Il mestiere si impara meglio con l esempio dei maestri artigiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il mestiere si impara meglio con l esempio dei maestri artigiani"

Transcript

1 anno 3º settembre-ottobre 2013 n. 5 il giornale dell artigianato e della piccola impresa confartigianato federimpresa cesena Direttore Responsabile: Stefano Bernacci - Giornale di informazione tecnica ed economica - Cesena, Via Ilaria Alpi, 49 - Iscritto al n. 6/2011 del Registro Stampa al Tribunale di Forlì Tariffa R.O.C.: Poste Italiane Spa - Sped. in abb. post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 - CN/FC - Stampa: Stilgraf - Cesena Il mestiere si impara meglio con l esempio dei maestri artigiani AVVIATI I TIROCINI FORMATIVI DEL PROGETTO BOTTEGA SCUOLA PER 10 GIOVANI Nella foto: il giovane tirocinante Luca Zanellati nell impresa meccanica Mpc con il titolare Stefano Soldati

2 2 Campagna antiburocrazia Prevenzione su controlli e sanzioni, intesa con l Ausl SIGLATO PATTO DA CONFARTIGIANATO IN OCCASIONE DI ESSERE IN IMPRESA DAY 2013 di GIAMPIERO PLACUZZI Un patto per contrastare lo tsunami di norme che si abbattono contro le imprese, in nome della certezza del diritto e della legalità che soccombono quando la burocrazia crea una miriade di adempimenti a cui far fronte diventa una mission impossible. L intesa, innovativa nel territorio e nel Paese, è stata siglata presso l azienda artigianale P.Z. di Oliviero Zondini in via Lama a Cesena nell ambito della iniziativa Essere in Impresa day, da Confartigianato e i dirigenti dell Ausl di Cesena, il direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica Luigi Salizzato e il responsabile del servizio Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro Franco Cacchi. Per Confartigianato erano presenti il presidente di Confartigianato Ivano Scarpellini, il vicesegretario Giampiero Placuzzi e il Responsabile dell Area Economica di Confartigianato Eugenio Battistini. L incontro è stato fondamentale per rafforzare la cooperazione improntata alla prevenzione nel territorio tra Confartigianato e INCONTRO L imprenditore Zondini con Salizzato del Dipartimento Sanità AUSL di Cesena Dipartimento di Sanità pubblica dell Ausl di Cesena e per aiutare le imprese a capire su quali particolari tipi di infrazioni si rivolgono i controlli. Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell Ausl di Cesena si impegna a coinvolgere Confartigianato sugli obiettivi di prevenzione su cui intende agire territorialmente e trasmetterà report sulle tipologie di criticità aziendali riscontrate e san zioni elevate nell attività istituzionale d accertamento e controllo. Nuove intese verranno siglate da Confartigianato con altri enti, per consentire alle imprese di poter far fronte, nella certezza del diritto a poter rispettare la legalità, a tutte le norme e adempimenti che ogni giorno continuano assurdamente a sommergere chi intraprende. Prima di tutto va rispettato il diritto alla legalità di STEFANO BERNACCI Ogni giorno le nostre piccole imprese cesenati lamentano uno stillicidio di norme e adempimenti che si abbatte ormai come uno tsunami. Un bestiario di gabelle che va contro il diritto alla legalità. Non al dovere di praticarla (su quello non si discute), ma al diritto di restarci. È questo diritto che chiede sia rispettato Confartigianato Federimpresa Cesena, la quale ha siglato un intesa con l Ausl, e lo farà con altri enti territoriali per essere informati su quali infrazioni si indirizzeranno prevalentemente i controlli e di avere report sulle irregolarità sanzionate. Ora partiremo con azioni informative e formative sulle aziende. Le imprese vogliono stare in regola: anche perché i costi delle infrazioni sono insostenibili. Ma tutto sembra concorrere per impedire che possano riuscirci. Quando subiscono visite ispettive sudano freddo perché temono che scartabellando possa venir fuori sempre qualcosa, se non altro per giustificare la visita. Come le nostre parrucchiere multate perché non avevano affisso il cartello col divieto di non fumare (?!). Ignorantia legis non excusat, d accordo: ma solo per conoscere l enciclopedia degli adempimenti e delle complicazioni un imprenditore deve plurilaurearsi da avvocato e da commercialista. Ai Comuni abbiamo chiesto una semplificazione di Area Vasta, uniformando e snellendo i regolamenti. Abbiamo apprezzato lo sforzo fatto dal Comune di Cesena ma il lavoro è ancora lungo; vanno adottati atti regolamentari e procedure organizzative finalizzate a chiarezza e semplificazione in termini di tempo e costi per gli utenti, nonché dal punto di vista organizzativo gestionale di utilizzo e risparmio del personale. Bello il messaggio della Festa della legalità promossa dalla questura di Forlì-Cesena con il coinvolgimento delle scuole: legalità come dovere e fondamento della convivenza civile. Siamo in sintonia e aggiungiamo che la prima forma di legalità consiste nel non stabilire norme oppressive che rendano impossibile il loro rispetto da parte di cittadini e imprenditori, ridotti e sviliti a sudditi. Purtroppo è a questo punto che siamo arrivati: il non farcela più, nonostante gli enormi sforzi, a resistere all urto di questo folle tsunami di gabelle. Ecco perché Confartigianato sta avviando azioni innovative come le intese con gli enti territoriali preposti al controllo, e si impegna in una lotta senza quartiere contro il malcostume delle complicazioni e per la salvaguardia della legalità, messa in pericolo anche dai legislatori stessi.

