Censimento e mappatura dei siti con presenza di amianto nella Regione Marche. Senigallia 14/5/2016

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Censimento e mappatura dei siti con presenza di amianto nella Regione Marche. Senigallia 14/5/2016"

Transcript

1 Censimento e mappatura dei siti con presenza di amianto nella Regione Marche Senigallia 14/5/2016 Dott.ssa Barbara Scavolini ARPAM Dipartimento di Pesaro

2 Piano Amianto D.G.R. Marche n 3496 del 30/12/1997 Come richiesto dalla legge 257/92, la Regione Marche adottò il Piano Regionale Amianto. Obiettivi principali: censimento delle situazioni in Regione potenzialmente caratterizzate da presenza e/o esposizione all'amianto; Sorveglianza delle realtà censite; Formazione dei lavoratori. D.G.R. Marche 3170/01 Vennero fissate 5 fasi per la realizzazione del Piano regionale amianto.

3 Categorie considerate nel censimento amianto Categorie considerate nel censimento amianto Le Imprese : che abbiano utilizzato amianto e manufatti contenenti amianto (MCA); che abbiano svolto attività di smaltimento rifiuti contenenti amianto (RCA) e/ o di bonifica. Gli edifici con presenza di manufatti contenenti amianto, ed in particolare: Edifici pubblici; Locali aperti al pubblico; Locali di utilizzazione collettiva (piscine, palestre, cinema, teatri, sale conferenze, poligoni di tiro, ecc.). Ad oggi è stato rinviato, a data da destinarsi, il censimento amianto nelle seguenti categorie: Blocchi di appartamenti; Unità abitative private.

4 Risposte del censimento (2002) Schede Risposte % inviate ricevute Risposte % Il numero di risposte ottenuto dalle ASUR non va considerato basso per due ragioni: La normativa nazionale e regionale prevedeva l obbligatorietà di risposta solo in caso di presenza di amianto friabile o floccato; È verosimile che molte delle schede non pervenute fossero relative a edifici/imprese in cui non vi era presenza/utilizzo di amianto.

5 Piano Operativo (P.O( P.O.).) per l'anno 2001 IV fase IV fase: inserimento da parte delle ex zone territoriali dell ASUR dei dati relativi alle schede di censimento in un database realizzato da ARPAM ( ). I dati sono consultabili sul portale della Sanità nelle Marche (MarcheInSalute): =8773 nsimentoamiantoregionemarche.pdf

6 % di edifici con presenza di amianto rispetto alle risposte pervenute Risposte Edifici con presenza % edifici con presenza di amianto sul ricevute di amianto totale delle risposte % 45% 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% % EDIFICI CON PRESENZA AMIANTO RISPETTO ALLE RISPOSTE PERVENUTE Tot. Reg.

7 Numero di materiali censiti nelle Regione Marche suddivisi per tipologia Tipologia dei materiali degli edifici 1% 2% 2% 3% 3% tipo non noto altri materiali compatti Materiale friabile 9% Mattonelle in vinile amianto (linoleum) Lastre piane, pannelli di rivestimento esterno, interno, tramezzi 15% Serbatoi, cassoni deposito acqua potabile, non potabile Canne fumarie, comignoli 65% Lastre ondulate

8 Numero di edifici censiti nelle Regione Marche con presenza di solo amianto compatto suddivisi per destinazione d uso Destinazione d'uso N. edifici con amianto compatto Percentuale Capannone ad uso produttivo ,9% Abitazione ,9% Uso agricolo, rimessa attrezzi o animali ,7% Magazzino/deposito ,9% Esercizio commerciale 707 5,2% Autorimessa/deposito mezzi 617 4,5% Ufficio 459 3,4% Attività scolastica/di ricerca 320 2,4% Attività artigianale 217 1,6% Tubazioni/serbatoi/acquedotti/depuratori 152 Albergo/pensione/casa di 1,1% riposo/collegio/campeggio/ristorante/stab ,1% Impianto sportivo 140 1,0% altro 316 2,3% Totale ,0%

9 Numero di edifici censiti nelle Regione Marche con presenza di amianto friabile suddivisi per destinazione d uso destinazione d'uso N. edifici con amianto Perc. Friabile Attività scolastica/di ricerca 89 41,8% Capannone ad uso prod ,8% Impianto sportivo 24 11,3% Ufficio 24 11,3% altro 36 16,9% Totale %

10 Kg di amianto censiti nelle province della Regione Marche Provincia amianto compatto kg Amianto friabile kg AN AP MC PU Regione

11 Periodo di costruzione Vetustà degli edifici censiti con presenza di amianto con solo amianto friabile con solo amianto compatto con amianto friabile e compatto N. edifici censiti con amianto di tipo non noto Totali % Periodo ignoto % Prima del % % % % % Dopo il % L andamento dei dati censiti a livello regionale rispetto al periodo di costruzione conferma il trend di impiego nazionale dell amianto. la crescita della produzione materiali in amianto si è interrotta dopo gli anni 80, Dall entrata in vigore della legge 257/92 si ha il crollo di produzione.

12 Mappatura dei siti interessati dalla presenza di amianto Il Decreto Ministeriale 18 marzo 2003 n n 101 prevede la realizzazione di una mappatura regionale, per : la conoscenza della dislocazione sul territorio dei siti interessati dalla presenza di amianto la definizione di una graduatoria relativamente alle priorità di intervento sugli stessi siti.

13 Categorie di ricerca: Tipologie dei siti Allegato A D.M. D 18 marzo 2003 n n 101 1) Impianti industriali attivi o dismessi: Impianti nei quali l amianto era utilizzato quale materia prima nell ambito del processo produttivo Impianti nei quali l amianto è o era presente negli impianti all interno dei macchinari, tubazioni, servizi, ecc. 2) Edifici pubblici o privati (scuole, ospedali, edifici residenziali, impianti sportivi, edifici industriali.) 3) Presenza naturale 4) Altra presenza di amianto da attività antropica: Tutti i casi non inclusi nelle categorie precedenti

14 Procedura per la determinazione delle priorità di intervento Il 29/7/2004 la Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome ha approvato una Procedura per la determinazione delle priorità di intervento. Le 4 categorie dell Allegato A del D. M. 18 marzo 2003 n 101 sono suddivise in due gruppi: Gruppo 1 1) Impianti industriali attivi o dismessi 2) Edifici pubblici o privati 4) Altra presenza di amianto da attività antropica Gruppo 2 3) Presenza naturale

15 Priorità di intervento Per selezionare i siti con priorità di intervento, è stabilito per ciascun gruppo un metodo di calcolo del punteggio di un sito. I siti con maggiore punteggio sono quelli cui spettano le priorità di intervento.

16 Algoritmo gruppo 1 Il punteggio dipende da 20 grandezze chiamate indicatori. Quattro di queste grandezze danno un contributo significativo al valore del punteggio e sono chiamate indicatori di classe: Tipologia di materiale contenente amianto (friabilità) Presenza di confinamento Accessibilità Tipologia di attività (uso pubblico) Con un diagramma di flusso gli indicatori di classe definiscono la cosiddetta classe di priorità di intervento. A parità di altri parametri, più alta è la classe e più è basso punteggio relativo alle priorità di intervento.

17 Classe di priorità

18 Dal censimento alla mappatura La normativa sulla mappatura, pubblicata successivamente al censimento regionale, prevede la possibilità di attingere ai dati del censimento. Nella Regione Marche sono state pertanto effettuate le seguenti scelte: un sito è stato identificato con un edificio censito con materiali contenenti amianto o con un unità produttiva, avente coibentazioni, materiali in deposito o rifiuti in amianto. Le sue coordinate geografiche sono state calcolate a partire dall indirizzo. solo alcuni dei parametri relativi al censimento corrispondono agli indicatori della procedura interregionale : quantità di materiale stimato friabilità uso pubblico (noto dalla destinazione d uso) accessibilità Presenza confinamento Non conoscendo gli altri parametri il punteggio è stato stimato al valore minimo previsto nella Procedura Interregionale.

19 Aggiornamento dati sulla mappatura Il censimento amianto è stato aggiornato con le notifiche e i Piani di Lavoro inviati alle zone territoriali dal 1/9/2002 al 31/12/2006. Si è riscontrato che è stato bonificato mediamente ogni anno l 1% degli edifici censiti con presenza di amianto. I dati sulla mappatura furono consegnati al Ministero con aggiornamento al 31/12/2006. Zona Siti censiti con presenza di amianto Siti bonificati in maniera completa Siti bonificati in maniera parziale Totale siti bonific. % siti bonificati rispetto a quelli censiti Reg %

20 Distribuzione in classi dei siti della Regione Marche 31/12/2006 Provincia Classe 1 Classe 2 Classe 3 Classe 4 Classe 5 AN AP MC PU Regione

21 Categorie di ricerca nella Regione Marche 31/12/2006 Categoria di ricerca 1 - Impianti industriali attivi o dismessi 2 - Edifici pubblici o privati % Siti 0,003% 76% 4 - Altra presenza di amianto da attività antropica 24% Il censimento delle imprese non fornì una risposta significativa per la conoscenza dell effettiva presenza di MCA nel territorio regionale. Il censimento delle imprese fu significativo solo per le schede relative agli edifici di proprietà delle medesime.

22 Mappatura nazionale Il Ministero ha demandato all INAIL il compito di raccogliere in una banca dati amianto tutte le informazioni relative alla mappatura delle regioni di cui al Decreto Ministeriale 101/2003. Il Ministero pubblica i risultati sul sito: amianto.html dove risulta evidente la non omogeneità dei dati.

23 Stato delle bonifiche dei siti di amianto di origine antropica Dati aggiornati al 25/11/2015

24 Considerazioni sulla mappa italiana Su siti mappati nel 2013 circa il 43% era marchigiano. Considerando anche l Abruzzo si arrivava al 50% dei dati. Ciò ha creato confusione per cui in alcuni articoli si è trovato scritto che la maggiore concentrazione d amianto è soprattutto nelle Marche e nell Abruzzo. In realtà va considerato che mentre alcune regioni hanno eseguito una mappatura parziale e non hanno in alcuni casi georeferenziato i dati o fornito i siti suddivisi in base alle categorie di ricerca, la Regione Marche è partita dal censimento ed ha fornito tutti i dati minimi richiesti dal Ministero.

25 PRP Con DGR 540 del 15/7/2015 la Regione Marche ha fissato gli interventi regionali di attivazione del PNP Obiettivi: Attuazione della 5 fase non ancora attuata del Piano regionale amianto (prevista nel 2001) programmando verifiche ispettive e analitiche sulle situazioni a maggior rischio pesate in termini di gravità. Aggiornamento del censimento regionale amianto e della mappatura regionale mediante inserimento nel database dei dati delle notifiche e dei piani di lavoro (ex artt. 250/256 del D.Lgs. n. 81 del ) pervenuti alle ex zone territoriali dell ASUR successivamente alla realizzazione del censimento e, da ultimo, l implementazione della nuova graduatoria Regionale.

Conferenza Regionale Amianto. Il Piano Amianto della Regione Emilia-Romagna

Conferenza Regionale Amianto. Il Piano Amianto della Regione Emilia-Romagna Conferenza Regionale Amianto Bologna 28 aprile 2017 La Prevenzione del rischio amianto: il quadro normativo, epidemiologico, le strategie per la gestione del rischio e la tutela della salute Il Piano Amianto

Dettagli

SCHEDA PER IL CENSIMENTO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

SCHEDA PER IL CENSIMENTO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO SCHEDA PER IL CENSIMENTO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO (D.G.R. 3 Giugno 2009, n. 30-11520 Scheda n di n (1) (compilare una scheda per ogni edificio o gruppo di edifici aventi le stesse caratteristiche)

Dettagli

CITTA. DI AGRIGENTO Provincia Regionale di Agrigento Settore V Territorio e Ambiente AVVISO CENSIMENTO AMIANTO

CITTA. DI AGRIGENTO Provincia Regionale di Agrigento Settore V Territorio e Ambiente AVVISO CENSIMENTO AMIANTO CITTA. DI AGRIGENTO Provincia Regionale di Agrigento Settore V Territorio e Ambiente IllA~~:.W. ~ :1~tl'~11 AVVISO OGGETTO: Legge Regionale 29 Aprile 2014, n. 10 "Norme per la tutela della salute e del

Dettagli

Il ruolo delle regioni nella gestione del rischio e nella vigilanza

Il ruolo delle regioni nella gestione del rischio e nella vigilanza Seminario La gestione del rischio amianto: criticità e profili di responsabilità Il ruolo delle regioni nella gestione del rischio e nella vigilanza Bologna 20 Ottobre 2016 Ing. Albonetti Adriano Regione

Dettagli

le ASL gestiscono un consistente numero di immobili, i quali sono frequentati da un rilevante numero di persone;

le ASL gestiscono un consistente numero di immobili, i quali sono frequentati da un rilevante numero di persone; REGIONE PIEMONTE BU8 21/02/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 29 gennaio 2013, n. 38-5286 Indicazioni utili ai fini del raggiungimento dell'obiettivo di mandato dei direttori generali delle ASL,

Dettagli

Segnalazione della presenza di amianto. Operatività infvg e collaborazione con le associazioni ex esposti amianto. MONFALCONE 9 settembre 2015

Segnalazione della presenza di amianto. Operatività infvg e collaborazione con le associazioni ex esposti amianto. MONFALCONE 9 settembre 2015 Segnalazione della presenza di amianto. Operatività infvg e collaborazione con le associazioni ex esposti amianto MONFALCONE 9 settembre 2015 CHI DEVE SEGNALARE LA PRESENZA DI AMIANTO LA SEGNALAZIONE DI

Dettagli

CENSIMENTO AMIANTO 2016

CENSIMENTO AMIANTO 2016 COMUNE DI GRAZZANISE PROVINCIA DI CASERTA Insignito con Medaglia di bronzo al Merito Civile CENSIMENTO AMIANTO 2016 L AMIANTO È FUORI LEGGE DA PIÙ DI VENTI ANNI, MA È ANCORA DIFFUSO E PERICOLOSO. L AMMINISTRAZIONE

Dettagli

PIANO COMUNALE AMIANTO Art. 4, lettera b), L.R. n. 10 del 29.04.2014 Adottato giusta deliberazione di G.M. n. 29 del 22/02/2016

PIANO COMUNALE AMIANTO Art. 4, lettera b), L.R. n. 10 del 29.04.2014 Adottato giusta deliberazione di G.M. n. 29 del 22/02/2016 COMUNE DI RAMACCA Città Metropolitana di Catania PIANO COMUNALE AMIANTO Art. 4, lettera b), L.R. n. 10 del 29.04.2014 Adottato giusta deliberazione di G.M. n. 29 del 22/02/2016 Redatto secondo le linee

Dettagli

REGIONE SICILIANA PIANO REGIONALE DI PROTEZIONE DALL AMIANTO

REGIONE SICILIANA PIANO REGIONALE DI PROTEZIONE DALL AMIANTO REGIONE SICILIANA PIANO REGIONALE DI PROTEZIONE DALL AMIANTO Censimento regionale degli edifici con presenza di amianto friabile Documento elaborato dalla Commissione Regionale per la lotta all amianto,

Dettagli

UTILIZZO NELL EDILIZIA

UTILIZZO NELL EDILIZIA 1. Intonaco 2. Guarnizioni stufe 3. Pannelli 4. Coibentazione tubi 5. Rivestimento camini 6. Elettrodomestici 7. Tubazioni idriche 8. Materiali Isolanti 9. Lastre di copertura 10. Canne fumarie 11. Serbatoi

Dettagli

COMUNE DI ISPICA. Provincia di Ragusa AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI ISPICA. Provincia di Ragusa AVVISO PUBBLICO COMUNE DI ISPICA Provincia di Ragusa AVVISO PUBBLICO CENSIMENTO DELLA PRESENZA DI AMIANTO L. R. 29 Aprile 2014, n.10 Norme per la tutela della Salute e del Territorio dai rischi derivanti dall amianto

Dettagli

La gestione del rischio amianto

La gestione del rischio amianto Conferenza Regionale La Prevenzione dal Rischio Amianto: il quadro normativo, epidemiologico, le strategie per la gestione del rischio e la tutela della salute. Il progetto: Piano Amianto della Regione

Dettagli

Beatrice Miorini Glauco Spanghero

Beatrice Miorini Glauco Spanghero Le attività di ARPA FVG relative alla mappatura dei manufatti e alla analisi della produzione e gestione dei rifiuti contenenti amianto. Stato del'arte e ipotesi di sviluppo futuro Beatrice Miorini (beatrice.miorini@arpa.fvg.it)

Dettagli

Legge regionale 29 aprile 2014 n. 10. Nicosia, 27 aprile 2016

Legge regionale 29 aprile 2014 n. 10. Nicosia, 27 aprile 2016 Legge regionale 29 aprile 2014 n. 10 Norme per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall'amianto Incontro formativo per la corretta redazione dei Piani Comunali amianto e redazione

Dettagli

DISPOSIZIONI NORMATIVE NAZIONALI E REGIONALI IN MATERIA DI AMIANTO NORMATIVA NAZIONALE

DISPOSIZIONI NORMATIVE NAZIONALI E REGIONALI IN MATERIA DI AMIANTO NORMATIVA NAZIONALE SERVIZIO SANITARIO FRIULI VENEZIA GIULIA Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana-Isontina Centro Regionale Unico Amianto CRUA DISPOSIZIONI NORMATIVE NAZIONALI E REGIONALI IN MATERIA DI AMIANTO

Dettagli

COMUNE DI LASCARI. (Prov. Palermo) Piazza Aldo Moro, n.6 mail: utc@comune.lascari.pa.it Tel. 0921/427172 90010 - Lascari.

COMUNE DI LASCARI. (Prov. Palermo) Piazza Aldo Moro, n.6 mail: utc@comune.lascari.pa.it Tel. 0921/427172 90010 - Lascari. COMUNE DI LASCARI (Prov. Palermo) Piazza Aldo Moro, n.6 mail: utc@comune.lascari.pa.it Tel. 0921/427172 90010 - Lascari. Fax 0921/427722 Oggetto: Legge Regionale 29 aprile 2014, n. 10 Norme per la tutela

Dettagli

Il rischio Amianto e gli obiettivi della Regione Emilia-Romagna

Il rischio Amianto e gli obiettivi della Regione Emilia-Romagna Il rischio Amianto e gli obiettivi della Regione Emilia-Romagna Adriana Giannini Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica Direzione Generale Cura della persona, salute e welfare Regione Emilia-Romagna

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LAVORI DI DEMOLIZIONE E RIMOZIONE DELL AMIANTO art.256 D.Lgs. 81/2008

PIANO DI LAVORO PER LAVORI DI DEMOLIZIONE E RIMOZIONE DELL AMIANTO art.256 D.Lgs. 81/2008 PIANO DI LAVORO PER LAVORI DI DEMOLIZIONE E RIMOZIONE DELL AMIANTO art.256 D.Lgs. 81/2008 1. IMPRESA Ragione sociale Tel Sede legale Fax Codice Fiscale Partita IVA (se diversa) Albo Nazionale Gestori Ambientali:

Dettagli

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRIORITA DI INTERVENTO ART. 20 LEGGE 23 MARZO 2001, N D.M. 18 MARZO 2003, N. 101

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRIORITA DI INTERVENTO ART. 20 LEGGE 23 MARZO 2001, N D.M. 18 MARZO 2003, N. 101 PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRIORITA DI INTERVENTO ART. 20 LEGGE 23 MARZO 200, N. 93 - D.M. 8 MARZO 2003, N. 0 Premessa L art. 20 della legge 23 marzo 200 n. 93 ed il D.M. 8 marzo 2003 n. 0,

Dettagli

L esperienza di un Comune sulla mappatura di siti contenenti amianto. Ing. Federica Ferri Comune di Imola ufficio Ambiente

L esperienza di un Comune sulla mappatura di siti contenenti amianto. Ing. Federica Ferri Comune di Imola ufficio Ambiente L esperienza di un Comune sulla mappatura di siti contenenti amianto Ing. Federica Ferri Comune di Imola ufficio Ambiente Problematica abbandoni Accordo tra Comune di Imola, ARPA, USL, Hera per procedure

Dettagli

Allegato 7 (punto 4 PRAL) Procedura per la definizione delle priorità d intervento

Allegato 7 (punto 4 PRAL) Procedura per la definizione delle priorità d intervento Allegato 7 (punto 4 PRAL) Procedura per la definizione delle priorità d intervento Il presente documento è la versione divulgativa del documento Procedura per la determinazione degli interventi di bonifica

Dettagli

RISCHIO AMIANTO IL PIANO DI LAVORO

RISCHIO AMIANTO IL PIANO DI LAVORO Corso per addetto alle attività di rimozione, smaltimento e bonifica: RISCHIO AMIANTO Titolo IX Capo III del D.Lgs 81/08 IL PIANO DI LAVORO Tricarico, 28.12.2013 Medico del Lavoro dr.sergio Mangia D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA CENSIMENTO MAPPATURA E BONIFICA DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI RUBIERA CENSIMENTO MAPPATURA E BONIFICA DEL TERRITORIO COMUNALE Perché il censimento degli immobili nei quali sono presenti materiali o prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile? PER I CITTADINI PER I LAVORATORI 1 COMUNE DI RUBIERA 1. IMMOBILI PUBBLICI

Dettagli

L! informatizzazione come strumento di sorveglianza e di governo della fuoriuscita della Toscana dall! amianto

L! informatizzazione come strumento di sorveglianza e di governo della fuoriuscita della Toscana dall! amianto Trieste 15 maggio 2015 L! informatizzazione come strumento di sorveglianza e di governo della fuoriuscita della Toscana dall! amianto Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica REGIONE TOSCANA

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI CODICE IDENTIFICATIVO SCHEDA ELEMENTI IDENTIFICATIVI DEL SITO. Anagrafica Nome del sito. Proprietà di Indirizzo

SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI CODICE IDENTIFICATIVO SCHEDA ELEMENTI IDENTIFICATIVI DEL SITO. Anagrafica Nome del sito. Proprietà di Indirizzo Allegato 1 SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI MAPPATURA DELLE ZONE DEL TERRITORIO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA INTERESSATE DALLA PRESENZA DI AMIANTO, AI SEN DELL ART. 20 DELLA L. 23 MARZO 2001, n. 93 SCHEDA DI

Dettagli

ASSOAMIANTO. L esame dei piani di lavoro per la bonifica dell amianto

ASSOAMIANTO. L esame dei piani di lavoro per la bonifica dell amianto ASSOAMIANTO Seminario Nazionale Problema Amianto Stato dell arte e aspettative L esame dei piani di lavoro per la bonifica dell amianto Milano 29/4/2004 a cura di Emanuele Lauria I RIFERIMENTI NORMATIVI

Dettagli

REGIONE N. SITI ANTROPICI NATURALI

REGIONE N. SITI ANTROPICI NATURALI Parere tecnico (emesso in merito alla nota n. 2128/TRI/DI del 31/01/2012 sul Decreto ministeriale 18/3/2003, n. 101, Regolamento per la realizzazione di una mappatura del territorio nazionale interessate

Dettagli

COMUNE DI PACE DEL MELA

COMUNE DI PACE DEL MELA pubblico e di utilizzazione collettiva e i blocchi di appartamenti; vincolante per gli edifici pubblici, per i locali aperti al pubblico e d utilizzazione collettiva siano presenti materiali o prodotti

Dettagli

Piano Regionale della Prevenzione

Piano Regionale della Prevenzione Piano Regionale della Prevenzione Progetto 2.4 Ridurre le esposizioni ad Amianto dei cittadini e dei lavoratori. Il Piano Amianto della Regione Emilia-Romagna PARER Ing. Adriano Albonetti Regione Emilia-Romagna

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 277 del 22/07/2013

Decreto Dirigenziale n. 277 del 22/07/2013 Decreto Dirigenziale n. 277 del 22/07/2013 A.G.C.5 Ecologia, tutela dell'ambiente, disinquinamento, protezione civile Settore 2 Tutela dell'ambiente Oggetto dell'atto: D.G.R. N.148/2013 INIZIATIVE DI ACCELERAZIONE

Dettagli

CENSIMENTO E MAPPATURA DEI SITI CON AMIANTO: DALLE DIRETTIVE DEL 2008 ALLO STATO ATTUALE

CENSIMENTO E MAPPATURA DEI SITI CON AMIANTO: DALLE DIRETTIVE DEL 2008 ALLO STATO ATTUALE CENSIMENTO E MAPPATURA DEI SITI CON AMIANTO: DALLE DIRETTIVE DEL 2008 ALLO STATO ATTUALE 1. Premessa Con la pubblicazione della Legge Regionale 23 dicembre 2005, n. 22 Norme per l approvazione del Piano

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO AMIANTO DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA. LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO AMIANTO DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA. LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO AMIANTO DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA. SINTESI: con il presente provvedimento si approva il piano amianto della Regione Emilia-Romagna. Visti: LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Dettagli

La gestione del rischio amianto

La gestione del rischio amianto La gestione del rischio amianto Ruolo dell organo di vigilanza e controllo Chi sono e quanti sono Dipartimento della Prevenzione della ASL territoriale UOC PISLL UOC ISP (sanità pubblica) ARPAT Carabinieri

Dettagli

Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto

Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto Ing. Laura D Aprile Dirigente Divisione Bonifiche e Risanamento MATTM Daprile.laura@minambiente.it 28.4.2018 Sala 20 maggio 2012 Bologna Divisione Bonifiche-Risanamento

Dettagli

Il ruolo dell Amministrazione Comunale

Il ruolo dell Amministrazione Comunale Comune di Samarate Assessorato alle politiche Ambientali Il ruolo dell Amministrazione Comunale Pierangelo Trognacara Responsabile settore Ambiente Emergenza Amianto tra difesa bonifica e rimozione Villa

Dettagli

"Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto".

Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto. LEGGE REGIONALE 29 settembre 2003, N. 17 "Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto". (BURL n. 40, 1º suppl. ord. del 03 Ottobre 2003 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2003-09-29;17

Dettagli

DA DOVE SIAMO PARTITI

DA DOVE SIAMO PARTITI AMIANTO Facciamo il punto DA DOVE SIAMO PARTITI... LEGGE 257/92... SONO VIETATE L'ESTRAZIONE, L'IMPORTAZIONE, L'ESPORTAZIONE, LA COMMERCIALIZZAZIONE E LA PRODUZIONE DI AMIANTO, DI PRODOTTI DI AMIANTO O

Dettagli

Newsletter sulle tematiche ambientali. ARPATnews

Newsletter sulle tematiche ambientali. ARPATnews n. 206-2008 Venerdì 19 dicembre 2008 Newsletter sulle tematiche ambientali ARPATnews SUOLO UNA GIORNATA D INFORMAZIONE SULLO STATO DELL ARTE DEI PROGETTI REGIONALI DI MONITORAGGIO DELL AMIANTO Una iniziativa

Dettagli

Problematiche relative all'abbandono di rifiuti contenenti amianto Procedura per lo smaltimento di MCA da parte del privato

Problematiche relative all'abbandono di rifiuti contenenti amianto Procedura per lo smaltimento di MCA da parte del privato Dipartimento di Sanità Pubblica Sezione Provinciale di Modena GIORNATA DI STUDIO AMIANTO: un percorso per la gestione corretta del rischio Problematiche relative all'abbandono di rifiuti contenenti amianto

Dettagli

Valutazione dei rischi di esposizione all amianto e gestione del piano di prevenzione

Valutazione dei rischi di esposizione all amianto e gestione del piano di prevenzione POSTEitaliane Datore di lavoro Igiene e Sicurezza del Lavoro Immobili Residenziali Valutazione dei rischi di esposizione all amianto e gestione del piano di prevenzione Procedura di Igiene e Sicurezza

Dettagli

Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica

Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica RELAZIONI INVIATE DALLE DITTE CHE ESEGUONO INTERVENTI DI BONIFICA E TRASPORTO AMIANTO ART 9 L. 257/92 E ATTIVITÀ DI CONTROLLO E SORVEGLIANZA ESEGUITE DALLE AZIENDE

Dettagli

Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto

Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto Le attività del MATTM sulla bonifica dell amianto Ing. Laura D Aprile Dirigente Divisione Bonifiche e Risanamento MATTM Daprile.laura@minambiente.it «BastAmianto» Viterbo 27 gennaio 2017 Divisione Bonifiche-Risanamento

Dettagli

QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI. Classi di Priorità. Attività produttive Popolazione sensibile Tempo libero. Classi di punteggio

QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI. Classi di Priorità. Attività produttive Popolazione sensibile Tempo libero. Classi di punteggio Appendice QUADRO SINOTTICO DEI RISULTATI Nel presente quadro sinottico sono riportate nelle tabelle le principali informazioni raccolte dalle schede dei siti mappati, utilizzate per il calcolo di punteggi

Dettagli

PROGETTO AMIANTO. (A cura del Comune di Casale Monferrato, ASL AL ed ARPA PIEMONTE) SCHEDE PER LA RACCOLTA DATI INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE

PROGETTO AMIANTO. (A cura del Comune di Casale Monferrato, ASL AL ed ARPA PIEMONTE) SCHEDE PER LA RACCOLTA DATI INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE PROGETTO AMIANTO (A cura del Comune di Casale Monferrato, ASL AL ed ARPA PIEMONTE) SCHEDE PER LA RACCOLTA DATI INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE Il fascicolo è composto da due schede (A e B) La scheda A,

Dettagli

LA GESTIONE DELLE FIBRE ARTIFICIALI VETROSE Le esperienze di Arpa Piemonte. Direttore Generale Arpa Piemonte ing. Angelo Robotto

LA GESTIONE DELLE FIBRE ARTIFICIALI VETROSE Le esperienze di Arpa Piemonte. Direttore Generale Arpa Piemonte ing. Angelo Robotto LA GESTIONE DELLE FIBRE ARTIFICIALI VETROSE Le esperienze di Arpa Piemonte Direttore Generale Arpa Piemonte ing. Angelo Robotto La normativa di riferimento La Direttiva 67/548 CE regolamenta l emissione

Dettagli

CONSISTENZA E PRELIEVO DELLO STORNO NELLE MARCHE

CONSISTENZA E PRELIEVO DELLO STORNO NELLE MARCHE CONSISTENZA E PRELIEVO DELLO STORNO NELLE MARCHE URIANO MECONI Dirigente P.F. Attività Ittiche e Faunistico-Venatorie Regione Marche 1 Regione Marche Art. 9 comma 1 lettera A direttiva Uccelli L.R. 8/2007

Dettagli

SCHEDA DI AUTONOTIFICA PER IL CENSIMENTO DI EDIFICI/SUOLI CON PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

SCHEDA DI AUTONOTIFICA PER IL CENSIMENTO DI EDIFICI/SUOLI CON PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO All ASP di Catanzaro S.P.I.S.A.L. di..... U.O.I.S.P di.... "SCHEDA DI AUTONOTIFICA PER IL CENSIMENTO DI EDIFICI/SUOLI CON PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO" (da compilare per ogni immobile, pubblico

Dettagli

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano N. 21/2016 CREDITO D IMPOSTA IMPRESE PER INTERVENTI DI BONIFICA DA AMIANTO (Decreto 15 giugno 2016) Disposizione tecnico organizzativa

Dettagli

Numero pratica. sottoscritto. nato a il / / residente/i in. Via n Tel.

Numero pratica. sottoscritto. nato a il / / residente/i in. Via n Tel. Riservato all Ufficio Numero pratica Al sig. SINDACO del Comune di (1) Al sig. SINDACO del Comune di (2) Oggetto: Progetto di escavazione ed utilizzo di terre e rocce escludibili dal regime dei rifiuti,

Dettagli

CENSIMENTO MANUFATTI AMIANTO. Ing. Stefano Parisi - Settore LL.PP. 1

CENSIMENTO MANUFATTI AMIANTO. Ing. Stefano Parisi - Settore LL.PP. 1 CENSIMENTO MANUFATTI AMIANTO Ing. Stefano Parisi - Settore LL.PP. 1 Obiettivi: Informare ed avvicinare la popolazione verso un argomento poco conosciuto Censimento dei manufatti in cemento-amianto presenti

Dettagli

CITTA DI CAVA DE TIRRENI PROVINCIA DI SALERNO. DETERMINAZIONE Sett. 4 Lavori Pubblici e Ambiente

CITTA DI CAVA DE TIRRENI PROVINCIA DI SALERNO. DETERMINAZIONE Sett. 4 Lavori Pubblici e Ambiente CITTA DI CAVA DE TIRRENI PROVINCIA DI SALERNO DETERMINAZIONE Sett. 4 Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE per l'individuazione di operatori specializzati

Dettagli

Linee guida per la corretta acquisizione delle informazioni relative alla mappatura del territorio nazionale interessato dalla presenza di amianto

Linee guida per la corretta acquisizione delle informazioni relative alla mappatura del territorio nazionale interessato dalla presenza di amianto Nota In merito alla Mappatura del territorio nazionale interessato dalla presenza di amianto, ai sensi dell art. 20 della Legge 23 marzo 200, n. 93 e del Decreto ministeriale 18 marzo 2003, n. 101, si

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria. DIPARTIMENTO DI CATANZARO Servizio Suolo e Rifiuti

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria. DIPARTIMENTO DI CATANZARO Servizio Suolo e Rifiuti Prot.5087 del 30/1/016 0 Regione Calabria Premessa Nel corso del 016 il Servizio Tematico Suolo e Rifiuti del Dipartimento ARPACal di Catanzaro ha svolto attività di controllo su siti ubicati all interno

Dettagli

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI L INAIL, in collaborazione con il Centro Regionale Amianto della Regione Lazio (CRA), il Ministero della Salute e l Istituto Superiore di Sanità (ISS),

Dettagli

SITI CONTAMINATI. Siti contaminati Siti potenzialmente contaminati

SITI CONTAMINATI. Siti contaminati Siti potenzialmente contaminati SITI CONTAMINATI Siti contaminati Siti potenzialmente contaminati Nome indicatore DPSIR Fonte dati Siti potenzialmente contaminati I Ufficio regionale Gestione Rifiuti e Bonifiche Obiettivo Monitorare

Dettagli

Telerilevamento delle Coperture in Cemento Amianto. La mappatura delle coperture in cemento-amianto in Lombardia

Telerilevamento delle Coperture in Cemento Amianto. La mappatura delle coperture in cemento-amianto in Lombardia Telerilevamento delle Coperture in Cemento Amianto Un prezioso strumento di analisi a supporto delle valutazioni delle coperture in cemento amianto e del loro stato di conservazione Mercoledì 27 Maggio

Dettagli

COMUNE DI ZERO BRANCO

COMUNE DI ZERO BRANCO AGGIORNAMENTO IMPORTI TABELLARI ONERI DI URBANIZZAZIONE LA NORMATIVA Legge 17 agosto 1942, n. 1150 Legge urbanistica LICENZA EDILIZIA GRATUITA Legge 27 gennaio 1977, n. 10 Norme in materia di edificabilità

Dettagli

MODALITÀ DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA PER LA BONIFICA E SMALTIMENTO DI PICCOLE QUANTITÀ DI AMIANTO

MODALITÀ DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA PER LA BONIFICA E SMALTIMENTO DI PICCOLE QUANTITÀ DI AMIANTO ALLEGATO 2 MODALITÀ DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA PER LA BONIFICA E SMALTIMENTO DI PICCOLE QUANTITÀ DI AMIANTO Il presente documento tecnico indica le modalità di attuazione della normativa vigente per

Dettagli

CENSIMENTO MATERIALI CONTENENTI AMIANTO (M.C.A.) AGGIORNAMENTO MAPPATURA - D.M.I0l/2003 e ss.mm.ii. AVVISO ALLA CITTADINANZA

CENSIMENTO MATERIALI CONTENENTI AMIANTO (M.C.A.) AGGIORNAMENTO MAPPATURA - D.M.I0l/2003 e ss.mm.ii. AVVISO ALLA CITTADINANZA .. COMUNE DI SAN MARTINO Provincia di Benevento SANNITA Piazza Roma.I Cap 82010 tel. 082449171- fax 0824337919 www.comune.sanmartinosannita.bn.it e-mail: sanmartinosannitabn@jibero.it pec:sanmartinosannita@pec.cstsannio.it

Dettagli

STRUTTURE DI PREVENZIONE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO AZIENDE SANITARIE DEL BASSO, MEDIO E ALTO FRIULI

STRUTTURE DI PREVENZIONE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO AZIENDE SANITARIE DEL BASSO, MEDIO E ALTO FRIULI STRUTTURE DI PREVENZIONE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO AZIENDE SANITARIE DEL BASSO, MEDIO E ALTO FRIULI IL PROBLEMA DELL AMIANTO IN PROVINCIA DI UDINE PROBLEMA ECONOMICO E DI SOSTENIBILITA DELLA

Dettagli

Criteri e requisiti per la codificazione degli interventi di emergenza

Criteri e requisiti per la codificazione degli interventi di emergenza Testo aggiornato al 9 dicembre 2005 Decreto ministeriale 15 maggio 1992 Gazzetta Ufficiale 25 maggio 1992, n. 121 Criteri e requisiti per la codificazione degli interventi di emergenza IL MINISTRO DELLA

Dettagli

Algoritmo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cementoamianto e del contesto in cui sono ubicate.

Algoritmo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cementoamianto e del contesto in cui sono ubicate. Algoritmo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cementoamianto e del contesto in cui sono ubicate. Stefano Silvestri 28 novembre 2016 Per arrivare ad una valutazione sulla

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 luglio 2017, n PROROGA DEL TERMINE FINALE PER L INVIO DELLE SCHEDE DI AUTONOTIFICA OBBLIGATORIA PRA.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 luglio 2017, n PROROGA DEL TERMINE FINALE PER L INVIO DELLE SCHEDE DI AUTONOTIFICA OBBLIGATORIA PRA. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 89 del 25-7-2017 41585 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 luglio 2017, n. 1123 PROROGA DEL TERMINE FINALE PER L INVIO DELLE SCHEDE DI AUTONOTIFICA OBBLIGATORIA

Dettagli

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO 1 RIFERIMENTI NORMATIVI L. 257/92, art. 9, 10 Norme relative alla cessazione dell impiego dell amianto. D.M. 06/09/94 Normative e metodologie tecniche di applicazione

Dettagli

L Agenzia ATC Piemonte Centrale, ai sensi del D.M , sta attuando il Programma di controllo dei manufatti di amianto in opera.

L Agenzia ATC Piemonte Centrale, ai sensi del D.M , sta attuando il Programma di controllo dei manufatti di amianto in opera. Pagina 2 di 6 OGGETTO: INFORMATIVA AI SENSI DEL DLG 81/08 E DEL D.M. 6/9/94 PUNTO 4 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MANUFATTI IN AMIANTO IN OPERA PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E MANUTENZIONE L Agenzia

Dettagli

BANDO ISI INAIL 2016

BANDO ISI INAIL 2016 BANDO ISI INAIL 2016 Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro UNA OPPORTUNITA PER LE AZIENDE E PER I TECNICI SEMINARIO FORMATIVO SUGLI ASPETTI

Dettagli

I MATERIALI CONTENENTI AMIANTO: riconoscimento - campionamento

I MATERIALI CONTENENTI AMIANTO: riconoscimento - campionamento I MATERIALI CONTENENTI AMIANTO: riconoscimento - campionamento Orietta Sala Laboratorio di riferimento reg.le Amianto, Polveri e Fibre ARPA sez. REGGIO EMILIA PIACENZA, 23 ottobre 2014 CRISOTILO: amianto

Dettagli

INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA

INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA Ciao, con questo articolo voglio informarti che nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre sono state pubblicate le modalità attuative

Dettagli

Progetto Rimozione Amianto Contributi economici per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto

Progetto Rimozione Amianto Contributi economici per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto Progetto Rimozione Amianto Contributi economici per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMUNE DI MESAGNE E LE DITTE ESECUTRICI DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA

Dettagli

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE E ONERI VERDI PER INTERVENTI SOTTOPOSTI A:

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE Modifiche e integrazioni alla legge regionale 9 settembre 2003, n.

Dettagli

Spett.le Comune di Senigallia Area Tecnica Territorio ed Ambiente C.A. Dott. Ing. S. Giorgetti

Spett.le Comune di Senigallia Area Tecnica Territorio ed Ambiente C.A. Dott. Ing. S. Giorgetti Spett.le Comune di Senigallia Area Tecnica Territorio ed Ambiente comune.senigallia@emarche.it; C.A. Dott. Ing. S. Giorgetti E pc Spett.le Regione Marche Servizio Territorio ed Ambiente P.F. Ciclo dei

Dettagli

(Provincia di Treviso) Ufficio Edilizia Privata

(Provincia di Treviso) Ufficio Edilizia Privata CONTRIBUTO COMMISURATO ALL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E AL COSTO DI COSTRUZIONE A (ARTT. 82/83 L.R. 61/85 E smi E ART.16 D.P.R. 380/01 E smi) D.I.A. DITTA LAVORI RICHIESTI INDIRIZZO ESTREMI

Dettagli

TECNICO. Civitavecchia - 24 novembre 2017 EDIFICI CON MATERIALI IN AMIANTO. ADEMPIMENTI OBBLIGATORI E SUGGERIMENTI OPERATIVI

TECNICO. Civitavecchia - 24 novembre 2017 EDIFICI CON MATERIALI IN AMIANTO. ADEMPIMENTI OBBLIGATORI E SUGGERIMENTI OPERATIVI SEMINARIO TECNICO EDIFICI CON MATERIALI IN AMIANTO. ADEMPIMENTI OBBLIGATORI E SUGGERIMENTI OPERATIVI D. M. 6 SETTEMBRE 1994 Civitavecchia - 24 novembre 2017 sala congressi Hotel De La Ville Viale della

Dettagli

TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA)

TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA) TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO (RCA) CHE COSA È L AMIANTO? L'amianto, chiamato asbesto, è un minerale naturale a struttura microcristallina di aspetto fibroso appartenente alla

Dettagli

ZONE URBANISTICHE. VEDI art. 16 L.R. 6/95 e art.2, comma 60 L. 662/96

ZONE URBANISTICHE. VEDI art. 16 L.R. 6/95 e art.2, comma 60 L. 662/96 Tabella A1 1a classe di comuni Edilizia residenziale (funzione abitativa)* Zone omogenee A Zone omogenee B Zone omogenee C Zone omogenee D Zone omogenee E 108.876 108.876 108.876 108.876 108.876 108.876

Dettagli

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO COMUNE DI SCORDIA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO CENSIMENTO OBBLIGATORIO PRESENZA AMIANTO/ETERNIT NEL TERRITORIO COMUNALE IL SINDACO VISTA la Legge 27 Marzo

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTONOTIFICA DEI SITI CON MATERIALI CONTENENTE AMIANTO NELLA REGIONE LAZIO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTONOTIFICA DEI SITI CON MATERIALI CONTENENTE AMIANTO NELLA REGIONE LAZIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTONOTIFICA DEI SITI CON MATERIALI CONTENENTE AMIANTO NELLA REGIONE LAZIO L'acquisizione delle conoscenze relative alle situazioni in cui sono presenti MCA

Dettagli

Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana

Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana Il monitoraggio delle bonifiche dell amianto mediante l analisi dei dati art. 9 L. 257/92: l esperienza nella Regione Lazio e nella Regione Toscana ISS - Roma, 12/12/2013 Dott. Fulvio Cavariani direttore

Dettagli

Aspetti di sorveglianza sanitaria dei lavoratori addetti alla bonifica amianto Evoluzione norme regionali- Sportello PASS

Aspetti di sorveglianza sanitaria dei lavoratori addetti alla bonifica amianto Evoluzione norme regionali- Sportello PASS WORKSHOP SPORTELLO PROVINCIALE SULL AMIANTO 31 maggio 2016 Aspetti di sorveglianza sanitaria dei lavoratori addetti alla bonifica amianto Evoluzione norme regionali- Sportello PASS Dr. Luigi Mauro UF PISLL

Dettagli

Al signor Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli

Al signor Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli Arezzo, 25 agosto 2016 Al signor Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli Mozione in merito: censimento, bonifica e smaltimento dei manufatti contenenti amianto VISTO: La Legge n. 257 del 27 marzo 1992 :

Dettagli

IDENTIFICAZIONE ELABORATO CODICE C.U.P. E81B RESPONSABILE INTEGRAZIONE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Ing. Emilio Salsi IL PROGETTISTA

IDENTIFICAZIONE ELABORATO CODICE C.U.P. E81B RESPONSABILE INTEGRAZIONE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Ing. Emilio Salsi IL PROGETTISTA IL CONCEDENTE IL CONCESSIONARIO CODICE C.U.P. E81B08000060009 IL PROGETTISTA Dott. Geol. Marina Cattaneo Ordine Geologi Toscana n 1348 RESPONSABILE INTEGRAZIONE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Ing. Emilio Salsi

Dettagli

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO INAIL BANDO ISI 2016 Il bando INAIL ISI 2016 ha l obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro DESTINATARI I soggetti destinatari

Dettagli

Allegato n. 6a : Modello di Scheda informativa di dettaglio sul Quadro della condizione rilevata in tema di amianto. Caso I

Allegato n. 6a : Modello di Scheda informativa di dettaglio sul Quadro della condizione rilevata in tema di amianto. Caso I Allegato n. 6a : Modello di Scheda informativa di dettaglio sul Quadro della condizione rilevata in tema di amianto. Caso I SCHEDA PARTE A - LOCALIZZAZIONE CANTIERE E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Sito: ubicazione

Dettagli

PRODUZIONE MINERARIA MONDIALE

PRODUZIONE MINERARIA MONDIALE PRODUZIONE MINERARIA MONDIALE 1 Consumi di amianto in Italia per diversi settori industriali (migliaia di tonnellate) *Fonte ISTAT **Fonte Retiflex S.p.A. 2 PRESENZA DI AMIANTO OGGI IN ITALIA 3 1. Riconoscimento

Dettagli

SITI CONTAMINATI 2013 Siti contaminati - Siti potenzialmente contaminati

SITI CONTAMINATI 2013 Siti contaminati - Siti potenzialmente contaminati SITI CONTAMINATI 2013 Siti contaminati - Siti potenzialmente contaminati Nome indicatore DPSIR Fonte dati Siti potenzialmente contaminati I Ufficio Regionale Gestione Rifiuti e Bonifica Obiettivo Disponibilità

Dettagli

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO ROVIGO 29 OTTOBRE 2010 Trattazione Dott. Ermanno Sarti Tecnico della Prevenzione AMIANTO ex D.L.gs. n 257/06 ora D.Lgs integrato dal D.L.gs 03/08/2009

Dettagli

VALUTAZIONE TETTI 19/09/2013 VALUTAZIONE DELLO STATO DELLE COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO. Dati identificativi EDIFICIO

VALUTAZIONE TETTI 19/09/2013 VALUTAZIONE DELLO STATO DELLE COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO. Dati identificativi EDIFICIO AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI TORINO - (ex I.A.C.P.) 034 Torino C.so Dante 4 - tel. 0 330 - fax 0 330295 Data sopraluogo: VALUTAZIONE TETTI 9/09/203 VALUTAZIONE DELLO STATO DELLE

Dettagli

ONERI URBANIZZAZIONE I e II

ONERI URBANIZZAZIONE I e II Il Contributo di Costruzione (art. 16 TUE 380/01) prevede : - Onere di Urbanizzazione I e II - Contributo sul Costo di Costruzione / Quota Smaltimento Rifiuti ONERI URBANIZZAZIONE I e II TARIFFE UNITARIE

Dettagli

Sezione Regionale Catasto Rifiuti c/o ARPAM, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche, Dipartimento di Pesaro (PU)

Sezione Regionale Catasto Rifiuti c/o ARPAM, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche, Dipartimento di Pesaro (PU) Marco Gargaro, Maria Gabriella Garbuglia, Massimiliano Boccarossa, marco.gargaro@studio.unibo.it mariagabriella.garbuglia@gmail.com massimiliano.boccarossa@ambiente.marche.it LA PRODUZIONE DI RSU, LE RACCOLTE

Dettagli

Con il patrocinio del Comune di Cosenza Assessorato alla Sostenibilità Ambientale ed Energie Rinnovabili

Con il patrocinio del Comune di Cosenza Assessorato alla Sostenibilità Ambientale ed Energie Rinnovabili Ente NO PROFIT fondato dall e dall Università della Calabria Accreditato Decreto n.1168 del 03/02/2012 6 edizione - Corso di Formazione Gestionale di 50 ore destinato a professionisti, amministratori e

Dettagli

Orientamenti pratici per la determinazione delle Esposizioni Sporadiche e di Debole Intensità (ESEDI) all amianto

Orientamenti pratici per la determinazione delle Esposizioni Sporadiche e di Debole Intensità (ESEDI) all amianto elaborati dalla Commissione Consultiva Permanente per la Salute e Sicurezza sul Lavoro. Lettera Circolare Ministero del Lavoro Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro prot.15/segr/1940

Dettagli

(Provincia di Caserta) A R E A T E C N I C A - SF.TTORE 1 URBANISTICA -

(Provincia di Caserta) A R E A T E C N I C A - SF.TTORE 1 URBANISTICA - t COMUNE DI SAN CIPRIANO D ' A V E R S A (Provincia di Caserta) A R E A T E C N I C A - SF.TTORE 1 URBANISTICA - Allegato 1 OGGETTO: Aggiornamento Contributo di Costruzione commisurato all'incidenza degli

Dettagli

SITUAZIONE A TREZZANO, AZIONI INTRAPRESE, AGEVOLAZIONI FISCALI E ALTRI INCENTIVI

SITUAZIONE A TREZZANO, AZIONI INTRAPRESE, AGEVOLAZIONI FISCALI E ALTRI INCENTIVI SITUAZIONE A TREZZANO, AZIONI INTRAPRESE, AGEVOLAZIONI FISCALI E ALTRI INCENTIVI Staff Infoenergia Umberto Ranzetti Comune di Trezzano Sul Naviglio 24 settembe 2015 FASI PROGETTO: - Inserimento in database

Dettagli

Bonifica dei D.P.I. potenzialmente contaminati da fibre di amianto

Bonifica dei D.P.I. potenzialmente contaminati da fibre di amianto 4 giugno 2013 Roma - ISA Bonifica dei D.P.I. potenzialmente contaminati da fibre di amianto Dott. Fulvio Cavariani www.prevenzioneonline.net Dove è stato utilizzato l amianto Si conoscono oltre 3500 prodotti

Dettagli

Relazione Tecnica. Brigata della Guardia di Finanza di Riva Trigoso. Interventi di Bonifica per presenza di amianto presso la Caserma F.

Relazione Tecnica. Brigata della Guardia di Finanza di Riva Trigoso. Interventi di Bonifica per presenza di amianto presso la Caserma F. Relazione Tecnica Brigata della Guardia di Finanza di Riva Trigoso Interventi di Bonifica per presenza di amianto presso la Caserma F. Meattini Luino 08/08/2016 Guardia di Finanza Il Tecnico Dott. Ing.

Dettagli

Officina deposito locale 6.1.04 canna fumaria C8-3 7 7,8,9 Edificio 8, liv 0: sono stati individuati alcuni scarichi in mca. Il materiale si presenta completamente a vista, ma in buono stato di conservazione.

Dettagli

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Delibera di cda del 12.05.2015

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Delibera di cda del 12.05.2015 AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Delibera di cda del 12.05.2015 ACSE Spa, delegata dall Amministrazione comunale di Scafati, deve provvedere alla stipula del Protocollo d Intesa con le imprese qualificate

Dettagli

Legge regionale 29 settembre 2003, n. 17 Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. Art. 1. Finalità.

Legge regionale 29 settembre 2003, n. 17 Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. Art. 1. Finalità. Art. 1. Finalità. Articolo 1 Modifiche all articolo 1 (Finalità) 1. All art. 1, dopo la lettera c) del comma 2, aggiungere il seguente comma: 1. La presente legge attua le disposizioni della legge 27 marzo

Dettagli

ANALISI DEI PRELIEVI DA POZZO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

ANALISI DEI PRELIEVI DA POZZO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA ANALISI DEI PRELIEVI DA POZZO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dott. Francesco Treu - Università degli Studi di Trieste Udine, 1 marzo 2011 - Giornata di approfondimento sullo stato delle risorse idriche sotterranee

Dettagli