CERNUSCO SUL NAVIGLIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CERNUSCO SUL NAVIGLIO"

Transcript

1 CERNUSCO SUL NAVIGLIO "La situazione idrica nella nostra città" Pelosi M., Peterlongo G. CAP Gestione

2 NORMATIVA VIGENTE ACQUE POTABILI Dal 25 dicembre 2003 é in vigore il D.Lgs. 31 del 2 febbraio 2001 Attuazione direttiva 98/83/CE Precedentemente DPR 236 del 24 Maggio 1988 Attuazione della direttiva CEE n. 80/778 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano

3 D.Lgs. 31/01 -PARAMETRI -METODICHE ANALITICHE -CONTROLLI ANALITICI

4 D.Lgs. 31/01 quali parametri? 28 PARAMETRI CHIMICI 2 PARAMETRI MICROBIOLOGICI 21 PARAMETRI INDICATORI

5 CONTROLLI ANALITICI dove? Punti di prelievo acque superficiali e sotterranee Agli impianti di adduzione, accumulo, potabilizzazione Alle reti di distribuzione

6 CONTROLLI ANALITICI chi? CONTROLLI ESTERNI: ASL I controlli esterni sono quelli svolti dall azienda unità sanitaria locale territorialmente competente, per verificare che le acque destinate al consumo umano soddisfino i requisiti del presente decreto (art.8 comma 1 DL 31/01) CONTROLLI INTERNI: GESTORE Per l effettuazione dei controlli interni il gestore del servizio idrico integrato si avvale di laboratori analisi interni (art. 7 comma 3 DL 31/01)

7 LABORATORIO INTERNO Utilità & Compiti Effettuare controlli interni per la verifica della qualità dell acqua destinata al consumo umano (DLgs 31/01) Fornire indicazioni ai responsabili degli impianti di potabilizzazione per permettere l ottimizzazione del processo Fornire indicazioni su qualità di possibili nuove fonti di approvvigionamento

8 FREQUENZA CAMPIONAMENTI TIPOLOGIA IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE DATI STORICI VULNERABILITA ACQUIFERO

9 IMPIANTI POTABILIZZAZIONE filtri a carboni attivi impianti osmosi Solventi clorurati Erbicidi & Pesticidi Microinquinanti organici Nitrati Cromo impianti ossidazione/filtrazione Ferro Manganese impianti disinfezione Batteri

10 IMPIANTI POTABILIZZAZIONE controlli analitici filtri a carboni attivi frequenza monitoraggio mensile 13 solventi clorurati (Cloroformio, Tricloroetilene, Percloroetilene, Trialometani ecc) Microinquinanti (Erbicidi, Pesticidi (22), IPA (16), Ammine (16)ecc.) Analisi Microbiologiche ad ogni cambio carbone

11 IMPIANTI POTABILIZZAZIONE controlli analitici impianti ad osmosi inversa frequenza monitoraggio mensile Anioni (Fluoruri, Cloruri, Nitrati, Solfati, Bicarbonati ) Conducibilità su 4 impianti Cromo

12 IMPIANTI POTABILIZZAZIONE controlli analitici impianti disinfezione Analisi Microbiologiche (E. Coli, Enterococchi, Coliformi totali Coliformi Fecali, Conte Colonie a 22 e 37 C)

13 L ACQUEDOTTO di CERNUSCO SUL NAVIGLIO

14 CONSUMI IDRICI CERNUSCO ABITANTI METRI CUBI /ANNO (totali) METRI CUBI /ANNO (usi civili) CONSUMI TOTALI 370 litri/abitante/giorno CONSUMI CIVILI 237 litri/abitante/giorno

15 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. 14 pozzi (profondità m 46 / 206) 1 serbatoio 350 mc 6 impianti di potabilizzazione a carbone attivo 2 impianti ad osmosi 91.9 Km di rete idrica

16 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. POZZI E IMPIANTI POZZI E IMPIANTI Pozzo Verdi Verdi Buonarroti Buonarroti Firenze Ticino Ronco S. Giovanni di Dio S. Giovanni di Dio Codice Trattamento Filtri Carbone Attivo ** Filtri Carbone Attivo** Filtri Carbone Attivo Filtri Carbone Attivo Filtri Carbone Attivo Filtri Carbone Attivo ** Filtri Carbone Attivo Filtri Carbone Attivo** Filtri Carbone Attivo

17 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. IMPIANTI A CARBONE ATTIVO Rimozione Solventi Clorurati Microinquinanti (Pentametilene-tetrazolo)

18 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. Rimozione Solventi Clorurati (13 composti ) Pentametilene-tetrazolo (Principio attivo di cardiotonici )

19 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. POZZI E IMPIANTI Pozzo Melghera Vespucci Codice Trattamento Carbone + Osmosi Carbone + Osmosi

20 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. IMPIANTI OSMOSI Rimozione Cromo (193 determinazioni anno 2007)

21 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. IMPIANTI OSMOSI Funzionamento membrana osmosi

22 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. Schema di flusso impianto osmosi

23 ACQUEDOTTO CERNUSCO SUL CERNUSCO NAVIGLIOS.N. POZZI ACQUEDOTTO NON UTILIZZATI Pozzo Torriani Torriani Ronco Codice Note Fermo per Cromo Fermo per Manganese Fermo per Cromo

24 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N. ANNO 2007 PARAMETRI ANALIZZATI: CAMPIONI PRELEVATI: 418

25 ACQUEDOTTO CERNUSCO S.N.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO

CERNUSCO SUL NAVIGLIO CERNUSCO SUL NAVIGLIO "La situazione idrica nella nostra città" Gennaio 2013 Calori A., Barilli L. AMIACQUE ACQUE POTABILI NORMATIVA VIGENTE Dal 25 dicembre 2003 é in vigore il D.Lgs. 31 del 2 febbraio

Dettagli

Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano

Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano Direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano Decreto Legislativo n 31 del 2/02/2001 e ss.mm.ii. Decreto Dirigenziale

Dettagli

L ACQUA DEL RUBINETTO

L ACQUA DEL RUBINETTO L ACQUA DEL RUBINETTO Felino, 9 maggio 2013 Dott.ssa Nadia Fontani Comuni serviti da Iren Iren eroga il servizio idrico a 18 Comuni mediante 2 895 Km di rete acquedottistica Felino Centro Zona di Langhirano

Dettagli

ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA

ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA Pag. 1 di 8 ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA Premessa: La città di ERBA, dal punto di vista idrico, è suddivisa in 4 zone: - zona 1 frazione di Carpesino, Arcellasco, Crevenna, Buccinigo:

Dettagli

Acque minerali. Acque potabili

Acque minerali. Acque potabili Acque minerali La classe di appartenenza di un'acqua minerale, dipende dalla quantità residuale di sali in essa contenuti, definita residuo fisso, determinata facendo bollire a 180 un litro d'acqua sino

Dettagli

Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio. dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP

Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio. dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP Il Gruppo CAP Il Gruppo CAP Il Gruppo CAP Gli impianti 156 serbatoi 40 impianti di ossidazione

Dettagli

Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA

Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Il servizio idrico integrato è costituito dall'insieme dei servizi pubblici di captazione,

Dettagli

L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore

L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore Introduzione Scopo di questa relazione è descrivere la qualità dell acqua fornita dall acquedotto di Cerro Maggiore, quale risulta dai controlli effettuati

Dettagli

La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile

La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile ECOMONDO 07 novembre 2008 venerdì La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile Ing. Pierpaolo Martinini Responsabile Reti Hera Rimini Srl Principali fonti del territorio

Dettagli

Acquedotto di Roé Volciano:

Acquedotto di Roé Volciano: Acquedotto di Roé Volciano: Sintesi dell infrastruttura; Descrizione del Piano di controllo interno; Documento Controlli chimici e microbiologici anno 2012. Pagina - 1 - di 6 1. Premessa La gestione del

Dettagli

ACQUEDOTTO COMUNE DI GAMBELLARA

ACQUEDOTTO COMUNE DI GAMBELLARA ACQUEDOTTO COMUNE DI GAMBELLARA BREVE DESCRIZIONE DEL SISTEMA ACQUEDOTTISTICO PUNTI DI CONTROLLO ANALITICO FREQUENZA CAMPIONAMENTI E PARAMETRI DETERMINATI MARZO 2014 L impianto acquedottistico, a servizio

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI Codice DESCRIZIONE U.m. PREZZO Codice A) MANO D'OPERA F.1 A.1 Chimico, biologo (laureato iscritto all'ordine) F.2 Chimico, biologo ora 42,80 ( Euro/ora quarantavirgolazero) A.2 Tecnico

Dettagli

L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca. Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas

L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca. Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas Introduzione Aspetti di gestione distribuzione risorse idriche Controlli di

Dettagli

Caratteristiche delle acque naturali

Caratteristiche delle acque naturali Caratteristiche delle acque naturali Acque meteoriche: contengono in soluzione i gas costituenti l atmosfera; non contengono generalmente sostanze solide ed organiche; risorsa quantitativamente marginale

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL TRASPORTO DI ACQUE POTABILI MEDIANTE AUTOBOTTI

LINEE GUIDA PER IL TRASPORTO DI ACQUE POTABILI MEDIANTE AUTOBOTTI ASL 7 Carbonia Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione PG/2010/ Iglesias, LINEE GUIDA PER IL TRASPORTO DI ACQUE POTABILI MEDIANTE AUTOBOTTI Obiettivi Scopo di queste linee guida

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12.

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12. COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare Mario Tomasoni Brescia 16.12.2013 IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NEL GRUPPO A2A Il Gruppo A2A gestisce

Dettagli

L acqua potabile nel comune di Cuggiono

L acqua potabile nel comune di Cuggiono L acqua potabile nel comune di Cuggiono Introduzione Scopo di questa relazione è descrivere la qualità dell acqua fornita dall acquedotto di Cuggiono, quale risulta dai controlli effettuati nel corso del

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-821 del 09/12/2015 Oggetto Direzione Tecnica. Presa d'atto

Dettagli

Predisposizione di un modello di controllo delle acque potabili: modalità di lavoro ed analisi dei dati

Predisposizione di un modello di controllo delle acque potabili: modalità di lavoro ed analisi dei dati Predisposizione di un modello di controllo delle acque potabili: modalità di lavoro ed analisi dei dati Leonella Rossi Direzione Tecnica Arpa Emilia Romagna Claudio Bonifazzi Professore di Statistica e

Dettagli

BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI

BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI Maria Teresa Cazzaniga ARPA Lombardia Dipartimento Provinciale di Milano U.O. Agenti Fisici Il Decreto Legislativo 31/2001, recepimento

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI RICHIESTA NULLA OSTA IGIENICO SANITARIO PER. Nuova autorizzazione sanitaria art.2 L. 283/62 e DPR 327/80 - per

SCHEDA TECNICA DI RICHIESTA NULLA OSTA IGIENICO SANITARIO PER. Nuova autorizzazione sanitaria art.2 L. 283/62 e DPR 327/80 - per REGIONE TOSCANA Dipartimento della Salute e Politiche di Solidarietà Servizio Sanitario Nazionale Regione Toscana AZIENDA U.S.L. N 2 Lucca AREA FUNZIONALE DELLA PREVENZIONE Ufficio Coordinamento Attività

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO FOGNARIO DI DEPURAZIONE E DEGLI SCARICHI MAGGIO 2001. TITOLO I...4 FINALITA DEL REGOLAMENTO...4 ART.1 Oggetto del regolamento...4 ART. 2 Ambito

Dettagli

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura C.A.D.F. S.p.A. C.A.D.F. S.p.A., società a capitale pubblico gestisce il Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura Codigoro Via Alfieri.3 Tel: 0533725111 Fax: 0533713617 Internet: www.cadf.it

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELLA QUALITA' DELLE ACQUE UTILIZZATE NELLE IMPRESE ALIMENTARI

LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELLA QUALITA' DELLE ACQUE UTILIZZATE NELLE IMPRESE ALIMENTARI Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Direttore Dr. Iginio Pintor LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELLA QUALITA' DELLE ACQUE UTILIZZATE NELLE IMPRESE ALIMENTARI Con il termine

Dettagli

2) Descrizione del monitoraggio della qualità dell acqua

2) Descrizione del monitoraggio della qualità dell acqua Valutazione del rischio igienico associato al pericolo e individuazione dei limiti critici Il Piano di autocontrollo deve basarsi sull analisi e valutazione del rischio, applicando in ogni fase o processo

Dettagli

L acqua rappresenta la base della vita.

L acqua rappresenta la base della vita. LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO IGIENICO SANITARIO DELLA QUALITÀ DELLE ACQUE H 2 O L acqua rappresenta la base della vita. L acqua deve pertanto detenere tutti i requisiti di sicurezza sanitaria necessari

Dettagli

CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs.

CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs. CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs.it Descrizione del progetto Partner: O.M.G. (Operazione Mato Grosso)

Dettagli

Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque

Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque Microbiologia delle acque reflue & Depurazione delle acque 1 Acque reflue - acque di scolo di origine domestica o industriale che non possono essere smaltite in laghi o torrenti senza una preventiva depurazione

Dettagli

Il controllo della qualità delle acque destinate al consumo umano

Il controllo della qualità delle acque destinate al consumo umano Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria Il controllo della qualità delle acque destinate al consumo umano assessorato.valmaggia@regione.piemonte.it Il controllo delle acque acque destinate al

Dettagli

ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati

ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati 2.02.4 - Svolgimento di campagne di misura sul campo I dati raccolti all interno del Progetto Eur-eau-pa sono stati organizzati in due differenti

Dettagli

Linee Guida qualità acque nelle imprese alimentari DGR 2-3258 del 10.1.12 e 59-4262 del 30.7.12

Linee Guida qualità acque nelle imprese alimentari DGR 2-3258 del 10.1.12 e 59-4262 del 30.7.12 Linee Guida qualità acque nelle imprese alimentari DGR 2-3258 del 10.1.12 e 59-4262 del 30.7.12 Normativa Obiettivi Criteri e controlli D.ssa Caterina Salerno-Regione Piemonte D.Lgs 31/2001s.m.i. L art.

Dettagli

ALLEGATO A BANDO DI GARA

ALLEGATO A BANDO DI GARA ALLEGATO A BANDO DI GARA SERVIZIO DI CAMPIONAMENTO E CONTROLLO ANALITICO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, DEPURAZIONE, NONCHÉ TRATTAMENTO E SMALTIMENTO RSU/RSA DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO

Dettagli

22 marzo 2013 RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO DI CAMPOBASSO 2009 2010 2011 2012

22 marzo 2013 RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO DI CAMPOBASSO 2009 2010 2011 2012 Il RAPPORTO SULLA QUALITÀ DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO COMUNALE DI CAMPOBASSO è a cura di Giovanni TUCCI - Michaela ANTENUCCI - Giuseppe GRANIERO - Luca D AGNILLO (Idrosfera Srl Unipersonale

Dettagli

Emergenza Idrica e ruolo dei SIAN: L esperienza dell AUSL di Forlì

Emergenza Idrica e ruolo dei SIAN: L esperienza dell AUSL di Forlì Qualità dell acqua in periodi di siccità Analisi e gestione del rischio sanitario Ferrara 23 maggio 2008 Emergenza Idrica e ruolo dei SIAN: L esperienza dell AUSL di Forlì D.ssa Claudia Cortesi Dr Paolo

Dettagli

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine

QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI. Elena Pezzetta ARPA FVG Laboratorio Unico Multisito Anna Lutman Laboratorio Unico Multisito - Udine AMBIENTE, SALUTE E QUALITÀ DELLA VITA 148 QUALITÀ DELLE ACQUE POTABILI La maggior parte dei grandi acquedotti attingono e distribuiscono acqua di elevata qualità (nitrati inferiori a 10 mg/l). Solo alcune

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL'ACQUA DESTINATA AL CONSUMO UMANO

LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL'ACQUA DESTINATA AL CONSUMO UMANO allegato alla Delibera del Regione Autonoma della Sardegna 22.12.2003 n. 47/59 Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL'ACQUA

Dettagli

Ruolo e significato dei parametri microbiologici nelle acque destinate al consumo umano

Ruolo e significato dei parametri microbiologici nelle acque destinate al consumo umano Ruolo e significato dei parametri microbiologici nelle acque destinate al consumo umano Corso di aggiornamento Regionale Sorveglianza delle acque destinate al consumo umano Treviso, 21 novembre 2007 Lucia

Dettagli

DISCIPLINA DEI CONTROLLI

DISCIPLINA DEI CONTROLLI LINEA GUIDA PER LA STESURA DI UN PIANO DI AUTOCONTROLLO DA PARTE DEL GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 2906 DEL 10 DICEMBRE 2004 Approvazione di direttive

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO della città di Milano ASPETTI GENERALI E PECULIARI

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO della città di Milano ASPETTI GENERALI E PECULIARI MILANO, 13 ottobre 2010 SERVIZIO IDRICO INTEGRATO della città di Milano ASPETTI GENERALI E PECULIARI Dott. Ing. Carlo Carrettini Area Manager Acquedotto Servizio Idrico Integrato ACQUEDOTTO controllo distribuzione

Dettagli

UNITA OPERATIVA CICLO IDRICO SETTORE IDRICO BRESCIA

UNITA OPERATIVA CICLO IDRICO SETTORE IDRICO BRESCIA Acquedotto di Castenedolo Acqua da bere: Garanzia di continuità, qualità e sicurezza; Piano di controllo interno; Tabella delle analisi ai punti di monitoraggio dell acqua distribuita anno 2008 ottobre

Dettagli

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI PARAMETRI CHIMICI E FISICI DI BASE

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI PARAMETRI CHIMICI E FISICI DI BASE INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI Di seguito vengono riportati i parametri chimico-fisici e microbiologici utilizzati da FEM2 Ambiente per valutare la qualità delle acque destinate al consumo umano. I valori

Dettagli

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Angelo ROBOTTO Direttore Generale ARPA Piemonte Ambiente Sano per una Alimentazione

Dettagli

La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia

La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia Conferenza stampa del 28 febbraio 2014 Mario Tomasoni I PUNTI DI MONITORAGGIO DELL ACQUA DISTRIBUITA Punti di controllo totali: 26 Circoscrizione

Dettagli

RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE

RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE Dipartimento di Sanità Pubblica Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE dell AZIENDA USL di BOLOGNA SULL

Dettagli

CONVEGNO Acqua potabile e grandi città a confronto: emergenze idriche

CONVEGNO Acqua potabile e grandi città a confronto: emergenze idriche Dipartimento Prevenzione Medico S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione CONVEGNO Acqua potabile e grandi città a confronto: emergenze idriche Linee guida ed esperienze regionali: la Liguria 30 novembre 2011

Dettagli

Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste 10.03.2008 12.06.2013 DATA 30.01.

Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste 10.03.2008 12.06.2013 DATA 30.01. Regione Piemonte Provincia di Vercelli Committente Comune di Carcoforo Oggetto Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste L.R. n. 13/97 - art.

Dettagli

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Chi sono? Marco Rusconi Ingegnere, responsabile del settore contratti di Idrolario Srl (project manager per l esecuzione degli interventi di piano d ambito e delle manutenzioni

Dettagli

La tecnologia di nuova generazione per il trattamento delle acque di pozzo e di superficie

La tecnologia di nuova generazione per il trattamento delle acque di pozzo e di superficie La tecnologia di nuova generazione per il trattamento delle acque di pozzo e di superficie Riduce TDS, Durezza, Metalli e Sali e produce Acqua adatta al consumo umano conforme agli standard WHO Ridotti

Dettagli

Dott. Barbara La Comba P.I. Sarti Massimo Ing. Bonvicini Vincenzo

Dott. Barbara La Comba P.I. Sarti Massimo Ing. Bonvicini Vincenzo Dott. Barbara La Comba P.I. Sarti Massimo Ing. Bonvicini Vincenzo IL IL TERRITORIO TOSCANA NORD MEDIO VALDARNO BASSO VALDARNO TOSCANA COSTA ALTO VALDARNO TOSCANA OMBRONE ATO 5 Toscana Costa 33 Comuni 2.510

Dettagli

COMUNE DI ZAVATTARELLO

COMUNE DI ZAVATTARELLO M COMUNE DI ZAVATTARELLO PROVINCIA DI PAVIA MANUALE DI ESERCIZIO E GESTIONE DELL ACQUEDOTTO COMUNALE 1 INDICE Premessa e richiami normativi 3 Criteri di potabilità 4 Interventi di manutenzione ordinaria

Dettagli

La potabilità delle acque potabili: Indagine sulla qualità delle acque nelle case dei cittadini

La potabilità delle acque potabili: Indagine sulla qualità delle acque nelle case dei cittadini La potabilità delle acque potabili: Indagine sulla qualità delle acque nelle case dei cittadini lunedì 3 ottobre 2011 www.lachimer.it AGENDA Esamedelquadronormativo Presentazionedelprogetto 2 IL Azienda

Dettagli

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA Fin dall antichità l uso ricreativo e terapeutico

Dettagli

L organizzazione e la gestione del servizio idrico integrato

L organizzazione e la gestione del servizio idrico integrato 1 Università degli Studi ROMA TRE anno accademico 2007-2008 L organizzazione e la gestione del servizio idrico integrato dott. ing. Giorgia Ronco www.ato2roma.it 2 L organizzazione e la gestione del servizio

Dettagli

La buona acqua di casa tua.

La buona acqua di casa tua. Tonnellate di plastica in meno infinite ragioni in più. Sgorga pura dal rubinetto. Costa quasi 200 volte meno delle minerali in bottiglia. La usi ogni giorno per l igiene, per il bucato, per cucinare.

Dettagli

IL PROGETTO WEBGIS CONTROLLO DELLE SOSTANZE PERFLUOROALCHILICHE NELLA RETE DI DISTRIBUZIONE DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO

IL PROGETTO WEBGIS CONTROLLO DELLE SOSTANZE PERFLUOROALCHILICHE NELLA RETE DI DISTRIBUZIONE DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO ALLEGATOB1 alla Dgr n. 1874 del 14 ottobre 2014 pag. 1/13 IL PROGETTO WEBGIS CONTROLLO DELLE SOSTANZE PERFLUOROALCHILICHE NELLA RETE DI DISTRIBUZIONE DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO ALLEGATOB1 alla

Dettagli

ACQUE POTABILI IN PUGLIA Sorgenti, gestione e qualità 30 gennaio 2015

ACQUE POTABILI IN PUGLIA Sorgenti, gestione e qualità 30 gennaio 2015 ACQUE POTABILI IN PUGLIA Sorgenti, gestione e qualità 30 gennaio 2015 La rete idrica gestita da AQP: fonti di approvvigionamento, adduzione in Puglia e reti di distribuzione: Caratteristiche tecniche e

Dettagli

GIORNATA MONDIALE DELL ACQUA Risoluzione ONU 47/193 LA PROGETTAZIONE COME FASE DI IMPOSTAZIONE PREVENTIVA DELLE SCELTE

GIORNATA MONDIALE DELL ACQUA Risoluzione ONU 47/193 LA PROGETTAZIONE COME FASE DI IMPOSTAZIONE PREVENTIVA DELLE SCELTE GIORNATA MONDIALE DELL ACQUA Risoluzione ONU 47/193 LA PROGETTAZIONE COME FASE DI IMPOSTAZIONE PREVENTIVA DELLE SCELTE STRATEGICHE E DI SALVAGUARDIA ing. R. Botto ing. D. Perino sistema binomio ESIGENZA

Dettagli

L Acqua. Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua

L Acqua. Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua L Acqua Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua Risorse idriche Approvvigionamento Fonti Il Ciclo dell acqua

Dettagli

Ragione Sociale. Titolare/Legale Rappresentante. Sede della struttura. Attività esercitata. Data di costruzione immobile

Ragione Sociale. Titolare/Legale Rappresentante. Sede della struttura. Attività esercitata. Data di costruzione immobile Ragione Sociale Titolare/Legale Rappresentante Sede della struttura Attività esercitata Data di costruzione immobile Data ultime modifiche impianto idrico Nome e Cognome Formazione Responsabile dell identificazione

Dettagli

valori, qualità, consigli Il corso della vita.

valori, qualità, consigli Il corso della vita. Utenze Servizio domestiche idrico acqua Acqua Hera valori, qualità, consigli Il corso della vita. L acqua è un valore che non va mai fuori corso il ciclo dell acqua Siamo la seconda società italiana nei

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 5 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano, di piscina Conta di Legionella spp (compresa Legionella pneumophila) UNI EN ISO 11731-2: 2008 Acque destinate al

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NOTE TECNICHE RELATIVE ALL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Tea acque srl assume ogni responsabilità per le attività e conduzione degli impianti oggetto del servizio. CONDUZIONE: intesa

Dettagli

IL CROMO NELLE ACQUE DI SCARICO DEL DEPURATORE DI ARZIGNANO

IL CROMO NELLE ACQUE DI SCARICO DEL DEPURATORE DI ARZIGNANO IL CROMO NELLE ACQUE DI SCARICO DEL DEPURATORE DI ARZIGNANO 07 Novembre 2014 Ing. D.Refosco Ing. M. Zerlottin Acque del Chiampo (AdC) Chi siamo Società per Azioni a capitale pubblico per la gestione del

Dettagli

PIANO DI CAMPIONAMENTO

PIANO DI CAMPIONAMENTO PIANO DI CAMPIONAMENTO Il piano di campionamento predisposto dall ufficio coniuga le esigenze di controllo della qualità delle acque con le esigenze di bilancio (disponibilità finanziaria dell Ente). ACQUE

Dettagli

COMUNE DI CAVALLASCA. 07 Ottobre 2014. Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto. comunale,

COMUNE DI CAVALLASCA. 07 Ottobre 2014. Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto. comunale, CAP 22020 (CO) TEL. 031 210455 - FAX 031 536439 N. Part. Iva 00516340130 07 Ottobre 2014 Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto comunale, campioni di acqua prelevati in data 29 Settembre

Dettagli

RAPPORTO SULLA QUALITÀ DELLE ACQUE DI BALNEAZIONE Dati stagione balneare 2013

RAPPORTO SULLA QUALITÀ DELLE ACQUE DI BALNEAZIONE Dati stagione balneare 2013 RAPPORTO SULLA QUALITÀ DELLE ACQUE DI BALNEAZIONE Dati stagione balneare 2013 Scenario di riferimento Il Ministero della Salute svolge a livello nazionale un ruolo di coordinamento per quanto riguarda

Dettagli

FAQ ACQUE POTABILI. Quale è la principale normativa di riferimento italiana in materia di acqua potabile?

FAQ ACQUE POTABILI. Quale è la principale normativa di riferimento italiana in materia di acqua potabile? Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA www.asloristano.it Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione FAQ ACQUE POTABILI ultimo aggiornamento aprile 2016 Quale è la principale

Dettagli

Le acque potabili di acquedotto Dipartimento ARPAT di Firenze Edificio C -1 Piano Via Ponte alle Mosse 211 22 novembre 2010 1

Le acque potabili di acquedotto Dipartimento ARPAT di Firenze Edificio C -1 Piano Via Ponte alle Mosse 211 22 novembre 2010 1 Francesco Mantelli - Dipartimento ARPAT di Firenze f.mantelli@arpat.toscana.it Acque potabili: normativa di riferimento, requisiti di qualità e impiego dei sistemi di trattamento Giornata informativa Le

Dettagli

PIANO DI AUTOCONTROLLO DELL ACQUEDOTTO POTABILE

PIANO DI AUTOCONTROLLO DELL ACQUEDOTTO POTABILE COMUNE DI MOLVENO PROVINCIA DI TRENTO P.zza Marconi, n 1 C.A.P. 38018 Tel. 0461/586936 Fax 0461/586968 P.I. 00149120222 PIANO DI AUTOCONTROLLO DELL ACQUEDOTTO POTABILE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA

Dettagli

Cap. 3 L acqua da bere nelle vallate d Alpone e Tramigna

Cap. 3 L acqua da bere nelle vallate d Alpone e Tramigna Acqua: l oro blu. pagina 36 Cap. 3 L acqua da bere nelle vallate d Alpone e Tramigna Acqua: l oro blu. pagina 37 Torrente Aldegà nella Valle di Roncà Premessa In questo capitolo ci occuperemo della qualità

Dettagli

Consorzio di Bonifica Terre d Apulia

Consorzio di Bonifica Terre d Apulia Consorzio di Bonifica Terre d Apulia LA QUALITA DELLE ACQUE IN AGRICOLTURA seminario INEA ROMA 26 febbraio 2010 A cura di: Dott. Agr. Giambattista Mastropierro Direttore Settore Agro Forestale Superficie

Dettagli

IL MONITORAGGIO DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO IN VENETO NELL ANNO 2011

IL MONITORAGGIO DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO IN VENETO NELL ANNO 2011 IL MONITORAGGIO DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO IN VENETO NELL ANNO 2011 Servizio Osservatorio Acque Interne agosto 2012 ARPAV Direttore Generale: Carlo Emanuele Pepe Direttore Area Tecnico-Scientifica:

Dettagli

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI ALLEGATO 1 DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE E/O ASSIMILABILI CHE RECAPITANO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE, SUL SUOLO E NEGLI STRATI SUPERFICIALI DEL SOTTOSUOLO. NOTIZIE GENERALI SCARICO

Dettagli

ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA

ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA Paolo Parati ARPAV (Direzione Tecnica Servizio Acque Interne) 5 Marzo 2009 INTERVENTI FINANZIATI DALLA REGIONE CON

Dettagli

Mantova 1 luglio 2011 L acqua potabile Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Asl di Mantova

Mantova 1 luglio 2011 L acqua potabile Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Asl di Mantova Mantova 1 luglio 2011 L acqua potabile Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Asl di Mantova 1 luglio 2011 SIAN - Settore Acque Potabili 1 LA TERRA E L ACQUA La Terra è l unico pianeta del sistema

Dettagli

L'Acquedotto di Bologna Emilia Guberti SIAN DSP Az. USL Bologna Claudio Anzalone, Laura Minelli Hera SpA Direzione Acqua

L'Acquedotto di Bologna Emilia Guberti SIAN DSP Az. USL Bologna Claudio Anzalone, Laura Minelli Hera SpA Direzione Acqua L'Acquedotto di Bologna Emilia Guberti SIAN DSP Az. USL Bologna Claudio Anzalone, Laura Minelli Hera SpA Direzione Acqua Il controllo delle acque potabili: nuovi orizzonti Bologna, Unità Organizzativa

Dettagli

L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008

L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008 L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008 L acqua, come l aria che respiriamo, è indispensabile alla vita di ogni uomo e rappresenta quindi un bene prezioso, da proteggere

Dettagli

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI.

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. PAGINA 1 di 6 1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. QUANTITA 1 Flacone acido solforico H 2 SO 4 (25%) (P.A.) 1 Flacone acido nitrico HNO 3 concentrato (65%) (SUPRAPUR x ANALISI

Dettagli

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI 1. NOTIZIE GENERALI SULL INSEDIAMENTO Ditta Insediamento sito in. via Titolare dell attività codice ISTAT Numero addetti. Impiegati. Operai.. Insediamento in : corpo di fabbrica isolato stabile con altre

Dettagli

Inquinamento delle acque sotterranee nei comuni di Biella e Gaglianico

Inquinamento delle acque sotterranee nei comuni di Biella e Gaglianico Inquinamento delle acque sotterranee nei comuni di Biella e Gaglianico Aggiornamento 2015 Autori dell Opuscolo Gianfranco Piancone - Dipartimento di Biella, Arpa Piemonte Gabriella Porta - Dipartimento

Dettagli

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone.

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Nei Comuni di Storo e Bondone viene analizzata regolarmente l acqua degli acquedotti per assicurarsi che rispetti i limiti stabiliti dal Decreto

Dettagli

Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze

Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze Francesco Mantelli - Dipartimento ARPAT di Firenze f.mantelli@arpat.toscana.it Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze Corso Apparecchi domestici di trattamento dell acqua - Utilizzo

Dettagli

DATI AGGREGATI ATTIVITA AMMINISTRATIVA ANNO 2012

DATI AGGREGATI ATTIVITA AMMINISTRATIVA ANNO 2012 DATI AGGREGATI ATTIVITA AMMINISTRATIVA ANNO 2012 ARPA Lazio svolge le attività tecnico-scientifiche d interesse regionale [ ] connesse all esercizio delle funzioni pubbliche per la protezione dell ambiente,

Dettagli

CONSORZIO MARIO NEGRI SUD CENTRO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE E BIOMEDICHE 66030 S. MARIA IMBARO (Chieti) Italy

CONSORZIO MARIO NEGRI SUD CENTRO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE E BIOMEDICHE 66030 S. MARIA IMBARO (Chieti) Italy CONVENZIONE TRA L AGENZIA SANITARIA REGIONALE ABRUZZO E IL CONSORZIO MARIO NEGRI SUD PER LO STUDIO DEI RISCHI AMBIENTALI LEGATI ALL INQUINAMENTO DEI POZZI IDRICI DELL AREA DI COLLE SANT ANGELO - ALLEGATI

Dettagli

AUTORITA DI AMBITO N.2 BASSO VALDARNO. Allegato n. 4 TARIFFA DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

AUTORITA DI AMBITO N.2 BASSO VALDARNO. Allegato n. 4 TARIFFA DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI AUTRITA DI AMBIT N.2 BASS VALDARN Allegato n. 4 TARIFFA DI FGNATURA E DEPURAZINE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI TARIFFA DI FGNATURA E DEPURAZINE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI CALCL DELLA TARIFFA La

Dettagli

IL RUE DI BOLOGNA: Risparmio e Riuso delle acque i Scheda Tecnica di dettaglio de 9.1

IL RUE DI BOLOGNA: Risparmio e Riuso delle acque i Scheda Tecnica di dettaglio de 9.1 IL RUE DI BOLOGNA: Risparmio e Riuso delle acque i Scheda Tecnica di dettaglio de 9.1 Presentazione del Settore Ambiente ed Energia Ufficio Tutela Risorse Idriche Bentivoglio (BO) - 7 Marzo 2014 Dott.ssa

Dettagli

NORMATIVA ACQUE 2008

NORMATIVA ACQUE 2008 NORMATIVA ACQUE 2008 ACQUE POTABILI 1. CLASSIFICAZIONE La normativa vigente definisce le acque destinate al consumo umano come le acque trattate o non trattate, destinate ad uso potabile, per la preparazione

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI IN PUBBLICA FOGNATURA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI IN PUBBLICA FOGNATURA ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI IN PUBBLICA FOGNATURA Marca da bollo 14,62 Spazio riservato al Protocollo Il/La sottoscritto/a C.F. nato/a a il residente a via n. tel.

Dettagli

IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUA PANICE

IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUA PANICE La purificazione dell acqua Le sostanza inquinanti di natura chimica o microbiologica, i metalli pesanti e i minerali presenti nell acqua del rubinetto - anche quelli presenti entro i limiti stabiliti

Dettagli

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto.

Acqua Naturizzata. Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Acqua Naturizzata Obiettivo di S.EC.AM SPA: valorizzare il consumo di acqua dell acquedotto. Bere Acqua Naturizzata è una Scelta: Salutare: perché si tratta di acqua potabile di Rete, quindi sicura, resa

Dettagli

Qualità delle acque destinate al consumo umano distribuite dagli acquedotti pubblici del Veneto. Rapporto anno 2004

Qualità delle acque destinate al consumo umano distribuite dagli acquedotti pubblici del Veneto. Rapporto anno 2004 Qualità delle acque destinate al consumo umano distribuite dagli acquedotti pubblici del Veneto. Rapporto anno 2004 Osservatorio Acque Interne Dipartimento Provinciale di Padova Pagina 1 di 93 SOMMARIO

Dettagli

Acque destinate al consumo umano

Acque destinate al consumo umano du BIM 01 R i o r g a n i z z a z i o n e d e l S e r v i z i o I d r i c o I n t e g r a t o n e l l a R e g i o n e A u t o n o m a V a l l e d A o s t a Acque destinate al consumo umano c o n s o r

Dettagli

Acqua di rete o acqua in bottiglia?

Acqua di rete o acqua in bottiglia? Acqua di rete o acqua in bottiglia? Comune di Vanzago Vanzago, 1 dicembre 2010 1 AMIACQUE Srl ACQUEDOTTO 1,8 milioni di abitanti serviti 240 mila clienti FOGNATURA 1.300.000 abitanti serviti DEPURAZIONE

Dettagli

Fig. 25. Classi di qualità (S.E.C.A) dei corsi d acqua (stato ecologico) anno 2003.

Fig. 25. Classi di qualità (S.E.C.A) dei corsi d acqua (stato ecologico) anno 2003. Fig. 25. Classi di qualità (S.E.C.A) dei corsi d acqua (stato ecologico) anno 2003. In base ai risultati analitici rilevati nel corso del triennio 2000-2002, la Regione Lombardia con Deliberazione Regionale

Dettagli

Sanità Pubblica con il codice ISP19 Giudizio di potabilità delle acque destinate al consumo umano ai sensi del D.M.

Sanità Pubblica con il codice ISP19 Giudizio di potabilità delle acque destinate al consumo umano ai sensi del D.M. Procedura 05 ASL 2 Lucca- Comportamento in sede di controllo ufficiale presso OSA con area di campionamento Approvvigionamento idrico e condizioni di utilizzo della risorsa. Premesso che: la presente procedura

Dettagli

Visto il documento istruttorio concernente l'argomento in oggetto e la conseguente proposta del direttore regionale alla sanità e servizi sociali;

Visto il documento istruttorio concernente l'argomento in oggetto e la conseguente proposta del direttore regionale alla sanità e servizi sociali; Delib. G.R. 28 maggio 2003, n. 697 (1). Linee-guida vincolanti per il controllo delle acque destinate al consumo umano e la gestione delle non conformità, in attuazione del D.Lgs. n. 31/2001. ------------------------

Dettagli

CARATTERISTICHE DI QUALITA DELL ACQUA POTABILE E CONTROLLO DI POTABILITA

CARATTERISTICHE DI QUALITA DELL ACQUA POTABILE E CONTROLLO DI POTABILITA CARATTERISTICHE DI QUALITA DELL ACQUA POTABILE E CONTROLLO DI POTABILITA Dott. GIUSEPPE IANNELLO ASL 1 IMPERIESE STRUTTURA COMPLESSA IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE SETTORE ACQUE POTABILI ACQUA ACQUA

Dettagli

Polesine Acque S.P.A.

Polesine Acque S.P.A. Polesine Acque S.P.A. Certificazione ISO 9001:2008 Certificazione ISO 22000:2005 Accreditamento laboratorio analisi UNI EN ISO 17025:2005 Modello organizzazione di gestione e controllo ai sensi del D.l.g.s.

Dettagli

TARIFFA D AMBITO Il ruolo del Comune nella tariffazione degli utenti con approvvigionamento autonomo da pozzi e nella tariffazione degli utenti che

TARIFFA D AMBITO Il ruolo del Comune nella tariffazione degli utenti con approvvigionamento autonomo da pozzi e nella tariffazione degli utenti che TARIFFA D AMBITO Il ruolo del Comune nella tariffazione degli utenti con approvvigionamento autonomo da pozzi e nella tariffazione degli utenti che scaricano acque reflue industriali in pubblica fognatura

Dettagli

Acqua di Brescia: il progetto di A2A risolve la presenza del Cromo Esavalente. 15 gennaio 2015

Acqua di Brescia: il progetto di A2A risolve la presenza del Cromo Esavalente. 15 gennaio 2015 Acqua di Brescia: il progetto di A2A risolve la presenza del Cromo Esavalente 15 gennaio 2015 Normativa sull acqua potabile (UE e Italia) Il D.lgs. n. 31 del 2.2.2001 è la normativa nazionale di riferimento

Dettagli