3 Campagna antiburocrazia 3 Le mostruosità burocratiche finiscono in rete INIZIATIVA DI CONFARTIGIANATO. LE IMPRESE RACCONTANO I SOPRUSI SUL WEB Le imprese cesenati raccontano in rete le loro incredibili disavventure burocratiche. Un azione a tambur battente di denuncia dei casi assurdi e spesso inimmaginabili di cui le imprese sono vittima, promossa da Confar tigianato Cesena insieme alla Confe derazione nazionale, attraverso il portale associativo l osservatorio Follia burocratica? Rac contaci la tua. Si tratta di un spazio rimarca il segretario Stefano Bernacci nel quale gli imprenditori possono raccontare le loro esperienze, denunciare le loro storie di ordinaria follia burocratica. Una disavventura kafkiana di ordinaria burocrazia dice più di mille parole. In pochi click, si può compilare un questionario, segnalando le complicazioni che rendono difficile l attività produttiva. La consultazione resterà attiva fino al 31 gennaio e le segnalazioni degli imprenditori verranno raccolte in un rapporto finale di proposte che sarà presentato a tutti i livelli istituzionali, anche ai sindaci dei nostri Comuni e a tutti gli interlocutori. La nostra iniziativa rimarca il Gruppo di Presidenza formato da Alessandro Naldi, Stefano Ruffilli, Elena Fantozzi e Ivano Scarpelli -ni serve a lanciare un nuovo segnale per semplificare la vita degli imprenditori. Di leggi anti-burocrazia ne esistono anche troppe. Bisogna soltanto applicarle e farle rispettare, controllarne l effetto e verificare il risultato percepito dalle imprese. Non serve fare nuove leggi, ce ne sono già tante, basta fare funzionare quelle che esistono. Per abbattere il mostro della burocrazia, bisogna semplificare la semplificazione!. In 5 anni quasi 300 adempimenti in più! di ALESSANDRO NALDI L edizione 2013 dell Essere In Impresa day, tradizionalmente dedicato, gli anni scorsi, all incontro simultaneo con i sindaci del cesenate che per un giorno si rendevano protagonisti di una full immersion nei laboratori artigianali, ha messo in primo piano quest anno l esigenza del disboscamento burocratico attraverso un nuovo rapporto tra imprese ed enti preposti al controllo sull attuazione delle norme. Le imprese sono sempre più oberate da un carico burocratico inimmaginabile, che ogni giorno si appesantisce di adempimenti spesso astrusi e incomprensibili. Liberare l impresa dalla burocrazia è la principale condizione per quelle politiche di rilancio della nostra economia di cui il nostro paese ha assoluto bisogno e che, come la proposta di legge di stabilità ha purtroppo dimostrato, sembra non possano essere strutturate su significative iniziative di riduzione dei costi e di supporto finanziario per le imprese. Oggi le imprese sostengono costi diretti e indiretti derivanti dagli adempimenti burocratici pari a circa 30 miliardi annui a cui si aggiungono i tempi dedicati dall impresa per assolvere a migliaia di obblighi. Dal 2008 ad oggi, alla faccia della semplificazione sono state approvate 288 norme che hanno complicato la vita alle imprese a fronte di sole 67 che avevano presupposti di semplificazione. Ogni anno la burocrazia incide per 2 punti percentuali sul Pil; ogni diminuzione di questo onere avrebbe effetti immediati sulla crescita e sulla competitività delle imprese. Confartigianato ha avanzato a tutti i livelli istituzionali una serie di richieste per agire contro la burocrazia fattore recessivo: fra queste spiccano la semplificazione delle norme sui contratti di apprendistato con la razionalizzazione dell intera normativa e la redazione di un codice del lavoro che renda semplici e certe le norme; la revisione delle norme che provocano complicazioni e la riscrittura dei regimi contabili; l entrata in piena operatività delle Agenzie per le imprese; l uniformazione di procedure e modulistiche edilizie e urbanistiche intervenendo sui Comuni che prestano servizi non conformi. Un altra importante richiesta è l omogeneizzazione delle scadenze fiscali-pre videnziali con l estensione del periodo di cassa allargato per far coincidere tutti gli adempimenti, fiscali e previdenziali. Più in generale quel che occorre è una vera semplificazione delle norme, spesso poco chiare e ulteriormente rese più complesse dal recepimento di numerose norme comunitari. Gruppo di Presidenza, entra Ruffilli Il Consiglio Direttivo di Confartigianato Fe derimpresa Cesena ha integrato la composizione del suo Gruppo di Presidenza eleggen - do quale nuovo membro Stefano Ruffilli (nella fo - to), già dirigente Confartigianato che ricopriva ruoli di responsabilità all interno dell organizzazione e che ora affianca Alessandro Naldi, Lorenza Fantozzi e Ivano Scarpellini. Stefano Ruffili, titolare di un impresa di corriere e autotrasporto, ha 55 anni. L esperienza apripista del Gruppo di Presidenza avviata da più lustri, che ora si allarga con l ingresso di Ruffilli, favorisce una rappresentanza capillare e presente a tutti i tavoli di confronto grazie proprio alla disponibilità offerta da più presidenti i quali lavorano in quella logica di gruppo che da sempre ispira l attività di Confartigianato.

4 4 Il progetto Bottega Scuola, viaggio dentro i tirocini formativi AVVIATI DALL ENTE PROMOTORE FORMART. GLI IMPRENDITORI RACCONTANO L INSERIMENTO DEI 10 GIOVANI di GABRIELE SAVOIA Bottega Scuola procede spedita con i tirocini formativi per 10 studenti promossi fino al 31 marzo dentro le imprese artigiane coinvolte nel progetto Bottega Scuola promosso da Confartigianato Federimpresa Cesena, Fondazione Romagna Solidale, Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, Centro di solidarietà della Provincia di Forlì-Cesena e Fondazione Almerici. Le esperienze sono state avviate grazie al coinvolgimento di Formart, il centro formativo di Confartigianato. La normativa è cambiata dal 16 settembre spiega Ursula Versari, coordinatrice di Formart cesenate prevedendo che a gestire queste esperienze formative siano centri formativi e centri per l impiego e che al tirocinante sia corrisposta una indennità non inferiore ai 450 euro mensili. Ci siamo fatti trovare pronti come enti promotori e i tirocini sono stati avviati in collaborazione con le associazioni ideatrici del progetto Bottega Scuola. Dentro i laboratori delle imprese meccaniche e del restauro, dunque, sono stati inseriti i 10 ragazzi che già hanno sostenuto le 40 ore di formazione trasversale, i cui titolari nei panni di maestri artigiani, con l ausilio dei loro collaboratori stanno affiancando e avviando i ragazzi al mestiere. Sono veramente soddisfatto dice Stefano Ronconi, restauratore cesenate presso il cui laboratorio è stata inserita la giovane Valentina Volpi. La ragazza proviene dalla Scuola d arte spiega l artigiano restauratore ed è molto preparata culturalmente ma doveva apprendere ex novo gli erudimenti del lavoro e costruirsi una propria manualità. Dopo la prima fase in cui ha seguito le lavorazioni come attenta osservatrice, Nelle aziende dei settori meccanico e del restauro il progetto procede spedito dopo la fase di formazione trasversale. I ragazzi apprendono e hanno già collaborato in alcuni casi all ultimazione dei primi manufatti MAESTRO Marcello Grassi con il suo tirocinante è stata coinvolta ed ha eseguito i primi lavori: da semplici stuccature alla preparazione di tasselli di legno sino alla lucidatura dei mobili. La prima opera a cui ha concorso è stato il restauro di una cassettiera dell Ottocento, e la sua ultimazione con l ebbrezza del prodotto finito è stata gratificante per la tirocinante e per tutto lo staff. Il nostro lavoro afferma Oliviero Zondini, dell azienda artigiana metalmeccanica Pz è molto impegnativo perché oramai non esistono più le lavorazioni seriali, ma si interviene principalmente in attrezzaggio e programmazione mirati. Il ragazzo inserito, Mikhail Amatulli, non proveniva dal settore e non ha frequentato il Comandini, ma è molto volonteroso e tenace, per cui sta ren - dendosi conto delle problematiche e segue le lavorazioni cercando di apprendere come si lavora in un impresa come la nostra. Lo staff, formato da 15 collaboratori, è prodigo di insegnamenti, ma l utilizzo delle macchine è un traguardo lontano, d altra parte per usarle con padronanza piena occorrono vari anni, ma di certo per il giovane è un esperienza molto positiva e ha modo di capire se questo mestiere gli si attaglia oppure no. All istituto Comandini forniremo il software del nostro progetto e ciò aiuterà la scuola a formare i propri allievi tenendo presente come si opera nelle aziende meccaniche più strutturate. Il nostro Imad è un ragazzo molto ben disposto, motivato e con tanta voglia di apprendere il mestiere sottolinea l imprenditore gambettolese Marcello Grassi, titolare dell azienda Il Ciclo, di fabbricazione e montaggio di biciclette e che si occupa anche di assemblaggio e montaggio di pezzi per conto di altre ditte. Io e il capofficina lo affianchiamo e il giovane si è perfettamente inserito nella squadra aziendale che conta una decina di dipendenti. Il tirocinio procede con la gradualità richiesta ma con significativi progressi e il ragazzo sta cominciando a collaborare alle lavorazioni, mentre un pomeriggio alla settimana frequenta le lezioni all istituto Comandini. La scuola in bottega funziona, con vantaggi reciproci e noi imprenditori siamo orgogliosi di far diventare i laboratori fucina di nuovi addetti del settore.

5 Servizi 5 Agenzia per il lavoro ad hoc ricerca e forma il personale CONVENZIONE TRA CONFARTIGIANATO E ADHR GROUP di ELISABETTA PISTOCCHI Confartigianato ha stipulato una convenzione con l Agenzia per il Lavoro Adhr Group spa che ha appena aperto una sede a Cese na in corso Cavour. Tramite Adhr, l'associazione mette a disposizione delle imprese una serie di servizi a prezzi vantaggiosi: somministrazione del personale (for ma di lavoro di penden te che sta prendendo sempre più piede, a causa dei vincoli posti dalla legislazione del lavoro in materia di licenziamenti, formula efficace per provare le risorse umane attraverso IL CORSO Un momento del corso promosso da Adhr un rapporto flessibile); ricerca e selezione del personale e formazione del personale tramite il proprio ente di formazione che organizza percorsi formativi preassuntivi per mettere in condizione l azienda di scegliere lavoratori già preparati da inserire al lavoro. Inoltre Adhr offre il servizio call senter integrato con le strutture aziendali. Confartigianato ha messo a disposizione di Adhr le strutture del Campus d impresa, dove sono già iniziati due corsi di formazione per 39 lavoratori di contabilità generale avanzata e tedesco di base. Confartigianato & UNIQA Agenzia assicurativa a 360º È operativa da oltre due mesi presso la sede Confartigianato la nuova Agenzia Assicurativa che Confartigianato Cesena, in partnership con UNIQA Group, primario gruppo assicurativo europeo, ha studiato per offrire un servizio personalizzato e di qualità alle imprese. Agli associati vengono forniti consulenza e servizi assicurativi con le soluzioni più adatte alle specifiche esigenze delle aziende e con il miglior rapporto qualità-prezzo. Il Gruppo Uniqa in Italia è composto dalle compagnie Uniqa Assicurazioni, Uniqa Protezione e Uniqa Previdenza. L agenzia Assicurativa è a disposizione, con personale dedicato, per informazioni e consulenza negli orari di apertura dell associazione. I segreti tecnologici della domotica SUCCESSO DEL CONVEGNO DI CONFARTIGIANATO CESENA, FORLÌ E RAVENNA di GABRIELE SAVOIA Si è tenuto il 19 novembre nella sede del Campus Confartigianato un seminario sul tema Fondamenti di Home & Building Automation a standard KNX organizzato da Confartigianato di Cesena, Ravenna e Forlì in collaborazione con la Gewiss, azienda esperta nel settore della domotica, area di studio e applicazioni che mira a rendere intelligenti le apparecchiature, gli impianti e i sistemi. È intervenuto il presidente regionale della categoria Impianti della Confartigianato Cinzia Frega che ha messo in luce l importanza della domotica in termini di innovazione ed efficenza gestionali ed economici. Il seminario è stato un opportunità formativa per le aziende della filiera casa in una fase di serie difficoltà economica in cui non bisogna tirare i remi in barca, ma investire in innovazione.

6 6 Innovazione Temporary Network Manager, nelle reti di imprese entrano gli esperti INIZIATIVA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, CO.N.ENG E CONFARTIGIANATO PROTAGONISTE di CHIARA RICCI Partendo dall iniziativa Temporary Export Manager, arrivata alla quinta edizione, la Camera di Commercio di Forlì-Cesena ha avviato un nuovo progetto rivolto alle imprese interessate a lavorare in rete: Temporary Network Manager. L obiettivo è quello di supportare l aggregazione di micro e piccole imprese su programmi commerciali comuni, centrati sui mercati esteri. L aggregazione, o rete d imprese, può offrire una risposta ai limiti dimensionali delle nostre aziende, favorendone l accesso all estero e accrescendo o diversificando la gamma di prodotti e servizi offerti. Un opportunità che si avvale sia dell esperienza di un senior network manager, che opererà in stretta collaborazione con i vertici aziendali, sia di una risorsa junior, che sarà inserita all interno della rete per circa sei mesi. Al termine della fase di selezione, è stata individuata l aggregazione di imprese nella rete Co.N.Eng, di recente costituita e che comprende tre imprese cesenati della metalmeccanica. Si tratta di aziende artigianali aderenti a Confartigianato Cesena, Mancini Mec Service, Meccanica 2000 e Mpc, di cui sono titolari Stefano, Alex e Marcello Mancini, Mario Picone e Loris Siboni, e Stefano IMPRENDITORE Alex Mancini Soldati, punti di forza del Gruppo giovani imprenditori Confartigianato (Alex Mancini è il presidente) che hanno creato, appunto, la rete d impresa Co.N.Eng. Gianfranco Lai, di MET Italia srl, è il senior manager, che con l aiuto di Luca Sapignoli, sammaurese, laureato con lode in Economia e Gestione Aziendale, risorsa junior, pianificherà una strategia commerciale di rete, per affrontare in rete i mercati internazionali, anche attraverso la formulazione di un business plan pluriennale per le successive attività dell aggregazione. L iniziativa partirà a breve e tutti sono già al lavoro in questa prospettiva di apertura e ampliamento degli orizzonti. È chiaro che si tratta di un modello che potrà essere replicato per altre aggregazioni di imprese. "Le Reti di Imprese dichiara Stefano Bernacci, direttore di Confartigianato Cesena rappresentano un fenomeno innovativo che si sta diffondendo e consolidando anche nel nostro territorio e che va supportato attraverso strumenti consulenziali innovativi e flessibili. Ottima l idea di estendere l esperienza positiva del Temporary Export Manager alle imprese interessate a lavorare in rete, perché rappresenta una dimostrazione della voglia del territorio di accompagnare i processi di cambiamento in atto fra le imprese per rendere il sistema economico più competitivo. Grazie ai tre attori, Camera di Commercio, Università, Confartigianato Cesena dichiara Alex Mancini, responsabile, con il fratello Marcello e il padre Stefano, della ditta Mancini Mec Service le tre imprese della rete Co.N.Eng avranno la possibilità di allargare l attività oltre i confini nazionali, scoprendo i mercati esteri. Pensiamo, in par ti colare a quello europeo e alle prospettive che si aprono nel potenziare la ricerca di nuovi clienti. Con la competenza del senior manager e l apporto di nuove energie della risorsa junior, studieremo le concrete possibilità di intervento all estero. Opportunità, quindi, per noi ed anche per il giovane che sperimenterà interessanti percorsi lavorativi. TIPO-LITOGRAFIA EDITRICE Grafica e stampa tradizionale e digitale: LIBRI - GIORNALI - RIVISTE - CATALOGHI - CALENDARI MANIFESTI - DEPLIANTS - COMMERCIALE Servizio di confezione e postalizzazione Viale Angeloni, CESENA Tel Fax I CORSI DALLE OPPORTUNITÀ MOSTRUOSE FORMIAMO PROFESSIONISTI ISCRIVITI SUBITO AI CORSI IN PARTENZA PER CONSEGUIRE LA QUALIFICA O L ABILITAZIONE PROFESSIONALE DI ESTETISTA (Percorsi formativi riconosciuti dalle Amministrazioni pubbliche competenti e spendibili su tutto il territorio nazionale) Per info chiama la sede di FORMart di Cesena: tel Via Cerchia S. Giorgio, Cesena - -

7 Innovazione 7 La nostra filiera edile alla conquista del mondo NATA LA RETE D IMPRESA BELLIGROUPITALIA CON 25 IMPRESE DALLA PROGETTAZIONE ALL ARREDO Cina, Dubai, America del Sud, Bosnia, Russia: la filiera dell edilizia cesenate, fulcro di una rete d impresa attorno a cui si sono aggregate aziende da altre regioni d Italia dalla Puglia al Veneto, parte alla conquista del mondo. Dove ha già stretto una serie di contatti prodromo di imminenti commesse. È stata formalizzata la nascita di BelliGroupItalia, fondata dall architetto cesenate Maurizio Belli, rete d impresa sostenuta e assistita da Confartigianato Cesena, che fornisce i supporti necessari a tutti i livelli e che ha collaborato attivamente alla sua creazione. Vi aderiscono per ora 25 aziende della filiera dell edilizia. Il grosso è del Cesenate (fra questi l impresa edile di Guido Aldini) mette in luce Belli ma la dimensione del nostro gruppo è nazionale, dove per la innovazione di questa rete d impresa Belli GroupItalia è all avanguardia. L ambito delle zionali. Si tratta di La maggior parte una strada innovativa, che punta è del Cesenate ma la dimensione sull eccellenza del made in Italy che è nazionale. noi auspichiamo si Avviati numerosi contatti possa estendere con altre reti in internazionali altri settori d impresa. realizzazioni è a vasto spettro: si va dalla progettazione alle ditte costruttrici sino a Stiamo stringen - quelle che operano nell arredamento, attraverso tutta la variegata gamma dei settori tatti e siamo vicini ARCHITETTO do numerosi con- dell indotto: la crisi aguzza l ingegno e ci a definire le prime Maurizio Belli siamo resi conto che di fronte alle difficoltà commesse dice l architetto Belli che è annose del mercato nel settore dell edilizia reduce dalla Cina dove ha approfondito occorre attrezzarsi giocando di squadra facendo leva sulla nostra grande forza: il imprenditori aderenti hanno avuto con- nuo ve relazioni per le commesse. I nostri made in Italy. Lo scopo della nostra rete è tatti in Messico, Costa d Avorio e in altre quello di presentarci nei mercati internazionali dove siamo in grado di fornire, attra- lotti e complessi edili o altri interventi. parti del mondo per la realizzazione di verso la cooperazione delle imprese socie, Noi ci siamo strutturati per l assistenza e un prodotto chiavi in mano dal primo mattone fino all arredo in tutte le sue sfaccetta- locali e per qualsiasi tipo di intervento, la guida dei cantieri utilizzando maestranze ture. settoriale da parte di ditte singole, oppure Confartigianato sta puntando molto sulle più ampio sino a quello chiavi in mano attraverso la collaborazione e l interazione di reti d impresa rimarca Giampiero Placuzzi, vicesegretario dell associazione : è più imprese della rete. All estero il Made in nata CoNeng nel settore meccanico e ora Italy anche nel settore dell edilizia è sinonimo di efficienza, qualità, affidabilità e so- BelliGroupItalia è un esempio calzante di come l unione possa fare la forza offrendo prattutto gusto, e grazie al nostro brand un modello di protagonismo aziendale che possiamo ambire a conquistare praterie di può ambire a conquistare i mercati interna- mercati. Le opportunità della rete per competere MEETING FORMATIVO DEL GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI di CHIARA RICCI Volge al termine un 2013 denso di impegno per il Gruppo Giovani Confartigianato, presieduto da Alex Mancini, che ha tenuto il consiglio direttivo il 28 novembre a seguito del primo di due incontri formativi sull internazionalizzazione aperto a tutti gli associati, in collaborazione con Unicredit, organizzato lo stesso giorno dalle 17 alle 19,30. Il secondo è stato fissato per il 5 dicembre alle 17. Una delegazione del Grup po Giovani Imprenditori partecipa anche al Meeting Formativo 2013 dei Giovani Imprenditori, dal titolo Step by web. Opportunità della rete per competere, che si tiene ad Alessandria il 30 novembre e il 1º dicembre. La continua evoluzione della comunicazione on line impone alle imprese un impegno ed una conoscenza sempre più rilevanti rimarca il presidente Alex Mancini. La padronanza di strumenti messi a disposi- zione sul web che possono permettere una migliore gestione della comunicazione e delle attività di marketing diventa, allora, ogni giorno più strategica per garantire risultati positivi. Approfondire la tematica del web marketing come canale di comunicazione e di marketing per la promozione del proprio business è dunque fondamentale per le imprese. Si parte dalla gestione della presenza dell impresa su Internet per arrivare a comprendere gli strumenti offerti dal web.

8 8 Il costo dei rifiuti Comuni, va applicata alle imprese la vecchia tariffa CONFARTIGIANATO CHIEDE DI NON INTRODURRE LA TARES, PIÙ PENALIZZANTE PER LE IMPRESE di EUGENIO BATTISTINI Il passaggio dalla vecchia tariffa rifiuti Tarsu-Tia alla nuova tassa Tares ha fatto registrare in corso d opera l ennesimo colpo di scena con la conversione in legge del Decreto legge 102/2013. Le nuove modifiche introdotte abrogano la norma già abrogatrice (l ennesimo groviglio burocratico legislativo) di Tarsu e Tia e danno la possibilità ai Comuni di ripristinare le tariffe relative al prelievo 2012, qualsiasi esso fosse. In pratica viene dunque riconfermata la possibilità di mantenere anche per il 2013 la Tarsu oppure la Tia, anche se i Comuni sono in difficoltà perché la novità è stata comunicata tardivamente. Confartigianato, che ha espresso la sua posizione unitariamente con le altre organizzazioni, comprende la situazione critica degli enti locali, sempre più in difficoltà nel programmare i loro bilanci anche a causa della inquietante schizofrenia legislativa, ma rimarca la penalizzazione che verrebbe prodotta dalla Tares sulle utenze a carico delle imprese. Esse, oltre agli aumenti del costo del servizio derivanti dal piano economico finanziario e alla quota di 0,30 /mq di superficie detenuta, sono costrette a subire anche l ulteriore aumento del 10% a causa del - l indeducibilità dell Iva, mentre invece essa poteva essere dedotta con la Tarsu. Tenuto conto degli aumenti di costo rilevanti Confartigianato e le altre associazioni di rappresentanza del mondo delle imprese hanno chiesto di ripristinare per il 2013 la situazione preesistente (Tarsu o Tia) e di definire nei termini di legge le delibere comunali, come ad esempio i Comuni della Provincia di Ravenna hanno già deciso di fare. Per il 2014, l obiettivo delle imprese è invece quello di approdare alla tariffa rifiuti puntuale per ristabilire condizioni di equità tariffaria, in cui gli utenti paghino in proporzione all effettiva quantità di rifiuti speciali assimilati, smaltiti attraverso il servizio pubblico.

9 Cesenatico 9 Balaustra di Garibaldi finalmente in dirittura d arrivo SBLOCCATA L IMPASSE PER IL DONO DI CONFARTIGIANATO ALLA CITTÀ di MAURO MOSCHINI Dopo un non breve periodo di impasse per ragioni burocratiche che aveva provocato l interruzione dei lavori, si è finalmente sbloccato il progetto di ripristino della balaustra in ghisa che era posta attorno al basamento del monumento dedicato a Garibaldi in piazza Pisacane, nel cuore di Cesenatico, uno degli spazi più frequentati, simbolici e amati dai cittadini e anche dai turisti che percorrono lo splendido portocanale leonardesco. La Confartigianato di Cesenatico ha proposto il ripristino della balaustra come proprio dono alla città per recuperare filologicamente una struttura esteticamente molto piacevole e un tempo assai apprezzata che consente di valorizzare ancor più il monumento a Garibaldi, riproponendo un manufatto simile a quello che era stato utilizzato nel passato, fino agli anni Venti del secolo scorso. La balaustra venne tolta perché fu scelto di costruire alcuni gradoni per poter accedere ad una fontana, posta vicino al monumento, la quale fu abbassata rispetto al piano di campagna visto che era costruita sul primo pozzo artesiano di Cesenatico se non addirittua della costa, e quindi aveva perso la sua pressione iniziale. Quella fontana ora si trova in Piazza Amato lungo il viale Carducci. La balaustra è dunque uscita dallo stand by ed è attualmente in corso di avanzata realizzazione da parte di un artigiano-fabbro in pensione associato a Confartigianato, Ro- AL LAVORO I due artigiani creatori Dopo gli intoppi burocratici verrà ultimata dagli artigiani Roberto Nardi e Alan Capacci berto Nardi, con il quale colla bora l Officina del Fabbro di Alan Capacci. Tutti i costi sono sostenuti da Confartigianato. La posa in opera è prevista per i prossimi mesi. Confartigianato e i suoi imprenditori associati rimarca il presidente Lucio Sacchetti vogliono bene a Cesenatico; hanno sempre mostrato grande senso di appartenenza e si sentono parte integrante e viva della loro città. Il dono esprime compiutamente questo attaccamento alle radici da cui scaturiscono anche la forza e la motivazione per riqualificare l immagine di Cesenatico. Il nostro ruolo di associazione è quello di mettersi al servizio delle imprese e di riflesso del territorio promuovendo innovazione nell ottica di un legame fecondo con il passato e la tradizione. Questo progetto di ripristino della balaustra rafforza inoltre la coesione sociale di noi cesenaticensi ed era stato accolto con entusiasmo dal sindaco Roberto Buda. Confartigianato aggiunge Sacchetti aveva anche deciso di costituire una commissione scientifica con alcune persone esperte e qualificate di Cesenatico che rappresentano la memoria storica di quegli anni, per raccogliere pareri e suggerimenti sul manufatto. Luciano Nanni aveva fornito la cartoline della vecchia balaustra, tanti altri artigiani si sono coinvolti e questo omaggio, uscito dall im passe burocratica, torna a caratterizzarsi come gioco di squadra molto partecipato all interno e anche all esterno della nostra associazione. Una mano per la ripresa. A famiglie e imprese facciamo tornare il sorriso. BRC aderisce all Avviso ABI per dare più sostegno alle piccole-medie imprese. Da subito, rende disponibili fondi a imprese e famiglie per sconfiggere la crisi e guardare al futuro con ottimismo. Sospensione delle rate del mutuo, allungamento delle scadenze degli anticipi su crediti, mutuo Rafforza per la patrimonializzazione delle imprese, anticipo della cassa integrazione, finanziamenti di ristrutturazione del debito.

10 10 Movimenti Artigiani pensionati in guardia contro le frodi in Internet UN UTILE CONVEGNO DEL CUPLA AL CAPS SULLE VARIE FORME DI SICUREZZA E PROTEZIONE di PAOLA DESANTI Le sicurezze per la terza età. Il tema è stato l oggetto di un incontro tenutosi al Caps di Cesena promosso per il terzo anno consecutivo dal Cupla (Coordinamento unitario pensionati lavoro autonomo) in stretta collaborazione con il Caps. Titolo del convegno Viaggiare sicuri: dalle strade a internet quale sicurezza per la terza età. Era presente una delegazione di Anap, associazione pensionati Confartigianato. Il Cupla di Forlì-Cesena rappresenta le associazioni confederali del mondo agricolo, artigiano e del commercio e opera per promuovere diritti, opportunità e tutela degli anziani assumendo un ruolo di difesa a favore dei soci pensionati, realizzando iniziative per dare alla persona che avanza negli anni un maggior protagonismo ed importante ruolo nella società con lo scopo di favorire un invecchiamento sano e una migliore qualità della vita per i pensionati autonomi. ANZIANI A SCUOLA Il folto gruppo dei pensionati autonomi del Cupla al seminario al Caps Al seminario sono stati approfonditi gli argomenti relativi alla sicurezza stradale e virtuale rivolta alla terza età. Dopo l incontro si è tenuta anche una visita alla struttura del Caps di Cesena. I relatori Giovanni Busacca (direttore del Centro Addestramento Polizia di Stato) e Ester Fadda (direttore Ufficio Studi e Documentazione) hanno scandagliato gli aspetti della sicurezza sulle strade con le novità normative (è stato stigmatizzato anche lo stato precario di strade e segnaletica prive di manutenzione che favoriscono i sinistri) e quello della sicurezza nella navi gazione in Internet, per evitare i pericoli disseminati nella rete e che non di rado mietono vittime anche tra la terza età specie con lo scippo di credenziali nei pagamenti on line o informazioni private. Nel mercato in tempesta le nostre imprese rosa resistono INDAGINE CONFARTIGIANATO: NONOSTANTE LA CRISI TENGONO PIÙ DI QUELLE MASCHILI GRUPPO IMPRENDITRICI Una delegazione con la presidente Pedduzza di DANIELA PEDDUZZA Le imprese femminili tengono meglio di quelle a guida maschile, anche nel nostro territorio. Cinque anni di crisi hanno lasciato il segno sugli imprenditori italiani: tra il 2008 e il 2013 sono diminuiti di unità, pari all 8,4% in meno. Ma le imprenditrici hanno resistito meglio dei colleghi maschi ai colpi della congiuntura negativa. Negli ultimi 5 anni, il numero delle lavoratrici indipendenti italiane (imprenditrici, lavoratrici autonome, libere professioniste) è diminuito di unità, pari al 6,7% in meno. Un calo inferiore a quello registrato dalla componente maschile del lavoro indipendente che, dal 2008 al 2013, è diminuita del 9,1%, con una perdita di unità. Nel territorio cesenate e provinciale la flessione è più bassa di quella nazionale. Le capitane coraggiose dell economia italiana sono fotografate dall Osservatorio sull imprenditoria femminile realizzato dall Ufficio studi di Confartigianato e presentato alla Convention di Donne Impresa Confartigianato tenutasi a Roma a cui ha preso parte una delegazione del Gruppo Imprenditrici Confartigianato di Cesena. Le donne che lavorano in proprio nel nostro Paese sono , rappresentano il 30,8% del totale dei lavoratori indipendenti attivi in Italia e il 18,4% del totale dell occupazione femminile. E tra le fila dell esercito delle attività autonome rosa spiccano imprenditrici alla guida di imprese artigiane. I dati del nostro Osservatorio dimostrano che fare impresa è sempre più un mestiere da donne. Siamo in presenza di una imprenditoria femminile che va incoraggiata. Al pari dei nostri colleghi abbiamo bisogno di interventi che ci liberino dai troppi vincoli e costi che soffocano le iniziative imprenditoriali. E vogliamo contare su un welfare che permetta alle donne di conciliare lavoro e famiglia e di esprimere nell impresa le nostre potenzialità. Confartigianato chiede la riattivazione, da parte del Governo, del tavolo dell imprenditoria femminile con la rappresentanza delle associazioni imprenditoriali. Ed ha chiesto di rendere finalmente fruibili i 20 milioni di euro destinati con un decreto dello scorso marzo alla sezione speciale del Fondo centrale di garanzia dedicato alle imprese femminili.

11 Focus 11 Che Camera di Commercio? Vicina e utile alle imprese LA SFIDA DEL NUOVO MANDATO È PROMUOVERE SCELTE CHE INCIDANO SULLO SVILUPPO di STEFANO BERNACCI Dopo il rinnovo degli organi, ci si deve concentrare oggi sui contenuti dell azione della Camera di Com - mer cio di Forlì- Cesena e sul ruo - lo che deve gio care per rappresentare un valore sempre maggiore per le nostre imprese. La domanda A cosa serve la Camera di Commercio? è sempre più ricorrente fra gli imprenditori a testimoniare una distanza crescente fra la percezione di utilità che le imprese hanno e l azione che l ente svolge. Domanda a cui debbono essere fornite risposte efficaci. Il tema centrale è quello di come riuscire ad accrescere il senso dell azione camerale rispetto ai problemi che le imprese operanti nel nostro territorio vivono. Per far questo è necessario effettuare scelte, definire priorità ed investire su progetti e iniziative che in prospettiva possano rafforzare il nostro territorio, evitando di intervenire con modalità legate a logiche che non sono oggi più sostenibili e premianti. Pur avendo in questi anni cominciato un buon lavoro in questa direzione è necessario accelerare con coraggio e determinazione i processi avviati. Oggi le Camere di Commercio fanno forse troppe cose che spesso incidono poco sul sistema economico. Occorre al contrario concentrare le risorse e migliorare la qualità ed incisività degli interventi. Al tempo stesso troppo spesso viene richiesto all ente di acquisire partecipazioni in società pubbliche che rara - mente riescono ad assolvere ai compiti per i quali sorgono e che spesso richiedono dotazioni finanziarie annuali per garantire l ordinaria operatività. Nel rapporto con i principali enti locali la Camera deve aderire alle richieste, quan - do queste non sono avanzate in una logica di duplicazione territoriale degli strumenti e con ricadute solo teoriche sulle imprese. Quanto alle politiche di bilancio bisogna partire dalla consapevolezza che si tratta di soldi delle imprese da utilizzare per creare meccanismi virtuosi di moltiplicazione degli effetti sul sistema e che occorre ridurre il peso di logiche organizzative e gestionali interne al sistema camerale che nonostante l impegno profuso in questi anni continuano in molti aspetti ad apparire in parte superate o non efficienti. Il nuovo mandato della Camera di Commercio deve porsi come obiettivo quello di migliorare tutto il sistema delle imprese e di sapere svolgere con autorevolezza un ruolo importante nella relazione con gli altri attori pubblici e privati nella definizione delle politiche di sviluppo territoriale. Confartigianato di Cesena intende partecipare a questo sforzo con un contributo pieno dal punto di vista delle idee e dei progetti. Non nascondiamocelo: il diritto camerale è vissuto dalla maggioranza delle imprese come un obbligo di cui farebbero volentieri a meno. Il sistema camerale, quindi, deve avere la capacità di essere sempre più vicino alle imprese per dare maggiore senso al proprio ruolo e alla utilità percepita dal sistema economico locale. BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI GATTEO

12 12 Filiere Ausl unica, stazione appaltante a favore del territorio RICHIESTA DI CONFARTIGIANATO IN UN INCONTRO SUI NUOVI SCENARI DELL AZIENDA ROMAGNOLA L Ausl unica diventerà una delle più grosse stazioni appaltanti della Romagna (con uno stanziamento di risorse economiche pari a due migliardi annui) e si pone la necessità che il sistema degli appalti favorisca le imprese del territorio e non disperda flussi finanziari fuori dall ambito territoriale del suo bacino. L istanza è emersa nel corso di un incontro del consiglio direttivo della Confartigianato Cesena sui nuovi scenari dell Azienda sanitaria unica, in cui è emersa anche la necessità che la nuova Ausl non sia slegata da logiche di vicinanza al territorio e interagisca proficuamente con i sistemi locali. Il relatore è stato il presidente dell associazione Energie Nuove Denis Ugolini, profondo conoscitore della materia e fautore di Area Vasta romagnola. Gli imprenditori artigiani, preoccupati per l eventuale perdita di servizi sanitari nel territorio e per il rischio che l Auslona di Romagna possa trasformarsi in un carrozzone incapace di conseguire anche l obiettivo della razionalizzazione e della ottimizzazione della spesa, hanno ascoltato e interloquito con il relatore il quale di fronte alle perplessità ha rimarcato che non si può pensare a specializzazioni di qualità come quelle già esistenti, vedi la neurochirurgia, o ad altre ulteriori se non riferenti e rispon- Gli imprenditori della bellezza sfidano la crisi SEMINARIO PER ACCONCIATORI E CENTRI DI ESTETICA denti con efficacia a un bacino di utenza che ne giustifichi l impiego, gli investimenti e la valorizzazione delle professionalità. La Romagna, con il suo milione circa di abitanti ha rimarcato Ugolini è questo badi ALESSANDRA FABBRI Gli imprenditori della bellezza. Strategia per affrontare la crisi. È il tema dell incontro formativo promosso per il 2 dicembre alle alla sala convegni di Confartigianato Federimpresa Cesena. Relatrice la dottoressa Roberta Fabbri, che affronterà la tematica con un taglio economico e culturale. Il seminario dice il presidente della filiera Arnaldo Francisconi si prefigge l obiettivo di fornire una mappa che orienti gli operatori del settore nella comprensione delle principali strategie da adottare per contrastare la crisi. Partendo dall analisi dei mutati stili di vita e considerando che la bellezza continuerà, nonostante il calo dei consumi, ad essere una necessità condivisa e avvertita, verranno affrontate alcune tematiche legate alle valutazioni gestionali degli operatori della filiera, dagli acconciatori ai centri di estetica: scelte di business, approccio al mercato, organizzazione produttiva e struttura finanziaria. cino. La grande sfida, ora, è di coniugare i servizi di emergenza e di prossimità del territorio con quelli clinico-ospedalieri di qualità ed eccellenza anche attraverso la tra - slazione delle risorse.

13 Rubicone 13 di BRUNO DELLAMOTTA Le imprese chiedono di rilanciare Gatteo IL DIRETTIVO DELLA CONFARTIGIANATO HA INCONTRATO IL SINDACO VINCENZI Faccia a faccia col sindaco Gianluca Vincenzi il 14 ottobre nella sede di Savignano della Confartigianato, dove il consiglio direttivo dell'associazione ha incontrato il primo cittadino di Gatteo. Azioni per favorire lo sviluppo d impresa, tassazione locale in vista del bilancio preventivo 2014, contrasto all'abusivismo, assetto istitu - zionale del Rubicone, interventi sulla sicurezza, stato dell arte della situazione e della progettualità Unione dei Comuni nel Rubicone sono stati solo alcuni dei temi dibattuti con le domande degli imprenditori artigiani al primo cittadino di Gatteo. Il sindaco ha anche affrontato varie tematiche di stretta attualità, a partire dagli effetti prodotti dall apertura del casello autostradale che finora non ha dato gli esiti attesi: Il traffico si è incrementato ha sottolineato Vincenzi ma non quanto ci si aspettava, anche perché molti turisti ancora non conoscono la nuova uscita. Forse anche il nome non aiuta, sarebbe stato meglio chiamarlo Rubicone Mare. I lotti intorno al casello non stanno decollando e il Comune non può incamerare i preziosi oneri di urbanizzazione. Le casse del Comune versano in condizioni assai critiche ha aggiunto Vincenzi e fatichiamo a intervenire anche su problemi quotidiani come gli allagamenti, ma se il Consorzio di Bonifica GRUPPO Il sindaco Vincenzi con artigiani presenti all incontro Romagna Est Bcc in collaborazione con Confartigianato ha istituito un plafond di 30 milioni di euro a favore del territorio per sostenere a condizioni agevolate l acquisto della prima casa, la ristrutturazione o manutenzione di unità abitative e il finanziamento della piccola e media impresa. Il plafond, che si articola in tre parti (casa, famiglia e impresa) prevede in particolare il rafforzamento dell impegno a sostegno dell economia locale, in uno scenario ancora permeato da un clima di sfiducia e pessimismo. non ci coadiuverà, interverremo ugualmente a costo di sforare il patto di stabilità e quindi di ridurci di un terzo lo stipendio. Il confronto si è incentrato poi sui temi più vicini alle imprese che guardano con diffidenza ai nuovi progetti di unione a sei, visto che non si riesce a capire quali sarebbero le affinità di Gatteo e dei Comuni del Rubicone ad esempio con Cesenatico. Gli assetti istituzionali ha detto il presidente Confartigianato Fabrizio Brigliadori non debbono essere calati dal l alto, mentre si deve procedere nel percorso della città del Rubicone anche se il referendum per il Comune unico, che peraltro non riguardava Gatteo, è stato bocciato. L obiettivo dell incontro che si inserisce nel quadro del confronto permanente con l amministrazione rimarca il presidente Brigliadori è stato quello di monitorare l attività del Comune nei versanti che interessano le imprese ma anche in quelli della qualità della vita del territorio, per questo ad esempio ci siamo soffermati anche sul problema molto sentito della sicurezza e della legalità, e nel contempo avanzate proposte concrete per far sì che l ambiente a Gatteo e in tutto il Rubicone sia più favorevole allo sviluppo e a chi fa impresa, in uno dei distretti più ricchi di microimprese, una su nove abitanti. La nostra prima richiesta è che l amministrazione ingrani la quarta per contribuire al rilancio dello sviluppo eco - nomico osserva il presidente di Confartigianato e che Gatteo venga però rifornita di adeguati servizi specie nei settori in cui è ancora carente, come ad esempio la non adeguata presenza di forze dell ordine. Romagna Est, 30 milioni a tassi agevolati per le imprese I finanziamenti a tasso agevolato sono riservati alle imprese associate e corredate di garanzia Confidi, interessate ad effettuare interventi di liquidità e investimento. Gli interventi finanziabili riguardano esigenze di liquidità, investimento, acquisto materiali e/o merci da utilizzare nel processo produttivo dell azienda. Per informazioni specifiche rivolgersi all Ufficio Credito di Confartigianato (Riccardo Braghittoni) oppure a Confartigianato del Rubicone (Luca Ricci).

14 14 Emergenza sicurezza Telecamere e polizze comuni nelle aree artigianali IDEA DI CONFARTIGIANATO PER PROTEGGERE LE IMPRESE DALL ASSALTO DEI CRIMINALI Allarme sicurezza per le imprese artigiane di Cesena e comprensorio, vittime anch esse della spi - rale di furti e rapine in città e nel territorio, di cui il più recente esempio è il furto di 27 biciclette di marca per un valore di 85mila euro nel negozio in via Romea dell ex campione di mo tociclismo e imprenditore Marcellino Lucchi, associato a Confartigianato. Di fronte a una situazione sempre più precaria, Confartigianato chie de da una parte sforzi ulteriori per un maggior presidio del territorio da parte delle forze dell ordine, attraverso una maggiore dotazione di agenti, e dall altra sensibilizza le imprese ad adottare interventi innovativi per l autodifesa e la protezione da parte delle aziende artigiane ragionando in un ottica innovativa e puntando, ad esempio, sulla videosorveglianza comune e sulle po- IMPRENDITORE Marcellino Lucchi nel suo negozio in via Romea dopo il furto di biciclette lizze assicurative collettive nelle varie zone artigianali disseminate sul territorio, un antidoto ai furti e alle rapine più efficace, contando anche sulla presenza nel territorio di ditte all avanguardia nella realizzazione di pali elettronici per telecamere di videosorveglianza che consentirebbero di elaborare un progetto pilota. Ogni azione in questo senso sarebbe lungimirante e necessaria dice l imprenditore Marcellino Lucchi e l idea di agire in maniera coesa e unitaria da parte degli imprenditori è intelligente. Io avevo investito in sicurezza con le telecamere, i vetri antisfondamento e il ricorso ai vigilanti ed ora, dopo il furto subito, ho fatto un ulteriore sforzo cambiando il sistema d allarme, installando nuove serrande e potenziando la protezio ne. Il problema è quello di non consentire ai ladri un operatività superiore ai tre minuti, tre minuti e mezzo, soglia sotto la quale l evento criminoso può non andare a buon fine. Quanto alle biciclette rubate, aspetto solo, purtroppo, di vederle su dei siti vendute in qualche Paese dell Est: ancora esse sono certamente in Italia in qualche deposito nascosto, ma la speranza di recuperare la refurtiva è obiettivamente nulla e non mi illudo di riavere il maltolto. Edilizia, no alla patente a punti Patente a punti in edilizia: no da Confartigianato sulla misura annunciata dal Governo per gestire la qualificazione delle imprese di costruzioni ai fini della loro partecipazione ad appalti e per accedere a finanziamenti pubblici. Confartigianato contesta il provvedimento, giudicandolo l ennesimo balzello burocratico sulle spalle degli imprenditori edili, che duplica oneri economici e adempimenti amministrativi rispetto a quelli già esistenti e che alle aziende costerà non meno di 300 milioni di euro. Il meccanismo con il quale vengono attribuiti i punti della patente penalizza le piccole imprese rispetto alle grandi aziende. Tutto ciò senza garantire maggiore efficienza nella gestione della sicurezza sul lavoro. La patente a punti in edilizia rischia di trasformarsi in un nuovo Sistri, sistema costoso e complesso per le imprese ma inefficace rispetto all obiettivo che si prefigge.

15 Storia d impresa 15 L artista cesenate Bosi alla conquista di Mosca IMPRENDITORE NELLA COMUNICAZIONE, I SUOI SCATTI IN MOSTRA PER UN PROGETTO ITALO-RUSSO Dal 19 novembre al 15 dicembre 2013 l artista e grafico cesenate, nostro imprenditore associato, Matteo Bosi è stato invitato dalla galleria d arte FotoLoft Gallery Contemporary Art Centre Winzavod di Mosca come international special guest artist in una mostra divenuta un progetto culturale italo-russo, che avrà un seguito dal 26 aprile al 4 maggio 2014 a Ravenna, dalla galleria d arte Ninapì Nesting Art Gallery, grazie alla curatrice Chiara Fuschini. Nato nel 1966 a Cesena, diplomato all Istituto d Arte della Ceramica di Faenza nel 1985, Matteo Bosi ha intrapreso un lungo percorso artistico caratterizzato da una continua sperimentazione, che lo porta ad utilizzare molteplici strumenti espressivi: dalla ceramica alla pittura, dalla fotografia alle tecniche digitali. Dal 2000 è titolare dello Studio di Comunicazione Pixel Planet, in cui opera come communication design, attraverso la creazione di prodotti grafici di comunicazione, packaging, web design e campagne pubblicitarie, in veste di allestitore di musei d arte e mostre fotografiche in Italia e all estero per conto di enti pubblici e fondazioni. Il progetto culturale italo-russo rimarca Bosi vede come protagonista il corpo umano nudo, raccontato ed interpretato CREATIVO Matteo Bosi da due fotografi, la russa Masha Trotzky e il sottoscritto. La domanda che ci poniamo è che tipo di ruolo il corpo gioca, ora, in tempi di globalizzazione in cui le arti sono ormai confuse e il corpo umano è spesso trasformato in mero involucro senza volto, nel veicolo di una marca o in slogan alienanti. Un segmento importante del mio studio mette in luce Bosi resta quello dedicato alla fotografia commerciale per aziende che necessitano di produrre campagne pubblicitarie, di catalogazione e di commercializzazione dei propri prodotti. Dal 2012 lo studio Pixel Planet è anche sede di corsi dedicati alla fotografia e di uno spazio espositivo oltre che di confronto culturale e credo che sia compito degli im - prenditori-artisti che operano nel settore della cultura vivificare con i propri stimoli e contributi la fruizione culturale nel territorio. Per me essere stato scelto come international special guest artist è un coro - namento del lavoro di tutti questi anni. Questa feconda unione artistica russo-italiana prevede anche l idea di rafforzare la cooperazione internazionale e lo scambio reciproco di esperienze e conoscenze artistiche, grazie anche all aiuto di istituzioni lungimiranti ed aperte alla internazionalizzazione e crescita del proprio Paese. advertising communication design photography web Pixel Planet di Matteo Bosi & C. s.a.s. Via Subb. Federico Comandini, Cesena (FC) Tel

16 DIAMO PIÙ VALORE A CHI OGNI GIORNO FA LA DIFFERENZA. Grazie alla convenzione con la tua Associazione di categoria sosteniamo la tua impresa, riservandoti un canale di contatto dedicato e un bonus speciale.

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008 CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA IL SISTEMA CONFAPI Costituita nel 1947, Confapi è cresciuta insieme alla PMI italiana ed è oggi uno dei protagonisti della vita economica

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

5 fondata sul lavoro

5 fondata sul lavoro 5 fondata sul lavoro In Italia abbiamo 700 mila disoccupati tra i 15-24enni, e 4 milioni 355 mila ragazzi che non studiano, non lavorano, non sono in formazione (c.d. NEET), in grossa parte alimentati

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli