Newsletter 7/2015. Via Ovidio, Roma tel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter 7/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it"

Transcript

1 Newsletter 7/2015 Via Ovidio, Roma tel

2 Seminario Fonservizi: buono il riscontro da parte delle aziende e degli enti di formazione Fonservizi: al via la presentazione dell Avviso 01/2015 Nasce UTILITALIA: i commenti a caldo del Presidente Giovanni Valotti e del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, Marianna Madia FONSERVIZI consolida la propria posizione all interno delle Utility Piemontesi e Valdostane.

3 SEMINARIO FONSERVIZI: POSITIVO IL RISCONTRO DELLE AZIENDE E DEGLI ENTI DI FORMAZIONE L incontro è stato aperto del Pre- aspetti di valutazione qualitati- Giovedì 25 giugno si è tenuto sidente di Fonservizi Daniele va dei Piani attraverso cui è a Roma, presso il Grand Hotel Fortini che, dopo i saluti istitu- stata messa in evidenza, tecni- Fonservizi: seminario di presentazione dell Avviso 01/2015 del Gianicolo, il seminario organizzato da Fonservizi per presentare l Avviso 01/2015, con il quale il Fondo intende finanziare Piani Formativi aziendali, settoriali e territo- zionali ed un aggiornamento sullo stato dell arte del Fondo, ha illustrato il Programma della giornata e gli obiettivi del seminario. A seguire, l intervento del Direttore Roberto Cavalieri, con camente, la correlazione tra la griglia di valutazione, il formulario e le sezioni di cui si compone, e le logiche progettuali. In ottica di servizio alle Imprese e per favorire una progettazio- riali per favorire e promuove- un approfondimento sugli aspetti ne di sempre maggiore effica- re la competitività delle im- salienti dell Avviso 01/2015 e cia rispetto alle finalità dell Av- prese aderenti e potenziare le sulle novità in termini di oppor- viso nello specifico e di Fonser- competenze di lavoratori in tunità di finanziamento per le vizi in generale, il Fondo mette un ottica di innovazione e Imprese aderenti. Di interesse a disposizione, nella sezione adattabilità. Al seminario han- operativo, per i presenti all in- del sito istituzionale dedicata no aderito circa 70 parteci- contro, la presentazione di An- all Avviso, le slides proiettate. panti tra Imprese potenzial- drea Tavazza (consulente Fon- mente beneficiarie del nuovo Avviso e Società di formazione e consulenza, interessate servizi), che oltre alle modalità e alle procedure di presentazione dei Piani, progettazione e compi- Slides Presentazione Avviso all incontro in qualità di Sog- lazione del formulario di candi- getti Attuatori. datura, ha approfondito gli

4 FONSERVIZI: AL VIA LA PRESENTAZIONE DELL AVVISO 01/2015 La scadenza ultima per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 16 Presentazione e comunque mai superiore a Nella sezione Avvisi del sito Avviso 01/2015: on line la piattaforma per la presentazione dei piani formativi A partire dal 20 luglio 2015, sul sito istituzionale è disponibile la Piattaforma informatica per la presentazione dei Piani formativi a valere sull Avviso 01/2015: una volta completata la procedura di registrazione, i Soggetti Presentatori potranno compilare il formulario e caricare online tutta la documentazione necessaria richiesta dall Avviso. Per facilitare le procedure di registrazione e la ottobre 2015, entro le ore L Avviso 01/2015 individua, come aree prioritarie di intervento, tematiche quali la Qualità, le Tecnologie per l Innovazione e la Comunicazione, la Responsabilità d Impresa, la Comunicazione, l Organizzazione del Lavoro, la Capacità Gestionale e Motivazionale, il Marketing, la Customer Satisfaction e il Project Management, anche in un ottica di Parità di genere. è possibile scaricare i documenti di presentazione dei Piani: il testo completo dell Avviso 01/2015, il Facsimile del Formulario e i relativi Allegati, il Regolamento Fonservizi, la Griglia di valutazione. Per ogni problematica o richiesta di informazione di tipo procedurale inerente alla presentazione è disponibile il seguente indirizzo presentazione telematica è Fonservizi mette a disposizione mentre direttamente da disponibile una Guida dedicata che supporterà gli utenti nella una dotazione finanziaria complessiva di ; il valo- piattaforma è possibile accedere al servizio di assistenza compilazione del Formulario, guidandoli contemporanea- re massimo del finanziamento richiedibile per un Piano for- per richiedere un supporto di carattere informatico. mente nella navigazione della mativo è correlato alla classe piattaforma in ogni sua sezio- dimensionale dell Impresa ne. Beneficiaria al momento della

5 NASCE UTILITALIA: ACQUA posizioni acquisite ma come luogo delle aree metropolitane e ENERGIA AMBIENTE NELLA di proposta. Così Giovanni Valotti, regionali costruendo mo- STESSA FEDERAZIONE presidente di UTILITALIA, davanti derne ed efficienti reti di UTILITALIA è nata ed è stata battezzata. alla platea delle Associate, di Istituzioni e stakeholder. Noi - ha servizi, portandole ai livelli delle piu' avanzate regioni Se infatti il primo giugno è stato il proseguito Valotti - vorremmo europee". Al Ministro della giorno del passaggio ufficiale dalle caratterizzarci nel panorama na- semplificazione e della P.A., Nasce UTILITALIA: i commenti a caldo del Presidente precedenti Federutility e Federambiente, al nuovo soggetto UTILITALIA, il battesimo ufficiale è zionale ed anche europeo come un soggetto capace di mettere sul tavolo dei decisori delle proposte Marianna Madia, Valotti ha rivolto alcuni dei passaggi più importanti: Ci aspettia- Giovanni Valotti quello che il 16 giugno scorso, a concrete per migliorare il sistema mo - ha detto - che la rifor- Roma, ha riunito tutti gli associati dei servizi, la qualità delle imprese, ma Madia sia davvero e - tra gli altri il Ministro della i costi a carico dei cittadini oltre un'occasione. Funzione pubblica Marianna Ma- che gli standard di qualità''. Tra gli Segue dia, il Presidente dell Aeegsi Gui- obiettivi principali, Valotti ha citato do Bortoni e i rappresentanti "lo sviluppo industriale, su tutto il dell Antitrust, dell ANCI e della territorio nazionale, dei servizi struttura di missione di Palazzo pubblici a rilevanza economica nei Chigi contro il dissesto idrogeolo- settori energetici (come gas ed gico. Questa non è semplicemen- elettricità) e ambientali (ovvero te un'aggregazione di due federa- acqua e rifiuti)" così come zioni ma è un cambio di passo nel "superare i differenziali territoriali nostro disegno. Noi vogliamo che la nuova federazione si caratteriz- tra Nord e Sud e tra città e aree rurali". Senza dimenticare l'attiva- Giovanni Valotti, zi non come luogo di difesa di zione di "politiche di integrazione Presidente UTILITALIA

6 Nasce UTILITALIA: la parola al Ministro Marianna Madia Della riforma mi piace molto l'idea di un testo unico e il fatto che le norme saranno scritte in modo diverso e più semplice" ma a questo ha aggiunto la necessità che ci sia una netta divisione fra le imprese strumentali e quelle dei servizi, affinché le seconde "vengano trattate da imprese e allontanate dal quadro di regole della Pubblica amministrazione che non ha invece risultati economici da ottenere". "Condivideremo" i decreti legislativi per l'attuazione del ddl P.A "con gli attori interessati, prima di portarli in Consiglio dei ministri" - ha ribattuto il Ministro Marianna Madia, che ha confermato l intenzione di "fare una consultazione che daranno seguito alla delega di riforma della P.A. Quanto ai tempi per il via libera definitivo alla riforma, il Ministro ha spiegato che "se non arriverà prima" della pausa estiva "sarà subito dopo e comunque, quello che conta, è che stiamo già scrivendo i decreti legislativi e quindi manterremo l'impegno dell'approvazione definitiva, anche della parte attuativa, entro quest'anno. D'altra parte - ha aggiunto - questo è l'impegno preso nel Piano nazionale delle riforme. Il Ministro ha inserito il ddl di riforma della P.A. nella cornice di riscrittura anche del Titolo V e della Legge Delrio, tre riforme che il governo sta portando avanti con un unico obiettivo: rendere lo Stato più semplice. Il primo obiettivo di queste tre ri- semplificare e chiarire il quadro normativo la cui incertezza ha causato paralisi degli investimenti e zone grigie che vogliamo superare attraverso un testo unico, il secondo obiettivo è quello di ridurre drasticamente il numero delle partecipate pubbliche. Quante saranno? Non lo so, non ragioniamo partendo da un numero, le scelte si faranno nei decreti legislativi". E tuttavia, osserva ancora Madia, è necessario "fare anche delle differenze: le quotate ad esempio sono una cosa a parte e le partecipate pubbliche non sono tutte uguali". Il Ministro ha infine confermato che sui servizi pubblici locali puntiamo a un intervento di disciplina generale e a valorizzare l'autonomia e la responsabilità degli enti locali". pubblica" sui provvedimenti forme, il più rivoluzionario, è

7 nazionale. Al fine di diffondere FONSERVIZI CONSOLIDA LA PROPRIA POSIZIONE ALL INTERNO DELLE UTILITY PIEMONTESI E VALDOSTANE e di aggiornare il territorio sulle nuove opportunità offerte, Fonservizi ha effettuato una Nel corso del 2014 FON- Presidente ha evidenziato che serie di incontri con le aziende SERVIZI ha ulteriormente nel 2014 si è registrato non piemontesi e valdostane. Parti- consolidato la propria posi- solo un aumento del numero di colarmente significativo, è sta- Confservizi Piemonte e Valle d Aosta: nel 2014 si consolida il rapporto con Fonservizi zione all interno delle Utility Piemontesi e Valdostane. Ad affermarlo è il Presidente dell Associazione datoriale, Paolo ROMANO, nel corso nuove adesioni al Fondo, ma soprattutto sono cresciuti il numero dei piani formativi presentati ed i relativi finanziamenti richiesti, passando dai to il Seminario La formazione continua come strumento del cambiamento tenutosi nel novembre 2014, presso il Centro ricerche di SMAT. L incon- della 54^ Assemblea di euro del 2013 ad un tro, dice il Direttore Gian Carlo CONFSERVIZI Piemonte e valore di oltre euro Filippi, ha permesso di fare il Valle d Aosta, tenutasi il 10 nel 2014 e portando quindi punto sulle attività svolte sino luglio 2015 presso la Reggia l area strategica di riferimento ad oggi, stimolare proposte per di Venaria Reale. Le aziende della Confservizi Piemonte e gli sviluppi futuri, confermando associate a Confservizi Pie- Valle D Aosta a rappresentare il le caratteristiche di semplicità monte e Valle d Aosta sono 23% delle richieste di finanzia- e rapidità del Conto Formazio- ad oggi complessivamente mento a livello nazionale. Per ne Aziendale, che ha consenti- 89, di cui 78 appartenenti ai quanto riguarda invece il nume- to alle nostre aziende associate settori di rilevanza industria- ro di Piani formativi, si è passati di effettuare investimenti in le. Il 41% di queste ultime dai 9 piani del 2013 ai 44 piani formazione in linea con gli risulta anche aderente a del 2014, pari al 27% dei Piani obiettivi specifici di ogni azien- Fonservizi. La relazione del formativi presentati a livello da, settore e territorio.

Newsletter 1/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it

Newsletter 1/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Newsletter 1/2015 Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Avviso 01/2014: il CDA amplia le risorse a disposizione, pubblicato l elenco di tutti i piani ammissibili

Dettagli

Newsletter 8/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it

Newsletter 8/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Newsletter 8/2015 Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Legge Madia: il commento del Presidente di ASSTRA Massimo Roncucci Finanziamenti FONSERVIZI: la

Dettagli

Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica

Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica Potenziamento e Sviluppo della Governance Pubblica La missione L ogos P.A. è una Fondazione di partecipazione pubblicoprivata che nasce quale struttura operativa di supporto per le pubbliche amministrazioni

Dettagli

1. Premessa. 2. Attività finanziabili

1. Premessa. 2. Attività finanziabili AVVISO 01/2015 Indice 1. Premessa... 3 2. Attività finanziabili... 3 3. Risorse... 5 4. Finanziamenti... 5 5. Destinatari... 8 6. Presentatori... 8 7. Attuatori... 9 8. Durata delle attività... 9 9. Accordo

Dettagli

Newsletter. Chiusi i termini per la. presentazione dei piani a. valere sull Avviso 01/2012

Newsletter. Chiusi i termini per la. presentazione dei piani a. valere sull Avviso 01/2012 I N E V I D E N Z A Chiusi i termini per la presentazione dei piani a valere sull Avviso 01/2012 Newsletter Pubblicato l aggiornamento delle linee guida per la presentazione e gestione dei piani formativi

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SERVIZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce Il nuovo portale istituzionale, che oggi presentiamo, è

Dettagli

Tabella 1. Aziende iscritte a Fonservizi (codice fiscale) per federazione di riferimento

Tabella 1. Aziende iscritte a Fonservizi (codice fiscale) per federazione di riferimento Tabella 1. Aziende iscritte a Fonservizi (codice fiscale) per federazione di riferimento Febbraio Maggio Settembre Gennaio Marzo Giugno Ottobre Aziende iscritte a Fonservizi 2013 2013 2013 2014 2014 2014

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati Camera di commercio di Cuneo La riforma delle Camere di commercio Il D. Lgs. 23/2010 modifica la L. 580/1993 Le camere

Dettagli

FondItalia fa un salto da te

FondItalia fa un salto da te FONDO FORMAZIONE ITALIA Campagna informativa 2011 FondItalia fa un salto da te PREMESSA I Fondi Paritetici Interprofessionali sono stati chiamati, in questa fase di crisi economica, a svolgere una funzione

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo:

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo: AVVISO 01/2014 Indice 1. Premessa... 3 2. Attività finanziabili... 3 3. Risorse e Finanziamenti... 4 4. Destinatari... 5 5. Presentatori e Attuatori... 5 6. Durata delle attività... 6 7. Accordo sindacale...

Dettagli

Report di sintesi piani formativi finanziati da Fonservizi a valere sul CFA

Report di sintesi piani formativi finanziati da Fonservizi a valere sul CFA Report di sintesi piani formativi finanziati da Fonservizi a valere sul CFA Aprile 2013 2 Premessa Il seguente report ha l obiettivo di fornire un quadro di sintesi rispetto alle caratteristiche e alle

Dettagli

21 Giugno 2011 Estratto pag. 13 Sezione Salerno Il tema di quest anno è L innovazione tra rischio e opportunità e l evento è promosso dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno,

Dettagli

Rossana Arioli Piazza Formenti, 3 20013 Magenta (MI) 02 9735205 ufficio.stampa@comunedimagenta.it www.comunedimagenta.it

Rossana Arioli Piazza Formenti, 3 20013 Magenta (MI) 02 9735205 ufficio.stampa@comunedimagenta.it www.comunedimagenta.it Categoria 3 85 Scheda del progetto Comune di Magenta Rossana Arioli Piazza Formenti, 3 20013 Magenta (MI) 02 9735205 ufficio.stampa@comunedimagenta.it www.comunedimagenta.it Progetto di rinnovamento sito

Dettagli

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Attività 2004 1 SISTEMA INFORMATIVO CONSILIARE E BANCA DATI ARIANNA Sono

Dettagli

PROVINCIA LATINA AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA LATINA AVVISO PUBBLICO PROVINCIA LATINA Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale AVVISO PUBBLICO ATTIVITA FORMATIVE PER L APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE FINANZIAMENTO MODULI A, B, C 1. Premessa La Provincia

Dettagli

Newsletter 10/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it

Newsletter 10/2015. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Newsletter 10/2015 Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it FONSERVIZI: anche il 2015 si conferma in crescita Finanziamenti FONSERVIZI: la testimonianza di

Dettagli

Fondo Aree Sottoutilizzate

Fondo Aree Sottoutilizzate Allegato 1 Fondo Aree Sottoutilizzate Direzione Programmazione e Statistica Settore Valutazione Progetti e Atti di Programmazione Negoziata 1 Allegato 1 1.1 Stato di attuazione dell Intesa 1.2 La programmazione

Dettagli

gli strumenti di supporto al servizio libri Paga Gli strumenti di assoluta importanza per un efficace gestione del personale

gli strumenti di supporto al servizio libri Paga Gli strumenti di assoluta importanza per un efficace gestione del personale NEWSLETTER 52 - N. 12 ANNO 2012 la riforma del mercato del lavoro Pubblicata la legge 92 entrata in vigore il 18 luglio 2012 gli strumenti di supporto al servizio libri Paga Gli strumenti di assoluta importanza

Dettagli

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali Avviso 1/2015 1. Attività finanziabili 1.1. Il Fondo paritetico interprofessionale nazionale Fondo Banche (di seguito FBA), reso operativo con D.M. 91/V/2008 del 16 aprile 2008 del Ministero del Lavoro,

Dettagli

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica.

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica. lex 24 codici civile Processo ico telemat immobili contratti società ne circolazio stradale lavoro famiglia ilità responsab to en im c ar e ris E-Learning mediazione penale servizi lass Business C to it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE PER L APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE MODULO A

AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE PER L APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE MODULO A PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Formazione Professionale Settore 54 AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE PER L APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE MODULO A 1. Premessa La

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 6 FRIULI OCCIDENTALE 33170 Pordenone - Via Vecchia Ceramica, 1 - C.P. 232 Tel. 0434/369111 - Fax. 0434/523011 - C.F. / P. Iva 01278420938 PEC: Ass6PN.protgen@certsanita.fvg.it

Dettagli

Alla c.a. Sindaco/Presidente Segretario Generale Dirigente competente

Alla c.a. Sindaco/Presidente Segretario Generale Dirigente competente Alla c.a. Sindaco/Presidente Segretario Generale Dirigente competente Controllo di Gestione e Misurazione delle Performance: l integrazione delle competenze, la valorizzazione delle differenze e la tecnologia

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI PRIMI SERVIZI SUL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE NELLA PIATTAFORMA VIVIFACILE.GOV.IT

PRESENTAZIONE DEI PRIMI SERVIZI SUL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE NELLA PIATTAFORMA VIVIFACILE.GOV.IT PRESENTAZIONE DEI PRIMI SERVIZI SUL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE NELLA PIATTAFORMA VIVIFACILE.GOV.IT Lunedì 24 ottobre 2011 Sala del Consiglio di Amministrazione di ATAC Il protocollo con Confservizi Il 23

Dettagli

DIGITAL DAY 9 marzo 2015 FOCUS SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA. In collaborazione con: AGID UNIONCAMERE/INFOCAMERE DIGITAL CHAMPIONS

DIGITAL DAY 9 marzo 2015 FOCUS SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA. In collaborazione con: AGID UNIONCAMERE/INFOCAMERE DIGITAL CHAMPIONS DIGITAL DAY 9 marzo 2015 FOCUS SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA In collaborazione con: AGID UNIONCAMERE/INFOCAMERE DIGITAL CHAMPIONS DIGITAL DAY 9 marzo 2015 FOCUS SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA Apertura

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto AREA 1 - profilo 1 Comunicazione/ SITO WEB dell Istituto, gestire e coordinare

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A Provincia di Ragusa Patrimonio SEGRETERIA GENERALE

C O M U N E D I M O D I C A Provincia di Ragusa Patrimonio SEGRETERIA GENERALE dell Unità C O M U N E D I M O D I C A Provincia di Ragusa Patrimonio SEGRETERIA GENERALE LA CREAZIONE DELL URP DEL COMUNE DI MODICA 1. Intro L introduzione degli Uffici per le Relazioni con il Pubblico

Dettagli

Avvio del Centro di Competenza VoIP

Avvio del Centro di Competenza VoIP Avvio del Centro di Competenza VoIP Microsoft Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Informatica e Automazione 16 settembre 2009 Il Piano e-gov 2012 per l innovazione Il Ministero della Pubblica

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA Un partner per crescere API SONDRIO L Associazione Piccole e Medie Industrie di Valtellina e Valchiavenna è una realtà fortemente voluta dagli

Dettagli

CORSO DI PERFEZIONAMENTO PROJECT MANAGEMENT PER LA MONTAGNA METODOLOGIE E STRUMENTI DI GESTIONE DI UN PROGETTO

CORSO DI PERFEZIONAMENTO PROJECT MANAGEMENT PER LA MONTAGNA METODOLOGIE E STRUMENTI DI GESTIONE DI UN PROGETTO CORSO DI PERFEZIONAMENTO PROJECT MANAGEMENT PER LA MONTAGNA METODOLOGIE E STRUMENTI DI GESTIONE DI UN PROGETTO 46 10 44 N 10 19 48 E In attuazione dell Accordo di Programma tra MIUR e UNIVERSITA DEGLI

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE Mario TURETTA Nato ad Alpignano (TO), il 01.10.1958 Residente in Piazza San Giovanni 2, 10122 Torino Coniugato, due figli. Laurea in Sociologia Giornalista collaboratore iscritto

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU7 17/02/2011

REGIONE PIEMONTE BU7 17/02/2011 REGIONE PIEMONTE BU7 17/02/2011 Codice DB1107 D.D. 19 novembre 2010, n. 1316 Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-2013 - Ricorso alla procedura negoziata, ai sensi dell'art. 57, comma 2, lettera b)

Dettagli

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE)

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Titolo del Corso Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Soggetti proponenti UNIVERSITÀ MAGNA GRÆCIA

Dettagli

Newsletter 12/2014. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it

Newsletter 12/2014. Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Newsletter 12/2014 Via Ovidio, 20-00193 Roma tel. 06.684094201 www.fonservizi.it segreteria@fonservizi.it Avviso 01/2014: approvato l elenco dei piani ammessi al finanziamento Nuovo Regolamento per i Fondi

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Ai Dirigenti amministrativi e tecnici della Direzione Generale di Venezia Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali del Veneto Ai dirigenti scolastici

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Sarà l'auditoriurn 'Adriano Luzi' di Comunanza a ospitare domani la carovana di ascolto che la Regione

Dettagli

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI INTRODUZIONE Nell ambito delle iniziative legate alla Tregua Olimpica realizzate dai partner istituzionali

Dettagli

p.omiccioli@provincia.ps.it Assunzione a tempo indeterminato Funzionario amministrativo Principali mansioni svolte:

p.omiccioli@provincia.ps.it Assunzione a tempo indeterminato Funzionario amministrativo Principali mansioni svolte: FO R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cellulare Telefono Fax E-mail OMICCIOLI PATRIZIA 3290589032 +39 0721 3592363-0721 3592248 p.omiccioli@provincia.ps.it

Dettagli

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012 FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE ROMA maggio 2012 mercoledì 30 maggio 2012 COS E Soggetto giuridico -ENTE- con Fondatore unico(anci), costituito con atto del 17 aprile scorso, il cui statuto prevede all art.

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA Cari Clienti, siamo orgogliosi di condividere con Voi un importante crescita e rinnovamento

Dettagli

Valutare bene le performance per creare Valore Pubblico

Valutare bene le performance per creare Valore Pubblico Valutazione delle performance: guardare indietro, vedere avanti Valutare bene le performance per creare Valore Pubblico www.masterperfet.it 1) La riforma Brunetta, con particolare riferimento alla valutazione

Dettagli

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA RURAL trainer REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell agricoltura e riforma agro-pastorale RURAL trainer il progetto che sostiene le giovani imprese agricole della

Dettagli

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile.

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. C.C. n. 12 del 14/04/2010 Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. Il Sindaco-Presidente riferisce che: 1. nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O.

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. Accordo Volontario settoriale per la realizzazione di interventi per la riduzione delle inefficienze energetiche

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO Un partner per crescere API LECCO Dal 1949 l Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco è stata voluta dagli imprenditori

Dettagli

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza Consorzio Nazionale Serramentisti Insieme per fare la differenza Insieme LegnoLegno è un Consorzio Nazionale di servizi per la valorizzazione delle attività imprenditoriali del settore serramento. Il marchio

Dettagli

Regolamento in materia di utilizzo del sito web. Art. 1 Oggetto, principi e finalità del regolamento

Regolamento in materia di utilizzo del sito web. Art. 1 Oggetto, principi e finalità del regolamento Regolamento in materia di utilizzo del sito web Art. 1 Oggetto, principi e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le attività riguardanti la pubblicazione di atti, notizie e informazioni

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2006

RASSEGNA STAMPA 2006 Al via gli appuntamenti di I-MODena - Telematica per la Città, fra febbraio e marzo 2006. Sono previste attività di formazione e alfabetizzazione telematica presso biblioteche, circoscrizioni e associazioni

Dettagli

COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona

COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica

Dettagli

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi:

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi: Analisi di Prodotto Scheda 1/10 Analisi i inizialei i dei processi Aziendali ambientale secondo operativa 15033 Introduzione: L Analisi (AAI) è una dettagliata e metodica indagine dello stato dell Organizzazione

Dettagli

ARGOMENTO: SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO. Bando INAIL 2013: Contributi per interventi in materia di sicurezza e salute sul lavoro

ARGOMENTO: SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO. Bando INAIL 2013: Contributi per interventi in materia di sicurezza e salute sul lavoro ARGOMENTO: SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Bando INAIL 2013: Contributi per interventi in materia di sicurezza e salute sul lavoro Bando BANDO ISI 2013 L'Inail finanzia in conto capitale le spese

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello;

PROTOCOLLO D INTESA TRA. il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello; PROTOCOLLO D INTESA TRA il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello; il DIPARTIMENTO per gli AFFARI REGIONALI, TURISMO E SPORT, della Presidenza del Consiglio

Dettagli

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATI SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCUOLA SUPERIORE DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE La Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze (SSEF) è la Scuola nazionale per la formazione del personale

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio I CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Istituiti con la legge 266/91, i Centri di Servizio per il Volontariato sono strutture operative gestite dal volontariato

Dettagli

Prot.n.AOODGAI/370 Roma, 15/01/2014

Prot.n.AOODGAI/370 Roma, 15/01/2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

Che cosa è. YouLab Pistoia. YouLab Pistoia. An American Corner è un. progetto nato dalla collaborazione tra il

Che cosa è. YouLab Pistoia. YouLab Pistoia. An American Corner è un. progetto nato dalla collaborazione tra il YouLab Pistoia. An American Corner è un Che cosa è progetto nato dalla collaborazione tra il YouLab Pistoia Governo degli Stati Uniti d America, rappresentato dalla Sezione Affari Pubblici dell Ambasciata

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Prof. ing. Pierluigi Ridolfi Convegno SIAV Torino - 10 maggio 2007 1 Valore economico Il flusso documentale vale almeno il 2% del PIL. Un risparmio

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2013 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti;

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti; REGOLAMENTO RECANTE ISTITUZIONE DEL REGISTRO NAZIONALE DEI SOGGETTI OBBLIGATI AL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE (RAEE), COSTITUZIONE DI

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI Regolamento Forum delle Fattorie Sociali della Provincia di Pordenone Art. 1 1. Con la finalità di sviluppare

Dettagli

Area E Sito internet

Area E Sito internet W Sito internet ebarea E ( Bilancio Sociale 2007 2012 r Sezione 3. Risultati per Aree di attività r Area E. Sito internet 115 Sito internet Presentazione La Fondazione, da decenni impegnata nella promozione

Dettagli

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO ALLEGATO 3 POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 4.2 P.A. PER L IMPRESA: ANIMAZIONE, SERVIZI REALI, SEMPLIFICAZIONE, INFRASTRUTTURAZIONE SELETTIVA AZIONE 4.2.B SERVIZI REALI ALLE PMI PROGRAMMA SERVIZI PER IL POTENZIAMENTO

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Aterno - Manthonè PESCARA Codice Meccanografico PETD07000X

Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Aterno - Manthonè PESCARA Codice Meccanografico PETD07000X Prot. n 2403/C13 Pescara, 26.03.2014 Gent.mi Colleghi, per il mese di Aprile 2014, l Azione Pegaso propone alle scuole associate un Seminario di estrema attualità: Azione Pegaso 2014 - Seminario di studio

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA Ernesto Somma Coordinatore Struttura di missione P.O.R.E., Presidenza del Consiglio dei Ministri Venezia,

Dettagli

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012 NUOVE POLITICHE COMMERCIALI E DI MARKETING (Rif. PA 2011-816/PR Approvato con delibera della Giunta Provinciale n. 671 del 22 dicembre 2011) Marzo 2012 - Dicembre 2012 Cisita Parma in partnership con il

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE. Con atto approvato dal Commissario Straordinario del Comune di Roma n.. del.. e dalla Deliberazione Consiliare

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico INDAGINE SULLA CUSTOMER SATISFACTION DELL "HELPDESK REACH 214 Sintesi dei risultati Roma, febbraio 215 Indagine sulla customer satisfaction dell Helpdesk REACH - 214

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE Le linee guida di seguito illustrate rappresentano un primo risultato dell

Dettagli

PREFAZIONE pag. 2. INTRODUZIONE pag. 3. IL PORTALE IRMA pag. 4. ATTIVITÀ E SERVIZI pag. 5. PRINCIPI pag. 5. STANDARD DI QUALITÀ pag.

PREFAZIONE pag. 2. INTRODUZIONE pag. 3. IL PORTALE IRMA pag. 4. ATTIVITÀ E SERVIZI pag. 5. PRINCIPI pag. 5. STANDARD DI QUALITÀ pag. Portale IRMA Carta dei Servizi PREFAZIONE pag. 2 INTRODUZIONE pag. 3 IL PORTALE IRMA pag. 4 ATTIVITÀ E SERVIZI pag. 5 PRINCIPI pag. 5 STANDARD DI QUALITÀ pag. 6 1 La Carta dei Servizi è uno strumento importante

Dettagli

IL GIORNO DELL AMBIENTE

IL GIORNO DELL AMBIENTE Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico in indirizzo degli Insegnanti in indirizzo -------------------------------------------------------------------------------------------------------- Oggetto:

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

La Pa che vogliamo. Sintesi sul Convegno organizzato dall Università Bocconi a Milano il 20 febbraio 2014.

La Pa che vogliamo. Sintesi sul Convegno organizzato dall Università Bocconi a Milano il 20 febbraio 2014. La Pa che vogliamo. Sintesi sul Convegno organizzato dall Università Bocconi a Milano il 20 febbraio 2014. Il 20 febbraio, nel pieno della fase delle consultazioni per il nuovo Governo Renzi, si è tenuto

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A.

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. Direzione centrale Credito e Welfare CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. TITOLO Management sanitario e metodologie e modelli di assistenza ospedaliera AREA GIURIDICA-SANITARIA Direttore/ coordinatore Didattico

Dettagli

Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive

Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive Giuseppe Dasti Coordinatore Desk Energy Mediocredito Italiano gruppo Intesa Sanpaolo Convegno della Regione Emilia Romagna

Dettagli

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013 Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori Rieti, 5 novembre 2013 Presentazione degli incontri territoriali Finalità degli incontri Dare continuità

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO

MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO COMMISSIONE 3: SERVIZI PER LO SVILUPPO LOCALE DEI TERRITORI Sintesi risultati incontro del 11 Marzo 2009 ASSISTENZA TECNICA A CURA DI: RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

L ATI composta da Associazione Nuovi Lavori e BIC Puglia s.c.a.r.l., nell ambito del progetto URLO Una rete per le opportunità, PROMUOVE

L ATI composta da Associazione Nuovi Lavori e BIC Puglia s.c.a.r.l., nell ambito del progetto URLO Una rete per le opportunità, PROMUOVE L ATI composta da Associazione Nuovi Lavori e BIC Puglia s.c.a.r.l., nell ambito del progetto URLO Una rete per le opportunità, PROMUOVE un PROTOCOLLO D INTESA tra CONSIGLIERA PARITÀ PROVINCIALE DONNE

Dettagli

Responsabilità Sociale d Impresa (CSR)

Responsabilità Sociale d Impresa (CSR) Responsabilità Sociale d Impresa (CSR) Elenco Imprese Socialmente Responsabili, Informazione e Assistenza, Bilancio Sociale e di Sostenibilità, Formazione, Kit Digitale CSR, Ambiente imprenditori, liberi

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

La Piattaforma EFISIO

La Piattaforma EFISIO Strumenti finanziari e sviluppo urbano sostenibile: dalla finanza di progetto alla finanza di programma La Piattaforma EFISIO INFO DAY ITALIA 14/11/2014 Dimensione urbana e strumen. finanziari nella programmazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE I SERVIZI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLE IMPRESE PER LA PARTECIPAZIONE AI BANDI Ludovico Monforte EURODESK Brussels

Dettagli

Sportello Unico Attività Produttive SUAP REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Sportello Unico Attività Produttive SUAP REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Sportello Unico Attività Produttive SUAP Premessa Il progetto Sportelli Unici per le imprese portato avanti dall Assessorato dell'industria ha tra i suoi punti di forza l approvazione di una normativa

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli