CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA. Scheda S015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA. Scheda S015"

Transcript

1

2 OPERE PROVVISIONALI Revisione: Effettuata da: CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S015 Installazione impianto elettrico di cantiere comprensivo della rete di distribuzione nel caso di collegamento della rete ENEL Mezzi e Attrezzature: Escavatore, martello demolitore, compressore, pala meccanica, piccone, pala, materiale minuto Materiali: Quadri elettrici, cavi, tubi in PVC Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Elettricista Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Contatto con macchine operatrici Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza. Specificare che solo gli addetti possono sostare nel campo d'azione delle macchine operatrici D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Il personale ai comandi non deve eseguire alcuna operazione quando i collaboratori non sono a distanza di sicurezza Contatto con macchine operatrici Valutazione Vietare, con avvisi, alle persone non addette ai lavori l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine DPR 164/56 Art. 4 Incaricare, se necessario, due persone per regolare il traffico stradale Contatto con macchine operatrici Valutazione Vietare, con avvisi, alle persone non addette ai lavori l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine DPR 164/56 Art. 4 Non sostare negli angoli ciechi del personale sui mezzi d'opera Contatto con macchine operatrici Valutazione Vietare, con avvisi, alle persone non addette ai lavori l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine DPR 164/56 Art. 4 Il personale ai comandi non deve eseguire alcuna operazione quando i collaboratori non sono a distanza di sicurezza Contatto con macchine operatrici Valutazione Vietare, con avvisi, alle persone non addette ai lavori l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine DPR 164/56 Art. 4 Tenere sgombra dai materiali di risulta la zona entro cui agisce il personale Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 1 di 376

3 OPERE PROVVISIONALI Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Eseguire i collegamenti elettrici di terra a norma DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 328 Gli impianti di messa terra devono essere denunciati alle USL competenti entro 30 gg. dalla loro messa in esercizio e verificati da personale qualificato prima del loro utilizzo e periodicamente ad intervalli non superiori a 2 anni (DM 12 settembre 1959 Titolo I) Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Interconnettere le terre dell'impianto per ottenere l'equipotenzialità DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 327DPR 547/55 Art. 328 Devono essere messi a terra gli impianti ad alta tensione e gli impianti a bassa tensione nelle vicinanze delle grandi masse metalliche Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Consentire solo l'uso di utensili elettrici con caratteristiche conformi al DM 20 novembre 1968 (in deroga agli Art. 314 del DPR 547/55) DM 20 novembre Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Schermare le parti in tensione con interruttori onnipolari di sicurezza. DPR 547/55 Art. 287DPR 547/55 Art. 288 Durante le fasi di montaggio e smontaggio, sezionare le linee di alimentazione, al punto di allacciamento ENEL. Prima della messa in esercizio dell'impianto elettrico:accertare l'osservanza di tutte le prescrizioni;accertare il grado di isolamento con misurazioni;dopo la messa in esercizio:controllare le correnti assorbite;controllare la taratura dei dispositivi di protezione.controllare periodicamente la resistenza di isolamento e l'efficienza dei dispositivi di protezione, di sicurezza e di controllo Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Lavorare senza tensione facendo uso di mezzi di protezione personali - DPI - isolanti DPR 547/55 Art. 344DPR 547/55 Titolo XD.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 L'impianto deve portare l'indicazione della tensione Compressore Valutazione pericolo - rischio: Verifica periodica della valvola di sicurezza del compressore DPR 547/55 Art. 167 Osservare il silenzio a seconda delle stagioni e delle disposizioni locali Compressore Valutazione pericolo - rischio: Verifica periodica della valvola di sicurezza del compressore DPR 547/55 Art. 167 Usare compressori silenziati Compressore Valutazione pericolo - rischio: Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Art. 385D.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 Effettuare le rilevazioni in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 277 del 15 agosto 1991 SEGNALETICA DI RIFERIMENTO Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 2 di 376

4 OPERE PROVVISIONALI DIVIETO DI SPEGNERE LE FIAMME CON ACQUA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In corrispondenza di impianti ed apparecchiature elettriche in tensione VIETATO L'ACCESSO AL PERSONALE NON AUTORIZZATO Posizionamento in cantiere: All'ingresso di luoghi/aree di lavoro non accessibili ai non addetti PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. ALTA TENSIONE Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All' interno di luoghi con impianti elettrici ad alta tensione CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI CALZATURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 3 di 376

5 OPERE PROVVISIONALI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 4 di 376

6 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S056 Allontanamento dei materiali di risulta Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, autocarro, dumper, pala meccanica, gruetta elettrica montata su camion Materiali: Fasce metalliche di imbragatura, fasce di nylon, cestoni a quattro montanti Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Gruista, Addetto macchine operatrici, Autista autocarro, Palista Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Adottare le corrette imbracature DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Curare e verificare le indicazioni di portata dei ganci e del braccio della gru DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Predisporre le vie di transito D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 IMPEDIRE L'AVVICINAMENTO DEI NON ADDETTI AI LAVORI Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Verifica delle funi e catene da effettuare trimestralmente con annotazione nel relativo libretto DPR 547/55 Art. 179 Consigliabile usare funi Contatto con macchine operatrici Valutazione Con avvisi vietare al personale l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine operatrici DPR 164/56 Art Non idoneità delle parti accessorie dei cavi di ancoraggio Valutazione Verificare: fabbricante, tiro massimo ammissibile, diametri d'impiego, certificazione Circ. Min. Lav. n. 13/1982 Nel caso di stoccaggio all'aperto dei materiali, controllare la loro idoneità prima dell'impiego Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 5 di 376

7 OPERE PROVVISIONALI caratteristiche dell'acciaio Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 Pericolo di scivolamento dell'operatore - Usare stivali con suola antiscivolamento - DPI Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Urto accidentale con carichi durante la movimentazione Valutazione pericolo - rischio: Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 E' consigliabile che una sola persona dia disposizioni durante le manovre Sganciamento secchioni Valutazione pericolo - rischio: Investimento Valutazione pericolo - rischio: Verificare l'aggancio del secchione DPR 547/55 Art. 172 Attenersi a quanto prescritto dalla Legge DPR 547/55 Art.8DPR 547/55 Titolo II Capo I Predisporre idonea segnaletica SEGNALETICA DI RIFERIMENTO VIETATO TRASPORTARE E SOLLEVARE PERSONE Posizionamento in cantiere: All'interno dei luoghi/aree di lavoro, in posizione visibile VIETATO L'ACCESSO AL PERSONALE NON AUTORIZZATO Posizionamento in cantiere: All'ingresso di luoghi/aree di lavoro non accessibili ai non addetti VIETATO FARSI TRASPORTARE E SOLLEVARE DAI CARRELLI Posizionamento in cantiere: All'interno dei luoghi/aree di lavoro, in posizione visibile PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 6 di 376

8 OPERE PROVVISIONALI ATTENZIONE AI CARICHI SOSPESI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Nei passaggi e posti di lavoro sottoposti ai carichi sopspesi PERICOLO DI CADUTA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili PERICOLO CADUTA DI MATERIALI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 7 di 376

9 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S043 Installazione della centrale di betonaggio o di betoniera a bicchiere con eventuali coclee tramogge o sili metallici e vasche Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, energia elettrica, attrezzi di uso corrente Materiali: Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Gruista, Muratore, Assistente tecnico di cantiere generico, Addetto macchine operatrici Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Danni causati dal movimento durante il montaggio delle macchine operatrici e delle parti componenti le strutture Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Solo gli addetti alla movimentazione possono sostare nella zona di lavoro Pieghe anomale nelle funi di imbracatura Valutazione Fermare l'operazione di movimentazione, allentare e verificare le funi DPR 547/55 Art. 179DPR 547/55 Art. 181 Eseguire la verifica trimestrale delle funi Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Sbilanciamento autogru durante la messa in tiro Valutazione Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Impiegare idonei mezzi di sollevamento DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 181 Assicurarsi della stabilità del mezzo Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 Usare segnalazioni acustiche Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Imbracare i carichi con mezzi idonei DPR 547/55 Art. 181 Ripartire il carico sugli stabilizzatori ed assicurarsi dell'immobilità del mezzo Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 8 di 376

10 OPERE PROVVISIONALI Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Solo gli addetti possono sostare nella zona di lavoro Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Caduta personale verso il vuoto Valutazione Le coclee devono essere provviste di copertura Proteggere organi ed elementi di trasmissione del moto Usare cintura di sicurezza con fune di trattenuta lunga 1,50 m. DPR 547/55 Art. 211 Circ. Min. Lav. n. 103/1980 DPR 547/55 Art. 55 Circ. Min. Lav. n. 103/1980 DPR 547/55 Art. 386DPR 164/56 Art Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Controllare e verificare l'efficienza dei cavi elettrici (2 anni) DPR 547/55 Art. 270 L'impianto deve portare l'indicazione della tensione Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Lavorare senza tensione facendo uso di mezzi di protezione personali - DPI - isolanti DPR 547/55 Art. 344 I materiali, le installazioni e gli impianti elettrici, devono essere realizzati e costruiti secondo le norme CEI (Legge n. 186 del 1 marzo 1968) e nel rispetto della Legge n. 46 del 5 marzo Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Eseguire collegamenti elettrici di terra esclusivi, regolarmente collaudati da tecnici qualificati DPR 547/55 Art Gli impianti di messa terra devono essere denunciati alle USL competenti entro 30 gg. dalla loro messa in esercizio e verificati da personale qualificato prima del loro utilizzo e periodicamente ad intervalli non superiori a 2 anni (DM 12 settembre 1959 Titolo I) Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Schermare le parti in tensione con interruttori onnipolari di sicurezza. DPR 547/55 Art. 287DPR 547/55 Art. 288 Durante le fasi di montaggio e smontaggio, sezionare le linee di alimentazione, al punto di allacciamento ENEL. Prima della messa in esercizio dell'impianto elettrico:accertare l'osservanza di tutte le prescrizioni;accertare il grado di isolamento con misurazioni;dopo la messa in esercizio:controllare le correnti assorbite;controllare la taratura dei dispositivi di protezione.controllare periodicamente la resistenza di isolamento e l'efficienza dei dispositivi di protezione, di sicurezza e di controllo Caduta materiale dall'alto Valutazione Costruire un solido impalcato sovrastante i luoghi fissi di lavoro (impianti di betonaggio, DPR 164/56 Art. 9 Per proteggere gli addetti da eventuali cadute Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 9 di 376

11 OPERE PROVVISIONALI taglio ferro, assemblaggio armature, ecc.) ad un'altezza da terra non maggiore di 3,00 m. da terra di materiali Scariche atmosferiche Valutazione pericolo - rischio: Eseguire i collegamenti elettrici di terra delle opere provvisionali in struttura metallica di notevole dimensione DPR 547/55 Art. 39DPR 547/55 Art Scariche atmosferiche Valutazione pericolo - rischio: Predisporre il collegamento all'impianto di terra DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 328 Per l'impianto di collegamento a terra occorre la denuncia all'usl entro 30 giorni dall'entrata in servizio (DM 12/09/1959). Collegare a terra i rubinetti per evitare le correnti di passo Accessi ai sili Valutazione pericolo - rischio: Impiegare scale a norma DPR 547/55 Art.17DPR 547/55 Art.18DPR 547/55 Art.19DPR 547/55 Art.20DPR 164/56 Art. 8 L'accesso alla scala fissa protetta con gabbia deve essere chiuso a chiave e la stessa deve essere conservata dal personale preposto Accessi alle tramogge Valutazione pericolo - rischio: Impiegare scale a norma DPR 547/55 Art.17DPR 547/55 Art.18DPR 547/55 Art.19DPR 547/55 Art.20DPR 164/56 Art. 8 L'accesso alla scala fissa protetta con gabbia deve essere chiuso a chiave e la stessa deve essere conservata dal personale preposto Accessi alle vasche Valutazione pericolo - rischio: Impiegare scale a norma DPR 547/55 Art.17DPR 547/55 Art.18DPR 547/55 Art.19DPR 547/55 Art.20DPR 164/56 Art. 8 L'accesso alla scala fissa protetta con gabbia deve essere chiuso a chiave e la stessa deve essere conservata dal personale preposto Accessi ai sili Valutazione pericolo - rischio: Accessi alle tramogge Valutazione pericolo - rischio: Accessi alle vasche Valutazione pericolo - rischio: Emissioni polveri Valutazione pericolo - rischio: Emissioni polveri Valutazione pericolo - rischio: Predisporre difese alle aperture DPR 547/55 Art. 242 Predisporre difese alle aperture DPR 547/55 Art. 242 Predisporre difese alle aperture DPR 547/55 Art. 242 Mettere il filtro al silos del cemento DPR 303/56 Art. 21 Fare denuncia della installazione dell'impianto alla Regione (DPR 203/1988). Mettere il filtro al silos del cemento DPR 303/56 Art. 21 Verificare la normativa Regionale. SEGNALETICA DI RIFERIMENTO PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 10 di 376

12 OPERE PROVVISIONALI Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI CALZATURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 11 di 376

13 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S055 Stoccaggio dei materiali Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, dumper, gruetta elettrica montata su camion Materiali: Fasce metalliche di imbragatura, favse di nylon, cestoni a quattro montanti Mansioni interessate:, Gruista, Addetto macchine operatrici Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Adottare le corrette imbracature DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Curare e verificare le indicazioni di portata dei ganci e del braccio della gru DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Predisporre le vie di transito D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 IMPEDIRE L'AVVICINAMENTO DEI NON ADDETTI AI LAVORI Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Verifica delle funi e catene da effettuare trimestralmente con annotazione nel relativo libretto DPR 547/55 Art. 179 Consigliabile usare funi Contatto con macchine operatrici Valutazione Con avvisi vietare al personale l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine operatrici DPR 164/56 Art Non idoneità delle parti accessorie dei cavi di ancoraggio Valutazione Verificare: fabbricante, tiro massimo ammissibile, diametri d'impiego, certificazione Circ. Min. Lav. n. 13/1982 Nel caso di stoccaggio all'aperto dei materiali, controllare la loro idoneità prima dell'impiego Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 12 di 376

14 OPERE PROVVISIONALI caratteristiche dell'acciaio Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 Pericolo di scivolamento dell'operatore - Usare stivali con suola antiscivolamento - DPI Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Urto accidentale con carichi durante la movimentazione Valutazione pericolo - rischio: Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 E' consigliabile che una sola persona dia disposizioni durante le manovre Sganciamento secchioni Valutazione pericolo - rischio: Verificare l'aggancio del secchione DPR 547/55 Art. 172 SEGNALETICA DI RIFERIMENTO PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. ZONA CON LIVELLO SONORO SUPERIORE A 90 dba Normativa di riferimento: D.LGS 277/91; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di aree sottoposte al rischio specifico CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI CALZATURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 13 di 376

15 OPERE PROVVISIONALI OBBLIGO DELL'USO DI PROTEZIONI ACUSTICHE Normativa di riferimento: D.LGS. 277/91; DPR 524/82; DPR 493/96 USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 14 di 376

16 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S054 Movimentazione dei materiali Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, dumper, gruetta elettrica montata su camion Materiali: Fasce metalliche di imbragatura, fasce di nylon, cestoni a quattro montanti Mansioni interessate:, Gruista, Addetto macchine operatrici Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Adottare le corrette imbracature DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Curare e verificare le indicazioni di portata dei ganci e del braccio della gru DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Predisporre le vie di transito D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 IMPEDIRE L'AVVICINAMENTO DEI NON ADDETTI AI LAVORI Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Verifica delle funi e catene da effettuare trimestralmente con annotazione nel relativo libretto DPR 547/55 Art. 179 Consigliabile usare funi Contatto con macchine operatrici Valutazione Con avvisi vietare al personale l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine operatrici DPR 164/56 Art Non idoneità delle parti accessorie dei cavi di ancoraggio Valutazione Verificare: fabbricante, tiro massimo ammissibile, diametri d'impiego, certificazione Circ. Min. Lav. n. 13/1982 Nel caso di stoccaggio all'aperto dei materiali, controllare la loro idoneità prima dell'impiego Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 15 di 376

17 OPERE PROVVISIONALI caratteristiche dell'acciaio Offese corpo e occhi per proiezione di frammenti di materiale a seguito esplosione nei lavori in sotterraneo Valutazione pericolo - rischio: Usare i mezzi di protezione individuale - DPI DPR 320/56 Art. 12DPR 547/55 Titolo XD.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2Circ. Min. Lav. 26/06/1958 n. 531DPR 302/56 Art. 27 UTILIZZARE PERSONALE ALTAMENTE SPECIALIZZATO E/O ISTRUIRLO IN MODO INTENSO Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Urto accidentale con carichi durante la movimentazione Valutazione pericolo - rischio: Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 E' consigliabile che una sola persona dia disposizioni durante le manovre Sganciamento secchioni Valutazione pericolo - rischio: Verificare l'aggancio del secchione DPR 547/55 Art. 172 SEGNALETICA DI RIFERIMENTO PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. PERICOLO DI CADUTA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili ATTENZIONE ALLE MANI Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 16 di 376

18 OPERE PROVVISIONALI CARRELLI A PASSO D'UOMO Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 17 di 376

19 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S053 Movimentazione delle attrezzature Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, argano, gruetta elettrica montata su camion Materiali: Fasce metalliche di imbragatura, fasce di nylon Mansioni interessate:, Gruista, Addetto macchine operatrici Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Adottare le corrette imbracature DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Curare e verificare le indicazioni di portata dei ganci e del braccio della gru DPR 547/55 Art Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Predisporre le vie di transito D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 IMPEDIRE L'AVVICINAMENTO DEI NON ADDETTI AI LAVORI Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Verifica delle funi e catene da effettuare trimestralmente con annotazione nel relativo libretto DPR 547/55 Art. 179 Consigliabile usare funi Contatto con macchine operatrici Valutazione Con avvisi vietare al personale l'avvicinamento al campo d'azione delle macchine operatrici DPR 164/56 Art Non idoneità delle parti accessorie dei cavi di ancoraggio Valutazione Verificare: fabbricante, tiro massimo ammissibile, diametri d'impiego, certificazione Circ. Min. Lav. n. 13/1982 Nel caso di stoccaggio all'aperto dei materiali, controllare la loro idoneità prima dell'impiego Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 18 di 376

20 OPERE PROVVISIONALI caratteristiche dell'acciaio Offese corpo e occhi per proiezione di frammenti di materiale a seguito esplosione nei lavori in sotterraneo Valutazione pericolo - rischio: Usare i mezzi di protezione individuale - DPI DPR 320/56 Art. 12DPR 547/55 Titolo XD.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2Circ. Min. Lav. 26/06/1958 n. 531DPR 302/56 Art. 27 UTILIZZARE PERSONALE ALTAMENTE SPECIALIZZATO E/O ISTRUIRLO IN MODO INTENSO Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Urto accidentale con carichi durante la movimentazione Valutazione pericolo - rischio: Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 E' consigliabile che una sola persona dia disposizioni durante le manovre SEGNALETICA DI RIFERIMENTO PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. PERICOLO DI CADUTA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili ATTENZIONE ALLE MANI Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 19 di 376

21 OPERE PROVVISIONALI CARRELLI A PASSO D'UOMO Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 20 di 376

22 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S049 Bancone per lavorare il ferro Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Piegaferri e troncatrice elettriche Materiali: Tondini di acciaio Mansioni interessate:, Ferraiolo Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta materiale da ponti su cavalletti Valutazione Usare ponti su cavalletti regolari DPR 164/56 Art. 51 Non sovraccaricare i ponti a cavalletto Caduta materiale dall'alto Valutazione Allestire impalcati per impedire o ridurre l'altezza di caduta DPR 164/56 Art Cesoiamento-Stritolimento Valutazione Attenersi a quanto prescritto dalla Legge D.Lgs. 626/94 Titolo III Fornire adeguata formazione al personale Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Applicazione di valvole di tensione o altri dispositivi equivalenti oltre al collegamento a terra del neutro DPR 547/55 Art Investimento Valutazione pericolo - rischio: Attenersi a quanto prescritto dalla Legge DPR 547/55 Art.8DPR 547/55 Titolo II Capo I Predisporre idonea segnaletica Movimentazione manuale dei carichi Valutazione Individuazione delle operazioni che comportano la movimentazione manuale dei carichi e studio delle possibilità per eliminarle D. Lgs. 626/94 Titolo V Carico manuale max: 30 Kg per gli uomini e 20 Kg per le donne Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 21 di 376

23 OPERE PROVVISIONALI Punture Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Art. 383D. Lgs. 626/94 Art. 5 c Scivolamenti-cadute a livello Valutazione Attenersi a quanto prescritto dalla Legge D.Lgs. 626/94 Titolo III Dotare il personale di idonee calzature Urto accidentale con carpenterie metalliche durante la movimentazione Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 E' consigliabile che una sola persona dia disposizioni durante le manovre SEGNALETICA DI RIFERIMENTO VIETATO SOSTARE O TRANSITARE NEL RAGGIO D'AZIONE DELLA GRU Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI PROTEZIONE OBBLIGATORIA DEL CORPO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 303/56; DPR 493/96 USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 22 di 376

24 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S047 Installazione di gru a torre o a ragno con braccio inclinabile o retrattile in posizione mobile su rotaie apoggiate su massicciata o su travi in c.a. Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, energia elettrica, attrezzi di uso corrente, zavorra, traverse in legno, travi in C.A., cavi elettrici Materiali: Mansioni interessate:, Gruista, Addetto macchine operatrici Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Danni causati dal movimento durante il montaggio delle macchine operatrici e delle parti componenti le strutture Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Solo gli addetti alla movimentazione possono sostare nella zona di lavoro Pieghe anomale nelle funi di imbracatura Valutazione Fermare l'operazione di movimentazione, allentare e verificare le funi DPR 547/55 Art. 179DPR 547/55 Art. 181 Eseguire la verifica trimestrale delle funi Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Sbilanciamento autogru durante la messa in tiro Valutazione Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Impiegare idonei mezzi di sollevamento DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 181 Assicurarsi della stabilità del mezzo Imbracare i carichi con mezzi idonei DPR 547/55 Art. 181 Ripartire il carico sugli stabilizzatori ed assicurarsi dell'immobilità del mezzo Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 Usare segnalazioni acustiche Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 23 di 376

25 OPERE PROVVISIONALI Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Solo gli addetti possono sostare nella zona di lavoro Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Caduta personale verso il vuoto Valutazione Usare cintura di sicurezza con fune di trattenuta lunga 1,50 m. DPR 547/55 Art. 386DPR 164/56 Art Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Controllare e verificare l'efficienza dei cavi elettrici (2 anni) DPR 547/55 Art. 270 L'impianto deve portare l'indicazione della tensione Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Distanza minima di 5,00 dalle linee aeree DPR 164/56 Art. 11 Predisporre il collegamento tra i vari elementi della struttura, con treccia di rame di sufficiente diametro e morsetti Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Eseguire collegamenti elettrici di terra esclusivi, regolarmente collaudati da tecnici qualificati DPR 547/55 Art Gli impianti di messa terra devono essere denunciati alle USL competenti entro 30 gg. dalla loro messa in esercizio e verificati da personale qualificato prima del loro utilizzo e periodicamente ad intervalli non superiori a 2 anni (DM 12 settembre 1959 Titolo I) Ribaltamento gru Valutazione pericolo - rischio: Verifica delle zavorre e particolari accorgimenti di controventatura per gru di altezza superiore ai 40 m. DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 189 Denuncia all'ispesl della gru prima della messa in servizio (DM 12/09/1959 Art. 7) Ribaltamento gru Valutazione pericolo - rischio: Predisporre il dispositivo d'arresto della cassa e il bloccaggio mediante tenaglia, oltre ai mezzi d'arresto previsti dal DPR 547/55 Art. 190 DPR 547/55 Art. 190DPR 547/55 Art Ribaltamento gru Valutazione pericolo - rischio: Ribaltamento gru Valutazione pericolo - rischio: Verifica delle zavorre e particolari accorgimenti di controventatura per gru di altezza superiore ai 40 m. Evitare possibili interferenze con altre gru limitrofe e con ostacoli fissi DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 189 Richiesta di verifica alla USL (DM 12/09/1959 Artt ). Lett. Circ. Min. Lav. 12/11/1984 n Ribaltamento gru Valutazione pericolo - rischio: Verifica delle zavorre e particolari accorgimenti di controventatura per gru di altezza superiore ai 40 m. DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 189 Conservare almeno 4 anni i verbali di collaudo e di verifica (DM 12/09/1959 Artt ). Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 24 di 376

26 OPERE PROVVISIONALI Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Verifica delle funi e catene da effettuare trimestralmente con annotazione nel relativo libretto DPR 547/55 Art. 179 Consigliabile usare funi Caduta carico durante la movimentazione Valutazione Curare e verificare le indicazioni di portata dei ganci e del braccio della gru DPR 547/55 Art. 171 SEGNALETICA DI RIFERIMENTO VIETATO TRASPORTARE E SOLLEVARE PERSONE Posizionamento in cantiere: All'interno dei luoghi/aree di lavoro, in posizione visibile LAVORI IN CORSO NON EFFETTUARE MANOVRE Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi. VIETATO SOSTARE O TRANSITARE NEL RAGGIO D'AZIONE DELLA GRU Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli VIETATO FARSI TRASPORTARE E SOLLEVARE DAI CARRELLI Posizionamento in cantiere: All'interno dei luoghi/aree di lavoro, in posizione visibile PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. ATTENZIONE AI CARICHI SOSPESI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 25 di 376

27 OPERE PROVVISIONALI Posizionamento in cantiere: Nei passaggi e posti di lavoro sottoposti ai carichi sopspesi ATTENZIONE PASSAGGIO CARRELLI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In corispondenza delle zone di passaggio di carrelli e/o mezzi meccanici PERICOLO CADUTA DI MATERIALI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili PERICOLO VEICOLI SU ROTAIA Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi ATTENZIONE AGLI AUTOCARRI Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI CALZATURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 26 di 376

28 OPERE PROVVISIONALI PROTEZIONE INDIVIDUALE OBBLIGATORIA CONTRO LE CADUTE Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 303/56; DPR 493/96 VEICOLI A PASSO D'UOMO CARRELLI A PASSO D'UOMO USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 27 di 376

29 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S021 Installazione di funi di trattenuta, compresi gli ancoraggi Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, funi attrezzi di uso corrente Materiali: Puntazze, funi Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Gruista, Muratore Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Caduta materiale dall'alto per sfilamento dall'imbracatura Valutazione pericolo - rischio: Allestire opere di protezione alle persone: mantovane, stuoie, ecc. DPR 164/56 Art Caduta materiale dall'alto per sfilamento dall'imbracatura Valutazione pericolo - rischio: Predisporre vie di transito e di emergenza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Impedire l'avvicinamento delle persone all'area sottostante Caduta attrezzature da lavoro dall'alto Valutazione Legare gli attrezzi da lavoro alla cintura di sicurezza DPR 547/55 Art Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Caduta personale addetto al montaggio del ponteggio Valutazione Caduta personale dal ponteggio Valutazione Usare la cintura di sicurezza con fune di trattenuta di 1,50 m. I ponti di servizio devono essere muniti di sottoponte ad una distanza max di 2,50 m. DPR 547/55 Art. 386DPR 164/56 Art. 10 DPR 164/56 Art. 27 Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 28 di 376

30 OPERE PROVVISIONALI Caduta personale dal ponteggio Valutazione I ponti di servizio, le passerelle e gli impalcati posti ad altezza superiore a 2,00 m. devono essere muniti di parapetto e fermapiedi DPR 164/56 Art. 24 E' vietato l'uso di ponti su cavalletto sugli impalcati del ponteggio esterno Caduta personale dal ponteggio Valutazione Mantenere le protezioni durante i lavori DPR 164/56 Art. 16DPR 164/56 Art. 68 Rimuovere, se necessario, solo le protezioni del tratto su cui si sta operando e successivamente ripristinarle Stabilità ponteggio Valutazione pericolo - rischio: Consultare l'autorizzazione Ministeriale con istruzioni e schemi da conservare in cantiere DPR 164/56 Capo V Per il piano di calpestio vedere in particolare l'art Stabilità ponteggio Valutazione pericolo - rischio: Per ponteggi fino a 20,00 m. di altezza: schema tipo e disegno firmato dal Capo Cantiere DPR 164/56 Capo V Stabilità ponteggio Valutazione pericolo - rischio: Per ponteggi oltre i 20,00 m. di altezza:progetto completo a firma di un professionista abilitato DPR 164/56 Capo V Stabilità ponteggio Valutazione pericolo - rischio: Consultare l'autorizzazione Ministeriale con istruzioni e schemi da conservare in cantiere DPR 164/56 Capo V Le tavole dovrebbero essere reggettate alle estremità Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Eseguire i collegamenti elettrici di terra a norma DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 328 Gli impianti di messa terra devono essere denunciati alle USL competenti entro 30 gg. dalla loro messa in esercizio e verificati da personale qualificato prima del loro utilizzo e periodicamente ad intervalli non superiori a 2 anni (DM 12 settembre 1959 Titolo I) Scariche atmosferiche Valutazione pericolo - rischio: Eseguire i collegamenti elettrici di terra delle opere provvisionali in struttura metallica di notevole dimensione DPR 547/55 Art. 39DPR 547/55 Art Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Predisporre il collegamento tra i vari elementi della struttura, con treccia di rame di sufficiente diametro e morsetti SEGNALETICA DI RIFERIMENTO PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 29 di 376

31 OPERE PROVVISIONALI ATTENZIONE AI CARICHI SOSPESI Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: Nei passaggi e posti di lavoro sottoposti ai carichi sopspesi PERICOLO DI CADUTA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In prossimità delle vie di accesso e dei punti pericolosi non protteggibili ATTENZIONE ORGANI IN MOVIMENTO Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 30 di 376

32 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S020 Installazione di gruppo elettrogeno alimentato a gasolio fino a 100 W Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, attrezzi di uso corrente Materiali: Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Muratore, Elettricista Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Danni causati dalla movimentazione del gruppo elettrogeno con l'autogru Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Gli operatori ai comandi non devono eseguire alcuna operazione quando i collaboratori non sono a distanza di sicurezza Pieghe anomale nelle funi di imbracatura Valutazione Fermare l'operazione di movimentazione, allentare e verificare le funi DPR 547/55 Art. 179DPR 547/55 Art. 181 Eseguire la verifica trimestrale delle funi Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Sbilanciamento autogru durante la messa in tiro Valutazione Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Impiegare idonei mezzi di sollevamento DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 181 Assicurarsi della stabilità del mezzo Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 Usare segnalazioni acustiche Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Imbracare i carichi con mezzi idonei DPR 547/55 Art. 181 Ripartire il carico sugli stabilizzatori ed assicurarsi dell'immobilità del mezzo Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 31 di 376

33 OPERE PROVVISIONALI Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Elettrocuzione Valutazione pericolo - rischio: Eseguire i collegamenti elettrici di terra a norma DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 328 Gli impianti di messa terra devono essere denunciati alle USL competenti entro 30 gg. dalla loro messa in esercizio e verificati da personale qualificato prima del loro utilizzo e periodicamente ad intervalli non superiori a 2 anni (DM 12 settembre 1959 Titolo I) Rumore Valutazione Adottare i mezzi idonei ad eliminare o ridurre i rumori Rumore Valutazione Adottare i mezzi idonei ad eliminare o ridurre i rumori DPR 303/56 Art. 24D.Lgs. 277/91 Capo IV DPR 303/56 Art. 24D.Lgs. 277/91 Capo IV Osservare il silenzio a seconda delle stagioni e delle disposizioni locali. Usare compressori silenziati Rumore Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Art. 385D.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 Effettuare le rilevazioni in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 277 del 15 agosto Vibrazioni Valutazione Adottare i mezzi idonei ad eliminare o ridurre le vibrazioni DPR 303/56 Art. 24D.Lgs. 277/91 Capo IV Osservare il silenzio a seconda delle stagioni e delle disposizioni locali Vibrazioni Valutazione Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Art. 385D.Lgs. 626/94 Art. 5 c. 2 Effettuare le rilevazioni in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 277 del 15 agosto Incendio per fuoriuscita del carburante Valutazione Tenere a disposizione estintori a polvere secca tarati e controllati Denuncia dell'installazione all'utif per richiesta di licenza e per carico e scarico di carburante (Legge 474 del 3 luglio 1957) Manutenzione Valutazione pericolo - rischio: Vietato compiere manutenzioni su organi in moto DPR 547/55 Art. 48DPR 547/55 Art. 49 Effettuare periodicamente, fuori dall'orario di lavoro, una razionale manutenzione, proteggere le attrezzature dalle intemperie SEGNALETICA DI RIFERIMENTO DIVIETO DI SPEGNERE LE FIAMME CON ACQUA Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: In corrispondenza di impianti ed apparecchiature elettriche in tensione PERICOLO GENERICO Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 164/56; DPR 303/56; DPR 524/82; DPR 493/96 Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 32 di 376

34 OPERE PROVVISIONALI Posizionamento in cantiere: Applicabile a quadri elettrici, interrutori, impianti ed apparecchiature in genere. In corrispondenza di pericoli di caduta, di passaggio mezzi meccanici, di vie d'accesso e punti pericolosi non proteggibili. ALTA TENSIONE Normativa di riferimento: DPR 547/55; DPR 524/82; DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All' interno di luoghi con impianti elettrici ad alta tensione CASCO DI PROTEZIONE OBBLIGATORIO GUANTI DI PROTEZIONE OBBLIGATORI CALZATURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE USO OBBLIGATORIO DELLE PROTEZIONI Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 33 di 376

35 OPERE PROVVISIONALI CANTIERE: PORTO DI MOLFETTA Scheda S019 Installazione baracca prefabbricata uso deposito e/o box metallici Revisione: Effettuata da: Mezzi e Attrezzature: Autogru, funi attrezzi di uso corrente Materiali: Pannelli metallici Mansioni interessate:, Operaio comune impresa edile, Gruista, Muratore, Carpentiere, Ferraiolo Tavola di riferimento: Note: Codice Pericolo Prevenzione Norme Note Danni durante la movimentazione degli elementi prefabbricati con l'autogru Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Gli operatori ai comandi non devono eseguire alcuna operazione quando i collaboratori non sono a distanza di sicurezza Contatto con macchine operatrici Valutazione E' fatto divieto di eseguire riparazioni su organi in moto o in tensione DPR 320/56 Art. 48DPR 320/56 Art. 49 Effettuare le manutenzioni fuori dell'orario di lavoro Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru mediante segnali DPR 547/55 Art. 185 Usare segnalazioni acustiche Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Sbilanciamento autogru/gru Valutazione Sbilanciamento autogru durante la messa in tiro Valutazione Predisporre vie di transito e di sicurezza D.Lgs. 626/94 Art. 33 c. 13 Solo gli addetti possono sostare nella zona di lavoro Stabilizzare l'autogru/gru DPR 547/55 Art. 169 Assicurarsi dell'immobilità del mezzo Impiegare idonei mezzi di sollevamento DPR 547/55 Art. 169DPR 547/55 Art. 181 Assicurarsi della stabilità del mezzo Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 34 di 376

36 OPERE PROVVISIONALI Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Dare informazioni all'operatore dell'autogru/gru mediante segnali DPR 547/55 Art. 182DPR 547/55 Art. 185 Usare segnalazioni acustiche Sbilanciamento carico durante la messa in tiro Valutazione Offese capo, mani, piedi, occhi Valutazione Imbracare i carichi con mezzi idonei DPR 547/55 Art. 181 Ripartire il carico sugli stabilizzatori ed assicurarsi dell'immobilità del mezzo Usare i mezzi di protezione personale - DPI DPR 547/55 Titolo XD. Lgs. 626/94 Art. 5 c Scariche atmosferiche Valutazione pericolo - rischio: Predisporre il collegamento all'impianto di terra DPR 547/55 Art. 271DPR 547/55 Art. 272DPR 547/55 Art. 324DPR 547/55 Art. 325DPR 547/55 Art. 328 Per l'impianto di collegamento a terra occorre la denuncia all'usl entro 30 giorni dall'entrata in servizio (DM 12/09/1959). Collegare a terra i rubinetti per evitare le correnti di passo Igiene Valutazione Provvedere ad aerare ed illuminare spogliatoi e mense Igiene Valutazione Mettere a disposizione degli operai acqua per uso potabile e per l'igiene DPR 303/56 Art. 40DPR 303/56 Art. 41 DPR 303/56 Art Igiene Valutazione Predisporre latrine e lavandini DPR 303/56 Art. 37DPR 303/56 Art. 39 n. 1 lavandino ogni 5 operain. 1 latrina ogni 30 addetti ai lavori Igiene Valutazione Provvedere a mantenere in stato di pulizia le installazione igienico assistenziali Igiene Valutazione Allestire i mezzi di pronto soccorso e profilassi: pacchetto di medicazione, cassetta di pronto soccorso DPR 303/56 Art. 47 DPR 303/56 Art. 27 Effettuare sistematicamente le pulizie degli ambienti Tenere a disposizione estintori a polvere secca tarati e controllati Igiene Valutazione Installare un idoneo scaldavivande DPR 303/56 Art. 42 SEGNALETICA DI RIFERIMENTO VIETATO TRASPORTARE E SOLLEVARE PERSONE Posizionamento in cantiere: All'interno dei luoghi/aree di lavoro, in posizione visibile LAVORI IN CORSO NON EFFETTUARE MANOVRE Normativa di riferimento: DPR 493/96 Posizionamento in cantiere: All'ingresso di ogni stabilimento o luogo dove sussistono specifici pericoli; presso le macchine e gli apparecchi. Piano di Sicurezza e Coordinamento Pag. 35 di 376

PIANO DELLE MISURE PER LA SICUREZZA FISICA DEI LAVORATORI

PIANO DELLE MISURE PER LA SICUREZZA FISICA DEI LAVORATORI Valutazione del rischio R = 2 x 2 = 4 S. 01 CATEGORIA: INSTALLAZIONE DEL CANTIERE OPERAZIONE: Installazione di impianto di terra e contro le scariche atmosferiche per il ponteggio ATTREZZATURE: Compressore,

Dettagli

A) DOCUMENTAZIONE SPECIFICA DELL IMPRESA

A) DOCUMENTAZIONE SPECIFICA DELL IMPRESA I CONTENUTI DELLA VIGILANZA NEI CANTIERE A) DOCUMENTAZIONE SPECIFICA DELL IMPRESA B) DOCUMENTAZIONE DEL CANTIERE C) CONTROLLO ADOZIONE MISURE DI SICUREZZA PER LE LAVORAZIONI CORSO D) LA GESTIONE DEL CANTIERE

Dettagli

E FASI LAVORATIVE LE FASI LAVORATIVE

E FASI LAVORATIVE LE FASI LAVORATIVE E FASI LAVORATIVE lestimenti provvisionali previsti ROV.05 AUTOGRU Utilizzo dell'autogru, su gomme o cingolata ROV.06 PONTEGGIO Allestimento di ponteggio metallico, a tubi e giunti e/o ad elementi prefabbricati

Dettagli

Committente Provincia Regionale di Catania

Committente Provincia Regionale di Catania cantiere sito nel comune di Grammichele e Ramacca Rev. 00 Committente Provincia Regionale di Catania DOCUMENTO ELABORATO AI SENSI DELL ART. 100 DEL D. LGS. 81/2008 COORDINATO CON IL D. LGS. 3 AGOSTO 2009,

Dettagli

Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs.

Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs. Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs. 235/2003 A) PARTE GENERALE (Anagrafica) Premesso che il PIMUS deve essere specifico

Dettagli

Argomenti. Verbali di consegna e verifiche periodiche e straordinarie. Uso dei sistemi anticaduta durante il montaggio/trasformazione/smontaggio

Argomenti. Verbali di consegna e verifiche periodiche e straordinarie. Uso dei sistemi anticaduta durante il montaggio/trasformazione/smontaggio Argomenti verbale di consegna I CRITERI DI GESTIONE DEL PONTEGGIO Lodi, 28 Ottobre 2014 ing. Marco Antonio Fusco Verbali di consegna e verifiche periodiche e straordinarie Uso dei sistemi anticaduta durante

Dettagli

Piano di Sicurezza e Coordinamento relativo al cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) SCHEDE DI SICUREZZA

Piano di Sicurezza e Coordinamento relativo al cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) SCHEDE DI SICUREZZA cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) DOCUMENTO ELABORATO AI SENSI DELL ART. 100 DEL D. LGS. 81/2008 COORDINATO CON IL D. LGS. 3 AGOSTO 2009, N 106 E CON I CONTENUTI MINIMI PREVISTI ALL'ALLEGATO

Dettagli

Schede di sicurezza delle lavorazioni

Schede di sicurezza delle lavorazioni Pagina 108 PROGETTO DI VALORIZZAZIONE E RECUPERO DELLA REGGIA DI VENARIA REALE E DEL BORGO CASTELLO DELLA MANDRIA Viale Carlo Emanuele II Venaria Reale Attuazione Decreto Legislativo 81/2008 D.Lgs. 106/2009

Dettagli

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI ESITO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI ESITO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI Individuazione dei criteri seguiti per la valutazione Per ogni lavoratore vengono individuati i relativi pericoli connessi con le lavorazioni stesse, le attrezzature impiegate

Dettagli

CARPENTIERI / FERRAIOLI

CARPENTIERI / FERRAIOLI POSA DEL FERRO: MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Per quanto possibile, si dovrà ridurre la movimentazione manuale dei carichi ricorrendo all utilizzo di apparecchi di sollevamento. Le norme vigenti danno specifiche

Dettagli

!!!!!!! "# "#$ % # $$%!!!!!!

!!!!!!! # #$ % # $$%!!!!!! ! "#!!!!!! "#$% #$$%!!!!!! $#!!''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''( & )!*) )+!,$#!!!)#!''''''''''''''''''''- ( $!.! */* *!#!*) #!11 +/)! * *)!#!! 2!)/*!!!!!#2!*1!'''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''3

Dettagli

CHECK LIST PER LA SICUREZZA NEL CANTIERE EDILE

CHECK LIST PER LA SICUREZZA NEL CANTIERE EDILE IMPRESA: CHECK LIST PER LA CUREZZA NEL CANTIERE EDILE Visita al cantiere sito in. Via. Committente:.. Coordinatore per la sicurezza: Responsabile di cantiere: DATA VERIFICA: / / Soggetto verificatore:..

Dettagli

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 2 Misure e dispositivi di sicurezza. Fascicolo Sicurezza.

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 2 Misure e dispositivi di sicurezza. Fascicolo Sicurezza. Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 2 Misure e dispositivi di sicurezza Fascicolo Sicurezza Allegato scheda 2 MISURE E DISPOSITIVI DA PREDISPORRE DA PARTE DEI DATORI DI LAVORO

Dettagli

A Relazione Tecnica. 1 Caratteristica dell Opera

A Relazione Tecnica. 1 Caratteristica dell Opera A Relazione Tecnica 1 Caratteristica dell Opera Descrizione: Interventi per incrementare la qualità delle infrastrutture scolastiche. Ubicazione: Liceo Scientifico e Istituto Tecnico Commerciale Leonardo

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1 SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1 Descrizione delle attività: Scavi, sbancamenti e reinterri. Lavoratori esposti a rischi potenziali: Dipendenti delle imprese appaltatrici e lavoratori autonomi presenti

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI

Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI Ente Scuola Edile Taranto MOVIMENTAZIONE MECCANICA DEI CARICHI Introduzione Nelle varie fasi lavorative, si è visto come ricorra spesso l utilizzo di ausili per la movimentazione meccanica dei carichi,

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra

RISCHIO CADUTA DALL ALTO. Ing. Caterina Lapietra RISCHIO CADUTA DALL ALTO Ing. Caterina Lapietra il rischio insito nel ponteggio, la sua percezione e gli accessori che producono sicurezza passiva La percezione del rischio è un fattore soggettivo, legato

Dettagli

1. Obblighi dei datori di lavoro relativamente al collaudo ed alle verifiche

1. Obblighi dei datori di lavoro relativamente al collaudo ed alle verifiche 1. Obblighi dei datori di lavoro relativamente al collaudo ed alle verifiche periodiche degli apparecchi di sollevamento utilizzati nei cantieri edili, 1.1. Gru a torre, argani a cavalletto, argani a bandiera,

Dettagli

APPALTO DI MANUTENZIONE RETI E SERVIZI DEL CICLO IDRICO INTEGRATO. SCHEDE DI SUPPORTO Pagina 1 di 4

APPALTO DI MANUTENZIONE RETI E SERVIZI DEL CICLO IDRICO INTEGRATO. SCHEDE DI SUPPORTO Pagina 1 di 4 SCHEDE DI SUPPORTO Pagina 1 di 4 Schede di supporto A Sicurezza generale B Sicurezza di fase A4 Installazione e smantellamento cantiere A7 Moti del terreno A8 Cadute di masse di terreno A10 Vento A11 Reti

Dettagli

Dal Ministero del Lavoro una check-list per la sicurezza nei cantieri edili

Dal Ministero del Lavoro una check-list per la sicurezza nei cantieri edili Dal Ministero del Lavoro una check-list per la sicurezza nei cantieri edili L'ing. M. Grandi - funzionario della Direzione provinciale del Lavoro di Verbania ha curato la realizzazione una check list dedicata

Dettagli

Come utilizzare. le scale. a mano o portatili.

Come utilizzare. le scale. a mano o portatili. Come utilizzare le scale a mano o portatili. SCALE A MANO NORME GENERALI Bisogna innanzitutto avere presente il concetto che le scale a mano devono servire esclusivamente per lavori assolutamente particolari

Dettagli

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA 05/03-AT4a - DIEGARO VIA SAN CRISTOFORO PROGETTO PRELIMINARE

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA 05/03-AT4a - DIEGARO VIA SAN CRISTOFORO PROGETTO PRELIMINARE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA 05/03-AT4a - DIEGARO VIA SAN CRISTOFORO PROGETTO PRELIMINARE Prime indicazioni per la stesura del piano della sicurezza Descrizione sommaria delle fasi

Dettagli

OPUSCOLO PER I LAVORATORI

OPUSCOLO PER I LAVORATORI 1 OPUSCOLO PER I LAVORATORI A cura: del Dott. Davide Antonelli 2 SCALE A MANO Tale attrezzatura È prevista per superare dislivelli e per effettuare lavorazioni straordinarie a carattere eccezionale e temporaneo.

Dettagli

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI. (art. 36-quater, c. 3, D.Lgs. 626/94, come modificato dal D.Lgs. 235/2003) Prov. di

PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI. (art. 36-quater, c. 3, D.Lgs. 626/94, come modificato dal D.Lgs. 235/2003) Prov. di PIANO DI MONTAGGIO, USO E SMONTAGGIO PONTEGGI (art. 36-quater, c. 3, D.Lgs. 626/94, come modificato dal D.Lgs. 235/2003) COMUNE DI Prov. di Committente: Cantiere Ubicazione Località Natura dell'opera Inizio

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO ALLEGATO I

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO ALLEGATO I PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO In conformità all art. 100 del Decreto Legislativo 9 Aprile 2008 n. 81 e s.m.i. ALLEGATO I PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE UFFICI SEDE DELL INVALSI Indirizzo cantiere:

Dettagli

Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati:

Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati: M Misure preventive e protettive Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati: Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Punti critici Misure preventive e protettive

Dettagli

ELENCO BLOCCHI CAD. Macchine. 1. Autobetoniera. 2. Autocarro. 5. Autocarro Rimorchio. 6. Autogru. 7. Autoveicolo. 8. Betoniera. 9.

ELENCO BLOCCHI CAD. Macchine. 1. Autobetoniera. 2. Autocarro. 5. Autocarro Rimorchio. 6. Autogru. 7. Autoveicolo. 8. Betoniera. 9. Macchine ELENCO BLOCCHI CAD 1. Autobetoniera 2. Autocarro 5. Autocarro Rimorchio 6. Autogru 7. Autoveicolo 8. Betoniera 9. Bobcat Cingolato 10. Bobcat Gommato 11. Carrello Elevatore 12. Compressore 13.

Dettagli

QUESITI CON RISPOSTE SU PONTEGGI GRU NOMINE - VARIE

QUESITI CON RISPOSTE SU PONTEGGI GRU NOMINE - VARIE QUESITI CON RISPOSTE SU PONTEGGI GRU NOMINE - VARIE Quale è la distanza massima del ponteggio dal fabbricato? È consentito un distacco delle tavole del piano di calpestio dalla muratura non superiore a

Dettagli

TU art. 113 Scale Le scale semplici portatili (a mano), se di legno, devono avere i pioli fissati ai montanti mediante incastro.

TU art. 113 Scale Le scale semplici portatili (a mano), se di legno, devono avere i pioli fissati ai montanti mediante incastro. TU art. 113 Scale Le scale semplici portatili (a mano), se di legno, devono avere i pioli fissati ai montanti mediante incastro. I pioli devono essere privi di nodi. Tali pioli devono essere trattenuti

Dettagli

SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO

SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO La scheda di rilevazione dei rischi di caduta dall alto è stata pensata come strumento di analisi sia per gli addetti del settore che per i funzionari

Dettagli

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro di

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro di Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro di Vigilanza "10.000 Cantieri" PERIODO DAL AL RIEPILOGO VIOLAZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA D.P.R..04.55, n. 54 4 8 10 18 1

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Area Edilizia, Sicurezza, Patrimonio, gare Titolo IX Classe 2 Fasc. Sotfas. TAV. ISC ACCORDO QUADRO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITÀ

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA Assessorato Sanità

REGIONE LOMBARDIA Assessorato Sanità REGIONE LOMBARDIA Assessorato Sanità IL CAPO CANTIERE INTRODUZIONE ALLA SICUREZZA Organizzato da ASL 3 Monza in collaborazione con Circolo Geometri di Monza e Brianza Relatori: Dr. Tullio Quaianni P. E.

Dettagli

Allegato G Schede segnaletica di sicurezza

Allegato G Schede segnaletica di sicurezza Allegato G Schede segnaletica di sicurezza Schede SEGNALETICA 1 Segnaletica di sicurezza In cantiere dovrà essere posizionata la segnaletica di sicurezza, conforme al D. Lgs. 81/08. Quando nei luoghi di

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto DEMOLIRE

Ente Scuola Edile Taranto DEMOLIRE Ente Scuola Edile Taranto DEMOLIRE DEFINIZIONE Demolizione: Operazione di abbattimento parziale o totale di un opera edificata, attraverso una sequenza programmata di interventi da effettuare sull opera

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA INDIRIZZO CANTIERE: Corso Italia - Quarto (NA) OPERA DA REALIZZARE: Lavori per la realizzazione dell'intervento di risparmio energetico, superamento barriere architettoniche, adeguamento impianti e realizzazione

Dettagli

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione. Foto di Charles Ebbets

IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione. Foto di Charles Ebbets IL RISCHIO DI CADUTA DAI TETTI PER LAVORI DI RIMOZIONE DEL MANTO DI COPERTURA e lavori di manutenzione Foto di Charles Ebbets Tutte le attività svolte su coperture in funzione dell altezza, della tipologia

Dettagli

Le Macchine di cantiere

Le Macchine di cantiere Cosa fare, cosa evitare Le Macchine di cantiere A.S.L.E ChièA A.S.L.E L A.S.L.E., Associazione per la Sicurezza dei Lavoratori in Edilizia, nasce da un accordo fra organizzazioni sindacali ed associazioni

Dettagli

L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO

L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO COSA PREVEDE LA NORMATIVA SUI D.P.R. 164/1956 Art. 16 Ponteggi e opere provvisionali Nei lavori che sono eseguiti ad un altezza

Dettagli

I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul monitoraggio degli incidenti

I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul monitoraggio degli incidenti AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA SUL LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA SUL LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE E. GUALA CORSO (Ragionieri, Geometri, Turistico, IPSIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA SUL LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CLASSE IV SEZIONE E

Dettagli

Cantieri temporanei o mobili. dott. ing. Giuseppe SEMERARO

Cantieri temporanei o mobili. dott. ing. Giuseppe SEMERARO Cantieri temporanei o mobili Titolo IV DLgs. 81/2008 1 Capo che sostituisce DPR 164/56, parte del DLgs. 626/94 ad altri provvedimenti minori abrogatiindirettamente indirettamente CAPO II NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

Prog. 17029/2013 - CIMITERI COMUNALI: costruzione ossarini. PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO - ALLEGATO B - Schede fasi lavorative

Prog. 17029/2013 - CIMITERI COMUNALI: costruzione ossarini. PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO - ALLEGATO B - Schede fasi lavorative 1 Prog. 17029/2013 - CIMITERI COMUNALI: costruzione ossarini Prog. 17029/2013 - CIMITERI COMUNALI: costruzione ossarini PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO - ALLEGATO B - Schede fasi lavorative 2 Prog.

Dettagli

L organizzazione del cantiere e la gestione della sicurezza

L organizzazione del cantiere e la gestione della sicurezza L organizzazione del cantiere e la gestione della sicurezza Dott. Paolo PICCO T.d.P. SPreSAL ASL TO 3 II cantiere, pur essendo destinato ad avere un limite di durata nel tempo relativamente breve, comportando

Dettagli

Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno

Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno Sicurezza realizzabile Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno Imbracatura, stoccaggio e trasporto Nella vostra azienda si lavora in condizioni di sicurezza con gli elementi prefabbricati in

Dettagli

Il programma. I lavori in quota

Il programma. I lavori in quota Il programma I lavori in quota Definizioni Obblighi del datore di lavoro Scale a pioli Scale fisse a gradini Scale fisse a pioli Scale semplici portatili Definizione D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.81 Titolo IV,

Dettagli

Davide Lombardi - Ambiente Igiene Sicurezza S.r.l. Iscritto all Elenco degli Esperti verificatori di apparecchi di sollevamento della PAT

Davide Lombardi - Ambiente Igiene Sicurezza S.r.l. Iscritto all Elenco degli Esperti verificatori di apparecchi di sollevamento della PAT Davide Lombardi - Ambiente Igiene Sicurezza S.r.l. Iscritto all Elenco degli Esperti verificatori di apparecchi di sollevamento della PAT Le verifiche di attrezzature di sollevamento cose e persone in

Dettagli

164, contenente norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni;

164, contenente norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni; Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323. Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici. (in Suppl. ordinario alla Gazz. Uff., 5 maggio, n. 109) Il

Dettagli

Le condizioni di rischio più frequenti nei cantieri edili Giovedì 10 Giugno 2010 Lucca, Palazzo Ducale - sala Maria Luisa

Le condizioni di rischio più frequenti nei cantieri edili Giovedì 10 Giugno 2010 Lucca, Palazzo Ducale - sala Maria Luisa Direzione Provinciale del Lavoro Lucca Le condizioni di rischio più frequenti nei cantieri edili Giovedì 10 Giugno 2010 Lucca, Palazzo Ducale - sala Maria Luisa CADUTE dall alto La causa principale dei

Dettagli

SCHEDA DEI CONTROLLI DA EFFETTUARSI DURANTE IL MONTAGGIO E L'USO DEI PONTEGGI PONTEGGI METALLICI A TELAI PREFABBRICATI MARCA CETA

SCHEDA DEI CONTROLLI DA EFFETTUARSI DURANTE IL MONTAGGIO E L'USO DEI PONTEGGI PONTEGGI METALLICI A TELAI PREFABBRICATI MARCA CETA SCHEDA DEI CONTROLLI DA EFFETTUARSI DURANTE IL MONTAGGIO E L'USO DEI PONTEGGI PONTEGGI METALLICI A TELAI PREFABBRICATI MARCA CETA CONTROLLO SI NO ESITO NON PERTINENTE NOTE sia conforme allo schema tipo

Dettagli

Allegato A: INDICE SCHEDE PER L ESECUZIONE DEI LAVORI

Allegato A: INDICE SCHEDE PER L ESECUZIONE DEI LAVORI Allegato A: INDICE SCHEDE PER L ESECUZIONE DEI LAVORI Recinzione con tubi, pannelli o rete...3 Recinzione con cavalletti mobili o bande colorate...4 Attrezzature e macchine, carico e scarico dal mezzo

Dettagli

Mezzo utilizzato: autogrù

Mezzo utilizzato: autogrù Procedure per la movimentazione delle billette nelle fasi di scarico dai mezzi di trasporto e per l alimentazione delle linee di forgiatura/stampaggio. La lavorazione riferita alla movimentazione dei fasci

Dettagli

ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE

ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE DOCUMENTAZIONE INERENTE LA PIANIFICAZIONE IN SICUREZZA DELL ATTIVITÀ DI CANTIERE PSC - Piano di sicurezza e coordinamento Art. 100

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

Pilosio è un importante realtà italiana ed internazionale del settore delle attrezzature per costruzioni e manutenzioni edili e industriali, altro

Pilosio è un importante realtà italiana ed internazionale del settore delle attrezzature per costruzioni e manutenzioni edili e industriali, altro Pilosio è un importante realtà italiana ed internazionale del settore delle attrezzature per costruzioni e manutenzioni edili e industriali, altro che delle strutture per lo spettacolo come palchi, tribune,

Dettagli

Comuni di Volla e Casalnuovo di Napoli Provincia di Napoli

Comuni di Volla e Casalnuovo di Napoli Provincia di Napoli ALLEGATO B Comuni di Volla e Casalnuovo di Napoli Provincia di Napoli ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI ed entità del danno, valutazione dell'esposizione al rumore e alle vibrazioni (D.Lgs 9 aprile 2008

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO

OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO PONTEGGI NON A NORMA Ponteggio su tettoia 2 Totale assenza di parapetti e impalcati incompleti Ponteggio su tettoia 3 Basi di appoggio instabili Rischio di crollo dell

Dettagli

Piano di Coordinamento per interferenza tra gru a torre Cantiere sito in

Piano di Coordinamento per interferenza tra gru a torre Cantiere sito in lì Piano di Coordinamento per interferenza tra gru a torre Cantiere sito in Impresa.. Impresa.. In sede di predisposizione e organizzazione del cantiere in oggetto la relativa vicinanza dei fabbricati

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI)

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) OGGETTO: AREA OVEST COMMITTENTE:

Dettagli

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6 Programma Generale corso RSPP mod. B Macrosettori: RSPP B (at. 3, edilizia, escavazione - 60 ore) RSPP B (at. 4, manifatturiero - 49 ore) RSPP B (at. 5, chimico - 69 ore) RSPP B (at. 6, trasporti - 26

Dettagli

SCHEDE INTEGRATIVE PER LE ATTIVITÀ DI CANTIERE

SCHEDE INTEGRATIVE PER LE ATTIVITÀ DI CANTIERE SCHEDE INTEGRATIVE PER LE ATTIVITÀ DI CANTIERE LUOGHI, LOCALI E POSTI DI LAVORO (riferiti alle attività prevalenti svolte dall'impresa) 1-ATTIVITÀ DI CANTIERE N. SCHEDA Scavi e movimento terra 1.1.1 X

Dettagli

VERBALE PRELIMINARE DI COORDINAMENTO

VERBALE PRELIMINARE DI COORDINAMENTO 1 di 5 DATA.. Referente di Commessa RdC Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP Direttore Lavori DL Direttore Operativo DO Ispettore di Cantiere IC Assistente lavori AL Collaudatore

Dettagli

CANTIERE: Strada Provinciale n. 130, Trani-Andria (Bari)

CANTIERE: Strada Provinciale n. 130, Trani-Andria (Bari) ALLEGATO B ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI ed entità del danno, valutazione dell' al rumore e alle vibrazioni (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 100 e Allegato XV) OGGETTO: Lavori di ammodernamento ed allargamento

Dettagli

Progettare la demolizione

Progettare la demolizione Progettare la demolizione Bologna 24 Ottobre 2014 Docente: Michela Arezzini Consulente sicurezza nei luoghi di lavoro Perché progettare le demolizioni SICUREZZA AMBIENTE COSTI La pianificazione della sicurezza

Dettagli

1 - COORDINAMENTO ATTIVITA' DATORI LAVORO 2 - BARACCHE DI CANTIERE

1 - COORDINAMENTO ATTIVITA' DATORI LAVORO 2 - BARACCHE DI CANTIERE A MISURA 1 - COORDINAMENTO ATTIVITA' DATORI LAVORO 1 N.P.SC1 RIUNIONI COORDINAMENTO RIUNIONE PERIODICA DI COORDINAMENTO TRA I RESPONSABILI DELLE IMPRESE OPERANTI IN CANTIERE ED IL COORDINATORE DELLA SICUREZZA

Dettagli

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22 Lavori in quota 1/22 D.Lgs 81/08 e s.m.i., art. 111 1. Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici

Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici Decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro negli impianti telefonici CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI - Art. 1 - Campo di applicazione

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI SITUAZIONI di IN SICUREZZA NEI CANTIERI ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI

ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI SITUAZIONI di IN SICUREZZA NEI CANTIERI ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI ACCESSO in SICUREZZA AI CANTIERI ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI SITUAZIONI di IN SICUREZZA NEI CANTIERI ACCESSO in IN SICUREZZA AI CANTIERI SITUAZIONI di IN SICUREZZA

Dettagli

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature LAVORO ELETTRICO In Italia la norma CEI 11-48 del 1998 stabilisce le prescrizioni generali per l esercizio sicuro degli impianti elettrici e per l esecuzione dei lavori su od in prossimità di tali impianti.

Dettagli

Documentazione generale si no competenza

Documentazione generale si no competenza Documentazione generale si no competenza Certificato di iscrizione alla Camera di commercio (consigliato presenza cantiere) Permesso di costruire Committente Progetto della linea vita progettista Denuncia

Dettagli

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI. (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106)

ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI. (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) ALLEGATO B Comune di Marineo Provincia di PA ANALISI E VALUTAZIONE DEI RISCHI (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: PROGETTO DEI LAVORI

Dettagli

ALLESTIMENTO DEL CANTIERE, PREDISPOSIZIONE IMPIANTI E POIZIONAMENTO CARTELLI SEGNALETICI IN CANTIERE

ALLESTIMENTO DEL CANTIERE, PREDISPOSIZIONE IMPIANTI E POIZIONAMENTO CARTELLI SEGNALETICI IN CANTIERE ALLESTIMENTO DEL CANTIERE, PREDISPOSIZIONE IMPIANTI E POIZIONAMENTO CARTELLI SEGNALETICI IN CANTIERE Realizzazione della recinzione di cantiere e relativi accessi. Montaggio baraccamenti e/o box prefabbricati

Dettagli

Gru a torre: installazione, montaggio e smontaggio

Gru a torre: installazione, montaggio e smontaggio Gru a torre: installazione, montaggio e smontaggio Introduzione Principio Di norma, quando si sceglie l ubicazione di una gru a torre bisogna fare in modo che la movimentazione dei carichi sul cantiere

Dettagli

SCHEDA 16oreprima. L articolazione formativa dele 16 ore

SCHEDA 16oreprima. L articolazione formativa dele 16 ore SCHEDA 16oreprima L articolazione formativa dele 16 ore La costruzione di competenze professionali (procedure, capacità, conoscenze di base connesse) è il punto di partenza e la vera anima del corso di

Dettagli

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture ATTI Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture Venerdì 24 giugno In partnership con Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

Dettagli

ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE

ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE ELENCO NON ESAUSTIVO DELLA DOCUMENTAZIONE DA TENERE NEL CANTIERE EDILE DESCRIZIONE DOCUMENTO RIF. e NOTE COMPETENZA DOCUMENTAZIONE INERENTE LA PIANIFICAZIONE IN SICUREZZA DELL ATTIVITÀ DI CANTIERE PSC

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015. CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015. CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. FABRIZIO FLOREANI A.S. 2014/2015 CLASSE: 4ACAT MATERIA: Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro Modulo n. 1 SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI Collocazione

Dettagli

MINISTERO LAVORO circolare 19 marzo 1980, n. 15

MINISTERO LAVORO circolare 19 marzo 1980, n. 15 MINISTERO LAVORO circolare 19 marzo 1980, n. 15 Prevenzione infortunistica: attrezzature per getto di calcestruzzo con tecnologia a tunnel. Si rende noto che la Pretura di Roma - Sezione IX penale - ha

Dettagli

Programma e calendario. Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. dal 03 marzo al 02 aprile 2015

Programma e calendario. Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. dal 03 marzo al 02 aprile 2015 Programma e calendario Corso di aggiornamento - 40 ore COORDINATORE PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) dal 03 marzo al 02 aprile 2015 I MODULO prevenzione attraverso

Dettagli

5. SCALE RISCHI PER LA SICUREZZA DEL LAVORATORE. Punto di verifica Interventi di prevenzione e protezione Fonti

5. SCALE RISCHI PER LA SICUREZZA DEL LAVORATORE. Punto di verifica Interventi di prevenzione e protezione Fonti 01. Esistono scale fisse a gradini 01.01. Le scale che presentano dislivelli pericolosi dispongono di parapetti sui lati aperti 01.02. I parapetti sono di tipo normale. Per lavori edili o di manutenzione

Dettagli

E' obbligatorio l'uso del ponteggio per ogni lavoro svolto ad altezza superiore a 2 m. (Art.122 del D.lgs. n.81/08 )

E' obbligatorio l'uso del ponteggio per ogni lavoro svolto ad altezza superiore a 2 m. (Art.122 del D.lgs. n.81/08 ) OPERA PROVVISIONALE: PONTEGGIO METALLICO FISSO Il ponteggio fisso è un opera provvisionale realizzata per eseguire lavori ad altezze superiori ai 2 metri. Si tratta di una struttura reticolare realizzata

Dettagli

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9

Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 Corso per RSPP ATECO 3-4-5-6-7-8-9 LEZIONE ARGOMENTO Durata Docente RC1 Data: 2 Rischi chimici e Cancerogeni Mutageni Introduzione a. Inquadramento normativo b. Termini e definizioni RC2 Data: 2 Rischi

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo

Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo Manutenzione di macchine e impianti Lista di controllo Nella vostra azienda si garantisce la sicurezza durante gli interventi di manutenzione? Le persone più a rischio sono i manutentori e gli operatori

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA INDICE A) ORGANIZZAZIONE E ALLESTIMENTO DEL CANTIRE B) FASI LAVORATIVE C) IMPIEGO DI ATTREZZATURE D) SMONTAGGIO DEL CANTIERE

SCHEDE DI SICUREZZA INDICE A) ORGANIZZAZIONE E ALLESTIMENTO DEL CANTIRE B) FASI LAVORATIVE C) IMPIEGO DI ATTREZZATURE D) SMONTAGGIO DEL CANTIERE SCHEDE DI SICUREZZA INDICE A) ORGANIZZAZIONE E ALLESTIMENTO DEL CANTIRE B) FASI LAVORATIVE C) IMPIEGO DI ATTREZZATURE D) SMONTAGGIO DEL CANTIERE (A) Organizzazione e allestimento cantiere Recinzione mobile

Dettagli

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.)

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) MASTER SICUREZZA Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) Alessandro Cauduro Creazzo 1 luglio 2010 DPI Anticaduta Generalità I dispositivi di protezione individuale (DPI) sono:

Dettagli

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Sicurezza realizzabile Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Gli interventi di manutenzione sui veicoli ferroviari vengono svolti in condizioni di sicurezza? La manutenzione dei

Dettagli

3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione Ponteggi

3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione Ponteggi Dipartimento di Sanità Pubblica Ente Scuola Edile di Piacenza Comitato Paritetico Territoriale SICUREZZA IN EDILIZIA - Il lavoro in quota 3 Linee Guida ISPESL Linea Guida: Montaggio Smontaggio Trasformazione

Dettagli

3) descrizione sintetica dell opera, con particolare riferimento alle scelte progettuali, architettoniche, strutturali e tecnologiche; - - - - -

3) descrizione sintetica dell opera, con particolare riferimento alle scelte progettuali, architettoniche, strutturali e tecnologiche; - - - - - Collegio Geometri della Provincia di Brescia Commissione 494 Sicurezza dei Cantieri P.S.C. P.S.C. (o Piano di Sicurezza e di Coordinamento): specificato per ogni singolo cantiere temporaneo o mobile e

Dettagli

Lista controllo Gru di cantiere

Lista controllo Gru di cantiere Lista controllo Gru di cantiere Potete affermare di lavorare in condizioni di sicurezza con le gru di cantiere? Trasportare carichi con una gru può essere molto pericoloso per le persone che si trovano

Dettagli

COSA SI INTENDE PER PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE

COSA SI INTENDE PER PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE COSA SI INTENDE PER PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE Definizione tecnica Piattaforma di Lavoro Mobile Elevabile (PLE): Macchina mobile destinata a movimentare una o più persone alle posizioni di

Dettagli

Lista di controllo Veicoli battipista

Lista di controllo Veicoli battipista Sicurezza realizzabile Lista di controllo Veicoli battipista Qual è il livello di sicurezza durante la guida e la manutenzione dei veicoli battipista nel servizio piste? L uso e la manutenzione dei veicoli

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala Comune di Villaricca Provincia di Napoli Progetto per la realizzazione di un'area parcheggio pubblico e completamento impianto sportivo al Corso Italia con struttura polifunzionale PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

LA SICUREZZA DEI CANTIERI. ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali

LA SICUREZZA DEI CANTIERI. ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali LA SICUREZZA DEI CANTIERI ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali 1 I riferimenti normativi (norme prescrittive) D.P.R. 27.04.1955 n. 547 Norme di prevenzione degli infortuni

Dettagli

Verifica della conformità normativa 2

Verifica della conformità normativa 2 Verifica della conformità normativa 2 Per una corretta gestione della sicurezza è necessario predisporre (vedi allegato 2.A.) e archiviare l apposita documentazione. 2.1 Elenco documentazione Certificato

Dettagli

ALLEGATO 1. Edizione Novembre 2015 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA

ALLEGATO 1. Edizione Novembre 2015 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA ALLEGATO Edizione Novembre 05 FORNITURA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA SEGNALETICA DI SICUREZZA PER TUTTI GLI AMBIENTI DI LAVORO ANTINCENDIO Cartello fotoluminescente o dell estintore Cartello fotoluminescente

Dettagli

Compreso trasporto, montaggio e smontaggio e preparazione della base in cls armata di appoggio.

Compreso trasporto, montaggio e smontaggio e preparazione della base in cls armata di appoggio. ORG: ORGANIZZAZIONE DI CANTIERE ORG.002 DELIMITAZIONI VARIE 1 ORG.001010 Recinzione di cantiere alta cm 200, eseguita ferri tondi infissi in basi cemento, rete metallica elettrosaldata e rete di plastica

Dettagli

LAVORO IN QUOTA: DEFINZIONE

LAVORO IN QUOTA: DEFINZIONE LAVORI IN ALTEZZA - NORME DI RIFERIMENTO D.Lgs 81/2008 e s.m.i. In particolare Titolo IV Cantieri temporanei o mobili Capo II Norme per la prevenzione sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota

Dettagli