PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/ ART. 2 COMMI 594 E PIANO TRIENNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010"

Transcript

1 LEGGE N. 244/ ART. 2 COMMI 594 E PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEL COMUNE DI VERBANIA 1

2 LEGGE N. 244/2007 (LEGGE FINANZIARIA 2008) - ART. 2 COMMI 594 E 595 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEL COMUNE DI VERBANIA Le disposizioni contenute nei commi da 594 a 599 dell art. 2 della Legge 24 dicembre 2007 n. 244 (Legge finanziaria 2008) hanno lo scopo di concorrere, insieme con altre, a ridurre la spesa pubblica con particolare riferimento ai consumi e alle spese di funzionamento delle strutture delle amministrazioni pubbliche, attraverso interventi di razionalizzazione dell utilizzo dei beni. Con riferimento: alla delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 05/03/2008 riguardante la discussione ed approvazione del Bilancio di Previsione per l esercizio 2008 (Relazione previsionale e programmatica , Bilancio Pluriennale , Programma Triennale degli investimenti), nella quale veniva deliberato, tra l altro, che nel corso dell esercizio 2008, l Ente avrebbe provveduto all adozione degli opportuni atti per il contenimento dei costi della Pubblica Amministrazione, come previsto dall art. 2, commi , della Legge 244/2007; alle indicazioni dell introduzione al Bilancio Pluriennale Periodo , paragrafo Ulteriori note al bilancio di previsione riferite alla Legge Finanziaria lettera c) Razionalizzazione degli acquisti di beni e servizi e contenimento dei costi della amministrazioni pubbliche ; si riportano di seguito, come previsto dal comma 594 della L. 244/2007, le misure individuate dal Comune di Verbania e finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo dei seguenti beni,: a) dotazioni strumentali di ogni tipo anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione d ufficio. In base al successivo comma 595 rientrano nelle suddette misure di razionalizzazione anche le apparecchiature di telefonia mobile; b) autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, ai mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo; c) beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE A CORREDO DELLE STAZIONI DI LAVORO NELL AUTOMAZIONE DELL UFFICIO L Amministrazione Comunale nel 2005 ha attivato un progetto di Innovazione tecnologica dell Ente avente come obiettivo strategico, l ottimizzazione dell architettura informatica comunale, allo scopo di sfruttare al meglio le risorse tecnologiche e organizzative. Annualmente viene approvato un Piano acquisiti attrezzature informatiche e sistemi informatici, il primo risale al 2005 (determina dirigenziale n. 373 del e n. 423 del 19/05/2005) ed aveva come obiettivi: la sostituzione di personal computer e stampanti ormai guasti ed obsoleti e l installazione di nuove attrezzature per assicurare l operatività dei vari uffici; la 2

3 sostituzione di tutti i video catodici con LCD per risparmio energetico e minore impatto sulle patologie specifiche di utilizzo del PC; dotarsi di un sistema moderno per la realizzazione del nuovo sito internet del Comune; gettare le basi per lo sviluppo del progetto SIT (Sistema Informativo Territoriale) attraverso la realizzazione dello stradario cittadino e delle mappe catastali in formato digitale; provvedere alla sostituzione di software ormai obsoleti e non più rispondenti alle necessità degli uffici L Ente dal 2005 ha aumentato gli investimenti in innovazione tecnologia con l obiettivo di migliorare l efficienza delle attrezzature informatiche in uso agli uffici comunali e di arrivare, nel medio periodo, al contenimento delle spese informatiche (sia per l acquisizione di hardware e software sia di manutenzione degli stessi) e alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche. Descrizionie n. postazioni di lavoro n. server installati // 3 3 n. sistemi informativi installati (in sostituzione a sistemi obsoleti o nuove procedure) Il settore informatico Comunale coerentemente agli obiettivi dell amministrazione ha adottato una serie di iniziative volte alla razionalizzazione delle spese e dell utilizzo delle dotazioni informatiche: Acquisti tramite convenzioni Consip: nel Piano di rinnovo del parco macchine comunali (Personal computer, monitor, stampanti, server) si è privilegiato il ricorso a convenzioni CONSIP, in particolare quelle che offrono prodotti con basso consumo energetico. Risultato: risparmio economico e diffusione di apparecchiature a basso consumo. Riutilizzo e riparazione componenti hardware: le postazioni di lavoro informatizzate (190 PC e 150 stampanti) vengono costantemente sottoposte a manutenzione da parte del personale del settore informatico, le componenti hardware (monitor, hard disk, periferiche, ecc) o l intero PC vengono sostituite con componenti nuove solo nel caso non si riesca a recuperare/riparare il materiale in uso. Il tutto viene svolto dal personale interno senza ricorrere a ditte esterne. Risultato: risparmio economico per l amministrazione ed ottimizzazione delle risorse disponibili. Verifica dei contratti di manutenzione dei vari sistemi gestionali installati presso i vari dipartimenti e richiesta di variazione delle condizioni economiche. Centralizzazione delle stampe della documentazione degli uffici mediante la messa in rete dei fotocopiatori digitali presenti nelle varie strutture comunali. Allo scopo di effettuare economie, il personale del settore informatico, laddove possibile, utilizza ed invita ad utilizzare software open source gratuiti e sviluppa internamente sistemi gestionali con notevoli risparmi per l ente. Per alcuni dei programmi che vengono sviluppati internamente, prima dell inizio del lavoro, vengono fatte delle indagini di mercato richiedendo preventivi a ditte esterne. Il risparmio sulle sotto elencate procedure, già sviluppate dal settore informatico, è quantificabile in circa ,00 sui sistemi gestionali e circa 4.200,00 annui sui canoni di manutenzione ed assistenza. 3

4 Settore richiedente Demografici Tributi Polizia Municipale Politiche Sociali Messi COB Asilo Nido Tutti Tributi Programma sviluppato dal Settore Informatico ServiziDemografici GestioAsili Rubrica OSAP Descrizione Sistema di accesso personalizzato per interrogazione dei dati in anagrafe. Gestione rette asilo nido con stampa bollettini e rendicontazione Rubrica telefonica informatizzata per ricerca veloce dei contatti degli uffici comunali. Sistema di stampa dei solleciti COSAP. Sistema per il monitoraggio delle attività. Stamperia GestioStamperia Gestione del magazzino e dei lavori di stamperia. Settore informatico Biblioteca GestioSistemiInformatici EditoriaGiardini Gestione delle richieste e degli interventi. Database delle postazione di lavoro informatizzate. Gestione bibliografia relativa all Editoria&Giardini Linee programmatiche 2008/2010 1) Organizzazione del processo di acquisto dei prodotti informatici cercando di concentrare all interno del Settore Informatico dell ente le funzioni relative all approvvigionamento delle strumentazioni informatiche e dei sistemi informatici, dalla programmazione, alla individuazione delle specifiche tecniche, dalla scelta del contraente ai controlli sulla qualità delle forniture. La finalità di questo obiettivo è quella di creare un unico centro di acquisto dotato delle necessarie competenze tecniche/professionali e di una visione complessiva delle esigenze di informatizzazione del Comune, in grado di porre in relazione gli aspetti organizzativi con la scelta delle soluzioni informatiche e tecnologiche più confacenti. 2) Attivazione di procedure di acquisto sempre più dirette a garantire i principi di efficacia, efficienza, economicità, trasparenza e rotazione. Acquisti prodotti informatici tramite le convenzioni CONSIP con l obiettivo di ottenere risparmi economici e la diffusione di apparecchiature a basso consumo. 3) Attivazione di procedure di acquisto con il sistema delle gare on-line e del mercato elettronico. L ente ha aderito al progetto e-procurement promosso e finanziato dalla Regione Piemonte e a partire da fine 2008 ci verrà attivato il servizio Sistema Piemonte (piattaforma Regionale). 4) Riutilizzo e riparazione componenti hardware. 5) Utilizzo di software open source gratuiti e sviluppo interno di sistemi gestionali per i diversi settori del comune: Settore richiedente Patrimonio Contabilità Ufficio Personale Edilizia Privata Contabilità Programma da sviluppare nel 2008 (Settore Informatico) GestioContrattiAffitto GestioContrattiLavoro GestioContributiCostruzione Descrizione Gestione dei contratti di locazione degli immobili del patrimonio comunale. Gestione dei contratti di lavoro a tempo determinato. Gestione dei contributi di costruzione e oneri di urbanizzazione. Comunicazione SegnalazioniSindaco Form per inserimento e gestione delle 4

5 segnalazioni da parte dei cittadini al Sindaco tramite il sito internet. Ufficio Tecnico GestioRichiesteRisarcimento Gestione sinistri e richieste risarcimento Controllo gestione Ambiente Cimiteri MonitoraggioOpere GestioEmissioni GestioCremazioni Gestione del monitoraggio delle Opere Pubbliche attraverso il Mastro Opere collegato direttamente ai dati di contabilità Gestione e monitoraggio delle emissioni atmosferiche Gestione delle prenotazioni delle attività del forno crematorio Contabilità EstrazioneDatiADS Sistema per l estrazione dati da sistemi ADS Con l obiettivo non solo di soddisfare quelle che sono le esigenze interne degli uffici e che non trovano riscontro sul mercato, ma anche di ridurre la spesa per l acquisto di software ma soprattutto le spese relative alla manutenzione ed assistenza, che in questo modo viene gestita internamente. I software sviluppati internamente hanno il vantaggio, inoltre, di essere del tutto personalizzati e personalizzabili. 6) Dematerializzazione - gestione documentale informatica. Diffusione della posta elettronica negli uffici comunali con progressiva sostituzione delle comunicazioni cartacee con le comunicazioni per posta elettronica. Sostituzione delle relazioni e dei documenti cartacei con supporti informatici. Riduzione della produzione di copie cartacee, della spesa per la fornitura di carta e degli altri materiali di consumo (toner/cartucce). 7) Progressiva sostituzione delle stampanti da scrivania con stampanti di rete: verrà proposto agli uffici l utilizzo di stampanti di rete piuttosto che la dotazione di stampanti per ogni postazione di lavoro (da scrivania) che portano ad uno spreco di materiale di consumo. 8) Progressivo incremento delle procedure telematiche con firma digitale. TELEFONIA 1) TELEFONIA FISSA Il Comune di Verbania aveva già aderito per il servizio di telefonia fissa alla Convenzione Consip del 2001 e successivamente a quella attivata il 06/02/2003 aggiudicata a TELECOM ITALIA S.p.A. Tale convenzione è stata proroga dalle parti in data 03/08/2005 e di conseguenza i singoli contratti attuativi sono stati prorogati fino all attivazione della nuova Convenzione. Al Comune di Verbania, nel periodo dal 2003 al 2007, sono state applicate le tariffe previste dalla Convenzione Consip sopra indicata e pertanto si può ritenere che abbia ottenuto il servizio di telefonia fissa a condizioni molto vantaggiose rispetto ai prezzi di mercato, visto che i prezzi dei servizi Consip, determinati in seguito a procedure di gara ad evidenza pubblica a livello europeo, a parità di condizioni sono da considerarsi generalmente come i migliori ottenibili sul mercato. Con l attivazione della nuova Convenzione Consip, riguardante il servizio di Telefonia fissa e connettività IP aggiudicata a FASTWEB S.p.A., il Comune ha valutato immediatamente la tipologia di servizio offerto e le relative condizioni economiche, comparando il servizio ed i prezzi della Convenzione, alla proposta ricevuta da Telecom Italia S.p.A., fornitore del servizio fino a quel momento. Dall analisi, la convenzione Consip Telefonia fissa e 5

6 connettività IP è risultata economicamente più vantaggiosa e pertanto con determina dirigenziale n del 20/11/2007, l Ente ha aderito alla convenzione sopra indicata. I risparmi annuali stimati sul traffico fonia ammontano a circa 3.038,00. La società Fastweb S.p.A. al momento dell attivazione del servizio era in grado di garantire sul territorio di Verbania una copertura CPS, che sarebbe stata applicata a tutte le tipologie di servizio, di conseguenza la migrazione a Fastweb S.p.A. è avvenuta solo per il traffico telefonico Fonia e non per le linee telefoniche. Il Comune ha mantenuto le linee telefoniche Telecom Italia S.p.A. (in qualità di operatore dominante) e pertanto ha continuato e continuerà a ricevere da quest ultima le fatture per il canone linea, i servizi connessi alla linea ed il traffico verso numerazioni speciali. L Ente usufruirà, invece, delle tariffe Fastweb S.p.A. previste dalla convenzione Consip per il traffico telefonico verso numerazioni fisse e mobili, nazionali ed internazionali e delle tariffe di connettività IP (nel momento in cui verrà attivato il servizio). Il Comune, nell ordinativo di fornitura a Fastweb S.p.A,. ha sottoscritto anche le opzioni facoltative previste dall art. 12 comma 4 e 5 della convenzione che danno diritto rispettivamente: ad un ulteriore sconto pari all 1% per il pagamento delle fatture mediante bonifico permanente (RID); ad un ulteriore sconto pari allo 0,25%, riconoscendo al fornitore la facoltà di cedere in tutto o in parte i crediti derivanti dalla regolare esecuzione del contratto di fornitura. La gestione degli apparecchi di telefonia fissa in dotazione agli uffici comunali avviene attraverso n. 4 centralini che sono stati acquisiti in leasing operativo, i contratti prevedono anche la loro manutenzione. Attraverso la programmazione dei centralini sono stati posti dei blocchi alle chiamate esterne ai numeri cellulari sulla maggior parte dei telefoni in uso agli uffici comunali, con l obiettivo di contenere la spesa per la telefonia fissa. Solo i telefoni degli uffici degli amministratori, dei dirigenti, di alcuni responsabili di servizio sono abilitati alle telefonate ai numeri cellulari (circa n. 30 apparecchi su un totale di n. 125 apparecchi) mentre tutti gli altri telefoni sono disabilitati. Linee programmatiche 2008/2010 1) Il servizio di telefonia fissa attivato con Fastweb S.p.A. scadrà il 17/09/2009. Costante verifica delle tariffe offerte dal mercato della telefonia fissa anche attraverso l eprocurement del Sistema Piemonte già descritto per paragrafo Dotazioni strumentali anche informatiche, al fine di valutare eventuali nuove opportunità in caso di tariffe più economiche rispetto alle condizioni del contratto in essere. 2) Rivisitazione periodica delle tariffe delle linee ADSL per la rete dati: gli uffici comunali, dislocati su sedi diverse, sono collegati tra loro tramite una rete dati VPN (Virtual Private Network) utilizzando linee ADSL Telecom. Verifica annuale della possibilità di utilizzo di tariffe con maggior disponibilità di banda a prezzi più vantaggiosi. Risparmio economico con migliori prestazioni. 3) Predisposizione di uno studio di fattibilità sull attivazione del servizio V.O.I.P., con il supporto dell attuale fornitore. Tale servizio è offerto all interno della convenzione Consip Telefonia fissa e connettività IP alla quale l Ente ha già aderito, ed il comma 591 dell art. 2 della L. 244/2007 ne prevede l utilizzo da parte delle amministrazioni pubbliche. Studio di fattibilità di carattere tecnico ed economico per la graduale attivazione del servizio Voip nelle tre sedi comunali (Piazza Garibaldi, Via Brigata Val Grande e Via Fratelli Cervi) e al Tribunale di Verbania, volto ad evidenziare gli 6

7 adeguamenti da effettuare alla tecnologia attualmente in uso al Comune con la stima dei costi e dei possibili risparmi sulle bollette. 4) Verifica della mappatura delle linee telefoniche fonia del Comune di Verbania. 5) Sostituzione dei centralini telefonici delle sedi comunali, ormai obsoleti. Aggiornamento ed ampliamento tecnologico degli stessi. Valutazione e stipula di un nuovo contratto di leasing operativo per i centralini comunali, comprendente anche la manutenzione. 2) TELEFONIA MOBILE Il Comune di Verbania dal 2000 dispone di una propria rete di telefonia mobile. L uso del telefono cellulare assegnato è stato previsto esclusivamente per esigenze di servizio. Il Comune di Verbania ad inizio 2008 ha una RAM di n. 87 SIM di cui SIM Amministratori n. 11 SIM Addetto Stampa n. 1 SIM Dirigenti n. 8 SIM Dipendenti n di cui soggetti alla reperibilità n di cui responsabili di servizio n. 12 SIM di Trasmissione Dati n. 25 Il contratto relativo alla Telefonia Mobile del Comune di Verbania è stato stipulato nel 2000, in seguito ad una procedura di gara (determina dirigenziale n. 187 del 08/03/2000) vinta da Vodafone. Negli anni successivi l Ente ha diversificato i profili tariffari degli utenti delle singole SIM, in base agli effettivi fabbisogni e alle diverse tipologia di utente (amministratori e dirigenti con un piano libero, dipendenti soggetti all istituto della reperibilità con un piano nazionale libero, altri utenti solo chiamate alla RAM, ai numeri fissi e di altri operatori o solo chiamate alla RAM, ai numeri fissi e ad altri operatori per fasce orarie ecc ). L uso a fini privati delle apparecchiature di telefonia mobile, può avvenire previa attivazione da parte del soggetto assegnatario dell apparecchiatura telefonica cellulare del contratto di dual billing con il gestore, con l introduzione di un codice che permette di addebitare tali costi direttamente all assegnatario dell utenza. Il contratto sopra indicato prevedeva l acquisizione di apparecchiature di telefonia mobile di base di tipologie omogenee, con pagamento rateale in bolletta per 24 mesi. L Ente, ha sempre verificato e tenuto sotto controllo le condizioni del contratto in essere, rispetto alle condizioni offerte dal mercato di telefonia mobile. Ad inizio 2003, ha valutato la Convenzione Consip per la Telefonia Mobile vinta da Wind (scadenza convenzione febbraio 2005, in seguito non sono state attivate altre Convenzioni Consip, fino ad aprile 2008). Tale convenzione offriva delle condizioni economiche parzialmente più vantaggiose rispetto al contratto stipulato con Vodafone, ma non altrettanto dal punto di vista della qualità del servizio, visto che la copertura Wind sul territorio della Provincia di Verbania, nel 2003, non era pienamente garantita. Il tariffario proposto da Wind, era molto conveniente per i collegamenti con utenze Wind, ma non agli altri gestori di telefonia mobile che però coprivano circa l 80% delle utenze; inoltre, l Ente avrebbe dovuto sostenere il restante onere del riscatto dei cellulari. Pertanto, viste le criticità e valutati i costi/benefici, l ente ha deciso di non aderire alla sopra citata convenzione Consip. A maggio 2005 è stata valutata anche la proposta offerta da TIM, che non è risultata economicamente vantaggiosa rispetto alle condizioni del contratto in essere. L offerta prevedeva, un unico 7

8 profilo tariffario e degli sconti promozione, business-volume e fedeltà non equiparabili agli sconti traffico e grandi aziende di Vodafone. Linee programmatiche 2008/2010 1) Valutazione delle condizioni contrattuali ed economiche della Convenzione Consip Telefonia Mobile 4. 2) Individuazione dei criteri di regolamentazione dell utilizzo dei telefoni cellulari comunali in uso ai dipendenti e agli amministratori. 3) Individuazione delle modalità di controllo della spesa, in attuazione ai principi posti dall art. 2 c. 595 della L. 244/2007, al fine del contenimento della spesa per la telefonia mobile, mediante, vista la consistenza esigua della struttura, il monitoraggio capillare. 4) Individuazione, nel rispetto della normativa sulla riservatezza dei dati personali, di forme di verifica, anche a campione, circa il corretto utilizzo delle utenze di telefonia mobile. 5) Analisi del traffico delle singole SIM (chiamate alla RAM, chiamate ai numeri fissi, chiamate a numeri di telefonia mobile, trasmissione dati ecc ) per una razionalizzazione delle utenze di telefonia mobile in base all effettivo fabbisogno ed utilizzo. 6) Riduzione della spesa per la telefonia mobile. AUTOVETTURE DI SERVIZIO Il parco automezzi del Comune di Verbania è composto da n. 58 veicoli di cui n. 15 per il Corpo di Polizia Municipale, n. 24 per l Ufficio Tecnico Comunale, n. 6 per la Protezione Civile e n. 13 in dotazione ai diversi servizi comunali per le attività istituzioni ad essi connesse. Corpo di Polizia Municipale Motocicli n. 6 Autovetture n. 7 Altri mezzi n. 2 Ufficio Tecnico Comunale Autovetture n. 8 Altri mezzi n.16 Protezione Civile Autovetture n. 3 Altri mezzi n. 3 Altri Servizi Comulali Autovetture n. 7 Altri mezzi n. 5 Scuolabus n. 1 Gli automezzi di servizio in dotazione al Comune sono utilizzati esclusivamente per l espletamento delle funzioni proprie dell Amministrazione. L Ente ha cercato di mantenere il proprio parco veicoli in un buono stato di manutenzione, e già da qualche anno, sta sostituendo i vecchi veicoli, non più utilizzati dai servizi e non conformi alle nuove normative sull ambiente, con nuovi veicoli a basso impatto ambientale. 8

9 Le spese di manutenzione del parco automezzi comunale sono legate alla vetustà di un congruo numero di veicoli, pertanto si pensa che con la progressiva sostituzione degli stessi si possa arrivare ad una riduzione di tali spese. Per quanto riguarda la fornitura di carburante, al momento del rifornimento di carburante, ciascun dipendente è tenuto a compilare e sottoscrivere un buono relativo al rifornimento con l indicazione dei Km. percorsi e della data del rifornimento; buono che viene allegato alla fattura mensile del fornitore insieme alla scheda carburanti contente i seguenti dati: data rifornimento, targa del mezzo, costo del carburante al litro, importo totale del rifornimento e settore di appartenenza. Le schede carburanti vengono consegnate mensilmente all ufficio economato, che effettua gli opportuni controlli sui consumi degli automezzi e sulla corretta fatturazione emessa dal fornitore. Ad inizio 2008 è stata avviata la procedura negoziata per individuazione del soggetto cui affidare la fornitura del carburante del parco automezzi comunale dal 01/02/ /12/2009, che è stata aggiudicata a fine gennaio Per l acquisto di nuovi automezzi l Ente verifica preventivamente l esistenza di Convenzioni Consip attive nel sito internet in grado di soddisfare le proprie necessità e in alternativa avvia le procedure previste dal Regolamento per i lavori forniture e servizi in economica. Linee programmatiche 2008/2010 1) Riordino del parco automezzi del Comune in funzione delle nuove normative del codice della strada e valutazione dell acquisto di veicoli eco-sostenibili. 2) Dismissione (rottamazione o alienazione) dei veicoli obsoleti o inutilizzati dai servizi comunali. 3) Progressiva riduzione delle spese di manutenzione automezzi comunali in seguito al parziale rinnovo del parco automezzi. Riduzione della spesa di manutenzione e riparazione automezzi di almeno il 30% rispetto all anno ) Aggiudicazione procedura negoziata per individuazione del soggetto cui affidare la fornitura del carburante del parco automezzi comunale dal 01/02/ /12/ ) Individuazione di un nuovo sistema di monitoraggio dei consumi e delle spese di carburante dei veicoli comunali. 6) Valutazione in relazione alla tipologia di automezzo e all uso cui lo stesso sarà destinato sull opportunità di procedere all acquisto oppure al noleggio tutto compreso o al leasing. 7) Utilizzo di mezzi alternativi di trasporto anche cumulativo. Ampliamento del servizio Libero bus ai dipendenti comunali. BENI IMMOBILI AD USO DI SERVIZIO Con riferimento al patrimonio immobiliare ad uso di servizio, il Comune di Verbania ha attivato delle azioni finalizzate al contenimento delle spese di funzionamento e ad una più efficace fruizione delle strutture comunali. I servizi/uffici del Comune di Verbania sono collocati in tre sedi rientranti nel patrimonio immobiliare comunale, ad uso servizi: la sede principale è sita in Pallanza, Piazza Garibaldi, le due sedi distaccate sono a Intra in Via Fratelli Cervi e in Via Brigata Val Grande. Tra le azioni già realizzate finalizzate ad una ottimizzazione e razionalizzazione degli immobili ad uso di servizio, c è stata la ristrutturazione con adeguamento e trasformazione 9

10 della Ex Scuola Fermi in sede distaccata degli uffici comunali, dove sono stati trasferiti la maggior parte dei servizi rivolti al cittadino: servizi demografici, tributi, urbanistica, edilizia privata, politiche ambientali, suap, servizi informatici ed osservatorio statistico, che prima erano collocati dall edificio municipale di Pallanza Piazza Garibaldi ove sono rimasti i servizi istituzionali, i servizi sociali, i servizi di pubblica istruzione ed asili nido, i servizi finanziari e l unità strategica e di supporto. La nuova sede distaccata di Intra Via Fratelli Cervi si trova in centro città e risulta più accessibile e facilmente raggiungibile dai cittadini sia con il trasporto pubblico che con mezzi privati (adiacente alla sede vi è anche il nuovo parcheggio comunale di Via Rosmini). L altra sede distaccata degli uffici comunali di Intra è in Via Brigata Val Grande ed ospita il dipartimento lavori pubblici ed i servizi di polizia locale. Per questa sede è stato previsto un intervento di ampliamento e ristrutturazione dell edificio vista la necessità di maggiori spazi da destinare ad uffici. Con l obiettivo di contenere i costi relativi al funzionamento delle sedi comunali (in particolare delle utenze) sono state attivate le seguenti azioni: Già nel 2006, in seguito a procedura di gara ad evidenza pubblica, è stato stipulato un contratto di fornitura di energia elettrica per altri usi ed illuminazione pubblica, nel mercato libero con risparmi rispetto alle tariffe applicate nel mercato vincolato dove eravamo collocati prima della liberalizzazione del mercato dell energia, avvenuta a luglio Il risparmio complessivo conseguito dall attivazione del contratto (Relazione Acquisto di beni e servizi ai sensi dell art. 26 comma 3 e 4 della Legge n. 488/1999 e s.m.i ) dal 01/06/2006 al 31/12/2007 è stato di ,00. Nell ambito delle iniziative di sostenibilità ambientale è stato affidato nel 2007, l incarico ad una società esterna per la predisposizione di un Progetto efficienza energetica degli edifici comunali, finalizzato alla valutazione dell attuale efficienza energetica di tre edifici comunali, del risparmio energetico attuabile e degli eventuali interventi migliorativi tecnicamente fattibili. Linee programmatiche 2008/2010 1) Risparmi sulla spesa per la fornitura di energia elettrica negli edifici comunali. 2) Realizzazione a perfetta regola d arte e con buon esito dell intervento Ampliamento Ufficio Tecnico Comunale. 3) Formazione al personale dipendente sui comportamenti da tenere al fine di realizzare risparmio energetico (acqua, energia elettrica, riscaldamento) all interno degli uffici e delle sedi comunali. 4) Predisposizione di linee guida da indirizzare agli uffici comunali al fine di sensibilizzare gli operatori sulla necessità di utilizzare con la massima economicità i beni strumentali messi a disposizione dall Amministrazione (norme di comportamento). Verbania, 20 giugno

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO COMUNE DI ORGIANO ALLEGATO PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO 2011 2012-2013 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato COMUNE DI RAVENNA Lett. b. SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La

Dettagli

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA Piano triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento di cui all art. 2, commi dal 594 al 599 della legge finanziaria 2008 (L. 244/2007) per il triennio 2011-2013. Premessa In un apparato amministrativo

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DEI BENI E DELLE STRUTTURE COMUNALI 2010 2012 Art. 2 commi 594 e seguenti della Legge 244/2007 ( Legge Finanziaria 2008

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Parte I PREMESSA Nel più ampio ambito della legislazione ispirata al contenimento della spesa pubblica, le disposizioni contenute nei commi 594, 595, 596, 597, 598, 599 dell articolo 2 della legge 24.12.2007

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA SETTORE FINANZE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA 2012 2014 finalizzato al contenimento delle spese di funzionamento ed alla razionalizzazione delle strutture organizzative

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). ANNO 2012. AGGIORNAMENTO.

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 75 COPIA Cat._4_ Cl. _4_ Fasc. _1_ Prot. n._0010628_ del _29/04/2009 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA La Legge finanziaria 2008 detta numerose ed importanti

Dettagli

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 LE NORME RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 La legge n. 244 del 24.12.2007 (finanziaria 2008), in particolare ai commi da 594 a 598

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 La Legge Finanziaria 2008 ha stabilito per le Amministrazioni Pubbliche

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici COMUNE DI MOMBELLO MONFERRATO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici PREMESSA La legge finanziaria

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 RELAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

Dettagli

RELAZIONE MONITORAGGIO 2010

RELAZIONE MONITORAGGIO 2010 RELAZIONE MONITORAGGIO 2010 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEL

Dettagli

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO 2013-2015 (art. 2, commi 594-599,

Dettagli

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio.

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio. Q:\\PIANO TRIENNALE DOTAZIONI\VERIFICA RISULTATI 2009\RELAZIONE FINALE.DOC Zola Predosa, 16 aprile 2010 Alla Sezione Regionale della Corte dei Conti Agli organi di controllo interni Oggetto: Piano triennale

Dettagli

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Triennio 2012/2014 Piano triennale di razionalizzazione della spesa In ottemperanza al disposto dell art. 2, commi da 594 a 599,

Dettagli

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008 OGGETTO: PIANO RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE - PRESA D'ATTO RISULTANZE ANNO 2013 E PREVISIONE TRIENNIO 2014-2016 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO PREMESSO CHE: la Legge n. 244 del 24/12/2007 (legge finanziaria

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007)

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) . Piano Triennale di Razionalizzazione (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) 1 1. Dotazioni strumentali ed informatiche Dotazioni In uso In comodato a Di proprietà di

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNITA MONTANA ALTAVALMARECCHIA ZONA A Piazza Bramante n. 11 61015 NOVAFELTRIA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Dotazioni strumentali anche informatiche

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE Allegato A) Piano Triennale 2011-2013 di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, anche informatiche, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594,

Dettagli

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE -

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE - PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594)

PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594) PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594) approvato con deliberazione G.C. n. 54 del 2/4/2010 DOTAZIONI INFORMATICHE La

Dettagli

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) In esecuzione dell adempimento previsto dall art. 2 commi

Dettagli

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010)

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO - ANNI 2010-2012 (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n.

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del C.C. n. 5 del 30/03/2012 COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia PIANO TRIENNALE 2012-2014 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 1.

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

a) DOTAZIONI STRUMENTALI

a) DOTAZIONI STRUMENTALI ' ()!"" #$$%$& La legge Finanziario 2008 (L. 244/2007) ha previsto alcuni adempimenti di verifica delle dotazioni strumentali degli enti pubblici fra cui anche i seguenti commi:594. Ai fini del contenimento

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità;

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità; LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -la Legge 24.12.2007, n.244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). Al fine del contenimento

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE COMUNE DI MACERATA FELTRIA PU PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DEL 27/08/2014 Ai sensi dell art. 2 comma

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE PROVINCIA DI FORLI' - CESENA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO Art. 2 comma

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con Delibera

Dettagli

1. MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI (Art. 2, lettera a), comma 594, legge 244/07)

1. MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI (Art. 2, lettera a), comma 594, legge 244/07) ALLEGATO C Relazione al "piano triennale 2008-2010 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio, dei beni immobili"

Dettagli

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del giorno10 Dicembre 2008 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 Oggetto: Approvazione piano triennale per l'individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dei beni e delle strutture della

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

n. pc acquistati a fine 2009 ed in corso di attivazione nel 2010 Affari generali 14 0 10 1 1 Culturale 13 0 5 2

n. pc acquistati a fine 2009 ed in corso di attivazione nel 2010 Affari generali 14 0 10 1 1 Culturale 13 0 5 2 PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale Deliberazione originale della Giunta Comunale N. 80 del Reg. Data 27 giugno 2014 OGGETTO: piano razionalizzazione spese funzionamento L anno duemilaquattordici, il giorno ventisette del mese di giugno

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Allegato A) P.I. 00251860698 SERVIZIO TECNICO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PREMESSA Il presente piano si riferisce ai servizi tecnico-amministrativi.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 46 del 29.07.2013) PREMESSA La Legge 24

Dettagli

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Relazione a consuntivo anno 2014 del piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento. Deliberazione G.C. n. 109 del 29/09/2015 1 RELAZIONE

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008-

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- ORIGINALE COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- DELIBERA DEL PRESIDENTE COMMISSARIO STRAORDINARIO Numero 23 Del 15-02-2010 GIUNTA Oggetto: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2010-2012

Dettagli

A.S.P. DEL RUBICONE RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

A.S.P. DEL RUBICONE RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI A.S.P. DEL RUBICONE Azienda pubblica di Servizi alla Persona Sede legale e amministrativa: Via Manzoni, 19 47030 San Mauro Pascoli (FC) RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015

Dettagli

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO AGGIORNAMENTO DEL PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D'UFFICIO DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Numero 49 del 25 Marzo 2010 San Martino in

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE art. 2, commi 594 e seguenti della l. finanziaria 2008 I commi

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2012/2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 16/04/2012 A) DOTAZIONI

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE Allegato A) Piano Triennale 2013-2015 di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, anche informatiche, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594,

Dettagli

(omissis) L Ufficio di Presidenza, unanime, delibera

(omissis) L Ufficio di Presidenza, unanime, delibera REGIONE PIEMONTE BU12 21/03/2013 Deliberazione dell Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale 8 febbraio 2013, n. 22/2013 Gruppi consiliari. Prime disposizioni attuative del capo III della legge regionale

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11.

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11. AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena DELIBERA N 12 del 09.11.2012 Oggetto: Approvazione Piano Triennale per l individuazione

Dettagli

COMUNE di CURINGA Provincia di Catanzaro

COMUNE di CURINGA Provincia di Catanzaro COMUNE di CURINGA Provincia di Catanzaro VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE N. 49 del 24/04/2014 Oggetto : Piano di razionalizzazione dei costi di funzionamento. L anno DUEMILAQUATTORDICI,

Dettagli

Sezione A Comma 594-a) e comma 595 Dotazioni strumentali anche informatiche, apparecchiature di telefonia mobile

Sezione A Comma 594-a) e comma 595 Dotazioni strumentali anche informatiche, apparecchiature di telefonia mobile PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI STRUMENTALI E DEGLI IMMOBILI TRIENNIO 2011-2013 Premessa Il presente documento è redatto in ottemperanza

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 320 / 2015 OGGETTO: CIG Z7313B0137 CANONE DI ASSISTENZA HARDWARE

Dettagli

CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE

CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE PIANO TRIENNALE 2014-2016 PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI, FINALIZZATO AL CONTENIMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Casa COMUNE di FRANCOLISE Tel. 0823/881330 - Fax 0823/877049 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 36 del Reg. OGGETTO: Approvazione Piano Triennale 2013/2015 di razionalizzazione e contenimento

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia Allegato n. 2 alla deliberazione di Giunta comunale n. 124 del 10 settembre 2014 PIANO TRIENNALE 2014-2016 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Estratto DETERMINAZIONE N. 64 del 10/03/2014 Proposta n. 64 Oggetto: SERVIZIO DI TELEFONIA MOBILE RICARICABILE. ADESIONE AD OFFERTA NELL AMBITO DEL MEPA. CONFERIMENTO INCARICO ALLA TELECOM ITALIA SPA.

Dettagli

CiTTA METROPOLITANA DI NAPOLI Area Edilizia e Programmazione Scolastica Direzione Amministrativa Gestione Funzionamento Edifici Scolastici di 2 Grado

CiTTA METROPOLITANA DI NAPOLI Area Edilizia e Programmazione Scolastica Direzione Amministrativa Gestione Funzionamento Edifici Scolastici di 2 Grado CiTTA METROPOLITANA DI NAPOLI Area Edilizia e Programmazione Scolastica Direzione Amministrativa Gestione Funzionamento Edifici Scolastici di 2 Grado Dirigente: Dott. Antonio Lamberti Responsabile del

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2013 2015 Ai sensi del c. 594 dell art.

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598 Allegato A) alla deliberazione di G.C. n. 19 del 14/03/2012 PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598 DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE

Dettagli

Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 361

Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 361 REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone Deliberazione della Provinciale Registro Delibere di N. 361 OGGETTO: Approvazione piano di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento ex art. 2 comma

Dettagli

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014 PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014 In ottemperanza a quanto disposto dalla legge 24/12/2007 n.244, art. 2 comma 594 e seguenti, tutte le Amministrazioni Pubbliche di cui all art. 1 c. 2 del

Dettagli

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010 24/06/10 Di quanto innanzi è stato redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Raffaele Bagnardi F.to Dr. Paola

Dettagli

Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere-

Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere- Comune di San Giustino Provincia di Perugia -Segreteria Generale - Delibere- COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Deliberazione di GIUNTA COMUNALE Oggetto: Seduta del 10-04-2012 Numero - 39-- PIANO TRIENNALE DI

Dettagli

Piano Triennale di Razionalizzazione 2012-2014

Piano Triennale di Razionalizzazione 2012-2014 2012-2014 (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, della Legge n. 244 del 24 dicembre 2007) PREMESSA La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007), all art. 2, ha previsto che ai fini del contenimento delle spese

Dettagli

COMUNE DI CASALEONE 2009-2011

COMUNE DI CASALEONE 2009-2011 COMUNE DI CASALEONE PROVINCIA DI VERONA PIANO TRIENNALE 2009-2011 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599,

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNI 2010 2011-2012. 1 PARTE GENERALE dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI, DEI

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE Comune di Carlino PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013/2015 PER

PIANO TRIENNALE 2013/2015 PER PIANO TRIENNALE 2013/2015 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONE STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO. (ART. 2 COMMI 595-594 DELLA

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012 ALLEGATO A PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012 DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE ARTICOLO 2 COMMA 594 LETTERA A) LEGGE 24.12.2007

Dettagli