Colli!Euganei! Denominazione!di!origine!Controllata. Colli!Euganei!Fior!d Arancio Denominazione!di!origine!controllata!e!garantita!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Colli!Euganei! Denominazione!di!origine!Controllata. Colli!Euganei!Fior!d Arancio Denominazione!di!origine!controllata!e!garantita!"

Transcript

1 Colli!Euganei! Denominazione!di!origine!Controllata Colli!Euganei!Fior!d Arancio Denominazione!di!origine!controllata!e!garantita! ETICHETTATURA!E! PRESENTAZIONE

2 Normativa!di!riferimento Regolamento! CE! n.! 1234/07,! modificato! con! il!regolamento!ce!n.!491/09!del!consiglio,! Regolamento! CE! n.! 607/2009! recante! modalità!di!applicazione!del!regolamento!ce! n.! 479/2008! del! Consiglio! per! quanto! riguarda! le! denominazioni! di! origine! protette! e! le! indicazioni! geografiche! protette,! le! menzioni! tradizionali,! l etichettatura! e! la! presentazione! di! determinati! prodotti! vitivinicoli Dlgs!61!del! !!DM! Disciplinare!di!produzione

3 Colli!Euganei!Fior!d Arancio! docg Come! previsto! dall art.! 1! del! disciplinare! di! produzione!la!denominazione!di!origine!controllata! e! garantita! Colli! Euganei! Fior! d Arancio! o! Fior! d Arancio! Colli! Euganei! è! riservata! ai! vini! che! rispondono! alle! condizioni! ed! ai! requisiti! stabiliti! dal! suddetto! disciplinare! di! produzione! per! le! seguenti!tipologie: Colli! Euganei! Fior! d Arancio! o! Fior! d Arancio! Colli!Euganei " Colli! Euganei! Fior! d Arancio! o! Fior! d Arancio! Colli!Euganei!spumante" Colli! Euganei! Fior! d Arancio! o! Fior! d Arancio! Colli!Euganei!passito.

4 Denominazione Il! termine! Fior! d Arancio! non! potrà! mai! essere! utilizzato! disgiunto! da! quello! dell'intera! denominazione! e! dovrà! quindi! essere! riportato! come!segue:!! «Colli!Euganei!Fior!d Arancio»!o! «Fior!d Arancio!Colli!Euganei». Deve! essere! sempre! riportata! la! dicitura! «Denominazione! di! Origine! Controllata! e! Garantita»,!!!!! per! esteso! con! caratteri! le! cui! dimensioni! non! devono!!!!!!!! superare! quelle! utilizzate! per! la! regione!determinata

5 Doc/Dop! P e r! i! v i n i! i t a l i a n i! l e! i n d i c a z i o n i! «Denominazione! di! origine! controllata»! o! «Denominazione! di! origine! controllata! e! garantita»! vengono! utilizzate! in! alternativa! alla! indicazione! «Denominazione! di! origine! Protetta» Tali! indicazioni! pertanto! sono! alternative! e! possono! essere! indicate! anche! come! acronimo:! DOC,! DOCG,! DOP! (Art.! 3#4,! D.! Lgs! 61! del! 08/04/2010,! e! circ.! MIPAAF! n.! 9750!del!24/06/2010).

6 INDICAZIONI OBBLIGATORIE Nome! Regione! determinata! (Colli! Euganei! Fior! d Arancio! o! Fior! d Arancio! Colli! Euganei).! Deve! essere! riportata! con! caratteri! della! stessa!grandezza!e!tonalità!colorimetrica. Menzione!(DOCG!o!DOP) Volume!nominale!del!vino Gradazione!alcolometrica!effettiva N o m e! o! R a g i o n e! s o c i a l e,! C o m u n e! e! S t a t o! m e m b r o! dell imbottigliatore! Indicazione!della!provenienza Annata!raccolta!uve!(con!esclusione!della!tipologia!spumante!per!la! quale!è!facoltativa) Indicazione!del!lotto Indicazione!sostanze!allergeniche Numero!di!codice!imbottigliatore! Tenore!in!zuccheri!residui!(solo!per!spumante)

7 Nome!regione!determinata Nome Regione determinata:! Colli! Euganei! Fior!d Arancio!o!Fior!d Arancio!Colli!Euganei. Si!dovrà!poi!riportare!la!menzione!!!! «Denominazione! di! Origine! Controllata! e! Garantita»,!!!! per! esteso! con! caratteri! le! cui! dimensioni! non! devono! superare! quelle! utilizzate! per! la! regione! determinata.! Tale! dicitura! può! essere! riportata! anche!come!acronimo. In!aggiunta!o!in!alternativa!alle!menzioni!suddette! può! essere! riportata! anche! la! menzione! comunitaria! «Denominazione! di! origine! protetta»! oppure! la! sigla! Dop! (Art.! 3#4,! D.! Lgs! 61! del! 08/04/2010,! e! circ.! MIPAAF! n.! 9750! del! 24/06/2010).

8 Lotto il! numero! (codice)! di! lotto! deve! figurare! in! modo! da! essere! facilmente! visibile,! chiaramente! leggibile! ed! indelebile.! Può! anche!essere!riportato!al!di!fuori!dal!campo! visivo! in! cui! si! trovano! le! altre! indicazioni! obbligatorie.! (Art.!13,!Dlgs!27/01/1992,!n.!109)

9 Indicazione del volume l indicazione! del! volume! nominale! deve! essere! di! 4! millimetri! se! il! volume! nominale!è!pari!o!inferiore!a!100!centilitri!e! superiore!a!20!centilitri.

10 Ragione sociale dell imbottigliatore Il! nome! o! la! ragione! sociale! dell elaboratore! deve! essere!indicato!unitamente!alla!menzione!del!comune! e!dello!stato!membro!in!cui!il!produttore!ha!la!propria! sede! sociale! es.! Prodotto! da! Mario! Rossi,! Cinto! Euganeo!(PD)!"!Italia.! Nel! caso! di! imbottigliamento! per! conto! terzi,! l indicazione! dell imbottigliatore! è! completata! dai! termini! Prodotto!per!conto!di!..!o,!nel!caso!in!cui!è! indicato! anche! il! nome! e! l indirizzo! della! persona! che! ha! effettuato! l imbottigliamento! per! conto! terzi,! dai! termini! Prodotto! o! spumantizzato! o! elaborato.! per! conto!di!.. Se! l imbottigliamento! avviene! in! un! altro! stabilimento! diverso! da! quello! della! sede! aziendale! bisogna! specificare!il!comune!di!quest ultimo.!

11 Numero Codice imbottigliatore: Va! riportato! sui! dispositivi! di! chiusura! in! alternativa!al!nome!o!la!ragione!sociale!o!il! marchio! dell imbottigliatore.! Può! essere! usato! per! indicare! l imbottigliatore! in! caso! imbottigliamento! per! conto! terzi! qualora! figuri!in!chiaro!il!nome!o!la!ragione!sociale! di!un!partecipante!al!circuito!commerciale.

12 Titolo alcolometrico effettivo in percentuale volumetrica deve! essere! in! cifre! di! un altezza! minima! di! 3! mm! se! riportato! su! recipienti! di! capacità! uguale! o! inferiore! a! 100! cl! e! superiore! a! 20! cl.! Se! la! capacità! è! superiore! a! 100! cl.! le! dimensioni! minime! dei!caratteri!devono!essere!pari!a!5!mm. Va!prestata!attenzione!alla!tolleranza!tra!il! dato! d analisi! e! l indicazione! del! grado! in! etichetta.!tolleranza:!+/#!0,5!%!vol"!+/#!0,8! %! vol! (vini! spumanti! o! per! vini! affinati! in! bottiglia!per!oltre!3!anni)

13 Indicazioni allergeniche: (contiene!solfiti)!obbligatoria!se!il!tenore!di! dette! sostanze! supera! i! 10! mg/l"! può! essere! riportata! anche! fuori! dal! campo! visivo! delle! altre! indicazioni! obbligatorie,! deve! essere! tradotta! nella! lingua! del! paese!di!destinazione.

14 Annata è! obbligatorio! riportare! l annata! di! produzione!delle!uve!per!i!vini!fermi Non! per! frizzanti! e! spumanti! (Serprino,! Pinello,!Bianco,!Moscato,!Fior!d Arancio)

15 Nome dello stato membro al quale appartiene la regione determinata Si! tratta! dell indicazione! «Prodotto! in! I t a l i a» :! è! u n i n d i c a z i o n e! OBBLIGATORIA.

16 Colli!Euganei!Fior!d Arancio! Spumante Rispetto!a!quanto!già!indicato!è!facoltativa! la!dicitura: Vino Spumante di Qualità del tipo Aromatico!!! Che!eventualmente!deve!essere!riportata! per!esteso!e!non!come!acronimo si!deve!riportare!la!dicitura!dolce!per! tenori!di!zucchero!superiori!a!50!g/l!(all.! XIV!parte!A!REG.!CE!607/2009)

17 Denominazion e!completa Etichetta!esempio Classificazion e!del!prodotto Indicazioni! allergeni Indicazione! del! contenuto! Codice! icqrf! imbotti gliatore Lettera!e Paese!di!origine Grado! alcolico! effettivo

18 Marchio!consortile il!consorzio!ha!registrato!in!data!20!marzo!2006!con! nr.! di! registrazione! ! un! proprio! marchio! comunitario!che!riguarda!la!bottiglia!istituzionale!per! la!versione!spumante!(con!la!scritta!fior!d Arancio!in! rilievo!su!due!lati)!e!la!scritta!fior!d Arancio!riportata! con!un!carattere!particolare. La! normativa! sull etichettatura! prevede! che! un! marchio! non! deve! entrare! in! conflittualità! con! il! nome! di! una! denominazione! né! contenere! parole,! parti! di! parole,! segni! o! illustrazioni! che! possano! generare!confusione!nel!consumatore.!

19 Marchio!consortile Il! marchio! consortile! è! stato! registrato! anteriormente! all approvazione! della! DOCG! Colli! Euganei! Fior! d Arancio!per!cui!può!continuare!ad!essere!utilizzato!a! condizione! che! la! scritta! Fior! d Arancio! riportata! sull etichetta! d immagine! sia! esattamente! quella! registrata! e! che! sia! associata! all uso! della! bottiglia! istituzionale.! Sull etichetta! deve! essere! anche! riportata! l indicazione! Colli! Euganei!! Denominazione! di! Origine! Controllata! e! Garantita.! Esclusivamente! in! questo!caso!l indicazione!della!zona!di!produzione!può! essere! riportata! in! caratteri! diversi! da! quelli! dell! indicazione!fior!d Arancio.!Può!inoltre!essere!riportato! il!marchio!aziendale!e!il!logo!del!consorzio.!la!scritta! Fior! d Arancio! registrata! può! essere! riportata! anche! sul!capsulone. L uso! del! marchio! è! normato! da! un! apposito! regolamento!la!cui!consultazione!è!possibile!presso!la! sede!consortile.

20 Etichetta! Istituzionale

21 Uso!improprio!del!marchio L utilizzo! della! sola! scritta! Fior! d Arancio,! con! grafia! diversa! da! quella! registrata,! é! da! considerarsi! illegittimo! in! quanto! determina! un! uso! non! corretto! della! denominazione!che!viceversa!deve!essere! citata! in! maniera! completa! secondo! quanto! previsto! dalla! normativa! vigente! precedentemente! citata! ed! è! anche! un imitazione!illegittima!del!marchio.

22

23 Utilizzo!del!marchio!e!della!bottiglia! consortile Nel!2011!sono!state!utilizzate!69.696! bottiglie!marchiate!pari!al!10.70!%!delle! bottiglie!totali. Per! informazioni! su! costi! e! modalità! di! distribuzione! contattare! l Enoteca! consortile.!

24 Etichette!vino!fermo facoltativa facoltativa facoltativa facoltativa

25 Tenore!di!zuccheri!residui Nel! "tranquillo"! se! si! scrivono! i! termini! Secco,! Dolce,! devono! essere! rispettati! i! relativi! contenuti! analitici! in! zucchero!! di! cui! all'allegato! XIV! parte! B! del! REG.! CE! 607/09.

26 Etichette!vino!passito

LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA DEI VINI

LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA DEI VINI LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ED ETICHETTATURA DEI VINI REALIZZATO CON LA COLLABORAZIONE TECNICA DI DINTEC OTTOBRE 2009 PREMESSA La normativa in materia di classificazione ed etichettatura

Dettagli

Vino (categoria di prodotto)

Vino (categoria di prodotto) DESIGNAZIONE VINI (ex tavola) NON A DOP/IGT SCHEMI DI ETICHETTE Vino (categoria di prodotto) imbottigliato da Bianchi Mario, Casteggio, stabilimento di Voghera Italia o Prodotto d Italia o Vino d Italia

Dettagli

Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti.

Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti. D.M. 29 luglio 2004. Disposizioni sulla elaborazione, confezionamento, designazione e presentazione dei vini frizzanti. (pubbl. in Gazz. Uff. n. 238 del 9 ottobre 2004). IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dettagli

Vini da dessert: dalla Vigna al Bicchiere di Romano Satolli Oristano, 19 giugno 2007

Vini da dessert: dalla Vigna al Bicchiere di Romano Satolli Oristano, 19 giugno 2007 Vini da dessert: dalla Vigna al Bicchiere di Romano Satolli Oristano, 19 giugno 2007 Il Dessert è una portata, solitamente ma non sempre dolce, che viene tipicamente servita alla fine del pasto. La parola

Dettagli

Produzione Titolo alcolometrico volumico Vino uva t/ettaro naturale minimo % vol.

Produzione Titolo alcolometrico volumico Vino uva t/ettaro naturale minimo % vol. Riconoscimento della denominazione di origine controllata dei vini Moscato di Pantelleria, Passito di Pantelleria e Pantelleria - D.P.R. 11 agosto 1971 1,2 Art. 1. Denominazione e vini. La denominazione

Dettagli

SEMINARIO 5 e 6: I REGISTRI e DOCUMENTI DI TRASPORTO

SEMINARIO 5 e 6: I REGISTRI e DOCUMENTI DI TRASPORTO SEMINARIO 5 e 6: I REGISTRI e DOCUMENTI DI TRASPORTO La funzione delle registrazioni consiste: da un lato fornire informazioni sulla consistenza e qualità delle produzioni enologiche, dall altro assicurare

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Decreto Ministeriale 14 ottobre 2010 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA GAVI O CORTESE DI GAVI. (G.U.

Dettagli

VISTO il Regolamento (CE) n.852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, sull'igiene dei prodotti alimentari;

VISTO il Regolamento (CE) n.852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, sull'igiene dei prodotti alimentari; Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Decreto 13 agosto 2012 - Disposizioni nazionali applicative del Regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, del regolamento applicativo (CE)

Dettagli

ETICHETTATURA DEL MIELE

ETICHETTATURA DEL MIELE L ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE VETERINARIA IN APICOLTURA 25 novembre 2011 ETICHETTATURA DEL MIELE Dott.ssa Giulia Stazzoni Decreto legislativo109/92 e decreto legislativo 181/03 L etichetta e le relative

Dettagli

Terre di Lambrusco. Concorso Enologico REGOLAMENTO - 6ª EDIZIONE

Terre di Lambrusco. Concorso Enologico REGOLAMENTO - 6ª EDIZIONE Terre di Lambrusco 2015 Concorso Enologico REGOLAMENTO - 6ª EDIZIONE REGOLAMENTO Articolo 1: La Camera di Commercio di Reggio Emilia promuove la sesta edizione del Concorso Enologico Matilde di Canossa

Dettagli

1) Soggetti obbligati alla compilazione e presentazione della dichiarazione di giacenza.

1) Soggetti obbligati alla compilazione e presentazione della dichiarazione di giacenza. NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DELLE DICHIARAZIONI DI GIACENZA DEI VINI E/O MOSTI. AVVERTENZE GENERALI Nella dichiarazione di giacenza sono indicati i volumi di vini e/o mosti detenuti dal dichiarante

Dettagli

GUIDA ALLE NORME SULL ETICHETTATURA DEI VINI IN ITALIA

GUIDA ALLE NORME SULL ETICHETTATURA DEI VINI IN ITALIA GUIDA ALLE NORME SULL ETICHETTATURA DEI VINI IN ITALIA Michele A. Fino con un contributo di Nicola Perullo Michele A. Fino con un contributo di Nicola Perullo Università degli Studi di Scienze Gastronomiche,

Dettagli

Note pratiche di etichettatura dei vini

Note pratiche di etichettatura dei vini Note pratiche di etichettatura dei vini Regole generali Fanno parte dell etichettatura: i termini, le diciture, i marchi di fabbrica o di commercio, le immagini o i simboli figuranti su qualsiasi imballaggio,

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 174 del 29 Luglio 2003

Gazzetta Ufficiale N. 174 del 29 Luglio 2003 Gazzetta Ufficiale N. 174 del 29 Luglio 2003 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 3 luglio 2003 Disposizioni nazionali applicative del regolamento (CE) n. 753/2002 della Commissione del

Dettagli

IL DECRETO LEGISLATIVO 61/2010: LE NUOVE NORME PER I VINI DI QUALITA

IL DECRETO LEGISLATIVO 61/2010: LE NUOVE NORME PER I VINI DI QUALITA 1 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IL DECRETO LEGISLATIVO 61/2010: LE NUOVE NORME PER I VINI DI QUALITA SOMMARIO Premessa Quadro normativo europeo Quadro normativo nazionale

Dettagli

I VInI speciali sono.

I VInI speciali sono. Vini speciali Vini speciali I VInI speciali sono. I vini liquorosi sono ottenuti da mosto d uva parzialmente fermentato, o da uve un po appassite. Per i vini liquorosi si tiene conto anche del grado alcolico

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 IL CAPO DIPARTIMENTO

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 IL CAPO DIPARTIMENTO MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI PROVVEDIMENTO 8 luglio 2009 Iscrizione della denominazione «Aceto Balsamico di Modena», nel registro delle denominazioni di origine protette e

Dettagli

D I S C I P L I N A R E PROPOSTA DI MODIFICA

D I S C I P L I N A R E PROPOSTA DI MODIFICA Denom. Vini Costa d Amalfi Riconoscimento della denominazione di origine controllata dei vini «Costa d Amalfi». ATTUALE Articolo 1 La denominazione di origine controllata > è riservata

Dettagli

INDICAZIONI TECNICHE Vendemmia 2015 La denominazione Prosecco in sintesi:

INDICAZIONI TECNICHE Vendemmia 2015 La denominazione Prosecco in sintesi: CONSORZIO DI TUTELA DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA PROSECCO INDICAZIONI TECNICHE Vendemmia 2015 La denominazione Prosecco in sintesi: PREMESSA (PORRE MOLTA ATTENZIONE AL CONCETTO): in riferimento

Dettagli

Vendere vino e bevande alcoliche in Italia e all estero

Vendere vino e bevande alcoliche in Italia e all estero UNIONE EUROPEA. Istruzioni per l uso n. 2/2011 Vendere vino e bevande alcoliche in Italia e all estero Aspetti legali, fiscali e doganali 2 Unione europea. Istruzioni per l uso La collana Unione europea.

Dettagli

LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO

LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO Presentazione progetto VERIFICA SUL MERCATO DELLA TRACCIABILITA DI FILIERA Verona 27 marzo 2012 LA TRACCIABILITA COME STRUMENTO DI MARKETING STRATEGICO IL PROGETTO TERRITORI DIVINI CASE HISTORY DI SUCCESSO

Dettagli

Presentazione del libro Vini spumanti e frizzanti

Presentazione del libro Vini spumanti e frizzanti Lo stato dell arte sull uso lieviti dei selezionati in enologia Giovedì 28 Marzo 2013 Sala biblioteca c/o sede ASTRA S.r.l. Via Tebano 45 Faenza (RA) Presentazione del libro Vini spumanti e frizzanti Lorena

Dettagli

ALLEGATO 3 - QUADRO SINOTTICO RIEPILOGATIVO DEI DOCUMENTI DI ACCOMPAGNAMENTO DEI TRASPORTI DI PRODOTTI VITIVINICOLI CON INIZIO SUL TERRITORIO NAZIONALE CHE POTRANNO ESSERE REDATTI ED UTILIZZATI DAL 1 AGOSTO

Dettagli

vini doc dei colli piacentini in val tidone esperienza e passione da più di 20 anni

vini doc dei colli piacentini in val tidone esperienza e passione da più di 20 anni vini doc dei colli piacentini in val tidone esperienza e passione da più di 20 anni controllo diretto di tutta la filiera di produzione profumi della nostra terra L AZIENDA 41 ettari di vigneti di proprietà

Dettagli

Si ringraziano: Daniela Rende, Lorenzo Pellegrino, Katya Gaudio per la collaborazione tecnica

Si ringraziano: Daniela Rende, Lorenzo Pellegrino, Katya Gaudio per la collaborazione tecnica Questa pubblicazione è frutto della collaborazione di un gruppo di esperti del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA): dott. Stefano Delbono dott. Andrea Ghiselli dott.ssa Roberta

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «STREVI»

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «STREVI» DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «STREVI» Approvato con DM 06.07.2005 GU 163-15.07.2005 Modificato con DM 30.11.2011 GU 295-20.12.2011 Pubblicato sul sito ufficiale

Dettagli

Vino Principali Riferimenti di Legge: D.P.R. 12.2.1965 n 162 e successive modificazioni Legge 28.12.1967 n 1374 Legge 18.3.

Vino Principali Riferimenti di Legge: D.P.R. 12.2.1965 n 162 e successive modificazioni Legge 28.12.1967 n 1374 Legge 18.3. Vino Principali Riferimenti di Legge: Legge 30.4.1962 n 283; D.P.R. 12.2.1965 n 162 e successive modificazioni; Legge 6.4.1966 n 207; D.P.R. 24.5.1967 n 506; Legge 28.12.1967 n 1374; Legge 18.3.1968 n

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE VOLONTARIA

LA CERTIFICAZIONE VOLONTARIA LA CERTIFICAZIONE VOLONTARIA PREMESSA La certificazione volontaria di prodotto nasce dalla necessità da parte delle Organizzazioni che operano nel settore agroalimentare (Aziende produttrici, vitivinicole,ecc.)

Dettagli

21 a edizione. Concorso Enologico Internazionale Verona, 26 30 marzo 2014

21 a edizione. Concorso Enologico Internazionale Verona, 26 30 marzo 2014 21 a edizione Concorso Enologico Internazionale Verona, 26 30 marzo 2014 1 Dalle Aziende a Veronafiere: l iter dei campioni I vini iscritti devono essere inviati a Veronafiere che provvederà a catalogarli,

Dettagli

DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 14 MAGGIO 2009

DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 14 MAGGIO 2009 DISCIPLINARE ATTUALE VECCHIO DISCIPLINARE REGGIANO DOC Art. 1. La e' riservata ai vini e ai mosti parzialmente fermentati che rispondono alle condizioni ed ai requisiti del presente disciplinare di produzione

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE, IPPICHE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ

Dettagli

PROPOSTA DI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DOC REGGIANO

PROPOSTA DI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DOC REGGIANO A NNESSO PROPOSTA DI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DOC REGGIANO Art. 1. La denominazione di origine controllata «Reggiano» e' riservata ai vini e ai mosti parzialmente fermentati che rispondono

Dettagli

Regolamento di certificazione di prodotti vitivinicoli DOP e IGP e dei vini varietali

Regolamento di certificazione di prodotti vitivinicoli DOP e IGP e dei vini varietali Regolamento di certificazione di prodotti Rev Data emissione Motivo/Modifica 00 20 11 2009 Prima emissione 01 18 02 2010 Integrazione 6.5.2 per comunicazione resa uva/vino minore al massimo consentito

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 21 maggio 2004 Modifica del decreto 31 luglio 2003 concernente l'istituzione e la tenuta dell'albo degli imbottigliatori dei vini DOCG, DOC e IGT

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA GAVI O CORTESE DI GAVI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA GAVI O CORTESE DI GAVI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA GAVI O CORTESE DI GAVI Approvato DOC con DPR 26.6.1974 Approvato DOCG con DM 29.07.1998 G.U. 185-10.08.1998 Rettifica

Dettagli

LE GEMME Verdicchio Dei Castelli di Jesi D.O.C. Classico

LE GEMME Verdicchio Dei Castelli di Jesi D.O.C. Classico LE GEMME Verdicchio Dei Castelli di Jesi D.O.C. Classico 2014 22.000 bottiglie 100% Verdicchio Fermentazione in bianco a temperatura controllata in contenitori d acciaio e successivo affinamento in vasche

Dettagli

DISCPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI «PROSECCO»

DISCPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI «PROSECCO» DISCPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI «PROSECCO» Approvato con DM 17.07. 2009 GU 173-28.07.2009 Modificato con DM 20.09.2010 G.U. 226-27.09.2010 Modificato con DM

Dettagli

CATEGORIE DEI PRODOTTI VITIVINICOLI INFORMAZIONI PRELIMINARI:

CATEGORIE DEI PRODOTTI VITIVINICOLI INFORMAZIONI PRELIMINARI: CATEGORIE DEI PRODOTTI VITIVINICOLI INFORMAZIONI PRELIMINARI: 1) Zone viticole Italiane L allegato IX del Reg. 479/2008 riporta l indicazione delle zone viticole comunitarie. Di seguito si riporta quella

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA SCANZO O MOSCATO DI SCANZO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA SCANZO O MOSCATO DI SCANZO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA SCANZO O MOSCATO DI SCANZO Approvato DOC con DM 17.04.2002 G.U. 111 14.05.2002 Approvato DOCG con DM 28.04.2009 G.U.

Dettagli

XIV RASSEGNA INTERNAZIONALE LA SELEZIONE DEL SINDACO (con il FORUM DEGLI SPUMANTI e BIO DI VINO) REGOLAMENTO 2015

XIV RASSEGNA INTERNAZIONALE LA SELEZIONE DEL SINDACO (con il FORUM DEGLI SPUMANTI e BIO DI VINO) REGOLAMENTO 2015 XIV RASSEGNA INTERNAZIONALE LA SELEZIONE DEL SINDACO (con il FORUM DEGLI SPUMANTI e BIO DI VINO) REGOLAMENTO 2015 Art. 1 ORGANIZZAZIONE RECEVIN (la Red Europea de Ciudades del Vino), l'associazione Nazionale

Dettagli

Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007)

Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007) Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007) 1 Regime d importazione e legislazione Il regime d'importazione in Germania è quello previsto dalla

Dettagli

Etichettatura del miele e dei prodotti dell alveare per il consumo diretto

Etichettatura del miele e dei prodotti dell alveare per il consumo diretto Etichettatura del miele e dei prodotti dell alveare per il consumo diretto Reg. CE 1234/07 Assessorato Agricoltura Centro Agrochimico Regionale G.L. Marcazzan CRA-API di Bologna M. Stefàno A.S.S.A.M. Regione

Dettagli

BENACO BRESCIANO I.G.T. PASSITO SOL DORE

BENACO BRESCIANO I.G.T. PASSITO SOL DORE i Ç WÉÄv BENACO BRESCIANO I.G.T. PASSITO SOL DORE Provenienza: Lombardia Varietà delle uve: Trebbiano di Lugana, Chardonnay Descrizione: morbido dal perfetto equilibrio con la componente acido/sapida,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEL VINO ROSSO DI MONTALCINO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEL VINO ROSSO DI MONTALCINO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEL VINO ROSSO DI MONTALCINO Approvato con DPR 25.11.83 G.U. 158-09.06.84 Modificato con DPCM 04.11.91 G.U. 82-07.04.92 Modificato

Dettagli

Elenco Prodotti disponibili dal 01.09.2015

Elenco Prodotti disponibili dal 01.09.2015 Elenco Prodotti disponibili dal 01.09.2015 VINI ROSSI TRANQUILLI Gutturno Doc Classico Superiore 2013 Bonarda Doc 2013 VINI BIANCHI TRANQUILLI Ortrugo Doc Poggio del Cavallo 2013 VINI ROSSI VIVACI E FRIZZANTI

Dettagli

Confetture, gelatine, marmellate e crema di marroni

Confetture, gelatine, marmellate e crema di marroni Confetture, gelatine, marmellate e crema di marroni L etichettatura delle confetture, delle gelatine e delle marmellate, nonché della crema di marroni, è disciplinata, per gli aspetti generali, dal D.lgs.

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze VISTO il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 22 ottobre 2007, recante l organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli, regolamento unico

Dettagli

via Nina, 900 - Vò Euganeo tel. e fax 049 9940492 - cell. 349 4331718 filippo_gamba@libero.it

via Nina, 900 - Vò Euganeo tel. e fax 049 9940492 - cell. 349 4331718 filippo_gamba@libero.it le cantine del fior d arancio docg Azienda Vitivinicola Biologica Alla Costiera via Nina, 900 - Vò Euganeo tel. e fax 049 9940492 - cell. 349 4331718 filippo_gamba@libero.it L azienda vitivinicola Alla

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA COLLI DI SCANDIANO E DI CANOSSA ART. 1

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA COLLI DI SCANDIANO E DI CANOSSA ART. 1 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA COLLI DI SCANDIANO E DI CANOSSA ART. 1 La denominazione di origine controllata Colli di Scandiano e di Canossa è riservata ai

Dettagli

I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I

I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I Alla Camera di Commercio I. A. A. Corso Vittorio Emanuele, 46 93100 CALTANISSETTA Marca da bollo Euro 14,62 Oggetto: Domanda di iscrizione Albo imbottigliatori vini D.O.C.G. D.O.C. I.G.T. (D.M. 21 maggio

Dettagli

PREIMBALLAGGI. La normativa e i controlli delle Camere di Commercio. Preimballaggi Verona 5 marzo 2014

PREIMBALLAGGI. La normativa e i controlli delle Camere di Commercio. Preimballaggi Verona 5 marzo 2014 Preimballaggi Verona 5 marzo 2014 La normativa e i controlli delle Camere di Commercio IL CONTESTO NORMATIVO STORICO CEE LIQUIDI ALIMENTARI direttiva 75/106/CEE precondizionamento in volume di alcuni liquidi

Dettagli

Accordo del 21 giugno 1999 tra la Confederazione Svizzera e la Comunità europea sul commercio di prodotti agricoli

Accordo del 21 giugno 1999 tra la Confederazione Svizzera e la Comunità europea sul commercio di prodotti agricoli Traduzione 1 Accordo del 21 giugno 1999 tra la Confederazione Svizzera e la Comunità europea sul commercio di prodotti agricoli Decisione n. 1/2012 del Comitato misto per l agricoltura in merito alla modifica

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA Approvato con DM 22 dicembre 2010 G.U. 4-07.01.2011 (S. O. n. 6) Modificato con DM 30.11.2011 Pubblicato sul sito ufficiale

Dettagli

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI RACCOLTA NORMATIVA PER GLI ADDETTI AL CONTROLLO UFFICIALE E GLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI Parte Generale Dott. Mauro Bardelli Tecnico della prevenzione nell ambiente

Dettagli

il programma del Corso

il programma del Corso 50 il programma del Corso 1. 04/03/2013 lunedì Presentazione del Corso, la figura del Sommelier Spumante Metodo Classico Rose 2. 05/03/2013 martedì Vitivinicoltura Un vino del Lazio Apertura di una bottiglia

Dettagli

VINI BIANCHI SPUMANTI. ITALIAVINI S.A.S. di A.TERRENO & C. Via Mazzini, 8 13836 Cossato (BI) mail: info@italiavini.net www.italiavini.

VINI BIANCHI SPUMANTI. ITALIAVINI S.A.S. di A.TERRENO & C. Via Mazzini, 8 13836 Cossato (BI) mail: info@italiavini.net www.italiavini. VINI BIANCHI SPUMANTI ITALIAVINI S.A.S. di A.TERRENO & C. Via Mazzini, 8 13836 Cossato (BI) mail: info@italiavini.net www.italiavini.net Asti DOCG Spumante Si presenta come il più tipico e piacevole spumante

Dettagli

Sereni, c è sempre...

Sereni, c è sempre... Sereni, c è sempre... un prodotto che garantisce qualità un produttore che garantisce sicurezza Programma di sensibilizzazione sulle politiche dedicate all'agroalimentare ed alla valorizzazione della sua

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «VALDAMATO»

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «VALDAMATO» DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «VALDAMATO» Approvato con DM 27.10.1995 G.U. 266-14.11.1995 Modificato con DM 31.07.1996 G.U. 190-14.08.1996 Modificato con DM 23.06.2011

Dettagli

ETICHETTATURA E PRESENTAZIONE DEI PRODOTTI DI LARGO CONSUMO: ALIMENTI, COSMETICI, MODA, ELETTRODOMESTICI GUIDA PRATICA PER IL CONSUMATORE

ETICHETTATURA E PRESENTAZIONE DEI PRODOTTI DI LARGO CONSUMO: ALIMENTI, COSMETICI, MODA, ELETTRODOMESTICI GUIDA PRATICA PER IL CONSUMATORE ETICHETTATURA E PRESENTAZIONE DEI PRODOTTI DI LARGO CONSUMO: ALIMENTI, COSMETICI, MODA, ELETTRODOMESTICI GUIDA PRATICA PER IL CONSUMATORE APRILE 2010 La presente Guida al Consumo è stata realizzata dalla

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERE L ETICHETTA DEI PRODOTTI ALIMENTARI

IMPARIAMO A CONOSCERE L ETICHETTA DEI PRODOTTI ALIMENTARI Centro Studi per la Sicurezza Alimentare IMPARIAMO A CONOSCERE L ETICHETTA DEI PRODOTTI ALIMENTARI Una attenta lettura delle etichettature può aiutare a scegliere meglio e a mangiare in modo sicuro. Nella

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE D'ORIGINE CONTROLLATA "MOSCATO DI PANTELLERIA", "PASSITO DI PANTELLERIA" E "PANTELLERIA"

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE D'ORIGINE CONTROLLATA MOSCATO DI PANTELLERIA, PASSITO DI PANTELLERIA E PANTELLERIA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE D'ORIGINE CONTROLLATA "MOSCATO DI PANTELLERIA", "PASSITO DI PANTELLERIA" E "PANTELLERIA" Approvato con D.P.R. 11.08.1971 G.U. 239 22.09.1971 Modificato

Dettagli

VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE D.O.C.G. MILLESIMATO

VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE D.O.C.G. MILLESIMATO GLI SPUMANTI VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE D.O.C.G. MILLESIMATO Spumante Extra Dry COD. PSMIL01 Vino bianco spumante D.O.C.G. Valdobbiadene 11% Vol. Veneto (Valdobbiadene) Prosecco Vino dal colore giallo

Dettagli

Accordo sull esportazione di vini italiani in Svizzera

Accordo sull esportazione di vini italiani in Svizzera Traduzione 1 Accordo sull esportazione di vini italiani in Svizzera 0.946.294.541.4 Conchiuso il 25 aprile 1961 Approvato dal Consiglio federale il 1 agosto 1961 Entrato in vigore il 1 marzo 1962 In applicazione

Dettagli

Gazzetta ufficiale n. L 247 del 21/09/2007 pag. 0017-0020

Gazzetta ufficiale n. L 247 del 21/09/2007 pag. 0017-0020 Avviso legale importante Direttiva 2007/45/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 settembre 2007, che reca disposizioni sulle quantità nominali dei prodotti preconfezionati, abroga le direttive

Dettagli

NORMATIVE PER L'ETICHETTATURA DEI PRODOTTI BIOLOGICI E TIPOLOGIE DI APPLICAZIONE

NORMATIVE PER L'ETICHETTATURA DEI PRODOTTI BIOLOGICI E TIPOLOGIE DI APPLICAZIONE NORMATIVE PER L'ETICHETTATURA E TIPOLOGIE DI APPLICAZIONE Allegato 1 al Regolamento dell attività di Controllo e Certificazione dei Prodotti Biologici (REG. 001) CCPB srl Società a socio unico 40126 Bologna

Dettagli

UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO

UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) DIPARTIMENTO OPERAZIONI SERVIZIO DISEGNI E MODELLI DECISIONE DELLA DIVISIONE DI ANNULLAMENTO DEL 20/11/2013 NEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Raccolta delle documentazioni necessarie per l esportazione del vino

Raccolta delle documentazioni necessarie per l esportazione del vino Raccolta delle documentazioni necessarie per l esportazione del vino ANNO 2014 INDICE EUROPA ALBANIA. Pag. 5 BELGIO. 11 BOSNIA ERZEGOVINA. 13 BULGARIA.. 15 CROAZIA.. 17 DANIMARCA. 19 FRANCIA.. 22 KOSOVO..

Dettagli

A sud-ovest di Vicenza, nel mezzo della pianura veneta, sorgono i Colli Berici, stupende colline di origine vulcanica, la cui terra generosa ed il

A sud-ovest di Vicenza, nel mezzo della pianura veneta, sorgono i Colli Berici, stupende colline di origine vulcanica, la cui terra generosa ed il A sud-ovest di Vicenza, nel mezzo della pianura veneta, sorgono i Colli Berici, stupende colline di origine vulcanica, la cui terra generosa ed il clima mite sono l ideale per la coltivazione della vite,

Dettagli

L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali

L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali Torino 27 marzo 2013 Laura Bersani L etichettatura inerente i prodotti del settore cerealicolo. Aspetti specifici e nutrizionali REQUISITI OBBLIGATORI PER L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI PRECONFEZIONATI

Dettagli

OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini DOC/DOCG ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M.

OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini DOC/DOCG ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M. Alle Aziende interessate Loro Sedi OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini /G ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M. 14 giugno 2012) G.le Aziende, in riferimento

Dettagli

SURVEY SUI RISTORANTI ITALIANI

SURVEY SUI RISTORANTI ITALIANI SURVEY SUI RISTORANTI ITALIANI criteri di scelta e posizionamento dei vini del Trentino Luglio 2014 UNIVERSO DI RIFERIMENTO: ristoranti/trattorie/wine bar presenti nelle principali guide italiane (Michelin,

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Decreto 14 giugno 2012 Approvazione dello schema di piano dei controlli, in applicazione dell'articolo 13, comma 17, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, recante la tutela delle denominazioni

Dettagli

LEGGE COLLAVINI-PREDA

LEGGE COLLAVINI-PREDA LEGGE COLLAVINI-PREDA Norme nazionali per la produzione e vendita dei vini, bevande, sottoprodotti e aceti LEGGE 20 febbraio 2006, n. 82 Disposizioni di attuazione della normativa comunitaria concernente

Dettagli

Articolo 1. Articolo 2

Articolo 1. Articolo 2 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA DEI VINI COLLI EUGANEI FIOR D ARANCIO O FIOR D ARANCIO COLLI EUGANEI Approvato con DM 22.12.2010 GU 4-07.01.2011 Modificato

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Relazione annuale al PNI - 2014

Relazione annuale al PNI - 2014 Relazione annuale al PNI - 2014 Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali - Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari Attività svolte

Dettagli

il programma del Corso

il programma del Corso il programma del Corso DELLE LEZIONI 1. Presentazione del Corso, la figura del Sommelier Spumante Metodo Classico Rose 2. Vitivinicoltura Un vino della Regione Apertura di una bottiglia Mele di varie tipologie,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI COLLI EUGANEI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI COLLI EUGANEI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI COLLI EUGANEI Approvato con DPR 13.08.1969 G.U. 281-06.11.1969 Modificato con DPR 25.02.1983 G.U. 262-23.09.1983 Modificato

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA ELBA ALEATICO PASSITO O ALEATICO PASSITO DELL ELBA

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA ELBA ALEATICO PASSITO O ALEATICO PASSITO DELL ELBA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA ELBA ALEATICO PASSITO O ALEATICO PASSITO DELL ELBA Approvato a DOC DPR 09.07.1967 G.U. 200-10.08.1967 Approvato DOCG con

Dettagli

VALTÈNESI: DEFINIZIONE DELLE PECULIARITÀ ORGANOLETTICHE

VALTÈNESI: DEFINIZIONE DELLE PECULIARITÀ ORGANOLETTICHE Progetto: VALTÈNESI: DEFINIZIONE DELLE PECULIARITÀ ORGANOLETTICHE Definizione delle caratteristiche e delle peculiarità dei Vini di Valtènesi. Indagini organolettiche e valutazione delle attitudini enologiche

Dettagli

Tai Bianco. Vino Bianco. Denominazione d origine controllata

Tai Bianco. Vino Bianco. Denominazione d origine controllata Cenni storici Mancano notizie attendibili sulla esatta denominazione del vitigno denominato Tocai di Barbarano. Si sa, da quanto si racconta sul posto, che sarebbe stato importato un centinaio d anni fa,

Dettagli

Manuale dei controlli e sanzioni sulla commercializzazione delle uova da cova e dei pulcini di volatili da cortile

Manuale dei controlli e sanzioni sulla commercializzazione delle uova da cova e dei pulcini di volatili da cortile Manuale dei controlli e sanzioni sulla commercializzazione delle uova da cova e dei pulcini di volatili da cortile REGOLAMENTO (CE) N. 1234/2007 DEL CONSIGLIO, ARTICOLO 121 REGOLAMENTO (CE) N. 617/2008

Dettagli

Il problema degli allergeni nel settore vinicolo e relativa normativa per l etichettatura Prof. Patrizia Restani

Il problema degli allergeni nel settore vinicolo e relativa normativa per l etichettatura Prof. Patrizia Restani Il problema degli allergeni nel settore vinicolo e relativa normativa per l etichettatura Prof. Patrizia Restani Dip. Scienze Farmacologiche e Biomolecolari, Università degli Studi di Milano Allergie alimentari:

Dettagli

L Azienda. Gli ultimi riconoscimenti

L Azienda. Gli ultimi riconoscimenti L Azienda Gli Spinola sono una delle famiglie più antiche d Europa e il Castello di Tassarolo, costruito nel 12 secolo, era una volta uno stato proprio, con la propria zecca, ancora esistente, e la propria

Dettagli

Quale unità di misura di lunghezza useresti per misurare?

Quale unità di misura di lunghezza useresti per misurare? Misure di lunghezza Quale unità di misura di lunghezza useresti per misurare? Il fiume Tevere... Lo spessore del tuo quaderno... L altezza di un bambino di 9 mesi... La profondità del Mar Ionio... L altezza

Dettagli

Sede Operativa: Via G. Papini n. 18 40128 Bologna (Bo) Tel. + 39 051 4172311 fax + 39 051 326006

Sede Operativa: Via G. Papini n. 18 40128 Bologna (Bo) Tel. + 39 051 4172311 fax + 39 051 326006 Alle Imprese Associate del Settore Alimentazione e Pubblici Esercizi Oggetto: etichettatura alimenti ed indicazione alergeni La piena applicazione del Regolamento (CE) 25 ottobre 2011, n. 1169 ha comportato

Dettagli

Dott. Alessandro Bonadonna per SEMI ONLUS L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI: LEGGERE PER RI-CONOSCERE

Dott. Alessandro Bonadonna per SEMI ONLUS L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI: LEGGERE PER RI-CONOSCERE L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI: LEGGERE PER RI-CONOSCERE 1. Assicurare una corretta e trasparente informazione al consumatore 2. Permettere la libera circolazione delle merci all interno dell Unione Europea

Dettagli

Ci sono. luoghi della memoria che ti riportano in. un mondo antico

Ci sono. luoghi della memoria che ti riportano in. un mondo antico Ci sono luoghi della memoria che ti riportano in un mondo antico Ortona è stata per secoli una delle più vaste aree di produzione vitivinicola del Centro Sud ed è per questo che la sua uva racconta sempre

Dettagli

DEGUSTA. Wine Commission. Per accrescere la nostra offerta editoriale, vino e dintorni

DEGUSTA. Wine Commission. Per accrescere la nostra offerta editoriale, vino e dintorni vino e dintorni DEGUSTA Wine Commission Per accrescere la nostra offerta editoriale, abbiamo deciso di inserire nella nostra rivista una rubrica fissa, nella quale verrà pubblicato il resoconto di degustazioni

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 dicembre 2010: Disposizioni nazionali in materia di commercializzazione di uova da cova e pulcini di volatili da cortile. (11A01944) (Gazzetta Ufficiale n. 42 del 21 febbraio 2011) IL MINISTRO

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Decreto n. 7407 del 4 agosto 2010 Modifiche all articolo 5 del decreto ministeriale 27 novembre 2008, n. 5396, concernente Disposizioni di attuazione dei regolamenti (CE) n. 479/2008 del Consiglio e n.

Dettagli

Chef M. Polliotto Il Vino Maître Sandro Genesio IL VINO

Chef M. Polliotto Il Vino Maître Sandro Genesio IL VINO IL VINO Il vino è una bevanda che si ottiene dalla fermentazione alcolica del mosto d uva. Responsabili di questo processo sono i lieviti, funghi microscopici unicellulari che si trovano nella buccia dell

Dettagli

Prodotti ortofrutticoli freschi

Prodotti ortofrutticoli freschi Prodotti ortofrutticoli freschi I prodotti ortofrutticoli freschi hanno assunto un importanza sempre maggiore nella dieta del consumatore medio, in considerazione dell attenzione che le persone pongono

Dettagli

Roero Arneis D.O.C.G.

Roero Arneis D.O.C.G. Cascina San Pietro Vorremmo essere compagni del gusto e del piacere ogni giorno; ecco perchè accanto alla Selezione Bricco del Conte, proponiamo un articolata gamma di vini che sappiano accompagnare gli

Dettagli

Passione e... Tradizione. La qualità che parla piacentino

Passione e... Tradizione. La qualità che parla piacentino L amore per i vini Passione e... Tradizione La qualità che parla piacentino Gutturnio, Bonarda, Barbera e Ortrugo sono questi i vini che fanno grande la produzione vinicola piacentina e che costituiscono

Dettagli

LINEA PROSECCO D.O.C. SPUMANTE

LINEA PROSECCO D.O.C. SPUMANTE LINEA PROSECCO D.O.C. SPUMANTE CA01 - SUPERIORE di CARTIZZE Valdobbiadene Prosecco D.O.C. Spumante Extra Dry Vino bianco spumante D.O.C. Valdobbiadene 11% Vol. Veneto (Valdobbiadene) PROSECCO Uve vinificate

Dettagli

ELIGIO MAGRI Torre de Roveri - (Bergamo) - Italia info@eligiomagri.it www.eligiomagri.it

ELIGIO MAGRI Torre de Roveri - (Bergamo) - Italia info@eligiomagri.it www.eligiomagri.it Az. Vitivinicola ELIGIO MAGRI Torre de Roveri - (Bergamo) - Italia info@eligiomagri.it www.eligiomagri.it L azienda vitivinicola Eligio Magri nasce negli anni ottanta grazie all impegno e alla tenacia

Dettagli

2) Pressatura La separazione del mosto avviene con pressatura soffice e veloce, per ridurre il contatto del mosto con le parti solide.

2) Pressatura La separazione del mosto avviene con pressatura soffice e veloce, per ridurre il contatto del mosto con le parti solide. T Questo metodo prevede la presa di spuma in grossi recipienti ermeticamente chiusi a tenuta di pressione. Inventato dall astigiano Martinotti, il metodo è stato brevettato in Francia nel 1907 dall ing.

Dettagli

BARBERA FRIZZANTE BARBERA FRIZZANTE. Abbinamenti. Informazioni varie: Az. Agr. Blengio

BARBERA FRIZZANTE BARBERA FRIZZANTE. Abbinamenti. Informazioni varie: Az. Agr. Blengio BARBERA COLLI PIACENTINI di Origine Controllata BARBERA Ottenuto da uve dell'omonimo vitigno provenienti esclusivamente dai vigneti aziendali. 12,5% vol. Bordolese Colore rosso rubino brillante. Bouquet

Dettagli

ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO

ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO Avv. Michele Mea Avv. Michele Mea NORMATIVA ATTUALE DI RIFERIMENTO 1. 1. Direttiva CE n. n. 18/2001 2. 2. Regolamento CE n. n. 1829/2003

Dettagli