Business School 4 EDIZIONE. Scuola di direzione aziendale per piccole e medie imprese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Business School 4 EDIZIONE. Scuola di direzione aziendale per piccole e medie imprese"

Transcript

1 Business School 4 EDIZIONE Scuola di direzione aziendale per piccole e medie imprese

2 indice Programma delle giornate seminariali 02 Il ruolo del Made in Italy e della Piccola e Media Impresa nella globalizzazione 03 Modelli e metodi di misura della Customer Satisfaction 04 Dal Gruppo al Gioco di Squadra: il gruppo come ecosistema umano di partenza per dar vita a squadre vincenti. 05 I processi di crescita delle imprese Programma dei corsi La strategia aziendale in periodi di incertezza Come trarre valore dal proprio sistema di controllo Come gestire il collaboratore in difficoltà: consentire al leader di identificare chi ostacola la sua stessa azienda, anche senza volerlo. E di trattarlo come si deve Strategia e organizzazione: i modelli di business delle piccole e medie imprese nell economia globale di oggi Informazioni / iscrizioni Informazioni generali Domanda di iscrizione 10 11

3 Prende avvio la quarta edizione della Business School, scuola di direzione aziendale per piccole e medie imprese, nata a Siena nei primi mesi del La BS si propone come realtà di riferimento e di aggregazione per tutti quei soggetti e istituzioni che perseguono l alta qualità e l efficienza come condizioni per la crescita e la competitività del sistema economico. La parola d ordine della nostra offerta formativa è efficacia. L approccio didattico prescelto favorisce infatti, il trasferimento d esperienza, con metodologie che alternano momenti teorici e momenti pratici, con ampio ricorso a role playing, simulazioni videoregistrate, analisi di casi aziendali, project work, con soluzione di problemi concreti che ognuno incontra quotidianamente nella pratica sociale e d impresa. I corsi sono di alto livello, nella certezza che nello scenario odierno la qualità dell azione individuale, collettiva e aziendale dipende ormai più dalla capacità di agire, diagnosticare, relazionarsi, affrontare, organizzare e innovare di ognuno, piuttosto che dal sapere localizzato di tipo puramente tecnico-professionale. Nei contenuti e nelle metodologie didattiche i corsi sono stati pensati per consentire di applicare immediatamente le competenze acquisite agli stili di comportamento e alla realtà delle aziende, per realizzare traguardi di qualità e di eccellenza. La Business School si propone quindi come uno strumento per rimettersi in gioco e affrontare al meglio i diretti competitori delle aziende. La Business School è un occasione per investire sul capitale umano e nasce come strumento di sistema, che vede insieme istituzioni e associazioni di categoria, che hanno dato vita a una struttura stabile. La Business School è uno strumento di supporto per la competitività delle imprese, utile per far crescere la capacità di guardare lontano. L esperienza è la vera strada per imparare. Ma se si riesce a inserire la propria vita professionale in un contesto di idee, di linee guida, di riflessioni personali, il valore dell esperienza si moltiplica. 01

4 Programma delle giornate seminariali IL RUOLO DEL MADE IN ITALY E DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA NELLA GLOBALIZZAZIONE (dott. Francesco Morace) Venerdì 18 settembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. A Il fenomeno della globalizzazione ha assunto una dinamica che si allontana dalla concezione omologante di qualche anno fa e prende invece le mosse da una rivalutazione delle culture locali, e dalla capacità di governare l incontro tra mercati diversi. La sfida che ogni paese deve affrontare diventa quindi quella di individuare, all interno del panorama delle tendenze globali, i valori e le sensibilità di ciascuna area del mondo, che siano compatibili con le specificità e i talenti della propria produzione. Le strategie per affrontare il mercato globale partono quindi dal carattere «unico» delle culture locali e dalle imprese come laboratori per nuovi progetti innovativi. La valorizzazione del Made in Italy è elemento di sicuro successo soprattutto per le PMI italiane con alto valore aggiunto in termini di competenze e qualità del prodotto. Il seminario si propone di dotare i partecipanti delle prime competenze necessarie alla valorizzazione del proprio prodotto nell ottica del Made in Italy e del ruolo che riveste in ambito globale. CONTENUTI: Il processo di rivalutazione della produzione artigianale e industriale italiana Declino e opportunità di rilancio Il prodotto Made in Italy: qualità di realizzazione, cura dei dettagli, fantasia del disegno e delle forme, durevolezza Le modalità di trasferimento creativo alla società intesa come organizzazione con le proprie ricadute distributive e comunicative Il concetto di leadership concettuale e culturale: un nuovo modo di vivere e di guardare al mondo Possibili soluzioni tese ad un riposizionamento strategico e ad una riconfigurazione delle modalità di creazione e mantenimento del vantaggio competitivo delle imprese Made in Italy. FRANCESCO MORACE Sociologo, scrittore e giornalista, lavora da 25 anni nell ambito della ricerca sociale e di mercato, ed è il Presidente di Future Concept Lab e Segretario Generale dell Associazione The Renaissance Link. Consulente strategico di Aziende e Istituzioni a livello internazionale ha tenuto conferenze, corsi e seminari in tutto il mondo. Autore di una quindicina di libri tra cui Il senso dell Italia (2008), tiene il blog quotidiano PreVisioni e PreSentimenti su Nova100 del Sole 24 Ore e ha curato negli anni numerose rubriche dedicate ai Trend su testate di settori diversi. 02

5 MODELLI E METODI DI MISURA DELLA CUSTOMER SATISFACTION (prof. Gian Luca Marzocchi) Mercoledì 30 settembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. B La customer satisfaction risulta inscindibile dal concetto di qualità del prodotto/servizio e ulteriormente definibile in termini di qualità percepita. Nel proposito si cerca di trasformare in misura quantitativa il concetto di soddisfazione del cliente. Si intende trasferire le competenze per progettare ed eseguire una campagna di misurazione della Customer satisfaction sulla/e customer base di riferimento. Particolare attenzione sarà prestata alla costruzione dello strumento di misura (questionario), alla realizzazione delle interviste, all analisi dei risultati. Pur non ipotizzando alcuna competenza statistica pregressa, il seminario vuole comunque suggerire un approccio rigoroso e pragmatico alla rilevazione di dati aziendali sulla customer satisfaction. Ai destinatari è richiesta una conoscenza operativa di Microsoft Excel. CONTENUTI: Il concetto di customer satisfaction. Le implicazioni sulla profittabilità. Progettare una campagna di misurazione della customer satisfaction. L individuazione dei satisfaction driver. La redazione del questionario. La somministrazione. L analisi dei dati: la matrice importanza performance. Le implicazioni manageriali. GIAN LUCA MARZOCCHI Professore ordinario di Marketing e di Modelli di Valutazione della Qualità dei Servizi presso la Facoltà di Scienze Statistiche dell Università di Bologna. È Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Statistica, Economia e Impresa nonché Direttore della Scuola di Dottorato in Scienze Economiche e Statistiche. È anche il Coordinatore dell area Management di Alma, la Graduate School of Information Technology, Management and Communication dell Università di Bologna. 03

6 DAL GRUPPO AL GIOCO DI SQUADRA: il gruppo come ecosistema umano di partenza per dar vita a squadre vincenti. (Paolo Manocchi) Mercoledì 28 ottobre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. C Il gruppo è prerequisito base per ottenere una squadra coesa e dinamica, diventa aspetto fondamentale per dar vita a squadre vincenti e qualitativamente competitive, nel rispetto dell etica umana e professionale. Il seminario intende: Rendere i partecipanti in grado di poter comprendere le differenze che esistono tra gli ecosistemi umani gruppo e quelli definiti squadra Far comprendere i vantaggi del gioco di squadra Mettere in grado di applicare alcuni principi del team working all interno della propria azienda e/o del proprio gruppo di lavoro. CONTENUTI: Test: Il tuo stile di comunicazione è più da gruppo o da squadra? Cortometraggio: La regata. Plenaria: L importanza della MIND TEAM Esercitazione: Cosa si intende praticamente per sinergia Analisi del lavoro di gruppo e lettura manageriale Il gruppo e la squadra: due modi diversi di realizzare Intervista video registrata: Vincere la cultura degli alibi Barriere alla costruzione di una squadra 6 spunti video registrati: I principi su cui si fonda una squadra Le 8 regole d oro per creare una squadra vincente PAOLO MANOCCHI Inizia nel 1988 la sua attività di consulente e formatore aziendale. In questi anni alterna ad una intensa attività di docenza momenti di approfondimento culturale in Italia e all estero. Master in Programmazione Neuro Linguistica, in Leadership Relazionale ed in Tecniche di Coaching. Si esprime in tutta Italia in aziende a carattere nazionale ed internazionale, private e pubbliche, di medie e grandi dimensioni operanti nel settore degli elettrodomestici, dell automobile, del credito, della sanità, dell industria elettromeccanica, dell editoria, dei servizi e del terziario in genere. All attività d aula alterna quella di Personal Coach e Trainer in corsi OUTDOOR. 04

7 I PROCESSI DI CRESCITA DELLE IMPRESE (prof. Grandinetti Roberto) Giovedì 3 dicembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. D La crescita aziendale viene modellizzata in base ai tre fattori fondamentali che la compongono: crescita dimensionale, crescita relazionale, sviluppo delle competenze. Una efficace strategia di crescita si basa sulla gestione coerente delle tre componenti e delle loro interdipendenze. È obiettivo del seminario spiegare i processi di crescita aziendale e l applicazione in azienda delle tre componenti partendo da casi di successo. CONTENUTI: Le strategie competitive d innovazione: aspetti concettuali; Strategie innovative e dinamica organizzativa d impresa; Strategie innovative e dinamica settoriale Cosa si intende per Crescita dimensionale: La diversificazione produttiva: aspetti concettuali e classificazioni economiche; La diversificazione conglomerale e la diversificazione correlata; Il modello organizzativo della diversificazione; Diversificazione e metamorfosi delle imprese; I criteri di misurazione della diversificazione produttiva L internazionalizzazione produttiva: aspetti concettuali e tassonomici; Il modello organizzativo nell internazionalizzazione produttiva Cosa si intende per Crescita relazionale: La customer loyalty Customer loyalty e segmentazione del mercato e della clientela Le politiche e le operation delle relazioni con i clienti reali e potenziali Esaminare lo stato delle proprie relazioni e definire i suoi obiettivi relazionali e i programmi più adeguati al loro raggiungimento. Cosa si intende per Sviluppo delle competenze: Il ruolo della formazione a sostegno dei processi di crescita. GRANDINETTI ROBERTO È professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso la Facoltà di Scienze Statistiche dell Università di Padova, dove è titolare degli insegnamenti di Marketing e Marketing Relazionale. Tra i suoi interessi di ricerca più recenti: globalizzazione ed evoluzione dei distretti industriali, il processo di crescita delle piccole e medie imprese, i knowledge-intensive business services. 05

8 Programma dei corsi LA STRATEGIA AZIENDALE IN PERIODI DI INCERTEZZA (prof. Andrea Lipparini) Giovedì 10 e Giovedì 24 settembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. E Questo corso intende portare i partecipanti a riflettere, da un lato, sulle proprie risorse inutilizzate, dall altro, sull urgenza di una razionalizzazione del proprio repertorio di conoscenze e capacità per affrontare i periodi di incertezza. Inoltre si pone l obiettivo di sviluppare una riflessione sugli ingredienti fondamentali di un azione imprenditoriale ispirata alla tolleranza zero nei confronti di sprechi e inutilizzi della risorsa più importante per le organizzazioni: la conoscenza. Infine con l utilizzo di esempi tratti dal mondo delle imprese virtuose, si pone l obiettivo di individuare buone prassi da portare in azienda in tempi brevi e a costi accettabili. CONTENUTI: L analisi del mercato e l analisi dei concorrenti in condizioni di incertezza Gli ingredienti dell iper-competizione: risorse, competenze e relazioni Fattori critici di successo e mappatura del sistema del valore allargato Il ruolo della tecnologia e dell innovazione nei periodi di crisi Case study 1. La strategia basata sulla valorizzazione del capitale umano Case study 2. Lo sviluppo guidato dalla valorizzazione del capitale intellettuale Case study 3. L eccellenza nelle performance basata sul leveraging del capitale relazionale ANDREA LIPPARINI È Professore Ordinario di Gestione dell innovazione presso l Università degli Studi di Bologna. Ha perfezionato i suoi studi presso la Wharton School dell Università della Pennsylvania. Già Consigliere di amministrazione e Presidente del Comitato di Controllo di Ducati Motor Holding, è attualmente Consigliere di amministrazione di Air Dolomiti - Lufthansa e membro dei comitati scientifici di Cavour Corporate Finance, CNA Innovazione, Osservatorio Asia. Svolge attvità di ricerca sui temi della strategia di business, delle reti tra imprese, delle competenze organizzative per lo sviluppo. 06

9 COME GESTIRE IL COLLABORATORE IN DIFFICOLTÀ: consentire al leader di identificare chi ostacola la sua stessa azienda, anche senza volerlo. E di trattarlo come si deve (dr. Antonio Bicego) Giovedì 8 e Giovedì 15 ottobre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. F Molte aziende attraversano un momento complesso, chi le guida sente il bisogno di ridefinire le strategie. Questo corso vuole dare un aiuto affrontando il tema da due punti principali: La necessità frequente di ridurre le spese, Il bisogno di motivare o rimotivare il proprio team. Il corso fornisce al leader gli elementi principali di funzionamento di un gruppo e consente anche di individuare quelle figure che lo tengono unito. In sintesi si vuole: Conoscere gli elementi fondamentali del colloquio e apprendere nuovi concetti sulla psicologia della comunicazione; Conoscere bene le caratteristiche di un gruppo; Imparare ad agire sulle leve della motivazione del gruppo; Imparare a riconoscere i leader, e i loro comportamenti, dai gregari e dai capri espiatori Consentire al leader di identificare chi ostacola la sua stessa azienda, anche senza volerlo; Cosa dire e come ai collaboratori perché siano spinti al meglio; CONTENUTI: Il gruppo, quando la situazione è complessa Il leader, il gregario, il capro espiatorio: li conosci nel tuo gruppo? Tecniche di aggregazione del consenso Come premiare quando non si può fare con la leva economica: i premi psicologici Come premiare in maniera differenziata un gruppo La gestione di chi si oppone o di chi è triste o sfiduciato Mezzi d indagine psicologica sulla salute della tua squadra Dare valore all appartenenza Le leggi che governano il formarsi del gruppo: gruppi che vincono, gruppi che perdono Il fenomeno della leadership Chi sta fuori del gruppo: psicologia del controleader Cosa fare quando si nota una tendenza a isolarsi: Strumenti di misurazione ANTONIO BICEGO Psicologo, membro dell American Management Association. Esperto di tecniche della comunicazione, motivazione e leadership per il Management. Ha lavorato per imprese di respiro internazionale come Alfa Romeo, Nissan, Honda, Gruppo Marzotto, Komatsu, Aprilia. Ha condotto corsi con Paul Cayard, Giorgio Albertazzi, Ernesto Calindri. Lavora con M.J. Spendolini, massimo esperto mondiale di Benchmarking. 07

10 COME TRARRE VALORE DAL PROPRIO SISTEMA DI CONTROLLO (prof. Alessandro Bacci, prof. Maria Pia Maraghini) Mercoledì 11 e Mercoledì 18 novembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. G Il corso intende trasmettere le conoscenze per impostare all interno di una azienda un sistema di pianificazione e controllo in grado di consentire una gestione più efficiente ed efficace delle risorse. Particolare attenzione sarà data all impostazione del processo di controllo, alla redazione delle diverse tipologie di budget e al sistema di reportistica. Gli esempi chiarificheranno metodi e mezzi per applicare in azienda i concetti sviluppati. CONTENUTI: La definizione del processo di pianificazione e controllo Obiettivi del controllo di gestione I budget settoriali e il loro consolidamento: Budget Commerciale, Budget produttivo, Budget degli approvvigionamenti, Budget degli investimenti, Budget di struttura. Le diverse forme di reportistica: sistemi informativi e Datawarehouse Tecniche di reportistica efficace Elaborazione e presentazione Project work ALESSANDRO BACCI Partner della società di consulenza TELOS CONSULTING. Responsabile di progetti inerenti l implementazione di sistemi di controllo di gestione e misurazione delle performance all interno di organizzazioni sia pubbliche che private. È Professore a contratto di Programmazione e Controllo presso l Università degli Studi di Siena. Docente nell ambito di Master universitari, autore di pubblicazioni nei temi del controllo e della misurazione delle performance. MARIA PIA MARAGHINI Ricercatore in Economia Aziendale presso il Dipartimento di Studi Aziendali e Sociali della Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Siena. La sua area di ricerca si focalizza sui temi del controllo di gestione e dell innovazione organizzativo-gestionale. Su questi argomenti ha pubblicato su importanti riviste di settore e ha curato, insieme a Cristiano Busco e Duccio Stefano Gazzei, il volume: Controllo di gestione. Best practice e casi operativi, Knowità editore, Arezzo,

11 STRATEGIA E ORGANIZZAZIONE: i modelli di business delle piccole e medie imprese nell economia globale di oggi (prof. Enzo Rullani) Giovedì 26 e lunedì 30 novembre 2009 Sede: Poggibonsi, Eurobic Toscana Sud SpA Rif. H Il corso intende fornire gli strumenti basilari per sapersi muovere ed emergere nel complesso mercato globale di oggi e si propone di: Inquadrare i cambiamenti più rilevanti dello scenario competitivo internazionale Identificare i cambiamenti strategici e organizzativi che le piccole e medie imprese artigiane, manifatturiere o di servizi Indicare come le imprese dovrebbero realizzare per rinnovare i loro modelli di business, con particolare attenzione ai settori tipici del Made in Italy. CONTENUTI: I vantaggi competitivi della piccola impresa: filiera, territorio, persone Vantaggi e limiti del distretto industriale I due grandi cambiamenti che sovvertono gli equilibri competitivi: globalizzazione dei mercati e smaterializzare del valore Differenziali di costo, differenziali di conoscenza Come rigenerare i vantaggi competitivi della piccola impresa: estendere le filiere, mettere in rete i territori, investire sulle persone Usare bene la conoscenza: produrre nuove idee, moltiplicarne il valore, governare il circuito degli usi Nuovi modelli di business per il made in Italy: networking, produzione di senso, communities, gestione della complessità ENZO RULLANI È professore di Economia della conoscenza presso la Venice International University, di Venezia, in cui presiede il centro di ricerca Tedis, specializzato nello studio dell economia dei distretti e delle nuove tecnologie. Ha insegnato Strategie di impresa e materie collegate in diverse università italiane. Ha pubblicato numerosi libri e articoli sul capitalismo di piccola impresa, sull economia del postfordismo, sull internazionalizzazione, sui modelli di management, sull economia della conoscenza. 09

12 Informazioni generali Programma di lavoro dei seminari e dei corsi Mattino: Coffee Break Pomeriggio: Colazione di lavoro Quote di partecipazione e modalità d iscrizione Giornate seminariali 260,00 IVA inclusa Corsi di 2 giorni 380,00 IVA inclusa Le quote di partecipazione comprendono anche il materiale di documentazione e le colazioni di lavoro. Per le aziende che si iscrivono a più iniziative o che inviano più partecipanti ad uno stesso evento è previsto uno sconto del 20%. Sono inoltre possibili ulteriori agevolazioni per aziende in crisi, previa verifica dei singoli casi. Il numero dei partecipanti è programmato fino ad un massimo di 15 persone; nel caso in cui si rendesse necessario, lo stesso evento potrà essere riproposto in più edizioni. La priorità d iscrizione sarà determinata sulla base della data di arrivo dell apposita domanda di iscrizione compilata in ogni sua parte e sottoscritta. Eurobic provvederà a inviare conferma scritta via fax o di avvenuta accettazione. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione. 10

13 Compilare in stampatello e spedire a Eurobic Toscana Sud SpA fax Domanda di iscrizione Titolo del Seminario / Corso Rif. Data di inizio Sede di svolgimento Partecipante: Cognome e nome Luogo e data di nascita residente a Prov. Cap Via n Tel. Cell. Attuale situazione lavorativa: q Imprenditore q Libero professionista q Dirigente q Lavoratore autonomo q Quadro direttivo q Aspirante imprenditore q Impiegato o altro Azienda o Ente di appartenenza Via* n* Città Prov. Cap Tel. Fax Settore di attività Posizione ricoperta in azienda Intestazione fattura: q Al partecipante: C.F.* P.IVA* q Alla seguente Ditta P.IVA* C.F.* *Dati obbligatori Clausole contrattuali 1 Il versamento della quota di iscrizione di IVA inclusa, verrà effettuato, prima dell inizio del corso, tramite: - Assegno bancario intestato ad Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale s.r.l. - Bonifico bancario intestato ad Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale s.r.l. Banca Monte dei Paschi di Siena Agenzia Poggibonsi CODICE IABN IT Q (nella causale indicare nome e cognome del partecipante e titolo del seminario/corso). 2 L iscrizione s intende perfezionata al momento del ricevimento da parte di Eurobic della presente domanda compilata in tutte le sue parti e sottoscritta. 3 In caso di rinuncia alla partecipazione sarà restituita l intera quota se la comunicazione perverrà per iscritto almeno 8 gg prima della data d inizio del corso, mentre sarà fatturata l intera quota d iscrizione se la rinuncia avverrà dopo tale data. 4 Eurobic si riserva la facoltà di modificare le date di inizio e di termine o di annullare i seminari/corsi programmati: ogni variazione sarà tempestivamente comunicata agli interessati. 5 Dichiaro di prestare il mio consenso al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dal Dlg. n. 196 del e che il mio nominativo venga inserito nelle banche dati di Eurobic e di Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale s.r.l. ed utilizzato ai fini di una mia informazione per future attività ed iniziative, con l esclusione della comunicazione dello stesso a terzi per altri motivi. Esclusivamente nell ipotesi in cui non fosse interessato a tale opportunità, barri la casella a lato q Data Firma per accettazione (con timbro azienda) Firma per la specifica approvazione delle clausole 1, 2, 3, 4 e 5 - (art C.C. - 2 Comma) 11 (con timbro azienda)

14 12

15 Segreteria Organizzativa Eurobic Toscana Sud SpA Loc. Salceto, Poggibonsi (SI) Tel Fax Come arrivare a Eurobic Toscana Sud Da Nord: dall Autostrada A1 uscire a Firenze Certosa ed imboccare il raccordo autostradale Firenze - Siena. Uscita Poggibonsi SUD. Da Sud: dall Autostrada A1 uscire a Valdichiana ed imboccare la statale Siena-Bettolle in direzione Siena. Quindi imboccare il raccordo autostradale Siena-Firenze in direzione Firenze. Uscita Poggibonsi SUD. Bologna A1 Firenze Certosa San Casciano Val di Pesa Tavarnelle Val di Pesa FI-SI FIRENZE Raccordo Autostradale Siena-Firenze Roma SAN GIMIGNANO Volterra Poggibonsi Uscita Poggibonsi Sud Castellina in Chianti COLLE DI VAL D ELSA Monteriggioni SIENA s.s.siena Bettolle Roma A1

16 Eurobic Toscana Sud SpA Loc. Salceto, Poggibonsi (SI) Tel Fax

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Premessa Aiutare i figli a orientarsi alla fine del quinquennio della scuola superiore, o sostenerli nella scelta di

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli