Ha avuto inizio con la

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ha avuto inizio con la"

Transcript

1 >SETTIMANALE IDG ANNO XXXIII N. 1 GIARRE, SABATO 19 GENNAIO ,00 A DIFFUSIONE REGIONALE SPED. IN A.P. ART. 2 COMMA 20/B LEGGE 662/96 FIL. DI CATANIA PUBBL. INF. 45% di Giarre > Il circuito dell incoscienza Riposto: incrocio a rischio quello tra le vie Carnevale e delle Viole a Torre Archirafi a causa della segnaletica inadeguata > a pag. 5 > Le strade dei tanti misteri San Pietro Clarenza: numerosi dubbi e punti oscuri dietro le dimissioni della Commissione consiliare toponomastica > a pag. 6 Il postino si paga due volte Giarre: l Amministrazione comunale, lo strano rapporto con la ditta Mail Express Poste Private s.r.l. per il servizio di recapito e un consigliere che non si arrende Ha avuto inizio con la determinazione 597 del 27/12/2010 del Dirigente dell Area II Gestione Risorse ed Organizzazione (Oggetto: Affidamento dei servizi postali per la corrispondenza. Determinazione a contrattare ), si è successivamente evoluta con determinazione 166 del 06/06/2011, sempre proveniente dalla medesima Area II ( Oggetto: Aggiudicazione definitiva dei Servizi Postali per la corrispondenza del Comune di Giarre per il triennio ); per poi approdare, con un inevitabile strascico di accuse e difese, in sede di dibattito consiliare lo scorso 14 gennaio. Un approdo che è stato proceduto dalla trasformazione della questione da delicata in spinosa, anche alla luce della piccata replica che l Amministrazione Sodano ha affidato ad un Comunicato stampa, dopo un intervento, con richiesta di chiarimenti, da parte del cons. Patrizia Lionti. L avvio ufficiale, arrivato con l interrogazione presentata dalla stessa Lionti in Consiglio comunale lo scorso 31 ottobre 2011, si accompagnava ad una richiesta di chiarimenti in merito alla determina dirigenziale 166 sopra ricordata, avente ad oggetto la gestione dei Servizi Postali per la corrispondenza del Comune di Giarre, con la quale si è disposta la privatizzazione del servizio postale, appunto, affidandolo alla ditta Mail Express Poste Private s.r.l., rappresentata dal sig. Antonio Ferro, per i tre anni a venire. Un affidamento che, conti alla mano, comporta un impegno di spesa prenotata di 180,000,00 euro per tre anni, ossia 60,000,00 euro annui, precisando che i 50,000,00 euro riportati nella determina stessa, non sono comprensivi di Iva. E qui cominciano le anomalie. Infatti, i ,00 euro medi spesi annualmente con Poste Italiane prima della privatizzazione comprendevano tutti gli atti giudiziari, fatta eccezione solo per quelli di Polizia Municipale, mentre Mail Express non copre alcun atto giudiziario che rimane, dunque, a carico dell Ente oltre a quanto dovuto per la posta ordinaria alla ditta privata. Eppure, una sentenza della Cassazione, la 20440/06, indicava come soggetti aventi la potestà di notificazione in primo luogo gli ufficiali di Polizia Giudiziaria e, in secondo luogo, anche i messi comunali ed il funzionario comunale che ha accertato la violazione. Le notificazioni, poi, avvengono tramite il servizio postale (come afferma l art. 3 della legge n. 890/92), cui si rivolge il funzionario spedendo copia dell atto al destinatario in piego raccomandato con avviso di ricevimento. Dal momento che la legge (nello specifico anche il Codice di Procedura civile) individua la notifica a mezzo servizio postale come un atto pubblico, avente valore di prova legale, ossia conferisce al servizio postale la pubblica potestà di certificazione, si può dire che la ditta Mail Express Poste Private s.r.l. sia in possesso di tale potestà legalmente riconosciuta? L Amministrazione comunale, ad oggi, si è ben guardata dal rispondere a tale quesito. Il consigliere Lionti ha reiterato la sua richiesta di chiarimenti con una interrogazione presentata in data 14 gennaio 2013, ma il silenzio di risposta da parte dell Amministrazione comunale, ad oggi, è stato davvero assordante. Ma andiamo oltre. Relativamente al risparmio del 15% che l Amministrazione sostiene di avere con Mail Express per il servizio di affrancatura, occorre tenere presente che, con determina dirigenziale n 204 del 5 luglio 2000, è stato previsto l acquisto da parte del Comune proprio di una affrancatrice elettronica, la cui spesa, pari ad un importo di 7,820,400 delle vecchie lire, è stata liquidata alla ditta fornitrice, con determina n 84 del 30 marzo A quanto ci risulta tale strumentazione pare non sia mai stata messa in funzione, costituendo uno sperpero di denaro pubblico. Invece, con l utilizzo della stessa, allora come adesso, anche servendosi di Poste Italiane, l Ente avrebbe potuto conseguire quel risparmio. E, dulcis in fundo, numerose segnalazioni da parte di cittadini hanno evidenziato che la scelta di notificare attraverso i servizi di Mail Express Poste Private s.r.l. stia portando a ritardi, smarrimenti, disservizi di vario genere legati soprattutto alla rete di distribuzione, non in grado di vantare una conoscenza approfondita del territorio. Alla luce di tutto questo sono numerosi e legittimi i dubbi sulla validità della scelta operata dall Amministrazione Sodano, sia sul piano sostanziale, sia su quello dell effettivo risparmio per l Ente. Infatti, se per risparmio si intende il duplicare un servizio, nascondendo i disservizi e l incapacità di un soggetto dietro frasi ad effetto, fumose recriminazioni ed attacchi personali ad un consigliere comunale, accompagnati dall offesa all intelligenza stessa dei cittadini, possiamo ben dire che questa Amministrazione sembra aver dimostrata una capacità costruttiva sul nulla davvero invidiabile. Gabriele Di Grazia Il sacco di Fondachello Il Sacco di Fondachello fu, negli anni 80-90, una delle più grandi speculazioni edilizie della storia siciliana. Una intera borgata marinara, con forti propensioni turistiche, è stata inghiottita da un espansione edilizia dissennata e abnorme, spesso promossa dalle collusioni tra mafia e politica. Sullo sfondo: la mancanza di una pianificazione complessiva che potesse contemperare ed integrare le diverse esigenze di quell area turistica col resto della pianificazione urbana. Grazie alla lungimirante politica comunale mascalese un lungo tratto di costa jonica è stato cementificato, con la moltiplicazione di alloggi estivi che hanno trasformato quella che poteva essere una grande piattaforma turistica ricettiva in un agglomerato di alloggi vacanze, alias case dormitorio, agevolando numerose imprese edilizie locali che hanno mangiato in quel tavolo imbandito sulla città. Oggi, a distanza di anni, consapevoli di una speculazione edilizia che ha mortificato una grande porzione di territorio, eliminando sul nascere qualsiasi tipo di pianificazione volta ad incrementare il numero delle attività turistico ricettive, la scena sembra ripetersi. L Amministrazione Monforte, cui molti componenti, Sindaco in testa, sono stati i protagonisti, a vario titolo, di quella spaventosa colata di cemento, ha varato una serie di delibere, con il concorso del Consiglio comunale, che pare puntino alla speculazione edilizia. Così accade che alcune imprese titolari di complessi edilizi in via Spiaggia hanno ottenuto, più di recente nel novembre scorso, il via libera Mario Previtera >CONTINUA A PAG. 2

2 2 N. 1 Sabato 19 Gennaio 2013 giarre Caos traffico, lotta impari? I rimedi dell assessore alla Viabilità, Alfredo Foti, illustrati nel corso di un incontro con la 1ª Commissione consiliare L assessore alla Viabilità del Comune di Giarre, ing. Alfredo Foti, nei giorni scorsi, ha partecipato ad una seduta della 1ª Commissione consiliare, presieduta dall avv. Gaetano Cavallaro, nel corso della quale ha annunciato una serie di importanti misure in ordine alla gestione del traffico. Le problematiche del corpo di Polizia municipale ha dichiarato Foti sono strettamente interconnesse con l attività e servizi di altre aree; non meno importante la pregressa carenza di organico che ha instaurato un sistema di irregolarità diffuse nel territorio che ancora oggi risulta difficile estirpare. Prosegue l assessore: La mancanza di adeguati spazi decentrati per l attività di vendita di prodotti ortofrutticoli ha determinato una cronica presenza in aree e ambiti non conformi alle norme di baracche varie. Dopo un breve periodo di moratoria, attivato anche con l ausilio di associazioni, oggi occorre intervenire in maniera più incisiva con un controllo più attento e puntuale del territorio. In particolare, si ritiene di dover attuare alcuni precisi passaggi: controllo continuo nel centro storico della sosta selvaggia su marciapiedi, strisce pedonali e stalli per disabili con la conseguente attività sanzionatoria. Ma è pure necessario aggiunge Foti il puntuale controllo delle altre zone del centro abitato e delle frazioni, sia con l ausilio di pattuglie automontate che, non appena ripristinate, con pattuglie motorizzate, in vari momenti della giornata, al fine di consentire un controllo mirato per inibire l idea della sosta irregolare, soprattutto nelle zone in prossimità di incroci. L assessore Foti ha ribadito, inoltre, la necessità di predisporre controlli mirati in merito al sistema sanzionatorio sulle strisce blu; controllo interno dei comportamenti del personale; verifica dell effettiva forza lavorativa disponibile anche in virtù dei cosiddetti distacchi ; sensibilizzazione alle problematiche del parcheggio e della viabilità di amministratori, consiglieri e dipendenti comunali; valutazione impiego sperimentale parcheggi marciapiedi via Pirandello e via Callipoli alta. Un progetto che mi sta particolarmente a cuore ci ha dichiarato, inoltre, l assessore Foti riguarda il prolungamento del servizio di vigilanza del territorio da parte della polizia municipale sino alle 22, in particolare nei giorni di sabato e prefestivi. Per una maggiore tranquillità di tanti genitori, ovviamente. Mario Vitale Una festa sotto canestro Centro Pallacanestro e Basket Giarre hanno dato vita ad un appuntamento tra divertimento e sport per salutare il 2012 Si sono dati appuntamento sul parquet del Palajungo a Giarre, per scambiarsi gli auguri del Natale con una mega festa dello sport, i circa duecento atleti appartenenti alle società giarresi Centro Pallacanestro Giarre e Basket Giarre presiedute, rispettivamente, dal prof. Andrea Aveni e dall Avv. Giovanni Spada. Dinanzi a un pubblico delle grandi occasioni, circa mille gli spettatori presenti sugli spalti, i giovani cestisti giarresi, di età compresa tra i quattro e i diciassette anni, si sono ritrovati nel centro sportivo per festeggiare insieme il Santo Natale. Sport, musica, balli e tanto divertimento hanno allietato la serata, trascorsa tra divertenti attività sportive e gare proposte dagli organizzatori, coadiuvati dai fondatori del CCT Pallacanestro Giarre, Rosario Aveni e Mariolina Russo, ex stella del basket a Giarre, dal prof. Giovanni Di Bella e dagli ex atleti, oggi istruttori, Giada Castorina, Davide D Urso, Alberto Vasta, Giampiero Iannitti, Alessia Maugeri e Doruccio Grasso. Percorsi di gioco guidati per i piccoli, gare di mini basket per i ragazzi, vere e proprie partite per i più grandi, che si sono sfidati in diverse competizioni dinanzi a un folto pubblico. Intermezzi musicali, alternati a pause merenda, a base di cioccolata calda e zucchero filato, e mini spettacoli allietati dalla presenza dei principali personaggi dei cartoni animati (Ben Ten, Hello Kitty, Winnie the Pooh e Spiderman), hanno reso più allegra la serata conclusasi, dopo l arrivo di Babbo Natale che, col suo enorme sacco, ha distribuito ricchi doni agli atleti presenti, con un momento di fraternità. Vedere tanti bambini e tanti ragazzi gremire il palazzetto, pieni di voglia di divertirsi facendo sport spiega Andrea Aveni, è stato per noi motivo di grande soddisfazione. Scopo della festa, infatti, era proprio quello di riuscire a creare un momento di grande socializzazione tra i nostri piccoli atleti e, considerata l affluenza e la partecipazione gioiosa, sembra proprio che l obiettivo sia stato centrato. Rosalba Azzarelli Una luce senza fine In mostra a Giarre, per tutto il mese di gennaio, le opere del pittore Pietro Piccoli Appuntamenti Lunedì 21 gennaio, alle ore 18,00, presso la Biblioteca comunale di Giarre, in via Principessa Iolanda, sarà presentato il volume di Antonella Agnoli Caro Sindaco, Parliamo di Biblioteche. Si tratta di una stimolante e totalmente condivisibile proposta per restituire alle biblioteche un uso sociale contemporaneo, svincolato dal concetto di mera conservazione di testi e di inutilità culturale nell era della comunicazione digitale. Oltre all autrice, presenteranno il volume Salvo Patané, Marinella Fiume e Carla Pecis. * * * Sabato 26 gennaio 2013, alle ore 17, organizzata dalla Pro Loco di Giarre, si terrà la presentazione del libro Menzogne e misfatti dell Unità d Italia del prof. Fernando Mainenti. La manifestazione, ospitata presso il Salone degli Specchi del Comune di Giarre, vedrà la presenza dell arch. Salvo Patané in veste di relatore, con gli interventi dell avv. Luigi Savoca e del Cavaliere della delegazione della Sicilia orientale dell ordine Costantiniano, Piersanti Serrano. Ritorna a Giarre, presso la galleria d arte Firme d Autore, Pietro Piccoli, famoso ed apprezzato pittore latinense. La mostra Luce senza fine, inaugurata lo scorso dicembre a Roma presso il complesso di vicolo Valdina con il patrocinio della Camera dei Deputati, continua nei locali di via Manzoni (zona viale Libertà) fino al 31 gennaio, dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00. Il maestro conferma così il rapporto artistico che lo lega a Lucia Rocca, titolare della galleria nonché sua amica personale da oltre vent anni. Una collaborazione molto prolifica, quella con la gallerista giarrese, che ha portato all allestimento di numerose sue mostre nella cittadina jonico-etnea dal 1996 ad oggi e, addirittura, alla presentazione in anteprima nazionale, nel 2009, della retrospettiva Silenziosa luce. Grazie alle visite fatte per promuovere i propri lavori, inoltre, Piccoli ha avuto occasione di conoscere i luminosi paesaggi isolani, che ha poi rappresentato in diversi dipinti, come Armonia siciliana e Case sull Etna. È una pittura nitida e sfolgorante quella di Piccoli, che riesce ad esprimere il senso del fermarsi del tempo o, addirittura, della sua perdita. Che si trovi di fronte a nature morte o scorci marini, lo spettatore viene trasportato in un altra dimensione, in cui la presenza umana è così discreta da apparire invisibile: unica protagonista la luce, che può materializzarsi con colori caldi o freddi, ma riesce ugualmente a lasciare a bocca aperta. Novità assoluta della mostra è l esposizione e la vendita al pubblico di opere di arredo per interni, come orologi da muro e lampade, e accessori di abbigliamento come borse e valigette porta pc, che riprendono con buon esito alcune delle opere dell artista. Mario Lo Iacono I segni dell inciviltà Il sottopassaggio della stazione FS continuamente imbrattato sottopassaggio che mette in comunicazione il primo binario con il secondo ed il terzo binario, nella stazione FS di Giarre-Riposto, viene imbrattato L unico di continuo, con bombolette spray. Vengono imbrattati i muri e anche il pavimento con scritte varie e disegni osceni. Veramente uno spettacolo indegno al quale, ogni mattina, gli utenti del treno devono assistere. Gli addetti alle pulizie non hanno il tempo di pulire che l indomani spuntano più copiose delle nuove scritte. È necessario che gli addetti alla sicurezza di Trenitalia vigilino di più affinché questi vandali vengono scoperti e puniti al più presto. Gaetano Bonaventura ero di Seppia NMi sono sentito pieno di dolcezza al Nero di Seppia, ero immerso dentro una luce un posto che mi ha affascinato tanto. Il mare e le stelle erano vicino a me, il buio della sera all improvviso si era trasformato in grande calore quello dell amicizia. È stato bello quando circondato dalla bellezza del Nero di Seppia, ho sentito nascere questa poesia. Per la famiglia del Gazzettino Vito Cutuli da pag. 1 - Il sacco di... per alcune varianti ai piani di lottizzazione. In sostanza, è stato consentito il cambiamento e la diversa distribuzione delle opere di urbanizzazione, passando da turistico alberghiera a casa ed appartamenti per vacanze. Alle imprese è stato consentito, dalla sempre più lungimirante amministrazione Monforte, la costituzione di una organizzazione imprenditoriale preposta alla gestione dei servizi comuni e alla concessione in locazione dei singoli appartamenti, secondo la regola comune dei contratti d albergo. Dunque, un esempio tangibile di turismo innovativo, che contribuisce fattivamente alla moltiplicazione di appartamenti-vacanza da locare durante il periodo estivo, incrementando, ulteriormente, quel tipo di turismo casareccio caratterizzato dalla presenza di migliaia di vacanzieri nostrani (in larga parte catanesi, paternesi e adraniti) che hanno trasformato la frazione di Fondachello in un gigantesco accampamento. Nel periodo compreso tra luglio e agosto, la frazione registra un incremento di residenti: da 3 mila a 50 mila persone. Un invasione barbarica che produce diversi danni, se è vero che lunghi tratti di spiaggia libera, in estate, diventano una mortificante pattumiera. L assenza, poi, di strutture alberghiere e, più di recente la fuga di chi ha investito nei resort, sono la prova tangibile di un turismo fallimentare, che non consente alcun tipo di programmazione. Oggi, questa Amministrazione comunale, ridotta ai minimi termini, senza un Consiglio comunale (prima di Natale si è verificata la grande fuga dell ex presidente del Consiglio Susinni e poi di un numero cospicuo di consiglieri), massacrata dalle pesanti e inquietanti inchieste giudiziarie accompagnate, di recente, anche da richieste di arresto, continua inesorabilmente nella propria attività. Ignorando la realtà. Vivendo in una dimensione parallela senza tenere conto che la città è sull orlo del baratro, mentre Fondachello, che avrebbe potuto essere il vero fiore all occhiello, è diventata un grande dormitorio, spesso rifugio di latitanti ed ergastolani, priva di impianti turistico-ricettivi, piena, invece, di alveari ove trascorrere le vacanze all ombra di un piatto di cannelloni e di una fresca anguria, con la goduria degli speculatori edilizi, protagonisti di affari milionari senza precedenti creando, probabilmente, il nuovo, grande, sacco di Fondachello. Mario Previtera Direttore responsabile: Salvatore Agati Condirettore: Corrado Petralia Già Direttore: Angelo Patanè Editore: Società Cooperativa di Lavori e Servizi Sant Isidoro a r.l. Sede: Via Callipoli n Giarre (CT) Tel. 095/ Fax 095/ Reg. al Tribunale di Catania N. 557 del 1980 Nuova edizione Registro Naz. della Stampa N del Stampa: Eurografica s.r.l. S.S. 114 Orientale Sicula - RIPOSTO (CT) Tel Fax Abbonam. Soci: 5,20 Ordinario: 48,00 Sostenitore: 258,00 C/C Postale N L importo dell abbonamento è detraibile dal reddito Pubblicità: Manchettes di testata 130,00 cad., pubblicità modulo (44x36 mm.) 41,40; commerciale, culle, nozze, ecc. 2,00 mm.; sentenze e legali 2,50; redazionali 1,50 mm.; necrologi 0,25 a parola nome in neretto e titoli 1,50 a parola, croce 8,00; pubblicità a colori +35%; posizione di rigore +10%; pubblicità politico 2,50 mm. I.V.A. 20% esclusa. Il giornale si riserva in ogni caso il diritto di rifiutare qualsiasi inserzione. Dei testi, dei disegni e delle foto riprodotti in questo numero del giornale è vietata la riproduzione. I manoscritti pervenuti in redazione, anche se non pubblicati, non vengono restituiti. Le opinioni degli Autori degli articoli non impegnano necessariamente la responsabilità del «Gazzettino» e sono liberamente espresse e offerte. Ai privati una prima inserzione viene concessa gratuitamente per un massimo di 30 parole.

3 caleidoscopio N. 1 Sabato 19 Gennaio Il futuro da creare L auspicio per una nuova Italia: pensare una Repubblica Federale! Vent anni fa prendeva il via quella sorta di putiferio politico-giudiziario passato alla storia con il nome di Tangentopoli. Fu un passaggio chiave nella storia italiana, che spazzò via una parte significativa della classe dirigente che aveva governato nei decenni precedenti. Com è noto, non spazzò via solamente gli uomini ma anche i partiti che avevano fatto la storia dell Italia repubblicana: quelli che avevano consentito all Italia postfascista di risollevarsi dalle macerie della guerra, che avevano avviato la cosiddetta ricostruzione, scritto la costituzione e reso il paese un paese pseudo democratico (con un Nord sempre più ricco e un Sud sempre più povero). Quei soggetti furono travolti da inchieste, che avevano portato alla luce un sistema di corruzione arrivato a livelli che sembravano inimmaginabili e irripetibili, salvo poi doversi amaramente ricredere. Si è voluto stigmatizzare tale cruciale passaggio con una dizione che mirava a stabilire una cesura netta, una soluzione di continuità, in grado anche di evocare una rigenerazione politica, sociale e soprattutto morale. La Seconda Repubblica voleva essere, sostanzialmente, questo: non un nuovo capitolo ma un nuovo libro della storia italiana. Una tale rigenerazione aveva ovviamente bisogno anche di una sua traduzione, diciamo così, tecnica. E fu il referendum sulla legge elettorale a fornirlo (con diversi quesiti, prima nel 1991 e poi nel 1993). Il risultato fu il passaggio ad una legge elettorale a prevalenza maggioritaria che, congiuntamente agli sconvolgimenti sul piano politico, portò ad una nuova configurazione del sistema politico italiano: il cosiddetto bipolarismo, il cui obiettivo fondamentale era l avvio e il consolidamento di una democrazia dell alternanza. Se dal 1948 l Italia, per molteplici ragioni interne ed internazionali, aveva vissuto l esperienza di una democrazia bloccata in cui era impossibile un alternanza nel governo della nazione, con le elezioni del marzo del 1994 si apriva una stagione affatto diversa. Due prevalenti coalizioni si confrontavano e si contendevano il consenso dell elettorato. Da quel momento si è preso a parlare, appunto, di Seconda Repubblica, distinta chiaramente dalla Prima, ritenuta un sistema di malaffare, di corruzione, di malgoverno, di degradazione morale. La definizione fu tutt altro che pacifica. Fu un invenzione giornalistica che aveva la grande capacità evocativa della cesura netta, ed era sospinta dal profondo desiderio di una rigenerazione politicomorale, che appariva capillarmente diffuso nella società civile. Un intera classe dirigente era sparita e si poteva ora immaginare la costruzione di un sistema diverso, più pulito, meno bloccato e quindi, teoricamente, meno incline a quella occupazione del potere che aveva caratterizzato la partitocratica Prima Repubblica. La figura di Silvio Berlusconi, con la sua capacità di polarizzazione, divenne la personificazione del nuovo sistema. Tuttavia, l evocazione catartica della Seconda Repubblica non solo si è rivelata alla prova dei fatti assolutamente inesistente (nessuna purificazione, anzi il processo degenerativo è proseguito a velocità raddoppiata), ma ha nascosto la mancanza di cambiamenti strutturali che sono quelli che, in altri paesi, hanno giustificato la numerazione delle Repubbliche. Sotto questo profilo il nostro modello è stato la Francia. Uno strano complesso di inferiorità ci spinge a rincorrere la sorella latina su questo curioso terreno. Con la differenza che il susseguirsi della numerazione in Francia ha avuto inconfutabili ragioni storiche. La Prima Repubblica, nata in seguito agli eventi della Rivoluzione francese, fu soppiantata dall impero napoleonico e poi dalla restaurazione borbonica. Fu con una nuova rivoluzione, nel 1848, che nacque la Seconda Repubblica, la quale durò poco più di tre anni a causa del colpo di stato di Luigi Bonaparte, che divenne Napoleone III, avviando così il secondo impero. La nuova cesura avvenne in conseguenza della sconfitta nella guerra contro la Prussia bismarkiana, nel Il crollo di Napoleone III portò alla Terza Repubblica che si chiuse solo nella seconda guerra mondiale, con l occupazione nazista e la creazione del governo di Vichy. La fine della guerra, con la sconfitta dei regimi fascisti, riportò la Repubblica in Francia (la Quarta) che durò fino al 1958, anno in cui una nuova costituzione di natura semipresidenziale venne elaborata, sostituendo quella parlamentare del 1946 e dando vita all attuale Quinta Repubblica. È bene precisare che quest ultima non nacque da una semplice riforma costituzionale, ma dall elaborazione di una costituzione totalmente nuova. E ciascuno dei singoli passaggi storici qui sinteticamente rievocati ha prodotto nuovi testi costituzionali, che significa nuove regole del gioco. Ora nulla di tutto questo è avvenuto nell Italia degli anni Novanta. Non si può presumere di cambiare le Repubbliche inseguendo i mutamenti nelle leggi elettorali, né la frenetica mutazione di nomi dei soggetti politici. La costituzione italiana è rimasta quella del 1948 e le regole del gioco sono rimaste le medesime, anche se sono cambiati gli attori. Ma, come detto, l evocazione della seconda repubblica non aveva lo scopo di produrre cambiamenti strutturali quanto, invece, di dare corpo alle ansie di rinnovamento morale. E sono quelle stesse ansie che oggi, finito (forse) il ciclo berlusconiano, spingono alla rievocazione di una Terza Repubblica, quella post-berlusconiana (come se i francesi avessero evocato una Sesta Repubblica nel post De Gaulle e una Settima nel post Mitterrand!). Più che l ingannevole rincorrersi di improbabili numerazioni, più che la nominale esigenza di rigenerazione (inevitabilmente destinata a produrre ulteriore disillusione), sarebbe opportuno che le classi dirigenti e la società civile tornassero a ragionare sulle nuove regole da scrivere in una Costituzione Confederativa alternativa al fallimentare centralismo unitario, causa di tutti mali, per affrontare i nuovi problemi di una società che ha davanti a sé una difficile e lunga stagione di crisi. Samus Matematica, tra storia e curiosità I musulmani ed i classici L impero conquistato dagli arabi si costituisce dagli inizi del secolo sesto (nel 641 viene espugnata Alessandria, centro del mondo per la matematica nel periodo ellenistico) fino alla metà del secolo successivo. Tra il 641 e il 750 si stratifica una divisione tra i musulmani occidentali del Marocco e i musulmani orientali che, verso il 760, fondano Baghdad ed ivi trasferiscono, da Damasco, la capitale dell immenso califfato, che si estendeva dal Nord-Africa alla Persia. A centocinquant anni dalla conquista di Alessandria, raggiunto un clima di sostanziale pacificazione, i musulmani cominciano a tradurre opere scientifiche dal greco in arabo. Baghdad diviene, in pochi anni, un polo culturale importante grazie alla lungimiranza dei califfi al-mansur, Harun ar- Rashid, al-manum, che richiamano a Baghdad filosofi e scienziati dalla Persia, dalla Mesopotamia, dalla Siria. Baghdad diviene, in particolare, un centro di studi matematici, una nuova Alessandria. Gli arabi vengono conquistati dalla cultura dei popoli che avevano soggiogati; la loro ansia di conoscenza li spinse a tradurre in arabo le opere greche e indiane. Tuttavia non si pensi che gli arabi abbiano solo il merito di aver trasmesso la cultura greca. Essi nel campo della matematica, della fisica, dell astronomia hanno lasciato indelebile orma. È folta la schiera degli scienziati arabi, davvero prestigiosi, che animarono il panorama culturale dal secolo VIII al secolo XV. A Baghdad operò Muhammed ibn Musa al Khuwarizmi (Baghdad,780 Baghdad, 850), autore del primo trattato di algebra, che caratterizza la prima parte del secolo IX. Autore anche di un opera nella quale illustra il sistema di numerazione indiana, basato sul valore posizionale delle cifre, zero incluso, erroneamente poi attribuito agli arabi. Al- Khuwarizmi fu responsabile della Casa del Sapere, fondata a Baghdad dal califfo al- Manum. Autore di testi algebrici fu Abu- Kamil Shoja ben Aslam, egiziano ( ). Thabit ibn Qurra (Harran, 826 Baghdad, 901) fondò una scuola di traduttori ed egli stesso tradusse in arabo dal greco o dal siriaco opere di Euclide, Archimede, Apollonio, Tolomeo, Eutocio. Abu l-wafa (Buzghan, 940 Baghdad, 998), nel secolo X, già usava la notazione numerica indiana. Fu autore del primo trattato di trigonometria, piana e sferica, pensata come disciplina autonoma e non come struttura sussidiaria per l astronomia. Introdusse la funzione tangente di un angolo orientato. Ibn- Sina (Balkh, Afghanistan, 980 Hamadan, Iran,1037), persiano, illuminò la prima parte del secolo XI. Fu noto in occidente come Avicenna, di cui parla Dante ne La Divina Commedia (Inferno, IV, vv ): Euclide geomètra e Tolomeo Ipocràte, Avicenna e Galieno, Averois che l gran comento feo. Ricodiamo Ibn-al-Haitham (Bàssora, Iraq, 965 Il Cairo, 1037), noto come Alhazen, autore del trattato Tesoro dell Ottica e Ibn-Yunus ( ), egiziano, contemporaneo di Alhazen. Ibn-Yunus introdusse le formule di prostaferesi, che saranno ben utilizzate in occidente nel XVI secolo. Muhammed ibn Amhed Abu l Rian Al Biruni (Corasmia,Regione dell Uzbekistan, 973 Ghazna, Afghanistan, 1048), matematico, filosofo e storico, grazie ai suoi viaggi fu profondo studioso della matematica indiana, i cui testi tradusse in arabo. Sostenne il principio della numerazione decimale posizionale. Scrisse un opera celeberrima: India. Omar Khayyam (Nishapur, 1048 Nishapur, 1131), persiano, andando oltre al-khuwarizmi, trattò equazioni di terzo grado e si occupò del quinto postulato di Euclide o postulato delle parallele. Avverroè (Cordova, 1126 Marrakesh, 1198) tradusse dal greco in arabo le opere di Aristotele, di cui fu lo studioso arabo più importante; venne per questo chiamato Commentator. Fu proprio Averroè che, nel medioevo, fece conoscere il pensiero di Aristotele. Fino agli inizi del medioevo l Ipse dixit veniva riferito all autorità somma di Pitagora. Dal medioevo il riferimento è, invece, ad Aristotele come era solito fare proprio Averroè. Averroè era noto a Dante (cfr. terzina citata). Nasir Eddin al-tusi (Tous,1201 Baghdad, 1274), persiano, si occupò del postulato delle parallele; i suoi scritti furono tradotti nel secolo XVII da J. Wallis. Le traduzioni di Wallis costituirono oggetto di studio da parte di Giovanni Girolamo Saccheri 10 nei primi decenni del secolo XVII. Al- Kashi (Kashan, 1380 Samarcanda, 1429), persiano, operò nel XV secolo a Samarcanda. Scrisse molte opere in persiano e in arabo. Fu abilissimo calcolista; riuscì a determinare quindici cifre esatte di 2π (2π =6, ). L approssimazione di Al-Kashi resta di gran lunga migliore di quella che il matematico F. Viète determinerà un secolo dopo. Grazie alle traduzioni in arabo dei classici greci ad opera degli scienziati arabi l Europa del XII secolo conosce il pensiero greco. Nel dodicesimo secolo, infatti, inizia la traduzione in latino dei testi arabi. Fino all inizio del XII secolo in Europa la conoscenza dell arabo era necessaria e fondamentale per matematici ed astronomi. Nel corso del secolo XII in Ispagna dotti cosmopoliti traducono i manoscritti arabi in latino. In particolare, a Toledo, si costituì un attivissima scuola di traduttori. Non possiamo non ricordare Ermanno Dalmata, Giovanni da Siviglia, Gerardo da Cremona, Platone da Tivoli, Roberto da Chester. Gerardo da Cremona tradusse in latino Gli Elementi di Euclide e l Almagesto di Claudio Tolomeo. Roberto da Chester fu il primo a tradurre nel 1145 l Algebra di al-khuwarizmi dall arabo in latino. Non sappiamo quali opere di Archimede furono tradotte in arabo. Venne certamente tradotta La misura del cerchio, che fu tradotta in latino sia da Platone da Tivoli sia da Gerardo da Cremona. Le due traduzioni erano note già prima del Fu Roberto da Chester ad introdurre il termine sinus per indicare la ben nota funzione goniometrica di un angolo orientato, che fu introdotta in India nel quarto secolo e fu ripresa dai matematici alessandrini. I matematici indiani chiamarono con jiva metà della corda sottesa da un arco di circonferenza. I matematici arabi tradussero jiva in jiba, non avendo la lingua araba né il suono né il simbolo v. Roberto da Chester doveva tradurre proprio tale termine; lo confuse, però, con jaib, che in arabo significa golfo, baia, insenatura, e lo tradusse naturalmente in sinus. Roberto fu indotto in errore, forse, dal fatto che la lingua araba presenta la struttura delle consonanti e delle vocali lunghe dei singoli termini, essendo possibile non scrivere le vocali brevi, il cui inserimento, in tal caso, viene lasciato alle capacità lessicali del lettore. Impossibile individuare l errore sulla base della sola versione latina. I matematici, tuttavia, non convinti della pertinenza della traduzione, talvolta, usarono sinus rectus. Il termine sinus si impose, poi, definitivamente al di là del suo significato letterale. Giuseppe D Urso (già Preside dell I.T.I.S. Fermi di Giarre) Humana consilia di Urty Tagay Eritis sicut Deus, scientes bonum et malum Sarete come Dio, conoscitori del bene e del male La frase, simbolo dell illusione della scienza umana di pervenire alla conoscenza di tutti i segreti della natura, riprende le parole del serpente ad Eva nella Genesi (3,5). E proprio il serpente lo spirito del male e della menzogna, che si presenta alla creatura umana per indurla al peccato e alla ribellione a Dio, nel convincerla a mangiare il frutto dell albero proibito, le dice: Eritis sicut dii, scientes bonum et malum (Sarete come dèi, conoscitori del bene e del male). Alla fama dell espressione ha poi contribuito il Faust di Goethe (1,1): è questa infatti la dedica che Mefistòfele personaggio demoniaco a cui Faust vende la propria anima in cambio dell eterna giovinezza scrive a uno studente nell album su cui prendeva le firme dei professori, dopo avergli spiegato le caratteristiche delle varie discipline. Mefistòfele commenta poi così: Malgrado questa somiglianza a Dio, verrà un giorno in cui proverai la paura!. Una mediazione fra la Genesi e Goethe è costituita dal De incertitudine et vanitate omnium scientiarum, edita a Colonia nel 1527, del filosofo Enrico Cornelio Agrippa di Nettesheim, le cui teorie sulla potenza della magia e sulla concezione dell universo di tradizione cabalistica gli attirarono persecuzioni da parte della Chiesa. Nell opera la battuta del serpente ad Eva è ripresa come paradigmatica delle inconsistenti pretese della scienza di paragonare l uomo a Dio. Un anno di novità Misterbianco: riunione di programmazione e bilanci per il direttivo provinciale Anac 22 Cavalleggeri di Catania Presso il locale Quercia del Duca di Misterbianco si è tenuta la riunione del Direttivo A.N.A.C (Associazione Nazionale Arma Cavalleria), Sezione Provinciale 22 Cavalleggeri Catania, con scambio di auguri e presentazione del calendario ANAC. Erano presenti Stefano Mario Coco (presidente provinciale catanese), il colonnello Leonardo Privitera (comandante del 62 Fanteria Sicilia caserma Sommaruga di Catania), Lucia Della Diocesi, il dott. Francesco Borghese (1 capitano consigliere nazionale Anac), il presidente della sezione Palermo capitano Salvatore Salerno, Francesco Atanasio da Siracusa, il Comm. Giovanni Mirulla (coordinatore regione Sicilia ANIOC-Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche), il dott. Enzo Mirulla (Solidarietà sociale di Misterbianco), assieme ad rappresentanti dell arma di cavalleria e diversi soci onorari. Stefano Coco ha fatto un riassunto di quello che è stato l anno 2012 per l Anac catanese, caratterizzato dal trasferimento della sede catanese da via Giordano Bruno alla caserma Sommaruga, con ampi locali e l istituzione di un museo, grazie al colonnello Privivitera. Presso la Quercia del Duca, grazie alla disponibilità della famiglia Cutrufo, con Dario e Davide, a cui è stata consegnata la tessera Anac, ci sarà una seconda sede Anac. In questo sito c è gia un maneggio e si sta allestendo un ippodromo per gare ippiche, che sarà aperto ai soci Anac. Borgese ha comunicato che, per la prima volta, è stato fatto un calendario regionale Anac, condiviso dalla presidenza nazionale e regionale. Michele Milazzo La Signora Maria Nicolosi ci ha lasciati Il 15 gennaio scorso è mancata, all affetto dei suoi cari, la sig.ra Maria Nicolosi ved. Puglisi. Ai nostri collaboratori prof. Salvatore e M Giuseppe Musumeci (di cui era, rispettivamente, suocera e nonna), ai figli Giuseppe e Graziella, ai familiari e parenti tutti, indirizziamo il sentito ed affettuoso cordoglio del Gazzettino.

4 4 N. 1 Sabato 19 Gennaio 2013 catania e provincia Quel sì che piace tanto ai siciliani Successo per la nona edizione di Sposami!, Salone del Matrimonio ospitato nel complesso fieristico Le Ciminiere di Catania Sposami 2013 accende i riflettori sul fiabesco giorno delle nozze e lo fa in grande stile e nella migliore delle location catanesi, il centro fieristico Le Ciminiere, per indicare ai futuri sposi le più attuali regole del luxury wedding style. Wedding designer e floreal specialist, stilisti e atelier ricercati, riviste all avanguardia ed esclusive creazioni gastronomiche e dolciarie sono stati protagonisti del tour made in Sicily dedicato al pianeta del wedding style, centrato su creatività e lusso. Un tour affascinante, unione di tradizione, abitudini classiche e intramontabili a cui il giorno perfetto non deve mai rinunciare. Le coppie di sposi presenti in fiera sono state coinvolte in divertenti concorsi a premi che hanno messo alla prova affinità e preferenze nell organizzazione del matrimonio. È stata Deborah Marletta con il futuro sposo Emmanuele Insalata di pollo e patate Piatto unico, pieno di gusto e velocissimo da realizzare! Potete utilizzare del pollo allo spiedo avanzato, che diversamente è tristissimo da mangiare, o del semplice pollo bollito. Potete decidere di usare un pollo nella sua interezza o solo il petto, ricordando che è la parte più magra ma anche più stopposa del pollo o solo le cosce insomma, a voi la scelta ma il gusto e la soddisfazione sono garantiti! Ingredienti per 2 persone: 2 patate medio grandi 400 gr circa di pollo lesso o arrostito (al netto) Giardiniera di verdure Capperi dissalati Olive verdi Sale q.b. Olio extravergine q.b. Pepe nero macinato al momento ad libitum Barbato a trionfare nel concorso I Modelli Sposi che ha portato nella passerella di Sposami! dieci coppie di finalisti prossime alle nozze. La prima coppia classificata ha vinto una lussuosa lista nozze, i secondi classificati, Dario D Amico e Loriana Frazzetto, hanno guadagnato un weekend relax per due e la coppia terza classificata, formata da Agatino Monteleone e Monica La Rosa, ha vinto una notte di soggiorno con ingresso ad un centro benessere. La scelta non è stata facile, ma alla fine il voto dei giurati Salvo Pogliese, vice presidente Ars, Sergio Parisi, assessore comunale allo Sport e on. Giuseppe Castiglione, è stato concorde. Vento di romanticismo con il concorso Ti Sposerò perchè, per il quale sono state estratte e lette le prime quattro frasi, ironiche o romantiche dedicate a lui e a lei ; e ancora, S-coppia la coppia, i futuri sposi si sono cimentati in un intervista doppia davanti alle telecamere e la In cucina con Dadra Succo di limone ad libitum 1 cucchiaio di senape (io uso la senape francese, con semi interi, molto rustica) Il primo passo di questa preparazione consiste nel dissalare i capperi, mettendoli in abbondante acqua tiepida per almeno 30 minuti. Passate a bollire le patate. Mettetele in una pentola, coperte di acqua fredda (almeno 3 dita sopra il livello delle patate stesse) e cuocetele finché non si faranno facilmente infilzare coi rebbi di una forchetta. Estraetele dall acqua e fatele raffreddare, quindi spellatele, senza bruciarvi i polpastrelli, tagliate a fette non troppo sottili, mettete in una comoda insalatiera e salate appena. Tocca al pollo, che appunto, può essere un avanzo di pollo arrosto, o pollo cotto apposta per questa insalata in questi casi io metto a bollire abbondante acqua resa profumata da grani di pepe nero, semi di finocchio selvatico, foglie di alloro, cipolle intere, coste di sedano e scorza e succo di limoni biologici. Una sorta di court-bouillon per carne, però ottima base per preparare un bel bollito di carni, anche miste, da accompagnare a salsine varie ma di questo parleremo in seguito! Bene, arrostito, avanzato o appena cotto che sia riducete il pollo in bocconcini, operazione che potete benissimo fare con le mani, anzi è un bell esercizio anti-stress. Mettete i bocconcini di pollo sulle patate. Aggiungete i coppia più spigliata si è aggiudicata un soggiorno relax. L evento più dolce in assoluto è stato il Wedding Cake Party (nella foto): le quattro torte più belle della galleria sono state scelte dai visitatori e dalla giuria tecnica composta dai maestri pasticceri Luca Caviezel, Nuccio Daidone, Saretto Pappalardo, Angelo Motta, Lillo Defraia. Ha preso vita una vera e propria maratona di pasticceria: l elegante area torte, allestita nei locali de Le Ciminiere di Catania, ha mandato in scena una piece d irresistibile charme: sei maestri pasticceri si sono dati battaglia in un campo di creme, pan di spagna e decorazioni fantasiose per realizzare la protagonista del banchetto nuziale più desiderabile e golosa. Una rigidissima e importante giuria tecnica, formata dai membri dell Associazione Ducezio, ha scrutato i lavori di questi maghi della pasticceria le cui creazioni sono state giudicate in base a 3 criteri: presentazione e aspetto estetico, taglio ed effetto cromatico, degustazione. La giuria ha dato il responso solo dopo aver assaporato quei sei bocconi tanto desiderati dal pubblico impaziente. La medaglia d oro è stata assegnata a Semplicità, la torta delicata e romantica preparata dal pasticcere Giuseppe Morabito. A condurre lo spettacolo dei sapori del Wedding Cake Show il brillante presentatore catanese Dario Privitera, che ha commentato in maniera elegante e divertente la realizzazione dal vivo delle torte davanti al pubblico estasiato. Gli spettatori dopo essere rimasti a bocca aperta per la bellezza delle torte hanno potuto assaggiarne una fetta e partecipare alla critica del gusto. L organizzatrice della fiera, capperi dissalati (e ben scolati), la giardiniera di verdure, le olive ridotte a rondelle e mescolate abbondantemente il tutto. Ultima cosa da preparare, ma non meno importante, il condimento; vi suggerisco una deliziosa citronette cioè olio buono, succo di limone, senape, pepe nero macinato al momento e sale ma ricordate, le patate le avete già salate, quindi siate parchi nell aggiungere sale, anche perché le olive sono sapide. Emulsionate bene la citronette, magari usando una piccola frusta, e riversate la salsina, densa e profumatissima che si sarà formata, sull insalata. Mescolate ancora, fate riposare per almeno una decina di minuti, se volete aggiungete ulteriore pepe nero, come faccio io che lo adoro e gustate!!! Enjoy. Il mio blog: Barbara Mirabella, ha commentato: Grandi eventi ed ospiti d onore del mondo dell alta pasticceria, dell arte fotografica, del settore wedding nella nove giorni dedicata ai futuri sposi in cui abbiamo cercato di offrire una Fiera di qualità, sia dal punto di vista dell intrattenimento che da quello delle proposte aziendali che abbracciano il mondo del matrimonio. Non mi resta che ringraziare tutti i nostri numerosissimi visitatori, i partners che ci hanno sostenuto e dare l appuntamento alla decima edizione!. Migliaia di visitatori hanno partecipato con entusiasmo alle mostre ed agli eventi di Sposami 2013, il Salone del matrimonio dove le suggestioni più profonde trovano magnetismo, energia e vigore, ricreando il magico istante d incontro tra un idea di matrimonio, quale simbolo di unione eterna, e la creatività umana, che lo reinventa con stile, funzionalità ed eleganza. Marzia Vaccino Sotto il segno della C Riposto: festosa rimpatriata per gli ex alunni dell Itc E. Pantano, anno 1984 Si sono ritrovati, fianco a fianco, nella Sala del Vascello del Comune marinaro, per gustare il concerto musicale offerto per l occasione dal compagno e maestro Gabriele Denaro, gli ex alunni della quinta C dell Istituto Tecnico Commerciale Edoardo Pantano di Riposto classe 84. Promotore della rimpatriata, nonché brillante conduttore della serata, il dott. Biagio Andò, che, a distanza di 28 anni dal diploma, ha riunito compagni e professori sulle note del maestro Denaro accompagnato, nell esecuzione dei brani, da Carmelo Leonardi al violino e Mario Licciardello al violoncello. L iniziativa, per la quale ringrazio particolarmente Gabriele spiega Biagio Andò, oggi, affermato bancario giarrese, è stata pensata e realizzata nello spirito della famiglia, della stima e dell amicizia. Un idea lanciata ai compagni in maniera quasi estemporanea alla quale, studenti e professori, hanno risposto con slancio. Un grande assente: il compianto professore Sebastiano Fresta, indimenticabile preside di quegli anni andati, straordinariamente, vissuti sui banchi di scuola. Rosalba Azzarelli

5 Addio senza un perché! I Carabinieri della Compagnia di Randazzo e della stazione di Bronte, ma soprattutto i parenti e la fidanzata, sono ancora provati dal dolore, increduli e impietriti per l apparente inspiegabile gesto estremo del giovane maresciallo suicida Benché l episodio risalga alla tarda serata dell Epifania e il nostro giornale raramente dedichi spazio a questo genere di avvenimenti, la tragicità di un grave episodio verificatosi nei locali della Stazione carabinieri di Bronte ci ha indotti a rievocare la cronaca del suicidio di un giovane maresciallo. Per cause ancora in corso di accertamento, nel primo pomeriggio del 6 gennaio Alessio Monteleone, 23enne, di Sarno (Salerno) si è tolto la vita, sparandosi un colpo alla tempia con la pistola d ordinanza, in un ambiente della caserma, mentre era in servizio. Lo hanno trovato riverso a terra, esangue, i colleghi di turno, qualche ora dopo. Le esequie si sono svolte a Sarno, nella chiesa di Sant Alfredo, il 10 gennaio scorso. Una cerimonia struggente con i genitori, le sorelle e la fidanzata straziati dall incommensurabile dolore. Al funerale erano presenti numerosi amici e una rappresentanza dell Arma dei Carabinieri giunta da Randazzo e da Bronte, tutti visibilmente commossi per la tragica morte di Alessio, ricordato come una persona buona e di sani principi. Ma chi era Alessio Monteleone, questo ragazzone, sorridente e dagli occhi belli, atleta appassionato di arti marziali, rispettoso e corretto nella vita e nel lavoro? Arruolatosi dopo il conseguimento del diploma era all inizio della sua carriera nell Arma. A Bronte, sua prima e unica assegnazione operativa, il maresciallo giunse l estate scorsa, in agosto, dopo il conseguimento della laurea in Scienze Politiche presso l Università degli Studi di Firenze e il completamento della Scuola Sottufficiali Carabinieri di Firenze. Nonostante la giovane età, ricoprì anche il ruolo di vice comandante di Stazione, distinguendosi a detta dei suoi colleghi nello svolgimento delle funzioni, per equilibrio e operosità. Fragilità umana, o catania e provincia N. 1 Sabato 19 Gennaio cos altro ha potuto determinarne il suicidio? Nulla è trapelato, e non si hanno notizie neppure su un eventuale memoria lasciata dal maresciallo Monteleone prima del suicidio. Tuttavia, pare vi siano delle confidenze, estremamente importanti per il caso, rivelatrici dello stato d animo del giovane sottufficiale sussurrate a parenti e amici e alcuni Sms inviati alla fidanzata. La Procura di Catania, dal canto suo, ha aperto un inchiesta conoscitiva, ma anche l Arma dei carabinieri ha disposto un indagine interna attraverso un apposito nucleo investigativo. Le indagini e i riscontri, comprensibilmente, sono coperte dal massimo riserbo; ma fonti dell Arma assicurano che c è la massima attenzione per capire le cause e le ragioni del tragico decesso. Oltre i superiori e i colleghi, sono stati sentiti anche i familiari e la fidanzata dello scomparso. Ai fini dell indagine, probabilmente, la testimonianza più importante risulterà quella della fidanzata, una studentessa universitaria di Sarno, la cui deposizione potrebbe essere determinante per tentare di trovare una risposta ai tanti ma perché l ha fatto?. Ma cosa avrà spinto il giovane sottufficiale sarnese, con alle spalle una famiglia sana, un lavoro sicuro e una storia d amore serena, a togliersi la vita? Certo, la caserma è un ambiente spartano e poco adatto a una persona fragile. Ma Alessio lo fu veramente fragile? Egli aveva superato tante prove, psico-attitudinali e psico-fisiche, prima che gli venisse conferito il grado di maresciallo e gli fosse affidata un arma. I familiari non si danno pace e sono chiusi nel silenzio del loro immenso dolore. Su Facebook, amici e parenti hanno scritto diversi messaggi. Ne trascriviamo alcuni che pongono degli interrogativi. Il giorno prima del suicidio, la fidanzata ha scritto: Malinconia in arrivo!!!. L 8 gennaio, Salvo ha postato questo messaggio: Ritornare lì dentro e sapere di non vederti venire nella mia stanza per fumare la solita sigaretta a tutte le ore fa male... perché Ale non hai continuato a parlare con noi... Lo sai che eravamo tutti pronti a non farti mai cadere. Tu fratello mio riposa in pace. Arrivederci Forse un giorno vorrai e potrai raccontarmi il peso che avevi dentro... Quel peso che ti sembrava enorme ma a cui non riesco a farmene una ragione.. Ciao Ale.... Comunque sia, rimane l angoscia e il rimorso per un dramma che non si è potuto, o saputo, intercettare. Gaetano Scarpignato Il circuito dell incoscienza Riposto: incrocio a rischio quello tra le vie Carnevale e delle Viole nella frazione di Torre Archirafi, soprattutto a causa della segnaletica inadeguata Resta un incrocio fortemente a rischio quello tra le vie Carnevale e delle Viole a Torre Archirafi, nonostante le numerose segnalazioni e le proteste dei residenti. Recentemente, una vettura lanciata a velocità, uscendo senza rispettare lo stop di via Carnevale, ha finito la sua corsa sul muretto della casa di fronte. E, a quanto risulta, non è questo il primo caso che si verifica nella frazione marinara di Riposto. Come si può facilmente vedere dalla foto, il punto di intersezione tra le due strade, molto trafficate, soprattutto per il flusso di veicoli che giungono su via Carnevale diretti al centro di Torre Archirafi, presenta una serie di carenze sul piano della segnaletica. Lo stop a terra è diventato praticamente invisibile mentre il segnale di divieto d accesso, nascosto dalle fronde degli alberi, risulta seminascosto e questo induce più di un automobilista ad imboccare via Carnevale controsenso, con gli immaginabili rischi di incidente. Come se non bastasse, nelle ore serali e notturne non sono pochi gli incoscienti che percorrono via Carnevale a forte velocità, con il rischio di danneggiare le auto in sosta (già successo) oppure finendo per schiantarsi su qualche muro (successo anche questo). I residenti hanno ipotizzato l installazione dei dossi, meglio ancora se in cemento, per scoraggiare questi piloti improvvisati, garantendo anche l incolumità dei residenti. Adesso la parola passa all Amministrazione comunale, invitata ad intervenire sia per il ripristino della segnaletica orizzontale che per realizzare i dissuasori, prima che, come spesso capita, arrivi l incidente grave a svegliare le coscienze. Salvatore Rubbino Settant anni tra fede e memoria storica Festeggiata la ricorrenza del trasferimento delle reliquie di Sant Agata da Catania alla Chiesa di Fleri Rosario Cavallaro Fotografo Fleri In occasione del settantesimo anniversario del trasferimento delle reliquie di Sant Agata dalla Cattedrale di Catania alla Chiesa di Fleri, per salvarle dai bombardamenti angloamericani o da possibili furti, la Parrocchia Maria SS. del Rosario di Fleri ha voluto rievocare quegli eventi, ospitando per tre giorni, dal 13 al 15 gennaio 2013, il Velo di Sant Agata, Patrona della città e di tutta la Diocesi catanese. Le tre giornate sono state caratterizzate da eventi finalizzati a valorizzare la preziosa opportunità per raccogliere il messaggio di fedeltà e di coraggiosa testimonianza a Gesù Cristo della giovane vergine e martire catanese. Domenica 13 gennaio 2013, l insigne reliquia del Velo di Sant Agata è stata portata in processione dall Arcivescovo Metropolita, Mons. Salvatore Gristina, dall altarino del Redentore fino alla chiesa parrocchiale, con la partecipazione delle autorità civili e militari, dove l Arcivescovo ha presieduto la solenne celebrazione eucaristica. Inoltre, è stato svelato il quadro del busto di Sant Agata nella cisterna dove furono custodite le reliquie. Lunedì 14 gennaio, la mattinata è stata caratterizzata dagli incontri con i ragazzi delle scuole medie e delle scuole elementari. In serata si è svolta la solenne celebrazione eucaristica presieduta da S.E. Mons. Alfio Rapisarda (Nunzio Apostolico Emerito), con la partecipazione dei sacerdoti e delle Comunità parrocchiali del territorio. A seguito si è tenuta una veglia di preghiera per i giovani del Vicariato, guidata da Mons. Gaetano Zito, Vicario episcopale per la cultura. Martedì 15 gennaio è stata celebrata la S. Messa dal Can. Giuseppe Maieli, vice direttore dell Ufficio diocesano per la pastorale della salute, con la partecipazione degli anziani e degli ammalati. Nel pomeriggio è stata celebrata l eucaristia con la partecipazione dei ragazzi delle scuole medie ed elementari. Dopo la funzione religiosa, le reliquie di S. Agata sono state riportate in Cattedrale. Mons. Alfio Russo, parroco di Fleri, ha dichiarato che è importante valorizzare la memoria storica ricordando come, proprio settant anni fa, a Fleri furono custodite le reliquie della Santa. Inoltre, Mons. Russo ha ribadito che quest evento, per Fleri, nell anno della fede, rappresenta un momento forte di attenzione ad Agata, come sorella e modello di fede vissuta. Giuseppe Russo Judo Bonfiglio Giarre 2012 da incorniciare! La tradizione, un evento Linguaglossa: grande successo per la rappresentazione vivente U presepiu organizzata da Padre Liborio e Padre Antonio, del convento dei Frati minori cappuccini Con la venuta dei Re Magi a cavallo, nel giorno dell Epifania, si è chiusa la manifestazione U presepiu, rappresentazione vivente della nascita di Gesù, organizzata a Linguaglossa da Padre Liborio e Padre Antonio, nel Convento dei frati minori cappuccini, in collaborazione con Angelo Di Mauro che si è occupato della scenografia, Sebastiano Turnaturi, Alfio Cavallaro Giancarlo Emmi, Giuseppe Lo Giudice, Ignazio Toscano, Vincenzo Pulvirenti e Ignazio Di Francesco. Inoltre, hanno fornito i materiali per la realizzazione del presepe i fratelli Mercia, le segherie Vecchio e Barone, la fungaia D Agostino, il vivaio Pavone, il Corpo forestale di Linguaglossa e l Amministrazione comunale con un contributo di 1000 euro. A parte una breve parentesi l anno scorso, era dal 1998 che non veniva realizzato quest evento, ed ha ottenuto una grande affluenza di pubblico nelle due settimane di programmazione, con la presenza anche di qualche turista straniero che aveva deciso di passare le vacanze natalizie nel paese pedemontano e che ha potuto ammirare il presepe nella sua tradizione siciliana, con canti e strumenti tipici della nostra regione sicula. All interno del convento è stata allestita, inoltre, un esposizione di presepi artigianali, realizzati con vari materiali tra cui uno creato interamente con i vari formati di pasta di grano duro, una rivisitazione degli antichi mestieri siciliani come u chiancheri e u ferraru e la degustazione di prodotti tipici linguaglossesi tra cui la salciccia e la ricotta fresca. Siamo molto contenti di essere riusciti a realizzare questo grande evento commenta Padre Antonio e speriamo che alla gente intervenuta sia piaciuto. Cercheremo di ripeterlo anche il prossimo anno, fiduciosi nuovamente della collaborazione dei nostri compaesani. Alessandro Famà Si è chiuso l anno dell attività di Judo e Liu-bo della A.S.D. Judo Club Giovanni Bonfiglio di Giarre con gli esami degli atleti maschi e femmine per il passaggio alla cintura superiore. Da gialla, arancione, verde, blu e marrone, tutti li hanno superati, dimostrando padronanza tecnica nel judo e nella difesa personale, giudicate dalle commissioni di cinture nere dal 1 dan al 5 dan, nominate dal Maestro Benemerito Letterio Tomarchio. Quest ultimo, per l occasione, oltre alla cintura consegnata ai promossi, ha voluto premiare pure i neo promossi all esame nazionale di Aspirante Allenatore, le C.N. 2 dan Mariarosaria Sturiale e Marco Russo che entrano così a far parte della categoria Insegnanti Tecnici. Targhe di grande prestigio sono state consegnate dal Maestro ad Antonio Mavilia e Giovanni Tomarchio, atleti azzurri che hanno rappresentato l Italia ai Campionati Europei e Mondiali di Judo e Campioni Assoluti d Italia e del Grand Prix e Medaglia d Oro al Torneo Europeo di Judo Kata. Per i risultati ottenuti nel 2012, targhe anche per gli atleti convocati in Nazionale, Teodoro Argento e Lucio Mavilia che rappresenteranno l Italia al Torneo Europeo di Serie A Targa speciale anche per Marco Russo, medaglia d oro al Torneo delle Regioni d Italia. Il presidente Argento e il Maestro Tomarchio hanno consegnato delle targhe agli atleti del Liu-Bo che al Campionato Italiano 2012, anche quest anno, hanno portato sul gradino più alto del podio la Società giarrese, aggiudicandosi il titolo di Campione d Italia. Tra l entusiasmo di familiari ed atleti, la cerimonia si è conclusa con un brindisi e la promessa di fare ancora meglio nel Mario Vitale

6 6 N. 1 Sabato 19 Gennaio 2013 catania e provincia Le strade dei misteri San Pietro Clarenza: tanti dubbi e punti oscuri dietro le dimissioni della Commissione consiliare per lo studio della toponomastica Nella seduta del Consiglio comunale di San Pietro Clarenza dello scorso 27 dicembre, Stefano Galatà, consigliere di maggioranza, chiedeva espressamente al presidente del consiglio Orazio Amantia, che nella successiva seduta del Consiglio, venissero inserito all O.d.G. le dimissioni della commissione consiliare per lo studio della toponomastica, nominata con delibera consiliare n. 6 del ,composta dai seguenti consiglieri: Alfio Distefano (presidente), Stefano Galatà, Orazio Amantia (maggioranza), Giuseppe Lazzara e Antonino Ciranna (minoranza). Il compito della commissione era di studiare la toponomastica per eliminare le tante anomalie esistenti (mancanza di toponimi), nella denominazine delle strade: in molti numeri civici risultavano abitare diversi nuclei familiari; numeri civici errati; in un vicolo dove ci sono solo i numeri civici 1 3-5, risultavano residenti nuclei familiari al numero 7, inesistente. Ed ancora, come emerso dalle tante interpellanze, pare siano state rilasciate licenze edilizie differenti di via e numero da quelli dove sono sorte le fabbricazioni edilizie. La commissione presentò il lavoro eseguito, ma sembrerebbe che qualche mano anonima abbia insabbiato tutto. Il 15 giugno 2012 il presidente della commissione, Alfio Distefano, ed altri presentarono al Consiglio comunale un interrogazione con risposta scritta, per le problematiche connesse alla toponomastica: Premesso che la commissione da circa un anno ha adempiuto ai compiti demandati come da statuizione dell organo consiliare, che per detti compiti si è provveduto alla svolgimento di funzioni quali sopralluoghi tecnici, richiesta di documentazione e pareri da parte di uffici destinatari delle periodiche istanze; che le richieste prodotte risultavano influenti e determinanti ai fini dell esatto, completo ed esaustivo lavoro da consegnare a mezzo di relazione al Consiglio comunale; che, a seguito delle reiterate richieste verso i relativi destinatari, la commissione non ha mai ricevuto quanto dovuto e che, pertanto, si reputa di dovere ritenere il lavoro della commissione inficiato da limiti dei quali la commissione ne esprime il proprio rammarico; che pertanto il lavoro prodotto risulta deficitario a causa della mancanza di collaborazione da parte di taluni uffici comunali che, nella fattispecie, si individuano nel settore anagrafe-demografico, Tecnico Urbanistica e polizia municipale; con la presente interrogano per sapere: i motivi che hanno indotto gli uffici comunali sopra richiamati a non fornire riscontro alle richieste avanzate dalla commissione, pur considerando che anche una risposta negativa poteva assumere il valore di rispetto per quanti si sono impegnati nei lavori. I criteri e le metodologie seguite ed attuate dall Ufficio comunale di Censimento stante che a seguito di conclusione delle operazioni censuarie, persistono le medesime situazioni e deficienze lamentate ed evidenziate dalla Commissione ccomunale di Toponomastica all inizio della sua attività. A tutt oggi non risulta fornito riscontro agli esiti evidenziati in apposita deliberazione di Consiglio comunale n. 8 del 28/3/2012, ricca di incongruenze e deficienze evidenziate dalla commissione. Il 6 dicembre 2012 si riunisce in seduta la commissione ma, malgrado reiterati inviti e intimazioni, la commissione toponomastica non riceve nessun documento. Stante così le cose il presidente della commissione manifesta la sua intenzione di dimettersi, a lui si associa tutta la commissione. Amantia aggiunge che non ha riscontrato nessuna collaborazione, né con il capo settore servizi demografici né con gli uffici competenti, e che il verbale venga trasmesso al Sindaco, al segretario comunale, a tutti i consiglieri comunali. Galatà dichiara di volere denunciare l Ufficio nella persona del responsabile, con nome e cognome, e che da parte di alcuni responsabili vi sia un grave atteggiamento di omissione nel portare i documenti alla commissione. I componenti si dimettono in quanto riconoscono che il tempo che hanno impegnato nelle riunioni della commissione non è servito a niente. Delle anomalie della toponomastica si iniziò a interrogarsi sin dal Il 10 aprile dello stesso anno, il pensionato della Polizia di stato Salvatore Reina, tramite i Carabinieri di Camporotondo Etneo, presentò una denuncia alla Procura della Repubblica. Da come stanno le cose si ipotizzerebbe una omissione di atti d ufficio. Michele Milazzo Il Grande fratello è già Autoscontro folle a Catania per Capodanno: a salvare tutti ci pensa un video su Youtube Èla notte di Capodanno. Siamo in viale Africa a Catania, sono all incirca le 2:30 del mattino. Nel parcheggio delle Ciminiere, all uscita della nota discoteca Zo, c è una nutrita folla che festeggia l arrivo del 2013: c è chi chiama i propri cari per scambiarsi gli auguri, chi aspetta un amico che ha fatto il cenone altrove e chi, immancabilmente, celebra il nuovo anno con i famosi botti. Ma, questa volta, non abbiamo a che fare con delle classiche magnum o minerve : qui, a fare i botti è un automobilista che perde il senno e comincia a tamponare tutte le auto che gli capitano a tiro. Prima tenta di imboccare una via in controsenso, tamponando un autovettura incolpevole. Successivamente, tentando di uscire in retromarcia, trasforma la sua manovra in un vero e proprio autoscontro: colpisce quattro auto e rischia di investire alcuni passanti. Infine, dopo aver collezionato graffi e ammaccature, si dà alla fuga sperando di farla franca. Chi salverà i poveri proprietari delle auto incidentate dal pirata della strada? Spiderman? Superman? Nessuno di tutti loro: ad incastrare il guidatore ci pensa Youtube. Il breve filmato, intitolato Capodanno 2013 catania autoscontro (visibile digitando ritrae inequivocabilmente tutta la scena. E, cosa più importante, immortala la targa dell auto: un Opel Astra Station Wagon, destinata a diventare la più famigerata dell intero capoluogo etneo. Il video ha presto fatto parlare di sé: più di sono state le visualizzazioni, merito di una condivisione virale all interno dei social network. Quel che fa più riflettere non è la causa dell accaduto: una banale lite, secondo quanto riferito dai presenti, bensì è la facilità dei nuovi mezzi tecnologici e informatici di controllare a fin di bene qualsiasi nostra attività. In questo caso, a risolvere la situazione è bastato che una persona, che si trovava lì per caso, abbia ripreso l accaduto con il proprio telefonino e lo abbia messo on-line. Spesso però sono gli stessi dispositivi di ultima generazione ed i social network a fornire automaticamente informazioni su dove ci troviamo e cosa stiamo facendo. Emblematico è il caso del taorminese Michele Grasso: ricercato per spaccio di droga, è fuggito a Londra nel 2008 ed è stato ritrovato solo 4 anni dopo. A tradirlo è stata la foto su Facebook con la statua di cera di Barack Obama che ha permesso ai carabinieri di acciuffarlo nella capitale inglese. Il Grande Fratello ci osserva : così George Orwell immaginava la società del futuro in Qualcosa ci suggerisce che l autore inglese abbia sbagliato la propria previsione di soli 29 anni. Antonio Percolla Nel ricordo di Mattarella Il recente blitz della Dia per il servizio della raccolta rifiuti nei Comuni jonici e il ricordo di un pioniere della lotta alla corruzione Èsempre stata una prerogativa del Siciliano, la tendenza ad attribuire la causa dell arretratezza industriale ed economica della propria terra a fattori esterni, come l indifferenza del potere centrale verso le problematiche che attanagliano la Trinacria. Eppure, le vicende della Seconda Guerra Mondiale e l azione dell indipendentismo isolano, diedero il via ad un processo che gettò le basi per la genesi dello Statuto Speciale, emanato da Re Umberto II il 15 maggio del Tuttavia, la sua stesura non ha quasi mai comportato, per esempio, la regolare esecuzione di quell art. 38 che prevede l erogazione di somme alla Regione da parte dello Stato per la messa a punto di lavori pubblici. Pertanto il Siciliano, prima di accusare lo Stato di aver trascurato e dunque disatteso le sue istanze di sviluppo, incardinate in un costante appello alla tutela delle proprie legittime rivendicazioni autonomistiche, dovrebbe recitare il mea culpa in quanto reo di non aver approfittato di una risorsa come lo Statuto per liberarsi dalle sabbie mobili dell attardamento produttivo e infrastrutturale rispetto al Settentrione. Ma, i problemi dell isola affondano le radici in quel terreno, in cui la mafia non poteva non attecchire, della soggiacenza a logiche clientelari delle quali la classe politica dirigente si è approvvigionata per allargare i propri consensi elettorali. L organizzazione si nutre, infatti, di un sottobosco di compromessi, in ordine ai quali strumentalizza la classe politica dirigente sollecitandola ad appagare le istanze occupazionali del singolo cittadino in cambio di voti che, se assegnano il seggio al candidato, comportano la restituzione del favore con l assegnazione di privilegi e tutele agli esponenti della malavita. Tuttavia, il retroterra della nostra isola ci racconta di uomini che, pur consapevoli dei rischi cui avrebbero potuto esporsi, hanno impavidamente sfidato Cosa Nostra. Molti hanno individuato nella loro morte il fallimento dei loro proclami, ma in realtà essi hanno offerto alle istituzioni gli strumenti teorici e pratici per avversare, smascherare e stanare la criminalità organizzata. E la notizia inerente i provvedimenti di custodia cautelare emessi dal Gip nell ambito del blitz effettuato dalla Dia (Direzione Investigativa Antimafia) sull infiltrazione del Clan dei Cintorino nella gestione del servizio di raccolta rifiuti, affidato in appalto alla ditta Aimeri Ambiente, non può non rievocare la figura di colui che per primo individuò nelle gare d appalto un canale privilegiato dalla mafia, poiché, tramite queste, essa avrebbe potuto riciclare denaro sporco ed incrementare i propri profitti. Un pioniere nel contrasto di queste nuove strategie di Cosa Nostra, che si affermarono a cavallo tra gli anni 70 e gli anni 80, fu infatti il compianto Presidente della Regione Piersanti Mattarella, del quale giorno 6 gennaio è ricorso il trentatreesimo anniversario dalla scomparsa. Egli ebbe il merito di concepire una legge regionale, poi approvata, sulla trasparenza negli appalti, introducendo delle modifiche nelle procedure di assegnazione degli stessi. Mattarella, inoltre, una volta maturato questo provvedimento legislativo, aprì un inchiesta su quelle procedure di appalto che avevano estrinsecato delle evidenti irregolarità nella realizzazione di sei scuole. L avallo della teoria dell onorevole Pio La Torre sulla collusione dell assessore all Agricoltura con la mafia, costò poi la vita a Mattarella. Tuttavia, grazie alla denuncia di quella che allora era una nuova tattica adottata dalla mafia per ritagliarsi del potere, la magistratura adesso dispone degli strumenti per inchiodare e stanare Cosa Nostra, liberando le aziende lavoratrici dalla sua morsa e i cittadini da quelle inadempienze che mortificano l immagine di una città. Ecco, dunque, l esempio di un nobile uomo il cui sacrificio ha aperto nuovi orizzonti nella battaglia al ripristino del regno dell armonia in Sicilia. Ecco l esempio di un uomo che ha anteposto la costruzione di un futuro roseo per la sua Sicilia, alla salvaguardia della sua incolumità. Un uomo che, obbediente a quell autentica politica che si pone al servizio del cittadino, ha rinunciato al proprio avvenire per instaurarne uno più roseo in favore del proprio prossimo. Umberto Trovato Uno stimolo per la società Acireale: si è presentata ufficialmente l associazione Mondo Ecosostenibile Ad appena pochi mesi dalla conclusione del lungo percorso del Progetto Network per l inclusione sociale, iniziato nel 2009 e finanziato dal Fondo Sociale Europeo a favore di giovani e adulti per formare nuove figure professionali (Gazzettino 29 settembre 2012, n 32), presso il Pala- Volcan di Acireale è stata presentata la nascita dell Associazione Mondo Ecosostenibile. Vi fanno parte sette giovani: Grazia Leotta (presidente), Cristina Contarino (vice presidente), Claudio Arcidiacono (segretario), Rosario Pettinato (tesoriere), Paolo Cali e Salvatore Di Maria. La presidente Leotta (terza da destra nella foto) ha presentato l associazione e gli obiettivi: promuovere lo sviluppo dell intero territorio attraverso aree tematiche appositamente individuate, tra cui Ambiente, Sviluppo rurale, il Turismo sostenibile, Innovazione tecnologica, Servizi di vigilanza e monitoraggio del territorio, Storia, Cultura e Comunicazione. A seguire, è intervenuta Cristina Contarino (quinta da destra nella foto), che ha fatto presente che l associazione, per Statuto, può svolgere campagne di sensibilizzazione, progetti ed iniziative varie in materia di raccolta differenziata, valorizzando sul territorio il concetto di Società eco compatibile. Quindi, l intervento di Rosario Pettinato che, attraverso un video, ha fatto toccare con mano il degrado della natura che ci circonda, l inciviltà dei cittadini ed altro, per cui ne scaturisce per la sua associazione l attività di consulenza, programmi di sviluppo e formazione a seguito di specifici affidamenti da parte di Enti e Istituzioni, nelle aree tematiche che riguardano l ambiente, la fauna, la flora, lo sviluppo rurale. Tra gli intervenuti che hanno preso la parola anche la dott.ssa Carmela Borzì (quarta da destra nella foto), quale consulente nella fase finale di accompagnamento alla creazione d impresa nel Progetto Network per l inclusione sociale. La dott.ssa Borzì nello esprimere la sua gioia nel vedere avviata, tramite la costituzione dell Associazione, l idea di questi giovani, ha ricordato che sono stati da subito, nel periodo del suo incarico, i più recettivi e sempre presenti agli incontri, con i quali è stato facile fare il punto della situazione per verificare le potenzialità e l attuabilità delle loro idee. Complimenti cari ragazzi ha detto fra l altro la Borzì per la realizzazione dell interessante video ed auguri per il futuro lavoro sia con i Comuni che con gli alunni delle Materne ed Elementari, nella verifica della raccolta differenziata. Altro intervento, quello del giovane assessore comunale acese (Politiche di sostegno alle famiglie, Politiche sociali, della casa, del lavoro, sport) Giuseppe Calì (secondo da destra nella foto), che ha espresso la sua soddisfazione per la nascita dell Associazione che darà lavoro a dei giovani, non mancando di dare la sua disponibilità nel favorire futuri compiti di controllo per la raccolta differenziata, augurandosi che anche altre realtà giovanili possano creare altre occasioni di lavoro nel mondo giovanile. Camillo De Martino Randazzo, 20 anni dall omicidio Spartà Sono trascorsi vent anni dal triplice omicidio di Antonino Spartà e dei suoi figli, Vincenzo e Salvatore. Per ricordare il barbaro assassinio, consumato nell agro di Randazzo il 22 gennaio 1993, il FAI (Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane) e il Comune di Randazzo organizzano una manifestazione commemorativa che si svolgerà presso la sala consiliare Falcone e Borsellino, martedì 22 gennaio, alle ore Alla manifestazione interverranno, per un indirizzo di saluto, il sindaco Ernesto Del Campo e il prefetto di Catania, Francesca Cannizzo, mentre sono previsti interventi da parte di Rita Spartà, familiare delle vittime, Tano Grasso, presidente della FAI, Giovanni Salvi, Procuratore capo della DDA di Catania ed Elisabetta Belgiorno, Commissario straordinario antiracket. I tre furono trucidati nel loro ovile in contrada Statella a colpi di fucile a canne mozze caricato a pallettoni. Nel corso del tempo nonostante la ricostruzione dell episodio criminale, restano ancora molti interrogativi e i colpevoli non sono stati del tutto individuati. Del presunto commando omicida, forse composto da 10 persone, attualmente c è un unico condannato alla pena dell ergastolo anche se, nel febbraio dello scorso anno, il recluso ha ottenuto la revisione del processo ancora in corso. Gaetano Scarpignato

7 In una recente seduta di Consiglio Comunale, il sindaco di Francavilla di Sicilia, Lino Monea, si è mostrato infastidito dal fatto che nell intervista da lui rilasciata al nostro settimanale all inizio dello scorso dicembre si fosse fatto riferimento anche alla spinosa questione del venir meno della sua maggioranza. Ma era una domanda che, nell ottica di fornire ai lettori un informazione quanto più completa possibile e senza reticenze, era d obbligo rivolgergli ed a cui lui ha risposto in maniera estremamente chiara e lineare (comprensibile anche ad un allievo della scuola materna ), ammettendo l eventualità di dover andare incontro, in un futuro non tanto lontano, alle stesse difficoltà in cui si dibatte il neo presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, pure lui in minoranza all Ars. L amico sindaco Monea, dunque, si guardi bene dal mettere pubblicamente in discussione la professionalità, l intelligenza e l onestà intellettuale di chi divulga sugli organi di stampa il suo normalissimo pensiero perché, sino a prova contraria, siamo abituati ad intervistare ed a capire personaggi molto più ermetici di lui (tra cui il sofisticatissimo artista ed intellettuale Franco Battiato, recentemente nominato assessore regionale, e dotti studiosi dei misteri dell Universo, come il docente universitario ligure Corrado Malanga ed il giornalista scientifico romano Maurizio Baiata) senza mai ricevere smentite o accuse di travisamenti per quanto da noi pubblicato sul loro conto. Viceversa, il primo cittadino francavillese dovrebbe ringraziarci per alcantara Francavilla: pane e polemiche Clima teso in municipio a causa della crisi serpeggiante nella maggioranza. Il presidente di Italia Nostra, Franco Camardi, rivolge intanto al sindaco Monea i suoi auguri per il nuovo anno, esortandolo a vigilare sulla vendita dei generi alimentari negli esercizi commerciali del paese avergli dato l opportunità, tramite la stessa intervista (pubblicata in due parti), di far finalmente conoscere urbi et orbi (e non solo alla sua ristretta cerchia di amici e collaboratori di fiducia ) l operato da lui svolto nel suo primo semestre di sindacatura, consentendogli altresì di difendersi dalle accuse di immobilismo rivoltegli nelle settimane precedenti dai suoi avversari: ci consta personalmente, infatti, che tanti lettori della cittadina dell Alcantara hanno apprezzato quel suo lavoro sommerso portato alla luce dal Gazzettino, e tra questi anche l avvocato Franco Camardi, attuale presidente della locale sezione dell associazione ambientalista Italia Nostra. Quest ultimo ha addirittura preso spunto da quel nostro servizio giornalistico per rivolgere a Monea i suoi auguri di buon anno. Poi, però, si è spinto a sollevare un problema per così dire Da sinistra: Franco Camardi e Lino Monea curioso e minimale, ma che, centesimo dopo centesimo, potrebbe incidere negativamente sulle già magre finanze delle famiglie francavillesi. «Caro Sindaco ha scritto Camardi nella lettera di Buon 2013 inviata al capo dell Esecutivo, dall ultima intervista che hai rilasciato a Rodolfo Amodeo constato con piacere che il tuo dichiarato impegno profuso in ciascuno dei settori amministrativi svuota, almeno per il momento, quell accusa di immobilismo già sollevata, forse troppo precipitosamente, nel dibattito politico locale. In attesa che il tempo, che sappiamo essere inesorabile ma pure galantuomo, supporti domani o l una o l altra tesi, nel perdurare dell assordante silenzio di chi omette i dovuti controlli e di chi rinuncia a reclamare un diritto, mi viene da porti due domande. «Innanzi tutto perché in un paese come Francavilla, con un indice di crescita demografica assolutamente negativo, si continua a parlare di nuove lottizzazioni su aree agricole di periferia o su spazi verdi del centro urbano (in entrambi i casi con notevoli oneri di urbanizzazione per la comunità e con sacrificio del verde esistente) e non si affronta, invece, seriamente il problema del recupero ragionato e razionale del centro storico, in parte degradato e disabitato ed in parte pesantemente aggredito da interventi rozzi e scarsamente meditati? «Perché, inoltre, a Francavilla pare che nessuno sappia che, in ossequio alla legge n. 441 del , le merci sfuse di natura alimentare vanno vendute a peso ed al netto della tara? «Con riferimento al pane, invece, nel nostro paese esso viene solitamente venduto a forma anziché a peso, arrecando al commerciante un indebito vantaggio di oltre dieci centesimi (oltre duecento delle vecchie lire) su ogni chilo venduto ed un corrispondente danno al consumatore. «Se pensiamo, poi, alle più costose merci di pasticceria, di salumeria o di macelleria, vendute tra i dieci ed i quindici euro al chilo, sull ignaro acquirente i cento o duecento grammi di carta o cartone in cui sono confezionate vengono ad incidere per almeno un paio di euro. «E allora mi chiedo: perché i nostri sindaci e consiglieri comunali continuano ad ignorare questa frode, dimenticando che la buona amministrazione, oltre che dalle grandi opere, passa anche da questi piccoli e quotidiani atti di giustizia e legalità? Buon 2013!...». Rodolfo Amodeo Una Nuova Era per Giardini Naxos Un movimento d opinione che intende migliorare l offerta turistica e la qualità di vita della prima colonia greca di Sicilia valorizzando al meglio le risorse esistenti e puntando su arte, cultura, storia e progettualità concrete Anche nella prima colonia greca di Sicilia si avverte la voglia di cambiamento rispetto al modo tradizionale di fare politica, un esigenza manifestata dalla gente comune, ma pure dai vari partiti ufficiali e, soprattutto, da coloro i quali non s identificano più in questi ultimi. Nascono, così, dei movimenti (il caso più appariscente è quello del 5 Stelle di Beppe Grillo) tra i quali si annovera il Nuova Era Italiana (abbreviato N.E.I. ), recentemente costituitosi a Giardini Naxos su iniziativa di Mario Roma (ex esponente di An, Pdl, Mpa e Sicilia Vera), Giuseppe Nucifora, Daniela Sabato e Salvatore Siligato. I promotori del N.E.I. si presentano ufficialmente iniziando con l enunciare le motivazioni di ordine generale che animano il nuovo movimento. «Il nostro sogno sottolineano è veder rinascere Giardini Naxos senza più accontentarci di vivere passivamente in una sia pur importante stazione balneare che Madre Natura ha dotato di spiagge, mare, sole e, conseguentemente, di lidi e locali vari: vogliamo guardare oltre, perché la nostra cittadina è anche arte, cultura e storia. E vogliamo evitare le solite e scontate parole già sentite e ripetute per portare Il lungomare di Giardini Naxos e, nel riquadro, Mario Roma, tra i fondatori del N.E.I. avanti, invece, progetti concreti con l auspicabile partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica, tentando di vincere la generalizzata sfiducia nelle istituzioni. Vogliamo, soprattutto, contribuire alla formazione di una nuova classe dirigente che si distingua per cultura, competenze professionali, senso di legalità e spirito di servizio verso la collettività». Il nuovo progetto politico conta già molti adepti ed ha all attivo diversi incontri e riunioni in cui si è discusso di quelle che potrebbero rappresentare per la cittadina turistica delle serie prospettive di sviluppo. La realizzazione del porto turistico (in grado di incrementare l occupazione), la valorizzazione del parco archeologico (affinché possa essere fruibile tutto l anno ed ospitare anche eventi di alto interesse culturale ed artistico) e la creazione di un rifugio per animali randagi, abbandonati o maltrattati sono, in particolare, le tre idee-portanti che Nuova Era Italiana ha lanciato in questa fase iniziale della sua attività. «Ma ci si vuole anche impegnare aggiungono i fondatori Roma, Nucifora, Sabato e Siligato sui fronti dello snellimento della burocrazia e della realizzazione di strutture che in un centro turistico come Giardini Naxos non possono assolutamente mancare (Palacongressi, impianti sportivi, ecc.). Il tutto nel pieno rispetto delle normative vigenti e dell ambiente. Intanto la cosa immediata e più semplice da fare è l attivazione di tutte quelle strutture che abbiamo la fortuna di avere (come il PalaNaxos, il Teatro-Tenda di Via Erice ed il Palazzo Paladino) e che, invece, rimangono inspiegabilmente chiuse ed abbandonate a se stesse. Per non parlare del Cineteatro Comunale che c è e non c è: è mai possibile, infatti, che i cittadini di Giardini Naxos, con una tale risorsa a disposizione, debbano recarsi in provincia di Catania per vedere un film?! E pensare che tanti Comuni si affannano a cercare finanziamenti, ormai pressoché inesistenti, per dotarsi di tali opportunità, mentre noi che ce le abbiamo non le teniamo in alcuna considerazione, finendo scioccamente con l autodanneggiarci sia dal punto di vista economico che socioculturale. Tutte queste nostre idee e progettualità nonché altre ancora, da noi elaborate con l ausilio di eminenti personalità nel campo del turismo internazionale, consentirebbero la creazione nel nostro Comune di almeno ottanta nuovi posti di lavoro, che in questi tempi di profonda crisi economica e disoccupazione dilagante, crediamo debba essere l obiettivo principale di chi si trova ad amministrare la cosa pubblica». Per chi volesse saperne di più sul movimento d opinione di Giardini Naxos Nuova Era Italiana (o interagire con esso), può collegarsi al relativo profilo Facebook. R.A. N. 1 Sabato 19 Gennaio 2013 I colori di Romua ad Acireale Ad un anno esatto dal suo esordio ufficiale, la pittrice di Francavilla di Sicilia ha esposto le sue originali tele in una personale al Collegio Santonoceto 7 Esattamente un anno fa, con una mostra nella sala consiliare di Francavilla di Sicilia, esordiva ufficialmente in pubblico per la prima volta con le sue originali e coloratissime tele. Ma in questi dodici mesi, la pittrice originaria di Giarre, Romualda Sciuto, ne ha fatta di strada, facendosi apprezzare ben oltre i confini della cittadina dell Alcantara in cui risiede: così, dopo aver esposto in diverse località (tra cui nella sua Giarre), nell appena trascorso periodo natalizio ha tenuto una personale ad Acireale presso la cappella del Collegio Santonoceto. Emozioni un percorso pittorico era il titolo della mostra acese, meta di numerosi e qualificati visitatori rimasti favorevolmente impressionati dal particolare stile espressivo della Sciuto, la quale per l occasione ha esordito con lo pseudonimo di Romua. Sicuramente una bella storia quella di quest artista scopertasi tale in età matura: diplomatasi all Istituto d Arte di Giarre, ha ripreso i pennelli solo qualche anno fa, ossia nell autunno del 2011, non appena il figlio è convolato a nozze, e da allora la sua creatività è prepotentemente riesplosa consentendole di realizzare decine di avanguardistici dipinti in poche settimane; in ogni sua personale Romua è, dunque, in grado di presentare sempre nuove opere. Il suo è un astrattismo comunicativo in quanto prende spunto da forme e soggetti reali e riconoscibilissimi, quali rami d albero, fiori, nuvole e conchiglie. I suoi dipinti, inoltre, si caratterizzano per la straordinaria lucentezza cromatica, tipica della tecnica dell acrilico su tela, di cui la Sciuto è profonda conoscitrice ed interprete. Al Collegio Santonoceto di Acireale, Romualda Sciuto ha esposto oltre cinquanta opere tra cui, anche se in minima parte, alcune più tradizionali da lei realizzate in età giovanile, quando la sua tendenza all astrattismo ed all innovazione non si era ancora manifestata. R.A. Laurea con lode per Martina Dibella La Redazione del Gazzettino si congratula con Martina Dibella, giovane fisioterapista di Francavilla di Sicilia, la quale nei giorni scorsi ha conseguito, presso l Università di Messina, la laurea specialistica in Scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione riportando la brillante votazione di 110/110 con lode. L evoluzione del profilo professionale del fisioterapista era l argomento discusso in maniera estremamente esaustiva e disinvolta dalla neolaureata nella sua tesi, che ha avuto come relatore il prof. Roberto Dattola. Avvalendosi di una videoproiezione in Power Point da lei accuratamente elaborata, la dottoressa Dibella ha ripercorso le varie tappe che hanno portato alla professionalizzazione a livello medico di chi pratica trattamenti riabilitativi nelle aree della motricità. Nella dissertazione, in particolare, si è rimarcato come i vecchi praticoni siano oggi stati sostituiti da figure sanitarie specializzate (ossia i fisioterapisti) anche se, purtroppo, il fenomeno dell abusivismo continua a permanere, con ancora tantissime persone che, senza averne il titolo e la relativa preparazione accademica, s improvvisano operatori del settore effettuando sciagurate manipolazioni su inconsapevoli o sprovveduti pazienti, che spesso ricevono danni fisici irreversibili da queste maldestre terapie. Dalla competenza e dall entusiasmo con cui ha esposto la sua tesi, è emerso tutto l amore di Martina Dibella per la professione sanitaria che, con spirito di servizio nei confronti di chi soffre, si appresta ad esercitare (anche se, con la laurea breve conseguita due anni fa, ha già maturato numerose e significative esperienze professionali, tra cui delle conferenze nelle scuole). Le nostre felicitazioni vanno anche al papà Maurizio ed alla mamma Carmela Castrianni, affezionati lettori del Gazzettino.

8 8 N. 1 Sabato 19 Gennaio , a Giardini Naxos, si è chiuso in completa e preoccupante recessione. In sofferenza il turismo L anno (tanto nazionale quanto internazionale) che, nell ultimo biennio, non sapendo competere con la spietata concorrenza dei paesi del Mediterraneo, ha avuto un calo impressionante del 25% di presenze. In sofferenza l edilizia, che ristagna da parecchi anni, perché il paese manca di strumenti urbanistici necessari ed idonei per una sana ed ordinata crescita. In sofferenza la cittadinanza che, negli ultimi tempi, è stata turbata dal crescente ritorno della cementificazione. Le coscienze turbate dei giardinesi, stanche di subire, stavolta hanno raggiunto il massimo della sopportazione e sono esplose, L anno che è passato ha visto nascere una ribellione generale, in difesa dell ambiente e del paesaggio. L eco della crescita abnorme degli anni che vanno dalla fine dei Cinquanta ai primi anni Settanta non si è ancora spento, perché i risultati nefasti si fanno ancora sentire. La gente ha paura, teme, il dio cemento. Il rumore causato da alcune sconsiderate concessioni edilizie e da discutibili lottizzazioni è stato tanto clamoroso che anche le aggregazioni politiche lo hanno avvertito e si sono svegliate e, finalmente, hanno trovato la forza di gridare allo scandalo, chiedendo attenzione, verità e giustizia. E gli incontri fra cittadini, pronti a difendere l integrità del territorio, si sono succeduti, svegliando quanti fino ad ora hanno finto di dormire, di non sentire, di non sapere. Pancrazio Lo Turco, il Sindaco dei tremila voti, ha sentito scricchiolare la sua poltrona, ha visto vacillare il suo posto, ed è intervenuto. È intervenuto, anche se a nostro giudizio avrebbe fatto meglio se fosse intervenuto prima. Ma lo ha fatto finalmente. Ed è intervenuto con un ordine del giorno conciso, piano e soprattutto significativo che testualmente riportiamo: Al Sig. Presidente del Consiglio; e p.c. Al Dirigente del IV Settore; ai Capigruppo consiliari. Considerato che la salvaguardia del territorio e dell ambiente è obiettivo principale e prioritario di questa Amministrazione; Preso atto che, attualmente, il paese non ha gli strumenti urbanistici per un sano ed ordinato sviluppo e che ci si sta impegnando a portare, in tempi brevissimi, all esame del Consiglio, il Piano Regolatore generale; Ritenuto che bisogna attualità Niente più cemento selvaggio! A Giardini Naxos si registra la ferma presa di posizione del Sindaco Nello Lo Turco, che mette un freno ad una politica che voleva perpetuare lo scempio edilizio degli scorsi decenni Venerdì 4 gennaio scorso, gli ex allievi dell Istituto Magistrale Don Bosco di Giarre, con familiari ed amici, a sorpresa, hanno festeggiato il compleanno del loro inossidabile Preside prof. Giuseppe Papa. In una villa privata, sita in Riposto, gli ex alunni hanno trascorso una piacevole serata, rivivendo i momenti di una sana e proficua socializzazione. L incontro, commovente e gioioso insieme, è stato condiviso dalla sorella del Preside, prof.ssa Lina, e dal fratello, dott. Francesco, validi collaboratori. Un grazie di cuore a chi ci ha ospitati. Auguri ancora Preside Papa e arrivederci. Antonietta Melissa evitare quanto avvenuto in passato, quando una crescita edilizia dissennata ha impedito una regolare pianificazione della nostra Città e considerato che lo scempio edilizio perpetrato negli anni Settanta fa sentire ancora i suoi effetti nefasti; Invito la S.V. a sottoporre all esame del Consiglio Comunale un o.d.g. che impegni i consiglieri a non prendere in considerazione l esame di proposte di nuovi insediamenti che vadano in variante allo strumento edilizio vigente. Invito, altresì, il Dirigente dell Ufficio tecnico a rilasciare eventuali concessioni solo i quelle aree dove, al momento, sono consentite dalle attuali normative. Ritengo doveroso procedere in tal senso anche per evitare quel senso di incertezza che spesso è foriera di iniziative quanto meno dubbie. Il Sindaco Pancrazio Lo Turco, 28 dicembre 2012 Prot. 2041/ Sind. Ci complimentiamo con il Sindaco per la forma piana, non invasiva di quanto scrive. L essenza del suo sentito, anche se a prima vista potrebbe sembrare invitante e pacifica, nasconde la potenza di un fulmine che, all improvviso, squarcia il grigiore di un periodo durato troppo a lungo. Nelle sue parole, rivolte ai Consiglieri comunali e ai Dirigenti degli Uffici Tecnici, si legge la ferma volontà di dire basta a qualsiasi tentativo di violentare ancora il territorio, distruggendo l ambiente. Da ora in avanti non saranno tollerate lottizzazioni non conformi a quanto l attuale strumento urbanistico permette, né saranno consentite, facendole passare sotto silenzio, concessioni sulle quali gli stessi consiglieri di maggioranza non saranno d accordo. Non ci saranno più muri di carta che crollano, né lottizzazioni approvate da gruppi frammentati, sulle quali l Amministrazione comunale vorrà vederci chiaro e quando non sarà completamente convinta, sarà interessata la Magistratura. Non ci saranno più pareri discordanti di tecnici, i quali dovranno rispondere dei loro atti davanti a chi di competenza, e dopo allontanati, se non avranno avuto la professionalità specifica che il responsabile di un Ufficio Tecnico deve avere. Non c è posto per incompetenti al Comune di Giardini Naxos. Non c è posto al Consiglio comunale, per consiglieri che non hanno capito che è cogente la salvaguardia del territorio. Un ordine del giorno che, nella semplicità dei termini, mette in evidenza che un era nuova è spuntata, un era di sicurezza, di tranquillità, di profonda vigilanza, di attenzione del territorio. L anno che è finito ha portato con sé un vecchio modo di amministrare, dando inizio ad una ventata di rinnovamento e di partecipazione. La politica a Giardini Naxos diventerà efficienza: quindi, chi è proposto a vigilare, controllare, osservare, dovrà farlo. Questo negli ultimi tempi è mancato. L attenzione nei controlli, nel vigilare, nel tenere gli occhi aperti, nell intervenire subito, dovrà tornare. Per molto tempo non si è visto, non si è sentito, non si è voluto sentire, né vedere. Non ci saranno più tempi durante i quali Dum Romae consulitur Saguntum expugnatur. Non ci saranno più Sagunto che bruceranno, mentre a Roma si discute. Ogni anomalia sarà subito attenzionata e l Amministrazione interverrà con prontezza, decisione e rigore. Dall Ordine del giorno del Sindaco emerge un chiaro preciso intendimento: un avvertimento, un ordine a cambiare. Francesco Bottari Mille di questi giorni! Ritrovarsi Dopo un tempo che sembra infinito, una vita vissuta: altalena di gioie e fatiche; ritrovarsi compagni di ieri, insieme rivivere momenti significativi, un flash nella memoria sopita, sprazzi di vita: la gita, le risate, le interrogazioni, le prime emozioni Quanti ricordi legati ad un vissuto, custodito nel cuore: quanti nomi si affollano nella mente visi birichini, sorridenti; tra le altre Concettina ti ho rivista anni addietro e dopo ti ho perduta per sempre. Ritrovarsi Per vivere, gioire insieme di questo incontro. Anto Foto Corrado Petralia R eferenziati I dealisti, istrionici q.b. T alentuosi (lo dicono gli altri) R esponsabili (e ti pareva, considerati gli anni sul groppone) O perosi (magari al rallentatore, coi nostri ritmi) V olenterosi (quando tacciono i dolori articolari) A miconi (sempre) R adiosi (sorrisi a trentadue denti o giù di lì) S tagionati (si, ma every green) I nternazionali (informati data l esperienza pluriennale) Tu, ex alunno dell Istituto Don Bosco pensi ti rappresentino questi aggettivi? Se sì, allora sei uno di noi. Il 15 gennaio, presso l Hotel Diodoro di Taormina ha avuto luogo il primo incontro pubblico del Comitato Orizzonte 2020 del professore Mario Bolognari. L incontro cantiere focalizza l attenzione sul tema della scuola e sui problemi legati alla scarsa attenzione delle Amministrazioni pubbliche sui compiti che, per legge, sono di loro competenza. Spetta ai Comuni, infatti, la realizzazione, fornitura e manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici per le scuole materne, elementari e medie. Servizi prioritari che dovrebbero essere garantiti senza problemi ma che, nel Comune di Taormina, vengono strozzati o dalla burocrazia o da interessi politici. Emerge, dall intervento della Dirigente scolastica dell Istituto comprensivo 1 Taormina, la dottoressa Carla Santoro, come la scuola debba farsi carico di tutti gli interventi ordinari di ammodernamento, riqualifica, manutenzione dell edificio scolastico, servendosi di una task force di progettisti interni, per poter accedere ai finanziamenti europei che in molti casi sono l unica fonte monetaria di cui possono usufruire. Il dirigente scolastico si assume, così, tutti i rischi del progetto e, da solo, ottempera a quei doveri propri di un amministrazione comunale. La situazione non è sostenibile e neanche accettabile. Un cantiere di proposte Il Comitato Orizzonte 2020 Taormina entra nel vivo con un incontro sul tema: Scuola e città: edilizia, servizi e qualità dell offerta formativa Orizzonte 2020 vuole proporre soluzioni chiare, serie, responsabili ed innovative rispetto al quadro attuale. In una nota il professore Bolognari, futuro candidato Sindaco del Comune di Taormina scrive: «La prospettiva temporale di questo progetto non può limitarsi al quinquennio amministrativo, , ma deve essere misurato sulla programmazione dei fondi europei, quella , unica fonte alla quale ci si potrà rivolgere. Per questo motivo scegliamo di chiamare questo progetto Orizzonte 2020». A questo primo incontro ne seguiranno altri, il primo in calendario sarà il 24 gennaio, alle ore 17.00, presso i Salesiani Taormina e avrà come tema la raccolta differenziata. Organizzatori e promotori dell evento, oltre a Bolognari, sono Legambiente di Taormina e l Associazione Rifiuti Zero. Relazionerà Marco Monforte, esperto negli argomenti trattati. Alexandra Ieni Alle radici di una rivoluzione La Società Giarrese di Storia Patria e Cultura conclude l anno sociale 2012 con un incontro su La diffusione del Cristianesimo nell Occidente ed in Sicilia nei primi secoli Lo scorso 4 gennaio, alle ore 10.15, all Azienda Ospedaliero - Universitaria Policlinico di Catania è arrivato tra noi Christian Costanzo, per la gioia di papà Mario e di mamma Sonia Santamaria. I genitori hanno ringraziato tutta l equipe medica che ha supportato i neo-genitori ed in particolar modo il Professor Francesco Grasso per la disponibilità e professionalità. Alla cara Sonia, nostra collaboratrice da Linguaglossa, gli auguri del Gazzettino e al piccolo Christian un affettuoso benvenuto tra noi! La Società Giarrese di Storia foto Di Guardo Patria e Cultura con la conferenza tenuta dal prof. Giovanni Lutri sul tema La diffusione del Cristianesimo nell Occidente ed in Sicilia nei primi secoli ha chiuso l attività culturale dell anno sociale L incontro ha proposto un metodo per conoscere l origine del cristianesimo ed i suoi aspetti storici e storico letterari, che affondano le sue radici nell antichità della cultura ebraica. Un primo approccio conoscitivo viene fatto con la testimonianza degli atti degli apostoli e successivamente con la conversione di Paolo che, da Antiochia, fece base per le missioni prima nei paesi islamici e in quelli dell Asia minore, per far tappa poi a Malta e in Sicilia fermandosi a Siracusa e Catania per raggiungere Roma e ispirare la sua opera di evangelizzazione. All inizio, a Roma, il cristianesimo fu accettato, ma ben preso fu vissuto con sospetto in quando era una religione diversa da quella ebraica. Lo prova, quindi, l espulsione dei Giudei da Roma con l editto di Claudio, fatto riportato da Svetonio, che ritiene che l agitatore giudeo sia un certo Cresto ed i cristiani apparvero in breve un perfetto capro espiatorio. A questo punto, Tacito inserisce un esplicito riferimento a Cristo e ai suoi seguaci. L atteggiamento dell Impero nei confronti della religione cristiana appare condizionato sia dalla diffidenza che, più spesso, dall ostilità e, pertanto, la persecuzione ed il martirio dei cristiani non tardò ad avvenire, specie sotto la dittatura di Nerone In quel periodo la fede cristiana fu attaccata da più punti di vista e conferma un periodo storico turbolento e molto complesso. La diffusione del cristianesimo mira a fornire le conoscenze fondamentali per la comprensione dello sviluppo della storia dell impero romano tardo antico, sia nelle dinamiche dei comportamenti sociali, sia nelle scelte culturali e nella evoluzione della mentalità religiosa. Per giudicare il progresso missionario del cristianesimo basta osservare la religione cristiana nei primi secoli che si diffuse quasi soltanto nell Impero. La sua testimonianza come messaggio e la cultura religiosa, nei primi secoli, è supportata da una lettura e discussione delle fonti testuali, archeologiche ed iconografiche che conclude la storia e la diffusione del cristianesimo sia in oriente che in occidente. Anna Fichera Benvenuto Christian!

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME

IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME IN RICORDO DI SEBASTIANO D IMME Per non dimenticare il luminoso esempio offerto dal Maresciallo Sebastiano D Immè che 15 anni fa, ha immolato se stesso sull altare del dovere. Locate Varesino (CO) 6 luglio

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Sugar art:come ti vesto una torta

Sugar art:come ti vesto una torta Sugar art:come ti vesto una torta Non ci sono più le torte di una volta: quelle fatte di Pan di Spagna molto spesso inondato di troppo liquore, farcito con vari strati di crema e frutta, o di panna e cioccolata,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a KENITRA di Ebi Madeline Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda

Dettagli

STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA)

STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA) STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA) APPROVATO DA S.E. REV. MONS. GIUSEPPE ROCCO FAVALE, VESCOVO DI VALLO DELLA LUCANIA CON DECRETO VESCOVILE DEL 7 OTTOBRE 2009 Finalità Art.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

Piacenza Wedding. rganizziamo i tuoi sogni per la meraviglia delle tue nozze

Piacenza Wedding. rganizziamo i tuoi sogni per la meraviglia delle tue nozze O Piacenza Wedding rganizziamo i tuoi sogni per la meraviglia delle tue nozze Sappiamo che il giorno, in cui racconti al mondo il tuo amore, deve essere perfetto. Luminoso come il sole. Ricco come il sentimento.

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it Follow us on Ciccio Pasticcio pepita.it Ciao, sono Ciccio Pasticcio! Forse ci siamo incontrati già da qualche parte, per cinque anni ho girato tutta l'italia per far divertire i bambini negli spettacoli

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Intervento del Rettore Prof. Loris Borghi Parma, 16 dicembre 2014

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

LE FILIGARE. winery and accomodations in Chianti. Wedding

LE FILIGARE. winery and accomodations in Chianti. Wedding LE FILIGARE winery and accomodations in Chianti Wedding Vivi un giorno indimenticabile nel cuore del Chianti Classico Le Filigare Le Filigare è il nome della collina, dove si trova l agriturismo, nel cuore

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

MODELLO D INTERVENTO B/6.6 Rischio antropico e residuo. Eventi indotti quali grandi manifestazioni culturali, popolari e sportive EVENTO PREVEDIBILE

MODELLO D INTERVENTO B/6.6 Rischio antropico e residuo. Eventi indotti quali grandi manifestazioni culturali, popolari e sportive EVENTO PREVEDIBILE MODELLO D INTERVENTO B/6.6 Rischio antropico e residuo Eventi indotti quali grandi manifestazioni culturali, popolari e sportive EVENTO PREVEDIBILE Il mercato turistico a Reggio sembra aver avuto negli

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli