ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE"

Transcript

1 ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE Al

2 Asset S.r.l. Aler Milano Iniziative e Sviluppo In liquidazione 2

3 Asset S.r.l. - Aler Milano Iniziative e Sviluppo in liquidazione Asset S.r.l. è società costituita da Aler nel 2005 in occasione della valorizzazione immobiliare e territoriale del patrimonio acquisito dall Enpam - Fondazione Ente Nazionale Previdenza ed Assistenza Medici ed Odontoiatri in Pieve Emanuele, di seguito specificato: complesso residenziale, via dei Pini 2 e 4 e via dei Tulipani. complesso direzionale, via dei Tulipani / Dei Gigli / Delle Rose. La mission di Asset S.r.l. era la realizzazione di servizi nel campo dell abitare al di fuori di interventi rientranti nell E.R.P.: costruzioni e ristrutturazioni, valorizzazioni immobiliari, pianificazione di interventi urbanistici e servizi integrati, oltre che l obiettivo di operare trasformazioni urbane che si fondino non solo sul concetto di interesse, ma soprattutto sul concetto di qualità: qualità dell abitare, urbanistica ed ambientale. 3

4 Asset S.r.l. - Aler Milano Iniziative e Sviluppo in liquidazione La società è stata posta in liquidazione il E previsto il deposito del progetto di fusione per incorporazione della Società in Aler Milano entro il Nel contempo sono in corso attività finalizzate alla cessione di quote del patrimonio immobiliare di proprietà di Asset per consentire il rientro, almeno parziale, dall esposizione finanziaria. Il patrimonio che non sarà valorizzato prima della fusione, sarà oggetto di incorporazione in Aler. E stata, inoltre, già attuata la riduzione dei costi della governance con la nomina del liquidatore e l istituzione del Sindaco unico al posto del Collegio Sindacale. 4

5 Asset S.r.l. in liquidazione Informazioni generali e Organi Data costituzione Autorizzazione Regione Lombardia D.G.R. n VIII/ del Partecipazione Aler 100% Capitale sociale ,00 i.v. Perdita d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 Onere complessivo sul bilancio di Aler ,00 5 Liquidatore Trattamento economico annuo Dr. Beniamino Lo Presti ,00 Sindaco Unico Dr. Franco Borrini Trattamento economico annuo ,00

6 C.S.I. S.r.l. COMPAGNIA SERVIZI INTEGRATI S.r.l. In liquidazione 6

7 C.S.I. S.r.l. - COMPAGNIA SERVIZI INTEGRATI S.r.l. - In liquidazione C.S.I. S.r.l. è una società costituita da Aler per la gestione e manutenzione della centrale termica di proprietà Aler in Comune di Rozzano. La sua attività era stata estesa nel 2007 alla gestione della centrale termica e della rete di teleriscaldamento del q.re Comasina, per poi assumere, con decorrenza le funzioni riferite alle politiche energetiche su tutto il patrimonio impiantistico aziendale, ad eccezione della gestione dei rapporti contrattuali per l allacciamento di alcuni impianti Aler alle reti di teleriscaldamento della città di Milano di proprietà di A2A Calore e Servizi Spa e della centrale termica Aler in Rozzano alla rete di teleriscaldamento comunale gestita da AMA Rozzano, nonché delle centrali termiche di proprietà del Comune di Milano. Con Delibera del 15/9/2014 la Società è stata posta in liquidazione. Il la società ha cessato definitivamente l attività lavorativa e le relative attività sono state ricondotte all interno di Aler. Nel contempo sono stati interrotti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato con i dipendenti. E stata, inoltre, già attuata la riduzione dei costi della governance con la nomina del liquidatore nella persona del Direttore Generale di Aler, che ha assunto l incarico senza riconoscimento di alcun compenso, e con l istituzione del Sindaco unico al posto del Collegio Sindacale. 7

8 C.S.I. S.r.l. in liquidazione Informazioni generali e Organi Data costituzione Partecipazione Aler 100% Capitale sociale ,00 i.v. Utile d esercizio ,00 Utile d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 Onere complessivo sul bilancio di Aler ,00 8 Commissario Liquidatore Trattamento economico annuo Dr.ssa Lorella SOSSI 0 Sindaco Unico Dr.ssa Paola GARLASCHELLI Trattamento economico annuo ,00

9 9 VIVERE INSIEME S.r.l.

