resto del settore In prevalenza con contratto a tempo indeterminato In prevalenza con contratto part time Sezione 1a 52,8% Sezione 2a 91,1% Totale 67,9% Donne in maggioranza (circa l l 80,0%) 28

29 L occupazione globale : numero addetti CAGR+1,6% Variazione anno su anno +0,2% -2,4% +2,1% +6,7% 29

30 Incidenza del personale dei call center sul totale del personale non dirigente Valori in % 4,97 4,91 4,74 4,86 5,14 3,

31 La composizione del personale della sezione prima ,0% 4,6% 44,8% 5,3% 14,8% 33,6% 54,1% 25,8% 2001 Front office 2001 Back office 2001 Mansioni miste 2001 Coordinatori Front office Mansioni miste Back office Coordinatori 31

32 La composizione del personale della sezione seconda ,5% 7,9% 4,2% ,3% 0,0% 3,2% 87,4% 2001 Front office 2001 Back office 2001 Mansioni miste 2001 Coordinatori Front office Mansioni miste 80,4% Back office Coordinatori 32

33 Costo medio dei dipendenti con contratto amministrativo * Cifre in euro Parte prima CCNL Parte terza CCNL Complessivo 4,0v 2,6v 2,1v 2,4v Forbice parte prima/parte terza * Dirigenti compresi v = volte 33

34 Giudizio complessivo sulle assicurazioni dirette Vanno bene! Correlazione tra.. Propensione a crescere Capacità di fronteggiare le obbligazioni verso gli assicurati Capacità di produrre ricchezza 34

35 Le assicurazioni dirette in Italia Analisi di alcune cifre chiave Trieste, 14 febbraio 2013 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012 Stato di salute delle assicurazioni dirette Italia Anno 2012 Elaborazioni da dati Ania A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Premessa Come le precedenti edizioni, abbiamo utilizzato pochi indicatori

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

Analisi del dato e redditività del canale di vendita: le attività utili allo sviluppo degli intermediari

Analisi del dato e redditività del canale di vendita: le attività utili allo sviluppo degli intermediari Analisi del dato e redditività del canale di vendita: le attività utili allo sviluppo degli intermediari Milano 24 novembre 2011 Ing. Mauro Bottoni A.D. Insurance Online S.p.A. Crescere nell attuale contesto

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

Valutazione delle imprese assicurative

Valutazione delle imprese assicurative Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Finanza e Statistica Valutazione delle imprese assicurative V Parte:

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di Borsa Italiana e di quelli di

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO SPECIALE CLASSIFICA COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO Quanto ha inciso la crisi finanziaria sui conti delle compagnie e sull andamento del settore assicurativo nel nostro Paese? Le classifiche delle

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 2010

Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 2010 Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 21 ASSOFIN VIA ENRICO TOTI, 4-2123 MILANO TEL. 2 865437 r.a. - FAX 2 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it LA COMPOSIZIONE DEL

Dettagli

II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI

II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI Un confronto tra Italia e resto d Europa alla luce dei cambiamenti del modello di distribuzione Milano, 29 giugno 2015 Contenuti Osservatorio 2015

Dettagli

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Allianz, Axa, Le Generali a confronto Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Elaborazioni dai bilanci consolidati dei 3 big assicurativi europei A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino 2012

Dettagli

REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria. Genova, 25 febbraio 2011

REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria. Genova, 25 febbraio 2011 1 REDDITIVITÀ NELLE ASSICURAZIONI Prof.ssa Rossella Locatelli Università degli Studi dell'insubria Genova, 25 febbraio 2011 AGENDA DELL INTERVENTO ALCUNE PREMESSE LE QUESTIONI SALIENTI REDDITIVITÀ DELLE

Dettagli

Raccolta in crescita, utile in picchiata

Raccolta in crescita, utile in picchiata Raccolta in crescita, utile in picchiata a cura di Fabio Bertozzi, Senior Consultant SCS Consulting Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e Professore Aggregato Università degli Studi di Bergamo Agevolate

Dettagli

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA SPECIALE CLASSIFICA LA RISCOSSA DEL VITA Positivi il risultato complessivo d esercizio e la raccolta premi, ma sussistono diversità di performance tra rami danni e vita con un necessario ribilanciamento

Dettagli

La crisi frena la crescita

La crisi frena la crescita LE PRIME 100 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE La crisi frena la crescita a cura di Fabio Bertozzi, Project Leader SCS Consulting Alfredo De Massis, Professore Università degli Studi di Bergamo e Manager

Dettagli

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013 Fact - pack mercato Vita marzo 2013 OBIETTIVI Fornire una visione sintetica dei numeri chiave del mercato vita in Italia attraverso analisi e rappresentazioni grafiche Dare un quadro riassuntivo e indicazioni,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa Roma, 24 ottobre 2012 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino L andamento di borsa 30/06/2011-30/06/2012 Problematico l andamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati, da Borsa

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 Presentazione alla comunità finanziaria Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 10 Maggio 2012 Risultato consolidato Area assicurativa AGENDA Area assicurativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002 PRESENTAZIONE Dati al 30 settembre 2002 1 2 PRESENTAZIONE DEL GRUPPO LA STRATEGIA DISTRIBUTIVA I RISULTATI LE SOCIETA DEL GRUPPO GLI OBIETTIVI IL GRUPPO UNIPOL AL 30/09/2002 UNIPOL ASSICURAZIONI (Compagnia

Dettagli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli Dicembre 2015 La statistica associativa Indici Aziendali fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento alle seguenti aree: forza lavoro

Dettagli

Presentazione finanziaria

Presentazione finanziaria 0 Presentazione finanziaria Milano, 17 Marzo 2010 1 OBIETTIVI STRATEGICI STRUTTURA SOCIETARIA RAMI DANNI RAMI VITA DIPENDENTI E STRUTTURA TERRITORIALE INVESTIMENTI INFORMAZIONI FINANZIARIE OBIETTIVI STRATEGICI

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide FORUM BANCASSICURAZIONE 2015 Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sulla raccolta premi in Italia Il mercato

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 317566 4 3 ottobre 2003 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze

Dettagli

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Il Gruppo Cattolica: la struttura societaria 60% ABC Assicura 51% DANNI VITA ALTRO BCC Assicurazioni 51% 100% 60% TUA Assicurazioni 99,99% Duomo Uni One

Dettagli

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso,

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso, Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 213 Presentazione di J.M. Barroso, Presidente della Commissione europea, al Consiglio europeo del 14-1 marzo 213 La ripresa economica

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 - Utile netto di Gruppo: 54,7 milioni di euro (+2,9%) - Patrimonio netto di Gruppo: 603,1 milioni di euro (+19,1% rispetto al 31/12/2013)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Luigi Di Falco Responsabile Servizio Vita e Welfare Le assicurazioni vita In un contesto di ricchezza delle famiglie italiane stabile, cresce la quota in assicurazioni vita

Dettagli

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ SPECIALE CLASSIFICHE Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ L ANALISI DELLE PERFORMANCE E L EVOLUZIONE DEL SETTORE, SECONDO QUANTO EMERGE DALLE CLASSIFICHE DELLE PRIME 20 COMPAGNIE

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

Contenuti D. Lgs. 141/2010

Contenuti D. Lgs. 141/2010 L EVOLUZIONE DELL OFFERTA DI CREDITO ALLE FAMIGLIE E LA RIORGANIZZAZIONE DEI CANALI DISTRIBUTIVI Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare Convegno RES La

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013 Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 PREMESSA E stato completato, entro il termine di un anno previsto dall

Dettagli

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione Novembre 2013 Premessa La statistica associativa Indici Aziendali (ventottesima edizione) fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2012

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2012 RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2012 Presentazione alla comunità finanziaria Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 9 Agosto 2012 Risultato consolidato AGENDA Area assicurativa Area assicurativa

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 Agenda 1 Risultati 2005 2005 consolidati del del Gruppo Gruppo Unipol Unipol 2 Risultati 2005 di Unipol Assicurazioni 2 Gruppo Unipol: principali eventi del 2005 Progetto

Dettagli

L analisi di bilancio

L analisi di bilancio L analisi di bilancio Il bilancio come sintesi della gestione Il bilancio, con i suoi valori di sintesi riflette i processi di gestione, e quindi le decisioni del management Il bilancio è in sistema di

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7 GRUPPO UNIPOL Presentazione Aprile 2005 IL GRUPPO UNIPOL AL 31/12/2004 Eur/mln 2002 2003 2004 Comparto Assicurativo Premi Diretti 6.006 +23% 7.463 +24% 9.583 +28% dei quali Vita 3.717 +34% 4.650 +25 %

Dettagli

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006 1 UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale Verona, 18 dicembre 2006 2 Agenda Il contesto strategico La joint-venture specializzata nel business auto Il

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Intermonte SIM. Le eccellenze del Made in Italy. Cesenatico, 13 Marzo 2015. Vittoria Assicurazioni

Intermonte SIM. Le eccellenze del Made in Italy. Cesenatico, 13 Marzo 2015. Vittoria Assicurazioni 0 Intermonte SIM Le eccellenze del Made in Italy Cesenatico, 13 Marzo 2015 1 PIANO 2014 2016: ALCUNI NUMERI LA STRATEGIA STRUTTURA SOCIETARIA PREMI EMESSI RAMI DANNI INVESTIMENTI INFORMAZIONI FINANZIARIE

Dettagli

Affrontare una competizione difficile Quali strategie di offerta

Affrontare una competizione difficile Quali strategie di offerta Forum dell assicurazione auto Affrontare una competizione difficile Quali strategie di offerta Enea Dallaglio IAMA Consulting Copyright by IAMA Consulting Srl, Milano All rights of translation, reproduction

Dettagli

CATTOLICA ASSICURAZIONI

CATTOLICA ASSICURAZIONI CATTOLICA ASSICURAZIONI Gruppo Cattolica Risultati 2009 CATTOLICA ASSICURAZIONI Una sana e significativa crescita DANNI e VITA 4,343 Mld VITA 2,812 Mld DANNI 1,531 Mld +20,3% +33,7% +1,7% (*) Premi lavoro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014

COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014 COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014 Bilancio consolidato (principi contabili IFRS) - Utile netto di Gruppo: 53,5 milioni di euro (+9,5%) (*)- Utile netto di Gruppo normalizzato: 69,8 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%)

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) RACCOLTA DIRETTA DANNI IN ASSESTAMENTO A 2.163 MILIONI

Dettagli

Borsa Italiana London Stock Exchange Group. Star Conference 2014. Londra, 2-3 Ottobre 2014. Vittoria Assicurazioni

Borsa Italiana London Stock Exchange Group. Star Conference 2014. Londra, 2-3 Ottobre 2014. Vittoria Assicurazioni 0 Borsa Italiana London Stock Exchange Group Star Conference 2014 Londra, 2-3 Ottobre 2014 1 I RISULTATI DEL PIANO 2009-2013 LA STRATEGIA STRUTTURA SOCIETARIA RAMI DANNI RAMI VITA INVESTIMENTI INFORMAZIONI

Dettagli

Borsa Italiana London Stock Exchange Group Star Conference 2014

Borsa Italiana London Stock Exchange Group Star Conference 2014 0 Borsa Italiana London Stock Exchange Group Star Conference 2014 Milano, 25 Marzo 2014 1 I RISULTATI DEL PIANO 2009-2013 LA STRATEGIA STRUTTURA SOCIETARIA RAMI DANNI RAMI VITA STRUTTURA TERRITORIALE INVESTIMENTI

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI

I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI I NOSTRI AGENTI SONO TUTTI UN PO SPECIALI.. SPECIALI COME OGNUNO DI VOI Contenuti della presentazione I numeri chiave del Gruppo Assicurativo Arca I nuovi obiettivi del Gruppo Assicurativo Arca L Agente

Dettagli

Royal & SunAlliance Assicurazioni. Dà sicurezza.

Royal & SunAlliance Assicurazioni. Dà sicurezza. 2007 Royal & SunAlliance Assicurazioni. Dà sicurezza. Royal & SunAlliance Assicurazioni Royal & SunAlliance Assicurazioni, Compagnia italiana del Gruppo Royal & SunAlliance, esercita l'assicurazione Rami

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006

APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 Il Consiglio di Amministrazione di Banca CR Firenze Spa, presieduto da Aureliano Benedetti, ha oggi deliberato la nomina del Vice Presidente e dei componenti

Dettagli

Risultati consolidati 1H15. Carlo Cimbri Amministratore Delegato

Risultati consolidati 1H15. Carlo Cimbri Amministratore Delegato Risultati consolidati Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 7 agosto 2015 Contenuti Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa Danni Area assicurativa Vita Area bancaria Gestione

Dettagli

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Nicola Generani Responsabile Direzione Marketing Retail - Private Convegno Dimensione Cliente 200 Roma, 26/03/200 Contenuti Overview Gruppo

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - Aggiornati gli elementi di patrimonio netto attribuiti alle gestioni Danni e Vita

COMUNICATO STAMPA. - Aggiornati gli elementi di patrimonio netto attribuiti alle gestioni Danni e Vita COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati primo trimestre 2015 - Utile netto di Gruppo: 20,5 milioni di euro (+8,2%) - Patrimonio netto di Gruppo: 665,3 milioni di euro (+8,3%) - Premi Rami Danni lavoro

Dettagli

L Italia nell Europa digitale Idee, progetti e proposte per raggiungere gli obiettivi dell agenda digitale europea

L Italia nell Europa digitale Idee, progetti e proposte per raggiungere gli obiettivi dell agenda digitale europea Primo della Camera dei deputati L Italia nell Europa digitale Idee, progetti e proposte per raggiungere gli obiettivi dell agenda digitale europea Gli indicatori dell agenda digitale europea La posizione

Dettagli

Gestione finanziaria e ciclo di vita dell impresa

Gestione finanziaria e ciclo di vita dell impresa Gestione finanziaria e ciclo di vita dell impresa Condizioni di equilibrio finanziario Il modello di equilibrio finanziario dinamico dell impresa può essere definito con l impiego delle seguenti variabili:

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Relazione sull attività svolta nell anno 2011

Relazione sull attività svolta nell anno 2011 Relazione sull attività svolta nell anno 2011 Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo (Legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni)

Dettagli

EFFETTI DELLA RIDUZIONE DELL IVA NEI

EFFETTI DELLA RIDUZIONE DELL IVA NEI Le pillole di Notizie, commenti, istruzioni ed altro Direttore responsabile: Edi Sommariva Numero 35-09 EFFETTI DELLA RIDUZIONE DELL IVA NEI PUBBLICI ESERCIZI A cura di L. Sbraga e G. Erba Il processo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006).

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006). Capogruppo del Gruppo Bancario CREDITO EMILIANO CREDEM COMUNICATO STAMPA CREDEM, IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO 2007(1): UTILE A 249,4 MILIONI DI EURO (+18,7%), ROE 18,3%, DIVIDENDO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

ORDINE DEGLI ATTUARI

ORDINE DEGLI ATTUARI La principali attività della Funzione Attuariale: la contribuzione all applicazione del sistema di gestione dei rischi ed al calcolo dei requisiti patrimoniali Salvatore Forte Roma, 1 luglio 2014 Agenda

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 elaborazioni a: Marzo 2012 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale

Dettagli

Statistica Indici Aziendali. Guida alla presentazione dei risultati e alla costruzione dei parametri

Statistica Indici Aziendali. Guida alla presentazione dei risultati e alla costruzione dei parametri Statistica Indici Aziendali Guida alla presentazione dei risultati e alla costruzione dei parametri Edizione Gennaio 2015 INDICE: QUESTIONARI COMPILATI DALLE IMPRESE... 5 QUESTIONARIO A RILEVAZIONE ORGANICI...

Dettagli

Banca IMI VIII Italian Stock Market Opportunities Conference

Banca IMI VIII Italian Stock Market Opportunities Conference 0 Banca IMI VIII Italian Stock Market Opportunities Conference Milano, 16 Settembre 2015 1 PIANO 2014 2016: INDICATORI DI SINTESI LA STRATEGIA STRUTTURA SOCIETARIA RAMI DANNI RAMI VITA INVESTIMENTI INFORMAZIONI

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività :

Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività : Credito, Sviluppo e Occupazione, Innovazione e Creatività : A Torino, in Piemonte, serve uno shock? Torino,23/11/2012 Coordinamento Nicola Maiolino GRANDI BANCHE E BANCHE LOCALI: RUOLO, EFFICIENZA, FUTURO

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Borsa Italiana London Stock Exchage Group. Star Conference 2012. Londra, 4 Ottobre 2012. Vittoria Assicurazioni

Borsa Italiana London Stock Exchage Group. Star Conference 2012. Londra, 4 Ottobre 2012. Vittoria Assicurazioni 0 Borsa Italiana London Stock Exchage Group Star Conference 2012 Londra, 4 Ottobre 2012 1 OBIETTIVI STRATEGICI STRUTTURA SOCIETARIA RAMI DANNI RAMI VITA DIPENDENTI E STRUTTURA TERRITORIALE INVESTIMENTI

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI L ANALISI PER INDICI 1. Gli indici di bilancio Dopo aver riclassificato il bilancio d esercizio è possibile calcolare partendo dai dati dello Stato Patrimoniale e del Conto economico alcuni indicatori,

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Benvenuti in Banca di San Marino. Welcome to Banca di San Marino

Benvenuti in Banca di San Marino. Welcome to Banca di San Marino Benvenuti in Banca di San Marino Welcome to Banca di San Marino INDICE / CONTENTS LE FILIALI / THE BRANCHES IL GRUPPO / THE GROUP N. Azionisti 1.987 9,87% N. Soci 399 90,13% Cap. Sociale 114.616.800

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014. Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014

Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014. Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014 Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014 Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014 Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa danni Area assicurativa vita

Dettagli

GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014

GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014 Bologna, 20 marzo 2015 GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014 Confermati i risultati preliminari già comunicati lo scorso 11 febbraio 2015. Utile netto consolidato

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN La valutazione della fattibilità economico-finanziaria del progetto

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%)

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli