Lavoratori italiani all estero: procedura e trattamento contributivo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoratori italiani all estero: procedura e trattamento contributivo"

Transcript

1 DOSSIER on line LAVORO Lavoratori italiani all estero: procedura e trattamento contributivo A Cura Di Gabriele Bonati Consulente Aziendale MG Consulting Dossier on line in esclusiva per il Centro di Formazione de Il Sole 24 ORE. Il Sole 24 ORE S.p.A. Tutti i diritti riservati Ottobre 2001

2 2 CARATTERISTICHE Il Dossier on Line è una monografia di approfondimento in formato.pdf di 33 pagine. Per visualizzare il Dossier On Line acquistato è necessario collegarsi al sito digitare ID e password personali e consultare la sezione "La mia Scrivania". La redazione del Centro di Formazione è a disposizione per garantire il corretto utilizzo degli strumenti a disposizione ed il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati. COORDINAMENTO DIDATTICO Per informazioni sui contenuti e sulle modalità di fruizione contattare Cristiana Battiston, tel. 02/ ; INFORMAZIONI Il prezzo del Dossier On Line è di 30 (L ) + 20% IVA L'acquisto può essere effettuato: On line: accedendo all indirizzo (Sezione Biblioteca) A mezzo fax: 02/ , inviando al Servizio Clienti la scheda di acquisto di seguito riportata (indicando il titolo e il codice OA1399) con successivo invio della scheda di acquisto MODALITA DI PAGAMENTO Per gli acquisti effettuati on line, il pagamento potrà avvenire con Carta di Credito o Bonifico Bancario Per gli acquisti effettuati off line, la quota deve essere versata effettuando il pagamento con: assegno bancario o circolare intestato a: Il Sole 24 ORE S.p.A. - P.IVA da inviare a: Il Sole 24 ORE Centro di Formazione, Via Brisa 3, Milano bonifico bancario, indicando la sigla OA1399, da effettuarsi sul C/c3597/92 della Banca Popolare di Lodi Ag.Sede di Milano Piazza Mercanti Milano. - Cod. AB05164 Cod. CAB CIN Q. Servizio Clienti: tel Lavoratori italiani all'estero: procedura e trattamento contributivo

3 3 CONTENUTI 1. Modalità contrattuali e classificazione dei paesi stranieri Il Trattato di Schengen Paesi dell Unione Europea Paesi extra Unione Europea Il procedimento autorizzativo I paesi stranieri non a rischio Il procedimento La documentazione L assunzione e il trasferimento del lavoratore L infortunio, la malattia e la maternità Infortunio Malattia Maternità Calcolo delle prestazioni Cittadini dell Unione Europea Paesi extra unione europea convenzionati Convenzioni totali Convenzioni parziali La trasferta Indennità Obbligo di informare il lavoratore La base imponibile contributiva Lavoro all estero e premio Inail integrativo L ammontare del contributo integrativo I datori di lavoro interessati Conclusioni...22

4 4 9. Fac simile di domanda di autorizzazione all assunzione e al trasferimento di lavoratori italiani in Paesi extracomunitari (In bollo) Fac simile di comunicazione di avvenuta assunzione e/o trasferimento di lavoratori italiani in Paesi extracomunitari (In bollo) Legge 398/97 Elenco A e B Il profilo del Docente...33

5 5 ABSTRACT 1. Modalità contrattuali e classificazione dei paesi stranieri Gli adempimenti che i datori di lavoro devono espletare per l invio all estero di lavoratori italiani sono differenziati in relazione alla modalità contrattuale utilizzata e al paese straniero di destinazione. L invio all estero può essere attivato con una delle seguenti forme di rapporto: Trasferta: temporaneo mutamento del luogo di lavoro con previsione certa di rientro nella normale sede di lavoro (continuano ad applicarsi normativa e contrattazione collettiva italiana); Distacco: mutamento del luogo di lavoro con sospensione temporanea delle norme contrattuali e di legge del contratto originario di assunzione con stipula di un contratto estero che regola il rapporto di distacco; Trasferimento: mutamento definitivo del luogo di lavoro con stipula di un contratto estero che regola il nuovo rapporto. Reclutamento: assunzione per la sola attività da svolgere all'estero TRASFERTA DISTACCO TRASFERIMENTO Temporaneo mutamento del luogo di lavoro Mutamento del luogo di lavoro con sospensione temporanea delle norme contrattuali e di legge del contratto originario Mutamento definitivo del luogo di lavoro e delle norme contrattuali e di legge che regolano il contratto originario Reclutamento Assunzione per la sola attività da svolgere all'estero

6 6 I paesi stranieri, in funzione degli adempimenti in capo al datore di lavoro e ai lavoratori, possono essere così classificati: Classificazione Elenco dei Paesi Paesi dell Unione europea Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna e Svezia Paesi extra Unione europea: 1) Aderenti all Accordo sullo Spazio Islanda, Liechtenstein e Norvegia economico europeo (si applicano i regolamenti U.E. di sicurezza sociale, v. circ. INPS n. 114, ) 2) Convenzione europea Turchia 3) Convenzionati (con i quali vigono accordi bilaterali anche parziali) (*) Argentina, Australia, Brasile, Canada e Quebec, Capoverde, Croazia., Israele, Jersey e altre isole del canale; Jugoslavia, Monaco Principato, San Marino, Slovenia, Stati Uniti d America, Svizzera, Tunisia, Uruguay e Venezuela Rimanenti 4) Non convenzionati (*) Tutte le convenzioni, esclusa quella con Israele, non prevedono l applicazione di CIG e GESCAL (contributo soppresso dal ). Le convenzioni con Australia e Messico non prevedono il distacco.

7 Trattato di Schengen Sono Stati contraenti della Convenzione di Schengen: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna e Svezia (13 stati sono anche membri dell U.E.). La convenzione è al momento applicata solo da otto paesi: Italia, Francia, Germania, Spagna, Portogallo. Belgio, Olanda, Lussemburgo, Grecia e Spagna. Obiettivo primario del trattato è quello di abbattere le frontiere tra gli stati contraenti al fine di permettere la libera circolazione delle persone e delle cose all interno dei territori degli stati contraenti (circ. Min. Lav. 142/97) Paesi dell Unione Europea Per l assunzione, il distacco o il trasferimento di personale italiano da occupare in paesi appartenenti all Unione Europea non è necessaria alcuna autorizzazione da parte del Ministero del lavoro. Per le copertura assicurative si dovrà fare riferimento ai regolamenti CEE (ora U.E.). Per la tassazione delle retribuzioni occorre fare riferimento al DPR 917/86 e successive modificazioni e integrazioni e alle singole convenzioni per evitare le doppie imposizioni. Più facile è la circolazione tra i paesi aderenti all accordo di Schengen Paesi extra unione europea A seguito dell intervento della Corte Costituzionale (sentenza 369/85), che ha dichiarato illegittime le disposizioni relative alle assicurazioni obbligatorie nelle

8 8 parti in cui non prevedevano l estensione della relativa copertura anche ai lavoratori italiani operanti all estero, il legislatore ha provveduto a regolamentare tale materia con il D.L. 317/87, convertito, con modificazioni dalla L. 398/87. Tale disposizione (art. 2) ha altresì introdotto l obbligo (dettando le relative procedure) di richiedere un autorizzazione ministeriale preventiva per poter assumere lavoratori italiani da impiegare o trasferire all estero in paesi extra Unione Europea, a prescindere che, ai fini delle assicurazioni sociali, siano in vigore accordi bilaterali di sicurezza sociale. Il procedimento autorizzativo è stato modificato e semplificato dal DPR 346/94 a sua volta modificato dal DPR 247/ Il procedimento autorizzativo Il D.P.R. 19 giugno 1997, n. 247 (G.U. n. 176, ) ha ripristinato, con decorrenza 14 agosto 1997, apportando sostanziali modifiche, l efficacia del regolamento (modificativo dell art. 2 della L. 398/87) recante semplificazione del procedimento di autorizzazione all assunzione o al trasferimento in paesi non aderenti all Unione Europea di lavoratori italiani, introdotto dal D.P.R. 346/94, la cui operatività era stata sospesa, da ultimo, dall art. 9-bis, c. 13, del D.L. 510/96 (L. 608/96) I paesi stranieri non a rischio La prima semplificazione riguarda l individuazione dei paesi stranieri che non comportano particolari rischi al fine di accelerare l iter autorizzativo. Il Ministero degli affari esteri, è infatti tenuto ad accertare, ogni anno, le condizioni generali in ordine alle situazioni politiche, sociali e sanitarie dei singoli paesi stranieri (extra U.E.) e a formulare un elenco degli stati cosiddetti non a

9 9 rischio per i quali non occorre il suo parere preventivo, e lo trasmette al Ministero del lavoro. L elenco, oltre che alla scadenza annuale, sarà aggiornato ogni qual volta intervengano modifiche alle predette situazioni locali. Il parere del Ministero degli esteri, ai fini dell autorizzazione, si rende invece necessario e obbligatorio per tutti paesi esclusi dall elenco Il procedimento I datori di lavoro, che intendono assumere lavoratori italiani da impiegare o da trasferire all estero in paesi extra Unione Europea (a prescindere come già detto, dal fatto che con gli stessi siano in vigore accordi bilaterali di sicurezza sociale), sono tenuti a presentare domanda (in bollo - secondo il facsimile predisposto dal ministero) al Ministero del I soggetti obbligati a richiedere l autorizzazione: datori di lavoro residenti, domiciliati e aventi la propria sede, anche secondaria, nel territorio nazionale; società costituite all estero con partecipazione italiana di controllo ai sensi dell art. 2359, primo comma, del codice civile; società costituite all estero, in cui persone fisiche e giuridiche di nazionalità italiana partecipano direttamente, o a mezzo di società da esse controllate, in misura complessivamente superiore ad un quinto del capitale sociale; datori di lavoro stranieri. lavoro, divisione competente della Direzione generale per l impiego, corredata della necessaria documentazione (allegato 2). Copia della sola istanza (quindi senza gli allegati) dovrà essere trasmessa anche al Ministero degli affari esteri: - divisione I paesi europei; - divisione II paesi dell Africa e dell Asia; - divisione III paesi dell America e Oceania. Un ulteriore copia della domanda, a norma del D.M. 16 agosto 1988, dovrà essere inviata alla Direzione Regionale del lavoro territorialmente competente, con riferimento alla sede del richiedente. Per i datori di lavoro residenti all estero, la richiesta può essere inoltrata all Ufficio consolare competente, ovvero direttamente al Ministero del lavoro tramite corrispondenti,

10 10 residenti in Italia, ai quali è stato conferito il mandato (da essi accettato) per l espletamento degli obblighi previsti dalla legge n. 398/1987 e successive modificazioni. Il Ministero degli affari esteri, per i paesi cosiddetti a rischio deve rilasciare il proprio parere al Ministero del lavoro entro 45 giorni dalla data di ricevimento della copia dell istanza da parte del competente ufficio della Direzione generale dell emigrazione e degli affari sociali. Ove, nei dieci giorni successivi alla fine del citato periodo di 45 giorni (complessivamente, quindi 55 giorni), il Ministero del lavoro non riceva il prescritto parere, questo si considera acquisito favorevolmente. Il Ministero del lavoro rilascia, all azienda richiedente (l esito è altresì contestualmente reso noto al Ministero degli esteri e alla Direzione regionale del lavoro competente), l autorizzazione entro 75 giorni, elevati a 90 se la richiesta è presentata all estero. Decorsi inutilmente i termini l autorizzazione si intende concessa. I predetti termini decorrono: a) dalla data di ricevimento della richiesta dell azienda; b) dalla data di ricevimento della domanda regolarizzata o completata, nel caso in cui si sia resa necessaria una modifica o un integrazione della documentazione. Il Ministero del lavoro ha tempo 60 giorni, dalla data di ricevimento della domanda, per richiedere le citate integrazioni; c) dalla data di ricevimento, del parere del Ministero degli affari esteri, nel caso in cui il paese straniero di destinazione dei lavoratori italiani sia escluso dall elenco degli Stati non a rischio. L'autorizzazione ha validità 6 mesi La documentazione La documentazione standard da allegare alla domanda indirizzata al Ministero del lavoro dovrà essere rideterminata, nell'ottica della semplificazione (art. 3, DPR

11 11 346/94), con apposito decreto ministeriale (il cui termine di emanazione è, peraltro, scaduto il 28 settembre 1997). Nel frattempo si continuerà a fare riferimento al D.M. 16 agosto 1988 (G.U. 224/88), ciò significa che la domanda dovrà essere corredata: - dal certificato di iscrizione alla Camera di commercio o del registro delle società di data non anteriore ad un mese, e, per le Organizzazioni nazionali non governative, del certificato di idoneità di cui agli artt. 28 e 29 della legge 26 febbraio 1987, n. 49; - dalla documentazione relativa al conferimento del mandato ad una persona fisica o giuridica residente in Italia e della corrispondente accettazione del mandatario con obbligazione solidale per l adempimento di tutti gli obblighi di cui alla legge n. 398/1987; il conferimento e l accettazione del mandato devono risultare da atto pubblico; qualora la domanda sia presentata direttamente, essa va corredata di documentazione equipollente, tradotta in lingua italiana e autenticata dalle Autorità consolari italiane; - dalla copia del contratto di appalto (qualora l attività da svolgere non sia oggetto di un tale tipo di contratto, occorre specificare la fattispecie contrattuale o il titolo giuridico inerente all esercizio dell attività medesima); per quanto riguarda le associazioni italiane non governative, una dichiarazione corrispondente rilasciata dal Ministero degli affari esteri; - dal contratto di lavoro. Nell ipotesi prevista dalll art. 2, comma 6, della L. 398/87 (contratto tipo) deve invece essere esplicitato l obbligo a conformarsi al contratto tipo stipulato e disposto, o al quale si dichiari di aderire; - da una apposita relazione, nei casi di assunzione e/o trasferimento effettuato senza preventiva autorizzazione (art. 2, c. 6, L. 398/87), dalla quale si rilevino le condizioni eccezionali di necessità ed urgenza richieste dalla disposizione citata, nonché l assunzione degli obblighi nei confronti dei lavoratori, nominativamente indicati, con riferimento ai livelli ed ai trattamenti

12 12 economico-normativi ed in applicazione della citata legge n. 398/1987. La domanda di autorizzazione deve altresì contenere l indicazione: della persona fisica o giuridica per la quale ricorre l obbligo della prescritta autorizzazione a norma del DPR 346/94; della consistenza numerica dei lavoratori interessati con i corrispondenti livelli e trattamenti economico-normativi; della località dove questi ultimi vengono inviati, comunicando l eventuale programmazione delle assunzioni e/o dei trasferimenti; dell impegno ad adempiere gli obblighi derivanti ai soggetti richiedenti, a norma dell art. 2. In particolare, qualora si verta nell ipotesi di cui all art. 2, comma quarto, lettera a), ove il contratto prevede espressamente la possibilità, dopo il trasferimento all estero, che il lavoratore assunto sia destinato a prestare la propria attività presso consociate estere, il datore di lavoro deve obbligarsi a garantire le condizioni di lavoro previste da tali trattamenti.

13 13 Nome Funzione Società P.IVA o C.F. SCHEDA DI ACQUISTO Lavoratori italiani all estero: procedura e trattamento contributivo (Cod. OA1399) Cognome Settore di attività Fatturato Fino a 2 mld da 3 a 5 mld da 6 a 10 mld Indirizzo Cap. Tel. (campo obbligatorio) Firma da 11 a 50 mld da 50 a 100 mld oltre 100 mld Città Prov. Fax. Timbro L acquisto si intende perfezionato al momento del ricevimento da parte del Centro di Formazione de Il Sole 24 ORE della presente cedola compilata in tutte le sue parti e sottoscritta per accettazione. Modalità di pagamento: Bonifico Bancario Assegno bancario Assegno circolare L acquisto del prodotto dà diritto a ricevere offerte di prodotti e servizi de Il Sole 24 ORE S.p.A.. Se non desidera riceverle, barri la casella qui accanto Legge n. 675/96 - Tutela della privacy I suoi dati sono trattati in forma automatizzata al solo fine di prestare il servizio in oggetto, che comprende, a sua discrezione, l offerta di prodotti e servizi de Il Sole 24 ORE S.p.A., con modalità strettamente necessarie a tale scopo. Il conferimento di dati è facoltativo: in mancanza tuttavia, non potremo dar corso al servizio. I suoi dati non saranno divulgati. Titolare del trattamento è Il Sole 24 ORE S.p.A., in Via Lomazzo 52, Milano. Responsabile del trattamento dei dati personali è la società Simad S.r.l., con sede in Treviglio (Bg), Via Casnida 22. Potrà esercitare i diritti di cui all articolo 13 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc.), rivolgendosi a Il Sole 24 ORE S.p.A. o direttamente al sopraindicato Responsabile del trattamento dei dati personali. I

Il codice doganale comunitario: le principali problematiche fiscali

Il codice doganale comunitario: le principali problematiche fiscali Il codice doganale comunitario: le principali problematiche fiscali www.24oreformazione.com Lo scambio di beni con Paesi terzi comporta la conoscenza delle disposizioni doganali esistenti sul territorio

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Web Advertising Strumenti e strategie

Web Advertising Strumenti e strategie Web Advertising Strumenti e strategie www.24oreformazione.com Il Dossier Web Advertising: strumenti e strategie, costituisce un utile strumento a supporto dell attività di chi, operando in area Marketing

Dettagli

03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI

03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI 03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI 3.1 PAESI CONVENZIONATI Sono i paesi con i quali sono stati stipulati accordi di sicurezza sociale che si richiamano essenzialmente ai principi della reciprocità di trattamento,

Dettagli

Gestire l'ufficio stampa

Gestire l'ufficio stampa Gestire l'ufficio stampa Obiettivo del corso on line è analizzare gli strumenti e le tecniche più innovative per migliorare l'efficienza e l'efficacia delle attività dell'ufficio Stampa. Dopo una panoramica

Dettagli

Non solo trading on line

Non solo trading on line Non solo trading on line Sintesi e qualità sono le linee guida del corso on line, che introduce il tema del trading sfruttando l'alta qualità dei contenuti e la predisposizione alla sintesi del mondo web.

Dettagli

Circolare N.127 del 14 Settembre 2012. Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012

Circolare N.127 del 14 Settembre 2012. Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012 Circolare N.127 del 14 Settembre 2012 Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012 Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012 (nota Min. Lavoro n. 11377

Dettagli

Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012. (nota Min. Lavoro n. 11377 del 03.08.2012)

Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012. (nota Min. Lavoro n. 11377 del 03.08.2012) CIRCOLARE A.F. N. 127 del 14 Settembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Per l invio di lavoratori all estero nullaosta online dal 15.09.2012 (nota Min. Lavoro n. 11377 del 03.08.2012) Premessa Il Ministero

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

02 PAESI CEE. Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro.

02 PAESI CEE. Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro. 02 PAESI CEE 2.1 DISTACCO 2.1.1 Adempimenti Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro. E sufficiente richiedere

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI RESIDENTI ALL ESTERO: Chi utilizza per la pensione periodi di lavoro all estero ha diritto al trattamento minimo se ha i seguenti requisiti:

Dettagli

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE parte riservata: CODICE data Alla Direzione Patrimonio Immobiliare Appalti Ufficio Acquisti richiedente struttura RITENUTE l inserimento Si chiede cortesemente di provvedere

Dettagli

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Pollenzo 20 Aprile 2012 Luca Valdameri Riferimenti normativi Riforma Amato (decreto legislativo 503/1992 e decreto legislativo

Dettagli

DISTACCO DI LAVORATORI TRA IMPRESE

DISTACCO DI LAVORATORI TRA IMPRESE DISTACCO DI LAVORATORI TRA IMPRESE Art.8,comma 3, Legge 236/1993 Art.30 D. Leg.vo 276/2003 Art.7,comma 2,Legge 99/2013 Circolare n.11/1993 Circolare n.4 del 18/1/1994 Circolare n. 58 del 21/4/1994 Circolare

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA:

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA: REGIONE VENETO U.O.C. SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE: DIRETTORE RAG. LUIGI FERRARINI Tel. 0442.632341 Fax 0442.632710 e-mail: conv.med.leg.@aulsslegnago.it ASSISTENZA SANITARIA A PERSONE CHE SI RECANO

Dettagli

Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia. Paesi non convenzionati

Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia. Paesi non convenzionati PAESI IN CONVENZIONE INTERNAZIONALE CON L ITALIA Argentina Australia Brasile Canada Capoverde Croazia Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia Repubblica di San Marino

Dettagli

1 Convenzioni internazionali in materia di doppia imposizione.

1 Convenzioni internazionali in materia di doppia imposizione. DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DIREZIONE CENTRALE FINANZA, CONTABILITA E BILANCIO Roma, 14 settembre 1999 Circolare n. 176 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali,

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze NOTIZIE UTILI PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO E RELATIVA EQUIPOLLENZA. I

Dettagli

Cittadini stranieri e riconoscimento dei titoli di studio e professionali: che fare?

Cittadini stranieri e riconoscimento dei titoli di studio e professionali: che fare? Cittadini stranieri e riconoscimento dei titoli di studio e professionali: che fare? Documentazione e Glossario - 1 - Livello internazionale: I diversi livelli normativi: internazionale, europeo, italiano

Dettagli

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 -

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - Premessa A far data dal 1 maggio 2010 sono entrati

Dettagli

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Questo modulo deve essere compilato in ogni sua parte per permettere all Inps di pagare regolarmente le prestazioni previdenziali e assistenziali che sono

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE www.formazione.ilsole24ore.com A M B I E N T E / D I R I T T O SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE VENEZIA MARGHERA 1, 2 e 7 OTTOBRE 2009 1 OTTOBRE 2009 Il Testo Unico sulla sicurezza del

Dettagli

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale

Dettagli

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma UFFICIO PERSONALE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SEGRETERIA TECNICA DEL DIRETTORE Nota Circolare UPPA n. 33/08, lì 22.05.2008 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Alle Amministrazioni

Dettagli

I riferimenti relativi sono.

I riferimenti relativi sono. Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze NOTIZIE UTILI PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO I requisiti necessari per

Dettagli

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 21éme Colloque Franco Italien ANDRH - AIDP Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 16 Ottobre 2010 Agenda La residenza fiscale italiana le differenze con la Francia e le problematiche relative Il

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

Domande Frequenti Foglio informativo

Domande Frequenti Foglio informativo Domande Frequenti Foglio informativo Informazioni importanti per i pensionati dell Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps) che ricevono il pagamento delle prestazioni pensionistiche all estero

Dettagli

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA (e altri compensi soggetti solo ad INPS)

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA (e altri compensi soggetti solo ad INPS) RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA (e altri compensi soggetti solo ad INPS) N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Marca da bollo Euro 1,81 Al Responsabile del Centro Gestionale Il sottoscritto:

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020

Europrogettazione 2014-2020 Europrogettazione - Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo - 16 e 30 marzo, 13 aprile 2015 Futura Europa - via Pergolesi 8, Milano Futura Europa propone agli enti no-profit e alle

Dettagli

RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO

RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Al Responsabile del Centro Gestionale Marca da bollo Euro 2,00 Il sottoscritto cod. fiscale nato

Dettagli

Speciale. Lavoro all estero. &3 Adempimenti contrattuali. Caso. Pacchetto di assegnazione. Guida alle Paghe 9/2013

Speciale. Lavoro all estero. &3 Adempimenti contrattuali. Caso. Pacchetto di assegnazione. Guida alle Paghe 9/2013 Distacco in Brasile: adempimenti e procedure Maurizio Cicciù - Consulente del lavoro in Roma Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma Caso &3 contrattuali Pacchetto di assegnazione

Dettagli

Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE. Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi

Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE. Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi B. Franklin Il Corso promosso dalla Camera Arbitrale e di

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Comunicazione n. 570 Oggetto: Procedure DURC on line Si forniscono

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri

Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri LucaTavani Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d Anagrafe SOGGETTI

Dettagli

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi n 43 del 16 novembre 2012 circolare n 695 del 15 novembre 2012 referente GRANDI/af INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi L INPS, con circolare n.128 del 2 novembre 2012 (allegata alla

Dettagli

ACCREDITATO PER RSPP, ASPP, DLSPP (VALIDO PER TUTTI I MACROSETTORI ATECO)

ACCREDITATO PER RSPP, ASPP, DLSPP (VALIDO PER TUTTI I MACROSETTORI ATECO) ACCREDITATO PER RSPP, ASPP, DLSPP (VALIDO PER TUTTI I MACROSETTORI ATECO) Corso di aggiornamento per RSPP, ASPP e Datori di Lavoro che assolvono direttamente i compiti del RSPP in ottemperanza ai disposti

Dettagli

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute REGOLAMENTO Fondo mètasalute 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina il funzionamento di mètasalute, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell industria metalmeccanica

Dettagli

DOMANDA LIQUIDAZIONE MISSIONE

DOMANDA LIQUIDAZIONE MISSIONE DOMANDA LIQUIDAZIONE MISSIONE N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Al Responsabile del Centro Gestionale Il sottoscritto qualifica/categoria in servizio presso

Dettagli

www.ilsole24ore.com/formazione IL MANAGER DELLE VENDITE: LE COMPETENZE PER GESTIRE E MOTIVARE LA RETE COMMERCIALE FORMAZIONE MANAGEMENT

www.ilsole24ore.com/formazione IL MANAGER DELLE VENDITE: LE COMPETENZE PER GESTIRE E MOTIVARE LA RETE COMMERCIALE FORMAZIONE MANAGEMENT FORMAZIONE MANAGEMENT www.ilsole24ore.com/formazione IL MANAGER DELLE VENDITE: LE COMPETENZE PER GESTIRE E MOTIVARE LA RETE COMMERCIALE Le evoluzioni nel mondo delle vendite e le competenze manageriali

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020.

Europrogettazione 2014-2020. Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo 2014-2020. 7-21 ottobre, 4 novembre 2013. Futura Europa - Milano, via Pergolesi 8. Futura Europa propone agli enti no-profit e alle pubbliche

Dettagli

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato Roma, 13 febbraio 2015 Alle ASSOCIAZIONI ADERENTI LORO SEDI OGGETTO: NEWSLETTER GIUSLAVORISTICA NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione

Dettagli

Istruzioni per le immatricolazioni e riconoscimento titoli di studio accademici

Istruzioni per le immatricolazioni e riconoscimento titoli di studio accademici - MODALITA IMMATRICOLAZIONE Per conoscere le modalità per l'immatricolazione ai corsi di laurea di cittadini stranieri collegati al sito: http://www.miur.it/0002univer/0023studen/0059studen/0619docume/4794dispos.htm

Dettagli

Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE. Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi

Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE. Un investimento nel campo della conoscenza paga i migliori interessi Corso di Formazione in ARBITRATO E TECNICHE DI GESTIONE DELLE CONTROVERSIE Accreditato: dall'ordine degli Avvocati di Bari dall'ordine dei Dottori Commercialisti di Bari dall'ordine degli Ingegneri di

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 36 del 10 Marzo 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Pensionati all estero: in arrivo il modulo di attestazione dell esistenza in vita da restituire entro il 03.06.2015

Dettagli

1. Iter procedurale per la concessione della CIG in deroga

1. Iter procedurale per la concessione della CIG in deroga ALLEGATO 1 - MODALITÀ APPLICATIVE DELL ACCORDO QUADRO SUGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA IN LOMBARDIA 2011 del 25 FEBBRAIO 2011 (di seguito accordo quadro 2011 ) 1. Iter procedurale per la concessione della

Dettagli

(Sezione da compilare solo in caso di ricorso all istituto dell avvalimento) - Impresa ausiliaria - ovvero

(Sezione da compilare solo in caso di ricorso all istituto dell avvalimento) - Impresa ausiliaria - ovvero ALLEGATO 1 Spett.le Comune di San Mango d Aquino Piazza municipio 88040 San Mango d Aquinoa OGGETTO:PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI NUMERO DUE SCUOLABUS NUOVO DI FABBRICA PER LE SCUOLE

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore Università degli Studi di Perugia DR n. 345 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 10 contributi di mobilità per docenza (Staff mobility for teaching) Programma Erasmus+ A.A.

Dettagli

PROGRAMMA: AUTUNNO 2005. Dott. Roberto Chiumiento esperto tributario inquadramento normativo e profili fiscali

PROGRAMMA: AUTUNNO 2005. Dott. Roberto Chiumiento esperto tributario inquadramento normativo e profili fiscali : AUTUNNO 2005 TEMI: Elementi della retribuzione e trattamento dei fringe benefits Bologna 21 settembre 2005 (14:30 18:00) La gestione degli expatriates Bologna 17 ottobre 2005 (9:30 18:00) I redditi assimilati

Dettagli

Procedure del personale. Distacco all estero: aspetti previdenziali Beniamino Gallo - Funzionario Inps - Direzione metropolitana di Torino

Procedure del personale. Distacco all estero: aspetti previdenziali Beniamino Gallo - Funzionario Inps - Direzione metropolitana di Torino Distacco all estero: aspetti previdenziali Beniamino Gallo - Funzionario Inps - Direzione metropolitana di Torino Quali sono gli adempimenti necessari per il distacco dei lavoratori nella Ue? Qual è la

Dettagli

GUIDA PRATICA AL NUOVO CODICE APPALTI

GUIDA PRATICA AL NUOVO CODICE APPALTI www.formazione.ilsole24ore.com APPALTI GUIDA PRATICA AL NUOVO CODICE APPALTI 3 CORSI DI APPROFONDIMENTO E AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI E AZIENDE MILANO - ROMA NOVEMBRE - DICEMBRE 2009 APPALTI PUBBLICI

Dettagli

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria ALLEGATO 1 SU CARTA INTESTATA DELL AZIENDA MARCA DA BOLLO 16,00 Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria Spett.le Regione Siciliana

Dettagli

Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1

Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1 Roma, 16 gennaio 2001 Alle Aziende Associate Prot. n. 004/01/E.20/E.20.1 Circolare n. 16465 L o r o S e d i OGGETTO: Ccnl 23 maggio 2000 per i dirigenti di aziende industriali. Art. 12. Facciamo seguito

Dettagli

Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani

Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani 5 Parte quinta - Mobilità nei Paesi in cui vigono accordi bilaterali Argentina limitato all assistenza sanitaria per i pensionati

Dettagli

CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO NEL REGISTRO DEI PRATICANTI TENUTO DAL COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AREZZO.

CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO NEL REGISTRO DEI PRATICANTI TENUTO DAL COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AREZZO. AUTOCERTIFICAZIONE BOLLO. 16,00 AL PRESIDENTE DEL COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI AREZZO IL SOTTOSCRITTO COGNOME NOME LUOGO DI NASCITA DATA DI NASCITA CODICE FISCALE N. CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO

Dettagli

CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE. (Modello 976)

CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE. (Modello 976) CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE T.F.M. Ramo 156 RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE (Modello 976) UNIPOL ASSICURAZIONI S.p.A. VITA E PREVIDENZA INTEGRATIVA Liquidazioni Collettive e Rendite Via Stalingrado 45-40128

Dettagli

Art. 1 OGGETTO. Art. 2 SOGGETTI ISCRIVIBILI

Art. 1 OGGETTO. Art. 2 SOGGETTI ISCRIVIBILI REGISTRO PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE: MODALITA PER L ISCRIZIONE, LA CANCELLAZIONE E LA REVISIONE. REGOLAMENTO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO N. DEL Art. 1 Oggetto Art. 2 Soggetti

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio II - Protocollo DG RUERI/ 3998 /I.3.b

Dettagli

www.ilsole24ore.com/formazione WEB USABILITY: DESIGN E SOLUZIONI TECNOLOGICHE TECNOLOGIA E BUSINESS Milano, 7 e 8 giugno 2001

www.ilsole24ore.com/formazione WEB USABILITY: DESIGN E SOLUZIONI TECNOLOGICHE TECNOLOGIA E BUSINESS Milano, 7 e 8 giugno 2001 www.ilsole24ore.com/formazione TECNOLOGIA E BUSINESS WEB USABILITY: DESIGN E SOLUZIONI TECNOLOGICHE Un corso destinato a fornire le metodologie necessarie per rendere il proprio sito accessibile e navigabile

Dettagli

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria LA PREFETTURA Prefettura di Alessandria Organo periferico del Ministero dell'interno e sede di rappresentanza del governo in ogni provincia Nel 1999, con la riforma dell'organizzazione del governo è stata

Dettagli

Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione

Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione Deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante: il nuovo modello di adesione di Filippo Gagliardi LA NOVITA` I commercianti al minuto e le agenzie di viaggio che intendono avvalersi, in deroga

Dettagli

Seminario. L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite. Milano, 3 dicembre 2002 Westin Palace Hotel

Seminario. L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite. Milano, 3 dicembre 2002 Westin Palace Hotel Milano, 3 dicembre 2002 Seminario L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite con il patrocinio di L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle

Dettagli

Controllo di congruità e denunce per cantiere

Controllo di congruità e denunce per cantiere Controllo di congruità e denunce per cantiere Che cosa è la congruità Per ciascun cantiere la Cassa Edile deve verificare che il quantitativo di manodopera, impiegato nello svolgimento dei lavori, sia

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE

COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE COMUNICAZIONE DI ADESIONE ALLA DISCIPLINA DI DEROGA ALLE LIMITAZIONI DI TRASFERIMENTO DEL DENARO CONTANTE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n.

Dettagli

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 aprile 2008, n. 86 1

DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 aprile 2008, n. 86 1 DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 aprile 2008, n. 86 1 Regolamento recante disposizioni in materia di obbligo di assicurazione della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei

Dettagli

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada La circolazione stradale dei cittadini stranieri 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada Tutti i conducenti di veicoli devono rispettare il Codice della strada in quanto la

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 09 agosto 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 09 agosto 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 09 agosto 2005 OGGETTO: Art. 3, comma 3-bis, del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Sistema

Dettagli

REGOLAMENTO SUL FINANZIAMENTO DEI POSTI DI RUOLO DI PRIMA E SECONDA FASCIA E RICERCATORI UNIVERSITARI. Art. 1 (Ambito di applicazione)

REGOLAMENTO SUL FINANZIAMENTO DEI POSTI DI RUOLO DI PRIMA E SECONDA FASCIA E RICERCATORI UNIVERSITARI. Art. 1 (Ambito di applicazione) REGOLAMENTO SUL FINANZIAMENTO DEI POSTI DI RUOLO DI PRIMA E SECONDA FASCIA E RICERCATORI UNIVERSITARI Art. 1 (Ambito di applicazione) 1. Il presente Regolamento disciplina i criteri e le procedure adottate

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2013

Roma, 12 febbraio 2013 Roma, 12 febbraio 2013 C.C.N.L. Industria alimentare 27.10.2012 Fondo per il sostegno alla maternità/paternità e per la promozione della bilateralità di settore Avvio contribuzione da parte delle Aziende

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 30 contributi di mobilità per attività di Training (Staff mobility for training) Programma

Dettagli

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO REGIONE TOSCANA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) 2007-2013 Reg. CE n. 1698/2005 MODALITA RICHIESTA ANTICIPO Soggetti privati Versione 01 Portoferraio, aprile 2012 (file disponibile all indirizzo http://www.galetruria.it/psrasse4/default.aspx

Dettagli

Polizza Nazionale del Volontariato

Polizza Nazionale del Volontariato PROGETTO SICUREZZA PER IL TERZO SETTORE Polizza Nazionale del Volontariato IL VOLONTARIATO NON E UN GIOCO! ANCHE UN ATTO DI SOLIDARIETA PORTA LA TUA FIRMA IN TERMINI DI RESPONSABILITA PERSONALE Con questo

Dettagli

1. IMMATRICOLAZIONE CITTADINI COMUNITARI E CITTADINI ITALIANI CON TITOLO DI STUDIO CONSEGUITO ALL'ESTERO.

1. IMMATRICOLAZIONE CITTADINI COMUNITARI E CITTADINI ITALIANI CON TITOLO DI STUDIO CONSEGUITO ALL'ESTERO. ISTRUZIONI PER L'IMMATRICOLAZIONE ALL UNIVERSITA DI ROMA TOR VERGATA DI CITTADINI ITALIANI E COMUNITARI CON TITOLO DI STUDIO CONSEGUITO ALL'ESTERO, CITTADINI NON COMUNITARI LEGALMENTE SOGGIORNANTI IN ITALIA,

Dettagli

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Al Responsabile del Centro Gestionale Il sottoscritto

Dettagli

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 19/2012 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE Dal 9 maggio 2012 Cambio di residenza in tempo reale I facsimile

Dettagli

Polizza Nazionale del Volontariato

Polizza Nazionale del Volontariato PROGETTO SICUREZZA PER IL TERZO SETTORE Polizza Nazionale del Volontariato Con questo slogan è stata presentata nell Aprile 98 a Padova, nell ambito della Manifestazione CIVITAS ed in occasione della 1^

Dettagli

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1)

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) Fac simile allegato alle norme di partecipazione da compilarsi a cura dell impresa/e partecipante/i. AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo n. 2012/89780 Modificazioni del modello di adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante approvato con provvedimento del 23 marzo 2012 e delle relative

Dettagli

SERVIZIO DI TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO CONNESSI AL RAPPORTO DI CONTO DI PAGAMENTO

SERVIZIO DI TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO CONNESSI AL RAPPORTO DI CONTO DI PAGAMENTO Aggiornato al 26 giugno 2015 Foglio Informativo Pag. 1 / 5 Servizi Divers SERVIZIO DI TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO CONNESSI AL RAPPORTO DI CONTO DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte

Dettagli

Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i)

Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i) Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i) Destinatari Datori di lavoro che intendono e possono svolgere direttamente i compiti propri del responsabile del servizio di prevenzione e

Dettagli

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal 2720/2009 sono indicate in rosso Esame semplificato per l iscrizione alla sezione A del RUI per iscritti alle

Dettagli

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015 CASSA EDILE DI GORIZIA Via Del Monte Santo 131/42 34170 Gorizia Tel. 0481533825 - fax 0481536406 email: info@cassaedilego.it P.E.C.: GO00@infopec.cassaedile.it sito web: www.cassaedilego.it CASSA EDILE

Dettagli

LA SICUREZZA NEI SETTORI TERZIARIO E TURISMO

LA SICUREZZA NEI SETTORI TERZIARIO E TURISMO LA SICUREZZA NEI SETTORI TERZIARIO E TURISMO LA NORMATIVA PER ELEZIONE RAPPRESENTANTE IL FINANZIAMENTO DELL ORGANISMO PARITETICO ORGANISMO PARITETICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO In base a quanto previsto

Dettagli

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto)

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) V 1.0 FASTWEB Business Unit Executive Strettamente confidenziale 1. Convenzione Fonia Amavet La presente offerta FONIA è valida per le sole Aziende Business

Dettagli

Come gestire Espatriati e Personale straniero

Come gestire Espatriati e Personale straniero Come gestire Espatriati e Personale straniero GLI ASPETTI GIURIDICI Milano, 29 gennaio 2014 A cura dell Avvocato Sergio Barozzi KEY ISSUES I principi generali in materia di Legge e Giurisdizione applicabile

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. n. 53 il decreto legislativo n. 297 del 16 aprile 1994, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni legislative in

Dettagli

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE 1 CONVENZIONE PER IL DISIMPEGNO DEL SERVIZIO DI CASSA A) Servizio di cassa per il triennio 2011, 2012, 2013. ART. 1 L A.M.T. affida il proprio servizio di cassa, all istituto di credito....operante su

Dettagli

MODELLO F24 TELEMATICO

MODELLO F24 TELEMATICO Via G.Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.studiomorelli.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott. Vincenzo

Dettagli

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia)

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia) TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO ai sensi dell art. 2 del DL 24 gennaio 2015, n.3, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2015, n. 33 Con la sottoscrizione del presente modulo, il Cliente

Dettagli