R E P U B BLICA ITALIANA IL TRIBUNALE DI BELLUNO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "R E P U B BLICA ITALIANA IL TRIBUNALE DI BELLUNO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO"

Transcript

1 R E P U B BLICA ITALIANA IL TRIBUNALE DI BELLUNO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Civile e P e nale di B elluno, riunito i n C a mera d i C o n siglio e composto dai Sigg. Magistrati: - dott. U. GIACOMELLI P residente - dott. C. SCIAVICCO Giudice d o tt. G. ZANON Giudice Rel. H a pronunciato la seguente S E N TENZA N ella causa civile p romossa con a tto d i citazione n o tificato in data da: B.L. rappresentata e difesa dall Avv. A.M.Sgarbi, d all Avv. R.Pilutti d i Modena e d a ll Avv. G.Azzalini d i B elluno quest ultimo a n che quale d o miciliatario come da mandato a margine dell atto di citazione. ATTR I C E C ONTR O D.L A. D.LU. D.LO. D.MA. R.E. R.F. R.V. rappresentati e d i fesi dall Avv. F.De P i lati di Trento e dall Avv. P.Zaglio di B e lluno q u e st ultimo a n che q u ale d o miciliatario come da mandato i n calce a l le copie notificate dell atto di citazione. C ONVENUTI OGGETTO: pagamento legato testamentario. C ausa i scritta a ruolo in d a ta a l n R.G. e ritenuta i n d e cisione all udienza del sulle seguenti conclusioni: C onclusioni dell attrice: C ontrariis rejectis voglia l Ill.mo Tribunale di Belluno: 1

2 A ) INVIA ISTRUTTORIA: a ) confermare l o rdinanza e p e r l effetto ordinare a n o rma dell art c.pc, alla Banca P o p olare S vizzera d i Horen (ZH S chwe i z) e a lla Zurcher K a n tonalbank filiale di H o rgen (ZH S ch we i z) di produrre in g i udizio contratti di conto corrente, d i deposito titoli, di custodia, l ibretti d i d e posito nominativi e al p o rtatore, e stratti conti, i n testati o cointestati a D.A.M., e q uant altro p o ssa dirsi d i a ppartenenza d e lla S i g ra D.A.M., n onchè l a copia d ella d o cumentazione relativa alle varie o p e razioni a d e ssi relativi, per i l p e riodo / (data d i morte) e d in particolare d i completare l esibizione e d i fornire chiarimenti e l a documentazione b a n caria relativa a lle o p e razioni di versamento e di prelievo e ffettuate sui conti e N p e r l a B A NCA P OPOLARE S V IZZERA e N e N per la ZURCHER K A N TTONALBANK, con particolare riferimento, per i versamenti, alla p rovenienza d elle somme (assegni e relative copie i n tegrali contanti, C /C, d epositi o a l tro) e, p e r i p relievi, alla u tilizzazione delle somme (depositi i n a l tri C /C, n egoziazione mediante a ssegni, b onifici, i n vestimenti in titoli o certificati, ecc.), nonché l a documentazione relativa alla apertura e d e stinzione dei conti citati, d a a cquisirsi nelle forme p reviste d agli a ccordi i n ternazionali i n materia e i n p a rticolare d allo scambio d i N o te tra Italia e S vizzera del relativo a lla trasmissione d e gli a tti giudiziari ed e xtragiudiziari e d e lle commissioni i n materia civile e commerciale (pubblicata sulla G.U. n. 243 d el 1 5.l0.88) che prevede la competenza del Tribunale Federale S vizzero e d ei vari Tribunali Superiori dei Cantoni a corrispondere direttamente con le autorità i ta l iane, con concessione di un congruo termine per tale e sibizione; b ) revocare l ordinanza / e p e r l effetto a mmettersi C TU calligrafica sulla scheda testamentaria della d e funta D.A.M. p u bblicata dal N o taio Taveggi il col N /8960 di R p con riferimento a lla d a ta d i redazione del testamento d a parte della d e funta; e ) o rdinare a n o rma d e ll art cpc, a lla CARIVERONA S.p.a., o ra U N ICREDIT B A N C A, agenzia d i L a mon: 1) fornire chiarimenti e p rodurre la documentazione b a n caria relativa a l le o p e razioni d i versamento in p a rticolare L i re in d a ta ; L i re in d a ta 1 l.l.93 OPEAZIONE E S TERO; L i re i n d a ta OPERAZIONE E S TERO) e di p relievo (in p a rticolare L ire in data ; Lire i n d a ta ; L i re in d a ta con a ssegno; Lire i n data con a ssegno) e ffettuate sul c/c n con p a rticolare riferimento, p e r i versamenti., alla provenienza d elle somme (assegni e relative copie integrali, contanti, c/c, depositi o altro) e, p e r i p relievi, a lla u tilizzazione delle somme (depositi i n a l tri c/c, negoziazione mediante altri a ssegni, investimenti i n titoli o certificati, e cc.); 2 ) d i p rodurre la copia degli e stratti conto per i l c/c n relativi a ll anno 1992 e all anno

3 N E L MERITO: B ) condannare i S i g g.ri D.LU., D.LA., D.MA., D.LO., R.E., R.F. e R.V., ciascuno in p roporzione della q uota e reditaria e i n forza d el l egato d i sposto d alla defunta D.A.M. con testamento o lograto pubblicato il 10 a p rile con a tto Notaio A l e ssandro Gandolfi Taveggi Fep.N. 7 l220/89o, a corrispondere a lla S i g ra B.L. la somma d i (quattromilioninovecentonovantacinquemila) Franchi S vizzeri (già d e tratto l acconto di Franchi S vizzeri) o vvero la corrispondente somma in E u ro secondo il cambio esistente al momento d ell effettivo p a gamento, oltre agli interessi legali dal aprile 1996 fino al saldo. C ) con vittoria di spese, competenze e onorari del legale. D ) rigettare ogni a l tra d o manda p roposta d ai convenuti perché totalmente infondata in tatto e diritto. E ) IN V IA SUBORDINATA, nella denegata ipotesi i n cui il Giudice ritenesse a pplicabile l art. 654 CC., accertare e dichiarare che il legato d i sposto dalla defunta D.A.M., a favore della Sig.ra B.L. con p roprio testamento olografo p u bblicato i l 10 aprile con a tto Notaio A l e ssandro Gandolfi Taveggi R ep. N /8960, è p a ri a (cinque m i lioni) franchi S vizzeri e conseguentemente, condannare i S i gg.ri D.LU., D.LA., D.MA., D.LO., R.E., R.F. e R.V., a corrispondere a lla S i g.ra B.L. l a somma di (quattromilioninovecentonovantacinquemila) franchi S vizzeri (già d e tratto l acconto di franchi svizzeri) o vvero l a corrispondente somma in E u ro secondo il cambio esistente al momento d ell effettivo p a gamento oltre agli interessi legali dal fino al saldo, ovvero per i potesi d i a ccertata non sussistenza di una somma d i tale entità n e l p a trimonio della defunta a l momento della sua morte, condannare i convenuti a l p agamento i n favore dell attrice, e in adempimento d el l egato, della maggior somma esistente n e l patrimonio della defunta, a n o rma del 2 comma a rt C.C., i n franchi S vizzeri o vvero in E u ro secondo i l cambio e sistente al momento d e ll effettivo p a gamento, oltre a gli interessi legali dal fino al saldo. E ) Con vittoria di spese, competenze e onorari del legale - C onclusioni dei convenuti: V o glia l Ill.mo Giudice adito: - in via p rincipale n el merito: respingersi l e d o mande a ttoree in quanto i n fondate in fatto ed in d i ritto e d ichiarare p rivo di e ffetto il legato per i l q u ale è causa ai sensi dell art cc. e q uindi condannare l attrice a lla restituzione dei 5000 franchi già incassati; - nel merito in via subordinata: contrariis rejectis, d a to a tto che l oggetto d e l legato contenuto nel testamento d.d , 3

4 p u bblicato sub. Rep. N /8960 N o taio A l e ssandro Gandolfi Taveggi di B o rgo V alsugana concerneva l a somma di franchi svizzeri o vvero , dichiarare l entità del l egato d o vuto a lla signora B.L. i n franchi svizzeri o vvero e q u indi d i chiararsi che n u lla è d o vuto dagli o dierni convenuti alla signora B. a q u alsiasi titolo; S e mpre i n via subordinata: o g ni d o manda e d eccezione a vversaria d i sattesa, dichiararsi l annullamento d e l testamento d.d , p u bblicato sub. Rep. N /8960 N o taio A l e ssandro Gandolfi Taveggi di B o rgo V alsugana p e r e rrore o stativo da parte della S i g nora D.A.M. e /o l annullamento d el testamento de q uo p e r i n capacità di i n tende e d i volere d e lla testatrice al momento i n cui fu redatto per la g rave malattia d a cui l a stessa all epoca e ra a ffetta e quindi condannarsi per l oggetto l a ttrice alla restituzione d ella somma di franchi svizzeri; i n via riconvenzionale: condannarsi l odierna a ttrice al pagamento della somma pari al d a nno conseguente a lla svalutazione del franco svizzero rispetto a lla l i ra i taliana sulle somme d e positate sul conto corrente n p resso la Zurcher Kantonal B a n k, filiale d i H o rgan, d al giorno a l d ì del saldo, o vvero a lla somma che p a rrà di g iustizia. C on vittoria di spese, d i ritti e d onorari di causa o l tre a e spressa richiesta di condanna ex art. 96 c.p.c. S volgimento del giudizio C on a tto d i citazione n o tificato a mezzo del servizio p o stale in d a ta B.L. conveniva in giudizio D.LA., D.L U., D.LO., D.MA., R.E., R.F. e R.V. chiedendone la condanna, ciascuno i n p roporzione d ella q uota e reditaria ed i n forza d e l legato d i sposto dalla d e funta D.A.M. con testamento o lografo p u bblicato il con a tto N o taio A l e ssandro Gandolfi Taleggi Rep. n /8960, a corrisponderle l a somma di franchi svizzeri (già detratto l a cconto di franchi svizzeri) o vvero l a corrispondente somma in l ire i taliane secondo i l cambio e sistente al momento d e ll effettivo p a gamento, oltre a gli interessi legali dal al saldo; con vittoria di spese di lite. S i costituivano i convenuti, e ccependo p reliminarmente i l difetto d i competenza d e l Tribunale adito, per e ssere competente il Tribunale di Trento; nel merito chiedevano i l rigetto d ella domanda a ttorea e che il l egato o ggetto d i causa fosse d i chiarato privo di e ffetto a i sensi d ell art.654 c.c., con condanna dell attrice a lla restituzione d e i franchi svizzeri già incassati. In via subordinata chiedevano che, d a to a tto che l oggetto del l egato contenuto nel testamento concerneva l a somma di franchi 4

5 svizzeri e non quella e rroneamente i ndicata di di franchi, fosse dichiarata l entità del legato dovuto a B.L. in franchi svizzeri e quindi che n ulla era d o vuto d ai convenuti all attrice a q u alsiasi titolo. S e mpre in via subordinata chiedevano che fosse d i chiarato l annullamento del testamento p e r e rrore ostativo da p a rte d ella testatrice e /o l annullamento del testamento medesimo per incapacità d i intendere e d i volere d e lla p redetta i n q u anto a ffetta da g rave malattia e quindi che l a ttrice fosse condannata a lla restituzione della somma di franchi svizzeri. In via riconvenzionale chiedevano l a condanna d e ll attrice a l p a gamento della somma p a ri a g li i n teressi calcolati a l tasso l egale b a n cario vigente i n S vizzera sulle somme depositate sul c/c n p resso la Zurcher Kantonalbank, filiale d i Horgen, d al giorno al saldo. C on sentenza n.327 del il Tribunale respingeva l eccezione d i i ncompetenza territoriale sollevata da p a rte convenuta e rimetteva la causa sul ruolo del Giudice istruttore per l assunzione delle p rove o rali a mmesse (interpello d ell attrice, p rova testimoniale richiesta dai convenuti). L a causa andava n u o vamente a sentenza a ll udienza d el e veniva rimessa i n istruttoria con ordinanza d ell 8 / , con la q u ale il Collegio ordinava a Cariverona B a n ca s.p.a., agenzia di L a mon e a lla Cassa R urale di Castello Tesino s.c.a.r.l., filiale di Lamon l esibizione della documentazione relativa ad e sistenza, contenuto ed o p e razioni e ffettuate, di conti correnti, depositi titoli,libretti di d eposito n o minativi o a l p o rtatore, intestati o cointestati a D.A.M. d al alla d a ta della sua morte, avvenuta il L ordine di e sibizione veniva rinnovato più volte, in considerazione d ell invio da parte delle banche di documentazione incompleta. C on o rdinanza 5 / il Giudice istruttore richiedeva p e r rogatoria a ll autorità straniera d i p rocedere all esecuzione dell ordine d i esibizione, n e i confronti della B a n ca P o polare S vizzera d i Horgen e d ella Zurcher K a n tonalbank, filiale di Horgen d e lla documentazione relativa ad e sistenza, contenuto ed o p e razioni e ffettuate, di conti correnti, depositi titoli, libretti di d eposito nominativi o a l portatore, i n testati o cointestati a D.A.M. d al 1992 alla d a ta della sua morte, a vvenuta i l Infine, assegnato termine p e r i l deposito di osservazioni a lla d o cumentazione da u l timo e sibita, l e parti all udienza del p recisavano l e conclusioni i n e p igrafe riportate e la causa, p revia 5

6 concessione dei termini per il d e posito d e lle comparse conclusionali e d elle memorie di replica, veniva rimessa alla decisione del Collegio. Motivi della decisione Il presente g iudizio h a a d o ggetto la domanda d e ll attrice B.L. di a d e mpimento del l e gato disposto a suo favore da D.A.M. con il testamento o l ografo d a tato pubblicato d a l notaio A. Gandolfi Taleggi di Borgo Valsugana (TN) il N /8960. C on i l ridetto testamento l a de cuius, d o po a vere i stituito eredi l e due sorelle LU e LA. e d i cinque figli della sorella premorta E., disponeva a favore di B.L., M.M. e V.T. u n legato, per l ammontare di franchi Svizzeri ciascuna. D i tale legato l attrice chiede il p a gamento a gli e redi, che hanno a ccettato puramente e semplicemente l eredità d i D.A.M., a ssumendo l applicabilità nel caso di specie dell art.653 c.c., in q uanto si tratterebbe d i legato d i cosa determinata solo n e l genere, valido a n che q u alora l a somma indicata non si trovi n el patrimonio relitto d a lla testatrice ed i n via subordinata d e ll art.654, secondo comma, c.c., in b a se alla quale se la cosa si trova nel patrimonio del defunto a l tempo d ella sua morte, ma non nella q uantità d e terminata, i l l egato h a e ffetto p e r la quantità che vi si trova.. A l l accoglimento d ella domanda a ttorea si o ppongono i convenuti, i n vocando invece l applicabilità della norma d i cui all art.654, p rimo comma, c.c., per cui i l l egato n o n a vrebbe e ffetto, n o n trovandosi una tale somma nel patrimonio della testatrice. V a n no tuttavia p reliminarmente e saminate i n ragione della p riorità l ogico-giuridica che l e connota - le d o mande svolte in via subordinata d ai convenuti, i q uali chiedono che i l Tribunale a ccerti l errore ostativo d ella testatrice, dando a tto che l oggetto d el legato contenuto nel testamento concerneva l a somma di franchi svizzeri e non quella e rroneamente i n dicata di di franchi, e p ronunci l annullamento del testamento p e r e rrore ostativo o per i n capacità d i i n tendere e di volere della de cuius in quanto affetta da grave malattia. Il Collegio deve q uindi innanzitutto valutare se n e l caso di specie la testatrice sia i n corsa in e rrore o stativo, o ssia se vi sia d i vergenza tra l a d ichiarazione e la reale volontà d ella testatrice i n o rdine alla i ndicazione dell oggetto del legato. A q uesto fine, quando cioè si deduca u n a d i vergenza fra d i chiarazione e d e ffettiva volontà, l interprete n on incontra i n o ti limiti i n terpretativi segnati d alla dichiarazione, che n ella specie è indubbiamente d i per sé chiara e quindi tale d a n o n lasciare spazi alla ricerca del preciso significato da a ttribuire ad e spressioni e quivoche, ma p e r d e finizione 6

7 d e ve i n dagare sull effettiva volontà d el testatore, senza e ssere condizionato dalla d i chiarazione, sulla base d i ogni u tile elemento, testuale come extratestuale. S i ffatta i ndagine è consentita dall art c.c. che d i sciplina i casi d i erronea i n dicazione d ella p e rsona d ell erede o d el legatario o d e lla cosa che forma oggetto della d i sposizione, p revedendo che q uesta h a e ffetto quando la persona o la cosa possa essere comunque individuata dal contesto del testamento o altrimenti (v. Cass n.141). L a disposizione citata, che costituisce u n estensione ed u n completamento d ella regola d i interpretazione soggettiva posta d all art.1362 c.c., introduce un limite a lla rilevanza d ell errore o stativo (che di per sé comporterebbe l invalidità d ella disposizione) e permette d i a ttribuire e fficacia a d un intenzione che n o n si è a d eguatamente o g gettivata nella scheda testamentaria, superando i l p rincipio e rmeneutico secondo i l quale i dati linguistici della dichiarazione segnano il limite estremo delle varianti di significato ammissibili. P e rtanto e ssa va i n tesa, come o sserva autorevole d o ttrina, i n senso a mpio, con riferimento a tutte l e ipotesi d i errore o stativo cioè d e terminate da d i strazione, lapsus o i gnoranza d el significato del l inguaggio u sato che incidano sull identificazione dell erede, d e l l egatario o d ella cosa, q uando la denominazione o i ndicazione erronea n o n è a c cessoria ed irrilevante, costituendo l elemento che individua la p e rsona o l oggetto della disposizione. N el caso di specie ritiene il C o llegio che l erroneità dell indicazione d ella cosa o ggetto d el l egato p e r cui è causa risulti tanto d al testamento stesso che d a e lementi e xtratestuali, comunque relativi alla testatrice, di seguito illustrati. D alla documentazione p rodotta i n causa dai convenuti e dall esito degli o rdini d i e sibizione d isposti p resso vari istituti bancari, a n che e steri - C a riverona B a n ca s.p.a., agenzia d i L a mon; Cassa Rurale d i C a stello Tesino s.c.a.r.l., filiale di L a mon; B a n ca P o p olare S vizzera di Horgen; Zurcher K a n tonalbank, filiale di H o rgen volti a d a cquisire la d o cumentazione relativa ad e sistenza, contenuto ed o p e razioni e ffettuate, di conti correnti, depositi titoli, libretti di d eposito n o minativi o a l p o rtatore, intestati o cointestati a D.A.M. d al alla d a ta della sua morte, a vvenuta i l , è e merso che la testatrice d i sponeva, nel periodo indicato, di un p a trimonio liquido e d in titoli d i valore o scillante tra i 700 ed i 500 milioni di lire, a seconda che si p renda come riferimento l anno 1 992, l anno 1994 o la d a ta della morte. E ra inoltre titolare di b e ni immobili i ndicati n ella d ichiarazione d i successione dal valore catastale di lire P u r a fronte di siffatta consistenza p a trimoniale, secondo l attrice sarebbe a s solutamente n o rmale che l a testatrice a bbia d i sposto a suo 7

8 favore un l egato pari realmente a di franchi svizzeri, e di a l tri due legati d i identico i mporto a favore d i a l tre due beneficiarie, M.M. e V.T., per un i mporto complessivo d i d i franchi svizzeri, l equivalente, all epoca, di circa 19 miliardi di vecchie lire. P e r contro, il Tribunale ritiene del tutto i llogico che l a d e cuius possa a vere voluto d i sporre d i risorse finanziarie i nesistenti n el suo p a trimonio, dovendosi al contrario p resumere che la stessa fosse senz altro consapevole della consistenza e ffettiva d elle p roprie sostanze. Né le clausole n e lle q u ali sono stati d i sposti i legati possono l eggersi disgiuntamente d all intera scheda testamentaria, nella quale la medesima testatrice manifesta con chiarezza la volontà di lasciare tutti i suoi beni, al n e tto dei legati, agli eredi sorelle e nipoti rendendo così del tutto trasparente ed i n equivoca la convinzione d i ripartire i l p roprio e ffettivo a sse e reditario i n modo tale d a soddisfare tutti i soggetti a vario titolo b e neficiati senza volerli onerare di u n l egato del tutto sproporzionato al valore dell asse. V a p o i considerato il tenore letterale complessivo d el testamento; dallo stesso - redatto quando la testatrice era q u a si settantenne - si e vince u n uso non a ppropriato d ella lingua i ta l i ana, coerente con l a circostanza, pacifica i n causa, che la stessa a vesse p e r molti anni l a vorato e vissuto in S vizzera (cfr. Tribunale Vallo della Lucania, i n Giur.it. 2002, 2070, che a fferma l ammissibilità d ell interpretazione del testamento q uando sia e vidente, alla stregua d ell interpretazione soggettiva, che i l testatore è incorso in e rrore o stativo). Tenuto q uindi conto della consistenza del p a trimonio d ella de cuius, d el contenuto complessivo della scheda testamentaria, d elle incertezze (linguistiche, sintattiche e g rammaticali) e mergenti n el testamento, d ella l unga residenza p rima i n S vizzera e da ultimo i n Italia, d el p o ssesso d i conti bancari p a rte in S vizzera, e spressi in franchi svizzeri, e p a rte in Italia, e spressi i n l i re i taliane, è d a ritenere che la testatrice s ia i n corsa i n e rrore n e lla indicazione n u merica dell importo d ei legati, confondendo tra e , sempre i n franchi svizzeri, errore che appare verosimile tenuto conto del rapporto d i cambio tra franco svizzero e l i ra i taliana e conseguentemente della variazione del d a to n u merico, a p p rossimativamente a parità d i valore, p e r circa tre zeri. L e rrore i n cui è incorsa l a testatrice a ppare p e r q u alche aspetto simile e p a ragonabile a quello in cui molti cittadini i taliani sono i n corsi a seguito del passaggio dalla lira all euro, confondendo talora fra milioni d i e u ro e i milioni di lire, i n forza d ell abitudine a ragionare in lire. L a conclusione cui i l Collegio ritiene di dover p e rvenire coincide oltre tutto con l interpretazione d a ta alla volontà d ella testatrice d alle altre 8

9 d u e parti legatarie, che pur a vendo una p o sizione giuridica e di i n teresse coincidente con q u ella dell odierna a ttrice, n o n h a nno mostrato dubbi di sorta i n o rdine a ll interpretazione d el testamento ed h a nno accettato ciascuna un legato di franchi svizzeri. Tenuto conto d elle circostanze sopra e videnziate, il C ollegio ritiene p e rtanto che la testatrice abbia e rroneamente indicato l importo d e lla somma l egata, in franchi S vizzeri intendendo i n vece riferirsi a franchi Svizzeri. In a pplicazione d ell art.625 c.c. è q u indi possibile, in deroga al p rincipio secondo cui l e d i sposizioni testamentarie d e bbono risultare d al testamento, o perare una correzione o rettifica d e lla dichiarazione viziata d a errore ostativo, sostituendone il significato con quello che e ssa a vrebbe a vuto nel caso in cui i l testatore n o n fosse caduto n ell errore. R i tenuto p e rtanto che nel caso d i specie l a d e cuius intendesse e ffettivamente riferirsi a franchi S vizzeri, anziché a d i franchi S vizzeri l a disposizione testamentaria va i n tal senso rettificata. P o i ché risulta, p e r a mmissione della stessa B.L., che tale importo l e è g ià stato versato dagli e redi all attrice, null altro a tale titolo spetta a lla predetta in adempimento del legato per cui è causa. L a d o manda a ttorea va q uindi rigettata, mentre le ulteriori domande d i p a rte convenuta svolte i n via subordinata rimangono a ssorbite d alla correzione della disposizione nel senso sopra indicato. Quanto a lla d o manda riconvenzionale formulata d ai convenuti e volta a d o ttenere il risarcimento dei d anni d e terminati d al congelamento d ei fondi p a trimoniali della d e cuius depositati p resso l a Zurcher K a n tonalbank, e ssa va rigettata per non a vere i convenuti p rovato l entità e la d u rata d el preteso b locco, non risultando a tal fine sufficiente la produzione della lettera dd della citata banca svizzera (v. d o c. 5 fascicolo d i parte convenuta); i n o g ni caso l a ttrice si e ra l imitata a chiedere alla ridetta b anca informazioni e n o n l effettuazione a suo favore d i pagamenti, come dalla stessa e spressamente ribadito con telegramma (v. d o cc. da 6 a 1 3 fascicolo di parte attrice. N eppure può trovare a ccoglimento l a d o manda di condanna dell attrice e x a rt.96 c.p.c., in d i fetto di d imostrazione d ella concreta ed e ffettiva e sistenza di u n d anno patito d a p a rte dei convenuti in conseguenza del comportamento processuale d ell attrice soccombente (v. Cass. 4 n o vembre 2005 n.21393; Cass. 12 dicembre 2005 n.27383) 9

10 L e spese di lite, liquidate come in dispositivo, seguono la soccombenza d ell attrice. P.Q.M. Il Tribunale di B e l luno i n composizione collegiale, d e finitivamente p ronunciando, nella causa p romossa da B.L. n e i confronti d i D.L U., D.L A., D.MA., D.LO., R.E., R.F. e R.V., o gni altra d o manda ed eccezione reietta, - rigetta la d o manda a ttorea e l a domanda riconvenzionale d ei convenuti; - accerta e dichiara che i l legato d i sposto d a D.M.A. con testamento o lografo p u bblicato il con a tto N o taio A l e ssandro Gandolfi Taleggi Rep. n /8960 a favore di B.L. h a ad o ggetto l importo di franchi svizzeri, così rettificando l a corrispondente d i sposizione testamentaria; - condanna l attrice a l p a gamento delle spese d i lite a favore di p a rte convenuta, che liquida i n complessivi euro ,13, di cui e u ro 5.838,42 per diritti e d e u ro ,20 p e r o norari, oltre spese g e nerali, IVA e CPA come per legge. B e lluno, 17 ottobre 2007 IL PRESIDENTE IL GIUDICE EST. IL CANCELLIERE D E P OSITATA IN CANCELLERIA IL 2 9 gennaio 2008 IL CANCELLIERE 10

R E P U B BLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO L A CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE S E ZIONE PRIMA CIVILE

R E P U B BLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO L A CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE S E ZIONE PRIMA CIVILE S E N TENZA N. 10810 AN N O 2008 R E P U B BLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO L A CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE S E ZIONE PRIMA CIVILE C o mposta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: D o tt. CRISCUOLO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati

REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati dott. Marina IOB Presidente; dott. Andrea ZULIANI Giudice

Dettagli

MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989)" Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo

MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989) Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989)" Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo P&D.IT La previsione di cui all oggi abrogato art. 6 L. n. 39/1989 in ordine alla necessità di iscrizione

Dettagli

parte convenuta avente ad oggetto: pagamento somma

parte convenuta avente ad oggetto: pagamento somma Sentenza n.1941/05 Pronunziata il 11.11.2005 Depositata il 17.11.2005 Successioni Legittime Immobile ad uso abitativo Comunione ereditaria Uso esclusivo da parte di un coerede Diritto del coerede comproprietario

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A N. 435/012 R.A.C.C. R E P U B B L I C A I T A L I A N A TRIBUNALE DI UDINE- SEZIONE II CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il dott. Gianfranco PELLIZZONI, in funzione di GIUDICE UNICO, ha pronunciato la

Dettagli

******* REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO ILTRIBUNALE DI PERUGIA SECONDA SEZIONE CIVILE IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE

******* REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO ILTRIBUNALE DI PERUGIA SECONDA SEZIONE CIVILE IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE Abstract. Il Tribunale ha rilevato la nullità dell ordine di acquisto di strumenti finanziari ad alto rischio (bonds argentini) in quanto sottoscritto prima del perfezionamento del contratto di intermediazione

Dettagli

h a pronunciato la seguente: sentenza sul ricorso proposto da:

h a pronunciato la seguente: sentenza sul ricorso proposto da: C ass. civ. Sez. III, 06-06-2008, n. 15030 R E P U B BLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO L A CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE S E ZIONE TERZA CIVILE C o mposta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: D o tt.

Dettagli

Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e

Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e possibilità per il submittente di far valere in via diretta verso il sub trasportatore la responsabilità risarcitoria del vettore Tribunale

Dettagli

Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice Designato Dott. Mauro Bernardi Provvedimento del giorno 10 dicembre 2004

Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice Designato Dott. Mauro Bernardi Provvedimento del giorno 10 dicembre 2004 22. Negoziazione fuori sede di obbligazioni argentine - Mancata menzione della facoltà di recesso - Nullità del contratto - Sussistenza. Art. 30 d. lgs. 24-2-1998 n. 58 Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice

Dettagli

In nome del Popolo Italiano. il Tribunale di Lecce. sezione I civile SENTENZA

In nome del Popolo Italiano. il Tribunale di Lecce. sezione I civile SENTENZA In nome del Popolo Italiano il Tribunale di Lecce sezione I civile in composizione collegiale, in persona di dott. M. Petrelli dott. A. Esposito dott. C. Invitto presidente giudice giudice relatore ha

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 281 sexies c.p.c., la seguente

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Il Tribunale adito, relativamente all eccezione sollevata, ritiene la propria competenza a giudicare della controversia ex art. 33, lett. u, c. cons. secondo il quale si presume la vessatorietà

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE N. R.G. 4925/2012 TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE Oggi 20 novembre 2014, alle ore 10.30, innanzi al Giudice dott. DARIO BERNARDI, sono comparsi: L avv. PRESTIA CRISTIAN per parte attrice il

Dettagli

******* REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano IL TRIBUNALE DI PERUGIA

******* REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano IL TRIBUNALE DI PERUGIA Abstract. Il Tribunale, affiancandosi alla prevalente dottrina, ha ritenuto vessatoria e quindi nulla, a tutela del consumatore, la clausola contrattuale che, nei contratti di assicurazione privata, affidi

Dettagli

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Svolgimento del processo ed esposizione dei fatti Con atto di citazione in opposizione datato

Dettagli

IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO

IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO DATA 2005-5-12 ESTREMI Tribunale dl Udine sezione civile SINTESI La certezza del credito deve

Dettagli

Tribunale di Torino, 1 aprile 2014. Estensore Edoardo Di Capua.

Tribunale di Torino, 1 aprile 2014. Estensore Edoardo Di Capua. Nullità e annullabilità delle delibere condominiali e sostituzione della delibera impugnata con altra legittima. Cessazione della materia del contendere, liquidazione delle spese e soccombenza virtuale

Dettagli

Sentenza n. 3070/2014 pubbl. il 04/03/2014 RG n. 39774/2012 Repert. n. 2538/2014 del 04/03/2014

Sentenza n. 3070/2014 pubbl. il 04/03/2014 RG n. 39774/2012 Repert. n. 2538/2014 del 04/03/2014 Sentenza N. R.G. N. 39774 /2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA - SEZ. A Il Tribunale, in composizione collegiale nelle persone

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA TRA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA TRA LA SENTENZA INTEGRALE: SENTENZA CIVILE RG. 111653/2007 Rif,./ civ ord. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace, della VI Sezione del Mandamento di Napoli, nella persona del Giudice

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Il risparmiatore che abbia ordinato di acquistare titoli obbligazionari successivamente «crollati» a causa della crisi finanziaria della società emittente, non può vantare alcuna tutela risarcitoria

Dettagli

Repubblica Italiana. In Nome del Popolo Italiano. sentenza

Repubblica Italiana. In Nome del Popolo Italiano. sentenza Fallimento Revocatoria fallimentare: pagamenti Compensi per prestazioni professionali al difensore Sistemazione concordataria dei debiti Fase prefallimentare Scientia decoctionis - Tutela della posizione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano sentenza contro IN PUNTO: di parte attrice: di parte convenuta:

REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano sentenza contro IN PUNTO: di parte attrice: di parte convenuta: REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano Il Tribunale di Bolzano in persona del giudice unico dottor Tullio Joppi, ha pronunciato la seguente sentenza nella causa civile n. 4672/2005 R.G.C. promossa

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in persona del Giudice Unico, dott.ssa Consiglia Invitto ha pronunciato la seguente

Dettagli

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A TRIBUNALE DI PALERMO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha pronunciato

Dettagli

Tribunale di Udine. - sezione civile -

Tribunale di Udine. - sezione civile - Tribunale di Udine - sezione civile - Verbale d udienza Successivamente oggi, 13.1.2014, alle ore 12.00, davanti al giudice istruttore dott. Andrea Zuliani, nella causa iscritta al n 2998/12 R.A.C.C.,

Dettagli

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 Tribunale di Milano Sezione V Civile Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE V CIVILE In persona del Giudice Istruttore, in funzione

Dettagli

Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato la seguente SENTENZA

Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato la seguente SENTENZA Repubblica Italiana In Nome del Popolo Italiano Tribunale di Milano Sezione controversie di lavoro Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato

Dettagli

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO 32. Tribunale di Modena, 11 febbraio 2005, n. 582 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MODENA SEZIONE CIVILE Composto dai magistrati: Dott. Emilia Salvatore Presidente Est. Dott.

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI PERUGIA Riunito in camera di consiglio e composto dai signori:

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI PERUGIA Riunito in camera di consiglio e composto dai signori: Abstract. Il Collegio, provato all esito dell istruttoria che il modulo d ordine delle obbligazioni in oggetto è stato firmato fuori dai locali della convenuta, osserva che, con carattere assorbente su

Dettagli

Separazione cointestazione del conto corrente Sentenza n. 19115/2012 commento e testo

Separazione cointestazione del conto corrente Sentenza n. 19115/2012 commento e testo Separazione cointestazione del conto corrente Sentenza n. 19115/2012 commento e testo Studio legale law.it La documentazione in possesso della banca può dimostrare il contrario Nel corso di un giudizio

Dettagli

Sostituzione fedecommissaria e costituzione testamentaria di usufrutto, differenze e simultaneità delle disposizioni

Sostituzione fedecommissaria e costituzione testamentaria di usufrutto, differenze e simultaneità delle disposizioni Sostituzione fedecommissaria e costituzione testamentaria di usufrutto, differenze e simultaneità delle disposizioni Tribunale di Lecce, 7 marzo 2014. Presidente Piera Portaluri. Estensore Rossana Giannaccari.

Dettagli

Prot. n 135 Salerno, lì 11 Febbraio 2015

Prot. n 135 Salerno, lì 11 Febbraio 2015 COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO www.collegioperitiagrarisa.it - e-mail:collegio.salerno@pec.peritiagrari.it - collegio.salerno@peritiagrari.it Prot. n

Dettagli

IL TRIBUNALE DI PALERMO TERZA SEZIONE CIVILE

IL TRIBUNALE DI PALERMO TERZA SEZIONE CIVILE IL TRIBUNALE DI PALERMO TERZA SEZIONE CIVILE in composizione monocratica, nella persona del giudice Giuseppe Rini, sciogliendo la riserva assunta all udienza del 28 novembre 2013, ha pronunciato la seguente

Dettagli

Sentenza. del 23 ottobre 2013 - e. coniugi e consumati

Sentenza. del 23 ottobre 2013 - e. coniugi e consumati Conto corrente cointestato tra coniugi e disciplina della comunione de residuo TRIBUNALE DI BARI - Sentenza del 23 ottobre 2013 - e massima a cura dell Avv. Daniela Angelini Sono esclusi dalla comunione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA Il Giudice, dott. Gianluigi MORLINI, in funzione di Giudice monocratico, ha pronunciato la seguente ATTORE: TIZIA S E N T E N

Dettagli

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007)

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007) TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007) (omissis) tra F.C. (omissis) e G.G. (omissis) ATTORE e Curatela del Fallimento M.C.G.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE. sentenza

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE. sentenza REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE ha pronunciato la seguente: sentenza sul ricorso 16604/2007 proposto da: D.C. - ricorrente - BANCA -

Dettagli

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE QUINTA Sentenza 17 GENNAIO 2014, n. 841

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE QUINTA Sentenza 17 GENNAIO 2014, n. 841 SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE QUINTA Sentenza 17 GENNAIO 2014, n. 841 Svolgimento del processo In data 26 marzo 1992 decedeva, A.B.. L eredità era devoluta alla nipote E.L., all epoca minorenne ed

Dettagli

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE Dott. FIORETTI Francesco Maria - Presidente - Dott. SALVAGO Salvatore - Consigliere - Dott. RORDORF Renato

Dettagli

********* TRIBUNALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME del POPOLO ITALIANO

********* TRIBUNALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME del POPOLO ITALIANO Abstract. Il medico è responsabile, in solido con la struttura sanitaria presso la quale presta la propria attività professionale, dei danni biologici e morali subiti dal paziente a causa di un intervento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Spedizione contratto Nozione di spedizioniere vettore Clausola cash on delivery (C.O.D.) Attinenza al contratto di spedizione Incarico di consegna e riscossione al vettore ausiliario - Mancata riscossione

Dettagli

2. Formule di atti giudiziari

2. Formule di atti giudiziari 2. Formule di atti giudiziari Giuliano Scarselli, Giuseppe Camardi 2.1 Formule utilizzabili per promuovere l azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c. Revocatoria di donazione successiva al sorgere

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Famiglia regime patrimoniale - Utili spettanti al compartecipe dell impresa familiare Decreto ingiuntivo - Prelievi in addebito dal conto corrente della ditta da parte del compartecipe - Somme non attinenti

Dettagli

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI CARPI REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI CARPI REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano Assicurazione contratto Premio mancato pagamento - Mancato pagamento di polizza assicurativa contro infortuni estesa ai componenti della famiglia Riduzione del premio per diminuzione del rischio Difetto

Dettagli

Repubblica Italiana In nome del popolo italiano Il Tribunale di Modena, Sezione Prima Civile, riunito nelle persone dei signori:

Repubblica Italiana In nome del popolo italiano Il Tribunale di Modena, Sezione Prima Civile, riunito nelle persone dei signori: Società Amministratori: azione di responsabilità Azione ex art.2395 del terzo cc verso l amministratore di società per danni Nozione - Esecuzione di pignoramento ai danni del terzo in assenza di valido

Dettagli

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile TRIBUNALE DI UDINE sezione civile Successivamente oggi 24.1.2014, ore 12.30, davanti al giudice istruttore, dott. Andrea Zuliani, nella causa civile iscritta al n 1155/10 R.A.C.C., promossa da - (A) S.r.l.,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE di CUNEO SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE di CUNEO SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE di CUNEO Il Tribunale, nella persona del Giudice d.ssa ROBERTA BONAUDI ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa civile di I Grado iscritta

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI MODENA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Filiazione naturale Riconoscimento del figlio naturale: impugnazione Convivenza more uxorio Impotentia generandi al tempo del concepimento Qualificazione dell azione: a) disconoscimento di paternità esclusione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Tribunale di Udine. sezione civile

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Tribunale di Udine. sezione civile REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano Tribunale di Udine la seguente sezione civile Il Tribunale in composizione monocratica, in persona del dott. Andrea ZULIANI, ha pronunciato SENTENZA nella

Dettagli

LODO ARBITRALE IL COLLEGIO ARBITRALE. Avv.Enrico De Giovanni Presidente Avv.Guido Cecinelli - Arbitro Avv. Aurelio Vessichelli Arbitro

LODO ARBITRALE IL COLLEGIO ARBITRALE. Avv.Enrico De Giovanni Presidente Avv.Guido Cecinelli - Arbitro Avv. Aurelio Vessichelli Arbitro Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport LODO ARBITRALE IL COLLEGIO ARBITRALE Avv.Enrico De Giovanni Presidente Avv.Guido Cecinelli - Arbitro Avv. Aurelio Vessichelli Arbitro nominato ai sensi del

Dettagli

PREMESSA TRIBUNALE CIRCONDARIALE DI SIRACUSA SEZIONE DISTACCATA DI AUGUSTA COMPARSA DI COSTITUZIONE E DI RISPOSTA

PREMESSA TRIBUNALE CIRCONDARIALE DI SIRACUSA SEZIONE DISTACCATA DI AUGUSTA COMPARSA DI COSTITUZIONE E DI RISPOSTA PREMESSA Ai sensi dell art. 166 c.p.c., il convenuto si costituisce in giudizio mediante deposito in cancelleria della comparsa di risposta, della copia della citazione notificata, della procura e dei

Dettagli

I vizi lamentati per la loro classicità e molteplicità possono essere assunti ad un caso di scuola:

I vizi lamentati per la loro classicità e molteplicità possono essere assunti ad un caso di scuola: IMPUGNAZIONE DELIBERA ASSEMBLEA CONDOMINIALE MOTIVI VIZI INSUSSISTENZA RIGETTO [Tribunale di Napoli, Sezione XII, Civile sentenza 24 gennaio 2013 commento e testo (Nota a cura dell Avv. Rodolfo Cusano)

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. Massimo Caratelli Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario FATTO

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. Massimo Caratelli Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario FATTO IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Avv. Bruno De Carolis Presidente Prof. Avv. Pietro Sirena Prof. Avv. Vincenzo Meli Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

Tribunale di Pavia - 09.02.2009 n. 492 - Dott. Tarantola - P.A. srl (Avv.ti Di Giorgi, Maggi, Tozzoli) - INPS (Avv. De Maestri)

Tribunale di Pavia - 09.02.2009 n. 492 - Dott. Tarantola - P.A. srl (Avv.ti Di Giorgi, Maggi, Tozzoli) - INPS (Avv. De Maestri) Danno (Risarcimento del) - Assenza per malattia del lavoratore - Richieste reiterate del datore di lavoro all'inps di visita medico-legale di controllo - Omesso riscontro di talune richieste - Danno per

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il giudice dott.ssa Susanna Menegazzi ha pronunciato la seguente nella causa promossa SENTENZA da MARTIGNAGO ADRIANO (C.F. MRTDRN64C02F443X)

Dettagli

nella causa civile iscritta al n. 1305/99 R.G. avente ad oggetto "risarcimento danni "

nella causa civile iscritta al n. 1305/99 R.G. avente ad oggetto risarcimento danni 45. TRIBUNALE DI LECCE SENTENZA NR 1692/2004 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice Onorario dott.ssa Maria Carmela Tinelli, in funzione di Giudice Unico del Tribunale di Lecce, seconda

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA NONA SEZIONE CIVILE in persona del Giudice unico dr. Nicoletta Orlandi ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa di primo grado

Dettagli

Tribunale Ordinario di Urbino. All udienza del 16/09/2014 sono presenti per la parte ricorrente l Avv. OLIVI MONICA e per la

Tribunale Ordinario di Urbino. All udienza del 16/09/2014 sono presenti per la parte ricorrente l Avv. OLIVI MONICA e per la N. 153 /2014 RG Tribunale Ordinario di Urbino All udienza del 16/09/2014 sono presenti per la parte ricorrente l Avv. OLIVI MONICA e per la parte resistente l Avv. LUZI MARCO, i quali completano la discussione

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezione 1 civile. Sentenza 10 maggio 2012, n. 7162

Corte di Cassazione, Sezione 1 civile. Sentenza 10 maggio 2012, n. 7162 www.lex24.ilsole24ore.com Corte di Cassazione, Sezione 1 civile Sentenza 10 maggio 2012, n. 7162 Integrale - Condominio negli edifici - Amministratore - Attribuzioni - Riscossione contributi ed erogazione

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 429 comma 1 c.p.c., la seguente

Dettagli

Commento di Emanuela Dona

Commento di Emanuela Dona Preparazione universitaria ed inadempimento del fornitore Sentenza Tribunale Civile di Roma, Sez. VIII, 12 dicembre 2005, pubblicata il 14 dicembre 2005 Commento di Emanuela Dona Sono a tutti noti i messaggi

Dettagli

Il procedimento di mediazione

Il procedimento di mediazione Il procedimento di mediazione 1 Informativa al cliente e procura alle liti (art. 4 D.Lgs. 28/2010, modif. ex art. 84, co. 1, D.L. n. 69/2013, conv., con modif., dalla L. n. 98/2013) INFORMATIVA EX ART.

Dettagli

IMMOBILE COMPRATO E RISTRUTTURATO IN COPPIA, MA LA CONVIVENZA SI CHIUDE: POSSIBILE IL RIMBORSO ALLA DONNA NON

IMMOBILE COMPRATO E RISTRUTTURATO IN COPPIA, MA LA CONVIVENZA SI CHIUDE: POSSIBILE IL RIMBORSO ALLA DONNA NON IMMOBILE COMPRATO E RISTRUTTURATO IN COPPIA, MA LA CONVIVENZA SI CHIUDE: POSSIBILE IL RIMBORSO ALLA DONNA NON PROPRIETARIA?Cassazione, sez. II, 18 settembre 2012, n. 15644 commento e testo Diritto e processo.com

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO

OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO OSSERVATORIO SULLA GIUSTIZIA CIVILE DI FIRENZE GRUPPO LOCAZIONI PROPOSTA DI REGOLE DI PROTOCOLLO SUL PROCESSO IL GIUDIZIO DI COGNIZIONE: 1) L AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER CONVALIDA DI SFRATTO LA FASE SOMMARIA

Dettagli

* * * * * TRIBUNALE DI TERNI REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * TRIBUNALE DI TERNI REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Una coppia di coniugi ha citato in giudizio, innanzi al Tribunale di Terni, l agenzia di viaggi dalla quale avevano acquistato una crociera per il loro viaggio di nozze. Gli attori non avevano

Dettagli

IL TRIBUNALE DI BARI - SEZIONE DISTACCATA DI MONOPOLI - S E N T E N Z A

IL TRIBUNALE DI BARI - SEZIONE DISTACCATA DI MONOPOLI - S E N T E N Z A REPUBBLICA ITALIANA In Nome Del Popolo Italiano IL TRIBUNALE DI BARI - SEZIONE DISTACCATA DI MONOPOLI - in composizione monocratica nella persona del Giudice Unico Dott. Valentino Lenoci, Sent. n. N. Cron.

Dettagli

ARBITRATO N. 1/2003 LODO

ARBITRATO N. 1/2003 LODO CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI REGGIO EMILIA SEGRETERIA DELLA CAMERA ARBITRALE ARBITRATO N. 1/2003 LODO ATTORE: Impresa individuale - omissis contro CONVENUTO: Società a responsabilità

Dettagli

Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE

Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. TRIOLA

Dettagli

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI ATTO DI CITAZIONE PER, in persona del legale rappresentante pro tempore, _ ( n a t o / a a, i l _ / _ / _, C. F. :, r e s i d e n t e i n _ ( _ ), Via - CAP: ), con sede

Dettagli

INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M.

INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M. INDICAZIONI SULL APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PROFESSIONALE D.M. 8 aprile 2004 n. 127 a cura del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Pordenone CRITERI GENERALI Tariffa applicabile La tariffa applicabile

Dettagli

E quanto deciso del Tribunale di Taranto con la sentenza 6 novembre 2012.

E quanto deciso del Tribunale di Taranto con la sentenza 6 novembre 2012. Carta di credito smarrita: commerciante responsabile per omesso controllo firma Tribunale Taranto, sez. II civile, sentenza 06.11.2012 commento e testo Altalex.it (Maria Elena Bagnato) Nel caso di indebito

Dettagli

L adesione del consumatore (a cura dell Avv. Fabrizio Cipollaro) Le adesioni dei consumatori all azione collettiva possono essere manifestate prima

L adesione del consumatore (a cura dell Avv. Fabrizio Cipollaro) Le adesioni dei consumatori all azione collettiva possono essere manifestate prima L adesione del consumatore (a cura dell Avv. Fabrizio Cipollaro) Le adesioni dei consumatori all azione collettiva possono essere manifestate prima dell atto introduttivo del giudizio, perché le azioni

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI CALTANISSETTA. Sezione Lavoro SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI CALTANISSETTA. Sezione Lavoro SENTENZA Pubblicata in GIUS 18/2000, p. 2133 e ss. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE CALTANISSETTA Sent. Civ. N. 475/00 Reg. Gen. 1886/99 Cronologico 3133 TRIBUNALE DI CALTANISSETTA Sezione

Dettagli

Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 )

Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 ) Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 ) Risarcimento danni. Scontro tra treno ed auto. Legge 990/69 - Inapplicabilità.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE. Dott. Alberto Polotti di Zumaglia

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE. Dott. Alberto Polotti di Zumaglia REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE Dott. Alberto Polotti di Zumaglia ha pronunciato la seguente SENTENZA PARZIALE 6288/2012 Nella causa civile

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Campania. Sezione di Salerno. Sezione Prima -PRESIDENTE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Campania. Sezione di Salerno. Sezione Prima -PRESIDENTE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Campania Sezione di Salerno Sezione Prima composto dai Magistrati: DR. ALESSANDRO FEDULLO DR. FILIPPO PORTOGHESE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pescara, 2 marzo 2001. Gianni Colangelo Lungomare Matteotti 63. &225',1$0(1725(*,21$/( Lungomare Matteotti, 63 65122 PESCARA

COMUNICATO STAMPA. Pescara, 2 marzo 2001. Gianni Colangelo Lungomare Matteotti 63. &225',1$0(1725(*,21$/( Lungomare Matteotti, 63 65122 PESCARA 6('(1$=,21$/( Via Farini,62 00185 ROMA 064818632 FAX 064818633 www.adusbef.it e-mail: infoadusbef@tin.it &225',1$0(1725(*,21$/( Lungomare Matteotti, 63 65122 PESCARA 085 421 3382 Fax 085 429 3943 www.tm1.it/adusbef

Dettagli

Fernanda Rossi, nata a Ala il 14-09-1950, lascio i miei averi. in eredità, nel seguente modo: la mia metà casa di

Fernanda Rossi, nata a Ala il 14-09-1950, lascio i miei averi. in eredità, nel seguente modo: la mia metà casa di L avv. Gianni Giannini dichiara di voler ricevere le comunicazioni al numero di telefax 0461/201010 o all indirizzo di posta elettronica avvgiannigiannini@puntopec.it TRIBUNALE DI ATTO DI CITAZIONE L avv.

Dettagli

RAGIONI IN FATTO E IN DIRITTO DELLA DECISIONE

RAGIONI IN FATTO E IN DIRITTO DELLA DECISIONE RAGIONI IN FATTO E IN DIRITTO DELLA DECISIONE Con ricorso, depositato in data 3.2.2012, C chiedeva a questo Tribunale di dichiarare la cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario contratto

Dettagli

Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015. nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da:

Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015. nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da: Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015 nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da: CONDOMINIO GIARDINO (C.F. ), in persona del legale rappresentantepro

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE TRIBUNALE DELLE IMPRESE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE TRIBUNALE DELLE IMPRESE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE TRIBUNALE DELLE IMPRESE Composta da: Dottor Umberto Scotti Dott.ssa Gabriella Ratti Dottor Maria Dolores

Dettagli

Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO)

Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO) Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO) SVOLGIMENTO DEL PROCESSO E MOTIVI DELLA DECISIONE Preliminarmente si da atto che lo svolgimento del processo viene riferito

Dettagli

APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ.

APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ. APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ. CASS. CIV., SEZ. III, 11 GIUGNO 2012, N. 9432. Ai fini della ammissibilità dell'appello per le sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014. tra

TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014. tra N. R.G. 7347/2014 TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014 F.S. C.B. M.M. M. tra e ATTORE CONVENUTI Oggi 24 giugno 2015 innanzi al dott. Gianluigi

Dettagli

IL LEGALE CONTRATTI DI ASSICURAZIONE: ILLEGITTIME LE CLAUSOLE TROPPO GENERICHE LO AFFERMA LA CORTE DI CASSAZIONE IN UNA RECENTE PRONUNCIA Segnaliamo che la Suprema Corte ha dichiarato invalide le clausole

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Tribunale di Verona Sentenza 6.6.2014 (Composizione monocratica Giudice LANNI) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA SEZIONE I nella persona del dott. Pier

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. sentenza

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. sentenza TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il giudice del lavoro, dott.ssa Carla Ponterio ha pronunciato la seguente sentenza nella causa relativa a controversia iscritta nel ruolo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Sentenza n. 72/03 Pronunziata il 24.06.2003 Depositata il 24.06.2003 Responsabilità civile Nesso causale Appartamento sovrastante e contiguo a forno Scoppio del forno Asseriti danni Propagazione orizzontale

Dettagli

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e disgiuntamente dall Avv. ********* e dall Avv. ************** ed elettivamente

Dettagli

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III CIVILE. (Sentenza 20 aprile 2007, n. 9514) SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III CIVILE. (Sentenza 20 aprile 2007, n. 9514) SVOLGIMENTO DEL PROCESSO SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III CIVILE (Sentenza 20 aprile 2007, n. 9514) SVOLGIMENTO DEL PROCESSO Con citazione del 21.6.1986 F. M. conveniva davanti al Tribunale di Rovigo il Comune di quella

Dettagli

Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312

Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312 Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312 in persona del Giudice dott. Edoardo DI CAPUA ha pronunciato la seguente: nella causa civile iscritta al n. 34917/2013 R.G.; promossa da: REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

TRIBUNALE DI CROTONE Repubblica Italiana In Nome del Popolo Italiano. Il Giudice del Lavoro, D.ssa Wanda Romanò, ha pronunciato la seguente SENTENZA

TRIBUNALE DI CROTONE Repubblica Italiana In Nome del Popolo Italiano. Il Giudice del Lavoro, D.ssa Wanda Romanò, ha pronunciato la seguente SENTENZA TRIBUNALE DI CROTONE Repubblica Italiana In Nome del Popolo Italiano Il Giudice del Lavoro, D.ssa Wanda Romanò, ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa iscritta al n.363 R.G.A.C. per l anno 2003

Dettagli

Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente

Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente 11793 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO DECIMA SEZIONE CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente SENTENZA - nella causa

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a

TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a Treviso, xxxxx, rappresentato e difeso dall Avv. xxxxxx,

Dettagli

http://bddweb.corteconti.it/bdddaccessibile/doc/011/a3d00574011.htm

http://bddweb.corteconti.it/bdddaccessibile/doc/011/a3d00574011.htm Page 1 of 7 REPUBBLICA ITALIANA 574/2011 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE TERZA GIURISDIZIONALE CENTRALE D APPELLO composta dai signori magistrati : Dott. Ignazio de MARCO Dott. Amedeo

Dettagli

Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo

Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo 476 Atto n. 23 Comparsa di costituzione e risposta. Cessione del credito Concordato preventivo di Claudia Mariani Traccia La società Alfa s.r.l., in data 10 novembre 2014, ha ceduto alla Gamma s.r.l. il

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it DANNO DA MORTE: PER OGNI CONGIUNTO SE AGISCE AUTONOMAMENTE VALE IL MASSIMALE CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE, SENTENZA 09.02.2005 N 2653 Svolgimento

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO. rappresentante pro tempore dr. Alfio Alfino, con sede in Milano, via

TRIBUNALE DI MILANO. rappresentante pro tempore dr. Alfio Alfino, con sede in Milano, via TRIBUNALE DI MILANO Sezione Beta Civile dott. Quintilio RG n. 001/ 11 Nella causa promossa dal signor TIZIO, con l avv. Giustino - attore - contro la società ALFA S.R.L. P. IVA 123456789, in persona del

Dettagli