BANDO DI CONCORSO ENERGY, ART & SUSTAINABILITY FOR AFRICA UN PROGRAMMA DI EVENTI SCIENTIFICO-CULTURALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO DI CONCORSO ENERGY, ART & SUSTAINABILITY FOR AFRICA UN PROGRAMMA DI EVENTI SCIENTIFICO-CULTURALI"

Transcript

1 BANDO DI CONCORSO ENERGY, ART & SUSTAINABILITY FOR AFRICA UN PROGRAMMA DI EVENTI SCIENTIFICO-CULTURALI

2 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano e all'italia dell'esposizione Universale 2015 dal Tema Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita (di seguito Tema ) offre un opportunità unica per l Italia e per la comunità internazionale di condividere idee, promuovere soluzioni comuni e stimolare un dibattito pubblico su un tema rilevante come quello dell alimentazione. Expo 2015 S.p.A. (di seguito, per brevità, anche Expo 2015 o Expo ) è la società incaricata della realizzazione di Expo Milano 2015 che sarà un evento universale che si svolgerà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 e vedrà la partecipazione di Paesi, Organizzazioni Internazionali, Organizzazioni della Società Civile e Aziende che all interno di un area espositiva di 1 milione di metri quadrati declineranno, attraverso i contenuti dei propri padiglioni ed eventi, il Tema di Expo Milano L Esposizione Universale sarà un occasione unica per dare visibilità alla tradizione, ma anche alla creatività e all innovazione, ponendo il diritto a un alimentazione sana, sicura, sufficiente e sostenibile per tutto il pianeta al centro dei nuovi scenari globali. Tutti i partecipanti saranno chiamati a sviluppare secondo la propria specificità ed expertise il Tema di Expo Milano Expo vuole riservare ai Paesi Africani un ruolo di assoluta rilevanza, valorizzando il contributo che gli stessi possono dare ai contenuti dell Esposizione. Tutti i partecipanti sono chiamati a sviluppare il Tema di Expo Milano 2015 non solo attraverso i contenuti che verranno veicolati nei loro spazi espositivi, ma anche attraverso un programma di eventi durante i sei mesi espositivi. Il programma di eventi sarà al centro della visitor experience e tutti i partecipanti sono invitati dall'organizzatore a realizzare un programma di manifestazioni che arricchisca il Tema di messaggi chiave e sia un veicolo per diffondere la conoscenza delle best practice, delle tradizioni culturali, sociali e alimentari dell organizzazione proponente (di seguito Proponente ). Gli eventi saranno il mezzo più importante per educare e intrattenere i visitatori, nonché per diffondere in questo contesto la conoscenza e la consapevolezza sul mondo africano. I Paesi Africani stanno affrontando una fase di significativo sviluppo. Gli indicatori di un "nuovo corso" sono molteplici: i tassi di crescita di molte economie dell area, l emersione di una consistente classe media in grado di generare domanda e consumi, la nascita di un settore privato in grado di proporsi come partner credibile per piccole e medie imprese estere, il rafforzamento delle istituzioni, il nuovo "peso" del Continente nell agenda geopolitica internazionale. 2

3 La partecipazione dell Africa rappresenta un elemento chiave per il Tema di Expo Milano 2015 considerando le sfide e il ruolo che questo continente giocherà nei prossimi anni nei settori della nutrizione, dell agricoltura, della crescita economica collegata allo sviluppo sostenibile. Expo ha conferito a Eni S.p.A. (di seguito eni ) la qualifica di Official Partner for Sustainability Initiatives in African Countries. Essere Partner di Expo, con particolare attenzione al continente africano, è una scelta che deriva dall importanza che da sempre eni attribuisce alla sostenibilità (uno dei valori fondanti di eni) e al suo costante impegno nella promozione dello sviluppo e dell accesso all energia nei Paesi in cui opera, in particolare in Africa dove è la prima compagnia energetica internazionale in termini di produzione di idrocarburi. Il focus della partnership di eni con Expo è il tema trasversale dell accesso all energia in Africa che per eni significa sostenibilità, cooperazione con le comunità locali, innovazione e ricerca. eni pertanto è Partner in esclusiva per tutti gli eventi che verranno realizzati con il seguente Bando. eni supporta la crescita economica e sociale dei Paesi in cui opera attraverso una serie di progetti volti a dare nuova energia a un futuro più sostenibile. eni si adopera per la realizzazione di iniziative volte a garantire uno sviluppo locale autonomo, duraturo e sostenibile, attraverso l attivazione di reti estese di competenze e conoscenze, la condivisione di risorse e capacità e lavorando in partnership con le comunità, le organizzazioni locali e i soggetti promotori di sviluppo. In particolare, eni ha saputo cogliere quelle opportunità di business che contribuiscono allo sviluppo dei sistemi energetici locali: collaborando con le comunità e le istituzioni presenti sul territorio, contribuisce a ridurre la povertà energetica attraverso infrastrutture per la produzione, il trasporto e la distribuzione del gas, la costruzione di centrali elettriche e la promozione di progetti di elettrificazione rurale. L'accesso a moderne forme di energia è essenziale per lo sviluppo dei settori dell agricoltura, della salute, dell educazione oltre a contribuire a eliminare la povertà estrema e la fame. 2. PROMOTORE E OBIETTIVI DELBANDO DI CONCORSO Expo, pubblica il presente Bando di Concorso (di seguito Bando ), rivolto a tutti i Paesi Africani (inclusi quelli non partecipanti a Expo), finalizzato all acquisizione di proposte concernenti 3

4 l ideazione di Eventi (ad esempio convegni, seminari, workshop, conferenze, talk show, spettacoli ed esibizioni) aventi come focus il continente africano da svolgersi all interno del Sito Espositivo durante l Esposizione Universale, e in particolare dal 12 al 27 settembre Con il Bando Expo vuole dare maggiore spazio e visibilità, in termini di contenuti e messaggi, ai Paesi Africani promuovendone la conoscenza delle tradizioni, della cultura e dei valori, valorizzando in modo particolare le tematiche riguardanti l accesso all energia, prerequisito fondamentale per una crescita sostenibile dei Paesi. Il Bando è stato individuato come strumento per acquisire in modo trasparente, partecipato e condiviso le migliori proposte progettuali per la realizzazione di un programma di eventi scientifico-culturali" avente lo scopo di porre in evidenza le caratteristiche peculiari dei Paesi Africani. Attraverso il palinsesto di Eventi, i Paesi Africani avranno accesso a un eccezionale piattaforma di comunicazione internazionale e a un palcoscenico unico per accrescere l immagine del proprio Paese tra milioni di visitatori. Tutti gli Eventi che saranno selezionati nell ambito del Bando (di seguito, anche eventi del programma scientifico-culturale ) verranno organizzati da Expo, e vedranno la partecipazione di eni, in qualità di Official Partner for Sustainability Initiatives in African Countries. Durante gli eventi del programma scientifico-culturale, eni sarà Partner - in via esclusiva - di tali Eventi. La presenza di altri sponsor tecnici dovrà essere preventivamente condivisa da Expo con eni. Expo garantirà a eni la massima visibilità nell ambito della sua Qualifica. 3. OGGETTO DEL BANDO Il Bando ha come principale fine quello di valorizzare i Paesi Africani, partendo dalle principali attrattive del territorio, e puntando su idee avvincenti per le varie categorie di visitatori dell Esposizione Universale. 4

5 Nello specifico, Expo si propone di creare e coordinare, all interno degli spazi eventi come di seguito individuati e definiti, un programma di eventi scientifico-culturali che diano risalto a proposte di Eventi di carattere scientifico, tecnologico, innovativo, artistico, culturale tipiche dell Africa. Gli Eventi proposti dovranno assicurare: contestualizzazione nell ambito dello scenario dell Esposizione Universale Milano 2015 in modo da mettere in relazione contributi locali personalizzati con il dibattito generale sui temi centrali di Expo: l alimentazione, le risorse naturali, la sostenibilità e l innovazione; attinenza dei contenuti proposti con particolare riguardo ai temi dell accesso all energia e della sostenibilità; creatività e innovazione al fine di esprimere e trasmettere ai visitatori le potenzialità del mondo africano in termini di rinnovamento, di stimolo all evoluzione, alla crescita e allo sviluppo; coinvolgimento di rappresentanti del mondo africano, artisti, relatori, performer attivi nella società, a livello nazionale e internazionale. Centrali per lo sviluppo del concept degli eventi devono essere considerati i temi Energia e Sostenibilità, i quali preludono non solo all elaborazione di riflessioni relative all uso sostenibile delle risorse, ma, anche e soprattutto, alla volontà di far emergere la straordinaria forza del cambiamento. Sviluppare e mettere in luce energie nuove significa dare spazio a una progettazione del mondo futuro, secondo una visione di sviluppo basato su parametri di equità, inclusione, partecipazione e sostenibilità. L Energia è la forza vitale in grado di integrare e diffondere valori sostenibili e insieme promuovere nuovi paradigmi di sviluppo a livello sociale, economico e culturale. Il Proponente potrà scegliere di sviluppare uno dei due filoni tematici sotto definiti: 1. Innovazione e Scienza (FILONE A) Gli Eventi riconducibili a tale filone si possono riferire ad esempio a: idee, progetti, ricerche e soluzioni per lo sviluppo sostenibile, l innovazione tecnologica, l innovazione nei modelli di partnership e di sviluppo 5

6 imprenditoriale, l accesso all energia sostenibile, la gestione delle acque, l accesso ai servizi di base, lo sviluppo infrastrutturale, la salvaguardia e la promozione ambientale, la salute, lo sviluppo agricolo locale, la gestione delle risorse naturali, i grandi temi ambientali. Le proposte di Eventi potranno essere realizzate utilizzando i seguenti format, con la precisazione che il seguente elenco è da intendersi comunque a titolo esemplificativo e non esaustivo: performance Ted format 1, seminari, workshop, conferenze, talk show. Particolare attenzione verrà dedicata alle formule più interattive e innovative. 2. Arte, Musica e Fashion (performance artistiche FILONE B) Gli Eventi riconducibili a tale filone si possono riferire ad esempio a spettacoli dove la danza, la musica o altre forme artistiche possono trasmettere al visitatore messaggi ed idee innovative e suscitare le emozioni di persone provenienti da tutto il mondo, utilizzando linguaggi universali fruibili da chiunque, dove i contenuti creativi sono in grado di evocare e richiamare i temi di Expo: sviluppo sostenibile, energia, gestione delle risorse naturali e innovazione. La declinazione di questi eventi potrà avvenire in uno dei seguenti format, con la precisazione che il seguente elenco è da intendersi comunque a titolo esemplificativo e non esaustivo: buskers 2, danza, performance musicali, performance teatrali, sfilate. Particolare attenzione verrà dedicata alle formule più interattive e innovative. 4. GLI SPAZI EVENTI DI EXPO MILANO 2015 E L ARCO TEMPORALE Expo mette a disposizione le seguenti location all'interno del Sito Espositivo adibite all organizzazione degli Eventi che saranno selezionati e permetteranno di promuovere un offerta di intrattenimento variegata. 1 TED (Technology Entertainment Design) è una conferenza che si tiene ogni anno a Monterey, California. La sua missione è riassunta nella formula "ideasworthspreading". Le migliori conferenze sono state pubblicate gratuitamente sul sito web del TED. Le lezioni abbracciano una vasta gamma di argomenti che comprendono scienza, arte, politica, temi globali, architettura, musica e altro. I relatori stessi provengono da molte comunità e discipline diverse. 2 artista di strada (in inglese, busker) è un artista che si esibisce in luoghi pubblici. Le esibizioni sono molto varie e l'unica costante è quella di offrire al pubblico uno spettacolo d'intrattenimento. A titolo esemplificativo, si possono individuare spettacoli di giocoleria, musicali, clown, mimo (con le statue viventi), arte circense, cantastorie, mangia- fuochi, trampolieri. 6

7 Gli Eventi saranno organizzati nel periodo dal 12 al 27 settembre Le aree eventi comprendono: Conference Centre: spazio modulabile dedicato agli eventi indoor che prevede sale di diversa capacità: o 2 sale da 256 posti; o 3 sale da 70 posti; Piazzette: sono 2 aree per eventi outdoor a libero accesso per i visitatori, della dimensione di circa 230 mq., con capacità di 150 persone in piedi. Si prestano per eventi più piccoli, della durata di circa minuti che possono essere ripetuti più volte nell arco della giornata. 5. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA Il Proponente dovrà presentare una o più proposte di Evento, sulla base delle linee guida sopra descritte e secondo le indicazioni contenute nel modello Allegato 2, in cui si dovranno: declinare e approfondire uno dei due filoni tematici indicati sub 3; indicare il titolo dell Evento; descrivere il format prescelto e il contenuto della proposta; individuare la relativa location fra quelle sopra elencate, tale indicazione non sarà vincolante, ma solo indicativa. La definizione della location verrà definita da Expo 2015 in base agli spazi disponibili; indicare da un lato, i nominativi dei performer da coinvolgere laddove il Proponente disponga di formale o informale impegno/ingaggio, con descrizione del relativo profilo; dall altro i nominativi dei performer da coinvolgere ancorché non contrattualizzati, con descrizione del relativo profilo; indicare una stima di massima di budget per macro-voci; il budget complessivo dovrà essere ricompreso indicativamente tra e euro; allegare eventuali documenti illustrativi a supporto della proposta (a titolo esemplificativo e non esausitivo: fotografie, rendering, disegni, etc). 7

8 Il Proponente potrà visionare e reperire il Bando e i relativi allegati sul sito: Il Proponente dovrà inviare la domanda di partecipazione e la propria proposta entro e non oltre il 18 giugno 2015, unitamente alla fotocopia di un documento d identità in corso di validità del sottoscrittore legale rappresentante o procuratore speciale con procura. Tutto il materiale dovrà essere inviato all indirizzo di posta elettronica certificata: indicando come oggetto della mail BANDO DI CONCORSO ENERGY, ART & SUSTAINABILITY FOR AFRICA e dovrà pervenire entro e non oltre le ore (ora locale italiana) del 18 giugno SOGGETTI AMMESSI AL BANDO Possono partecipare al Bando i seguenti soggetti: Enti Governativi Africani; Commissari Generali dei Paesi Africani partecipanti a Expo Milano 2015; Enti di qualunque natura profit o non profit, pubblici o privati purché aventi sede legale e/o sede operativa nel Continente Africano; persone fisiche: ossia relatori, performers, artisti, etc, purché di nazionalità africana o con residenza in Paesi Africani, ferma comunque la possibilità per il soggetto ammesso al Bando/ Proponente di prevedere il coinvolgimento anche di personaggi di nazionalità diversa da quella africana (come da art. 7, sub-criterio 7). La partecipazione può avvenire sia in forma individuale, sia in forma associata purché tutti i componenti del raggruppamento rientrino nel novero dei soggetti previsti al presente art. 6 come ammessi al Bando. Nel caso di partecipazione in forma associata, dovrà essere nominato un capogruppo che rappresenterà il gruppo presso Expo. In tale ipotesi, i concorrenti devono produrre una dichiarazione regolarmente sottoscritta da tutti i soggetti partecipanti in forma associata e datata, dalla quale risulti il soggetto che ha la rappresentanza del gruppo ai fini del presente Bando e che specifichi forme e modalità dell associazione. 8

9 7. CRITERI DI VALUTAZIONE I criteri per la scelta delle proposte vincenti saranno i seguenti: 1. completezza e livello di dettaglio della descrizione della proposta; 2. coerenza della proposta con le caratteristiche del territorio africano anche attraverso il coinvolgimento di personaggi portavoce di contenuti, valori e tradizioni dei Paesi Africani; 3. coerenza dei contenuti rispetto al tema Nutrire il Pianeta, energia per la vita ; 4. coerenza dei contenuti rispetto al tema oggetto del Bando, con particolare riferimento alla tematica dell accesso all energia e della sostenibilità e coerenza con i valori e le finalità di eni in qualità di Official Partner for Sustainability Initiatives in African Countries; 5. originalità, innovatività e non convenzionalità sia nel contenuto che nella forma; 6. efficacia comunicativa e capacità di coinvolgimento del pubblico; 7. coinvolgimento di relatori sia di nazionalità africana sia di richiamo internazionale, comprovata da accordi formali tra performer e Proponente; 8. valorizzazione di giovani talenti e giovani artisti di nazionalità africana, comprovata da accordi formali tra performer e Proponente; 8. coerenza della proposta rispetto alla location prescelta tra quelle messe a disposizione da Expo; 9. provenienza del progetto da Commissari Generali dei Paesi Africani che partecipano a Expo Milano Per ognuno dei criteri da 1 a 9 sarà dato un punteggio variabile da 0 a 10. I progetti presentati da Commissari Generali dei Paesi Africani che partecipano a Expo Milano 2015, quanto al criterio n. 10, riceveranno un punteggio di 10 punti. Il punteggio massimo è stabilito in 100 punti. 8. COMMISSIONE GIUDICATRICE 9

10 Le proposte pervenute entro la data di scadenza prevista saranno esaminate da una Commissione individuata da Expo, composta da cinque componenti che verranno nominati successivamente alla scadenza del termine (sub. 5) per la presentazione delle proposte. La Commissione sarà composta da personalità del mondo istituzionale e scientifico, nonché da esperti del settore organizzazione eventi e spettacoli altamente rappresentativi riguardo al contesto di riferimento ed alle aree trattate. Il giudizio della Commissione è discrezionale e insindacabile. Esaurita la procedura di valutazione delle proposte pervenute, la Commissione procederà alla redazione della graduatoria provvisoria di tutte le proposte selezionate sulla base dei punteggi ottenuti in applicazione dei criteri di cui al precedente art. 7 del presente bando. Successivamente a tale fase la Commissione, con l ausilio di esperti appositamente incaricati da Expo, effettuerà una autonoma, discrezionale ed insindacabile verifica del valore economico dei progetti in graduatoria, come dettagliati ed eventualmente modificati da Expo stessa in vista della loro realizzazione, in base all ordine di classificazione e sino al raggiungimento della soglia dell importo massimo di Euro ,00 (un milione/00), ammontare complessivo della spesa che Expo si farà carico per realizzare le proposte, in presenza di un numero di proposte sufficiente. La Commissione redigerà quindi la graduatoria definitiva delle proposte selezionate sulla base dei punteggi ottenuti in base ai criteri di cui al precedente art. 7 attribuendo a ciascuna proposta la valutazione economica stabilita dalla Commissione entro l importo massimo complessivo di euro ,00. In assenza di un numero adeguato di proposte creative ritenute soddisfacenti dalla Commissione, Expo, a suo insindacabile giudizio, si riserva di non mettere a disposizione l intero budget preventivato per la realizzazione delle proposte. Expo relativamente a proposte progettuali non selezionate, si riserva la facoltà di poter utilizzare i materiali prodotti nell ambito di altre attività connesse all esposizione Universale. 9. PROCLAMAZIONE VINCITORI - PREMIAZIONI L eventuale selezione del Format presentato non comporterà in favore del Soggetto Proponente attribuzione di premi in denaro o comunque di premi suscettibili di valutazione economica, bensì 10

11 unicamente la possibilità di vedere realizzata e sviluppata, a cura e spese di Expo, l idea progettuale proposta con il Format, previe le modifiche ritenute opportune da Expo. Expo, se possibile nel rispetto dell idea originaria, si riserva la facoltà di apportare, all elaborato prescelto, le modifiche ritenute necessarie e/o opportune La Commissione renderà noti, in modalità e termini da definirsi, i soggetti vincitori sulla base della graduatoria definitiva. Le proposte creative selezionate saranno declinate in Eventi che verranno organizzati ed entreranno nel palinsesto dell Esposizione Universale, con gli eventuali interventi che Expo riterrà necessari per meglio valorizzare le iniziative, anche previo confronto con eni. I costi di progettazione, organizzazione e produzione saranno interamente a carico della Società Expo. Ai proponenti selezionati verrà data visibilità sia all interno del palinsesto degli Eventi di Expo Milano 2015, sia sul sito ufficiale con ogni modalità che Expo riterrà, di volta in volta, opportuna anche in relazione al Format proposto ed agli specifici contenuti, nonché in considerazione alla forma di partecipazione ai sensi del precedente art CLAUSOLE DI ESCLUSIONE Saranno esclusi tutti i concorrenti che: non presenteranno, entro i termini stabiliti, la domanda di presentazione e lo schema di proposta debitamente compilati; presenteranno una documentazione lacunosa e incompleta con riferimento ad aspetti non marginali e non di dettaglio; non sono inclusi nell elenco del soggetti ammessi al Bando indicati nel paragrafo DISPOSIZIONI FINALI Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti entro e non oltre le ore (ora locale italiana) del 10 giugno 2015 e solo per iscritto all indirizzo mail: 12. ALLEGATI 11

12 Allegato 1. Domanda di partecipazione; Allegato 2. Schema di proposta. 12

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 Regolamento 1) PREMESSA Oltre le Mura di Roma è un concorso di fotografia dedicato alle periferie di Roma organizzato dai Global Shapers (www.globalshapersrome.org),

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

SE MI LASCI NON CRESCI

SE MI LASCI NON CRESCI F.S.E. Fai Scuola con l'europa Evento di lancio del nuovo POR FSE 2014-2020 REGOLAMENTO CONCORSO VIDEO SE MI LASCI NON CRESCI RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO Regolamento del

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Bando chefare. 1. Cos è. 2. Contesto. Milano, 18/04/2015

Bando chefare. 1. Cos è. 2. Contesto. Milano, 18/04/2015 Milano, 18/04/2015 Bando chefare 1. Cos è L Associazione Culturale chefare pubblica il presente bando con la finalità di: 1. assegnare un contributo a favore di un progetto di innovazione culturale caratterizzato

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO SOGGETTO PROMOTORE Società R.T.I. SpA, con sede legale a Roma, Largo del Nazareno 8 e con sede amministrativa in Cologno Monzese (MI) viale Europa

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria LE FIERE PER LA COMPETITIVITA E LO SVILUPPO DEL TESSUTO IMPRENDITORIALE LOMBARDO. INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE 1. Finalità pag.

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso "Donare, molto più di un semplice dare"

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso Donare, molto più di un semplice dare Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione e la Partecipazione Ufficio

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 Concorso di idee per iniziative imprenditoriali innovative Che cosa è Valore Assoluto è un iniziativa della Camera di Commercio di Bari, giunta al terzo anno di attività e finalizzata

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

REGOLAMENTO 7 CENSIMENTO I LUOGHI DEL CUORE, 201 4

REGOLAMENTO 7 CENSIMENTO I LUOGHI DEL CUORE, 201 4 REGOLAMENTO 7 CENSIMENTO I LUOGHI DEL CUORE, 201 4 1. Promotori e Obiettivi Il FAI Fondo Ambiente Italiano in partnership con Intesa Sanpaolo SpA, promuove la settima edizione del censimento I Luoghi del

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 Comune di Forlì PRESENTANO EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 NOTTE VERDE e dell'innovazione RESPONSABILE e SETTIMANA DEL BUON VIVERE a cura di Centro per l Innovazione e lo Sviluppo Economico AZIENDA SPECIALE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi

ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi Bando e Regolamento L Associazione culturale La rosa e la spina di Villanuova sul

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 Progetto Donna & Artigianato REGOLAMENTO ART. 1 OBIETTIVO DEL CONCORSO La Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, in collaborazione

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Art. 1 Finalità Il Ministero dell Istruzione, e il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli