natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale"

Transcript

1 n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon nabuon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon atale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale n natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon natale buon na

2 editoriale E BEATA COLEI CHE HA CREDUTO n questo nuovo anno pastorale, quello che abbraccia tutte le I attivit{ parrocchiali che si fanno dalla fine dell estate all estate dell anno successivo, il nostro Vescovo Francesco ci chiama ad avere un attenzione tutta particolare alle giovani famiglie nel primo periodo della loro vita, quello legato alla nascita e alla crescita dei figli da 0 a 6 anni. Il nostro Vescovo, nell introduzione al programma pastorale, sottolinea anzitutto lo spessore umano di quelle realtà legate a questo periodo di vita delle giovani famiglie e che prendono il nome di concepimento, nascita, crescita, educazione, e poi figlio, madre, padre, fratelli. Egli sottolinea la meraviglia insuperabile del concepimento e della nascita della nuova creatura. Così scrive: è un vero miracolo, non meno sorprendente perché ne conosciamo molti aspetti. Basti pensare al momento della consapevolezza di una donna che avverte di diventare madre e all annuncio all uomo che ne è il padre; basti pensare al tempo dell attesa; alla cura con cui nei nostri paesi questa viene accompagnata. Poi l evento dedicato alla nascita; il protagonismo di ogni donna e il coinvolgimento sempre più intenso e partecipe dei padri; la consapevolezza di una novità minuscola e nello stesso tempo decisiva e imponente nella vita delle persone che l hanno preceduta, voluta, accolta In un altro passaggio afferma: una comunità di cristiani che vive, tentando ogni giorno di incarnare il Vangelo di Gesù, è assolutamente coinvolta in questa meraviglia, in questa umanità, che Gesù stesso ha attraversato: Lui il Figlio eterno del Padre, è diventato il figlio dell uomo facendosi piccolo nel grembo di una donna, madre, Maria. In questo senso si prospetta il programma pastorale che offriamo alle comunità della nostra Diocesi, un programma destinato non soltanto ai giovani sposi che diventano genitori, ma alla comunità cristiana e alle famiglie perché vivano in prima persona questa esperienza umana, riconoscendovi il Vangelo e illuminandola e pervadendola con la Grazia, la speranza e la bellezza propria. Non si tratta semplicemente di mettere a tema la genitorialità in relazione all infanzia, ma di vivere comunitariamente il dono dei figli e la provocazione ad essere madri e padri secondo il Vangelo. Editore Parrocchia di San Matteo Ap. Villa d Ogna Direttore responsabile Roberto Vitali Autorizzazione Iscrizione Tribunale di Bergamo n. 6 del 05/03/1998 Numeri utili don Luigi Zanoletti tel. e fax 0346/21532 cell. 347/ Sagrista Stefano Bellini cell. 392/ Cine Teatro Forzenigo tel. 339/ Scuola dell Infanzia Teresa Pesenti tel. e fax 0346/21339 Asilo Nido Il Paese dei Balocchi tel. e fax 0346/21339 Suore delle Poverelle tel. 0346/25624 Recapito postale via Beato Alberto, Villa d Ogna BG Indirizzi di posta elettronica Orario delle funzioni Feriale 07:40 Recita S. Rosario 08:00 S. Messa in Santuario Festivo 08:00 S. Messa in Parrocchia 11:00 S. Messa in Parrocchia 18:30 S. Messa in Parrocchia (orario estivo) 18:00 S. Messa in Parrocchia (orario invernale) Vicariato Locale Ardesio - Gromo n 7 Diocesi di Bergamo foto Pierino Bigoni Auguri al Corpo Musicale C. Cremonesi per i suoi 110 anni Fotografie Redazione, Foto 93, Elio Baronchelli, Pierino Bigoni, Paolo Merelli, Giuliano Zanoletti. Grafica & Stampa Mail Boxes Etc. 614 Darfo Boario Terme BS tel. 0364/ Fax. 0364/ Notiziario Parrocchiale - Dicembre 2010

3 editoriale Dopo aver affrontato, negli anni scorsi, le prassi pastorali relative al fidanzamento e all iniziale periodo di convivenza coniugale, si vogliono ora proporre atteggiamenti pastorali di accompagnamento delle giovani famiglie da parte delle parrocchie. A questo proposito, l attenzione pastorale che la parrocchia intende avere è la più ampia possibile; la comunità vuole essere attenta, a tutti coloro che possono risultare interessati all annuncio dell evangelizzazione. Sono diverse le situazioni genitoriali e coniugali (situazioni coniugalmente regolari o irregolari, disparità culturale e religiosa, convivenze, separazioni ) in cui i figli nascono, anche al di fuori di una decisione esplicita; queste se fatte oggetto di seria attenzione, diventano per la comunità cristiana occasione importante di evangelizzazione, di missionarietà e di solidarietà profetica. Nello stesso tempo, questa solidarietà con le giovani famiglie favorisce un attenta testimonianza della carit{ e consente di legarsi positivamente anche all annunciato programma pastorale nazionale per il prossimo decennio, che avrà come oggetto particolare l educazione. Va inoltre precisato che il presente programma pastorale non si colloca principalmente come strumento di catechesi o di proposta critica delle suddette tematiche, ma intende aiutare la parrocchia a elaborare nuovi cammini di vita cristiana e nuove forme di comunità credente. In altri termini, intende proporre concreti cammini e stili di vita, vuole favorire convincimenti e comportamenti, non solo opinioni e riflessioni, coerentemente legati alle verità e agli approfondimenti che la Chiesa propone. Al cuore del programma pastorale sta il compito di offrire modelli concreti e praticabili di vita secondo il Vangelo a livello personale, familiare e comunitario. Queste, in sintesi, sono le prime considerazioni che il programma pastorale fa sul tema; successivamente ne presenterò gli obiettivi, i percorsi operativi e gli snodi pastorali. C è un icona biblica e artistica che abbiamo messo in vista nella chiesa parrocchiale: è la visitazione di Maria alla cugina Elisabetta, opera di Lorenzo Lotto. L immagine ha in sovraimpressione la frase biblica della relativa vicenda narrata dall evangelista Luca: e beata colei che ha creduto (Lc 1,45). L opera rappresenta quanto sta avvenendo in casa di Zaccaria con l incontro delle due donne. È un meraviglioso evento di comunione nell amore e nella fede. È un evento che vede protagoniste oltre che le madri anche i figli. Elisabetta riconosce in Maria non solo una parente che vuole essere vicina in un tempo di necessità, ma il compiersi della promessa che Dio fa di visitare il Suo popolo. È il Dio che visita l umanit{ donando la vita e che chiede ad essa di collaborare al suo piano di salvezza, riconoscendo così nel dono del Figlio il suo farsi Dio vicino. Evento di comunione in cui traspare un tratto del popolo di Dio come comunità costituita da rete di famiglie, significata qui dalle due donne che si abbracciano e gioiscono insieme. Gioia contagiosa, colma di stupore, che si allarga alla comunione che le due madri sperimentano con i figli avvertendone l esultanza nel loro grembo. Auguri al alla Corale T. Bellini nel 40 di fondazione Con il Consiglio Pastorale Parrocchiale e il Consiglio Parrocchiale degli Affari economici abbiamo già affrontato il tema del piano pastorale; ai membri dei due consigli è stato consegnato il materiale inerente la riflessione sul tema e sugli obiettivi del piano. Anche come comunità e come vicariato, nella catechesi dei genitori e degli adulti procederemo con il lavoro di riflessione e di preghiera a cui il Vescovo ci invita. don Luigi Parrocchia San Matteo Apostolo in Villa d Ogna - 3

4 dalla diocesi ETICA AMBIENTALE l Centro di Etica Ambientale (CEA) di I Bergamo, costituitosi in Associazione con il concorso di Diocesi, Provincia, Comune, è oggi una realt{ viva non più un utopia, un sogno profetico: esso ha ormai due anni di vita. Ed è la prima struttura del genere operante in una provincia e in una diocesi italiana. Esso ha promosso diversi progetti sui temi ambientali e soprattutto ha attivato tavoli di riflessione e di lavoro, dove accanto alle Parrocchie potessero confluire le attività delle Amministrazioni locali, delle scuole e delle altre agenzie educative. Il coinvolgimento dei soggetti non è mai stato unidirezionale e sempre ha tenuto conto di un dialogo con le diverse realtà sia religiose, che sociali con lo scopo di farle interagire per acquisire la consapevolezza che è possibile creare una rete per affrontare concretamente la questione ambientale. Fondamentalmente sono tre i principi ideali che hanno inspirato la costituzione del centro di Etica Ambientale di Bergamo: la concezione di un mondo non oggetto, non a disposizione della logica e/o della volontà di potenza del genere umano, ma come realtà complessa, dinamica, che ha un suo valore, una sua dignità; la concezione di un essere umano che riscopra, il profondo legame che lo unisce alla natura, e si disponga a una rinnovata, più dialogica unità con la stessa; una nuova "etica della terra" che stimoli l'operare dell'uomo ai valori della sobrietà, della prudenza, del limite, del rispetto. Il Centro di Etica Ambientale nella sua riflessione ritiene che il cambiamento climatico e l uso improprio del territorio rappresentano un problema per ognuno di noi. Investono la vita dell intero pianeta. La terra e tutti i suoi ecosistemi costituiscono un dono prezioso che abbiamo ricevuto e che dev essere trasmesso in modo corretto alle future generazioni. Di fronte alla crisi globale economica, ambientale o di ogni altro genere siamo chiamati a vivere in modo da mostrare i valori del bene comune nonché il nostro rispetto verso la natura e di tutto il Creato. In un mondo dotato di risorse naturali limitate dobbiamo promuovere uno stile di vita che prevenga ogni forma di abuso nella natura e promuova una saggia amministrazione di tutte le risorse dalle quali gli uomini e le comunità ne traggono vita propria come anche di tutte le attività di lavoro. Le problematiche dell abitare la terra come anche le sfide da affrontare con gli effetti dei cambiamenti intervenuti non hanno a che fare soltanto con gli aspetti tecnici del cambiamento: etica, cultura e religione sono elementi sostanziali del nostro stile di vita e devono essere tenuti in conto se si vuole affrontare il cambiamento in modo efficace e assicurare uno sviluppo umano integrale. Sappiamo che soltanto con un ecologia realmente umana, che tenga conto dei diritti, ma anche delle responsabilità che abbiamo gli uni verso gli altri, si promuover{ un integrale educazione ecologica. don Francesco Poli Presidente C.E.A. RINNOVO DELL ABBONAMENTO AL NOTIZIARIO ome ogni anno, sul numero di dicembre, vogliamo ricordare che nel mese di gennaio le incaricate alla distribuzione passeranno per dare a tutti la possibilit{ di abbonarsi o rinnovare l abbonamento al Notiziario par- C rocchiale e come ogni anno il costo dell abbonamento è di 25,00. Ci si potrebbe chiedere quali siano le buone ragioni per abbonarsi a questo notiziario. Senza dubbio non c è la pretesa di fare del vero giornalismo ma questo bimestrale, nella sua semplicità, è uno dei mezzi per informarsi e, in qualche misura, essere partecipi di ciò che accade all interno della Comunit{. E un modo per conoscere le iniziative che si svolgono nella Parrocchia e quindi parteciparvi; per chi invece non ha la possibilità di partecipare personalmente alle vari attività la lettura del Notiziario è un occasione per sentirsi ugualmente coinvolti in quanto avviene nella Comunit{. Il Notiziario riporta inoltre alcune notizie dal Vicariato e dalla Diocesi permettendoci di vedere un po oltre i nostri piccoli spazi. Questa pubblicazione è un modo, anche se certamente non il solo, di dimostrare che una comunit{ è viva, cresce e si interessa del suo presente e del suo futuro! 4 - Notiziario Parrocchiale - Dicembre 2010

5 dalla diocesi CONSIGLIO PRESBITERALE VICARIALE Villa d Ogna, mercoledì 20 ottobre 2010 ono presenti: don Mario, don Vittorio, don Diego, S don Giuseppe, don Virgilio, don Luigi e don Eros. Sono assenti don Osvaldo Belotti, don Tiziano De Ciantis, don Guglielmo e don Primo. 1. don Vittorio relaziona circa le cose dette all Assemblea dei Vicari cui ha partecipato la settimana scorsa al posto di don Virgilio, impegnato in un pellegrinaggio a Fatima. Conferma l intenzione del Vescovo di mantenere solo all inizio e alla fine dell anno pastorale l assemblea dei Vicari locali e di fare entrare di diritto nel nuovo consiglio presbiterale diocesano i Vicari locali, così da avere un unico organismo. Le elezioni dei vicari locali e del nuovo consiglio presbiterale diocesano dovrebbero avvenire a gennaio, nelle modalità che successivamente verranno comunicate. Don Vittorio riporta le sottolineature del Vescovo che ha ribadito l importanza del Vicariato e il ruolo del Vicario. Il Vescovo darà la nomina episcopale a chi verrà eletto dentro il vicariato stesso. Il Vicario ha il compito di curare la vicinanza ai preti e alle parrocchie del Vicariato, di favorire la condivisione di linee pastorali condivise, come pure di dare ai sacerdoti occasioni per la vita spirituale e la preghiera. Il vicario sarà consultato dal Vescovo negli spostamenti che avvenissero in quel Vicariato e deve essere un trait d union tra il Vescovo e i preti con le loro parrocchie. Seguono alcune osservazioni dei presenti a riguardo. Tra le altre cose si sottolinea: che la forma dell elezione nella nomina del Vicario, mentre favorisce la condivisione e la comunione interna dei preti di un vicariato, d altra parte esprime la sua stessa debolezza, soprattutto in quelle funzioni di controllo in cui dovrebbe rappresentare il Vescovo. Qualcuno afferma che dovrebbe essere il Vescovo a stabilire chi fa il Vicario, per evitare che prevalgano altre logiche, non sempre costruttive, all interno dei preti stessi; che il lavoro del Vicario è così grande, che alla fine diventa solo un peso da evitare o comunque le buone intenzioni rischiano di naufragare in un mare di impegni richiesti. Un conto che uno sia semplicemente coordinatore del Vicariato, e un conto che abbia un ruolo di autorità; don Virgilio segnala che, al di là dei proclami, non succede che il Vicario sia sentito dal Vescovo negli spostamenti. Don Vittorio infine ricorda ai preti presenti che il Vescovo ha ribadito nell assemblea dei Vicari Locali che attende dai vicariati che ha visitato per la seconda volta, una risposta scritta con prospettive di impegno condivise circa la pastorale del vicariato e con eventuali proposte circa la riorganizzazione della presenza del clero nelle parrocchie. 2. Ci si accorda per le confessioni e gli aiuti tra parrocchie in occasione delle feste. 3. Pellegrinaggio vicariale ai Santuari di Francia, Parigi e Castelli della Loira dal 26 Aprile al 3 Maggio Iscrizioni presso don Luigi. don Diego Nodari Giornata mondiale della Gioventù PROPOSTA 1 - Totale: 590,00 Gemellaggio con la diocesi di Granada dal 11 Agosto al 23 Agosto2011 Il pacchetto di iscrizione comprende: i pass per la settimana a Madrid, il fondo solidarietà,il kit italiano, segreteria, viaggio e trasferimenti in pullman anche a città di interesse, assicurazione viaggio, vitto e alloggio nella diocesi di Granada e nella settimana a Madrid. Sono esclusi i pranzi nei giorni di trasferimento. Per qualsiasi informazione, la segreteria Gmg 2011 è aperta ogni martedì dalle 9.00 alle È possibile chiamare al numero oppure scrivere a Sarà possibile vivere la GMG anche solo nei giorni con il Santo Padre, ovvero dal 19 agosto al 21 agosto utilizzando un volo aereo, per maggiori informazioni contattare l ufficio. Parrocchia San Matteo Apostolo in Villa d Ogna - 5

6 scuola dell infanzia IN VIAGGIO CON GULLIVER È con questo curioso personaggio che i bambini della Scuola dell Infanzia viaggeranno nell anno scolastico , alla scoperta di paesi sconosciuti e di nuove emozioni. Il libro di Swift, che descrive le avventure del medico chirurgo inglese Lemuel Gulliver ben si presta, con le opportune semplificazioni, a fare da sfondo conduttore per la programmazione; i quattro viaggi (anche se di solito si ricorda solo il più popolarmente famoso, quello a Lilliput) danno gli spunti necessari per lavorare con i bambini su alcuni importanti temi. Nella prima parte dell avventura i bambini hanno incontrato i protagonisti, Gulliver e il pappagallo Benjamin, che approdano nell isola di Lilliput; è un mondo di gente con caratteristiche differenti da quelle del viaggiatore e quindi si è affrontato l argomento della diversit{ e dell accettazione dell altro. Nel secondo viaggio, che Ciao Josy intrapreso in concomitanza con l Avvento, è possibile il confronto tra il viaggio di Gulliver e quello della Salvezza compiuto da Maria e Giuseppe per la nascita di Gesù. Successivamente si arriverà su sull isola volante, dove vivono persone immortali completamente dedite allo studio della matematica e della musica; questi temi trovano riscontro nel laboratorio logico-matematico e si collegano al tema Pasquale della Risurrezione. L ultima tappa porta in un mondo di indigeni, dove la bugia è sconosciuta (è chiamata la cosa che non c è) e tutti gli abitanti vivono in un clima di amore e di amicizia, i valori cristiani che educatori e genitori trasmettono ai bambini. Alla Scuola dell Infanzia si viaggia gi{ da qualche mese e nel percorso abbiamo incontrato, proprio come Gulliver, anche qualche amico con caratteristiche diverse dalle nostre: con noi viaggiano due bambini dalla pelle nera, Joseph (un bambino che a novembre è tornato nello Zambia, ma che ci è rimasto nel cuore e che speriamo di rivedere l anno prossimo) e Stiven, che arriva da Capo Verde. Nell ultima domenica di ottobre ci siamo ritrovati con le famiglie al campo sportivo per la merenda d autunno, una variante della tradizionale castagnata (ma a dire il vero le castagne hanno comunque fatto la loro parte, perché in quella stagione il fuoco e le caldarroste rallegrano sempre ), durante la quale abbiamo gustato pop-corn, torte e dolci cucinati con frutti di stagione, mele e uva caramellate, croccante alle nocciole, succo di mela e vin-brulé. Il tempo è stato inclemente, ma la tensostruttura ci ha permesso di trascorrere comunque insieme qualche ora; dall alto del tendone pendevano i lavori realizzati in gruppi dai bambini, con le tecniche del collage e l utilizzo di vari materiali; il pomeriggio è stato animato dal gruppo degli adolescenti, che hanno ballato e distribuito i premi della tombola dei bambini. Ringraziamo di cuore quanti hanno permesso la realizzazione di quella giornata: le mamme, i papà, i ragazzi, coloro che hanno offerto i premi per la tombola, il don, il personale, il nostro ormai mitico Stefano Bellini, sempre pronto a ogni tipo di lavoro, il si- 6 - Notiziario Parrocchiale - Dicembre 2010

7 scuola dell infanzia gnor Carlo, il gruppo Fior di Roccia, tutti coloro che hanno in vario modo collaborato. I cuccioli della Sezione Primavera hanno salutato una delle educatrici con le quali avevano iniziato l anno: Chiara è in maternità e a lei vanno tutti i nostri auguri; ha preso il suo posto Silvia, che accanto a Michela trascorre la giornata con i bambini di due anni. Qualche volta vanno a spasso per il paese attaccati al Serpy, ma anche quella è una cosa che si impara con fatica; in altre giornate salgono nei loro laboratori ed esperimentano con la manipolazione vari materiali; altre volte danno sfogo alla vivacità nel parco o in palestra. Nel pomeriggio riposano nei loro lettini: qualcuno si addormenta da sé, altri richiedono le coccole delle educatrici; dopo la merenda finiscono la giornata giocando liberamente in sezione, in attesa del ricongiungimento con i genitori. Al Nido è arrivata la nuova educatrice Patrizia (in sostituzione di Silvia, passata in Sezione Primavera); l avevamo conosciuta nello scorso anno scolastico, quando è stata con noi durante lo stage; è una ragazza giovane e carina a cui piace stare con i bambini, una buona combinazione per portare una ventata di novità. Parecchi bambini sono arrivati a settembre che non avevano ancora compiuto l anno e quindi nei locali si vedevano tanti piccoli che gattonavano qua e là; ora hanno già imparato a camminare da soli. C è anche una coppia di gemellini: Nicola e Sara, che arrivano in un mega passeggino doppio che parcheggiano fuori dal Nido prima dell ingresso (uno alla volta) fra le braccia di mamma o papà. Il prossimo appuntamento è per lo spettacolo di Natale, nella serata di venerdì 17 dicembre, presso il Cine-Teatro Forzenigo di Villa d Ogna; vi aspettiamo tutti per scambiarci insieme gli auguri per un Santo Natale. ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO Nido Il paese dei balocchi Sezione Primavera I cuccioli Scuola dell Infanzia Teresa Pesenti per bambini da 3 a 24 mesi d et{ per bambini da 24 a 36 mesi d et{ per bambini dai 3 ai 6 anni d et{ La segreteria della Scuola dell Infanzia Teresa Pesenti sar{ aperta per le iscrizioni al nuovo anno scolastico dalle ore 9:00 alle ore 9:30 e dalle ore 15:00 alle ore 15:30 dal lunedì al venerdì, a partire da martedì 1 febbraio 2011 fino a lunedì 28 febbraio I moduli per le conferme e per le nuove iscrizioni sono disponibili presso la segreteria della Scuola dell Infanzia e sono scaricabili dal sito della Parrocchia di San Matteo Apostolo in Villa d Ogna; al momento dell iscrizione si prega di presentare il cartellino del codice fiscale del bambino da iscrivere. Parrocchia San Matteo Apostolo in Villa d Ogna - 7

8 cronaca delle attività RUOLO DELLA COMUNITÀ NEL CAMMINO SACRAMENTALE in cammino verso... urante la S. Messa domenicale, nel mese di ottobre D sono stati presentati alla Comunità i bambini e i ragazzi che il prossimo anno riceveranno i Sacramenti dell iniziazione cristiana. Per quanto questi ragazzi possano sembrarci ancora così giovani e inconsapevoli dell impegno e della fatica che richiede ogni giorno e ogni momento l essere veramente cristiani, non dobbiamo commettere l errore di ritenerli troppo piccoli per cogliere, osservare e assimilare il nostro esempio e la nostra testimonianza. Forse ora sono realmente ancora acerbi per comprendere molti se non tutti gli aspetti che meriterebbero di essere affrontati prima di ricevere un Sacramento...la Riconciliazione..l Eucarestia Per questo essi devono trovare attorno a loro famiglie testimoni di una fede semplice e autentica, quella fede fatti di gesti concreti e di momenti che non sono mai difficili da capire perché sono spontanei e vengono assimilati dai bambini e dai ragazzi come qualcosa di naturale e necessario, come il nutrirsi e il riposare. Altrettanto importante è quindi il ruolo della comunità che non può e non deve sentirsi semplicemente spettatrice di un evento, non deve sentirsi osservatrice estranea ma, anzi, consapevolmente deve essere esempio per i ragazzi e sostegno per le famiglie. Questi bambini forse non possono comprendere completamente il significato profondo del Sacramento che riceveranno ma certamente ne coglieranno l importanza se troveranno attorno a loro, in famiglia e nella comunità adulti testimoni credibili del Vangelo che trasmettano loro emozione e attesa per la grande tappa a cui si stanno avvicinando. Catechisti, genitori e la comunità intera sono quindi impegnati nell aiutare questi ragazzi nel cammino di preparazione. Se questa gioia sarà condivisa, senza dubbio sarà più grande e più autentica, e questo anche i bambini lo potranno capire...la Confermazione 8 - Notiziario Parrocchiale - Dicembre 2010

9 cronaca delle attività RIGOLETTO SUL PALCOSCENICO DEL CINE TEATRO eguendo un appuntamento che ormai si ripete da S anni, venerdì 8 ottobre sul palco del nostro Cineteatro Forzenigo è stato rappresentato il capolavoro verdiano Rigoletto che insieme alla Traviata, rappresentata lo scorso anno, e Trovatore costituisce la cosiddetta trilogia romantica verdiana. L opera, ispirata al dramma di V. Hugo Le roi s amuse su libretto di F. M. Piave ha debuttato presso il Teatro La Fenice di Venezia l 11 marzo 1851, mette in risalto la complessa e profonda vicenda psicologia del personaggio Rigoletto sul quale si concentra interamente l attenzione del compositore. In questa serata il teatro ha registrato nuovamente un tutto esaurito di pubblico; la rappresentazione ha riscosso un grande successo in particolare grazie alla bravura vocale e interpretativa di Giorgio Valerio nei panni di Rigoletto e di tutti gli interpreti del cast quali Clara Bertella (Gilda), Luigi Albani (Duca di Mantova), Alberto Rota (Sparafucile) il quale, solo la settimana precedente, si esibiva nella medesima opera presso il Teatro La Fenice di Venezia; e poi ancora Marco Sportelli (conte di Monterone e regista dello spettacolo), Olga Semenova (Maddalena), Giovanni Guerini (Marullo), Antonella Tronfi (Giovanna) con la partecipazione del Coro Mayr di Bergamo. Il cast dei cantanti (alcuni, peraltro, provenienti da teatri quali Alla Scala di Milano e il Teatro Regio di Torino) insieme al gruppo strumentale che ha eseguito l opera su adattamento di Silvia Maffeis ha avuto come Maestro concertatore Salvo Sgrò (accompagnatore e vice Maestro del Coro del Teatro Alla Scala). Le belle scene a cura dei Cantieri d Arte di Reggio Emilia unitamente ad un sapiente uso delle luci curate da Armando Pelliccioli e agli splendidi costumi provenienti dalla Sartoria Bianchi di Milano hanno dato l ultimo tocco a quello che senza dubbio si può definire veramente un ottimo allestimento. Il pubblico degli appassionati anche questa volta è accorso e ha dimostrato attenzione e grande apprezzamento per lo spettacolo con calorosi applausi e ovazioni finali degne di un teatro di fama. La rappresentazione di Rigoletto ha senza dubbio segnato un altra serata degna di essere ricordata nella cronistoria del cine teatro che fa onore alla nomea del locale stesso il quale, per questo genere di spettacoli e soprattutto per la qualità degli stessi, si presenta unico sul nostro territorio e conserva con ogni sforzo la tradizione teatrale legata al bel canto. La bellezza di questi spettacoli, la loro originalità e preziosità sono senza dubbio motivo di orgoglio per il cine teatro ma essi presentano anche problemi organizzativi e gestionali talvolta non indifferenti per un teatro come il nostro. Pertanto è più che doveroso un sentito ringraziamento a tutte le persone che si sono adoperate per l organizzazione e la buona riuscita di questo spettacolo. Un nuovo e sentito ringraziamento agli sponsor, associazioni, enti e ditte che hanno creduto in questa particolare iniziativa rendendola possibile ed infine grazie al numeroso pubblico di Villa d Ogna e dei paesi limitrofi che risponde e partecipa con entusiasmo a questi progetti. Ed infine un sentito ringraziamento alla Parrocchia di Villa d Ogna e a tutti coloro che, mettendo a disposizione parte del loro tempo, con grande dedizione e talvolta nel nascondimento, hanno cura del nostro cine teatro in tutti i suoi aspetti. Senza l impegno congiunto di tutte queste persone non sarebbe stato possibile proseguire con l attivit{ del nostro Cineteatro né tantomeno sarebbe stato pensabile organizzare spettacoli di così grande prestigio ma, al contempo, così impegnativi nei loro aspetti tecnici e logistici. Un arrivederci, quindi, al prossimo appuntamento di carnevale con l operetta di Kalman La Bajadera con la famosissima e ormai irrinunciabile Compagnia Italiana di Operette. Parrocchia San Matteo Apostolo in Villa d Ogna - 9

10 CALENDARIO PASTORALE DICEMBRE 2010 Mercoledì 1 Giovedì 2 Venerdì 3 Domenica 5 Lunedì 6 Martedì 7 Mercoledì 8 Giovedì 9 Venerdì 10 Domenica 12 Lunedì 13 Martedì 14 Mercoledì 15 Giovedì 16 Venerdì 17 Sabato 18 Domenica 19 Lunedì 20 Martedì 21 Mercoledì 22 Giovedì 23 Venerdì 24 Sabato Consiglio Presbiterale Vicariale ad Ardesio Conferenza San Vincenzo S. Messa a Martorasco Percorso formativo per i genitori presso la Scuola dell Infanzia PRIMO VENERDI DEL MESE 7.30 Esposizione e Adorazione GIORNATA del SEMINARIO Ritiro dei ragazzi di 4 e 5 elementare presso la Sala della Comunità Nella Sala della Comunità incontro di catechesi per gli adulti S. Messa S. Messa a Sant Alberto IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA B.V. MARIA S. Messe con orario festivo Ritiro dei bambini di terza elementare in Sala della Comunità Visita agli anziani nelle case di Riposo Incontro gruppo catechisti Visita agli anziani nelle case di riposo Ritiro dei ragazzi di 1 media in Sala della Comunità SANTA LUCIA S. Messa con tutti i bambini e ragazzi e raccolta dei doni S. Messa a Sant Alberto Conferenza S. Vincenzo S. Messa a Martorasco Incontro di preghiera del Gruppo Catechisti, del CPaP e del CPAE in Santuario Percorso formativo per i genitori presso la Scuola dell Infanzia Presso il Cine Teatro scambio di auguri alle famiglie e alla Comunità dai bambini della Scuola dell Infanzia In Santuario Concerto di canti natalizi organizzato dall USCI Fuori il Santuario Mercatini di Natale pro Oratorio In settimana visita e comunione agli ammalati S. Messa a Sant Alberto S. Messa a Martorasco Confessioni comunitarie in preparazione al S. Natale 7.30 S. Confessioni Confessioni per i bambini delle elementari Confessioni per i ragazzi delle medie In Chiesa parrocchiale concerto nel 5 anniversario della morte del Maestro Salvoldi 7.30 S. Confessioni S. Confessioni Veglia in chiesa parrocchiale S. Messa di Natale NATALE DEL SIGNORE S. Messe con orario festivo AUGURI A TUTTI DI UN SANTO NATALE

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE LEONARDO DA VINCI Via Virgilio, 1 Mestre (VE) Tel. 041/614863 Fax 041/5346917 Cod. Fisc. 82011580279 * * * * * PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI CIRCOLO L. DA VINCI

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO GENNAIO FEBBRAIO 2015 Carissimi, qualcuno sta dicendo che conoscendo bene i dieci comandamenti per tutto quest anno siamo a posto! A dire il vero altri

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno SETTORE ADULTI PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI anno PRESENTAZIONE #Viaggiando sull esempio di Maria, per essere uomini e donne che camminano «lungo la vita», luogo teologico in cui Dio si fa presente

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014

Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014 Parrocchie di Villongo CALENDARIO PASTORALE 2013-2014 OTTOBRE 2013 Martedi 1 Ore 20.45: Preghiera del Gruppo La Casa Mercoledi 2 Giovedi 3 Venerdi 4 Sabato 5 Domenica 6 Lunedi 7 Martedi 8 Mercoledi 9 Adorazione

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012 INDICE PROPOSTE SPIRITUALI DELLA COMUNITÀ DI FRATTINA CELEBRAZIONE EUCARISTICA ore 8.00 (Domenica ore 7.30 e 10.00; Giovedì ore 20.00) ALCUNE INFORMAZIONI SUI CORSI IL COPIONE DI VITA L ARTE DI COMUNICARE

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

OTTOBRE 2015. GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati S.Filastro Festa degli angeli custodi e dei nonni

OTTOBRE 2015. GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati S.Filastro Festa degli angeli custodi e dei nonni OTTOBRE 2015 GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati VENERDI 2 Festa degli angeli custodi e dei nonni SABATO 3 DOMENICA 4 LUNEDI 5 MARTEDI 6 Adorazione Eucaristica nelle due parrocchie (8.30-20.00) Ore 21.00:

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli