LE0NAR;D.O MAZZOLDI. amico carissimo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE0NAR;D.O MAZZOLDI. amico carissimo"

Transcript

1

2 A LE0NAR;D.O MAZZOLDI amico carissimo

3

4 CAMILLO BOSELLI REGESTO ARTISTICO DEI NOTAI ROGANTI IN BRESCIA DALL'ANNO 1500 ALL'ANNO 1560 REGESTO Supplemento ai (< Commentari dell'ateneo di Brescia 1) per il 1976

5 COMMENTAR1 DELL'ATENEO DI BRESCIA Direttore responsabile UGO VAGLIA Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 64 in data 21 gennaio 1953 TIPO-LITO FRATELLI GERIOWI - BRESCIA

6 PREFAZIONE La storia dell'arte riguardante la città di Brescia non ha fatto eccezione nel panorama culturale italiano del nostro secolo. Scomparsi i grandi ricercatori di documenti e di notizie che terminarono le grandi generazioni del sec. XVIII. la storia artistica è vissuta di rendita sviluppando sì criticamente i dati fornitile dalla ricerca precedente, ma non affrontando mai, se non settorialmente e brevemente, il problema di una ripresa dell'indagine archivistica e documentaria, tanto, si continua a dire, C'& il Fenaroli, c'è lo Zamboni ci sono le guide più antiche oggi, anzi, di facile lettura ed accesso. Ma se la critica ha approfondito l'esame linguistico deiia produzione artistica bresciana essa non ha fatto altro che riprendere, rimpastare, ristampare in gran parte le notizie fornite dagli scrittori più antichi, arrovellandosi in tal modo in giuochi, talvolta preziosi di parole, ma senza far molti passi innanzi rispetto alla ricerca di nuove fonti e quindi di nuovi dati. E l'incentivo c'era perchè il Fenaroli, onestissimo quanto preciso, scriveva in chiare lettere nella prefazione del suo Dizionario degli artisti bresciani, che solo ora ha, avuto l'onore di una ristampa anastatica e non per merito di enti cittadini, essere l'opera sua frutto di ricerche in alcun2 patrii archivi che dal contesto del volume apparivano limitati alle collezioni dell'archivio Storico Civico. Erano sfuggiti all'indagine del buon sacerdote i complessi del19archivio di Stato ma soprattutto i fondi del19archivio Notarile ricco di circa ventimila faldoni. Che una ricerca sistematica in questo ultimo fondo fosse, sia all'epoca del Fenaroli sia anche dopo, sino alla nuova legge sugli archivi notarili, di assai difficile attuazione, stante l'organizzazione puramente in funzione amministrativa di essi, è un dato incontrovertibile, ma neppure in occasione della monumentsle Storia di Brescia si sentì il bisogno di fame una esplorazione o, diciamo, ricognizione ampia e completa. La facciamo noi ed i risultati che possiamo offrire agli studiosi dell'arte ci ripagano ampiamente del lavoro lungo e

7 paziente di ricerca e di controllo da noi svolto in questi ultimi quattro o cinque anni attraverso parecchie centinaia di faldoni. Era nostra intenzione esplorare tutto il fondo cinquecentesco dilatandolo sia temporalmente dall'anno 1500 al 1599 sia territorialmente su tutto il territorio bresciano, cioè la città, le valli, la riviera di Salò e la bassa. Ma l'enorme numero di faldoni che avremmo dovuto esaminare ci consigliò, per non condurre il nostro lavoro alle calende greche, di ridurre sia il lasso di tempo preso in considerazione sia l'ampiezza territoriale della ricerca. Come dice il titolo ci siamo limitati ai notai che vengono indicati come roganti in Brescia e per quegli atti che vengono datati fra l'anno 1500 e l'anno 1560; se qualche volta citeremo qualche atto di anni precedenti o posteriori a questi estremi è frutto di pura casualità. Perchè abbiamo assunto questi limiti? La nostra esperienza passata di ricerca nei notai riguardanti alcuni paesi del territorio bresciano, come Verolanuova e Rezzato, ci ha avvertito che la quasi totalità degli atti notarili riguardanti costruzioni di palazzi e case, oppure allogazioni di opere d'arte doveva essere rogata in città. Infatti nei faldoni di Verolanuova, sede della famiglia Gambara, per tutto il secolo abbiamo trovato solo quattro documenti artistici mentre in quelli di Rezzato non si è trovato un solo documento riguardante artisticamente l'arte della pietra. Abbiamo pensato quindi di ridurre la ricerca ai notai in Brescia, limitazione che lascia aperta una qualche incertezza, dato che, come i notai bresciani rogano anche in provincia, così i notai roganti in provincia avranno rogato talvolta anche in città. Limiti temporali: col 1560 si chiude, almeno cronologicamente, il cinquecento bresciano nel senso rinascimentale della parola. Infatti per quell'anno sono già morti tutti i grandi protagonisti di quella temperie : Foppa, Moretto, Romanino, Savoldo, Lamberti, Olivieri, il Castelli muore nel 1561 ; protrarre di qualche anno, sino al 1570 morte del Berretta od al 1574 morte del Gambara, la ricerca non avrebbe ragione in quanto si aprirebbe una catena di interessi che porterebbe la ricerca all'infhito. Abbiamo fatto bene o male? noi crediamo e siamo profondamente sinceri, di aver fatto bene a limitare la nostra ricerca che nonostante tutto è, come abbiamo detto, fruttuosa di nuovi dati taluni dei quali capaci non solo di chiarire meglio la storia dell'arte in Brescia ma di sovvertire tutto quanto era stato sinora creduto veritiero. Non vo-

8 gliamo insuperbire per questi risultati ma siamo convinti che dopo la loro pubblicazione la storia dell'arte in Brescia prenderà un'altra piega ed apparirà evidente a tutti come non sia più possibile disgiungere la nostra disciplina da una vasta ricerca archivistica nei fondi che tuttora aspettano. Se invece di certe tesi che molte volte si riducono a pura compilazione, oppure che servono ad accontentare le velleità di candidati non sempre sufficientemente preparati e provveduti, si proponessero ai laureandi in istoria dell'arte ricerche archivistiche di questo tipo, noi avremmo continuamente arricchite le nostre conoscenze di fatti nuovi, di dati certi e quindi da questo lavoro di zappatori e guastatori gli alti strateghi, per rimanere nella metafora militaresca, della storia dell'arte potrebbero procedere più sicuri, senza il pericolo nascosto, quasi serpe in agguato, che un piccolo documento possa far crollare la più perfetta, la più luminosa, la più credibile costruzione critica. Perchè non sempre la ragione, la fantasia sono sufficienti a scoprire la verità e chi seguirà capitolo per capitolo, cioè artista per artista, il nostro regesto vedrà che quanto s'afferma sopra non è pura e semplice esercitazione rettorica, ma corrisponde a dei precisi dati di fatto. Come abbiamo utilizzato la messe dei dati da noi trovati? nel modo più semplice e più piano, secondo l'insegnamento del Fenaroli, collocando cioè in ordine alfabetico gli artisti e ponendo una dopo l'altra le notizie che i singoli documenti ci offrono; non ne abbiamo trascurata nessuna, citando non solo quei documenti dove il singolo artista appare attore, ma anche quelli in cui il pittore, lo scultore, l'architetto appare come semplice testimonio perchè tale documento implica la presenza in Brescia a quella data dell'artista e questa precisazione può essere, vedi, il caso del Romanino nel 1532, di chiarimento per l'attività da esso svolta fuori di Brescia. Per ogni artista, quando vi fosse necessità, abbiamo collocato al loro posto alfabetico i richiami ed i rimandi in modo che chi utilizzerà la nostra opera conoscendo il nome od il cognome od il soprannome dell'artista potrà facilmente reperirlo. Abbiamo considerato numerose specie di artisti od artigiani : i pittori, gli scultori in pietra ed in legname, i marangoni di varie specie, gli orafi, i miniatori, gli organari ed i liutai senza far una cernita fra coloro che sono grandissimi o grandi o meno grandi artisti e quelli che possono essere indicati, allo stadio attuale delle ricerche, come dei poveri artigiani, questo vale per i pittori come per i lapicidi come per gli intagliatori di legno come per i marangoni, poichè le nostre tuttora limitate conoscenze del sottobosco artistico non ci permettono di fare a priori una scelta. Questo vale soprattutto per i marangoni e per gli orafi anche se con ogni evidenza non tutti fra i primi avranno

9 superato lo stadio del magut per diventare architetti ed ingegneri o fra i secondi avranno superato lo stadio puramente commerciale del venditore di gioie o di metalli preziosi per divenire come Bernardino delle Croci anche grande scultore in metallo; lo stesso vale per i pittori fra i quali non tutti avranno superato lo stadio artigianale dell'imbianchino o del decoratore. Ma accanto all'interesse più propriamente artistico, questa nostra ricerca acquisisce un risvolto umano e sociale perchè attraverso i documenti che vengono citati e qualche volta pubblicati nella loro integrità, noi penetriamo nella vita cotidiana e famigliare di questi artisti, sia grandi e conosciuti, sia piccoli al livello artigianale, ne apprendiamo le loro difficoltà, la loro ascesa finanziaria e sociale, insomma la loro vita e con essi la storia diciamo sociule per non usare i termini meno moderni di economica e civile della loro attività. Si viene così attuando fra noi e loro una specie di dialogo che ci permette, senza cadere negli eccessi di una indagine psicologica, di vedere queste figure, talvolta mitizzate dalla mitologia cittadina o dal rispetto che l'altezza della loro arte incute anche ai più refrattarii a tali suggestioni, sur un piano attuale come se fossero uomini d'oggi e quindi in una dimensione nuova sicuramente più illuminante ed appassionante. Non è certo la prefazione il luogo adatto per indicare i risultati ché la loro presentazione e discussione creerebbe un libro nel libro; rimandiamo, dove ci sia bisogno di una illustrazione critica, al commento dei singoli documenti.

10 AVVERTENZA L'opera è divisa in due parti: il Regesto e l'appendice, nel primo vengono raccolti attorno al singolo artista tutte le notizie che si sono trovate nei faldoni esaminati elencate in istretta successione cronologica, nella seconda sono trascritti tutti quei documenti che abbiamo ritenuto non fosse sufficiente regestare, ed essi numerati progressivamente vengono collocati nell'ordine alfabetico corrispondente all'artista od all'opera cui si riferiscono. Infatti abbiamo preferito riunire sotto la singola voce riguardante l'opera, per esempio i chiostri di S. Afra, tutti i documenti che la riguardano invece di suddividerli artista per artista nel cui regesto però esiste la indicazione col richiamo. Come si usa il regesto, facciamo alcuni esempi: Agosto Jo Antonio fq. Baptiste de Acquistis de Gardono hab. brixie pictore deve essere letto nel faldone 5277 in un atto del 1548 in data 18 Agosto appare come testimonio il pittore suddetto Ottobre Sebastianus de averoldis aurifex riceve in affitto una bottega va letto come il precedente salvo che, come appare evidente, l'orafo Sebastiano Averoldi non è semplice testimonio ma diviene attore come colui che prende in affitto una bottega Maggio Zaccaria de falnettis relazione sui lavori Moroni in S. Faustino cfr doc N. 31 va letto come i precedenti solo che indica essere il documento citato integralmente trascritto al N. 3 1 dell'appendice. Quando non ci siano indicazioni diverse si intende essere l'atto rogato in Brescia e i citati cives et habitatores brixiae secondo la termi-

11 nologia dell'epoca, così va sempre intesa, salvo nel caso contrario, trattasi di magistri. I faldoni consultati fanno tutti parte del Fondo Notarile Distretto di Brescia. Nel testo sono state conservate le abbreviazioni più comuni, quali : cta = centrata; f = filius o fiiia; q = quondam; s = ser, se precede un nome proprio; s = soldi se precede un numero.

12 REGESTO

13

14 ABADINI COLLA marangone Ottobre Colla de Abadinis maringono ACQUISTI GIOVANNI ANTONIO pittore Agosto Johanne Antonio q Baptiste de Acquistis de Gardono pictore Novembre Cum sit quod alias sub anno 1548 de mense decembris decessisset q mr Jo Antonius pictor q mri Baptiste de Acquistis de Gardono Vallis Trompie. ACQUISTINI FRANCESCO picapreda Aprile Franciscus f Bemardini de Acquistinis è coliocato come garzone presso Ludovico Palazzi lapicida AGNELLO ( del DOMENICO lapicida Marzo Domenico f Petri del'agnello lapicida AGNI BONOMO fabro lignario Marzo Bonhomo de Agna fabro lignario 13 Aprile Bonhomo de Agna fabro lignario 8 Maggio Bonhomo de Agna de Scalve marengono AGOSTINO orafo Febbraio Augustino aurifice da BERGAMO lapicida Novembre Augustino f Jo Dominici bergomense lapicida q MAPHEY CARTARII cfr GALTIERI AGOSTINO da CADIGNANO marangone Aprile Augustinus q Francisci de Pavia dictus de Cadignano marengonus riceve L 12 per un livello 1554 Augustinus q Francisci de Pavia riscuote un livello Gennaio Augustino papiense et Franciscus eius filius marengoni Maggio Augustino f Francisci de Papia fabro lignario da FRINE intagliatore 439 1M3 3 Gennaio Augustino de Frine intaliatore

15 da MORNICO orafo Ottobre Augustinus de Mornico aurifex nomina suo procuratore G. Maria Gay spadaio da SARNICO lapicida Novembre Augustino q Qracii de Sarnico lapicida da TERZO orafo Maggio Augustino q Nicole de Tertio aurifice ALBARDI PAOLO lapicida Febbraio Paulo f Jo. Antonii de Albardis de Laude lapicida ALBERELLI PAOLO lapicida Giugno Paulo f Jo Antonii de Alberellis lapicida. ALBERINI PAOLO lapicida Maggio Joan. Antonii de Alberinis de Laude lapicida 16 Maggio Paulo q Joan. Antonii de Alberinis de Laude lapicida. ALBERTO orefice cfr ALBERTO DE TANTU da COLOMBARQ orafo Maggio Alberto Mario f Cosimi de Columbario aurifice Giugno in apoteca Alberti de Columbario aurificis da SCALVE marengono Gennaio Marzo Settembre Ottobre i Giugno Luglio 22 Luglio Albertus q Angeli de Scalve marengonus riceve come garzone Battista f Bastiani de Vois de Gavardo Alberto q Angeli de Scalve marengono Alberto q Angeli de Scalve marengono Albertus q Angeli de Scalve è debitore per la sua parte verso Costante Roberti a causa di una fabbrica intrappresa dal padre e dal fratello Francesco in Boldeniga e non condotta a buon termine Albertus de Scalve fontanarius è sindaco del paratico dei marengoni (cfr. doc. N. 44 ) Albertus de Scalve sindacus fabrorum murom Albertus de Scalve sindaco del paratico dei rnarengoni riceve per esso un pagamento

16 Aprile Aibertus de Scalve quale sindaco del paratico dei marengoni assiste al pagamento di G. Andrea Trebessi Maggio Albertus de Scalve versa a Marco de Vechi la dote della della sua zia Barbara defunta 1 Settembre Albertus de Scalve marengonus è debitore di Marco e Battista de Vechis del FANTE orafo Dicembre Alberto del Fante q Hyeronirni aurifice de TANTU orafo Maggio Alberto q Hyeronimi dicto Tantu aurifice Maggio Albertus de Tanto aurifex è presente al sindacato della lo Quadra di S. Faustino ALBRICI GIOV. PIETRIO marengono Settembre Ioan. Petro q Antoni de Albricis marengono Agosto Petrus q Antoni de Albricis marengonus riceve la dote della moglie Antonia q Perini de Bataliis in Gennaio Sentenza arbitrale fra Petrus de Albricis maringonus ed il suo massaro Maggio Petrus de Albricis marengonus accetta come garzone Francesco q Hyeronimi de Bataiis de Leno marengonus Novembre Petrus de Albricis marengonus viene ad un compromesso Maggio Perino f Petri de Albricis marengoni ALESSANDRO pittore (febbraio) Alexandro de (... pictore da S. POLO lapicida Agosto Alexander q Petri Antoni de Sancto Paulo lapicida riceve la dote L 60 della moglie Domenica q Nicolini Bonadei de Torbiato da SERINA pittore Dicembre Franciscus q Sandrini de Serina olirn pictoris habitatoris in terra de Leno da TREVIGLIO marangone Giugno Alexander de Trevino rationator paratici marengonorum (cfr. doc. N. 44) Ottobre Inventario dei beni di Alexander de Trevino maxengonus

17 ALFAZI COldrasi ) GIOVANNI organista Febbraio Catherina q Joannis de Alfatiis organiste ALIONARDI ALESSANDRO pittore Novembre Aiexandro q Jacobi de Alionardis pictore AWINI ANDREA marangone Giugno Andrea de Amaninis de Gussago marengono AMANTOR de ANTONIO zoiolario Ottobre Antonio de Amantor de Veneciis zoyolario in apotheca Mondellorwn AMBROGIO lapicida Gennaio Ambrosio lapicida da SCUTARI pittore Ambrosius q Benedicti de Scutaris pictor civis Brixie in presentiarum habitator Mantue nomina suo procuratore Jo Marcum de Biactis da TREVIGLIO marangone Luglio Ambrosio de Trivino marengono Ottobre Ambrosius marengonus habitator in terra de trevini col fratello Baldassare presenzia allo inventario dei beni del fratello Alessandro de..... XOLIS lapicida Mano Ambrosio de... xolis lapicida AMIGONI GIUSEPPE marangone Novembre Joseph q Bernardini de Amigonibus marengonus compra una casa AMISTANI PAOLO orafo Aprile Joan Baptista q Pauli a Amistate olim aurificis OMaggio Joan Baptista q Pauli de Arnistanis olim aurifìcis AMNI[ANI BARTOLOMEO marengone de muro Novembre Bartholomeus Joannes de Amrnanis marengonus de muro habitator in Burgo Pilarum si dichiara debitore di L 100 in tanta quantità latenun et aliarum rerwn a fornace.

18 ANDREA marangone Marzo Andrea de (.manca) marengono q. BELTRW marangone Settembre Andrea q Bertrami marengono da AQUATE marangone Luglio Andrea de Aquate marengono da CAILINA orafo Aprile Andrea q Cipriani de Caylina aurifice da CALCINATO marangone vedi ANDREA da PRATO da CALINO orafo Aprile Andrea da Calino aurifice Dicembre Andrea q Cipriani de Calino aurifice da CAPRIOLO fabbro lignario Novembre Jacobus q Francisci de Capre010 et Andreas eius frater fabri lignarii ricevono il saldo per la affrancazione di una pezza di terra da CAZZANIGA marangone Settembre Andrea de Cazaniga mediolanense marengono in presens brixiae da CHIARI intagliatore Gennaio Saldo del coro di S. Afra secondo la stima fatta per Johannem Mariam f q. Batistae de mediolano et Andream de Claris intaliatores ambos da FARFENGO marangone Giugno Andrea q Philippi de Farfengo marengono da MANERBIO pittore vedi MARONE ANDREA da MCTMPIANO marangone Aprile Andrea q Thonoli de Mompiano ibidem habitatore marengono da MONTICHIARI marangone Giugno Testamento di Andrea de Monteclaro da MORNICO orafo Settembre Andrea de Mornico aurifice Gennaio Andreas de Mornico aurifex attua una transazione economica Luglio Andrea de Mornichis aurifìce - 5

19 Aprile Cum sit quod de anno 1523 Jaan. Andreas q Marci de Moniico aurifex seu eius tutores investiverant etc... cum sit quod dictus Andreas de Mornico cesserat tantam partem dictae domus quod capiat L Gennaio Andrea de Mornico aurifice Gennaio Andrea de Mornico aurifex paga L 87 s 5 da PRATO marangone Febbraio Andreas q Marchesi de Prato de Calcinato marengonus compra una casa Luglio Andrea de Calcinato marengone Aprile Andreas de Prato dictus de Calcinato marengonus stima un edificio nelle chiusure dei Brescia Maggio Andreas de Calcinato marengonus insieme con Jacobo de Rivolta addiviene alla divisione di una casa fra i proprietarii. da POLA lapicida Gennaio Andrea de Pula lapicida da URGNANO marangone Novembre Andrea q. Francisci de Urgnano marengono Giugno Andrea q Francisci de Urgnano marengono da VOLTOLiNA marangone Settembre Andrea de Voltolina marengono ANDREOTTI PIETRO marangone Novembre Petro q Bartholomei de Andreottis de Guxago maringono ANDRIOUO da VIGNOLA marangone Agosto Andriolus de Vignola marengonus compra la metà di una casa da Giovanni da Calvisano Ottobre Andriolus de Vignola marengonus ridà a Giovanni Brognoli la casa di cui all'atto precedente ANGELO da SCALVE marangone Mano Angelus de Scalve marengonus viene eletto per stimare una casa Ottobre Testamento di Angelo da Scalve faber murarius

20 ANTEGNATI BARTOLOMEO organista Ottobre Baptista q Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de antignate BERNARDINO lapicida Settembre Giugno Luglio Settembre Dicembre Agosto FRANCESCO Settembre Settembre Novembre Giugno 655 l Settembre Settembre Ottobre Aprile Luglio Giugno Gennaio Bernardino q Andrm de Antegnate 'lapicida Bernardi de Antegna intagliatore di pietre stipula un contratto per lavori nel palazzo episcopale di Brescia ( cfr. doc. N. 4 1 ) Bernardinus de Antegnate q Andree lapicida assume con Sante Orisii dei lavori per Gabriele Medici di Novate (cfr. doc. N Bernardino de Antegnate lapicida Bernardino q Andreae de Antignatis lapicida Bernardino de Antignatis lapicida organista Joan. Francisco deli Mesanis organista Joan. Franciscus q. Bartholomei de li Mesanis compera una casa con cortiletto ed orto in cta Casalte Joan. Franciscus de li Mesanis organista riceve L. 170 a saldo ed affrancazione di un liveiio Francisco q Bartholomei de Antignate organista Francisco de Antegnate organista Franciscus de Antegnate ab arpicordis paga L 158 per una pezza di terra Francisco de Antegnate dictus ab arpicordis Lucretia f Alexandri de Caravatio et uxor S. Orphei f. Francisci de Antignatis organiste ed il marito nominano procuratori Alessandro e Francesco predetti per ottenere il pagamento di L 1500 legato testamentario di Girardo Martinengo in favore di Lucrezia Hercule f Joan. Francisci de Antegnate dicti ab appicordis Joan. Francisco de Antegnate organista Franciscus de Antegnate mr ab arpicordis prende possesso di una casa Francisco de Antegnate mro ab arpicordis

21 FRANCESCO marangone Marzo Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Aprile Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Febbraio Francisco q. Jacobi de Antignate fabro lignario Settembre Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Aprile Franciscus de Antegnate partecipa ai sindacato marengonorum GIACOMO marangone e intagliatore Agosto Dicembre Giugno Maggio Gennaio Marzo Luglio Gennaio Novembre Agosto Gennaio Dicembre Maggio Luglio Jacobo et Innocente de Antignate maranganis laborantibus in dicto monasteri0 ( Scti Faustini Maioris Jacobus de Antignate marengonus marito di Agata de Sbrofatis viene saldato dai fratelli Del Bello Jacobo de Antignatis fabro lignario Jacobo de Antignate marengono (atto rogato nel convento di S. Giulia) Mapheo f Jacobi de Antignate Jacobus f Joan. Petri de Antignate intaliator compra parte di una casa Jacobo f Petri de Antegnate marengono Jacobo de Antegnate marengono Jacobo de Antegnate fabro murario Jacobus q Joan. Petri de Antignate intaliator lignaminwn salda un debito di L 35 prezzo di una casa Jacobus de Antignate marengonus prende possesso di parte di una casa Jacobo f Joan. Petri de Antegnate intaliatore lignarnuium seu marengono Jacobo intaliatore lignaminum... de Ante-!?=te Jacobus de Antignate intaliator è presente ad una seduta del paratico fabrorum lignorum et muronun GIOVANNI BATTISTA organista Luglio Giov. Battista Antegnati emette insieme al notaio Annibale de Carioni una sentenza arbitrale in favore di Vincenzo Trebessi

22 Novembre Aprile 18 Novembre Settembre Dicembre Gennaio 25 Febbraio Marzo Aprile 20 Luglio 2135 s.d. da collocarsi fra il 13 ed il 31 Maggio Maggio 20 Luglio Joan. Baptista q Bartholomei de Antegnatis organista vende una casa Joan. Baptista de Antegnate organista Joan. Baptista de Antegnate organista viene investito da Pietro del Fine di una casa e di terre in Rezzato e poi s'affranca del livello Joan. Baptista de Antegnate organista Baptista de Antignatis organista Baptista q Bartholomei de Antegnatis organista vende piò 1 tav. 32 in quel di Rezat0 Baptista de Antegnate organista Baptista de Antegnatis organista colloca il figliastro Giov. Antonio presso Francesco Garbetti calzolaio per 20 mesi Le monache del convento di S. Spirito omni meliore modo convenerunt et solemni stipulatione promiserunt mro Joan. Baptistae q. mi Bartholomei de Antegnatis organista civi e t hab. Brixiae praesenti stipulanti et acceptanti dare solvere et numerare omni exceptione et compensatione remotis eidem mro Jo: Baptistae stipulanti ut supra scudos octuaginta auri in auro per totum diem vigesimam aprilis prox. fut. sub poena etc... et hoc pro mercede de factura unius organis per ipsum mr. Baptistam facti... Joan. Baptistate de Antegnatis organista Joan. Baptista de Antignatis (atto rogato in S. Nlaria della Pace) Solutio monasteri Scti Spiriti mri Joan. Baptistae de Antegnate pro edifitio organi ( manca il testo della imbreviatura ) Joan. Baptista de Antegnatis organista livellario di Evangalista del Fine salda per lui a Bernardino de Bonchanis excellens grammatice professor un debito di L 140 Le monache di S. Maria della Pace omni miliore modo convenerunt et solemni stipulatione inter se promiserunt mro Baptistae de Antignatis organiste civ. et hab. brixie presenti et stipulanti et recipienti pro se etc. dare solvere et numerare eidem

23 24 Settembre Gennaio 13 Aprile Ottobre Febbraio Aprile Agosto Settembre Marzo mro Baptistae etc. scutos centum quinquaginta auri auro facta laudatione instrumenti organi et ex adverso dictus mr Baptista convenit et promisit predictis d. monialibus suprascriptis ut supra eius propriis sumptibus et expensg unum organum cum suis monstris et cum quinque registris manticis et sumerio et quod organus laudari debeat per duos homines in similibus peritos Baptista de Antegnatis organista dichiara di aver ricevuto dalle monache di S. Maria della Pace L 284 s 8 pro solutione organi alias fabricati per dictum mrum Baptistam in dicta ecclesia Scte Marie della Pace Baptista de Antegnate organista Joan Baptista q Bartholomei Antegnati organista in presenti et ex istantia et requisitione dne Marie eius uxoris fq. Bernardi de Martinengo... dixit et conf essus fuit se habuisse et recepisse a dicta eius uxore Lib. quingentas sexaginta unam et S. quinque tempore quo duxit in eius uxorem legitirnam quod fuit modo anni decem et octo Promette salvaguardia alla dote Baptista q Bartholomei de Antignatis organista conclude e riceve il pagamento della vendita effettuata nel 1532 Joan. Baptista Antegnati q Bartolomeo viene liberato da Maddalena Nazzari Procura di Giov. Battista Antegnati Procura di Giov. Battista Antegnati Joan Baptista de Antegnate essendo debitore di più persone promette loro il pagamento dei debiti Maria fq Francesco de Cavedoni et uxor mri Baptiste de Antegnate organiste dichiara di esserne l'unica moglie legittima nonostante Battista abbia fraudolentemente sposato anni fa in Cremona Laura q Joan. Petri de Rubeis e vada dicendo che il mio matrimonio non era valido essendo egli già sposato con Pellegrina da Milano Gratiadeus q. Baptiste de Antegnatis

24 2 Otttobre Maria q. Bernardi de Lanteris ux in secundo matrimonio mri Baptiste q. Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de Antegnatis GIOVAN PAOLO 2 Maggio Garzonaggio di G. Paolo Antegnati presso il calzolaio Vincenzo de Nechis 2 Maggio I1 fratello Graziadio colloca Giovan Paolo Antegnati come garzone presso il calzolaio Vincenzo de Veronesi GRAZIADEO organista 18 Ottobre 7 Agosto 2 Maggio 2 Maggio 9 Gennaio (?l 23 Febbraio 2 Ottobre Contratto di garzonaggio di Graziadio f. Baptistae de Antegnate organiste presso Camillo q Mariani de Lambertis magister a flaschis scloporum Gratiadeo Antignate Gratiadeus de Antegnatis magister ab arpi cordis colloca il fratello G. Paolo come garzone presso Vincenzo de Nechis sutore Gratiadeus de Antegnatis magister ab arpicordis colloca come garzone il fratello G. Paolo presso il calzolaio Vincenzo de Veronesi Gratiadeo de Antignate Testamento Antonii q. Dominici de Passirano ((in omnibus suis bonis mobilibus et immobilibus presentibus et futuris in livelli~ sibi heredem universalem instituit et esse voluit Mariam q Bernardi de Lanteris eius matrem cum hoc quod decedenti ipsa succedere debeat in eius locum Gratiadeium fq Baptiste de Antegnatis eius fratrem ex parte matris. Gratiadeo f Baptistae de Antignate (atto rogato nel convento di S. Maria del Carmine 1 Testamento di Maria q Dominici de Lanteris et uxor in secundo matrimonio magistri Baptiste fq. Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de Antignate, essa nomina suo erede universale Graziadio Antegnati

25 INNOCENZO marangone Agosto Jacobo et Innocenti0 de Antignate marangonis laborantibus in dicto monasteri0 ( Scti Faustini maioris ) NICOIIO' lapicida Dicembre Nicolao q Andreae de Antegnate lapicida Novembre Nicolao q Andreae de Antignate lapicida i Settembre Testamento di Nicolo Antegnati (cfr. doc. N. 1) VINCENZO lapicida Giugno Marco de Paysolis de Bornado et Vincentio de Antegnate lapicidis ANTONELLI PIETRO marangone Marzo Petrus q Antonelli de Antonellis marengonus habitator in terra de Nibulento viene ad una transazione ANTONIO lapicida Febbraio Andrea q Antonii lapicide da AQUATE marangone Settembre Antonius da Aquate marengonus viene ad un compromesso per la vendita di terreno da BORNO cfr. ARIGALI ANTONIO da CADIGNANO marangone Ottobre Antonio q Jacobi de Cadignano marengono Marzo Antonio de Cadignano marengono da CALEPIO lapicida Novembre Antonio de Calepio lapicida in Scta Eupremia da CALVISANO marangone Giugno Antonius de Calvisano partecipa al paratico dei Marangoni (cfr. doc. N. 44) da CHIARI orafo Aprile Archangelo et Antonio filiis fratris Joannis de Claris de Pavono aurificibus Luglio Antonio f Joannis de Claris zoyolario Novembre Archangelo f Benedicti de Claris de Pavono et Antonio eius fratre zoiolariis Gennaio Archangelo f Joannis de Claris

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario

Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario Itinerario Disse messere Orlando a santo Francesco: «Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama il monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi

Dettagli

SCHEDE FAMILIARI T 103. Tebaldi. Gubbio. Rusticello Ugolino Rainaldo (? ) 1161 <1181-1191?> 1188

SCHEDE FAMILIARI T 103. Tebaldi. Gubbio. Rusticello Ugolino Rainaldo (? ) 1161 <1181-1191?> 1188 SCHEDE FAMILIARI T 103. Tebaldi Gubbio (Tebaldo) (Rainerio) Tebaldo ???? Rusticello Ugolino Rainaldo (? ) 1161 1188?? Giovanni Tebaldo Oderada Castalda Maria 1161 q.1244 1181 1181

Dettagli

FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013

FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013 FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013 1797-1810: l assetto delle istituzioni religiose imolesi viene radicalmente modificato durante la dominazione francese

Dettagli

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, Il mangiafagioli, 1583-1584, Roma, Galleria Colonna 1582 Accademia dei desiderosi, detta poi degli Incamminati,

Dettagli

LA PRIMA TESTIMONIANZA

LA PRIMA TESTIMONIANZA LA PRIMA TESTIMONIANZA Nonostante che le frequenti emigrazioni ci abbiano impedito di collegare e unire in maniera omogenea i vari nuclei familiari, si può affermare che i Papei vissuti fra la fine del

Dettagli

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Gli affreschi La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Affreschi dell abside maggiore Entro una mandorla,

Dettagli

SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE ITC ABBA BALLINI. 0re 18.00 20.00

SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE ITC ABBA BALLINI. 0re 18.00 20.00 Foglio1 ITC ABBA BALLINI I.C. RONCADELLE 26/01/09 SMS FOSCOLO-VIRGILIO-PREALPINO - VIII CIRCOLO BRESCIA IC BOVEZZO IC NAVE SMS TRIDENTINA-KENNEDY-ROMANINO - V CIRCOLO BS SMS GUSSAGO - D.D. GUSSAGO - I.C.

Dettagli

Quesiti frequenti sulle successioni

Quesiti frequenti sulle successioni Quesiti frequenti sulle successioni Le successioni ereditarie comportano questioni delicate e talvolta difficili da risolvere. Rivolgetevi ad un nostro sportello per ricevere informazioni dettagliate relative

Dettagli

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande La Firenze dei medici: la famiglia e il Rinascimento Il luogo è Firenze, ma di quale secolo parliamo? Guarda queste tre immagini legate al titolo e decidi a quale secolo si riferiscono: a) XIX sec. d.

Dettagli

Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio

Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio Restauri inattesi. Ai margini del patrimonio Le 27 opere recuperate grazie al progetto Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche Il progetto Sostegno ai saperi e alle tecniche artistiche è stato attivato

Dettagli

GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA A CURA DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI ISCRIZIONE D.SSA. ANNA PETIRRO 1 PREMESSA Alla luce della l. 2/2009,

Dettagli

CARTE MAZZONI. Anni 1450-1811. Buste 2

CARTE MAZZONI. Anni 1450-1811. Buste 2 CARTE MAZZONI Anni 1450-1811 Buste 2 71 Nota introduttiva Durante il periodo della direzione di Alessandro Luzio, il periodo immediatamente precedente e quello successivo, pervennero in dono all Archivio

Dettagli

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna Bologna, Ritiro di San Pellegrino Benedetto Gennari, Ritratto di gentildonna

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Sotto argomento Archivio Fondo Volume Pag./ Foglio Titolo Anno

Sotto argomento Archivio Fondo Volume Pag./ Foglio Titolo Anno 1600 Argomento Sotto argomento Archivio Fondo Volume Pag./ Foglio Titolo Anno vol. II, 1599 f. 52 Documento A 1600 1607 Battesimi San Marco, Battesimi Libro II, f. 353r Documento G 1602 1592-1615 Battesimi

Dettagli

TITOLO 24 RELIGIONE. 1121 24.1.1 Contiene:

TITOLO 24 RELIGIONE. 1121 24.1.1 Contiene: TITOLO 24 RELIGIONE 1121 24.1.1 Contiene: 1858-1878 fasc.1: Funerali per la morte del Papa Pio IX ; 1878 - carteggio generale, con stampati; 1858-1873 1122 24.1.2 Contiene carteggio generale, con ritagli

Dettagli

DENTRO IL CONVENTO DI S. MARCO

DENTRO IL CONVENTO DI S. MARCO Osserva Piazza della Signoria e imprimi nella memoria i suoi particolari Scrivi un breve testo che ti permetta di raccontare le tue impressioni e i tuoi ricordi del centro di Firenze e immortala con una

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 17 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 2 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico uniformata locale

Dettagli

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda.

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. I maestri veneti del Cinquecento e Il Convito in casa di Simone il fariseo di Paolo Veronese (Verona 1528 Venezia 1588)

Dettagli

Lo studio di una famiglia di notai: il caso dei Boncetani da Vicopisano.

Lo studio di una famiglia di notai: il caso dei Boncetani da Vicopisano. Lo studio di una famiglia di notai: il caso dei Boncetani da Vicopisano. L'idea di questo progetto nasce grazie ad una ricerca fatta al fine di sapere qualcosa di più sulle milizie mercenarie straniere

Dettagli

Distretto pastorale Torino Città

Distretto pastorale Torino Città Distretto pastorale Torino Città Unità Pastorali: 23 parrocchie: 110 abitanti: 993.395 Vicario Episcopale territoriale: Gottardo don Roberto UNITÀ PASTORALE N. 1 - CATTEDRALE Moderatore: Franco can. Carlo

Dettagli

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Chiesa san Clemente Chiostro piccolo Cortile e Loggia dei frati Chiostro grande Situazione oggi Progetto del chiostro grande Associazione

Dettagli

Elenco soggetti autorizzati al trasporto sanitario semplice(**) e al trasporto sanitario(*) Aggiornato al 31/8/2012

Elenco soggetti autorizzati al trasporto sanitario semplice(**) e al trasporto sanitario(*) Aggiornato al 31/8/2012 ASL BRESCIA Elenco soggetti autorizzati al trasporto sanitario semplice(**) e al trasporto sanitario(*) Aggiornato al 31/8/2012 Tipo trasporto Denominazione Sede legale Sede operativa D.G.D. n. 1 * Croce

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

La villa Arca del Santo di Anguillara

La villa Arca del Santo di Anguillara La villa Arca del Santo di Anguillara Veneta è stata per oltre tre secoli la sede locale della Ven. Arca del Santo di Padova, l Istituzione padovana creata per gestire il patrimonio della Basilica di S.

Dettagli

IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese)

IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese) IL CORPO E L ANIMA : ELENCO DELLE OPERE IN MOSTRA (in rosso si segnalano le novità in aggiunta all esposizione senese) - Segnale di esposizione multiplo: mezza medaglia della SS. Concezione e messaggio

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2014. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2014. www.notaio.org www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 2014 www.notaio.org Atto inter vivos - Diritto Commerciale L Assemblea dei soci della Alfa S.p.a., con sede in Roma in Piazza di Spagna n. 1, ha deliberato

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 98 OGGETTO: ACCETTAZIONE DEL LASCITO TESTAMENTARIO DELLA DEFUNTA SIGNORA VERA BOZZOLA. L anno duemilaquattordici,

Dettagli

LA PIETA A SCUOLA Laboratori didattici e percorsi tematici per l anno scolastico 2010 2011

LA PIETA A SCUOLA Laboratori didattici e percorsi tematici per l anno scolastico 2010 2011 LA PIETA A SCUOLA Laboratori didattici e percorsi tematici per l anno scolastico 2010 2011 1. PREMESSA L istituto Provinciale per l Infanzia Santa Maria della Pietà è un antica istituzione veneziana che

Dettagli

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3 MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI Indice Premessa... 3 SECOLI X XI XII L egida edificatrice dei conti di Ventimiglia... 11 Villa Giunco... 14 Podium Rainaldi... 18 La decadenza dei Conti... 20 SECOLO

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 6 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 3 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico fondo uniformata locale

Dettagli

ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO

ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO Allegato 3 circ. n.10938 del 19/07/2013 ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO ORGANICO DI DIRITTO CATTEDRE PSICOFISICI ORGANICO DI FATTO CATTEDRE SENSORIALI UDITO CATTEDRE SENSORIALI VISTA Codici

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

NOI E PALLADIO A VILLA EMO

NOI E PALLADIO A VILLA EMO RETE DELLE GEO STORIE A SCALA LOCALE Progetto A scuola in villa, Agenziascuola Veneto NOI E PALLADIO A VILLA EMO 1 Circolo Didattico Spinea Scuola primaria A. Vivaldi Classe quarta a. s. 2007/2008 Ins.

Dettagli

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile La successione a causa di morte Normativa di diritto civile Le regole della successione a causa di morte disciplinano il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi

Dettagli

COMUNE DI AGROPOLI (copia) (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI AGROPOLI (copia) (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI AGROPOLI (copia) (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 91 del 12/11/2007 *************** OGGETTO : REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVAZIONE.

Dettagli

CASE STUDY: il Beneficio Parrocchiale di Santa Maria Assunta a Ciciano dell IISC di Siena

CASE STUDY: il Beneficio Parrocchiale di Santa Maria Assunta a Ciciano dell IISC di Siena CASE STUDY: il Beneficio Parrocchiale di Santa Maria Assunta a Ciciano dell IISC di Siena Istituto Interdiocesano per il Sostentamento del Clero Arcidiocesi Siena - Colle Val d Elsa - Montalcino e Abbazia

Dettagli

CARTE MAGNAGUTI. Anni 1528-1964. Busta 1

CARTE MAGNAGUTI. Anni 1528-1964. Busta 1 CARTE MAGNAGUTI Anni 1528-1964 Busta 1 192 Nota introduttiva Le carte Magnaguti sono formate da un nucleo documentario eterogeneo, presente sul mercato antiquario, acquistato nel 1999 dall Associazione

Dettagli

Principi di diritto successorio

Principi di diritto successorio Principi di diritto successorio Introduzione Quando una persona muore, alcune situazioni giuridiche ad essa ricollegabili si trasferiscono ad altri soggetti e si parla di c.d. successione mortis causa.

Dettagli

MEDICI MECENATI. da banchieri a signori

MEDICI MECENATI. da banchieri a signori MEDICI MECENATI da banchieri a signori iovanni di Bicci 1360-1429 1429! Agli inizi del 400 inaugura il successo politico ed economico della famiglia! Il figlio Cosimo detto il Vecchio inizia il ramo principale!

Dettagli

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia.

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il XV secolo a Pescia e in Valleriana. Fig. 1. Giovanni di Bartolomeo Cristiani?, Madonna col Bambino tra i santi Giovanni Battista, Giovanni

Dettagli

Riassunto delle puntate precedenti

Riassunto delle puntate precedenti Riassunto delle puntate precedenti Ultima presentazione Si ritorna a scuola Maestri Scuole Classi scolastiche Grazie Antonio Maria Recuperato altro materiale Fotografie Notizie aneddoti Negozi di Pereto

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL' ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA TEDESCA

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare

chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare chiesa di S. MARIA degli ANGELI in Vallemare NOTA STORICA Secondo il vescovo di Rieti Marini (sec. XVIII) già nel medioevo doveva esistere nella zona di Vallemare una cappella dedicata a S. Martino. Questo

Dettagli

Coro Polifonico Luca Marenzio

Coro Polifonico Luca Marenzio Coro Polifonico Luca Marenzio Darfo Boario Terme ( Brescia )» Presentazione CURRICULUM DEL CORO Il Coro Polifonico «Luca Marenzio», oggi composto da ventitrè cantori, si costituito nel 1968 sotto la guida

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Cat. 9 CI. 8. Protocollo n. 4950 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Cat. 9 CI. 8. Protocollo n. 4950 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Cat. 9 CI. 8 Fase. 23 Protocollo n. 4950 Pratican. 9019 COMUNE di SAVONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DATA: 10 FEBBRAIO 2009 NUMERO: 26 OGGETTO: Settore Servizi alla Persona - Attività

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Ivano Sonzogni. Ivanus Sonzogni totus noster. Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro.

Ivano Sonzogni. Ivanus Sonzogni totus noster. Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro. Ivano Sonzogni Ivanus Sonzogni totus noster Ivano Sonzogni ci appartiene, Ivano Sonzogni è anche nostro. Diciamo nostro con orgoglio, perché Ivano è un intellettuale di prim ordine che noi docenti abbiamo

Dettagli

DENOMINAZIONE DELL'ISTITUTO COMUNE INDIRIZZO DELLA SEDE PRIMA DATA 1 AFGP CENTRO ARTIGIANELLI BRESCIA Via Piamarta N6 13/12/2014

DENOMINAZIONE DELL'ISTITUTO COMUNE INDIRIZZO DELLA SEDE PRIMA DATA 1 AFGP CENTRO ARTIGIANELLI BRESCIA Via Piamarta N6 13/12/2014 DENOMINAZIONE DELL'ISTITUTO COMUNE INDIRIZZO DELLA SEDE PRIMA DATA 1 AFGP CENTRO ARTIGIANELLI BRESCIA Via Piamarta N6 13/12/2014 2 CANOSSA CAMPUS SCUOLE SUPERIORI BRESCIA Via San Martino Della Battaglia

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola Elenco opere mostra da GIOTTO a GENTILE PITTURA e SCULTURA a FABRIANO fra DUE e TRECENTO a cura di Vittorio Sgarbi 25 LUGLIO 30 NOVEMBRE 2014 Opere da esporre XIII sec. CIMABUE, San Francesco, tempera

Dettagli

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato.

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato. SUCCESSIONI EREDITARIE 1) Che cos è la successione? La successione è il trasferimento dei beni dal defunto ( de cuius) agli aventi diritto, che possono essere eredi quando c è un legame di parentela o

Dettagli

Le pergamene recuperate

Le pergamene recuperate Le pergamene recuperate Mons. Antonio Racheli, Prevosto ed illustre narratore delle vicende storiche di Rovato, passando arciprete di Bedizzole, si portò alcuni documenti che forse gli dovevano servire

Dettagli

Assemblea Ordinaria 2015 Quarantennale d iscrizione 1975-2015

Assemblea Ordinaria 2015 Quarantennale d iscrizione 1975-2015 ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA Assemblea Ordinaria 2015 Quarantennale d iscrizione 1975-2015 GIOVANNI BOGLIONI Abilitazione Magistrale Brescia

Dettagli

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE Scheda 5 I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE La maggior parte degli abitanti del villaggio lavorava la terra. I contadini non avevano tutti gli stessi obblighi verso il signore, e si

Dettagli

La Donazione dell Archivio Tagliaferri alla Fondazione Ugo Da Como di Lonato del Garda

La Donazione dell Archivio Tagliaferri alla Fondazione Ugo Da Como di Lonato del Garda La Fondazione Ugo Da Como si sta apprestando a ricevere una donazione di straordinaria importanza per la storia dell architettura e dell arte della Città di Brescia e della sua Provincia. L Archivio dell

Dettagli

MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI

MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI Figura n. 1 Serva di Dio M. Giuseppa dei SS. Cuori. UNA MONACA ADORATRICE MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI MARIANNA FORTUNATA CHERUBINI La Monaca Adoratrice amata dalla Napoli

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE

REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE VENERDI 17 LUGLIO ore 15,00 accoglienza a San Simeon, la chiesa di fronte alla stazione di Santa Lucia ore 17,00 spostamento alla Scuola Grande di San

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

Note per l'insegnante

Note per l'insegnante LA STAMPA Note per l'insegnante 1. Abbiamo realizzato molti disegni illustrativi del testo perché abbiamo pensato che sarebbe bello che fossero i bambini ad illustrare i testi 2. I titoli posti come domande

Dettagli

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione Heinrich Lintze - Brema Altes Gymnasium Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione 1 la struttura della pubblica istruzione in Germania e gli ultimi sviluppi 1.1 cultura

Dettagli

Eraldo Canegallo. Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano

Eraldo Canegallo. Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano Eraldo Canegallo Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano Sant Agata Fossili Dicembre 2001 Introduzione La presente ricerca si riferisce alla parrocchia di Sant Agata, sita nel comune di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ACCETTAZIONE CON BENEFICIO DI INVENTARIO DELL'EREDITÀ DELLA SIG.RA LOLLI LILIA.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ACCETTAZIONE CON BENEFICIO DI INVENTARIO DELL'EREDITÀ DELLA SIG.RA LOLLI LILIA. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 49 del 28/09/2010 OGGETTO: ACCETTAZIONE CON BENEFICIO DI INVENTARIO DELL'EREDITÀ L'anno duemiladieci, addì ventotto del mese di settembre alle ore

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedutmo, romanticmo ed impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Voci d infanzia. I bambini abbandonati nell Italia moderna

Voci d infanzia. I bambini abbandonati nell Italia moderna Voci d infanzia I bambini abbandonati nell Italia moderna Philippe Ariès L autore da cui ha inizio una storiografia della prima età è Philippe Ariès (Padri( e figli nell Europa medievale e moderna, 1960).

Dettagli

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio

ITINERARI IGNAZIANI A ROMA. 8. Luoghi legati alla Compagnia di Gesù in tempi posteriori a sant Ignazio ITINERARI IGNAZIANI A ROMA Cf. A.M. De Aldama sj, Roma ignaziana. Sulle orme di sant Ignazio di Loyola, Piemme, Casale Monferrato 1990 Paolo Monaco sj www.raggionline.com 8. Luoghi legati alla Compagnia

Dettagli

Tesori Sacri 2005. Esito del bando

Tesori Sacri 2005. Esito del bando Tesori Sacri 2005 Esito del bando Al bando Tesori Sacri 2005 hanno aderito 127 progetti, di cui 105 dal Piemonte e 22 dalla Liguria. A conclusione delle procedure di valutazione effettuate dagli Uffici,

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

TAMPONAMENTO A CATENA

TAMPONAMENTO A CATENA TAMPONAMENTO A CATENA Un caso abbastanza classico di incidente stradale, che ha avuto una sua regolamentazione sia stragiudiziale (accordo Ania) che un ampia trattazione giudiziale, è quello del tamponamento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE N. R.G. 2288/2011 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Marcello Pisanu ha pronunciato la seguente SENTENZA

Dettagli

"Società"), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F. e P. IVA ---, in persona dell'amministratore Unico, signor Mario Rossi, rappresentata

Società), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F. e P. IVA ---, in persona dell'amministratore Unico, signor Mario Rossi, rappresentata TRIBUNALE CIVILE DI MILANO RICORSO EX ART. 702-BIS COD. PROC. CIV. Nell'interesse della società ALFA S.R.L. (nel seguito, "Alfa", ovvero la "Società"), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F.

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed. Impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedutmo, Romanticmo ed. Impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed Impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

Costituzione e Statuto

Costituzione e Statuto Costituzione e Statuto COSTITUZIONE DI FONDAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L anno millenovecentonovantotto (1998) il giorno quindici (15) del mese di luglio. In Milano nel mio studio in via Sant Antonio n.

Dettagli

Da: Inviato: Oggetto:

Da: Inviato: Oggetto: Da: USP di Brescia [mailto:usp.bs@istruzione.it] Inviato: venerdì 3 gennaio 2014 12:11 A: Scuole della provincia di Brescia; Adro - "Madonna della Neve"; Bedizzole - "Maddalena di Canossa"; Brescia - "Arici";

Dettagli

FIRENZE 360 ITINERARI TURISTICO DIDATTICI WEEKEND. GRUPPO (minimo 25 partecipanti) 239

FIRENZE 360 ITINERARI TURISTICO DIDATTICI WEEKEND. GRUPPO (minimo 25 partecipanti) 239 FIRENZE 360 PROGRAMMA: Dalle colline dell Oltrarno, nel silenzio bucolico di Forte Belvedere, lo sguardo raccoglie l immortale impronta rinascimentale di una città, dove tra arte e vivere quotidiano non

Dettagli

STORIA, ARTE, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA, VEDER LENTAMENTE EMERGERE, CON IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA

STORIA, ARTE, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA, VEDER LENTAMENTE EMERGERE, CON IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA v IL DECIMO ANNO DELLA FÉRA È UN TRAGUARDO DAVVERO IMPORTANTE PER QUESTA MANIFESTAZIONE CHE RACCOGLIE UN ANTICA TRADIZIONE DELLA VALLE SAN MARTINO. AL LAVELLO, IN OCCASIONE DELL ANNUNCIAZIONE, SI TENEVA

Dettagli

Vendrogno e le sue 13 chiese

Vendrogno e le sue 13 chiese Vendrogno e le sue 13 chiese Sono ben 13 le chiese nel territorio del comune di Vendrogno. Partendo dal nucleo del paese e seguendo un itinerario che si snoda attraverso tutte le frazioni, si possono incontrare

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

CICLI DI AFFRESCHI. Aggiornato il 19 giugno 2016

CICLI DI AFFRESCHI. Aggiornato il 19 giugno 2016 CICLI DI AFFRESCHI Aggiornato il 19 giugno 2016 Arte del Paleolitico superiore: Bisonti (18.000 ac, Grotte di Altamira, Spagna) Arte del Paleolitico superiore: Animali (17.500 ac, Grotte di Lascaux, Francia)

Dettagli

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri Classi seconde Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri La vita Dante Alighieri nasce a Firenze nel 1265 in questa casa La famiglia appartiene alla piccola nobiltà cittadina La

Dettagli

Misericordiosi))come) il))padre) Esperienza)della)grazia)nell'unità)

Misericordiosi))come) il))padre) Esperienza)della)grazia)nell'unità) LetteradiNatale2015dell'AbateGeneraleOCist Misericordiosi))come))il))Padre) Roma,8dicembre2015 Solennitàdell'Immacolata Carissimi Vi scrivo questa lettera di Natale proprio mentre inizia il Giubileo della

Dettagli

OGGETTO: Iscrizione Albo Consulenti Tecnici e Periti Adempimenti per l iscrizione

OGGETTO: Iscrizione Albo Consulenti Tecnici e Periti Adempimenti per l iscrizione OGGETTO: Iscrizione Albo Consulenti Tecnici e Periti Adempimenti per l iscrizione Il Comitato di cui all art. 13 e segg. del R.D. 18.12.1941 n 1368 delle disposizioni di attuazione del Codice di Procedura

Dettagli

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Sondalo, in Valtellina, 940 metri sul livello del mare, si trova a pochi passi dai grandi centri turistiche dell'alta valle e sorge ai piedi del Parco

Dettagli

L Istituto dei Ciechi di Milano procederà a mezzo di asta. pubblica in conformità alla deliberazione n. 40 del 28.02.2011

L Istituto dei Ciechi di Milano procederà a mezzo di asta. pubblica in conformità alla deliberazione n. 40 del 28.02.2011 ISTITUTO DEI CIECHI VIA VIVAIO 7 20122 MILANO ENTE MORALE R.D. 20 settembre 1868 AVVISO DI ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI UNA UNITA IMMOBILIARE SITA IN MILANO L Istituto dei Ciechi di Milano procederà

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Rivista Diocesana Vigevanese

Rivista Diocesana Vigevanese Rivista 333 A n n o X C = N 9 = 3 0 N o v e m b r e 2 0 1 0 Lettera alla Diocesi per comunicare la nomina di S. E. Mons. Vincenzo Di Mauro Arcivescovo Titolare di Arpi a Vescovo Coadiutore di Vigevano

Dettagli

Avv. Gian Carlo Sessa

Avv. Gian Carlo Sessa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LE LITI SUCCESSORIE: LE CONTROVERSIE TIPICHE E QUELLE ATIPICHE, IN PARTICOLARE SOCIETARIE. (Le principali tipologie di liti tipiche e le liti atipiche ) Avv.

Dettagli

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet Page 1 of 10 DIRITTO DI FAMIGLIA - SUCCESSIONI - DONAZIONI 1) Quale dei seguenti beni non rientra nella comunione legale dei beni? A [ ] beni immobili acquistati dopo il matrimonio B [*] beni immobili

Dettagli

Comune di Tuscania. Provincia di Viterbo DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Comune di Tuscania. Provincia di Viterbo DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Tuscania Provincia di Viterbo DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N 168 Data 07/09/2013 PARTECIPAZIONE DEL COMUNE DI TUSCANIA ALL'EVENTO "WIKI LOVES MONUMENTS 2013" - AUTORIZZAZIONE PUBBLICAZIONE

Dettagli