A CURA MARCO MONACO PRESIDENTE PROVINCIALE LEGA CONSUMATORI ACLI DI VENEZIA MEMBRO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO LEGA CONSUMATORI - ACLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A CURA MARCO MONACO PRESIDENTE PROVINCIALE LEGA CONSUMATORI ACLI DI VENEZIA MEMBRO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO LEGA CONSUMATORI - ACLI"

Transcript

1 A CURA DI MARCO MONACO PRESIDENTE PROVINCIALE LEGA CONSUMATORI ACLI DI VENEZIA MEMBRO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO LEGA CONSUMATORI - ACLI MEMBRO PRESIDENZA REGIONALE DEL VENETO LEGA CONSUMATORI - ACLI MEMBRO CONSIGLIO NAZIONALE LEGA CONSUMATORI - ACLI Iscritta all Albo Nazionale Associazione dei Consumatori e degli Utenti L. 281 del 30/07/98 E riconosciuta dalla Regione Veneto L.R. n. 3 del 15701/1985 Lega Consumatori sede Provinciale di Venezia Via Ulloa, 3/a Marghera Venezia Tel. 041/ Fax 041/

2 2

3 D. LGS. 111 del 17 marzo 1995 Viene approvato quindi il D. Lgs. 111 del 17 marzo 1995 ha recepito in Italia la Direttiva 90/314/CEE concernente i viaggi e le vacanze tutto compreso, note con il nome di pacchetti turistici. Come si va a vedere immediatamente esso è molto importante perché tutela il consumatore-viaggiatore totalmente ed in ogni stato dell Unione Europea. A questo scopo il D. Lgs. 111/95 pone in primo piano la forma e gli elementi essenziali del contratto di vendita di pacchetti turistici e gli adempimenti a cui è tenuto chi offre questi servizi. Il viaggio tutto compreso: definizione 1. la combinazione prefissata di almeno due delle seguenti prestazioni: Trasporto Alloggio Servizi turistici non accessori al trasporto o all alloggio. 2.. Durata superiore alle 24 ore e inclusione di un pernottamento fuori casa 3. Un prezzo forfetario Il contenuto del contratto Il consumatore ha diritto ad una copia sottoscritta e timbrata del contratto (art. 6) con il seguente contenuto (art. 7): destinazione, durata, data dell inizio e conclusione del viaggio /se previsto un soggiorno frazionato) e le relative date di inizio e fine le generalità dell organizzatore e gli estremi dell autorizzazione all esercizio prezzo e modalità di un eventuale revisione del contratto, tasse sui servizi di atterraggio, imbarco e sbarco da porti e aeroporti ammontare dell importo versato alla prenotazione a titolo di caparra, la quale non deve essere superiore al 25% del prezzo e indicazioni sul pagamento del saldo. Se il cliente rinuncia alla partenza, perde la somma versata. Se il viaggio viene annullato per colpa dell organizzatore si possono presentare tre eventualità: o l operatore rende al consumatore il doppio dell anticipo versato o il consumatore chiede un risarcimento e i danni per normale via giudiziaria o ovviamente gli effetti di cui all art c.c. non si producono allorché il recesso dipenda da fatto sopraggiunto non imputabile ovvero sia giustificato dal grave inadempimento della controparte (art. 7, punto d) informazioni su viaggio, escursioni, visite e presenze di accompagnatori e guide turistiche termine ultimo di possibile recesso dell organizzatore in caso non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti (al massimo 20 giorni) accordi presi tra organizzatore e consumatore su specifiche modalità del viaggio spese a carico del consumatore in caso di cessione del contratto a terzi (fino a 4gg. Lavorativi prima della data di partenza) termini per reclami ( per inadempimento o inesatta esecuzione) data entro la quale il consumatore, i caso di modifiche di viaggio tutto compreso, dovrà comunicare la propria scelta di aderire al cambiamento o l eventuale recesso presupposti e modalità d intervento del fondo di garanzia (art. 21) nazionale per consentire, in caso di insolenza o di fallimento del venditore o organizzatore, il rimborso del prezzo versato e il rimpatrio del consumatore nel caso di viaggi all estero. 3

4 Le informazioni indispensabili: la completezza e la correttezza dell informazione (art. 8) L informazione data al consumatore deve essere corretta, ovvero non deve essere ingannevole a pena di sicura condanna nei confronti del tour operator. L informazione deve essere altresì completa: il tour operator ha l obbligo di informare il viaggiatore di tutto ciò che questi deve sapere per compiere il viaggio. Le informazioni che devono essere fornite al consumatore: - prima di concludere il contratto a) disposizioni e scadenze per visti e passaporti b) disposizioni sanitarie (vaccinazioni obbligatorie,, profilassi, ecc..) - prima della partenza: a) orari o luoghi di fermate o scali e coincidenze e indicazioni sul tipo di sistemazione durante il viaggio b) generalità dei rappresentanti di organizzatore ed agenzia di viaggio sul luogo di destinazione c) se viaggia un minorenne, il recapito telefonico necessario per stabilire un contato con lo stesso durante l intera durata del soggiorno d) indicazioni su possibilità di contrarre assicurazioni di viaggio. Opuscolo informativo, ovvero il catalogo (art. 9): Le condizioni generali di contratto, come visto, disciplinano le possibili vicende derivanti dal rapporto giuridico mentre l opuscolo determina nel dettaglio cosa il consumatore debba attendersi dal viaggio. Cessione del contratto da parte del viaggiatore (art. 10) Il consumatore che si trova nell impossibilità di usufruire del pacchetto turistico può farsi sostituire da un terzo al fine di evitare le penali. Ciò è ammesso purchè: I. il sostituto soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio II. la richiesta di sostituzione venga inviata per iscritto all organizzatore o al venditore entro e non oltre 4 giorni lavorativi prima della partenza III. il consumatore si trovi nell impossibilità di fruire del pacchetto turistico Si tenga che il cedente e il cessionario, ovvero il consumatore e chi lo sostituisce, sono obbligati in solido nei confronti dell organizzatore o del venditore del viaggio. Il prezzo e la sua modifica (art 11) L articolo 11 regolamenta in modo preciso la possibilità di aumentare il prezzo di vendita dopo che il consumatore ha prenotato un pacchetto turistico, fissando 4 punti da seguire: La modifica del prezzo è possibile solo se è esplicitamente prevista dal contratto; la mancata esposizione di questa clausola da parte del tour operator comporta la sua rinuncia a questa possibilità. L amento del prezzo deve essere determinato da uno dei motivi esplicitamente previsti dall articolo 11 stesso: variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e delle tasse quali quelle di atterraggio, di imbarco o sbarco nei porti o negli aeroporti, del tasso del cambio applicato. 4

5 Se il prezzo aumenta più del 10% rispetto a quello pattuito, il consumatore ha diritto di recedere dal contratto e di farsi restituire tutte le somme versate. La fatturazione separata dei servizi non modifica la natura del contratto che resta un pacchetto turistico tutto compreso. Le modifiche del pacchetto turistico /art. 12) PRIMA DELLA PARTENZA Prima della partenza l organizzatore o il venditore che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne dà immediato avviso per iscritto al consumatore, indicando la modifica e la variazione di prezzo. Se il consumatore accetta deve comunicarlo entro 2 giorni lavorativi /art. 12). Se il consumatore non accetta (art. 13, comma 1) può: a) Recedere senza alcun pagamento di penale ottenendo il rimborso di quanto versato entro 7 giorni lavorativi. b) Ha diritto di ottenere un altro pacchetto turistico equivalente o superiore senza pagamento di supplementi c) Ottenere un pacchetto turistico di valore inferiore con la restituzione della differenza di prezzo. Nei casi appena visti il consumatore ha diritto ad essere risarcito di ogni ulteriore danno dipendente dalla mancata esecuzione del contratto (art. 18, comma 2). L art. 13, comma 3, prevede però che il consumatore non ha diritto all ulteriore risarcimento previsto dall art. 13, comma 2, se l annullamento è dovuto al non raggiungimento del numero minimo di partecipanti e il consumatore è stato informato per iscritto almeno 20 gg prima della partenza e quando l annullamento è dovuto a causa di forza maggiore. Tra le cause di forza maggiore è in ogni caso escluso l eccesso di prenotazioni, ovvero il cosiddetto overbooking. DOPO LA PARTENZA(art. 12 comma 4 e 5) Se dopo la partenza l organizzatore non può effettuare una parte essenziale dei servizi previsti nel contratto di viaggio deve predisporre delle alternative che non comportino oneri aggiuntivi a carico del consumatore. Se vengono effettuate delle prestazioni inferiori, l organizzatore è tenuto a restituire la differenza tra i servizi originali e quelli effettivamente prestati, salvo il risarcimento del danno. Se non sono possibili alternative o il consumatore non le accetta per un giustificato motivo, l organizzatore gli mette a disposizione un mezzo di trasporto per rientrare e gli restituisce la differenza. Inadempimento del contratto (art. 14) In caso di mancato o inesatto adempimento degli obblighi assunti con la vendita del pacchetto turistico, l organizzatore (tour operator) e il venditore (agenzia di viaggi dettagliante) sono tenuti a risarcire il danno, secondo le rispettive responsabilità, se non provano che i problemi derivano da causa a loro non imputabile. 5

6 Comunque sia l organizzatore sia il venditore che si avvale di fornitori terzi (albergatori, guide turistiche, compagnie aeree, ecc..) deve risarcire il danno al consumatore comunque e può poi rivalersi nei confronti di questi terzi. Il principio che viene affermato è che il consumatore ha diritto di essere risarcito dall operatore principale con cui ha a che fare, e non può essere tenuto a vedersela con fornitori di servizi per lui occasionali e che si trovano chissà dove. Responsabilità per danni e reclami: una visione d insieme TIPO DI INADEMPIENZA TERMINE RECLAMO NORMA Variazione prezzo pacchetto oltre 10% Modifica itinerario prima della partenza Modifica itinerario in corso di viaggio Danni subiti dalle cose in corso di viaggio Danni subiti dalle persone in corso di viaggio Ma se relativo a un contratto di trasporto E se il trasporto inizia e termina fuori dell UE Entro 2 gg. dalla notifica Entro 2 gg. dalla notifica Entro 10 gg dal rientro Entro 1 anno Entro 3 anni Entro 12 mesi Entro 18 mesi Art. 11, comma 2, D.Lgs. 111/95 Art. 13, comma 3, D.Lgs. 111/95 Art. 19, comma 3, D.Lgs. 111/95 Art. 16, comma 4, D.Lgs. 111/95 Art. 15, comma 2, D.Lgs. 111/95 Art c.c. Art c.c. Tale richiamo all art del Codice Civile è fatto espressamente dall art. 15, comma 2, del D. Lgs. 11/95. Esonero di responsabilità (art. 17) L organizzatore e il rivenditore sono esonerati dalla responsabilità prevista dagli artt. 15 e 16 quando la mancata o inesatta esecuzione è imputabile direttamente al consumatore, o è dipesa dafatti inevitabili e imprevedibili commessi da terzi o è dovuta a causa di forza maggiore o caso fortuito. Diritto di surrogazione (art. 18) Il consumatore che viene risarcito dall organizzatore o dal rivenditore è surrogato da tutti i diritti e azioni verso i terzi responsabili da questi due soggetti e a tal fine fornisce all organizzatore o al venditore tutti i documenti e le informazioni necessarie per permettere a questi ultimi di agire al suo posto verso i terzi responsabili. Reclamo (art. 19) Il consumatore può sporgere reclamo relativamente alle mancanze nell esecuzione del contratto mediante l invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno all organizzatore o al venditore entro 10 giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza. Assicurazione (art. 20) L organizzazione e il venditore devono essere obbligatoriamente coperti dall assicurazione per la responsabilità civile verso il consumatore per il risarcimento del danno arrecato alle persone e alle cose (art. 15 e 16). Naturalmente il consumatore può stipulare ulteriori polizze assicurative di assistenza. 6

7 APPROFONDIMENTO Overbooking (negato imbarco), cancellazione grandi ritardi Il Regolamento CE 261/04 Purtroppo succede abbastanza frequentemente che le compagnie aeree, pur di sfruttare fini in fondo le capacità di trasporto, accettino prenotazioni in numero maggiore rispetto ai posti in aereo. Con il regolamento CE n. 261/2004 vengono notevolmente ampliati i diritti di coloro che rimangono vittima di questa prassi, nonché di coloro il cui volo viene annullato o subisce un notevole ritardo. Quando precisamente posso avvalermi di tale regolamento? Se si tratta di u volo di linea o charter in partenza dall Unione europea ovvero in arrivo da un Paese extracomunitario, se il vettore è munito di una valida licenza rilasciata da un paese membro; Se si è in possesso di u biglietto valido sul quale è indicata una prenotazione confermata per il volo in causa; Se ci si è presentati al banco di accettazione (check-in) per tale volo prima dell ora limite di accettazione fissata dalla compagnia aerea. La normativa non si applica ai passeggeri che viaggino gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile al pubblico. Che diritti mi aspettano? In caso di mancato imbarco (overbooking): la compagnia aerea è innanzitutto tenuta a fare appello a persone che rinuncino volontariamente al volo in cambiai determinati benefici. Qualora il numero di volontari non sia sufficiente e si debba quindi negare l imbarco a taluni passeggeri, questi possono fare valere le seguenti pretese: 1) la scelta tra il rimborso del biglietto qualora il viaggio sia diventato inutile (nonché, ove necessario, ad un volo di ritorno verso il punto di partenza finale) ed un volo alternativo, non appena possibile, verso la destinazione finale, o ad un volo alternativo ad una data successiva di suo gradimento; 2) una compensazione pecuniaria di: a) 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a Km; b) 400 per tutte le tratte intercomunitarie superiori a Km e le extracomunitarie comprese tra e Km; c) 600 per tutte le altre tratte. Tale indennità forfetaria può essere ridotta del 50%, qualora il passeggero si sia imbracato su un volo alternativo che gli consenta di raggiungere la destinazione finale con un orario d arrivo che non superi rispettivamente di 2 ore sub 2 ), 3 ore sub 2b) o 4 ore sub 2c) l orario d arrivo del volo originario. 3) La compagnia aerea è tenuta a prestare assistenza, cioè a fornire al passeggero a titolo gratuito pasti e bevande in relazione alla relazione alla durata dell attesa; nel caso si rendano necessari uno o più pernottamenti, sistemazioni in albergo e relativo trasporto; due chiamate telefoniche o due messaggi via telex, fax o posta elettronica. 7

8 In caso di cancellazione volo: 1. Il rimborso del biglietto entro 7 giorni se il volo è diventato inutile, nonché se necessario, un volo di ritorno al punto di partenza iniziale. 2. La stessa compensazione pecuniaria spettante i caso di negato imbarco, a meno che il passeggero non sia stato avvertito: due settimane prima della partenza tra due settimane e sette giorni prima della partenza se gli è stato proposto un volo in partenza al massimo 2 ore prima dell orario di partenza previsto ovvero con un ritardo all avvio inferiore a 4 ore; meno di 7 giorni prima della partenza se gli sia stato offerto di partire con un volo alternativo che gli permetta di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l orario d arrivo previsto. La compensazione pecuniaria non è dovuta qualora la cancellazione del volo sia dipesa da cause di forza maggiore. 3. All assistenza mediante pasti e bevande, sistemazione in albergo e trasporto, due telefonate o messaggi via telex, fax o posta elettronica. In caso di ritardo: Il passeggero ha diritto all assistenza di cui sopra(pasti e bevande, telefonare, etc.): se il volo è ritardato di 2 o più ore rispetto all orario di partenza previsto per tutte le tratte aeree inferiori o pari a Km, di 3 o più ore per le tratte intracomunitarie superiori a Km e per le tratte extracomunitarie comprese tra e Km, di 4 o più ore per tutte le altre tratte. Quando il ritardo è almeno di 5 ore, il passeggero ha diritto al rimborso del biglietto se il volo è divenuto inutile, nonchè ad un volo di ritorno al punto di partenza iniziale. Il passeggero ha comunque il diritto di intentare ogni ulteriore ricorso dinanzi alle giurisdizioni competenti, in previsione di risarcimenti supplementari, eccetto il caso in cui si sia offerto volontario per cedere la sua prenotazione in cambio di una compensazione. Obbligo d informazione La compagnia aerea ha l obbligo di consegnare ai passeggeri, ai quali è stato negato l imbarco, un modulo che illustri i loro diritti. Inoltre il vettore aereo deve fissare le regole che segue per l imbarco dei passeggeri in caso di volo sovraprenotato (ovvero in presenza di overbooking) e metterle a disposizione del pubblico presso le agenzie e presso i suoi banchi di accettazione. Per i viaggi tutto compreso Se il negato imbarco avviene nell ambito di un viaggio tutto compreso, il vettore aereo ha l obbligo di compensare il tour-operator, perché è con quest ultimo che il passeggero ha stipulato il contratto. In tale caso l operatore è tenuto a versare a sua volta le somme percepite a tale riguardo ai propri clienti che hanno subito questo disguido. 8

9 Pagina 1 di 4 Informativa per i Passeggeri ENTE NAZIONALE PER L AVIAZIONE CIVILE INFORMATIVA PER I PASSEGGERI Trasporto di liquidi nel bagaglio a mano negli aeroporti dell'unione europea Al fine di proteggere i passeggeri dalla minaccia terroristica costituita dagli esplosivi in forma liquida, l'unione Europea (UE) ha adottato regole di sicurezza che limitano la quantità di sostanze liquide che è possibile portare attraverso ed oltre i punti di controllo di sicurezza aeroportuale. A queste limitazioni sono soggetti tutti i passeggeri in partenza dagli Aeroporti dell'unione Europea, compresi i voli nazionali, qualunque sia la loro destinazione. Ciò significa che ai punti di controllo di sicurezza aeroportuale ciascun passeggero ed il relativo bagaglio a mano saranno controllati per individuare, oltre agli altri articoli già proibiti dalla normativa vigente, anche eventuali sostanze liquide. Le nuove regole non pongono alcun limite alle sostanze liquide che si possono acquistare presso i negozi situati nelle aree poste oltre i punti di controllo o a bordo degli aeromobili utilizzati da Compagnie Aeree appartenenti all'unione Europea. Le misure si applicano a partire dal 6 novembre 2006 in tutti gli Aeroporti dell'unione Europea, nonché in Norvegia, Islanda e Svizzera. Cosa c'è di nuovo All atto della preparazione del proprio bagaglio Mentre non vi sono limitazioni per i liquidi inseriti nel bagaglio da stiva (quello consegnato al check-in per essere ritirato nell'aeroporto di destinazione), nel bagaglio a mano, ossia quello che viene presentato ai punti di controlli di sicurezza aeroportuale, i liquidi consentiti sono invece in piccola quantità. 9

10 Essi dovranno infatti essere contenuti in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 millilitri (1/10 di litro) od equivalenti (es: 100 grammi) ed i recipienti in questione dovranno poi essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore ad 1 litro (ovvero con dimensioni pari ad esempio a circa cm 18 x 20). Dovrà essere possibile chiudere il sacchetto con il rispettivo contenuto (cioè i recipienti dovranno poter entrare comodamente in esso). Per ogni passeggero (infanti compresi) sarà permesso il trasporto di uno ed un solo sacchetto di plastica delle dimensioni suddette (ved. illustrazione). Possono essere trasportati al di fuori del sacchetto, e non sono soggetti a limitazione di volume, le medicine ed i liquidi prescritti a fini dietetici, come gli alimenti per bambini. In Aeroporto Al fine di agevolare i controlli è obbligatorio: presentare agli addetti ai controlli di sicurezza tutti i liquidi trasportati come bagaglio a mano, affinché siano esaminati togliersi giacca e soprabito: essi verranno sottoposti separatamente ad ispezione estrarre dal bagaglio a mano i computer portatili e gli altri dispositivi elettrici ed elettronici di grande dimensione. Essi verranno ispezionati separatamente rispetto al bagaglio a mano. I liquidi comprendono: acqua ed altre bevande, minestre, sciroppi creme, lozioni ed oli profumi spray gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti sostanze in pasta, incluso dentifricio miscele di liquidi e solidi mascara ogni altro prodotto di analoga consistenza E' ancora possibile: trasportare liquidi all'interno del bagaglio da stiva (come già accennato, le limitazioni riguardano solo il bagaglio a mano) trasportare, all'interno del bagaglio a mano, possibilmente limitandoli a quanto necessario per il viaggio aereo, medicinali e prodotti dietetici, come gli alimenti per bambini. Potrebbe essere necessario fornire prova dell'effettiva necessità ed autenticità di tali articoli comprare liquidi come bevande e profumi, conservandone la prova d'acquisto, nei negozi, nei Duty Free situati oltre i punti di controllo di sicurezza, ed a bordo degli aeromobili utilizzati dalle Compagnie Aeree dell'unione Europea. I prodotti acquistati presso i Duty 10

11 Free ed a bordo dei suddetti aeromobili saranno consegnati in sacchetti sigillati che si consiglia di non aprire prima di essere arrivati alla destinazione finale. In caso contrario, transitando presso gli eventuali aeroporti intermedi, i liquidi acquistati potrebbero essere sequestrati ai controlli di sicurezza. Tutti questi liquidi sono in aggiunta alle quantità che devono essere contenute nel sacchetto di plastica trasparente e richiudibile precedentemente menzionato. In caso di dubbi, prima di intraprendere il viaggio è bene rivolgersi alla propria compagnia aerea o agente di viaggio. Si prega di essere cortesi e di collaborare con gli addetti alla sicurezza ed il personale della compagnia aerea. Questo documento è stato sviluppato sulla base dell'informativa "New EU Security Rules at Airports - A Brief guide to help you", elaborato dalla Commissione Europea, dall'associazione delle Compagnie Aeree Europee e dall'associazione Internazionale degli Aeroporti. Il suo contenuto è informativo e sintetizza gli elementi principali contenuti nella normativa UE; ogni azione legale o reclamo, pertanto, dovrà basarsi unicamente sull'effettivo testo di legge (Regolamento CE 820/2008 dell'8 agosto 2008). vai a inizio pagina dal sito dell Enac, al seguente link: 11

12 Risarcimento ritardevole Info: la pretesa risarcitoria in caso di ritardo di voli è regolata dal Regolamento CE 889/02 nonché dal Regolamento CE 261/04 (in vigore dal ). E previsto da una parte un risarcimento fino a 4150 DPS, pari a circa 5.000,00 (fluttuabile) e dall altra parte l alloggio in albergo, il rimborso del biglietto non utilizzato ecc. Il risarcimento si limita ai danni materiali (es. alloggio, taxi,vitto). Sono esclusi i danni immateriali (es. risarcimento di rovinata vacanza). PS: la scritta in corsivo è da sostituire con le rispettive indicazioni. Mittente Raccomandata con Avviso di Ricevimento luogo e data Spett. le Nome e indirizzo della Compagnia Aerea p.c. Lega Consumatori di Venezia Via Ulloa 3/a Marghera (Ve) Oggetto: Nome; Cognome; Ritardo volo (indicazioni identificativi sul volo) richiesta risarcimento danni in base a Regolamento 889/02 CE e/o Regolamento CE 261/04 Gentile Signore, egregi Signori, con la presente vorrei segnalare la seguente disfunzione riscontrata durante il volo (indicazioni sul volo): Per motivi ulteriormente non specificati l ora di partenza del volo (indicazioni sul volo) prevista per le ore X è stata posticipata di oltre (indicazione delle ore di ritardo). - A causa di tale ritardo ho perso il volo di coincidenza delle ore X da (luogo) e sono stato/a costretto/a a cambiare volo dovendo pagare un sovrapprezzo di (importo pagato). Oppure - Per tali motivi sono stato/a costretto/a a passare (indicazioni delle ore) all aeroporto e sono arrivato/a all hotel solo (ammontare delle ore) dopo l arrivo previsto. Oppure - A causa del ritardo era cessata la necessità di usufruire del volo (incontro o simile) Oppure - Indicazione della rispettiva situazione e delle conseguenze Ciò premesso il danno subito a causa del ritardo del volo (indicazioni sul volo) può essere quantificato quanto segue: distinta delle voci di danno rimborso biglietto non utilizzato sovrapprezzo del biglietto volo cambiato pernottamento 12

13 Richiamandomi su quanto stabilito nel Regolamento CE nr. 889/02 e/o nel Regolamento CE 261/04 in tema di risarcimento danni per ritardo volo Vi chiedo di risarcire il danno da me subito quantificabile in (ammontare del danno risultante della distinta). Vi prego di accreditare il suddetto importo di (ammontare della somma) entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della presente sul cono indicato a margine. Con riserva di ogni ulteriore e/o diversa azione. Cordiali saluti. Nome e Cognome Firma Dati Bancari: Impresa italiana: BBAN Impresa straniera: IBAN BIC (SWIFT) Allegato: copia del biglietto aereo copia dei biglietti aereo volo originario di coincidenza e volo cambiato di coincidenza copia di ulteriori documenti/spese sostenute Allegare sempre in copia e mai in originale. E consigliabile tenersi una copia della lettera e dei documenti allegati. 13

14 Viaggio in aereo: negato imbarco (overbooking) Info: la presente lettera tipo può essere utilizzata per richieste di indennizzo basate sul regolamento (CEE) n. 261/2004 (entrato in vigore il ) che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato. Per fare valere i diritti sanciti da detta normativa, il consumatore deve indirizzare il reclamo sia all agenzia viaggi che alla compagnia aerea (ovvero al tour-operator nel caso di viaggio tutto compreso), possibilmente allegando copia del biglietto aereo. Il nuovo regolamento si applica non solo a tutti i voli in partenza dall Unione, ma anche ai voli in arrivo se il vettore ha licenza rilasciata da uno Stato membro. Il regolamento non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente ovvero ad un a tariffa ridotta non accessibile al pubblico. Esso lascia impregiudicati i diritti dei passeggeri previsti dalla direttiva 90/314/CEE (pacchetti tutto compreso) nonché dalle rispettive leggi di trasposizione. Chi ritenga di aver subito un danno maggiore di quello risarcito in base al presente regolamento, potrà sempre agire per tale danno ulteriore conformemente a quanto previsto dal diritto interno (ciò non vale per le persone che abbiano volontariamente rinunciato al viaggio). Le parti in corsivo sono da compilare ed adattare. Mittente Raccomandata con Avviso di Ricevimento Luogo e data Spett. le Nome ed indirizzo dell agenzia viaggi Spett. le Nome ed indirizzo del tour-operator (se si tratta di un viaggio tutto compreso, altrimenti no) Spett. le Nome ed indirizzo della Compagnia aerea p.c. Lega Consumatori di Venezia Via Ulloa 3/a Marghera (Ve) Oggetto: Richiesta di rimborso basata sul regolamento (CEE) n. 261/2004 relativo al negato imbarco, cancellazione di volo e ritardo prolungato. Passeggero: indicare proprie generalità Numero del volo: Data del volo di andata, aeroporto Data del volo di ritorno, aeroporto Spett. le.., In data ho prenotato presso l agenzia un volo a destinazione di per il giorno con ritorno il Non ho potuto imbarcarmi su tale volo per eccesso di prenotazioni. 14

15 Ai sensi della normativa summenzionata, mi spetta un indennizzo pari a : a) scegliere tra il rimborso del biglietto qualora il viaggio sia divenuto inutile (nonché, se del caso, un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale non appena possibile) ed un volo alternativo b) una compensazione finanziaria pari a o per tratte fino a Km: 250,00 (ovvero 125,00 se il volo alternativo proposto arriva a destinazione con un ritardo inferiore a 2 ore) o per tutti i voli intracomunitari superiori a km e per tutte le altre tratte da a Km; 400,00 (200 se il ritardo non supera le 3 ore) o per tutti gli altri voli: 600,00 (300 se il ritardo non supera le 4 ore) c) assistenza all aeroporto: pasti e bevande, sistemazione in albergo e relativo servizio navetta, 2 telefonate, fax o messaggi elettronici. N.B. Oltre a quanto dovuto in virtù del presente regolamento, il passeggero ha sempre diritto al risarcimento dei danni ulteriori che dovesse aver subito, documentandoli. Vi invito pertanto a versarmi l importo di.mediante bonifico bancario entro 10 giorni dal ricevimento della presente. Con riserva di ogni ulteriore e/o diversa azione, porgo cordiali saluti. Nome e Cognome Firma Coordinate bancarie Imprese italiane BBAN Imprese estere IBAN e BIC (SWIFT) Allegati: copie del biglietto aereo, copia ricevute spese sostenute. N. B. Conservate copia del reclamo e dei documenti allegati! Allegate sempre in copia e mai in originale. 15

16 Viaggi in aereo: annullamento del volo Info: la presente lettere tipo può essere utilizzata per richieste di indennizzo basate sul regolamento (CE) n. 261/2004 ( entrato in vigore il ) che istituisce regole comuni in materia di compensazione e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco,di cancellazione del volo o di ritardo prolungato. Per fare valere i diritti sanciti da detta normativa, il consumatore deve indirizzare il reclamo sia all agenzia viaggi che alla compagnia aerea (ovvero alò tour-operator nel caso di un viaggio tutto compreso), possibilmente allegando copia del biglietto aereo. Il regolamento non si applica non solo a tutti i voli in partenza dall Unione, ma anche ai voli in arrivo se il vettore ha la licenza rilasciata da uno stato membro. Il regolamento non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente ovvero ad una tariffa ridotta non accessibile al pubblico. Esso lascia impregiudicati i diritti dei passeggeri previsti dalla direttiva 90/314/CEE (pacchetti tutto compreso) nonché dalle rispettive leggi di trasposizione. Chi ritenga di aver subito un danno maggiore di quello risarcito in base al presente regolamento, potrà sempre agire per tale danno ulteriore conformemente a quanto previsto dal diritto interno (ciò non vale per le persone che abbiano volontariamente rinunciato al viaggio). Le parti in corsivo sono da compilare ed adattare. Mittente Raccomandata con Avviso di Ricevimento Luogo e data Spett. le Nome ed indirizzo dell agenzia viaggi Spett. le Nome ed indirizzo del tour-operator (se si tratta di un viaggio tutto compreso, altrimenti no ) Spett. le Nome ed indirizzo della Compagnia aerea p.c. Lega Consumatori di Venezia Via Ulloa 3/a Marghera (Ve) Oggetto: Richiesta di rimborso basata sul regolamento (CEE) n. 261/2004 relativo alla cancellazione di volo. Passeggero: indicare proprie generalità Numero del volo: Data del volo di andata, aeroporto Data del volo di ritorno, aeroporto Spett. le.., In data ho prenotato presso l agenzia un volo a destinazione di per il giorno con ritorno il Non ho potuto imbarcarmi su tale volo per eccesso di prenotazioni. 16

17 Ai sensi della normativa summenzionata, mi spetta un indennizzo pari a : a) il rimborso del biglietto b) una compensazione finanziaria pari a a. per tratte fino a Km: 250,00 (ovvero 125,00 se il volo alternativo proposto arriva a destinazione con un ritardo inferiore a 2 ore) b. per tutti i voli intracomunitari superiori a km e per tutte le altre tratte da a Km; 400,00 (200 se il ritardo non supera le 3 ore) c. per tutti gli altri voli: 600,00 (300 se il ritardo non supera le 4 ore) Attenzione: a tale indirizzo vi spetta solamente qualora non siate stati informati della cancellazione in uno dei seguenti modi: almeno 2 settimane prima della partenza tra 2 settimane e sette giorni prima della partenza se vi è stato proposto un altro volo in partenza al più presto 2 ore prima dell ora prevista ovvero con un ritardo all arrivo inferiore a 4 ore meno di 7 giorni prima della partenza se il volo alternativo proposto giunge a destinazione non prima di 2 ore rispetto al volo originario ovvero con meno di 2 ore di ritardo qualora il vettore riesca a dimostrare che la cancellazione del volo sia dovuta a circostanze straordinarie che non avrebbe potuto evitare neppure adottando tutte le misure del caso. c) Assistenza all aeroporto: pasti e bevande, sistemazione in albergo con relativo servizio navetta, 2 telefonate, fax, o messaggi elettronici. N.B. Oltre a quanto dovuto in virtù del presente regolamento, il passeggero ha sempre diritto al risarcimento dei danni ulteriori che dovesse aver subito, documentandoli. Eventualmente potete aggiungere: Inoltre, a causa del volo annullato, non mi era possibile trascorrere una vacanza serena (oppure: A causa del volo annullato giorni delle mie vacanze); pertanto Vi invito a rimborsarmi anche il danno da vacanza rovinata, quantificabile in ---- In Italia attualmente il danno da vacanza rovinata è stato riconosciuto solo nell ambito dei viaggi tutto compreso. E possibile richiedere questo rimborso anche quando la vacanza è stata rovinata a causa di un annullamento di volo; sarà però molto difficile riuscire ad ottenere il rimborso senza azione legale. Vi invito pertanto a versarmi l importo di.mediante bonifico bancario entro 10 giorni dal ricevimento della presente. Con riserva di ogni ulteriore e/o diversa azione, porgo cordiali saluti. Nome e Cognome Firma Coordinate bancarie Imprese italiane BBAN Imprese estere IBAN e BIC (SWIFT) Allegati: copie del biglietto aereo, copia ricevute spese sostenute. N.B. Conservate copia del reclamo e dei documenti allegati! Allegate mai gli originali. Allegate sempre in copia e mai gli originali. 17

18 Risarcimento in caso di smarrimento/danneggiamento/ritardo bagaglio Info: la presente risarcitoria in caso di smarrimento/danneggiamento/ritardo bagaglio è regolata dal Regolamento CE 889/02. E previsto un risarcimento fino a DPS, pari a circa 1.200,00 (variabile). Il risarcimento si limita ai danni materiali (es. alloggio, taxi, vitto). Sono esclusi i danni immateriali (es. risarcimento da rovinata vacanza). In caso di ritardata consegna della valigia bisogna stare attenti ad effettuare solamente acquisti veramente necessari (es. articoli prima necessità; l acquisto di u costume da bagno griffato in caso di ritardo nella consegna del bagaglio non sarebbe giustificabile). Solo gli acquisti necessari saranno risarciti. E necessario allegare le copie dei rispettivi scontrini/fatture. PS: La scritta in corsivo è da sostituire con le rispettive indicazioni. Mittente Raccomandata con Avviso di Ricevimento Luogo e data Spett. le Nome ed indirizzo della Compagnia aerea p.c. Lega Consumatori di Venezia Via Ulloa 3/a Marghera (Ve) Oggetto: Nome; Cognome; Ritardo volo (indicazioni identificativi sul volo) Smarrimento/danneggiamento/ritardo - risarcimento in base a Regolamento 889/02 CE Gentile Signore, egregi Signori, con la presente vorrei segnalare lo smarrimento del bagaglio/il danneggiamento del bagaglio/il ritardo nella consegna del bagaglio riscontrato in occasione del volo (indicazioni numero, data, luogo di partenza/destinazione volo). (scegliete fra i seguenti casi e cancellate i restanti). Smarrimento bagaglio: - Arrivato/a all aeroporto di (luogo) ho dovuto constatare le mancanza della mia valigia. Immediatamente mi sono recato/a allo sportello reclami per compilare l apposito modulo PIR (property irregularity report) che allego in copia alla presente. (indicazione degli ulteriori contatti telefonici o via lettera). Sinora però non mi è stato consegnato il bagaglio né ho ottenuto un Vs. riscontro a tal proposito. Al fine di una quantificazione del danno Vi specifico di seguito il contenuto della valigia: elenco degli oggetti contenuti nella valigia smarrita, possibilmente allegando, copia degli scontrini o una stima del valore degli oggetti o testimoni. Valore della valigia. Oppure danneggiamento bagaglio: Arrivato/a all aeroporto di (luogo) ho dovuto constatare che il mio bagaglio ( e parte del rispettivo contenuto) era danneggiato. 18

19 Immediatamente mi sono recato/a allo sportello reclami per compilare l apposito modulo PIR (property irregularity report) che allego in copia alla presente. (indicazione degli ulteriori contatti telefonici o via lettera). Sinora però non mi è pervenuto nessun contatto da parte Vostra. Onde consentire una quantificazione del danno, in seguito mi permetto di specificare il tipo e l entità del danneggiamento riscontrato: descrizione del danneggiamento e quantificazione del danno in caso di danneggiamento della valigia: Allego alla presente copia del preventivo delle spese di riparazione/della fattura dell avvenuta riparazione/della fattura scontrino di una valigia equivalente. Oppure ritardo consegna bagaglio: - Arrivato/a all aeroporto di (luogo) ho dovuto constatare le mancanza della mia valigia. Immediatamente mi sono recato/a allo sportello reclami per compilare l apposito modulo PIR (property irregularity report) che allego in copia alla presente. Ovviamente, in attesa della mia valigia, sono stato/a costretto/a a comprare i beni di prima necessità. Le rispettive spese risultano dalla seguente distinta: elenco dettagliato delle spese allegando in ogni caso copia dei rispettivi scontrini ai fini probatori. Solo dopo (numero dei giorni) giorni sono stato/a informato/a del ritrovamento del mio bagaglio ( pur essendo richiesto anche il rimborso delle spese di trasporto sostenute per ritirare il, bagaglio all aeroporto). Richiamandomi al regolamento CE nr. 889/02 in tema di risarcimento danni Vi chiedo di risarcire il danno quantificabile in (ammontare del danno risultante dalla distinta) subito per via della situazione come descritta sopra. Vi prego di accreditare il suddetto importo di (ammontare della somma) entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della presente sul conto indicato a margine. Con riserva di ogni ulteriore e/o diversa azione. Cordiali saluti. Nome e Cognome Firma Dati Bancari: Impresa italiana: BBAN Impresa straniera: IBAN e BIC (SWIFT) Allegato: copia del biglietto aereo copia tagliando bagaglio copia preventivo o fattura per valigia nuova (in caso di danneggiamento) copia degli scontrini delle spese (in caso di ritardata consegna del bagaglio) N.B. E consigliabile tenersi una copia della lettera e dei documenti allegati. Allegate sempre in copia e mai gli originali. 19

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005

Regolamento Europeo n. 2004/261/CE del 11/2/2004, in vigore dal 17/2/2005 Spesso, nel corso del lavoro quotidiano, ci imbattiamo in situazioni che richiedono la conoscenza di alcune norme a tutela del viaggiatore e, per estensione, di noi stessi in quanto professionisti del

Dettagli

Carta dei Diritti del Turista

Carta dei Diritti del Turista Comitato Regionale Veneto PortaDiritti Consigli utili per scelte consapevoli Carta dei Diritti del Turista Quante volte accingendoci a sottoscrivere un contratto, ad acquistare un bene, ad usufruire di

Dettagli

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo QUALI TUTELE SONO PREVISTE IN CASO DI CANCELLAZIONE DEL VOLO? (Regolamento 281/2004) RIMBORSO del prezzo del biglietto

Dettagli

Condizioni Generali di vendita

Condizioni Generali di vendita Condizioni Generali di vendita 1. PREMESSA - NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO: Premesso che: a) il Decreto Legislativo n. 206 del 06/09/2005 Codice del Consumo dispone a protezione del consumatore che l

Dettagli

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 17 marzo 1995, n. 111. Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso.

DECRETO LEGISLATIVO 17 marzo 1995, n. 111. Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso. DECRETO LEGISLATIVO 17 marzo 1995, n. 111 Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e

Dettagli

Avventura Sicilia Srl. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

Avventura Sicilia Srl. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) Premessa e nozione di pacchetto turistico Premesso che: a) il decreto legislativo n. 111 del 17/03/95 di attuazione della direttiva 90/314/CE dispone a protezione del consumatore che l organizzazione

Dettagli

Overbooking e negato imbarco

Overbooking e negato imbarco IL TRASPORTO AEREO Prenotazione e tariffe I voli sono classificabili in voli di linea, previsti dagli orari delle compagnie aeree, e voli "charter", ossia voli a carattere occasionale noleggiati da organizzazioni

Dettagli

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce!

Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus. L Europa ci unisce! Se viaggi in: Aereo Treno Mare Autobus L Europa ci unisce! Se viaggi in Aereo I principali diritti dei passeggeri: Persone con disabilità e a mobilità ridotta Imbarco negato Cancellazione Lunghi ritardi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO VENDITA PACCHETTI TURISTICI. PREMESSA, NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO.

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO VENDITA PACCHETTI TURISTICI. PREMESSA, NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO VENDITA PACCHETTI TURISTICI. PREMESSA, NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO. Premesso che: L organizzatore ed il venditore del pacchetto turistico, cui il consumatore si rivolge,

Dettagli

Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici

Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici 1. Premessa. Nozione di pacchetto turistico. Premesso che: a) il decreto legislativo n. 111 del 17.3.95 di attuazione della Direttiva

Dettagli

Licenza n. 560 del 20/02/2006 - Assicurazione n. 280002/2011. Condizioni generali del contratto

Licenza n. 560 del 20/02/2006 - Assicurazione n. 280002/2011. Condizioni generali del contratto Via J. Kennedy, 128 Belmonte Mezzagno (PA) Tel. 0918736345 / 091 6156221 Fax 0913809815 scafidiviaggi@virgilio.it - www.scafidiviaggi.com Licenza n. 560 del 20/02/2006 - Assicurazione n. 280002/2011 Condizioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO DIECICENTO è soggetto organizzatore di viaggi, vacanze o giri turistici tutto compreso, che sono commercializzati direttamente o per il

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO AMBITO DI APPLICAZIONE ED INFORMAZIONI ESSENZIALI Il trasporto aereo è regolato dalla normativa comunitaria e dalle convenzioni internazionali applicabili nonché dal Codice

Dettagli

fenomeno dell overbooking

fenomeno dell overbooking Overbooking È una tecnica di vendita in forza della quale i vettori di linea accettano prenotazioni per un numero di passeggeri superiore a quello che può essere trasportato dall aeromobile fenomeno dell

Dettagli

Condizioni generali di vendita di pacchetti turistici

Condizioni generali di vendita di pacchetti turistici Condizioni generali di vendita di pacchetti turistici Le presenti condizioni generali di vendita sono integrate dalla descrizione del pacchetto turistico e dal programma di viaggio consegnati al viaggiatore

Dettagli

Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici e/o di servizi di viaggio

Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici e/o di servizi di viaggio Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici e/o di servizi di viaggio 1. PREMESSA Il presente documento definisce le condizioni predisposte da JAKALA EVENTS S.p.A., (di seguito "JE"),

Dettagli

SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI

SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI SCHEMA DI CAPITOLATO D ONERI TRA LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E LE AGENZIE DI VIAGGI 1. L Agenzia di Viaggi (di seguito denominata ADV) si impegna a rispettare le indicazioni delle CC.MM. n. 291 del 14/10/1992

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO VIAGGI TUTTO COMPRESO

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO VIAGGI TUTTO COMPRESO CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO VIAGGI TUTTO COMPRESO I) PREMESSE 1. L obbiettivo di Tim Travel Tours di Montorfani Timoteo, detta in seguito l agenzia, è quello di rendere la pianificazione delle vostre

Dettagli

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI

4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI 4 LUGLIO 2014: GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI AEREI Di Francesca D'Antuono (stagista presso Europe Direct e Eurodesk - Provincia di Pordenone) È giunta alla sua sesta edizione la Giornata

Dettagli

I GO TRAVEL CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA DI SERVIZI TURISTICI I GO TRAVEL 1. PREMESSA: NOZIONE DI SERVIZIO TURISTICO E DI TURISTA

I GO TRAVEL CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA DI SERVIZI TURISTICI I GO TRAVEL 1. PREMESSA: NOZIONE DI SERVIZIO TURISTICO E DI TURISTA I GO TRAVEL CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA DI SERVIZI TURISTICI I GO TRAVEL 1. PREMESSA: NOZIONE DI SERVIZIO TURISTICO E DI TURISTA I GO TRAVEL propone la vendita ad un prezzo forfettario

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO INTRODUZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO INTRODUZIONE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO INTRODUZIONE Le presenti condizioni generali si applicano ai contratti aventi ad oggetto la vendita dei pacchetti turistici organizzati e/o venduti da SPEED DATE VACANZE,

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore Morcone Don Peppino Diana

Istituto di Istruzione Superiore Morcone Don Peppino Diana Prot. n. Morcone, 30 gennaio 2012 CAPITOLATO D ONERI TRA ISTITUTO E AGENZIA DI VIAGGI Allegato n.1 1. L Agenzia di viaggi (di seguito denominato ADV) si impegna a rispettare tutte le norme del decr. lgs.

Dettagli

LE REGOLE D ORO DEI TURISTI

LE REGOLE D ORO DEI TURISTI FEDERCONSUMATORI LOMBARDIA Sede di Milano e della Lombardia Viale Zara, 7/9-20159 Milano Fax 02-69900858 federconsumatori@infinito.it Tel. 02-60830081 LE REGOLE D ORO DEI TURISTI Questo opuscolo nasce

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. PREMESSA NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Il Turista ha diritto di ricevere copia del contratto di vendita di pacchetto turistico ai

Dettagli

1 - FONTI LEGISLATIVE

1 - FONTI LEGISLATIVE NORME E CONDIZIONI Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetto turistico Approvate da Assotravel, Assoviaggi, Astoi, Autotutela, Federviaggio, Fiavet 1 - FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti

Dettagli

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei 2 A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei principali aeroporti italiani, l ENAC, Ente Nazionale per l Aviazione Civile, ha provveduto a congelare alla compagnia MyAir la licenza, in base

Dettagli

Condizioni Generali 1. FONTI LEGISLATIVE

Condizioni Generali 1. FONTI LEGISLATIVE Condizioni Generali 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata fino alla sua abrogazione

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

TERMINI E CONDIZIONI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Termini e condizioni TERMINI E CONDIZIONI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA I prodotti presentati sul sito www.officineturistiche.it sono stati realizzati e sono commercializzati dalla società Mayson du Voyage

Dettagli

Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici

Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero,

Dettagli

Contratto di viaggio. 1 di 5 18/11/2010 21.51

Contratto di viaggio. 1 di 5 18/11/2010 21.51 1 di 5 18/11/2010 21.51 Contratto di viaggio Organizzazione tecnica: VIAGGI SOLIDALI Assicurazione responsabilità civile: MONDIAL ASSISTANCE 3441/175498 Programmi trasmessi alla Provincia di Torino Licenza

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero,

Dettagli

Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici

Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici Condizioni Generali di contratto di vendita di pacchetti turistici 1. OGGETTO Tourist Services S.r.l svolge l attività di intermediazione di singoli servizi turistici e l attività di organizzazione e vendita

Dettagli

Condizioni generali di vendita

Condizioni generali di vendita Condizioni generali di vendita 1. FONTI LEGISLATIVE: La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata fino alla

Dettagli

Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore

Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore Abstract Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Tutela e diritti dei passeggeri di voli aerei: negato imbarco, cancellazione, ritardo e sistemazione in classe superiore o inferiore 09 maggio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI, REGOLAMENTO E INFORMAZIONI UTILI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI, REGOLAMENTO E INFORMAZIONI UTILI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI, REGOLAMENTO E INFORMAZIONI UTILI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO PREMESSO CHE: A) IL DECRETO LEGISLATIVO N.

Dettagli

Al regolamento del saldo, i documenti di viaggio ed i biglietti aerei verranno spediti mediante assicurata convenzionale.

Al regolamento del saldo, i documenti di viaggio ed i biglietti aerei verranno spediti mediante assicurata convenzionale. PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Ai sensi dell art. 2 n. 1 decreto legislativo n. 111 del 17.3.95 di attuazione della Direttiva 90/314/CEE: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. PREMESSA FONTI LEGISLATIVE: La compravendita di pacchetti turistici, sia che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio nazionale che estero, è disciplinata

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

INDICE SOMMARIO. Parte Prima I SERVIZI TURISTICI. Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Parte Prima I SERVIZI TURISTICI Capitolo I CONTRATTI DI VIAGGIO: IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO 1. Il viaggio e le sue trasformazioni: da semplice trasporto di persone ad attività turistica. Il viaggio

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA

CONDIZIONI DI VENDITA CONDIZIONI DI VENDITA Contratto di Vendita Pacchetto Turistico Premesso che: a) il Consumatore ha diritto di ricevere una copia del contratto di vendita del pacchetto turistico (ai sensi dell art.35 del

Dettagli

- Responsabilità civile, valida per tutto il mondo (tranne U.S.A. e Canada), che copre i danni ai clienti per

- Responsabilità civile, valida per tutto il mondo (tranne U.S.A. e Canada), che copre i danni ai clienti per ASSICURAZIONI PERSONALI DELLE GUIDE "Nell'esercizio delle specifiche rispettive attività, le responsabilità professionali e patrimoniali nei confronti dei clienti dell'associazione si intendono assunte

Dettagli

Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto Ai sensi dell art. 6 del d.lgs 111/95 i clienti hanno diritto di ricevere copia del contratto di compravendita del pacchetto turistico. 1) PREMESSA NOZIONE DI PACCHETTO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Premesso che: a)il decreto legislativo n 111 del 17/03/95 di attuazione della Direttiva 90/314/CE

Dettagli

CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO Condizioni generali CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 01. Premessa. Nozione di pacchetto turistico Premesso che: a) l'organizzatore ed il venditore del pacchetto turistico, cui il consumatore

Dettagli

1 2011 CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTO TURISTICO 34 1 23 2011, 79 NORME E CONDIZIONI GENERALI

1 2011 CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTO TURISTICO 34 1 23 2011, 79 NORME E CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTO TURISTICO Ai sensi dell art. 34 dell Allegato 1 al D.Lgs. 23 maggio 2011, n. 79 NORME E CONDIZIONI GENERALI Art. 1 - Norme applicabili 1.1. Alla vendita di pacchetti turistici

Dettagli

NATURAVIAGGI TOURS NATURALISTICI E RESPONSABILI

NATURAVIAGGI TOURS NATURALISTICI E RESPONSABILI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto turistico

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI 1) Premessa - Nozione di Pacchetto Turistico Premesso che: il decreto legislativo n. 111 del 17.3.95 di attuazione della Direttiva 90/314/CE

Dettagli

Turismo Culturale Italiano

Turismo Culturale Italiano 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata fino alla sua abrogazione ai sensi dell

Dettagli

Termini e Condizioni Contrattuali

Termini e Condizioni Contrattuali Termini e Condizioni Contrattuali 1) Fonti legislative e condizioni generali. La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che internazionale,

Dettagli

WWW.BAILANDOVIAGGI.COM CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

WWW.BAILANDOVIAGGI.COM CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI WWW.BAILANDOVIAGGI.COM CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Premesso che: a) l organizzatore ed il venditore del pacchetto turistico,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER VENDITA PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER VENDITA PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER VENDITA PACCHETTI TURISTICI Nota Bene: La vendita dei pacchetti turistici e dei singoli servizi turistici descritti nel presente sito è regolata dalle condizioni generali

Dettagli

944.3. Legge federale concernente i viaggi «tutto compreso» Sezione 1: Definizioni

944.3. Legge federale concernente i viaggi «tutto compreso» Sezione 1: Definizioni 944.3 Legge federale concernente i viaggi «tutto compreso» del 18 giugno 1993 L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 31sexies e 64 della Costituzione federale1; visto il

Dettagli

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità)

OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) OVER BOOKING (AEREO) (OVERBOOKING 1 : prenotazioni molto più numerose delle disponibilità) INTRODUZIONE L overbooking aereo si presenta quando il numero dei passeggeri con regolare prenotazione (confermata),

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VIAGGIO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata

Dettagli

I CONTRATTI DEL TURISMO ORGANIZZATO

I CONTRATTI DEL TURISMO ORGANIZZATO I CONTRATTI DEL TURISMO ORGANIZZATO Come affrontare e gestire i reclami con l organizzatore del viaggio prima, durante e dopo una vacanza rovinata Il pacchetto turistico Il modo più semplice per godere

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Ai sensi dell art. 2 n. 1 decreto legislativo n. 111 del 17.3.95 di attuazione della Direttiva

Dettagli

PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO

PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Ai sensi dell'art. 16 della Legge 296/98 si ricorda che la Legge Italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI PER SOGGIORNI INDIVIDUALI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici,

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI PER SOGGIORNI INDIVIDUALI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI PER SOGGIORNI INDIVIDUALI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Premessa. Nozione di pacchetto turistico: Premesso he: a) l Azienda organizzatrice ed il venditore del pacchetto turistico, cui il Consumatore si rivolge, devono essere

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale,

Dettagli

GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI L acquisto di una iniziativa di viaggio proposta o organizzata da Tour Operator Associati implica l accettazione implicita delle seguenti CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

Dettagli

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS

DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS DIRITTI DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO CON AUTOBUS Dal 1 marzo 2013 è in vigore il Regolamento (UE) n. 181/2011, che stabilisce i diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus, prevedendo,

Dettagli

REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN

REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN REGOLAMENTO PACCHETTO PRESTIGE CA VENDRAMIN ORGANIZZAZIONE TECNICA Mirco Santi Viaggi S.r.l. Via Torino, n. 151/A 30172 Mestre (VENEZIA) - Aut. Provincia di Venezia nr. 4/2005 prot. 10765 del 15/02/2005

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE SASSETTI-PERUZZI Sede coordinata di Scandicci A.S. 2013-14 Classe IIIA1 Attività di codocenza nell ambito dei percorsi di IeFP

ISTITUTO PROFESSIONALE SASSETTI-PERUZZI Sede coordinata di Scandicci A.S. 2013-14 Classe IIIA1 Attività di codocenza nell ambito dei percorsi di IeFP ISTITUTO PROFESSIONALE SASSETTI-PERUZZI Sede coordinata di Scandicci A.S. 2013-14 Classe IIIA1 Attività di codocenza nell ambito dei percorsi di IeFP Economia aziendale e Diritto ed economia Prof.ssa Amalia

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI e DI INTERMEDIAZIONE DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI e DI INTERMEDIAZIONE DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI e DI INTERMEDIAZIONE DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI E ASSICURAZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI E ASSICURAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI E ASSICURAZIONE 01. Premessa. Nozione di pacchetto turistico 11. Obblighi dei partecipanti 02. Fonti legislative 12. Classificazione alberghiera

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel.

Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel. Condizioni Generali di Contratto Di seguito le Condizioni Generali di Contratto per il prodotto di Todomodo - Multisolution Travel. INTRODUZIONE Todomodo Multisolution Travel del Gruppo La Terra Srl con

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero,

Dettagli

CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto turistico contenuta

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia Lituano, sia Internazionale,

Dettagli

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011

AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 AVVISO SUI DIRITTI DEL PASSEGGERO IN CASO DI NEGATO IMBARCO, RITARDO O CANCELLAZIONE DEL VOLO VERSION 9 UPDATED 14/01/2011 Questo avviso contiene importanti informazioni in merito ai diritti dei passeggeri

Dettagli

HELLENIC INTERNATIONAL SRL 0039 040 363 242 www.hellenic.it

HELLENIC INTERNATIONAL SRL 0039 040 363 242 www.hellenic.it Condizioni generali HELLENIC INTERNATIONAL SRL CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici che abbiano ad oggetto servizi da

Dettagli

ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI. ESTA (Electronic System for Travel Authorization)

ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI. ESTA (Electronic System for Travel Authorization) ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER L INGRESSO NEGLI U.S.A. PER I CITTADINI ITALIANI ESTA (Electronic System for Travel Authorization) I cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti devono ottenere

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale è disciplinata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEI PACCHETTI TURISTICI Gentile Cliente, di seguito ti riportiamo le condizioni generali e particolari che regolano il contratto di vendita del pacchetto turistico

Dettagli

7. PAGAMENTI Il pagamento dovrà avvenire nella misura del 100% dell importo totale al momento della prenotazione.

7. PAGAMENTI Il pagamento dovrà avvenire nella misura del 100% dell importo totale al momento della prenotazione. 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale,è disciplinata fino alla sua abrogazione ai sensi dell art.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA PACCHETTO TURISTICO

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA PACCHETTO TURISTICO CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA PACCHETTO TURISTICO Premesso che : a) il consumatore ha diritto di ricevere una copia del contratto di vendita del pacchetto turistico (ai sensi dell art. 35 del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA. (abbreviato: CONDIZIONI GENERALI)

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA. (abbreviato: CONDIZIONI GENERALI) CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA (abbreviato: CONDIZIONI GENERALI) premesso che GRAVITA ZERO TRAVEL agisce esclusivamente come intermediario di prodotti e servizi turistici, a seguito si elencano

Dettagli

4. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO

4. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata dalla L. 27/12/1977 n 1084 di ratifica ed esecuzione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) PREMESSA, NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Premesso che: a) l organizzatore ed il venditore del pacchetto turistico, cui il consumatore

Dettagli

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996)

ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) ECTAA/HOTREC Codice di Comportamento (10/1/1996) Introduzione - Premessa Nel contesto della Politica di tutela del consumatore dell Unione Europea, richiamata in particolare nella Direttiva sui Viaggi

Dettagli

D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 111 (1). Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti +tutto compreso; (1/circ).

D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 111 (1). Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti +tutto compreso; (1/circ). D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 111 (1). Attuazione della direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti +tutto compreso; (1/circ). (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 14 aprile 1995, n. 88.

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero,

Dettagli

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI

TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI TRASPORTO AEREO E DISSERVIZI COLLEGATI Il pacchetto turistico così come definito dal Codice del Turismo è la combinazione di almeno due elementi, tra i quali quello principale è sicuramente rappresentato

Dettagli

Il consumatore può rescindere il contratto senza pagare nessuna penale nei seguenti casi:

Il consumatore può rescindere il contratto senza pagare nessuna penale nei seguenti casi: CONDIZIONI DEL SERVIZIO IN CASO DI PAGAMENTO CON BONIFICO 1. CONTRATTO DI VIAGGIO I contratti di viaggio come il presente sono regolati dalle disposizioni contenute nel D.Lgs 206/2005, D.Lgs 111 del 17/3/95

Dettagli

Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr.

Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr. Pratica commerciale scorretta Autorità garante della concorrenza e del mercato Sentenza del 21 Giugno 2010 Bollettino 22 Provvedimento nr. 21175 a cura di: Matteo Ciprandi 768801 Ruben David Costa 789119

Dettagli

CODICE DEL CONSUMO LA TUTELA DEL TURISTA-CONSUMATORE

CODICE DEL CONSUMO LA TUTELA DEL TURISTA-CONSUMATORE CODICE DEL CONSUMO LA TUTELA DEL TURISTA-CONSUMATORE Le responsabilità dell agenzia viaggio (intermediatrice o organizzatrice) sono state aggravate dalla emanazione del codice del consumo (Dlgs. N. 206/05)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI CARTORANGE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI CARTORANGE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PACCHETTI TURISTICI CARTORANGE CartOrange s.r.l. - Consulenti per Viaggiare Direzione: Via Crocefi sso, 21-20122 Milano Sede Operativa: Piazza Pietro Leopoldo, 7-50134 Firenze

Dettagli

Condizioni generali CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

Condizioni generali CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO Condizioni generali CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto

Dettagli

POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2

POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2 POLI4FUN MEGLIO DIVERTIRSI! REGOLAMENTI dei SERVIZI INTRODUZIONE GENERALE 2 I VIAGGI.3 Vetrina delle offerte viaggio - Agenzia viaggi telefonica Viaggi Studio in tutto il mondo Agenzia viaggi telefonica

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI Contratto di viaggio I contratti di viaggio di cui al presente programma, si intendono regolati dalle previsioni che seguono e dal DL

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA (abbreviato: CONDIZIONI GENERALI) premesso che YALLA YALLA S.p.A. agisce esclusivamente come intermediario di prodotti e servizi turistici, a seguito si elencano

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO CONTENUTO DEL CONTRATTO Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono la descrizione del pacchetto

Dettagli

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI

INADEMPIMENTO DEL VETTORE AEREO E LA TUTELA DEI PASSEGGERI TRASPORTO AEREO Il contratto di trasporto aereo è un contratto per adesione (1341-1342 cod.civ.): il passeggero accetta in blocco le condizioni generali riprodotte in uno schema negoziale uniforme. - Il

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1)- DISCIPLINA APPLICABILE Ai sensi dell art. 84 del decreto legislativo n. 206 del 06.09.2005 (Codice del Consumo) i pacchetti turistici

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER I CONTRATTI DI VIAGGIO RELATIVI A PACCHETTI TURISTICI AI SENSI DELLA DIRETTIVA CEE 314/90

CONDIZIONI GENERALI PER I CONTRATTI DI VIAGGIO RELATIVI A PACCHETTI TURISTICI AI SENSI DELLA DIRETTIVA CEE 314/90 CONDIZIONI GENERALI PER I CONTRATTI DI VIAGGIO RELATIVI A PACCHETTI TURISTICI AI SENSI DELLA DIRETTIVA CEE 314/90 1) PREMESSA NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO Ai sensi dell'art. 02 n. decr. Legisl. N. 11

Dettagli