Agenzia Italiana del Farmaco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Agenzia Italiana del Farmaco"

Transcript

1 Agenzia Italiana del Farmaco LA SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA 8 Rapporto Nazionale 2009 Osservatorio Nazionale Sperimentazione Clinica

2 LA SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA 8 Rapporto Nazionale 2009

3

4 Autori Agenzia Italiana del Farmaco Ufficio Sperimentazione Clinica Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei medicinali (Os) Gruppo di lavoro Responsabile progetto Os: C. Tomino, Direttore Sperimentazione Clinica AIFA Responsabile infrastruttura tecnologica: M. De Rosa, Servizi informativi e Servizi per la Sanità CINECA AIFA, Ufficio Sperimentazione Clinica Roma A. Galluccio (Coord.), P. Aita, M.F. Barchetti, S. Caciolli, R. Coppari, S. de Gregori, L. De Nigro, F. Guglielmi, M. Marchetti, A. Misticoni Consorti, S. Raimondo, M.E. Russo, L. Scarchilli, E. Xoxi CINECA Casalecchio di Reno (BO) E. Rinieri (Coord.), G. Contino, E. Fedozzi, L. Pazzi, A. Ramenghi, F. Ronchetti, L. Verri Contributi Si ringraziano: Farmindustria, Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), Istituto Superiore di Sanità (ISS) e Osservatorio Nazionale sull Impiego dei Medicinali (OsMed). 8 Rapporto Nazionale 2008 dati dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2008 disponibile sul sito web dell Os La riproduzione e la divulgazione dei contenuti del presente volume sono consentite fatti salvi la citazione della fonte e il rispetto dell integrità dei dati utilizzati. Agenzia Italiana del Farmaco Presidente: Sergio Pecorelli Direttore Generale: Guido Rasi

5

6 Indice pag. Quadro Generale Il progetto italiano nella sperimentazione clinica dei medicinali 11 Il Rapporto Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei medicinali 12 Tabella 1 Fatturato farmaceutico (farmacia + ospedali) Tabella 2 Spesa lorda a carico del Servizio Sanitario Nazionale per classificazione 14 terapeutica 2008 Tabella 3 Investimenti in ricerca e sviluppo nell industria farmaceutica Tabella 4 Addetti in ricerca e sviluppo nell industria farmaceutica Sperimentazioni Cliniche Contenuti della sezione 19 Sperimentazioni cliniche Sperimentazioni Cliniche Sintesi dei principali risultati Tabella 1 Sperimentazioni per anno e fase 25 Figura 1 Sperimentazioni per anno e fase 25 Tabella 2 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno 26 Figura 2 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno 26 Tabella 3 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno 27 Figura 3 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno 27 Tabella 4 Sperimentazioni per anno e Promotore profit / no profit 28 Figura 4 Sperimentazioni per anno e Promotore profit / no profit 28 Tabella 5 Sperimentazioni per area terapeutica e anno 29 Sperimentazioni cliniche Sperimentazioni Cliniche Sintesi dei principali risultati Tabella 6 Sperimentazioni per fase 35 Tabella 7 Sperimentazioni per anno e fase 35 Tabella 8 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno 36 Figura 5 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche 36 Tabella 9 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno 37 Figura 6 Sperimentazioni multicentriche per Paese coordinatore 37 Tabella 10 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per fase 38 Tabella 11 Sperimentazioni per sesso dei soggetti arruolati 38 Tabella 12 Sperimentazioni per età dei soggetti arruolati 38 Tabella 13 Sperimentazioni per classificazione terapeutica 39

7 pag. Tabella 14 Sperimentazioni per classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello 40 Tabella 15 Sperimentazioni per classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello e 43 fase Tabella 16 Sperimentazioni per classificazione terapeutica ATC fino al 5 livello e 47 fase II e III Tabella 17 Sperimentazioni per area terapeutica e anno 66 Figura 7 Sperimentazioni per area terapeutica 67 Tabella 18 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per area terapeutica 68 Tabella 19 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per area 69 terapeutica Tabella 20 Sperimentazioni per tipologia di Promotore: profit / no profit 70 Tabella 21 Sperimentazioni per anno e Promotore profit / no profit 70 Tabella 22 a Sperimentazioni per area terapeutica e Promotore profit / no profit 71 % in riga Tabella 22 b Sperimentazioni per area terapeutica e Promotore profit / no profit 72 % in colonna Tabella 23 Sperimentazioni per Promotore profit 73 Figura 8 Sperimentazioni per Promotore profit 84 Tabella 24 Sperimentazioni per Promotore profit e anno 85 Tabella 25 Sperimentazioni per tipologia di Promotore no profit 86 Tabella 26 Sperimentazioni per Promotore no profit 86 Figura 9 Sperimentazioni per Promotore no profit 93 Tabella 27 Sperimentazioni per Promotore no profit e anno 94 Tabella 28 Sperimentazioni per tipologia della struttura partecipante 95 Tabella 29 Sperimentazioni per tipologia della struttura partecipante e fase 95 Tabella 30 Sperimentazioni per tipologia della struttura partecipante, fase e 96 numero di strutture coinvolte Tabella 31 Sperimentazioni per Regione della struttura partecipante 97 Tabella 32 Sperimentazioni per Provincia della struttura partecipante 98 Tabella 33 Sperimentazioni per struttura partecipante 102 Tabella 34 Sperimentazioni per struttura partecipante e reparto 104 Tabella 35 Sperimentazioni per struttura partecipante ordinate per Regione e Provincia 117 Approfondimento Sperimentazioni cliniche No profit Sperimentazioni cliniche No profit Sintesi dei principali risultati 121 Tabella NOP 1 Sperimentazioni no profit per anno 122 Tabella NOP 2 Sperimentazioni no profit per fase 122 Tabella NOP 3 Sperimentazioni no profit per anno e fase 123 Figura NOP 1 Sperimentazioni no profit monocentriche e multicentriche 123 Tabella NOP 4 Sperimentazioni no profit per tipologia di Promotore 124 Tabella NOP 5 Sperimentazioni no profit per classificazione terapeutica ATC 124 fino al 2 livello Tabella NOP 6 Sperimentazioni no profit per classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello e fase 127

8 pag. Tabella NOP 7 Sperimentazioni no profit per area terapeutica 131 Tabella NOP 8 Sperimentazioni no profit per Regione della struttura partecipante 132 Tabella NOP 9 Sperimentazioni no profit per tipologia della struttura partecipante 133 Tabella NOP 10 Sperimentazioni no profit per struttura partecipante 133 Approfondimento Sperimentazioni cliniche in Oncologia Sperimentazioni cliniche in Oncologia Sintesi dei principali risultati 137 Tabella O 1 Sperimentazioni in oncologia per anno 138 Tabella O 2 Sperimentazioni in oncologia per fase 138 Tabella O 3 Sperimentazioni in oncologia per anno e fase 139 Figura O 1 Sperimentazioni in oncologia monocentriche e multicentriche 139 Tabella O 4 Sperimentazioni in oncologia per classificazione terapeutica ATC 140 fino al 2 livello Tabella O 5 Sperimentazioni in oncologia per classificazione terapeutica ATC 141 fino al 2 livello e fase Tabella O 6 Sperimentazioni in oncologia per tipologia di Promotore: profit / no profit 142 Tabella O 7 Sperimentazioni in oncologia per tipologia di Promotore no profit 142 Tabella O 8 Sperimentazioni in oncologia per Regione della struttura partecipante 143 Tabella O 9 Sperimentazioni in oncologia per tipologia della struttura partecipante 144 Tabella O 10 Sperimentazioni in oncologia per struttura partecipante 144 Approfondimento Sperimentazioni cliniche in Gastroenterologia Sperimentazioni cliniche in Gastroenterologia Sintesi dei principali risultati 149 Tabella G 1 Sperimentazioni in gastroenterologia per anno 150 Tabella G 2 Sperimentazioni in gastroenterologia per fase 150 Tabella G 3 Sperimentazioni in gastroenterologia per anno e fase 151 Figura G 1 Sperimentazioni in gastroenterologia monocentriche e multicentriche 151 Tabella G 4 Sperimentazioni in gastroenterologia per classificazione terapeutica ATC 152 fino al 2 livello Tabella G 5 Sperimentazioni in gastroenterologia per classificazione terapeutica ATC 153 fino al 2 livello e fase Tabella G 6 Sperimentazioni in gastroenterologia per tipologia di Promotore: 154 profit / no profit Tabella G 7 Sperimentazioni in gastroenterologia per tipologia di Promotore no profit 154 Tabella G 8 Sperimentazioni in gastroenterologia per Regione della struttura 155 partecipante Tabella G 9 Sperimentazioni in gastroenterologia per tipologia della struttura 156 partecipante Tabella G 10 Sperimentazioni in gastroenterologia per struttura partecipante 156

9 pag. Comitati Etici Comitati Etici - Sintesi dei principali risultati Tabella CE 1 Comitati Etici per Regione 162 Tabella CE 2 Popolazione residente e Comitati Etici per Regione 163 Figura CE 1 Popolazione residente e Comitati Etici per Regione 164 Tabella CE 3 Componenti dei Comitati Etici per qualifica 165 Tabella CE 4 Pareri unici per esito e anno 166 Tabella CE 5 Tempi medi di rilascio del parere unico per tipologia di sperimentazione e 166 anno Tabella CE 6 Accettazioni/rifiuti del parere unico per esito e anno 167 Tabella CE 7 Tempi medi di rilascio dell accettazione/rifiuto del parere unico per tipologia 167 di sperimentazione e anno Tabella CE 8 Attività dei Comitati Etici per Regione 168 Tabella CE 9 Pareri unici e tempi medi per Comitato Etico e anno 169 Tabella CE 10 Accettazioni/rifiuti del parere unico e tempi medi per Comitato Etico e anno 174 Centri Privati Centri Privati - Sintesi dei principali risultati 193 Tabella CP 1 Centri Privati per anno di riconoscimento di idoneità alla sperimentazione 193 Tabella CP 2 Centri Privati per Regione 194 Figura CP 1 Centri Privati per Regione 195 Tabella CP 3 Centri Privati ordinati per Regione e Provincia 196 Appendici Appendice 1 Normativa 201 Appendice 2 Glossario 207 Appendice 3 Formazione 213

10 Quadro Generale

11

12 Il progetto italiano nella sperimentazione clinica dei medicinali Nel campo della sperimentazione clinica dei medicinali l Italia ha emanato negli ultimi anni numerosi provvedimenti che hanno radicalmente trasformato il panorama normativo. L elemento centrale di questo cambiamento è stato il Decreto legislativo n. 211 del 2003 (recepimento della Direttiva Europea 2001/20) dal quale sono poi derivati molti altri provvedimenti quali il Decreto ministeriale che riguarda gli studi no profit, quello relativo ai Comitati Etici e, quello più recente che regolamenta le Contract Research Organization (CRO). Di importanza strategica è stata l emanazione del cosiddetto DM CTA, ovvero il Decreto ministeriale 21 dicembre 2007, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 marzo 2008, concernente i modelli e le documentazioni necessari per inoltrare la richiesta di autorizzazione all Autorità competente, per la comunicazione di emendamenti sostanziali e la dichiarazione di conclusione della sperimentazione clinica e per la richiesta di parere al Comitato Etico. Si tratta di un passaggio importante e molto atteso dagli operatori del settore in quanto l obiettivo primario di questo provvedimento è l armonizzazione delle procedure per i richiedenti (Promotori e CRO) e per gli organismi responsabili, nella presentazione delle domande e nella valutazione del dossier della sperimentazione (Comitati Etici, Agenzia Italiana del Farmaco, Istituto Superiore di Sanità). L Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica (Os) è stato adeguato alla recente evoluzione normativa fino ad arrivare a contenere i modelli previsti dal DM CTA, disponibili per la compilazione e la stampa secondo un formato standard su scala nazionale. La disponibilità telematica di questi documenti consente ai Promotori e ai Comitati Etici una gestione flessibile e rapida di quasi tutte le attività connesse alla sperimentazione clinica, prima, durante e al termine della stessa. Ma il progetto dell AIFA in questo campo è molto più ambizioso. E infatti già iniziato da qualche mese lo studio di fattibilità per quello che dovrà rappresentare il vero cambiamento procedurale e culturale per la ricerca clinica in Italia. Si sta infatti lavorando affinché si possa arrivare a gestire esclusivamente via web l intero flusso documentale correlato a una sperimentazione clinica. Questo progetto, definito e-submission, infatti, grazie al coinvolgimento di un gruppo selezionato di operatori fra Comitati Etici, Autorità Competenti, Promotori e CRO, mira a trovare modalità telematiche condivise e semplici per lo svolgimento delle attività burocratiche, formali e procedurali connesse alla sperimentazione clinica. In questo settore, molti Paesi guardano all Italia come a un modello. L obiettivo è quello di rimanere attenti alle reali necessità di un sistema che diventa sempre più competitivo nel quale anche il minimo avanzamento può far decidere investimenti significativi. 11

13 Il Rapporto Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei medicinali I dati presentati e analizzati in questo Rapporto Nazionale, giunto all 8 edizione, riguardano i registri delle Sperimentazioni Cliniche, dei Comitati Etici e dei Centri Privati presenti nell Os. Gli studi considerati sono solo quelli per cui il Comitato Etico del centro coordinatore ha immesso i propri dati di approvazione nel sistema; non sono incluse nelle analisi le sperimentazioni con valutazione negativa o sospesa. Nell edizione di quest anno ci sono importanti novità riguardanti sia i criteri di inclusione delle sperimentazioni, sia il calcolo dei relativi dettagli, che possono causare scostamenti rispetto a quanto pubblicato nei rapporti precedenti. Di seguito sono descritti i contenuti della pubblicazione. Quadro Generale Nelle prime pagine del Rapporto è presentato un breve quadro generale del settore nel 2008, con analisi relative al fatturato del mercato farmaceutico internazionale, alla spesa lorda a carico del Servizio Sanitario Nazionale per classificazione terapeutica e alcuni confronti internazionali relativi alla spesa e agli occupati in ricerca nel settore farmaceutico. Sperimentazioni Cliniche Periodo di riferimento per le analisi In relazione al periodo considerato per l analisi dei dati, la sezione del Rapporto dedicata alle sperimentazioni cliniche è stata suddivisa in due parti: la prima si pone l obiettivo di mostrare l evoluzione nel tempo degli indicatori principali. Contiene tabelle e grafici relativi al periodo che va dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2008; la seconda esamina i dati inseriti in Os dall entrata in vigore del D. L.vo 211/2003, e quindi considera l arco temporale che va dal 1 gennaio 2004 al 31 dicembre Contiene le consuete analisi sulla composizione del campione di studi clinici: tipologia, distribuzione per fase e per anno, ATC, principi attivi, aree terapeutiche, Promotori e strutture coinvolte, con l obiettivo di mostrare una situazione più recente e dati più omogenei. In questa sezione sono inseriti gli approfondimenti, dedicati alle sperimentazioni no profit e a quelle svolte nelle aree terapeutiche dell oncologia e della gastroenterologia. In alcuni casi, per mere esigenze tipografiche, si è scelto di stampare soltanto una parte di tabelle particolarmente lunghe. Alcune di esse sono disponibili nella versione completa sul sito web dell Os (http://oss-sper-clin.agenziafarmaco.it/dati_pubblicazioni.htm). 12

14 Sperimentazioni di Fase I Nel 2008, in linea con l entrata in vigore del D. L.vo 200/2007, è stata attivata nell Os la sezione per la gestione degli studi di Fase I e, grazie alla collaborazione di Promotori, CRO e Comitati Etici, è stato possibile acquisire nel sistema anche le informazioni sugli studi pregressi condotti in Italia a partire dal 1 gennaio Negli anni scorsi, per le finalità del Rapporto, i dati delle sperimentazioni di Fase I erano forniti dall apposita Commissione operante presso l Istituto Superiore di Sanità in base alle autorizzazioni concesse, indipendentemente dalla valutazione del Comitato Etico. Da quest anno, siccome una parte dei dati è inserita nel sistema, è stato modificato il criterio di inclusione: per gli studi di Fase I inseriti in Os a partire dal 2004, il criterio è stato uniformato a quello di tutte le altre sperimentazioni. Il riferimento perciò è l approvazione del Comitato Etico del centro coordinatore e non più l autorizzazione dell Istituto Superiore di Sanità: è per questo motivo che si possono evidenziare scostamenti rispetto a quanto pubblicato nei rapporti precedenti; per gli studi relativi al periodo non recuperati in Os, si continuano a conteggiare i dati forniti dalla Commissione dell Istituto Superiore di Sanità, relativamente alle autorizzazioni rilasciate. Tabelle di dettaglio delle sperimentazioni per ATC E stato modificato il criterio di calcolo delle tabelle di dettaglio relative alla classificazione terapeutica ATC. Da quest anno, nel caso di sperimentazioni con più farmaci, nelle analisi sono considerati tutti i farmaci in test e non soltanto il primo, come avveniva nelle pubblicazioni precedenti. Restano comunque esclusi i farmaci di confronto. Tabelle di dettaglio delle sperimentazioni per Regione, Provincia e Comune della struttura Nel caso di analisi territoriali sulle strutture coinvolte, continuano a essere considerati soltanto i centri clinici per cui il Comitato Etico competente ha inserito in Os la propria valutazione positiva. Comitati Etici Nella sezione relativa ai Comitati Etici, oltre alla descrizione della loro distribuzione regionale e composizione, in questa edizione del Rapporto sono state introdotte delle analisi dettagliate sui tempi di rilascio del parere unico per il centro coordinatore e del rilascio dell accettazione/rifiuto del parere unico per i centri satellite. Il periodo di riferimento va dal 1 gennaio 2007 al 31 dicembre Centri Privati Nelle ultime pagine del Rapporto sono contenute le informazioni relative alle strutture private abilitate a condurre sperimentazioni cliniche e la loro distribuzione sul territorio. 13

15 Paesi Tabella 1 Fatturato farmaceutico (farmacia + ospedali) 2008 (valori ex factory) Fatturato complessivo (milioni di euro) % sul totale mondiale USA ,4 Giappone ,5 Francia ,9 Germania ,7 Italia ,5 Spagna ,1 Regno Unito ,1 Belgio ,9 Altri ,9 Totale mondiale ,0 fonte Farmindustria Tabella 2 Spesa lorda a carico del Servizio Sanitario Nazionale per classificazione terapeutica 2008 Classificazione terapeutica ATC 1 livello Spesa totale (milioni di euro) Spesa pro-capite (euro) C Sistema cardiovascolare ,3 36,2 A Apparato gastrointestinale e metabolismo ,3 14,2 N Sistema nervoso ,1 10,4 R Sistema respiratorio ,4 8,2 J Antimicrobici generali per uso sistemico ,2 9,9 M Sistema muscolo-scheletrico 543 9,1 4,3 G Sistema genito-urinario e ormoni sessuali 464 7,8 3,7 B Sangue ed organi emopoietici ,0 5,2 D Dermatologici 55 0,9 0,4 L Antineoplastici ed immunomodulatori 517 8,7 4,1 S Organi di senso 200 3,3 1,5 H Preparati ormonali sistemici, escl. ormoni sessuali 221 3,7 1,7 V Vari 18 0,3 0,1 P Antiparassitari, insetticidi e repellenti 11 0,2 0,1 Totale ,4 100,0 fonte OsMed % 14

16 Tabella 3 Investimenti in ricerca e sviluppo nell industria farmaceutica 2008 Paesi Milioni di euro % Incidenza % sul mercato sul PIL Regno Unito ,7 45,0 0,32 Germania ,6 18,5 0,19 Francia ,8 16,3 0,22 Svizzera ,0 112,7 0,99 Belgio ,1 47,9 0,56 Italia ,0 6,9 0,08 Danimarca ,7 56,6 0,46 Spagna 885 1,4 6,7 0,08 Svezia 875 1,4 28,7 0,26 Paesi Bassi 505 0,8 10,9 0,09 Austria 433 0,7 15,8 0,16 Finlandia 239 0,4 12,9 0,13 Irlanda 200 0,3 10,5 0,10 Norvegia 104 0,2 7,6 0,04 Grecia 84 0,1 1,5 0,04 Altri ,2 - - Europa ,5 17,9 0,21 USA ,8 12,5 0,26 Giappone ,7 18,2 0,24 Totale Paesi ,0 15,1 0,23 fonte Farmindustria 15

17 Tabella 4 Addetti in ricerca e sviluppo nell industria farmaceutica 2008 Paesi Addetti % su totale addetti farmaceutici Incidenza % su totale addetti in ricerca nel Paese Regno Unito ,0 47,8 9,9 Francia ,9 21,9 6,2 Germania ,8 17,8 4,1 Svizzera ,9 19,5 12,8 Italia ,7 9,0 3,2 Svezia ,5 33,6 7,2 Danimarca ,5 33,3 12,5 Spagna ,9 11,3 2,4 Belgio ,6 12,5 6,7 Paesi Bassi ,5 19,8 3,5 Irlanda ,9 8,2 11,3 Finlandia ,6 23,1 2,5 Austria ,6 13,4 2,7 Norvegia 600 0,3 12,8 1,9 Altri ,1 - - Europa ,7 17,5 5,7 USA ,0 32,3 4,0 Giappone ,3 18,3 3,3 Totale Paesi ,0 21,0 4,6 fonte Farmindustria 16

18 Sperimentazioni Cliniche

19

20 Contenuti della sezione La sezione delle Sperimentazioni Cliniche è stata suddivisa in due parti, come descritto di seguito, in relazione al periodo considerato per l analisi dei dati. Sperimentazioni Cliniche Contiene tabelle e figure relative a sperimentazioni cliniche inserite in Os e approvate dal Comitato Etico del centro coordinatore nel periodo che va dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre L obiettivo di questa sezione è quello di mostrare l evoluzione in Italia degli studi clinici e delle loro caratteristiche principali nell arco temporale più ampio. Sperimentazioni Cliniche Si riferisce agli studi clinici inseriti in Os e valutati positivamente dal Comitato Etico del centro coordinatore dall entrata in vigore del D. L.vo 211/2003, e quindi considera un arco temporale che va dal 1 gennaio 2004 al 31 dicembre Contiene analisi sulla composizione del campione delle sperimentazioni: tipologia, distribuzione per fase e per anno, ATC, principi attivi, aree terapeutiche, Promotori e strutture coinvolte, con l obiettivo di mostrare una situazione più recente e dati più omogenei. In alcuni casi, per mere esigenze tipografiche, si è scelto di stampare soltanto una parte di tabelle particolarmente lunghe. Alcune di esse sono disponibili nella versione completa sul sito web dell Os (http://oss-sper-clin.agenziafarmaco.it/dati_pubblicazioni.htm). Questa sezione comprende gli approfondimenti sulle sperimentazioni cliniche che quest anno sono dedicati agli studi no profit e a quelli svolti nelle aree terapeutiche dell oncologia e della gastroenterologia e sono riferiti al periodo

21

22 Sperimentazioni Cliniche

23

24 Sperimentazioni Cliniche Sintesi dei principali risultati Il Rapporto Nazionale sulla sperimentazione clinica dei medicinali in Italia, giunto all ottavo numero, in questa sezione analizza i dati del periodo 1 gennaio dicembre 2008 relativi agli studi presenti nell'osservatorio Nazionale sulle Sperimentazioni Cliniche dei medicinali (Os). Come evidenziato nella tabella che segue, il numero delle sperimentazioni in Italia è crescente di anno in anno. Il 2008 conferma questo andamento con 851 studi e un incremento del 9,1% rispetto all anno precedente. Sperimentazioni con parere unico positivo per anno totali: Anno % , , , , , , , , ,2 Totale ,0 Gli studi di Fase I e II rappresentano una quota rilevante del totale della ricerca clinica e nel 2008 hanno raggiunto il 42,2% del totale, verso il 41,3% del Un ruolo determinante nella crescita delle sperimentazioni di Fase I è stato svolto negli ultimi anni dalla Commissione istituita presso l Istituto Superiore di Sanità. Questa infatti, grazie anche alle frequenti audizioni pre-submission ai Promotori, è in grado di rispettare e spesso anticipare i tempi previsti per le autorizzazioni necessarie, contribuendo in maniera determinante al tentativo di far scegliere l Italia quale Paese in cui condurre sperimentazioni first in human. 23

25 Gli studi di Fase III confermano l andamento iniziato nel 2005, e, come evidenziato nella Figura 1, si mantengono al di sotto del 50% del campione (45,2% nel 2008). Figura Fase III Fase II % La percentuale di sperimentazioni multicentriche è stabile intorno all 80% del totale, sia nel 2008 che nell intero periodo di riferimento. L Italia è ormai saldamente presente nella ricerca internazionale: la quota di studi internazionali, mantenendo l andamento degli anni precedenti, nel 2008 è pari al 70,7% del totale delle sperimentazioni multicentriche in Italia (Figura 2). Figura 2 80 % Internazionali Nazionali Grazie anche al contributo dei bandi AIFA per il finanziamento di progetti di ricerca indipendente, dal 2006 la quota di sperimentazioni no profit, sostenute da Promotori indipendenti non a fini industriali (Aziende ospedaliere, ASL, Associazioni scientifiche, IRCCS, Università, ecc.), ha superato il 35% del totale, raggiungendo nel 2008 il 40,1%. Le principali aree terapeutiche oggetto della ricerca clinica italiana nel periodo di riferimento sono quelle dell oncologia (28,2%), della cardiologia/malattie vascolari (10,7%), dell immunologia e malattie infettive (9,0%) e della neurologia (8,4%). 24

26 Tabella 1 Sperimentazioni per anno e fase totali: Anno Fase I Fase II Fase III Fase IV Bioeq / Biod Totale % % % % % % , , ,6 43 7,7 12 2, , , , ,8 55 9,0 19 3, , , , ,2 40 7,0 13 2, , , , ,9 47 8,1 7 1, , , , ,6 57 9,1 12 1, , , , , ,6 7 1, , , , , ,2 18 2, , , , , ,9 8 1, , , , , ,9 6 0, ,0 Totale 146 2, , , , , ,0 Figura 1 Sperimentazioni per anno e fase 60 Fase III Fase II % Fase IV 10 Fase I B/B

27 Anno Tabella 2 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno totali: di cui (99,6%) con tipologia specificata Monocentriche Multicentriche Totale % % % , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,0 Totale , , ,0 800 Figura 2 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno Monocentriche Multicentriche

28 Anno Tabella 3 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno : di cui (99,0%) con tipologia specificata Multicentriche nazionali Multicentriche internazionali Totale % % % , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,0 Totale , , ,0 600 Figura 3 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno Nazionali Internazionali

29 Anno Tabella 4 Sperimentazioni per anno e Promotore profit / no profit totali: di cui (99,5%) con tipologia di Promotore specificata Profit No profit Totale % % % , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,0 Totale , , ,0 600 Figura 4 Sperimentazioni per anno e Promotore profit / no profit Profit No Profit

30 29 Tabella 5 Sperimentazioni per area terapeutica e anno totali: di cui (99,5%) con area terapeutica specificata % Area terapeutica % Oncologia ,2 23,2 26,1 30,2 27,5 23,7 30,2 35,3 28,6 27,0 Cardiologia/Malattie vascolari ,7 12,6 11,2 10,9 14,1 11,2 9,5 9,6 9,2 9,8 Immunologia e malattie infettive 538 9,0 8,4 11,1 8,2 9,7 9,8 10,4 8,4 8,7 7,1 Neurologia 504 8,4 7,4 7,3 6,3 9,2 8,8 8,9 8,7 9,9 8,7 Gastroenterologia 384 6,4 11,1 8,6 8,6 4,6 6,4 5,7 4,1 4,7 5,8 Endocrinologia 327 5,5 5,7 6,8 5,2 5,5 5,6 5,7 5,6 4,5 5,1 Ematologia 276 4,6 1,8 1,3 3,8 2,6 5,1 5,7 3,7 5,8 9,2 Malattie dell'apparato respiratorio 252 4,2 5,9 3,8 3,8 4,8 4,2 3,2 4,5 4,4 3,8 Nefrologia/Urologia 222 3,7 3,4 4,0 2,9 3,2 4,0 3,2 3,2 5,5 3,6 Oftalmologia 159 2,7 2,3 2,6 2,7 2,5 1,9 2,6 3,9 2,3 2,8 Psichiatria/Psicologia 151 2,5 3,4 3,1 3,2 2,8 2,7 2,3 1,8 2,1 2,0 Malattie dell'apparato muscolo-scheletrico 150 2,5 2,9 4,5 3,4 1,9 3,0 1,4 1,8 2,4 1,9 Reumatologia 136 2,3 2,3 0,7 1,6 2,3 2,6 3,0 2,1 2,8 2,7 Dermatologia/Chirurgia plastica 132 2,2 2,0 2,0 2,7 2,3 2,9 2,4 1,7 2,4 1,8 Anestesiologia 97 1,6 0,5 0,2 1,3 1,9 2,6 1,7 1,3 2,2 2,5 Ginecologia e ostetricia 94 1,6 2,3 2,6 1,4 1,6 2,2 1,2 0,9 1,2 1,2 Sistema genito-urinario 84 1,4 2,5 2,0 1,4 2,1 1,4 1,1 0,9 0,4 1,4 Pediatria/Neonatologia 53 0,9 0,0 0,2 0,2 0,9 0,8 0,8 1,3 0,9 2,2 Farmacologia/Tossicologia 40 0,7 1,4 1,3 1,6 0,2 0,2 0,3 0,4 0,5 0,5 Traumatologia e medicina d'urgenza 24 0,4 0,2 0,2 0,0 0,4 0,2 0,3 0,6 0,8 0,7 Otorinolaringoiatria 17 0,3 0,5 0,3 0,2 0,0 0,6 0,5 0,1 0,3 0,1 Odontoiatria e chirurgia maxillofacciale 13 0,2 0,0 0,2 0,5 0,2 0,0 0,0 0,1 0,5 0,4 Totale ,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 Osservatorio Nazionale sulla

31

32 Sperimentazioni Cliniche

33

34 Sperimentazioni Cliniche Sintesi dei principali risultati In questa sezione dell 8 Rapporto Nazionale vengono analizzate le informazioni relative agli studi clinici presenti nell'os e approvati dal Comitato Etico coordinatore a partire dall entrata in vigore del D. L.vo 211/2003, 1 gennaio 2004, fino al 31 dicembre L obiettivo delle pagine che seguono è quello di mettere in luce l andamento dei principali indicatori della ricerca clinica in Italia negli ultimi cinque anni, mediante l elaborazione di analisi su dati recenti e omogenei. Il numero delle sperimentazioni in Italia è in continua crescita nel quinquennio oggetto dell analisi e nel 2008 si è registrato un incremento del 9,1% rispetto all anno precedente, per un totale di 851 studi. Sperimentazioni con parere unico positivo per anno totali: Anno % , , , , ,1 Totale ,0 Gli studi di Fase I e II rappresentano una quota rilevante del totale della ricerca clinica e nel 2008 hanno raggiunto il 42,2% del totale, verso il 41,3% del Un ruolo determinante nella crescita delle sperimentazioni di Fase I è stato svolto negli ultimi anni dalla Commissione istituita presso l Istituto Superiore di Sanità. Questa infatti, grazie anche alle frequenti audizioni pre-submission ai Promotori, è in grado di rispettare e spesso anticipare i tempi previsti per le autorizzazioni necessarie, contribuendo in maniera determinante al tentativo di far scegliere l Italia quale Paese in cui condurre sperimentazioni first in human. Gli studi di Fase III, che nell ultimo anno rappresentano il 45,2% del totale, confermano l andamento iniziato nel 2005, mantenendosi al di sotto del 50% del campione. La percentuale di sperimentazioni multicentriche si mantiene intorno all 80% del totale, sia nel 2008 che nell intero periodo di riferimento. L Italia è ormai saldamente presente nella ricerca internazionale: la quota di studi internazionali nel 2008 è pari al 70,7% del totale delle sperimentazioni multicentriche in Italia. 33

35 Le principali classi terapeutiche oggetto della ricerca clinica italiana (Tabella 13) sono quelle dei farmaci antineoplastici e immunomodulatori (38,6%), seguite dai farmaci per il sistema nervoso (11,9%) e dagli antimicrobici generali per uso sistemico (9,7%). All interno del Rapporto, per ciascuna categoria terapeutica, sono dettagliate le principali molecole studiate in Fase II e III (Tabella 16). Grazie anche all apporto dei bandi AIFA per il finanziamento di progetti di ricerca indipendente, dal 2006 la quota di sperimentazioni no profit, sostenute da Promotori indipendenti non a fini industriali (Aziende ospedaliere, ASL, Associazioni scientifiche, IRCCS, Università, ecc.), ha superato il 35% del totale, raggiungendo nel 2008 il 40,1%. La tabella dedicata alle sperimentazioni per area terapeutica (Tabella 22 b), mostra come i Promotori profit e quelli no profit hanno obiettivi differenti. Infatti, mentre la ricerca no profit concentra nell oncologia e nell ematologia circa la metà delle proprie risorse (47,4%), le Aziende farmaceutiche (Promotori profit) diversificano in misura maggiore e si occupano principalmente dell oncologia (24,4%), della cardiologia/malattie vascolari (10,7%) e dell immunologia e malattie infettive (10,1%). Nel periodo in esame, , risultano censiti in Os 557 Promotori (372 profit e 185 no profit) con almeno una sperimentazione approvata. Tuttavia, è da rilevare che, sia in ambito proft che in ambito no profit, i primi 50 Promotori concentrano circa il 75% degli studi. La tipologia delle strutture coinvolte in sperimentazioni cliniche è evidenziata nella Tabella 28: le A.O. Universitarie, i Policlinici Universitari e le Università, inglobate in una unica categoria, partecipano al 74,5% degli studi, seguite dalle strutture ospedaliere con il 62,1% e dagli IRCCS con il 55,1%. Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, la Lombardia si conferma la Regione più coinvolta in studi clinici (59,1%), seguita dal Lazio (42,4%), dall Emilia-Romagna (39,4%) e dalla Toscana (32,7%). L Emilia-Romagna e la Liguria registrano il più alto numero medio di sperimentazioni per struttura, rispettivamente 43 e 38. Milano e Roma sono le città con il maggior numero di strutture coinvolte in sperimentazioni e partecipano rispettivamente al 47,1% e 41,8% degli studi in Italia. Le strutture maggiormente impegnate in studi clinici sono l Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico S. Orsola Malpighi di Bologna (15,9%), l IRCCS Fondazione Centro S. Raffaele del Monte Tabor di Milano (14,3%), l Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Gemelli di Roma (12,6%) e l Azienda Ospedaliero Universitaria S. Martino di Genova (11,7). Gli approfondimenti della sezione Sperimentazioni Cliniche sono dedicati agli studi no profit e a quelli svolti in oncologia e gastroenterologia e si riferiscono all arco temporale Sul sito web dell'os (http://oss-sper-clin.agenziafarmaco.it/dati_pubblicazioni.htm) è possibile consultare sia la tabella che mostra il dettaglio degli studi condotti nei singoli reparti di ciascuna struttura (Tabella 34, in parte contenuta in questo Rapporto), sia quella che illustra la distribuzione delle sperimentazioni cliniche nei centri partecipanti, ordinati per Regione e Provincia (Tabella 35). 34

36 Tabella 6 Sperimentazioni per fase totali: Fase % Fase III ,2 Fase II ,1 Fase IV ,2 Fase I 114 3,1 Bioeq / Biod 51 1,4 Totale ,0 Anno Tabella 7 Sperimentazioni per anno e fase totali: Fase I Fase II Fase III Fase IV Bioeq / Biod Totale % % % % % % , , ,6 57 9,1 12 1, , , , , ,6 7 1, , , , , ,2 18 2, , , , , ,9 8 1, , , , , ,9 6 0, ,0 Totale 114 3, , , ,2 51 1, ,0 35

37 Anno Tabella 8 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per anno totali: Monocentriche Multicentriche Totale % % % , , , , , , , , , , , , , , ,0 Totale , , ,0 Figura 5 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche Multicentriche nazionali 22,6% Multicentriche internazionali 58,0% Monocentriche 19,4% 36

38 Anno Tabella 9 Sperimentazioni multicentriche nazionali e internazionali per anno multicentriche: Multicentriche nazionali Multicentriche internazionali Totale % % % , , , , , , , , , , , , , , ,0 Totale , , ,0 Figura 6 Sperimentazioni multicentriche per Paese coordinatore Internazionali coord. Italia 8,2% Internazionali coord. Europa (escl. Italia) 37,5% Nazionali 28,0% Internazionali coord. altro / non spec. 6,5% Internazionali coord. USA 19,8% 37

39 Fase Tabella 10 Sperimentazioni monocentriche e multicentriche per fase totali: Monocentriche Multicentriche Totale % % % Fase III 168 9, , ,0 Fase II , , ,0 Fase IV , , ,0 Fase I 24 21, , ,0 Bioeq / Biod 48 94,1 3 5, ,0 Totale , , ,0 Tabella 11 Sperimentazioni per sesso dei soggetti arruolati totali: Sesso % Femmine e maschi ,5 Femmine 320 8,7 Maschi 143 3,9 Totale ,0 Tabella 12 Sperimentazioni per età dei soggetti arruolati totali: di cui (99,8%) con età specificata Fasce di età % Pediatria (fino a 12 anni) 318 8,6 Minori (da 13 a 18 anni) 364 9,9 Adulti (da 19 a 64 anni) ,3 Geriatria (oltre 65 anni) ,0 La somma della colonna risulta superiore al totale in quanto, in alcune sperimentazioni, i soggetti ricadono in più fasce d età e quindi lo stesso studio può essere conteggiato più volte. 38

40 Tabella 13 Sperimentazioni per classificazione terapeutica totali: di cui (99,4%) con ATC di almeno un farmaco in test specificato Classificazione terapeutica ATC 1 livello % su tot. (3.669) L Antineoplastici e immunomodulatori ,6 N Sistema nervoso ,9 J Antimicrobici generali per uso sistemico 356 9,7 A Apparato gastrointestinale e metabolismo 303 8,3 B Sangue e organi emopoietici 273 7,4 C Sistema cardiovascolare 256 7,0 V Vari 210 5,7 H Preparati ormonali sistemici, esclusi ormoni sessuali 156 4,3 M Sistema muscolo-scheletrico 144 3,9 R Sistema respiratorio 119 3,2 G Sistema genito-urinario e ormoni sessuali 94 2,6 S Organi di senso 69 1,9 D Dermatologici 53 1,4 P Antiparassitari, insetticidi e repellenti 6 0,2 La somma della colonna è superiore al totale in quanto la stessa sperimentazione può coinvolgere più farmaci in test e quindi essere conteggiata in diverse classificazioni ATC. 39

41 Tabella 14 Sperimentazioni per classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello totali: di cui (99,4%) con ATC di almeno un farmaco in test specificato Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello % su ATC 1 livello % su tot. (3.669) L Antineoplastici e immunomodulatori ,6 L01 antineoplastici ,7 28,5 L04 sostanze ad azione immunosoppressiva ,7 6,8 L03 immunostimolanti ,1 4,3 L02 terapia endocrina 34 2,4 0,9 N Sistema nervoso ,9 N07 altri farmaci del sistema nervoso 81 18,5 2,2 N06 psicoanalettici 75 17,1 2,0 N02 analgesici 74 16,9 2,0 N03 antiepilettici 64 14,6 1,7 N01 anestetici 54 12,3 1,5 N04 antiparkinsoniani 51 11,6 1,4 N05 psicolettici 50 11,4 1,4 J Antimicrobici generali per uso sistemico 356 9,7 J05 antivirali per uso sistemico ,7 5,0 J01 antibatterici per uso sistemico 73 20,5 2,0 J07 vaccini 57 16,0 1,6 J02 antimicotici per uso sistemico 25 7,0 0,7 J06 sieri immuni e immunoglobuline 17 4,8 0,5 J04 antimicobatterici 1 0,3 0,0 A Apparato gastrointestinale e metabolismo 303 8,3 A10 farmaci usati nel diabete ,2 3,5 A07 antidiarroici, antinfiammatori e antimicrobici intestinali 48 15,8 1,3 A16 altri farmaci apparato gastrointestinale e metabolismo 21 6,9 0,6 A02 farmaci per disturbi correlati alla secrezione acida 20 6,6 0,5 A11 vitamine 15 5,0 0,4 A04 antiemetici e antinausea 15 5,0 0,4 A09 digestivi, inclusi gli enzimi 11 3,6 0,3 A03 farmaci per disturbi funzionali gastrointestinali 10 3,3 0,3 A08 farmaci contro l'obesità, esclusi i prodotti dietetici 10 3,3 0,3 A05 terapia biliare ed epatica 8 2,6 0,2 40

42 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello % su ATC 1 livello % su tot. (3.669) A06 lassativi 6 2,0 0,2 A01 stomatologici 5 1,7 0,1 A13 tonici 4 1,3 0,1 A14 anabolizzanti sistemici 1 0,3 0,0 A12 integratori minerali 1 0,3 0,0 B Sangue e organi emopoietici 273 7,4 B01 antitrombotici ,6 3,8 B03 farmaci antianemici 51 18,7 1,4 B02 antiemorragici 43 15,8 1,2 B05 succedanei del sangue e soluzioni perfusionali 22 8,1 0,6 B06 altri agenti ematologici 17 6,2 0,5 C Sistema cardiovascolare 256 7,0 C09 sostanze ad azione sul sistema renina-angiotensina 87 34,0 2,4 C10 sostanze ipolipemizzanti 64 25,0 1,7 C01 terapia cardiaca 46 18,0 1,3 C02 antipertensivi 31 12,1 0,8 C03 diuretici 20 7,8 0,5 C08 calcioantagonisti 15 5,9 0,4 C07 betabloccanti 9 3,5 0,2 C05 vasoprotettori 7 2,7 0,2 C04 vasodilatatori periferici 2 0,8 0,1 V Vari 210 5,7 V03 tutti gli altri prodotti terapeutici ,2 3,2 V08 mezzi di contrasto 27 12,9 0,7 V01 allergeni 20 9,5 0,5 V09 radiofarmaceutici diagnostici 15 7,1 0,4 V10 radiofarmaceutici terapeutici 14 6,7 0,4 V06 agenti nutrizionali 10 4,8 0,3 V04 diagnostici 5 2,4 0,1 V07 tutti gli altri prodotti non terapeutici 4 1,9 0,1 H Preparati ormonali sistemici, escl. ormoni sessuali 156 4,3 H02 corticosteroidi sistemici 92 59,0 2,5 H01 ormoni ipofisari, ipotalamici e analoghi 47 30,1 1,3 H05 calcio-omeostatici 13 8,3 0,4 H03 terapia tiroidea 4 2,6 0,1 41

43 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello % su ATC 1 livello % su tot. (3.669) M Sistema muscolo-scheletrico 144 3,9 M01 farmaci antinfiammatori e antireumatici 62 43,1 1,7 M05 farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 43 29,9 1,2 M03 miorilassanti 22 15,3 0,6 M09 altri farmaci per affezioni sistema muscolo-scheletrico 7 4,9 0,2 M02 farmaci uso topico per dolori articolari e muscolari 6 4,2 0,2 M04 antigottosi 4 2,8 0,1 R Sistema respiratorio 119 3,2 R03 farmaci per le sindromi ostruttive delle vie respiratorie 76 63,9 2,1 R06 antistaminici per uso sistemico 14 11,8 0,4 R05 preparati per tosse e malattie da raffreddamento 13 10,9 0,4 R07 altri preparati per il sistema respiratorio 12 10,1 0,3 R01 preparati rinologici 6 5,0 0,2 G Sistema genito-urinario e ormoni sessuali 94 2,6 G04 urologici 52 55,3 1,4 G03 ormoni sessuali e modulatori del sistema genitale 39 41,5 1,1 G02 altri ginecologici 5 5,3 0,1 G01 antimicrobici e antisettici, escluse associazioni con corticosteroidi 1 1,1 0,0 S Organi di senso 69 1,9 S01 oftalmologici 67 97,1 1,8 S03 preparati oftalmologici e otologici 2 2,9 0,1 D Dermatologici 53 1,4 D07 corticosteroidi, preparati dermatologici 11 20,8 0,3 D11 altri preparati dermatologici 10 18,9 0,3 D06 antibiotici e chemioterapici per uso dermatologico 7 13,2 0,2 D03 preparati per il trattamento di ferite e ulcerazioni 6 11,3 0,2 D01 antimicotici per uso dermatologico 5 9,4 0,1 D05 antipsoriasici 5 9,4 0,1 D08 antisettici e disinfettanti 4 7,5 0,1 D02 emollienti e protettivi 3 5,7 0,1 D04 antipruriginosi, inclusi antistaminici, anestetici, ecc. 2 3,8 0,1 D10 preparati antiacne 1 1,9 0,0 P Antiparassitari, insetticidi e repellenti 6 0,2 P03 ectoparassiticidi, compresi antiscabbia, insetticidi e repellenti 2 33,3 0,1 42

44 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello % su ATC 1 livello % su tot. (3.669) P01 antiprotozoari 2 33,3 0,1 P02 antielmintici 2 33,3 0,1 La somma delle sperimentazioni per ATC di 1 livello (colonna, sfondo grigio) è superiore al totale in quanto la stessa sperimentazione può coinvolgere più farmaci in test e quindi essere conteggiata in diverse classificazioni ATC. Analogamente, nell ambito di ogni classificazione terapeutica, la somma delle sperimentazioni degli ATC di 2 livello (colonna, sfondo bianco) può risultare superiore al numero indicato nella riga con sfondo grigio in quanto la stessa sperimentazione può coinvolgere più farmaci in test e quindi essere conteggiata più volte. Tabella 15 Sperimentazioni per classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello e fase totali: di cui (99,4%) con ATC di almeno un farmaco in test specificato Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello Fase I Fase II Fase III % Fase IV Bioeq / Biod Totale L Antineoplastici e immunomodulatori ,9 54,2 35,9 3,8 0,1 100,0 L01 antineoplastici ,5 60,6 30,5 1,4 0,0 100,0 L04 sostanze ad azione immunosoppressiva 250 2,0 36,0 50,8 10,8 0,4 100,0 L03 immunostimolanti 157 3,2 45,2 42,0 9,6 0,0 100,0 L02 terapia endocrina 34 0,0 44,1 52,9 2,9 0,0 100,0 N Sistema nervoso 438 0,5 24,2 52,1 20,1 3,2 100,0 N07 altri farmaci del sistema nervoso 81 2,5 39,5 43,2 6,2 8,6 100,0 N06 psicoanalettici 75 0,0 42,7 44,0 10,7 2,7 100,0 N02 analgesici 74 0,0 21,6 43,2 33,8 1,4 100,0 N03 antiepilettici 64 0,0 17,2 75,0 7,8 0,0 100,0 N01 anestetici 54 0,0 5,6 44,4 50,0 0,0 100,0 N04 antiparkinsoniani 51 0,0 15,7 64,7 17,6 2,0 100,0 N05 psicolettici 50 0,0 14,0 56,0 24,0 6,0 100,0 J Antimicrobici generali per uso sistemico 356 4,2 28,9 52,0 14,3 0,6 100,0 J05 antivirali per uso sistemico 184 2,7 26,1 57,1 14,1 0,0 100,0 J01 antibatterici per uso sistemico 73 6,8 20,5 46,6 23,3 2,7 100,0 J07 vaccini 57 7,0 42,1 42,1 8,8 0,0 100,0 J02 antimicotici per uso sistemico 25 4,0 44,0 44,0 8,0 0,0 100,0 43

45 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello Fase I Fase II Fase III % Fase IV Bioeq / Biod Totale J06 sieri immuni e immunoglobuline 17 0,0 35,3 58,8 5,9 0,0 100,0 J04 antimicobatterici 1 0,0 0,0 100,0 0,0 0,0 100,0 A App. gastrointestinale e metabolismo 303 0,3 27,7 58,1 11,6 2,3 100,0 A10 farmaci usati nel diabete 128 0,8 16,4 72,7 10,2 0,0 100,0 A07 antidiarroici, antinfiammatori e antimicrobici intestinali A16 altri farmaci apparato gastrointestinale e metabolismo A02 farmaci per disturbi correlati alla secrezione acida 48 0,0 31,3 50,0 8,3 10,4 100,0 21 0,0 52,4 33,3 9,5 4,8 100,0 20 0,0 45,0 50,0 5,0 0,0 100,0 A04 antiemetici e antinausea 15 0,0 40,0 40,0 20,0 0,0 100,0 A11 vitamine 15 0,0 40,0 40,0 20,0 0,0 100,0 A09 digestivi, inclusi gli enzimi 11 0,0 36,4 54,5 9,1 0,0 100,0 A08 farmaci contro l'obesità, esclusi i prodotti dietetici A03 farmaci per disturbi funzionali gastrointestinali 10 0,0 20,0 60,0 20,0 0,0 100,0 10 0,0 20,0 30,0 50,0 0,0 100,0 A05 terapia biliare ed epatica 8 0,0 37,5 50,0 0,0 12,5 100,0 A06 lassativi 6 0,0 0,0 83,3 16,7 0,0 100,0 A01 stomatologici 5 0,0 40,0 60,0 0,0 0,0 100,0 A13 tonici 4 0,0 25,0 75,0 0,0 0,0 100,0 A12 integratori minerali 1 0,0 100,0 0,0 0,0 0,0 100,0 A14 anabolizzanti sistemici 1 0,0 100,0 0,0 0,0 0,0 100,0 B Sangue e organi emopoietici 273 1,1 27,1 57,1 14,7 0,0 100,0 B01 antitrombotici 141 0,0 24,1 63,8 12,1 0,0 100,0 B03 farmaci antianemici 51 2,0 23,5 64,7 9,8 0,0 100,0 B02 antiemorragici 43 2,3 30,2 41,9 25,6 0,0 100,0 B05 succedanei del sangue e soluzioni perfusionali 22 0,0 40,9 27,3 31,8 0,0 100,0 B06 altri agenti ematologici 17 5,9 35,3 58,8 0,0 0,0 100,0 C Sistema cardiovascolare 256 0,4 19,9 62,1 13,7 3,9 100,0 C09 sostanze ad azione sul sistema reninaangiotensina 87 0,0 12,6 67,8 17,2 2,3 100,0 C10 sostanze ipolipemizzanti 64 0,0 23,4 53,1 17,2 6,3 100,0 C01 terapia cardiaca 46 2,2 21,7 67,4 8,7 0,0 100,0 C02 antipertensivi 31 0,0 22,6 71,0 6,5 0,0 100,0 C03 diuretici 20 0,0 25,0 70,0 5,0 0,0 100,0 44

46 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello Fase I Fase II Fase III % Fase IV Bioeq / Biod Totale C08 calcioantagonisti 15 0,0 13,3 46,7 26,7 13,3 100,0 C07 betabloccanti 9 0,0 22,2 55,6 11,1 11,1 100,0 C05 vasoprotettori 7 0,0 14,3 57,1 14,3 14,3 100,0 C04 vasodilatatori periferici 2 0,0 50,0 50,0 0,0 0,0 100,0 V Vari 210 5,2 38,6 42,9 12,9 0,5 100,0 V03 tutti gli altri prodotti terapeutici 116 5,2 42,2 47,4 5,2 0,0 100,0 V08 mezzi di contrasto 27 0,0 25,9 25,9 48,1 0,0 100,0 V01 allergeni 20 0,0 15,0 65,0 15,0 5,0 100,0 V09 radiofarmaceutici diagnostici 15 0,0 60,0 20,0 20,0 0,0 100,0 V10 radiofarmaceutici terapeutici 14 14,3 57,1 28,6 0,0 0,0 100,0 V06 agenti nutrizionali 10 10,0 40,0 40,0 10,0 0,0 100,0 V04 diagnostici 5 0,0 40,0 40,0 20,0 0,0 100,0 V07 tutti gli altri prodotti non terapeutici 4 50,0 0,0 50,0 0,0 0,0 100,0 H Preparati ormonali sistemici, esclusi ormoni sessuali 156 2,6 41,0 43,6 12,2 0,6 100,0 H02 corticosteroidi sistemici 92 2,2 48,9 38,0 9,8 1,1 100,0 H01 ormoni ipofisari, ipotalamici e analoghi 47 2,1 36,2 53,2 8,5 0,0 100,0 H05 calcio-omeostatici 13 0,0 7,7 53,8 38,5 0,0 100,0 H03 terapia tiroidea 4 25,0 25,0 25,0 25,0 0,0 100,0 M Sistema muscolo-scheletrico 144 2,1 40,3 44,4 6,3 6,9 100,0 M01 farmaci antinfiammatori e antireumatici 62 3,2 48,4 29,0 4,8 14,5 100,0 M05 farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa 43 2,3 20,9 74,4 2,3 0,0 100,0 M03 miorilassanti 22 0,0 31,8 40,9 22,7 4,5 100,0 M09 altri farmaci per affezioni sistema muscolo-scheletrico M02 farmaci uso topico per dolori articolari e muscolari 7 0,0 85,7 14,3 0,0 0,0 100,0 6 0,0 33,3 66,7 0,0 0,0 100,0 M04 antigottosi 4 0,0 100,0 0,0 0,0 0,0 100,0 R Sistema respiratorio 119 0,0 20,2 60,5 16,8 2,5 100,0 R03 farmaci per le sindromi ostruttive delle vie respiratorie 76 0,0 19,7 60,5 18,4 1,3 100,0 R06 antistaminici per uso sistemico 14 0,0 7,1 50,0 28,6 14,3 100,0 R05 preparati per tosse e malattie da raffreddamento 13 0,0 7,7 92,3 0,0 0,0 100,0 R07 altri preparati per il sistema respiratorio 12 0,0 41,7 50,0 8,3 0,0 100,0 R01 preparati rinologici 6 0,0 33,3 50,0 16,7 0,0 100,0 45

47 Classificazione terapeutica ATC fino al 2 livello G Sistema genito-urinario e ormoni sessuali Fase I Fase II Fase III % Fase IV Bioeq / Biod Totale 94 0,0 25,5 48,9 25,5 0,0 100,0 G04 urologici 52 0,0 30,8 42,3 26,9 0,0 100,0 G03 ormoni sessuali e modulatori del sistema genitale 39 0,0 17,9 59,0 23,1 0,0 100,0 G02 altri ginecologici 5 0,0 0,0 60,0 40,0 0,0 100,0 G01 antimicrobici e antisettici, escluse associazioni con corticosteroidi 1 0,0 100,0 0,0 0,0 0,0 100,0 S Organi di senso 69 1,4 31,9 46,4 20,3 0,0 100,0 S01 oftalmologici 67 1,5 29,9 47,8 20,9 0,0 100,0 S03 preparati oftalmologici e otologici 2 0,0 100,0 0,0 0,0 0,0 100,0 D Dermatologici 53 1,9 20,8 50,9 24,5 1,9 100,0 D07 corticosteroidi, preparati dermatologici 11 0,0 27,3 45,5 27,3 0,0 100,0 D11 altri preparati dermatologici 10 10,0 10,0 60,0 20,0 0,0 100,0 D06 antibiotici e chemioterapici per uso dermatologico D03 preparati per il trattamento di ferite e ulcerazioni 7 0,0 0,0 71,4 14,3 14,3 100,0 6 0,0 16,7 66,7 16,7 0,0 100,0 D01 antimicotici per uso dermatologico 5 0,0 40,0 20,0 40,0 0,0 100,0 D05 antipsoriasici 5 0,0 40,0 20,0 40,0 0,0 100,0 D08 antisettici e disinfettanti 4 0,0 25,0 25,0 50,0 0,0 100,0 D02 emollienti e protettivi 3 0,0 0,0 100,0 0,0 0,0 100,0 D04 antipruriginosi, inclusi antistaminici, anestetici, ecc. 2 0,0 50,0 50,0 0,0 0,0 100,0 D10 preparati antiacne 1 0,0 0,0 100,0 0,0 0,0 100,0 P Antiparassitari, insetticidi e repellenti 6 0,0 16,7 66,7 0,0 16,7 100,0 P03 ectoparassiticidi, compresi antiscabbia, insetticidi e repellenti 2 0,0 0,0 50,0 0,0 50,0 100,0 P02 antielmintici 2 0,0 0,0 100,0 0,0 0,0 100,0 P01 antiprotozoari 2 0,0 50,0 50,0 0,0 0,0 100,0 La somma delle sperimentazioni per ATC di 1 livello (colonna, sfondo grigio) è superiore al totale in quanto la stessa sperimentazione può coinvolgere più farmaci in test e quindi essere conteggiata in diverse classificazioni ATC. Analogamente, nell ambito di ogni classificazione terapeutica, la somma delle sperimentazioni degli ATC di 2 livello (colonna, sfondo bianco) può risultare superiore al numero indicato nella riga con sfondo grigio in quanto la stessa sperimentazione può coinvolgere più farmaci in test e quindi essere conteggiata più volte. 46

CAPITOLO III. Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco

CAPITOLO III. Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco CAPITOLO III Ricerca e Sviluppo nel settore del farmaco RICERCA E SVILUPPO NEL SETTORE DEL FARMACO Dati ed evoluzione temporale Nel 2009 le imprese del farmaco hanno investito in Ricerca e Sviluppo 1.220

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE Direzione generale della valutazione dei medicinali e della farmacovigilanza BOLLETTINO SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA n. 2 - Giugno 2003 Osservatorio Nazionale

Dettagli

La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee

La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee Congresso Nazionale SIF Rimini 14 Ottobre 2009 La normativa relativa alle sperimentazioni cliniche spontanee Carlo Tomino - AIFA Uno sguardo alla ricerca clinica nazionale (sui farmaci) Qualche elemento

Dettagli

La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate

La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate La gestione della distribuzione dei farmaci a RSA/RP convenzionate D.ssa S. Antonelli Dipartimento Attività farmaceutiche S.C. FARMACIA OSPEDALIERA Presidio Ospedaliero Metropolitano Ospedale Villa Scassi

Dettagli

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO A cura di Prof. Achille P. Caputi Università degli Studi di Messina Dott. Gianluca Trifirò Università degli Studi di Messina La spesa farmaceutica rappresenta una delle

Dettagli

L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA

L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA L USO DEI FARMACI IN CAMPANIA RAPPORTO REGIONALE ANNO 2010 CIRFF Centro Interdipartimentale Di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione 1 CIRFF Maria Dezia Bisceglia, Simona Cammarota, Sara Carotenuto,

Dettagli

Ufficio Informazione Medico Scientifica. Sabrina Giacomelli, Gabriele Angiello, Ivan Pruni PRESSO GLI OPERATORI SANITARI IN ITALIA

Ufficio Informazione Medico Scientifica. Sabrina Giacomelli, Gabriele Angiello, Ivan Pruni PRESSO GLI OPERATORI SANITARI IN ITALIA Ufficio Informazione Medico Scientifica Sabrina Giacomelli, Gabriele Angiello, Ivan Pruni LA PUBBLICITÀ DEI MEDICINALI PRESSO GLI OPERATORI SANITARI IN ITALIA RAPPORTO 2012 Pagina 1 di 33 La riproduzione

Dettagli

A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA

A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA A cura del Dr. Paolo De Micheli LA SPERIMENTAZIONE CLINICA IN ITALIA MEDICALSTAR Via S. Gregorio, 12 20124 MILANO Tel. 02 29404825 www.medicalstar.it info@medicalstar.it Perché i Quaderni I Quaderni sono

Dettagli

MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP

MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP Centro di Farmacovigilanza e Farmacoepidemiologia, Dpt Medicina Sperimentale, sez. Farmacologia L. Donatelli, Seconda Universitá di Napoli MONITORAGGIO DEGLI EVENTI AVVERSI IN PEDIATRIA: PROGETTO MEAP

Dettagli

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva

Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Presentazione: Indicatori di appropriatezza prescrittiva Relatore: Luisa Anna Adele Muscolo Data: 24 ottobre 2015, XXXVI SIFO - Catania Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa

Dettagli

L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale

L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale L uso dei Farmaci in Italia: Rapporto Nazionale (Periodo Gennaio-Settembre 2014) Luca Pani DG@aifa.gov.it Dichiarazione di trasparenza/interessi* Interessi nell industria farmaceutica NO Attualmente Precedenti

Dettagli

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre

SPESA FARMACEUTICA INTRODUZIONE AL CAPITOLO QUARTO. SIC Sanità in cifre ITRODUZIOE AL CAPITOLO QUARTO A cura di Prof. Achille P. Caputi Università degli Studi di Messina Dott. Gianluca Trifirò Università degli Studi di Messina Ciò che non si può misurare, non si può valutare

Dettagli

Agenzia Italiana del Farmaco

Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco LA SPeRIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI IN ITALIA La sperimentazione clinica dei medicinali in Italia Rapporto Nazionale Rapporto Nazionale - Osservatorio Nazionale Sperimentazione

Dettagli

Giuseppe Palmiotto Formulario galenico terapeutico

Giuseppe Palmiotto Formulario galenico terapeutico Giuseppe Palmiotto Formulario galenico terapeutico Proprietà letteraria riservata. 2015 Giuseppe Palmiotto 2015 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati.

Dettagli

RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE

RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE RAPPORTO FARMACOVIGILANZA 2013 REGIONE PIEMONTE A cura del Settore Regionale Farmaceutica Ospedaliera e Territoriale e del Centro Regionale di Documentazione sul Farmaco ASL TO2 In Italia nel 2013 sono

Dettagli

OsSC Il sistema, flussi informativi e funzionalità

OsSC Il sistema, flussi informativi e funzionalità Corso sull Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali (OsSC) rivolto ai Comitati Etici OsSC Il sistema, flussi informativi e funzionalità Federica Ronchetti Bologna, 12, 13, 19,

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ALLEGATO 2 - Voto ottenuto negli esami fondamentali e caratterizzanti la singola scuola Punteggio massimo 5 punti. STUDENTI LAUREATI (DM 509/99 o DM 270/04) Ai fini dell attribuzione del punteggio, il

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in MEDICINA E CHIRURGIA (LM/41)

Corso di Laurea Magistrale in MEDICINA E CHIRURGIA (LM/41) Corso di Laurea Magistrale in MEDICINA E CHIRURGIA (LM/41) 1.1 SCHEDA INFORMATIVA Sede didattica Genova CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN Medicina e Chirurgia Presidente del Consiglio del Corso di Prof.

Dettagli

LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012

LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012 LE 5 CATEGORIE DI FARMACI PIÙ PRESCRITTE NEL 2012 I farmaci per il sistema cardiovascolare al primo posto per consumo e spesa pubblica, le statine rimangono la categoria a maggior spesa, mentre gli ACE-inibitori

Dettagli

(MINISTERO DELLA SALUTE: DECRETI 30.01.1988-05.08.1999-02.08.2000-27.12.2000-31.07.2002-26.08.2004-18.01.2006(due)-19.06.2006)

(MINISTERO DELLA SALUTE: DECRETI 30.01.1988-05.08.1999-02.08.2000-27.12.2000-31.07.2002-26.08.2004-18.01.2006(due)-19.06.2006) AREA MEDICA E DELLE SPECIALITA' MEDICHE ALLERGOLOGIA ED IMMUNOLOGIA CLINICA ANGIOLOGIA CARDIOLOGIA DERMATOLOGIA E VENEROLOGIA EMATOLOGIA ENDOCRINOLOGIA SCUOLE EQUIPOLLENTI ALLERGOLOGIA REUMATOLOGIA ANGIOLOGIA

Dettagli

Innovazione é attrattività

Innovazione é attrattività Innovazione é attrattività Pierluigi Antonelli Chairman IAPG 1 Di cosa parliamo Lo scenario positività aree di miglioramento Il crinale Le misure a breve e a medio termine 2 Le positività Il Valore del

Dettagli

Relazione tecnica del Nucleo di Valutazione dell Università Politecnica delle Marche Riordino Ordinamenti didattici Scuole di Specializzazione c/o la

Relazione tecnica del Nucleo di Valutazione dell Università Politecnica delle Marche Riordino Ordinamenti didattici Scuole di Specializzazione c/o la Relazione tecnica del Nucleo di Valutazione dell Università Politecnica delle Marche Riordino Ordinamenti didattici Scuole di Specializzazione c/o la Facoltà di Medicina e Chirurgia NUCLEO DI VALUTAZIONE

Dettagli

Nota metodologica. Avvertenze

Nota metodologica. Avvertenze 1 Nota metodologica Le informazioni sulla struttura e l attività degli istituti di cura sono elaborate dall Istat a partire dai dati rilevati dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Dettagli

(MINISTERO DELLA SALUTE: DECRETI 30.01.1988-05.08.1999-02.08.2000-27.12.2000-31.07.2002-26.08.2004-18.01.2006(due)-19.06.2006)

(MINISTERO DELLA SALUTE: DECRETI 30.01.1988-05.08.1999-02.08.2000-27.12.2000-31.07.2002-26.08.2004-18.01.2006(due)-19.06.2006) AREA MEDICA E DELLE SPECIALITA' MEDICHE ALLERGOLOGIA ED IMMUNOLOGIA CLINICA ANGIOLOGIA CARDIOLOGIA DERMATOLOGIA E VENEROLOGIA EMATOLOGIA ENDOCRINOLOGIA SCUOLE EQUIPOLLENTI ALLERGOLOGIA REUMATOLOGIA ANGIOLOGIA

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI OBIETTIVI 1. DARE STRUMENTI PER COMPRENDERE MEGLIO LA REALTA E LE SPECIFICITA DELLA GESTIONE DELLE AZIENDE SANITARIE 2. APPREZZARE

Dettagli

9.973.397 16.186 1.623 6.844 (42,3%)

9.973.397 16.186 1.623 6.844 (42,3%) REGIONE LOMBARDIA CENTRO REGIONALE PER LA FARMACOVIGILANZA Dati sulla segnalazione spontanea in Lombardia nel 2014 Nel corso del 2014 sono state inserite nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF),

Dettagli

dott. VINCENZO LUCIANI

dott. VINCENZO LUCIANI FNOMCeO Federazione Nazionale Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri dott. VINCENZO LUCIANI Bozen Bolzano 17.09.10 FONTI NORMATIVE Decreto Legislativo n. 368 del 17 agosto 1999 (G.U. n. 250 del 23/10/99)

Dettagli

AUTORI GRUPPO DI LAVORO

AUTORI GRUPPO DI LAVORO MONITORAGGIO STUDI CLINICI 5 rapporto 2014 Marzo 2015 AUTORI Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale Direzione Scientifica Responsabile Monitoraggio Studi Clinici Gianfranco De Feo Direzione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014 Oggetto: Contratti di Formazione Specialistica per la frequenza delle Scuole di Specializzazione in discipline mediche delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università degli Studi di Cagliari e di

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze TABELLA ALLEGATA Ancona - Firenze A N C O N A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed Immunologia Clinica 1 Anestesia e rianimazione 10 Cardiologia 3 Chirurgia generale 2 Chirurgia plastica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Riduzione della durata delle scuole di specializzazione di area sanitaria La direttiva 93/16/CE, al fine di agevolare la libera circolazione dei medici, ha introdotto alcune disposizioni in materia di

Dettagli

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Sono state presentate oggi dal ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e dal ministro

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli TABELLA ALLEGATA Genova - Napoli G E N O V A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 2 Anestesia e rianimazione 15 Cardiologia 4 Chirurgia generale

Dettagli

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI TABELLA RELATIVA ALLE PREVISTE DALLA DISCIPLINA CONCORSUALE PER IL PERSONALE DIRIGENZIALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE - D.Lgs. 502/92 COSI' COME MODIFICATO DAL D.Lgs. 254/2000 (MINISTERO DELLA SALUTE

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO MINISTERIALE 31 gennaio 1998 MINISTERO DELLA SANITÀ Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale.

Dettagli

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Angela Loreto Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali

Settore Farmaceutico Regione Campania. Margherita De Florio Angela Loreto Crescenzo Ilardi Francesco Fiorentino. Aziende Sanitarie Locali CIRFF Lorenzo Giovanni Mantovani, Simona Cammarota, Anna Citarella, Simona de Portu, Enrica Menditto, Sabato Montella, Giovanni Stefanini, Ettore Novellino Settore Farmaceutico Regione Campania Margherita

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona TABELLA ALLEGATA Roma - Verona R O M A " S A P I E N Z A " Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 4 Anestesia e rianimazione 35 Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini provenienti

Dettagli

CE Online Rete tecnico scientifica e gestionale tra CE e articolazioni locali Osservatorio sulla Ricerca Clinica

CE Online Rete tecnico scientifica e gestionale tra CE e articolazioni locali Osservatorio sulla Ricerca Clinica 1 CE Online Rete tecnico scientifica e gestionale tra CE e articolazioni locali Osservatorio sulla Ricerca Clinica Federica Ronchetti Bologna, 14 giugno 2013 2 Il contesto di riferimento (1/2) Le attività

Dettagli

I nuovi scenari della medicina

I nuovi scenari della medicina Dove sta andando la medicina? L appropriatezza terapeutica e la ricerca di nuove evidenze I nuovi scenari della medicina Sergio Dompé Presidente Farmindustria Milano, 12 dicembre 2009 Dalle nuove tecnologie

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

CORSO nuovo Decreto Ministeriale Clinical Trial Application

CORSO nuovo Decreto Ministeriale Clinical Trial Application UFFICIO SPERIMENTAZIONE CLINICA CORSO nuovo Decreto Ministeriale Clinical Trial Application 17, 18, 19 e 20 MARZO 2008 Sede: AIFA - Via della Sierra Nevada, 60 - Roma Pagina 1 di 5 Obiettivi e scopo del

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Recapiti: Università Vita-Salute San Raffale Servizio Orientamento e Tutorato Via Olgettina, 58 20132 Milano Telefono 02 91751.556

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

Fabrizio Galliccia. giovedì 17 maggio 2012 DISCLAIMER

Fabrizio Galliccia. giovedì 17 maggio 2012 DISCLAIMER ATTIVITA DELL ISPETTORATO GCP SVILUPPI RECENTI E NUOVI ORIENTAMENTI IN MATERIA Fabrizio Galliccia giovedì 17 maggio 2012 DISCLAIMER I dati e i commenti contenuti in questa presentazione rappresentano il

Dettagli

(2) Il presente provvedimento è anche citato, per coordinamento, in nota all'art. 10, D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 484. IL MINISTRO DELLA SANITÀ

(2) Il presente provvedimento è anche citato, per coordinamento, in nota all'art. 10, D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 484. IL MINISTRO DELLA SANITÀ Pagina 1 di 25 Leggi d'italia D.M. 31-1-1998 Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale. Pubblicato

Dettagli

Il valore di UpToDate

Il valore di UpToDate Il valore di UpToDate Uptodate è uno strumento di supporto alle decisioni cliniche Evidence Based e Peer Reviewed che fornisce raccomandazioni cliniche basate sulle prove di efficacia. Uptodate è utilizzato

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

ASL di Bergamo. Alberto Zucchi Servizio Epidemiologico Aziendale Dip. PAC ASL di Bergamo

ASL di Bergamo. Alberto Zucchi Servizio Epidemiologico Aziendale Dip. PAC ASL di Bergamo ASL di Bergamo Università degli Studi di Milano Fondazione Irccs Ca Granda, Ospedale Maggiore Policlinico Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti dei Comuni interessati dalle rotte dell

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270)

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270) I primi 2 anni di studio sono finalizzati a fornire le conoscenze nelle discipline di base, biologiche, mediche, igienico preventive e i fondamenti della disciplina professionale, quali requisiti indispensabili

Dettagli

DONARE PER CURARE. 1 Rapporto Donazione Farmaci e Povertà Sanitaria

DONARE PER CURARE. 1 Rapporto Donazione Farmaci e Povertà Sanitaria DONARE PER CURARE 1 Rapporto Donazione Farmaci e Povertà Sanitaria DONARE PER CURARE 1 Rapporto Donazione Farmaci e Povertà Sanitaria progettazione e impaginazione Bruno Monaco comunicazione creativa

Dettagli

TRA L'Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina, con sede in Torino, C.so. , n., cap., cod. fisc.., in

TRA L'Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina, con sede in Torino, C.so. , n., cap., cod. fisc.., in CONVENZIONE QUADRO TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO - SCUOLA DI MEDICINA, E L A.S.O. PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DA PARTE DEGLI ISCRITTI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA

CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA (Classe delle Lauree Magistrale LM41 Medicina e Chirurgia) art. 4 del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270 DURATA CREDITI ACCESSO 6 ANNI 360 di cui 283

Dettagli

Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006.

Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006. Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006. 103 - BASSANO DEL 104 - THIENE GRAPPA 105 - ARZIGNANO 106 - VICENZA POPOLAZIONE RESIDENTE Popolazione Infantile (0-13 anni) 25.300 25.848

Dettagli

OGGETTO: Nuovi Sistemi Informativi AIFA e adempimenti relativi a Sperimentazione Clinica

OGGETTO: Nuovi Sistemi Informativi AIFA e adempimenti relativi a Sperimentazione Clinica OGGETTO: Nuovi Sistemi Informativi AIFA e adempimenti relativi a Sperimentazione Clinica Dal 1 gennaio 2013 l Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) avvierà la fase attuativa di un nuovo Sistema Informativo

Dettagli

Personale laureato del ruolo sanitario

Personale laureato del ruolo sanitario TABELLA DI SUPPORTO per la compilazione della Sezione 3: Professionalità e Tipologia di rapporto della Scheda anagrafica Personale laureato del ruolo sanitario 1. MEDICI 1.01. Odontoiatria 1.02. Allergologia

Dettagli

ATTIVITA DI UN COMITATO ETICO. Elisabetta Riva Ufficio Ricerche Cliniche Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor Milano

ATTIVITA DI UN COMITATO ETICO. Elisabetta Riva Ufficio Ricerche Cliniche Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor Milano ATTIVITA DI UN COMITATO ETICO Elisabetta Riva Ufficio Ricerche Cliniche Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor Milano Cos è un Comitato Etico Definizione: un organismo indipendente, composto da

Dettagli

ONCOLOGIA 2013/2014 I ANNO

ONCOLOGIA 2013/2014 I ANNO ONCOLOGIA 201/2014 I ANNO Corsi Integrati Moduli Tipologia Ambito SSD Docenti CFU CFU C.I. C.I. Genetica Medica Meccanismi genetici nello svilupppo delle neoplasie Diagnostico MED/0 D'alessandro E. C.I.

Dettagli

Specializzazioni Esami di laurea utili per la valutazione dei titoli Sede e ora della prova scritta Vecchio Ordinamento.

Specializzazioni Esami di laurea utili per la valutazione dei titoli Sede e ora della prova scritta Vecchio Ordinamento. ALLEGATO A PROSPETTO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE Scuole di specializzazione dell AREA MEDICA Data prova scritta 6 giugno 2011 Specializzazioni Esami di laurea utili per la valutazione dei titoli Sede e

Dettagli

Ruolo e prospettive delle società scientifiche

Ruolo e prospettive delle società scientifiche Ruolo e prospettive delle società scientifiche Dott. Nino Basaglia PastPresidentSIMFER Gorgo al Monticano (TV), 18 settembre 2015 RUOLO E PROSPETTIVE DELLE SOCIETÀ SCIENTIFICHE Motta di Livenza, 18 settembre

Dettagli

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL.

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. CHE COS È FASE 1 SRL? Fase 1 è una società a responsabilità limitata

Dettagli

PIANO STUDI OSCE ordinamento T1

PIANO STUDI OSCE ordinamento T1 MATERIE DI INSEGNAMENTO 1 ANNO Aggiornamento: 30/08/2015 Struttura, Funzione e Metabolismo delle molecole d'interesse biologico Elementi di Fisica e Biofisica 20 2 Esame orale I Elementi di Chimica 24

Dettagli

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria Data del DM di approvazione

Dettagli

Analisi delle richieste per singoli casi

Analisi delle richieste per singoli casi Analisi delle richieste per singoli casi Dati estratti dal database CF AVEC (2012-2014): Tipologia richiesta Anno 2012 (genn-nov.) 2013 2014 (genn.-ott.) Frequenza totale Fascia C (C) 93 68 43 204 Farmaci

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA GV/MLDB/ALF ALLEGATO "A" AL BANDO DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE MEDICHE EMANATO CON DECRETO RETTORALE REP. N. 3528-2007 PROT. N. 59007 DEL 10/12/2007 DENOMINAZIONE

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 DESTINATARI V ANNO 295 VI ANNO 316 FUORICORSO 501 TOTALE 1112 RISPOSTE V ANNO 100 VI ANNO E FC 217 TOTALE

Dettagli

PIANO DI STUDI. Biologia applicata agli studi medici 6. Genetica medica 5. Storia della medicina 2

PIANO DI STUDI. Biologia applicata agli studi medici 6. Genetica medica 5. Storia della medicina 2 PIANO DI STUDI Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia (DM 70/04) LM-4 DENOMINAZIONE Primo anno di corso Biologia, genetica e scienze umane Biologia applicata agli studi medici 6 Genetica

Dettagli

1 ANNO. 3 Bioetica/Medicina Legale MED/43 2 Psicologia Sociale M-PSI/05 1

1 ANNO. 3 Bioetica/Medicina Legale MED/43 2 Psicologia Sociale M-PSI/05 1 Curriculum del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia (Approvato nel Consiglio di Corso di Laurea e nel Consiglio di Facoltà del 0 giugno 2009, dal Senato Accademico nella seduta del luglio

Dettagli

Nella ricerca, il benessere per l umanità

Nella ricerca, il benessere per l umanità Nella ricerca, il benessere per l umanità Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl. Che cos è Fase 1 srl?

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Margherita [COGNOME, ] De Florio Data di nascita 21/04/1947 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Dirigente Regione

Dettagli

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA PROPOSTA DI FORMAZIONE IN VULNOLOGIA IN MODALITÀ FAD Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Wound management with modernity and innovation IN COLLABORAZIONE CON intus ut in cute intus

Dettagli

TUTTO CIÒ PREMESSO CONCORDANO SU QUANTO SEGUE

TUTTO CIÒ PREMESSO CONCORDANO SU QUANTO SEGUE Accordo di collaborazione interuniversitaria tra l Università degli Studi di Cagliari e l Università degli Studi di Sassari per l aggregazione di Scuole di specializzazione mediche della stessa tipologia

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI MODENA COPIA DAL REGISTRO DEGLI ATTI DEL DIRETTORE GENERALE N.11/0000197/DG Del 11 Novembre 2011 DELIBERA N. 11/0000197/DG OGGETTO: Regolamento sperimentazioni non

Dettagli

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA. Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA. Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management PROPOSTA DI FORMAZIONE IN VULNOLOGIA IN MODALITÀ FAD Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management IN COLLABORAZIONE CON intus ut in cute intus et in cute NUOVE

Dettagli

Bilancio di Missione 2007 allegati

Bilancio di Missione 2007 allegati 1 Bilancio di Missione 2007 allegati Policlinico S.Orsola-Malpighi 2 3 indice 1 pag. 5 allegati Discipline cliniche trattate secondo le classi ICD9CM 2 pag. 10 Numero studenti per corso di laurea (medicina

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 24 novembre 2008 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 L Istat diffonde i risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros (R&S) in Italia, riferiti alle imprese, alle istituzioni pubbliche

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Antonella Italiana Data di nascita ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Dal luglio 2005 ad oggi

Dettagli

LA VALUTAZIONE CLINICA E IL RUOLO DEI COMITATI ETICI

LA VALUTAZIONE CLINICA E IL RUOLO DEI COMITATI ETICI II CONFERENZA NAZIONALE SUI DISPOSITIVI MEDICI Direttiva 47/07 Monitoraggio e controllo dei costi LA VALUTAZIONE CLINICA E IL RUOLO DEI COMITATI ETICI Giacomo Chiabrando Segreteria Tecnico-Scientifica

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Situazione a livello regionale

Situazione a livello regionale Situazione a livello regionale Ignota la prevalenza complessiva delle malattie rare, la distribuzione per patologia e l impatto di utilizzo delle risorse fisiche e finanziarie Studio Regione Lombardia,

Dettagli

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali 2/5 La Conferenza Stato Regioni il 25 marzo scorso ha approvato la proposta per la realizzazione degli

Dettagli

Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica. Luca Pani DG@aifa.gov.it

Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica. Luca Pani DG@aifa.gov.it Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica Luca Pani DG@aifa.gov.it Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono personali e non possono essere considerate o citate

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Padova - Reggio Calabria

TABELLA ALLEGATA. Padova - Reggio Calabria TABELLA ALLEGATA Padova - Reggio Calabria P A D O V A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 3 Anestesia e rianimazione 16 Cardiochirurgia 2

Dettagli

La salute ai tempi della crisi

La salute ai tempi della crisi La salute ai tempi della crisi Giuseppe Costa Università di Torino SCaDU Servizio di epidemiologia di riferimento regionale Risorse Benessere economico Partecipazione/coesione Politica Istituzioni Inclusione

Dettagli

811.113 Ordinanza sul perfezionamento e sul riconoscimento dei diplomi e dei titoli di perfezionamento delle professioni mediche

811.113 Ordinanza sul perfezionamento e sul riconoscimento dei diplomi e dei titoli di perfezionamento delle professioni mediche Ordinanza sul perfezionamento e sul riconoscimento dei diplomi e dei titoli di perfezionamento delle professioni mediche del 17 ottobre 2001 (Stato 24 agosto 2004) Il Consiglio federale svizzero, visto

Dettagli

FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA

FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA I FARMACI SENZA OBBLIGO DI PRESCRIZIONE Cosa sono i farmaci senza obbligo di prescrizione? I farmaci senza obbligo di prescrizione sono indicati per trattare disturbi lievi o passeggeri, che conosciamo

Dettagli

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO Scopri un nuovo modo di stare bene Piazza Sant Agostino 1-20123 Milano www.cmsantagostino.it Pag. 1 di 7 INDICE 1. LA MISSION pag. 3 2. IL TARGET pag. 3 3. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Decreto Ministeriale: Disposizioni in materia di medicinali per terapie avanzate preparati su base non ripetitiva IL MINISTRO Visto il decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219,

Dettagli

CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015. 1 B19 Scienze umane, politiche della salute e management sanitario

CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015. 1 B19 Scienze umane, politiche della salute e management sanitario I ANNO - I SEMESTRE CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015 CHIMICA APPLICATA ALLE SCIENZE BIOMEDICHE FISICA INFORMATICA E STATISTICA BIOLOGIA E GENETICA 8 SCIENZE UMANE I ANNO- I SEMESTRE AMBITI DISCIPLINARI 6

Dettagli

Indagini cliniche con dispositivi medici

Indagini cliniche con dispositivi medici Semplificare l accesso alla sperimentazione clinica e realizzazione dell osservatorio nazionale delle indagini cliniche post-market Indagini cliniche con dispositivi medici Aggiornamenti e novità Dott.ssa

Dettagli

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia ALLEGATO F Codice DA UTILIZZARE Professione 1 Medico chirurgo si 2 Odontoiatra si 3 Farmacista 4 Veterinario 5 Psicologo si 6 Biologo si 7 Chimico si 8 Fisico 9 Assistente sanitario 10 Dietista 11 Educatore

Dettagli

Dr Angelico Carta 28 Novembre 2007 Azienda Ospedaliera Brotzu

Dr Angelico Carta 28 Novembre 2007 Azienda Ospedaliera Brotzu Dr Angelico Carta 28 Novembre 2007 Azienda Ospedaliera Brotzu Il nostro Paese e carente nella ricerca clinica finalizzata allo sviluppo e registrazione di farmaci. Fase Uno srl è un iniziativa che intende

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Sede: via Olgettina 58, 20132 Milano Sito internet: www.unisr.it Numero Iscritti : 2.480 circa (pre e post lauream) Numero verde

Dettagli

Iscrizione partecipante (ECM)

Iscrizione partecipante (ECM) Promosso da Iscrizione partecipante (ECM) AUDITORIUM SALA TESTORI palazzo lombardia MILANO 1-3 LUGLIO 2015 Dati Generali Azienda/Ente Uff./Dip. Nome* Cognome* Via* N * CAP* Comune* Provincia* Email* Tel.*

Dettagli

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Allegato E Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Codice P R Allegato F Professione Codice Medico chirurgo 1 Odontoiatra 2 Farmacista 3 Veterinario 4 Psicologo 5 Biologo 6 Chimico 7 Fisico 8 Assistente

Dettagli

PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Azienda

Dettagli

Dal rapporto col pubblico all equilibrio economico della Farmacia. GP&Associati

Dal rapporto col pubblico all equilibrio economico della Farmacia. GP&Associati Dal rapporto col pubblico all equilibrio economico della Farmacia GP&Associati Executive summary La stabilità economica della farmacia come impresa dipende primariamente dal numero di Clienti/Pazienti,

Dettagli

e medicale Servizi di traduzione per l industria farmaceutica Visitate il nostro sito web: http://www.pharmatrad.com

e medicale Servizi di traduzione per l industria farmaceutica Visitate il nostro sito web: http://www.pharmatrad.com e medicale Servizi di traduzione per l industria farmaceutica Visitate il nostro sito web: http://www.pharmatrad.com Chiariamo le idee: chi NON siamo e cosa NON facciamo PharmaTrad NON è un agenzia di

Dettagli