LE0NAR;D.O MAZZOLDI. amico carissimo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE0NAR;D.O MAZZOLDI. amico carissimo"

Transcript

1

2 A LE0NAR;D.O MAZZOLDI amico carissimo

3

4 CAMILLO BOSELLI REGESTO ARTISTICO DEI NOTAI ROGANTI IN BRESCIA DALL'ANNO 1500 ALL'ANNO 1560 REGESTO Supplemento ai (< Commentari dell'ateneo di Brescia 1) per il 1976

5 COMMENTAR1 DELL'ATENEO DI BRESCIA Direttore responsabile UGO VAGLIA Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 64 in data 21 gennaio 1953 TIPO-LITO FRATELLI GERIOWI - BRESCIA

6 PREFAZIONE La storia dell'arte riguardante la città di Brescia non ha fatto eccezione nel panorama culturale italiano del nostro secolo. Scomparsi i grandi ricercatori di documenti e di notizie che terminarono le grandi generazioni del sec. XVIII. la storia artistica è vissuta di rendita sviluppando sì criticamente i dati fornitile dalla ricerca precedente, ma non affrontando mai, se non settorialmente e brevemente, il problema di una ripresa dell'indagine archivistica e documentaria, tanto, si continua a dire, C'& il Fenaroli, c'è lo Zamboni ci sono le guide più antiche oggi, anzi, di facile lettura ed accesso. Ma se la critica ha approfondito l'esame linguistico deiia produzione artistica bresciana essa non ha fatto altro che riprendere, rimpastare, ristampare in gran parte le notizie fornite dagli scrittori più antichi, arrovellandosi in tal modo in giuochi, talvolta preziosi di parole, ma senza far molti passi innanzi rispetto alla ricerca di nuove fonti e quindi di nuovi dati. E l'incentivo c'era perchè il Fenaroli, onestissimo quanto preciso, scriveva in chiare lettere nella prefazione del suo Dizionario degli artisti bresciani, che solo ora ha, avuto l'onore di una ristampa anastatica e non per merito di enti cittadini, essere l'opera sua frutto di ricerche in alcun2 patrii archivi che dal contesto del volume apparivano limitati alle collezioni dell'archivio Storico Civico. Erano sfuggiti all'indagine del buon sacerdote i complessi del19archivio di Stato ma soprattutto i fondi del19archivio Notarile ricco di circa ventimila faldoni. Che una ricerca sistematica in questo ultimo fondo fosse, sia all'epoca del Fenaroli sia anche dopo, sino alla nuova legge sugli archivi notarili, di assai difficile attuazione, stante l'organizzazione puramente in funzione amministrativa di essi, è un dato incontrovertibile, ma neppure in occasione della monumentsle Storia di Brescia si sentì il bisogno di fame una esplorazione o, diciamo, ricognizione ampia e completa. La facciamo noi ed i risultati che possiamo offrire agli studiosi dell'arte ci ripagano ampiamente del lavoro lungo e

7 paziente di ricerca e di controllo da noi svolto in questi ultimi quattro o cinque anni attraverso parecchie centinaia di faldoni. Era nostra intenzione esplorare tutto il fondo cinquecentesco dilatandolo sia temporalmente dall'anno 1500 al 1599 sia territorialmente su tutto il territorio bresciano, cioè la città, le valli, la riviera di Salò e la bassa. Ma l'enorme numero di faldoni che avremmo dovuto esaminare ci consigliò, per non condurre il nostro lavoro alle calende greche, di ridurre sia il lasso di tempo preso in considerazione sia l'ampiezza territoriale della ricerca. Come dice il titolo ci siamo limitati ai notai che vengono indicati come roganti in Brescia e per quegli atti che vengono datati fra l'anno 1500 e l'anno 1560; se qualche volta citeremo qualche atto di anni precedenti o posteriori a questi estremi è frutto di pura casualità. Perchè abbiamo assunto questi limiti? La nostra esperienza passata di ricerca nei notai riguardanti alcuni paesi del territorio bresciano, come Verolanuova e Rezzato, ci ha avvertito che la quasi totalità degli atti notarili riguardanti costruzioni di palazzi e case, oppure allogazioni di opere d'arte doveva essere rogata in città. Infatti nei faldoni di Verolanuova, sede della famiglia Gambara, per tutto il secolo abbiamo trovato solo quattro documenti artistici mentre in quelli di Rezzato non si è trovato un solo documento riguardante artisticamente l'arte della pietra. Abbiamo pensato quindi di ridurre la ricerca ai notai in Brescia, limitazione che lascia aperta una qualche incertezza, dato che, come i notai bresciani rogano anche in provincia, così i notai roganti in provincia avranno rogato talvolta anche in città. Limiti temporali: col 1560 si chiude, almeno cronologicamente, il cinquecento bresciano nel senso rinascimentale della parola. Infatti per quell'anno sono già morti tutti i grandi protagonisti di quella temperie : Foppa, Moretto, Romanino, Savoldo, Lamberti, Olivieri, il Castelli muore nel 1561 ; protrarre di qualche anno, sino al 1570 morte del Berretta od al 1574 morte del Gambara, la ricerca non avrebbe ragione in quanto si aprirebbe una catena di interessi che porterebbe la ricerca all'infhito. Abbiamo fatto bene o male? noi crediamo e siamo profondamente sinceri, di aver fatto bene a limitare la nostra ricerca che nonostante tutto è, come abbiamo detto, fruttuosa di nuovi dati taluni dei quali capaci non solo di chiarire meglio la storia dell'arte in Brescia ma di sovvertire tutto quanto era stato sinora creduto veritiero. Non vo-

8 gliamo insuperbire per questi risultati ma siamo convinti che dopo la loro pubblicazione la storia dell'arte in Brescia prenderà un'altra piega ed apparirà evidente a tutti come non sia più possibile disgiungere la nostra disciplina da una vasta ricerca archivistica nei fondi che tuttora aspettano. Se invece di certe tesi che molte volte si riducono a pura compilazione, oppure che servono ad accontentare le velleità di candidati non sempre sufficientemente preparati e provveduti, si proponessero ai laureandi in istoria dell'arte ricerche archivistiche di questo tipo, noi avremmo continuamente arricchite le nostre conoscenze di fatti nuovi, di dati certi e quindi da questo lavoro di zappatori e guastatori gli alti strateghi, per rimanere nella metafora militaresca, della storia dell'arte potrebbero procedere più sicuri, senza il pericolo nascosto, quasi serpe in agguato, che un piccolo documento possa far crollare la più perfetta, la più luminosa, la più credibile costruzione critica. Perchè non sempre la ragione, la fantasia sono sufficienti a scoprire la verità e chi seguirà capitolo per capitolo, cioè artista per artista, il nostro regesto vedrà che quanto s'afferma sopra non è pura e semplice esercitazione rettorica, ma corrisponde a dei precisi dati di fatto. Come abbiamo utilizzato la messe dei dati da noi trovati? nel modo più semplice e più piano, secondo l'insegnamento del Fenaroli, collocando cioè in ordine alfabetico gli artisti e ponendo una dopo l'altra le notizie che i singoli documenti ci offrono; non ne abbiamo trascurata nessuna, citando non solo quei documenti dove il singolo artista appare attore, ma anche quelli in cui il pittore, lo scultore, l'architetto appare come semplice testimonio perchè tale documento implica la presenza in Brescia a quella data dell'artista e questa precisazione può essere, vedi, il caso del Romanino nel 1532, di chiarimento per l'attività da esso svolta fuori di Brescia. Per ogni artista, quando vi fosse necessità, abbiamo collocato al loro posto alfabetico i richiami ed i rimandi in modo che chi utilizzerà la nostra opera conoscendo il nome od il cognome od il soprannome dell'artista potrà facilmente reperirlo. Abbiamo considerato numerose specie di artisti od artigiani : i pittori, gli scultori in pietra ed in legname, i marangoni di varie specie, gli orafi, i miniatori, gli organari ed i liutai senza far una cernita fra coloro che sono grandissimi o grandi o meno grandi artisti e quelli che possono essere indicati, allo stadio attuale delle ricerche, come dei poveri artigiani, questo vale per i pittori come per i lapicidi come per gli intagliatori di legno come per i marangoni, poichè le nostre tuttora limitate conoscenze del sottobosco artistico non ci permettono di fare a priori una scelta. Questo vale soprattutto per i marangoni e per gli orafi anche se con ogni evidenza non tutti fra i primi avranno

9 superato lo stadio del magut per diventare architetti ed ingegneri o fra i secondi avranno superato lo stadio puramente commerciale del venditore di gioie o di metalli preziosi per divenire come Bernardino delle Croci anche grande scultore in metallo; lo stesso vale per i pittori fra i quali non tutti avranno superato lo stadio artigianale dell'imbianchino o del decoratore. Ma accanto all'interesse più propriamente artistico, questa nostra ricerca acquisisce un risvolto umano e sociale perchè attraverso i documenti che vengono citati e qualche volta pubblicati nella loro integrità, noi penetriamo nella vita cotidiana e famigliare di questi artisti, sia grandi e conosciuti, sia piccoli al livello artigianale, ne apprendiamo le loro difficoltà, la loro ascesa finanziaria e sociale, insomma la loro vita e con essi la storia diciamo sociule per non usare i termini meno moderni di economica e civile della loro attività. Si viene così attuando fra noi e loro una specie di dialogo che ci permette, senza cadere negli eccessi di una indagine psicologica, di vedere queste figure, talvolta mitizzate dalla mitologia cittadina o dal rispetto che l'altezza della loro arte incute anche ai più refrattarii a tali suggestioni, sur un piano attuale come se fossero uomini d'oggi e quindi in una dimensione nuova sicuramente più illuminante ed appassionante. Non è certo la prefazione il luogo adatto per indicare i risultati ché la loro presentazione e discussione creerebbe un libro nel libro; rimandiamo, dove ci sia bisogno di una illustrazione critica, al commento dei singoli documenti.

10 AVVERTENZA L'opera è divisa in due parti: il Regesto e l'appendice, nel primo vengono raccolti attorno al singolo artista tutte le notizie che si sono trovate nei faldoni esaminati elencate in istretta successione cronologica, nella seconda sono trascritti tutti quei documenti che abbiamo ritenuto non fosse sufficiente regestare, ed essi numerati progressivamente vengono collocati nell'ordine alfabetico corrispondente all'artista od all'opera cui si riferiscono. Infatti abbiamo preferito riunire sotto la singola voce riguardante l'opera, per esempio i chiostri di S. Afra, tutti i documenti che la riguardano invece di suddividerli artista per artista nel cui regesto però esiste la indicazione col richiamo. Come si usa il regesto, facciamo alcuni esempi: Agosto Jo Antonio fq. Baptiste de Acquistis de Gardono hab. brixie pictore deve essere letto nel faldone 5277 in un atto del 1548 in data 18 Agosto appare come testimonio il pittore suddetto Ottobre Sebastianus de averoldis aurifex riceve in affitto una bottega va letto come il precedente salvo che, come appare evidente, l'orafo Sebastiano Averoldi non è semplice testimonio ma diviene attore come colui che prende in affitto una bottega Maggio Zaccaria de falnettis relazione sui lavori Moroni in S. Faustino cfr doc N. 31 va letto come i precedenti solo che indica essere il documento citato integralmente trascritto al N. 3 1 dell'appendice. Quando non ci siano indicazioni diverse si intende essere l'atto rogato in Brescia e i citati cives et habitatores brixiae secondo la termi-

11 nologia dell'epoca, così va sempre intesa, salvo nel caso contrario, trattasi di magistri. I faldoni consultati fanno tutti parte del Fondo Notarile Distretto di Brescia. Nel testo sono state conservate le abbreviazioni più comuni, quali : cta = centrata; f = filius o fiiia; q = quondam; s = ser, se precede un nome proprio; s = soldi se precede un numero.

12 REGESTO

13

14 ABADINI COLLA marangone Ottobre Colla de Abadinis maringono ACQUISTI GIOVANNI ANTONIO pittore Agosto Johanne Antonio q Baptiste de Acquistis de Gardono pictore Novembre Cum sit quod alias sub anno 1548 de mense decembris decessisset q mr Jo Antonius pictor q mri Baptiste de Acquistis de Gardono Vallis Trompie. ACQUISTINI FRANCESCO picapreda Aprile Franciscus f Bemardini de Acquistinis è coliocato come garzone presso Ludovico Palazzi lapicida AGNELLO ( del DOMENICO lapicida Marzo Domenico f Petri del'agnello lapicida AGNI BONOMO fabro lignario Marzo Bonhomo de Agna fabro lignario 13 Aprile Bonhomo de Agna fabro lignario 8 Maggio Bonhomo de Agna de Scalve marengono AGOSTINO orafo Febbraio Augustino aurifice da BERGAMO lapicida Novembre Augustino f Jo Dominici bergomense lapicida q MAPHEY CARTARII cfr GALTIERI AGOSTINO da CADIGNANO marangone Aprile Augustinus q Francisci de Pavia dictus de Cadignano marengonus riceve L 12 per un livello 1554 Augustinus q Francisci de Pavia riscuote un livello Gennaio Augustino papiense et Franciscus eius filius marengoni Maggio Augustino f Francisci de Papia fabro lignario da FRINE intagliatore 439 1M3 3 Gennaio Augustino de Frine intaliatore

15 da MORNICO orafo Ottobre Augustinus de Mornico aurifex nomina suo procuratore G. Maria Gay spadaio da SARNICO lapicida Novembre Augustino q Qracii de Sarnico lapicida da TERZO orafo Maggio Augustino q Nicole de Tertio aurifice ALBARDI PAOLO lapicida Febbraio Paulo f Jo. Antonii de Albardis de Laude lapicida ALBERELLI PAOLO lapicida Giugno Paulo f Jo Antonii de Alberellis lapicida. ALBERINI PAOLO lapicida Maggio Joan. Antonii de Alberinis de Laude lapicida 16 Maggio Paulo q Joan. Antonii de Alberinis de Laude lapicida. ALBERTO orefice cfr ALBERTO DE TANTU da COLOMBARQ orafo Maggio Alberto Mario f Cosimi de Columbario aurifice Giugno in apoteca Alberti de Columbario aurificis da SCALVE marengono Gennaio Marzo Settembre Ottobre i Giugno Luglio 22 Luglio Albertus q Angeli de Scalve marengonus riceve come garzone Battista f Bastiani de Vois de Gavardo Alberto q Angeli de Scalve marengono Alberto q Angeli de Scalve marengono Albertus q Angeli de Scalve è debitore per la sua parte verso Costante Roberti a causa di una fabbrica intrappresa dal padre e dal fratello Francesco in Boldeniga e non condotta a buon termine Albertus de Scalve fontanarius è sindaco del paratico dei marengoni (cfr. doc. N. 44 ) Albertus de Scalve sindacus fabrorum murom Albertus de Scalve sindaco del paratico dei rnarengoni riceve per esso un pagamento

16 Aprile Aibertus de Scalve quale sindaco del paratico dei marengoni assiste al pagamento di G. Andrea Trebessi Maggio Albertus de Scalve versa a Marco de Vechi la dote della della sua zia Barbara defunta 1 Settembre Albertus de Scalve marengonus è debitore di Marco e Battista de Vechis del FANTE orafo Dicembre Alberto del Fante q Hyeronirni aurifice de TANTU orafo Maggio Alberto q Hyeronimi dicto Tantu aurifice Maggio Albertus de Tanto aurifex è presente al sindacato della lo Quadra di S. Faustino ALBRICI GIOV. PIETRIO marengono Settembre Ioan. Petro q Antoni de Albricis marengono Agosto Petrus q Antoni de Albricis marengonus riceve la dote della moglie Antonia q Perini de Bataliis in Gennaio Sentenza arbitrale fra Petrus de Albricis maringonus ed il suo massaro Maggio Petrus de Albricis marengonus accetta come garzone Francesco q Hyeronimi de Bataiis de Leno marengonus Novembre Petrus de Albricis marengonus viene ad un compromesso Maggio Perino f Petri de Albricis marengoni ALESSANDRO pittore (febbraio) Alexandro de (... pictore da S. POLO lapicida Agosto Alexander q Petri Antoni de Sancto Paulo lapicida riceve la dote L 60 della moglie Domenica q Nicolini Bonadei de Torbiato da SERINA pittore Dicembre Franciscus q Sandrini de Serina olirn pictoris habitatoris in terra de Leno da TREVIGLIO marangone Giugno Alexander de Trevino rationator paratici marengonorum (cfr. doc. N. 44) Ottobre Inventario dei beni di Alexander de Trevino maxengonus

17 ALFAZI COldrasi ) GIOVANNI organista Febbraio Catherina q Joannis de Alfatiis organiste ALIONARDI ALESSANDRO pittore Novembre Aiexandro q Jacobi de Alionardis pictore AWINI ANDREA marangone Giugno Andrea de Amaninis de Gussago marengono AMANTOR de ANTONIO zoiolario Ottobre Antonio de Amantor de Veneciis zoyolario in apotheca Mondellorwn AMBROGIO lapicida Gennaio Ambrosio lapicida da SCUTARI pittore Ambrosius q Benedicti de Scutaris pictor civis Brixie in presentiarum habitator Mantue nomina suo procuratore Jo Marcum de Biactis da TREVIGLIO marangone Luglio Ambrosio de Trivino marengono Ottobre Ambrosius marengonus habitator in terra de trevini col fratello Baldassare presenzia allo inventario dei beni del fratello Alessandro de..... XOLIS lapicida Mano Ambrosio de... xolis lapicida AMIGONI GIUSEPPE marangone Novembre Joseph q Bernardini de Amigonibus marengonus compra una casa AMISTANI PAOLO orafo Aprile Joan Baptista q Pauli a Amistate olim aurificis OMaggio Joan Baptista q Pauli de Arnistanis olim aurifìcis AMNI[ANI BARTOLOMEO marengone de muro Novembre Bartholomeus Joannes de Amrnanis marengonus de muro habitator in Burgo Pilarum si dichiara debitore di L 100 in tanta quantità latenun et aliarum rerwn a fornace.

18 ANDREA marangone Marzo Andrea de (.manca) marengono q. BELTRW marangone Settembre Andrea q Bertrami marengono da AQUATE marangone Luglio Andrea de Aquate marengono da CAILINA orafo Aprile Andrea q Cipriani de Caylina aurifice da CALCINATO marangone vedi ANDREA da PRATO da CALINO orafo Aprile Andrea da Calino aurifice Dicembre Andrea q Cipriani de Calino aurifice da CAPRIOLO fabbro lignario Novembre Jacobus q Francisci de Capre010 et Andreas eius frater fabri lignarii ricevono il saldo per la affrancazione di una pezza di terra da CAZZANIGA marangone Settembre Andrea de Cazaniga mediolanense marengono in presens brixiae da CHIARI intagliatore Gennaio Saldo del coro di S. Afra secondo la stima fatta per Johannem Mariam f q. Batistae de mediolano et Andream de Claris intaliatores ambos da FARFENGO marangone Giugno Andrea q Philippi de Farfengo marengono da MANERBIO pittore vedi MARONE ANDREA da MCTMPIANO marangone Aprile Andrea q Thonoli de Mompiano ibidem habitatore marengono da MONTICHIARI marangone Giugno Testamento di Andrea de Monteclaro da MORNICO orafo Settembre Andrea de Mornico aurifice Gennaio Andreas de Mornico aurifex attua una transazione economica Luglio Andrea de Mornichis aurifìce - 5

19 Aprile Cum sit quod de anno 1523 Jaan. Andreas q Marci de Moniico aurifex seu eius tutores investiverant etc... cum sit quod dictus Andreas de Mornico cesserat tantam partem dictae domus quod capiat L Gennaio Andrea de Mornico aurifice Gennaio Andrea de Mornico aurifex paga L 87 s 5 da PRATO marangone Febbraio Andreas q Marchesi de Prato de Calcinato marengonus compra una casa Luglio Andrea de Calcinato marengone Aprile Andreas de Prato dictus de Calcinato marengonus stima un edificio nelle chiusure dei Brescia Maggio Andreas de Calcinato marengonus insieme con Jacobo de Rivolta addiviene alla divisione di una casa fra i proprietarii. da POLA lapicida Gennaio Andrea de Pula lapicida da URGNANO marangone Novembre Andrea q. Francisci de Urgnano marengono Giugno Andrea q Francisci de Urgnano marengono da VOLTOLiNA marangone Settembre Andrea de Voltolina marengono ANDREOTTI PIETRO marangone Novembre Petro q Bartholomei de Andreottis de Guxago maringono ANDRIOUO da VIGNOLA marangone Agosto Andriolus de Vignola marengonus compra la metà di una casa da Giovanni da Calvisano Ottobre Andriolus de Vignola marengonus ridà a Giovanni Brognoli la casa di cui all'atto precedente ANGELO da SCALVE marangone Mano Angelus de Scalve marengonus viene eletto per stimare una casa Ottobre Testamento di Angelo da Scalve faber murarius

20 ANTEGNATI BARTOLOMEO organista Ottobre Baptista q Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de antignate BERNARDINO lapicida Settembre Giugno Luglio Settembre Dicembre Agosto FRANCESCO Settembre Settembre Novembre Giugno 655 l Settembre Settembre Ottobre Aprile Luglio Giugno Gennaio Bernardino q Andrm de Antegnate 'lapicida Bernardi de Antegna intagliatore di pietre stipula un contratto per lavori nel palazzo episcopale di Brescia ( cfr. doc. N. 4 1 ) Bernardinus de Antegnate q Andree lapicida assume con Sante Orisii dei lavori per Gabriele Medici di Novate (cfr. doc. N Bernardino de Antegnate lapicida Bernardino q Andreae de Antignatis lapicida Bernardino de Antignatis lapicida organista Joan. Francisco deli Mesanis organista Joan. Franciscus q. Bartholomei de li Mesanis compera una casa con cortiletto ed orto in cta Casalte Joan. Franciscus de li Mesanis organista riceve L. 170 a saldo ed affrancazione di un liveiio Francisco q Bartholomei de Antignate organista Francisco de Antegnate organista Franciscus de Antegnate ab arpicordis paga L 158 per una pezza di terra Francisco de Antegnate dictus ab arpicordis Lucretia f Alexandri de Caravatio et uxor S. Orphei f. Francisci de Antignatis organiste ed il marito nominano procuratori Alessandro e Francesco predetti per ottenere il pagamento di L 1500 legato testamentario di Girardo Martinengo in favore di Lucrezia Hercule f Joan. Francisci de Antegnate dicti ab appicordis Joan. Francisco de Antegnate organista Franciscus de Antegnate mr ab arpicordis prende possesso di una casa Francisco de Antegnate mro ab arpicordis

21 FRANCESCO marangone Marzo Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Aprile Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Febbraio Francisco q. Jacobi de Antignate fabro lignario Settembre Francisco f Jacobi de Antegnate marengono Aprile Franciscus de Antegnate partecipa ai sindacato marengonorum GIACOMO marangone e intagliatore Agosto Dicembre Giugno Maggio Gennaio Marzo Luglio Gennaio Novembre Agosto Gennaio Dicembre Maggio Luglio Jacobo et Innocente de Antignate maranganis laborantibus in dicto monasteri0 ( Scti Faustini Maioris Jacobus de Antignate marengonus marito di Agata de Sbrofatis viene saldato dai fratelli Del Bello Jacobo de Antignatis fabro lignario Jacobo de Antignate marengono (atto rogato nel convento di S. Giulia) Mapheo f Jacobi de Antignate Jacobus f Joan. Petri de Antignate intaliator compra parte di una casa Jacobo f Petri de Antegnate marengono Jacobo de Antegnate marengono Jacobo de Antegnate fabro murario Jacobus q Joan. Petri de Antignate intaliator lignaminwn salda un debito di L 35 prezzo di una casa Jacobus de Antignate marengonus prende possesso di parte di una casa Jacobo f Joan. Petri de Antegnate intaliatore lignarnuium seu marengono Jacobo intaliatore lignaminum... de Ante-!?=te Jacobus de Antignate intaliator è presente ad una seduta del paratico fabrorum lignorum et muronun GIOVANNI BATTISTA organista Luglio Giov. Battista Antegnati emette insieme al notaio Annibale de Carioni una sentenza arbitrale in favore di Vincenzo Trebessi

22 Novembre Aprile 18 Novembre Settembre Dicembre Gennaio 25 Febbraio Marzo Aprile 20 Luglio 2135 s.d. da collocarsi fra il 13 ed il 31 Maggio Maggio 20 Luglio Joan. Baptista q Bartholomei de Antegnatis organista vende una casa Joan. Baptista de Antegnate organista Joan. Baptista de Antegnate organista viene investito da Pietro del Fine di una casa e di terre in Rezzato e poi s'affranca del livello Joan. Baptista de Antegnate organista Baptista de Antignatis organista Baptista q Bartholomei de Antegnatis organista vende piò 1 tav. 32 in quel di Rezat0 Baptista de Antegnate organista Baptista de Antegnatis organista colloca il figliastro Giov. Antonio presso Francesco Garbetti calzolaio per 20 mesi Le monache del convento di S. Spirito omni meliore modo convenerunt et solemni stipulatione promiserunt mro Joan. Baptistae q. mi Bartholomei de Antegnatis organista civi e t hab. Brixiae praesenti stipulanti et acceptanti dare solvere et numerare omni exceptione et compensatione remotis eidem mro Jo: Baptistae stipulanti ut supra scudos octuaginta auri in auro per totum diem vigesimam aprilis prox. fut. sub poena etc... et hoc pro mercede de factura unius organis per ipsum mr. Baptistam facti... Joan. Baptistate de Antegnatis organista Joan. Baptista de Antignatis (atto rogato in S. Nlaria della Pace) Solutio monasteri Scti Spiriti mri Joan. Baptistae de Antegnate pro edifitio organi ( manca il testo della imbreviatura ) Joan. Baptista de Antegnatis organista livellario di Evangalista del Fine salda per lui a Bernardino de Bonchanis excellens grammatice professor un debito di L 140 Le monache di S. Maria della Pace omni miliore modo convenerunt et solemni stipulatione inter se promiserunt mro Baptistae de Antignatis organiste civ. et hab. brixie presenti et stipulanti et recipienti pro se etc. dare solvere et numerare eidem

23 24 Settembre Gennaio 13 Aprile Ottobre Febbraio Aprile Agosto Settembre Marzo mro Baptistae etc. scutos centum quinquaginta auri auro facta laudatione instrumenti organi et ex adverso dictus mr Baptista convenit et promisit predictis d. monialibus suprascriptis ut supra eius propriis sumptibus et expensg unum organum cum suis monstris et cum quinque registris manticis et sumerio et quod organus laudari debeat per duos homines in similibus peritos Baptista de Antegnatis organista dichiara di aver ricevuto dalle monache di S. Maria della Pace L 284 s 8 pro solutione organi alias fabricati per dictum mrum Baptistam in dicta ecclesia Scte Marie della Pace Baptista de Antegnate organista Joan Baptista q Bartholomei Antegnati organista in presenti et ex istantia et requisitione dne Marie eius uxoris fq. Bernardi de Martinengo... dixit et conf essus fuit se habuisse et recepisse a dicta eius uxore Lib. quingentas sexaginta unam et S. quinque tempore quo duxit in eius uxorem legitirnam quod fuit modo anni decem et octo Promette salvaguardia alla dote Baptista q Bartholomei de Antignatis organista conclude e riceve il pagamento della vendita effettuata nel 1532 Joan. Baptista Antegnati q Bartolomeo viene liberato da Maddalena Nazzari Procura di Giov. Battista Antegnati Procura di Giov. Battista Antegnati Joan Baptista de Antegnate essendo debitore di più persone promette loro il pagamento dei debiti Maria fq Francesco de Cavedoni et uxor mri Baptiste de Antegnate organiste dichiara di esserne l'unica moglie legittima nonostante Battista abbia fraudolentemente sposato anni fa in Cremona Laura q Joan. Petri de Rubeis e vada dicendo che il mio matrimonio non era valido essendo egli già sposato con Pellegrina da Milano Gratiadeus q. Baptiste de Antegnatis

24 2 Otttobre Maria q. Bernardi de Lanteris ux in secundo matrimonio mri Baptiste q. Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de Antegnatis GIOVAN PAOLO 2 Maggio Garzonaggio di G. Paolo Antegnati presso il calzolaio Vincenzo de Nechis 2 Maggio I1 fratello Graziadio colloca Giovan Paolo Antegnati come garzone presso il calzolaio Vincenzo de Veronesi GRAZIADEO organista 18 Ottobre 7 Agosto 2 Maggio 2 Maggio 9 Gennaio (?l 23 Febbraio 2 Ottobre Contratto di garzonaggio di Graziadio f. Baptistae de Antegnate organiste presso Camillo q Mariani de Lambertis magister a flaschis scloporum Gratiadeo Antignate Gratiadeus de Antegnatis magister ab arpi cordis colloca il fratello G. Paolo come garzone presso Vincenzo de Nechis sutore Gratiadeus de Antegnatis magister ab arpicordis colloca come garzone il fratello G. Paolo presso il calzolaio Vincenzo de Veronesi Gratiadeo de Antignate Testamento Antonii q. Dominici de Passirano ((in omnibus suis bonis mobilibus et immobilibus presentibus et futuris in livelli~ sibi heredem universalem instituit et esse voluit Mariam q Bernardi de Lanteris eius matrem cum hoc quod decedenti ipsa succedere debeat in eius locum Gratiadeium fq Baptiste de Antegnatis eius fratrem ex parte matris. Gratiadeo f Baptistae de Antignate (atto rogato nel convento di S. Maria del Carmine 1 Testamento di Maria q Dominici de Lanteris et uxor in secundo matrimonio magistri Baptiste fq. Bartholomei de li Mesanis organiste dicti de Antignate, essa nomina suo erede universale Graziadio Antegnati

25 INNOCENZO marangone Agosto Jacobo et Innocenti0 de Antignate marangonis laborantibus in dicto monasteri0 ( Scti Faustini maioris ) NICOIIO' lapicida Dicembre Nicolao q Andreae de Antegnate lapicida Novembre Nicolao q Andreae de Antignate lapicida i Settembre Testamento di Nicolo Antegnati (cfr. doc. N. 1) VINCENZO lapicida Giugno Marco de Paysolis de Bornado et Vincentio de Antegnate lapicidis ANTONELLI PIETRO marangone Marzo Petrus q Antonelli de Antonellis marengonus habitator in terra de Nibulento viene ad una transazione ANTONIO lapicida Febbraio Andrea q Antonii lapicide da AQUATE marangone Settembre Antonius da Aquate marengonus viene ad un compromesso per la vendita di terreno da BORNO cfr. ARIGALI ANTONIO da CADIGNANO marangone Ottobre Antonio q Jacobi de Cadignano marengono Marzo Antonio de Cadignano marengono da CALEPIO lapicida Novembre Antonio de Calepio lapicida in Scta Eupremia da CALVISANO marangone Giugno Antonius de Calvisano partecipa al paratico dei Marangoni (cfr. doc. N. 44) da CHIARI orafo Aprile Archangelo et Antonio filiis fratris Joannis de Claris de Pavono aurificibus Luglio Antonio f Joannis de Claris zoyolario Novembre Archangelo f Benedicti de Claris de Pavono et Antonio eius fratre zoiolariis Gennaio Archangelo f Joannis de Claris

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Decorati al Valor Militare

Decorati al Valor Militare Cantalice ai suoi figli Caduti per la Patria nella Grande Guerra 1915 1918 Decorati al Valor Militare Caporale BOCCHINI Felice di Luigi - del 146 Reggimento fanteria, nato a Cantalice il 15 ottobre 1895,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI Prot. n. 7889 del 3 Luglio 2013 COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI ELENCO IN ORDINE CRONOLOGICO DEI PAGAMENTI DEI DEBITI DI SORTE

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Italo Giordani Via Ischia, 2/C I 38030 Panchià 0462*813724

Italo Giordani Via Ischia, 2/C I 38030 Panchià 0462*813724 Nel il mese di giugno 2015 si pubblica la settima puntata su don Giovanni Pietro Muratori, fondatore dell'omonima biblioteca a Cavalese. In essa si pubblica il documento di acquisto dell'edificio corrispondente

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario.

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario. art. 493 Codice Civile L'erede decade (1) dal beneficio d'inventario [490, 494, 505, 509, 564 c.c.], se aliena o sottopone a pegno [2748 c.c.] o ipoteca [2808 c.c.] beni ereditari, o transige [1965 c.c.]

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BERGAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BERGAMO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Esistono ancora moltissimi malintesi circa cos è un kahuna hawaiano. Scrivo questo articolo per

Dettagli

Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO»

Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO» Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO» ROMA SOCIETÀ EDITRICE DEL «FORO ITALIANO» 1969 (2014) Norme per la preparazione di sentenze da pubblicarsi ne «IL FORO ITALIANO»

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

AlessAndro d AveniA Cose CHe nessuno sa 01_D'Avenia_Cose che nessuno sa.indd 3 21/12/12 11.37

AlessAndro d AveniA Cose CHe nessuno sa 01_D'Avenia_Cose che nessuno sa.indd 3 21/12/12 11.37 Alessandro D Avenia COSE CHE NESSUNO SA Questo libro è un opera di fantasia. Personaggi e luoghi citati sono invenzioni dell autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione. Qualsiasi analogia

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L.

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. 64/2013 Fatture in C/Capitale non estinte alla data dell'8 Aprile 2013 1 F.lli

Dettagli

GARA N 8 - CADETTE 1989/90 - mt 1500 - CLASSIFICA 1989 CLASSIFICA 1990

GARA N 8 - CADETTE 1989/90 - mt 1500 - CLASSIFICA 1989 CLASSIFICA 1990 GARA N 8 - CADETTE 1989/90 - mt 1500-1 LEONARDI GIULIA 5 CERCHI SEREGNO 1990 2 SERQUEIRA LEINA AICS BIASSONO 1990 3 MANZONI SILVIA GSA BRUGHERIO 1989 4 TAINO ALBA POL. NOVATE 1990 5 SCIARRINO VALENTINA

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l.

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Studio n. 836-2014/I Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Approvato dall Area Scientifica Studi d Impresa il 10 ottobre 2014 Approvato dal CNN nella seduta del 9 gennaio 2015

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Offerta di maggior ribasso. Offerta di minor ribasso. Non ammessa. Ribasso offerto % 1 APPALTI E COSTRUZIONI CIVILI SRL X 32.651

Offerta di maggior ribasso. Offerta di minor ribasso. Non ammessa. Ribasso offerto % 1 APPALTI E COSTRUZIONI CIVILI SRL X 32.651 1 APPALTI E COSTRUZIONI CIVILI SRL X 32.651 2 SINISGALLI SRL X 33.631 0.8505 3 ALBERGO APPALTI SRL X 32.617 4 EDILFLORIO SRL OPERE PUBBLICHE X 35.688 x 5 3R COSTRUZIONI SRL X 33.328 0.5475 6 SCHIAVO &

Dettagli

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60 GARA 3 del 22 Ore 15:00 QUATTRO CON Senior A M Finale 1 CAMPIONATI UNIVERSITARI MONATE (Codice 7 mt.500 N.Eq. 6 N.Isc. 6) 1 (01:33:60) (4-55) Wurzel Marius (1) Casetti Andrea (1) Palma Jacopo (2) Banti

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : RAVENNA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : RAVENNA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

GRADUATORIA D'ISTITUTO PER NOMINE A TEMPO DETERMINATO - DEFINITIVA DENOMINAZIONE : SALERNO "MONTERISI" LORIA COMUNE : SALERNO

GRADUATORIA D'ISTITUTO PER NOMINE A TEMPO DETERMINATO - DEFINITIVA DENOMINAZIONE : SALERNO MONTERISI LORIA COMUNE : SALERNO AB77 - CHITARRA PAG. 1008 000001 BARONE MARIO SA/135710 0,00 0,00 6,00 126,00 66,00 15,00 Q X 213,00 2014 02/12/1985 (NA) BRNMRA85T02L245D VIA CARMINIELLO 7, E 14 80058 TORRE ANNUNZIATA (NA) SAMM17400V

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano Guida al Campus Aule, mappe e servizi Sede di Milano INDICE Elenco aule per attività didattiche 2 Elenco Istituti e Dipartimenti 7 Mappe delle Sedi universitarie del campus di Milano 8 Vista d insieme

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

6) I LUOGHI DEL SACRO

6) I LUOGHI DEL SACRO 6) I LUOGHI DEL SACRO Gli edifici di culto spesso hanno orientato l organizzazione territoriale in maniera incisiva e hanno avuto ruolo distintivo nell identità locale: nelle varie epoche hanno creato

Dettagli