Il presente progetto è stato finanziato con il sostegno della Commissione europea.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il presente progetto è stato finanziato con il sostegno della Commissione europea."

Transcript

1

2 Introduzione Questo manuale è disponibile in inglese, francese, polacco, spagnolo e tedesco ed è inteso come un metodo da sfruttare i principali risultati del progetto europeo E-ViEW, creato per l esplorazione delle possibilità nell usare un Campus Virtuale (Virtual Campus) che offra agli studenti dell apprendimento basato sul lavoro la formazione manageriale. Il manuale ha due parti principali. La prima parte contiene un riassunto del progetto E-ViEW e di ciò che è stato raggiunto duranti i suoi due anni di vita. In questa parte c è una descrizione delle diverse attività svolte dai partner nella progettazione e nella sperimentazione di un Campus Virtuale che supporta l Apprendimento basato sul Lavoro. La seconda parte contiene una versione distillata delle numerose raccomandazioni dai partner in base alla loro esperienza che sono messe a disposizione di altre persone, interessate alla creazione di un tipo simile del Campus Virtuale per gli studenti dell Apprendimento basato sul Lavoro. Autori Questo manuale è stato scritto da Malgorzata Gramala dall Ufficio dei Progetti Educazionali Internazionali presso l'università di Lodz. Supporto editoriale e impaginazione da Annemie Boonen, E-Plus Project Manager presso UEL, Charlotte Saward, E-ViEW Project Officer UEL Connect, e Nikki Cortoos, Alberto Nantiat e Sally Reynolds da ATiT, Belgio. Disponibilità Questo manuale può essere scaricato gratuitamente dal sito web del progetto all'indirizzo: La presente pubblicazione è protetta da una Creative Commons License (Attribution Noncommercial-Share Alike 3.0). Clausola di esclusione della responsabilità La presente pubblicazione è l esclusiva responsabilità dell autore e la Commissione non è responsabile di qualsiasi uso che sia fatto in base alle informazioni in essa contenute. Il presente progetto è stato finanziato con il sostegno della Commissione europea.

3 L Apprendimento basato sul lavoro (Work-based Learning) viene spesso descritto come un processo di riconoscimento, di creazione e di applicazione della conoscenza attraverso, per e sul lavoro e sta diventando sempre più essenziale per organizzazioni sia nel settore pubblico che in quello privato. ABSL può essere fornito in diversi formati ed è spesso considerato come un modo per sostenere il personale nella loro acquisizione di abilità e competenze. Un formato in cui l ABSL può essere consegnato, è attraverso l'uso di un Campus Virtuale (CV; Virtual Campus) che opera normalmente come un insieme di risorse, materiali e servizi sostanzialmente basate sul Web, che consentono agli studenti, mentori e docenti di incontrarsi al fine dell insegnamento e dell apprendimento. Facendo un ulteriore passo avanti verso la zona delle abilità e competenze manageriali, un Campus Virtuale per l apprendimento basato sul lavoro nel settore delle competenze manageriali, mira a soddisfare alla domanda del datore di lavoro per le competenze basate sulla direzione di un livello più alto, nonché alla domanda dell impiegato per le competenze manageriali nuove, mentre nello stesso tempo consentendo alle università di sfruttare le loro risorse educative (aperte) basate sulle competenze manageriali. L apprendimento basato sul lavoro è un processo di riconoscimento, di creazione e di applicazione della conoscenza attraverso, per, e sul lavoro Uno dei fattori più importanti per gli studenti dell ABSL è l'autenticità di apprendimento. Compiti di apprendimento devono essere contestualizzati e integrati nei luoghi di lavoro e nei problemi in modo realistico. Il semplice ricordo di informazioni non è ciò che gli studenti richiedono. Un aumento del livello di competenza, l'acquisizione di abilità e l'applicazione delle due cose sul posto di lavoro sono molti importanti per gli studenti che cercano di lavorare in un'economia globalizzata. Il posto di lavoro non deve essere trattato come un luogo separato dalla classe - ma piuttosto come un luogo supplementare di apprendimento. Le conoscenze acquisite sul posto di lavoro dovrebbero essere applicate in un processo di apprendimento, e durante gli studi lo studente dovrebbe allo stesso tempo applicare le conoscenze pratiche acquisite sul posto di lavoro. Un modo efficace per affrontare l ABSL è quello di adottare l'idea delle signature pedagogies. Tali soluzioni pedagogiche sono definite da Shulman (2005) 1 nel contesto della formazione professionale come pratiche ricorrenti, intese a facilitare i novizi a pensare, eseguire e acquisire i valori di una professione. Benché le signature pedagogies possano trovarsi in qualsiasi area di educazione, sono particolarmente associate con lo sviluppo professionale dei professionisti del futuro. È in questo contesto che il progetto E-ViEW è stato creato per progettare, sviluppare e pilotare un campus europeo virtuale per gli studenti nei luoghi di lavoro che si concentrino sul miglioramento delle loro abilità e competenze manageriali in un contesto europeo. La motivazione del progetto si è basata sull'evoluzione dei posti di lavoro europei, che richiedono nuove capacità e competenze manageriali e allo stesso tempo stesso offrono nuove opportunità di apprendimento. Punto di partenza: Un analisi dei fabbisogni Il progetto è iniziato con un'analisi dettagliata dei bisogni, accompagnata da una revisione delle disposizioni esistenti dei relativi metodologie, approcci e strumenti volti a garantire che il processo si focalizzasse sull'innovazione. Ogni partner accademico del progetto ha valutato le esigenze dei datori di lavoro, impiegati e istituti d'istruzione superiore nei loro paesi E-ViEW ha sviluppato, pilotato e diffuso delle risorse, approcci e metodologie per sostenere la creazione di un Campus Virtuale per l apprendimento basato sul lavoro relative a quanto segue: campus virtuale, i requisiti dei programmi di studio, la pedagogia, le TIC, l'accreditamento e il supporto (il supporto accademico, tecnico e di studio). 1 LEE S. SHULMAN (2005), Signature Pedagogies in the Profession.

4 Ecco i principali risultati dalla loro analisi: Esiste una grave mancanza di pratica comune. Istituti di istruzione superiore e le imprese individuali hanno i propri metodi distintivi per risolvere il problema di usare la tecnologia per attivare, sostenere e supportare l'apprendimento sul posto di lavoro. L analisi dei fabbisogni ha rivelato la mancanza di prassi comuni, definizioni poco chiare, del bisogno di autenticità e dell offerta di abilità e di comprensione Non esiste un modello universale neanche una definizione di ciò che costituisce un 'campus virtuale'. Occorre l'autenticità per l'apprendimento sul posto di lavoro: compiti di apprendimento devono essere contestualizzati e integrati nei luoghi di lavoro e problemi. Il posto di lavoro non dovrebbe essere trattato separatamente dal collegio o istituto di istruzione superiore: dovrebbe essere considerato come un luogo supplementare di apprendimento. Abilità e comprensione' sono più richieste rispetto alla 'memorizzazione delle informazioni e all 'affronto della conoscenza astratta'. I datori di lavoro e gli impiegati richiedono abilità fortemente trasferibili e adattabili che siano utili nei luoghi di lavoro, come la risoluzione dei problemi, la collaborazione, la comunicazione, il processo decisionale e la pianificazione. Il quadro focalizzava direttamente sull'apprendimento, supportava la preparazione, nonché le attività del corso e includeva dei compiti di valutazione rilevanti Durante la fase di progettazione, i partner focalizzavano sulla corrispondenza ai bisogni specifici del mercato del lavoro europeo per la progettazione del Campus virtuale allo scopo di creare un campus europeo virtuale per l'apprendimento basato sul lavoro che sia comune a tutti i contesti dei partner. L'idea principale alla base di questo Campus Virtuale Europea era quella di consentire agli studenti di sviluppare le abilità e la comprensione in contesti aziendali autentici. Una delle prime fasi di questo processo è stata quella di concordare una definizione comune per cui si sia capito un Campus Virtuale di essere 'lo spazio in cui impariamo che è al di là dei confini di spazio, tempo e l'ente fisica'. Il quadro del Campus Virtuale creato dai partner ha coinvolto tre aree di attività tra loro collegate: Creare un Campus Virtuale in cui l attenzione era soprattutto sul processo di apprendimento. I mezzi che la sfida di progettazione principale pedagogica erano collegati a specificare i previsti risultati di apprendimento e a creare le condizioni per le prestazioni degli studenti e il miglioramento. Fornire una struttura che coinvolge sia il processo di preparazione che le attività reali in cui partecipano gli studenti. Questo approccio per il Campus Virtuale differiva significativamente dalla progettazione tradizionale di e-learning. La sfida di consegna comprende la realizzazione di un approccio mescolato (combinando la consegna faccia a faccia e quella in linea) e anche il rendimento degli studenti. Concordare una strategia di valutazione nella quale gli studenti potrebbero dimostrare quanto bene raggiungessero gli obiettivi di apprendimento individuali (OAI). Idealmente la modalità di valutazione necessaria per riprodurre le condizioni di consegna. I partner hanno convenuto che in un Campus Virtuale era importante testare nuovi approcci alla valutazione, considerata l'importanza di dimostrare metodologie di valutazione innovative ma anche il ruolo che esse possano svolgere nel determinare modifiche ai quadri regolamentari. Il modo in cui questo quadro è stato progettato comprendeva I seguenti passi: Virtual campus

5 Il quadro di riferimento pedagogico per un campus virtuale (CV) dell'absl è il risultato di questo processo e definiva le principali raccomandazioni in termini di utenti, datori di lavoro e istituti di istruzione superiore. C è anche un elenco di competenze manageriali suggerite, esaminate e classificate, nonché un approccio che ha affrontato le strategie per l'apprendimento virtuale in ABSL. L'approccio adottato per la creazione di tali competenze è stato quello di adottare l'idea di signature pedagogies già descritta. Il quadro pedagogico E-ViEW per un CV dell ABSL visualizzava le seguenti caratteristiche: In genere le conoscenze, abilità e attitudini incluse nell'elenco delle competenze manageriali erano nella gamma di livelli 5 e 6 del quadro europeo delle qualifiche (European Qualification Framework; EQF) 2. Il supporto tecnologico dei modelli si è basato sul presupposto che ciascun partner abbia i propri strumenti e meccanismi di supporto. La piattaforma Moodle è comune a tutti i partner, in modo da decidere di utilizzare Moodle v.2 come base per lo sviluppo. La fornitura di una piattaforma centralizzata legata alla piattaforma di un partner supportava scambio di buone prassi e di sostegno. Questo ambiente è stato concepito come uno spazio di lavoro internazionale principalmente per sostenere gli insegnanti e le istanze del corso, e che ha inoltre consentito la cooperazione tra singoli esperti e studenti. L'organizzazione del corso e le linee guida di funzionamento sono state progettate per sostenere la necessità di apprendimento autentico e di un buon allineamento tra il contenuto del corso e il contesto di lavoro. Lo statuto attuale dell E-ViEW Campus Virtuale L'E-ViEW Campus Virtuale, che è stato testato con gli studenti nella parte finale del progetto è una piattaforma di consegna risorsa aperta. E 'stato costruito per affrontare i fattori critici di successo per i CV ABSL sostenibili in tutta Europa, tenendo conto di aspetti linguistici e culturali, il supporto accademico, tecnico, didattico e più ampiamente per gli studenti; la comunicazione efficace per migliorare la mobilità virtuale vissuta tra gli studenti, insegnanti e le imprese. La piattaforma fornisce singole aree che sono chiaramente navigabili per tutti gli utenti e sono intuitivamente strutturate, dove insegnanti e studenti possono offrire e trovare il loro materiale didattico / le aree per l attività. Queste aree sono: L'attenzione sullo studio, il supporto di differenti attività di apprendimento e la progettazione di una strategia comune di valutazione la home page con collegamenti a specifiche aree istituzionali che contengono risorse e attività di apprendimento create da insegnanti specializzati nell ABSL provenienti da tali istituzioni; un collegamento diretto allo spazio per l'attività di pilota internazionale; l'area degli studenti dove gli utenti possono trovare gli strumenti, tra cui un forum di discussione, chat istantanea e uno strumento di incontro virtuale per comunicare con altri studenti dell'absl attraverso l Europa; un area per insegnanti e esperti di apprendimento basato sul lavoro ( Tutors & Experts Area ) che facilita la discussione virtuale, la comunicazione e la collaborazione tra di loro; un archivio consultabile di tutte le risorse per l ABSL, tenuto sulla piattaforma di E-ViEW. Una risorsa può variare da documenti di testo tradizionali, materiali didattici e collegamenti, fino alle lezioni video e audio, alle attività di apprendimento, come i quiz, test e i wiki interattivi; i blog dove gli utenti della piattaforma possono scrivere dei messaggi su tutto ciò che vogliono condividere con la comunità. 'Mio profilò (My Profile) in cui l'utente può visualizzare il suo profilo, nonché i loro messaggi al forum o dei blog. 2

6 Questa parte del manuale propone di aiutare a progettare, sviluppare, erogare e valutare la tua disposizione dell'apprendimento basato sul lavoro attraverso un Campus Virtuale focalizzato sul miglioramento delle competenze e abilità manageriali all'interno del contesto europeo. Essa contiene raccomandazioni emerse dal lavoro di E-ViEW ed è intesa come un modo per aiutare a garantire che si stanno affrontando tutte le appropriate questioni tecnologiche, strategiche, organizzative, didattiche, pedagogiche, economiche e qualitative, necessarie per l'istituzione riuscita di un Campus Virtuale Europeo, volto a migliorare le abilità manageriali degli studenti dell ABSL. Nella sezione finale, forniamo informazioni su come si può utilizzare il Campus Virtuale per l'apprendimento basato sul lavoro che è stato istituito per il progetto E-ViEW. Progetto pedagogico per l ABSL Il primo passo che bisogna prendere è creare un modello pedagogico appropriato che sia utilizzato come base per il tuo sviluppo del corso. Si consideri il seguente nella progettazione di un campus virtuale per l ABSL: Il progetto dovrebbe fornire una serie di dichiarazioni sui risultati di apprendimento previsti (RAP; intended learning outcome, ILO) concordati tra tutti i soggetti coinvolti: lo studente, il responsabile del corso, il datore di lavoro. Il progetto dovrebbe descrivere i livelli desiderati di prestazioni dello studente. Il progetto dovrebbe contenere un apprendimento che comprenda dei compiti autentici selezionabili e sviluppabili all'interno dei contesti di consegna diversi. Tutte le attività di apprendimento dovrebbero promuovere l'integrazione delle esperienze precedenti dello studente e portarle a trasferire, applicare e combinare le conoscenze e le abilità che hanno nella costruzione di nuove conoscenze e nello sviluppo di competenze. Il modello finale dovrebbe promuovere l'interazione tra gli studenti, favorendo una costruzione collaborativa della conoscenza attraverso lo scambio di esperienze. Il design dovrebbe mescolare esperienze educative con la realtà lavorativa per quanto possibile. Strategie di valutazione dovrebbero riportare chiaramente il livello di comprensione dello studente che deve essere sviluppato. I compiti di valutazione dovrebbero consentire agli studenti di dimostrare chiaramente il loro livello di competenza in relazione ai loro RAP. La valutazione potrebbe includere l'input dei datori di lavoro, nonché delle altre persone sul posto di lavoro. Questo approccio può aumentare il livello di competenze acquisite e identificare i cambiamenti nel comportamento come tali competenze si manifestano sul posto di lavoro. Un approccio pedagogico che consigliamo è quello di usare ciò che è noto come il modello Contesti per Capire l Istruzione Imprenditoriale (CCII; Contexts for Understanding for Business Education). L'obiettivo principale di questo modello è l'insegnamento per la comprensione, che è incentrato su tre tipi di attività che uno studente deve svolgere, al fine di dimostrare la comprensione profonda di un concetto o di un argomento.

7 Il primo di questi compiti è il pattugliamento o la mappatura dei confini concettuali. In questo tipo di attività, gli studenti descrivono la struttura di concetti, individuano gli esempi validi e non esempi e disegnano i collegamenti, interdipendenze e le relazioni tra i diversi concetti di formazione aziendale. Gli output, che potrebbero essere pubblicati come risorse condivise, includono mappe concettuali, esempi e non esempi, spesso confusi con esempi, paragoni, ecc. Esempi di tali compiti potrebbero includere la mappatura dei diversi significati del termine "direzione" o la distinzione tra problemi di comunicazione e quelli altri (non comunicazione). Un secondo tipo di attività riguarda la spiegazione dei concetti agli altri, il che si basa sull'idea che quando si sa qualcosa, si deve essere in grado di spiegarla. Questo facilita l'apprendimento, esponendo le eventuali carenze e lacune nella comprensione. Non dovrebbe essere confuso con le spiegazioni degli insegnanti. Spiegazioni di concetti devono essere pertinenti, vanno contestualizzate e applicate al posto di lavoro. Esempi di tali compiti potrebbero includere la spiegazione di vari elementi di un bilancio o la spiegazione della differenza tra conti finanziari e conti di gestione. Un terzo tipo di compiti concerne la creazione di domande generative, il che significa che gli studenti formulano domande su un concetto come direzione o struttura organizzativa. Le domande generative hanno una fine aperta, sono problematiche, interessanti (curiosità suscitante) e rappresentano problemi pratici, basati su esperienze realistiche o su situazioni lavorative. Si noti che il compito consiste nel generare delle domande e non necessariamente nel rispondere a esse. L inchiesta generativa ispira gli studenti a trovare nuove descrizioni di problemi, accentua la riflessione e facilita l emergenza di nuovi significati. Competenze manageriali per l ABSL Tipi di attività utili comprendono le pattuglie o la mappatura di confini concettuali, oppure la spiegazione di concetti agli altri e il porre di domande generative Le dieci competenze manageriali che sono state definite per la consegna via l'e-view ABSL CV sono le seguenti: 1. Competenze imprenditoriali: conoscenza approfondita dall esperienza e dalla formazione, abilità di diagnosticare le esigenze dei clienti, le idee del mercato, nonché i prodotti. 2. Competenze della società: l'abilità di collaborare con supervisori e colleghi, l'abilità di identificarsi con l'azienda. 3. Competenze personali: l abilità di far fronte a situazioni stressanti, al fallimento, la coscienziosità, l'autonomia nell'organizzazione e nell esecuzione dei compiti. 4. Abilità cognitive: la creatività e l'ingegno, l abilità di risolvere rapidamente i problemi, la volontà di imparare e l'apertura ai cambiamenti. 5. Competenze sociali: l'assertività, abilità negoziali, di stabilire contatti e di acquisire conoscenze. 6. Competenze manageriali: abilità di gestione, la capacità di fissare obiettivi, facendo attenzione ai subalterni, coraggio manageriale, abilità di motivare e di pensare strategicamente. 7. Competenze decisionali: applicazione al rischio, l'abilità di decidere, la capacità di pensare analiticamente e l'analisi degli investimenti. 8. Competenze del team: competenze interpersonali, capacità di delegare, team building e comunicazione. 9. Competenze per l'innovazione: avere il pensiero creativo, capacità di risolvere problemi e le iniziative imprenditoriali. 10. Competenze di gestire un progetto: la gestione del progetto, della pianificazione e del tempo. Questo elenco può fornire una base per l'aspetto dello sviluppo del contenuto di consegnare moduli ABSL nelle competenze manageriali attraverso un campus virtuale. La trasferibilità di moduli in tutta Europa può essere garantita tramite l'utilizzo del quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework (EQF)), per cui i crediti vengono assegnati in base al sistema europeo di trasferimento dei crediti (European Credit Transfer System (ECTS)) o al sistema europeo di crediti per l'istruzione e la formazione professionale (European Credit System for Vocational Education and Training (ECVET)). Entrambi i sistemi sono applicabili ai corsi ABSL. Il sistema ECTS è basato sul numero di ore di lavoro, mentre il sistema ECVET si basa sull'importanza relativa dei risultati dell'apprendimento. In termini di livelli, proponiamo che queste competenze vengono insegnate al livello QEQ 5 e 6.

8 Organizzazione e consegna Il modello di consegna descritto in questo manuale è quello in cui i fornitori principali si sono laureati nell'istruzione superiore. La disposizione del corso o del modulo può assumere la forma di un partenariato strategico tra il datore di lavoro e l'istituto di istruzione superiore. Questo può risultare in crediti assegnati verso una laurea o un titolo accademico. Gli studenti dovrebbero sempre essere informati sul possibile valore delle competenze acquisite in termini di accreditamento professionale o accademico. I corsi ABSL sono di solito inclusi in una strategia di sviluppo professionale, di formazione continua o di educazione permanente durante la vita. Quando si tratta di scegliere una modalità di consegna, si avvisa che: L'approccio di consegna è misto, il che prevede una combinazione di consegna faccia a faccia (sincrono) e on-line (asincrono). La combinazione può variare a seconda della configurazione dei corsi, delle tecnologie disponibili, delle preferenze istituzionali ecc. La consegna dovrebbe riguardare il rendimento dello studente - questo può assumere varie forme - gli studenti dovrebbero essere attivi e impegnati in tutto. L apprendimento è agevolato da un miglioramento delle prestazioni e dal feedback efficace. Modello del corso Proponiamo una struttura di apprendimento basato sul lavoro attraverso un Campus virtuale che si basa sul modello organizzativo di Gilly Salmon 3, composto da cinque fasi: 1. Accesso e motivazione: (i) garantire la configurazione corretta dei partecipanti al sistema e il loro accesso, (ii) accogliere gli studenti e offrirgli del sostegno per o per telefono, (iii) inviare un primo messaggio. 2. Socializzazione online: (i) sviluppare l'unità di gruppo e acquisire per gli studenti una maggiore dimestichezza con l'ambiente di apprendimento on-line, (ii) incoraggiare gli studenti a condividere le esperienze. 3. Scambio di informazioni: (i) promuovere la partecipazione degli studenti a forum per discutere il contenuto disponibile online, (ii) promuovere e sostenere le diverse strategie per gestire le informazioni. 4. Costruzione delle conoscenze: (i) orientare e fornire ciò che è necessario per rendere più agevole il processo di apprendimento, (ii) incoraggiare l'interazione tra gli studenti in modo da stabilire collegamenti tra i diversi contributi e gli stessi collegamenti tra questi contributi e contenuti. 5. Sviluppo: (i) promuovere il pensiero critico degli studenti. Ecco alcuni modi che consigliamo per favorire l'interazione: Consentire agli studenti di trasferire, applicare o abbinare, le conoscenze e le abilità che hanno in formazione in classe e in formazione a distanza utilizzando metodologie attive applicate alla formazione online. Fornire attività educative che favoriscano l'integrazione di esperienze precedenti degli studenti attraverso l'interazione e la collaborazione virtuale nella costruzione delle conoscenze. Promuovere l'interazione tra gli studenti, facendo una costruzione collaborativa delle conoscenze attraverso lo scambio di esperienze. Consentire agli studenti di costruire la propria conoscenza con lo studio dei contenuti forniti, la risoluzione dei problemi e l'osservazione di diversi metodi di risoluzione proposti, utilizzati da altri studenti. 3 G. SALMON (2002), E-tivities. The Key to Active Online Learning

9 Esempio di modulo Ecco un esempio del modo in cui si potrebbe organizzare un modulo di affrontare un tema specifico. Timing e struttura Introdurre il tema con 3 sessioni asincrone on-line (tempo stimato di 1 ora ogni sessione), durante queste sessioni assicurarsi di presentare i contenuti, gli obiettivi e le attività del modulo. Accertarsi di sostenere gli studenti garantendo la piena comprensione di che cosa ci si aspetti di fare durante il modulo. Fornire gli studenti di tutte le risorse e del materiale che siano necessari a impegnarsi in un fruttuoso periodo di autoapprendimento. Offrire l'opportunità di avere una sessione ulteriore sincrona per discutere le idee degli studenti, il feedback e le impressioni e per rispondere alle domande È importante avere una chiara stima della quantità di tempo richiesta per ciascuna di tali attività così come della quantità di tempo necessaria al mentore per sostenere gli studenti. Obiettivi specifici Ogni tema all'interno di un modulo dovrebbe avere una serie esplicita di obiettivi specifici chiaramente presentata. Risorse Le risorse disponibili a sostegno del tema potrebbero includere: 1. I collegamenti alle biblioteche virtuali e alle altre risorse elettroniche, 2. Materiale istituzionale/aziendale, 3. Materiale basato sul testo: documenti Word, documenti PDF, presentazioni, 4. Animazioni multimedia/simulazioni, 5. Video. Il formato della risorsa dovrà sempre essere specificato. Lo studente deve sapere in anticipo se un documento sarà scaricato al suo computer o se sarà reindirizzato a un altro sito web. Deve inoltre essere avvertito sui limiti relativi alle dimensioni del documento, quando vuole p.e. scaricare del materiale video. Attività di valutazione Le attività di valutazione possono essere sia individuali sia di gruppo secondo la competenza o dell'abilità che si auspicano a sviluppare. Esse possono comprendere la valutazione delle discussioni (chat, forum), brevi quiz per l'autovalutazione e la valutazione degli strumenti di blog e di wiki che consentano la costruzione collaborativa di contenuti. Le attività Moodle che sarebbero messe in atto per supportare questo modello Nel Moodle standard si trovano 13 tipi diversi di attività utilizzabili: 1. Assegnazioni gli insegnanti valutano, commentano i documenti e le assegnazioni creati online e offline. 2. Chat - permette ai partecipanti di avere discussioni in tempo reale (sincrone) 3. Scelta - permette all'insegnante di porre una domanda e di specificare una scelta di risposte multiple 4. Base dei Dati - consente ai partecipanti di creare, gestire, ricercare un insieme di record 5. Feedback - per la creazione e la conduzione di indagini in modo da raccogliere il feedback 6. Forum - permette ai partecipanti di avere discussioni asincrone 7. Glossario - permette ai partecipanti di creare e gestire un elenco di definizioni, come un dizionario 8. Lezione - per la distribuzione di contenuti in modo flessibile 9. Quiz - permette al docente di progettare e di realizzare dei test che possono essere contrassegnati automaticamente e il feedback e/o le risposte corrette possono essere mostrati. 10. SCORM - consente ai pacchetti SCORM di essere inclusi come contenuto del corso 11. Indagine - aiuta gli insegnanti a raccogliere dati da parte degli studenti e a riflettere sul proprio modo di insegnare 12. Wiki - una raccolta di pagine web che chiunque possa aggiungere o modificare 13. Seminario (Workshop) - consente la valutazione tra colleghi

10 Tutoraggio in un CV dell ABSL Gli insegnanti lavorano direttamente con gli studenti e li supportano nei loro percorsi di apprendimento individuali. Non solo devono possedere adeguate cognizioni, ma anche l'esperienza e le abilità necessarie per operare con successo in un CV dell ABSL. Il ruolo va ben oltre la semplice verifica delle conoscenze e richiede del tempo e dell'attenzione, affinché l'insegnante riconosca i talenti, gli interessi, le debolezze e gli stili di apprendimento di ogni studente. Ecco quelli che riteniamo essere i vantaggi principali di tutoraggio ad alta qualità nell apprendimento basato sul lavoro, fornito attraverso un Campus Virtuale: offre esperienza educativa significativa ai principianti, nonché agli studenti di livello avanzato, riguarda lo sviluppo di conoscenze, abilità e attitudini, aiuta gli studenti ad impegnarsi nel contenuto del corso e facilita l'apprendimento, favorisce l'auto-organizzazione del processo educativo, nonché la motivazione, fornisce un feedback immediato sulle attività degli studenti, supporta lo studente ad acquisire non solo nuove abilità e competenze, ma supporta anche il loro sviluppo personale. La partecipazione del datore di lavoro Il datore di lavoro è un partner importante nell'absl. Il suo coinvolgimento potrebbe essere formale o informale a seconda del contesto specifico del CV dell ABSL. Le piccole e le grandi imprese hanno modi diversi di farsi coinvolgere nell ABSL. Le grandi imprese hanno a disposizione denaro e programmi speciali. Le piccole imprese possono essere costrette a lavorare in cooperazioni, affinché i costi siano condivisi dal gruppo. Le grandi imprese possono essere interessate ai risultati di apprendimento con obiettivi transnazionali, mentre le imprese piccole possono essere necessarie per rispondere alle esigenze locali in termini di ABSL. Lavorando con i datori di lavoro, consigliamo di prendere in considerazione quanto segue: Non esiste una chiara comprensione tra i datori di lavoro per quanto riguarda la definizione dell apprendimento basato sul lavoro; in questo modo bisognerebbe definire i termini prima di iniziare. la collaborazione sul posto di lavoro dovrebbe assumere la forma di un partenariato strategico tra l'istituto di istruzione superiore specifico e i datori di lavoro interessati; questo concerne accordi espliciti scritti, firmati in anticipo dall istituto di istruzione superiore e dal/i datore/i di lavoro. I datori di lavoro dovrebbero essere coinvolti attivamente nel definire le competenze da consegnare in un corso, nonché eventualmente nel processo di valutazione. Gli interventi devono essere presi per garantire il buy-in del datore di lavoro, ad esempio, per rendere il personale di grado superiore disponibile al supporto sul posto di lavoro. Accordo di apprendimento La messa in atto di un sistema di contratti di apprendimento può aumentare il successo di un campus virtuale per l apprendimento basato sul lavoro. Tale contratto dovrebbe essere firmato dall'impiegato, dal datore di lavoro e dal fornitore. Il contratto di apprendimento dovrebbe definire i compiti del programma e il modo in cui sono incorporati nei luoghi di lavoro, il calendario, i risultati dell'apprendimento, l'approccio di valutazione, le attività di supporto, i costi e la misura in cui si applica il monitoraggio congiunto. Il contratto di apprendimento può anche comprendere la definizione del tutoraggio e del coaching, fornita dal datore di lavoro. L'assistenza tecnica Un sostegno chiaro da quelli che forniscono la piattaforma per un Campus virtuale nell apprendimento basato sul lavoro è essenziale per il successo. Non solo è essenziale per gli studenti, ma anche per gli insegnanti coinvolti. Il supporto tecnico risponde a tutte le questioni riguardanti il funzionamento e le funzionalità del Campus Virtuale, mentre il supporto di studio affronta specifiche domande accademiche circa il contenuto del corso.

11 In relazione al supporto tecnico consigliamo quanto segue: Dall inizio gli studenti devono essere informati sui requisiti minimi tecnici e sui protocolli necessari per partecipare al corso. Il livello di autosufficienza tecnica degli studenti dovrebbe essere predefinito per rimuovere le barriere tecnologiche. L'assistenza tecnica deve essere disponibile per risolvere le problematiche legate al funzionamento quotidiano del corso e i tempi di risposta insieme alle aspettative devono essere pubblicamente conosciuti e verificabili. Esperti esterni Professionisti esterni nel settore possono essere inclusi nell ABSL in modi diversi. Questi possono variare in termini del livello di modalità, finalità e significato. Gli esperti possono fornire un feedback e valutare le prestazioni dello studente, oltre a offrire una comprensione nella pratica quotidiana. Possono presentare scenari di lavoro pertinenti e collegare il processo educativo con la realtà del luogo di lavoro. Di solito un esperto è una persona esterna al gruppo di consegna dei corsi e che ha delle esperienze pertinenti di lavoro, nonché buone abilità di comunicazione. È necessario assicurarsi di informare bene l'esperto sul livello di conoscenza previa degli studenti. L'esperto può partecipare in diversi modi, può partecipare a sessioni sincrone online, collaborare a una revisione qualitativa o condurre o partecipare ad un seminario. Quando ci sono degli esperti esterni, vi consigliamo di verificare: che la partecipazione dell'esperto sia rilevante per il contesto didattico che i vostri studenti siano informati della partecipazione prevista degli esperti e dello scopo di impiegare la quantità necessaria di tempo e fatica per la pianificazione pratica sulle date e sulle modalità dell' impegno di organizzare la partecipazione dell'esperto attentamente, collegandola a ciò che gli studenti hanno già imparato di fornire attività di follow-up per perfezionare l'impatto della partecipazione degli esperti che la partecipazione degli esperti complementi il lavoro degli insegnanti e docenti che gli studenti offrano i loro commenti sull'esperienza di apprendimento Aspetti tecnici del Campus Virtuale E-ViEW La piattaforma prototipica E-ViEW (PPE; E-View prototype platform - PEE) è una applicazione web del tipo Open Source, basata sul software Moodle 2.1 e in quanto tale è stata progettata per sostenere un quadro sociale costruzionista di istruzione. La piattaforma Moodle è stata adattata con una struttura fatta su misura e una interfaccia utente E-ViEW per l uso paneuropeo da parte degli istituti di istruzione superiore in diversi paesi. Caratteristiche e problemi La configurazione della piattaforma permette ai singoli stati di mantenere la propria area di corso, però per promuovere l'interazione paneuropea; l'accesso a tutte le aree di corso specifiche per i paesi è aperto a tutti gli utenti. Tale struttura organizzativa è stata ottenuta attraverso la manipolazione di metacorsi. In modo da promuovere l impollinazione incrociata di idee attraverso i paesi partecipanti, gli elementi e le risorse di ogni area di corso 'locale' possono essere pubblicati all'interno del corso 'Master' e anche nelle aree delle risorse ricercabili. Le

12 risorse sono filtrabili dall'istituto di istruzione superiore, dalle competenze manageriali o da entrambi. Un altro aspetto fondamentale della piattaforma E-ViEW è stato la necessità di gestire l'accesso alle istanze dello strumento wiki - il risultato desiderato è stato quello in cui un piccolo gruppo di partecipanti all'interno della coorte E-ViEW più ampia potesse esaminare e interagire con le individuali pagine wiki tra di loro. La sfida è stata quella di eseguire tale operazione senza compromettere la sensazione aperta della piattaforma. Questa è stata ottenuta attraverso la manipolazione dei gruppi. Questo significava che un gruppo potrebbe essere formato da, ad esempio, uno studente, il suo insegnante e il suo datore di lavoro, o tra un piccolo gruppo di studenti. Alcune di queste soluzioni tecniche e caratteristiche hanno lavorato bene durante la versione iniziale di E-ViEW, altre no e alcune avrebbero bisogno di un adeguamento o di un adattamento per rispondere alle esigenze individuali di un particolare gruppo paneuropeo o di un utilizzo più esteso. I risultati e le prescrizioni tecnici basati sull esperienza inizale di E-ViEW sono disponibili sul sito internet E-ViEW: Funzionalità chiave Pulsante di Big Blue (Big Blue Botton), un sistema integrato di piattaforma open source e di videoconferenze, nonché un'area di lavoro virtuale Messaggistica Live Chat Forum Area & Forum per Studenti (Student Area & Forum) Area & Forum per Insegnanti/Esperti (Tutor/Expert Area & Forum) Blog Accedere al Campus Virtuale E-ViEW L'attuale campus virtuale E-ViEW resterà on-line fino al I dati degli studenti della E-ViEW pilota sono stati rimossi dal sistema per garantire la privacy. La piattaforma è stata riconfigurata per la registrazione automatica. Per utilizzare la piattaforma, si può visitare e registrarsi per un conto utente E- ViEW, utilizzando il suo nome e indirizzo . Dopo ricevete un conto 'studente' e puoi sfogliare la piattaforma ed usare dei compiti di apprendimento, del corso pilota internazionale E-ViEW e degli strumenti di comunicazione interna della piattaforma. Questo E- ViEW esisterà come una piattaforma non supportata, però i documenti d orientamento e di sostegno sono forniti all'interno del campus virtuale. Creare un Campus Virtuale E-ViEW Il partenariato del progetto E-ViEW ha creato un pacchetto di installazione per il campus virtuale E- ViEW, disponibile sul sito web del progetto all'indirizzo Il pacchetto gratuito contiene un documento scaricabile che sia utilizzato per installare un 'modello di base' E-ViEW sul proprio server. Il pacchetto comprende una guida su come impostare un ambiente di apprendimento Moodle, le istruzioni su come scaricare, applicare e utilizzare il tema rigido E-ViEW con Moodle, nonché le raccomandazioni tecniche per l'utilizzo della piattaforma con più paesi, organizzazioni o gruppi.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti GIOVANNI CALABRESE Sito E-learning Istituto Tridente Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti Sommario 1. COS È MOODLE... 1 1.1 Requisiti necessari...1 1.2 Configurazione del browser...1 Impostazione

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TESI DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE DIGITALE AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Premessa: La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello

Dettagli

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Materiale pratico della durata di un ora circa Il nuovo ambiente di apprendimento rappresenterà un cambiamento pedagogico radicale o sarà soltanto

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online E-tutor: competenze per la formazione online Informazioni generali sul corso Inizio corso: 22/2/2010 Fine corso: 26/3/2010 Orientamento: 15/2/2010 Ore 9-13 presentazione del corso e workshop su Moodle

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

Autori. Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili sul nostro sito www.researchgame.eu

Autori. Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili sul nostro sito www.researchgame.eu Guida Metodologica Autori Questo materiale è stata pubblicato come prodotto del WP4 di Research Game. Il progetto editoriale è stato coordinato dall Università del Salento e rivisto dal gruppo di lavoro

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE Per capire come disegnare e organizzare un ambiente di interazione orientato alla collaborazione on line occorre prima di

Dettagli

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Seminario interprovinciale Siracusa - Ragusa Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Come migliorare le proposte progettuali Da un lavoro individuale ad un lavoro

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE

Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE LIN 01 LIN 02 LIN 03 LIN 04 General Skills Elementary English Course General Skills Pre Intermediate

Dettagli

Manuale Docenti per la piattaforma for EDIL learn

Manuale Docenti per la piattaforma for EDIL learn Manuale Docenti per la piattaforma for EDIL learn Indice generale Per iniziare...3 Impostare un Corso...5 Caricare le Risorse......5 Impostare le Attività......6 Gestire i Blocchi laterali...12 Il tuo

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

LEADERSHIP EDUCATIVA

LEADERSHIP EDUCATIVA LEADERSHIP EDUCATIVA Corso per Dirigenti Scolastici Programma realizzato in convenzione con Ufficio scolastico regionale per la Lombardia da dirigenti scolastici in collaborazione con la Fondazione IBM

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Sistema Sapere e Crescita Piano degli interventi 2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze per la formazione online Informazioni generali sul corso

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Cos è Moodle Moodle è un software per la gestione di corsi a distanza utilizzato a livello mondiale nelle Università, nelle

Dettagli

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning

Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning Approvate dal Senato Accademico nella seduta del 23/01/2013 1. Introduzione: modelli ISA e blended learning... 2 2. Linee guida... 3 2.1.

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE

Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE Giorgio Saio, Emanuele Roccatagliata, Roderic Molina G.I.S.I.G., Genova Sommario Il lavoro proposto presenta un caso concreto

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

E-learning Guida pratica all utilizzo

E-learning Guida pratica all utilizzo E-learning Guida pratica all utilizzo Riccardo Picen 2014-2015 Sommario Cos è MOODLE?... 2 Come collegarsi alla pagina dei servizi... 2 PIATTAFORMA E-LEARNING... 3 1. Effettuare la registrazione (valida

Dettagli

L inglese nel web 2.0. Corsi online all ITSOS Una didattica sostenibile

L inglese nel web 2.0. Corsi online all ITSOS Una didattica sostenibile L inglese nel web 2.0. Corsi online all ITSOS Una didattica sostenibile Claudia Casapollo ITSOS Marie Curie claudia.casapollo@tes.mi.it Il concetto di didattica sostenibile, in un primo momento, rischia

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

Il Caso Generali-Newcom Consulting è tratto, per gentile concessione della casa editrice Apogeo, dal libro Oltre l aula edito da Apogeo (ed. 2011).

Il Caso Generali-Newcom Consulting è tratto, per gentile concessione della casa editrice Apogeo, dal libro Oltre l aula edito da Apogeo (ed. 2011). Il Caso Generali-Newcom Consulting è tratto, per gentile concessione della casa editrice Apogeo, dal libro Oltre l aula edito da Apogeo (ed. 2011). http://www.apogeonline.com/libri/9788850329847/scheda

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Informativa sulla privacy

Informativa sulla privacy Informativa sulla privacy Kelly Services, Inc. e le sue affiliate ("Kelly Services" o "Kelly") rispettano la vostra privacy e riconoscono i vostri diritti relativi ai dati personali che acquisisce da voi,

Dettagli

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva DidActive Box Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva Laboratorio aperto Ogni classe, un laboratorio: questa prospettiva è possibile con DidActive Box, che unisce l ultima versione

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT)

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Presentazione del corso: CCNA Discovery 1: Networking for Home and Small Businesses Opportunità Internet sta cambiando la vita come noi

Dettagli

Allegato A. 1. Dati della scuola che presenta il progetto (scuola capofila) Istituto. Ic Nino Rota. Codice meccanografico. Rmic842002.

Allegato A. 1. Dati della scuola che presenta il progetto (scuola capofila) Istituto. Ic Nino Rota. Codice meccanografico. Rmic842002. SCHEDA PROGETTO Progetti per l integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Legge 440/97 Fondo per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa e per gli interventi perequativi. 1. Dati

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

L AMBIENTE DI APPRENDIMENTO MANUALE D USO PER I DOCENTI

L AMBIENTE DI APPRENDIMENTO MANUALE D USO PER I DOCENTI L AMBIENTE DI APPRENDIMENTO MANUALE D USO PER I DOCENTI Questo lavoro viene rilasciato con licenza Creative Commons Attribuzione, Non-Commerciale, Non-opere derivate http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/

Dettagli

L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di ECVET

L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di ECVET L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di Luogo Presentazione: Vicenza Autore: Data: giovedì 12 giugno 2014 ESCO PROCESSI INTEGRATI Europass NQS ECTS Sistema dei crediti HE EQF

Dettagli

Il Servizio DIR - Didattica in Rete. Facoltà di Lettere e Filosofia

Il Servizio DIR - Didattica in Rete. Facoltà di Lettere e Filosofia Il Servizio DIR - Didattica in Rete Facoltà di Lettere e Filosofia Simonetta Todi Laboratorio Informatico della Facoltà di Lettere e Filosofia Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

Dal corso elearning alla comunità di pratiche. Esperienze di formazione insegnanti con Moodle in progetti europei

Dal corso elearning alla comunità di pratiche. Esperienze di formazione insegnanti con Moodle in progetti europei Dal corso elearning alla comunità di pratiche. Esperienze di formazione insegnanti con Moodle in progetti europei Pierfranco Ravotto pierfranco.ravotto@gmail.com Ho incontrato Moodle nel 2005 all Expo

Dettagli

MASTER CLIL 2011 Università degli studi di Genova Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

MASTER CLIL 2011 Università degli studi di Genova Facoltà di Lingue e Letterature Straniere MASTER CLIL 2011 Università degli studi di Genova Facoltà di Lingue e Letterature Straniere FINALITA E DESTINATARI DEL CORSO. Il master in metodologia CLIL ha lo scopo di creare specifiche competenze nell

Dettagli

Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ. Versione 1.1

Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ. Versione 1.1 Manuale Operativo per l utilizzo della piattaforma E-Learning@AQ Versione 1.1 Autore Antonio Barbieri, antonio.barbieri@gmail.com Data inizio compilazione 11 maggio 2009 Data revisione 14 maggio 2009 Sommario

Dettagli

DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE

DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE Profilo - Competenze - Certificazioni Perché definire un profilo? Perché descriverne le competenze e certificarle?

Dettagli

Formazione in didattica L2 a migranti

Formazione in didattica L2 a migranti Formazione in didattica L2 a migranti Piattaforma e-learning nell ambito dell accordo di programma tra la Provincia di Cremona, i Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore e l Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

Mariella Proietta. Introduzione

Mariella Proietta. Introduzione Mariella Proietta maripro@yahoo.it Joomla per una scuola secondaria superiore: una piattaforma per integrare l insegnamento della lingua straniera e migliorare la professionalità docente Introduzione L

Dettagli

Avviso per la privacy di Johnson Controls

Avviso per la privacy di Johnson Controls Avviso per la privacy di Johnson Controls Johnson Controls, Inc. e le relative società affiliate (collettivamente, Johnson Controls, noi, ci o nostro) garantiscono la tutela della privacy e si impegnano

Dettagli

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety p1/21 Introduzione La piattaforma di e-learning è uno strumento didattico, con accesso ed utilizzo interamente web, che permette al docente in totale autonomia di pubblicare e rendere accessibile ai discenti

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

Assicurazione della qualità e accreditamento: implementazione a livello nazionale (AVA) dell approccio europeo (ESG)

Assicurazione della qualità e accreditamento: implementazione a livello nazionale (AVA) dell approccio europeo (ESG) SEMINARIO NAZIONALE Assicurazione della qualità e accreditamento: implementazione a livello nazionale (AVA) dell approccio europeo (ESG) Roma, Università di Roma Tre, 5-6 maggio 2015 L assicurazione interna

Dettagli

elearningforce SharePoint LMS

elearningforce SharePoint LMS elearningforce SharePoint LMS ElearningForce SharePoint LMS estende le funzionalità predefinite di Microsoft SharePoint per creare un ambiente dove insegnanti e studenti possono vivere una nuova esperienza

Dettagli

Il Sistema ECVET: gli elementi chiave

Il Sistema ECVET: gli elementi chiave Il Sistema ECVET: gli elementi chiave ECVET: key features Manuela Bonacci ISFOL Processi integrati Europass Qualità e Accreditamento ECTS ECVET EQF NQS Sistema dei crediti Validation Sistema Nazionale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE PROF. LUCCHI ENEA MATERIA DI INSEGNAMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE 1 A - 1 B - 1 C Competenze di base

Dettagli

Traccia per Focus Group

Traccia per Focus Group Traccia per Focus Group Introduzione per i docenti Gentili docenti, un ringraziamento anticipato, e non di circostanza, per la vostra collaborazione all'attività di approfondimento della sperimentazione.

Dettagli

ACTIVE AGEING LEARNING COMMUNITY 526384-LLP-1-2012-1-BG-GRUNDTVIG-GMP. With the support of the Lifelong Learning Programme of the European Union

ACTIVE AGEING LEARNING COMMUNITY 526384-LLP-1-2012-1-BG-GRUNDTVIG-GMP. With the support of the Lifelong Learning Programme of the European Union PROGRAMMA DI STUDIO Nuove Tecnologie di Comunicazione (ICT) per il Social Networking 2013 responsabilità sull uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute CONTENUTO 1. TARGET GROUP 3

Dettagli

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support Modular e-course with virtual coach tool support PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LEONARDO da VINCI Coordinato da FOR.COM CORSO PER PROFESSIONISTI DELL'ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE PROGETTO "COACH

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE Caro collega, grazie per la tua disponibilità. Compilando questo questionario, che richiederà solo 5 10 minuti, ci aiuterai a calibrare meglio la scelta

Dettagli

Modulo III. Funzioni e attività dell'assistente. per assistenti educativi

Modulo III. Funzioni e attività dell'assistente. per assistenti educativi Modulo III Funzioni e attività dell'assistente per assistenti educativi Modulo Curriculum Sommario Titolo del modulo Scopo Livello d ingresso preferibile Requisiti speciali Propositi generali Unità Risultati

Dettagli

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza A. Frascari, A. Pegoretti Anastasis, Bologna afrascari@anastasis.it Sommario EduCms è un servizio web accessibile per la produzione di unità didattiche

Dettagli

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity scolastica virtuale e molto di più. INinFO di Sabina Nuovo INFORMATICAinFORMAZIONE

Dettagli

Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle

Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle Apprendimento 2.0: fare e-learning con Moodle I vantaggi dell apprendimento on-line e gli strumenti per attuarlo Apprendere senza barriere ora è possibile E-learning: il futuro dell apprendimento Per e-learning

Dettagli

Il mio PNSD nel PTOF:

Il mio PNSD nel PTOF: Il mio PNSD nel PTOF: Racconto e illustrazione delle modalità che la nostra scuole propone per il recepimento delle azioni del PNSD nel Piano triennale dell offerta formativa FATTO 1) PIANO BANDA ULTRA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L'UNIVERSITÀ, L'A.F.A.M. E PER LA RICERCA Direzione Generale per l'università, lo studente e il diritto allo studio universitario Realizzare al meglio il nostro potenziale: Consolidare

Dettagli

Provider esclusivo in Puglia e Calabria di

Provider esclusivo in Puglia e Calabria di Provider esclusivo in Puglia e Calabria di Prof. Piera Schiavone 1 PER FORMARE I DOCENTI E PROGETTARE L INNOVAZIONE A SCUOLA Animatore digitale Formazione interna: stimolare la formazione interna alla

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA 7.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si basa su un campione del prodotto, precedentemente selezionato

Dettagli

Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su...

Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su... Se sei un insegnante o ti occupi comunque di formazione, probabilmente hai già sentito un sacco di chiacchiere su... la scuola del 21 secolo l e-learning e le comunità di apprendimento Ma quando le chiacchiere

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il sesto numero della newsletter LearnIT. In questo numero spiegheremmo lo sviluppo del i corsi LearnIT, la selezione dei

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti

Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Guida rapida all uso di Moodle per gli studenti Introduzione La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi on-line. Per chi accede come studente, essa

Dettagli

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL.

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL. Didattica assistita da Tecnologie I settimana La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

Guida dell utente all uso di

Guida dell utente all uso di Guida dell utente all uso di al Revisione Agosto 2011 Indice generale Obiettivi... 3 Introduzione... 3 Registrazione... 3 Iscrizione ad un corso... 9 Blocchi... 12 Risorse... 13 Attività... 14 Il tuo profilo...

Dettagli

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo Note legali Note legali Per consultare le note legali, vedete http://help.adobe.com/it_it/legalnotices/index.html. iii Sommario Memorizzazione.......................................................................................................

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

Apple Professional Learning Catalogo delle offerte

Apple Professional Learning Catalogo delle offerte Apple Professional Learning Catalogo delle offerte Ottieni il massimo dai tuoi prodotti Apple Apple è convinta che la tecnologia sia in grado di trasformare l insegnamento e l apprendimento. Noi mettiamo

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Open KIS- Servizi ad alta intensità di conoscenza

Open KIS- Servizi ad alta intensità di conoscenza Nell ambito del progetto Open Innovation, LIASES - Laboratorio di Informatica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali Giorgio Rota, centro di servizi informatici dell'università di Torino che svolge

Dettagli

Programmi aperti per coach

Programmi aperti per coach Studia con noi Programmi aperti per coach I nostri corsi 1) Introduzione al Coaching / EMCC Foundation Coaching Award 2) Certificato ILM livello 7 in Executive Coaching Perché studiare con noi? 1) Sviluppi

Dettagli

METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE

METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE 1. LEARNING BY DOING DEFINIZIONE: apprendimento attraverso il fare, attraverso l operare, attraverso le azioni. OBIETTIVI: Gli obiettivi di apprendimento si configurano

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli