COMUNE DI TROPEA (Provincia di Vibo Valentia)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TROPEA (Provincia di Vibo Valentia)"

Transcript

1 Largo P. di Netta n 1 Tel. 0963/6041 COMUNE DI TROPEA (Provincia di Vibo Valentia) Partita I.V.A WEB : CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizi: - Spazzamento, Raccolta e Trasporto dei Rifiuti Solidi Urbani. - Raccolta, Trasporto e Smaltimento dei Rifiuti Differenziati. - Raccolta e Trasporto dei Rifiuti Solidi Urbani e Differenziati, con Servizio Porta a Porta ; Indice ART. 1 Oggetto dell appalto... ART. 2 Durata dell appalto... ART. 3 Modalità di aggiudicazione dell appalto... ART. 4 Conoscenza delle condizioni d appalto... ART. 5 Carattere del servizio... ART. 6 Inizio del servizio... ART. 7 Corrispettivo dell appalto... ART. 8 Spese inerenti all appalto... ART. 9 Obblighi responsabilità e prescrizione dell impresa - Elenco Servizi... ART. 10 Mezzi e attrezzature... ART. 11 Organico... ART. 12 Provvedimenti per il personale... ART. 13 Servizio di raccolta e trasposrto RSU... ART. 14 Servizio di spazzamento... ART. 15 Raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani e Differenziati con Servizio "Porta a Porta".. ART. 16 Raccolta Rifiuti Ingombranti e Beni Durevoli... ART. 17 Raccolta Rifiuti Pericolosi... ART. 18 Servizio di decespugliamento... ART. 19 Lavaggio, manutenzione, sostituzione dei contenitori...

2 ART. 20 Servizio di lavaggio stradale, inanffiamento alberi ed aiuole comunali, pulizia e spurgo caditoie strdali... ART. 21 Altri servizi (pulizia mercati, pulizia pineta, raccolta rifiuti cimiteriali)... ART. 22 Servizio di pulizia e raccolta rifiuti in occasioni particolari... ART. 23 Servizi di raccolta di rifiuti abbandonati e servizi occasionali... ART. 24 Attività di informazione e sensibilizzazione... ART. 25 Vigilanza e controllo - Ordini di servizio... ART. 26 Penalità... ART. 27 Risoluzione del contratto... ART. 28 Cauzione... ART. 29 Subappalto... ART. 30 Controversie... ART. 31 Disposizioni finali... ART. 32 Protocollo di Legalità...

3 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA DEL COMUNE DI TROPEA PARTE PRIMA Norme generali ART. 1. Oggetto dell appalto CATEGORIA DEI SERVIZI:Allegato II A del D.Lgs. n. 163/2006: cat. 16 CPC 94 CPV : : ; ; L Impresa partecipante alla gara d appalto dovrà essere iscritta all Albo Nazionale delle Imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, ai sensi dell art. 212 del D. lgs n. 152 e disciplinato dal D. M n. 406 e s.m.i., per le categorie e classi previste nell appalto (categorie 1 cl.f, o superiore). L appalto che forma oggetto del presente capitolato riguarda i servizi di nettezza urbana nell ambito del territorio comunale di Tropea. Detti servizi comprendono tutte le operazioni ad essi inerenti ed in particolare le seguenti: Spazzamento, Raccolta e Trasporto dei rifiuti solidi urbani; a. Spazzamento manuale e/o meccanico (uso mezzi idonei) codelle aree pubbliche e delle aree private soggette ad uso pubblico dell intero territorio comunale, in particolare: spazzamento di tutte le vie (anche private soggette ad uso pubblico), piazze, marciapiedi, percorsi pedonali e carrai, slarghi, vicoli, scalinate, banchine portuali, aiuole spartitraffico, giardini comunali, lungo mare, aree verdi ed attrezzate pubbliche del territorio comunale e lungo gli itinerari allo scopo stabiliti,. b. Decespugliamento, estirpazione e raccolta di sterpaglie, erbacce, raccolta di fogliame, materiale vegetale risultante da potatura alberi e piante, etc. nelle zone pubbliche su indicate. c. Raccolta, a mezzo di appositi contenitori dei rifiuti solidi urbani. d. Trasporto di tutti i rifiuti comunque raccolti alla discarica controllata ed autorizzata secondo la pianificazione Regionale e Provinciale. e. Svuotamento, manutenzione, lavaggio e disinfezione periodica di tutti i contenitori stradali di raccolta compresi i cestini porta rifiuti. f. Svuotamento contenitori condominiali dei rifiuti solidi urbani. g. Svuotamento dei cestini porta carta compreso l onere della fornitura del sacchetto a perdere. h. Lavaggio di vie, strade e piazze del centro abitato di Tropea. i. Installazione e gestione dei cestini stradali nel territorio comunale di Tropea. j. Pulizia disinfestazione e disinfettazione delle caditoie stradali. k. Pulizia dei mercati civici e ambulanti e raccolta e trasporto dei rifiuti e detriti vari giacenti al termine dei mercati giornalieri, settimanali e straordinari..

4 l. Pulizia in occasioni particolari e manifestazioni ricorrenti. m. Pulizia dei residui o rifiuti risultanti a seguito di incidenti stradali. n. Pulizia nelle pinete, aree picnic della cinta urbana. o. Interventi straordinari a richiesta. p. Interventi di informazione e sensibilizzazione dell utenza. Raccolta, Trasporto e Smaltimento dei Rifiuti Differenziati; a. Raccolta, a mezzo di appositi contenitori dei rifiuti differenziati. b. Trasporto e smaltimento di tutti i rifiuti differenziati a discarica controllata ed autorizzata e/o ad impianti di termodistruzione autorizzati secondo la pianificazione Regionale e Provinciale. c. Svuotamento, manutenzione, lavaggio e disinfezione periodica, di tutti i contenitori di raccolta compresi i contenitori stradali. d. Installazione e gestione dei contenitori di nuova tipologia, conformi alla normativa vigente e, gabbie (raccolta cartone), nel territorio comunale di Tropea. e. Raccolta dei rifiuti ingombranti e beni durevoli ad uso domestico o d arredamento. f. Raccolta abiti usati e scarpe. g. Raccolta di rifiuti pericolosi (rif. allegato D al Decreto Legislativo n 22 del 05/02/1997), batterie e pile, medicinali, prodotti e contenitori etichettati T e/o F (vernici, inchiostri, adesivi, solventi, prodotti fotochimica, pesticidi,ecc.), tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio, copertoni, rifiuti cimiteriali. h. Raccolta delle siringhe, periodica e a chiamata. i. Realizzazione di adeguata Isola Ecologica a propria cura e spese in area comunale indicata: j. Custodia Isola Ecologica. k. Allestimento di apposita Isola Ecologica e attivazione Call Senter. l. Pesatura dei rifiuti prima di inviarli al recupero e allo smaltimento con trasmissione con cadenza mensile dei dati. m. Interventi di informazione e sensibilizzazione dell utenza. n. Interventi straordinari a richiesta. Raccolta, Trasporto Rifiuti Solidi Urbani e Differenziati, con Servizio Porta a Porta ; a. Raccolta dei rifiuti conferite dai cittadini presso tutte le civili abitazioni. b. Raccolta dei rifiuti da esercizi pubblici e commerciali (Ristoranti, pizzerie, hotel, campeggi, ecc.) e luoghi adibiti a usi diversi dalla civile abitazione. c. Svuotamento contenitori condominiali, per la raccolta di: carta, vetro, plastica. d. Fornitura dei sacchi per l espletamento del servizio Porta a Porta. L assolvimento dei servizi dovrà avvenire nel rispetto di tutte le norme del presente capitolato e di tutte le disposizioni di leggi vigenti durante il periodo di validità del contratto nonchè di tutte le ordinanze municipali. Per quanto attiene il servizio Porta a Porta lo stesso verrà abbinato al servizio R.S.U. e R.D. a decorrere dalla data di scadenza del contratto in essere (30/11/2009), in modo tale da unificare a successiva scadenza tutte e tre i servizi. ART. 2. Durata dell appalto

5 La durata dell appalto è prevista in anni DUE (24 mesi), con presunzione d avvio dall aggiudicazione e conseguente formalizzazione dei rapporti contrattuali, e comunque a decorrere dalla data di inizio effettivo del servizio, che risulterà da apposito verbale. Alla scadenza il contratto si intenderà risolto di diritto senza bisogno di disdetta alcuna. Qualora allo scadere del presente appalto non siano state completate le formalità relative al nuovo appalto e conseguente affidamento del servizio, la Ditta Aggiudicataria dovrà garantirne l espletamento fino alla data di assunzione del servizio da parte della Ditta subentrante. Che in caso di espletamento Gara da parte dell ATO n 4 o dall Amministrazione Provinciale e/o ad una società di capitale o ad un Consorzio di cui il Comune di Tropea è o sarà socio o per gestione diretta, il rapporto cessa a decorrere dalla sottoscrizione del contratto della ditta appaltatrice del servizio, senza che la ditta appaltatrice abbia nulla a che pretendere. Durante tale periodo di servizio rimangono ferme tutte le condizioni stabilite nel contratto e nel relativo capitolato. ART. 3. Modalità di aggiudicazione dell appalto L appalto sarà aggiudicato ai sensi dell art.82 del D.Lgs.n.163/2006, secondo il criterio del prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara, con aggiudicazione ai sensi dell art. 86 comma 1 ed applicazione commi 3 3 bis - 5 del decreto legislativo n. 163/2006 così come modificato dal D.L. n. 152/2008; in caso di discordanza tra il ribasso indicato in cifre e quello indicato in lettere, sarà ritenuto valido quello più vantaggioso per l Ente. ART. 4. Conoscenza delle condizioni d appalto L assunzione dell appalto di cui al presente Capitolato implica da parte dell Aggiudicatario la conoscenza di tutte le norme generali e particolari che lo regolano e di tutte le condizioni locali che possono influire su forniture, disponibilità e costo di mano d opera e più in generale di tutte le circostanze che possono influire sul giudizio dell Aggiudicatario circa la convenienza di assumere l appalto sulla base del ribasso offerto, con rinuncia ad ogni rivalsa per caso fortuito, compreso l aumento dei costi per l applicazione di imposte, tasse e contributi di qualsiasi genere o di qualsiasi circostanza sfavorevole possa verificarsi dopo l aggiudicazione. ART. 5. Carattere del servizio Tutte le prestazioni e servizi oggetto del presente capitolato sono considerate ad ogni effetto di legge servizi pubblici e per nessuna ragione potranno essere sospese o abbandonate, salvo casi di forza maggiore. In caso di arbitrario abbandono o sospensione, l Amministrazione Appaltante potrà sostituirsi all Aggiudicatario per l esecuzione d ufficio in danno all Impresa. L Appaltatore è tenuto all osservanza di tutte le leggi e le disposizioni vigenti e future in materia, sia a livello nazionale che regionale, nonché del Regolamento Comunale per il servizio in esame e sue successive modifiche e integrazioni. ART. 6. Inizio del servizio

6 L inizio del servizio, risultante dal verbale di cui al precedente art. 2, dovrà aver luogo entro 30 giorni dalla data di comunicazione dell avvenuta aggiudicazione, previa stipula di apposito contratto che dovrà avvenire nello stesso termine. ART. 7. Corrispettivo dell appalto Il costo complessivo d appalto è fissato in ,00 (novecentonovantottomilaquattrocento /00) IVA esclusa, pari ad un canone mensile di ,00 (IVA esclusa), al netto del ribasso d asta, gli oneri dei Costi Sicurezza sono pari a zero non essendoci rischi di interferenze. Il canone sarà corrisposto dal Comune di Tropea in rate mensili posticipate, previo rilascio da parte dell appaltatore di regolare fattura, entro il decimo giorno successivo a quello di riferimento. Il canone così fissato e determinato è compensativo di ogni e qualsiasi avere espresso nei presente capitolato inerente e conseguente i servizi di che trattasi ed è comprensivo di tutte le imposte e tasse di legge. ART. 8. Spese inerenti all appalto Le spese d asta, contrattuali, di registro e quant altro relativo all appalto in oggetto saranno ad intero carico dell Impresa, senza diritto di rivalsa. PARTE SECONDA Obblighi, responsabilità e prescrizioni per l esecuzione dei servizi ART. 9. Obblighi, responsabilità e prescrizioni dell impresa ELENCO DEI SERVIZI L impresa Appaltatrice assume l obbligo dell osservanza di tutte le norme legislative attualmente vigenti ed in particolare di quelle afferenti: a. Raccolta, spezzamento, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi. b. Raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti differenziati. e. Raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti ingombranti. f. Raccolta e trasporto servizio Porta a Porta. g. Raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti pericolosi. h. Custodia Isola Ecologica. i. Istituzione Call center. j. Prevenzione degli infortuni. k. Circolazione stradale. l. Tutela della salute pubblica. m. L assunzione ed il trattamento economico, previdenziale ed assistenziale del personale dipendente. 1. L appaltatore dovrà scrupolosamente rispettare tutti gli obblighi previsti dal C.C.N.L. nonché tutte le disposizioni di legge attuali e future in materia di lavoro, retribuzione, previdenza, riposi, ferie, permessi, sicurezza sul lavoro, ecc. 2. In caso di inosservanza di qualsivoglia disposizione di legge l appaltatore resterà l unico

7 responsabile manlevando in toto l Amministrazione Comunale e fermo restando qualsiasi ulteriore azione che la stessa Amministrazione riterrà di prendere nei confronti dello stesso. 3. Il personale dovrà essere dotato di adeguata massa vestiario e DPI, forniti dall appaltatore, con l obbligo di indosso durante le ore di lavoro. 4. Ogni lavoratore dovrà essere dotato di tesserino di riconoscimento plastificato riportante la dicitura, comunicata dal comune di Tropea, e comunque la denominazione dell Appaltatore e il numero di matricola del dipendente. Tale tesserino dovrà essere portato ben visibile sulla divisa durante le ore di servizio. 5. L Appaltatore dovrà adoperarsi e vigilare affinché gli addetti al servizio abbiano, durante lo svolgimento delle loro mansioni, un comportamento decoroso e un contegno rispettoso e collaborativo nei confronti della cittadinanza e degli addetti al controllo. 6. Il soggetto aggiudicatario deve comunicare prima della sottoscrizione del contratto d appalto il nominativo del Responsabile al quale intende affidare i compiti del Servizio di prevenzione e protezione previsto dal D.Lgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni ed il nominativo del/i responsabile/i che ha il compito di intervenire, decidere, rispondere direttamente riguardo ad eventuali problemi che dovessero insorgere relativamente al servizio prestato. Il responsabile avrà l obbligo di: a) coordinare il personale addetto al servizio; b) accertare che il personale sia adeguatamente formato per svolgere le proprie mansioni; c) garantire la pronta sostituzione del personale assente per qualsiasi ragione, in tempo utile per evitare qualsiasi interruzione del servizio; d) essere in grado in qualsiasi momento di precisare,su richiesta dell Amministrazione, in quale orario e da quale soggetto è stato svolto il servizio; e) intervenire tempestivamente al fine di sanare inadempienze agli obblighi contrattuali segnalate dall Amministrazione. 7. In caso di assenza o impedimento del Responsabile, il concessionario deve provvedere alla sostituzione e darne comunicazione al Comune. 8. Il responsabile dovrà essere in possesso di un recapito telefonico e reperibile quotidianamente dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore Dovrà inoltre essere garantito nei giorni festivi il servizio di pronta reperibilità con recapito telefonico e fax. 9. Il personale in servizio dovrà: a) mantenere un contegno corretto e collaborativo e dovrà altresì uniformarsi alle disposizioni emanate dall' Autorità Comunale in materia di igiene e di sanità; b) _ essere dotato, a spese dell'appaltatore, di tutti i dispositivi di protezione individuale (DPI) connessi con i servizi svolti, nonché essere edotto e formato sugli specifici rischi che la propria attività comporta ai sensi del D.lgs. 81/08 e successive modificazioni e integrazioni; c) _ avere a disposizione, a cura e spese dell appaltatore, idonei locali ad uso spogliatoio e servizi igienici. 10. La grave e/o reiterata inosservanza anche di una sola norma tra quelle indicate nel presente articolo comporta, previa formale costituzione in mora dell interessata, e salve ed impregiudicate altri livelli di responsabilità dell appaltatore, la decadenza della ditta dal contratto e l incameramento della cauzione definitiva da parte del Comune. 11. La Ditta Appaltatrice avrà l obbligo di osservare e di far osservare ai propri dipendenti ulteriori disposizioni legislative che potranno essere emanate durante il corso dell appalto, comprese le norme regolamentari e le ordinanze che dovessero essere emanate dal Comune, comunque inerenti ai servizi appaltati. 12. Il Comune rimane esonerato da qualsiasi responsabilità dovuta a imperizia, negligenza, imprudenza usata dall Aggiudicatario o dai suoi addetti nello svolgimento dei servizi. 13. L Aggiudicatario risponderà direttamente dei danni alle persone e cose comunque provocati nello svolgimento del servizio, rimanendo escluso ogni diritto di rivalsa nel confronti del Comune. Pertanto l Aggiudicatario è tenuto, pena la risoluzione del contratto, a stipulare apposite polizze assicurative R.C.T, R.C.O. con massimali non inferiori ai seguenti: - R.C.T

8 1) sinistro ,00 2) per persona ,00 3) per danni ,00 - R.C.O. 1) per sinistro ,00 2) per persona lesa , L Impresa ha l obbligo di segnalare al Comune tutte quelle circostanze e fatti che, rilevati nell espletamento del suo compito, possano pregiudicare il regolare svolgimento dei servizi. L Impresa si obbliga a rilevare il Comune da qualunque azione possa essergli intentata da terzi o per mancato adempimento agli obblighi contrattuali o per trascuratezza o colpa nell adempimento dei medesimi. 15 L impresa ha l obbligo di esibire attestato di avvenuto espletamento servizio, vidimato da parte del Comando VV.UU. e da dipendente delegato dell U.T.C., per quanto attiene tutte le prestazioni, di cui al precedente art. n 1, previa itinerario che dovrà essere comunicato anticipatamente e comunque almeno tre giorni prima dell espletamento, resta inteso che il provvedimento di liquidazione mensile sarà emesso solamente dopo l acquisizione delle attestazioni di cui sopra ART. 10. Mezzi ed attrezzature La ditta appaltatrice dovrà essere dotata per l esecuzione del servizio di propri automezzi specificamente destinati allo scopo ed attrezzati per la raccolta meccanizzata. I veicoli per la raccolta potranno essere del tipo a compattazione o a vasca semplice, purché l attrezzatura garantisca la perfetta tenuta nel caso di presenza di liquidi. Tutti i mezzi di raccolta dovranno trasportare le quantità in peso e volume per le quali sono stati omologati. La loro velocità lungo le strade cittadine non dovrà mai superare i limiti di legge e dovrà essere tale da non creare condizioni di pericolo per gli operatori e per la cittadinanza. La ditta appaltatrice dovrà essere, inoltre, dotata di un adeguato numero di contenitori. I contenitori di proprietà comunale, circa 120, saranno ubicati in tutti i punti che l Amministrazione comunale riterrà necessario. In aggiunta ai contenitori di proprietà comunale, la ditta appaltatrice fornirà n. 60 contenitori nuovi di fabbrica di sua proprietà che saranno dislocati nei punti che l Amministrazione riterrà opportuno. Fermo restando che con il raggiungimento degli obbiettivi del servizio Porta a Porta, gli stessi dovranno essere eliminati nei limiti e nei modi che l Amministrazione Comunale riterrà opportuno, senza alcuna riserva e/o eccezione da parte della ditta appaltatrice e, senza che la stessa abbia nulla a che pretendere dal punto di vista economico. I contenitori di proprietà del Comune saranno concessi in comodato alla ditta appaltatrice per la durata dell appalto, compreso lo smaltimento degli stessi in caso di inutilizzabilità. La ditta appaltatrice avrà a suo carico la manutenzione ordinaria e straordinaria dei contenitori concessi in comodato unitamente a tutte le spese per l utilizzo degli stessi. Qualora si verifichi l impossibilità di utilizzare contenitori di proprietà del Comune la ditta appaltatrice dovrà far fronte al servizio con altri di sua proprietà, provvedendo alla sostituzione dei contenitori fuori uso. La ditta appaltatrice fornirà in comodato d uso contenitori di nuova concezione, conformi alla normativa vigente, per la raccolta di: carta, vetro, plastica, in numero adeguato al fabbisogno cittadino, che saranno ubicati in tutti i punti che l Amministrazione comunale e ditta appaltatrice riterranno necessari e comunque non inferiore al numero di 25 cassonetti cadauno per tipologia. La ditta appaltatrice fornirà in comodato d uso griglie metalliche, per il contenimento di cartone, scatole di cartone e altre scatole di imballaggio in numero adeguato al fabbisogno cittadino, minimo n 25, che saranno ubicati in tutti i punti che l Amministrazione comunale e ditta appaltatrice riterranno necessari.

9 La ditta appaltatrice fornirà in comodato appositi contenitori stradali (n 8 contenitori per pile esauste e n 8 contenitori per farmaci scaduti), che saranno ubicati in tutti i punti che l Amministrazione comunale e ditta appaltatrice riterranno necessari. La ditta appaltatrice fornirà in comodato appositi contenitori stradali (n 3 contenitori per la raccolta di abiti usati e scarpe), che saranno ubicati in tutti i punti che l Amministrazione comunale e ditta appaltatrice riterranno necessari. Il personale della ditta appaltatrice e il comando dei vigili urbani dovranno vigilare sul corretto funzionamento e/o stato manutentivo dei cassonetti e qualora dovessero riscontrare carenza di funzionamento e/o stato manutentivo non idoneo, saranno obbligati a comunicarlo all Ufficio Tecnico Comunale ed alla ditta appaltatrice, che entro e non oltre 3 gg., dovrà provvedere alla riparazione e/o sostituzione del cassonetto. In aggiunta ai cestini stradali di proprietà comunale, la ditta appaltatrice fornirà n 90 cestini stradali nuovi di fabbrica di sua proprietà che saranno dislocati nei punti che l Amministrazione riterrà opportuno, a cura e spese della ditta appaltatrice. I predetti cestini stradali devono essere sottoposti all approvazione dell Amministrazione Comunale che potrà richiedere delle variazioni nelle tipologie e nel colore finalizzate all ottimale inserimento nell arredo urbano, in particolar modo nel centro storico, senza riserva alcuna da parte della ditta appaltatrice. La ditta appaltatrice dovrà, inoltre, fornire i sacchi necessari alla raccolta dei rifiuti differenziati Porta a Porta : Sacco Giallo con la stampigliatura Comune di Tropea - Carta, Cartone, mis. 70 x 90; Sacco Azzurro con la stampigliatura Comune di Tropea - Plastica, Metalli, Alluminio, mis. 70 x 90; Sacco Verde con la stampigliatura Comune di Tropea - Vetro, mis. 50x70; Sacco Grigio con la stampigliatura Comune di Tropea - Secco Indifferenziata, mis. 70 x 90; Sacco Nero con la stampigliatura Comune di Tropea - Rifiuti Organici, mis. 70 x 90. ART. 11. Organico Per l adempimento di tutte le obbligazioni conseguenti all esecuzione del presente capitolato, l Impresa dovrà disporre, avuto riguardo al periodo dell anno, di tutto il personale necessario per l ottimale espletamento del servizio. L Impresa aggiudicataria dovrà assumere, ai sensi dell art. 6 del C.C.N.L. di categoria vigente, tutto il personale attualmente addetto ai servizi in oggetto, conservando allo stesso il trattamento economico giuridico già fruito; detto personale con l indicazione delle rispettive qualifiche e anzianità. Tutto il personale, nell espletamento delle proprie mansioni, dovrà tenere un comportamento serio e corretto e dovrà obbedienza agli Amministratori ed agli incaricati del Comune investiti delle funzioni di controllo e vigilanza sui servizi affidati in appalto. L Impresa potrà, nell interesse del servizio, variare le qualifiche del personale, senza che ciò costituisca diritto a ripetere al Comune l eventuale maggiore onere che ne derivasse. ART. 12. Provvedimenti per il personale L Impresa sarà tenuta alla completa osservanza, nei riguardi del personale alle proprie dipendenze, di tutte le disposizioni e norme contenute nel C.C.N.L. della categoria, accordi interconfederali, regionali, locali ed aziendali nonché delle disposizioni di legge in materia di riposo settimanale, ferie, assicurazioni sociali, collocamento invalidi, ecc.

10 Farà pure carico all Impresa, per il personale alle proprie dipendenze, il pagamento di tutti i contributi pertinenti al datore di lavoro ed inerenti alla assicurazione di invalidità, vecchiaia, assicurazione infortuni, malattie, ecc... Si intendono a carico dell Impresa e compresi nel canone, gli oneri per il trattamento di fine rapporto che il personale matura alle sue dipendenze e che dovrà essere corrisposto all atto della risoluzione del rapporto di lavoro. ART. 13. Servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani cassonetti e cestini stradali Orari, periodicità dei servizi, prescrizioni Lo svuotamento dei contenitori, porta rifiuti e dei cestini stradali dovrà avvenire una volta al giorno nelle 24 (ventiquattro) ore in ogni giorno della settimana, giorni festivi compresi. Il servizio di svuotamento dei cassonetti nei mesi estivi dal 1 giugno al 30 settembre dovrà essere garantito entro le ore 7.00 (ore sette) di ciascuna mattina al fine di evitare danni alla salute pubblica ed intralcio alla viabilità mentre per il restante periodo dell anno entro le ore (ore dieci). Il servizio di sostituzione sacchi dovrà riguardare tutti i cestini stradali e sono a carico dell Aggiudicatario i sacchi in polietilene e tutta l attrezzatura necessaria per la manutenzione periodica nonché i cestini di riserva necessari qualora fosse indispensabile la sostituzione per ripristinare l efficienza originaria. Pur non essendo previsto il deposito di rifiuti incontrollati per le strade, la Ditta Aggiudicataria dovrà provvedere alla raccolta degli stessi che dovessero essere depositati su tutte le strade e aree pubbliche o aree private soggette ad uso pubblico dell intero territorio comunale. Sarà compito degli addetti al servizio provvedere altresì alla pulizia dell area circostante al punto di conferimento ed alla raccolta di tutti i rifiuti che per qualsiasi motivo (intemperie, atti vandalici, animali randagi ecc.) si trovassero sparsi sul suolo. Fa parte del servizio richiesto anche il trasporto di tutti i rifiuti comunque raccolti alla discarica controllata ed autorizzata secondo la pianificazione regionale e provinciale con oneri a completo carico della ditta appaltatrice qualunque sia la distanza. Il trasporto agli impianti di destinazione dovrà essere eseguito con veicoli a norma, che dovranno trasportare le quantità in peso e volume per le quali sono stati omologati. Per tali veicoli l Impresa dovrà comunque disporre delle regolari autorizzazioni di legge per il trasporto rifiuti. Per esigenze di carattere straordinario e contingente, la periodicità dei servizi prevista nel presente capitolato può essere, con Ordinanza del Sindaco, temporaneamente intensificata, senza che l Aggiudicatario possa vantare maggiori corrispettivi. Per il mese di Luglio ed Agosto - il servizio di raccolta (cassonetti e cestini stradali) dovrà essere garantito, senza che l Aggiudicatario possa vantare maggiori corrispettivi, due volte al giorno con le seguenti modalità: un primo svuotamento e raccolta entro le ore 8.00; un secondo svuotamento e raccolta entro le ore ART. 14. Servizio di spazzamento Orari, periodicità dei servizi, prescrizioni Lo spazzamento delle strade, di tutte le vie (anche private soggette ad uso pubblico), piazze, marciapiedi, percorsi pedonali e carrai, slarghi, vicoli, scalinate, banchine portuali, aiuole spartitraffico, giardini comunali, aree verdi ed attrezzate pubbliche del territorio comunale e lungo gli itinerari allo scopo stabiliti, aree mercato, lungo mare, dovrà avvenire tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, secondo le indicazioni e le cadenze riportate nel precedente

11 articolo. Il personale addetto al servizio dovrà evitare, per quanto possibile, di sollevare polvere o di arrecare comunque intralcio alla circolazione. Il personale dovrà curare, durante il servizio, la pulitura delle feritoie destinate allo scarico delle acque piovane, sia che si tratti di chiusini in ghisa, di bocchette di granito o di cemento, di bocche di lupo o di altro tipo, in modo da agevolare il regolare deflusso delle acque meteoriche. Il personale dovrà, inoltre, curare la rimozione del terriccio e detriti che si vanno ad accumulare in prossimità dei marciapiedi. Rientra nei compiti della Ditta la pulizia giornaliera delle aree verdi dalle cartacce e dai rifiuti abbandonati. L impresa appaltatrice si impegna, inoltre, alla pulizia e spazzamento di tutte le strade provinciali e delle pertinenze, precisamente dei tratti stradali fuori del centro abitato (Via Campo inferiore, Via Campo Superiore, Via Carmine, Via Stazione), una volta al mese. Per la rete stradale provinciale ricadente nel centro abitato si applicheranno, invece, le disposizione precedenti. Per esigenze di carattere straordinario e contingente, la periodicità dei servizi prevista nel presente capitolato può essere, con Ordinanza del Sindaco, temporaneamente intensificata, senza che l Aggiudicatario possa vantare maggiori corrispettivi. Per il mese di Agosto - segnatamente per la seconda, terza e quarta settimana - il servizio di spazzamento dovrà essere garantito, senza che l Aggiudicatario possa vantare maggiori corrispettivi, due volte al giorno con le seguenti modalità: un primo spazzamento secondo le modalità e nei termini di cui sopra; un secondo spazzamento, limitato all area urbana con esclusione della marina, secondo necessitàscaturite dalle esigenze dell Amministrazione Comunale (tutto il centro storico, Piazza V. Veneto, Viale Tondo, Via Coniugi Crigna, Via V. Veneto, Via IV Novembre, Via Piave, Via Monte Video, Via F. Barone, Via G. Tocco, Via F. Russo, Via della Vittoria, Via Stazione - fino al ponte ferroviario) entro le ore ART. 15 RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI E E DIFFERENZIATI CON SERVIZIO PORTA A PORTA Orari, periodicità dei servizi, prescrizioni Detto servizio unificherà gradualmente i servizi di : Raccolta,Trasporto Rifiuti Solidi Urbani - Raccolta, Trasporto e smaltimento dei Rifiuti Differenziati - nell ambito del territorio comunale di Tropea. La società garantisce la raccolta il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti differenziati, carta, cartone, vetro, plastica, alluminio e frazione umida. Detto servizio comprende tutte le operazioni a domicilio a esso inerenti ed in particolare le seguenti: a. Servizio di raccolta a domicilio, trasporto e conferimento agli impianti di destinazione finale, su tutto il territorio comunale, dei rifiuti solidi urbani non ingombranti e assimilati conferiti in forma differenziata con separazione delle frazioni organico e secco residua da smaltire b. Servizio di raccolta a domicilio, trasporto e smaltimento di tutti i rifiuti differenziati Carta, Cartone, Plastica, Vetro, Lattine, a discarica controllata ed autorizzata e/o ad impianti di termodistruzione autorizzati secondo la pianificazione regionale e provinciale c. Raccolta, a mezzo di appositi contenitori dei rifiuti differenziati. d. Svuotamento, manutenzione, lavaggio e disinfezione periodica di tutti i contenitori di raccolta compresi i contenitori stradali. e. Installazione e gestione dei contenitori, bidoni e gabbie metalliche nel territorio comunale di Tropea. f. Interventi straordinari a richiesta. g. Allestimento di apposita Isola Ecologica. h. Attivazione Call Center. i. Interventi di informazione e sensibilizzazione dell utenza. La Raccolta Porta a Porta: metodo di raccolta dei rifiuti conferiti dai cittadini presso le abitazioni e, dalle altre utenze presso i luoghi delle rispettive attività. Conferimento collettivo da parte, comunque di un numero di utenze limitato e ben identificabile (es. bidoni

12 condominiali, per ristorazione, hotel, villaggi e strutture turistiche). Il metodo consente l identificazione dell utenza che ha eseguito il conferimento. Con il seguente calendario di raccolta, entro le ore dei seguenti giorni: Lunedì Sacco azzurro, Nero e Grigio. Martedì Sacco Giallo. Giovedì sacco Verde. Venerdì Sacco Nero e Grigio. Sabato - Sacco Nero e Grigio. L assolvimento del servizio dovrà avvenire nel rispetto di tutte le norme del presente capitolato e di tutte le disposizioni di leggi vigenti durante il periodo di validità del contratto nonchè di tutte le ordinanze municipali. ART. 16 RACCOLTA DEI RIFIUTI INGOMBRANTI e BENI DUREVOLI Orari, periodicità dei servizi, prescrizioni La società effettuerà due volte la settimana (martedì e venerdì) la raccolta di beni durevoli o di altri rifiuti ingombranti di origine domestica e non, conferiti da parte degli utenti in appositi cassonetti scarrabili che saranno forniti dalla Società medesima o presso i cassonetti adibiti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e/o differenziata. Raccolta presso l Isola Ecologica di rifiuti da raccolta differenziata a conferimento diretto dell utente. La Società dovrà realizzare, previa acquisizione dei pareri necessari, a propria cura e spesa l Isola Ecologica appositivamente indicata dal comune. La Società dovrà gestire l Isola Ecologica appositivamente individuata, aperta ai conferimenti dell utenza dalla alle ore di tutti i giorni. Presso di essa, in appositi spazi delimitati e attrezzati con cassoni contenitori scarrabili, potranno essere conferiti: plastica, vetro, alluminio, carta, pile e batterie esauste, bombolette sprai t/f, farmaci scaduti, toner, batterie per auto, pneumatici, tessuti, materiali ferrosi, materiali ingombranti e beni durevoli a titolo esplicativo le seguenti tipologie di rifiuto: Frigoriferi e congelatori; Televisori; Computer; Lamoade al neon Lavatrici e lavastoviglie; Divani; Poltrone e sedie; Armadi e mobili in genere; Materassi; Scarti vegetali; Oli e grassi animali e vegetali da cottura; Oli minerali esausti; Ecc. a) Conferimento diretto dell utente presso l isola ecologica da allestire in area comunale da individuare prima dell affidamento del servizio; b) Istituzione di un numero telefonico verde (Call - Center) con il compito di raccogliere e prenotare le richieste di intervento dell utente. Quindi ritiro di tali tipologie di rifiuti di origine domestica e non presso le utenze (depositati a quota piano stradale accessibile al mezzo) con intervento di una squadra della Società. Sarà compito della Ditta provvedere alla raccolta di rifiuti ingombranti di qualunque natura e provenienza abbandonati su strade ed aree pubbliche o su strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico la cui presenza verrà segnalata dall Amministrazione Comunale

13 E a carico della Ditta ogni onere necessario per le operazioni di raccolta e trasporto agli impianti. ART.17 RACCOLTA DEI RIFIUTI PERICOLOSI Orari, periodicità dei servizi, prescrizioni La società si impegna ad effettuare la raccolta: periodica di. a. Pile esauste e farmaci scaduti rifiuti, tali rifiuti devono essere conferiti dagli utenti negli appositi contenitori stradali (n 6 contenitori per pile esauste e n 6 contenitori per farmaci scaduti), messi a disposizione dalla Società e posizionati nei punti di raccolta individuati dal Comune. b. Raccolta delle siringhe, periodica e a chiamata, in appositi contenitori in numero di 4. c. Raccolta di prodotti e contenitori etichettati T e/o F (vernici, inchiostri, adesivi, solventi, prodotti fotochimica, pesticidi,ecc.), tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio. d. Raccolta dei rifiuti cimiteriali. e. Raccolta Copertoni e pneumatici. f. Il prelievo avviene con scadenza settimanale ed in ogni caso quando gli stessi siano giunti a riempimento, nonché su chiamata del Comune con svuotamento dei contenitori entro le 24 ore successive alla chiamata g. Lo smaltimento viene effettuato a cura della Società in condizione di sicurezza e nel rispetto della normativa vigente ART. 18 Servizio di decespugliamento Periodicità dei servizi, prescrizioni Il decespugliamento delle strade, di tutte le vie (anche private soggette ad uso pubblico), piazze, marciapiedi, percorsi pedonali e carrai, slarghi, vicoli, scalinate, banchine portuali, aiuole spartitraffico, giardini comunali, aree verdi ed attrezzate pubbliche del territorio comunale e lungo gli itinerari allo scopo stabiliti, lungo mare, aree mercato dovrà avvenire sei volte all anno con le seguenti cadenze 15 gennaio, 15 marzo, 15 aprile, 15 giugno, 15 luglio, 10 settembre, 15 novembre. ART. 19 Lavaggio, manutenzione e sostituzione dei contenitori R.S.U. e R.D. Periodicità dei servizi, prescrizioni Il lavaggio e la disinfezione dei cassonetti porta rifiuti e cestini stradali avverrà a spese e cura dell appaltatore con proprio mezzo e personale e dovrà essere effettuato con frequenza tale da evitare la formazione di incrostazioni ed emissioni maleodoranti ed in ogni caso con il seguente calendario: Contenitori R.S.U e Cestini Stradali a)-un lavaggio ogni settimana durante i mesi dal 1 ottobre al 30 marzo. b)-un lavaggio ogni 5 giorni durante i mesi di Aprile-Maggio. c)-due lavaggi ogni settimana durante i mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre. La disinfettazione e la disinfezione dovrà essere effettuata sempre in coincidenza dei lavaggi. Contenitori R.D. a)-un lavaggio ogni 10 giorni di ogni mese dell anno. La disinfettazione e la disinfezione dovrà essere effettuata sempre in coincidenza dei lavaggi, da effettuarsi con detergente profumato. La manutenzione ordinaria e straordinaria dei contenitori e dei cestini stradali e la loro eventuale sostituzione è a completo carico della Ditta la quale, in particolare, dovrà verificare e

14 vigilare sulla perfetta tenuta e chiusura dei contenitori che in caso difetti andranno entro 24h riparati ovvero sostituiti. ART. 20 Servizio di lavaggio stradale, inaffiamento alberi ed aiuole comunali, pulizia e spurgo caditoie stradali Il servizio di lavaggio stradale di tutte le vie indicate : Corso Vittorio.E., Via Libertà, Viale Tondo, Viale Stazione, Via Roma, Via Regina Margherita, Via Umberto I, Via Degli Orti, Via Coniugi Grigna, Via G. Tocco, Largo Duomo, tutte le Piazze e gli affacci (anche private soggette ad uso pubblico), marciapiedi, percorsi pedonali, scalinate, lungomare, aiuole spartitraffico, giardini comunali, aree attrezzate pubbliche del territorio comunale e lungo gli itinerari allo scopo stabiliti, che potranno essere variati previa indicazione dell Amministrazione Comunale per una superficie pari a quella da effettuare nelle zone sopra indicate, dovrà essere effettuato una volta alla settimana durante il periodo dal 1 aprile al 30 settembre di ogni anno entro le ore Durante il periodo da Maggio a Settembre, l appaltatore provvederà, inoltre, con la stessa cadenza a innaffiare gli alberi e le aiuole di proprietà comunale. La Ditta dovrà provvedere con cadenza trimestrale (gennaio, aprile, luglio e ottobre) previa programmazione con l Amministrazione Comunale, allo spurgo e pulizia delle caditoie stradali mediante aspirazione forzata con idonea attrezzatura. In ogni caso, qualora si dovessero verificare intasamenti la ditta dovrà tempestivamente intervenire o su segnalazione della Amministrazione comunale o su iniziativa della ditta stessa. Il servizio di pulizia e spurgo delle caditoie stradali si riferisce alle operazioni di rimozione da fogliame, detriti e rifiuti, delle caditoie in modo che, in caso di pioggia, sia consentito il deflusso delle acque meteoriche. Il servizio dovrà essere comprensivo del trasporto e dello smaltimento del materiale di risulta a totale carico dell appaltatore. L organizzazione del servizio di pulizia caditoie, dovrà essere notificata all Amministrazione Comunale, in modo che l attività di controllo da parte della stessa possa essere espletata nell ambito dei servizi resi dal personale del comune, previa itinerario che dovrà essere comunicato anticipatamente e comunque almeno due giorni prima dell espletamento. ART. 21 Altri servizi (pulizia mercati, pulizia pineta ed aree picnic, raccolta rifiuti cimiteriali) La Ditta dovrà provvedere: due volte alla settimana (il martedì ed il sabato) alla pulizia ed al lavaggio del mercato (parcheggio Contura); una volta alla settimana alla pulizia della pineta e delle aree picnic (dal 1 di maggio fino al 30 di settembre il servizio dovrà essere espletato quotidianamente); una volta alla settimana (il sabato) alla pulizia delle aree occupate dal mercato settimanale. Inoltre dovrà essere assicurata la raccolta e il trasporto dei rifiuti e detriti vari giacenti al termine dei mercati giornalieri, settimanali e straordinari. Per quanto riguarda i rifiuti originati da attività cimiteriali, faranno carico alla ditta le operazioni di raccolta e trasporto dei rifiuti assimilati agli urbani. ART.22 Servizio di pulizia e raccolta rifiuti in occasioni particolari

15 In occasioni di ricorrenze e manifestazioni di importanza particolare si dovrà provvedere ad istituire apposito servizio di spazzamento meccanizzato e manuale, in modo da garantire sollecito ed efficiente servizio durante e dopo le manifestazioni. Dovrà essere garantito che, al termine delle manifestazioni o di ciascuna delle giornate delle stesse, al più entro la prima mattina del giorno successivo, venga eseguito lo spazzamento meccanico (laddove tecnicamente possibile) e quello manuale in modo da procedere tempestivamente alla pulizia delle vie e piazze interessate. Inoltre dovrà essere istituito nelle zone esterne un potenziamento del servizio di raccolta. E a carico della Ditta ogni onere necessario per le operazioni di raccolta e trasporto agli impianti. ART. 23 Servizi di raccolta di rifiuti abbandonati e servizi occasionali Sarà compito della Ditta provvedere alla raccolta di rifiuti di qualunque natura e provenienza, abbandonati su strade ed aree pubbliche o su strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico. La Ditta dovrà effettuare il servizio di raccolta dei rifiuti abbandonati in punti abusivi di scarico, la cui presenza verrà segnalata dall Amministrazione Comunale. La Ditta avrà l obbligo di organizzare apposito giro di raccolta con cadenza quindicinale e dovrà prelevare i rifiuti presenti nei punti di scarico abusivo segnalati dall Amministrazione Comunale e provvedere al trasporto agli impianti di smaltimento. E a carico della Ditta ogni onere necessario per le operazioni di raccolta e trasporto agli impianti. Il Comune potrà richiedere alla Ditta in casi eccezionali ovvero in caso di ricorrenze speciali ed occasionali (fiere, manifestazioni, ecc...) la disponibilità di attrezzature, mezzi e personale che si rendessero necessari per l espletamento di servizi regolati dal presente Capitolato. ART. 24 Attività di informazione e sensibilizzazione Compete alla Ditta Aggiudicataria adottare le iniziative e svolgere le attività di carattere promozionale necessarie ad informare e sollecitare la collaborazione degli utenti al fine di garantire i livelli di esecuzione del servizio richiesti. Sarà obbligatorio per la Ditta prevedere nella campagna di informazione e sensibilizzazione il coinvolgimento diretto delle istituzioni scolastiche. PARTE TERZA Norme specifiche e Disposizioni finali ART. 25 Vigilanza e controllo - Ordini di servizio Il Comune provvederà alla verifica del corretto espletamento dell oggetto dell appalto e, quindi, del servizio, mediamente proprio personale dipendente (Comando Vigili Urbani e Ass.te ai lavori). Resta inteso che, come da art. 22 del Capitolato e ai sensi di legge, il Dirigente è competente in ordine alla irrogazione di sanzioni per le ipotesi ivi descritte in ordine a ipotesi di inadempimento e/o ritardo nell adempimento.

16 ART. 26 Penalità In caso di inadempienze dagli obblighi contrattuali assunti, l Impresa, oltre alla decurtazione dell importo del mancato servizio prestato, sarà passibile di sanzioni con ammende da applicarsi con Determinazione Dirigenziale. Per i diversi casi di inadempienza sono previste le ammende negli importi di seguito riportati: mancata effettuazione del servizio completo giornaliero di raccolta./die 1.000,00 indifferenziata mancata effettuazione del servizio completo giornaliero di spazzamento /die 1.000,00 stradale; mancata effettuazione del servizio completo di lavaggio dei contenitori /die 500,00 stradali (per giorno di ritardo); mancata effettuazione del servizio completo di decespugliamento delle strade /die 200,00 (per giorno di ritardo); mancata effettuazione del servizio pulizia caditoie / 1.000,00 mancata effettuazione del servizio completo di lavaggio strade (per giorno di /die 300,00 ritardo); mancata effettuazione del servizio completo di lavaggio dei contenitori /die 300,00 stradali (per giorno di ritardo); mancata effettuazione del servizio decespugliamento (per giorno di ritardo); /die 200,00 mancata effettuazione del servizio di lavaggio mercato (parcheggio Contura); /die 500,00 mancata effettuazione del servizio di lavaggio dei contenitori stradali e /cod. 50,00 cestini (per contenitore e cestino); ritardo nella disponibilità dei contenitori ; /cad./die 50,00 ritardo nella sostituzione o riparazione dei contenitori; /cad./die 10,00 ritardo nella sostituzione o riparazione dei cestini stradali; /cad./die 10,00 inadeguato stato degli automezzi; /cad./die 250,00 mancato spazzamento stradale secondo la frequenza stabilita; /mq. 0,50 inadeguato spazzamento stradale manuale o meccanizzato; /mq. 0,50 mancata effettuazione di un servizio a cadenza giornaliera/bisettimanale; /cad./die 2.500,00 mancata esecuzione di un servizio Porta a Porta previsto; /cad./die 500,00 mancata effettuazione di un servizio a cadenza settimanale; /cad./die 5.000,00 irregolare utilizzo dei contenitori sull Isola Ecologica; /cad./die 400,00 mancato svuotamento dei contenitori sull Isola Ecologica; /cad./die 500,00 mancato attivazione Call Center o cattivo funzionamento; /cad./die 500,00 mancata o inadeguata informazione all utilizzo circa eventuali spostamenti /cad. 500,00 del giorno di servizio; omesso svuotamento di contenitore; /cad. 50,00 omesso svuotamento di cestino stradale; /cad. 10,00

17 mancato impiego delle divise aziendali; /cad. 250,00 altre negligenze nella gestione del servizio;. da un minimo di 150,00 ad un max di /cad. L applicazione della sanzione sarà preceduta da regolare contestazione dell inadempienza che dovrà essere inoltrata alla Ditta Aggiudicataria entro il termine massimo di 5 (cinque) giorni dall avvenimento, dall acquisizione delle relazioni di espletamento dei servizi, o contestualmente ad esso. L Impresa avrà facoltà di presentare controdeduzioni entro il termine di 15 (quindici) giorni dalla notifica della contestazione. L ammontare delle ammende sarà trattenuto sulla prima rata di canone in pagamento. Si evidenzia che in caso di reiterata omissione del servizio o parti di esso, l Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di rescindere il contratto in danno all Impresa. ART. 27 Risoluzione del contratto Il contratto d appalto si intenderà senz altro risolto in caso di scioglimento o cessazione dell Impresa. Nel caso che le inadempienze di cui all articolo precedente siano per numero, frequenza e gravità tali da rendere impossibile la prosecuzione del contratto d appalto, il Comune potrà determinare la sua risoluzione senza pregiudizio per eventuali rifusioni di danni. E considerata inadempienza grave, che darà adito alla risoluzione del contratto: la sospensione del servizio per un periodo superiore alle 24 h. esclusi i casi di forza maggiore; quando la Ditta Appaltatrice risulti insolvente, anche verso i dipendenti, o colpevole di frodi; cessione totale del contratto in subappalto o cessione parziale in subappalto a terzi per servizi differenti rispetto a quanto indicato nel successivo art. 26 o cessione parziale in subappalto senza autorizzazione dell Amministrazione; quando la Ditta non sia più in possesso dei requisiti necessari allo svolgimento dei servizi previsti nel presente appalto. Ogni comunicazione del Comune, attinente a quanto costituisce oggetto del presente articolo, sarà notificata alla sede legale dell Aggiudicatario. ART. 28 Cauzione A garanzia dell esatta e puntuale esecuzione di tutti gli adempimenti derivanti dal presente capitolato, l Impresa dovrà costituire, all atto della stipula del contratto d appalto, apposita cauzione per un importo pari al 10 % (dieci per cento) del canone complessivo riferito a tutta la durata dei servizi, in uno dei modi previsti dalla legge. Lo svincolo di detta cauzione sarà autorizzata ai sensi di legge. Qualora l Aggiudicatario venisse meno all impegno, risolvendo arbitrariamente di sua iniziativa il contratto, o qualora lo stesso, sempre per inadempienze dell Appaltatore, dovesse venir dichiarato risolto, il Comune di Tropea incamererà detta cauzione a titolo di penalità, salvo il diritto al risarcimento dell ulteriore danno.

18 ART. 29 Subappalto E vietato il subappalto totale delle operazioni previste nel presente appalto. E altresì vietato il subappalto parziale delle attività di cui al presente capitolato, ad eccezione del servizio spurgo caditoie stradali, pulizia della pineta. In ogni caso l eventuale affidamento dei servizi in subappalto dovrà essere preventivamente autorizzato dall Amministrazione Comunale e non esonera l Aggiudicatario dagli obblighi assunti col presente capitolato, che resta l unico responsabile del buon esito e della perfetta esecuzione dei servizi. ART. 30 Controversie Per la definizione di eventuali controversie che possano insorgere in merito all interpretazione od all esecuzione del presente capitolato e del contratto che seguirà e comunque connesse e conseguenti, che non possano essere composte in via amichevole, viene esclusa l applicazione delle norme sulle competenze arbitrali. E eletto quale Foro competente per le eventuali controversie quello di Vibo Valentia, Sez. distaccata di Tropea. ART. 31 Disposizioni finali L Impresa si considera, all atto dell assunzione dei servizi, a perfetta conoscenza del territorio su cui dovranno espletarsi i servizi oggetto del presente capitolato d appalto. Il Comune notificherà all Impresa tutte le deliberazioni, ordinanze ed altri provvedimenti che comportino variazioni di tale situazione iniziale. Per quanto non previsto nel presente capitolato, si intendono richiamate e da applicarsi le disposizioni di legge che regolano la materia. ART. 32 Protocollo di Legalità Ai sensi e per gli effetti del protocollo di legalità, sottoscritto il 10/05/2004, tra l Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia e la Stazione Appaltante del Comune di Tropea, si inseriscono le seguenti condizioni e clausole contrattuali: a) La stazione appaltante si riserva di acquisire, sia preventivamente alla aggiudicazione definitiva dell appalto, sia preventivamente all autorizzazione di subcontratti, cessioni, noli o cottimi, le informazioni antimafia ai sensi dà D.P.R.n. 252/98 e, qualora risultassero, a carico dei soggetti interessati, tentativi o elementi di infiltrazioni mafiose, la stazione appaltante stessa procede all esclusione del concorrente dalla gara ovvero al divieto del subcontratto, cessione, nolo o cottimo. Nel caso in cui, poi,sia stato concluso un subcontratto con impresa nei confronti della quale venga successivamente accertata l esistenza di causa interdittiva ex art.10 D.P.R. n.252/98, l impresa aggiudicataria dei lavori principali si impegna, nei confronti della stazione appaltante, a rescindere il subcontratto. Laddove non avvenga, la stazione appaltante procederà alla risoluzione del contratto principale. Dette informazioni verranno rilasciate entro 20 giorni dalla richiesta. La stazione appaltante si impegna, ai fini delle valutazioni discrezionali ammesse dalla

19 legge, ad inserire, altresì, nei propri bandi di gara, la facoltà per l Ente di escludere le ditte per le quali il Prefetto fornisce informazioni ai sensi dell art. 1 septies del D.L. n. 629/82. b) Clausola n. 1 La sottoscritta impresa offerente dichiara di non trovarsi in situazioni di controllo o di collegamento (formale e/o sostanziale) con altri concorrenti e che non si è accordata e che non si accorderà con altre partecipanti alle gara. c) Clausola n. 2 La sottoscritta offerente si impegna a denunciare alla Magistratura o agli organi di polizia ed in ogni caso all Amministrazione aggiudicatrice ogni illecita richiesta di danaro, prestazione o altra utilità ad essa formulata prima della gara o nel corso dell esecuzione dei lavori, anche attraverso suoi agenti,rappresentanti o dipendenti e comunque ogni illecita interferenza nelle procedure di aggiudicazione o nella fase di esecuzione dei lavori. d) Clausola n. 3 La sottoscritta impresa offerente si riserva, qualora ritenesse opportuno avvalersi del sub-appalto, di allegare un apposita dichiarazione con l indicazione delle imprese subappaltatrici, titolari di noli nonché titolari di contratti derivati e subcontratti, comunque denominati, nonché i relativi metodi di affidamento e dichiara che i beneficiari di tali affidamenti non sono in alcun modo collegati direttamente o indirettamente alle imprese partecipanti alla gara in forma singola o associata ed è consapevole che, in caso contrario, tali subappalti o subaffidamenti non saranno consentiti. e) Clausola n. 4 La sottoscritta impresa offerente si impegna a denunciare immediatamente alle Forze di Polizia, dandone comunicazione alla stazione appaltante, ogni tentativo di estorsione, intimazione o condizionamento di natura criminale in qualunque forma esso si manifesti nei confronti dell imprenditore,degli eventuali componenti la compagine sociale o dei loro familiari (richiesta di tangenti, pressioni per indirizzare l assunzione di personale o l affidamento di lavorazioni, forniture, servizi o simili a determinare imprese- danneggiamenti furti di beni personali o in cantiere, ecc.) come da modello di dichiarazione che forma parte integrante del protocollo di legalità.

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO CITTA' DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO Partita IVA 00220080162 Codice Fiscale 220080162 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 27 DEL

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli