Cento anni fa l incontro tra Charles Stewart Rolls e Frederick Royce

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cento anni fa l incontro tra Charles Stewart Rolls e Frederick Royce"

Transcript

1 1 ROLLS DI ROLLS ROYCE Cento anni fa l incontro tra Charles Stewart Rolls e Frederick Royce Un giorno chiesero a Sir Lawrence d Arabia, il noto ufficiale inglese diventato agli occhi di molti il paladino della causa araba, cosa desiderava di più al mondo che potesse essere comprato con del denaro, ma che fosse al di la dei suoi sogni o delle sue tasche. Rispose: Mi piacerebbe avere una Rolls-Royce con abbastanza pneumatici e benzina da durarmi tutta la vita. L eroe dell avventura romantica ed esotica sognava dunque una vettura che, ai suoi occhi, univa in sé genio ingegneristico, snobismo, tradizione, magia di un nome. Rolls-Royce è effettivamente un nome che di per sé evoca l aristocrazia dell eccellenza, anche di riflesso, tanto che se di un prodotto si vuole vantare la superiorità sul mercato si dice che è la Rolls Royce del suo genere. Si fa fatica ad immaginare un momento della storia in cui esisteva un signor Rolls e un signor Royce, ben distinti e con nascite e destini che non potevano essere più diversi. Forse soltanto in Inghilterra poteva sorgere un sodalizio tra il figlio di un Pari, estroso, smisuratamente ricco ed originale, che morirà giovane trascinato da uno dei suoi hobby più pericolosi, e un ingegnere quarantenne, uscito faticosamente dalla povertà grazie ad un lavoro indefesso e ad una determinazione inesausta, che non si concederà mai pause anche a costo di mettere in pericolo la propria salute. Charles Stewart Rolls nacque il 27 agosto 1877, terzo dei quattro figli di Henry Allen Rolls, Lord di Llangattock, proprietario di una tenuta di seimila acri a The Hendre, vicino a Monmouth, comunità inglese in una contea con predominanza gallese. Scolaro distratto e poco brillante, sorprese un giorno suo padre chiedendogli, come regalo di Natale, di installare un piccolo impianto elettrico a The Hendre. A diciassette anni, l elettricità era diventata il suo studio preferito; e un viaggio a Parigi fatto insieme ai genitori lo iniziò al fascino della meccanica, perché nella capitale francese ebbe modo di vedere le prime automobili. A Cambridge si trovò a proprio agio, potendo frequentare le lezioni di ingegneria del Prof. Ewing, si appassionò alla bicicletta, e divenne un discreto allievo, tanto da conseguire il Bachelor of Arts nel Ma due anni prima vi era stato un incontro che condizionò il resto della sua vita. Aveva trascorso, nel 1896, un fine settimana con Sir David Salomons, nella sua tenuta in Kent. Non si trattava di un amico qualunque, bensì del proprietario di una vettura Peugeot, dell organizzatore della prima esposizione automobilistica svoltasi in Gran Bretagna (1895), del Presidente della Self Propelled Traffic Association, sodalizio che precedette tutti gli automobile clubs britannici. Furono due giorni indimenticabili, che indicarono la strada al giovane Charles: una strada che lo porterà ad incontrarsi con Royce, a vincere il Tourist Trophy, a diventare un pioniere del

2 2 pallone aerostatico, a sorvolare la Manica, e ad uccidersi a Bournemouth su un biplano Wright, a trentatré anni. All epoca di quell incontro con Salomons, l automobilismo in Gran Bretagna era praticamente inesistente. Non vi erano fabbriche nazionali, e chiunque volesse acquistare una vettura doveva rivolgersi alla produzione del Continente. Non vi erano garage né officine e nemmeno vi si svolgevano corse. Vigeva ancora l anacronistico Red Flag Act, anche se, fin dal 1878, la polizia non badava molto alla presenza dell uomo dalla bandiera rossa che, secondo la legge, avrebbe dovuto precedere qualsiasi veicolo non ippotrainato. Nascevano soltanto allora le riviste specializzate: Autocar, nel novembre 1895, Automotor Journal poco dopo. L acquisto di un horseless carriage (veicolo senza cavallo) appariva ancora quanto mai originale da parte di uno studente universitario diciannovenne, anche se di Cambridge, da sempre ritenuta una cittadella più tecnica di Oxford. Charles attuava un suo sistema per ammorbidire lo sconcerto dei docenti e la loro eventuale riprovazione: non si faceva sfuggire l occasione di portarli a spasso sulla sua Peugeot, comprata per metà con i propri soldi e per l altra metà con l aiuto del padre, con l intento di ricavarne dei soldi rivendendola di lì a poco sul mercato dell usato. Intanto faceva opera di proselitismo raccogliendo firme per l abrogazione del Red Flag Act (che arrivò, nel 1896, con il noto Emancipation Act ), divenne membro della Self Propelled Traffic Association, partecipò nel 1897 alla Parigi-Dieppe e accompagnò gli invitati al matrimonio della sorella sulla sua elegante victoria, prima occasione mondana dell alta società inglese a cui partecipò una automobile. Fu uno dei primissimi soci dell ACGBI (Automobile Club of Great Britain and Ireland), e alla fine del 1897 non resistette alla possibilità di acquistare per 1200 sterline la Panhard vincitrice della Parigi-Marsiglia-Parigi, ma si sa anche che provò la Duryea e la Bollée, di cui disse lapidariamente per partire alle dieci, occorre alzarsi alle sei. Si permise insomma tutto, e forse più, ciò che un giovanotto dalle solide finanze potesse permettersi, mantenendo il suo solido conservatorismo inglese, e una scanzonata propensione a vedere il lato ironico di ciò che gli capitava. La sua fedeltà alla Panhard rimase salda anche dopo che la marca divenne progressivamente incapace di tenersi al passo con i tempi e con l inarrestabile evoluzione della linea delle vetture. Persino l illuminazione elettrica sulle vetture gli parve a tutta prima poco affidabile, tanto da sconsigliarne al padre l adozione. Allo stesso tempo fu tra i primi in Inghilterra ad usare la propria vettura non solo come costoso passatempo di rampolli sfaccendati, ma come mezzo per spostarsi tra due località. Affrontò un viaggio alla vigilia del Natale 1896 tra la sua casa di South Lodge a Londra e la tenuta The Hendre così ricco di imprevisti, incidenti, avventure da durare quarantottore. Vi sono divertite cronache di quel che gli successe nel Caprices of Petrol Motor, pubblicato nel 1903 nel Badminton Book of Motors, in cui Rolls non esita a dispensare saggi consigli su come comportarsi alla guida, basandosi sulla sua intensa esperienza. Per esempio

3 3 consiglia di non maneggiare a lungo la benzina per poi accendersi una sigaretta; esorta i distratti a non pedalare sulla motocicletta per mezz ora prima di ricordare di girare la manopola dell accensione, a meno che sia stato il dottore a consigliarvelo. Ma al di la dell ironia, vi sono anche puntuali suggerimenti di aggiungere, nei mesi invernali, un venti per cento di glicerina all acqua di raffreddamento, memore del disastroso viaggio natalizio durante il quale aveva persino dovuto accendere un fuoco sotto il motore per sgelarlo. Raccomandava anche di tenere a bordo un estintore, o almeno un sifone per la soda. Forse però la parte più curiosa è quella dedicata ai rumori strani. Ne fa un lungo elenco, in ordine di gravità. Per poi concludere dicendo che se il vostro motore funziona bene, non tormentatelo, anche se vi sembrerà di non andare mai abbastanza forte. Molti guasti sono la conseguenza di interventi inopportuni e di curiosità molesta. Purtroppo, il suo humour non gli impedì di vivere l intera vita tra una contraddizione e l altra. Ricchissimo, dimostrò sempre un esagerata attenzione ai soldi, così da passare per tirchio agli occhi di tutti; era attratto da tutto ciò che era nuovo, ma ogni volta vi si immergeva da professionista, non certo da dilettante; apparentemente incostante ed irregolare, come da scolaro, ma con un filo conduttore che gli permise di precedere sempre lo spirito dei suoi tempi. Eroe nazionale, ma dimenticato a causa della sua morte prematura, se non fosse per il persistere del suo nome nella storia di una marca in cui, tutto sommato, c entrò poco. La svolta nella diffusione del motorismo in Gran Bretagna fu segnata dalla Thousand Miles Trial del 23 aprile veicoli partirono da Hyde Park Corner e 35 vi fecero ritorno dopo aver percorso, come da regolamento, 1000 miglia. Charles Rolls fu tra questi, e si guadagnò una medaglia d oro per la migliore prestazione indipendentemente dalla classe. Lentamente, cominciarono ad essere organizzate gare, che si trasformavano con facilità in esposizioni all aperto, in vetrine dove le prime vetture di produzione nazionale potevano essere sperimentate e pubblicizzate. La carriera di Rolls come pilota fu buona, anche se non folgorante. Nel 1901 si limitò a partecipare alla Parigi Berlino; negli anni successivi fu piuttosto discontinuo, nel 1905 si iscrisse alla Gordon Bennett Cup e al Tourist Trophy; l anno dopo si aggiudicò proprio quest ultima gara, che rimase la sua vittoria più importante. Aveva iniziato un attività professionale fondando nel gennaio 1902 una impresa commerciale, la C.S.Rolls and Co., a Lillie Hall, presso Fulham. Si trattava di un passo logico nella direzione della missione che si era autoconferito, convertire l Inghilterra al motorismo. Soprattutto rappresentava un mezzo per sostenere le spese dei suoi hobbies, molto costosi miglia all anno percorsi con la sua Panhard gli costavano per lo meno 200 sterline, una sola ascensione in mongolfiera si aggirava sulle 6 sterline. Rolls riceveva una rendita di 500 sterline l anno, ampiamente sufficiente per vivere la vita di un gentleman tra Londra e Monmouth ma forse esigua per permettersi tanti passatempi. Obiettivo della società era

4 4 commercializzare sul suolo inglese la marca Panhard, in mancanza di una marca nazionale. Ebbe coraggio nel fare una simile scelta professionale, sicuramente non diffusa tra le giovani generazioni di Lords. D altra parte la sua estrazione era un ineguagliabile lasciapassare, perché gli permetteva di entrare nei migliori ambienti senza alcun difficoltà, e di trovare facilmente ascolto. Gli stessi giornali mondani, che seguivano i suoi spostamenti e le sue vicende come quelli di tutti gli appartenenti ad un certo ambiente, gli facevano indirettamente pubblicità. L impresa fu inizialmente finanziata da Lord Langattock. Furono necessarie sterline, che il padre decise sarebbero state dedotte dalle che facevano parte della sua eredità; oltre ad ulteriori sterline per le showrooms in Conduit Street e Brook Street, a Londra. Quest ultima somma sarebbe entrata in scadenza soltanto alla morte della madre, il che avrebbe significato per Charles un eredità di altre sterline. Evidente, in questi accordi, lo sforzo del padre di favorire il figlio senza pregiudicare la ricchezza familiare. Per due anni, il 1902 e il 1903, Rolls si occupò da solo della propria impresa, ottenendo anche qualche buona gratificazione. Nel 1904 cooptò all interno della società Claude Johnson, molto conosciuto nell ambiente come segretario dell ACGBI da cui si era ritirato da poco. Questi si rivelò preziosissimo per le sue doti di comunicatore e amministratore, e svolse un ruolo fondamentale nella successiva evoluzione dell azienda. Nell ottobre 1902 Automotor Journal riferisce dell attività, descrivendo un area coperta in grado di ospitare 200 vetture, e di fornire servizi diversi come lavori di riparazione, corsi di istruzione di chauffeurs e piloti, ricarica delle batterie per vetture elettriche e noleggio di vetture, naturalmente con autista. Nel giugno 1903 Charles decise di organizzare un Open Day, con visita dell officina e giri gratuiti sulle vetture, e se superò la sua tradizionale avversione alle spese garantendo persino un piccolo rinfresco è proprio perché gli affari andavano bene, ed egli poteva ragionevolmente contare su un buon ritorno dei suoi sforzi. Il mese precedente aveva inaugurato un sistema rivoluzionario per i tempi: la vendita delle Panhard a rate, con il pagamento del 25% alla consegna e il rimanente in quattro quote, con un interesse del 5%. Al tempo le questioni di denaro erano considerate troppo sordide per parlarne apertamente: il fatto che invece Autocar pubblicasse tranquillamente le condizioni dell offerta la dice lunga sulla credibilità e sulla capacità di farsi dare ascolto del proponente. Il suo slogan era: la Panhard fa quello che fa la Mercedes, e più, ma a metà prezzo, ottimo esempio di pubblicità comparativa. Nell anno però si registrò un ribasso delle vendite e la crisi costrinse la Panhard, nel 1904, ad abbassare i prezzi. Rolls si trovò in magazzino una dozzina di telai che gli erano costati di più di quanto avrebbe potuto ottenere rivendendoli. Riuscì a procurarsi un ricarico aumentando i prezzi delle carrozzerie ma dovette prendere atto che la Panhard aveva perduto il suo primato di eccellenza tra le marche straniere. Urgeva trovare altre strade.

5 5 E a questo punto della storia che si situa lo storico incontro tra Rolls e Royce: cioè esattamente al momento giusto per entrambi. Ma è anche da questo momento che la figura di Rolls perde progressivamente peso, schiacciata da quella di Royce che tra l altro gli sopravvive ventitré anni, pur essendo molto più anziano. Il suo coinvolgimento con le vetture di Royce si tradusse in una iniziale luna di miele che sfociò in una progressiva freddezza e quindi in un divorzio, peraltro ancora ben celato al momento della morte nel Come se Rolls si fosse divertito per un po, per poi volgersi altrove, attirato prima dai palloni aerostatici e poi dagli aeroplani, alla pari di un bambino annoiato che rompe uno dopo l altro tutti i suoi giocattoli. Se in parte è vero, non dobbiamo trascurare l importanza che a Royce derivò dal poter associare il proprio nome a quello di una persona conosciuta e stimata in tutti gli ambienti di prestigio, a maggior ragione visto la varietà e diversità dei suoi interessi. Rolls, al tempo del loro incontro, era sulla strada di diventare un eroe nazionale, mentre Royce era un perfetto sconosciuto. Aveva fondato una società nel 1884, a Manchester, insieme all ingegnere elettrotecnico Ernest Claremont (che lo seguirà nella Rolls Royce, come Johnson seguirà Rolls), mettendo insieme tra tutti e due 70 sterline. Era una piccola società di apparecchiature elettriche, che ben presto conobbe la prosperità, con un giro di affari, nel volgere di quindici anni, di sterline. Nel 1902 Royce era così benestante che poté permettersi l acquisto di un automobile, una Décauville. Fu il colpo di fulmine: da quando salì sulla vetturetta francese, cominciò ad ossessionarlo l idea di costruire egli stesso una vettura, e dotare la Gran Bretagna di una marca nazionale. A dispetto dell opinione contraria di Claremont, che non capiva quale ne potesse essere il vantaggio, si buttò anima e corpo nell impresa. A questo punto compare sulla scena un terzo personaggio, Henry Edmunds, membro fondatore dell Automobile Club di Gran Bretagna e Irlanda (e perciò buon amico di Rolls), che decide di acquistare un pacchetto di azioni della Royce, divenuta Ltd nel Sapendo della sua passione per l automobilismo, Claremont gli confida l iniziativa di Royce, ed Edmunds fa un giro di prova su un prototipo da 10 HP. L impressione è ottima, ed Edmunds non ci pensa due volte a segnalare questo potenziale costruttore a Rolls, che sa essere alla ricerca di nuove vetture da vendere al posto della Panhard. Rolls risponde di essere disposto ad incontrare Royce a Londra, anche se ha già molte altre richieste al riguardo. Ossia, fa un po il difficile. Edmunds tiene il collegamento tra i due, ma aggiunge una nota alla sua lettera per Rolls: conoscendo, come io conosco, l abilità di Royce come ingegnere meccanico, sento che si è assolutamente al sicuro nel prendere qualsiasi cosa la sua società produca. L osservazione ha effetto. Rolls telegrafa a Edmunds chiedendogli di accompagnarlo a Manchester, appena gli sia possibile, e l incontro avviene nel giro di qualche giorno. Siamo nei primi giorni di aprile del L entusiasmo di Rolls è tale che al ritorno tira giù dal letto il suo socio Claude

6 6 Johnson con le parole: Ho trovato il migliore ingegnere motoristico del mondo! A dispetto di tanta euforia, le conseguenze non sono immediate. Rolls è consapevole che le vetture di Royce costituiranno il futuro ma per il presente, non essendo ancora disponibili, egli deve cercarsi qualche rappresentanza, per esempio della belga Minerva, con cui tirare avanti finché i nuovi modelli del suo ingegnere cesseranno di essere tali solo sulla carta. Soltanto il 25 novembre 1905 Autocar pubblica un annuncio in cui la C.S.Rolls and Co. si impegna a promuovere unicamente le Rolls-Royce (l accordo definitivo del 23 dicembre 1904 prevedeva che la Royce Ltd avrebbe costruito e la C.S.Rolls & Co. avrebbe venduto le vetture che avrebbero portato il nome congiunto di Rolls-Royce). La Rolls-Royce vera e propria nascerà nel marzo 1906, con un capitale nominale di sterline, senza per questo decretare la morte della Royce che continuò la sua produzione di apparecchiature elettriche fin poco dopo la morte del fondatore (1933). Le prime pubblicità dell azienda sottolineano il nome di Rolls, non quello di Royce, che addirittura nel catalogo del 1905, in oltre 100 pagine che descrivono dettagliatamente l intera gamma di vetture disponibili, non è neanche nominato. Rolls in questa prima fase è molto attivo. Tiene i rapporti con la stampa, compie un gran numero di giri dimostrativi (all epoca i giornalisti non sperimentavano le vetture in prima persona, ma si facevano portare). I modelli in offerta non erano pochi: la 10 HP 2 cilindri, la 15 HP 3 cilindri, due versioni della 20 HP 4 cilindri, e la 30 HP a 6 cilindri. Rolls non interveniva sulla progettazione, ma unicamente sulla loro vendibilità, e la stessa sua partecipazione al Tourist Trophy del 1905 e del 1906 era stata decisa per fini promozionali. I risultati non mancarono perché nel 1905 una RR arrivò seconda, e nel 1906, come abbiamo visto, se lo aggiudicò proprio Rolls, senza neanche troppo faticare. Così descrisse la sua gara: Non ho fatto altro che sedermi al volante e aspettare che la macchina arrivasse al traguardo. Ma questa ricchezza di offerta di modelli doveva terminare presto, quando si scatenò una disputa tra i sostenitori del motore a quattro cilindri e quelli del motore a sei cilindri. Claude Johnson, con una Rolls Royce a sei cilindri, propose, sostenne e vinse un match, seguitissimo dal pubblico, contro una vettura Martini a 4 cilindri. Da allora, e per 18 anni, nessuno più mise in discussione la nuova strategia della RR: il modello unico, naturalmente a sei cilindri. Con questa disputa, era inutile negarlo, la fase più eccitante, più romantica dell automobilismo era trascorsa. Rolls lo avvertì acutamente. Era inevitabile che gli anni successivi sarebbero stati contrassegnati da una solida, tranquilla evoluzione. Nella sua nuova veste di Technical Managing Director Rolls sicuramente condivise e approvò il nuovo corso aziendale, ma non poteva farsene affascinare. Chiese un alleggerimento dei suoi impegni, una diminuzione dei giri di prova e delle attività promozionali, e se ne andò in America, dove l aria era il nuovo campo di conquista, di battaglia, di vita e di

7 7 morte. Cominciò con delle ascensioni in pallone, ma si rese conto rapidamente che come mezzo di locomozione non aveva futuro. Con le conoscenze di cui disponeva, per lui fu un gioco da ragazzi farsi presentare ai fratelli Wright, ottenere dei voli di prova su aeroplani del loro tipo, prenderci gusto e capire che quello era il suo futuro, per il momento. Dopo aver sperimentato ogni sorta di locomozione, compresa la bicicletta e la corsa automobilistica, un viaggio in un dirigibile dell esercito francese e 130 ascensioni in mongolfiera, non vi è niente di così affascinante e divertente come volare, disse egli stesso. Forse allora si poteva pensare di acquistare negli spazi aerei la stessa dimestichezza, la stessa naturalezza che si era raggiunta con la strada, e di poterne avere un dominio individuale, personale, come con una vettura terrestre, magari nel giro degli stessi pochissimi anni. Rare, nel coro di appassionati temerari ed intrepidi, le voci lucide. Scarfoglio, il trionfatore morale della New York-Parigi in automobile del 1908, fu tra questi. L aeroplano è alla mercé del minimo soffio di vento, è come una barca a vela di cui le vele siano fisse e non si possano manovrare. L aeroplano non potrà avere uno sviluppo che lo porti oltre il punto a cui è arrivato oggi Oggi va, domani precipita. Vi è chi si vanta di aver studiato il volo degli uccelli per determinare le linee e la struttura dell aeroplano. E un illusione: l aeroplano non ha nulla a che vedere con gli uccelli. Si dimentica che mentre l ala dell aeroplano è una superficie fissa di slittamento, l ala dell uccello è un organo mobilissimo, dinamico, di propulsione e di sostentamento...l aria non si può conquistare e dominare se non con la velocità. Per essere in grado di sostenere ogni colpo di vento, di fronteggiare ogni movimento della massa aerea, occorre una velocità di almeno 500 chilometri, ed è necessaria una massa resistente, chiusa, saldissima, come è appunto quella del proiettile, e non un po di tela su di un intelaiatura di legno Non parlava a sproposito, Edoardo Scarfoglio. Lo stesso Rolls scrisse: In aeroplano è come una nave con un grosso buco sul fondo. Bisogna pompare tutto il tempo, o si va giù di botto. Chi si avventurava su quei fragili telai di legno e tela era un incosciente, un temerario o un pazzo. Rolls, naturalmente, tra questi. Volo dopo volo, si trovò a contare tra i primi dieci, dodici aviatori del mondo (non che a quel tempo ce ne fosse più di un centinaio). Passarono quattro anni. La Rolls Royce era diventata l azienda che produceva the best cars in the world. Rolls era diventato un eroe nazionale. Il 2 giugno 1910, in novanta minuti, aveva attraversato la Manica ed era tornato indietro, compiendo l impresa su un biplano Wright. Non fu un record, perché Blériot, nel 1909, ci aveva impiegato cinque minuti in meno e De Lesseps, altro aviatore alquanto famoso al tempo, dieci minuti in meno nella traversata del maggio Ma Charles era il primo inglese a farlo. Il Royal Aero Club gli conferì una medaglia d oro, che in precedenza aveva riconosciuto soltanto a Wilbur e Orville Wright, a Louis Blériot, a Henry Farman e a Hubert Latham. Re Giorgio V mandò un telegramma di congratulazioni, e Lord Llangattock ne ricevette uno di cinque parole: Your son is a hero, vostro figlio è un eroe.

8 8 Madame Tussaud chiese di poter modellare una statua di cera per il suo famoso museo. Rolls accettò questi onori con il suo solito atteggiamento scanzonato. Al pranzo dato in suo onore alla Camera di Commercio di Londra riassunse la sua impresa come la prima volta che riusciva a far entrare ed uscire dalla Francia 10 galloni di benzina senza pagare dazio. Non si poteva neanche dire che ci fosse un conflitto d interessi : perché la Silver Ghost, da tempo, a Rolls non interessava più, o comunque molto meno dei suoi voli. Le sue comparse a Conduit Street, sede dell azienda, si erano fatte sempre più rare; ed era chiaro a Royce e a Johnson che avrebbe dovuto decidere prima o poi se rimanere Technical Managing Director della RR, e volare come hobby, o diventare pilota professionista, abbandonando però la sua posizione in società. Non c era alcun desiderio da parte della RR di liberarsi di lui, ma la consapevolezza che Rolls era incapace di perseguire due obiettivi ad un tempo: era un uomo che si votava con tutto se stesso a ciò che in quel momento lo assorbiva. E purtroppo Royce aveva espresso più volte il suo disinteresse a progettare qualcosa di aeronautico (la guerra gli farà cambiare idea: è stato calcolato che nelle due guerre mondiali circa la metà degli aerei da combattimento inglesi erano dotati da motori da lui progettati). Fu lo stesso Rolls a fare il primo passo chiarificatore. In un consiglio di amministrazione svoltosi a gennaio del 1910, chiese di sollevarlo dalla maggior parte degli impegni. Mantenne la sua posizione in seno al consiglio, ma trasferì il suo ufficio dalla sede dell azienda in casa sua, e interruppe ogni attività di promozione delle vetture. Claude Johnson lo incontrò ancora ad una riunione di direttori svoltasi l 8 luglio, quattro giorni prima che perdesse la vita. Non fu fatto alcun annuncio, ma si può ragionevolmente supporre che Rolls si fosse dimesso, tanto più che aveva già preso contatti con altri appassionati per la fondazione di una società aeronautica. Il suo imprevedibile, fatale incidente durante la settimana delle Centenary Celebrations di Bournemouth, mentre compiva alcune acrobazie con un biplano del tipo Wright, sconvolse tutti coloro che avevano lavorato con lui e li convinse che non c era alcun bisogno di rendere pubblico il divorzio. E così la sua morte rese indissolubile il legame alle vetture di Royce. Come definire Rolls? Un uomo naturalmente solitario, che riusciva a comunicare soltanto con chi condivideva, con la stessa forza, le sue passioni, ossia con pochissimi. Un uomo avaro e meschino, se si trattava di separarsi dai soldi, ma coraggioso, intraprendente, incurante di qualsiasi pericolo se si trattava di sperimentare strade nuove, fino a sprecare montagne di denaro e la sua vita stessa. Capace di grandi intuizioni: che l automobile dovesse trasformarsi da giocattolo per ricchi a strumento di vita e di lavoro, lui che non lavorò mai nel senso stretto del termine; che l aeroplano avrebbe avuto un grande futuro; che la Gran Bretagna doveva studiare tutti i mezzi possibili per collegarsi con il continente, in modo da sfuggire al destino di tight little island, piccola isoletta stretta. Ma soprattutto resta il suo contributo a rendere famose in tutto il mondo che allora contava le vetture che portavano

9 9 il suo nome, evitando che le creazioni di un uomo geniale come Royce restassero sconosciute o magari sopraffatte da altre marche con un marketing più aggressivo. Once you ve got a few dukes and duchesses the rest follow like sheep such is life (una volta che hai preso un po di duchi e duchesse gli altri seguiranno come pecore così è la vita (da una lettera di Rolls a Royce, del 1909). Donatella Biffignandi Centro di Documentazione del Museo Nazionale dell Automobile di Torino (2004)

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

Hai mai guidato una macchina?

Hai mai guidato una macchina? INDICE CAPITOLO UNO Al posto di guida 7 CAPITOLO DUE Un segreto sulla rabbia 13 CAPITOLO TRE Arrabbiarti ti aiuta a farti degli amici? 23 CAPITOLO QUATTRO Al fuoco, al fuoco! 27 CAPITOLO CINQUE Metodo

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne materiali www.samuelbeckett.it La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne di Larry Lund Nel 1953, con la somma ereditata dopo la morte della madre, Samuel Beckett acquistò una piccola casa a Ussy-sur- Marne,

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

[NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video :

[NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video : [NRG] Power Sponsoring Video#5 Trascrizione del video : "Come essere pagato per generare contatti " Bene, oggi parliamo di soldi, e come farne di più, a partire proprio da ora, nel tuo business. Quindi,

Dettagli

Gogo e Babbo Natale Alla scoperta delle qualità manageriali del top manager più famoso della storia

Gogo e Babbo Natale Alla scoperta delle qualità manageriali del top manager più famoso della storia Giampaolo Rossi Gogo e Babbo Natale Alla scoperta delle qualità manageriali del top manager più famoso della storia Edizione Fabbrica di Lampadine Adexia Testi di Giampaolo Illustrazioni di Elisa Impaginazione

Dettagli

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE VALUTA OGNUNA DI QUESTE DIMENSIONI LEGGI BENE LE DOMANDE, PENSA CON TRASPARENZA ED ONESTA CON TE STESSE E COMPLETA CON UN AUTOVALUTAZIONE DA A 0 PER OGNUNA. RIPORTA IL SUL GRAFICO (UTILIZZA QUELLO IN FONO

Dettagli

Quanto costa un auto? Informazioni per il PD

Quanto costa un auto? Informazioni per il PD 05 / Automobile Informazioni per il PD 1/6 Compito A 18 anni molti giovani imparano a guidare e desiderano avere la propria auto. Ma i costi di un auto non si limitano al suo prezzo d acquisto. Quali altre

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca

Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Intervento dell Associazione Divento Grande Onlus di Salvatore Bianca Buon pomeriggio a tutti, sono Salvatore Bianca, vicepresidente di Divento Grande Onlus, una associazione di genitori, in prevalenza

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA?

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA? CAPITOLO XXX MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA VALLE, TROVARONO COMPAGNI CHE ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «TANTA GENTE ATTIRA I SOLDATI. POVERO ME!» BORBOTTAVA DON ABBONDIO. «NEI PERICOLI È MEGLIO

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Sono sempre di più i liberi professionisti e le imprese che vogliono avviare o espandere la propria attività e hanno compreso

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

Traduzione di. Claudia Manzolelli

Traduzione di. Claudia Manzolelli Traduzione di Claudia Manzolelli Ai miei genitori, George e Elizabeth Introduzione...1 1. L inizio della fine...9 2. Ritorno all ovile...21 3. Il consulente geriatrico...37 4. Galapagos...43 5. La caduta...51

Dettagli

ALESSANDRO BENEDETTI FABRIZIO CELLI ANDREA GOZZI FABIO PAPACCHINI MARCO RICCINI

ALESSANDRO BENEDETTI FABRIZIO CELLI ANDREA GOZZI FABIO PAPACCHINI MARCO RICCINI ALESSANDRO BENEDETTI FABRIZIO CELLI ANDREA GOZZI FABIO PAPACCHINI MARCO RICCINI INDICE UN PO DI STORIA MISSION & VISION LEAN PRODUCTION SICUREZZA TECNOLOGIA RISPETTO AMBIENTALE OBIETTIVI DI COMUNCAZIONE

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

La dispersione scolastica in Liguria

La dispersione scolastica in Liguria La dispersione scolastica in Liguria Ricerca quali-quantitativa sulla dimensione del rischio e l esperienza della dispersione Presentazione dei risultati Genova 8 novembre 2012 1 Metodologie dell indagine

Dettagli

Una storia di famiglia

Una storia di famiglia MINI SERVICE Una storia di famiglia Celestino Ebe Alla vigilia della seconda guerra mondiale fu coraggiosamente inaugurata, in via Concordia a Lugano/Cassarate, una delle prime aziende operanti nel settore

Dettagli

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio Report di viaggio- Anastasia Malavolti Le mie tre settimane in Belgio L esperienza di scambio culturale che ho provato quest anno è stata una cosa unica, che mai avevo provato fino ad ora e che mi ha lasciata

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics.

Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics. Fabio Greco, amministratore unico di K.L.A.IN.robotics. 66 ilpersonaggio Ingegno e fantasia, la sfida dei robot Dal 1999 è alla guida di un azienda dinamica che distribuisce sul mercato italiano i robot

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

SpeedWealth T.Harv Eker

SpeedWealth T.Harv Eker Appunti del libro: SpeedWealth T.Harv Eker Solo il succo dei bestseller del marketing mondiale in Italiano Francesco Diolosà Luca Datteo www.alchimiadigitale.com Principio: La saggezza popolare non funziona,

Dettagli

Il web marketing non è solo per i web guru

Il web marketing non è solo per i web guru Introduzione Il web marketing non è solo per i web guru Niente trucchi da quattro soldi È necessario avere competenze informatiche approfondite per gestire in autonomia un sito web e guadagnare prima decine,

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Un eredità di innovazioni tecnologiche

Un eredità di innovazioni tecnologiche Un eredità di innovazioni tecnologiche Leverkusen, 23 Giugno 2010. Mazda Motor Corporation celebra quest anno il suo 90 anniversario puntando su ciò che ha fatto dell azienda un successo novanta anni e

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Come Attuare il Cambiamento Attraverso la PNQ e il Modellamento della Realtà 2 Titolo LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Autore Luca Clun Editore Bruno Editore Sito internet

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE Senza cambiare benzinaio, percorsi o abitudini di spostamento. Premetto che scrivo questo e-book perché ho sperimentato personalmente tutto ciò che andrò

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 L Associazione Cuore d Africa nasce nel settembre 2008. Si occupa di fornire sostegno ed istruzione a bambini e ragazzi con gravi problemi economici e familiari, attraverso

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione di una sequenze di idee nella forma più breve possibile

di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione di una sequenze di idee nella forma più breve possibile storia di un pensiero che da lineare ritornò ad essere radiale le mappe mentali:rappresentazione grafica del pensiero. seconda puntata di roberta buzzacchino è alquanto attraente presentare l evoluzione

Dettagli

9 Suggerimenti. Per Acquistare l Auto Usata Che Fa Per Voi! By Autostar

9 Suggerimenti. Per Acquistare l Auto Usata Che Fa Per Voi! By Autostar 9 Suggerimenti Per Acquistare l Auto Usata Che Fa Per Voi! By Autostar SEDE DI PIACENZA Via Rodolfo Boselli, 114-29122 Piacenza Telefono: +39 0523 579541 Fax: +39 0523 606840 E-mail: autostar@autostarpc.it

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo La scuola dell infanzia S.G.B De La Salle di Conselve Lunedì 29 Aprile 2013 si è recata al Castello di San Pelagio

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

Il garage Informazioni per il PD

Il garage Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/8 Compito Gli alunni imparano come funziona un moderno garage e che profili professionali hanno le persone che vi lavorano. Obiettivo Gli alunni conoscono un garage. Materiale

Dettagli

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Il TdP incontra gli ex esposti all Amianto: una Storia fatta di Persone Oristano 27 maggio 2011 M. FADDA - Asl Oristano Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Mentre costruivo la mia Tesi di Laurea non immaginavo

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI Giovanni Petrecca Dipartimento di Ingegneria Elettrica- Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Emanuele Lajolo di Cossano COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Università degli Studi - Torino, 19 aprile 2010 La prima cosa da fare PERCHE SONO QUI? QUAL E IL MIO OBIETTIVO? CHE COSA VOGLIO ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

28 OTTOBRE 2015 - EL MUNDO SPAGNA INTERVISTA A CLAUDIO MARENZI.

28 OTTOBRE 2015 - EL MUNDO SPAGNA INTERVISTA A CLAUDIO MARENZI. 28 OTTOBRE 2015 - EL MUNDO SPAGNA INTERVISTA A CLAUDIO MARENZI. Claudio Marenzi, erede e attuale proprietario di Herno, rivela i segreti del marchio made in Italy famoso per i suoi capispalla. 67 anni

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni.

In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni. GRONDONA 1. L Olivetti In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni. Nel sito: www.storiaolivetti.it è descritta la storia della divisione elettronica

Dettagli

HO ATTESO 10 ANNI QUESTO MOMENTO

HO ATTESO 10 ANNI QUESTO MOMENTO HO ATTESO 10 ANNI QUESTO MOMENTO Perché questa crisi finanziaria è l opportunità più grossa della tua vita Alfio Bardolla L economia è malata I poli?ci non sanno cosa fare per affrontare la crisi Petrolio

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Africana. Componenti di gioco. 1 tabellone con la mappa dell Africa. 2 libri. 30 carte avventura. (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone)

Africana. Componenti di gioco. 1 tabellone con la mappa dell Africa. 2 libri. 30 carte avventura. (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone) Africana Componenti di gioco 1 tabellone con la mappa dell Africa 2 libri 30 carte avventura (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone) 34 carte spedizione (con sul dorso A, B e C) 10 carte assistenti

Dettagli