10 VIVERE INSIEME S.r.l. 10 Vivere Insieme S.r.l. è una società partecipata da Aler, nata dalla fusione delle Società Vivere Insieme Residenza Quarenghi S.r.l. e Vivere Insieme Residenza Baroni S.r.l., costituite il , realizzatrici di due Residenze Sociali per Anziani in Milano - q.re Gallaratese - via Quarenghi e q.re Gratosoglio - via Baroni. Aler ha partecipato a tali società attraverso il conferimento, nel 2002, delle aree su cui sorgono le suddette strutture. Nei patti parasociali è stato consolidato il principio secondo il quale Aler non avrebbe partecipato ai costi di realizzazione delle strutture, anche qualora gli stessi avessero superato i budget di spesa originariamente previsti. Aler ha aderito a tale società allo scopo di ampliare e differenziare la propria attività in settori innovativi rispetto a quelli consolidati, in modo da fornire risposte adeguate alla domanda di servizi socio-abitativi degli anziani della città, rilevando attinenza ai propri compiti istituzionali, oltre che per l interesse a valorizzare due aree di proprietà, site in zone che il P.R.G. destinava a servizi pubblici a livello comunale.

11 VIVERE INSIEME S.r.l. - mission Vivere Insieme S.r.l. ha attualmente la proprietà e la gestione delle suddette due R.S.A., attive dal 2008, autorizzate al funzionamento dall Asl Città di Milano e accreditate da Regione Lombardia. Tali strutture comprendono: R.S.A. via Quarenghi: 120 posti letto per anziani Nucleo Alzheimer 20 posti letto Centro Diurno Integrato 30 posti letto 11 R.S.A. via Baroni: 100 posti letto per anziani Nucleo Alzheimer 20 posti letto Centro Diurno Integrato 40 posti letto

12 VIVERE INSIEME S.r.l. il futuro Per Vivere Insieme S.r.l., partecipata da Aler al 35%, sono state attivate le procedure per la cessione delle quote. La decisione è stata influenzata dall impossibilità, nell attuale momento di crisi finanziaria, di effettuare nuovi investimenti finalizzati alla manutenzione straordinaria delle R.S.A. realizzate ovvero allo sviluppo di nuove importanti iniziative, come richiesto dal socio di maggioranza. A tal fine è stata acquisita la perizia del valore attuale della quota detenuta da Aler nella società ed è stato pubblicato il il primo bando pubblico per la cessione della quota Aler, andato deserto. Il nuovo bando, che prevede in sede di seconda gara una riduzione al prezzo di cessione originariamente fissato, è stato pubblicato il

13 VIVERE INSIEME S.r.l. Informazioni generali Data costituzione (per fusione) Scadenza società Partecipazione Aler 35% Partecipazione Coopselios Società Cooperativa 65% Capitale sociale ,00 i.v. Perdita d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 Onere complessivo sul bilancio di Aler

14 VIVERE INSIEME S.r.l. - Consiglio di Amministrazione e Sindaco Unico Consiglio di Amministrazione Dr.ssa Lorella Sossi Dr. Francesco Vivacqua Dr. Giovanni Buratin Presidente Designaz.Aler Amm. Delegato Consigliere Sindaco Unico Dott.ssa Paola Garlaschelli Trattamento economico del Presidente di designazione Aler 0 14

15 PIEVE ENERGIA S.r.l. In liquidazione 15

16 PIEVE ENERGIA S.r.l. in liquidazione L esigenza di costituire Pieve Energia S.r.l. era sorta nell ambito dell Accordo di Programma per lo sviluppo dell iniziativa immobiliare di Pieve Emanuele, con l obiettivo della realizzazione della rete di teleriscaldamento degli immobili da realizzare. Il Comune di Pieve Emanuele aveva peraltro proposto di estendere l ambito allo sviluppo di una rete di teleriscaldamento a livello cittadino. Con Delibera del la Società è stata posta in liquidazione. In data è stato depositato il bilancio finale di liquidazione ed il la società ha presentato richiesta di cancellazione dal registro delle Imprese Utile d esercizio ,00 Perdita d esercizio ,00 16 Onere complessivo sul bilancio di Aler

17 17 INARCHECK S.p.A.

18 INARCHECK S.p.A. Aler ha acquisito nel 2004 una partecipazione azionaria della società, già costituita nel 2002, al fine di potersi avvalere della stessa per la verifica e la validazione dei propri progetti, ai sensi dell art. 112 del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., non disponendo di un sistema interno di controllo di qualità certificato per tale attività. La partecipazione è stata autorizzata da Regione Lombardia con D.G.R. N. VII/18090 del La mission di Inarcheck S.p.A. è la verifica e la validazione dei progetti dei propri clienti al fine di promuovere la qualità delle opere di ingegneria e di architettura, con l obiettivo di creare le condizioni per una piena soddisfazione degli utenti finali, attraverso l eliminazioni di errori e omissioni che rendono i progetti inadeguati a rispondere alle esigenze per le quali sono stati concepiti; la riduzione dei rischi di varianti in corso d opera; il controllo dei tempi e dei costi di realizzazione, gestione e manutenzione degli edifici; la minimizzazione dei costi di assicurazione per responsabilità civile del progettista e per polizze indennitarie decennali dei costruttori. E in corso il tentativo di offrire la quota di partecipazione di Aler nella Società, pari allo 0,033% in opzione agli altri soci. 18

19 INARCHECK S.p.A. I soci I soci di Inarcheck S.p.A. sono: - ALER - Banca Popolare di Sondrio - Groma Srl - Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Profess.ti - DEI Tipografia del Genio Civile - Smallpart S.p.A. - Gruppo Unipol - Inarcassa 19

20 INARCHECK S.p.A. Informazioni generali Data costituzione Autorizzazione Regione Lombardia con D.G.R. n VII/18090 del Scadenza società Quota di partecipazione Aler 0,033% Perdita d esercizio 2012 Perdita d esercizio , ,00 Perdita/Utile d esercizio ,00 Onere complessivo sul bilancio di Aler Non ci sono rappresentanti Aler nel Consiglio di Amministrazione e nel Collegio Sindacale 20

ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE

ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE ALER MILANO LE SOCIETA CONTROLLATE LE SOCIETA PARTECIPATE Al 31.12.2016 1 Asset S.r.l. Aler Milano Iniziative e Sviluppo In liquidazione 2 Asset S.r.l. - Aler Milano Iniziative e Sviluppo in liquidazione

Dettagli

La Certificazione dei Valutatori Immobiliari, secondo Inarcheck. La certificazione base (VIMCA) La certificazione avanzata (VIPRO)

La Certificazione dei Valutatori Immobiliari, secondo Inarcheck. La certificazione base (VIMCA) La certificazione avanzata (VIPRO) Con il Patrocinio di: Consiglio Nazionale Geometri Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti (CIPAG) La Certificazione dei Valutatori Immobiliari, secondo Inarcheck

Dettagli

La certificazione dei Valutatori Immobiliari secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012

La certificazione dei Valutatori Immobiliari secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 La certificazione dei Valutatori Immobiliari secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 Perché la certificazione? Essere un Valutatore Immobiliare Certificato significa possedere formazione scolastica

Dettagli

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di carattere informatico, per poter rilevare i fatti aziendali e quindi

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. Cernusco sul Naviglio

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. Cernusco sul Naviglio Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano 74 Cernusco sul Naviglio Cernusco sul Naviglio Cernusco sul Naviglio 75 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della

Dettagli

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012 PATTO PER LA CASA Azioni realizzate e prospettive di sviluppo Giugno 2012 OBIETTIVI Rilanciare l impegno pubblico attraverso una progettualita innovativa qualificata e sostenibile per rispondere concretamente

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. La Certificazione Energetica in Lombardia. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. La Certificazione Energetica in Lombardia. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti La Certificazione Energetica in Lombardia Novembre 2011 Cos è l ACE L Attestato di Certificazione Energetica (ACE) è un documento che attesta la prestazione

Dettagli

MILANO NOTAI PER UN APPROCCIO INTERNAZIONALE AL BUSINESS VIA MANZONI, 14 - MILANO

MILANO NOTAI PER UN APPROCCIO INTERNAZIONALE AL BUSINESS VIA MANZONI, 14 - MILANO MILANO NOTAI PER UN APPROCCIO INTERNAZIONALE AL BUSINESS VIA MANZONI, 14 - MILANO MILANO NOTAI Dal cuore della finanza italiana, Milano Notai propone un approccio internazionale al business. Giovannella

Dettagli

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 RISERVATO E CONFIDENZIALE L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 Fondazione Housing Sociale nasce per rispondere a un bisogno La Fondazione Housing Sociale ( FHS o la Fondazione

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

WWW.FHS.IT. Milano, 20 marzo 2015

WWW.FHS.IT. Milano, 20 marzo 2015 WWW.FHS.IT Milano, 20 marzo 2015 Fondazione Housing Sociale nasce per rispondere a un bisogno La Fondazione è un soggetto privato, no-profit, e opera per finalità di interesse pubblico e sociale. La Fondazione

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELL ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELL ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELL ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI Premessa Questo Regolamento, nell ambito dell autonomia gestionale,

Dettagli

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA SOMMARIO Premesse:... 2 I fattori di contesto... 2 Gli immobili facenti parte del patrimonio

Dettagli

Articolo 1 (Finalità) Articolo 2 (Obiettivi generali di Cassa Depositi e Prestiti) Articolo 3 (Tutela del risparmio postale)

Articolo 1 (Finalità) Articolo 2 (Obiettivi generali di Cassa Depositi e Prestiti) Articolo 3 (Tutela del risparmio postale) PRINCIPI PER LA TUTELA DEL RISPARMIO E PER LA SOCIALIZZAZIONE DI CASSA DEPOSITI E PRESTITI, AL FINE DI REALIZZARE UN MODELLO PUBBLICO E SOCIALE DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALL'ECONOMIA E ALLA SOCIETA' Articolo

Dettagli

Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI

Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI Unità Organizzativa Casa Struttura Programmi per l edilizia residenziale pubblica Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI Ancitel Lombardia- Risorse Comuni Milano,

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA. Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente

LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA. Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente Legge 1986022 Pagina 1 di 5 LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 4-07-1986 REGIONE LOMBARDIA Promozione dei programmi integrati di recupero del patrimonio edilizio esistente Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI CASTEL ROZZONE Provincia di Bergamo ALLEGATO ENERGETICO AL Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiliare n. 3 in data 12.04.2012 PREMESSA L Unione Europea, individuando

Dettagli

Studio in via Romanino 16 25122 Brescia Tel.030.375828 Fax 030.3758279

Studio in via Romanino 16 25122 Brescia Tel.030.375828 Fax 030.3758279 PRESENTAZIONE DELLO STUDIO VOLLONO & ASSOCIATI Lo Studio Vollono & Associati, dottori commercialisti e revisori contabili, è stato fondato nel 1980 dal titolare Dottore Francesco Vollono affiancato poi

Dettagli

Provincia- Revisione della disciplina delle funzioni

Provincia- Revisione della disciplina delle funzioni Provincia- Revisione della disciplina delle funzioni L art. 1, comma 86, della l. n. 56/2014 ha elencato le funzioni fondamentali delle Province non comprendendo tra queste il servizio idrico integrato;

Dettagli

Comune di Monserrato Provincia di Cagliari Settore Urbanistica ed Edilizia Privata

Comune di Monserrato Provincia di Cagliari Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Monserrato Provincia di Cagliari Settore Urbanistica ed Edilizia Privata DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE N 61 DEL 10.12.2009 OGGETTO: Proroga contratti di collaborazione coordinata e continuativa

Dettagli

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Il comma 611

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA PROTOCOLLO D INTESA PER FAVORIRE E PROMUOVERE L'UTILIZZO DELLO STRUMENTO CONCORSUALE NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO INNOVATIVO DI RIGENERAZIONE E AMMODERNAMENTO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

SEMINARIO Sistemi di gestione e modelli organizzativi per l Edilizia Residenziale Pubblica: Il valore aggiunto del Sistema Integrato

SEMINARIO Sistemi di gestione e modelli organizzativi per l Edilizia Residenziale Pubblica: Il valore aggiunto del Sistema Integrato SEMINARIO Sistemi di gestione e modelli organizzativi per l Edilizia Residenziale Pubblica: Il valore aggiunto del Sistema Integrato Firenze, 22 Febbraio 2008 Massimo Maraziti presentiamoci Process Factory

Dettagli

Previdenza Complementare

Previdenza Complementare Previdenza Complementare I GEOMETRI SONO PRONTI CONVEGNO LUOGO, GIORNO MESE ANNO GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA MILANO, 11 MAGGIO 2012 PROBLEM SETTING Perché è importante disporre in vecchiaia di

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE BI

AZIENDA SANITARIA LOCALE BI Via Marconi n. 23 BIELLA IL COMMISSARIO Dr.ssa Carla Peona (nominata con D.G.R. n. 52-1359 del 29 Dicembre 2010) L anno duemilaundici, il giorno 30 del mese di Marzo in Biella, presso la sede legale dell

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 40 4 marzo 2015

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 40 4 marzo 2015 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 40 4 marzo 2015 Oggetto : Approvazione delle linee di indirizzo contenute nella proposta di Piano di Azione per il

Dettagli

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando GUIDA ALLA PRESENTAZIONE 1) Come presentare un progetto al di fuori dei bandi della Fondazione? Per presentare un progetto che non rientra nei bandi della Fondazione Cariplo è necessario: a) compilare

Dettagli

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA <<

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA << * * * * * FORUM * * * * * >> INGEGNERIA

Dettagli

Piano nazionale di edilizia abitativa

Piano nazionale di edilizia abitativa ALLEGATO Piano nazionale di edilizia abitativa Art. 1 (Linee d intervento) 1. Il piano è articolato in sei linee di intervento, di seguito indicate: a) costituzione di un sistema integrato nazionale e

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

Fusione per incorporazione Poste Energia S.p.A in Europa Gestioni Immobiliari

Fusione per incorporazione Poste Energia S.p.A in Europa Gestioni Immobiliari Fusione per incorporazione Poste Energia S.p.A in Europa Gestioni Immobiliari Procedura ex art. 47 Legge 48/90 Presentazione alle Organizzazioni Sindacali 9 ottobre 05 Europa Gestioni Immobiliari S.p.A.

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA Problem Setting Perché è importante disporre in vecchiaia di un assegno pensionistico adeguato? Come garantire nel tempo agli iscritti un dignitoso

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI Settore Tecnico Ambientale - Urbanistica - Lavori Pubblici Proposta DT1AULP-256-2015 del 08/10/2015 DETERMINAZIONE N. 923 DEL 14/10/2015 OGGETTO: Affidamento incarico

Dettagli

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010 Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale Torino, 4 Febbraio 2010 Premessa Nel febbraio 2009 Cassa Depositi e Presiti Spa (CDP), ACRI ed ABI hanno costituito CDP Investimenti Sgr S.p.A. (CDPI

Dettagli

Relazione DGR VIII-8745. ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008

Relazione DGR VIII-8745. ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008 ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008 Determinazioni in merito alle disposizioni per l'efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici in vigore

Dettagli

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Settore: Dimensione: infrastrutture di vario tipo incluse quelle impiantistiche e immobiliari.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012. Comune di Parma F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE RESIDENZIALI

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012. Comune di Parma F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE RESIDENZIALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: Centro di Costo: 65000 - SETTORE WELFARE E FAMIGLIA F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE

Dettagli

Fondi Complementari FondoSanità

Fondi Complementari FondoSanità Salviamo la pensione ENPAM: istruzioni per l'uso Fondi Complementari FondoSanità Dott. Ugo Tamborini Segretario Provinciale SNAMI-Milano La previdenza in Italia Il sistema previdenziale italiano si basa

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 757 Data: 06-10-2011

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 757 Data: 06-10-2011 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 757-2011 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 757 Data: 06-10-2011 SETTORE : LAVORI PUBBLICI E

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 29 Reg. Verbali COMUNE DI CASTELLO DELL ACQUA PROVINCIA DI SONDRIO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL'IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA - ATTO DI INDIRIZZO

Dettagli

Walter Di Munzio. Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania

Walter Di Munzio. Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania Walter Di Munzio Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania ACCREDITAMENTO /1 L accreditamento istituzionale ha l obiettivo di regolamentare l ingresso nel mercato sanitario dei soggetti

Dettagli

DIREZIONE PARTECIPATE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-172.0.0.-9

DIREZIONE PARTECIPATE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-172.0.0.-9 DIREZIONE PARTECIPATE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-172.0.0.-9 L'anno 2015 il giorno 05 del mese di Giugno il sottoscritto Bocca Lidia in qualita' di dirigente di Direzione Partecipate, ha adottato

Dettagli

IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI. Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011. ODG: Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011 Pag. 1

IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI. Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011. ODG: Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011 Pag. 1 IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011 ODG: Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011 Pag. 1 Seduta n. 39 del 16 febbraio 2011 Ore 10.15 Presiede il Presidente: Assiste il Segretario: Roberto

Dettagli

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit Relatore: Nicola Fobia Responsabile Amministrazione, Pianificazione e Controllo Roma, 26-27-28 maggio

Dettagli

Imprese innovative Walter Rotondaro Walter Rotondaro dottore commercialista

Imprese innovative Walter Rotondaro Walter Rotondaro dottore commercialista Imprese innovative A cura di: Walter Rotondaro Dottore Commercialista Politecnico di Torino 23 novembre 2012 Quadro normativo DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179 Articoli 25-32 in vigore dal 20 ottobre

Dettagli

IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE

IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE Case History: Fondazione Ferrario Vanzago(MI) Castellanza, 10 maggio 2012 A cura di Giuliano Argia L ESPERIENZA DELLA FONDAZIONE FERRARIO

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati

A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati Modificata con L.R. 15 dicembre 1995, n. 57 Modifiche alle leggi

Dettagli

LO STUDIO. Lo Studio conta su 15 collaboratori che operano nelle sedi di Novara, Milano e Fagnano Olona, in provincia di Varese.

LO STUDIO. Lo Studio conta su 15 collaboratori che operano nelle sedi di Novara, Milano e Fagnano Olona, in provincia di Varese. LO STUDIO Ballarè Sponghini e Associati - Studio Commercialisti e Consulenti Tributari, opera nei principali settori dell economia aziendale e del diritto, trattando tutti i temi propri della vita delle

Dettagli

I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale

I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale Raffaele Tomba Ponzano Veneto, 20 maggio 2011 Agenzia sanitaria e sociale regionale Area innovazione sociale 1 Fasi

Dettagli

UNA COOPERATIVA CHE INVESTE NEL PROPRIO FUTURO

UNA COOPERATIVA CHE INVESTE NEL PROPRIO FUTURO IL PIANO STRATEGICO/INDUSTRIALE 2012-2014 UNA COOPERATIVA CHE INVESTE NEL PROPRIO FUTURO L elaborazione del primo Piano Strategico/Industriale di Tecnicoop si inserisce in un progetto complessivo di rinnovamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA. COMPLESSA GESTIONE TECNICA ART. 2 STRUTTURA DELLA S.C. GESTIONE TECNICA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA. COMPLESSA GESTIONE TECNICA ART. 2 STRUTTURA DELLA S.C. GESTIONE TECNICA Azienda Sanitaria Locale n. 4 - Chiavarese Via G.B. Ghio 9-16043 CHIAVARI C.F. e P.IVA 01038700991 UNITA OPERATIVA GESTIONE TECNICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA. COMPLESSA GESTIONE TECNICA

Dettagli

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro 1 CAPITALE E PATRIMONIO 1.1 Il capitale sociale: nozione e caratteri 1.2 Funzione del capitale sociale 1.3 Capitale e patrimonio: classificazioni 1.4 Il nuovo concetto di capitale alla luce delle esperienze

Dettagli

EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO

EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO 1 CONFERENZA STAMPA DIPRESENTAZIONE DEL PROGETTO BIOCASA 2012: INNOVAZIONE, SOSTENIBILITÀ, EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA EFFICIENZA E QUALITÀ ENERGETICA: I DATI DEL PATRIMONIO EDILIZIO CERTIFICATO

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

BANCA SISTEMA S.P.A. 3. Soggetti aderenti al Patto, strumenti finanziari e numero dei diritti di voto conferiti al Patto

BANCA SISTEMA S.P.A. 3. Soggetti aderenti al Patto, strumenti finanziari e numero dei diritti di voto conferiti al Patto Estratto dei patti parasociali comunicati alla Consob e pubblicati ai sensi dell articolo 122 del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58. Informazioni essenziali previste dall articolo 130 del Regolamento Consob

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

PROGETTO VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE

PROGETTO VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE PROGETTO VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE 1 Dott. Giancarlo Penco Assessorato al Bilancio del Comune di Milano Parma, 6 maggio 2005 Il Patrimonio Immobiliare degli Enti Locali LO SCENARIO segue

Dettagli

16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422. Regione Lazio

16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422. Regione Lazio 16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422 Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. Premessa Ai sensi dell art. 93, comma 7 bis del D.Lgs. 163/2006, l Università

Dettagli

www.studio-pessina.com

www.studio-pessina.com Stefania Pessina, architetto e interior designer, sviluppa il progetto con una sensibilità femminile che la porta a pianificare lo spazio, sia esso abitativo, di lavoro o d altro genere, attraverso il

Dettagli

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma Marco Causi Facoltà di Economia Federico Caffè Università degli Studi Roma Tre L argomento della

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro Contratti di Quartiere II - Milano 44 Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro 45 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della Progettazione Partecipata

Dettagli

1) Accreditamento dei servizi socio sanitari

1) Accreditamento dei servizi socio sanitari Allegato 17 Linee di indirizzo per i servizi socio-sanitari e di riabilitazione afferenti alla competenza della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale 1) Accreditamento dei servizi socio sanitari

Dettagli

AEDIFICA CASA.COM LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE

AEDIFICA CASA.COM LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE LINEA AEDIFICA I PRODOTTI DI CREDITO FONDIARIO EDILIZIO PER LE IMPRESE FINANZIAMENTI ALL EDILIZIA COSTRUTTORE esigenze finanziarie per la realizzazione dell intera opera (cantiere) Mutuo originario COMPRATORE

Dettagli

Ordinanza n. 114 del 3 Ottobre 2013

Ordinanza n. 114 del 3 Ottobre 2013 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 2, DEL D.L. N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 122/2012 Ordinanza n. 114 del 3 Ottobre 2013 Approvazione disposizioni

Dettagli

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY WEALTH MANAGEMENT ADVISORY Lo Studio Legale Scala, fondato nel 1999 dall Avv. Antonio Scala, fornisce servizi di assistenza legale in ambito giudiziale e stragiudiziale in materia bancaria, finanziaria,

Dettagli

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI

PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UN MODELLO MANAGERIALE PER LA GESTIONE DEL FENOMENO DEI BENI CONFISCATI Secondo i dati dell ANBSC (Agenzia Nazionale per l Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati

Dettagli

8 ottobre 2010 Sicurezza Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

8 ottobre 2010 Sicurezza Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Chiarimenti 8 ottobre 2010 Sicurezza Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) nel Decreto Legislativo 81/2008, e sue successive modifiche ed

Dettagli

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Nel 2011 ad iniziativa di Fondazione Tercas e Fondazione CARISAP è stato istituito il Fondo Housing Sociale (HS) Italia Centrale,

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO AREA DI COORDINAMENTO RETI DI GOVERNANCE DEL SISTEMA REGIONALE E INGEGNERIA DEI SISTEMI INFORMATIVI E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore

Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore Roma, 08 Luglio 2015 Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore Il ruolo di RSE nella ricerca Ricerca sul Sistema Energetico RSE SpA svolge attività di ricerca applicata

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.)

PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.) PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.) Il Consiglio di amministrazione della Banca di Credito di Impruneta società cooperativa, con sede in Impruneta (FI) e il Consiglio di amministrazione del Credito

Dettagli

Housing sociale come strumento di rigenerazione urbana Comune di Brescia 10 luglio 2014

Housing sociale come strumento di rigenerazione urbana Comune di Brescia 10 luglio 2014 Housing sociale come strumento di rigenerazione urbana Comune di Brescia 10 luglio 2014 FHS, dal Progetto alla Fondazione La Fondazione Housing Sociale è nata per sviluppare il Progetto Housing Sociale,

Dettagli

Sono le persone a fare la differenza.

Sono le persone a fare la differenza. Sono le persone a fare la differenza. Gianantonio Dalle Carbonare STUDIO INTEGRATO DI CONSULENZA. CON LA TUA AZIENDA, PER LA TUA AZIENDA. Studio Integrato di Consulenza fornisce all azienda l aiuto di

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SONDALO E LE SOCIETÀ ASCONFIDI LOMBARDIA e ARTGIANFIDI LOMBARDIA

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SONDALO E LE SOCIETÀ ASCONFIDI LOMBARDIA e ARTGIANFIDI LOMBARDIA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SONDALO E LE SOCIETÀ ASCONFIDI LOMBARDIA e ARTGIANFIDI LOMBARDIA CRITERI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO ABBATTIMENTO INTERESSI A FAVORE DI AZIENDE DEL COMMERCIO, DI

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE 22 settembre 2014 Premesso: che l Amministrazione comunale di

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 01/08/2005 GC N. 277 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONTRATTO DI QUARTIERE II -

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 140

LEGGE REGIONALE N. 140 VII LEGISLATURA ATTI: 011117 LEGGE REGIONALE N. 140 NORME PER IL RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI E PER LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI INQUINANTI E CLIMALTERANTI Approvata nella seduta del 15 dicembre

Dettagli

Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.)

Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Allegato A) Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Art. 1 Oggetto del Regolamento Le presenti disposizioni regolamentano le modalità di applicazione dell Imposta Municipale

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI RIPARTIZIONE SERVIZI SOCIALI-PUBBLICA ISTRUZIONE-TURISMO SPORT E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI NISCEMI RIPARTIZIONE SERVIZI SOCIALI-PUBBLICA ISTRUZIONE-TURISMO SPORT E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI NISCEMI RIPARTIZIONE SERVIZI SOCIALI-PUBBLICA ISTRUZIONE-TURISMO SPORT E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE BENEFICIARI SERVIZIO ASSEGNO CIVICO IN FAVORE DI CITTADINI E/O FAMIGLIE CHE

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA 1 CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA Area Urbanistica - Edilizia Privata - Patrimonio - Edilizia Residenziale Pubblica MODULO C.I.L.A. In duplice copia COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA

Dettagli

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06)

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Nuovo ambito di applicazione Certificazione energetica Controllo e manutenzione degli impianti termici Verifiche del

Dettagli

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VALDISOTTO E LE SOCIETÀ ASCONFIDI LOMBARDIA e ARTIGIANFIDI LOMBARDIA, CRITERI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO ABBATTIMENTO INTERESSI A FAVORE DI AZIENDE DEL COMMERCIO,

Dettagli

FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE

FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE Entro il 30 aprile verrà convocata l Assemblea ordinaria del nostro Fondo Pensione che dovrà anche eleggere i componenti della Commissione Amministratrice e del Collegio Sindacale

Dettagli

Servizio Edilizia Pubblica

Servizio Edilizia Pubblica Servizio Edilizia Pubblica SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALL ARTICOLO 1, COMMA 1, LETT. B) ED E) DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL D.P.C.M.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI L AGENZIA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE La gestione di servizi attinenti al soddisfacimento delle esigenze abitative delle famiglie rappresenta una tra le iniziative più innovative

Dettagli

CASTELLO SGR S.p.A. approva il Rendiconto sulla gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo "Valore Immobiliare Globale"

CASTELLO SGR S.p.A. approva il Rendiconto sulla gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo Valore Immobiliare Globale CASTELLO SGR S.p.A. approva il Rendiconto sulla gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo "Valore Immobiliare Globale" Milano, 24 febbraio 2015 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato in

Dettagli

Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili

Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili Documentazione 1 da produrre per l istruttoria di affidamento ai sensi della Circolare 1273 del 22 luglio 2008 e s.m.i. Domanda di prestito (Mod. EP001/prestito

Dettagli

FAMIGLIE AL CENTRO: Dott. Paola Mosa Roma 24 maggio 2013

FAMIGLIE AL CENTRO: Dott. Paola Mosa Roma 24 maggio 2013 FAMIGLIE AL CENTRO: funzioni di ascolto, orientamento e accompagnamento sociale delle famiglie all interno dei gruppi associati dei Medici di Medicina Generale Dott. Paola Mosa Roma 24 maggio 2013 Il contesto

Dettagli