PREFAZIONE. desiderio di riconoscere il disegno, che collega nel profondo, tutto ciò che in superficie appare separato.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PREFAZIONE. desiderio di riconoscere il disegno, che collega nel profondo, tutto ciò che in superficie appare separato."

Transcript

1 PREFAZIONE Siamo persone che, spinte dall idea di un cammino di cambiamento, si sono unite con l intento di conoscere se stessi e ricercare la Verità. Abbiamo formato un gruppo e ci incontriamo periodicamente per interrogarci, esplorare e lavorare insieme. Questo libro è la raccolta di una piccolissima parte degli incontri tenuti nell arco degli anni. Sarà seguito da numerosi altri. Infatti tutti gli incontri sono stati registrati, trascritti e sistemati dagli allievi, e verranno raccolti in libri, allo scopo di essere a disposizione delle persone che volessero trarre vantaggio dagli insegnamenti che contengono. Statale34 è il luogo di incontro dal quale è partito il nostro percorso, che nasce da un bisogno di ricerca che non presuppone sempre, necessariamente, un traguardo da raggiungere. Il percorso e la ricerca sono avvenute perché un gruppo di anime si sono incontrate e unite, per guardare oltre al visibile spinte dal desiderio di riconoscere il disegno, che collega nel profondo, tutto ciò che in superficie appare separato. Queste pagine sono il frutto dei nostri incontri. Spesso la forma è grossolana, ma la ricerca di profondità e verità è sincera. Se le scoperte di una ricerca rimanessero a beneficio di pochi, potrebbero essere comunque importanti, ma sicuramente, sarebbero povere d amore. Quando invece c è l amore scatta subito il desiderio di condividere e la speranza che la propria esperienza possa essere utile a qualcun altro. Questo è stato l obbiettivo che ci ha guidato nella felice fatica di offrire questa testimonianza. Statale34.it gli autori 1

2 INDICE L inconscio dell umanità.... pag. 5 - La comprensione Ricollegarsi con la Verità Il giudizio La distanza è partecipazione... pag Produrre la pace Non schierarsi Centratura La benedizione La malattia causa la morte o la morte causa la malattia?. pag Himalaya: ultimo capitolo del libro di T. Terzani La comunicazione essenziale..... pag La chiarezza Gibran: La Ragione e la Passione Condividere Pensieri e emozioni Collegamento con l anima L amore unisce (vivificante)... pag Tenere insieme La seduzione Lo sconosciuto Mettersi in pace La nostra trave..... pag L attitudine alla pace La carrozza Gibran: Il Lavoro L integrità La comunicazione Nella direzione della pace. pag Sapersi posizionare Dare e ricevere L ascolto - Funzioni dell uomo e Centri Superiori La responsabilità pag Favola di Osho La distruzione Il pensiero costruttivo Non schierarsi Tipi psicologici.. pag La macchina umana Attenzione divisa I Centri dell uomo..... pag Il riconoscimento - Cos è la guerra? Tutto ciò che separa Ciò che critichiamo siamo noi Questa cosa unisce o separa? Attenzione divisa e ricordo di sé Il sentire Profondo..... pag Riconoscere la Verità L ego e la ragione Il giudizio La struttura trina..... pag Legge d ottava La costruzione di una scuola La legge dei cosmi La Via, la Verità e la Vita.... pag La responsabilità Un gruppo di ricerca Visione interna e visione esterna - Il passato Cos è che voglio veramente?.... pag La comunicazione Il conflitto ci fa dimenticare di noi L obbedienza a se stessi Far fruttare i talenti Aprirsi a un mondo più grande... pag La via per la crescita La guarigione Il valore di un gruppo Scegliere il proprio nutrimento... pag Quale terreno scelgo di essere? La Quarta Via: un lavoro sulla globalità dell essere Voler vedere la Verità Non prestarsi alla maldicenza La scienza del contatto.... pag

3 - I mondi e le frequenze La comunicazione Essere un pacificatore Espansione e chiusura Perché le cose non funzionano... pag La ribellione Legge d ottava Magnetismo Anima e ego Le leggi che governano l uomo... pag La legge dell accidente Essere padroni di se stessi Il sonno della coscienza La legge del dare e dell avere Esiste un tempo per ogni cosa Essere d aiuto..... pag La possibilità di cambiamento La trasformazione Tutto è come deve essere La purificazione Il maestro: tutto e ogni cosa Il pensiero costruttivo..... pag Le idee sono semi Il costruire contiene una responsabilità Volontà: l equilibrio di amore e potere Illusioni di Richard Bach Esserci: stare in ciò che ci è donato.... pag Trasformazione: la via per il lavoro su di sé La scelta e il servizio Legge di risonanza La vita: perfetta Perché l uomo si inganna? Il maestro come l allenatore Le convinzioni pag Racconto film: Camminare sull acqua Aprire la mente alla comprensione La salvezza è nell amore - Nel non schierarti sei un testimone di pace Saper chiedere è grande potere su di sé L influenza C..... pag Il ciclo di Isteresi Gibran: Il lavoro - Rapporto con Dio Il quanto d azione..... pag Il magnetismo Saper vedere: la visione Il valore La prigione del passato Il seme del nuovo mondo... pag Il giudizio - Non alimentare la paura I livelli Sessualità e Astinenza Il rifiuto Quanto mi conosco?.... pag La personalità e l essenza La scelta Il piacere La ribellione La reattività L energia del verbo... pag La ribellione La disciplina La sintonia La maldicenza Educare la mente..... pag Il pensiero preciso Lavorare per l eternità Sintonizzarsi con la bellezza Il tradimento Mente logica e mente analogica..... pag La separazione nell uomo La stabilità dell intento Sapersi collocare Stati di coscienza pag L armonia va guadagnata La coscienza del gruppo richiede la coscienza del singolo Il mondo più grande vede il mondo più piccolo Il limite non dobbiamo crearlo L amore dipende 3

4 dalla capacità di contenere Sapersi collocare..... pag La legge dei cosmi I livelli Teorema di Godel Chimera di Merlino Amministrare l energia.... pag L energia sessuale Amore e bisogno Coppia convenzionale e coppia essenziale Mediazione... pag La mediazione Incontri con uomini straordinari Falsi valori Il seme, il terreno e il seminatore Letture trattate pag. 321 Indice analitico pag

5 L INCONSCIO DELL UMANITA La comprensione Ricollegarsi con la Verità Il giudizio A volte capita che in un cammino di ricerca dopo aver ascoltato per milioni di volte una cosa, averla sentita vera, averla capita ed essere stati d accordo, arriva un momento che la comprendete veramente. A questo punto tutto cambia. Solo questa comprensione ha potere di trasformazione, le altre cose sono passi sulla via. Un sapere è un buon inizio, un sentire è un buon componente, ma è la comprensione che ha potere di trasformazione e quando la comprensione avviene voi ve ne accorgete per la qualità speciale che ha e anche per la pace che porta. Ad esempio le osservazioni sul non giudicare, una persona le può accettare, ma con tutta una guerra dentro, perché in realtà è tutta la vita che questa persona ragiona in termini di giusto e di sbagliato, di giustizie e ingiustizie e dice Sì, ho capito, è vero, non bisogna giudicare però viene un momento in cui la comprensione sboccia. Prendiamo l esempio di un bambino che ha subito violenze, soprusi, ingiustizie e ha sofferto moltissimo, questo bambino crescerà disturbato, i suoi disturbi possono essere talmente gravi che domani potrà uccidere o violentare. Se voi state sulla superficie, lo giudicate un assassino, ma lui ha vissuto un esperienza terribile che ha segnato la sua vita, questo spiega il suo comportamento. Allora quelli che hanno fatto questa cosa su di lui, cos è che spiega il loro comportamento? Dovete porvi delle domande, è tutta una catena e in realtà ogni cosa ha un suo significato. L altro punto è che la vita non è solo quello che si vede, quello che si vede è la superficie, ma quello che si muove e che muove tutto ciò che si vede, è in un piano sottile. Una cosa è il vostro corpo fisico, una cosa è quello che fate, forse fate una cosa strampalata perché avete paura, ed è un inconscio invisibile. Esiste anche l inconscio dell umanità, non solo dell uomo. In un uomo si vede un comportamento che si dispiega alla luce del sole, questo comportamento è il risultato di ciò che è stato pensato, sentito e buttato nella profondità dell essere, che così represso poi si esprime, lo stesso è quel grande uomo totale che si chiama umanità. 5

6 Allora quello che state vedendo, è il risultato di tutto ciò che avete messo nella profondità di quella realtà che si chiama umanità, tutta la maldicenza, tutta la guerra, tutto questo si somma e in un organismo viene fuori. Voi fate dei pensieri sbagliati, portate la vostra vita fuori, il vostro comportamento, il vostro sentire, i vostri pensieri fuori da tutte le leggi della vita, create uno squilibrio psicofisico che poi si manifesta in un organo. Gli uomini miti che erediteranno la terra, di cui parla Gesù, sono quelli che non si schierano nella guerra, poiché schierarsi nella guerra, vuol dire alimentarla, dovete capire bene questo. Schierarsi significa alimentare la guerra, in tutte le circostanze, non c è pace in uno dei due schieramenti. Torniamo al bambino che può diventare un assassino o un violentatore, non serve condannarlo, non serve combattere, cosa bisogna fare? Se non serve combattere, non serve condannare, cosa bisogna fare? Che cosa bisogna fare per andare nella pace? Per tutti, non solo per noi. Bisogna ripristinare il contatto con la Verità. Ricollegarci con la Verità e amare la Verità per poterla cercare e ricollegarsi. Il primo passo per poter discernere la Verità è quello di incominciare a comprendere come il giudizio lo impedisca, il giudizio vi rende ciechi. Io non so chi di voi ha proprio toccato con mano questa realtà, vi rende anche stupidi, oltre che ciechi. Vi rende anche violenti oltre che stupidi e ciechi. Ma il giudizio non è solo giudizio negativo, anche positivo, il giudizio è l attribuire un immagine a una cosa e renderla immutabile, dopo tutto confermerà quel giudizio, perché il giudizio equivale a vivere nella mente, invece che nella vita. E tutto molto semplice. Giudizio vuol dire vivere nella mente e non nel presente, nella mente del passato, invece che vivere nella vita e nel presente. E sapete che cosa produce quel giudizio? Una cosa interessante, che tutto quello che l altro fa è una conferma del nostro giudizio. Non può essere che così, avete utilizzato il giudizio per leggerlo!!! Il giudizio è l impossibilità di riconoscere, mentre vivere, è riconoscere, vivere è essenzialmente riconoscere. Bisogna comprendete l importanza del non giudicare, non perché giudicare, è immorale, non ci interessa la morale, ma perché giudicare, vi imprigiona. Toglie i frutti della vita prima ancora che 6

7 possano crescere, giudicare non permette la possibilità. Il giudizio è esattamente l opposto del voler comprendere, perché il giudizio nasce in un milionesimo di secondo, il giudizio di cui stiamo parlando non è il risultato di un processo molto lungo in cui l uomo cerca di comprendere, il giudizio fissa quella cosa in un certo modo nella vostra mente e quella cosa sta sempre lì. Quando una persona abbandona un proprio giudizio, è una cosa molto bella, vede subito nascere la libertà. Bisogna arrivare a vedere bene questo potere di giudizio, così come bisogna arrivare a vedere bene il peso che ha il passato nella vostra vita, perché poi il giudizio non è altro che il modo in cui il passato si esprime ora, solo questo. Il giudizio non è altro che quell azione che voi compite con la vostra mente e attraverso la quale il vostro passato si sta esprimendo. Il potere che ha il passato sulla vostra vita, non sottovalutatelo, è un potere immenso. Una gabbia potentissima. Aggiungo: è l azione attraverso la quale il passato si esprime ora, rubandovi il presente, impedendovi il futuro, riportandovi sempre al passato e facendo in modo che il futuro sia uguale a quel passato. Il giudizio è il modo attraverso il quale il passato riproduce se stesso. So che molti non capiscono, ma essere qui ora vuol dire essere qui senza schemi precostituiti. Senza giudizio precedente. Pregiudizio, senza giudicare, quindi pregiudicare. Perché chi pregiudica che cos è? Ve lo dico io: è un pregiudicato, ecco perché è in prigione. Il nostro linguaggio è intelligente, usa la parola pregiudicato, per dire uno in prigione. Invece valutare una situazione in cui siete, non è giudizio questo, la vita vi offre quest esperienza da esplorare e voi la esplorate. Quindi la ricerca è un punto interessantissimo che nasce quando l uomo si accorge di una cosa meravigliosa, si accorge di non sapere. E per quello che vale vivere, perché non sapete e potete imparare, e quando avrete imparato, non saprete lo stesso, ma sarete più ricchi, più vivi e più felici. Il giudizio è di chi sa, giudica chi sa. Il giudizio soddisfa molte cose, soddisfa i bisogni di tutta la parte di voi che non vuole lavorare, quindi soddisfa la pigrizia. L aver archiviato una cosa e non doverla più ritirare fuori accontenta la vostra pigrizia dentro, ma anche la vostra paura. L alternativa è metterci in gioco. Se la Verità la dovete 7

8 andare a scoprire perché non la sapete, dovete mettervi in gioco. Bisogna dedicargli tempo, pensieri e bisogna lavorare. E importante arrivare a vedere nella vostra vita quanto il giudizio impedisce, perché non può essere una teoria messa lì, bisogna vederlo bene, nel concreto, perché il modo nel quale giudicate vi chiude tutte le porte, questo è da vedere e nessuno può farlo tranne voi, ognuno deve farlo da se stesso. Nessuno può fare niente per voi, a un certo punto vi dovete mettere in gioco, quest idea può cambiare la vostra esistenza. Gesù ha detto una cosa che messa lì così non si capisce, oppure è una bomba atomica, dice: Non giudicate e non sarete giudicati. Di fronte a una cosa del genere se siete dei Cercatori della Verità, non vi fermate, c è una saggezza immensa. Uno però può dire: Oh, le solite stupidate! Fine, chiuso. Invece, se voi date valore alla vita, pensate cosa significa non giudicare e non sarai giudicato. Che cosa vuol dire? Quante delle cose che cercate sono già nel vostro mondo? Prima domanda, la risposta è semplice: tutte. Però bisogna guadagnarsela questa risposta, perché se viene detta da un altro, vuol dire poco. Altra domanda: quante delle cose che cercate sono già nel vostro mondo? Secondo: se ci sono, come mai sono invisibili? Altra domanda: e se ci sono e sono invisibili, chi è che le rende invisibili? Voi le rendete invisibili attraverso il giudizio. Il giudizio rende invisibili le possibilità. E lo strumento attraverso il quale l uomo condanna se stesso a una vita di stenti. Allora dice Gesù cercate la Verità, non importa come la concepite, tanto comunque la concepiate, è una concezione sbagliata, la Verità si rivela a chi se ne è reso degno e pronto. Non siete voi che la fate la Verità, la Verità si rivela a colui che ha prodotto la sua possibilità di contenerla. La Verità voi la perdete perché non potete contenerla, non avete lo spazio per contenerla, perché questo spazio lo occupa il giudizio, e anche il passato. Cercate la Verità e la Verità vi farà liberi. Queste parole possono cambiare tutto. Ritorniamo ai miti che erediteranno la terra, vuol dire di cercare o vivere quella pace dentro di voi che coincide col non partecipare alle guerre, esercitare la compassione nei confronti di coloro che lo fanno 8

9 e testimoniare la vostra pace, e quando questa pace sarà diffusa in maniera diversa a un numero maggiore di persone, potrà essere la pace di tutti. Pensate: perché una cosa vi disturba? E solo l etichetta che gli avete messo sopra, è un segno, è un etichetta. Il modo più elementare come funziona la mente, la struttura più primitiva della mente è: più e meno. E la prima divisione, se cambiate le etichette cambia tutto. Se una cosa vi disturba cambiate l etichetta, non combattete tutta la vita, cambiategli l etichetta. Voi non vedete la realtà, la realtà si vede solo quando il giudizio è tolto. Voi vedete come giudicate, non la realtà, vedete quella rappresentazione della realtà che avviene nella vostra mente, è un illusione. Scusate, ma l idea di giudicare non è proprio quella superbia di cui parla il peccato originale? Volete giudicare cosa, ma chi siete? Ci credete che non si muove foglia che Dio non voglia, come dice il nostro proverbio? Allora qualunque cosa giudichiate, volete giudicare l operato di Dio, è questo! Non serve. Il mondo è fatto come deve essere fatto. Dobbiamo solo imparare la lezione, siete qui per imparare quello che c è da imparare, se imparate andate oltre. E se essere qui è faticoso, portare a termine il vostro compito è il modo più veloce per sottrarsi da questa fatica. Se combattete contro l insegnante, contro la classe, contro i compagni, contro i bidelli, è un disastro, verrete anche bocciati, vi toccherà tornare a fare ancora la cosa che volete evitare. E un illusione credere di essere liberi contravvenendo alle leggi. Contravvenire alle leggi non è libertà. Libertà è soddisfare le leggi col minimo sforzo e nel migliore dei modi. Senza l ansia del risultato, perché l ansia del risultato è quella non qualità che impedisce il risultato stesso, il risultato delle vostre azioni è nelle mani di Dio, quindi non è una cosa di cui voi vi dovete occupare. Voi vi dovete occupare di fare ciò che intendete fare al meglio delle vostre possibilità. Il risultato certo segue, tante volte il risultato è invisibile e diventa visibile tutto in un colpo, comunque se voi ragionate in termini di risultati, le vostre azioni sono tutte sporche. Se capite che il voler avere il risultato sporca la qualità delle vostre azioni, avete capito tutto. Gesù dice: Cercate innanzitutto il Regno di Dio, il resto vi sarà dato in soprappiù. Se voi pregate chiedendo di diventare miliardari non 9

10 otterrete nulla perché solo quando avete prodotto l accettazione dentro di voi, di non essere miliardari, produrrete il risultato. Ricordate, il divieto nell universo non funziona, funziona però l amore e lo scopo. Concentrate la vostra attenzione su ciò che per voi ha valore, su ciò che amate. Tutto va come deve andare. 6 Settembre

11 LA DISTANZA E PARTECIPAZIONE Produrre la pace Non schierarsi Centratura La benedizione Chi di voi può dire che questo momento è un momento di particolare difficoltà? Che caratteristiche ha questa difficoltà? Quello che state vivendo è una fase. Coloro che amano la guerra dicono quelli sono i miei nemici, se li uccido proverò pace, non è vero. Li uccidete, loro perdono il loro corpo ma vanno in un piano più sottile, che è sempre qua, e non dovete farci i conti con un aspetto esterno, ma con quello interno. E per quello che la pace può essere solo prodotta, non serve uccidere. Altrimenti Gesù non avrebbe detto amate i vostri nemici avrebbe detto uccideteli così ve ne sbarazzate, ma Lui sapeva che uccidendoli non li togliete. L uomo reagirà a questo passaggio con ciò che ha maturato, non con ciò che sa, non con ciò che crede, solo con ciò che ha maturato. Allora, secondo me, è il momento di stare molto centrati interiormente e tenersi stretti al proprio Dio interiore. Coltivare questa vibrazione interiore che serve al passaggio. Non abbiate paura perché tutto il processo su cui si regge questo disagio è la dimensione della paura e le parole di Gesù ci vengono di nuovo in aiuto: I miti erediteranno la terra. E proprio questo, perché la paura vi spinge subito a schierarvi e a entrare nella guerra. Noi non ci schieriamo e confidiamo in Dio, insieme. L uomo è molto pigro ed è per questa ragione che in certi momenti ha varie forme di rifiuto della Verità, questa è la ragione per cui in certi tipi di scuole di crescita, come questa, l insegnamento deve provocare una decisione per mettere l uomo di fronte alla scelta, la scelta fa sempre conoscere chi siete. Giuda che tradisce il Maestro, dopo che lo ha tradito sa che è un traditore. Dovete rimanere centrati e la centratura consiste nel guidare se stessi, è equilibrio, ma è anche una forza. Può sembrare assurdo ma la distanza è partecipazione, e coinvolgimento. Quando siete distanti perché siete centrati e non avete una problematica da risolvere potete esserci pienamente, se 11

12 invece siete nella paura ciò non avviene. La centratura porta sempre nel luogo dell amore. Questo è ciò che vuol dire essere nel mondo ma non del mondo, perché non essere del mondo significa che non siete schierati e provate ad avere questa distanza per essere responsabili, efficienti e utili, non siete coinvolti. La vostra centratura è il vostro valore. La centratura è una cosa che un giorno l avete, poi la perdete, poi la riavete, non fa niente, quello che conta è qual è la cosa che vale per voi. Posso dire che per me, l unica idea che ho, lo scopo della mia vita è di essere una cosa sola con Dio. Se voi avete quest idea, la coltivate e la amate, allora diventerà sempre più frequente. Gesù dice: Dov è il tuo cuore, cioè ciò che ami, lì c è il tuo tesoro. La bussola indica sempre il Polo Nord, voi la girate e lei si orienta sempre al Polo Nord. Alla bussola interessa solo il Polo Nord, non è che non si muove, ma lei automaticamente va al Polo Nord. Sapete perché va al Polo Nord? Perché è magnetizzata della stessa vibrazione del Polo Nord, è per quello che i Cercatori di Verità non si fermano, perché già hanno prodotto un po di Verità dentro di loro e vanno sempre verso la Verità, sempre, continuamente, o verso Dio o verso la bellezza. Coltivate un po della vostra bellezza dentro di voi e questa si cristallizzerà, è la bussola che vi porta sempre lì. Diciamolo in un altro modo, l unica cosa che voi avete è la vostra vita e tutto ciò che fate lo mettete nella vostra vita. In questo concetto bisogna capire anche i pericoli, perché se voi maledite una cosa, la maledizione va a inquinare la vostra vita. E come se viveste in un appartamento, e invece di buttare tutto nell immondizia, lo buttate dappertutto, non avete commesso una grande furbizia. E come il ladro che cerca di rubare e di farla franca sta derubando a se stesso. Allora vuol dire: date amore perché lo state dando a voi. Se state cucinando un piatto di pasta asciutta fatelo con attenzione e con amore, fate in modo che quel piatto di pasta asciutta sia speciale, impeccabile, buono a mangiarsi e vedersi. Con quel gesto state costruendo l amore in voi. Tutto ciò che voi fate va a finire a Dio, nulla è sprecato. Parliamo tanto del giudizio, non perché giudicare fa male, ma perché questo giudizio produce una lacerazione nella vostra vita e vi farà soffrire. Non è che Dio vi punisce perché avete giudicato, voi siete la 12

13 punizione di voi stessi. Se di una persona non potete dire bene, non potete benedirla, piuttosto che maledirla, meglio cancellarla dalla vostra vita, se proprio non potete dire bene, sarebbe quasi meglio non averci niente a che fare. E bella la benedizione, è bellissima. Il cammino di crescita incomincia sempre con uno scopo e, per quello che potete dare allo scopo, andando avanti, vi viene chiesto di dare molto, perché questo vi fa venire i muscoli e la forza. La condizione di dare molto addestra all amore. Entrate in quella centratura di forza e amore. Quando siete nella centratura, e ci si va un po alla volta, scoprite la Verità, scoprite che siete una particella di Dio. L uomo però non accetta questo discorso e anche se l accetta è tutta una cosa che gli entra da un orecchio e gli esce dall altro e allora ha bisogno di un percorso esperienziale e un giorno arriverà a dire Aaah, finalmente, non devo più dimostrare niente! Non devono essere parole, deve essere un esperienza, allora quella è estrema leggerezza. Vi voglio dire un ultima cosa, la comunicazione non è della mente e non è neanche delle altre funzioni dell uomo, la comunicazione è sempre dell anima, perché se una cosa nell anima di una persona non c è gliela potete spiegare con due milioni di miliardi di modi, con parole sempre diverse, ma non succederà mai niente, è l anima che risuona. Quindi quando entrerete in quella semplicità, un po alla volta, e la vostra struttura sarà diventata uno strumento perfetto dell anima, tutto quello che farete sarà l espressione di quell anima e si sentirà. La magia è incominciare a benedire ciò che state maledicendo. Questa è la magia meravigliosa, questo è il cambiamento proprio totale di rotta, tutto ciò che fino a ora avete maledetto incominciate a benedirlo, perché è proprio la vostra benedizione, lo è veramente. 13 Settembre

14 LA MALATTIA CAUSA LA MORTE O LA MORTE CAUSA LA MALATTIA? Himalaya: ultimo capitolo del libro di T.Terzani Pensando a voi stessi vi ritenete Cercatori della Verità? Chi si ritiene Cercatore della Verità potrà apprezzare questo libro di Tiziano Terzani che si intitola Un altro giro di giostra. Terzani è un famoso giornalista, ha fatto tante missioni in posti di guerra, è un uomo di una certa taratura e a un certo punto si ammala di cancro, muore all età di 66 anni e qui racconta la sua esperienza. A causa della sua malattia viene a contatto con la medicina tradizionale e altri tipi di medicine che va ad esplorare in giro per il mondo. Quello che è importante è la sua esperienza interiore che si conclude sull Himalaya. In queste poche pagine ci sono alcune delle sue osservazioni più profonde sulle quali possiamo riflettere molto. Himalaya Quando arrivammo sul crinale quel che ci si parò dinnanzi ci tolse l ultimo fiato. Lungo l intero orizzonte al di sopra di un oceano di monti e valli, al di sopra di banchi di nuvole, ancor più in alto, là dove il mondo sembrava ormai finito, svettavano a perdita d occhio montagne impervie d un bianco che quasi luccicava sullo sfondo azzurro; immateriali inverosimili come quelli di un quadro. Dice ad un vecchio saggio. Dica la verità, queste sono tutte dipinte dissi rivolto a un vecchio che ci aspettava fermo davanti al portico della casa. Fece una grande risata Certo, è il Divino Artista a farle e ogni giorno le dipinge diverse disse poi, guardandomi fisso, aggiunse la Verità? Perché voi siete in cerca della Verità? Come potevamo dirgli di no? Sentite questa frase. La Verità è come la bellezza, non ha limiti, non può essere imprigionata nelle parole o nelle forme. La Verità è senza fine. Angela ed io ci guardammo, a questo punto non c era più bisogno di presentarci. Appena tirammo fuori il pane e il formaggio che ci eravamo portati dietro, due corvi calarono, gracchiando, dalla cima di un cedro e vennero a richiamare la loro parte. Il vecchio disse che da anni erano i suoi regolari commensali. Maschio e femmina? chiesi. Non so, è un problema che riguarda loro, non me rispose con una risata divertita. 14

15 Questo è un libro dove sono seminate perle di saggezza, ma c è anche un po di racconto. Angela ed io continuavamo a guardarci. Che cosa ci aveva portati lì? A prima vista la solita casuale catena di piccoli passi, coincidenze, decisioni che solo poi sembrano gestite da qualcuno che non siamo proprio noi. Il vecchio, pur avendo passato gli ottant anni, aveva una memoria formidabile. Si ricordava nomi, date, conversazioni e dettagli. Era come se la sua mente fosse messa continuamente a fuoco, gli chiesi come era possibile e fu lì che per la prima volta accennò al trucco della candela. Nella vita non ho fatto altro disse ridendoci su e declamò due famosi versi della Gita, Come una fiamma che non tremula al vento, tale è la mente concentrata su Dio. Era un pittore questo vecchio. Aveva bruciato tutti i suoi quadri e si era dedicato a mettere a fuoco la mente, ad andare al di là, non usò mai la parola meditazione. Disse però che ogni notte si alzava e restava due o tre ore in silenzio, immobile davanti ad un cero acceso. Quell esercizio era il trucco della candela. Raccontai al vecchio di essere stato tre mesi a studiare i Vedanta, Il Vedanta è un ottimo punto di partenza, ma troppo intellettuale, la vera conoscenza non viene dai libri, neppure da quelli sacri, ma dall esperienza. Il miglior modo di capire la realtà è attraverso l intuizione, non l intelletto che è limitato. Vedanta, buddismo, induismo, jainismo, l uno non esclude l altro, questa è l India, una civiltà fatta di varie religioni, tutte però fondate su alcune idee di fondo che nessuno, da Buddha in poi, ha mai messo in discussione. Però questo non è il solo mondo, questo non è il solo tempo, questa non è la sola vita e questa non è la sola coscienza. Ciò che è fuori è anche dentro e ciò che non è dentro, non è da nessuna parte, per questo viaggiare non serve. Se uno non ha niente dentro, non troverà niente fuori. E inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di se mi sentii colpito ed aveva ragione. Amo questa casa ma sono anche corrisposto perché questa casa ama me. Durante la seconda guerra mondiale gli inglesi ci tennero prigionieri Nehur. Angela, che è sua moglie, si ricordava come me della storia e ci guardammo increduli. Come era possibile? In un paese immenso come l India con centinaia di milioni di case, questa era la casa di cui avevamo sentito parlare anni prima, prima del malanno. 15

16 Lui era malato di cancro e chiama il cancro malanno, talvolta lo chiama amico. Prima delle medicine. Ebbi l impressione di qualcosa, di qualcuno che giocava con me, di una forza davanti alla quale non potevo, non dovevo resistere, era come se tutto era già successo. Raccontai al vecchio della mia malattia Ah, il cancro! Fece lui e mi fece una domanda che dovrebbe essere posta a tutti gli studenti di medicina il primo giorno di Università, Sono le malattie a causare la morte o è la morte a causare le malattie? Capite questa domanda? Vuol dire questo questa domanda: ogni uomo nel suo cammino, potete vederlo nella vostra vita, potete sperimentarlo, in qualunque momento della vostra vita potete imboccare la deviazione che conduce alla morte. Quando avete imboccato la deviazione che conduce alla morte, in qualunque momento lungo quel cammino, potete rimboccare la deviazione che conduce alla vita. Ma lo sapete che avete imboccato la deviazione che conduce alla morte? Non lo sapete, perché non siete consapevoli di voi stessi, lo sapete di fronte al risultato: una malattia che vi colpisce. Quella malattia è il frutto di un pensiero di separazione e di distruttività, voi la malattia ve la trovate davanti, questo bivio che conduce alla morte, ma la scelta al bivio di voltare in quella direzione, è stata vostra, quindi di fronte alla malattia dovete chiedervi qual è il pensiero che avete prodotto per imboccare quella strada e se pensate alle parole di Gesù è perché avete scelto la strada ampia e spaziosa che porta alla perdizione. Allora chiede Sono le malattie a causare la morte o è la morte a causare le malattie? Quindi la risposta è che è la morte che ha causato la malattia. Poi continuò, volevo davvero smettere di viaggiare? Cercavo davvero un rifugio? Ce n era uno poco lontano da lì. Puoi venire a stare qui quando vuoi. Ammutolii. Non sapevo se ero pronto e poi la Verità mi pareva una cosa ancora troppo grossa perché io da solo mi mettessi a cercarla. Il saggio: Tu non hai capito che non siamo noi a trovare la Verità, è la Verità a trovare noi, dobbiamo solo prepararci. 16

17 Si può invitare un ospite che non si conosce? No, ma si può mettere la casa in ordine, così che quando l ospite arriva, sconosciuto, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo. Coloro i quali dicono di cercare la Verità, ma hanno già idee sulla Verità stessa, non la cercano affatto. Questo è un bel passaggio, Continuò dicendo alcune volte di aver intravisto la Verità per un attimo. Dura per noi che vogliamo possederla, il vecchio saggio dice che lui ha intravisto la Verità per un attimo, intravisto. E quell attimo gli era bastato per dargli una certezza che non veniva dalla fede, ma dall esperienza, non dall esperienza di altri, ma dalla sua ed era quella certezza a tenerlo legato alla ricerca. Ecco perché coloro che cercano la Verità e hanno intravisto in un qualche modo, non abbandonano mai più la ricerca, coloro che l abbandonano è perché non hanno mai cominciato. Era chiaro che discretamente mi stava dando dei consigli, avevo tanti libri nelle borse con cui ero arrivato. Attento quella dei libri è tutta conoscenza di seconda mano, conoscenza presa in prestito, non vale granché e mi raccontò un altra storia. Un uomo entra in una grande biblioteca e dopo tanto studiare e cercare sceglie tre libri da portar via, va al banco per registrarli e chiede all impiegato: Quanti sono i libri in questa biblioteca? Varie decina di migliaia. E quanto tempo ci vorrebbe per leggerli tutti? Ah, molte vite. Bhè allora non voglio neppure questi, ci deve pure essere un altra via e parte. L altra via, dice il vecchio, è quella dell esperienza. L esperienza fatta su se stessi. Si capisce davvero solo quello che si è trovato, quello che si è sentito dentro di se, le vie per arrivare a quell esperienza possono essere varie. Innanzitutto calma la tua mente. Solo allora potrai ascoltare la voce che è dentro di te, non devi essere impaziente, perché l intuizione che ti apre la coscienza arriva raramente, magari è solo una goccia, ma quella goccia quando viene è come l Oceano. Mi distesi nell erba a guardare le stelle, mi parve di vederle per la prima volta e forse era davvero così perché le guardavo senza cercare di pensare ai loro nomi, senza cercare la Stella Polare o l Orsa Minore. Lassù senza elettricità, senza telefono, senza giornali, senza niente e nessuno di cui tener conto era facile fare un po di vuoto. Appena ci si stacca dalla routine, ci si accorge di quanta poca libertà, 17

18 anche interiore, ci sia nella vita di tutti i giorni e di come quel che solitamente facciamo e pensiamo è fatto di semplici automatismi. Diamo per scontato i ragionamenti della ragione, le nozioni della scienza, le esigenze del nostro corpo e quelle della logica e con ciò ci impediamo di vedere il mondo e noi stessi in modo diverso dal solito. C era qualcos altro lassù che con il passare del tempo divenne per me sempre più importante: il silenzio. Il silenzio faceva da sottofondo a tutte le esperienze, c erano vari silenzi e ognuno aveva le sue qualità; di giorno il silenzio era la somma del cinguettare degli uccelli, del gracchiare degli animali, del soffiare del vento su cui non compariva mai un suono che non venisse dalla natura, di notte il silenzio era unico. Secondo il vecchio tutto era collegato. Era convinto che tutto quello che succede ha un senso anche se il più delle volte noi siamo incapaci di vederlo. Secondo lui anche la mia malattia ne aveva uno, l importante era di rendersene conto e che questo voleva dire intraprendere un ultimo viaggio di ritorno, il viaggio di ogni uomo che si svegli verso la vita dei sensi. Capisci? Mi disse E il momento di ritornare a casa, di risalire alle tue origini e quelle, sappi, sono divine perché sulla scala del tempo noi discendiamo dalla scimmia, ma sulla scala dell essere noi veniamo da Dio. Come? Scavando dentro di te, eliminando via via tutte le dipendenze delle tue personalità, della tua conoscenza, per arrivare all essenza del tuo essere, ci vuole coraggio perché si tratta di buttare via una cosa dopo l altra, finché non hai più nulla a cui tenerti e scopri che c è una cosa che tiene te. Solo allora capisci che quella cosa è tutto ciò che cercavi. Il primo passo è il più difficile, si tratta di staccarsi dalla terra, dalle certezze che abbiamo, si tratta di evitare la trappola dell intelletto. All intelletto dobbiamo molto, ci aiuta ad analizzare, selezionare, a estendere il campo del conosciuto. Sentite questo passaggio: l intelletto ci aiuta a estendere il campo del conosciuto. Ma alla fine? L uomo può fare grandi scoperte, avanzare enormemente nella conoscenza, ma qualunque sia il suo progresso, all orizzonte del conosciuto troverà sempre lo sconosciuto. Va bene la scoperta, imparare, estendere il conosciuto, ma non cambia più di tanto le cose, perché alla fine del conosciuto c è 18

19 sempre lo sconosciuto. Tanto vale affrontarlo subito questo sconosciuto. La strada della quantità non risolve molto, per stare in un mondo conosciuto visto che è troppo piccolo e non ci puoi stare, lo allarghi, così conosci di più, ma lo sconosciuto continua ad esistere. Un giorno andai dal vecchio per raccontargli un sogno, volevo che mi aiutasse ad interpretarlo, ma il sogno non lo interessava. Quello che lo interessava era se avevo scoperto chi sognava, perché se tu sei nel sogno, vuol dire dentro il sogno, chi è allora colui che sogna te nel sogno? Padre Anthony dice: andare in profondità, sono come involucri, il corpo, l emozione, il pensiero e poi lui dice l intelligenza, questa è una suddivisione indiana fra una mente inferiore e superiore, l intelligenza, l osservatore, è questo di cui vi parla, la coscienza. Dice se tu sei nel sogno, sta parlando dell osservatore quindi, chi è quella persona che sogna te nel sogno? Si tratta di prendere una via, non due vie, non tre vie, una via, sentite come è chiaro qua: Scava in un posto solo e va giù, giù, giù, vedrai che prima o poi troverai l acqua. Fare un buco qui, un buco là, un buco là, non troverete niente, basta un buco solo, l importante è scavare fin quando non si trova l acqua. Passarono i giorni, le settimane, i mesi quietamente, in un armoniosa sequenza di pensieri, passeggiate, silenzi, qualche conversazione e soprattutto tanto tempo dato al tempo. Vedete come incomincia a cambiare la sua vibrazione? Dovetti tornare a New York per i soliti appuntamenti con gli aggiustatori, che sono i medici, ma fu davvero come se, a forza di vivere da solo fossi riuscito nell esercizio di dividermi. Il mio corpo viaggiava, veniva ispezionato, risvegliato e rimesso sull aereo, la mia mente rimaneva però lassù, nella pace della casa di pietra, per cui ci tornavo senza che in fondo fossi mai partito. Con il mondo giù a valle in generale volevo sempre di meno avere a che fare. Non vi sfuggirà che quello che lui sta dicendo è squilibrato e lui lo spiega adesso: mi sembrava di aver capito come funzionava e non mi piaceva adesso sapete esattamente che è squilibrato, perché dice che non gli piaceva. 19

20 Persino il mio beneamato ospedale, a cui ero ormai legato da un certo affetto, mi accorsi che era soprattutto un grosso business e che era gestito con la stessa logica di un supermercato o una miniera di diamanti. Una mattina chinandomi a cogliere un fiore che non avevo mai visto, mi accorsi che l erba attorno era piena di maggiolini, mi misi ad osservarne uno e mi persi. Scalava un filo d erba, passava ad un altro, scendeva infaticabile, risaliva su un altro filo, avanti e indietro ancora su uno, finché a un certo punto, abbracciato alla punta finissima di un filo che si piegava leggermente al suo peso, lui da sotto la sua corazza lucida e rossa, tirò fuori delle minuscole ali trasparenti e volò via. Non lì accanto in un altro cespuglio, ma via, in alto nel cielo, verso le montagne senza sapere nulla delle leggi di gravità, facendo quello per cui era nato, seguendo la sua natura. La mente è frutto del tempo, è un magazzino di esperienze, opera con quello che conosce e per sua natura non va mai al di là di quello che le è noto. Per questo la mente, arrivata al suo limite razionale, non trovando la soluzione dentro di sé in quello che ha accumulato, si ritira e lascia che l intuizione vada al di là e faccia quel salto di coscienza che gli permette una nuova visione. Avete spesso visto che quando un problema sembra senza soluzione, la soluzione improvvisamente compare fuori dalla logica alle soluzioni in cui si è abituati. Non avevo visto il vecchio da alcuni giorni, quando un pomeriggio lo incontrai che andava, anche lui, a fare la sua passeggiata nella foresta. Come sta il tuo amico? mi chiese. Pensai che parlasse del topo, ma lui aggiunge pensi sempre ad una cura? e capii che si riferiva al mio cancro. Altro punto d oro: Devi arrivare a un punto in cui la cura non è più ciò che desideri, perché hai capito che c è una cura più profonda delle medicine. Se tu potessi entrare in contatto con l unità della tua vita, allora sentiresti che la cura non significa più nulla, ci sono due tipi di salute: la salute bassa, che è l essere in forma come gli atleti e una salute alta che è l integrazione della malattia. Dopo mesi e mesi di isolamento si trattava ora di tornare a casa, in estate la famiglia si sarebbe riunita ed io non potevo mancare. L idea di andarci mi faceva un gran piacere, la nostalgia di Angela era a volte quasi un male fisico e volevo stare anche con i figli che non vedevo da tempo, ma non era semplice. 20

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Traduzione di Marco Zappella Nota dell Editore: Il 22 agosto 1998 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato una Notificazione, qui pubblicata

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO-

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- DOV'È TUO FRATELLO? Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- RE». Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli