DELL'AZIENDA ULSS N

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELL'AZIENDA ULSS N. 5 2013-2015"

Transcript

1 DELL'AZIENDA ULSS N

2

3 INDICE INTRODUZIONE CONTESTO NORMATIVO PREMESSA INFRASTRUTTURE DIGITALI... 6 Rete dati geografica (per interconnettere le sedi ULSS)... 6 Collegamento ad Internet... 6 Rete interna aziendale... 7 Data Center e sistema di archiviazione... 8 Sistemi di stampa multifunzione... 9 Sistemi di Sicurezza e Autenticazione Federata... 9 Disaster Recovery e Business Continuity Rete geografica INTEROPERABILITA' E STANDARD Middleware di comunicazione Anagrafe Sanitaria CUP/Cassa Medici MMG Pediatri LS Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale ALFABETIZZAZIONE E COMPETENZE INFORMATICHE 18 Alfabetizzazione di base (per dipendenti) Formazione a distanza (per dipendenti) Formazione a distanza (per categorie di clienti) Divulgazione attraverso il portale Internet aziendale Portale Intranet aziendale (interno) DEMATERIALIZZAZIONE FASCICOLO SANITARIO Premessa Identificazione dei pazienti ricoverati Accesso all ospedale limitato e controllato Sistema informatico del Pronto Soccorso CUP/Cassa Integrato (anche a livello provinciale/regionale) ADT e Cartella clinica elettronica Gestione della terapia informatizzata Gestione Sale Operatorie Repository documentale o Fascicolo Elettronico aziendale Screening, Breast Unit ed Oncologia Telemedicina ADEGUAMENTO DIAGNOSTICA DIGITALE Laboratorio Analisi Radiologia (RIS e PACS) Cardiologia Anatomia Patologica Endoscopia Oculistica Riabilitazione Funzionale Trasfusionale SISTEMA INFORMATICO DEL TERRITORIO ED INTEGRAZIONE CON OSPEDALE Centrale Operativa del Territorio e Integrazione Ospedale- Territorio Teleassistenza territoriale Ambulatorio di Medicina Legale Adesione allo Sportello Unico per le Imprese provinciale Vaccinazioni Gestione attività Dipartimento di Prevenzione Dipartimento Dipendenze SERVIZI AMMINISTRATIVI Sistema Amministrativo-Contabile Fatturazione elettronica Amministrazione Trasparente Gestione Documentale e Protocollo Elettronico Gestione Risorse Umane Logistica del farmaco Magazzino farmaci automatizzato Sviluppo Data Warehouse Open Data UOC SERVIZIO INFORMATICO... 47

4

5 INTRODUZIONE Nel corso del 2013 la Regione del Veneto ha promosso un primo bench-marking tra le aziende sanitarie regionali per valutare il grado di sviluppo informatico delle stesse. L Ulss n. 5 è collocata in discreta posizione, ma ad un livello nettamente inferiore alle best-practices regionali. E pertanto necessario programmare nel medio periodo un deciso sviluppo dell ICT diretto a accrescere esponenzialmente il numero di servizi offerti grazie all informatica applicata. La promozione delle tecnologie digitali segue un percorso a più livelli, a partire dalla Digital Agenda europea, cui ha fatto seguito l Agenda digitale del Veneto, che pone tra i propri obiettivi strategici: la qualità della vita delle persone e delle famiglie, la sostenibilità della competitività delle imprese nel territorio e l accrescere dei livelli di efficienza ed efficacia della Pubblica Amministrazione locale. Facendo riferimento a questi fondamentali documenti, la Direzione Aziendale ha redatto l Agenda digitale dell Azienda Ulss 5, strumento privilegiato di programmazione dello sviluppo informatico dei servizi sanitari e sociali nel territorio dell Ovest Vicentino. La parola chiave del complesso progetto è Interoperabilità, ovvero la capacità di due o più sistemi, reti, mezzi, applicazioni o componenti, di scambiare informazioni tra loro e di essere poi in grado di utilizzarle. In una società globalizzata che vede una crescente diversità di sistemi e di applicazioni, l interoperabilità rende possibile lo sviluppo di mercati e sistemi globali, prevenendo gli indesiderabili effetti della frammentazione. Risulta evidente, quindi, che il processo di sviluppo dell ICT nell Ulss 5 richiede il coinvolgimento e la collaborazione di tutti i soggetti pubblici e privati del territorio attivi in ambito socio-sanitario. Per citare alcuni punti rilevanti dell Agenda, si evidenzia l obiettivo di potenziare e dotare gradualmente di WiFi, le infrastrutture digitali di tutte le sedi dell Azienda stessa. Considerato il territorio di riferimento che vede l Ulss 5 divisa in quattro ospedali, con numerose sedi distrettuali e dislocazione degli uffici amministrativi, è assolutamente indispensabile potenziare le infrastrutture e, in particolare, le reti, al fine di garantire la completa circolazione delle informazioni cliniche e amministrative tra i punti di erogazione. 1

6 Agenda digitale Un discorso a parte meriterebbe il tema dei servizi web per i cittadini, strettamente correlato alla realizzazione del cosiddetto fascicolo sanitario elettronico (scarico referti, pagamento tickets, consultazione del proprio fascicolo sanitario, ecc.). Infine, per un azienda sanitaria dotata di strutture spoke, come l Ulss 5, è un imperativo lo sviluppo della telemedicina. E chiaro, dunque, che una crescita intelligente attraverso le tecnologie digitali, permette in termini di e-health, un enorme sviluppo. I beneficiari di tale sviluppo sono una platea enorme: dai medici di base alle case di riposo, dai cittadini alle associazioni di volontariato, dai servizi aziendali ai singoli professionisti, dai fornitori alle imprese, dai comuni agli altri enti pubblici. La sfida che abbiamo di fronte è impegnativa, ma siamo fiduciosi anche in questo caso che, con la collaborazione di tutti, riusciremo a posizionare l Ulss 5 tra le migliori realtà della Regione Veneto per una tutela sempre migliore della salute dei nostri cittadini. Il Direttore Generale dott. Giuseppe Cenci 2

7 Agenda digitale CONTESTO NORMATIVO Il presente documento costituisce la localizzazione e caratterizzazione al contesto aziendale dell ULSS n. 5 delle Linee Guida per l Agenda Digitale del Veneto, DGR n. 554 del , in conformità con la direttiva europea "Digital Agenda " ed alla "Agenda Digitale Italiana", ed in coerenza con le "Linee Guida progettuali per lo sviluppo della Società dell'informazione del Veneto " 2. La "Digital Agenda " europea rappresenta il documento di riferimento in tema di sviluppo della Società dell Informazione, nell ambito della più ampia strategia "Europa2020" che individua come priorità per l Europa nel decennio una "crescita intelligente, sostenibile e inclusiva". L'Agenda digitale italiana, invece, è il risultato della stratificazione normativa a partire dalla sua istituzione con il D.L. n. 5/2012 "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo" 3, in cui è prevista una apposita "Cabina di Regia". Successivamente, nel giugno 2012, all'interno del Decreto n.83/2012 recante "Misure per crescita del Paese" viene istituita l'"agenzia per l'italia digitale" 4 e nell'ottobre 2012 con Decreto n. 179/2012 recante "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese" 5, vengono stabiliti una serie di obiettivi precisi, tra cui: "Identità Digitale", "Anagrafe nazionale della popolazione residente", "comunicazioni telematica attestazioni di nascita e necroscopiche", "incentivazioni all'uso dei pagamenti elettronici" nonché l'istituzione del "Fascicolo Sanitario Elettronico". Infine l obbligo di adottare la Fattura elettronica ; introdotta con la legge finanziaria 2008, è diventata una priorità per il governo e nel 2014 sarà obbligatoria a partire dagli enti statali. Va inoltre tenuto in considerazione il "Codice dell Amministrazione Digitale" 6 che indirizza l'operato di enti ed aziende pubbliche nel processo di digitalizzazione delle attività amministrative quale presupposto per una reale modernizzazione degli Enti pubblici. Tale processo richiede una estesa adozione del documento informatico, e degli strumenti necessari per crearlo, conservarlo ed esibirlo. Anche la Regione Veneto con le D.G.R. n. 1650/2012, Autorizzazione alla realizzazione dell'agenda Digitale del Veneto e n. 554/2013, Linee guida per l Agenda Digitale del Veneto ha recepito le direttive europee e italiane progettando una propria Agenda Digitale del Veneto. Non vengono in questo documento censite le innumerevoli regole tecniche, derivanti da normative (ad es. la firma digitale) o da linee guida (quali quelle fornite dal Tavolo per la Sanità Elettronica sul Fascicolo Sanitario Elettronico). 1 DGR n del Autorizzazione alla realizzazione dell'agenda Digitale del Veneto". 2 DGR n del "Linee Guida progettuali per lo sviluppo della Società dell'informazione del Veneto ". 3 Art. 47, D.L. n.5 del "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo" convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 35 de D.L. n. 83 del , "Misure urgenti per la crescita del Paese", convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 134 del D.L. n. 179 del "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese", n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 221 del D.Lgs. n. 82 del "Codice dell'amministrazione digitale" aggiornato con D.L. n. 69 del "Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia" 3

8 2. PREMESSA L Agenda Digitale del Veneto si inserisce in un quadro europeo e nazionale di confermata attenzione allo sviluppo dell economia digitale. In particolare la "Digital Agenda" 7 europea mira a promuovere e sostenere un circolo virtuoso di sviluppo dell economia digitale contestualizzandolo in otto aree di azione: Mercato digitale unico e dinamico; Interoperabilità e standard; Fiducia e sicurezza Informatica; Accesso ad Internet veloce e superveloce; Ricerca e innovazione; Migliorare l'alfabetizzazione, le competenze e l'inclusione nel mondo digitale; Servizi digitali per la società; Internazionalizzazione. In particolare il punto 7.2 Assistenza medica sostenibile e ricorso alle TIC 8 dignità e l'autonomia, che più interessa all'azienda, prevede: per favorire la la standardizzazione, l interoperabilità e la certificazione dei dati clinici e delle attrezzature elettroniche. servizi di telemedicina e visite mediche online, l uso di dispositivi portatili di monitoraggio per malati cronici e disabili. la teleassistenza e il supporto online per i servizi sociali, l'obiettivo di raddoppiare, entro il 2015, il numero di anziani che vivono autonomamente. La concretizzazione dell Agenda Digitale Europea a livello nazionale è avvenuta con l'approvazione del D.L. n. 179 del Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese che istituisce una "Cabina di Regia" con il compito di coordinare l azione delle amministrazioni centrali e territoriali sui seguenti quattro fronti: Infrastrutture e sicurezza; ecommerce; e-government e Open Data; Informatizzazione digitale e competenze digitali; Ricerca e innovazione; Smart communities (insieme di persone e organizzazioni fortemente interconnesse, grazie alle nuove tecnologie, ed in grado di comunicare e reagire molto rapidamente). Recentemente (autunno 2013) il Governo ha ritenuto di individuare tre priorità 9 : Fattura Elettronica, Anagrafe Digitale e Identità Digitale ed impegnarsi per portale a compimento entro il Comun. n. 245 del comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo, al Consiglio, al Comitato Economico e Sociale europeo e al Comitato delle Regioni Un' agenda digitale europea. 8 TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione. 9 Fonte: notizie dalla stampa - dichiarazione del Presidente del Consiglio Letta all Italian Digital Agenda Annual Forum e del Commissario del Governo per l Agenda Digitale Caio, ai giornali. 4

9 Agenda digitale La Regione Veneto ha recepito le direttive dell Agenda Digitale europea e dell Agenda Digitale italiana emanando la propria Agenda Digitale del Veneto 10 definendo i seguenti obiettivi strategici: migliorare la qualità della vita delle persone e delle famiglie, sostenere la competitività delle imprese del territorio, accrescere i livelli di efficienza ed efficacia della Pubblica Amministraz. locale. Più in dettaglio, per quanto attiene al tema Sanità e Sociale, la Regione Veneto nelle proprie Linee Guida 11 ha stabilito le seguenti Azioni prioritarie: Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, CUP regionale interoperabile, teleassistenza per anziani e malati cronici e telesoccorso, valorizzazione e diffusione di buone pratiche in sanità. Coerentemente con quanto descritto nelle suddette linee guida, vengono nel seguito descritte le azioni che questa ULSS ha già intrapreso o intraprenderà relativamente ai temi orizzontali: infrastrutture digitali, interoperabilità e standard, alfabetizzazione e competenze informatiche, che si incrociano con quelle relative ai temi verticali che più direttamente risultano collegati all attività tipica dell ULSS n. 5: Fascicolo Sanitario Elettronico aziendale, diagnostica digitale, sistema informatico del Territorio ed integrazione Ospedale-Territorio, e-government e Open Data, L implementazione dell Agenda Digitale in questa ULSS prevede necessariamente l effettuazione di investimenti tecnologici e di progetto, la cui visione sintetica, in termini d importi e di andamento, viene evidenziata nel grafico seguente: Mln. 7,00 Investimenti in Informatica ,00 5,00 4,00 3,00 Importo annuo Importo cumulativo 2,00 1, D.G.R. n del Autorizzazione alla realizzazione dell'agenda Digitale del Veneto 11 DGR n. 554 del Linee guida per l Agenda Digitale del Veneto 5

10 Agenda digitale INFRASTRUTTURE DIGITALI Il potenziamento delle infrastrutture digitali costituisce uno dei principali fattori abilitanti per qualsiasi sviluppo aziendale nel triennio: esso è articolato nelle seguenti aree. Rete dati geografica (per interconnettere le sedi ULSS) Questo aspetto è particolarmente rilevante a causa della dispersione delle sedi dell azienda ULSS n. 5: quattro ospedali, numerose sedi distrettuali e frazionamento degli uffici amministrativi. Al fine di garantire la completa circolazione delle informazioni cliniche tra i punti di erogazione, la centralizzazione dei servizi di refertazione ed amministrativi e la business continuity anche in caso di guasti, è stata intrapresa un opera di potenziamento, tramite l acquisizione di servizi di connettività da un fornitore esterno che costituisce nel medio periodo l unica soluzione praticabile. Si deve prevedere, in accordo con i trend consolidati sulla crescita dei volumi di dati, il raddoppio della banda complessiva noleggiata ogni 24 mesi, con milestone a fine 2013 e fine In prospettiva più ampia, nell ottica del consolidamento dell Azienda attorno al nuovo ospedale e per superare il limite alla crescita della banda noleggiabile, occorre valutare la posa di dorsali in fibra ottica di proprietà aziendale, anche in collaborazione con i Comuni locali o aziende di servizi, per collegare le principali sedi (sede generale, nuovo ospedale, ospedale di Valdagno, ospedale di Lonigo, Ufficio Tecnico e sedi Distrettuali principali) e costituiscano la base per le connessioni ad altissima velocità di questa ULSS. Questo obiettivo dovrebbe essere inserito nell ambito del progetto del nuovo ospedale e concretizzarsi negli stessi tempi. Anche in presenza di linee proprietarie, resta necessario prevedere un adeguato servizio di back up da implementare con altre tecnologie, wireless o in rame appaltato ai normali fornitori. Nel 2014, sfruttando la presenza degli operatore che hanno posato fibre nel territorio del Comune di Arzignano, verranno collegati in fibra ottica spenta le sedi di via Caboto (Magazzino centrale, Economato e Ufficio Tecnico) e via Kennedy (Distretto di Arzignano) estendendo la rete dati geografica in fibra ottica che unisce in campus l ospedale di Arzignano e la sede amministrativa di v. Trento con tecnologia a 10 Gbps. Nel i collegamenti in fibra ottica spenta saranno estesi anche all'ospedale di Montecchio Maggiore, mentre l'ospedale di Lonigo, data la distanza, verrà collegato con fibra in contratto d'uso a 30 Mbps. Collegamento ad Internet Internet è diventato il mezzo ordinario di accesso alle informazioni ed ai servizi per la maggior parte della popolazione attiva, un tema in cui, purtroppo, le aziende sanitarie risultano ancora piuttosto indietro rispetto ad altri settori maturi quali, ad es., l'e-commerce (acquisti su internet e spedizione via corriere) e "home banking" che sono cresciuti in maniera vertiginosa negli ultimi 10 anni. Attualmente l'azienda ULSS impiega Internet per un insieme limitato di servizi: oltre alla semplice esposizioni di informazioni sui servizi erogati, le sedi istituzionali ed i documenti (deliberazioni, bandi di gara e di concorso), attualmente l'iscrizione a corsi e convegni organizzati dal Centro di Formazione avviene esclusivamente via Internet come pure 6

11 Agenda digitale l'iscrizione delle classi scolastiche ai progetti del Servizio Educazione alla Salute. Attraverso Internet tutti i medici di famiglia dialogano con l'azienda: trasmettono le ricette emesse ed il rendiconto delle prestazioni erogate inoltre ricevono dati anagrafici dei pazienti e, entro il 2014, anche i referti prodotti dall'azienda. Anche i cittadini hanno incominciato timidamente ad utilizzare i servizi internet dell'azienda grazie alla attivazione nel 2012 del portale per la consegna dei referti digitali di Laboratorio Analisi, servizio che sarà esteso nel 2014 anche alle farmacie. Degno di nota, infine, un interessante progetto creato autonomamente da una infermiera e destinato a pazienti operati e dimessi, e loro parenti: una serie di video-corsi per assistere i pazienti a domicilio (cambio bendaggi, disinfezione ferite, igiene ecc.) Da qualche anno tutti i fornitori di sistemi informatici, di attrezzature cliniche e di impianti tecnologici controllano, manutengono e riparano gli impianti forniti quasi esclusivamente da remoto entrando nella rete aziendale da Internet attraverso un apposito portale che ne controlla l'identità e registra le attività, con notevole risparmio di costi e netta riduzione dei tempi di fermo-macchina per guasto o malfunzione. La teleassistenza e tele-monitoraggio domiciliari sono stati oggetto di una breve sperimentazione in passato ma saranno di uso comune nel futuro, come previsto nelle linee guida europee ed anche nei piani di questa amministrazione. Pertanto, nella prospettiva di accrescere notevolmente il numero di servizi offerti via Internet e di persone che ne faranno uso, nella logica del tema verticale dell e-government e dello sviluppo dei servizi all utenza, deve essere previsto il regolare potenziamento anche dei canali di comunicazione con l esterno. Il canale attuale a 10 Mbps, bidirezionale, nel 2014 verrà ampliato a 30 Mbps e nel 2016 ad almeno 100 Mbps, peraltro con modesti investimenti considerato la costante riduzione dei costi dei servizi. Rete interna aziendale Per quanto la maggior parte dei locali aziendali sia già cablata, è essenziale che tutti i reparti ospedalieri e le aree poli-ambulatoriali anche distrettuali siano totalmente coperti tramite reti wireless, a cui possano agganciarsi anche le apparecchiature cliniche (mediante apposita subnetwork clinica), al fine di consentire il massimo accesso alla documentazione clinica in ogni condizione operativa. Nel trienno tutte le sedi dell'azienda verranno gradualmente dotate di infrastruttura WiFi in grado di gestire dispositivi mobili in movimento. Dal 2014 la rete sarà utilizzabile dai dipendenti e dai fornitori per ragioni di servizio e nel 2015, acquisita l'apposita infrastruttura di gestione e controllo, la rete WiFi sarà aperta anche ai pazienti per la navigazione su Internet e per usufruire di servizi internet ULSS 5 all'utenza. Come per la rete geografica, è opportuno prevedere l'adeguamento periodico (ca. almeno ogni 8-10 anni) degli apparati di rete per usufruire degli ampliamenti della banda trasmissiva e delle nuove funzionalità offerte. Entro il 2014 gli ospedali di Arzignano e Valdagno (nuovo) e la sede principale di Arzignano verranno dotati di dorsali interne a 10 Gbps e collegamenti ai PC ad 1 Gbps (limitatamente ad alcune postazioni che trattano immagini ad alta risoluzione). Nel il 2016 anche gli impianti di rete dati degli ospedali di Montecchio e Lonigo verranno adeguati a tale tecnologia. Nel 2014, con la posa della fibra spenta tra le sedi di Arzignano la tecnologia a 10 Gbps sarà estesa anche alle sedi di v. Caboto e v. Kennedy. 7

12 Agenda digitale Tra le applicazioni che trarranno il massimo vantaggio dalla copertura vi sono la Cartella Clinica Informatizzata compresa la visualizzazione di immagini e filmati in corsia, la gestione della prescrizione al letto del paziente, la telefonia mobile interna, la localizzazione dei pazienti ed attrezzature cliniche costose, l e-learning, la video-formazione e la tele-conferenza interna. Data Center e sistema di archiviazione L'azienda ULSS n. 5 sin dal , anticipando le tendenze del mercato, ha improntato il modello architetturale del proprio Data Center (Centro Elaborazione Dati) alla virtualizzazione completa di tutti i servizi (oggi comunemente definito "Cloud"), caratterizzata da un unico capiente storage", attrezzatura specializzata nell'archiviare dati ad alta affidabilità ed alta capacità, una batteria di server a basso costo ma di notevole potenza elaborativa ed alta affidabilità e un software di sistema in grado di emulare nella memoria dei server fisici un elevato numero di server "virtuali". Dai 6 server fisici e 30 server virtuali del 2007 si è arrivati nel 2013 ad una moderna e razionale infrastruttura basata su sette server fisici e 260 server virtuali che coprono ogni esigenza elaborativa dell'azienda e, soprattutto, garantiscono tempi di allestimento di nuovi servizi nell'ordine delle decine di minuti. La necessità di garantire idonei standard di archiviazione e di elaborazione anche nelle sedi ospedaliere periferiche di Valdagno, Montecchio M. e Lonigo, ha indotto l'azienda a creare dei mini "data center" (costituiti da due server ed uno storage ad alta disponibilità) virtualizzati in ciascuno dei presidi ospedalieri. A seguito del costante crescere dei volumi di dati ed informazioni di tipo sanitario ed amministrativo conseguenti all applicazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, della Fattura Elettronica, della Firma Digitale e dalla Conservazione Legale nonché per l archiviazione delle immagini diagnostiche (radiologiche, ecografiche ed endoscopie) e dei tracciati ecografici, è necessario pianificare l incremento continuo dell infrastruttura di archiviazione dei dati (Storage) a partire dal 2014, ipotizzandone un raddoppio entro il In parallelo proseguirà il graduale ammodernamento della infrastruttura di elaborazione (server) per rispondere alle esigenze aziendali che vedono un incremento del numero di servizi erogati (e relativo numero di server virtuali richiesto) nonché l incremento del numero di operatori che impiegano tali servizi. Si prevede, pertanto, di sostituire in media due/tre server centrali ogni anno, utilizzando tecnologie "enterprise" ma dal costo contenuto, grazie alle economie di scala, ricollocando quelli recuperati (ancora in garanzia) nei mini data-center dei presidi. Così con investimenti contenuti e frequenti nel tempo si garantisce un costante ed eccellente servizio, in linea con le effettive esigenze e a costi molto contenuti rispetto ai tradizionali data-center (basati su costosissimi server multiprocessore o sistemi blade che vincolano per molti anni l azienda a tecnologie rapidamente obsolescenti). Coerentemente, la dotazione individuale dei dipendenti aziendali deve essere adeguata alla crescente mole di gestione di dati elettronici. L attuale turnover di circa 250 personal computer l anno (su una popolazione di circa 2000 dipendenti) deve essere di conseguenza accelerato per garantire il rinnovo completo del parco macchine ogni 5 anni (ca. 300 PC per anno e 150 stampanti). 8

13 Agenda digitale Sistemi di stampa multifunzione Anche se l'impegno alla dematerializzazione dei documenti amministrativi e clinici porterà ad una forte riduzione dei volumi di carta stampata, nel breve e medio termine la carta sarà ancora un importante media di archiviazione dei documenti. Essendo scaduto da alcuni anni il contratto di fornitura dei sistemi di fotocopiatura "in service" a costo copia, l'azienda nel corso del 2013 ha realizzato uno studio sui dispositivi di stampa allo scopo di razionalizzare e ridurre i costi di stampa. Su una dotazione complessiva di 150 fotocopiatori, accanto a ca. 50 di questi sono presenti stampanti di rete dipartimentali (i cui costi di esercizio sono nettamente superiori). Conseguentemente, con il nuovo contratto di fornitura a costo copia avviato nel 2014 verranno razionalizzate le unità di stampa impiegando diffusamente sistemi multifunzione: fotocopia, stampa e scansione collegati alla rete aziendale. Oltre al risparmio stimabile in ca % all'anno sui costi dei consumabili, verrà attivato un software per il controllo centrale delle unità di stampa allo scopo di ridurre i disservizi ed i consumi. Sistemi di Sicurezza e Autenticazione Federata Nel rispetto della prospettiva di sviluppo dell Agenda Digitale del Veneto, i sistemi aziendali sono destinati ad essere sempre più interoperabili con altre entità del Sistema Veneto e sempre più aperti all accesso interattivo da parte della cittadinanza, in logica di e- Government. Le simultanee esigenze di far parte, quindi, di un architettura federata e di entrare in una logica di Open-Government impongono un potenziamento dell infrastruttura hardware e software dedicata alla protezione dei sistemi aziendali contro le intrusioni, alla sicurezza dei dati scambiati e all interconnessione tra sistemi federati, che si concretizza nell acquisizione di: Web Application Firewall, a protezione dei servizi interni erogati attraverso internet attuali (p. es. posta elettronica, scarico referti, Sistema Informatico del Territorio, nuovo portale Internet/Intranet ecc.) e futuri (p. es. prenotazione appuntamenti e pagamenti via Internet); Rinnovamento tecnologico Firewall tradizionali, in seguito alla migrazione della rete dati nel data center alla tecnologia 10 Gbps anche i Firewall verranno adeguati a tale tecnologia; autenticazione postazioni informatiche per tutelare la rete da possibili intrusioni internet di malintenzionati collegati direttamente alla rete dati aziendale per agevolare la gestione degli apparati mobili sia di proprietà dell ULSS che di esterni (fornitori ed ospiti o pazienti) identificazione sicura di Medici M.G. e Pediatri L.S., nell ambito del progetto Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale verrà adottato in accordo con la regione un sistema di autenticazione sicuro per le cartelle cliniche di medici M.G. e pediatri L.S.; identificazione sicura dei pazienti, per l accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico dell azienda ULSS e in futuro a quello regionale, gli uffici verranno ammodernati l fine di gestire la CNS Carta Nazionale dei Servizi. 9

14 Agenda digitale Disaster Recovery e Business Continuity Sempre più l'operatività dell'azienda sanitaria dipende dal sistema informatico, ciò comporta che, in caso di guasto, si blocchino inevitabilmente anche i servizi al pubblico. Per ridurre i rischi di blocco si è adottata una architettura ridondata di ogni componente: apparati di rete, server e storage, in modo al verificarsi di una guasto l'intero impianto può continuare ad operare con solo un eventuale decadimento delle prestazioni. Tuttavia in caso di incidente grave (p. es. incendio, allagamento, corto circuito grave sull'impianto elettrico, sabotaggio o guasto a più apparati contemporaneamente) il sistema informatico potrebbe bloccarsi per giorni. Per questo è necessario prevedere, nel 2014, la creazione di un secondo "data center" speculare al primo ma di dimensioni ridotte, dove replicare in tempo reale almeno i dati dei sistemi più critici per garantire la massima continuità del servizio,. nella sede del precedente del "Data Center" (fino al 2012) ubicata in v. Trento 4 debitamente ristrutturata. 10

15 Agenda digitale Infrastrutture Digitali Rete geografica Accesso ad Internet Costi per anno Costi per anno Potenziamento banda tra Valdagno, Arzignano e Montecchio a 30 MB. Increm. di all'anno Revisione e potenziamento portale aziendale. Fino a 500 accessi simultanei Copertura senza fili ospedale di Arzignano e Valdagno Realizzazione di "campus" in F.O. spenta tra le sedi di Arzignano: ospedale, v. Caboto, v. Kennedy e sede. Ampliamento banda tra Arzignano e Lonigo a 20 MB una tantum. Revisione e potenziamento portale aziendale. Fino a 1500 accessi simultanei Increm all'anno Copertura senza fili ospedale di Arzignano e Valdagno Potenziamento banda tra Valdagno, Arzignano e Montecchio a 100 MB ciascuna. Valutazione posa fibra tra Arzignano e Montecchio. Increm. costo all'anno. Da valut. fibra. con M.M. Revisione e potenziamento portale aziendale. Fino a 3000 accessi simultanei Increm all'anno Altre sedi ed Hot Spot pubblico Costi Rete interna aziendale Data Center e sistema di archiviazione Potenziamento rete dati osped. Valdagno e sedi di Arzignano con dorsali a 10 Gbps e 1 Gbps al piano Potenziamento rete dati ospedaliera Montecchio M. e Lonigo Costi Adeguamento storage centrale Incremento storage operativo di 20 TB ca. Costi Sostituzione 3 server (e ricollocazione nei mini data-center) Incremento storage operativo di 20 TB ca. Sostituzione 3 server (e ricollocazione nei mini data-center) Costi

16 Agenda digitale Sistemi di Sicurezza e Autenticazione Federata WAF, sostituz. Firewall centrali, nuovo sistema identificaz. PC e autentic. Medici di famiglia Sistema autenticaz. per i cittadini con smart card Tessera sanitaria. Costi Disaster Recovery Storage secondario Server, switch e software Software backup business continuity Costi Adeguamento dotazioni hardware Sostituzione 300 PC 100 stampanti Sostituzione 300 PC 100 stampanti Sostituzione 300 PC 100 stampanti Costi

17 4. INTEROPERABILITA' E STANDARD L applicazione alle aziende ULSS del concetto di interoperabilità e standard si concretizza nell incrocio col tema verticale dell e-health, in particolare per gli sviluppi collegati al Fascicolo Sanitario Elettronico e alle varie reti di Telemedicina regionali, come previsto dall Agenda Digitale per il Veneto. A ciò si deve aggiungere anche lo sforzo di sfruttare il più possibile gli sviluppi derivanti dall Open Source e dal riuso nell ambito della Pubblica Amministrazione. Un sistema informatico sanitario è composto da una pluralità di sistemi informatici specializzati che devono interoperare tra loro al fine di garantire la corretta identificazione del paziente, la transizione di dati clinici e l abbinamento sicuro ed univoco della documentazione prodotta al paziente ed alla sua cartella clinica o fascicolo sanitario. La coniugazione di questo principio al caso della ULSS n. 5 avviene attraverso i seguenti sistemi informatici trasversali e le relative integrazioni basate sullo standard di interoperabilità tra sistemi informatici sanitari HL7 (Health Level 7). Creato negli Stati Uniti negli anni 80 e riconosciuto come standard ANSI solo nel 1994, in Italia è stato introdotto nei primi anni dopo il 2000 ma solo dal 2003, con la fondazione della organizzazione HL7 Italia, le aziende sanitarie hanno iniziato ad adottarlo diffusamente. L'Azienda ULSS n. 5 lo ha recepito nel 2005 e da allora è stato gradualmente imposto ai fornitori di sistemi informatici anche se non sempre questi hanno dimostrato di essere in grado di aderire pienamente alle specifiche. Middleware di comunicazione Alla base di ogni moderna integrazione tra sistemi informatici diversi viene collocato un sistema Middleware ovvero un sistema di messaggistica HL7 (un particolare sistema informatico che dialoga con i diversi sistemi informatici presenti in azienda e facilità la comunicazione ovvero lo spostamento di informazioni da un sistema all altro). Attualmente l Azienda ULSS n. 5 impiega un software open source per la maggior parte delle integrazioni tra i sistemi informatici interni ed anche per l interoperabilità nei confronti delle cartelle cliniche dei Medici di M.G. e Pediatri L.S. (basata sullo standard AMPERE, una particolare configurazione di HL7 utilizzata in Emilia Romagna, Trentino ed alcune aziende sanitarie del Veneto). Si prevede di continuare ad impiegare l attuale sistema Open Source anche per le prossime integrazioni tra sistemi informatici clinici ed entro il 2016, le integrazioni attive saranno così numerose da renderlo critico, si prevede la sostituzione del Middleware ad una versione commerciale dotata di più efficaci strumenti di controllo e monitoraggio del traffico, proprio per prevenire disservizi e risolvere tempestivamente eventuali blocchi. Anagrafe Sanitaria Già prima dell attivazione dell Anagrafe Regionale, l Azienda ULSS n. 5 aveva acquisito un sistema di Anagrafe Sanitaria MPI-PIX (Master Patient Index - Patient Identifier Crossreferencing) per garantire l univocità nella identificazione dei pazienti tra i diversi sistemi informatici clinici come prerequisito per la realizzazione del Dossier Sanitario, o Cartella Clinica Elettronica, e del Fascicolo Sanitario Elettronico aziendale. Affinché tutta la documentazione digitale prodotta dai sistemi informatici impiegati nel corso di un episodio clinico (un ricovero, un accesso al pronto soccorso o un trattamento ambulatoriale), o di episodi clinici diversi, sia correttamente attribuita al paziente effettivo, è 13

18 Agenda digitale necessario che in ciascuno sistema il paziente sia censito univocamente senza possibilità di errore. Il Sistema di Anagrafe Sanitaria MPI colloquia, tramite protocolli HL7, sia con l Anagrafe Regionale, dalla quale riceve tutte le variazioni (Iscrizione, cancellazione, cambio medico M.G., cambio residenza, ecc.), sia con i sistemi informatici dipartimentali ai quali trasmette le variazioni e dai quali riceve eventuali inserimenti o integrazioni di informazioni, sia con i medici M.G., ai quali trasmette le variazioni anagrafiche. Di ciascun sistema dipartimentale conserva il codice identificativo interno univoco ed è in grado di identificare automaticamente eventuali registrazioni doppie o dubbie, consentendo le unificazioni delle posizioni doppie e la conseguente propagazione ai sistemi informatici dipartimentali. L'Anagrafe MPI è attualmente integrata con 12 diversi sistemi informatici. Nel 2014 verranno attivate nuove integrazioni verso i sistemi di CUP/Cassa, ADT (Accettazione, Dimissione e Trasferimento dei pazienti ricoverati) e Pronto Soccorso. Nel 2014 verrà costituito un apposito ufficio Anagrafe Sanitaria Centrale che avrà il compito di garantire il costante e tempestivo inserimento delle variazioni anagrafiche provenienti dai Comuni ed il controllo della qualità e la bonifica di errori e doppi inserimenti delle anagrafiche presenti. CUP/Cassa Il sistema di gestione amministrativa delle attività ambulatoriali, similmente all Anagrafe Sanitaria, è centrale ad una serie di sistemi informatici clinici dipartimentali (in particolare Laboratorio Analisi, Radiologia, Endoscopia, Anatomia Patologica, ecc.). Il CUP/Cassa gestisce tutte le attività amministrative correlate alle attività ambulatoriali: programmazione delle agente/ambulatori, prenotazione degli appuntamenti, gestione dei pagamenti nonché gli obblighi informativi regionali e nazionali. Questo sistema colloquia con i sistemi informatici dipartimentali: trasmettere le liste di lavoro associate alle singole agende, riceve le attività effettivamente erogate e calcola l eventuale pagamento ed emette le relative fatture. Attualmente il sistema CUP/Cassa è collegato con i sistemi informatici di: Endoscopia, Oncologia, Riabilitazione Funzionale ed ambulatoriale generico. Nel corso dell anno 2014, in concomitanza con l adeguamento della versione, verranno interfacciati anche i sistemi informatici dipartimentali del Laboratorio Analisi e di Radiologia. Nel 2015 con la sostituzione del software verrà interfacciato anche il sistema informatico di Pronto Soccorso. Come si vedrà più in dettaglio nel successivo capitolo sul sistema CUP/Cassa, nel 2014 verrà implementata una integrazione con le cartelle cliniche dei Medici di M.G., per l inserimento automatico nel CUP delle prestazioni prescritte nella ricetta, e l integrazione con il portale internet aziendale per implementare la prenotazione ed il pagamento via Internet. Medici MMG Pediatri LS In linea con il progetto regionale del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, l Azienda ULSS n. 5 ha già attivato una integrazione con le cartelle cliniche di Medici di M.G. e Pediatri L.S. per la trasmissione delle seguenti informazioni: Invio delle variazioni anagrafiche dei pazienti e delle scelta e revoca del MMG o PLS; Ricezione prestazioni erogate dal MMG o PLS; Ricezione dati delle ricette mediche (modulo rosso della Zecca dello Stato). 14

19 Agenda digitale Nel corso del 2014, su indirizzo della Regione Veneto in adempimento al progetto nazionale di Progetto Tessera Sanitaria 12 verrà avviato a regime in tutto il territorio regionale il progetto di ricetta elettronica (ora in sperimentazione in due ULSS Venete). Sempre nel 2014 l Azienda ULSS n. 5 intende iniziare a consegnare i referti digitali, disponibili nel Repository Aziendale, direttamente nella cartella clinica dei medici di famiglia. Nel 2015 verrà reso disponibile sul portale internet aziendale il servizio di consultazione del Fascicolo Sanitario Elettronico aziendale contenente anche le immagini diagnostiche digitali (conservate nel sistema PACS). Inoltre verrà implementato, secondo gli standard in corso di definizione dalla Regione Veneto, l invio del Patient Summary da parte dei medici M.G.: un insieme predefinito di dati sanitari di base e di importanti eventi clinici necessario a garantire cure mediche efficaci e sicure. Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale La Regione Veneto, in adempimento agli obiettivi dell Agenda Digitale Italiana ed alla normativa precedente, sta promuovendo attivamente dal 2012 il progetto regionale del Fascicolo Sanitario Elettronico 13 che prevede: il fascicolo individuale per tutti gli assistiti della Regione; la disponibilità di tutti i referti comprese immagini radiologiche, dati sulle vaccinazioni, di invalidità, handicap e sulla protesica; i dati di sintesi clinica (patient summary); la fruibilità a supporto della diagnosi e della cura (integrazione con cartelle dei medici di famiglia, con i sistemi di emergenza-urgenza, con il sistema di residenzialità extraospedaliera nonché lo sviluppo delle reti di patologia e della telemedicina e telesoccorso) integrazione dei sistemi di prevenzione e screening; sviluppo delle componenti sociale e pediatrica del fascicolo., Il termine del progetto è previsto per il 2014 ed al momento sono stati sviluppati una parte degli obiettivi previsti, attraverso i progetti Doge (interscambio di informazioni cliniche con i medici di M.G. e Pediatri L.S.) ed "Escape" (dematerializzazione referti). Nel primo trimestre 2014, in conformità con i dettami regionali, l'azienda adotterà la dematerializzazione della ricetta medica con la definitiva eliminazione dei costosi moduli prestampati forniti dalla Zecca dello Stato (che continueranno ad essere impiegati solo nel caso di prescrizioni a domicilio del paziente o in caso di fermo del sistema informatico) e la loro sostituzione con la registrazione digitale e conservazione presso gli archivi informatici della Regione Veneto. Il medico di famiglia, attraverso il proprio software all atto della emissione di una ricetta, richiederà telematicamente al sistema TS (progetto Tessera Sanitaria ) 14 del Ministero delle Finanze il NRE (Numero Ricetta Elettronico). La ricetta elettronica, contrassegnata dall'nre, verrà inviata al sistema informatico regionale per l'archiviazione a disposizione delle farmacie e delle ULSS regionali e contestualmente inviata alla ULSS di riferimento. In un secondo tempo, entro fine 2014, verrà attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico: un complesso meccanismo di integrazione tra i Repository Aziendali dei documenti clinici (gli 12 D.L. n. 78 del 2010 art. 11 Progetto Tessera Sanitaria 13 D.G.R. Veneto n del 2012 Realizzazione progetto Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale 14 D.L. n. 70 del (convertito con L. n. 106 del ) Decreto Sviluppo 15

20 Agenda digitale archivi in cui si conservano a norma di legge tutti i documenti clinici in formato elettronico firmati digitalmente, p. es. referti clinici, verbali di P.S., lettere di dimissione, ecc.) ed un Registry Regionale, indice di tutti i documenti presenti nei diversi repository aziendali. Verrà implementato un portale regionale accessibile a tutti gli operatori della sanità (previamente autorizzati), ed eventualmente ai pazienti, per la consultazione della documentazione clinica dei pazienti in modo unitario indipendentemente da quale azienda sanitaria del Veneto sia stata prodotta. L azienda ULSS n. 5 dispone già di un Repository aziendale della documentazione clinica firmata digitalmente certificato per operare con lo standard regionale dei profili XDS definiti nel progetto DOGE, pertanto, non appena la Regione Veneto renderà disponibile il Registry regionale il locale Repository verrà collegato ad esso. 16

Agenda digitale italiana Sanità digitale

Agenda digitale italiana Sanità digitale Agenda digitale italiana Sanità digitale Paolo Donzelli Ufficio Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione tecnologica Presidenza del

Dettagli

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future

L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future L informatizzazione in ambiente sanitario: prospettive attuali e future Dott. Pietro Paolo Faronato Direttore Generale Azienda ULSS 1 Belluno Padova, 27 settembre 2013 1 Verso la Sanità Digitale Sanità

Dettagli

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna La comunicazione nella riorganizzazione del Servizio Sanitario Regionale. Strumenti per l accessibilità e l integrazione dei servizi sociosanitari Regione Emilia Romagna Anna Darchini Resp. Innovazione

Dettagli

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa?

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Paolo Donzelli DG Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione

Dettagli

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità:

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità: Sanità digitale Il completamento dell informatizzazione dell area clinico-sanitaria, la dematerializzazione della documentazione clinica e l accessibilità alle informazioni ed ai servizi da qualsiasi punto

Dettagli

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia ing. Vito Bavaro email: v.bavaro@regione.puglia.it Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi Servizio Accreditamento

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Iniziative in atto: L attività istituzionale dell Assessorato e la partecipazione ai progetti e ai tavoli nazionali Le iniziative in atto con le

Dettagli

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante alla costruzione di una architettura regionale e-health

Dettagli

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale

Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale I dati da cui partire: Lo sviluppo dei sistemi Informativi delle Aziende ospedaliere nel contesto del Sistema Informativo Regionale Tutti i cittadini lombardi hanno ricevuto la loro CRS-SISS oltre IL 90

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana

Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana Caso di studio nazionale sul Taccuino e PHR : Toscana Alessandra Morelli Regione Toscana Trento, 21 marzo 2014 AGENDA Il Sistema Sanitario della Toscana (SST) Obiettivi e strumenti Sistema ICT Il progetto

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia

Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia Il Sistema Informativo Sanitario Territoriale della Puglia Assessorato al Welfare e alle Politiche della Salute Bari, 16 luglio 2014 Il Fascicolo Sanitario Elettronico L'art. 12 del D.L. 179 del 18 ottobre

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Gara Medir Pubblicazione del bando: Agosto Settembre

Dettagli

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA

CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA CONFERENZA SULLA SANITA ELETTRONICA Il percorso di adozione del Fascicolo Sanitario Elettronico in Italia Lidia Di Minco Direttore Ufficio Nuovo Sistema Informativo

Dettagli

ICT per la Sanità in Emilia Romagna

ICT per la Sanità in Emilia Romagna ICT per la Sanità in Emilia Romagna Roma, 18 maggio 2012 L innovazione digitale per la sostenibilità del SSN 2 giornata nazionale della sanità elettronica Cabina di Regia 22 Maggio 2008 0 Sommario Vision,

Dettagli

Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA. Allegato a)

Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA. Allegato a) Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA Allegato a) Progetto degli interventi finalizzati all'utilizzo delle classi di priorità, registrazione diretta dell'erogato, interfacciamento tra il sistema CUP e

Dettagli

La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico. Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova

La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico. Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova La centralità del paziente tra MMG Distretto e Ospedale: il Fascicolo Sanitario Elettronico Daniele Donato Azienda ULSS 16 - Padova Premesse 2010 Centralità del paziente Continuità delle cure Appropriatezza

Dettagli

Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento

Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento Informatica Trentina S.p.A. Fascicolo sanitario elettronico Strategia e iniziative in provincia di Trento Bologna, 12 ottobre 2010 Agenda il modello provinciale dei servizi ICT le azioni ICT per le politiche

Dettagli

Servizi integrati di ingegneria clinica, e-health & e-government. Il Progetto. a project of TBS Group. www.tbsgroup.com

Servizi integrati di ingegneria clinica, e-health & e-government. Il Progetto. a project of TBS Group. www.tbsgroup.com Servizi integrati di ingegneria clinica, e-health & e-government Il Progetto a project of TBS Group www.tbsgroup.com Il contesto di riferimento È da tempo in atto un progressivo spostamento del baricentro

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1

ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1 ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1 IL MODELLO Al fine di implementare quanto previsto dal presente provvedimento, per ogni MMG/PLS si rende necessario agire su i seguenti ambiti: 1.

Dettagli

PROGETTI di E-government Area Sanità

PROGETTI di E-government Area Sanità PROGETTI di E-government Area Sanità Regione del Veneto Fabio Perina 15 dicembre 2004 Medici Di Base Cup IL ROGETTO Distretti Farmacie Repository Reparti Laboratori Sistema Accessi Gestore Eventi Comuni

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014 Oggetto: POR FESR 2007-2013 Linee di attività 1.2.1.a., b. e c. Rimodulazione e incremento della dotazione finanziaria per l attuazione degli interventi relativi alla dematerializzazione della prescrizione

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE. ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8

Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE. ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8 Allegato alla Delib.G.R n. del 21.2.2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 8 In data 6 FEBBRAIO 2013 alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro per la firma

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del sistema sanitario Integrazione dei servizi di Telemedicina con il Fascicolo Sanitario

Dettagli

ICT in sanità: il percorso del futuro

ICT in sanità: il percorso del futuro ICT in sanità: il percorso del futuro Saronno, 18 Febbraio 2009 L di Busto Arsizio I Presidi ospedalieri di: Busto Arsizio Saronno Tradate Alcuni dati dimensionali 3 Presidi Ospedalieri: Busto Arsizio,

Dettagli

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto

Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Il digitale terrestre: buone pratiche a confronto Le opportunità di integrazione della TDT con i servizi sanitari Leonardo Sartori Responsabile Sistemi Informativi Trento, 30 aprile 2010 leonardo.sartori@apss.tn.it

Dettagli

A relazione dell'assessore Cavallera:

A relazione dell'assessore Cavallera: REGIONE PIEMONTE BU5 30/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 23 dicembre 2013, n. 28-6947 D.G.R. n. 37-6240 del 2.8.2013. Servizi "on-line" assicurati dal Servizio Sanitario Regionale a favore

Dettagli

IL PROGETTO AMPERSA. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento APSS: ORGANIZZAZIONE E OBIETTIVI

IL PROGETTO AMPERSA. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento APSS: ORGANIZZAZIONE E OBIETTIVI IL PROGETTO AMPERSA Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento Cristiana Armaroli,Andrea Vielmetti, Ettore Turra APSS - Trento Nell ambito delle Aziende Sanitarie Locali il progetto AMPERSA relativo

Dettagli

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza II^ Forum Risk Management in Sanità Applicazione delle tecnologie alla sicurezza del paziente Arezzo, Centro

Dettagli

Lepida@Unife: Rete e Servizi

Lepida@Unife: Rete e Servizi Direzione Generale Centrale Organizzazione, Personale,Sistemi Informativi e Telematica Lepida@Unife: Rete e Servizi Polo Scientifico e Tecnologico, Università di Ferrara 22 gennaio 2007 Regione Emilia-Romagna/

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico. in TRENTINO

Il Fascicolo Sanitario Elettronico. in TRENTINO Trieste, 20 giugno 2014 Il Fascicolo Sanitario Elettronico in TRENTINO luciano.flor@apss.tn.it 1 e-health in P.A. di Trento anno 2014 al 3 giugno SIO APSS e ACCREDITATE Fascicolo sanitario elettronico

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia

Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Migliorare l informazione e l accesso ai servizi per il cittadino: il ruolo dell Azienda e del Medico di Famiglia Dr. Alberto Carrera Responsabile Sistema Informativo Aziendale ASL1 Imperiese Dr. Roberto

Dettagli

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI

TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI TELEMEDICINA. SALUTE IN RETE O BUONI PROPOSITI MILANO, 2 MARZO 2015 DOTT. LUCIANO FLOR DIRETTORE GENERALE AZIENDA SANITARIA TRENTO Provincia Autonoma di Trento Superficie Kmq 6.200 eurochirurgia e troke

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

IL PROGETTO NIGUARDAONLINE

IL PROGETTO NIGUARDAONLINE IL PROGETTO NIGUARDAONLINE A CURA DI : Luciana Bevilacqua Responsabile Ufficio M.C.Q. Gianni Origgi Responsabile Sistemi Informativi Aziendali Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda di Milano Da oggi i

Dettagli

Linee guida in materia di formazione per la esociety

Linee guida in materia di formazione per la esociety Allegato parte integrante Linee guida formazione esociety ALLEGATO ALLA DELIBERA N. DEL 14 LUGLIO 2006 Linee guida in materia di formazione per la esociety La Società dell informazione deve garantire,

Dettagli

Conservazione sostitutiva

Conservazione sostitutiva Conservazione sostitutiva L esperienza dell Azienda ULSS 9 Treviso ente cedente della soluzione VENETO ESCAPE Ing. Elio SOLDANO Servizio per l'informatica - ULSS n. 9 di TREVISO TREVISO TECNOLOGIE 22 NOVEMBRE

Dettagli

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino Cosa si intende per rete multimediale E una infrastruttura che consente il contemporaneo trasferimento di: Dati alfanumerici Fonia Immagini

Dettagli

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di neoplasia i italia (asr-eu 366,6 escluso ca. cute)

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

Fascicolo Sanitario Elettronico

Fascicolo Sanitario Elettronico Consiglio Nazionale delle Ricerche Fascicolo Sanitario Elettronico «La roadmap e l accelerazione in atto» Ing. Stefano van der Byl Ing. Mario Ciampi Fascicolo Sanitario Elettronico 1/2 «Il FSE è l insieme

Dettagli

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara Allegato al capitolato speciale di gara Specifiche Funzionali di Integrazione con il Sistema Informativo dell APSS Il presente documento definisce le specifiche funzionali che devono essere soddisfatte

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE PROGRAMMAZIONE E FINANZA Spinea, lì OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO - TRIENNIO 2013/2015 Allegato 1: DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE

Dettagli

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale Circolarità Anagrafica- Realizzazione della piattaforma infrastrutturale regionale Obiettivo dell intervento è la realizzazione della circolarità anagrafica come l insieme delle regole, procedure e applicazioni

Dettagli

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI ORGANIZZAZIONE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE, GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE E CONTROLLO TRA I COMUNI DI ARQUA POL., FRASSINELLE POL., COSTA DI

Dettagli

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN»

«L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» «L Agenda Digitale e l interconnessione col SSN» Ing. Stefano van der Byl DIGITAL AGENDA FOR EUROPE Indicator (including breakdown and unit) for acute hospitals Broadband connection > 50Mbps (in % of hospitals)

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

http:www.e-oncology.it

http:www.e-oncology.it http:www.e-oncology.it Il prototipo e-oncology strumento operativo di Rete di interconnessione tra gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Oncologici costituita per iniziativa del Ministero

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino

Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino Le soluzioni: Il Sistema che razionalizza i processi degli enti erogatori per migliorare i servizi a beneficio del cittadino Affrontare le sfide del sistema socio-sanitario I sistemi socio-sanitari sono

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Titolo prodotto: Portabilità Individuale Clinica (P.I.C.) Categoria: e-health Tipologia di prodotto Broadband/Online/WEB (channel): Abstract del progetto

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

Modelli di Triage, strumenti informatici e standardizzazione

Modelli di Triage, strumenti informatici e standardizzazione Modelli di Triage, strumenti informatici e standardizzazione Giorgio Moretti Stefano Ceccherini Roma 11 giugno 2010 Informatizzazione dei Pronto Soccorso in Italia La diffusione dell ICT in ambito di Pronto

Dettagli

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA 1 INDICE ARCHITETTURA CONTENUTI ORGANIZZAZIONE SOGGETTI COINVOLTI RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI TECNOLOGICI 2 ARCHITETTURA

Dettagli

TECNOLOGIE IN CORSIA ESPERIENZE SUL CAMPO. Ing. Elio SOLDANO Direttore U.O.C. Servizio per l Informatica AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO

TECNOLOGIE IN CORSIA ESPERIENZE SUL CAMPO. Ing. Elio SOLDANO Direttore U.O.C. Servizio per l Informatica AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO TECNOLOGIE IN CORSIA ESPERIENZE SUL CAMPO Ing. Elio SOLDANO Direttore U.O.C. Servizio per l Informatica AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO L Azienda ULSS n.9 di Treviso 420.000 assistibili 37 comuni 4 distretti

Dettagli

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica: numeri di eccellenza Evento organizzato con il supporto e la collaborazione del progetto Mattone Internazionale COMUNICATO STAMPA Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) della Provincia Autonoma di Trento TreC e ricetta elettronica:

Dettagli

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario»

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013 L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Chiara Penello Decreto Crescita 2.0 (DL 179/2012 conv. in Legge n.

Dettagli

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011 Progetto Prenotazione on line Roma, 12 Maggio 2011 CHI È VENUTO PRIMA DI NOI HA FATTO MOLTO, MA NON HA FATTO TUTTO (Seneca) Roma, 12 Maggio 2011 Pag. 2 La storia Ha origine nel corso del 2005 dal primo

Dettagli

IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE E DEMATERIALIZZAZIONE DOCUMENTALE

IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE E DEMATERIALIZZAZIONE DOCUMENTALE IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE E DEMATERIALIZZAZIONE DOCUMENTALE 2016 PA e Sanità Principi, modelli organizzativi e metodi concreti di attuazione degli obiettivi dell Agenda Digitale in collaborazione

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini.

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. REGIONE PIEMONTE BU32 08/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. A relazione degli Assessori Vignale, Ghiglia,

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

L evoluzione dei sistemi clinici e di interazione con i cittadini. Massimo Mangia Responsabile e-health

L evoluzione dei sistemi clinici e di interazione con i cittadini. Massimo Mangia Responsabile e-health L evoluzione dei sistemi clinici e di interazione con i cittadini Massimo Mangia Responsabile e-health Nuovo Sistema Informativo Sistema Informativo Clinico Integrato: Cure Primarie Territorio Ospedale

Dettagli

L Istituto di Ricerca sperimenta un nuovo servizio di archivio e scambio di dati clinici

L Istituto di Ricerca sperimenta un nuovo servizio di archivio e scambio di dati clinici L Istituto di Ricerca sperimenta un nuovo servizio di archivio e scambio di dati clinici CPOE (Computerized Physician Order Entry). E inoltre disponibile e un Repository strutturato per la gestione di

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione Verso la cartella clinica elettronica: standard internazionali e piattaforme aperte in informatica sanitaria Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed

Dettagli

ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE

ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE ACCORDO PONTE MEDICINA GENERALE 2013 Pag. 1 di 6 In data 16 GENNAIO 2013 alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro per la firma dell Accordo Integrativo Regionale per la Medicina Generale, tra l Assessore

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Andrea Oliani

CURRICULUM VITAE. Andrea Oliani CURRICULUM VITAE Dati Generali Indirizzo Privato Via del Minatore, 5/b 37122 Verona Telefono privato 045 8031291 Cellulare 348 9364395 Indirizzo ufficio Azienda Ospedaliero Universitaria di Verona P.le

Dettagli

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per SISabile: caratteristiche tecniche e funzionali Una piattaforma software per la sperimentazione e l acquisizione di abilità operative nella gestione del percorso diagnostico-terapeutico assistenziale del

Dettagli

Lo IEO è uno dei 42 Istituti italiani di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per patologie specifiche e fa parte del Servizio Sanitario Nazionale.

Lo IEO è uno dei 42 Istituti italiani di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per patologie specifiche e fa parte del Servizio Sanitario Nazionale. Paolo Zilioli Sistemi Informativi Istituto Europeo di Oncologia Roma Fortum PA - 2011 Lo IEO è uno dei 42 Istituti italiani di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per patologie specifiche e fa parte

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica La digitalizzazione in sanità Dott.ssa Rossana Ugenti Direttore Generale del Sistema Informativo e Statistico Sanitario Ministero

Dettagli

LA CITTADINANZA DIGITALE

LA CITTADINANZA DIGITALE . 1. LA CITTADINANZA DIGITALE Cambia il rapporto tra cittadini e amministrazione partendo dal principio che i cittadini sono al centro dell azione amministrativa, che essi godono di diritti di cittadinanza

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

La Tecnologia e l Evoluzione Informatica evoluzione ICT e normative: due temi due velocità

La Tecnologia e l Evoluzione Informatica evoluzione ICT e normative: due temi due velocità La Tecnologia e l Evoluzione Informatica evoluzione ICT e normative: due temi due velocità Trieste 20 giugno 2014 Dott. Lorenzo Pozza Presidente e AD Insiel S.p.A Evoluzione ICT New Devices Tablet Smart

Dettagli

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Regione Liguria L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Roma, 24 febbraio 2010 Maria Franca Tomassi La strategia Il Sistema Informativo Regionale Integrato per lo sviluppo della società dell

Dettagli

Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE. (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005)

Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE. (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005) Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005) ----------------------------------------------------- IL MINISTRO

Dettagli

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008)

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) COMUNE DI RAVENNA U.O. Sistema Informativo e Automazione Lett. a. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La Legge Finanziaria 2008

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA I SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE Il Comune di CALTAVUTURO attraverso il presente progetto intende attivare e rafforzare i servizi offerti al cittadino, per dare maggiore

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana

La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana La Carta Sanitaria Elettronica della Regione Toscana 19 Marzo 2015 La CSE è un sistema per l acquisizione, l aggiornamento e la consultazione dei dati sanitari per semplificare l esercizio del diritto

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Telemedicina: una sfida per la sostenibilità del sistema sanitario L'innovazione dell'ict per una Sanità che cambia Ivo Saccardo

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli