MILAN&INTER PERCHE SONO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MILAN&INTER PERCHE SONO"

Transcript

1 venerdì gennaio 0,30 REDAZIONE DI MILANO VIA OLFERINO 8 TEL. 068 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL POTE ITALIANE PED. IN A.P. D.L. 353/003 CONV. L. 6/00 ART., C, DCB MILANO ITALIA UL WEB TA ARRIVANDO - anno 8 numero 0 Numero 0 Anno 8 LA NUOVA GAZZETTA.IT JUVE DOPO IL K.O. DI ROMA IL TECNICO TACE LA FIORENTINA VA ilenzio stampa Conte Vucinic c è e si allena Ilicic e Compper gol: il iena si arrende emifinale di Coppa Italia contro l Udinese CALAMAI, CENITI, GOZZINI A PAGINA 7 Intanto, nell evoluzione del modulo 3 5 bianconero, Llorente e Tevez si stanno rivelando insostituibili 3 Antonio Conte, anni, allenatore 3 La gioia dei giocatori della Fiorentina dopo il di Compper PEGAO OLIVERO A PAGINA 8 MILAN&INTER PERCHE ONO CADUTE COI IN BAO Per ritrovare le milanesi in una simile crisi bisogna tornare indietro alla stagione , quella del passaggio di proprietà tra Pellegrini e Moratti e dei rossoneri finalisti (poi battuti) in Champions. Alla base degli insuccessi di oggi ci sono molti colpevoli e scelte di mercato sbagliate BOCCI, ELEFANTE, CHIANCHI ALLE PAGINE 3 NERAZZURRI NON I PLACA LA POLEMICA DOPO IL MANCATO ACCORDO PER LO CAMBIO FRA GUARIN E VUCINIC ROONERI CONTANT DICE NO AL NAPOLI Thohir replica a Marotta: «Nessuno può criticarci» Il presidente e la diffusione dell sms ad Agnelli: «Noi siamo leali, le trattative dovrebbero rimanere private» Nocerino va al West Ham Con Essien c è l accordo DALLA VITE, TAIDELLI A PAGINA 5 LAUDIA A PAGINA IL COMMENTO 3 Erick Thohir, 3 anni, presidente e maggiore azionista dell Inter L INCHIETA VOLTA NEL CLUB BLAUGRANA IL VICE BARTOMEU AL POTERE oldi Neymar, Rosell lascia Il presidente del Barça si è dimesso, dopo l accusa di aver speso 95 milioni (e non 57) per l asso brasiliano BAKET L AZZURRO NELL NBA 0 > ABOLIRE LE OLIMPIADI È UN IDEA BALLATA DI FRANCO ARTURI Due autorevoli giornalisti statunitensi hanno fatto scalpore nei giorni scorsi con un opinione «forte»: smettiamola di organizzare le Olimpiadi, perché producono più danni che benefici. Il primo è stato Charles Lane sul Washington Post; lo ha seguito con motivazioni analoghe Karin Klein, sul Los Angeles Time. L ARTICOLO A PAGINA 7 3 andro Rosell, a sinistra, e Neymar RICCI PAG 5 E EGUROLA PAG 7 IL ROMPI PALLONE DI GENE GNOCCHI ospetto di uso di anabolizzanti per l uccellino di Del Piero: ora è una quaglia. w U PORTWEEK Il gomito fa crac hiffrin guida le bellezze Per Bargnani da Olimpiade un lungo stop PAGINA 3 TENNI IN AUTRALIA La rivelazione Wawrinka sbarca in finale CRIVELLI, BERTOLUCCI A PAGINA 5 Domani a e,80 col quotidiano

2 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 PRIMO PIANO L INCHIETA 3domande a... FILIPPO GALLI EX GIOCATORE MILAN «Non ci sono analogie: nel 95 noi puntavamo alla Champions» = Filippo Galli, ora responsabile del settore giovanile del Milan, è stato un giocatore rossonero dal 983 al 996. Con lui ripercorriamo la stagione Galli, 9 anni fa il Milan dopo 0 giornate era settimo in campionato e fu eliminato negli ottavi di Coppa Italia. Che cosa ricorda di quel campionato? «Ricordo che partimmo male, forse anche perché eravamo ancora sazi dell ultimo scudetto, del successo in Champions e della upercoppa italiana conquistata a inizio stagione, e così compromettemmo tutto. Eravamo molto concentrati sull Europa, volevamo fare il bis in Champions e trascurammo un po la erie A». Il mercato estivo condizionò negativamente la stagione? «Non ci furono grandi cambiamenti, la squadra aveva un ossatura solida, c erano tanti campioni: Costacurta, Maldini, Tassotti, Boban, avicevic, Baresi, Massaro, imone. Ci penalizzò solo il mancato rientro di Van Basten». 3 Pensa che ci siano delle analogie con la stagione attuale? «Non direi. Quel Milan veniva da tre scudetti di fila, chiuse la stagione al quarto posto, però prima vinse upercoppa italiana ed Europea, giocò l Intercontinentale e arrivò in finale di Coppa Campioni, anche se poi la perse». I NUMERI 7 i punti di distacco del Milan dal quinto posto, che vale l Europa League. I rossoneri sono a 8 punti dalla terza posizione 39 i gol subiti in tutte e tre le competizioni (30 in A, 6 in Champions e 3 in Coppa Italia) gare con eedorf in panchina: un successo e un k.o. sola vittoria in trasferta in campionato ( dicembre a Catania: 3 ) il massimo dei gol incassati: a assuolo il gennaio, partita che costò l esonero di Allegri come uscirne/milan ALEANDRA BOCCI MILANO Mario Balotelli, 3 anni, a terra: i suoi gol stagionali non sono bastati finora a risollevare il Milan PETRUI i potrebbe ripartire da un mediano e detta così non è una bella cosa, vista la filosofia di calcio scelta da Clarence eedorf. Ma a maggior ragione in un sistema di gioco come il 3, il mediano è una figura importante. Doppio mediano anzi, e Michael Essien sembra più adatto di altri ad agire in quel tipo di contenitore di calcio. Riposo Certo non può bastare un giocatore per ripartire in una situazione così delicata, a meno che il giocatore non sia Cristiano Ronaldo, o Messi. Ma eedorf non è tipo che cambia idea e soprattutto in questo caso non può tornare indietro: deve proseguire sulla strada indicata all inizio, e il grande vantaggio rispetto a qualche allenatore del passato è la sintonia con ilvio Berlusconi. L investitura presidenziale ha avuto effetto immediato sullo spogliatoio, ma non è bastata per portare a termine l unica missione possibile: vincere la coppa Italia e assicurarsi così un accesso, seppure secondario, all Europa. Ieri, per stemperare le tensioni, eedorf ha lasciato a casa i giocatori che erano andati in campo contro l Udinese. Chissà se basterà per chiarire le idee di quelli che l altra sera sono sembrati più confusi nel nuovo piano Il grande flo Milan e Inter mai così giù da 9 anni: hanno sbagliato tutti Ora mancano idee per tornare in alto L appoggio di ilvio è l arma migliore E dal metodo eedorf non si torna indietro Riccardo Montolivo, 9 anni, secondo anno al Milan LAPREE tattico. eedorf porta avanti il suo progetto e sviluppa i suoi sistemi. Di gioco e non. Ritorni La notizia migliore per il tecnico arriva dal settore medico: oggi quasi tutti gli infortunati dovrebbero tornare a lavorare con la squadra. Particolarmente importante il ritorno di Pazzini, che permetterebbe in teoria lo spostamento di Balotelli nei tre dietro la punta. Meno probabile, al momento, l utilizzo di Montolivo nel trio di creativi: in nazionale Riccardo fa il centrocampista più avanzato, ma in un sistema di gioco completamente diverso. Nelle prossime settimane eedorf dovrà lavorare sulla testa dei giocatori e sull attitudine della squadra. Una delle chiavi dell operazione resta il rendimento di Kakà, che con il Brasile ha provato gioie e soprattutto dolori del modulo fantasia. Ma il nodo vero è dietro di lui, nei due mediani, e Montolivo ora più che mai è chiamato a utilizzare la sua naturale lucidità in un reti in campionato per Montolivo Il capitano rossonero in questa stagione ha fatto centro solo in trasferta a Catania (3 ) e nella sconfitta ( 3) con il assuolo. ANDREA CHIANCHI ambiente che deve risollevarsi in ogni senso. Preoccupazioni Barbara Berlusconi oggi sarà a Milanello. Raccontano che sia preoccupata per la partita giocata mercoledì, e soprattutto per il sorpasso della Juve sul Milan nella classifica dei ricavi formulata da Deloitte e riportata dalla Gazzetta. La precedente gestione rivendica invece i successi del settore commerciale e addossa la responsabilità del sorpasso a fatti oggettivi: il market pool della Champions (la Juve ha giocato due gare in più) e i maggiori introiti legati alla ripartizione dei diritti tv. La tregua imposta da Berlusconi con il sistema dei due a.d. va avanti, ma non è mai calma piatta: in questo periodo al Milan non c è calma piatta in nessun luogo. I romantici possono consolarsi pensando che una stagione simile a questa, 9 anni fa, si concluse con una finale di Champions. Che non regalerebbe il passaggio nella prossima Europa, però calmerebbe i nervi di tutti e riempirebbe il portafoglio del club, condizione necessaria per tornare in alto. Il Milan è a un bivio: o ridimensiona immagine e obiettivi, strategia non contemplata da Berlusconi e eedorf, o trova il sistema di restare al top. Clarence con il suo 3 e il feeling con Balotelli non può bastare: è la copertina, dentro serve un libro. eedorf è l uomo del record di coppe, ma i miracoli sono un altra cosa. Espulse dal salotto buono del calcio, loro habitat ideale, Milan e Inter si risvegliano in un buio sottoscala e sono costrette a fare i conti con la realtà. Fuori dalla Coppa Italia, in clamoroso ritardo in campionato, con poche prospettive (soltanto per i rossoneri) in Europa: peggio di così... Per ritrovare un simile andamento si deve tornare con la memoria alla stagione quando, dopo 0 giornate di erie A, il Milan era settimo in classifica e l Inter decima, entrambe erano state eliminate dalla Coppa Italia e i nerazzurri erano stati impallinati pure in Coppa Uefa al primo turno. Unica consolazione, in quell annata d inferno, fu la conquista della finale di Champions League da parte del Milan (poi persa a Vienna contro l Ajax dell allora giovanissimo eedorf). Ma era una Milano triste, perlomeno a livello pallonaro. Proprio come quella di oggi: di spettacolo nemmeno l ombra, di divertimento idem, soltanto polemiche, critiche, rimpianti e forse anche qualche rimorso. Dall alto C è un filo che lega le storie delle due squadre: per entrambe questa è una stagione di ribaltamenti societari. L Inter ha cambiato proprietà, da Moratti a Thohir, e la vicenda non è stata breve: se n è parlato a lungo prima che tutto fosse definito, la sessio Clarence eedorf, 37 anni, è subentrato ad Allegri LAPREE

3 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 3 p di Milano ne di mercato estivo è stata fortemente condizionata da questo passaggio di consegne e, come logica conseguenza, anche sul campo si è risentito di questa situazione. La luce arriva dall alto e, quando manca, tutti vanno alla cieca. Al Milan si è assistito a uno strano balletto: ) Barbara Berlusconi «licenzia» Galliani criticandone la gestione societaria; ) ilvio Berlusconi rimette assieme i cocci e crea la figura del doppio amministratore delegato (a Galliani la gestione sportiva, a Barbara il resto); 3) Barbara, con un durissimo comunicato, di fatto esonera Allegri (e scavalca Galliani...) e inaugura l era del suo pupillo eedorf. Un simile saliscendi, al Milan, non s era mai visto. E i risultati sul campo sono lo specchio di questo ambiente in perenne fibrillazione. Come pensate che si senta un giocatore che deve prendere ordini da un allenatore (Allegri) sgradito al padrone? E come può un allenatore, che gode di una limitatissima fiducia, trasmettere idee ed entusiasmo? Questi sono errori che si pagano. E a caro prezzo. La crisi attuale del Milan è figlia di tutto ciò, e adesso non si pretenda che eedorf indossi i panni del Mago ilvan e risolva i problemi con un colpo di bacchetta magica. Povertà tecnica Il declino parte dalle stanze del potere e scivola giù, si diceva, fino al campo. Prendiamo I ribaltoni societari sono alla base della mancanza di risultati: se non c è chiarezza nelle stanze del potere anche i giocatori soffrono. E gli allenatori delle due squadre non sono mai stati aiutati l Inter: in estate sceglie un allenatore, Walter Mazzarri, che ha ottenuto i migliori risultati giocando con un determinato modulo (il 3 5 ) e utilizzando uomini dalle precise caratteristiche tecniche e fisiche. Il problema è che nel gruppo nerazzurro sono pochi gli elementi che possono interpretare il Mazzarri pensiero. Quindi, o si cambia modo di stare in campo oppure si cambiano i giocatori: non si vedono altre soluzioni all orizzonte. Il Napoli di Mazzarri si basava su due laterali formidabili a ribaltare l azione (Maggio e Zuniga) e sul trio formato da Lavezzi (poi Pandev), Cavani e Hamsik. All Inter, per dire della povertà tecnica della rosa, non c è nessuno che possa almeno lontanamente essere paragonato a loro. Lavezzi, Cavani e Hamsik contro Guarin, Alvarez e Palacio? Non c è partita. Maggio e Zuniga contro Jonathan e Nagatomo? Idem come sopra. Con simili premesse il deserto di spettacolo è una logica conseguenza. Difensori? No grazie Al Milan, invece, per tornare grandi hanno pensato che bastasse acquistare un grande del passato, Kakà, che aveva disputato la sua miglior stagione nel , cioè sei anni fa. Il tempo passa per tutti e si sente nei muscoli. Inoltre, domandina maliziosa: al Milan mancava un attaccante o sarebbe stato più utile un difensore? Perché il mercato estivo, oltre a Kakà, ha portato pure Matri (ora ceduto alla Fiorentina): possibile che nessuno dei dirigenti si renda conto che il problema della squadra sta là dietro, in una retroguardia troppo perforabile e povera tecnicamente? La fortuna del primo Milan berlusconiano, non lo si dimentichi mai, stava un po nel trio olandese (Rijkaard, Gullit e Van Basten), ma soprattutto nel quartetto arretrato: Tassotti, Filippo Galli (Costacurta), Baresi, Maldini. e ad Arcore e dintorni si ricordassero di questo particolare, forse non vedremmo più le sfilate di punte, mezzepunte, trequartisti e quant altro che hanno occupato il palcoscenico nell ultimo periodo. E probabilmente i tifosi del Milan sarebbero un po più contenti... I NUMERI 0 i rigori a favore in questa stagione per l Inter. le vittorie nelle ultime otto giornate di campionato: è successo nel derby del dicembre 03 0 i gol subiti in campionato nelle ultime 6 gare 0 le vittorie del nuovo anno: l Inter non ha ancora vinto una partita da quando è cominciato il 0. Mazzarri ha collezionato un pari (contro il Chievo) e tre k.o. (Lazio, Udinese in Coppa Italia e Genoa) 7 i punti collezionati nelle ultime 8 gare Diego Milito, 3 anni, è all Inter dall estate del 009. In questo campionato ha realizzato gol (entrambi contro il assuolo) 3domande a... NICOLA BERTI EX GIOCATORE INTER «Il cambio di proprietà del 95 meno traumatico di quello attuale» = Nicola Berti, all Inter dal 988 al 98, ripercorre con noi la difficile stagione 9-95, quella in cui arrivò il cambio di proprietà, da Ernesto Pellegrini a Massimo Moratti Cosa ricorda della stagione 99 95? «Che fu un annata non facile, in cui non si capiva bene dove saremmo andati a finire. Quando poi a febbraio arrivò Moratti, che aveva acquisito la società da Pellegrini, ci fu un grande entusiasmo, la sensazione che potesse aprirsi un nuovo ciclo. E nella prima col nuovo proprietario battemmo il Brescia con un mio gol» Quanto influirono sullo spogliatoio le vicende societarie? «Al tempo poco, perché era un cambio di proprietà Italia su Italia e la famiglia Moratti già era in questo mondo. Ma capisco che la situazione attuale sia diversa. Con l arrivo di una cordata indonesiana hai perso un pezzo di identità, appena quattro anni dopo il triplete, e il cambiamento può essere molto più traumatico». 3 Che mercato fu fatto al tempo? «Moratti prese subito Ince, Zanetti, Carbone e altri. Ma anche a lui poi servì tempo per dare la propria impronta. enza dimenticare che era sempre presente, mentre Thohir è lontano e non ha ancora scelto un suo uomo forte. E comunque la Juve non andava interpellata». come uscirne/inter DAL NOTRO INVIATO ANDREA ELEFANTE APPIANO GENTILE (Como) La prima domanda da farsi è la più semplice: quale Inter dovrà provare a risalire? L ultima settimana di mercato le consentirà un lifting d emergenza o sarà la stessa identica squadra? L ipotesi, a questo punto, non è da escludere, perché i margini di manovra sono direttamente proporzionali alle disponibilità economiche, il (poco) tempo a disposizione è un ostacolo più alto ogni giorno che passa e il fatto che certe difficoltà dell Inter siano trasparenti non aiuta, nell affrontare gli interlocutori, a tutti i livelli. La forza della parola Mazzarri è preparato anche a dover puntare sulle forze che ha già. E proprio in questi giorni della settimana forse più delicata da quando è all Inter, le ha volute pesare di nuovo: parlando anche più del solito con i giocatori, intensificando il numero di colloqui anche personalizzati. Per isolare il gruppo dalle vicende degli ultimi giorni rafforzandolo «da dentro», ma anche per avere conferme sulle corde da sollecitare. Per verificare se e quanto la squadra, o comunque il nucleo non toccato da vicende di mercato, è tuttora motivato, unito, senza spaccature o fragilità dovute alla presenza di molti, troppi, giocatori in scadenza di Più del mercato potrà la cura di Mazzarri Dialogo e gioco per ritrovare la via del gol Rodrigo Palacio, 3 anni, seconda stagione all Inter AFP contratto. e continua a essere sintonizzato con le sue richieste e le sue idee, a credere in una stagione che può ancora in qualche modo girare come la fortuna mancata finora, ad una svolta che può essere duplice: psicologica, aiutata magari da un episodio e dunque da una partita spartiacque; ma anche e soprattutto tecnica. Mutamenti tattici L Inter di Genova non è stata un episodio: le sono mancate cinismo offensivo e continuità nella concentrazione difensiva e non è stata la prima volta ma anche senza avere abbastanza qualità per sbloccare la gara, ha fatto intravedere progressi sotto il profilo del gioco. La disponibilità di almeno due punte e il fatto che il 3 5 sia diventato ormai un po troppo alla portata di contromisure avversarie, ha convinto Mazzarri a preparare la squadra pure ad un 3 (o 3 3) e comunque ad una capacità di cambiare assetto anche in corsa. Fino a virare, solo in alcune occasioni, sul i gol di Palacio nelle ultime 6 gare Fra campionato e Coppa Italia, nelle ultime 6 gare Palacio ha segnato solo nel derby: è a digiuno da gare, dopo gol nelle prime 7 partite giocate modulo difensivo a quattro, che potrà diventare a volte un salvagente obbligato se non arriverà dal mercato un altro esterno, visto che pare dura affrontare altre 8 partite con i soli Jonathan e Nagatomo. i può dare di più Ma al di là di determinate certezze tattiche, dell importanza dell organizzazione di gioco, all Inter servirà qualcosa di più anche a livello di singoli, soprattutto là davanti. Dunque servirà che Milito confermi tenuta fisica e graduali progressi che lo riportino più vicino alla condizione migliore; che Palacio ritrovi la lucidità che ne aveva fatto un killer in grado di prendersi la squadra sulle spalle a volte quasi da solo e Alvarez la brillantezza e l incisività che nei primi tempi ne avevano fatto un trascinatore. Che Icardi, ritrovato il campo e così pare più intensità negli allenamenti, diventi la carta in più mancata finora e che Botta confermi di essere un ottima carta da giocarsi in certi momenti delle partite. Poi, certo, il ritorno in Italia di Thohir e la sua presenza fisica saranno un incentivo in più. Temporaneo, però. E dunque una maggiore compattezza dell ambiente, che pure aiuterebbe tecnico e squadra, potrà bastare solo per iniziare a curare l Inter, non per guarirla: a quello, come è stato da luglio, dovrà pensare soprattutto Mazzarri. Che lo sa. Walter Mazzarri, 5 anni, è all Inter da luglio ACTION IMAGE

4 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 PRIMO PIANO MERCATO Essien nel motore Milan, intesa col ghanese Oggi atteso il sì del Chelsea Ribaltone a centrocampo: Nocerino va in prestito al West Ham E il no di Constant al Napoli blocca lo scambio con Armero CARLO MILANO Dentro Michael Essien, via Antonio Nocerino. Giornata di incroci in casa Milan, tra entrate e uscite. Per il centrocampista ghanese c è un intesa bilaterale per il contratto in attesa che oggi il Chelsea dica la sua sulla formula del trasferimento. L a.d. rossonero Adriano Galliani ha concordato con l agente del centrocampista, Fabien Pinetaut, sia l opzione degli stipendi per il prestito sino a fine stagione che l alternativa per una cessione a titolo definitivo con un contratto di 8 mesi. Il dettaglio Proprio questo dettaglio dovrà essere definito oggi con la dirigenza del club di Roman Abramovich che evidentemente ha già dato l ok alla cessione del trentunenne di Accra, da sempre pupillo di José Mourinho. Uno dei pilastri della sua prima esperienza alla guida del Chelsea, lo pecial One se l era portato anche al Real Madrid. Ma negli ultimi tempi Essien ha dovuto convivere con dei problemi muscolari che ne hanno condizionato il rendimento. Le ultime notizie su questo fronte, però, sono rassicuranti e lo stesso Clarence eedorf è pronto ad Michael Essien, 3 anni, ghanese ma con passaporto francese, mediano del Chelsea REUTER accoglierlo a braccia aperte. Del resto il nazionale ghanese, che punta a ben figurare al Mondiale brasiliano, è impaziente d avere una chance da titolare e arrivare al torneo al top della forma. Del resto ha tutte le caratteristiche che possono fare al caso dei rossoneri, vista la carenza di centrali di centrocampo, anche alla luce delle squalifiche contemporanee di Montolivo e Muntari negli ottavi di Champions League. Al tecnico olandese serve un partner per Nigel De Jong Ieri Galliani si è accordato con gli agenti di Essien, pronto a firmare sino al 05 che abbia dimestichezza sia con la fase d interdizione che di costruzione. Ma è chiaro che il successo dell operazione è legato alla sua rapidità d inserimento nella rosa rossonera. Di certo, si chiudono gli spazi per il diciannovenne Brian Cristante, uscito di scena dopo le brillanti apparizioni sul finire della gestione di Allegri. L uscita Di sicuro ieri c è stata un cessione che nei giorni scorsi era sembrata difficile, quella di Antonio Nocerino. Invece lo scambio di e mail per il prestito al West Ham è risultato decisivo, e l operazione è stata definita nel primo pomeriggio e nel giro di poche ore anche l agente del centrocampista campano, Alessandro Moggi, ha raggiunto la capitale inglese per definire gli accordi con il club che sta per chiudere anche l intesa con il romanista Marco Borriello. Oggi è atteso l ultimo passaggio formale: poi ci sarà l annuncio. Lo scambio mancato Ieri mattina c era stata anche una trattativa lampo con il Napoli. I due club non avevano perso tempo ad accordarsi per uno scambio di prestiti tra il colombiano Pablo Armero e il rossonero Kevin Constant. Nonostante l assenso immediato dell esterno azzurro, il tutto è finito in nulla per l indisponibilità dell esterno milanista. E vero che mancano ancora un po di giorni alla chiusura del mercato di gennaio, ma la posizione di rifiuto del franco guineano al momento non sembra possa cambiare. v identikit & CARRIERA MICHAEL EIEN Nato il 3//98 a Accra (Ghana) Ruolo Centrocampista Altezza 78 cm Peso 8 kg Le sue squadre Bastia presenze gol Lione presenze gol Chelsea presenze 5 gol Real Madrid presenze gol Chelsea dal 03 5 presenze 0 gol OGGI AL LAVORO Abate torna titolare Pazzini c è MILANO Ignazio Abate torna titolare e Mattia De ciglio passa sulla fascia sinistra, la posizione originaria, quella che preferisce e che finora, a causa dei tanti stop di Abate oltre che suoi, ha potuto occupare ben poco. Dopo la pausa regalata da eedorf ai giocatori che sono stati impiegati in coppa Italia, la squadra torna oggi al lavoro e ritrova molti infortunati. Tra questi il portiere Amelia, che si era messo sul mercato prima del cambio di gestione in panchina. In attesa di novità sul futuro suo e di Gabriel, resta a Milanello. Il suo rientro è stato più veloce del previsto, come quello di Pazzini, che potrebbe essere pronto per la trasferta a Cagliari. QUOTE BWIN Rossoneri favoriti Il è dato a,90 Doppio gol a,65 Prima trasferta per eedorf sulla panchina del Milan: i rossoneri incroceranno il Cagliari, che segue i rossoneri in classifica a punti. Le quote di bwin.it assegnano al Milan il ruolo di favorito ( a,90) sebbene le statistiche dicano che Kakà&c., lontano da an iro, abbiano trionfato solo a Catania; il Cagliari invece ( a,00) in ardegna s è arreso solo a Juve e Bologna ma non vince da un mese e mezzo. I rossoblù, in casa, sono reduci da 5 incontri in cui hanno segnato almeno un gol; i rossoneri in gare out sono rimasti a secco solo due volte. Riusciranno entrambe le squadre a segnare una rete? La scelta «ì» paga,65 volte la somma, l opzione «No»,0. dove investire PAOLO CONDÒ Al club che «snobbava» i difensori ora servirebbe un nuovo Nesta. Christian Panucci, 0 anni, al Milan dal 993 al 996. Alessandro Nesta, 37, rossonero dal 00 al 0 3. Thiago ilva, 9, dal 009 al 0 OMEGA/ANA/FORTE Nell estate del 0 il Milan, che già da alcuni anni aveva bloccato i grandi investimenti senza però rinunciare a togliersi qualche sfizio, si trova brutalmente costretto dalla casa madre, la Fininvest, a far quadrare i conti. La cessione in tandem di Zlatan Ibrahimovic e Thiago ilva al Paris t. Germain è un evento di portata impensabile per un club che pure, nelle stagioni precedenti, aveva fatto cassa prima con hevchenko e poi con Kakà, certificando l abbandono di un élite ormai occupata da sceicchi e oligarchi. Un anno fa, digerito il difficilissimo autunno del postsmobilitazione, il Milan prese Mario Balotelli: al netto di un rendimento lineare come le montagne russe, una mossa di mercato che sia dal punto di vista tecnico che da quello dell immagine costituiva una credibile «sostituzione» di Ibra. Fuori un campione accertato, dentro un campione potenziale, comunque si restava nella vip room; e infatti Mario, nella scorsa primavera, contribuì non poco a salvare la stagione rossonera con la rimonta al terzo posto. Viceversa, Thiago ilva non è stato sostituito in maniera neanche lontanamente adeguata, perché è più difficile (i grandi difensori sono molto più rari dei grandi attaccanti) ma anche perché il Milan non ha mai dato l impressione di porsi il problema. Un anno fa sono arrivati Zapata e Constant, quest anno è stato aggiunto ilvestre, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. ia Allegri per un anno e mezzo che eedorf l altra sera hanno parlato a ragione di fase difensiva deficitaria: nel calcio moderno se gli attaccanti non pressano e i centrocampisti non coprono, in difesa non sopravvivi nemmeno se hai quattro Beckenbauer. Ciò non toglie che da mesi la bassa qualità media dei difensori rossoneri abbia portato tutti noi tra i primi a caldeggiare qualche innesto di valore nel reparto. Come non detto se si esclude l arrivo di Rami, sul quale il giudizio è ancora sospeso (ma dopo mercoledì un po preoccupato): tra estate e gennaio il Milan ha ingaggiato ogni tipo di attaccante, trequartista e mezza punta, fingendo che il problema fosse lì. iccome non sussistono dubbi sulla competenza calcistica di Adriano Galliani che vede le falle della squadra esattamente come le vediamo noi l unica risposta è che più in alto di lui l acquisto di difensori non sia concettualmente gradito. La sproporzione e si rilegge l andamento storico del mercato milanista nei 8 anni berlusconiani, si scopre che sono stati presi più ex Palloni d oro alcuni ormai in disarmo che grandi difensori. Da una parte contiamo, in ordine di apparizione, Papin, Baggio, Ronaldo, Rivaldo e Ronaldinho; dall altra, ci sentiamo di definire investimenti di primo livello soltanto Panucci, Nesta e Thiago ilva (che oltre tutto al Fluminense era un giovane di belle speranze, non un asso certificato). In questi 8 anni Berlusconi ha comprato di tutto, dal trio olandese alle stelle africane (Weah), ex sovietiche (hevchenko) e sudamericane (Kakà), «producendo» in proprio sette Palloni d oro; e poi si è messo in squadra Ancelotti e Pirlo, Gattuso e eedorf, Donadoni e Boban, avicevic e Desailly (ma a centrocampo). Fedele alla I NUMERI gli scudetti conquistati da Panucci in maglia rossonera (993 9 e ) 0 le stagioni di Nesta con il Milan (00 0) i titoli vinti da Thiago ilva col Milan: scudetto e upercoppa italiana (0) prima parte del celebre motto sportivo americano l attacco vende i biglietti (o nel suo caso porta i voti) e consapevole che la seconda la difesa vince i campionati gli è stata a lungo garantita dallo zoccolo duro trovato a Milanello il giorno dell insediamento: perché la filastrocca Tassotti Costacurta Baresi Maldini nasce nel vivaio (solo il Tasso arrivò giovanissimo dalla Lazio) e dura tempi al di là del biblico. Baresi e Tassotti giocano ad alto livello fino a 37 anni, Costacurta e Maldini addirittura fino a. E anche logico che, ereditando dalla gestione precedente una simile blindatura, gli sforzi di Berlusconi si siano indirizzati verso l attacco. Un altra epoca Il problema è che l epoca del quartetto (decisiva per diventare «il club più titolato al mondo») si è conclusa, e sono finiti pure gli anni di mezzo, quando in difesa bastava un solo investimento Nesta, tra l altro preso soltanto dopo aver passato il preliminare di Champions perché i veterani tenevano botta e sul mercato abbondavano parametri zero di nome e rendimento come Cafu. Il Real strapagò ergio Ramos e Pepe, come il Chelsea ha speso tanto per Cahill e Ivanovic, il Barça per riportare a casa Piqué, lo United per darsi Vidic, il Psg appunto per conquistare Thiago ilva. e davvero il Milan non avesse più un euro, ci sarebbe poco da dire: ma in un 03 che, fra le varie sessioni, ha portato in rossonero Balotelli, Kakà, Honda, Matri, Birsa e aponara, è del tutto evidente la mancanza di volontà politica di dotarsi di un bel difensore.

5 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 5 PRIMO PIANO LA POLEMICA LE TAPPE DEL CAO Guarin per Vucinic Giorni di fuoco gennaio Primo contatto tra i club. L Inter chiede Vucinic, la Juve risponde che se ne può parlare ma inserendo Guarin 7 gennaio L Inter incontra Alessandro Lucci, procuratore di Vucinic 0 gennaio Incontro tra Ausilio e Fassone da una parte, Marotta e Paratici dall altra. Mancano dei dettagli, ma l affare sembra definito, con un conguaglio di,5 milioni all Inter. E si scatena il malcontento dei tifosi nerazzurri. In serata Vucinic sostiene le visite mediche gennaio Mentre i tifosi sotto la sede contestano la dirigenza, nel pomeriggio l Inter annuncia che lo scambio non si fa. La Juve definisce «sconcertante» l accaduto gennaio Marotta lancia pesanti accuse ai nerazzurri. «Inter, club poco serio» Thohir risponde alla Juve «Giù le mani dall Inter» Allibito per la diffusione dell sms ad Agnelli: «Noi siamo leali e integri, nessuno si permetta di criticare le nostre dinamiche» LUCA MILANO Ci voleva la Juventus per far almeno intravedere gli occhi della tigre asiatica. Dopo le accuse del d.g. bianconero Giuseppe Marotta («Ad Agnelli era arrivato un ok via sms, l Inter è un club poco serio»), il presidente Erick Thohir alza la voce e con un comunicato sul sito nerazzurro lancia un segnale molto chiaro: «Giù le mani dall Inter». Il club bianconero, risentito dopo il fallimento dello scambio Guarin Vucinic, nel lancio delle 8.3 non viene mai nominato. Ma il bersaglio è fin troppo evidente. oprattutto nel passaggio sulle «trattative che dovrebbero rimanere private». I contatti di ieri Perché Thohir, per educazione e cultura, ritiene sacri anzitutto il rispetto e la privacy. Come dimostra il fatto che, pur trovandosi a Roma, il 5 dicembre scorso non andò a vedersi Napoli Inter perché non conosceva abbastanza il padrone di casa De Laurentiis. Ecco perché mercoledì notte Thohir era letteralmente allibito quando gli hanno tradotto la conferenza di Marotta. Incredulo, ha chiesto più volte se davvero il presidente della Juventus Andrea Agnelli, che lo conosce appena, avesse reso pubblico un messaggio privato. Proprio quell Agnelli con cui tra l altro Thohir aveva parlato più a lungo nella sua prima e unica visita in Lega, nel novembre scorso e con cui comunque si sarebbe sentito telefonicamente anche ieri. Quello della mancanza di riservatezza è un aspetto con cui Thohir dovrà rassegnarsi a convivere. Come ha capito quando la voce del possibile Erick Thohir, 3 anni, presidente dell Inter ANA Erick Thohir IL COMUNICATO DI IERI «LAVORO, AFFIDABILITA ONETA, I MIEI PRINCIPI» L annuncio del comunicato di Erick Thohir, comparso sul sito dell Inter alle 8.3. La Juventus non viene mai nominata, ma sono chiari alcuni riferimenti alla conferenza di mercoledì del d.g. bianconero Giuseppe Marotta scambio si è diffusa un minuto dopo che i dirigenti dei due club si erano incontrati, lunedì scorso. Il comunicato Tutti elementi senza trascurare l indiscrezione secondo la quale sarebbe stata la Juve, mercoledì mattina, a rifarsi viva per valutare i margini di una trattativa per Vucinic che ieri hanno convinto il presidente nerazzurro a una presa di posizione netta. Questo il comunicato: «Nel corso della sua lunga e gloriosa storia, l Inter si è sempre distinta per integrità e lealtà, questa è la nostra missione: sostenere e continuare tale tradizione. In gennaio l Inter ha preso parte a numerosi confronti privati volti a rafforzare il nostro Club dentro e fuori dal campo. Queste discussioni che si svolgono in ambito professionale dovrebbero rimanere private, fare dei commenti pubblici prima che le trattative siano concluse ne danneggia l andamento. In ogni cosa che faccio credo ci siano dei principi fondamentali per il successo come lavorare duramente, Andrea Agnelli, 38 anni, presidente della Juve BOZZANI essere onesti e affidabili. Mi sono impegnato a rispettare questi principi all Inter e a spronare il Club a raggiungere i più alti livelli. Il mio ruolo è valutare il rendimento del nostro personale (altro passaggio significativo, ndr.) e lanciare una sfida per eccellere, a me stesso e a tutto il nostro Club. Non posso permettere a nessuno al di fuori della nostra ocietà di criticare pubblicamente le nostre dinamiche interne, difenderò l Inter e ciò che rappresentiamo con ogni mezzo a mia disposizione. All Inter abbiamo sempre agito responsabilmente e in buona fede». Non in agenda embra improbabile che Thohir atteso per domenica, a meno che all ultimo non decida di anticipare l arrivo a Milano la prossima settimana veda Andrea Agnelli. L incontro al momento non è previsto, ma quello del calcio è un mondo a parte, in cui gli scenari cambiano di continuo. E in fondo anche una tigre asiatica sa perdonare. A I QUATTRO DIRIGENTI Marco Fassone Ex Juve, attualmente è il d.g. dell Inter Piero Ausilio Pure il d.s. era presente all incontro per Guarin Vucinic Giuseppe Marotta Alla Juve dal 00. E d.g. e a.d. bianconero Fabio Paratici E il coordinatore dell area tecnica della Juventus VERO INTER CATANIA Alvarez c è Gli stessi di Genova Icardi scalpita APPIANO GENTILE (Como) Inter Catania è una partita da svolta (nel senso che non è da sbagliare, non solo che può essere il primo passo di un inversione di tendenza) e Mazzarri non pare intenzionato a cambiare rispetto alla formazione iniziale di domenica scorsa a Genova: stesso sistema di gioco, il 3, e stessi interpreti. Perchè Alvarez, a Marassi uscito nel primo tempo per una contusione al ginocchio sinistro, già nei giorni scorsi era parso ristabilito e ieri è stato regolarmente provato dal tecnico con Palacio, alle spalle di Milito; e perché Kuzmanovic pare ancora leggermente favorito rispetto a Taider (testato comunque a lungo già dall altro ieri) per giocare al fianco di Cambiasso. Dovrebbe essere questo l unico vero dubbio, anche se Kovacic è pronto a subentrare. Come Icardi, che si giocherà con Botta il ruolo di prima carta alternativa per cambiare o aumentare il peso offensivo: l argentino anche ieri si è allenato bene e già da un paio di giorni sta cercando di convincere Mazzarri a contare pure su di lui. Forse un uomo in più, in attesa di quel «colpo di fortuna in più che potrebbe farci svoltare», come ha detto ieri Alvarez ai microfoni Rai. a.e. MERCATO E TRATEGIE IL CLUB TEDECO AVRA UN EMIARIO ANCHE DOMENICA A AN IRO. IL TOTTENHAM TORNA A INTEREARI AL COLOMBIANO Dortmund Ranocchia: contatto. purs su Guarin A ore il Borussia parlerà con l Inter. Fredy si allena ma potrebbe non essere convocato. u Vucinic e Osvaldo antenne dritte MATTEO DALLA MILANO Guarin è tornato prima del previsto, riappare il pensiero Osvaldo, l idea Vucinic è lontana ma non... sparita. Il tutto mentre: ) a ore il Borussia Dortmund parlerà con l Inter per Ranocchia (e domenica un suo inviato sarà a an iro); ) la pista Gomis è nata per iniziativa del Lione ed è forse percorribile più per giugno visto che il bomber vorrebbe chiudere la stagione all OL. Andiamo con ordine. Convocazione a rischio? Una telefonata, la volontà di... tenersi in forma a prescindere da come andrà a finire tutta la storia di mercato. Fredy Guarin (che nei due giorni della vicenda si era allenato in un parco di Milano e che ieri sera è tornato all hotel Melià per incontrare il proprio procuratore) ha chiamato mercoledì sera il d.s. Piero Ausilio per comunicare l idea di tornare un giorno prima rispetto a ciò che era stato stabilito in base alle 8 ore di permesso. Così, Mazzarri ieri lo ha visto lavorare alla Pinetina, in parte col gruppo. Il tecnico gli ha parlato, evidenziando che poterlo avere in rosa non è certo un fastidio e che comunque il suo impiego sarà sempre dettato dalle necessità tecnico tattiche. Dopo l allenamento, il colombiano ha chiacchierato anche con lo stesso direttore sportivo. Discorso chiaro: vedremo cosa si muoverà sul mercato, intanto andiamo avanti con professionalità perché non è da escludere che tu possa rimanere. Guarin non sarebbe comunque uscito totalmente sereno dai colloqui ma a prescindere da tutto (o no?) la sua convocazione per domenica sarebbe in dubbio. C è il Tottenham Dall Inghilterra, nel frattempo, sono convinti che Guarin raggiungerà la Premier: ci sarebbe il Tottenham, mentre qualcuno parla di Galatasaray. Gli purs erano stati contattati dall Inter per lo scambio con Lamela (rifiutato) e ora vista la possibile uscita di Capoué, diverso da Guarin potrebbero arrivare a offrire una cifra attorno ai 0 milioni, cifra ritenuta bassa. Ed è infatti qui che deve arrivare il cash, da lui o Ranocchia. ilrientro opra, Fredy Guarin, 7 anni: ieri si è allenato e poi ha avuto un doppio colloquio con il tecnico Mazzarri e con il d.s. Ausilio LAPREE Arriva il BVB, ma ubotic... A ore caleranno gli emissari del Borussia Dortmund per il centrale difensivo: domenica saranno a an iro (Ranocchia giocherà?), nel frattempo parleranno con l Inter in maniera più approfondita dell eventuale offerta. E l eventuale offerta non sarà molto alta (7 milioni) certamente inferiore alle attese nerazzurre (5). A Ranocchia si sono interessate a suo tempo il Galatasaray (sondaggino) e lo Zenit, che però ragiona solo su uno scambio. i sospetta che il Borussia farà un offerta meno convinta anche perché l evolversi delle condizioni post infortunio di ubotic sarebbero più rasserenanti del previsto. Vucinic e Osvaldo Ecco, ma il discorso legato a Vucinic? Il Monaco è un ipotesi lieve, al momento fra Juve e Inter c è tutto fuorché serenità: chiaro che l eventuale riapertura dovrebbe scattare ai piani altissimi, ma da più parti resta l idea che la vicenda (svincolata da Guarin) non sia totalmente conclusa. E allora per questo che le scintille che circondano Osvaldo hanno fatto riapparire l oriundo in zona Inter. Hernanes e le scelte Ieri Osvaldo reduce da tre giornate di squalifica è stato sospeso per due settimane dal outhampton per una rissa in allenamento. Vengono in mente i suoi addii a Fiorentina e Roma: sempre elettrici, mai lisci. Anche per questo è ipotizzabile un suo cambio di scenografia: e l Inter, che al momento non ha il cash, osserva. Il outhampton pagò l oriundo 8 milioni: non pensa al prestito, vuole almeno 5 milioni. Ma l Inter, ora, non ha la possibilità di aprire la cassaforte, si sa. Come per Hernanes, che farebbe brillare gli occhi a Mazzarri più di tutto e tutti, perché a quel punto la scelta sarebbe: Hernanes più un attaccante in prestito. I NUMERI i gol in stagione di Fredy Guarin: tre li ha realizzati in campionato (contro Parma, ampdoria e Torino) e uno in Coppa Italia (contro il Trapani) le presenze del colombiano in questa stagione: 9 in campionato (da titolare ha saltato solo Genoa Inter) e 3 in Coppa Italia

6 6 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 ERIE A v identikit & CARRIERA NICO LOPEZ Nato il /0/993 a Montevideo (Uruguay) Ruolo Attaccante Altezza 75 cm Peso 70 kg Le sue squadre Nacional Montevideo 00-0 Presenze 5 Gol 3 Roma 0-03 Presenze 6 Gol Udinese 03 Presenze 9 Gol Coppa Italia Le perle in coppa Italia Maicosuel spinge n rete il pallone che elimina l Inter, assist di Lopez Piacere, Nico Lopez L ammazzamilanesi Assist con l Inter, gol col Milan. «Ho mirato la porta, è andata...» Il gioiello dell Udinese a metà con la Roma: a giugno sarà battaglia FRANCECO VELLUZZI MILANO L ammazzamilanesi gioca senza paura, corre più di Totò Di Natale e inquadra meglio la porta di Luis Muriel. Nico Lopez, 0 anni, pallone d argento (dietro Paul Pogba) al Mondiale Under 0, il 9 gennaio scorso Nico Lopez, 0 anni, calcia in porta il pallone che elimina il Milan ANA ha servito un passaggio da «basta spingere» a Maicosuel, decisivo per eliminare l Inter dalla coppa Italia. Mercoledì sera ha agito in prima persona e ha chiuso un altra porta per l Europa al Milan: «Avevo accanto Badu e Pereyra, ma ho puntato dritto, ho tirato e mi è andata bene», ha detto a fine partita, naturalmente senza dimenticare il principe del gol di Udine, ant Antonio Di Natale: «eguo sempre i suoi consigli, è molto importante per me». abatini Ma ieri il più felice di tutti dicono fosse Walter abatini, il re del mercato della Roma che ha ceduto Nico in comproprietà all Udinese nell affare Benatia, ma che l ha scovato in Uruguay, attraverso i buoni uffici col procuratore Pablo Bentancur. La partita vera si gioca a giugno perché «El conejo» (il coniglio, soprannome creato da un giornalista sudamericano) in 9 gettoni di campionato (un solo gol al Livorno) e due di coppa Italia (un gol al Milan) ha dimostrato di saperci fare. Con la sua corsa e la ricerca continua della profondità ha sconquassato Inter e Milan e il suo valore si aggira già sui 6 milioni. Cifra destinata a salire se le prestazioni dell attaccante uruguagio dovessero continuare a essere su questi livelli. icuramente l Udinese ha trovato un jolly in più, in attesa che Muriel recuperi al meglio. Maestro Guidolin A Roma non si è integrato(«un po soffrivo», disse a fine ottobre): con Zeman ha lavorato bene, ma ha trovato pochi spazi (segnando un gol al Catania), Andreazzoli lo ha demolito moralmente. L opera di ricostruzione è toccata a Francesco Guidolin, maestro in questo tipo di lavoro. Il Guido gli ha dato spazio dal 3 novembre scorso con l Inter, fino a offrirgli parecchie chance da titolare (Napoli, Livorno, Verona, ancora Inter in coppa). «ono sinistro, da piccolo andavo a scuola con la palla in mano, ho la fissa da quando avevo anni. Mi piace vedere la porta e tirare e si è visto a an iro..., ndr anche se non ho la struttura del centravanti», raccontò prima di Udinese Roma. Ma Lopez ha avuto costanza e carattere, quel che chiede Guidolin. Aveva deciso di tenere duro e di non muoversi da Udine (vive a Tricesimo), ha lavorato e si è guadagnato la fiducia: «Ora dobbiamo riprendere la marcia in campionato. Noi sappiamo che siamo forti e non dobbiamo regalare niente». L Udinese ha riacquistato consapevolezza con la meglio gioventù: Lopez, Widmer, Badu, Allan, Muriel, Pereyra. E se arriva l Europa attraverso la coppa Italia la famiglia Pozzo può sorridere: i loro gioielli saranno appetiti da mezzo continente. I NUMERI 5 le partite da titolare in stagione per Nico Lopez: in A, Cagliari, Napoli, Livorno e Verona e una in coppa negli ottavi con l Inter. E entrato anche con Inter in campionato, Milan in coppa, Atalanta, Catania e Lazio in campionato i gol segnati con l Udinese: uno in campionato, il primo a Livorno, e uno mercoledì in coppa col Milan

7 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 7 COPPA ITALIA QUARTI DI FINALE Marvin Compper, 8 anni, sommerso dai compagni dopo il gol che ha dato la qualificazione alla Fiorentina ANA IL TABELLONE MERCOLEDÌ L ULTIMA EMIFINALITA Ottavi di finale Milan pezia 8 Udinese 9 Inter 5 Fiorentina Chievo Catania iena 3 Quarti di finale Udinese Fiorentina Fiorentina in semifinale Ma Montella perde Ilicic Altro attaccante viola k.o.: lo sloveno segna poi esce in barella (guai alla spalla). Decisivo Compper dopo il pareggio del iena FIORENTINA IENA PRIMO TEMPO 0 MARCATORI Ilicic (F) al 0 p.t.; Giacomazzi () al, Compper (F) al 30 s.t. FIORENTINA ( 3 3) Neto; Roncaglia, Gonzalo Rodriguez, Compper, Pasqual (dal 6 s.t. Vargas); Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero (dal 0 s.t. Pizarro); Cuadrado, Ilicic (dal 3 s.t. Matos), Joaquin. PANCHINA Rosati, Venuti, avic, Bakic, Olivera, Rebic, Wolski, Fazzi, Iakovenko. Montella CAMBI DI ITEMA nessuno BARICENTRO MOLTO ALTO 60,5 metri EPULI nessuno. AMMONITI Cuadrado per gioco scorretto; Ilicic per simulazione; Roncaglia per comp. non regolamentare. IENA (3 3) Farelli; Matheu (dal 36 s.t. Belmonte), Giacomazzi, Dellafiore; Angelo, Valiani, Pulzetti, Feddal; Rosina, Paolucci (dal s.t. Rosseti), Giannetti (dal 7 s.t. Plasmati). PAN CHINA Lamanna, Milos, Morero, chiavone, Vergassola, pinazzola, capuzzi, Thomas, D Agostino. Beretta. CAMBI DI ITEMA nessuno BARICENTRO ALTO 55,7 metri EPULI nessuno. AMMONITI Giacomazzi e Pulzetti per gioco scorretto. ARBITRO Giacomelli di Trieste. NOTE pettatori paganti 5.3 per un incasso di 590,36 euro. Tiri in porta:. Tiri fuori: 6 5. Angoli: 6 5. In fuorigioco: 0 0. Recuperi: p.t. 0, s.t. 5. LUCA CALAMAI FIRENZE Un gol, un assist e, poi, l uscita dal campo in barella. La maledizione dei centravanti continua a perseguitare una Fiorentina che conquista la semifinale di Coppa Italia. Il protagonista stavolta è Josep Ilicic. Il falso nove inventato da Montella, dopo aver sbloccato il risultato con un diagonale di destro (il suo piede sbagliato) e dopo aver servito l assist a Compper per il definitivo a, rientra negli spogliatoi tenendosi una spalla malconcia. otto lo sguardo giustamente preoccupato di Montella. Catena di infortuni E una storia incredibile quella che accompagna la stagione degli attaccanti viola. Pepito Rossi è negli tati Uniti in attesa di un responso sull ultimo grave infortunio al ginocchio destro; Gomez è fuori da un girone intero; Matri, l ultimo arrivo, è stato dirottato in tribuna dopo il leggero fastidio muscolare riportato nell ultima gara di campionato. Restava Ilicic. Che ha fatto fino il fondo il suo dovere. Ma che ora rischia un periodo di stop. Maledizioni a parte la Fiorentina centra il passaggio di turno. I viola hanno preso estremamente sul serio questo torneo. Dopo dieci anni nel mondo del pallone la famiglia Della Valle vuole finalmente alzare un trofeo. E la Coppa Italia è un obiettivo concreto. La squadra di Montella incontrerà l Udinese dopo la clamorosa eliminazione del Milan. E parte con i favori del pronostico. 0 0 Milan la Moviola DI FRANCECO CENITI Udinese Fiorentina emifinali Andata -5 febbraio Ritorno - febbraio Finale 3 maggio Roma Quarti di finale Roma 0 Juventus Lazio 9/ iena In rosso le squadre Napoli che disputeranno in casa le gare in turno unico avendo il numero più basso nel tabellone sorteggiato all inizio della manifestazione u Fernandez manca un rigore Ilicic, giallo okay Giacomelli sceglie di fischiare poco e mantiene questo metro per buona parte della partita. Pronti, via ed è subito episodio da moviola: Ilicic chiude l uno due con Joaquin e si presenta davanti a Farelli, da dietro c è il recupero di Feddal e lo sloveno cade a terra. Il replay lascia qualche dubbio, ma il contatto (se c è) sembra minimo e non tale da giustificare rigore e il rosso per la chiara occasione da gol. Regolare anche il vantaggio della Fiorentina: sbaglia Dellafiore e Ilicic gli porta via palla senza fallo. Nella ripresa altro rigore richiesto dai viola: questa volta sembra esserci perché Fernandez è colpito da Matheu. Poco dopo simulazione dello sloveno: giallo giusto. 3 0 Ottavi di finale Roma 3 0 ampdoria 3 Juventus 6 Avellino 37 Lazio 7 Parma 0 Napoli Atalanta 5 GD Primo tempo La Fiorentina inizia a cento all ora. Dopo una manciata di secondi c é un contatto dubbio in area tra Feddal e Ilicic. Il rigore potrebbe starci ma l arbitro Giacomelli fa segno di continuare. Ma lo sloveno è in serata buona e al 0 va segno dopo un clamoroso errore in disimpegno di Dellafiore. Ilicic è stato l ultimo acquisto estivo di Pradè e Macia. Insomma, è entrato in corsa in questa Fiorentina. Eppure si è ambientato bene. Funziona nel ruolo di bomber di emergenza ma è bravo anche nel proporsi come trampolino di lancio per gli inserimenti dei centrocampisti. La squadra di Montella prova a chiudere la partita. Ma un tiro a botta sicura di Aquilani viene respinto da Feddal e un destro velenoso di Joaquin termina di un soffio a lato. Ripresa I viola partono forte anche in avvio di ripresa. E al 6 c è un altro episodio dubbio nell area del iena. tavolta è Matheu a mettere giù Mati Fernandez. L arbitro Giacomelli va segno al centrocampista di rialzarsi. Ma il rigore ci stava tutto. La Fiorentina abbassa un attimo il ritmo. L idea, probabilmente, è quella di gestire uomini e sforzi. Ma, all improvviso, il iena pareggia. Punizione di Rosina e girata di testa vincente di Giacomazzi, una rete che interrompe l imbattibilità di Neto che durava da 676. La crescita del portiere brasiliano è una delle grandi vittorie di Montella. Lo schiaffo sveglia i padroni di casa. La Fiorentina torna padrona della sfida. Compper realizza al 30 il gol partita con una girata di testa su angolo di Ilicic e dopo pochi minuti Pizarro e Joaquin centrano i pali con il portiere Farelli immobili. Una reazione da grande squadra. Nel mezzo c è l infortunio alla spalla di Ilicic. Niente di grave, invece, per Matos che esce per qualche minuto dal campo dopo una botta alla spalle. L ultimo brivido è in pieno recupero. Violenta conclusione da fuori area di Rosina e grande risposta di Neto. La Fiorentina è in semifinale. E Andrea Della Valle ha sempre più voglia di alzare quella Coppa. POGLIATOIO LA FIORENTINA TRA GIOIA PER LA VITTORIA E PREOCCUPAZIONE PER L INFORTUNIO A ILICIC: OGGI GLI EAMI ALLA PALLA Della Valle: «Noi più forti della sfortuna...» Il presidente svela: «In difesa faremo qualcosa». Montella: «Forse ci serve un corno...» DAL NOTRO INVIATO FIRENZE Il tris è piazzato: è la terza semifinale con la Fiorentina in tabellone. uccesse la prima volta nella ex coppa Uefa ( ), poi il gruppo bissò restando tra le prime quattro in coppa Italia (009 00). Ecco il copione aggiornato: la Fiorentina batte il iena nei quarti di coppa, e sfiderà l Udinese nel doppio incrocio che porterà dentro l Olimpico. I Della Valle hanno ricostruito la Fiorentina ma tra gli arredi ancora manca un trofeo: «Abbiamo la chance di arrivare in finale: giocarla in finale contro la Roma nel loro stadio sarebbe difficile, ma intanto pensiamo ad arrivarci», ammette Aquilani appena prima di uscire dal campo. C è un altra serie che va aggiornata, di tono decisamente opposto: in fila stavolta vanno messi gli infortuni dell attacco, e la catena tende alla maledizione. Fuori Gomez, k.o. Pepito (sarebbero terribili alcuni cori dei tifosi senesi, magari a basso volume ma riportati sui social), out Matri, in quella zona sinistra Montella sistema ora Ilicic, sorretto in barella e sostituito dopo un duro colpo alla spalla destra (da valutare oggi). Calma Montella ha il compito di indirizzare i sogni, controllare l entusiasmo e organizzare il doppio assalto, campionato e coppa Italia: «Felici del traguardo raggiunto contro un avversario che ci ha fatto faticare più del previsto. Ilicic? Credo non sia nulla di grave, ma se continua così ci sarà bisogno di un corno Coppa Italia primo obiettivo? No, lo è la prossima gara». Poi Beretta, tecnico del iena: «Bene il coraggio della squadra, concesso solo i due episodi dei gol». Casa dolce casa Andrea Della Valle si agita in tribuna («in difesa qualcosa faremo, siamo più forti della sfortuna»), una fila sotto siede Matri, a proposito del quale c è una curiosità, e riguarda un altro alloggio. Il nuovo padrone dell area viola è diventato l inquilino di Luca Toni proprietario di un appartamento vicino Ponte Vecchio, ora ereditato (in affitto ) dall ex rossonero. Chissà non sia d ispirazione per nuovi gol viola: lui domenica ci sarà. a.g. Vincenzo Montella, 39 anni le Pagelle DI ALEANDRA GOZZINI NETO UN MURO BORJA GRIGIO ROINA PUNGE GIACOMAZZI GOL FIORENTINA 6,5 NETO 7 Balza su Paolucci e Rosina, il muro di imbattibilità si sgretola sotto Giacomazzi. RONCAGLIA 6 evero, lascia passare solo in un paio di occasioni. G.RODRIGUEZ 6 Non è serata da straordinari, ma da tranquillo lavoro di copertura. COMPPER 6,5 Protegge la sua zona da blitz altrui, poi va a svaligiare l area avversaria. PAQUAL 5,5 enza Matri che finalizza, contrae il numero di cross. Attenzione ridotta anche sul pari senese. VARGA 6 Al servizio del gruppo in una fase delicata. AQUILANI 5,5 La prima inquadratura tv è quando non inquadra la porta facendosi ribattere da Feddal. Non è il solo episodio di scarsa sostanza. BORJA VALERO 5,5 Il meteo un po ne condiziona umore e giocate: non scalda come di consueto. PIZARRO 6 ubito incisivo: palo. MATI FERNANDEZ 6,5 Colora una serata grigia con la sua fantasia, non sempre è utile ma diverte. CUADRADO 6 A lui il compito del primo tiro: molte altre incombenze, che svolge stavolta senza luccicare. h 7 IL MIGLIORE ILICIC L esperimento da «falso» 9 a Torino era stata una «vera» delusione. tavola, prima incursione da bomber già dopo novanta secondi, interviene Feddal e l episodio resta dubbio. Dopo 0 minuti altro affondo: vincente. La maledizione dell attacco: esce infortunato alla spalla. (Matos s.v.) JOAQUIN 6 printa da sinistra e poi da destra: taglia il traguardo con assist un po sbiaditi, fa due buoni tiri (un palo). ALL.MONTELLA 6,5 enza Gomez, Rossi e Matri, provvede a mettere Ilicic e Compper nella condizione di trovare gloria. IENA 6 FARELLI 6 E il portiere di riserva, e su di lui riserviamo il giudizio: zero interventi, incolpevole sui gol. MATHEU 6 Limita Joaquin, non ha grande supporto da Angelo che gli lascia in consegna anche Borja Valero. (Belmonte s.v.) GIACOMAZZI 5,5 Di buono segna, di negativo guida un reparto che lascia spazi apertissimi per i gol. DELLAFIORE 5 ui calci piazzati spesso svetta, il problema è che a terra si perde Ilicic, che fila via verso il gol che apre il match. ANGELO 5 Fa cose terrene: non aiuta e non avanza. VALIANI 6 Oppone la sua quantità ai palleggiatori viola: non frana. PULZETTI 6 Come sopra: si batte senza farsi sbranare. FEDDAL 5,5 Più che esterno, terzino bloccato: si sgancia pochissimo, ma fa buona guardia. h IL MIGLIORE 6,5 ROINA batte sulle colonne viola, nel senso che il fisico avversario spesso lo sovrasta. i riscatta con la punizione del pari e con un missile disinnescato. PAOLUCCI 5 uo il primo pericolo bianconero. Per lui, primo e ultimo. ROETI 6 Non ha grandi opportunità per farsi notare. GIANNETTI 5 volazza sulla destra del fronte, accende un tiro dai 0 metri che si spegne di pochissimo sopra la traversa. PLAMATI 6 Prova a farsi vedere. ALL.BERETTA 6 otto la pioggia non affonda, ma neppure dà grossi grattacapi. quadra ordinata, ma senza lampi. ARBITRO GIACOMELLI 5 Ilicic Joaquin è un miscuglio di gambe, resta un dubbio. orvola anche su Matheu Mati, contatto più evidente. Ok il giallo all Ilicic simulatore. chenone 6 Iori 6

8 8 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 ERIE A Insostituibili Tevez Llorente decisivi nel nuovo gioco di Conte L evoluzione del 3 5 della Juve: lanci lunghi, sponde, tagli Ecco perché il tecnico non può fare a meno della coppia gol DAL NOTRO INVIATO G.B. OLIVERO VINOVO (Torino) A qualcuno magari sarà sfuggito, ma martedì sera c è stata anche una partita. Pure importante: i quarti di finale di Coppa Italia, seconda contro prima, stadio pieno, bella atmosfera. e n è parlato poco perché la surreale vicenda Vucinic Guarin ha catalizzato le attenzioni generali, ma quella partita tra Roma e Juve ha lanciato messaggi interessanti. Uno: due volte quest anno i bianconeri si sono giocati una qualificazione in trasferta e sono le uniche due volte in cui hanno perso senza segnare (l altra era col Galatasaray in Champions). Due: adesso la Juve ha l obbligo morale di cercare di vincere l Europa League, visto che si è liberata del peso (tale era visto, chissà poi perché) della Coppa Italia e ha guadagnato (termine strano dopo un eliminazione) altre due settimane senza impegni. Ma il messaggio più importante riguarda la dipendenza della squadra da Tevez e Llorente. Il vecchio 3 5 Non si tratta di una dipendenza tecnica (in passato sono stati utili alla squadra Quagliarella, soprattutto, e Giovinco, meno), ma tattica. E questo la rende più significativa: il nuovo 3 5 di Conte non può prescindere dalla presenza dell Apache e del Re Leone. Rispetto all anno scorso il modulo non è cambiato, ma l interpretazione e il flusso di gioco sì. Prima la Juve esercitava il possesso fino a quando, grazie alla circolazione rapida e al movimento dei giocatori, non si aprivano varchi preferibilmente sulle fasce. Le punte entravano in gioco tardi, con spostamenti prevalentemente orizzontali che avevano lo scopo di aprire le difese avversarie e di favorire gli inserimenti delle mezzali e degli esterni. Primo anno insieme Carlos Tevez, 9 anni, argentino e lo spagnolo Fernando Llorente, 8 anni. spagnolo: è la coppia gol della Juve di Conte. Entrambi gli attaccanti sono alla prima stagione con la maglia bianconera ANA Le novità Prima non c erano sensibili differenze: il gioco prescindeva dal nome degli attaccanti titolari. Adesso Tevez e Llorente sono indispensabili per la nuova interpretazione tattica. Conte ha cercato soluzioni diverse per rendere più imprevedibile la Juve, ormai studiata dagli avversari. E con i due attaccanti arrivati in estate ha fatto sviluppare il gioco più centralmente nella sua fase iniziale. Il ricorso al lancio lungo (che non significa casuale) è più frequente, la verticalizzazione è spesso immediata. Con due sbocchi: se la palla arriva a Llorente, lo spagnolo usa il fisico per controllarla e scaricarla alla mezzala più vicina che al suo fianco ha un esterno in avanzamento. Così si crea solitamente una superiorità sulla fascia e le opzioni di passaggio sono tante: Tevez che taglia sul primo palo, l altra mezzala sul secondo, perfino l altro esterno che segue l azione o Llorente che arriva dopo il lavoro di sponda. Lo sbocco lo garantisce Tevez: lui ha la tecnica e l abilità per stoppare spalle alla porta, girarsi e partire. La superiorità numerica nasce già lì: l Apache entra in azione e di conseguenza si muovono gli esterni e le mezzali. Mentre Llorente prende posizione in area, Tevez diventa il regista offensivo. ono cose che Quagliarella e Giovinco non riescono a fare. Ecco perché Conte non può fare a meno di Carlitos e Fernando. I NUMERI 0 le partite giocate insieme da Tevez e Llorente, per un totale di.96 minuti. In 6 gare Conte li ha schierati entrambi titolari ( volte in Champions e in campionato), due volte sono subentrati entrambi dalla panchina e solo tre hanno giocato entrambi tutti i 90 minuti. 9 i gol di Tevez, tutti in campionato. 0 i gol di Llorente, due in Champions. 3 le partite nelle quali i due giocatori erano titolari e non sono riusciti a segnare. E successo nelle ultime due gare dii Champions contro Copenhagen (vittoria 3 ) e Galatasaray (sconfitta 0) e in campionato nel 3 0 casalingo sulla Roma. TENIONI L ATTACCANTE OGGI I ALLENA Mirko Vucinic, 30 anni, è alla Juve dal 0 FORTE Il tecnico tace mentre Vucinic torna in campo Niente conferenza di Conte, infastidito da certe interpretazioni delle sue parole prima della amp DAL NOTRO INVIATO VINOVO (Torino) Oggi Mirko Vucinic si allenerà con i compagni ma non potremo chiedere ad Antonio Conte in quali condizioni psicofisiche sia l attaccante montenegrino perché l allenatore della Juve non farà la classica conferenza stampa di vigilia. L appuntamento con i giornalisti è stato cancellato e anche in questo caso si tratta di una decisione polemica, condivisa con la società. A Conte e ai dirigenti bianconeri non sono piaciute certe interpretazioni che una parte dei media ha dato alle dichiarazioni del tecnico prima di Juve amp. In quell occasione Conte aveva sottolineato gli interventi sul mercato di Roma e Napoli e secondo qualcuno era un modo per lanciare un messaggio ad Agnelli e Marotta. La Juve ha così scelto, per l ennesima volta, la comoda strada del silenzio: Conte parlerà solo dopo la partita e perché non può proprio farne a meno a causa degli obblighi contrattuali. Peccato che in questo modo vengano puniti indiscriminatamente tutti i giornalisti e che, più che un segnale forte (sarebbe l intendimento societario), si tratti di qualcosa che assomiglia a uno sgarbo. Che non si limiterà a oggi: Conte probabilmente non farà più le conferenze di vigilia fino al termine del campionato. Ecco Mirko Il programma prevede l allenamento a Vinovo e poi la partenza per Roma dove domani sera i bianconeri sfideranno la Lazio. Alla seduta di oggi parteciperà anche Vucinic che ieri ha avuto un nuovo colloquio con il procuratore Alessandro Lucci e poi ha deciso di ricominciare ad allenarsi dopo due giorni di riposo. Il giocatore spera sempre di essere ceduto. La sua meta preferita è l Inter, ma la trattativa è ferma. Il grave infortunio di Falcao mette il Monaco nelle condizioni di dover trovare un attaccante e Vucinic potrebbe essere una buona soluzione. Per il momento c è un tiepido interessamento gb.o. GLI AVVERARI IL TEDECO PREDICA PRUDENZA IN VITA DELLA PARTITA DI DOMANI CON I BIANCONERI Klose si mette in difesa: «Lazio, speriamo nel pari...» «Con Reja siamo migliorati, ma loro sono fortissimi» Ciani Norwich: si tratta DAL NOTRO INVIATO TEFANO CIERI FORMELLO (Roma) frontato in campo, prudente fin troppo nelle dichiarazioni. Miro Klose è così, prendere o lasciare. Arriva la Juve e lui, anziché caricare l ambiente, mette le mani avanti: «Dobbiamo correre più di loro, vincere i duelli individuali e con un po di fortuna possiamo pareggiare». Certo, la Juve è una corazzata. Certo, è reduce da vittorie consecutive e domani, a differenza di quanto fatto con la Roma in Coppa Italia, scenderà in campo con la formazione migliore. Però un briciolo di ottimismo in più Miroslav Klose, 35 anni ANA non sarebbe stato male. Pesa, indubbiamente, il ricordo delle ultime due sfide con i bianconeri ( 0 in upercoppa e in campionato). «Non vogliamo prendere altri quattro gol osserva Klose Con Reja stiamo facendo bene. Quando arriva un nuovo allenatore si entra in competizione e questo è positivo. Ci stiamo allenando bene, soprattutto a livello di testa. Ciò non toglie che con la Juve sarà dura: è una buonissima squadra ed ha un allenatore, Conte, che è un grande tattico». Piedi per terra, dunque. Un concetto che Klose estende alle prospettive stagionali. «Qualificazione alle coppe? Possiamo farcela, ma sarà difficile». Reja riflette otto dunque con la Juve. Un match che, come se non bastasse la forza dei bianconeri, la Lazio dovrà pure affrontare in emergenza. Reja pare intenzionato a insistere sul 3 con i giovani Cavanda e Crecco sulle fasce. Il primo è ormai un titolare, il secondo IL NUMERO 5 le reti realizzate da Klose in questo campionato. Ne ha segnate all Olimpico, una in trasferta: a Torino proprio contro la Juve che sfiderà nell anticipo di domani invece appena diciottenne sarebbe al debutto da titolare in erie A. La sua unica presenza in campionato c è stata guarda caso proprio con la Juve nello scorso campionato (giocò gli ultimi venti minuti). Tra squalificati e infortunati Reja deve rinunciare a sei giocatori. Li recupererà tutti nelle prossime partite, tranne Ederson, la cui stagione è finita. Martedì il brasiliano si opererà a Lione per ridurre lo strappo alla coscia destra. Ciani verso il Norwich Contro la Juve sarà ancora difesa a tre. Con Ciani al fianco di Biava e Dias. Per il francese potrebbe essere l ultima partita in biancoceleste. La trattativa per la sua cessione al Norwich è infatti in dirittura d arrivo. Il club inglese è pronto a versare,5 milioni di euro alla Lazio, soldi che i biancocelesti utilizzerebbero per prendere un altro difensore. L indiziato numero uno è Paolo Cannavaro.

9 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 9 ERIE A L AFFARE Cellino Cagliari, divorzio? E sul Leeds atteso il sì della FA La Federazione inglese deve dare l ok all operazione entro un mese, mentre il patron pensa di cedere il club sardo. ant Elia: col Milan ipotesi mila posti ALEANDRO RUO MILANO barcare in Inghilterra da proprietario del Leeds per distanziarsi progressivamente dal Cagliari. Potrebbe essere la trama immaginata da Massimo Cellino nel finale della sessione invernale del calciomercato. Le vicende dei due club evidentemente si incrociano, con l ipotesi della cessione del Cagliari, il «gioiello» italiano di Cellino, in nuove mani. Attesa per l ok della FA Il presidente sardo, con l impegno sul Leeds starebbe meditando infatti un graduale disimpegno o la cessione del club rossoblù per dedicarsi esclusivamente al calcio inglese. Intenzione da suffragare con i fatti, prima con il visto all acquisto del Leeds da parte della Football Association (la Federazione calcistica inglese deve obbligatoriamente mettere il visto sulla cessione di un club a nuovi proprietari), poi trovando nuovi acquirenti per il Cagliari. Una situazione che rende incerto il futuro prossimo della società rossoblù e il conseguente disorientamento tra i tifosi cagliaritani. C è un passaggio ulteriore da tenere presente. Dall entourage di Cellino trapela che se non si trovasse un acquirente per il Cagliari, non è escluso che la squadra a fine stagione possa essere consegnata nelle mani del sindaco. Una storia dal finale aperto. Cellino, intanto, accompagnato da un manager italiano di fiducia e dal figlio Ercole, si trova ancora in Inghilterra per prendere confidenza con l ambiente Leeds, lo stadio e il club. Raggiunta l intesa di massima, in attesa del visto della FA (attesa per metà febbraio) e delle firme sull acquisto, i contorni economici sono ora più chiari. i parla di un investimento di circa 50 milioni di euro su base biennale, parte con un pagamento cash, il resto con fondi azionari. Il Leeds, giova ricordarlo, è controllato dalla Gulf Finance House, un consorzio con sede nel Bahrein che ha messo in vendita il 75 % delle quote del club in suo possesso. Massimo Cellino, 58 anni, presidente e proprietario del Cagliari dal 99. Ama la chitarra elettrica LAPREE Calciomercato incrociato La notizia dell accordo per il passaggio del Leeds a Cellino, ha fatto incrociare i movimenti di mercato tra Cagliari e Inghilterra. Trattative serrata per Vecino al Cagliari (alternativa Munari), mentre perde al momento di consistenza l ipotesi Julio Cesar (in uscita dal Qpr) come quella di Viviano. In arrivo al Leeds ci sarebbero invece il centrocampista del Cesena Andrea Tabanelli e l attaccante del Verona Daniele Cacia. Nella giornata di ieri, si sono rincorsi anche altri nomi, come quello di ampirisi del Genoa. Oltre ai giocatori è partito finanche il toto allenatore. L ipotesi più plausibile è che la guida del Leeds rimanga nelle mani dell attuale tecnico. Nella serata di mercoledì da registrare una cordiale telefonata sul tema tra Cellino e Max Allegri. La capienza del ant Elia Ci sarà anche Cellino a Cagliari per la gara di domenica tra i rossoblù di Lopez e il Milan. Il presidente sardo, dopo il blitz in Inghilterra, tornerà infatti in tempo utile per assistere al match con i rossoneri. Con la speranza di vedere il ant Elia più gremito che nelle ultime gare. È in programma infatti oggi, la riunione della Commissione di vigilanza che potrebbe portare la capienza dello stadio isolano fino a mila posti. Il Cagliari e Cellino ci sperano. LA LENTA CONQUITA 3 gennaio 00 Quasi quasi il West Ham Cellino si siede al tavolo delle trattative per il West Ham 9 gennaio 00 In fumo Il West Ham finisce nelle mani degli ex proprietari del Birmingham marzo 00 Il Portsmouth Cellino prova a comprare il Portsmouth 9 gennaio 0 I love Leeds Dopo due settimane di trattative l annuncio che l acquisto del Leeds United è prossimo. Ma le firme slittano gennaio 0 Ultima tappa La firma appare cosa fatta IL NEO ACQUITO Adryan Tavares ROAPRE Adryan avrà il 3 E oggi si discute il ricorso di Pinilla AEMINI (m.f.) In Brasile lo chiamano Zico biondo: è Adryan Tavares e ammira Zidane. «ognavo un campionato difficile e diverso dal brasiliano. Voglio ripagare la fiducia del presidente, che mi ha definito fenomeno». Il trequartista, classe 99, arriva dal Flamengo debutto a 7 anni in prestito con diritto di riscatto. Al Cagliari, Adryan ha la maglia 3: è stata di Matri. Dice: «Oltre ai connazionali Avelar e Nené ho fatto amicizia con Ibraimi e Cossu». Atteso il transfer, improbabile l esordio col Milan. Gara per la quale Lopez spera di poter avere anche Pinilla, magari con uno sconto della Corte di Giustizia federale chiamata oggi a esprimersi sul ricorso cagliaritano contro i due turni di squalifica rimediati dall attaccante per l espulsione nell ultima gara casalinga contro la Juventus.

10 0 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 ERIE A Jorginho vola alto «Pirlo e Xavi i miei riferimenti» Il regista del Napoli: «ogno la Nazionale azzurra» Preso Andujar per giugno: sarà il vice Rafael Michel Bastos, 30 anni, brasiliano con passaporto francese, nuovo centrocampista della Roma MANCINI GIANLUCA MONTI NAPOLI Ha la classica faccia da bravo ragazzo, ma che sia svelto di pensiero lo si è capito dopo un paio di risposte. Jorge Luiz Frello Filho, per tutti Jorginho, è arrivato a Castelvolturno da qualche giorno. ua sorella Fernanda non lo perde d occhio fuori dal campo, sul terreno di gioco ha però già avuto modo di farsi apprezzare da Benitez. Domani potrebbe esordire contro il Chievo in una sorta di derby personale. E in ballottaggio con Dz i, ma comunque almeno uno spezzone di partita lo giocherà: «ono pronto, ho avuto una splendida accoglienza da parte di tutti. ono consapevole delle mie qualità, cercherò di imparare tanto da Benitez. Mi sta già insegnando il suo modulo, non credo che avrò problemi a trovare l intesa con i miei compagni di reparto». Jorginho, 3 anni, centrocampista nato in Brasile, naturalizzato italiano ANA In mezzo: resiste Capoue, voci su Kondogbia e Krychowiak. Vargas al Valencia Idee chiare Jorginho dice chiaro di sentirsi un regista. Ruolo che nel Napoli era scoperto. Può integrarsi al meglio con Inler, Dz i e Behrami (il rientro di quest ultimo è previsto tra un mese). «Non ho un modello particolare, ma ho sempre guardato Pirlo e Xavi perché mi piace essere al centro del gioco. Ho scelto il numero 8 perché è il mio preferito sin da bambino e poi ho saputo che qui spesso ha portato bene». Jorginho ha stregato Benitez in Verona Napoli. Bigon aveva già pensato a lui da un po : «A Jorginho auguriamo il meglio ha detto ieri ogliano, d.s. veronese Dispiace, ma la scelta è stata ponderata: l equilibrio economico per un club come il nostro è fondamentale». Jorginho giura che dalla trattativa non è stato influenzato: «Certo, quella partita l ho giocata con una motivazione in più, è bello sapere che una grande suadra come il Napoli ti segue». Dall azzurro del Napoli a quello della Nazionale? «Cercherò di fare del mio meglio, poi Prandelli farà le scelte». Jorginho ha «tamponato» l ovvia domanda: «La società fa il suo lavoro, se crede che serva ancora un centrocampista è giusto che lo prenda». Mercato In realtà, ieri il Napoli ha chiuso per il portiere Andujar dal Catania (,5 milioni di euro, contratto fino al 07 per lui, oggi visite) che verrà girato in prestito: è attratto dal Betis ma potrebbe restare a Catania per poi tornare tra sei mesi come vice a Rafael (Reina andrà via, probabilmente a Barcellona). Altri rinforzi? altato lo scambio Armero Constant con il Milan per volontà del mancino rossonero (ma Armero vuole partire), anche Peluso della Juve sembra avere dubbi. Capoue (Tottenham) resta il primo della lista a centrocampo, anche se ieri due voci hanno attirato l attenzione. La più affascinante riguarda Kondogbia, ma è quasi impossibile: il Monaco lo cede solo in caso di offerta mostruosa, vicina ai 30 milioni. La più concreta ha a che fare con Krychowiak, polacco del 90 del Reims che non dispiace a Benitez. Tornando al Tottenham, è invece spaventa la richiesta per Vertonghen. Perdono terreno anche le piste Ralf e Henrique, mentre Edu Vargas oggi sbarca a Valencia. Ruggito Bastos «Qui per Garcia Juve, arriviamo» Il brasiliano: «La Roma non deve mollare» Assalto a Paletta, Borriello al West Ham si fa ANDREA PUGLIEE ROMA Appena arrivata l ufficialità, Garcia era stato chiaro: «Bastos? Ci serviva un alternativa a Gervinho, può fare anche l esterno basso». Appunto, il pregio di Michel Bastos è questo, a sinistra può risolvere più di un problema al francese. Tra l altro, Bastos con Garcia a Lilla ebbe numeri pazzeschi. «Per me il mister è stata una persona importante, anche se ci ho lavorato un solo anno dice il brasiliano Logico che la sua presenza sia stata fondamentale nella mia scelta. La Roma è un grande club, come lo era il Napoli, ma ho l impressione di aver fatto la scelta giusta». Mai arrendersi Bastos avrà bisogno di una decina di giorni per recuperare la forma e smaltire i postumi della frattura all avambraccio sinistro. «Poi sarò al 00% per dare il mio aiuto. Dove? Posso giocare terzino o più avanti, anche in attacco. Arrivo in prestito per 6 mesi, ma l obiettivo è restare a lungo, almeno altri anni». Intanto, il suo battesimo è stato in coppa con la Juve. «Atmosfera eccezionale, ora non dobbiamo arrenderci in campionato. Il distacco è importante, ma lavorando possiamo provarci». Prima, però, vivrà un altra atmosfera doc, quella del derby. «o quanto vale e so che ce ne potranno essere 3 di fila. Mi dispiace ancora per quella sciarpa: non volevo offendere nessuno, una cosa del genere non doveva succedere». Paletta nel mirino Per il vice Burdisso (che il Genoa ha pagato mille euro, cifra simbolica) la Roma sta lavorando sulla pista che porta a Parma, a Gabriel Paletta. Da Collecchio la richiesta è stata lalite Blasi contro Ferrari «ei tutta stucco» «No, tutta naturale» Tutto nasce dal Twerkatore delle Iene: lo sketch con Paola Ferrari non sarebbe dovuto andare in onda (come richiesto da lei). In onda invece è andato ed è stato presentata da Ilary Blasi come «acqua, stucco e sapone». E la Ferrari ha risposto twittando e allegando una propria foto: «A differenza di altri casi qui è tutto naturale». di 7 milioni, la Roma punta a chiudere a 3 per la comproprietà o, eventualmente, inserendo una contropartita tecnica (Romagnoli). Il problema è convincere Paletta, che punta al Mondiale e digerirebbe male un ruolo da riserva. Toloi e Borriello Così abatini sta lavorando su altri fronti: ha in mano Heitinga, ieri gli è stato offerto Mexes (declinato) e aveva intavolato un discorso per Ranocchia: prestito con diritto di riscatto (a 8 0 milioni), ma anche Ranocchia vuole giocarsi le sue chance per il Mondiale e non vuole fare la riserva di Benatia e Castan. L altro nome sul taccuino del d.s. è Rafael Toloi, centrale del an Paolo, ma nei dvd visti sia abatini sia Garcia non sono rimasti convinti. Tra l altro, Toloi venne offerto da Finger a abatini ai tempi del Palermo: prima ad 8 milioni (con la promessa del passaporto comunitario), poi a,5 (in attesa di passaporto), ora di nuovo a 5 (con passaporto). Insomma, è una situazione poco chiara. Infine sembra che Borriello si stia convincendo ad accettare il West Ham, prestito secco e diritto di riscatto. Le società sono d accordo, oggi potrebbe arrivare l okay del giocatore. Nel caso, già domani per lui visite mediche a Londra. (ha collaborato Chiara Zucchelli) Cari lettori, in questi giorni vi abbiamo raccontato la genesi e l evoluzione dell operazione GazzaBet, manifestando la nostra assoluta contrarietà all ipotesi (ormai sempre più concreta, purtroppo) che il nome della Gazzetta dello port venga associato ai gestori del business delle scommesse sportive. Lo abbiamo fatto con una serie di comunicati, con volantini e anche con una petizione al management di Rcs MediaGroup, creata attraverso il sito change.org e accessibile tramite Gazzetta.it. Appello che ha già raccolto 5000 firme e che è stato sottoscritto, tra gli altri, da campioni dello sport COMUNICATO INDACALE come il tiratore Niccolò Campriani e artisti come l attore Alessandro Gassman. Ma l editore non è intenzionato a fermarsi: un agenzia specializzata ha annunciato ieri l acquisto della licenza detenuta da Neomobile Gaming pa, che operava sul mercato col marchio Casino Planet. Da lì, ottenuto il consenso dell Aams, Rcs affiderà la concessione a Playtech, che gestirà il business dall esterno. Per siglare l accordo fino al 00 con Neomobile sono stati stanziati 300mila euro: una cifra che forse non sposterà il bilancio di un grande gruppo editoriale, ma che nondimeno ci sarebbe piaciuto veder investita in progetti giornalistici, invece che in iniziative che rischiano di incrinare il rapporto di fiducia coi lettori del nostro giornale. Alla luce di quanto emerso, il Comitato di Redazione della Gazzetta dello port (a cui la redazione ha affidato un pacchetto di due giorni di sciopero) chiama l editore a un confronto in tempi brevissimi, per verificare le informazioni emerse. E per ribadire forte e chiaro il no dei giornalisti della Rosea a GazzaBet: l'unica scommessa che accettiamo di legare al marchio Gazzetta è sulla professionalità e la qualità del nostro lavoro. INTANTO LA QUETURA «CAGIONA» I TIFOI HELLA PER GLI ULULATI CON IL NAPOLI Verona Roma, è allerta Controlli rafforzati MATTEO FONTANA VERONA Allerta per Hellas Roma, in programma domenica alle.30. La questura di Verona ha annunciato controlli rafforzati, nonché la limitazione della scorta di biglietti per il settore ospiti: saranno circa.500 i tifosi giallorossi in trasferta. Oltre al divieto di vendita nell area dello stadio da tre ore prima a un ora dopo la partita, di bevande in bottiglie di vetro, o in altri contenitori non aperti, deciso con ordinanza del sindaco, si va definendo una zona chiusa all accesso dei mezzi dei non residenti nei dintorni del Bentegodi, soluzione già adottata per la gara con il Napoli. La polizia nega i buu Proprio in merito alla partita del gennaio col Napoli, in seguito alla quale il Verona fu sanzionato con la chiusura (sospensione per un anno) della Curva ud per cori di discriminazione razziale nei confronti di Pablo Armero circostanza negata dall Hellas, che ha presentato ricorso, c è da registrare l intervento della stessa questura. In una relazione del 8 gennaio, la dirigenza della polizia riferisce: «Circa l intonazione di cori razzisti da parte dei tifosi del Verona all indirizzo di calciatori della squadra del Napoli (del tipo scimmia! oppure del tipo buh buh buh ) lo scrivente, come già affermato in relazione agli atti, ribadisce di non aver personalmente percepito nulla del genere». Una tesi che va a collimare con quella dell Hellas. Ieri, intanto, per varie partite del Verona sono stati emessi sei Daspo: cinque a carico di tifosi gialloblù, uno per un sostenitore del Napoli.

11 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT MERCATO IL CAO LA TRATTATIVA EMPRE BAATA U UN OFFERTA DA 9,3 MILIONI. AL GIOCATORE UN TRIENNALE DA MILIONI A TAGIONE. PER I CINEI L ALTERNATIVA È BIABIANY Frenata per Diamanti in Cina Guaraldi, decisione in 8 ore Il Bologna chiede nuove garanzie, il verdetto entro lunedì. La curva: «Non si tocca» ANDREA TOI BOLOGNA L assalto dei cinesi ad Alino Diamanti, un affare definito mercoledì sera con tutte le cifre concordate, ha subìto una brusca frenata ieri pomeriggio e rischia di saltare nelle prossime ore se non ci saranno sviluppi. econdo indiscrezioni, sono sorti complicazioni e malintesi sulle modalità del pagamento offerte dal club allenato da Marcello Lippi. Il Bologna chiede che venga osservata una tempistica precisa e siano fornite tutte le opportune garanzie a tutela dei crediti. La cifra di 9,3 milioni, spalmata su due rate di cui la prima di 6,3, come da accordi, inoltre deve essere al netto delle commissioni degli agenti. embra che Guaraldi non sia convinto su questi punti, temendo di finire incastrato. Perciò il presidente per ora ha bloccato Diamanti, ormai sicuro del trasferimento. Nel caso l affare saltasse, invece, il Guangzhou proverebbe a prendere Biabiany dal Parma. Intanto, Diamanti con ogni probabilità giocherà domenica contro la laconsegna Il tapiro di «triscia» a Morandi Il cantante: «Datelo ai tifosi» Gianni Morandi, presidente onorario del Bologna, ha ricevuto da «triscia la Notizia» il Tapiro d oro perché «si è vergognato per i cori razzisti della curva, minacciando dimissioni». «Non so se mi dimetto ha detto l artista bolognese Il Tapiro? Datelo ai tifosi». amp. I tempi per concludere la trattativa sono brevi, entro lunedì al massimo sapremo se, dopo il caso Guarin Vucinic, anche per Diamanti ci sarà un clamoroso dietrofront. Piazza in subbuglio È possibile che Guaraldi ci stia ripensando, anche per non figurare come il presidente che per il secondo inverno trasferisce il capitano (nel 03 toccò a Portanova). Anche la reazione negativa della piazza, che vede il Bologna terzultimo pronto a cedere il suo migliore giocatore mentre le rivali provano a rinforzarsi, ha un peso specifico. Guaraldi da tempo è inviso ai tifosi della curva, ma anche i più moderati sono contrari alla cessione di Diamanti per il timore che non venga compensata da un paio di innesti di valore, diventando la pietra tombale del Bologna in erie A. Ieri mattina Diamanti si è allenato regolarmente nel silenzio di Casteldebole mentre fuori un Alessandro Diamanti, 30 anni, è alla terza stagione con la maglia del Bologna che lo prelevò dal Brescia CHICCHI piccolo striscione recitava «Alino non si tocca». Finito l allenamento, Diamanti è filato via senza commentare. Connection Dopo i primi approcci di due settimane fa, la vicenda è entrata nel vivo quando è uscita la notizia dell interesse del Guangzhou. La trattativa è in mano a Davide Lippi, agente e figlio di Marcello, che prima di contattare il Bologna ha parlato con i procuratori del giocatore, in particolare Luca Puccinelli, di origine viareggina come i due Lippi. Quindi la connection versiliana ha trovato la basi dell accordo: per Diamanti a Canton è pronto un triennale da milioni a stagione. Ricordiamo che col Bologna ha un contratto fino al 08 da,5 milioni all anno. Il club rossoblù ha bisogno di soldi per fare mercato e onorare gli stipendi ma un Diamanti non si può svendere. Chanturia per il Bologna Marquinho verso Verona Torino: ipotesi Dramé assuolo: vicini Floccari e anabria, idee Choupo Moting e Gila Livorno, è quasi fatta con Olivera. print Catania per Giannetti BIANCHIN DI CHIARA DI FEO Manca la s finale, ma Marquinho lascerà la Roma, come Marquinhos a luglio. L esterno brasiliano ovviamente non va al Psg ma al Verona, che negli ultimi giorni ha battuto la concorrenza del Genoa: vicinissimo l accordo per un prestito con diritto di riscatto della metà a,8 milioni. Per Mandorlini, può essere un nuovo titolare. Verona però è anche Chievo, squadra decisamente attiva in questa settimana. Ieri è saltato lo scambio di esterni Estigarribia Mesbah con il Parma ma sulla sinistra è arrivato Rubin, mancino di proprietà del iena, che nella trattativa avrà Pamic. Per Mesbah, a questo punto, si apre una prospettiva Atalanta, mentre il Chievo cederà Dramé, che andrà a scadenza in estate e piace al Torino oltre che a un paio di club francesi. Corini potrebbe avere anche Canini (Atalanta), sempre più vicino per la difesa, il giovane Paredes in prestito dalla Roma, la coppia Cofie Calaiò dal Genoa e un attaccante tra Maxi Lopez (Catania, l accordo col giocatore è vicino) e Bakambu, enne del ochaux. assuolo Gli attaccanti infatti sono ovviamente i giocatori più ricercati. Il assuolo ne prenderà due, uno esperto e uno giovane. Categoria esperto: chieste informazioni al Genoa per Gilardino, operazione comunque molto complicata. Più concretamente, continua il dialogo con la Lazio per Floccari. Lotito chiede milioni per il cartellino, il assuolo gradisce il giocatore, che vorrebbe un ingaggio da 850mila euro. Nello stesso Ufficiale Biondini in neroverde Rubin al Chievo, che punta Canini, Paredes e Lopez quigenoa De Ceglie fa già gol... al Vado Derby alle.30: protesta ultrà «Lasciamo vuote le gradinate» GENOVA (a.d.r.) «Voglio portare la mentalità vincente appresa alla Juve». Parola di Paolo De Ceglie, neo genoano. Ieri ha giocato l amichevole dei rossoblù a Vado, vinta per 8 0 con una sua rete tra quelle di Cabral, Antonini, Konate e le doppiette di Gilardino e Fetfatzidis. Intanto i tifosi minacciano una protesta contro l orario del derby, fissato alle.30 del febbraio. Gli ultra di Genoa e amp vorrebbero seguire la gara dall esterno delle Gradinate ruolo, nei giorni scorsi i neroverdi hanno trattato Choupo Moting, camerunese dell 89 del Mainz. Categoria giovane: il assuolo è sempre più vicino all accordo con la Roma per anabria, paraguaiano del 96 che lascerà Barcellona appena si troverà un accordo con i giallorossi, pronti a prestarlo in neroverde. Intanto, il assuolo ha ufficializzato Biondini, ormai un ex Genoa, squadra che ha ufficializzato Burdisso e Marco Motta. Livorno e Catania empre zona salvezza. Il Livorno ha fatto ampi passi avanti per Ruben Olivera (Genoa). Il Bologna ha visto l agente di Chanturia, georgiano del Vitesse: c è un accordo di massima, l affare si può chiudere entro fine settimana se non ci saranno rilanci di altre squadre. Il Catania segue cocco (Internacional) e sta per lanciare lo sprint per Giannetti dal iena, mentre il Parma pensa (anche) a cedere: c è un offerta del Botafogo per Amauri, che però non si muoverà, mentre il giovane Boniperti, nipote del grande Giampiero, lascia Crotone, quiparma torna gialloblù e probabilmente giocherà all estero. Toro Il Torino, invece, oggi potrebbe essere la squadra del giorno. Oltre a Dramé, possibile arrivo dal Chievo, parla con l Udinese per una doppia operazione. Il Toro vuole Faraoni e in cambio può cedere Gazzi, che l Udinese girerebbe al Watford: annino, tecnico degli inglesi, è un suo estimatore. Proprio l Udinese segue sempre Aguirre, attaccante del Liverpool Montevideo. Il Cagliari per la porta valuta Viviano, chiuso all Arsenal, mentre il Verona valuta l idea Cerro (Velez) come esterno destro di centrocampo. Vergara nel nome di Asprilla «Tino un idolo anche per me Voglio conoscere Cassano» PARMA (s.p.) Il Parma ha presentato il difensore colombiano Jherson Vergara, 9 anni, in arrivo dal Milan in prestito con diritto di riscatto della metà. «Conosco Asprilla, so cosa ha fatto con questa maglia. È un idolo», ha detto ieri. «Ero in panchina in ottobre col Milan, al Tardini. Non vedo l ora di conoscere Cassano, un grande. Intanto posso solo dire a tutti... Forza Parma». Resta da capire se Vergara, ancora inesperto, possa aiutare subito i gialloblù la situazione DELLE 0 QUADRE DI A ATALANTA Colantuono Benalouane (d, Parma) Marilungo (a) e Gagliardini (c, Cesena) Mesbah (d, Parma) BOLOGNA Ballardini Paponi (a, Montreal, fp) Gimenez (a, Nacional), Alibec (a, Astra G.) Kharja (c, svinc.), Donati (c, Verona), Belfodil (a, Inter), Chanturia (a, Vitesse) CAGLIARI Lopez Adryan (c, Flamengo), Adan (p, svincolato) Nainggolan (c, Roma), Ariaudo (d, assuolo), Rui ampaio (c, L Arouca) Julio Cesar (p, Qpr) CATANIA Maran Lodi (c, Genoa), F. Rinaudo (c, porting Lisbona) Tachtsidis (c, Torino), Andujar (p, Catania) Floccari (a, Lazio), Giannetti (a, iena) CHIEVO Corini Rubin (d, Verona) Improta (a, Padova), Pamic (d, iena) Greco (c, Livorno), Maxi Lopez (a, Catania), Cofie (c) e Calaiò (a, Genoa) FIORENTINA Montella Rosati (p, assuolo), Matri (a, Milan), Anderson (c, Manchester U.) M. Alonso (d, underland), Munua (p, Nacional) Tatarusanu (p, teaua) GENOA Gasperini Cabral (c, underland), De Ceglie (d) e Motta (d, Juve), Burdisso (d, Roma) Lodi (c, Catania), Manfredini (d) e Biondini (c, assuolo), Ze Eduardo (a, Coritiba) Mudingayi (c, Inter) INTER Mazzarri Botta (c, Livorno), Pereira (d, an Paolo) Vucinic (a, Juventus), Hernanes (c, Lazio), Gomis (a, Lione) JUVENTU Conte nessuno De Ceglie (d) e Motta (d, Genoa), Bouy (c, Amburgo) nessuno LAZIO Reja nessuno nessuno Djordjevic (a, Nantes), Pasalic (c, Hajduk.) LIVORNO Perotti Castellini (d, ampdoria) chiattarella (c, pezia), Botta (c, Inter), Decarli (d, Avellino) Cacia (a, Verona), Olivera (c, Fiorentina) MILAN eedorf Rami (d, Valencia), Honda (c, Cska), Petagna (a, amp) Niang (a, Montpellier), Matri (a, Fiorentina), Vergara (d, Parma) Parolo (c, Parma), Essien (c, Chelsea) NAPOLI Benitez Jorginho (c, Verona), Andujar (p, Catania) nessuno Gonalons (c, Lione), M Vila (c, Rubin), Capoue (c, Tottenham), Ralf (c, Corinthians), Moreno (d, iviglia) PARMA Donadoni Vergara (d, Milan), Boniperti (c, Crotone), chelotto (c) e Rossini (d, assuolo) Valdes (c, Colo Colo), Benalouane (d, Atalanta), Rosi (d), Mendes (c) e ansone (a, assuolo) nessuna ROMA Garcia Nainggolan (c, Cagliari), Bastos (c, Al Ain) Bradley (c, Toronto), Burdisso (d, Genoa) anabria (a, Barcellona) AMPDORIA Mihajlovic nessuno Maresca (c, Palermo), Eramo (c, Empoli), Poulsen (d, Az), Petagna (a, Milan), Castellini (d, Livorno) Floccari (a, Lazio), aponara (c, Milan) AUOLO Di Francesco Ariaudo (d, Cagliari), Manfredini (d) e Biondini (c, Genoa), Rosi (d), Mendes (c) e ansone (a, assuolo) Laribi (c, Latina), Rosati (p, Fiorentina), chelotto (c, Parma), Rossini (d, Parma) Matuzalem (c, Genoa), Floccari (a, Lazio), Belfodil (a, Inter), Choupo Moting (a, Mainz), anabria (a, Barcellona) TORINO Ventura Tachtsidis (c, Catania) nessuno Faraoni (c, Watford), Dramé (d, Chievo) UDINEE Guidolin Vutov (c, Levski.), Beleck (a, Mons) Merkel (c) e Ranegie (a, Watford) nessuno VERONA Mandorlini nessuno Bianchetti (d, pezia), Jorginho (c, Napoli), Ragatzu (a, Lanciano), Rubin (d, Chievo) Marquinho (c, Roma)

12 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 LA RICORRENZA I 60 anni di calcio in tv Dal mito Carosio al miliardo di ricavi Il gennaio 95 la prima partita: dirigenti diffidenti, il contratto iniziale da 60 milioni di lire, la svolta pay DI MARCO IARIA Erano addirittura in tre ad alternarsi al microfono, quasi a precorrere i tempi. E non tre qualsiasi: il mitico Nicolò Carosio, il pioniere dello sport parlato Carlo Bacarelli e il primo direttore del telegiornale Vittorio Veltroni. La diretta non funzionò per tutti i novanta minuti perché mancava l accordo con la Federazione. Ma quel gennaio 95 è passato comunque alla storia: Italia Egitto, vinta 5 dagli azzurri che si qualificarono così al Mondiale in vizzera, è stata la prima partita di calcio trasmessa in tv nel nostro Paese. ì, c erano stati dei precedenti, come Juventus Milan del 5 febbraio 950, durante una lunga fase sperimentale in cui spesso lo sport (dal Giro d Italia al Gran Premio di Monza) era servito come cavia. Ma quel match della Nazionale fu il primo dal via ufficiale della programmazione della Rai, inaugurata tre settimane prima. crisse Gianni Brera: «Pochi dei spettatori che affollavano gli spalti di an iro immaginavano che quello spettacolo appariva nelle case dei primi abbonati della neonata televisione italiana». Matrimonio difficile All inizio gli utenti erano appena.000, la copertura era limitata, il canone costava lire e l apparecchio addirittura lire, cinque mesi di salario per un operaio. Un privilegio per pochi eletti. Il matrimonio con il calcio, fenomeno nazional popolare per eccellenza, non fu affatto facile. I dirigenti guardavano con diffidenza al tubo catodico. Il Coni aveva raccomandato alla Figc di stipulare con l emittente di tato una convenzione che assicurasse la propaganda del gioco nella tutela dei diritti di tutte le società. L esperimento della diretta di un incontro di campionato, nella stagione , evaporò nel giro di qualche mese. Nessuno, all inizio, poteva immaginare cosa avrebbe rappresentato la tv per il calcio, come avrebbe cambiato le abitudini dei tifosi e stravolto le dinamiche economiche dell intero movimento. In 60 anni tutto è mutato, il romanticismo è andato dileguandosi, soppiantato dalle logiche del business. Ma la tv ha pure consentito una diffusione su larga scala di questo sport, entrato in tutte le case fino alla bulimia di oggi. 953/5 960/6 967/68 98/8 98/85 987/88 993/9 999/00 00/ 03/ IL VALORE DEI DIRITTI TV DEL CAMPIONATO LUGLIO TELEPETTATORI sulla Rete per Italia-Germania Ovest. Record di tutti i tempi della storia della televisione TELEPETTATORI in media per ogni turno del campionato di erie A sulla pay tv L EORDIO *EURO *EURO LA MEDIA PREENZE ALLO TADIO IN ERIE A EURO EURO 3.70 LA MEDIA PREENZE IN ERIE A GENNAIO 95 Prima partita di calcio in tv dall avvio della programmazione ufficiale: Italia-Egitto 5- *È stata calcolata la rivalutazione monetaria in base agli indici Istat Accordo Lega-Rai sulla differita di un tempo di una partita di campionato: 60 milioni di lire dell epoca I diritti tv tornano collettivi. Nuovo balzo nelle entrate dei club OTTOBRE 967 Nasce la moviola sul gol-non gol di Rivera nel derby Inter-Milan La concorrenza di Fininvest spinge la Rai a offrire per i diritti di A e B 3 miliardi di lire a stagione dai miliardi e 76 milioni del Il calcio va in pay tv grazie all accordo tra Lega e Tele+. Ogni giornata un anticipo di A e un posticipo di B in diretta olo un tempo Già la Coppa del Mondo 958 fece intuire le straordinarie potenzialità del mezzo. L Italia non vi partecipò, eppure i bar e i ristoranti facevano a gara per accaparrarsi i clienti allettandoli con la visione delle partite. Gli abbonati sfondarono il muro del milione, il miracolo economico alimentò la corsa ai consumi. Nell autunno del 960 la Lega si accordò con la Rai per la trasmissione in differita di un tempo di una gara di campionato: i club chiedevano 00 milioni di lire a stagione, si chiuse per 60 milioni (800 mila euro attualizzati ai giorni nostri). I notiziari lasciavano in bianco il risultato dell incontro che sarebbe andato in onda successivamente, i telecronisti stavano attenti a mantenere la suspense nelle azioni più concitate. Un effetto diretta, in attesa dello sdoganamento vero e proprio. Il calcio in tv passò attraverso altre tappe epocali la nascita della moviola sul gol fantasma di Rivera nel derby del ottobre 967, il via a 90 minuto il 7 settembre 970 ma l epicentro rimaneva lo stadio. Tra il 960 e il 970 le presenze in erie A e B crebbero del 9%. Poi arrivò ilvio Berlusconi. Mettendo sul tavolo dollari, Canale 5 ruppe il monopolio della Rai e acquistò i diritti del Mundialito in Uruguay a cavallo tra il 980 e il 98. Qualche mese dopo il capo di Fininvest solleticò i club puntando alla erie A. La Rai resistette all offensiva sborsando 3 miliardi di lire (6 milioni di euro oggi) per la stagione 98 8, un enormità rispetto ai miliardi e 76 milioni dell anno prima. La popolarità del calcio non conosceva confini. Gli spalti continuavano a riempirsi e nel la A registrò il record di presenze allo stadio: a partita. I ricavi al botteghino nel rappresentavano ancora il 59% del fatturato delle società contro il 7% dei diritti tv. Finché la chiesa non venne dissacrata: il 9 agosto 993 le telecamere si accomodarono a bordo campo e ripresero in diretta Lazio Foggia. La svolta L avvento della pay tv stravolse le antiche abitudini. Dallo stadio reale a quello virtuale. Non più biglietto, ma parabola, decoder e smart card. Il primo contratto Lega Telepiù assicurò miliardi e 800 milioni di lire (3, milioni di euro), con la pay per view si passò alla trasmissione di tutte le partite di campionato. Entrate boom grazie al passaggio alla contrattazione soggettiva dei diritti, nel : mezzo miliardo di euro. E negli anni a venire, trend in crescita continua, tra calendario spezzatino e concorrenza tra le emittenti per il prodotto di punta della televisione a pagamento. Fino al miliardo di introiti di questi tempi, coi diritti in capo alla Lega. Ora il calcio italiano vive aggrappato alle mammelle di mamma tv, che garantisce il 59% delle risorse complessive. E oltre 9 milioni di persone seguono ogni giornata le partite in salotto, preferendolo alle tribune vecchie e inadeguate che restano spesso mezze vuote (3.70 spettatori nel girone d andata di A). Ma non è colpa della tv. È solo che il mondo si è evoluto. E ci si è fatti cogliere impreparati. IL FATTURATO DELLA ERIE A Commerciale e altro % % 7% EURO IL FATTURATO DELLA ERIE A Commerciale e altro tadio 9% % % Diritti tv tadio I diritti tv diventano soggettivi, si sviluppa pienamente il sistema pay per view e le entrate schizzano Diritti tv

13 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 3 ERIE A LA GUIDA ª GIORNATA CLAIFICA QUADRE PUNTI PARTITE RETI G V N P F JUVENTU ROMA NAPOLI FIORENTINA INTER VERONA TORINO PARMA LAZIO GENOA MILAN ATALANTA AMPDORIA CAGLIARI UDINEE CHIEVO BOLOGNA AUOLO LIVORNO CATANIA UCHAMPION UPRELIMINARI CHAMPION UEUROPA LEAGUE URETROCEIONE NAPOLI ( 3 ) CHIEVO (3 5 ) DOMANI Ore 8 ANDATA MAGGIO 88 INLER 7 CALLEJON PALOCHI 3 DRAMÈ L. RIGONI 7 9 ARDO 7 HETEMAJ BENTIVOGLIO CEAR 33 ALBIOL 7 HAMIK 3 DAINELLI RAFAEL 5 BRITO PUGGIONI REVEILLERE 0 DZ I 9 HIGUAIN THÉRÉAU 77 INIGNE FREY Panchina Contini, 5 Colombo, 3 Uvini, 8 Cannavaro, 7 Armero, 8 Jorginho, Radosevic, 3 Bariti, 9 Pandev, 5 Mertens, 9 Zapata. Allenatore Benitez. Ballottaggi Dz i Jorginho 60 0%. qualificati Fernandez (). Diffidati Pandev, Inler, Higuain, Callejon, Jorginho, Albiol. Indisp. Mesto, Zuniga, Behrami, Reina. Panchina 8 ilvestri, 8 quizzi, 33 Papp, Dos antos, 5 Pamic, 6 Kupisz, Acosty, 8 Radovanovic, 0 estu, 0 Estigarribia, 7 Lazarevic, 3 Pellissier. Allenatore Corini. Ballottaggi Bentivoglio Radovanovic 55 5%. qualificati nessuno. Diffidati Radovanovic, estu, Frey, Hetemaj. Indisponibili Calello..5 X LAZIO (3 ) JUVENTU (3 5 ) DOMANI Ore 0.5 ANDATA 0 BIAVA 39 CAVANDA LLORENTE AAMOAH 6 PIRLO POGBA 6 OGBONNA MARCHETTI 3 DIA LEDEMA 87 CANDREVA 9 BONUCCI 5 BIGLIA 8 HERNANE KLOE TEVEZ 0 BUFFON CIANI CRECCO LICHTTEINER 3 6 VIDAL 5 BARZAGLI Panchina Berisha, 95 trakosha, 85 Novaretti, 7 Cana, 7 Pereirinha, 8 Vinicius, 5 Gonzalez, 7 Anderson, Keita, 3 Perea, 99 Floccari. All. Reja. Ballottaggi Crecco Vinicius 70 30%, Biglia Gonzalez 80 0%. qual. Lulic (), Onazi (), Mauri (fino al 0 ). Diffidati Biglia, Cavanda. Indisp. Alfaro, Ederson, Konko, Radu. Panchina 30 torari, 3 Rubinho, Caceres, 3 Peluso, 33 Isla, 0 Padoin, 8 Marchisio, 7 Pepe, Giovinco, 7 Quagliarella. Allenatore Conte. Ballottaggi nessuno. qualificati Chiellini (). Diffidati Tevez, Vidal. Indisponibili nessuno X VERONA ( 3 3) ROMA ( 3 3) DOMENICA Ore.30 ANDATA DODO 8 LJAJIC 6 TROOTMAN 5 CATAN DETRO 6 DE ROI RAFAEL CACCIATORE MORA MAIETTA AGOTINI ROMULO 5 ITURBE 0 CIRIGLIANO HALLFREDON 9 TONI 7 BENATIA 5 PJANIC 6 DE ANCTI GOMEZ 7 GERVINHO 3 MAICON Panchina Nicolas, 98 Borra, 3 Gonzalez, 3 Albertazzi, 5 Marques, 5 Donati, 30 Donadel, 6 Martinho, Jankovic, 7 Longo, 8 Cacia. Allenatore Mandorlini. Ballottaggi Cirigliano Donati 70 30%, Toni Cacia 70 30%, Gomez Martinho 70 0%. qualificati nessuno. Diffidati Maietta. Indisponibili ala. Panchina 8 korupski, Lobont, 33 Jedvaj, 35 Torosidis, 7 Marquinho, Taddei, Nainggolan, 8 Caprari, 0 Totti, Florenzi, 88 Borriello, 9 F. Ricci. All. Garcia. Ball. De Rossi Nainggolan 80 0%, Ljajic Florenzi 70 30, Destro Totti qual. nessuno. Diff. Florenzi, Maicon, Pjanic, Nainggolan Indispon. Balzaretti, Romagnoli, Bastos..75 X CAGLIARI ( 3 ) MILAN ( 3 ) DOMENICA Ore 5 ANDATA 3 5 AVRAMOV PIANO ROETTINI ATORI MURRU DEENA 7 COU ROBINHO 7 DE CIGLIO BALOTELLI 5 3 DE JONG 5 MEXE 5 CONTI 9 AU HONDA 0 8 MONTOLIVO 5 BONERA 3 ABBIATI 0 EKDAL 0 IBRAIMI KAKÀ 0 ABATE Panchina 6 Adàn, Perico, 8 Avelar, 3 Del Fabro, 6 Eriksson, Cabrera, 35 uella. Allenatore Lopez. Ballottaggi Avramov Adàn 60 0%; Murru Avelar 60 0; Ibraimi Cabrera qualificati Pinilla (), Ibarbo (). Diffidati Pisano, Cossu, Dessena. Indisponibili Nené. Panchina Amelia, Coppola, 8 Emanuelson, Constant, 3 Rami, 3 Nocerino, 8 aponara, 6 Poli, Muntari, Cristante, Pazzini. Allenatore eedorf. Ball. Robinho Muntari %. qual. nessuno. Diff Balotelli, Bonera, De ciglio, Muntari, Poli. Indisp ilvestre, Gabriel, Zapata, El haarawy, Petagna X INTER (3 ) CATANIA ( 3 3) DOMENICA Ore 5 ANDATA 3 0 CAMPAGNARO 5 RINAUDO 8 PLAIL 3 BIRAGHI BELLUCI 35 ROLANDO 9 BERGEIO 0 LODI HANDANOVIC 3 POLLI 6 FRION 5 JUAN JEU NAGATOMO 55 KUZMANOVIC 7 9 JONATHAN CAMBIAO 8 ALVAREZ MILITO PALACIO 6 KEKO 3 IZCO PERUZZI Panchina 30 Carrizo, Castellazzi, 6 Andreolli, 3 Ranocchia, 5 amuel, Zanetti, 6 Mudingayi, Taider, 0 Botta, Guarin, 0 Kovacic, 9 Icardi. Allenatore Mazzarri. Ballott. Kuzmanovic Taider 55 5%. qualificati nessuno. Diffidati Nagatomo, Taider. Indisponibili Chivu. Panchina Andujar, 35 Ficara, 33 Capuano, 5 Rolin, 6 Legrottaglie, 8 Monzon, Gyomber, 7 Guarente, 3 Boateng, Leto, 9 Castro, Lopez. Allenatore De Canio. Ballottaggi Bellusci Rolin 70 30%, Keko Leto 60 0%, Rinaudo Castro 60 0%. qualificati Barrientos (). Diffidati Castro. Indisponibili Alvarez..30 X PROIMO TURNO abato febbraio BOLOGNA UDINEE (ore 8) (ANDATA ) CAGLIARI FIORENTINA (ore 8) ( ) MILAN TORINO (ore 0.5) ( ) Domenica febbraio, ore 5 GENOA AMPDORIA (ore.30) (3 0) ATALANTA NAPOLI ( 0) CATANIA LIVORNO (0 ) CHIEVO LAZIO (0 3) ROMA PARMA (3 ) AUOLO VERONA (0 ) JUVENTU INTER (ore 0.5) ( ) LIVORNO (3 5 ) AUOLO (3 3) DOMENICA Ore 5 ANDATA PICCINI MBAYE 7 5 CATELLINI 7 ANONE 7 KURTIC 9 PAULINHO 0 BIANCO 0 ZAZA 8 MARRONE 6 ARIAUDO BARDI 7 CECCHERINI 0 LUCI GRECO 9 5 CHIBAH 79 PEGOLO 77 RINAUDO DUNCAN 0 EMEGHARA 5 BERARDI 87 ROI 3 LONGHI PARMA ( 3 3) UDINEE (3 5 ) DOMENICA Ore 5 ANDATA 3 CAANI 30 ACQUAH 7 BIABIANY DI NATALE 0 GABRIEL ILVA 3 37 PEREYRA DOMIZZI 9 PALETTA 83 MIRANTE 5 GARGANO AMAURI ALLAN 3 5 DANILO 9 FELIPE NICO LOPEZ 7 66 PINZI BRKIC 8 GOBBI 6 PAROLO 99 CAANO BATA 8 75 HEURTAUX AMPDORIA ( 3 ) BOLOGNA (3 5 ) DOMENICA Ore 5 ANDATA DA COTA DE ILVETRI COTA MUTAFI GATALDELLO 7 PALOMBO OBIANG GABBIADINI MORLEO 3 BIANCHI 9 CHERUBIN 0 KRTICIC 3 EDER PEREZ 5 9 CHRITODOULOPOULO NATALI 3 DIAMANTI PAZIENZA CURCI ORIANO GARIC 8 5 ANTONON TORINO (3 5 ) ATALANTA ( ) DOMENICA Ore 5 ANDATA 0 9 MAKIMOVIC 36 BRIGHI 33 DARMIAN CERCI 30 PADELLI 5 GLIK 0 VIVE MORETTI FARNERUD 8 8 IMMOBILE 7. MAIELLO DENI MORALEZ 9 BONAVENTURA BAELLI CARMONA RAIMONDI YEPE BENALOUANE BRIVIO TENDARDO 37 PORTIELLO FIORENTINA ( 3 3) GENOA (3 5 ) DOMENICA Ore 0.5 ANDATA 5 RONCAGLIA M. FERNANDEZ CUADRADO ANTONELLI 3 GILARDINO FETFATZIDI COFIE VRALJKO DE CEGLIE MATUZALEM 5 MARCHEE 5 AVIC 7 PIZARRO 3 MATRI NETO 90 PORTANOVA 5 3 COMPPER PAQUAL PERIN 0 BORJA VALERO 66 VARGA 3 ANTONINI Giuseppe Rossi, 6 anni ANA MARCATORI RETI Rossi (5 rigori) (Fiorentina) RETI Tevez ( rigore) (Juventus); Berardi ( rigori) (assuolo) 0 RETI Palacio (Inter); Vidal ( rigori) (Juventus); Higuain ( rigori) (Napoli); Immobile (Torino) 9 RETI Callejon (Napoli); Eder (3 rigori) (ampdoria); Cerci ( rigori) (Torino); Toni (Verona) 8 RETI Gilardino (3 rigori) (Genoa); Llorente (Juventus); Balotelli ( rigore) (Milan) 7 RETI Denis ( rigore) (Atalanta); Cassano (Parma); Jorginho (5 rigori) (Napoli, 7 Verona) 6 RETI Pogba (Juventus); Paulinho (Livorno); Hamsik e Pandev (Napoli); Parolo (Parma); Gabbiadini (ampdoria) Panchina Anania, 37 Aldegani 33 Valentini, 3 Gemiti, 85 Coda, 3 Emerson, 7 Biagianti, 6 iligardi, Mosquera, Benassi, 9 Borja. All. Di Carlo. Ball. Duncan Biagianti 70 30%; Rinaudo Emerson 60 0%; Emeghara iligardi 60 0%. qualif. nessuno. Diffid. Coda, Mbaye, Greco, Luci, Emeghara. Indisponibili nessuno. Panchina Pomini, Pucino, 5 Antei, Manfredini, Marzorati, 7 Gazzola, 33 Mendes, 7 Missiroli, 6 Biondini, 86 Ziegler, 70 Farias, 83 Floro Flores. All. Di Francesco. Ballottaggi Bianco Manfredini 60 0%, Chibsah Biondini 55 5%. qual. nessuno. Diff. Antei, Kurtic, P. Mendes, Pegolo. Ind. Alexe Terranova, Acerbi, Masucci, Magnanelli..0 X Panchina 9 Bajza, 3 Coric, 35 Rossini, 3 Mesbah, 8 Galloppa, 3 chelotto, 3 Marchionni, Munari,6 Mauri, 9 Cerri, 7 Palladino. All. Donadoni. Ballottaggi Acquah Marchionni 55 5%. qualificati Lucarelli (). Diffidati Felipe. Indisponibili Obi e Pavarini. Panchina 30 Kelava, Naldo, 6 Bubnic, 7 Widmer, 9 Douglas, 7 Badu, 8 Jadson, Lazzari, 3 B. Fernandes, 9 Zielinski, 70 Maicosuel, 9 Muriel. All. Guidolin. Ball. Pinzi Lazzari 60 0%, N.Lopez Maicosuel 60 0%, Di Natale Muriel 70 30%. qualificati nessuno. Diffidati Heurtaux, Danilo, Lazzari. Indisponibili Benussi, Neuton, Badu..95 X Panchina 30 Fiorillo, alamon, Fornasier, 3 Berardi, 6 Rodriguez, 5 Renan, Bjarnason, 5 Wszolek, 9 Pozzi, ansone. Allenatore Mihajlovic. Ballottaggi nessuno. qualificati Regini (). Diffidati Mustafi, Wszolek, Pozzi. Indisponibili nessuno. Panchina 3 tojanovic, 5 Agliardi, 6 ørensen, Mantovani, 75 Crespo, 3 Radakovic, Acquafresca, 3 Laxalt, Krhin, 9 Yaisien, 99 Cristaldo, 0 Moscardelli. All. Ballardini (squal.). Ballottaggi Diamanti Acquafresca 60 0%. qualificati Kone (). Diffidati Krhin, Morleo, Moscardelli, Kone, Perez. Indisponibili Cech..75 X Panchina 3 L. Gomis, 3 Berni, Rodriguez, 5 Bovo, 6 Pasquale, Basha, 77 Tachtsidis, 63 Bellomo, 7 El Kaddouri, 69 Meggiorini, 0 Barreto. Allenatore Ventura. Ballottaggi Brighi El Kaddouri 60 0%;. Masiello Pasquale 60 0%. qualificati Gillet (fino al 0/0/07). Diffidati Cerci, Glik, Immobile. Indisponibili Gazzi, Larrondo. Panchina 6 Polito, 78 Frezzolini, 93 Nica, 5 Giorgi, Cigarini, 7 Del Grosso, 3 Brienza, 3 Canini, Cazzola, 90 Kone, 9 De Luca, 7 Livaja. Allenatore Colantuono. Ballottaggi Baselli Cigarini 55 5%. qualificati Lucchini (), Migliaccio (). Diffidati Canini, Carmona, Denis. Indisponibili caloni, Bellini, Consigli..70 X Panchina 5 Rosati, Lupatelli, 77 Iakovenko, Ambrosini, 8 Bakic, 83 Olivera, 0 Aquilani, 9 Rebic, 30 Matos, 7 Wolski, 7 Ilicic. All. Montella. Ballottaggi nessuno. qualificati G.Rodriguez (). Diffidati Compper, Pizarro. Indisponibili Hegazi, Tomovic, Gomez, Rossi. Panchina 53 Bizzarri, 3 Donnarumma, De Maio, ampirisi, 99 Pierre, 69 turaro, 79 Cabral, 90 Bertolacci, 6 Centurion, 9 toian, 77 Konate, 6 Calaiò. All. Gasperini. Ballottaggi Cofie Cabral 70 30%, Portanova De Maio 60 0%. qualificati nessuno. Diffidati Antonelli, Cofie. Indisp. Kucka, Gamberini, antana..75 X

14 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 MONDO FRANCIA CONFERMATA LA ROTTURA DEL CROCIATO DEL GINOCCHIO INITRO DOPO L INFORTUNIO IN COPPA Falcao vittima dei «poveri» Al Mondiale non ci sarà Ranieri se la prende con l arbitro: doveva frenare la foga dei dilettanti contro il Monaco DOV È IL CROCIATO Legamento crociato anteriore GD ALEANDRO PARIGI La certezza è arrivata poco dopo le 6 di ieri. E il comunicato diramato dal sito del Monaco ha spazzato via ogni speranza residua. L esito degli esami suona come una doppia condanna per Radamel Falcao. Vittima di un tackle in coppa di Francia, contro una squadra di dilettanti, il colombiano ha subìto la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Infortunio durissimo che implica un operazione e un indisponibilità lunga, fino a sei mesi. La stagione con il Monaco è finita, il Mondiale in Brasile un miraggio. Polemica L ex bomber dell Atletico Madrid costato 60 milioni di euro la scorsa estate ha subito un entrata dura mercoledì sera, al minuto 0 del primo tempo. Un tackle laterale che ha travolto il ginocchio del colombiano, che aveva segnato al 9 il vantaggio e che non ha potuto anticipare il L attimo in cui Radamel Falcao, 7 anni, subisce il fallo che gli costerà la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro AFP contatto. Fallo inutile in una partita comunque persa 3 0 dallo Chasselay, che milita in quarta divisione. Un club che ha l ex monegasco Giuly come capitano e un budget annuale di 700mila euro. E questo divario, tipico del torneo, preoccupava Claudio Ranieri. Il tecnico sperava in una direzione di gara inibitoria della foga dei dilettanti che vivono tali partite come l occasione di una vita. Magari da raccontare ai nipoti. A caldo, l italiano ha scaricato la responsabilità dell infortunio sull arbitro: «Inammissibile che non abbia ammonito certe entrate, la colpa è sua». Minacce Rabbia comprensibile. Il Monaco perde la punta di diamante del progetto di rinascita e deve sondare in extremis il mercato, mantenendo l obiettivo minimo del secondo posto. Con la certezza di non poter rimpiazzare la qualità del suo top player. La dirigenza potrebbe garantire BRAILE A RICHIO Walcott (Inghilterra) L ala dell Arsenal si è rotto il crociato del ginocchio sinistro Rossi (Italia) L azzurro ha subìto una lesione al collaterale mediale Nasri (Francia) Il francese del City si è procurato una lesione al legamento mediale un altro attaccante a Ranieri, anche se l italiano ha dimostrato di poter vivere senza il colombiano. Falcao, che in campionato non segnava dall 8 novembre, fermo a 9 reti, era rimasto fuori per quattro gare, tra fine novembre e metà dicembre, per un problema alla coscia destra. E sono arrivate lo stesso quattro vittorie consecutive. Prestazioni indotte dall ascesa dell altro colombiano Rodriguez, del giovane Martial e di Riviere, il vice, con due gol a testa. L onda di shock travolge anche la Colombia dove ieri persino il presidente Juan Manuel antos ha augurato una pronta guarigione al giocatore della nazionale costretta a programmare il Mondiale senza il suo bomber. Mentre il difensore dello Chasselay oner Ertek ha ricevuto una di minacce per un tackle che gli assicura, suo malgrado, una riga nella storia del calcio. A A PUGNI CON FONTE Osvaldo ci ricasca Rissa in campo ospeso dal club ANEL MIRINO alah va al Chelsea E Mata «avvicina» Rooney allo United José Fonte, 30 anni, è un difensore portoghese, arrivato al outhampton nel 00. È stato lui l altro protagonista della rissa con Osvaldo Finisce nel sangue il litigio con un compagno Il outhampton lo multa e gli fa saltare tre partite DAL NOTRO CORRIPONDENTE TEFANO BOLDRINI LONDRA Il rischio, di questo passo, è che Daniel Osvaldo lascerà il ricordo in Inghilterra per le sue doti di pugile e non per quelle di calciatore. Il outhampton è stato infatti costretto a sospendere per due settimane l ex centravanti della Roma, pagato 8 milioni di euro la scorsa estate dal club inglese, dopo una rissa avvenuta ieri mattina in allenamento. Osvaldo ha litigato con il difensore portoghese José Fonte ed è scoppiata una vera scazzottata, finita addirittura nel sangue. Il outhampton ha annunciato prima attraverso twitter e poi sul suo sito il provvedimento punitivo: «Il club ha intrapreso un azione rapida e tempestiva per quella che considera una violazione del comportamento del giocatore». Niente Premier Osvaldo doveva tornare in campo domani, nel quarto turno di Coppa d Inghilterra, contro il Yeovil. Aveva appena finito di scontare una squalifica di tre giornate per i tafferugli avvenuti dopo Newcastle outhampton, giocata il dicembre 03. Il bomber italo argentino è stato costretto a pagare anche una multa di 8 mila euro. La sospensione dei aints fa tornare Osvaldo nel retrobottega, costringendolo a saltare non solo la gara di FA Cup, ma anche i match di Premier con Arsenal e Fulham. Effetti sul mercato L episodio di ieri potrebbe avere risvolti sul mercato. Il giocatore, approdato in Inghilterra per tornare a lavorare con Mauricio Pochettino, l allenatore che è riuscito ad ottenere il meglio dal giocatore ai tempi dell Espanyol (stagione 00 0, 6 presenze e reti), non è riuscito ad inserirsi bene nel contesto d Oltremanica. Il rendimento parla chiaro: appena 3 apparizioni in Premier, con 3 gol. Osvaldo ha saltato diverse partite, tra infortuni e sanzioni disciplinari. Il numero 7, adottato per rilanciare la carriera dopo le delusioni romane, non gli ha portato finora bene. Pablo Daniel Osvaldo, 8 anni, finora ha segnato 3 gol con il outhampton ACTION IMAGE E pensare che domani doveva tornare in squadra dopo i 3 turni di squalifica per i tafferugli contro il Newcastle Problema Nazionale Le turbolenze di Osvaldo pongono un problema anche per la Nazionale di Cesare Prandelli, già costretto a fare i conti con il serio infortunio di Giuseppe Rossi. Quello in Brasile dovrebbe essere il primo mondiale per Osvaldo, che ha compiuto il gennaio 8 anni e sta per diventare padre per la quarta volta: la compagna, Jimena Baròn, aspetta infatti un figlio. La carriera dell italo argentino è stata un saliscendi, tra i picchi del suo innegabile talento e le cadute legate ad un carattere irrequieto. Il ritorno con Pochettino sembrava la svolta («In Inghilterra sono felice, mi trovo bene coi nuovi compagni e la nuova società. ono contento della mia scelta», le frasi di qualche tempo fa), ma ora già si parla di un possibile addio, con Italia o pagna probabili destinazioni. Altro giro di giostra per il Johnny Depp del calcio? Wayne Rooney (Man.Utd) L attaccante della Nazionale, dopo tante voci, sta trattando il rinnovo con il suo club Giorgos amaras (Celtic) L attaccante greco del Celtic, in cozia, è nel mirino del underland (Inghilterra) Antoine Griezmann (Real oc.) Tra i trequartisti giovani migliori d Europa, è il prossimo obiettivo del Chelsea che ha fatto cassa con Mata L arrivo dello spagnolo potrebbe facilitare il rinnovo della punta coi Red Devils. Mou vuole pure Griezmann TEFANO BOLDRINI GIULIO DI FEO Mourinho e l arte di prendere i giocatori al fotofinish. L aveva fatto in estate con Willian, che aveva già fatto le visite al Tottenham e poi si è messo la maglia dei Blues, l ha rifatto adesso con Mohamed alah. Che era stato vicinissimo al Liverpool e ieri invece è andato al Chelsea: un affare da milioni per il Basilea, che nei gironi di Champions ha battuto due volte i Blues grazie proprio alle prodezze del trequartista egiziano, classe 9, a rete in entrambe le partite. E dopo la cessione di Mata, potrebbe non essere l unico colpo in entrata: parte dei 3 milioni potrebbe essere investita per il francese Antoine Griezmann, stellina della Real ociedad. Punto United Mata, intanto, acquisto più costoso della storia del Manchester United (ha battuto Berbatov, 30 milioni nel 008), è atterrato ieri al centro tecnico di Carrington in elicottero, sosterrà oggi le visite al Bridgewater Hospital e sarà disponibile per la gara di campionato all Old Trafford col Cardiff. L arrivo dello spagnolo, che il Chelsea pagò 3,5 milioni nel 0, potrebbe avere rifletti positivi nella questione Rooney. Il suo contratto scade nel 05 e negli ultimi due giorni il suo agente Paul tretford ha incontrato l a.d.o dei Red Devils Ed Woodward. La trattativa è cominciata, ma non sarà facile arrivare alla fumata bianca. Rooney piace a tutte le big, Real Madrid e Psg su tutti, mentre sul fronte interno c è la corte di Mourinho. Lo United sta cedendo Zaha, giovane attaccante finito in panchina anche con la squadra Primavera, al Cardiff. Le altre empre in Premier, l Arsenal è in pressing su Draxler (chalke 0) mentre il underland vuole amaras (Celtic). Francia: oltre all Inter anche il Marsiglia pensa a Gomis (Lione), mentre il t. Etienne pensa a riportare in biancoverde il mediano Guilavogui. pagna: il portiere Guaita (Valencia) sta valutando la richiesta del Betis. Germania: il Werder Brema è a un passo dall ala sinistra Perotti (iviglia). Mohamed alah, anni, trequartista AFP CAO «QUENELLE» Anelka «rischia» il ricorso Ma adesso la squalifica può arrivare a 0 turni LONDRA (bold) Nicolas Anelka non ha accettato l incriminazione della federazione inglese per la «quenelle» e ha chiesto di essere ascoltato di persona. Il centravanti francese non accetta a scatola chiusa la sanzione di almeno 5 giornate prevista per atti che, come nel caso della «quenelle», sono considerati razzisti e indecenti. Anelka continua infatti a sostenere che il suo gesto non era antisemitico, ma antisistema. La richiesta di Anelka tuttavia è rischiosa: se la federazione dovesse giudicarlo colpevole, la pena potrebbe essere più dura. i parla di 0 turni. Il West Bromwich, che ha già perso il rinnovo del contratto con lo sponsor Zoopla, è in difficoltà. Altre due aziende stanno seguendo l evoluzione di questa vicenda e potrebbero troncare i rapporti con il club inglese.

15 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 5 MONDO PAGNA NELL ANDATA DEI QUARTI DI COPPA DEL RE imeone fa il turnover l Atletico vince lo stesso Decisivo Godin: Athletic Bilbao k.o. Il club di Madrid in campo con maglie dedicate a Falcao MADRID Dopo aver pareggiato tre delle ultime quattro partite l Atletico Madrid batte 0 l Athletic Bilbao nell andata dei quarti di finale di Copa del Rey mostrando progressi nel gioco e nel controllo della gara. Diego imeone, tecnico dei Colchoneros, ha fatto turnover dando spazio ad Alderweireld, Guilavogui, Adrian e Rodriguez, Valver de si è giocato quasi tutto ciò che aveva. L Atletico è sceso in campo con magliette dedicate all infortunato ex compagno Falcao, «Forza Tigre!», poi come previsto la partita è scivolata sui binari dell agonismo e dell intensità, con evidente e progressivamente schiacciante predominio dell Atletico. i decide a an Mames Nel finale del primo tempo prima grande occasione per Adrian poi il quarto gol stagionale del centrale uruguayano Godin: stacco di testa potente e preciso su un cross meraviglioso di Koke. Athletic in affanno e incapace di creare problemi di sorta, Atletico comodo padrone di casa, abile nel gestire il pallone e Diego Godin, 7 anni, autore del golvittoria EPA la partita ma incapace di chiudere una partita e una qualificazione che di fatto si deciderà mercoledì prossimo nel nuovo an Mames, lo stadio nel quale l Athletic Bilbao non ha ancora perso e vinto quasi sempre. f.m.r. A. MADRID A. BILBAO 0 MARCATORI Godin al p.t. ATLETICO MADRID ( 3 ) Courtois 6,5; Juanfran 6,5, Godín 7, Alderweireld 6,5, Filipe Luis 6,5; Guilavogui 6 (dal s.t. Gabi 6,5), Koke 6,5; Adrián 5 (dal s.t. Arda Turan 6), Raul García 6,5, Rodriguez 6 (dal 33 s.t. Villa 6); Diego Costa 6. All. imeone 6. ATHLETIC BILBAO ( 3 3) Iago Herrerin 7; Iraola 6, Gurpegi 6, Laporte 6,5, Balenziaga 6; Iturraspe 5, Mikel Rico 5,5, Herrera 5,5 (dal 36 s.t. Benat s.v.); De Marcos 6, Kike ola 5 (dal 6 s.t. Aduriz 6), Ibai Gomez 5,5 (dal s.t. usaeta 6). All. Valverde 6. ARBITRO Fernandez Borbalan 6 NOTE spettatori circa. Ammoniti Diego Costa (AM), Rodriguez (AM), Aduriz (AB), Arda Turan (AM), Balenziaga (AB), Gabi (AM), Gurpegui (AB), Godin (AM). Barça, finisce un era Rosell si dimette per il caso Neymar «Lascio per evitare attacchi al club». Ma è indagato per frode fiscale: sospetti sull acquisto del brasiliano DAL NOTRO CORRIPONDENTE FILIPPO MARIA MADRID Tra tensioni, polemiche e sospetti al Barcellona si chiude l era andro Rosell. Con due anni e mezzo di anticipo sulla fine del proprio mandato si è dimesso il presidente che aveva ricevuto più voti di tutti nella lunga storia elettorale del club. Alle 0.50 di ieri sera, visibilmente emozionato e senza dare grandi spiegazioni, Rosell ha lasciato, teoricamente fino al giugno 06, la presidenza blaugrana a Josep Maria Bartomeu, fino a ieri vicepresidente dell area sportiva. Le altre dimissioni E da anni fedele amico di Rosell: i due si erano dimessi insieme il giugno del 005, quando erano vicepresidenti del Barcellona, per dissapori con Joan Laporta. «Me ne vado senza rancore», disse allora Rosell salvo poi iniziare una guerra senza quartiere contro l ex amico Laporta. Che nel 00 lasciò il Barça perché per statuto non poteva essere rieletto per un altro mandato e fu sostituito da Rosell, che vinse le elezioni rimediando oltre voti, il 6.3% dei suffragi. cisma e vittorie Il giorno dopo Johann Cruijff, eletto presidente d onore da Laporta, andò alla sede del Barça in bicicletta e lasciò la medaglia alla centralinista. Immagine brutale dello scisma che ormai da un decennio spacca il mondo blaugrana. Rosell è riuscito a convivere per due anni con Pep Guardiola, la super scommessa vinta da andro Rosell, 9 anni, ormai ex presidente del Barcellona. otto, Neymar, anni ANA/AFP Joan Laporta e appoggiata dal guru Cruijff, poi ha scelto Tito Vilanova e quindi Gerardo Martino. In questi 3 anni e mezzo il Barça nel calcio ha vinto una Champions, un Mondiale per club, Liga, una Copa del Rey e 3 upercoppe di pagna. Le minacce e la denuncia Rosell ieri non ha ammesso domande. Ha letto un comunicato nel quale ha citato i successi, ringraziato soci, amici, giocatori e staff blaugrana, raccontato di aver ricevuto minacce, estese anche ai suo famigliari: «Ha senso continuare? Mi sono chiesto». Poi ha parlato della denuncia del socio per il caso Neymar: «Ho sempre detto che per me l affare Neymar è corretto e ha generato disperazione e invidia nei rivali: non voglio che un attacco ingiusto e temerario nei miei confronti pregiudichi il club e per questo mi dimetto lasciando la presidenza a Bartomeu». Che ha ringraziato il predecessore e preannunciato per oggi una giunta direttiva straordinaria al termine della quale si ci sarà una conferenza stampa. Perché il peccato capitale di Rosell nell affare Neymar è proprio questo: aver dichiarato lunedì scorso di voler testimoniare di fronte al giudice rifiutandosi però ostinatamente, e con poca pazienza, di dar conto ai soci della cosa attraverso le domande dei giornalisti. Rosell è indagato perché le cifre dell acquisto di Neymar hanno destato sospetti prima a un socio blaugrana e ora al giudice: si pensa che quella che il presidente aveva definito un operazione di «ingegner ia finanziaria» sia in realtà qualcosa di meno aulico e più vicino alla frode fiscale. COÌ IN GERMANIA 8 a giornata Oggi Borussia Moench. Bayern (ore 0.30) Domani (ore 5.30) Borussia Dortmund Augsburg; Friburgo Leverkusen; Norimberga Hoffenheim; toccarda Mainz; Wolfsburg Hannover; Eintracht Francoforte Hertha (ore 8.30) Domenica Werder Brema Eintracht Braunschweig (ore 5.30); Amburgo chalke (ore 7.30) Classifica Bayern* Leverkusen 37 Borussia M. 33 Borussia D. 3 Wolfsburg 30 Hertha, chalke 8 Augsburg, Mainz toccarda*, Werder 9 Hoffenheim, Hannover 8 Amburgo 6 Eintracht F. 5 Friburgo Norimberga, Eintracht B. (* una partita in meno) GERMANIA OGGI I BAVAREI A MOENCHENGLADBACH Bundesliga al via dopo la sosta C è solo il Bayern PIERFRANCECO ARCHETTI Un abile operazione di marketing ha preso corpo sabato scorso qualche chilometro al di là del confine tedesco. Le tre aziende coinvolte (Bayern, Bundesliga e Red Bull) hanno prosperosi bilanci nell ambito sportivo, sanno interpretare le tendenze del pubblico e capiscono come il calo d interesse possa riguardare anche la loro economia. Morale: la squadra di Guardiola, campione d inverno con 7 punti di vantaggio e una gara in meno, ha perso per 3 0 in casa della capolista del campionato austriaco. A Francoforte, nella sede della Lega, hanno brindato all inciampo dei dittatori: dai che forse perdono qualche colpo e non ci annoieremo nei prossimi mesi. A Monaco hanno iniziato i pianti: «e non andiamo a tutto gas, ci riprendono» ha spiegato ieri Thomas Muller. Era un amichevole, ma fa niente: stendere un tedesco a calcio può diventare festa nazionale in Austria e il consumo delle lattine che mettono le ali è aumentato dopo il trionfo. Tutti ci hanno guadagnato, dunque, anche se c è il sospetto che la baldoria sia stata organizzata da Pep Guardiola per tenere sulla corda i suoi ragazzi. Il catalano ha impostato una strana difesa a tre con Boateng, Dante e Martinez. Franz Beckenbauer, in tribuna, ha tuonato: «Non possiamo ripartire così». Due partite Il girone di ritorno partirà stasera con l anticipo fra i campioni e il Borussia, ore 0.30 a Moenchengladbach (diretta ky port ). Il presidente della Lega e del Dortmund, Reinhard Rauball, ha usato un eufemismo: «C è un chiaro favorito per il titolo. Probabilmente va deciso chi accompagnerà il Bayern in Champions». I rossi non hanno ancora perso in questo torneo, hanno il miglior attacco ( gol) e la miglior difesa (8 subiti). Non vanno k.o. dal 8 ottobre 0 ( con il Leverkusen), sono arrivati a risultati utili consecutivi e hanno un parziale di 8 vittorie su 8 nelle ultime uscite in campionato. Il Gladbach è la sorpresa dell andata: terzo posto davanti all altro Borussia, una Champions posizione costruita Taccuino BRAILE 0 «We are one» la canzone mondiale RIO (m.can.) «We are one», «iamo uno», è la la canzone ufficiale del Mondiale 0. La statunitense Jennifer Lopez, il suo connazionale rapper Pitbull e la brasiliana Cláudia Leite sono i cantanti scelti per recitarla. «La musica è pronta. Ci sono parole in portoghese, inglese e spagnolo», ha spiegato la Leite. EO CON ECORT Ribery e Benzema verso assoluzione PARIGI Arriverà probabilmente il 30 gennaio la sentenza nel processo che vede i calciatori francesi Franck Ribery (Bayern) e Karim Benzema (Real Madrid) accusati di aver fatto sesso con una Pep Guardiola, tecnico Bayern AP soprattutto in casa con 5 punti su 7. Primi? No, secondi dietro al Bayern (7 su 7). Il Borussia Park è ovviamente esaurito, la Bundesliga ha venduto le immagini in 06 nazioni. «Vogliamo essere i primi a battere il Bayern» ha detto l attaccante della nazionale Max Kruse. Due stagioni fa si ricominciò con la stessa sfida, il Gladbach prevalse 3. Mercato Il Bayern tornerà in campo mercoledì a toccarda per il recupero dell ultima di andata, saltata per il Mondiale per club vinto poi in Marocco. Per demoralizzare ancora di più la concorrenza, durante la pausa invernale Rummenigge&Hoeness hanno ufficializzato l acquisto di Robert Lewandowski dal Borussia Dortmund. Arriverà a luglio perché è prassi in Germania annunciare in inverno i colpi per l estate prossima: così il nazionale idney am passerà a fine stagione dal Leverkusen allo chalke 0 e il portiere del Borussia Moenchengladbach Marc ter tegen si trasferirà a Barcellona. empre per luglio, il Borussia Dortmund allargherà il mercato asiatico prendendo l attaccante Ji (proprietà underland ma ora all Augsburg). Il mercato attuale vive su un affare da big: il Wolfsburg ha sborsato 7,5 milioni che potranno diventare (con i bonus) per Kevin de Bryune dal Chelsea. Poi molti prestiti: l Amburgo ha messo sotto contratto per sei mesi Ola John del Benfica e ha dato Artjoms Rudnevs all Hannover. prostituta all epoca minorenne, Zahia Dehar. Il procedimento dovrebbe concludersi con l assoluzione dei due, visto che anche il procuratore ha chiesto il proscioglimento. Il pubblico ministero ha sostenuto che non ci sono abbastanza prove che Benzema e Ribery fossero consapevoli che la escort Zahia, oggi enne, era minorenne al momento dell accaduto. I due calciatori, non presenti in aula, rischiano fino a tre anni di carcere se trovati colpevoli. L avvocato di Ribery, Carlo Alberto Brusa, ha detto all Associated Press che il suo cliente era in Germania ad allenarsi «in attesa della fine di questo capitolo doloroso». E ha ribadito che le accuse della ragazza non hanno alcun fondamento e che Ribery è stato ingiustamente preso di mira, lamentanto una grave violazione della «barriera tra vita pubblica e privata.

16 6 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 LA GRANDE NOVITÀ ta arrivando il nuovo sito Gazzetta Un anteprima della home page del nuovo sito della Gazzetta dello port. Nuova la grafica, nuova la concezione del portale che ora può essere personalizzato da voi.it - Responsivo, multimediale, sempre più verticale, social, personalizzato. Il countdown è cominciato, sta per sbarcare on line il nuovo sito della Gazzetta dello port. Un progetto innovativo e unico: il più grande sito sportivo italiano, è stato completamente ripensato nella grafica, nell uso, nei contenuti. Responsivo I contenuti di gazzetta.it saranno fruibili nello stesso identico modo anche su mobile (gratuito) e tablet. Cambiano i mezzi, restano identici la grafica, l ordine, la fruizione. Una navigazione free, semplice e coinvolgente. Multimediale Una sempre maggiore presenza di video e gallery fotografiche nella home page, nelle sezioni verticali e nel suo ampio canale video e foto. in dal primo scroll dell Hp e delle sezioni è presente un area dove saranno scelte e proposte le immagini più fresche e importanti della giornata. Nella colonna di destra uno spazio per mostrare trasmissioni, opinioni e rubriche prodotte da gazzetta.it. Cliccando su un video si avrà la possibilità di vederlo a tutto schermo con un effetto tipicamente televisivo. tesso discorso per le fotogallery: immagini ad alta risoluzione visibili pienamente su pc, smartphone e tablet, con la possibilità di farle scorrere con un clic o un semplice touch. Ma è nei canali video e foto che l utente potrà davvero perdersi in un palinsesto ricchissimo. Highlights, trasmissioni, opinioni, servizi, video virali. Attualità e il «meglio di», quantità e qualità. Verticale Non solo l Hp generale, tutti gli sport avranno una propria home page verticale con aggiornamento continuo di notizie, rubriche, sondaggi, video, foto e, soprattutto, dirette Live di tutti i grandi eventi sportivi del giorno. ocial Ogni notizia avrà un contatore che evidenzierà quanto quell articolo è stato cliccato, condiviso, commentato, mostrando quindi il suo tasso di interesse e di socialità. Ed entrando nell articolo sarà semplice e immediato condividerlo sul proprio profilo Facebook, Twitter o Google Plus. Personalizzato Gazzetta.it si trasforma per ogni utente seguendo le sue indicazioni, i suoi interessi, le sue passioni. Un indice verticale alla sinistra dello schermo accompagnerà il lettore avvertendolo, attraverso un contatore applicato ad ogni singolo sport, di quante notizie nuove sono entrate in quel canale verticale. Ogni nuova notizia sarà evidenziata con la scritta «nuova», che sparirà quando verrà aperta facendo calare il contatore di una unità. Attraverso MIO l utente potrà creare anche la sua Home Page personale nella quale far confluire «solo» le notizie degli sport di suo interesse, e in uno spazio dell home page potrà richiedere le notizie della sua squadra del cuore. Entrate nel futuro, entrate in gazzetta.it. Robert Lewandowski Champions.0.03: Borussia Dortmund Real Madrid Roberto Boninsegna erie A Inter Cagliari ninsegna, «veleno» Lorenzi, Amadei, Altobelli, Bobo Vieri, Nyers, Van Basten, avicevic, Montella (nel derby di Roma, quindi con un peso specifico altissimo), El nino maravilla anchez. Caratteristica sostanziale delle quadruplette: chi le fa, festeggia pure una vittoria. Due sole volte, nella storia della A, una squadra ha avuto un bomber da gol e non ha fatto bottino pieno, entrambe di recente: il Livorno di Cristiano Lucarelli, che nel 005 perse 6 contro il Parma dell altrettanto pokerista Gilardino, e l Inter di Milito, che fece con il Palermo due anni orsono. imone Inzaghi Champions Lazio Olympique Marsiglia 5 Domenico Berardi erie A.0.0 assuolo Milan 3 Da Bonimba a Lewandowski tutti i grandi poker del pallone L ultimo di un italiano in Europa è quello di imone Inzaghi al Marsiglia nel 000. Il più recente Berardi al Milan, il più veloce Puskas al Francoforte nel 60: gol in 5 minuti GIULIO DI Quasi anni fa, quella sera di marzo, alla fine imone Inzaghi era pure un po incavolato. i era mangiato prima un rigore e poi un golletto facile facile: «Ero stanco, sono arrivato nel finale poco lucido», sibilò l attaccante della Lazio ai cronisti. Disappunto figlio di un certo perfezionismo in zona gol che hanno in famiglia, specie pensando che poco prima ne aveva rifilati al Marsiglia. Inzaghi junior è stato l ultimo italiano a riuscirci nelle coppe europee, e non è mica una cosa facile. Non ha nemmeno un nome: quaterna o poker sono presi in prestito da altre discipline e rendono l idea solo vagamente. Resta però l impresa non comune, di quelle che ti fanno uscire dall anonimato. Fanne quattro e sei una star, volente o nolente. Prendi Berardi una dozzina di giorni fa: ragazzo schivo, parla e fa male coi piedi. E spartisce le dediche: «Alla mia ragazza, ai miei genitori e ad Acerbi». e lo poteva permettere, dopo averne fatti giusto al Milan. In Italia Berardi è il settantaduesimo attaccante a riuscire nell impresa in Italia, per un totale di 85 poker calati. Nel club, tra gli altri, Meazza, Bo In Italia ci sono riusciti in 7: Meazza, Altobelli, Vieri, Van Basten, anchez, Nyers, Montella nel derby Azzurro In Nazionale, invece, la prima volta fu nel 936. Vittorio Pozzo doveva fare l Italia per le Olimpiadi di Berlino e non poteva selezionare giocatori professionisti o nazionali maggiori, così andò di provini. E si trovò tra le mani tale Carlo Biagi, che a anni studiava e si divertiva a fare l ala sinistra nel Pisa: bravo, veloce, preso. E Pozzo fu ripagato nei quarti, nell 8 0 al Giappone la metà dei gol li fece lui. Poi vennero Pernigo, ivori, Orlando, Riva e Bettega. In Europa Tra i bomber non comparabili col resto del pianeta, a quadruplette Messi batte Ronaldo e ha in carniere anche un colpo da cinque. Nelle coppe europee, detto di Inzaghi, ci sono altri dieci poker con maglie italiane, ultimo in ordine di tempo quello di Cavani contro il Dnipro in Europa League nel 0. Altrove, di recente circoletto rosso su quello di Ibra in casa dell Anderlecht a ottobre, ma soprattutto su quello con cui Robert Lewandowski (Borussia Dortmund) ha sbattuto fuori il Real Mou nelle scorse semifinali di Champions League. Uno pensa che sia il più scintillante, e invece no: il colonnello Puskas nel 960 infilò Egon Loy, portiere dell Eintracht Francoforte, una, due, tre, quattro volte in 5 minuti. Era la finale di Coppa dei Campioni. Chapeau.

17 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 7 laproposta di EBATIANO VERNAZZA Udinese in campionato va male. L Intendiamoci, male per gli standard a cui ci ha abituato negli ultimi anni: venti punti in venti partite possono bastare se l obiettivo è la salvezza. Ci sono annate che nascono storte, l importante è che non si chiudano peggio. In Coppa Italia però l Udinese ha compiuto un impresona, ha fatto fuori le milanesi, una dietro l altra, l Inter negli ottavi e il Milan nei quarti. La coppa nazionale può essere una scorciatoia per l Europa League. In 8 anni di vita è la quinta volta che l Udinese raggiunge le semifinali di Coppa Italia. ANCHE GUIDOLIN MERITA L ICRIZIONE ALLA CORA PER IL DOPO PRANDELLI Francesco Guidolin La partita di mercoledì sera a an iro ci ha portati all ennesima «riscoperta» di Francesco Guidolin. Tutti gli occhi addosso a Clarence eedorf, ma alla fine la scena se l è presa l allenatore di Castelfranco Veneto. Con calibrate mosse, per esempio con gli innesti di Pereyra e Nico Lopez, ha dato scacco matto al Milan. Ormai abbiamo smesso di chiederci perché Guidolin, che va per i 59 anni, non abbia mai allenato una grande. E andata così e amen. Un «provinciale» nel senso migliore del termine: la provincia italiana, specie a Nordest, è miniera di eccellenze. Come diceva qualcuno, però, non è mai troppo tardi e noi ci prendiamo la licenza di iscrivere Guidolin alla corsa per la panchina della Nazionale, ammesso che Cesare Prandelli lasci vacante la carica. Massimiliano Allegri e Alberto Zaccheroni, in prima fila per la successione, possiedono curriculum, esperienza e capacità. Guidolin, però, non ha nulla da invidiare a nessuno. Post scriptum: è curioso che tutti e tre abbiano lavorato all Udinese, Allegri come vice di Galeone. Udine gran provincia d Italia. ilcommento ABOLIRE LE OLIMPIADI? UN IDEA BALLATA di FRANCO ARTURI Tania Cagnotto ai Giochi di Londra LAPREE ue autorevoli giornalisti statunitensi hanno fatto scalpore nei giorni scorsi con D un opinione «forte»: smettiamola di organizzare le Olimpiadi, perché producono più danni che benefici. Il primo è stato Charles Lane sul Washington Post; lo ha seguito con motivazioni analoghe Karin Klein, sul Los Angeles Times. Gli argomenti a sostegno sono in estrema sintesi: ) Le Olimpiadi hanno tradito le intenzioni del suo fondatore De Coubertin che le intendeva soprattutto come veicolo di pace internazionale; ) La commercializzazione; 3) costi insostenibili per gli organizzatori; ) incoraggiamento di nazionalismi e aberrazioni come il doping. ono opinioni di una fragilità sconcertante, ma prima di confutarle non si può non notare che la forza stessa dei Giochi è perfetta per ogni forma di strumentalizzazione, da quelle politiche a quelle, appunto, giornalistiche. E facile, con un argomento del genere in mano, diventare iconoclasti a buon mercato e fare il giro di tutti i social. Più la spari grossa più diventi l eroe dei «contro». enza pagare alcun dazio. Intanto: nessuno può proibire ad un associazione privata come il Cio di mettere in piedi ciò che desidera. A meno di invocare strumenti autoritari e antidemocratici che in campo sovrannazionale hanno ancor meno ragion d essere. In linea di massima queste tesi distruttive del più seguito e amato spettacolo del mondo partono spesso, e anche in questo caso, da ricostruzioni storiche sballate. La più ricorrente è quella della treg u a d e l l e g u e r r e nell antica Grecia. Una visione idealizzata e in buona parte infondata. Anche in quei tempi, in realtà, la tregua era limitata esclusivamente agli atleti e al pubblico che dovevano recarsi a Olimpia e le eccezioni furono numerose e clamorose, al punto che la guerra arrivò a seminare la morte nel recinto sacro di Olimpia. iamo, come capite, ad un livello molto diverso dei boicottaggi parziali dei Giochi del 976, 980 e 98, che vengono citati come prova a carico dai due giornalisti americani. Va piuttosto segnalato che da trent anni le Olimpiadi hanno recuperato un universalismo pieno, che è un valore in sé. Terrorismo e sangue: i Giochi non ne sono stati esenti, è vero. Ma c è qualcuno che può sensatamente proporre di cancellare strade e automobili negli Usa per evitare i circa morti all anno? De Coubertin non era la vergine candida che teneva sulla mano la colomba della pace. Certo, c era anche questa aspirazione nel suo articolato disegno, ma non vi è il minimo dubbio che il barone pensasse lo sport anche, se non soprattutto, come introduzione alla vita militare. Non a caso introdusse nel programma dei Giochi un curioso sport che sopravvive tuttora, il pentathlon moderno. Nient altro che addestramento puro per il soldato ideale di fine Ottocento, quello che doveva essere capace di correre a piedi e a cavallo, nuotare, tirare di scherma e di pistola. Le Olimpiadi non hanno tradito nulla, da questo punto di vista. tanno facendo un percorso complesso, com è quello di tutti i macroeventi sociali dei nostri tempi. E si trasformano con quelli. Continuano, con tutte le loro contraddizioni, ad essere il punto d arrivo della pratica sportiva, che è a sua volta il più nobile lascito della cultura occidentale: sostituire la gara alla guerra, l avversario al nemico, le regole al caos, il rispetto alla distruzione, la vita alla morte. Tutto ciò cozza con la commercializzazione? ì e no. ì, se questo inquina il tessuto sportivo propriamente detto, no se l apporto economico serve a sostenere lo sport stesso in forma indiretta. Non esiste alcuna attività umana di grande respiro internazionale che possa estraniarsi, in un economia di mercato grande ormai quanto il Mondo, dalla pubblicità e dagli sponsor, che non è un male in sé. Nessun sano di mente può pensare di abrogare il baseball pro americano, imbottito di steroidi al punto da costringere un presidente Usa a dedicargli un «discorso alla nazione» (George Bush, gennaio 00). Proprio la commercializzazione è lo scenario in cui prosperano i grandi sport negli Usa, che cercano di non farsene contaminare sul piano strettamente agonistico. Come le Olimpiadi. I Paesi ospitanti pagano duramente la loro organizzazione? Piano. piegateci perché allora ogni anni c è una nutrita fila di nazioni che vogliono i Giochi. Evidentemente i detrattori dimenticano qualcosa di colossale, in termini di turismo, immagine, rinnovamento tecnologico e urbanistico. Gli esempi sono tanti. La questione del nazionalismo che sarebbe «eccitato» o addirittura incrementato dai Giochi è la quintessenza del nulla. Lo sport è certo uno dei terreni di confronto delle società nazionali, ma di gran lunga quello meno pericoloso da maneggiare. L economia, il militarismo, le egemonie, perfino le religioni, sono terreni molto più infidi e potenzialmente mortali. Non crediamo che gli abitanti di molti Paesi del Mondo detestino gli tati Uniti, in questo certamente commettendo errori di generalizzazione, perché Owens e Lewis, Ali e LeBron, Woods e Montana erano o sono leggende viventi e eroi imbattibili. E evidente che ogni società nazionale, in particolare quelle autoritarie o dittatoriali, cerca di piegare lo sport e l Olimpiade ai propri fini sporchi. Ma ne siamo ormai avvertiti, abbiamo capacità di analisi e di intervento, disponiamo di antidoti sociali. Le Olimpiadi non sono l unico confronto planetario suggerito dallo sport: i Mondiali di calcio e di altre discipline raggiungono una popolarità paragonabile. Dovremmo forse abolire anche quelli? E dove sarebbe il limite geopolitico per una competizione «sana», il quartiere? La sfida del medagliere va derubricata: più che di nazionalismo è più sensato parlare in questo caso di patriottismo. Ciascuna comunità ha il diritto di essere orgogliosa di un suo figlio che in modo leale per un giorno viene ammirato e applaudito da tutto il resto del mondo. E un elemento insito nella natura umana, che non va in contraddizione con l universalismo «buono» dello sport, ma ne costituisce al contrario il radicamento e la linfa. Certo, anche le Olimpiadi, purtroppo, sono piene di porcherie: dal doping all inganno. Come tutte le attività umane. E le persone di buona volontà sono impegnate a ripulirle, migliorarle, proteggerle, consegnarle ai posteri. Nessuno su questo piccolo pianeta ha inventato qualcosa di più elevato e vicino alla gioia e ai sentimenti di miliardi di persone. Guai a perderle. lapuntura di ROBERTO PELUCCHI f Già che c è Cellino potrebbe smontare il Cagliari e rimontarlo a Leeds. lavignetta DI VALERIO MARINI TwitTwit IL CINGUETTIO DEL GIORNO CARMELO ANTHONY Fuoriclasse di basket Nba #GoTeamUA!!! Good luck to all of my athletes in ochi! RT and join me in today s digital send off! ALVATORE ANZO Ex campione olimpico di scherma Io due schermidori, due ragazzacci... due RADAMEL FALCAO Fuoriclasse del Monaco Tante grazie e a tutti i miei ex compagni per auguri così carini. Un abbraccio grande a tutti RICKY RUBIO tella del basket Prima sconfitta della stagione in casa del CKA. Dobbiamo imparare dagli errori e lavorare con Marca la differenza di ANTIAGO EGUROLA Adjunto al director di «Marca» quotidiano sportivo spagnolo Il Barça di Rosell l affaire Neymar e quel farmacista Jordi Cases, farmacista della piccola cittadina di Esparreguera (.000 abitanti), tifoso e socio del Barcellona, perfetto sconosciuto fino a soli mesi fa, è l inaspettato protagonista del terremoto che ha messo fine alla carriera da presidente di andro Rosell. Nel tardo pomeriggio di ieri, Rosell, 9 anni, impresario, massimo dirigente del club dopo la grande vittoria ottenuta nelle elezioni del 00, ha presentato le dimissioni davanti alla giunta direttiva di una squadra che sta vivendo in ambito sportivo la sua età dell oro. Quella che sembrava una questione di poca importanza, la querelle di un anonimo socio contro il plenipotenziario del Barça per presunte irregolarità nel contratto del brasiliano Neymar, si è trasformata in una bomba nucleare. Il 5 di dicembre dello scorso anno, Cases, militante di Go Barça, piattaforma che si oppone all attuale dirigenza, ha presentato in tribunale una denuncia contro Rosell per falsificazione. econdo il Barcellona l operazione era costata 57 milioni di euro, 7 per il antos e 0 per il padre del giocatore. Nel corso dei tre anni precedenti, Real Madrid e Barcellona si erano duramente contesi il giocatore brasiliano. L accordo raggiunto tra il padre di Neymar e il Barcellona fu determinate per l esito della trattativa. L operazione rappresentò un duro colpo per Florentino Pérez, presidente del Real Madrid. Pérez dichiarò che il Real non era nelle condizioni di acquistare Neymar perché l ingaggio avrebbe comportato un esborso vicino ai 50 milioni. ubito dopo ebbe inizio l estenuante trattativa per il gallese Gareth Bale, comprato per 9,5 milioni di euro secondo il Real Madrid, o 0 milioni stando alle informazioni che giungono dall Inghilterra. Destò clamore la capitolazione di un uomo che non aveva mai incontrato rivali nella corsa per le più grandi stelle del mondo, ma sorprese ancor di più la cifra finale dichiarata da Rosell: 57 milioni, sorprendentemente bassa. Il farmacista Cases, che aveva già espresso il proprio disaccordo in occasione del contratto stipulato con Qatar Foundation per la sponsorizzazione del club, ebbe un breve momento di gloria nel settembre del 03, quando annunciò una mozione di sfiducia contro il presidente Rosell per «bugie e inganni». Il fallimento della mozione, che non raggiunse il 5% delle firme dei soci, condizione necessaria andro Rosell con Neymar AFP per portare avanti il procedimento, venne interpretato come la fine del franco tiratore Cases. Tuttavia, un mese e mezzo più tardi, Jordi Cases inviò un fax chiedendo chiarimenti sul contratto di Neymar, soprattutto a proposito dei 0 milioni di euro che il Barça aveva versato al padre del giocatore. Dal Barcellona nessuna risposta. Cases valutò il silenzio del club come un insulto e una dimostrazione di mancanza di trasparenza. «e mi avessero detto che l ingaggio di Neymar era per vari motivi prioritario e che la concorrenza del Real Madrid esigeva uno sforzo enorme, l avrei accettato, ma sono rimasto infastidito dal silenzio sprezzante», ha detto recentemente Jordi Cases, che si è presentato in tribunale il 5 dicembre per citare in giudizio andro Rosell. In appena un mese e mezzo, la carriera di Rosell è precipitata nel baratro. Lunedì scorso il quotidiano El Mundo ha riferito che la documentazione in mano alla giustizia porterebbe addirittura a 95 milioni il prezzo pagato per Neymar. L incremento dipenderebbe da alcuni elementi che il Barça non riteneva fossero da includere nel contratto originale, ma che gli inquirenti hanno valutato come manovre finanziarie di falsificazione, riconducibili al reato penale di appropriazione indebita. Questa settimana il giudice Pablo Ruz ha ritenuto il materiale della denuncia fondato e sufficiente per portare avanti il processo. Le conseguenze sono state immediate: andro Rosell, prima vicepresidente con Joan Laporta, quindi acerrimo nemico dello stesso, nonché di Johan Cruyff e Pep Guardiola i due grandi miti del barcellonismo, si è dimesso ieri. Gli succederà l attuale vicepresidente José Bertoméu. e tutto è come sembra, un farmacista, un socio quasi sconosciuto, l ha abbattuto. Ma nel calcio spagnolo quasi nulla è come sembra.

18 8 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 ERIE B I RICOMINCIA Con questo mercato sarà un altra B Cinque domande al campionato: con Ardemagni, Maresca e chiattarella si alza il livello NICOLA BINDA NickBinda i ricomincia. Il 9 dicembre è finito il girone di andata, anche se manca ancora una partita, la tristemente nota Carpi Padova: oggi la Corte di Giustizia dovrebbe confermare se è da completare negli ultimi 63, come è stato deciso in primo grado, o no (e tra 8 giorni c è il ritorno...). Ed è stata ultimata la sosta, interrotta solo dal recupero Varese Novara di domenica e arricchita dalle iniziative della Lega: ultima i «Panini days» nelle prime due giornate per il lancio delle figurine. i riparte dunque: stasera, domani e lunedì c è la prima di ritorno. Chissà cosa è cambiato. Il girone ritorno sarà uguale a quello di andata? «A grandi linee sì, però aspettiamoci sorprese. Quasi un mese di stop separa andata e ritorno, facendone due campionati distinti: siccome sarà sempre così anche in futuro, quando allenatori e società decideranno di impostare il lavoro su mesi + mesi (e non su 9), le squadre ne beneficeranno. Adesso, in questa sosta, sono cambiate tante cose e ovviamente sono le squadre che andavano meglio a rischiare di più». Quale la variabile di gennaio che più inciderà? «Il mercato in primis: è un ottima occasione per migliorarsi e quasi tutti ne hanno approfittando inserendo forse fresche. Ma attenzione alla preparazione atletica: dopo i giorni di riposo seguiti all ultimo turno di campionato, si è ricominciato quasi da zero per arrivare alla condizione ottimale, e chi la trova prima ci guadagna. Terza variabile, il recupero degli infortunati: in alcuni (pochi) casi saranno quasi come nuovi acquisti». 3Ma quali sono state le squadre a muoversi meglio, almeno finora, visto che il mercato si chiuderà il 3? «Il Palermo ha arricchito il suo già ottimo organico con una stella come Maresca, oltre a Lazaar e Vitiello. Intelligenti i ritocchi di Empoli (Eramo), Pescara (Caprari, a breve Guana e ampirisi) e iena (Plasmati), importanti gli innesti dello pezia (Bianchetti, Gentsoglou e chiattarella) e del Cesena (Belingheri e Marilungo, oltre al giovane Gagliardini). Da applaudire il coraggio di Avellino, Carpi e Lanciano, che sono tre rivelazioni in cerca del salto di qualità e hanno preso giocatori importanti (Carpi su tutti). E poi, chi è partito male, sta cercando di rimediare: vedi Novara, Padova e Ternana, o addirittura la Juve tabia che ha già preso 6 A sinistra chiattarella. Dall alto Ardemagni e chiattarella IPP PEGAO giocatori. Alcune squadre sono rimaste al palo, o quasi: ma fino al 3 c è tempo...». Tanto mercato, ossia erie B in salute? «In generale sì, c è oculatezza, ma ci sono società con un bilancio preoccupante e la retrocessione potrebbe avere conseguenze devastanti». 5E allora cosa dovremo aspettarci nel ritorno? «L allargamento dei playoff a 6 squadre ingolosisce. Da qui la tendenza di squadre di media fascia a rinforzarsi per giocarsi le possibilità di A. Per la promozione diretta il Palermo resta favorito, poi si preannuncia un testa a testa tra Empoli e Pescara. E bisogna vedere se, come all andata, le gerarchie restano sovvertite: tante rivelazioni in zona promozione, tante grandi in zona retrocessioni. Chissà...». Domani la a giornata (ore 5) RINFORZI PECARA: CON CAPRARI ANCHE GUANA E AMPIRII CLAIFICA QUADRE PUNTI PARTITE RETI G V N P F PALERMO EMPOLI AVELLINO PECARA LANCIANO CROTONE CEENA CARPI BRECIA TRAPANI LATINA PEZIA VAREE IENA ( 7) BARI ( 3) MODENA TERNANA CITTADELLA NOVARA PADOVA REGGINA JUVE TABIA UPROMOE UPLAYOFF UPLAYOUT URETROCEE PROIMO TURNO Venerdì 3 gennaio, ore 0.30 AVELLINO LATINA ( ) abato febbraio, ore 5 BRECIA BARI (0 0) CEENA CROTONE ( ) MODENA VAREE ( ) PADOVA CARPI (n.d.) PECARA TRAPANI ( ) REGGINA LANCIANO ( ) IENA NOVARA ( ) PEZIA JUVE TABIA ( ) TERNANA CITTADELLA ( ) Lunedì 3, ore 0.30 EMPOLI PALERMO ( ) BARI REGGINA Polenta k.o., Delvecchio no Donne e under 8 a euro BARI Improbabile il recupero di Polenta: il difensore è alle prese con un infortunio muscolare e lavora a parte dall inizio della settimana. Al centro della retroguardia ci saranno Ceppitelli e Chiosa. Confermato il 3 3: forse in panchina Delvecchio, unico rinforzo in questo mercato di gennaio. Biglietto di tribuna est a un euro per donne e under 8. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI abelli e Chiosa. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 3) Guarna; abelli, Ceppitelli, Chiosa, Calderoni; Defendi, Romizi, ciaudone; Galano, Joao ilva, Fedato. All. Alberti Zavettieri. E l ora di Bochniewicz Barillà e Pigliacelli dal REGGINA Prima vigilia per Gagliardi e Zanin che debutteranno in panchina a Bari. I due tecnici hanno celato sinora le loro scelte facendo svolgere a porte chiuse le sedute di allenamento. Certo comunque l impiego dei due nuovi arrivati, Barillà e Pigliacelli, nonché del giovane della Primavera, Bochniewicz. QUALIFICATI baffo. DIFFIDATI Cocco e Colucci. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Pigliacelli; Di Lorenzo, Lucioni, Bochniewicz; Adejo, Rigoni, Dall Oglio, trasser, Barillà; Gerardi, Di Michele. All. Gagliardi Zanin. ARBITRO Ostinelli di Como (0 0) CARPI TERNANA Inglese, stop di 5 giorni Ardemagni subito titolare CARPI Doppia presentazione ieri per Legati e Ardemagni. Vecchi non ha Poli e Kiakis e ha perso anche Inglese (lussazione alla spalla, out 5 giorni), ma potrebbe lanciare dall inizio sia Colombi che Ardemagni (in alternativa a Mbakogu), altri ballottaggi fra Pasciuti e Letizia a destra in difesa e fra grigna e Di Gaudio a centrocampo. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Memushaj e grigna. PROBABILE FORMAZIONE ( ) Colombi; Pasciuti, Romagnoli, Pesoli, Gagliolo; Porcari; Concas, Lollo, Memushaj, grigna; Ardemagni. All. Vecchi. Tesser vara il suo 3 Miglietta al posto di Viola TERNANA Con Tesser cambia modulo la Ternana e passa al 3 a lui caro. Viola è squalificato: al suo posto Miglietta. Possibile l esordio dal primo minuto di Gavazzi, mentre per Valeri si prospetta la panchina. In attacco Litteri è il favorito per sostituire l infortunato Ceravolo. QUALIFICATI Viola. DIFFIDATI Masi, Meccariello, Fazio, Farkas, Falletti, Bernardi e Zito. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 ) Brignoli; Rispoli, Meccariello, Farkas, Lauro; Gavazzi, Miglietta, Zito; Maiello; Antenucci, Litteri. All. Tesser. ARBITRO Minelli di Varese (0 ) CITTADELLA PEZIA Di Gennaro non è al top Donnarumma neo papà CITTADELLA Allenamento differenziato per Alborno e De Ledi, che non ci saranno con lo pezia. Qualche acciacco anche per il portiere Di Gennaro, alle prese con un infiammazione al ginocchio: dovrebbe comunque essere al suo posto. Martedì Donnarumma è diventato papà del piccolo Giuseppe. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Busellato e Paolucci. PROBABILE FORMAZIONE ( ) Di Gennaro; Coly, Gasparetto, Pellizzer, Pugliese; Pecorini, Di Donato, Busellato, La Camera; Donnarumma, Coralli. All. Foscarini. Bianchetti va sulla destra Gentsoglou dietro Ferrari PEZIA Problemi a destra perché non stanno bene Baldanzeddu e Madonna, dunque si potrebbe spostare Bianchetti, lasciando invariata la coppia Lisuzzo Ceccarelli. A centrocampo i nuovi chiattarella e Gentsoglou dietro l unica punta Ferrari; Ebagua resterà fermo a lungo. QUALIFICATI Borghese. DIFFIDATI Migliore, Appelt, Baldanzeddu, Catellani e Ebagua. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 ) Leali; Bianchetti, Lisuzzo, Ceccarelli, Migliore; eymour, Bovo; chiattarella, Gentsoglou, Catellani; Ferrari. All. Mangia. ARBITRO aia di Palermo (0 0) JUVE TABIA PECARA Pea lancia tutti i nuovi Ballotaggio Falco owe JUVE TABIA Pea prepara una Juve tabia con tutti i rinforzi in campo. Tra i pali Benassi con Piccioni al centro della difesa, a centrocampo Giandonato De Falco con Liviero (il suo arrivo esclude quello di Frascatore) a sinistra. In attacco Falco, con owe alternativa, a supporto di Di Carmine. Prezzi dimezzati in prevendita. QUALIFICATI Di Nunzio DIFFIDATI Di Carmine, Ghiringhelli, De Falco, Mezavilla, uciu. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Benassi; Lanzaro, Piccioni, Contini; Zampano, De Falco, Mezavilla, Giandonato, Liviero; Falco, Di Carmine. All. Pea. Zauri sostituisce Balzano Gioca il tridente da gol PECARA Primo allenamento per Milicevic. Balzano squalificato, a destra Zauri. Ristabilito dopo la pubalgia Nielsen. In attacco Politano Maniero Ragusa ( reti in tre). Caprari già in gruppo: dalla Roma arriverà anche il portiere vedkauskas (era alla Paganese), oggi le firme di Guana (Chievo) e ampirisi (Genoa). QUALIFICATI Balzano. DIFFIDATI nessuno. PROBABILE FORMAZIONE (3 3) Belardi; Zuparic, chiavi, Capuano; Zauri, Rizzo, Brugman, Rossi; Politano, Maniero, Ragusa. All. Marino. ARBITRO Merchiori di Ferrara (0 3) L ANTICIPO ORE 0.30 Mutti fa 700 con il Padova sul campo del Trapani TRAPANI PADOVA TRAPANI ( ) NORDI GARUFO PAGLIARULO 33 TERLIZZI 9 RIZZATO 7 BAO 6 PIRRONE CIARAMITARO 0 NIZZETTO 9 ABATE MANCOU All. DI GAETANO PANCHINA Marcone, 3 Daì, 3 Priola, 8 Caccetta, Feola, 6 Pacilli, Gambino, 7 Vettraino. PADOVA ( 3 3) MAZZONI 3 ALMICI BENEDETTI 6 CARINI LACZKO OUJI 33 MORETTI 8 CUFFA IMPROTA 8 ROCCHI 0 PAQUATO All. MUTTI PANCHINA Nocchi, 7 Ceccarelli, 3 Kelic, 3 antacroce, 9 Ampuero, 8 Musacci, 9 Radrezza, 6 Melchiorri, 0 Vantaggiato. ARBITRO Ciampi di Roma GUARDALINEE Tegoni Calò PREZZI da 0 a 5 euro TV ky Calcio e Premium calcio LANCIANO BRECIA Baroni, idea Comi dal via Ferrario ha recuperato LANCIANO I nuovi arrivi di Comi, Ragatzu e Nunzella e le partenze di Fofana e Plasmati non dovrebbero portare Baroni a proporre modifiche rispetto all undici standard, anche se l idea Comi dall inizio non è da escludere. In difesa assente Amenta per squalifica, recuperano Troest, Aquilanti e Ferrario con l ex leccese pronto all esordio come titolare. QUALIFICATI Amenta. DIFFIDATI Piccolo, Comi, Turchi e Minotti. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 3) epe; De Col, Troest, Ferrario, Mammarella; Minotti, Casarini, Buchel; Piccolo, Falcinelli, Di Cecco. All. Baroni. Passaggio di società: giallo sui soldi di Manenti BRECIA Continua le telenovela societaria. «Il bonifico sul mio conto è arrivato», sostiene l aspirante acquirente Manenti. Ma al Brescia non risulta: «Non abbiamo visto i soldi», dice Corioni. Visita di Giresse, c.t. enegal. Oggi rifinitura: preoccupa odinha, k.o. Corvia e Zambelli. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Coletti, Freddi, Grossi, Lasik e Zambelli. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Cragno; Paci, Di Cesare, Freddi; Zambelli, Benali, Budel, Grossi, Kukoc; Oduamadi; Caracciolo. All. Bergodi. ARBITRO Candussio di Cervignano ( ) LATINA EMPOLI Figliomeni si deve fermare Lunedì arriva Fabio Nunes LATINA Non c è Figliomeni (guai muscolari) ma in difesa tornano Esposito e Cottafava. Ha lavorato in gruppo Ristovsky, difficile però che Breda lo rischi, a tutto vantaggio di Milani. Massima incertezza sulla spalla di Jonathas: Cisotti è in pole rispetto a Ghezzal e Jefferson. Il portoghese Fabio Nunes ( 9), esterno sinistro del Blackburn, è atteso lunedì. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Alhassan, Bruno e Morrone. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Iacobucci; Brosco, Cottafava, Esposito; Milani, Crimi, Morrone, Laribi, Alhassan; Cisotti, Jonathas. All. Breda. Croce torna, Eramo pronto Barba al posto di Tonelli EMPOLI Croce ha recuperato dalla febbre e gioca con Valdifiori: il terzo in mediana dovrebbe essere ignorelli (al posto di Moro infortunato), però non è da escludere l utilizzo del rinforzo di gennaio Eramo. In difesa Barba al posto di Tonelli. La squadra è già in ritiro una decisione legata alla lunga sosta. QUALIFICATI Tonelli. DIFFIDATI Mchedlidze, Moro e Hysaj. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 ) Bassi; Laurini, Rugani, Barba, Hysaj; ignorelli, Valdifiori, Croce; Pucciarelli; Tavano, Maccarone. All. arri. ARBITRO Roca di Foggia ( 3) NOVARA AVELLINO Calori è pronto per il 3 3 Lambrughi subito titolare NOVARA Calori è pronto a tornare al 3 3, con Lambrughi subito titolare sulla corsia di sinistra. ulla destra, in attesa di Crescenzi (si cerca di ultimare le pratiche per averlo già in campo domani), potrebbe toccare ancora a alviato. Tridente inedito, con Gonzalez e Lazzari a supporto di ansovini. Niente da fare per Rubino e Pesce. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Lazzari e alviato. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 3) Kosicky; alviato, Perticone, Ludi, Lambrughi; Marianini, Buzzegoli, Faragò; Gonzalez, ansovini, Lazzari. All. Calori. In porta torna Terracciano Peccarisi out, c è Decarli AVELLINO Imbarazzo delle scelte per Rastelli che ritrova il portiere Terracciano pronto a riprendersi la maglia da titolare. Al posto dello squalificato Peccarisi probabile il debutto del neoacquisto Decarli, mentre in attacco Ciano potrebbe partire dalla panchina. Indisponibili per infortunio Ladriere e oncin. QUALIFICATI Peccarisi. DIFFIDATI Izzo, Arini e chiavon. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Terracciano; Decarli, Izzo, Pisacane; Zappacosta, D Angelo, Arini, chiavon, Bittante; Castaldo, Galabinov. All. Rastelli. ARBITRO Baracani di Firenze ( ) PALERMO MODENA Iachini perde sei giocatori orrentino va in panchina PALERMO Emergenza per Iachini che dovrà fare a meno di sei pedine: ai tre squalificati Milanovic, Bolzoni e Lafferty si sono aggiunti gli infortunati Dybala e Barreto, e non ci sarà nemmeno Belotti (problemi muscolari). In attacco uno tra Malele e Troianiello in coppia con Hernandez. orrentino, dopo il lungo stop, andrà in panchina. Debutta Maresca. QUALIFICATI Milanovic, Bolzoni, Lafferty. DIFFIDATI Ujkani e Daprelà. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Ujkani; Munoz, Terzi, Andelkovic; tevanovic, Ngoyi, Maresca, Verre, Daprelà; Malele, Hernandez. All. Iachini. Novellino conferma il Davanti tanco e Babacar MODENA Assenti per infortunio ignori, Potenza e Mangni, Novellino riparte con il sperimentato nell ultima prima della sosta. Abbondanza a centrocampo con alifu che, salvo problemi fisici (in preallarme Burrai), dovrebbe giocare dall inizio con Rizzo. Esclusi Bianchi e Mazzarani, in attacco tanco farà coppia con Babacar. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Cionek, Gozzi, Manfrin e Zoboli. PROBABILE FORMAZIONE ( ) Pinsoglio; Gozzi, Cionek, Zoboli, Manfrin; Molina, alifu, Rizzo, Garofalo; Babacar, tanco. All. Novellino. ARBITRO Borriello di Mantova ( ) VAREE CEENA Laverone terzino sinistro Corti ok dopo la squalifica VAREE La firma di Lazaar con il Palermo è slittata a lunedì, ma il terzino non dovrebbe giocare e Gautieri, che rischia di non avere Franco per infiammazione al ginocchio, potrebbe dirottare a sinistra Fiamozzi o adattare Cristiano. Bjelanovic sempre k.o., Corti ha scontato la squalifica e rientra. La rifinitura è stata anticipata alle al centro sportivo del Bosto. QUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Pavoletti. PROBABILE FORMAZIONE ( 3 3) Bressan; Laverone, Rea, Ely, Fiamozzi; Corti, Damonte, Cristiano; Zecchin, Pavoletti, Forte. All. Gautieri. Il dubbio è D Alessandro Defrel diventa mezzala CEENA Tabanelli ha salutato ieri Bisoli e i compagni: da oggi inizia l avventura al Leeds. Indisponibile Bangoura, in dubbio D Alessandro. Gli ultimi arrivati Marilungo e Gagliardini vanno in panchina. Novità Defrel mezzala. Campagnolo è tornato mercoledì dopo tre mesi: difficilmente sarà rischiato, pronti Coser o Rossini. QUALIFICATI il tecnico Bisoli. DIFFIDATI Cascione e Consolini. PROBABILE FORMAZIONE (3 5 ) Coser; Volta, Capelli, Krajnc; Consolini, Defrel, Cascione, Coppola, Renzetti; ucci, Rodriguez. All. Piangerelli. ARBITRO Aureliano di Bologna (0 ) TRAPANI Trapani con diversi indisponibili. Oltre a Lo Bue e Djuric sono fermi per infortunio anche il difensore Martinelli e il portiere Dolenti. Assenti anche Iunco che in settimana è stato bloccato a letto da un virus influenzale e l ex di turno Raimondi, ancora indietro nella condizione di forma e dirottato nella Primavera. Recuperato Terlizzi anche se ancora non al meglio per via di una distorsione ad una caviglia procuratasi in allenamento. qualificati il tecnico Boscaglia. Diffidati Ciaramitaro, Nordi e Pagliarulo. PADOVA Dei nuovi acquisti solo Almici e Moretti dovrebbero trovare posto dall inizio, mentre Nocchi e Kelic partiranno tra le riserve. Improta si gioca una maglia nel tridente d attacco. L allenatore Mutti festeggia la 700ª panchina, una carriera iniziata nei Dilettanti con il Palazzolo nel 988. Indisponibili Modesto, Jelenic, Iori e Feczesin. Non convocati Perna e Trevisan. qualificati nessuno. Diffidati Moretti, Vantaggiato, Benedetti e Laczko. IL POTICIPO Lunedì c è la sfida tra Crotone e iena Il programma della a giornata sarà completato lunedì sera dal posticipo tra il Crotone e il iena. La partita avrà inizio alle ore 0.30 e sarà arbitrata da Pairetto di Nichelino.

19 VENERDÌ GENNAIO 0 LA GAZZETTA DELLO PORT 9 PRIMA DIVIIONE LE PROTAGONITE DEL GIRONE A Entella & Pro Vercelli Ora il record, poi la B Due squadre imbattute nello stesso girone dopo 8 giornate Mai visto dalla C in su: il testa a testa trova un motivo in più MATTEO PIERELLI Divise da punti, all andata hanno fatto 0 0: sfida al ritorno alla penultima giornata toria di un dominio, annunciato fin dall alba del campionato (viste le difficoltà della Cremonese, la favorita dell estate) e che ha tutta l aria di continuare fino alla fine. In attesa dei verdetti di fine stagione, Entella e Pro Vercelli, le squadre che stanno monopolizzando il girone A, si godono quello zero in classifica da record. Zero sconfitte, domeniche pomeriggio (o venerdì sera) senza sensi di colpa, progetti che vanno a gonfie vele, giocatori applauditi, tifoserie felici. Imbattibili Ma c è di più. Le squadre di Prina e cazzola, i due allenatori amici che una volta remavano dalla stessa MERCATO NUOVO PREIDENTE PER IL RIMINI alernitana, ecco calise Pacilli Cremonese: si fa La alernitana è una delle società più attive in questi giorni: trattativa calda per embroni (Pergolettese), dopo Bianchi, dall Ascoli arriva anche calise e ora aspetta Pestrin; in cambio è partito Topouzis, e con lui all Ascoli può approdare anche Magliocchetti (Reggiana). ALTRE DI PRIMA La Cremonese si è riavvicinata a Pacilli del Trapani: a inizio settimana si può chiudere. Altri due innesti per il avona: sono imoncelli (Barletta) e Rosato (Taranto). Al Lumezzane arriva Coulibaly dal orrento (via Chievo). Il Lecce ha definito l ingaggio del portiere Caglioni dal Crotone; a proposito di portieri: al Gubbio è in arrivo (via parte (la Pro Belvedere era guidata da Prina e cazzola era un suo giocatore), sono anche artefici di un primato. Non era mai successo dalla erie C in su che due squadre dello stesso girone arrivassero da imbattute alla 8ª giornata, come hanno fatto Entella e Pro Vercelli. Ci sono solo due precedenti. Il più vicino nel tempo è quello del , nel campionato di econda divisione (girone C), con Gela e Catanzaro che alla fine arrivarono ai playoff senza poi essere promosse. L altro risale al campionato 97 75, ai tempi della C unica (venne divisa in C e C nel 978), e il merito fu di Catania e Bari. Alla fine siciliani promossi in B. Parma) Gozzi (ora è in Grecia allo Zakynthos). ECONDA DIVIIONE Il Rimini prende Nigro (Ischia) e ha un nuovo presidente: Fabrizio De Meis, già titolare del 0%. Oltre ad Allegretti (Barletta), al Monza va Briganti (Gubbio) e tratta per il ritorno di De Cenco (Pavia). Definito ereni (Rimini) alla pal, aperta una trattativa tra Pergolettese e Grosseto per Tedeschi (che però stasera deve giocare). E poi: Rosti (Vigor Lamezia) va alla Torres che tratta Russo (Gubbio), Padovani (ambonifacese) al Gavorrano, Catalano (Rimini) alla Vigor Lamezia e quillace (Catanzaro) al Messina. Binda Brega Luca Prina, 8 anni LIVERANI stasera in tv Il Perugia torna dopo il risposo e stasera riceve il Grosseto per riprendersi la vetta. Tutti disponibili per Camplone, che ha recuperato Barison, Massoni e anche Comotto: ballottaggio tra Moscati e Vitofrancesco, in avanti Mazzeo preferito a Insigne e procati; ieri non si è allenato Eusepi, diventato papà. Cuccureddu conferma il ma rinforza il centrocampo con Onescu; in dubbio Terigi, acciaccato (pronto Tedeschi), ballottaggio Bombagi Esposito sulla fascia destra. Così in campo (ore 0.5, Rai port ): PERUGIA ( 3 3) Koprivec; Conti, Massoni, cognamiglio, Comotto; Moscati, Filipe, Nicco; Mazzeo, Eusepi, Fabinho. (tillo, ini, Barison, Vitofrancesco, Insigne, procati, Henty). All. Camplone GROETO ( ) Maurantonio; Formiconi, Burzigotti, Tedeschi, Legittimo; Bombagi, Obodo, Perini, Onescu; Ferretti, Marotta. (Lanni, Terigi, Biraschi, Gotti, Esposito, Gioè, Giovio). All. Cuccureddu ARBITRO Ros di Pordenone (Galetto Baccini). Cristiano cazzola, anni LAPREE I record empre rivolgendo uno sguardo al passato, si può notare invece come le serie utili di 8 giornate in erie C o Lega Pro non siano un record, anzi. Nella stagione , campionato di C girone A, lo pezia fece percorso netto: 3 risultati utili, neanche una partita persa. In panchina c era l allora emergente Andrea Mandorlini, che portò la sua squadra alla promozione diretta con ben 5 punti di vantaggio sulla seconda (Alessandria). Per quanto riguarda la C/Prima divisone il primato è di 3 risultati utili ed è dell Udinese e della Ternana I friulani, guidati da Massimo Giacomini, dominarono il girone A (c era la C unica) e vennero promossi in B. Ma non solo: l anno successivo arrivarono addirittura in erie A. Per gli umbri, con Gigi Delneri in panchina, la promozione passò dai playoff, dopo essere finiti secondi alle spalle del Cosenza. Per Entella e Pro Vercelli (l andata in Piemonte finì 0 0, il ritorno è alla penultima giornata) la strada è tracciata. Ritorna il Perugia dopo il turno di riposo Ma occhio al Grosseto di Ferretti Marotta Questa la situazione nei due gironi: GIRONE A Così dopo 8 giornate: Entella p. 0; Pro Vercelli 36; Cremonese, avona e Venezia 9; Vicenza ( ) e Como 8; Alto Adige 6; Feralpi alò e AlbinoLeffe ( ) 3; Lumezzane e Reggiana 9; Pro Patria ( ) 6; Carrarese 5; an Marino 3; Pavia. Domenica (.30): AlbinoLeffe Pro Patria ( 0); Alto Adige Como ( 3); Entella Lumezzane ( ); Feralpi alò Pro Vercelli ( ); Reggiana Carrarese ( 0); an Marino Pavia ( 0); avona Cremonese ( ); Vicenza Venezia ( ). GIRONE B Così dopo 0 giornate: Frosinone p. 39; Perugia* 38; Lecce 33; Catanzaro 30; L Aquila 9; Benevento e Pisa 8; Prato 6; Grosseto e Pontedera 5; alernitana* ; Gubbio* 0; Viareggio 7; Ascoli ( ) e Barletta 5; Nocerina ( ) ; Paganese 0, (* ha riposato; Viareggio Pontedera si recupera il 30). Domenica (.30): Barletta Frosinone (0 ); Catanzaro Lecce ( ); Gubbio Prato (0 0); L Aquila Ascoli (3 ); Nocerina Pisa ( 5); Paganese Viareggio ( 0); Pontedera alernitana ( ); riposa Benevento. I NUMERI 8 i gol presi dall Entella: grazie a questo exploit, la squadra di Luca Prina ha la miglior difesa di tutta la Prima divisione 9 i pareggi della Pro: nel girone A di Prima divisione nessuno è riuscito a conquistarne di più 3 i risultati utili dello pezia in serie C girone A stagione : è il record nei tornei di erie C Lega Pro a 8 squadre 3 i precedenti di due squadre arrivate imbattute alla 8ª giornata nello stesso girone. Oltre a Entella e Pro Vercelli quest anno, ci sono Gela e Catanzaro (in C) nel e Catania e Bari (serie C unica) nel torneo IL CAO Giannini e i Righi E un intreccio molto pericoloso Il tecnico con loro a Massa: indaga anche la Procura Figc per quel Gallipoli Marcianise MAURIZIO GALDI Il giorno dopo il maxi blitz interforze sui presunti fiancheggiatori del clan Contini, è quello delle verifiche, degli interrogatori e delle analisi. Al di là della cronaca pura e semplice, all attenzione resta il «concorso nella alterazione dei risultati di competizione sportiva». Di questo sono accusati dalla Direzione nazionale antimafia l ex allenatore del Gallipoli, oggi c.t. del Libano, Giuseppe Giannini, l allora d.s. salentino Luigi (detto Gino) Dimitri (oggi osservatore della Juve), e i giocatori Michele Murolo (passato nei giorni scorsi dalla Juve tabia al Vicenza) e Massimo Russo (in questa stagione alla Puteolana nel girone H di erie D), che all epoca dei fatti due giocavano nel Marcianise. Un mondo piccolo A spendere 50 mila euro per far vincere il Gallipoli sarebbero stati alvatore e Ivano Righi, padre e figlio. Fino alla scorsa stagione alvatore Righi era stato d.s. dell Arzanese (econda divisione) e, in passato, presidente della Massese, società poi fallita e che aveva proprio Giannini come allenatore. Righi aveva trovato già l ex giallorosso sulla panchina, ma in seguito sarebbe anche arrivato l esonero del tecnico. Ma i rapporti tra i due sono andati oltre: il figlio di alvatore, Ivano, è stato il fidanzato di una delle figlie di Giannini Giuseppe Giannini, 9 che spesso quando era a Roma frequentava uno dei ristoranti dei Righi e lo ha confermato dal Libano lo stesso tecnico. La giustizia sportiva La partita Gallipoli Marcianise indicata dai magistrati si è giocata il 5 maggio 009 e per questo non è ancora prescritta, mentre per i tesserati in caso di illecito la prescrizione è di otto anni. Ma punire i club sarà molto difficile. ia il Gallipoli (almeno quello della promozione in B) che il Marcianise non esistono più: entrambi hanno perso l affiliazione, anche ora ci sono un Gallipoli in Eccellenza e un Marcianise in D. ono tesserati alvatore Righi e, naturalmente, Giannini, Dimitri, Murolo e Russo. icuramente su di loro la Procura federale aprirà un fascicolo (è probabile che lo abbia già aperto e che il Procuratore Palazzi abbia già preso contatti con la Procura di Napoli che cura le indagini). Reazioni Murolo ha già parlato con il Vicenza e la società ha comunicato che «in assenza di qualsivoglia affermato elemento di colpevolezza, preso atto delle dichiarazioni del proprio tesserato e tenuto conto che, allo stato, non sono emerse circostanze tali che possano incrinare il rapporto fiduciario, conferma nel proprio organico Michele Murolo rimettendosi al giudizio degli organi delegati in ogni competente sede».

20 0 LA GAZZETTA DELLO PORT VENERDÌ GENNAIO 0 CICLIMO LA CERIMONIA NELLA EDE DELLA BORA A MILANO L AMBACIATORE BRITANNICO CON IL DIRETTORE MONTI E I VERTICI DI RC PORT, ZANABONI E TARANTO E tra le eccellenze d Italia c è un premio per il Giro La corsa rosa, che partirà da Belfast, ha ricevuto lo «port is great award» CIRO MILANO Il Giro d Italia premiato al fianco di (altre) eccellenze italiane, come le Assicurazioni Generali e Moleskine. E successo ieri sera nella sede della Borsa Italiana, Palazzo Il console inglese Vic Annelis riceve la maglia rosa dal nostro direttore Andrea Monti LAPREE L ambasciatore Christopher Prentice con il Trofeo enza Fine tra il presidente Zanaboni e l a.d. Taranto LAPREE Mezzanotte, in Piazza Affari a Milano. L occasione è stata la «Uk Italy Business Awards Ceremony», con la regia di «Uk Trade and Investiment Italia», che premia le aziende italiane che abbiano investito con successo nel Regno Unito. Un legame a doppio filo testimoniato dalla presenza di Flavio Zanonato, il nostro ministro dello sviluppo economico, e Michael Fallon, suo «collega» inglese per il Business e l Energia. E da cifre importanti: le esportazioni inglesi in Italia valgono 8 miliardi di sterline (in euro, quasi 0). Il Giro d Italia partirà venerdì 9 maggio da Belfast (Irlanda del Nord) e rimarrà tre giorni sull isola (la terza frazione arriva a Dublino). A ritirare il premio «port is great award» per il Giro, dalle mani di Vic Annelis, Console generale a Milano, c erano il direttore della Gazzetta Andrea Monti e i vertici di Rcs port: il presidente Raimondo Zanaboni e l a.d. Riccardo Taranto. Tanti applausi anche dall ambasciatore britannico, Christopher Prentice, che ha detto: «Il Giro che parte dal Regno Unito sarà un evento unico, indimenticabile». Quintana è già super stacca tutti in salita Nibali relax chiude a 7 an Luis how in Argentina del colombiano che punta al Giro Il siciliano: «Fare fuorigiri adesso è solo controproducente» DAL NOTRO INVIATO CLAUDIO GHIALBERTI ALTO DE AMAGO (Argentina) Appena la salita è diventata dura, cioè a dieci chilometri dal traguardo, Nairo Quintana se ne è andato per una straordinaria galoppata in solitario. Non lo hanno fermato né il caldo torrido né gli agguerriti argentini. Nibali e Rodriguez, i due grandi rivali, hanno alzato bandiera bianca alla prima curva. Culla «E la prima corsa che vinco in America con la maglia della Movistar e questo per me ha un significato speciale afferma il 3enne colombiano, che ha tagliato il traguardo mimando il gesto della culla per ricordare che tra un mese circa diventerà papà. La salita è stata molto dura, esigente, con un calor matador. Ho capito subito che l argentino (ergio Godoy, poi a 50 ; ndr) sarebbe rimasto a ruota senza darmi un cambio, così ho preferito andare solo». E per fortuna che lunedì si era parlato per lui di gastroenterite. «ono stato male davvero, ho sofferto. Ma sono riuscito a recuperare molto bene». Oggi Nairo Quintana, 3 anni BETTINI intanto la corsa argentina propone una crono piatta di 9, km a an Luis, quasi sicuramente segnata dal vento. Un percorso in teoria più adatto all americano Philipp Gaimon, che è rimasto leader per soli su Quintana. «Ma io la farò a tutta perché voglio vincere questa corsa». Poi una dedica speciale: «Ai miei compagni di squadra, soprattutto a quelli che in questo inizio di stagione sono caduti e hanno problemi di salute (Visconti, operato alla tibia, ndr)». ì, Quintana al Giro d Italia saprà far divertire la gente lungo le strade. Recupero La crono odierna chiama alla ribalta anche Vincenzo Nibali, che ieri a chiuso 7 a 6 3 da Quintana. «arà un test vero e molto importante afferma lo qualo con un viso molto sereno. Mi servirà anche per avere dei riferimenti rispetto agli anni passati. Vincere? Non sarà facile. Però recupero bene e a questa prova tengo molto». La prestazione in montagna non lo preoccupa affatto. Del resto, in queste circostanze, arrivare a 3 minuti o a 0 poco cambia. «Appena iniziata la salita mi sono spostato e me la sono presa comodissima. Per la montagna non sono ancora nella condizione migliore e fare dei fuorigiri è solo controproducente». Tradotto: Vincenzo sta molto bene ma è ancora un po sovrappeso (è attorno ai 67 kg) e questo in salita si sente, mentre a crono non dovrebbe avere tanti problemi. Così, ieri il migliore degli italiani è stato Gianluca Brambilla, 9 a 3 0. TOUR DOWN UNDER Evans, che gioia Vince in casa dopo dodici anni Il febbraio compirà 37 anni, ma è ancora competitivo al massimo livello. È questo il messaggio che Cadel Evans (foto Bettini) ha lanciato da Norwood nella 3 a tappa del Tour Down Under: il capitano della Bmc, che punta al Giro, ha attaccato ai 5 km ed è arrivato da solo, anticipando di 5 i primi inseguitori regolati dal connazionale Haas sul nostro Diego Ulissi. Evans, che non vinceva sulle strade di casa da anni (33 successo in carriera) ha sfilato la maglia di leader a Gerrans. Nella notte la a tappa, Unley Victor Harbor: 8 km per velocisti. GAVAZZI DANEE Dopo la rescissione consensuale del contratto con l Androni, Mattia Gavazzi correrà nella Christina Watches, squadra Continental danese diretta da Alberto Elli. PROCEO LAMPRE Oggi al Tribunale di Mantova la prima udienza del processo Lampre: al centro il farmacista Nigrelli e la presunta rete di doping. Il giudice Toniolo deciderà il perito che analizzerà le trascrizioni delle intercettazioni dei Nas di Brescia. il Retroscena Di Luca scrive un libro L Uci lo contattò per farlo confessare LUCA GIALANELLA L Uci l aveva contattato dopo la positività al Giro. Voleva i nomi. Era il giugno 03, ma Danilo Di Luca, il 9 luglio, rinunciò a questa opportunità. E tutto scritto nella sentenza con cui il Tribunale nazionale antidoping (Tna) del Coni, presieduto dal giudice Fumagalli, gli ha inflitto la radiazione. E la rilettura aiuta a capire le affermazioni fatte l altra sera in tv sul doping nel ciclismo. Alla Procura Coni, Di Luca disse che «considerato il mio coinvolgimento in due casi di positività, non ritengo di poter fornire alcuna dichiarazione. Tuttavia mi riservo di presentarmi nuovamente davanti a questa Procura per riferire sulle mie condotte e su quanto altro a mia conoscenza in relazione a violazioni commesse da altri soggetti». Ma Di Luca, invece che andare a Roma, è salito a Milano per parlare in uno studio televisivo. Il Tna scrive: «Di Luca deve essere valutato come un atleta gravemente e irrimediabilmente diretto al ricorso a sostanze e metodi proibiti». «Di Luca, dopo aver formulato in più occasioni una riserva di collaborazione, non l ha poi prestata per non coinvolgere terzi». «Le violazioni in cui è caduto manifestano una personalità ormai irrimediabilmente diretta a trovare aiuto nel ricorso a sostanze e metodi proibiti». «Appare massimamente riprovevole il comportamento di chi trae beneficio da una collaborazione per tornare a competere e, tornato a competere, si rende responsabile di nuova violazione». In tutta la carriera, in bici e fuori, Di Luca non ha mai fatto nulla per caso. Ha valutato ogni passo. e vuole, può coinvolgere tutti, può spiegare vent anni di doping. Ha tre Procure penali sul collo (Torino e Padova per la positività del 009, e Pescara per il 03, se decide di intervenire). Non ha rimorsi. E non crediamo all idea di un disperato. Ha parlato per vendetta o per business? Deve far pagare al sistema ciclismo la positività, oppure vuole far fruttare le querele in arrivo? Vuole un processo spettacolo con rivelazioni choc? E se aprisse bocca, con nomi e cognomi? Mercoledì la Procura Coni lo risentirà, e allora si capirà se l intervista alle «Iene» sia stato un segnale ai naviganti. Intanto sappiamo che Danilo sta scrivendo un libro. Di Luca come Tyler Hamilton? Attenzione, perché questo potrebbe diventare l affare Armstrong italiano, considerato il livello del personaggio.

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima Introduzione Il Milan ha appena concluso una partita di campionato, a Genova, contro la Sampdoria. È una partita di fine novembre, con la nuova squadra di Zlatan Ibrahimovic reduce da un positivo impegno

Dettagli

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00 Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 TROPPI ASSENTI IN AVANTI OKAKA LONDRA ROMA LONDRA E una Roma in chiara emergenza

Dettagli

Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa

Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa di NICOLO' AMORUSO I posticipi del Lunedì Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa 1 / 6 Juventus 2 Livorno 0. Con questo successo

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Turno 1: Campionato Serie A

Turno 1: Campionato Serie A Turno 1: Campionato Serie A 1.1 Solo due giocatori nello scorso campionato hanno segnato sia contro il Milan, che contro l Inter e la Juventus, chi sono? / 2 1.2 Tra le squadre che partecipano a questo

Dettagli

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto :

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A1...... A2...... A3... paolo Cont... Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A4...... A5...... A6... paolo

Dettagli

SERIE A Cifre e curiosità 17^ Giornata

SERIE A Cifre e curiosità 17^ Giornata SERIE A Cifre e curiosità 17^ Giornata Sono in totale 24116 i match disputati fino ad oggi nella massima serie. Si annoverano 16752 vittorie (di cui 11904 in casa e 4848 in trasferta) e 7364 pareggi totali;

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo:

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: 1) Toro-Inter 2) Sampdoria Toro 3) Toro Verona 4) Cagliari Toro

Dettagli

Inter Roma - Inter. Lazio Inter - Lazio Roma Inter - Roma

Inter Roma - Inter. Lazio Inter - Lazio Roma Inter - Roma 5 Campionati di calcio di serie A Che cosa si impara nel capitolo 5 Si può vedere come è cambiato il gioco del calcio - partite vinte/perse/pareggiate e goal fatti/subiti attraverso la tabella a doppia

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio REGOLAMENTO FANTA PLAZET: ISCRIZIONE E SOLDI L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio del mercato. Oltre ai 25 Euro dovranno essere consegnati ulteriori

Dettagli

Attaccare con il modulo 4-2-3-1: gli sviluppi offensivi del Manchester United.

Attaccare con il modulo 4-2-3-1: gli sviluppi offensivi del Manchester United. articolo N. NOVEMBRE 200 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO SEDE

Dettagli

Serie A 2013-14 Incontro della 34ª giornata (15ª di ritorno) UDINESE-NAPOLI. Sabato, 19 aprile 2014. Incontri recenti

Serie A 2013-14 Incontro della 34ª giornata (15ª di ritorno) UDINESE-NAPOLI. Sabato, 19 aprile 2014. Incontri recenti PT G V N P F S UDINESE casa NAPOLI trasferta UDINESE totale NAPOLI totale 26 16 8 2 6 18 17 30 16 9 3 28 21 38 33 11 5 17 35 46 67 33 20 7 4 6 63 35 UDINESE Incontri recenti NAPOLI Data GG Incontro Ris.

Dettagli

regolamento stagione 2012-2013

regolamento stagione 2012-2013 regolamento stagione 2012-2013 www.carifa.it IL PRESIDENTE CARDOLINI RIZZO FABIO Riunita la commissione Carifantacalcio in data 09 agosto 2012 con la presenza di: CARRIERI MINO, ANCORA CIRO, CARRIERI GIOVANNI

Dettagli

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati REGOLAMENTO FANTA PLAZET: Ciao a tutti ragazzi! Anche questa edizione è passata più o meno in maniera perfetta Le piccole cosa da sistemare sono state riviste, tipo qualche partecipante furbetto! Quindi

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

La stagione sarà divisa (secondo calendario, vedi sezione 9) tra campionato di SERIE A e COPPA ITALIA.

La stagione sarà divisa (secondo calendario, vedi sezione 9) tra campionato di SERIE A e COPPA ITALIA. REGOLAMENTO FANTALION S 2012/2013 1. REGOLE GENERALI Ogni squadra partecipante al Fantalion deve avere una rosa formata da 28 calciatori. L unico vincolo è il possedere minimo 1 portiere (i due di riserva

Dettagli

UEFA CHAMPIONS LEAGUE - STAGIONE 2013/14 CARTELLE STAMPA

UEFA CHAMPIONS LEAGUE - STAGIONE 2013/14 CARTELLE STAMPA UEFA CHAMPIONS LEAGUE - STAGIONE 2013/14 CARTELLE STAMPA AC Milan Stadio Giuseppe Meazza - Milano Mercoledì, 19 febbraio 2014 20.45CET (20.45 ora locale) Ottavi di finale, Andata Club Atlético de Madrid

Dettagli

''Ciao Stefano, Eroe"

''Ciao Stefano, Eroe FAIR PLAY NEWS Comitato Nazionale Italiano FAIR PLAY Member du Comitè International pour le Fair Play Member European Fair Play Movement FAIR PLAY NEWS * 28 giugno 2013 (Aut. Trib. di Roma n.411 del 7.10.2004

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

FANTA ZENA. Il Regolamento

FANTA ZENA. Il Regolamento FANTA ZENA Il Regolamento SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 LA LEGA... 3 COMPOSIZIONE LEGA... 3 SERIE A... 3 SERIE B... 3 STAGIONE SPORTIVA... 3 DATE COMPETIZIONI... 3 COMPOSIZIONE DELLE ROSE... 3 ISCRIZIONE...

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

Regolamento Super Master League

Regolamento Super Master League Regolamento Super Master League Crediti iniziali per squadra: 700 Le rose delle squadre partecipanti NON potranno contenere calciatori uguali per la fase a gironi. Nella fase finale invece il le rose potranno

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET LA PALLA: MEZZO E/O METODO PER LO SVILUPPO DEGLI SCHEMI MOTORI DI BASE di Fabio Bagni Camminare per tutta la palestra, lontani l uno dall altro Camminare stando vicini Camminare all indietro, prima lontani,

Dettagli

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA FIORENTINA - MILAN Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45 Copia Omaggio 191 2015 EFFETTO SOUSA 2 3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile:

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine)

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) REGOLAMENTO FANTACALCIO 2013/14 Le squadre saranno 8 Si gioca con: il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) CAMPIONATO a 35 giornate Dalla 3 di serie A

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE

REGOLAMENTO UFFICIALE Edizione 9 REGOLAMENTO UFFICIALE STAGIONE 2012-13 STAGIONE 2012-13 DURATA Il campionato avrà svolgimento dalla seconda giornata fino giornata del campionato di Calcio di serie A. Saranno giocate un totale

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale 1 Lega delle Medie Regolamento ufficiale Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM dà

Dettagli

ASSENZE DI CALCIATORI DA PARTITE UFFICIALI CAUSA INFORTUNIO NEL CAMPIONATO DI SERIE A TIM 2014-2015

ASSENZE DI CALCIATORI DA PARTITE UFFICIALI CAUSA INFORTUNIO NEL CAMPIONATO DI SERIE A TIM 2014-2015 ASSENZE DI CALCIATORI DA PARTITE UFFICIALI CAUSA INFORTUNIO NEL CAMPIONATO DI SERIE A TIM 2014-2015 Prof. R. Sassi, E. Gastaldi Pubblichiamo l analisi di confronto degli infortuni dei giocatori delle squadre

Dettagli

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015

Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 Settore Tecnico A.I.A. QUALITY Codice Revisione Denominazione 000 / 1415 0 Il briefing Stagione Sportiva 2014 / 2015 IL BRIEFING PRE-GARA Il «briefing» pre-gara Il termine BRIEFING deriva dall inglese:

Dettagli

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO GENERALITA' Il Torneodelvenerdì nasce nel 2009 per iniziativa di alcuni ragazzi desiderosi di creare un appuntamento calcistico settimanale per la propria squadra

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php REGOLA 1: LA LEGA 1. La lega è costituita da quattordici società. 2. La Lega è governata dal Presidente di Lega, Giovanni Borraccino

Dettagli

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015*

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* * evidenziate in verde le modifiche apportate al Regolamento 201 3-201 4 * testo barrato arancione i paragrafi eliminati rispetto al Regolamento 201 3-201 4 INDICE:

Dettagli

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1 La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1. Composizione formazioni Le formazioni dovranno essere composte da 3 portieri 8 difensori 8 centrocampisti 6 attaccanti 2. Schieramenti

Dettagli

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus.

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus. Per determinare il risultato delle partite si calcola il punteggio totale di ogni squadra e lo si converte in gol equivalenti in base ad opportune fasce di punteggio che definiremo elastiche. Il significato

Dettagli

www.fiorentinacamp.it fiorentinacamp.tarvisio@gmail.com TARVISIO info line +39 335 7863079

www.fiorentinacamp.it fiorentinacamp.tarvisio@gmail.com TARVISIO info line +39 335 7863079 TARVISIO www.fiorentinacamp.it info@fiorentinacamp.it MAURIZIO GANZ El segna semper lu - (Tolmezzo, 13 ottobre 1968) Presenze Reti Campionato italiano Serie A 260 77 Serie B 215 73 Capocannoniere Serie

Dettagli

Regolamento 2015-2016

Regolamento 2015-2016 Regolamento 2015-2016 Asta e Mercato 1. Budget a Disposizione: 250 fmld; 2. Obbligatorio acquisto di n.25 giocatori, suddivisi in 3p-8d-8c-6a; 3. L estrazione dei calciatori durante l asta è effettuata

Dettagli

REGOLAMENTO FOSSO LEAGUE 2013/2014

REGOLAMENTO FOSSO LEAGUE 2013/2014 REGOLAMENTO FOSSO LEAGUE 2013/2014 1. Sportività Si gioca secondo principi di lealtà e sportività. La FossoLeague nasce allo scopo di organizzare e incentivare momenti di socializzazione e condivisione,

Dettagli

Dentro o fuori per Ferrara, che sfide in zona Champions

Dentro o fuori per Ferrara, che sfide in zona Champions Anno 3 - N 19 - Lunedì 4 gennaio 2010 Settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Dentro o fuori per Ferrara, che sfide in zona Champions

Dettagli

REGOLAMENTO FANTADAL 2014/2015

REGOLAMENTO FANTADAL 2014/2015 REGOLAMENTO FANTADAL 2014/2015 SOMMARIO 1. PREMESSA 2. CALCOLI DEI PUNTEGGI E REGOLE GENERALI 3. FORMAZIONE E GOL 4. CAMPIONATO 5. CHAMPIONS LEAGUE 6. COPPA UEFA 7. COPPA ITALIA 8. SUPERCOPPE 9. CALENDARIO

Dettagli

Regolamento. Sommario

Regolamento. Sommario Regolamento Sommario LE COMPETIZIONI... 2 TORNEO LIGA E PREMIER... 2 SERIE A (CAMPIONATO A 16 SQUADRE)... 2 CLASSIFICA A PUNTEGGIO... 2 CLASSIFICA FORMULA 1... 2 COPPA D ANDATA E COPPA DI RITORNO... 3

Dettagli

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 Numero squadre partecipanti : 80 TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 IL NUOVO TORNEO PREVEDERA VARIE SFIDE E COMPETIZIONI TRA I CONCORRENTI : Ci saranno infatti : CAMPIONATI : quattro campionati da 20 squadre

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 13 LUGLIO 2012 PRIMAVERA TIM CUP 2012/2013 REGOLAMENTO

COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 13 LUGLIO 2012 PRIMAVERA TIM CUP 2012/2013 REGOLAMENTO COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 13 LUGLIO 2012 PRIMAVERA TIM CUP 2012/2013 REGOLAMENTO 1) ORGANIZZAZIONE Organizzatrice esclusiva della Primavera TIM Cup 2012/2013 è la Lega Nazionale Professionisti Serie

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

FANTACALCIO 2014/2015

FANTACALCIO 2014/2015 FANTACALCIO 2014/2015 Sommario INTRODUZIONE... 3 SQUADRE PARTECIPANTI E QUOTA DI PARTECIPAZIONE... 4 Squadre Partecipanti... 4 COMPETIZIONI E PREMI... 5 CAMPIONATI... 5 COPPE NAZIONALI... 6 COPPE EUROPEE...

Dettagli

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero.

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero. 1 LE SQUADRE A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) BAICO (PAOLO BIGI 333/6459529 baigo2002@virgilio.it) BRIGATA ROSSONERA (GIANLUCA MURRU 349/1294057 gianlu.murru@alice.it)

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

PREFAZIONE. Luigi Laserpe

PREFAZIONE. Luigi Laserpe PREFAZIONE Per chi non lo sapesse, la Fiorentina è stata la prima squadra italiana a vincere una competizione UEFA, ovvero la Coppa delle Coppe nel 1960-1961, ed è una delle tredici squadre europee che

Dettagli

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015)

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) MARCATORI Mauri (L) al 25', Felipe Anderson (L) al 29' p.t.; Totti (R) al 2' e 19' s.t. ROMA De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De

Dettagli

Allenare nel settore giovanile

Allenare nel settore giovanile ALLENARE NEL SETTORE GIOVANILE: la sovrapposizione, sviluppo tattico offensivo ANDREA PAGAN Allenatore di BASE diploma B UEFA PREMESSA Credo che la programmazione e l allenamento della fase offensiva sia

Dettagli

Liste Serie A, guida alle nuove rose da 25: come cambia il calciomercato delle big

Liste Serie A, guida alle nuove rose da 25: come cambia il calciomercato delle big Liste Serie A, guida alle nuove rose da 25: come cambia il calciomercato delle big Guida alla riforma sul tetto delle rose, in vigore (parzialmente) dalla stagione 2015/16. Juventus, Inter, Milan, Lazio,

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 SITO INTERNET: www.fantatgl.altervista.org EMAIL : manufoschi@gmail.com REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 OGGETTO DEL GIOCO Oggetto del gioco è una simulazione del calcio attraverso fanta-squadre formate

Dettagli

Fantacalciovv 2015-16

Fantacalciovv 2015-16 Fantacalciovv 2015-16 Sommario Fantacalcio... 2 Premi... 2 Pagamenti... 3 Penalità per ritardato pagamento... 3 Squadra... 3 Asta iniziale... 4 Mercato di riparazione... 4 Vincoli pluriennali dei giocatori...

Dettagli

regolamento stagione 2015-16 www.carifa.it

regolamento stagione 2015-16 www.carifa.it regolamento stagione 2015-16 www.carifa.it IL PRESIDENTE CARDOLINI RIZZO FABIO Riunita la commissione Carifantacalcio in data 03 agosto 2015 con la presenza di: GIAQUINTO Angelo, CARRIERI Mino, VAGALI

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 27 DEL 2 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 27 DEL 2 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 27 DEL 2 SETTEMBRE 2015 PRIMAVERA TIM CUP 2015/2016 REGOLAMENTO 1) ORGANIZZAZIONE Organizzatrice esclusiva della Primavera TIM Cup 2015/2016 è la Lega Nazionale Professionisti Serie

Dettagli

Scommesse Antepost: CALCIO

Scommesse Antepost: CALCIO Scommesse Antepost: ANTEPOST Vincente: Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto. Vincente Gruppo Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto del proprio gruppo.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

3 1 3 0 5 66.25 66.25 81.25 1322 6

3 1 3 0 5 66.25 66.25 81.25 1322 6 F A N T A M A R A D O N A -- C L A S S II F II C H E C l aa u ss u rr aa XV P V N P GF GS reti MM eeddi iiaa MM CC MM oooonn CCuupp MM eeddi iiaa CC LL CCooppppaa LLeeggaa P 1 MR PANE MEZZOCANNONE 3 1

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare.

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare. articolo N.37 GENNAIO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI

Dettagli

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO Dimensioni Gare Palio Dimensioni Lunghezza m. 38 Larghezza m. 18,40

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

LA PROVA DEL NOVE PER IL DIAVOLO ROSSONERO

LA PROVA DEL NOVE PER IL DIAVOLO ROSSONERO Anno 4 - N 22 - Sabato 5 marzo 201 1 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive LA PROVA DEL NOVE PER IL DIAVOLO ROSSONERO IL PRONOSTICO DI... L ex bresciano,

Dettagli

S.S.V. 2012-13. Dopo tre anni è arrivata. I M i s t e r S c a g l i e S o d e r i s o n o c a m p i o n i d i n v e r n o SERIE B LO SCRICCIOLO FC

S.S.V. 2012-13. Dopo tre anni è arrivata. I M i s t e r S c a g l i e S o d e r i s o n o c a m p i o n i d i n v e r n o SERIE B LO SCRICCIOLO FC Gennaio Anno 2 N.13 del07/03/2013 Direttore Sdondy & Vice Stefy Dopo tre anni è arrivata. I M i s t e r S c a g l i e S o d e r i s o n o c a m p i o n i d i n v e r n o S.S.V. 2012-13 SERIE A FIORENZA

Dettagli

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6 CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS Page 1 of 6 Premessa e applicazione delle regole internazionali dell IRB L intento e lo spirito del torneo sono quelle di sublimare il coraggio, la lealtà, la sportività,

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO

FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO FANTA CAMPIONATO 2006/07 ABSOLUTE FIVE, REGOLAMENTO SCOPO Il Fanta Campionato Absolute Five 2006/07 nasce con lo scopo principale di intrattenere, con un attività ludica senza fini di lucro legata al mondo

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale Regolamento ufficiale FANTAMONDIALE 2014 Al Fantamondiale partecipano le 16 squadre della Lega. ASTA "Ogni fantallenatore versa 30,00 euro come quota di iscrizione. Non ci sarà la consueta asta, ma ognuno

Dettagli

FANTACALCIO FantaFolleRaul 2014/2015

FANTACALCIO FantaFolleRaul 2014/2015 FANTACALCIO FantaFolleRaul 2014/2015 REGOLAMENTO 1. Numero Fantasquadre 16 2. Quotazioni e punteggi di riferimento presso www.fantagazzetta.com sezione di Milano 3. Sito ufficiale www.fantafolleraul.altervista.org

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Annual Review of Football Finance 2015

Annual Review of Football Finance 2015 Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Dario Esposito Barabino & Partners Tel: +39 02 72023535 Mob: +39 380 7360733 Email: d.esposito@barabino.it

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 1 - Iscrizione. REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 Il gioco si svolge interamente sul sito www.fantacalcioparolise.com Il quota d iscrizione a Fantacalcio Parolise per l anno 2014/2015 è di 40,00euro (quaranta/00),

Dettagli

Touch down. Il gioco del football americano

Touch down. Il gioco del football americano Touch down Il gioco del football americano Riedizione di Superbowl (International Team) ad opera della Lu(ri)doteca Versione 1.2 di ottobre 2004 www.luridoteca.com info@luridoteca.com Annotazioni Pagina

Dettagli

PIVOTTI GIORGIO I GOL IMPARABILI VIDEOCASSETTA VHS 4 - DVD 4 GOL PARTITE DA 340 A 461 - (STAGIONI 200/7/8/910/11)

PIVOTTI GIORGIO I GOL IMPARABILI VIDEOCASSETTA VHS 4 - DVD 4 GOL PARTITE DA 340 A 461 - (STAGIONI 200/7/8/910/11) VIDEOCASSETTA VHS 4 - DVD 4 GOL PARTITE DA 340 A 461 - (STAGIONI 200/7/8/910/11) (inevitabili) si riferiscono a quei gol a fronte dei quali il portiere poco o nulla può fare per impedire alla palla di

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO 1. La squadra Con il termine squadra si intende l insieme di rosa e staff tecnico. 1.1. La rosa Con il termine rosa si comprendono tutti i giocatori acquistati durante

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Sette squadre inglesi nella top 20 Fenerbahce diventa la prima squadra turca ad entrare nella Football Money League

Sette squadre inglesi nella top 20 Fenerbahce diventa la prima squadra turca ad entrare nella Football Money League Comunicato Stampa Deloitte: Il Real Madrid rimane in testa alla Football Money League, compatto il gruppo delle squadre italiane. AS Roma e Juventus fanno un passo avanti verso le prime posizioni. Sette

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli