PECOS4SMEs D2.1 Country Report ITALY

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PECOS4SMEs D2.1 Country Report ITALY"

Transcript

1 PECOS4SMEs D2.1 Country Report ITALY Work Package 2 Version /04/2013 Project PECOS4SMEs Author(s) EM Elisa Gazzara; Gianluca Coppola Reviewer(s) This project has been funded with support from the European Commission. This document reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

2 Circulation List Person Name Gianluca Coppola Christos Anthis Onno Hansen Kenny Payne Robert Sanders Małgorzata Mikłosz Dimitris Diamantis Organization Name Eurocrea Merchant CrystalClearSoft OHENNENNOH BV OAKE Associates European Business & Innovation Centre Network (EBN) DANMAR COMPUTERS FAVINOM Consultancies Revision History Version Date Author Description Action Pages 0.1 Creation of the document C (*) Action: C = Creation, I = Insert, U = Update, R = Replace, D = Delete Referenced Documents ID Reference Title LLP-2012-GR-Leonardo-LMP PECOS4SMEs Proposal LLP-2012-GR-Leonardo-LMP Evaluation Comments Applicable Documents ID Reference Title 1 FAVINOM Consultancies QMS Quality Management Procedures D2.1 Country Reports Page: 2 of 51

3 Executive Summary This document forms the Country Report for the Implementation of the PECOS4SMEs Project (henceforth, Project ). Southern Europe SMEs lack the needed knowledge to take advantage of the e-commerce potential resulting in Southern Europe lagging within the e-business area. PECOS4SMEs will develop a training programme concentrated on the provision of suitable knowledge and tools, which the SMEs can use to increase cross border e-commerce revenue. This includes changing sales and marketing strategies and new types of organisation and knowledge about e- Commerce technologies in a future world dominated by pervasive Internet. The promotion of useful e-commerce strategies for SMEs includes transfer of knowledge and practices from top performing countries in e-commerce to lagers thus bridging the cross border sales gap between Northern and Southern Europe and helping the economic recovery of the hard hit South. As a consequence of the introduction of new technologies and concepts facilitating cross border e-commerce, (e.g. effective link building, search engine user attitudes etc.), SMEs will make their businesses more profitable and improve their ICT and methodological competence for interactive and collaborative learning. The project is co-funded by the Education and Culture DG under the Lifelong Learning Programme, Leonardo Multilateral projects. The present document contains information and conclusions regarding the state of play of SME e-commerce culture per participating country. D2.1 Country Reports Page: 3 of 51

4 Document Glossary Term Description SME PPC IT Small Medium Enterprises Pay per click Information Technology D2.1 Country Reports Page: 4 of 51

5 TABLE OF CONTENTS PECOS4SMES D2.1 COUNTRY REPORT ITALY INTRODUCTION PURPOSE OF THE COUNTRY REPORT SCOPE OF THE PROJECT PROJECT OBJECTIVES STUDY METHODOLOGY SELECTION CRITERIA COUNTRY REPORT: ITALY CONSUMERS e-commerce Awareness Cross-border purchases SMES... ERROR! BOOKMARK NOT DEFINED SMEs e-commerce Awareness SELLING OUT OF DOMESTIC BORDERS SELLING OUT OF DOMESTIC BORDERS THROUGH E-COMMERCE GENERAL CONCLUSIONS... ERROR! BOOKMARK NOT DEFINED E-Commerce obstacles and SMEs e-commerce related worries e-commerce assistance GENERAL CONCLUSIONS PROVISION OF E-COMMERCE RELATED TRAINING IN: [ITALY] ONLINE RESOURCES OTHER RESOURCES (E.G. INFO DAYS, PUBLICATIONS, SEMINARS) BEST PRACTICES IN CROSS BORDER E-COMMERCE TRAINING IN: ITALY COUNTRY REPORT FOR [ITALY] ANNEX 1 PECOS4SMES CONSUMERS QUESTIONNAIRE CHARTS Q1: CONSUMERS Q2. DO YOU SHOP ONLINE ON FOREIGN WEBSHOPS? Q3. IF THE ANSWER TO PREVIOUS QUESTION IS "NO", THEN PLEASE CHOOSE THE REASON(S): Q4. IF THE ANSWER TO Q1 IS "NO", WOULD YOU BE MORE OPEN TO CROSS-BORDER PURCHASES IF [THE SAME RULES WOULD APPLY IN THE EUROPEAN UNION, NO MATTER WHETHER IT IS IN [YOUR COUNTRY] OR ABROAD?] IN SUCH TRANSACTIONS UNIFORM EUROPEAN RULES WOULD APPLY IRRESPECTIVE OF WHERE THE SELLER/PROVIDER IS ESTABLISHED Q5. DO YOU UNDERSTAND WHAT IS MEANT BY THE TERM 128/ 256 BIT ENCRYPTION D2.1 Country Reports Page: 5 of 51

6 Q6. IF YOU ANSWERED YES TO THE PREVIOUS QUESTION, WHICH ENCRYPTION METHOD DO YOU CONSIDER TO BE THE SAFEST? Q7. DO YOU KNOW WHERE TO GET INFORMATION AND ADVICE ABOUT CROSS-BORDER SHOPPING IN THE EUROPEAN UNION? Q8. FROM WHICH OF THE FOLLOWING EU COUNTRIES HAVE YOU MADE ONLINE PURCHASES IN THE LAST 3 YEARS: Q9. WHICH OF THE FOLLOWING FEATURES DO YOU CONSIDER IMPORTANT WHEN SHOPPING ONLINE <0: NOT IMPORTANT - 5: VERY IMPORTANT>: Q10. WHEN COMMUNICATING WITH A CROSS-BORDER VENDOR, WHICH MEANS OF COMMUNICATION ARE IMPORTANT TO YOU? <0: NOT IMPORTANT - 5: VERY IMPORTANT>: Q11. WHICH WEBSITE ELEMENTS ARE IMPORTANT TO YOU WHEN SHOPPING GAT A CROSS-BORDER VENDOR? <0: NOT IMPORTANT - 5: VERY IMPORTANT>: Q12. IF VARIETY OF PAYMENT METHODS IS A CRITERIUM FOR YOU TO SHOP ONLINE FROM A CROSS-BORDER VENDOR, THEN WHICH PAYMENT METHOD(S) ARE YOU LOOKING FOR: Q13. WOULD YOU SHOP FROM A CROSS-BORDER E-COMMERCE SITE THAT DID NOT FULLY MEET YOUR CRITERIA IF THE PRICES WERE LOWER? ANNEX 2 PECOS4SMES VENDORS QUESTIONNAIRE CHARTS Q1: VENDORS Q2. WHICH OF THESE INDUSTRIES BEST DESCRIBES YOUR BUSINESS ACTIVITIES? Q3. DO YOU SELL PRODUCTS TO FOREIGN CLIENTS? Q4. DO YOU SELL SERVICES TO FOREIGN CLIENTS? Q5. WHAT CONCERNS DO YOU HAVE WHEN IT COMES TO CROSS BORDER SALES? Q7. DO YOU SELL ONLINE AT ALL? Q8. FROM WHICH OF THE FOLLOWING EU COUNTRIES HAVE YOU TRADED WITHIN THE PAST 3 YEARS? Q9. WHAT PERCENTAGE OF YOUR SALES DO YOU CONSIDER DOMESTIC SALES AND EXPORT SALES? Q10. WHAT LEVEL OF E-COMMERCE DO YOU OPERATE? Q11. IS THE E-COMMERCE SYSTEM YOU USE DONE IN HOUSE OR OUTSOURCED? Q12. INDICATE HOW CONFIDENT YOU ARE WHEN YOU GET YOUR SERVICES/PRODUCTS TO THE WEB THROUGH: Q13. WHICH OF THE FOLLOWING E-COMMERCE CONCEPTS ARE YOU FAMILIAR WITH? Q14. DO YOU KNOW HOW TO MAKE YOUR ONLINE OFFERINGS INTERACT WITH SEO AND/OR PPC? Q15. ARE YOU FAMILIAR WITH THE USE OF COOKIES FOR PERSONALISATION? Q16. ARE YOU CURRENTLY USING ANY METRICS OR PERFORMANCE INDICATORS TO MEASURE YOUR SALES PERFORMANCE? Q17. PLEASE INDICATE HOW CONFIDENT YOU ARE WITH YOUR UNDERSTANDING OF THE FOLLOWING Q18. DO YOU HAVE POLICIES ON SALES OR RETURNS? Q19. WHAT ARE THE BARRIERS TO YOU IN EXPANDING YOUR E-COMMERCE PROVISION? Q20. WHERE DO YOU SOURCE EXPORT/SALES INFORMATION? Q21. IS LANGUAGE A BARRIER TO CROSS BORDER E-COMMERCE? D2.1 Country Reports Page: 6 of 51

7 Q22. FROM WHICH OF THE FOLLOWING EU COUNTRIES HAVE YOU PURCHASED PRODUCTS/SERVICES DURING THE PAST 3 YEARS? Q23. WHICH OF THE FOLLOWING FEATURES DO YOU CONSIDER IMPORTANT WHEN SELLING YOUR PRODUCTS/SERVICES ONLINE? Q24. WHEN COMMUNICATING WITH A CROSS-BORDER PURCHASER, WHICH MEANS OF COMMUNICATION ARE IMPORTANT TO YOU? Q25. WHAT ELEMENTS OF WEBSITE DESIGN DO YOU CONSIDER IMPORTANT? Q26. HAVE YOU USED ANY AUGMENTED REALITY APPLICATIONS SUCH AS WIKITUDE.ME? Q27. IF THE ANSWER TO PREVIOUS QUESTIONS WAS YES, THEN HAS IT BEEN USEFUL? Q28. DO YOU AGREE THAT THE FOLLOWING MAKE UP A SUCCESSFUL E-COMMERCE VALUE PROPOSITION ENCOURAGING THE CUSTOMER TO BUY FROM YOU? Q29. WHICH OF THE FOLLOWING KEY FACTORS DO YOU CONSIDER MORE IMPORTANT IN SELECTING A PACKAGE FOR FACILITATING AN E-COMMERCE SYSTEM? Q30. DO YOU FEEL CONFIDENT IN YOUR UNDERSTANDING OF THE DIFFERENT FACTORS THAT AFFECT YOUR SITE S SPEED, CAPACITY AND SCALABILITY? Q31. CONSIDERING ALL YOUR RESPONSES WHAT INFORMATION/ASSISTANCE WOULD BEST SUIT YOUR BUSINESS TO BE MORE E-COMMERCE PROACTIVE DOMESTICALLY? Q32. CONSIDERING ALL YOUR RESPONSES WHAT INFORMATION/ASSISTANCE WOULD BEST SUIT YOUR BUSINESS TO BE MORE E-COMMERCE PROACTIVE CROSS BORDER (EXPORT)? Q33. IF THIS PROJECT COULD DESIGN A COURSE OR PROVIDE YOU WITH MORE INFORMATION TO ENHANCE YOUR KNOWLEDGE/SKILLS IN E-COMMERCE WOULD YOU BE INTERESTED? Q34. HOW MANY HOURS WOULD YOU BE PREPARED TO DEVOTE TO LEARNING? Q35. WOULD YOU BE INTERESTED IN THE RESULTS OF THIS PROJECT? D2.1 Country Reports Page: 7 of 51

8 1. Introduction 1.1. Purpose of the Country Report The current deliverable concerns the elaboration, following the appropriate focus groups/interviews and desk research in each participating country, of 7 Country reports depicting the current situation in the partner countries with regards to the e- Commerce culture of SMEs, particularly in relation to cross border sales, and the provision of cross border e-commerce related training. The reports will identify and analyse all relative training that could be of use to SMEs for increasing cross border e- Commerce. For this purpose, a set of criteria for an e-commerce course to be SME oriented will be defined and a comparison matrix will be created to be used as a common tool for the assessment of all the courses. The outcome of the analysis work for the elaboration of the country reports will also lead to the identification of best practices with respect to cross border e-commerce training and a listing with the most important website features and e-commerce strategies facilitating cross border e-commerce sales Scope of the project PECOS4SMEs will develop an innovative training system bringing new types of organisation and knowledge about e-commerce technologies and trends and concentrated on transforming Internet trends into applicable tools for SMEs to change sales and marketing strategies. The approach to training SMEs is based on their situation (sector, financial capability, educational background, geographical location, existing infrastructure, etc.). After completion of the training, SMEs are expected to be able to engage foreign consumers by successfully implementing e-commerce strategies designed specifically for them Project Objectives The specific purpose of the proposed project is the development of e-commerce oriented material delivered through a training system targeting solely SMEs and the deriving needs (e.g. websites friendlier to the foreign consumer, order tracking process, clear dispatch and return policies, etc.) with respect to effective use of the Internet as a sales channel. This includes changing sales and marketing strategies and new types of organisation and knowledge about e-commerce technologies in a future world dominated by pervasive Internet. PECOS4SMEs, in particular, aims to support European SMEs to: Raise awareness and interest about cross border e-commerce. Learn more about the risks associated with online payments. Learn more about the uses of the Internet as a revenue channel. Analyse the knowledge development in the SME and see the strategic perspectives of this knowledge in the context of the business strategy. Integrate e-commerce in business planning and innovation strategies. Get the strategies written down, so they are not just ideas, but an active choice, which can be communicated and understood by SMEs. Get the strategies incorporated in practical procedures that can be constantly updated. Be aware of the European cross-border trade legislation and provisions of consumer rights. D2.1 Country Reports Page: 8 of 51

9 An additional goal is to make it easier and less costly for businesses, particularly small and medium-sized enterprises (SMEs), to do business abroad and to enable consumers to reap the full benefit of the Single Market. This goal is aligned with the Europe 2020 strategy launched on 3 March 2010 (IP/10/225) and with which the Commission is currently tackling bottlenecks in the Single Market to drive economic recovery. D2.1 Country Reports Page: 9 of 51

10 2. Study Methodology The study methodology is depicted in the figure below: Figure 1: Study Methodology The current deliverable belongs to the National Phase (T2.1 National Phase: Country report on e-commerce state of play) on the methodology which comprises in total 3 distinct deliverables: - D2.1 7 Country Reports - D2.2 - A vocabulary list and a list including words and phrases commonly used in e- Commerce - D2.3 - On-line database of existing e-commerce related training courses and resources (e.g. for example web site usability and accessibility, search engine marketing/search engine optimisation training, etc.) D2.1 Country Reports Page: 10 of 51

11 The first step in the process is the identification and population of the project repository. The collection of information combines different methodologies to collect information, materials and data for WP2 deliverables: 1. Data-mining: gathering, selecting and treating information to transform it into knowledge. 2. Questionnaires or standardized forms as they are quantifiable. 3. In-depth focus groups with key actors to obtain contextualized information that allows a correct interpretation of quantifiable data. In this way the methodological approach on which PECOs4SMEs is based combines selfchecking and self-evaluation templates at several levels in a self-learning system on a technological platform, allowing users to choose different materials depending on their assessment and needs. During this analysis phase, at the end of both phases (national and transnational) a number of appropriate levels of e-commerce awareness will be identified. These levels will be used by the e-commerce Genie to classify the SME when generating the report highlighting the weak points of its current approach to e-commerce. Then, the elaborated strategy will focus on helping the SME propagate to the next level instead of just aiming to rush the SME at the highest level. This would be very problematic for SMEs that rank at the lowest level of e- Commerce awareness and need to do a lot of work to achieve the highest level. This can be very demanding and turn away the SME from trying to improve its e-commerce awareness situation. However, a phased approach can be more motivating for an SME especially since it will be possible for the SME to select the actions to implement in each phase in order to improve its e-commerce strategy. The e-commerce Genie will not only offer a personalised strategy for improving e-commerce approach, but it will also allow the SME to select which actions to perform and at what sequence. The actions will be divided into categories such as the ones below: Simple actions that can be implemented immediately without requiring an investment; Simple actions that can be implemented immediately, but require an investment; Actions that have prerequisites (other actions need to be implemented first), but require no investment; Actions that have prerequisites and require an investment Selection Criteria The selection criteria for populating the repository are derived from the combined set of requirements for the elaboration of each of the reports of the two phases. In the context of D2.1 Country Reports Page: 11 of 51

12 the current deliverable, the repository will be populated based on the requirements for the elaboration of the country reports. The depth of the country reports has been predefined by the analysis work for the elaboration of the two questionnaires supporting the needs identification phase. For the elaboration of the questionnaires the partners concluded with regards to the important issues to be investigated in the participants countries with regards to cross- border e-commerce and SMEs. Hence, in the next sub-section we present the TOC for the common structure of the country reports which is driven by the questions of the two questionnaires. The most important part of the present document are the conclusions which should depict the state of play and serve as the AS IS situation which will define the TO BE situation to be achieved after the implementation of the e-commerce strategies by the participating SMEs. D2.1 Country Reports Page: 12 of 51

13 3. Report nazionale: Italia 3.1. Consumatori Demografia dei consumatori: la maggior parte di loro appartiene alla fascia d età (la media è di 35 anni) e quasi tutti sono residenti in Italia Conoscenza dell e-commerce In generale si denota una certa consapevolezza relativamente alle opportunità offerte dall e-commerce. Anche chi dichiara di non aver mai acquistato online, afferma che le cause non sono da imputare a barriere linguistiche o alla mancanza di competenze informatiche. Semplicemente preferiscono effettuare I loro acquisti nei negozi fisici o nei mercati. Relativamente alla comprensione di concetti basilari del commercio online, i consumatori sembrano scarsamente preparati e desiderosi di apprendere maggiori elementi. Un esempio su tutti, il fatto che solo la metà di coloro che hanno risposto è in grado di reperire informazioni sulle politiche europee di vendita online. Anche aspetti tecnici, quale la sicurezza nelle transazioni, hanno poca possibilità di essere compresi fra gli utenti (i due terzi non sa cosa si intenda con crittografia a 128 o 256 bit) Acquisti oltre confine Frequenza di acquisto con l e-commerce: l e-commerce in Italia ha ancora un ampio potenziale di espansione. Ciononostante, gli italiani si sentono ancora molto scettici o poco familiari con esso, in quanto metà delle risposte riporta una frequenza di uso sporadica (almeno una volta all anno). Il 4% ha una frequenza di acquisto più alta: una o più volte alla settimana. Le maggiori preoccupazioni: c è ancora una buona fetta di italiani (il 19% del campione) che non acquista online perché vuole vedere e toccare il prodotto prima di acquistarlo o perché teme di essere vittima di frodi. Anche tra gli acquirenti online, una delle questioni più ricorrenti è la sicurezza nelle transazioni e la necessità di una maggiore chiarezza nelle politiche di ritorno della merce. Prezzi e offerte promozionali sono aspetti che non interessano tanto quanto i primi menzionati. Mentre per alcune tipologie di prodotto la presenza fisica sul luogo di acquisto è più rilevante che per altre, è pur vero che una buona parte di chi non acquista online sarebbe portata a farlo se le garanzie di sicurezza nelle transazioni fossero maggiori. Da quali Paesi di preferisce acquistare: L Italia è il primo mercato per gli italiani che acquistano online (il 90% ha dato tale risposta). Anche il Regno Unito attira molti acquirenti (57%). Il 30% degli intervistati acquista dal Belgio. IT, lingue straniere e Internet: La lingua, le mancanza di competenze nell IT, la connessione ad una rete Internet e la privacy sembrano aspetti che preoccupano davvero pochissimo gli acquirenti dell online. È questa l impressione che si ricava dai consumatori intervistati sulle ragioni dell eventuale non acquisto. Come già indicato, D2.1 Country Reports Page: 13 of 51

14 infatti, semmai i problemi riguardano la difficoltà di acquistare alcuni prodotti non vedendoli/provandoli prima o il timore che si incorra in episodi di raggiro. Glia spetti grafici: è abbastanza interessante rilevare che gli acquirenti non pongono molta attenzione agli aspetti di grafica del sito come l aspetto di professionalità, elementi di comunicazione (newsletter, chat) soprattutto laddove questi siano messi a confronto con elementi considerati ben più importanti come la sicurezza e l affidabilità nelle transazioni. Strumenti di contatto preferiti: le rimangono lo strumento di contatto più usato e questo probabilmente perché è tracciabile e comodo, in quanto dà agli acquirenti la possibilità di scrivere/contattare il venditore a prescindere dal luogo e dall orario di invio. In questa prospettiva, si può anche spiegare la preferenza per l uso delle carte di credito: nessuna restrizione geografica, nessuna (quasi) restrizione economica, velocità e sicurezza nella transazione Le PMI La demografia dei venditori: quasi il 40% dei partecipanti al sondaggio appartiene alla fascia d età e vive in Italia. La presenza di genere è equilibrata. I settori più rappresentati nel sondaggio sono quello dell accoglienza turistica (22%) e del commercio all ingrosso/al dettaglio (27%) La conoscenza delle potenzialità dell e-commerce La vendita fuori dai confini nazionali I prodotti: dai numeri rilevati dall indagine condotta, un gran numero di transazioni commerciali avviene all interno del territorio nazionale: circa il 40% dei venditori non ha mai venduto dei prodotti all estero. Nessuno di loro, tuttavia, lo fa con una frequenza che superi o sia uguale a una alla settimana. In generale, si può dire che i prodotti hanno una buona possibilità di essere venduti all estero, in quanto dai dati rilevati circa il 50% di questi è venduto almeno una volta all anno o al mese. I servizi: prendendo in considerazione il mercato dei servizi, invece, i valori di vendita riscontrati sono molto più bassi. Più del 70% dei venditori non ha mai venduto servizi a clienti stranieri. Il 20% li vende almeno una volta al mese o una volta all anno. Questo potrebbe forse essere dovuto alla difficoltà associata alla consegna di un servizio, che necessita di livelli di organizzazione, diffusione e logistica molto più complessi della spedizione di un prodotto. Secondo i venditori, commercializzare prodotti all estero implica una serie di difficoltà da superare. La principale, sempre secondo il sondaggio, riguarda il fatto che vendere prodotti a distanza non permette la costruzione di un forte rapporto fiduciario tra venditori e acquirenti. Come avevamo visto per il sondaggio fra i consumatori, il fatto di poter avere un contatto commercial diretto è molto importante. Un altro elemento di difficoltà che riguarda il commercio oltreconfine è che potrebbe capitare che questo indebolisca la reputazione aziendale e del brand o, ancora peggio, crearne una versione distorta o errata. Anche il costo amministrativo legato al D2.1 Country Reports Page: 14 of 51

15 pagamento con le carte di credito è considerato un ostacolo alla diffusione della vendita oltreconfine. Questo è forse dovuto al fatto che esso si aggiunge al prezzo del bene ed è un costo aggiuntivo non da tutti visto come giustificabile. Secondo il 70% dei venditori coinvolti, anche le difficoltà legate alla consegna del prodotto limitano la vendita oltre confine. Le competenze informatiche occupano il quarto posto nella lista delle difficoltà riscontrabili nel commercio online. Vengono riconosciute come una criticità nell accesso e si considererebbe interessante aumentare le loro conoscenze di queste fra i proprietari/dipendenti di PMI. Tutti gli aspetti suggeriti nel questionario meriterebbero, secondo gli intervistati, un approfondimento. Vendita fuori dai confini nazionali attraverso l e-commerce Interrogati sui comportamenti specifici della vendita online, il 76% dei commercianti afferma di non aver mai venduto beni o servizi all estero attraverso internet. Ciò significa che un numero davvero significativo di PMI non fa alcun utilizzo delle opportunità offerte dall e-commerce, ma che piuttosto vende all estero in maniera non continuativa e dietro la stipula di accordi personali/bilaterali. Quasi tutte le PMI hanno sviluppato rapporti commerciali sul suolo italiano negli ultimi tre anni. Gli altri Stati rappresentano un mercato che varia dal 30 al 50%. Per ciò che riguarda i Paesi dai quali si acquista la merce, ancora il 100% spetta al territorio nazionale mentre altri Paesi come il Regno Unito e la Polonia rappresentano una fetta rispettivamente del 46% e del 26%. Ancora l export pesa per poca misura nel fatturato delle PMI e questo può essere in parte dovuto alla scarsa presenza nel mercato online. I due aspetti sembrano evolvere in parallelo: sviluppare il potenziale e il fatturato delle PMI significa anche lanciarsi nel mercato online. L implementazione dell e-commerce è ancora a livelli bassi: sistemi di armonizzazione sono presenti solo in poche realtà. Molto spesso ci troviamo davanti a imprese che tendono a sviluppare un sistema di fornitura e logistico basato su rapporto diretti e bilaterali fra venditore e compratore. Molto di frequente è un terzista a gestire tutto l aspetto di e-commerce di un azienda. Solo il 40% delle PMI lo considera un asset aziendale da sviluppare al proprio interno e questo spiega la difficoltà nel proporre un elevato grado di professionalità. Relativamente alla conoscenza di strumenti e tecniche di vendita online, ci si affida troppo spesso alla semplice presentazione del prodotto. Più ci si addentra in tecniche raffinate di vendita, minore è il livello di consapevolezza riscontrato fra le PMI (ad esempio sulla capacità di integrazione di vari canali di comunicazione). Anche sulla conoscenza di concetti relative all e-commerce, si scopre che il più semplice è anche il quasi solo conosciuto, e cioè la creazione di pagine web. Con percentuali molto più basse, si registra la conoscenza di termini quali modelli di e- commerce e usabilità dei siti. Strumenti di grande importanza quale data mapping, suggerimenti per gli acquisti personalizzati e open software non sono noti a nessuno degli intervistati. D2.1 Country Reports Page: 15 of 51

16 Andando ancora più nello specifico, strumenti e strategie di IT atte ad aumentare il potenziale di vendita hanno scarsissimo riscontro: Wikitude.me, Cookie per la personalizzazione, misurazione della performance, capacità, scalabilità dei siti web. L attrattività dei siti internet, un concetto più profondo che va oltre che la semplice costruzione di un sito, è un aspetto che trova le PMI italiane abbastanza impreparate: alcune di esse non hanno assolutamente idea di come rendere il loro sito più capace di muovere all acquisto. Un aspetto da valutare positivamente è che quasi tutte le PMI hanno una politica di ritorno merce applicata al loro interno. Questo garantisce al consumatore di potersi fidare del comportamento della PMI, o comunque di avere i motivi per farlo. È chiaro che un atteggiamento di trasparenza facilita l espansione dell e-commerce, avvicinandolo sempre più al mercato fisico dove queste regole vigono. e telefono rappresentano ancora i canali di contatto più importanti per comunicare con i consumatori. Skype, che è associate alla sfera Internet, ottiene un riscontro di utilizzo più basso. Arrivando al tema degli aspetti grafici di un sito considerati imprescindibili per chi volesse vendere i propri prodotti/servizi, al primo posto troviamo l aspetto professionale evocato dal sito stesso. Tale caratteristica, secondo le PMI che hanno preso parte all indagine, è da attribuire alla scelta del layout della pagina web e alla pubblicazione di certificati di sicurezza. Questi aspetti lavorano insieme nel produrre nell acquirente quella sensazione di affidabilità e sicurezza che facilitano l instaurarsi del rapporto fiduciario e del conseguente processo di acquisto. I venditori ritengono che le offerte su Internet diventino davvero vantaggiose nel momento in cui esse aiutano il consumatore a risparmiare sia in termini di costi ma anche in termini di tempo. Per questo il concetto di time-saving diventa cardinale nell e-commerce. Un altro aspetto molto importante, anche se non tanto quanto il primo, è l opportunità di avere un servizio/prodotto personalizzato e tagliato sulle specifiche esigenze. I venditori sono talmente certi del fatto che la comodità, la velocità e la convenienza siano le prime esigenze che un sito e-commerce debba essere in grado di soddisfare, che tra i primi elementi da tenere in considerazione nel concepire un sito indicano la funzionalità/praticità dello stesso. Da quest analisi deduciamo che le PMI hanno ancora una visione molto semplificata dell e-commerce: data per scontata la praticità di un sito, ancora non hanno sviluppato un idea più raffinata di marketing on line, considerando il web anche un luogo dove la reputazione, l esperienza di consumo, la personalizzazione e altri concetti potrebbero svilupparsi, oltre che la semplice vendita. Conclusioni generali Le PMI tendono ancora molto a sottostimare il potenziale dell e-commerce per quanto riguarda il mercato domestico. Questo appare evidente dalla bassa percentuale di fatturato attribuito alle vendite online. Le cifre scivolano ancora più verso il basso quando si vanno a vedere i numeri per ciò che riguarda il commercio extra nazionale. D2.1 Country Reports Page: 16 of 51

17 Questo avviene a prescindere dall età dei venditori (abbiamo visto che il campione si trova per lo più nella fascia anni, dando dunque per scontata una certa familiarità con Internet). Nessuna delle PMI oggetto di indagine affida all online più del 75% del suo fatturato. Inoltre, ancora metà delle PMI ci dice che non esiste al suo interno un sistema integrato in grado di processare la richiesta e l invio: l e il rapporto uno a uno dominano ancora il meccanismo. Questa impostazione, abbastanza dispendiosa in termini di tempo, rispecchia l intero approccio delle PMI all online: poco strutturato e non integrato in una strategia più ampia. La scarsità di competenze e la mancanza di fiducia nel sistema non permette agli imprenditori di cimentarsi in un nuovo livello di competizione con i paesi stranieri Gli ostacoli nell e-commerce Ostacoli all espansione online: le PMI, interrogate sugli ostacoli nell espansione dell online attribuiscono gran parte della colpa all incertezza economica. La mancanza di competenze specifiche indebolisce la presenza delle PMI nel commercio online (circa il 60% delle PMI ha scelto questa opzione ma è abbastanza interessante confrontarla con i dati precedente che testimoniano che nessuna delle PMI in realtà conosce elementi specifici del marketing online, quali ad esempio datamapping, wikitude.me etc.). Anche le restrizioni finanziarie sono da considerare come ostacoli, secondo le PMI (il 60% del campione circa). La specificità di un prodotto è anch essa considerata una barriera nella sua vendita tramite internet, ma in misura inferiore alle altre. La lingua è considerate un elemento critico dal 20% delle PMI, il 40% invece ritiene che lo sia ma solo in casi specifici. La parte restante (40%) non la considera in assoluto una problematica. Possiamo quindi vedere quanto la situazione sia estremamente frammentata e come, in ogni caso, ancora le differenze linguistiche e culturali siano spesse ancora vissute come un fattore di difficoltà, anziché una risorsa per la diversificazione dei canali commerciali Le preoccupazioni riferite all e-commerce Le preoccupazioni maggiori delle PMI riferite all e-commerce riguardano principalmente il rischio di essere vittima di episodi di frodi e di dover affrontare problematiche relative alla consegna/distribuzione di beni e servizi. Considerano quindi la sicurezza nelle transazioni e invii sicuri come le priorità da considerare nell affacciarsi sul mercato del commercio online. Questo è un aspetto molto importante da prendere in considerazione perché emerge con chiarezza un approccio ancora difensivo, quasi diffidente, riguardo l e-commerce. Le preoccupazioni pesano più dei potenziali benefici che la tecnologia potrebbe apportare L assistenza alle PMI sull e-commerce Dalle risposte fornite è evidente che le PMI in generale non si affidano per l assistenza nell affacciarsi su nuovi mercati con l e-commerce né a enti pubblici né a organismi di consulenza all investimento. Le realtà pubbliche o governative risultano o impreparate D2.1 Country Reports Page: 17 of 51

18 o sono percepite come troppo distanti nel poter fare fronte a dubbi e problemi delle aziende derivanti dall avvio di una strategia online. Il web e i contatti informali sono ancora i canali principali dai quali reperire informazioni. Certamente queste modalità accelerano i processi di acquisizione di informazioni ma d altro canto non garantiscono un alto livello di professionalità, di certezza dei dati e delle informazioni ottenute. Inoltre non agevolano la creazione di un network di contatti in quanto ciascuno agisce per suo proprio conto, senza creare sinergie. Internet e i rapporti informali sono certamente risorse importantissime per chi si voglia avvicinare all e-commerce, ma un livello di affidamento così alto fa pensare che l approccio non sia pianificato e professionale come dovrebbe. Le risposte ci confermano che i bisogni delle PMI certamente si potrebbero tradurre in un maggiore bisogno di formazione su come avviarsi al commercio online, sia a livello nazionale che internazionale. L alta percentuale di soggetti che si dicono potenzialmente interessati (86%) dimostra che la diffusione di maggiori informazioni su come pianificare una strategia di e-commerce sarebbe molto apprezzata. Formazione su market intelligence, supporto economico e creazione di un rapporto di fiducia cliente/venditore sono altri aspetti sui quali le PMI apprezzerebbero maggiori indicazioni. Più dei due terzi delle PMI coinvolte vorrebbero essere tenute aggiornate sull esistenza di un progetto in grado di fornire una formazione per potenziare le competenze di e-commerce. Il 26% è invece indeciso. Il 50% non sa esattamente quante ore sarebbero adatte/sufficienti a seguire tale training, ma solo l 8% ne dedicherebbe più di 40. Quasi tutti i partecipanti all indagine vorrebbe essere tenuto al corrente dei risultati della ricerca. Conclusioni generali Le PMI non sempre sembrano in grado di sviluppare una realistica e sincera auto analisi riferita ai loro limiti (di competenza, di capacità, etc.) e troppo spesso la loro debole presenza online è attribuita a fattori esterni (l incertezza economica, le scarse risorse finanziarie) più che interni. In realtà, infatti, fattori la cui esistenza è innegabile limiti economici e crisi commerciale diffusa dovrebbero essere fattori che stimolano la ricerca di nuovi mercati con investimenti relativamente limitati, anziché essere sempre e comunque vissuti solo come degli ostacoli. Le PMI scarseggiano di conoscenze e strategie che vadano oltre l orizzonte temporale di una modalità day-by-day. Fanno spesso ricorso a ad aiuti più o meno informali che però non garantiscono un supporto costante e strutturato. In questo senso, è anche da dire, sugli enti governativi/pubblici grava la colpa di non essere in grado di accompagnare le PMI in un percorso di crescita ed espansione che permetta loro di sviluppare tutto il potenziale nascosto. D2.1 Country Reports Page: 18 of 51

19 4. Provision of e-commerce related training in: [Italy] E-commerce training are numerous in terms of appearance in searches and are mainly delivered via web platforms. The main aspects identified are a strong accent regarding marketing tools and instruments to get as much of visitors and buyers as possible, while lacking of information about privacy and security, rules about selling and returning policies, information even general ones about countries specificity. For example very scarce information is provided about EU consumer s rights or even about price legislation. 4.1 Online resources MASTER ONLINE IN STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE Come progettare e gestire un e-commerce di successo NetComm Suisse Corso ecommerce SUPSI E-commerce Corso di Joomla! e Virtuemart Web Marketing Garden CEGOS B2Commerce Viterbo Chamber of Commerce Univesity of Venice /Viterbo---E-commerce-e-web-marketing--corso-di-altaformazione.htm 4.2 Other resources (e.g. info days, publications, seminars) Main Events/forum/trade exposition about e-commerce innovation: SMAU ECOMMERCE NETCOM FORUM E-COMMERCE TORINO ecommerce Mastery Publications D2.1 Country Reports Page: 19 of 51

20 List of publications available tackling the e-commerce/online selling issue: D2.1 Country Reports Page: 20 of 51

21 5. Best practices in cross border e-commerce training in: Italy D2.1 Country Reports Page: 21 of 51

22 6. Country Report for [Italy] 6.1 ANNEX 1 PECOS4SMES Consumers Questionnaire Charts Q1: Consumers Country*: 50 Italy 2 Belgium 1 France Gender: 15 men 38 women Age: average 35 Q2. Do you shop online on foreign webshops? D2.1 Country Reports Page: 22 of 51

23 Q3. If the answer to previous question is "No", then please choose the reason(s): D2.1 Country Reports Page: 23 of 51

24 Q4. If the answer to Q1 is "No", would you be more open to cross-border purchases if [the same rules would apply in the European Union, no matter whether it is in [your country] or abroad?] in such transactions uniform European rules would apply irrespective of where the seller/provider is established D2.1 Country Reports Page: 24 of 51

25 Q5. Do you understand what is meant by the term 128/ 256 bit encryption? D2.1 Country Reports Page: 25 of 51

26 Q6. If you answered Yes to the previous question, which encryption method do you consider to be the safest? D2.1 Country Reports Page: 26 of 51

27 Q7. Do you know where to get information and advice about cross-border shopping in the European Union? D2.1 Country Reports Page: 27 of 51

28 Q8. From which of the following EU countries have you made online purchases in the last 3 years: D2.1 Country Reports Page: 28 of 51

29 Q9. Which of the following features do you consider important when shopping online <0: not important - 5: Very important>: D2.1 Country Reports Page: 29 of 51

30 Q10. When communicating with a cross-border vendor, which means of communication are important to you? <0: not important - 5: Very important>: D2.1 Country Reports Page: 30 of 51

31 Q11. Which website elements are important to you when shopping gat a cross-border vendor? <0: not important - 5: Very important>: D2.1 Country Reports Page: 31 of 51

32 Q12. If variety of payment methods is a criterium for you to shop online from a cross-border vendor, then which payment method(s) are you looking for: D2.1 Country Reports Page: 32 of 51

33 Q13. Would you shop from a cross-border e-commerce site that did not fully meet your criteria if the prices were lower? D2.1 Country Reports Page: 33 of 51

34 6.2 ANNEX 2 PECOS4SMES Vendors Questionnaire Charts Q1: Vendors Country * : 76 Italy Gender: 43 men 33 women Age: age: 26; age: 30; age: 14; more than 65: 4 Q2. Which of these Industries best describes your business activities? D2.1 Country Reports Page: 34 of 51

35 Q3. Do you sell products to foreign clients? Q4. Do you sell services to foreign clients? D2.1 Country Reports Page: 35 of 51

36 Q5. What concerns do you have when it comes to cross border sales? Q6. As you have indicated ICT skills as a potential concern please indicate what you consider your weaknesses are or what would benefit you? D2.1 Country Reports Page: 36 of 51

37 Q7. Do you sell online at all? Q8. From which of the following EU countries have you traded within the past 3 years? D2.1 Country Reports Page: 37 of 51

38 Q9. What percentage of your sales do you consider domestic sales and export sales? Q10. What level of e-commerce do you operate? D2.1 Country Reports Page: 38 of 51

39 Q11. Is the e-commerce system you use done in house or outsourced? Q12. Indicate how confident you are when you get your services/products to the web through: D2.1 Country Reports Page: 39 of 51

40 Q13. Which of the following e-commerce concepts are you familiar with? Q14. Do you know how to make your online offerings interact with SEO and/or PPC? D2.1 Country Reports Page: 40 of 51

41 Q15. Are you familiar with the use of Cookies for personalisation? Q16. Are you currently using any metrics or performance indicators to measure your sales performance? D2.1 Country Reports Page: 41 of 51

42 Q17. Please indicate how confident you are with your understanding of the following Q18. Do you have policies on sales or returns? D2.1 Country Reports Page: 42 of 51

43 Q19. What are the barriers to you in expanding your e-commerce provision? Q20. Where do you Source Export/Sales Information? D2.1 Country Reports Page: 43 of 51

44 Q21. Is language a barrier to cross border e-commerce? Q22. From which of the following EU countries have you purchased products/services during the past 3 years? D2.1 Country Reports Page: 44 of 51

45 Q23. Which of the following features do you consider important when selling your products/services online? Q24. When communicating with a cross-border purchaser, which means of communication are important to you? D2.1 Country Reports Page: 45 of 51

46 Q25. What elements of website design do you consider important? Q26. Have you used any augmented reality applications such as Wikitude.me? D2.1 Country Reports Page: 46 of 51

47 Q27. If the answer to previous questions was Yes, then has it been useful? Q28. Do you agree that the following make up a successful e-commerce value proposition encouraging the customer to buy from you? D2.1 Country Reports Page: 47 of 51

48 Q29. Which of the following key factors do you consider more important in selecting a package for facilitating an e-commerce system? Q30. Do you feel confident in your understanding of the different factors that affect your site s speed, capacity and scalability? D2.1 Country Reports Page: 48 of 51

49 Q31. Considering all your responses what information/assistance would best suit your business to be more e-commerce proactive DOMESTICALLY? Q32. Considering all your responses what information/assistance would best suit your business to be more e-commerce proactive CROSS BORDER (EXPORT)? D2.1 Country Reports Page: 49 of 51

50 Q33. If this project could design a course or provide you with more information to enhance your knowledge/skills in e-commerce would you be interested? Q34. How many hours would you be prepared to devote to learning? D2.1 Country Reports Page: 50 of 51

Questionario per i commercianti

Questionario per i commercianti Questionario per i commercianti Paese * : Sesso: Uomo Donna Età: 20-35 36-50 51-65 più di 65 In quale di questi settori si colloca la sua attività commerciale? Agricoltura, attività in campo forestale,

Dettagli

Deliverable 3.3 - Strategie di e-commerce transfrontaliero Version 1.0 27/09/2013

Deliverable 3.3 - Strategie di e-commerce transfrontaliero Version 1.0 27/09/2013 PECOS4SMEs Deliverable 3.3 - Strategie di e-commerce transfrontaliero Version 1.0 27/09/2013 Project PECOS4SMEs Author(s) DMAR OHN, OAKE, Reviewer( s) FC This project has been funded with support from

Dettagli

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Giornata Erasmus 2011 Monitoraggio del rapporto Università e Impresa Roma, 17 febbraio 2011 This project has been funded with support

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Customer satisfaction and the development of commercial services

Customer satisfaction and the development of commercial services Customer satisfaction and the development of commercial services Survey 2014 Federica Crudeli San Donato Milanese, 27 May 2014 snamretegas.it Shippers day Snam Rete Gas meets the market 2 Agenda Customer

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

Il Consortium Agreement

Il Consortium Agreement Il Consortium Agreement AGENDA Il CA in generale La govenance Legal and Financial IPR Cos è il CA? Il CA è un accordo siglato fra i partecipanti ad un azione indiretta (ad es. un progetto) finanziata nell

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

arte e personalità nel punto vendita

arte e personalità nel punto vendita arte e personalità nel punto vendita profilo aziendale company profile Venus è una società di consulenza specializzata nel settore marketing e retailing. Dal 1993 l obiettivo è divulgare la conoscenza

Dettagli

Joint staff training mobility

Joint staff training mobility Joint staff training mobility Intermediate report Alessandra Bonini, Ancona/Chiaravalle (IT) Based on https://webgate.ec.europa.eu/fpfis/mwikis/eurydice/index.php/belgium-flemish- Community:Overview and

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Corso di studio: 5003 - AMMINISTRAZIONE E DIREZIONE AZIENDALE

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE

GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA Un TEAM di specialisti in progettazione europea assiste le imprese per attivare gli strumenti

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

software & consulting

software & consulting software & consulting Chi siamo Nimius è un azienda con una forte specializzazione nella comunicazione on-line che opera nel settore dell IT e che intende porsi, mediante la propria offerta di servizi

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

why? what? when? where? who?

why? what? when? where? who? why? l azienda overview l innovazione innovation WeAGoo è un azienda italiana specializzata nella raccolta di informazioni turistiche brevi ed essenziali a carattere storico, artistico, culturale, naturalistico

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035. Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035. Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING Corso di studio: 5007 - TRADE MARKETING E STRATEGIE COMMERCIALI Anno

Dettagli

Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE

Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE ONLINE TOOL FOR SELF-EVALUATION OF KEY COMPETENCES IN ADULT AGE Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE L Aquila, 13th Marzo 2014 Laura VETTRAINO Reference:

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

ELTeach. Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese

ELTeach. Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese ELTeach Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese Porta a risultati quantificabili e genera dati non ricavabili dalle sessioni di formazione faccia a faccia

Dettagli

Seeking brain. find Italy

Seeking brain. find Italy Seeking brain find Italy braininitaly Our challenge - la nostra sfida To promote the Italian circle of international production chains, while enhancing aspects of creativity, identity, and even cultural

Dettagli

Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari

Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari POSITION PAPER 8 giugno 2007 1. Premessa L Associazione Bancaria Italiana (di seguito ABI), che con oltre 800 banche

Dettagli

CONTATORI INTELLIGENTI E LORO EVOLUZIONI: L ATTUALE CONTESTO DI SVILUPPO IN EUROPA

CONTATORI INTELLIGENTI E LORO EVOLUZIONI: L ATTUALE CONTESTO DI SVILUPPO IN EUROPA CONTATORI INTELLIGENTI E LORO EVOLUZIONI: L ATTUALE CONTESTO DI SVILUPPO IN EUROPA Giuseppe Mauri Marco Baron Agenda Il progetto Europeo Meter-ON Soluzioni Tecnologiche adottate in Europa Protocolli di

Dettagli

PROGETTO parte di Programma Strategico

PROGETTO parte di Programma Strategico ALLEGATO B1 PROGETTO parte di Programma Strategico FORM 1 FORM 1 General information about the project INSTITUTION PRESENTING THE STRATEGIC PROGRAM (DESTINATARIO ISTITUZIONALE PROPONENTE): TITLE OF THE

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

MISSIONE IMPRENDITORIALE A SINGAPORE-

MISSIONE IMPRENDITORIALE A SINGAPORE- MISSIONE IMPRENDITORIALE A SINGAPORE- MISSIONE 20/24 IMPRENDITORIALE OTTOBRE 2012 IN BRASILE- SAN PAOLO 14/17 OTTOBRE 2012 Il Consorzio Camerale per l Internazionalizzazione, la Camera di commercio di

Dettagli

DOLCETA. Un progetto di Educazione al Consumo Online. Tina Cuffari Carpi, 5 Novembre 2009. An on line project on consumers education

DOLCETA. Un progetto di Educazione al Consumo Online. Tina Cuffari Carpi, 5 Novembre 2009. An on line project on consumers education DOLCETA Un progetto di Educazione al Consumo Online An on line project on consumers education Tina Cuffari Carpi, 5 Novembre 2009 Perchè Dolceta? Why Dolceta? Per proteggere i consumatori To protect consumers

Dettagli

GstarCAD 2010 Features

GstarCAD 2010 Features GstarCAD 2010 Features Unrivaled Compatibility with AutoCAD-Without data loss&re-learning cost Support AutoCAD R2.5~2010 GstarCAD 2010 uses the latest ODA library and can open AutoCAD R2.5~2010 DWG file.

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA IX LEGISLATURA ASSEMBLEA LEGISLATIVA OGGETTO: 2949 I COMMISSIONE PERMANENTE "BILANCIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI"

REGIONE EMILIA-ROMAGNA IX LEGISLATURA ASSEMBLEA LEGISLATIVA OGGETTO: 2949 I COMMISSIONE PERMANENTE BILANCIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI Atti assembleari IX LEGISLATURA Commissioni DOCUMENTI - PROGETTI DI LEGGE E DI REGOLAMENTO PROVVEDIMENTI E RELAZIONI DI COMPETENZA DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONE EMILIA-ROMAGNA IX LEGISLATURA ASSEMBLEA

Dettagli

Attività di Research Governance Antonio Addis

Attività di Research Governance Antonio Addis L o g o EVENTO INTERNAZIONALIZZAZIONE TORINO, 08 novembre 2012 Attività di Research Governance Antonio Addis Agenda The Region in a nutshell Internationalization genesis Mapping regional research preparing

Dettagli

sdforexcontest2009 Tool

sdforexcontest2009 Tool sdforexcontest2009 Tool Guida all istallazione e rimozione. Per scaricare il tool del campionato occorre visitare il sito dell organizzatore http://www.sdstudiodainesi.com e selezionare il link ForexContest

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

Privacy & Cookies - Diavolina.bio

Privacy & Cookies - Diavolina.bio Privacy & Cookies - Diavolina.bio Informative sul trattamento dei dati personali Informativa Cookies Per migliorare l esperienza di navigazione, il nostro sito fa uso dei cookies, piccole porzioni di dati

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Unbounce Optimization

Unbounce Optimization Unbounce Optimization Alberto Mucignat Milano, 01 dicembre 2015 Doralab - Experience Design Company User Intelligence User Experience Design Business value 2 3 Full stack UX design Architettura dell informazione

Dettagli

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO Una semplice strategia per i traders intraday Simple strategy for intraday traders INTRADAY TRADER TIPI DI TRADERS TYPES OF TRADERS LAVORANO/OPERATE < 1 Day DAY TRADER

Dettagli

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools PositivitiES Applied Positive Psychology for European Schools POSitivitiES Positive European Schools Corso On-Line Learning This project has been funded with support from the European Commission.This publication

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF - Are you searching for Venditore Books? Now, you will be happy that at this time Venditore PDF is available at our online library. With our complete

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration).

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration). Università degli studi di Ferrara IMMATRICOLAZIONE online ai corsi di DOTTORATO PhD: Instructions for ENROLMENT of the winners English version below 1) EFFETTUARE IL LOGIN: collegarsi da qualsiasi postazione

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Beni Culturali Insegnamento: Applicazioni informatiche all archeologia Docente Giuliano De Felice S.S.D. dell insegnamento L-ANT/10 Anno

Dettagli

Grammar. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso).

Grammar. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). Titolo del Corso e Durata (in ore). Obiettivi Formativi e Programma Didattico. ATON SRL Via Spagna,

Dettagli

La rete dei National Contact Point in Italia

La rete dei National Contact Point in Italia La rete dei National Contact Point in Italia Caterina BUONOCORE NCP HEalth, wellbeing demographic change. APRE www.apre.it APRE 2013 The Italian NCP System : APRE the Agency for the Promotion of the European

Dettagli

Si ricorda che il pagamento è possibile solo tramite CARTE DI CREDITO del circuito VISA VBV (Verified By Visa) o MASTERCARD SECURECODE

Si ricorda che il pagamento è possibile solo tramite CARTE DI CREDITO del circuito VISA VBV (Verified By Visa) o MASTERCARD SECURECODE BENVENUTO WELCOME Dopo aver acconsentito al trattamento dati personali potrai accedere alla procedura di iscrizione online agli eventi messi a disposizione dal Gruppo Cinofilo Fiorentino. Ti consigliamo

Dettagli

Gli strumenti Google per il no profit

Gli strumenti Google per il no profit Gli strumenti Google per il no profit Simona Panseri 27 ottobre 2014 1 Gli strumenti di produttività 2 Google Trends 3 AdWords e Google Grants 4 YouTube 2 Strumenti di uso quotidiano gratuiti utili nella

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

PROFILE 1UP MATTEO. first name LANTERI. second name 08.05.1986. date of birth: HAGUENAU (France) place of birth: LANCENIGO di Villorba (Treviso)

PROFILE 1UP MATTEO. first name LANTERI. second name 08.05.1986. date of birth: HAGUENAU (France) place of birth: LANCENIGO di Villorba (Treviso) ART BOOK C D E PROFILE 1UP first name second name date of birth: place of birth: linving in: contacts: MATTEO LANTERI 08.05.1986 HAGUENAU (France) LANCENIGO di Villorba (Treviso) +39 349 0862873 matteo.lntr@gmail.com

Dettagli

Manuale per allievi. IMMI-Train e-learning course. IMMI-Train Promoting Efficient Recruitment of Immigrants PT/05/B/F/PP-159155

Manuale per allievi. IMMI-Train e-learning course. IMMI-Train Promoting Efficient Recruitment of Immigrants PT/05/B/F/PP-159155 IMMI-Train Promoting Efficient Recruitment of Immigrants PT/05/B/F/PP-159155 IMMI-Train e-learning course Manuale per allievi This project has been funded with support from the European Commission. This

Dettagli

MISSIONE CINA. 14-22 novembre 2009 Shanghai e Provincia dello Zhejiang

MISSIONE CINA. 14-22 novembre 2009 Shanghai e Provincia dello Zhejiang MISSIONE CINA 14-22 novembre 2009 Shanghai e Provincia dello Zhejiang AUTOMOTIVE AMBIENTE MECCANICA MODA BIOMEDICALE PACKAGING I PARTNERS Regione Emilia-Romagna, Fondazione Italia Cina e Unioncamere Emilia-Romagna,

Dettagli

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM PROGRAMMA DI VALU UTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM Versione del 24/ /01/2014 LIFE099 ENV/IT/000068 WASTE LESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti INDICE

Dettagli

Erasmus+ Partenariati strategici

Erasmus+ Partenariati strategici Erasmus+ Partenariati strategici Questo documento è stato elaborato dall Agenzia nazionale Erasmus+ Indire per aiutare gli utenti nella compilazione dei alcune sezioni dell eform KA2 per partenariati strategici.

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Laboratorio di Informatica Applicata

Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Laboratorio di Informatica Applicata Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione alla Business Intelligence Marco Salvato Marzo 2003 Relatore Marco Salvato Senior manager

Dettagli

ABSTRACT. In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica,

ABSTRACT. In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica, ABSTRACT In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica, si sule indicare una complessa gamma di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto

Dettagli

MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION

MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION _3 CHATEAU D AX TORNA AL SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE DI MILANO 2013 PRESENTANDO MORE IS BETTER, UN NUOVO CONCETTO DI VIVERE

Dettagli

Informativa sui cookie

Informativa sui cookie Informativa sui cookie COOKIE Questo sito utilizza i cookie. I cookie sono piccole quantità di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1003991 - ECONOMIA DELLE AZIENDE PUBBLICHE

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1003991 - ECONOMIA DELLE AZIENDE PUBBLICHE Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1003991 - ECONOMIA DELLE AZIENDE PUBBLICHE Corso di studio: 3035 - ECONOMIA AZIENDALE Anno regolamento:

Dettagli

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival Sharitaly Milano, 9/11/2015 What challenges? Regulatory uncertainty -> -> Spending and investments delays -> Unplanned direction

Dettagli

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky:

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky: Focusky Focusky è l innovativo e professionale software progettato per creare resentazioni interattive ad alto impatto visivo e ricco di effetti speciali (zoom, transizioni, flash, ecc..). A differenza

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035 Testi del Syllabus Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035 Anno offerta: Insegnamento: Corso di studio: Anno regolamento: 2012 CFU: Settore: Tipo attività: 2013/2014 1005596 - LABORATORIO DI CRISIS COMMUNICATION

Dettagli

Anno di studio all estero

Anno di studio all estero Anno di studio all estero Premessa Durante il periodo di studio all estero l alunno è regolarmente iscritto alla scuola di appartenenza e, quindi, la scuola deve mettere in atto una serie di misure di

Dettagli

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks?

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks? Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity In un clima economico in cui ogni azienda si trova di fronte alla necessità di razionalizzare le proprie risorse e di massimizzare

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

Collaborazione e Service Management

Collaborazione e Service Management Collaborazione e Service Management L opportunità del web 2.0 per Clienti e Fornitori dei servizi IT Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente

Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Auditorium dell'assessorato Regionale Territorio e Ambiente Università degli Studi di Palermo Prof. Gianfranco Rizzo Energy Manager dell Ateneo di Palermo Plan Do Check Act (PDCA) process. This cyclic

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525. Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE. Anno regolamento: 2012

Testi del Syllabus. Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525. Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE. Anno regolamento: 2012 Testi del Syllabus Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Torino, 16 novembre 2015 STRUTTURA

Dettagli

MARKETING Il marketing

MARKETING Il marketing MARKETING MARKETING MARKETING Il marketing The achievement of business goals depends on knowing the needs and wants of target market and on the ability to satisfy them more effectively than competitors.

Dettagli

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca tecnologica insieme all'attenzione per il cliente, alla ricerca della qualità e alla volontà di mostrare e di far toccar con

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga.

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga. Appaltipubblicie professionalità. Il Master BERS-Tor Vergata Public Procurement in EBRD Projects September 26 th 2012 Chamber of Commerce of Trieste Trieste, Italy Prof. Gustavo Piga EBRD International

Dettagli

quali sono scambi di assicurazione sanitaria

quali sono scambi di assicurazione sanitaria quali sono scambi di assicurazione sanitaria Most of the time, quali sono scambi di assicurazione sanitaria is definitely instructions concerning how to upload it. quali sono scambi di assicurazione sanitaria

Dettagli

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results)

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results) GCE Edexcel GCE Italian(9330) Summer 006 Mark Scheme (Results) Unit Reading and Writing Question Answer Testo.. B B C - A 4 Testo. a. passione che passione b. attrae c. sicuramemte d. favorito ha favorito

Dettagli

Use Case 3 (Scenario2) Survey Results: Early Users Feedback winter 2013

Use Case 3 (Scenario2) Survey Results: Early Users Feedback winter 2013 Use Case 3 (Scenario2) Survey Results: Early Users Feedback winter 2013 Introduction The survey is part of the Early users feedback task, in the Phase II Idea refinement of the Trento Use Case 3 - Scenario3

Dettagli

How to use the WPA2 encrypted connection

How to use the WPA2 encrypted connection How to use the WPA2 encrypted connection At every Alohawifi hotspot you can use the WPA2 Enterprise encrypted connection (the highest security standard for wireless networks nowadays available) simply

Dettagli

GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE PDF

GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE PDF GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE PDF ==> Download: GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE PDF GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE PDF - Are you searching for Gestire La Reputazione Online Books? Now, you will be happy that

Dettagli