CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO UNITA DI CARICO UNITA DI TRASPORTO UNITA DI MOVIMENTAZIONE PARTE C

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO UNITA DI CARICO UNITA DI TRASPORTO UNITA DI MOVIMENTAZIONE PARTE C"

Transcript

1 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO UNITA DI CARICO UNITA DI TRASPORTO UNITA DI MOVIMENTAZIONE PARTE C M.Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2011/12 - Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno 1

2 UNITA DI MOVIMENTAZIONE Le unità di movimentazione sono gli elementi che consentono alle unità di carico di aderire alle unità di trasporto: veicoli stradali, carri ferroviari, navi; in modo da trasferire le forze agenti sulle unità di carico. Esse inoltre sono utilizzate per trasferire le unità di carico da un tipo di unità di trasporto ad un altro (esempio: dal pianale di un semirimorchio al pianale di un carro ferroviario) e quindi nel trasporto intermodale; esse sono utilizzate anche per lo stoccaggio delle unità di carico. 2

3 CARRELLO ELEVATORE FRONTALE Il carrello elevatore frontale ( front loader, fork-lift ) innalza il contenitore mediante movimentazione lungo linee fisse verticali. E un unità di movimentazione di derivazione industriale (utilizzato per la movimentazione nei magazzini: carrello elevatore frontale o a forche frontali ). Ha come pregio la facilità di uso e la mobilità. Come difetti: il baricentro si modifica fra la fase di carico e quella di scarico; movimentazione praticamente assente a macchina ferma. Asse sterzante Asse fisso 3

4 La figura precedente si riferisce ad un classico fork lift con presa a forche dal basso. I carrelli elevatori frontali più recenti sono equipaggiati con uno speciale telaio di sollevamento al quale è agganciato uno spreader. Esistono macchine per la movimentazione dei container vuoti, empty container handler, ( Lifting capacity 7,000 10,000 kg, ) Essi possono avere diversi tipi di presa dei container. Per esempio dall alto 4

5 oppure frontale FDC 18k5 5

6 Ci sono i loaded container handler, per la movimentazione di contenitori pieni (Lifting capacity: t ). Fonte: Fonte: 6

7 TRATTORE A RALLA PER TERMINALI ( Terminal Tractor ) Fonte: Spinetti C. Tecniche di funzionamento e gestione dei piazzali portuali, Tesi in Ingegneria civile, Univ. di Pisa, Sono simili ai trattori degli autoarticolati: spostano i contenitori trainando i rimorchi (pianali) su cui i contenitori sono appoggiati. 7

8 Fonte: Ci sono anche trattori ibridi, diesel-elettrici (ossia il motore diesel serve a produrre energia elettrica che alimenta un motore elettrico direttamente collegato alle ruote). Sono dei mezzi a basso impatto ambientale. La figura si riferisce ad un loro utilizzo nel porto di Huston. 8

9 Fonte: 009/jul/Eastern-Europe/ Nel caso di navi Ro-Ro il trattore può anche salire sulle navi (nella figura l unità di carico è costituita dall intero rimorchio). Rispetto ai normali trattori degli autoarticolati questi terminal tractor sono ottimizzati per un uso su brevi distanze e per eseguire velocemente le manovre di aggancio e di sgancio dei rimorchi (ma comunque sono ottimizzati per eseguire le manovre dei rimorchi in generale: per esempio hanno un ottimo raggio di sterzata, visibilità..). 9

10 MULTITRAILER Il multitrailer è costituito da un terminal tractor a cui vengono agganciati più rimorchi ( trailers ) su gomma. Sui trailer sono poggiate le unità di carico. Il multitrailer si guida come un normale mezzo per il trasporto di rimorchi: le manovre di curvatura, ed in particolare quella di inversione ad U, sono un po delicate. 10

11 Normalmente nei terminali è utilizzato per spostamenti su lunghe distanze. 11

12 CARRELLO CAVALIERE - STRADDLE CARRIER - Caratteristica dello Straddle Carrier è quella di innalzare il contenitore al proprio interno: il baricentro rimane all interno delle aree di impronta delle ruote in qualsiasi condizione di carico. 12

13 Gli assi delle ruote sono generalmente tutte sterzanti. L attacco con i contenitori avviene mediante spreader dall alto. L attacco ai semirimorchi e casse mobili avviene con piggy-back dal basso. I carrelli cavalieri consentono movimenti fino alla quarta altezza e quindi l utilizzo dei piazzali fino alla terza altezza. 13

14 Il tipico impiego di questo mezzo e quello di supporto alle grandi gru di banchina ( portainer, ship-to-shore gantry crane ): per la movimentazione di unità di carico fra le zone di scarico adiacenti alle banchine (le cosiddette buffer areas, aree di transito ) e le zone di stoccaggio, ad alta densità, dei terminal marittimi. Inoltre essi operano la movimentazione dei container all interno dei piazzali di stoccaggio ( storage yards ) dei terminali marittimi. Questo mezzo ha il vantaggio di potere sollevare il contenitore verticalmente e di poterlo trasportare orizzontalmente (senza dovere operare in sincronia con la grande gru di banchina, come per esempio nel caso di un trattore a ralla, operazione cosiddetta di decupling : disaccoppiamento, sganciamento). Inoltre ha il vantaggio di un limitato ingombro trasversale e perciò la possibilità di movimentare unità di carico nelle zone dei terminali ad alta densità di stoccaggio. 14

15 Esempio di caratteristiche di uno straddle carrier Meccanismo di sollevamento Capacità di sollevamento Peso proprio, circa Velocità di spostamento Velocità di sollevamento Velocità di abbassamento Distanziale sollevato mediante catena a comando idraulico. Distanziale telescopico: la lunghezza può essere regolata automaticamente per i container da 20 e da 40.Altezza di sollevamento : 7820 mm Kg Kg Senza carico 26 Km/h con carico 24 Km/h Senza carico 15 m/min Senza carico 15 m/min con carico 15 m/min. Distanza massima utile Produttività media Costo medio 800 metri 7,6 TEUs/h euro 15

16 REACH STACKER, GRU FRONTALE (IMPILATORE) Caratteristica del reach stacker, gru semovente frontale o impilatore, è quella di potere movimentare le unità di carico, sia verticalmente, sia orizzontalmente a macchina ferma. Sono utilizzati in particolare nel caso del trasporto combinato strada-ferrovia: in questo caso il reach stacker permette di movimentare velocemente, con macchina ferma, un unità di carico dal pianale di un autoveicolo a quello di un carro ferroviario. 16

17 L attacco dei contenitori avviene mediante spreader dall alto 17

18 L attacco delle casse mobili o semirimorchi mediante piggyback spreader. 18

19 Movimentazione di un semirimorchio

20 Movimentazione di una cassa mobile

21 I nuovi modelli permettono l impilamento fino alla quinta-sesta altezza. CS45 KM 21

22 Esempio di caratteristiche di uno di un reach stacker Lunghezza telaio 8.6 m Lunghezza interasse 6.5 m Lunghezza totale compreso spreader m con braccio a 0 Larghezza misurata all'asse anteriore 4.18 m Altezza con braccio a m Capacità di sollevamento sotto lo 42 t spreader per la prima fila Capacità di sollevamento sotto lo 35 t spreader per la seconda fila Capacità di sollevamento sotto lo 19 t spreader per la terza fila Produttività media 12,9 TEUs/h Costo medio euro 22

23 Le dimensioni longitudinali della macchina (circa 10m) e la necessità di agganciare le unità di carico trasversalmente per avvicinare il baricentro determinano un area di ingombro in esercizio piuttosto ampia. Fonte: Spinetti C. Tecniche di funzionamento e gestione dei piazzali portuali, Tesi in Ingegneria Civile,Univ. di Pisa, In ogni caso l ampia versatilità del mezzo ha fatto sì che tutti i terminali intermodali strada-ferrovia, ed anche quelli marittimi, dispongano di questo tipo di macchina di movimentazione. 23

24 CARRELLO LATERALE ( SIDELOADER ) Fonte: Bonora G. ocacci C.,Funzionalità e progettazione degli impianti ferroviari CIFI

25 Carrello laterale (Fantuzzi-Reggiane) 25

26 Carrello laterale Fonte: 26

27 GRU A PORTALE TRANSTAINER Caratteristica della gru a portale (transtainer) è quella di potere movimentare le unità di carico, sia verticalmente sia orizzontalmente, mantenendo il baricentro all interno della macchina. 27

28 Sono generalmente mezzi di grosse dimensioni che hanno un carico per asse notevolmente elevato e perciò pressioni specifiche sul terreni che necessitano di adeguate vie di corsa. Abbiamo due tipi fondamentali di transtainer : - Transtainer con ruote in gomma ( Rubber Tyred Gantry Crane, RTG) - Transtainer con ruote in acciaio su rotaia ( Rail mounted Gantry Crane, RMG) 28

29 Rubber Tyred Gantry Crane (RTG) Fonte: Spinetti C. Tecniche di funzionamento e gestione dei piazzali portuali, Tesi in Ingegneria Civile, Univ. di Pisa, Rail Mounted Gantry Crane (RMG) 29

30 Le gru a portale sono molto utili nel caso di piazzali con notevole ricambio: per esempio nei terminali strada-rotaia dei grossi interporti per la formazione di treni blocco. In generale per il passaggio veloce di unità di carico da unità di trasporto stradale a treni e viceversa; oppure fra treni di tipo diverso (come nei cosiddetti interporti gateway ). 30

31 Linea di confine Terminale gateway (porta: sia in ingresso, sia in uscita). 31

32 Il sistema gateway (in Ferrovia) 32

33 Ci può essere un terminal gateway anche in destinazione. Si ha una situazione analoga a quella del transhipment del trasporto marittimo. Terminale gateway Linea di confine Terminale gateway 33

34 ritorniamo alle transtainer L interasse dei portali è generalmente di circa metri nel caso di transtainer su gomma e di nel caso di transtainer su rotaia. RTG Kalmar SISU M.Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2011/12 - Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno 34

35 Le gru a portale consento di impilare fino alla quinta altezza utilizzando la sesta per le manovre. La struttura di gru a portale permette notevole velocità di manovra e quindi di realizzare performance notevoli in termini di tiri anno ( in particolare maggiori nel caso di gru su rotaia). 35

36 Esempio di caratteristiche di Rubber Tyred Gantry Crane (RTG). Fonte: 36

37 Esempi di dimensioni di Rubber Tyred Gantry Crane (RTG). Fonte: Fonte: 37

38 Esempio di caratteristiche di Rail mounted Gantry Crane (RMG) Fonte: 38

39 GRU PORTUALE PER CONTENITORI ( SHIP-TO- SHORE GANTRY CRANE ) Sono macchine utilizzate per la movimentazioni lungo un molo: per lo scarico, e il carico, dei contenitori da bordo nave a terra. Si muovono su rotaie 39

40 Esempio di caratteristiche di una gru portuale 40

41 Esempio di caratteristiche di una gru portuale 41

42 Esempio di caratteristiche di una gru portuale 42

43 Sequenza di operazioni che deve eseguire una gru portuale ship-toshore : aggancio del contenitore, sollevamento, traslazione, messa sul molo (o direttamente sulla unità da trasporto) e sgancio. Per velocizzare le manovre alcuni operazioni possono essere fatte contemporaneamente (per esempio) per esempio sollevamento e traslazione Tempi medi di manovra, delle gru portuali per contenitori (secondi) Produttività all incirca: contenitori/ora per navi madre e contenitori/ora per navi feeder. 43

44 Attualmente si stanno diffondendo, per velocizzare le operazioni di carico e scarico, i multi-lift spreader

UNITÀ DI MOVIMENTAZIONE

UNITÀ DI MOVIMENTAZIONE corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica UNITÀ DI MOVIMENTAZIONE prof. ing. Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione Le (UM) che garantiscono lo spostamento delle Unità di Carico

Dettagli

Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2013/14 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente:

Dettagli

CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO TERMINALI

CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO TERMINALI CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO TERMINALI 1 TERMINALI INTERMODALI STRADA-ROTAIA Il terminale intermodale strada-rotaia è composto fondamentalmente da tre sottosistemi: Sistema ferroviario:

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2012/13 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente: Marino

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2010/11 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente: Marino

Dettagli

UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento Ingegneria Civile

UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento Ingegneria Civile UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento Ingegneria Civile Guida alla esercitazione del corso di TERMINALI PER I TRASPORTI E LA LOGISTICA DOCENTE prof. ing. UMBERTO CRISALLI BOZZA

Dettagli

Corso di Gestione dei sistemi di trasporto. Cap. 9 I terminal container. S. Sacone, S. Siri - DIST

Corso di Gestione dei sistemi di trasporto. Cap. 9 I terminal container. S. Sacone, S. Siri - DIST Corso di Gestione dei sistemi di trasporto Cap. 9 I terminal container S. Sacone, S. Siri - DIST Lo sviluppo dei container Vantaggi dell utilizzo dei container: unitizzazione del carico (merci movimentate

Dettagli

Carrelli per il trasporto e il

Carrelli per il trasporto e il Trasporti interni Carrelli per il trasporto e il sollevamento Classificazione dei carrelli Tipologie esistenti Caratteristiche e prestazioni Predisposizioni antinfortunistiche 2 2005 Politecnico di Torino

Dettagli

TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA

TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA TRASPORTO COMBINATO CODIFICATO DELLE CASSE MOBILI E DEI SEMIRIMORCHI Il trasporto per ferrovia delle casse

Dettagli

Esse vengono definite "mezzi mobili" e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui.

Esse vengono definite mezzi mobili e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui. Mezzi di handling Tra le attrezzature che operano nel magazzino sono particolarmente importanti i mezzi che seguono il materiale (per lo meno con una parte) durante i suoi movimenti. Esse vengono definite

Dettagli

MEZZI LOGISTICI DI TRASPORTO

MEZZI LOGISTICI DI TRASPORTO MEZZI LOGISTICI DI TRASPORTO 2.1 Mezzi di trasporto interno di stabilimento Si intendono i mezzi di trasporto tra i vari impianti dello stabilimento ed anche interni agli impianti. Detti mezzi possono

Dettagli

PRODUZIONE GRANDE SERIE

PRODUZIONE GRANDE SERIE TAVOLE ELEVATRICI IDRAULICHE SU RUOTE Sollevare, abbassare, trasportare. Sicure e di facile manovrabilità Struttura robusta in profilati acciaio Impugnatura di spinta cromata Sollevamento a pedale con

Dettagli

REACH STACKER IRS 50 MANUALE USO E MANUTENZIONE CAPITOLO 6. DESCRIZIONE DELLA MACCHINA

REACH STACKER IRS 50 MANUALE USO E MANUTENZIONE CAPITOLO 6. DESCRIZIONE DELLA MACCHINA REACH STACKER IRS MANUALE USO E MANUTENZIONE 6.1.2 DATI TECNICI SPECIFICHE Capacità di sollevamento (1. / 2. Row)...000 / 000 kg Load Center...2000 / 00 mm Motore...Diesel Sterzo...idrostatico, volante

Dettagli

Struttura del trasporto merci

Struttura del trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Struttura del trasporto merci Struttura del trasporto merci Il trasporto delle merci e la logistica MERCI

Dettagli

D.lgs 10 settembre 1991, n. 304

D.lgs 10 settembre 1991, n. 304 D.lgs 10 settembre 1991, n. 304 ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE 86/663/CEE DEL CONSIGLIO DEL 22 DICEMBRE 1986 E 89/240/CEE DELLA COMMISSIONE DEL 16 DICEMBRE 1988, RELATIVE AI CARRELLI SEMOVENTI PER MOVIMENTAZIONE,

Dettagli

mezzi di carico e di movimentazione delle merci e capacità di un porto lato mare e lato terra prof. ing. Agostino Cappelli- IUAV Venezia

mezzi di carico e di movimentazione delle merci e capacità di un porto lato mare e lato terra prof. ing. Agostino Cappelli- IUAV Venezia mezzi di carico e di movimentazione delle merci e capacità di un porto lato mare e lato terra prof. ing. Agostino Cappelli- IUAV Venezia 2009 UNITA DI CARICO E MEZZI DI UNITA DI CARICOUNITA DI CARICO E

Dettagli

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Material Handling FEAII - Material Handling (I) SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO INDICE

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DELLE ATTREZZATURE E DURATA minima dei corsi

INDIVIDUAZIONE DELLE ATTREZZATURE E DURATA minima dei corsi Pagina1 Verbania 10/12/2012 Prot. 0068 Spett.le Imprese Consulenti Associazioni datoriali di categoria Associazioni sindacali di categoria OGGETTO: La formazione per l abilitazione specifica degli operatori

Dettagli

Progettazione terminali

Progettazione terminali Terminale Progettazione terminali Differenti tipologie di terminali: Rinfuse liquide o solide Merci varie Container Traffico Ro-Ro Crociere 1) Definizione layout 2) Profondità fondali 3) Lunghezza banchine

Dettagli

Nella fattispecie, le figure richieste dal D.Lgs 81, che richiedono una nomina e una formazione specifica, sono le seguenti:

Nella fattispecie, le figure richieste dal D.Lgs 81, che richiedono una nomina e una formazione specifica, sono le seguenti: Obblighi formativi e aggiornamenti periodici ai sensi del D.Lgs 81/08 s.m.i. Molto spesso ci sentiamo dire: i corsi sulla sicurezza sono obbligatori? Hanno una scadenza? Dopo quanto tempo devono essere

Dettagli

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate sul tetto. c) con tetto piano e lucernari a sezione triangolare trasversali. d)

Dettagli

SISTEMA AUTOMATICO INTEGRATO DI CARICO-SCARICO PER BANCHINE. Il sistema Rollerkit Moveco, applicabile su motrici e su semirimorchi, consente,

SISTEMA AUTOMATICO INTEGRATO DI CARICO-SCARICO PER BANCHINE. Il sistema Rollerkit Moveco, applicabile su motrici e su semirimorchi, consente, SISTEMA AUTOMATICO INTEGRATO DI CARICO-SCARICO PER BANCHINE. Il sistema Rollerkit Moveco, applicabile su motrici e su semirimorchi, consente, in abbinamento ad una linea di accumulo, di movimentare carichi

Dettagli

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate sul tetto. c) con tetto piano e lucernari a sezione triangolare trasversali. d)

Dettagli

RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30

RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30 @ RC 40 Dati tecnici. Carrello elevatore Diesel e GPL. RC 40-16 RC 40-18 RC 40-20 RC 40-25 RC 40-30 2 RC 40 Dati tecnici. 3 Questa scheda tecnica indica soltanto i valori tecnici del carrello elevatore

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI TERMINAL CONTAINER A VOLTRI Il terminal Voltri Terminal Europa di Genova-Voltri, entrato recentemente nel pieno della sua operatività, rappresenta il classico esempio di terminale marittimo creato ex novo,

Dettagli

Sistemi per la movimentazione dei cargo

Sistemi per la movimentazione dei cargo Movimentazione Sistemi per la movimentazione dei cargo Air Containers Air Containers FBA srl Pagina 1 Via dell industria, 10 27020 Torre D Isola Pavia (Italy) Tel. +39.0382.930299 / +39.0382.1855312 -

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE DICAM Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali. TESI DI LAUREA PIANIFICAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Ing. Pier Francesco Orrù Definizione Con il termine trasporti interni

Dettagli

Mezzo utilizzato: autogrù

Mezzo utilizzato: autogrù Procedure per la movimentazione delle billette nelle fasi di scarico dai mezzi di trasporto e per l alimentazione delle linee di forgiatura/stampaggio. La lavorazione riferita alla movimentazione dei fasci

Dettagli

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA 40 ANNI SUL MERCATO! RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA LOCOTRATTORI STRADA-ROTAIA ZEPHIR, MODERNI ED EFFICIENTI PER OPERARE NEI PIAZZALI DI MOVIMENTAZIONE FERROVIARIA TECNOLOGIA

Dettagli

Accordo Stato Regioni 22/02/2012: Attrezzature da lavoro

Accordo Stato Regioni 22/02/2012: Attrezzature da lavoro CARRELLI ELEVATORI Indice Accordo Stato Regioni 22/02/2012: Attrezzature da lavoro 2.1 Tipologie e caratteristiche 2.2 Rischi da carrelli semoventi 23N 2.3 Nozioni ielementari idi fisica i 2.4 Tecnologia

Dettagli

Transpallet/ Elevatore elettrico 1.0-1.3 t

Transpallet/ Elevatore elettrico 1.0-1.3 t Transpallet/ Elevatore elettrico 1.0-1.3 t Easymover www.toyota-forklifts.it Transpallet elettrico Caratteristiche tecniche del transpallet elettrico PP13 1.1 Costruttore Toyota Identificazione Peso Ruote

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI

SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI Ing. Marco CONTI SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI Presentazione dell Accordo Stato-Regioni 22/02/2012 INTRODUZIONE TITOLO III D.Lgs. 81/08

Dettagli

Elevatore elettrico a timone 1.25-2.0 t

Elevatore elettrico a timone 1.25-2.0 t Elevatore elettrico a timone 1.25-2.0 t 7SLL www.toyota-forklifts.it Elevatore elettrico a timone Caratteristiche elevatori elettrici 7SLL12.5 7SLL16 7SLL20 1.1 Costruttore Toyota Toyota Toyota 1.2 Modello

Dettagli

Cippatori a tamburo Serie PTH

Cippatori a tamburo Serie PTH PTH 1000/820 M 9, Envie (CN) 77 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Cippatori a tamburo Serie PTH Ottima qualità del cippato da qualsiasi tipo di legno GREENLINE PTH 1000/820 PTH

Dettagli

ALLEGATO n. 1 K PROGETTO DEFINITIVO. Sistema di stoccaggio ed alimentazione. rifiuti speciali Fax : 055 8323024. Page : 1/10. Numéro du document

ALLEGATO n. 1 K PROGETTO DEFINITIVO. Sistema di stoccaggio ed alimentazione. rifiuti speciali Fax : 055 8323024. Page : 1/10. Numéro du document Page : 1/10 50069 Sieci Pontassieve (F) IMPIANTO I CIPRESSI DDC 5226 S 0022 A Sistema di stoccaggio ed alimentazione rifiuti speciali ALLEGATO n. 1 K Page : 2/10 50069 Sieci Pontassieve (F) IMPIANTO I

Dettagli

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldamento Larghezza max. di riscaldamento Potenza calorifica max. Radiatori Lunghezza del gruppo radiante anteriore Lunghezza del gruppo radiante posteriore

Dettagli

I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE

I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE I MEZZI PER IL TRASPORTO STRADALE APPUNTI A CURA DEL PROF.VENERUSO ENRICO I mezzi per il trasporto stradale delle unità di carico intermodali si dividono in : Autocarro lunghezza massima di 12,0 metri

Dettagli

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA

PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA ALLEGATO A Oggetto: Piattaforma di lavoro. CAPITOLATO TECNICO DEL PROGETTO PIATTAFORMA AEREA CINGOLATA CON MOTORE A BENZINA La Piattaforma di Lavoro Elevabile a braccio articolato e traslazione su cingoli

Dettagli

Carrelli Elevatori Elettrici 1.0-1.5 t

Carrelli Elevatori Elettrici 1.0-1.5 t Carrelli Elevatori Elettrici 1.0-1.5 t www.toyota-forklifts.it Carrelli Elevatori Elettrici 1.0 t Caratteristiche tecniche principali 7FBEST10 1.1 Costruttore TOYOTA 1.2 Modello 7FBEST10 1.3 Alimentazione

Dettagli

Carrelli Elevatori Termici 5.0-8.0 t

Carrelli Elevatori Termici 5.0-8.0 t Carrelli Elevatori Termici 5.0-8.0 t 5FG/5FD www.toyota-forklifts.it Carrelli Elevatori Termici 5.0-6.0 t Caratteristiche tecniche principali 5FG50 5FG60 50-5FD60 1.1 Costruttore Toyota Toyota Toyota 1.2

Dettagli

JCB MINI ESCAVATORI 8040 & 8045 ZTS

JCB MINI ESCAVATORI 8040 & 8045 ZTS PESO OPERATIVO: POTENZA MASSIMA: 4300 4750 kg 34,1 kw H E I F K C J A B D G L JCB MINI ESCAVATORI 8040 & 8045 ZTS A Interasse ruote 1845 1990 B Lunghezza totale carro 2385 2530 C Luce libera supporto escavatore

Dettagli

Cippatori a tamburo Serie PTH

Cippatori a tamburo Serie PTH PTH 400 9, Envie (CN) 77 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Cippatori a tamburo Serie PTH Ottima qualità del cippato da qualsiasi tipo di legno GREENLINE PTH 300 PTH 400 PTH 400

Dettagli

Movimentazione Air Containers

Movimentazione Air Containers Movimentazione Air Containers Sistemi per la movimentazione dei cargo Air Containers FBA srl Pagina 1 Via dell industria, 10 27020 Torre D Isola Pavia (Italy) Tel. +39.0382.930299 / +39.0382.1855312 -

Dettagli

Elevatore elettrico trilaterale / con sedile trasversale (1000 1500 kg)

Elevatore elettrico trilaterale / con sedile trasversale (1000 1500 kg) Elevata flessibilità: costruzione modulare e gestione intelligente del carrello Tecnologia trifase da 80 Volt: elevata coppia e comportamento dinamico Sistemi di comando e CAN-Bus certificati TÜV Elevata

Dettagli

Potente e flessibile. Elevatore per traslochi Avario. www.boecker-group.com

Potente e flessibile. Elevatore per traslochi Avario. www.boecker-group.com Potente e flessibile Elevatore per traslochi Avario L elevatore per traslochi Böcker Avario Design compatto ed elevate prestazioni L HD Avario della Böcker è un elevatore per mobili all avanguardia, che

Dettagli

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA Apiel produce pallettizzatori cartesiani per soddisfare le più svariate esigenze della clientela. Abbiamo 13 modelli base che possiamo realizzare con caratteristiche diverse

Dettagli

Direttiva per la sicurezza del trasbordo delle merci.

Direttiva per la sicurezza del trasbordo delle merci. Direttiva per la sicurezza del delle merci. La vostra sicurezza è il nostro obiettivo. Note preliminari. 2 Prima di effettuare il delle merci è necessario leggere e applicare la presente direttiva contenente

Dettagli

Apparecchi di sollevamento. Ing. Paolo Magliano

Apparecchi di sollevamento. Ing. Paolo Magliano Apparecchi di sollevamento Ing. Paolo Magliano Gru a torre Definizione La gru a torre è un apparecchio di sollevamento azionato da un proprio motore e costituito da una torre verticale munita nella parte

Dettagli

CARRELLI ELEVATORI TRILATERALI

CARRELLI ELEVATORI TRILATERALI CARRELLI ELEVATORI TRILATERALI Uomo a terra Uomo a bordo (carrello combinato) FEAII - Material Handling (I) -1- CARRELLI ELEVATORI TRILATERALI (vista dall alto) guide a terra FEAII - Material Handling

Dettagli

Corso di LOGISTICA TERRITORIALE DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo

Corso di LOGISTICA TERRITORIALE  DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt2010 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Unità itàdim Movimentazione i 1 Introduzione Le Unità di Movimentazione (UM) che garantiscono lo spostamento

Dettagli

La Piattaforma con piano traslabile

La Piattaforma con piano traslabile Superare con eleganza pochi gradini senza creare ingombro sulla scala dopo l uso. Massima sicurezza e minimo impatto. La Piattaforma con piano traslabile L utile a scomparsa Sistema semplice e sicuro per

Dettagli

Polivalenza senza eguali Il sistema di aggancio rapido ad azionamento idraulico permette la rapida intercambiabilità degli accessori.

Polivalenza senza eguali Il sistema di aggancio rapido ad azionamento idraulico permette la rapida intercambiabilità degli accessori. Velocità oltre 5 km/h La trasmissione idrostatica con pompa a cilindrata variabile che equipaggia i modelli con maggiori prestazioni, assicura il trasferimento veloce su strada. La potenza dove potrebbe

Dettagli

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI

Cabina visibilità totale Modello depositato MAGNI Altezza massima di sollevamento: 25,66 m Sbraccio massimo: 21,90 m Motore: Mercedes 115 Kw - 156 cv Trasmissione idrostatica a controllo elettronico Correttore di livello automatico Stabilizzatori telescopici

Dettagli

Nuova Serie R AVANT R28 AVANT R35 S AUX S AUX AUX

Nuova Serie R AVANT R28 AVANT R35 S AUX S AUX AUX Italiano Serie R Nuova Serie R La nuova Avant serie R è diverso dal disegno Avant tradizionale in termini di sterzo: nella serie R l operatore siede nel telaio posteriore sopra il motore, mentre negli

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2012/13

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2012/13 Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2012/13 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente: Marino

Dettagli

TRASPORTO ED ACCUMULO DI ELEMENTI

TRASPORTO ED ACCUMULO DI ELEMENTI TRASPORTO ED ACCUMULO DI ELEMENTI CONTENUTO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali 4 3. Classificazione del prodotto 5 4. Power&Free 6 4.1. Specifiche tecniche 7 4.2. Dimensioni 8 4.1. Galleria

Dettagli

Il veicolo commerciale del 21 secolo

Il veicolo commerciale del 21 secolo Il veicolo commerciale del 21 secolo V E I C O L I C O M M E R C I A L I R E S P O N S A B I L I D I S T R I B U T O R E P E R L I T A L I A w w w. g r u p p o m o v i n c a r. c o m P U L I Z I A G I

Dettagli

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E U R B A N A

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E U R B A N A 5000-200 HYDRO Il concetto Le lavastrade Dulevo 200 e 5000 Hydro sono state progettate per la pulizia ad alta pressione e la sanificazione delle aree urbane, ma si adattano senza problemi anche ad aree

Dettagli

Focus macchina. di Ettore Zanatta. La piattaforma aerea autolivellante Snorkel SL 30 SL

Focus macchina. di Ettore Zanatta. La piattaforma aerea autolivellante Snorkel SL 30 SL Focus macchina di Ettore Zanatta La piattaforma aerea autolivellante Snorkel SL 30 SL La piattaforma aerea autolivellante Snorkel SL 30 SL Focus macchina La nascita della società Snorkel risale al 1958.

Dettagli

Intermodalità e Interporti.

Intermodalità e Interporti. Intermodalità e Interporti. INTERMODALITA - TERMINOLOGIA Innanzitutto, occorre fare chiarezza su quella che è la terminologia di riferimento. La conferenza dei ministri dei trasporti dei paesi europei

Dettagli

Macchine per la movimentazione di carichi pesanti

Macchine per la movimentazione di carichi pesanti Serie MHT Macchine per la movimentazione di carichi pesanti 5 modelli in grado di sollevare da 5 a 16 tonnellate L esperienza consolidata nella progettazione di macchine per la movimentazione fuoristrada

Dettagli

1.5-3.5t Serie V - Carrello Elettrico a quattro ruote

1.5-3.5t Serie V - Carrello Elettrico a quattro ruote 1.5-3.5t Serie V - Carrello Elettrico a quattro ruote Caratteristiche Motore 1. Massima forza di trazione e dinamicità di guida, anche su superfici irregolari o rampe. 2. Motore AC altamente efficiente,

Dettagli

VS.2 Gamma Tagliamiscelatori Trainati

VS.2 Gamma Tagliamiscelatori Trainati VS.2 Gamma Tagliamiscelatori Trainati TECNOLOGIA VERTICALE MONOCOCLEA E BICOCLEA Sgariboldi ha sviluppato la nuova serie di tagliamiscelatori verticali, ideali per la sfaldatura rapida di balle di foraggio

Dettagli

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA

PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA PALLETTIZZAZATORI E FINE LINEA Solaut produce pallettizzatori cartesiani per soddisfare le più svariate esigenze della clientela. Abbiamo 13 modelli base che possiamo realizzare con caratteristiche diverse

Dettagli

Compatto ed affidabile. Elevatore per traslochi Junior. www.boecker-group.com

Compatto ed affidabile. Elevatore per traslochi Junior. www.boecker-group.com Compatto ed affidabile Elevatore per traslochi Junior L elevatore per traslochi Junior della Böcker Alte prestazioni e minimo ingombro Al giorno d oggi, i moderni centri delle città dispongono spesso di

Dettagli

LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. Oggetto: BOX DOCCIA. PRODOTTO DA IMBALLARE: DIMENSIONI PRODOTTO:

LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. Oggetto: BOX DOCCIA. PRODOTTO DA IMBALLARE: DIMENSIONI PRODOTTO: Oggetto: LPRE1405-8A LINEA DI IMBALLAGGIO AUTOMATICO CON CARTONE A MODULO CONTINUO. PRODOTTO DA IMBALLARE: BOX DOCCIA. DIMENSIONI PRODOTTO: LUNGHEZZA (X) MIN. 800 MM MAX. 2200 MM LARGHEZZA (Y) MIN. 240

Dettagli

Impianti a disco con spaccalegna integrato

Impianti a disco con spaccalegna integrato 89, Envie (CN) 077 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Impianti a disco con spaccalegna integrato Macchine professionali per la produzione di legna da ardere REDLINE TLC 1000 1100

Dettagli

Sistema di gestione dei vuoti Contenitore collettivo (SB)

Sistema di gestione dei vuoti Contenitore collettivo (SB) Sistema di gestione dei vuoti Contenitore collettivo (SB) Il contenitore collettivo (SB) è l ideale per il trasporto dei contenitori per lettere. Di seguito trovate i dettagli relativi al contenitore collettivo

Dettagli

Macchine ad alta produttività

Macchine ad alta produttività BOIS FACTORY 89, Envie (CN) 077 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Macchine ad alta produttività Macchine professionali per la produzione di legna da ardere REDLINE BOIS FACTORY

Dettagli

Carrelli elevatori termici, con pneumatici 4.0-5.0 tonnellate

Carrelli elevatori termici, con pneumatici 4.0-5.0 tonnellate Carrelli elevatori termici, con pneumatici 4.0-5.0 tonnellate FD/FG40K FD/FG40KL FD/FG45K FD/FG50K 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6 1.8 1.9 2.1 2.2 2.3 3.1 3.2 3.3 3.5 3.6 3.7 4.1 4.2 4.3 4.4 4.5 4.7 4.8 4.12 4.19

Dettagli

Liebherr-Tecnica all avanguardia. Gru per l energia eolica

Liebherr-Tecnica all avanguardia. Gru per l energia eolica Liebherr-Tecnica all avanguardia Gru per l energia eolica 5 concetti per l energia eolica Liebherr offre tipologie di gru adatte alle svariate situazioni e alle particolari esigenze che possono presentarsi

Dettagli

TRASPORTO INTERMODALE MERCI

TRASPORTO INTERMODALE MERCI TRASPORTO INTERMODALE MERCI Cos èl intermodalità È un SERVIZIO reso attraverso l integrazione fra diverse modalità che induce a considerare il trasporto medesimo non più come somma di attività distinte

Dettagli

Mezzi di trasporto interni

Mezzi di trasporto interni Mezzi di trasporto interni Trasporti interni 1 Paranchi e argani Realizzano un trasporto: intermittente; vincolato ad un area operativa; verticale (paranchi e argani fissi); verticale e orizzontale (paranchi

Dettagli

PALETTIZZAZATORI E FINE LINEA

PALETTIZZAZATORI E FINE LINEA PALLETTIZZATORI PALETTIZZAZATORI E FINE LINEA Apiel produce pallettizzatori cartesiani per soddisfare le più svariate esigenze della clientela. Abbiamo 13 modelli base che possiamo realizzare con caratteristiche

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO FS 08 1S E un sollevatore manuale uso gancio per operatori professionali del settore ferroviario. Consente il sollevamento di attrezzature ferroviarie dopo essere stato assemblato nei 3 moduli che lo compongono

Dettagli

Carrelli Elevatori Elettrici 1.5-2.0 t

Carrelli Elevatori Elettrici 1.5-2.0 t Carrelli Elevatori Elettrici 1.5-2.0 t 3 ruote www.toyota-forklifts.it Carrelli Elevatori Elettrici 1.5-1.6 t Caratteristiche tecniche principali 8FBE15T 8FBEK16T 8FBE16T 1.1 Costruttore TOYOTA TOYOTA

Dettagli

[blockquote]carrello Laterale Multidirezionale Compatto [/blockquote] Portata nominale da 1500 a 3000 kg

[blockquote]carrello Laterale Multidirezionale Compatto [/blockquote] Portata nominale da 1500 a 3000 kg [blockquote]carrello Laterale Multidirezionale Compatto [/blockquote] Portata nominale da 1500 a 3000 kg [span class=note]caratteristiche[/span] La serie 2120 è un carrello laterale con sterzo multidirezionale,

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

ContainersDNV Progettati per la sicurezza dell utente, disegnati e costruiti per la soddisfazione dell utente

ContainersDNV Progettati per la sicurezza dell utente, disegnati e costruiti per la soddisfazione dell utente Standard, speciali e refrigerati ContainersDNV Progettati per la sicurezza dell utente, disegnati e costruiti per la soddisfazione dell utente Per qualsiasi dettaglio sui nostri magazzini di nuova generazione

Dettagli

KOMSA - LINEA 3 BLINDOTUBO 920/1500. Sistemi di aspirazione gas di scarico. Alta efficienza di aspirazione. Facile da usare.

KOMSA - LINEA 3 BLINDOTUBO 920/1500. Sistemi di aspirazione gas di scarico. Alta efficienza di aspirazione. Facile da usare. BLINDOTUBO 920/1500 SISTEMA QUALITA ISO 9001 SISTEMA AMBIENTALE ISO 14001 Alta efficienza di aspirazione Facile da usare Design moderno Aspirazione gas di scarico di veicoli in sosta (furgoni, TIR) Aspirazione

Dettagli

CLASSIFICAZIONE E TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO COLLETTIVO URBANO PARTE A

CLASSIFICAZIONE E TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO COLLETTIVO URBANO PARTE A Facoltà di Ingegneria - Università di Pisa Anno Accademico: 2012/13 CORSO DI TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI Docente: Marino Lupi CLASSIFICAZIONE E TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO COLLETTIVO URBANO

Dettagli

I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul monitoraggio degli incidenti

I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul monitoraggio degli incidenti AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 I principali rischi di utilizzo di una piattaforma aerea e il Rapporto IPAF sul

Dettagli

Scegliete il giusto dispositivo

Scegliete il giusto dispositivo Sistemi per la movimentazione del vetro piano e delle lastre di vetro Dispositivi di movimentazione razionali per tutti i settori della lavorazione del vetro piano e delle lastre di vetro handling systems

Dettagli

Attrezzature carrelli Elevatori

Attrezzature carrelli Elevatori Attrezzature carrelli Elevatori Forklift Attachments La colorazione delle attrezzature è puramente dimostrativa INDICE 2016-2017 Model Pag. Model Pag. Informazioni generali 2 02 Braccio a gru fi sso a

Dettagli

Il carrello saliscale per i professionisti. I problemi di trasporto su scale risolti in modo intelligente. www.aat-online.de

Il carrello saliscale per i professionisti. I problemi di trasporto su scale risolti in modo intelligente. www.aat-online.de Il carrello saliscale per i professionisti C I problemi di trasporto su scale risolti in modo intelligente www.aat-online.de Il superamento delle scale è cosa difficile e faticosa quando si tratta di movimentare

Dettagli

Specifica Tecnica ST 09-00 CARRI TIPO 130 / 132 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA. Carro tipo 130 / 132

Specifica Tecnica ST 09-00 CARRI TIPO 130 / 132 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA. Carro tipo 130 / 132 pag. 1/28 SOMMARIO Carro tipo 130 / 132 1.0 - INFORMAZIONI GENERALI... 2 1.1 - Descrizione del prodotto... 2 1.2 - Caratteristiche tecniche del prodotto... 4 1.2.1 - Dimensioni... 4 1.2.2 - Carichi...

Dettagli

BRACCI DI FERRO. Veicoli e attrezzature per l edilizia tornano a crescere, come dimostra il Gis di Piacenza. Dove guadagna spazio l intermodale

BRACCI DI FERRO. Veicoli e attrezzature per l edilizia tornano a crescere, come dimostra il Gis di Piacenza. Dove guadagna spazio l intermodale TRUCK&NEWS BRACCI DI FERRO Veicoli e attrezzature per l edilizia tornano a crescere, come dimostra il Gis di Piacenza. Dove guadagna spazio l intermodale di Massimo Lanari U n esposizione in crescita.

Dettagli

Carrelli Elevatori Elettrici 2.0-5.0 ton

Carrelli Elevatori Elettrici 2.0-5.0 ton Carrelli Elevatori Elettrici 2.0-5.0 ton www.toyota-forklifts.it Carrelli Elevatori Elettrici 2.0-2.5 ton Caratteristiche tecniche principali 8FBMKT20 8FBMKT25 8FBMT25 Caratteristiche Pesi Ruote Dimensioni

Dettagli

Formazione addetti carrelli senza conducente e commissionatori. A cura di Lucio Fattori Ingegnere civile, RSPP e consulente

Formazione addetti carrelli senza conducente e commissionatori. A cura di Lucio Fattori Ingegnere civile, RSPP e consulente Formazione addetti carrelli senza conducente e commissionatori A cura di Lucio Fattori Ingegnere civile, RSPP e consulente (estratto dalla Rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro 1/2014) Sulla Rivista

Dettagli

EXU-S Dati tecnici. Transpallet elettrico con piattaforma e operatore in piedi. EXU-S 22 EXU-S 24

EXU-S Dati tecnici. Transpallet elettrico con piattaforma e operatore in piedi. EXU-S 22 EXU-S 24 @ EXU-S Dati tecnici. Transpallet elettrico con piattaforma e operatore in piedi. EXU-S 22 EXU-S 24 2 EXU-S Dati tecnici Secondo le linee guida VDI 2198 resp. 3597, questa spedifica vale esclusivamente

Dettagli

PRODOTTI PER IL MERCATO ITALIANO

PRODOTTI PER IL MERCATO ITALIANO PROFILO AZIENDALE La ditta CePLuS Steuerungstechnik GmbH è stata fondata come società innovativa nel 1990. Sviluppa, produce e fornisce in tutto il mondo sistemi anti-oscillazione per tutti i tipi di gru.

Dettagli

«Da un mezzo all'altro»

«Da un mezzo all'altro» «Da un mezzo all'altro» Meeting informativo «Ferrovia & Trasbordo» Francesco Meroni, Cadenazzo 25 settembre 2013 1 SBB Cargo punta su una strategia a 3 pilastri. Transito (SBB Cargo International) Affermare

Dettagli

Dati tecnici RX 60. Carrello elevatore elettrico. RX 60-16 RX 60-18 RX 60-20

Dati tecnici RX 60. Carrello elevatore elettrico. RX 60-16 RX 60-18 RX 60-20 @ Dati tecnici RX 60. Carrello elevatore elettrico. RX 60-16 RX 60-18 RX 60-20 2 Dati tecnici RX 60. Questa scheda tecnica indica soltanto i valori tecnici del carrello elevatore standard secondo la norma

Dettagli

GS BASIC GS PRO GS SPECIAL GS PREMIUM

GS BASIC GS PRO GS SPECIAL GS PREMIUM 14 CARRELLI MANUALI La gamma dei carrelli manuali Lifter, interamente prodotti in Italia, offre una serie completa di strumenti ideali per la movimentazione di pallet di ogni dimensione. Si tratta di prodotti

Dettagli

Allestimenti veicoli commerciali. Catalogo n ii S05 00

Allestimenti veicoli commerciali. Catalogo n ii S05 00 Allestimenti veicoli commerciali Catalogo n ii S05 00 Indice pag. 4-5 L AZIENDA pag. 6-7 UNA GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI pag. 8-9 STRATEGICAMENTE FORTI pag. 10-27 LINEA FAST. Ottimizzazione dello spazio

Dettagli

EKS 210/EKS 312. Commissionatore verticale (1000 kg/1200 kg) Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo

EKS 210/EKS 312. Commissionatore verticale (1000 kg/1200 kg) Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo Duplice recupero di energia e gestione energetica efficiente Elevata flessibilità grazie alla struttura modulare

Dettagli

@ FM-X Dati Tecnici Carrello retrattile con guidatore seduto FM-X 10 FM-X 12 FM-X 14 FM-X 17 FM-X 20 FM-X 22 FM-X 25

@ FM-X Dati Tecnici Carrello retrattile con guidatore seduto FM-X 10 FM-X 12 FM-X 14 FM-X 17 FM-X 20 FM-X 22 FM-X 25 @ FM-X Dati Tecnici Carrello retrattile con guidatore seduto FM-X 10 FM-X 12 FM-X 14 FM-X 17 FM-X 20 FM-X 22 FM-X 25 Precisione ai massimi livelli Questa scheda tecnica, conforme alle linee guida VDI 2198,

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNO Modello DUO BOX Mod. C 02 C 04

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNO Modello DUO BOX Mod. C 02 C 04 DESCRIZIONE IMPIANTO DUO BOX Mod. C 02 Sollevatore per auto e sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con due piattaforme singole sovrapposte idonee

Dettagli